Daily Archives

29 Giugno 2012

Comunicati

RSS – Sistema per la Soppressione del Riverbero nelle chiese


Con l’innovativa soluzione RSS (Sistema per la Soppressione del Riverbero), AUDEIA segna un cambio epocale nell’ambito della riproduzione sonora in ambienti riverberanti. Dopo lunghe ricerche in ambienti riverberanti equipaggiati con sistemi che permettevano la variazione delle caratteristiche acustiche dell’ambiente, AUDEIA ha sviluppato complesse relazioni euristiche che permettono ad altoparlanti differenti di lavorare assieme per formare un altoparlante unico distribuito. Con questa soluzione è possibile controllare la diffusione sonora complessiva con l’interazione tra le emissioni dei singoli altoparlanti. Il risultato… incredibile qualità audio, una quasi totale eliminazione del riverbero ed una perfetta intelligibilità del parlato.
Questo sistema è stato sviluppato in particolare per l’amplificazione audio delle chiese, sul sito della Audeia – www.audeia.it – si può vedere come il sistema permette l’utilizzo di altoparlanti a colonna estremamente compatti riducendo incredibilmente l’imbatto estetico dei diffusori. La concezione dell’audio delle chiese conoscerà una nuova era.

No Comments
Comunicati

Trovare utenti su omegle online

  • By
  • 29 Giugno 2012


Il social network Facebook ha introdotto due nuove funzionalità che in realtà dovrebbe essere state installate da qualche tempo. I cambiamenti sono piuttosto di natura estetica e sono destinati principalmente a rafforzare la fruibilità della rete sociale come accade con omegle.

Chi non ha notato, Facebook è uno sforzo per migliorare l’usabilità della sua rete sociale. Questo a volte è anche la crescente concorrenza. Google + Twitter e brillantezza negli ultimi giorni ancora e ancora, con nuove funzionalità che si concentrerà sulle esigenze degli utenti.

Facebook fa ad esempio non nella protezione dei dati. Ma in termini di usabilità, si può sentire non sempre indicano ciò che gli utenti vogliono. Così, la linea temporale (in Germania Chronicle) contro la volontà di molti utenti per servizio su Facebook. Ma a volte sono nella squadra di Mark Zuckerberg da vicino quando gli utenti si lamentano di qualcosa.

Osservazioni di Facebook possono ora essere modificati su omegle.

Chiunque utilizzi Facebook conosce il problema. Si emana un commento e cade improvvisamente uno dei due, che ciò che è stato scritto in modo errato, o ha dimenticato qualcosa di importante, ma lei ha citato. Di regola, allora tale commento è stato cancellato ed è entrato di nuovo.

Facebook ha ora integrato la possibilità di modificare i commenti consegnati. Ecco come: Per prima cosa, si sposta il mouse sopra il commento che si desidera modificarlo. Vedrete una matita nell’angolo in alto a destra del commento. Se si sposta il mouse sul perno apre un menu contestuale in cui si dice già: eliminare o modificare. Se ora cliccate sulla matita appare il menu vero di omegle e proprio. Lì, si fa clic su Modifica, quindi il commento potrebbe essere stato corretto dato se stessi.

L’immagine mostra questo nuovo percorso

La possibilità di modificare i commenti forniti era attesa da tempo e rappresenta quindi una importante novità sul dar social network facebook.

No Comments
Comunicati

L’occasione del Network Marketing


Negli anni 50 nei paesi degli stati uniti da qui nasce il lavoro con un metodo di comuniczione straordinario, stiamo parlando del Network Marketing.
Il Network Marketing tratta del passaparola del prodotto che si sta sponsorizzando se pensiamo che il 10% della popolazione crede nella pubblicità, la televisione, la radio e i giornali, ma il 67% delle persone si affida a quella che si chiama passaparola e ci consigliano un libro, un hotel, un ristorante o semplicemente un film, il Network Marketing da quelle che sono l’indipendenza economica e chi vuole essere imprenditore di se stesso, inoltre nel tempo ci saranno sia ridultati che guadagni molto elevati.
Già molte aziende utilizzano questa comunicazione come tipo “Porta un amico in”….. oppure “Se porti un amico in ti regaliamo”….. la comunicazione semplice e rapida per una comunicazione comprensiva e chiara.

No Comments
Comunicati

SCHWALBE TOUR TRANSALP A TRENTO UN PO’ D’AZZURRO ALLA PENULTIMA TAPPA


Dalla Germania a Trento, oggi si è chiusa in Piazza Duomo la 6.a tappa
Prima al traguardo la coppia italo-tedesca Weiss e Hornetz (Masters)
Il duo italiano Carlo Muraro ed Eduard Rizzi vince nella categoria maschile
Al femminile confermano il successo le due leader Ilmer e Zanner

Bella prova per la coppia italo-tedesca formata da Werner Weiss e da Berndt Hornetz, oggi primi a tagliare il traguardo della tappa Crespano del Grappa – Trento, penultima parentesi di fatica dello Schwalbe Tour Transalp. “Ci siamo divertiti, ma ci siamo anche presi la soddisfazione di battere una coppia più giovane di noi”, ha scherzato Weiss, infatti i due Masters hanno fatto faville sull’altopiano di Asiago, superando il tandem vicentino-altoatesino Carlo Muraro – Eduard Rizzi. Questi ultimi, nella tappa “di casa”, hanno comunque centrato la vittoria nella categoria maschile con il tempo di 4h32’53’’, contro le 4h27’36’’ di Weiss-Hornetz.
Dietro ai due italiani Muraro e Rizzi si sono piazzati i tedeschi Hans-Peter Obwaller e Johannes Berndl (4h33’03’’), i quali hanno mantenuto la leadership di categoria in classifica generale, mentre per scorgere un altro duetto italiano bisogna scendere al 6° posto dei due trentini Manuel Giacomelli e Roberto Griot, in rappresentanza dell’ApT di Trento, col tempo di 4h35’28’’.
In una Piazza Duomo assolata ed affollata si sono susseguiti gli arrivi di oltre 1.200 bikers da 27 nazioni per la 10.a edizione della “Transalp”, la corsa ciclistica europea a coppie per gli appassionati su strada più significativa dell’arco alpino, comprensiva in tutto di 7 tappe montane. Quella di oggi, la Crespano del Grappa – Trento di 150 km circa, era la 6.a e penultima prova della corsa internazionale, in chiusura domani con la Trento – Arco di 101 km.
Oggi Trento ha salutato anche molti altri successi, un altro sigillo all’insegna di Italia-Germania (in barba al match calcistico di ieri) è arrivato grazie all’altoatesina Marina Ilmer e alla teutonica Beate Zanner, le quali hanno così mantenuto il possesso della maglia rosa di leader di categoria. Conferme anche per i Mixed, con la vittoria di Carsten Bresser (GER) e della ciclista e biker Pia Sundstedt (FIN), quest’anno in gara su strada alle Olimpiadi di Londra, sempre nella stessa categoria hanno concluso in 9.a piazza il veneto Giuseppe Cadorin in coppia con la campionessa olimpica di scherma Dorina Vaccaroni.
Sul gradino più alto del podio Grand Masters sono saliti l’altoatesino Marco Poier con il compagno tedesco Erwin Hickl, leader anche della generale, seguiti dai trentini Rolando Bortolotti e Piergiorgio Dellagiacoma.
È andata così in archivio la penultima tappa dello Schwalbe Tour Transalp, scattata stamattina alle 9.00 da Crespano del Grappa, con un tour de force attraverso 146,38 km e 2.740 m/dsl imposti in successione dall’Altopiano di Asiago, dal Melignon e dal Passo della Fricca.
Del resto il cuore dello Schwalbe Tour Transalp è l’attraversamento delle montagne e in particolare delle Alpi in bici, emozione unica che ha contribuito a confermare la “Transalp” la corsa a tappe più selettiva per i cicloamatori della strada.
Oltre 800 km, quasi 20.000 metri di dislivello e migliaia di appassionati di ciclismo in corsa, a coppie, attraverso Germania, Austria ed Italia, questa in sintesi la 10.a edizione della “Transalp” che domani partirà da Trento con l’ultima tappa, ad oggi i ciclisti hanno già alle spalle la bellezza di 707 km sugli 808 totali e non rimane che l’ultima prova di forza.
Domattina le luci della ribalta dello Schwalbe Tour Transalp si accenderanno di nuovo su Piazza Duomo e su Trento, con la partenza dell’ultima tappa Trento – Arco di 101,92 km, frazione finale che riserverà delle belle prove in salita, tanto che il dislivello ammonta a 2.125 metri. Dallo start nel cuore di Trento, annunciato alle ore 9.00, la carovana pedalerà nelle vie del centro, attraversando Via Manci, Via San Marco e Via Clesio dirigendosi verso Aldeno, per attaccare il Monte Bondone salendo da Garniga Terme.
L’ascesa proseguirà fino alla località Viote e per i ciclisti dello Schwalbe Tour Transalp sarà il punto più alto raggiunto nella giornata conclusiva di domani, ovvero quota 1562 metri.
In seguito si scenderà fino a Lasino e si attraverserà l’affascinante Valle dei Laghi, in questa prima parte dunque la tappa dello Schwalbe Tour Transalp va a lambire alcuni dei punti interessati anche dal percorso della granfondo che dal 2006 coinvolge Trento e il Monte Bondone, ovvero La Leggendaria Charly Gaul Trento Monte Bondone – Trofeo Wilier Triestina del 22 luglio prossimo.
La tappa di domani, poi, prevede i passaggi per Sarche, Ponte Arche, Comano Terme, Dasindo e, quindi, la seconda fatica in salita sul Passo del Ballino (775 metri), da dove si proseguirà fino al gran finale in quel di Arco.

