Daily Archives

11 Giugno 2012

Comunicati

Incentivi per il risparmio energetico in Friuli


Di seguito il testo proposto dal sito regione.fvg.it che elenca i tipi di interventi ammessi per accedere agli incentivi legati al risparmio energetico.

Strumenti diretti

Gli interventi nel residenziale e terziario riguardano:

  • – gli interventi sull’isolamento termico dell’involucro;
  • – gli interventi sugli impianti di riscaldamento, ventilazione, raffreddamento, illuminazione, sul recupero del calore, sul possibile apporto di fonti rinnovabili per il risparmio energetico (sole, altre fonti);
  • – gli interventi riguardanti l’adozione di componenti più efficienti e sistemi di controllo ed integrazione della luce naturale per l’illuminazione domestica ed anche pubblica (sistemi di illuminazione ad alto rendimento che consentono risparmi energetici vicini al 50% rispetto ai sistemi tradizionali);
  • – finanziamento diretto a fondo perduto di interventi di uso razionale;
  • – linea di finanziamento agevolata e/o co-finanziamento diretto a fondo perduto di iniziative di uso razionale di distributori gas ed elettricità regionali;
  • – bandi o gare d’appalto relativi a progetti pilota (LR 30/2002 e legge 10/91 art. 4) per lo sviluppo di nuove tecnologie di efficienza e risparmio energetico.

Strumenti indiretti

Le ipotesi di lavoro per pervenire alla definizione di uno scenario programmato per i consumi termici prevedono che in Friuli Venezia Giulia venga varata una normativa regionale che:

  • – limiti, per tutti i nuovi edifici e per le ristrutturazioni totali, a 65 kWh/mq anno il fabbisogno di energia termica per riscaldamento, equivalente a un consumo di 90 kWh/mq anno (considerando un rendimento medio stagionale degli impianti di riscaldamento del 70%);
  • – incentivi la costruzione di edifici ad alta qualità energetica (con fabbisogno inferiore a 45 kWh/mq anno, equivalente a un consumo di 60 kWh/mq anno) tramite sconti sugli oneri di urbanizzazione (come proposta Arpa Lombardia);
  • – obblighi, per tutte le nuove costruzioni, l’installazione di collettori solari termici per la produzione di almeno il 50% di acqua calda (come Comune di Carugate e Regione Lazio).

Si può ipotizzare che lo sviluppo di un mercato di nuove tecnologie sostenuto da una normativa cogente porti ad un interessante abbattimento dei costi delle tecnologie stesse (isolamenti, serramenti in pvc, impianti solari, pompe di calore, ecc.) e ciò provochi un elevato tasso di cosiddetti free riders, cioè individui che, pur non obbligati all’adozione di tecnologie più efficienti, decidano di adottarle autonomamente negli edifici esistenti e non soggetti a obbligo.

Ulteriori strumenti indiretti di risparmio energetico nel civile e terziario possono essere riassunti come segue:

  • – istituzione di una Conferenza permanente dei sindaci dei Comuni, per riunire soggetti molecolarizzati sul territorio e responsabili di importanti azioni per il risparmio energetico e la cogenerazione;
  • – istituzione di un Tavolo permanente con distributori di gas naturale ed elettricità operanti in regione, per la definizione di obiettivi e strumenti di risparmio energetico nello schema dei decreti MAP sull’uso razionale del 2004, per  definire campagne di informazione relative alle apparecchiature domestiche con etichettatura europea per il risparmio energetico (frigoriferi, lavatrici, ecc.).

I decreti sull’efficienza energetica e le successive delibere dell’AEEG hanno di fatto individuato le modalità più promettenti per raggiungere gli obiettivi di razionalizzazione dei consumi finali con particolare riferimento al settore domestico e terziario

Gioma pavimenti tratta di serramenti in pvc ad Udine e provincia, seguendoti in ogni momento dalla fornitura alla posa in opera. Gioma in particolare propone il metodo di istallazione Finistral che prevede la sostituzione finestre senza opere murarie.

Un nuovo metodo di finestre specificatamente studiato per le esigenze di risanamento e di rinnovo. Il vecchio telaio non viene eliminato, ma funge da falso telaio per essere completamente rivestito da quello nuovo. Particolari profili ricoprono le fughe rimanenti sul lato sia interno che esterno del serramento.

Presso lo showroom Gioma potrai scegliere tra più modelli e finiture per individuare perfettamente lo stile che meglio si adatta allo stile di casa tua che essa sia moderna, classica, recente o da ristrutturare.

 Gioma tuttavia non è solo serramenti in pvc ma anche pavimenti in legno, porte interne, portoncini blindati, tutte rifiniture di pregio capaci di donare alla tua casa una stile unico unendo qualità dei materiali a durata nel tempo.

Chi siamo

Gioma è un’azienda con esperienza ventennale inizialmente specializzata nella produzione, fornitura e posa in opera di pavimenti in legno. Successivamente in funzione alle richieste del mercato ha voluto dare un servizio completo ai suoi numerosi clienti. Infatti ha inserito nella sua gamma le porte interne ed i serramenti.

L’Azienda vanta di un ampio fabbricato dove vengono utilizzati macchinari all’avanguardia, fra cui un moderno impianto di essiccazione che garantisce la perfetta “stagionatura” del legno e quindi la sua durata nel tempo. Il legno è un prodotto naturale e le vernici che utilizziamo sono ecologiche al fine di creare un ambiente sano in cui vivere, lavorare e divertirsi.

Trovate Gioma Pavimenti a S. Vito al Torre (Udine) Via Remis, 21 o all’indirizzo www.giomapavimenti.it

No Comments
Comunicati

Ristorante Livorno: al via la stagione estiva con tante imperdibili novità


Si inaugura la stagione estiva Precisamente A Calafuria, celebre ristorante della costa livornese.  Rinomato per le proprie specialità di pesce, Precisamente A Calafuria ha visto recentemente crescere il proprio successo anche come locale della movida estiva toscana. Aperitivi, happy hour, musica e tanto divertimento: nelle serate estive Precisamente A Calafuria si trasforma nel luogo ideale dove trascorrere piacevoli serate con gli amici.  Questo grazie anche alla suggestiva location del ristorante che si trova all’interno della riserva naturale di Calafuria. Qui la placidità del Mar Mediterraneo incontra le rocce dei Monti Livornesi, screziate dalla vegetazione boschiva e arricchite dai profumi delle piante aromatiche. Precisamente a Calafuria si erge proprio a picco sul mare, ai piedi della cinquecentesca torre medicea e regala ogni sera ai propri clienti splendidi scorci e tramonti sul mare. Bellissima location ma non solo: gli aperitivi e gli happy hour di Precisamente A Calafuria sono anche un trionfo di specialità gastronomiche e gustosi stuzzichini. A rendere ancora più speciale ogni serata, la musica. Deejay e vocalist si alternano in consolle, regalando a tutti gli ospiti tanta musica e divertimento.  Cocktail bar, ristorante Livorno ma non solo: durante la bella stagione, il locale è anche la meta ideale per trascorrere una piacevole giornata: la terrazza del ristorante diventa un solarium dove è possibile noleggiare lettini ed ombrelloni e trascorrere così piacevoli momenti di relax.

No Comments
Comunicati

Usare odnoklassniki rapidamente nel web

  • By
  • 11 Giugno 2012


Provvedi ora a capire come si fa per usare odnoklassniki nel modo migliore, inserendo tutte le tue foto che hai nel computer e le varie informazioni che ti riguardano.
Vediamo ora come si utilizza odnoklassniki rapidamente. Il potenziale di reti di computer al fine di migliorare le nuove forme mediato dal computer di interazione sociale, sono stati proposti nelle fasi iniziali. In molti dei primi servizi online, tra cui l’ARPANET, la funzione di massa, e la bacheca elettronica di servizio (BBS) ha compiuto sforzi per sostenere le reti sociali tramite comunicazione mediata dal computer. Molte delle caratteristiche di un tipico sito di social networking, come un bambino prodigio, America Online, CompuServe, e il buon servizio online. Il World Wide Web ha iniziato come una comunità di larghe online come Theglobe.com (1995), il villaggio globale (1994) e Tripod.com (1995), il social network del mondo. Più recentemente, i siti più popolari, ovviamente, coloro che sono stati denominati “social network”. Hanno una somiglianza funzionale tra loro, vicini e lontani su Internet, non c’è bisogno di usare Windows Live Messenger, Skype, come ad esempio programmi speciali per comunicare con gli altri. Loro, oltre a fare così, ti danno anche l’opportunità di condividere il sito, come si scrive la notizia questa sera si fa ogni genere di cose, festa immagini, dove sei, ieri ha prodotto il film con classe i vostri compagni di classe, è con voi, in modo da fare.

No Comments
Comunicati

Offerte di lavoro per neolaureati e tassi di disoccupazione

  • By
  • 11 Giugno 2012


Le offerte di lavoro fioccano per i neolaureati nel settore delle professioni sanitarie, il cui tasso di disoccupazione si attesta solo a 5%. Una performance ottima se si confronta con quella dei neolaureati nelle discipline umanistiche e letterarie che presentano un tasso di disoccupazione del  40%. Infatti questi ultimi sono chiamati a ricercare molte offerte di lavoro o offerte stage neolaureati on line.