Classifiche della 6.a tappa Crespano del Grappa – Trento:

Maschile:

1. Rizzi Eduard (ITA) – Muraro Carlo (ITA) 4:32.53; 2. Obwaller Hans-Peter (GER) – Berndl Johannes (GER) 4:33.03; 3. Hempfer Michael (GER) – Hempfer Martin (GER) 4:34.54;
6. Giacomelli Manuel (ITA) – Griot Roberto (ITA) 4:35.28

Femminile:

1. Ilmer Marina (ITA) – Zanner Beate (GER) 4:56.39; 2. Pleyer Lisa (AUT) – Schorn Bettina (AUT) 5:02.48; 3. Dietzen Bettina (GER) – Dietl Monika (GER) 5:08.10

Mixed:

1. Sundstedt Pia (FIN) – Bresser Carsten (GER) 4:48.02; 2. Prieling Nadja (AUT) – Ramsauer Thomas (AUT) 4:50.48; 3. Skupke Krzysztof (GER) – Kopietz Caroline (GER) 4:54.02

Masters:

1. Hornetz Bernd (GER)- Weiss Werner (ITA) 4:27.36; 2. Oettl Stefan (GER) – Hofmann Wolfgang (GER) 4:32.58; 3. Leonhardt Florian (GER) – Vogel Jörg (GER) 4:36.24

Grand Masters:

1. Hickl Erwin (GER) – Poier Marco (ITA) 4:36.24; 2. Bortolotti Rolando (ITA) – Dellagiacoma Piergiorgio (ITA) 4:42.22; 3. Hafenrichter Peter (GER) – Nussbaumer Harry (SUI) 4:43.18

No Comments
Comunicati

CHALLENGE GIORDANA ALLA VOLATA FINALE SEI NUOVI LEADER SUGLI SCUDI DEL CIRCUITO


Il circuito su strada Challenge Giordana guarda verso l’ultima tappa
Cinque gare disputate, manca solo la GF Pinarello del 15 luglio
Schartmüller, Roat e Manza nuovi leader di categoria tra i mediofondisti
Nella Granfondo Bencivenni, Ferro e Mossini passano in testa

Si pedala a carte scoperte al Challenge Giordana: il circuito su strada che spazia tra Veneto, Trentino e Lombardia si avvia verso la conclusione e, ad una tappa dalla fine, i migliori del lotto sentono già il sapore della vittoria.
Domenica scorsa è andata in scena ad Aprica la GF Internazionale Giordana, quinta e penultima prova del circuito, una tosta prova di forza tra i Passi Gavia, Mortirolo e Santa Cristina che, com’era prevedibile, ha dato una scossa alla classifica parziale del circuito.
Sono sei i nuovi leader di categoria passati al comando dopo l’appuntamento lombardo, con un vantaggio che sarà d’obbligo mantenere nell’ultima prova, la GF Pinarello del 15 luglio.
In particolare, grazie alla bella vittoria centrata sul tracciato corto di 85 km, l’altoatesina Astrid Schartmüller è tornata al primo posto della F1 mediofondo, davanti a Christiane Bitante e a Sabrina Zogli. “Vincere il Challenge Giordana è il mio obiettivo”, ha dichiarato la Schartmüller, che ha scalzato dalla prima posizione la veneta Sabrina Zogli. “A questo punto sono abbastanza sicura di farcela, ma prima di parlare aspetto di vedere come andrà l’ultima gara”.
La ciclista di Merano ha dominato quattro tappe su cinque, ovvero la GF Liotto, la GF fi’zi:k, la GF Eddy Merckx e la GF Giordana, centrando l’obiettivo in tutti gli appuntamenti tranne che nella Marcialonga Cycling Craft, unica prova trentina. Insieme a lei hanno guadagnato la posizione al vertice anche Silvio Roat (V2) e Mario Manza (G2), niente di nuovo sotto il sole invece per quel che riguarda Erica Venturini (F2), Andrea Masiero (ASS), Davide Spiazzi (S), Marco Fochesato (M1), Omar Filippi (M2), Massimo Gaiardelli (V1), Claudio Bevilacqua (G1), Onorato Semprebon (SG1) ed Ivo Segato (SG2), per i quali la GF Giordana ha confermato la più che rosea situazione già delineata in precedenza.
Si parla sempre di leadership anche per Carlo Muraro, primo della classe nell’Assoluta granfondo ed ormai lanciato alla conquista del circuito, in buona compagnia “rosa” con le due assodate reginette Valentina Gallo (F2) e Lorna Ciacci (F1), quest’ultima in vantaggio su Juana Paola Macedo Abregu e sulla rientrante Claudia Avanzi.
Tra i granfondisti i nuovi primi classificati sono arrivati nelle categorie M1, G1 e G2, rispettivamente con Michele Bencivenni, Fabio Ferro e Stefano Mossini, mentre nelle posizioni di primo piano si sono mantenuti stabili Mauro Gerarduzzi (S), Davide Graziani (M2), Oscar Girardi (V1), Massimo Sansonetti (V2), Riccardo Gambato (SG1) e Mario Cremonese (SG2).
Dopo la memorabile giornata di sport regalata dalla GF Giordana, con tanto sole ed oltre 3000 ciclisti lanciati all’attacco delle montagne valtellinesi, toccherà a Treviso e alla sua GF Pinarello scrivere la parola fine sul Challenge Giordana 2012, in quella che è la terza edizione di sempre.
La 16.a edizione della GF Pinarello scatterà a Treviso, in Piazza del Grano, nella prima mattinata di domenica 15 luglio, quest’anno con tante novità proposte nei due percorsi, Medio di 118 km e Lungo di 169 km.
A fine dei giochi sarà ora di festeggiare per i 1.200 abbonati del Challenge Giordana, il circuito con il maggior numero di brevettati lo scorso anno. A fare festa saranno proprio tutti i pedalatori in lizza, visto che le premiazioni finali riguardano ciascun brevettato, oltre chiaramente ai migliori dieci di ogni categoria, sia dei percorsi medi sia dei “lunghi”. Spazio anche al lavoro di squadra, il palco del Challenge Giordana riserverà le luci della ribalta alle prime tre società con il maggior numero di brevettati e per quella con il numero più alto di km pedalati.
I giochi sono quasi fatti e l’attesa sta per finire, il lungo cammino nel circuito, iniziato ad aprile alla GF Liotto e proseguito con la GF fi’zi:k, la Marcialonga Cycling Craft, la GF Eddy Merckx e la GF Giordana, sta per concludersi, l’appuntamento è dunque tra un paio di settimane in quel di Treviso.
Info: www.challengegiordana.com

Classifiche Challenge Giordana dopo cinque tappe:

Granfondo:

F1: 1) Ciacci Lorna; 2) Macedo Abregu Juana Paola; 3) Avanzi Claudia
F2: 1) Gallo Valentina; 2) Perin Angela; 3) Gloria Gandini
ASS: 1) Muraro Carlo; 2); Paolo Minuzzo; 3) Rancan Antonio
S: 1) Gerarduzzi Mauro; 2) Pinton Cristian; 3) Mazzoleni Fabio
M1: 1) Bencivenni Michele; 2) Gaetti Andrea; 3) Massimiliano Zanolo
M2: 1) Graziani Davide; 2) Segata Claudio; 3) Pauletto Stefano
V1: 1) Girardi Oscar; 2); Matteo Comunello; 3) Zaltron Diego
V2: 1) Sansonetti Massimo; 2) Dossena Massimiliano; 3) Nicolazzo Domenico
G1: 1) Ferro Fabio; 2) Rosso Gianni; 3) Foroni Antonio
G2: 1) Mossini Stefano; 2) Gioachini Natalino; 3) Breda Lorenzo
SG1: 1) Gambato Riccardo; 2) Golfieri Valter; 3) Galli Mario
SG2: 1) Cremonese Mario; 2) Lanfredi Romano; 3) Modesto Alcide

Mediofondo:

F1: 1) Schartmueller Astrid; 2) Bitante Christiane; 3) Zogli Sabrina
F2: 1) Venturini Erica; 2) Scipioni Rosanna; 3) Coato Marisa
ASS: 1) Masiero Andrea; 2) Vergani Gabriele; 3) Vielmo Gerardo
S: 1) Spiazzi Davide; 2) Tecchio Andrea; 3) Ciech Manuel
M1: 1) Fochesato Marco; 2) Giovannini Matteo; 3) Rama Nicola
M2: 1) Filippi Omar; 2) Andrea Carretta; 3) Matteo Perbellini
V1: 1) Gaiardelli Massimo; 2) Lechthaler Massimo; 3) Ferrari Andrea
V2: 1) Roat Silvio; 2) Passi Alessandro; 3) Busato Gino
G1: 1) Bevilacqua Claudio; 2) Pighi Umberto; 3) Stagnoli Leonardo
G2: 1) Manza Mario Stelvio; 2) Bonadimani Paolo; 3) Breda Romeo
SG1: 1) Semprebon Onorato; 2) Trifirò Giuseppe; 3) Maniero Franco
SG2: 1) Segato Ivo; 2) Cremonese Mario; 3) Barp Gregorio

No Comments
Comunicati

Prepara le tue tavole estive con Covo Shop: i suoi articoli completeranno in grande stile tutte le tue serate.


Finalmente è arrivata l’ora di ripulire il tavolo in giardino e di invitare gli amici per quelle piacevolissime cene che solo l’estate ci fa gustare tanto. Una lunga tavolata di legno scuro coperta dal pergolato, tante sedie per altrettanti ospiti cari e via libera a decorazioni ed oggettistica prima ancora che alla programmazione del menu! Gli accessori da tavola di Covo Shop si possono portare benissimo all’esterno della casa conferendo così alla nostra festa un piacere in più anche per gli occhi.

Partiamo allora da cosa siamo sicuri che ci servirà assolutamente: Seasons, i piatti da portata che traggono diretta ispirazione dall’oggettistica per la casa giapponese; foglie flessibili e sovrapponibili che si sposano benissimo con il verde del giardino e che possono essere accompagnati in maniera spettacolare dall’intera linea Morode: Cutlery, la coppia di posate per l’insalata, per le varie portate e il dessert, che ricordano da vicino delle gocce che brillano sulle tavole; Plate, i piatti di diverse misure che continuano il gioco delle gocce cadute sull’acqua e che creano i cerchi concentrici; e ancora Salad, le insalatiere. Cosa manca? A-Round, i vassoi in legno e metallo che ci aiuteranno a trasferire dall’interno della nostra casa gli accessori da tavola che più utilizziamo in assoluto: i bicchieri della linea Obid ed infine le tazzine Morode, per completare con gusto una serata all’insegna dell’amicizia, della tranquillità e della natura.

Puoi trovare tutte le collezioni su

http://www.covo-shop.com/index.php/cPath/18

No Comments
Comunicati

L’azienda Keyline rinnovata sul web grazie a MM ONE Group

La realizzazione del nuovo sito web di Keyline, azienda nata nel 1770 a Conegliano (TV) attiva nella progettazione e produzione di chiavi per il settore domestico e automotive, duplicatrici meccaniche ed elettroniche, è stata eseguita dalla web agency MM ONE Group.

Gli obiettivi espressi dal cliente riguardano il rafforzamento dell’immagine e del brand aziendale oltre alla fidelizzazione e all’ampliamento dei clienti e sono stati conseguiti mediante lo studio di un’ interfaccia grafica nuova e originale secondo nuove logiche che consentissero all’utente una navigazione più semplice e immediata. La pagina di presentazione iniziale presenta un menù di navigazione istituzionale posizionato in alto e inclusivo delle voci relative all’azienda Home, Azienda, Contatti, Lavora con noi, Press Area, News, Eventi, Keyline TV, mentre i prodotti forniti da Keyline e le loro proprietà si possono consultare sia nel menù commerciale evidenziato in rosso,sia nei box di evidenziazione immediata in basso chepermettono a chi naviga di trovare velocemente l’articolo desiderato.

MM ONE Group ha fornito il cliente della piattaforma CMS ONE e di moduli che permettono all’amministratore la gestione autonoma dei contenuti tra cui il Modulo Redazionale per aggiornare il sito senza possedere conoscenze HTML, il Modulo Gestione Catalogo e Modulo Proprietà Prodotti,relativi alla gestione dei prodotti, il Modulo Gallery One perla visualizzazione di gallerie d’immagini, il Modulo Video per gestirli in streaming con interfaccia Flash, il Modulo News/Eventi, il Modulo Preview che permette di visionare l’anteprima del sito prima della pubblicazione on-line, il Modulo Area Riservata, il Modulo Mappa per la gestione di punti di interesse su una mappa di Google Maps, il Modulo Commenti, il Modulo Social Network per la pubblicazione di contenuti sugli account Twitter e Facebook del cliente e la Piattaforma Newsletter Mail One per la gestione di Newsletter ed Email advertising.

Keyline

Via Camillo Bianchi, 2
P.O. Box 251
31015 Conegliano (TV) Italy
T +39 0438 202511 F +39 0438 202520
[email protected]
www.keyline.it

A cura dell’Ufficio Stampa di MM ONE Group

No Comments
Comunicati

Omegatech, servizi informatici e soluzioni innovative per imprese


La società toscana si propone di realizzare soluzioni innovative nell’ambito dei servizi informatici e dell’IT

Omegatech è una società di servizi informatici, con sede a Bientina (Pisa), che da oltre un decennio opera sul mercato dell’Information & Communication Technology con l’obiettivo di fornire ai propri clienti soluzioni innovative e consulenza aziendale nell’ambito dei servizi informatici.

Il vero core-business dell’azienda è quello di mettere la tecnologia al servizio del business ICT attraverso la fornitura di servizi informatici e soluzioni tecnologiche personalizzate a supporto dei clienti, micro e piccola media impresa, artigiani, professionisti e cooperative. L’obiettivo che si pone l’azienda è quello di soddisfare le diverse esigenze di business e massimizzare l’efficienza tecnologica dell’attività del cliente con servizi informatici realizzati su misura. Ma Omegatech non è solo realizzazione di soluzioni tecnologiche e offerta di servizi informatici, è anche valorizzazione delle risorse umane.

L’azienda offre infatti un servizio di consulenza aziendale ai propri clienti supportandoli nell’analisi e nella valutazione del processo produttivo e decisionale, in riferimento alle diverse esigenze di settore e attraverso una continua ricerca di nuove competenze e soluzioni informatiche all’avanguardia.

La cura del cliente attraverso attività quotidiane di supporto, consulenza e affiancamento nelle quotidiane attività lavorative è parte integrante del servizio che Omegatech  offre ai propri clienti: l’azienda li supporta e accompagna durante l’intero processo operativo attraverso corsi di formazione aziendale mirati alla crescita professionale e alla massimizzazione dell’efficienza delle risorse umane, in linea con le esigenze aziendali e in un’ottica di innovazione ed eccellenza.

No Comments
Comunicati

Utilizzo del D-Mannosio


In caso di infezione del tratto urinario o di cistite acuta l’uso del D-Mannosio si è rivelato una valida soluzione. Si stima che circa il 90% delle infezioni urinarie sia causato da un batterio ben preciso, l’Escheria Coli. Questo batterio in particolare è rivestito da numerose zampe, chiamate lectine, che hanno la capacità di aderire in profondità alle pareti vaginali. Questa stessa proprietà è ciò che li rende suscettibili all’azione del D-Mannosio che quindi non elimina i batteri ma li espelle insieme con l’urina.

In caso di infiammazione acuta è indispensabile l’utilizzo del col D-Mannosio che può effettuarsi per via orale o per mezzo di lavande vaginali. L’assunzione per via orale può avvenire sciogliendo una bustina in acqua o ingerendolo sotto forma di pillole, e successivamente urinando in modo da favorire l’eliminazione dei batteri. Poiché la vagina rappresenta il principale luogo d’accesso per i batteri e il conseguente luogo di partenza dell’infiammazione è necessario ripulire la zona con le lavande vaginali, che costituiscono quindi l’azione più diretta per pulire la vagina. Il dosaggio dovrebbe essere più considerevole durante i primi giorni di infezione, vale a dire nella fase acuta, per poi gradualmente diminuire con l’attenuarsi dell’infiammazione. Tuttavia sarebbe più opportuno non interrompere bruscamente l’assunzione di D-Mannosio, anche perché non ha alcun effetto collaterale rilevante. Questo zucchero infatti non viene metabolizzato dall’organismo, ma piuttosto accumulato nella vagina per essere eliminato insieme all’urina.

Le consuete cure per le cistiti o infezioni urinarie a base di antibiotici, sono state prontamente sostituite dal valido rimedio naturale che il D-Mannosio costituisce. Principalmente l’efficacia del D-Mannosio è comprovata dal fatto che, diversamente dall’uso degli antibiotici, non indebolisce ulteriormente il sistema immunitario, già provato dall’infezione in corso. Il D-Mannosio invece compensa le perdite e addirittura rinforza gli anticorpi anche quando non è in corso alcuna infiammazione. A questo va aggiunta la capacità del D-Mannosio di inibire la formazione nei batteri del bio-film, vale a dire la platina protettiva che ricopre i batteri e li protegge dall’effetto degli antibiotici. Di conseguenza il D-Mannosio è in grado di favorire la naturale guarigione, indebolendo i batteri ed esponendoli all’azione del sistema immunitario e degli anticorpi.

La tempestività nell’uso del D-Mannosio oltre che nella fase acuta dell’infiammazione è da intendersi anche nella fase di prevenzione delle infezioni urinarie. In assenza di sintomi o subito dopo la scomparsa di una cistite è essenziale continuare l’utilizzo del D-Mannosio per impedire la comparsa di recidive o lo scatenarsi di nuove e dolorose infezioni.

No Comments
Comunicati

Consulenza aziendale: Costa Business Expert


La consulenza aziendale è il servizio messo a disposizione alle aziende da una delle realtà più radicate del settore in Umbria: la Costa Business Expert, fondata a Perugia nel 1990. Questa realtà da oltre 20 anni è un sostegno per le imprese che vengono supportate in diverse aree: dalla Consulenza Finanziaria al Controllo di Gestione, alla Pianificazione Strategica al Marketing e Vendite, dalla Produzione alla Gestione delle Risorse Umane. Le società di consulenza così interviene sulle diverse realtà attraverso un programma preciso, studiato in maniera specifica proprio per risolvere le precise problematiche delle imprese. Per poter soddisfare qualsiasi necessità tempestivamente e con ottimi risultati, Costa Business Expert si avvale di personale competente e qualificato, capace di cogliere immediatamente il percorso più adatto per l’azienda: una consulenza direzionale temporary, per periodi che possono andare dai 6 mesi ai 24 mesi, a seconda delle esigenze e delle problematiche che vengono poste dall’imprenditore. Gli interventi infatti sono rapidi e precisi ma soprattutto chiari: le azioni della società di consulenza aziendale vengono spiegati in maniera dettagliata ai manager che fin dalle fasi iniziali di azione, sono a conoscenza di tutte le varie attività, delle conseguenze e dei risultati futuri.
Per ulteriori informazioni e dettagli sui servizi di consulenza di Costa Business Expert, visita il sito all’indirizzo www.consulenza-direzionale.it.

No Comments
Comunicati

Agenzie per il lavoro, le professioni del futuro


Le agenzie per il lavoro Media-Work, invece di prendere in esame l’Italia con le offerte di lavoro Roma piuttosto che le offerte di lavoro Rimini, questa volta si focalizzano su quelle che saranno le professioni del futuro, quelle che secondo lo studio realizzato dall’istituto di ricerca FastFuture per il governo britannico, avranno maggior richiesta sul mercato.
Saranno infatti 20 le professionalità che si svilupperanno entro il 2030 per gli studiosi inglesi: figure specifiche ed altamente specializzate in cui essenziale è la conoscenza della tecnologia.
Ecco la lista dei lavori del futuro: 1.Costruttore di parti del corpo, 2. Nanomedico, 3. Pharmer, agricoltore/allevatore genetista, 4. manager/consulenti della terza età, 5. Chirurgo per l’aumento della memoria, 6. Etico della nuova scienza, 7. Pilota spaziale, guida turistica dello spazio, architetto per pianeti, 8. Agricoltore verticale, 9. Specialista per la riduzione degli effetti dei cambiamenti climatici, 10. Guardiano dei periodi di quarantena, 11. Agente di polizia contro i tentativi di modifica dei fenomeni atmosferici, 12. Avvocato virtuale, 13.Manager di avatar per l’insegnamento, 14. Sviluppatore di mezzi di trasporto alternativi, 15. “Narrowcaster”, 16. Responsabile per lo smaltimento dei dati personali, 17. Responsabile della gestione e dell’organizzazione della vita digitale, 18. Broker del tempo, 19. Assistente sociale per social network, 20. personal Brander.
Per ulteriori informazioni e dettagli sui servizi offerti dalle agenzie per il lavoro, visita il sito di Media-Work all’indirizzo www.media-work.it o contata direttamente l’azienda su face book per essere costantemente aggiornati sulle news del settore.