Questi dati, forniti dall’ISTAT, mostrano che nel 2011 appena passato che i laureati che hanno avevano conseguito il titolo nel 2007 erano il 71,5%. Nella stessa indagine svolta nel 2005 sui laureati del 2004 gli occupati erano il 73,2%.

Dopo un anno dal conseguimento del titolo le persone laureate nel 2007 in corsi specialistici biennali sono occupate del 67.5% dei casi. A 4 anni dal conseguimento del titolo gli occupati solo l’82,1%. Mentre tra quelli che hanno conseguito la laurea triennale nel 2007 – ed hanno ottenuto una laurea specialistica nel 2010 – nel 2011 lavora soltanto il 58,2%.

La situazione per donne laureate è peggiore dei loro colleghi uomini sia per le lauree triennali che specialistiche o a ciclo unico si attesta intorno all’8%. Confrontando la  disoccupazione femminile con quella maschile in base al titolo di studio è possibile notare che le donne che hanno conseguito una laurea di primo livello sono disoccupate per il 23% conto il 14,8 % degli uomini.

Le donne sono svantaggiate anche per quanto riguarda la tipologia di contratti che riescono a firmare. Infatti hanno un contratto a tempo indeterminato il 48% delle donne con una laurea triennale e il 43% che ha ottenuto una laurea a ciclo unico o specialistico biennale contro il 51% dei colleghi uomini.

No Comments
Comunicati

Faretti da parete: comodo soluzioni per un’ illuminazione selettiva


Le lampade da parete si adattano all’ illuminazione di ogni ambiente della casa. Questo perchè sono estremamente versatili e presenti in gamme vastissime di modelli e colori.

Sempre più frequentemente si vedono faretti e lampade da parete che sono dei veri articoli di design, oltre che prodotti dalla tecnologia illuminotecnica eccellente e dalle prestazioni elevate.

I faretti da parete vengono progettati per assicurare diverse possibilità di illuminazione, che può essere, a seconda della tipologia del faretto, diretta, diffusa o diffusa parzialmente.

Per molti le lampade da parete rappresentano una alternativa per illuminare la casa in modo più discreto, senza ricorrere alla scelta, spesso difficile, di grandi lampadari e lampade a sospensione.

I faretti da parete possono essere scelti per una collocazione singola o in coordinato. I sistemi di faretti sono molto utilizzati in stanze ampie o di forma lunga e stretta. Sono molto utilizzati in ambienti dove si vuole illuminare un punto preciso a cui si vuole dare valore e risalto perchè, ad esempio, accoglie un quadro importante, un complemento d’arredo che si vuole evidenziare, un piano di lavoro. Nel caso in cui si optasse per orientare i faretti verso l’alto la luce sarebbe più diffusa e l’effetto molto soft.

Ciò che differenzia e contraddistingue le lampade da parete è il loro diffusore, che può essere rigido oppure orientabile e presente nel mercato in una vastissima varietà di colori,forme, materiali e dimensioni. Sempre più in voga negli ultimi tempi i faretti da parete in vetro, plexiglas o tessuto.

 

No Comments
Comunicati

Benevento – Presentazione del libro “Donne Rurali. Economia, ambiente e sostenibilità”


Presso la Libreria Edicolè nella Galleria Malies di Benevento, si terrà alle ore 18 del 15 giugno 2012 la presentazione del libro “Donne Rurali. Economia, Ambiente e sostenibilità” edito da Edizioni Altravista. Sarà presente l’autrice, Mariagrazia De Castro, economista ambientale ed interverranno la scrittrice Carla Cirillo e Gianluca Melillo che interpreterà alcuni versi di Esiodo.

Il volume analizza la relazione che lega le donne rurali alle risorse ambientali dimostrando, come esse svolgano un ruolo essenziale nel garantire la vitalità e la sostenibilità dell’economia delle comunità rurali. In qualsiasi area geografica del mondo, è prioritario finalizzare misure per lo sviluppo rurale per le donne, per migliorarne la qualità e la sostenibilità di vita.