No Comments
Comunicati

Turismo Lago di Garda: itinerari per tutti i gusti!

La provincia di Verona in generale e l’area circondante il Lago di Garda in particolare sono un luogo ideale per passare un weekend o una giornata di estate. In questi mesi così caldi, si apprezza sicuramente la brezza che circola nella zona e ancora di più le molte attività sportive acquatiche e non, l’offerta culturale e la ricchezza di flora e fauna che il lago ci regala.

Ci sono infatti itinerari Lago di Garda e alternative di intrattenimento per tutti: dalla giornata tranquilla in visita ai deliziosi villaggi delle rive del Garda agli eccitanti weekend di arrampicata. Gli amanti del buon vino rosso possono anche fare il pellegrinaggio a Bardolino, mentre gli amanti della storia e la letteratura troveranno nelle località vicine al lago una fonte inesauribile di racconti e ispirazione.

Il lago di Garda racchiude infatti nella sua architettura e configurazione territoriale un gran patrimonio artistico e culturale che vale la pena di scoprire. Località come Sirmione, antica villa romana che ancora ad oggi conserva gran parte delle antiche strutture come il Castello Scaligero, sono meta obbligata se visitate quest’area. La penisola, che si addentra nelle acque del lago, è la cornice di un paese incantevole dove i rumori e tensioni della città sembrano sempre più lontani.

Poeti come Catullo hanno fatto del lago di Garda lo scenario ancora ora visibile della loro creazione. Le Grotte di Catullo, ora resti della villa romana, sono state convertite in complesso archeologico che potete visitare nei mesi estivi dalle 8.30 alle 19.00 da martedì a sabato e dalle 8.30 alle 13.30 di domenica. Nella storia moderna, il lago e in particolare la località di Sirmione hanno ospitato eventi così leggendari come l’incontro nel 1920 tra Ezra Pound e James Joyce dopo sette anni di corrispondenza durante i quali il poeta americano fece di tutto per supportare la carriera dell’autore di Dubliners.

Per un tour enogastronomico in questo meraviglioso spazio a pochi chilometri di Verona, incominciate dalla sponda orientale del Lago di Garda. Bardolino, la località che da nome a uno dei vini rossi italiani più popolari vi accoglierà per farvi visitare le cantine e raccontarvi le peculiarità di questo vino. Continuate il vostro percorso fino a Peschiera del Garda, dove potrete gustare deliziose specialità di pesce.

Se siete di quelli che invece preferiscono una giornata o weekend più attivi, di attività sportive sul Lago di Garda, le opzioni sono veramente tante: potete praticare sport come il windsurf e la vela, andare a cavallo o fare trekking per le colline. Potete inoltre noleggiare delle bici mountain bike o motoscafi, che vi permetteranno di navigare le acque e fare sosta nei luoghi più rappresentativi e gli angoli più incantevoli delle rive.

Musei, antiche città romane, panoramiche mozzafiato e una ricca offerta di divertimento vi aspettano a Verona nel Lago di Garda, che siate in viaggio nel nord d’Italia in famiglia o con amici o che abbiate organizzato una gita di un giorno, il lago sarà lo scenario perfetto per l’intrattenimento all’aperto, la scoperta di territori di bellezza incomparabile e anche l’occasione per gustare le specialità più tipiche del veronese.

A cura di Alba L
Prima Posizione Srl – Web Marketing Agency

No Comments
Comunicati

Remifemin allevia i sintomi tipici della menopausa. Scopri come


Cerchi un prodotto per sconfiggere i sintomi tipici della menopausa? Remifemin è la risposta che ti serve. Vediamo insieme perché. Remifemin è un integratore alimentare naturale. Questo significa che la sua azione benefica è ottenuto esclusivamente da sostanze già presenti e non da prodotti di sintesi ottenuti in laboratorio.

Nel caso di Remifemin, l’estratto benefico si chiama Cimicifuga racemosa. La Cimicifuga racemosa è una pianta erbacea perenne, cresce soprattutto nelle zone parzialmente umide e soleggiate del Nord America. Già secoli fa, parte di questa pianta era usata dai nativi americani per la cura delle malattie di natura ginecologica. Il rizoma di questa pianta è anche l’ingrediente primario di Remifemin. L’azienda farmaceutica tedesca Schaper & Brummer ha brevettato a livello internazionale un metodo innovativo per estrarre la Cimicifuga racemosa.

Il metodo estrattivo brevettato in Germania consente di estrarre dalla pianta una sostanza molto ricca di principi attivi del tutto privi di fitoestrogeni, sostanze che potrebbero risultare pericolose nelle donne afflitte in passato da malattie di natura oncologica o cardio-vascolare.

L’efficacia clinica di Remifemin è certificata da numerosi studi e sperimentazioni scientifiche condotte nel tempo su un campione ampio di donne affette dai sintomi tipici della menopausa.

Remifemin è un prodotto sicuro e ad alta tollerabilità. La sua efficacia consente di combattere i sintomi tipici della menopausa e rappresenta una più che valida alternativa non ormonale. In particolare, Remifemin è indicato per tutti quei soggetti a cui è vietata la terapia ormonale sostitutiva e fitoestrogenica.

No Comments
Comunicati

Perché scegliere una casa vacanza in Sardegna


Il 15% degli italiani trascorrerà l’estate 2012 in una casa vacanza: è quanto emerge da un sondaggio proposto da Immobiliare.it su un campione di 6mila persone. E la percentuale sembra sia destinata a salire dato che un italiano su 5 ha dichiarato di essere ancora indeciso.

La scelta della casa vacanza sembra dunque resistere alla crisi, soprattutto se si considera che il 16% degli italiani trascorrerà le vacanze in una casa propria, di amici o parenti, che il 13% non andrà in vacanza e che la concorrenza, composta da hotel, villaggi turistici, bed and breakfast e campeggi, è agguerrita più che mai.

I motivi che spingono gli italiani a scegliere una casa vacanza sono fondamentalmente tre: la mancanza di vincoli di orario e gestione rispetto agli hotel, i prezzi più economici e perché permette ai bambini di trascorrere una vacanza migliore in quanto più rilassante.

Rispetto allo scorso anno l’offerta nel settore è aumentata del 31%, sia perché è aumentato il numero di persone che ricorrono al web per proporre la propria casa, sia perché è cresciuto il numero dei proprietari , soprattutto al sud, che offrono il proprio immobile in affitto.

La Explore Sardinia propone sul suo sito www.exploresardinia.it, una vastissima offerta di case vacanza in Sardegna, con interessanti sconti sulle prenotazioni last-minute.

No Comments
Comunicati

Riqualificazione, la soluzione ecosostenibile per creare nuovi posti di lavoro

  • By
  • 29 Giugno 2012


Lo scorso 21 Giugno si è tenuto a Firenze il convegno “Contratti e bancabilità per l’efficienza energetica degli edifici”, organizzato in occasione dell’ Energy Day da Federcasa e dalla Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile.

Al convegno si è trattato principalmente il tema della riqualificazione energetica degli edifici in Italia, tema molto importante per il nostro Paese, sia dal punto di vista della salute ambientale che da quello degli investimenti e quindi della creazione di nuovi ed importanti posti di lavoro, più cha mai attesi nel nostro Paese. In primo luogo è stata affrontata la problematica relativa al finanziamento degli interventi di riqualificazione energetica degli edifici esistenti, sia pubblici che privati, nell’ottica del recepimento delle normative europee in materia e nello specifico delle Epbd2, Energy performance building directory (Eu 31/2010).

La riqualificazione degli edifici già esistenti passa in primis dalla sostituzione dei vecchi serramenti e infissi con infissi esterni nuovi, poi con interventi atti a realizzare una coibentazione dell’edificio, in modo che la struttura riesca a mantenere il calore interno d’inverno e la temperatura più fresca d’estate, ed inoltre con la generazione di acqua calda tramite un sistema ad energia solare che grazie ai pannelli solari riesca a produrre acqua calda per uso igienico grazie ad una moderna caldaia a condensazione.

Nel nostro Paese esistono però ancora due principali fattori che limitano considerevolmente lo sviluppo di un piano di riqualificazione energetica di livello “europeo” e cioè secondo il modello di riqualificazione a pieno edificio- comprensivo di involucro ed impianto- previsto dall’Epc: in primo luogo a scarseggiare sono le strumentazioni per ottenere degli incentivi economici, sia da finanziarie che da banche, in grado di superare le difficoltà collegate ai tempi di attesa lunghissimi in Italia prima dio poter raggiungere un Roi (nel caso degli enti pubblici si arriva infatti anche a 15 anni). In seconda battuta manca nel nostro Paese una base di conoscenze e tecniche assodate e sufficientemente sperimentate, da permettere la replicabilità – quasi in serie- degli interventi di riqualificazione energetica e quindi degli interventi di sostituzione serramenti, coibentazione delle pareti, installazione di impianti geotermici o di pannelli solari.

Ma è proprio l’Epc che potrebbe risolvere la mancanza della bancabilità in Italia: esso è infatti caratterizzato dall’ingaggio di operatore Esco-Energy Saving Company, che offre al proprietario, sia esso un privato o un ente pubblico, il totale conseguimento degli obiettivi delle performance energetiche previste in fase contrattuale; la garanzia fornita dalla Esco infatti agisce in funzione di vera e propria garanzia anche agli occhi degli istituti bancari, esattamente come sarebbe per una fideiussione bancaria.

Considerando che si è stimato che nei prossimi 10 anni la mole di investimenti da questo punto di vista, in presenza di un’adeguata bancabilità, potrebbe raggiungere i 17.5 miliardi di euro, si verrebbero a creare all’incirca trentamila nuovi posti di lavoro.

Serena R.

Prima Posizione Srl- Web Marketing Agency

No Comments
Comunicati

A te, che non sei mai stato un padre – il libro di Federica Guida edito da Screenpress


Il dialogo tra un padre e una figlia, la comunicazione che diventa assente in quello che dovrebbe essere un normale rapporto tra genitore e figlio. Emozioni queste che la scrittrice Federica Guida ha trattato nel suo libro “A te, che non sei mai stato un padre” edito da Screenpress nel 2010.

Un saggio autobiografico in cui la stessa autrice narra in una sorta di lettera aperta, le difficoltà che ha vissuto nel suo avverso percorso da figlia, nella comunicazione con la figura paterna. Racconta attimi di vita vissuta e di come sia arrivata ad una totale assenza di rapporto tra le e il padre. La scrittrice ha scritto questo libro in un momento particolare, quando dopo l’ennesimo dolore nascosto, ha deciso di trasmettere le sue sensazioni su carta.

Un messaggio si cela in queste pagine, un preciso volere di arrivare alle famiglie, ai genitori ed anche ai figli, affinché possano far luce sui loro rapporti familiari senza trascurare nulla. Di arrivare alla salvezza dei loro rapporti famigliari senza lasciare che dolori e ferite troppo profonde rovinino inevitabilmente quel poco che ancora resiste celato da liti e attimi rabbiosi.

Federica Guida ha parlato di sé trattando di certo un argomento non facile ma sicuramente sempre attuale che merita attenzione da parte di quei lettori che vivono condizioni simili, ma che si rivolge anche a quella parte sociale in cui le famiglie ignorano troppo spesso tali situazioni. Una lettura interessante affinché si tenga sempre viva un’alta concentrazione nei confronti dei propri cari senza mai tralasciare nulla.

No Comments
Comunicati

Terremoto: INAIL, sicurezza e informazioni utili segnalate da Lisa Servizi


Alla luce del terremoto avvenuto recentemente in Emilia Romagna, Lisa Servizi ricorda alcune informazioni utili in termini di sicurezza e salute nei luoghi di lavoro.

Il Testo Unico dell’INAIL, del 1965, non include le calamità naturali come fattore che possa far scattare, in caso di danno al lavoratore, il risarcimento dell’Istituto. Per il terremoto dell’Emilia Romagna, invece, la direzione INAIL di Modena ha deciso di riconoscere i lavoratori deceduti a causa del terremoto come vittime del lavoro. Questa decisione permette ai familiari di accedere agli indennizzi e ai risarcimenti previsti da INAIL.

Sempre in relazione ai temi relativi alla gestione della sicurezza e del terremoto, Lisa Servizi segnala alcune informazioni utili:

  • Informazioni sul terremoto dal sito del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco: www.vigilfuoco.it/aspx/notizia.aspx?codnews=15345
  • Protezione Civile: www.protezionecivile.gov.it/jcms/it/rischi.wp

Lisa Servizi è oggi un punto di riferimento nell’ambito della consulenza e della formazione su temi come la sicurezza nei luoghi di lavoro, l’ambiente, le certificazioni di qualità, la prevenzione antincendi e nella valutazione del rischio rumore negli ambienti di lavoro.

Per informazioni relative alla sicurezza sul lavoro, e temi affini, si consiglia di visitare il sito web www.lisaservizi.it o iscriversi alla newsletter di Lisa Servizi.

No Comments
Comunicati

Nati quattro falchetti in diretta webcam sul tetto dell’università


Welby, Kit, Mitra e Vic sono i quattro nuovi giovani falchetti che osservano il mondo dal nido artificiale costruito da Terna sul tetto della Facoltà di Economia de La Sapienza di Roma. L’evento può essere seguito sul sito www.birdcam.it, la webcam che monitora i falchetti 24 ore su 24.

Dal sito www.birdcam.it gli internauti italiani hanno dato l’annuncio della schiusa delle uova della coppia di falchi pellegrini Aria e Vento, i due uccelli che vivono da tempo nel nido artificiale realizzato da Terna sulla terrazza della Facoltà di Economia della Sapienza di Roma, nido che è monitorato 24 ore su 24 da una webcam e una “eggcam” in full HD dell’associazione scientifica Ornis italica.

I 4 falchetti sono nati tra lunedì 9 aprile e martedì 10 aprile: il primo, Welby, ha visto la luce nel primo pomeriggio del 9 aprile, intorno alle ore 13.40, dopo una cova durata una trentina di giorni, il secondo e il terzo sono nati poco dopo. Il quarto uovo si è invece schiuso la mattina di martedì. Nelle otto stagioni riproduttive dei falchi pellegrini solo in un’altra occasione si erano schiuse tutte e quattro le uova. Dal momento della schiusa, le immagini e il video dell’evento hanno fatto il giro del web e sono state ‘postate’ anche su YouTube.

Come detto, i falchi-genitori Aria e Vento nidificano ogni anno (sono stati i primi in tal senso a Roma) e queste ultime uova erano state deposte a inizio di marzo all’interno della cassetta-nido posta sul cornicione del palazzo. Una curiosità: sembra che la falchetta Ariane, nata lo scorso anno e tornata poi al nido, abbia portato il cibo ai nuovi nati per farli poi nutrire dalla madre Aria. I nuovi 4 si vanno ad aggiungere ai precedenti 17 nati dalla “prolifica” coppia Aria e Vento.

Le webcam puntate sui rapaci consentono da otto anni di osservare costantemente la loro vita privata all’interno della cassetta-nido. Gli utenti del web che si collegano al sito in occasione della nascita dei falchetti sono sempre più numerosi, tanto da far registrare un picco di visite che si prevede aumenti durante il periodo dell’allevamento. Gli appassionati possono seguire l’inanellamento dei giovani falchi, a cura degli operatori dell’associazione Ornis Italica che avviene all’età di 15 giorni.

Terna, oltre al nido sul tetto della facoltà di Economia, ha allestito sui tralicci elettrici nella campagna romana ma anche in Emilia-Romagna, Lombardia, Puglia e Umbria, circa 550 cassette adatte alla nidificazione di diverse specie di uccelli, come ghiandaie marine, gheppi e falchi cuculi, da cui si involano, ogni anno, oltre 1.000 nuovi nati.

FONTE: Terna

No Comments
Comunicati

Macchine Bystronic: la migliore tecnologia per la lavorazione della lamiera


Macchinari per il taglio laser, sofisticati impianti a getto d’acqua ma non solo: da anni Bystronic è impegnata nella produzione di macchine utensili per il taglio e la piegatura della lamiera ad alto valore aggiunto. Sinonimo di efficienza, precisione e qualità, l’azienda  ha tra i suoi punti di forza il continuo interesse per l’innovazione, lo sviluppo e la progettazione di sistemi tecnologicamente avanzati. Tra questi meritano senza dubbio un occhio di riguardo gli impianti di taglio a getto d’acqua  che si caratterizzano per l’elevata qualità di taglio, l’ampio ventaglio di materiali lavorabili e la massima precisione, tanto da essere considerati, in ambito produttivo, un valido complemento degli impianti a laser.  Le grandi potenzialità di questi macchinari risiedono essenzialmente nella possibilità di regolare  automaticamente la distanza dell’augello di taglio, nonché nella possibilità di scansionare l’altezza e di impostare il controllo automatico di tutti i parametri considerati critici e determinanti. Macchinari complessi quindi che richiedono quell’accurato processo di realizzazione che solo aziende come Bystronic possono garantire. Per quanto concerne le macchine utensili per il taglio laser, infatti, Bystronic si occupa dell’intero processo di progettazione e realizzazione di tutte le componenti del macchinario tanto che numerose tecnologie presenti sono diventate vere e propri punti di riferimento per il mercato stesso.

No Comments
Comunicati

SBARCA A LUCCA GORDON MORTON, UNO DEI FONDATORI DELLA MULTINAZIONALE XANGO


Lucca, 29 giugno 2012 – XANGO, azienda americana leader nella produzione e distribuzione di integratori e prodotti cosmetici a base di mangostano, ha scelto la città di Lucca per presentare, venerdì 29 giugno alle 18, all’hotel Guinigi, le potenzialità di business del brand, divenuto un caso di successo mondiale e uno dei marchi cresciuti più rapidamente nel mercato alimentare e cosmetico.

Presiederà l’incontro Gordon Morton, uno dei soci fondatori di XANGO, nell’unica sua tappa programmata quest’anno in Italia, insieme a Daniel Laroque, Presidente UE, CSI, Africa e Oceania.
Un evento voluto, non a caso, in una delle regioni fiore all’occhiello per l’azienda, la Toscana che, con oltre 250 distributori e più di 2600 di consumatori, rappresenta il 10% dell’intero business per l’Italia.

“Crediamo nel diritto generale di poter aspirare a uno stile di vita incentrato sulla ricerca del benessere, da raggiungere tramite la libertà di espressione, i rapporti umani e la crescita personale” – commenta Gordon Morton, uno dei soci fondatori dell’azienda – “Per questo abbiamo deciso di superare i modelli commerciali precedenti e di affidarci a un sistema dove autonomia finanziaria e orari flessibili sono alla base di chi sceglie di entrare a far parte della nostra azienda. Noi la chiamiamo imprenditorialità libera”.

L’attenzione alle potenzialità del singolo, come parte fondante di un disegno collettivo, rappresenta il punto di partenza del successo di XANGO, sin dalla sua fondazione nel 2002 in un piccolo stabilimento con soli 14 dipendenti a Lehi, nello Utah (USA).

“L’Italia rappresenta per noi un mercato strategico e particolarmente recettivo al benessere e alla cura della persona. Le nostre linee di cosmetici e di integratori trovano, infatti, sempre più consenso tra gli amanti dei prodotti 100% naturali. La nostra presenza oggi a Lucca sta proprio a testimoniare la volontà di consolidare e accrescere la rete distributiva di XANGO, che vede nella Toscana una tra le zone più attive a livello nazionale e che ancora ha un potenziale di crescita elevato” dichiara
Daniel Laroque, Presidente UE, CSI, Africa e Oceania.