Il volume si snoda attraverso diversi ed integrati percorsi di lettura, ispirati all’approccio di genere, che analizzano il ruolo femminile nella preservazione della biodiversità, nella tutela della sicurezza alimentare, nella lotta ai cambiamenti climatici e nella captazione di quelle opportunità provenienti dalla multifunzionalità agricola che ispira una sfida alla modernizzazione ed una crescente consapevolezza della donna di essere agente del cambiamento.

http://www.edizionialtravista.com/donne-rurali-mariagrazia-de-castro.html

 

No Comments
Comunicati

ZTE completa i primi handover test FDD/TDD LTE PS del mondo


Roma, 4 giugno 2012 – ZTE Corporation (“ZTE”) (codice azionario H: 0763.HK/codice azionario A: 000063.SZ), leader a livello mondiale nella fornitura di apparati di telecomunicazione e soluzioni di rete, annuncia di aver completato i primi handover test FDD/TDD LTE PS che costituiscono la base per una comunicazione senza soluzione di continuità tra diversi mode LTE.

L’infrastruttura utilizzata per la realizzazione del test si basa sugli apparati forniti da ZTE e sulla datacard USB dual-mode FDD/TDD LTE messa a disposizione da Hong Kong Applied Science and Technology Research Institute Company Limited (ASTRI). Il test ha mostrato che, collegando il dispositivo FDD/TDD LTE dual-mode alla rete LTE e scaricando file di grandi dimensioni, il tasso di successo dell’handover bidirezionale FDD/TDD LTE può arrivare al 100%, senza inficiare la qualità dell’esperienza utente .

Interoperabilità e convergenza LTE sono obiettivi strategici per ZTE, che ha completato test di interoperabilità TDD-LTE e FDD-LTE/UMTS/GSM ed ha lanciato la prima chiavetta dati multimodale TDD-LTE/FDD-LTE/UMTS/GSM, nonché il prototipo dello smartphone dual-standby TDD-LTE/TD-SCDMA/GSM. La prima rete dual-mode TDD-LTE/FDD-LTE è stata realizzata in Svezia da ZTE e Hi3G lo scorso anno.

“Le funzionalità supportate e le avanzate prestazioni offerte forniscono agli Operatori la possibilità di accelerare lo sviluppo del business LTE”, afferma Wang Shouchen, Vice President di ZTE. “Come prossimo passo, ZTE ha intenzione di implementare questa tecnologia nelle reti già esistenti”.

Alla fine del Q1 2012, ZTE aveva già concluso 30 contratti commerciali per LTE e oltre 100 trial network con noti Operatori. Otto di queste reti sono già operative a livello commerciale, comprese quelle di CSL a Hong Kong, di SoftBank in Giappone, Hi3G in Svezia, H3G in Austria e di Bharti Airtel in India.

ZTE
ZTE è un’azienda pubblica, quotata in Borsa, che fornisce apparati di telecomunicazioni e soluzioni network su scala mondiale e vanta una vasta gamma di prodotti per soddisfare le esigenze dei mercati wireline, wireless, service e mobile device. ZTE commercializza prodotti e servizi estremamente innovativi e all’avanguardia e offre le sue soluzioni a più di 500 operatori di telecomunicazioni in oltre 140 Paesi del mondo, aiutandoli a soddisfare le esigenze dei loro clienti e a raggiungere nuovi livelli di fatturato. Nel 2011, il fatturato di ZTE è aumentato del 29%, attestandosi su $13,7 miliardi; i ricavi operativi derivanti da attività estere, pari a quota $7,4 miliardi, hanno registrato un aumento del 30%, contribuendo al ricavi operativi complessivi in ragione del 54,2%. ZTE investe il 10% del suo fatturato annuo nelle attività di ricerca e sviluppo e si posiziona tra le prime società internazionali che partecipano attivamente alla definizione dei nuovi standard di Telecomunicazione. Azienda fortemente impegnata nelle iniziative di Corporate Social Responsibility (CSR), ZTE è membro del Global Compact delle Nazioni Unite. ZTE è l’unica azienda cinese ad essere quotata alle Borse di Hong Kong e di Shenzhen (H share stock code: 0763.HK / A share stock code: 000063.SZ). ZTE Corporation è presente in Italia attraverso la sua controllata ZTE Italy, che opera sull’intero territorio nazionale . Per ulteriori informazioni, si prega di visitare il sito: www.zteitaly.com.

No Comments
Comunicati

ZTE lancia i primi prodotti di videoconferenza HD nel Regno Unito


Più forte il focus aziendale verso il mercato delle comunicazioni Enterprise in Europa

Roma, 2 giugno 2012 – ZTE Corporation (“ZTE”) (codice azionario H: 0763.HK/codice azionario A: 000063.SZ), leader a livello mondiale nella fornitura di apparati di telecomunicazione e soluzioni di rete, presenta le prime soluzioni di videoconferenza ad alta definizione sul mercato britannico in collaborazione con il distributore Touchline Video Uk. I sistemi ZTE T700 4MX e T700 8MX offrono alle piccole e medie aziende un’elevata qualità di chiamata ed un’eccellente soluzione di comunicazione visiva.