Un’avventura nata dall’intuizione straordinaria avuta dal giovane americano Joe Morton durante un soggiorno nel Sud Est asiatico, dove, venuto a conoscenza quasi per caso dell’esistenza del frutto del mangostano (noto agli abitanti del luogo come “Regina della Frutta”) e incuriosito dai racconti sui suoi leggendari effetti benefici, nel 1997 insieme ai fratelli ed alcuni amici iniziò a studiare le peculiarità di questa straordinaria primizia tropicale.
Dopo una serie di approfondimenti sugli effetti benefici del frutto, i giovani decidono di investire sul mangostano con l’intento di svilupparne le potenzialità per rispondere alla crescente domanda di prodotti per il benessere negli Stati Uniti e nel mondo occidentale.
A soli dieci anni di distanza, XANGO conta 500 dipendenti, più di 1 milione di incaricati alle vendite e milioni di consumatori in 41 Paesi nel mondo, oltre 60 milioni di bottiglie vendute nel mondo. In Italia sono oltre 35.000 i distributori.

www.admirabilia.it
[email protected]

No Comments
Comunicati

Estate 2012: il 15% degli italiani trascorrerà le ferie in una casa vacanza.


Parlare di vacanze senza discutere di crisi economica è pressoché impossibile: per fornire un quadro completo della situazione, Immobiliare.it ha intervistato un panel di oltre 6.000 persone con l’obiettivo di comprendere quali siano i progetti vacanzieri degli italiani. La necessità di risparmio si fa sempre più pressante e se le case vacanza si riconfermano, col 15%, una delle soluzioni più amate dagli italiani, diminuisce la propensione alle ferie in hotel. Lo scorso anno il 30% del campione intervistato vi ha trascorso le vacanze, nel 2012 ha intenzione di farlo solo il 18%.

«La tenuta delle case vacanza – dichiara Carlo Giordano, Amministratore Delegato di Gruppo Immobiliare.it, leader del settore anche attraverso il sito Casevacanza.itè espressione della volontà degli italiani di conciliare le esigenze economiche, mai come oggi baricentro attorno a cui ruota la vita quotidiana, con il bisogno di staccare la spina.»

Sempre per risparmiare, sale leggermente la percentuale di chi farà le vacanze a casa propria, o di amici e parenti: si tratta del 16% del campione intervistato (era il 15% lo scorso anno). Meno richieste per il villaggio turistico: lo scorso anno questa tipologia ricettiva era stata scelta dall’11% del campione, mentre oggi raccoglie le preferenze solo dell’8%. Nota dolente: se lo scorso anno l’11% degli intervistati non è partito per le ferie, quest’anno è certo di restare a casa già il 13% degli italiani.

Quelli indicati fino a qui sono trend già definiti, ma gli operatori turistici sperano negli indecisi che, ad oggi, sono il 20%.

I perché della casa vacanza

Cosa spinge un gruppo ormai consolidato di italiani a ricorrere a questa struttura ricettiva? Facile pensare ai prezzi più moderati (è la motivazione riportata dal 24% degli intervistati), ma oltre un terzo del campione che sceglie la casa vacanza lo fa perché questa garantisce una maggiore autonomia: per il 37% evita i vincoli (di orario e di gestione) tipici della stanza in hotel. Per il 20%, poi, è il modo migliore per organizzare una vacanza “a misura di bambino”.

«I dati che abbiamo ottenuto dal nostro sito www.casevacanza.it – continua Giordano – rivelano un incremento del 31% dell’offerta rispetto allo scorso anno. Oltre all’aumento del numero di persone che ricorrono al web per proporre le case vacanza, questa crescita si spiega anche per l’incremento del numero dei piccoli proprietari che, soprattutto al Sud, mettono a reddito con affitti di breve periodo immobili di proprietà. La vacanza ai tempi della crisi si fa “in casa”, magari in località turistiche da scoprire.»

Le destinazioni più ambite, i periodi più scelti

Nel 2012 per le vacanze si pensa sempre più all’Italia. Anche se il 60% degli intervistati dichiara che cambierà meta rispetto allo scorso anno (gli abitudinari sono solo il 24%), è ancora il Bel Paese che raccoglie il maggior numero di preferenze: solo il 16% degli intervistati è certo di andare in vacanza all’estero. Tra le regioni italiane sembra che sarà la Puglia a raccogliere il maggior numero di turisti: un Italiano su dieci sa già che trascorrerà le vacanze tra il Salento, la terra di Bari, la valle d’Itria e il Gargano. Seguono altre mete classiche del turismo italico: Sardegna e Sicilia (entrambe con il 9% delle preferenze) e Toscana (8%). Chi andrà all’estero, invece, sceglierà prevalentemente località europee: Spagna, Grecia e Francia sono, ad oggi, le mete più gettonate.

Se sulla località di villeggiatura gli italiani si dividono, sul momento migliore per partire hanno le idee chiare: uno su due partirà ad agosto: il 51% del campione non vuol sentir parlare di “vacanze intelligenti” e di “bassa stagione”, preferisce il tradizionale mese di chiusura. Il 23%, invece, opta per luglio, il 12% per settembre. Solo il 3,5%, infine, è già andato in ferie a giugno.

Interessante, infine, è scoprire che gli italiani hanno scoperto le gioie del cosiddetto early booking, vale a dire la prenotazione anticipata come strumento per risparmiare: il 17% ha prenotato tra i tre e i sei mesi prima, il 29% tra uno e tre mesi, mentre solo il 14% sceglie i last minute. Non prenota neppure il 14% del campione.

Di seguito la classifica delle principali destinazioni indicate dagli italiani che hanno partecipato al sondaggio:

Destinazione Percentuale
Puglia

10%

Sardegna

9%

Sicilia

9%

Toscana

8%

Calabria

5%

Emilia Romagna

4%

Campania

4%

Liguria

4%

Veneto

3%

Lazio

3%

Altre regioni

14%

Estero

16%

non so

11%

No Comments
Comunicati

Molo Street Parade…la festa “Azzurra” dell’estate!


 

Organizzato per il 30 giugno 2012 uno dei grandi eventi dell’estate riminese…Molo Street Parade, la festa che Sabato sera a partire dalle 19 porterà allegria e divertimento sul porto canale di Rimini, con pesce cotto alla griglia e tanta musica di grande qualità.

Un mix di tradizione e innovazione è ciò che propone la manifestazione, con il pesce azzurro a far da protagonista unitamente ai migliori deejay del panorama artistico musicale nazionale ed internazionale.

Collocati a cento metri l’uno dall’altro dieci pescherecci, ormeggiati nel porto, ospiteranno oltre 45 dj a bordo e permetteranno l’accesso a tutti gli ospiti che parteciperanno alla festa inducendoli a salire sulle plance per divertirsi a ritmo della migliore musica.

Per tutto il tratto della passeggiata del porto canale fino al faro verranno allestite grandi tavole per assaporare “rustide” di pesce accompagnate da specialità della tradizione romagnola preparate dai pescatori del Consorzio Linea Azzurra con il supporto di innumerevoli “zdore” all’opera.

Sull’acqua invece i pescherecci si distingueranno l’uno dall’altro per i differenti generi musicali e stili eterogenei curati da staff artistici diversificati.

Tra i grandi nomi, dj del calibro di Luca Agnelli, Cirillo, Nico Note, Ciuffo, Frankie P., Relight Orchestra, Filippo Nardi, Fabio De Luca, Ricky Montanari, Andrea Arcangeli e tantissimi altri, con ospite d’eccellenza Skin la cantante americana.

Grandi deejay della notte, alcuni dei quali formatisi e divenuti famosi a livello internazionale proprio nelle numerose discoteche di Rimini e Riccione.

Oltre al buon cibo e alla musica anche spettacoli ed esibizioni di alto livello con eventi di danza gestiti dalle scuole di ballo Serene Danzanti, Balla con noi, Gran Caribe e Rimini Dance Company.

Una serata pervasa dal divertimento e dalla voglia di svago e compagnia, in un contesto magico e suggestivo come quello del porto di Rimini, facilmente raggiungibile da chiunque, sia gente del posto che turisti approdati a Rimini per le vacanze in hotel Riviera Romagnola .

No Comments
Comunicati

Vacanze economiche a Rimini, dove il tuo desiderio di mare e divertimento si avvera!

Voglia di relax e desiderio di vacanza avanzano inesorabili, vuoi per l’aumento costante delle temperature vuoi per la necessità di staccare la spina, che la nostra mente inizia a volare verso la spiaggia ed il mare, immaginando già vacanze in riva al mare, dove distendersi al sole e refrigerarsi con un ghiacciato cocktail di frutta.

La voglia di evadere, abbandonare l’afa della città e ricercare il dovuto e meritato riposo, divengono esigenze assillanti, come un campanello d’allarme che ci spinge ad allontanarci dalle noie e dai grattacapi di tutti i giorni.

Stop agli impegni lavorativi, alle responsabilità via al divertimento ed alla spensieratezza di un soggiorno al mare.

Rimini, una delle località più note della nostra penisola, è la meta adatta per tutti, un posto magico ed unico nel suo genere in grado di soddisfare le esigenze di giovani, e meno giovani, famiglie con bambini, single, insomma tutte le tipologie di utenti.

Oltre quindici chilometri di costa contraddistinta spiaggia sottile e dorata, un mare limpido, pulito e sicuro grazie al progredire graduale del suo fondale e numerosi riconoscimenti conquistati nel corso degli anni per la qualità ambientale e la funzionalità di servizi del litorale.

Tutti gli stabilimenti balneari di Rimini sono organizzati in maniera esemplare.

Non manca proprio nulla, dalle sedie sdraio ai lettini, dagli ombrelloni alle tende, punti ristoro per gustosi spuntini, musica, animazione, servizi per i più piccoli come mini club, area giochi, baby sitter, zone attrezzate per lo sport come le palestre, i campi per le attività on the beach e tanto tanto altro!

Gli alberghi della zona accontentano le tasche di tutti poiché ve ne sono tantissimi e di tutte le categorie, con i servizi desiderati e con un ampio ventaglio di tariffe e numerose offerte vacanze economiche a Rimini!

Dagli hotel economici vicino al mare Rimini ai B&B, dagli hotel di lusso alle strutture più semplici a conduzione familiare…qui la scelta è ampia e per tutti i gusti.

In ogni periodo dell’anno ma nello specifico nel corso della stagione estiva a Rimini si intensificano e non mancano mai serate a tema, manifestazioni, eventi, concerti, svago per grandi e piccini, in modo tale da rendere ogni attimo in Riviera unico ed indimenticabile.

Rimini mare è la meta congeniale ideale per far felice tutta la famiglia, per una vacanza vissuta a pieno, per condividere momenti speciali sia nella calda stagione, animata da piacevoli sorprese, ma anche in un periodo più tranquillo, dove è veramente possibile vivere il mare e le sue peculiarità lasciandosi cullare dalla quiete e liberando la mente da ogni pensiero e problematica quotidiana.

No Comments
Comunicati

ULTIMI APPUNTAMENTI CON I SEMINARI


Genova 5 Luglio- Trieste 12 Luglio

IL BANDO DI GARA DOPO IL DECRETO SVILUPPO E IL DECRETO SEMPLIFICAZIONI: “ISTRUZIONI PER L’USO”
Evento accreditato dal Consiglio Nazionale Forense
 
Dopo gli ultimi interventi normativi e le relative complicazioni e dubbi che ne sono scaturiti, Mediaconsult ripercorre le varie sezioni di un bando di gara, al fine di illustrarne le criticità e offrire utili indicazioni su come evitare, o quantomeno fortemente limitare, contestazioni sulla documentazione di gara da parte degli operatori economici. L’intervento di Relatori di consolidata esperienza, l’Avv. Cancrini e l’Avv. Petullà, offrirà spunti di riflessioni e confronto

Pescara 3 Luglio- Milano 10 Luglio

Le ultime novità sul Procedimento Amministrativo e sulle responsabilità dei pubblici dipendenti

Evento accreditato dal Consiglio Nazionale Forense

Partendo dall’analisi del complessivo impianto normativo della L.n.241/1990, il seminario esamina i successivi cambiamenti della materia, introdotti prima con l’importante intervento legislativo del 2005 e poi, anche sulla scorta degli orientamenti giurisprudenziali più recenti, con varie leggi, tra cui la Legge n.69/2009, nonché il D.L. n.78/2010, il D.L. n.70/2011, il D.L. n.138/2011, la n.183/2011, il D.L. n.1/2012, il D.L. n.5/2012 e le relative Leggi di conversione. Vengono affrontate le tematiche concernenti le nuove ipotesi di responsabilità della P.A. e dei suoi dipendenti per il silenzio e per il mancato rispetto dei termini, anche alla luce dei nuovi criteri di erogazione dei servizi e di valutazione della soddisfazione degli utenti, nell’ambito dell’informatizzazione dell’azione amministrativa. Completa la trattazione una panoramica sulle nuove azioni giudiziarie contenute nel “codice del processo amministrativo”, di cui al D.Lgs. n.104/2010, come modificato dal D.Lgs. n.195/2011.

No Comments
Comunicati

26.000 italiani presto tagliati fuori da Internet?


Il rischio è quanto mai concreto per i PC infettati dal malware DNSChanger
HitmanPro permette di verificare se si è a rischio, ed eventualmente risolvere il problema, senza alcun costo

Milano, 27 giugno 2012 – Oltre 26.000 utenti italiani potrebbero perdere presto definitivamente il loro accesso ad Internet. Non è una minaccia allarmistica, è una possibilità reale che potrebbe prendere forma il prossimo 9 luglio per chi è ancora infetto dal malware DNSChanger. L’allarme è stato lanciato dal DNSChanger Working Group (DCWG), che ha anche indicato una serie di strumenti che permettono di verificare se si è a rischio e, nel caso, risolvere il problema, mantenendo quindi il proprio accesso ad Internet. Tra questi c’è HitmanPro, il malware scanner avanzato di seconda opinione prodotto da Surfright.

L’attuale campagna di informazione nasce su indicazioni dirette dell’FBI statunitense, che ha condotto una campagna specifica contro il malware DNS Changer ed i suoi ideatori. Se questi ultimi sono stati arrestati alla fine del 2011, il problema rimane per chi è stato infettato da questo malware e non ha preso ancora le adeguate contromisure. Sono circa 275.000 i PC ancora a rischio nel mondo: l’Italia è al secondo posto in questa speciale classifica con quasi 26.500 macchine ancora infette da DNSChanger.

Quando l’FBI ha identificato i server DNS maligni, li ha sostituiti con server legittimi, con l’obiettivo specifico di garantire continuità di accesso Internet a chi era stato infettato dal malware. Questi nuovi server sarebbero dovuti inizialmente restare online fino all’8 marzo: la loro vita è stata successivamente prolungata fino al 9 luglio, ed attualmente non è previsto alcun prolungamento della loro validità. Il che significa che chi è ancora infetto dal malware DNSChanger potrebbe trovarsi di colpo tagliato fuori da Internet.

Il DCWG ha stilato una lista di tool che consentono agli utenti di disinfettare il proprio computer per non correre il rischio di perdere l’accesso Internet. Disponibile a questo indirizzo, la lista comprende anche HitmanPro, il malware scanner avanzato di seconda opinione prodotto da Surfright, che permette di identificare e rimuovere il malware DNSChanger, per continuare a navigare in tutta sicurezza.

“Si tratta di un riconoscimento importante, che mostra senza ombra di dubbio le qualità di Hitman Pro, un prodotto di nuova generazione che fa leva sul cloud per garantire il massimo di efficacia e sicurezza agli utenti”, spiega Emanuele Dipalo, Marketing Manager di SurfRight Italia. “A differenza di tanti allarmi passati, qui molti utenti corrono il rischio di perdere il loro accesso Internet, ma HitmanPro può davvero fare qualcosa per loro.”

“HitmanPro permette di identificare e rimuovere immediatamente ogni forma di malware, compreso il temuto DNSChanger”, aggiunge Ruben Savazzi, Business Development Director di SurfRight Italia. “La possibilità di scaricarne una trial version gratuita lo rende ancor più interessante, perché in questo modo è possibile disinfettare il proprio PC con efficacia a costo zero.”

HitmanPro è uno scanner di seconda opinione, pensato per disinfettare e proteggere computer che sono stati colpiti da virus, spyware, Trojan, rootkit ed altri tipi di minacce, nonostante una protezione in tempo reale di software antivirus aggiornati. HitmanPro effettua una scansione completa del computer in tempi molto rapidi (meno di 5 minuti) ed opera insieme ai programmi di sicurezza già presenti senza rallentare le prestazioni del sistema. HitmanPro può essere lanciato direttamente da un flash drive USB, da un CD/DVD, da un hard disk locale o di rete.

La versione trial di HitmanPro, che ha una validità di 30 giorni e permette di eliminare tutti i malware, incluso DNSChanger, può essere scaricata da questo link.
Hitman Pro è distribuito ufficialmente in Italia da Questar. Ogni info sulla distribuzione è disponibile a questo link.

###

SurfRight
Fondata nel 2006, SurfRight (www.surfright.com) è un’azienda che si occupa di sicurezza online con un forte spirito di innovazione, e si focalizza sullo sviluppo di nuove tecnologie destinate a combattere malware, spam, phishing ed altre forme di crimine informatico. SurfRight vanta anni di esperienza nella lotta contro le minacce più sofisticate, capaci di insinuarsi silenziosamente anche in sistemi all’apparenza sicuri. Forte di milioni di utenti in tutto il mondo, la sua famiglia di prodotto HitmanPro include soluzioni di content filtering e security destinate a computer singoli e reti domestiche.

No Comments
Comunicati

Trasloca la Porta del Paradiso del Battistero di Firenze


Effettuare un trasloco non è uno dei lavori più semplici. A maggior ragione se si tratta di un’opera d’arte del calibro della Porta del Paradiso del Battistero di Firenze, maestosa e raffinata realizzazione di Lorenzo Ghiberti, l’artista che vi lavorò per quasi un trentennio, tra il 1425 e il 1452. La Porta infatti è stata trasferita di notte l’Opificio delle Pietre dure al museo di Santa Maria del Fiore. All’interno dell’Opificio l’opera è stata sottoposta ad un lungo e complesso restauro che ha interessato in particolare le parti in oro ed argento che sono state rovinate dalla lunga esposizione all’aperto – luce ed agenti atmosferici ne avevano minato la bellezza.

La Porta sarà esposta a partire dal prossimo mese di settembre nel Museo in una particolare teca dove potranno essere ammirati i risultati del restauro condotto da un personale esperto e preparato che è riuscito a riportare l’opera al suo splendore iniziale. Le operazioni di trasloco sono state affidate alla ditta Arteria con il coordinamento dell’ufficio tecnico dell’Opera di Santa Maria del Fiore ed il trasporto della prima anta è iniziato poco dopo le 21:30.

Ogni parte della Porta del Paradiso è stata ingabbiata in una struttura protettiva in metallo per ripararla alla perfezione ma queste utili precauzioni hanno rallentato le operazioni che sono durate diverse ore. Ricordiamo infine che la Porta, completamente ricoperta d’oro, rappresenta una delle opere più importanti del Rinascimento Italiano e che il soprannome “del Paradiso” le fu attribuito da Michelangelo Buonarroti per la sua bellezza.

No Comments
Comunicati

HPL Hotels & Resorts rileva la gestione di Soneva Gili, Maldives


HPL Hotels & Resorts rileva la gestione di Soneva Gili, Maldives

HPL Hotels & Resorts rileva la gestione di Soneva Gili, Maldives

 
[2012-06-29]
 

– La nuova dirigenza assicura che l'attività continuerà come sempre

SINGAPORE, 29 giugno 2012 /PRNewswire/ — HPL Hotels & Resorts, società controllata da Hotel Properties Limited di Singapore e operante nel settore alberghiero in tutta la regione Asia-Pacifico, annuncia con il presente comunicato che rileverà la gestione di Soneva Gili, Maldives il 1 luglio 2012.

HPL Hotels & Resorts assicura che l'attività continuerà come sempre, essendo i piani per il resort limitati al cambio di nome in Gili Lankanfushi, Maldives e a migliorie di minore importanza che seguiranno.

"Gili Lankanfushi, Maldives completerà l'attuale portafoglio di hotel di HPL" ha affermato Stephen Lau, presidente di HPL Hotels & Resorts. "Perciò abbiamo intenzione di conservare lo spirito della struttura; agli ospiti che hanno effettuato prenotazioni per periodi successivi al cambio di gestione assicuriamo che i termini e le condizioni delle loro prenotazioni resteranno invariati. E il team del Gili Lankanfushi non vede l'ora di dare loro il benvenuto sulla nostra isola-paradiso alle Maldive".

Gili Lankanfushi, Maldives si posiziona come boutique resort di fascia alta, all'avanguardia nel settore del lusso ecologico, e fa da riferimento per il mercato dei resort di lusso. Il resort sensibile all'ambiente è nascosto sull'isola di Lankanfushi, in una laguna nell'atollo di Malé Nord. Tutti i suoi 45 bungalow su palafitte, costruiti in stile tradizionale con materiali naturali, riflettono l'armonia della vita alla superficie del mare. Per la massima privacy, gli ospiti possono soggiornare in una delle sette Residenze Crusoe o nella Riserva Privata, accessibili solo con una barca personale. Tutti i bungalow di questo resort di lusso sull'isola sono dotati di un giardino d'acqua privato, una sala da bagno all'aperto, una terrazza sul tetto e un solarium sull'acqua. Gli interni ricreano un habitat naturale, con l'uso di legno sostenibile, materiali naturali e tessuti tradizionali, e al tempo stesso offrono tutte le attrattive moderne e il comfort del vero lusso.

"Si tratta di un resort sensibile all'ecologia, quindi ci impegniamo a rispettare i principi della sostenibilità ambientale, che riveste un ruolo importante nella filosofia aziendale di Gili Lankanfushi, Maldives", ha affermato Iain McCormack, Direttore Generale di Gili Lankanfushi, Maldives. "L'intero funzionamento del resort è stato creato intorno a questa filosofia".

"Abbiamo tra il personale un biologo marino, responsabile di molti programmi di conservazione della natura riguardanti l'oceano. Coltiviamo anche il nostro orto di erbe e verdure biologiche, che fornisce ingredienti freschi e locali utilizzati nelle cucine del resort. Viene messo in pratica un attivo programma di riciclo dei rifiuti per i materiali da costruzione".

La responsabilità aziendale di Gili Lankanfushi, Maldives va anche al di là del perimetro del resort, con numerosi programmi attualmente attivi, e sarà continuata dopo il cambio di nome.

Gili Lankanfushi, Maldives porta il marchio della società madre ed è la quinta struttura di Hotel Properties Limited alle Maldive. Le altre strutture all'interno del gruppo sono il Four Seasons Resort a Kuda Huraa e Landaa Giraavaru; Holiday Inn Resort Kandooma; e Rihiveli Beach Resort. Gili Lankanfushi, Maldives è il 12° hotel gestito da HPL Hotels & Resorts.

INFORMAZIONI SU HPL HOTELS & RESORTS

Con sede centrale a Singapore, HPL Hotels & Resorts è un'azienda che si occupa di gestione dell'ospitalità, gestita e interamente posseduta da Hotel Properties Limited (HPL), una società di Singapore quotata in borsa.  HPL Hotels & Resorts gestisce le attività di dodici hotel e resort nell'area Asia-Pacifico e nell'oceano Indiano. Tra questi Concorde Hotel Singapore, Concorde Hotel Kuala Lumpur, Concorde Hotel Shah Alam, Concorde Inn Kuala Lumpur International Airport, Hard Rock Hotel Bali, Hard Rock Hotel Pattaya, Hard Rock Hotel Penang, Casa del Mar – Langkawi, The Lakehouse – Cameron Highlands, Casa del Rio – Melaka, Rihiveli Beach Resort Maldives e Gili Lankanfushi Maldives. Per maggiori informazioni, visitare il sito www.hplhotels.com.

No Comments
Comunicati

Va curata la pulpite! Avvisano negli Studi Dentistici Vital Dent di Cologno Monzese


Ai giorni nostri le abitudini alimentari sono cambiate molto: assumiamo sempre più frequentemente cibi molli e zuccheri raffinati che provocano la produzione di una placca batterica particolarmente adesiva e aggressiva nei confronti dei tessuti che compongono i denti, lo smalto e la dentina.  E tutto ciò porta alla formazione di carie e le sue conseguenze sono la pulpite e l’ascesso.

La pulpite – ci spiega il dentista degli Studi Dentistici Vital Dent di Cologno Monzese – è un’infiammazione della polpa dentale, ovvero dell’organo interno del dente, ed è dovuta al fatto che la carie si fa più profonda e supera i tessuti duri del dente, ovvero smalto e dentina. Quando la polpa dentaria è infiammata – continuano dagli Studi Dentistici Vitaldent – si espande andando a comprimere le fibre nervose di cui è ricca contro le pareti rigide del suo alloggiamento. È per questo motivo che il dolore che insorge è spesso improvviso, molto acuto e si attiva, inizialmente, per stimoli fisici, come caldo e freddo, ma più progredisce l’infiammazione e più il dolore insorge spontaneamente e costringe a ricorrere a cure d’urgenza poiché i comuni analgesici non fanno effetto. Infatti – sottolinea l’odontoiatra degli Studi Dentistici Vitaldent di Cologno Monzese – i farmaci possono agire sulla sensazione di dolore ma risultano spesso inefficaci. Per curare la pulpite si deve asportare la polpa infetta attraverso un procedimento terapeutico chiamato devitalizzazione.

Nel caso si dovesse trascurare la cura di questa infezione – avverte il dentista degli Studi Dentistici Vital Dent di Cologno Monzese – la pulpite evolve in necrosi della polpa: il contenuti necrotico infetto va a contaminare anche la zona circostante l’apice della radice dentale, determinando un ascesso o una condizione d’infiammazione cronica. All’esame radiografico compare il segno caratteristico dell’osteite apicale, ovvero l’infiammazione dell’osso circostante l’apice radicolare, un’area di ridotta densità ossea che è determinata sia dal granuloma che dall’ascesso.

Dagli Studi Dentistici Vitaldent di Cologno Monzese raccomandano di non sottovalutare mai il mal di denti perché è meglio prevenire possibili problemi futuri con un controllo periodico e curare in tempo eventuali patologie già in atto.

No Comments
Comunicati

D-Mannosio: i trattamenti


I più recenti ed efficaci trattamenti in presenza di infezioni urinarie o cistite sono quelli a base di D-Mannosio. Buona parte delle cistiti che colpiscono le donne, sono causate da un batterio, denominato Escheria Coli. Si è scoperto recentemente che questo particolare tipo di batterio è fortemente sensibile all’azione attrattiva verso il D-Mannosio, il quale, con la sua alta concentrazione nelle vie urinarie, lo cattura e lo trascina via insieme con l’urina. Una soluzione questa decisamente migliore rispetto alle tradizionali cure antibiotiche, che non solo non sono efficaci 100% ma soprattutto hanno il difetto di abbassare ulteriormente le difese immunitarie con il rischio di provocare ricadute e nuove infezioni.

In questo tipo di trattamenti col D-Mannosio, il D-Mannosio quindi va assolutamente assunto in presenza di una cistite batterica in fase acuta con un trattamento intensivo per via orale o tramite lavanda vaginale. L’assunzione per via orale va adeguata al tipo di prodotto che si scegli di usare, come:

  • 4/5 bustine di D-Mannosio sciolte in acqua o succo di frutta per 3 giorni. Poi si deve diminuire la dose man mano che regredisce l’infezione(in questo caso si passa alla fase di mantenimento), quindi 3 bustine al giorno per un mese. Per due settimane si alterna un giorno con 2 bustine e un giorno con una sola bustina. Ed infine, se non vi è alcuna ricaduta, si procede con una sola bustina al giorno per la prima settimana, e poi una bustina a giorni alterni fino alla sospensione definitiva;
  • Assumere immediatamente il D-Mannosio puro o in pillole, poi una dopo un’ora e una ogni 3 ore per 3 giorni. In seguito con il migliorare della situazione si prosegue con la dose di mantenimento che è uguale a quella delle bustine.

A queste direttive di modalità di assunzione del D-Mannosio va aggiunto un breve elenco di suggerimenti che possono aumentare l’efficacia di questo trattamento. In particolare bisogna: assumere il D-Mannosio a stomaco vuoto, e dopo aver urinato in modo da aumentarne la concentrazione nella vagina; a quanto pare diluirlo in bevande calde ne potrebbe aumentare l’efficacia, ed infine è fondamentale bere molto acqua dopo un’ora dall’assunzione per stimolare la minzione e quindi un’adeguata pulizia della vagina.

Infine in caso di infezione acuta del tratto urinario un trattamento immediato e diretto è sicuramente il lavaggio tramite le lavande vaginali. Principalmente esistono due tipi di lavaggi vaginali:

  • Uno con l’utilizzo di D-Mannosio puro sciolto in acqua fisiologia. Bisogna inserire il composto all’interno della vagina con il supporto di una siringa e procedere al lavaggio. Dopo circa 10 minuti si completa la lavanda con il ripristino della flora batterica, vale a dire inserendo dei fermenti lattici;
  • Un altro metodo di trattamenti col D-Mannosio è con l’utilizzo di lavande vaginali già pronte, che contengono oltre al D-Mannosio anche numerose sostanze naturali che agevolano l’aderenza alle pareti vaginali e inoltre non richiedono alla fine del lavaggio l’uso dei fermenti lattici.

Una completa ed adeguata terapia con il D-Mannosio non va però effettuata esclusivamente in fase acuta per stroncare l’infezione il prima possibile o in fase di mantenimento per evitare recidive. Ma è indicata anche in fase preventiva in modo da rafforzare il nostro sistema immunitario e quindi evitare la ricomparse di nuove e fastidiose infezioni.

No Comments