La serie ZTE T700 è stata sviluppata per rendere possibile una meeting experience più naturale in ambiente lavorativo. Le soluzioni di videoconferenza ZTE assicurano una risoluzione video HD 1080p, audio ad alta fedeltà e una telecamera PTZ wide-angle, fornendo un’eccezionale qualità video e audio per prestazioni elevate a un prezzo molto competitivo.

La serie ZTE T700 è ideale per aziende medio-piccole, uffici periferici e ambienti di telelavoro che necessitano di soluzioni di videoconferenza convenient che, allo stesso tempo, offrano qualità video true-to-life e facilità di configurazione.

“ZTE è nota come azienda che fornisce apparati di telecomunicazione, ma la sua expertise si applica anche alla realizzazione di tecnologie sofisticate per servizi multimediali”, commenta Barry Cross, Managing Director di Touchline. “Sono innumerevoli le aziende che hanno deciso di ottimizzare i viaggi di lavoro e i processi di business e la videoconferenza rappresenta un mezzo di comunicazione logico ed efficace al fine di ridurre i costi”.

Secondo il rapporto Enterprise Business Video Forecast: 2011-2016 dell’analista Datamonitor, quello del videoconferencing sta diventando uno dei mercati IT a più rapida crescita ed entro il 2016 questo settore varrà 3,8 miliardi di dollari.

“Negli ultimi anni abbiamo visto crescere la domanda di sistemi di videoconferenza come alternativa ai viaggi, ma anche come modo per aumentare l’efficienza sul posto di lavoro”, aggiunge Paul Cobos, Sales Director in ZTE Uk. “ZTE investe oltre il 10% del fatturato annuale in ricerca e sviluppo e siamo impegnati nello sviluppo e realizzazione di una gamma di prodotti multimediali che comprende apparati e soluzioni di videosorveglianza, videoconferenza, digital home e IPTV. Touchline Video è uno dei principali player del Regno Unito nel settore della videoconferenza e di conseguenza il partner ideale per commercializzare i nostri prodotti”.

La partnership con Touchline Video vedrà la commercializzazione dell’intera gamma di prodotti video di ZTE – tra cui apparati e soluzioni di telepresenza, videoconferenza HD, videosorveglianza, digital home e IPTV – nel Regno Unito per la prima volta.

“Questa partnership evidenzia la crescente presenza di ZTE sul mercato Enterprise europeo, in parallelo con le attività che ZTE sta svolgendo anche sul mercato italiano al fine di individuare valide realtà locali quali partner per la distribuzione dei prodotti di videoconferencing e datacom sull’intero territorio nazionale”, commenta Fabio Di Marco, Business Development Strategy and Marketing Director di ZTE Italy.

ZTE ha realizzato la prima facility R&D per la videoconferenza nel 1994 e ha iniziato a esportare le sue soluzioni 4 anni dopo. I sistemi di videoconferenza (VCS) ZTE vengono attualmente utilizzati in 27 paesi e sono oltre 100.000 i terminali VCS ad oggi commercializzati.

No Comments
Comunicati

1000GROBBE BIKE CHALLENGE VERSO IL PIENONE. LA 100 KM DEI FORTI SI TINGE DI AZZURRO ITALIA


Da venerdì tre giorni di spettacolo puro sugli Altipiani di Folgaria, Lavarone e Luserna (TN)
Fino al 14 giugno iscrizioni aperte al 1000Grobbe Bike Challenge per tutte le gare
Sette “nazionali” marathon rispondono all’appello dell’evento trentino
Celestino e Zanasca puntano al bis nella 100 Km dei Forti

1000Grobbe Bike Challenge: ultima chiamata. La tre giorni di mountain bike sugli Altipiani trentini di Folgaria, Lavarone e Luserna si avvicina a larghe falcate e sono già quasi 900 i bikers prenotati al via e che da venerdì mattina salteranno in sella per il maggiore evento estivo di bici in questa parte di Trentino. Si corre verso il pienone e questi sono gli ultimi giorni quindi per registrarsi alla tripla prova in fuoristrada (iscrizioni in chiusura il 14 e 15 giugno – www.1000grobbe.it) che comprende la Lavarone Bike di venerdì 15, la Nosellari Bike del sabato e la 100 km dei Forti della domenica.
Le due gare d’apertura (30 km la prima e 41,5 km la seconda), con la variante Classic (54 km) della domenica, compongono lo speciale challenge che tra gli iscritti illustri legge già qualche pezzo da novanta. Filippo “Pippo” Lamastra, valdostano di Cogne, correrà quasi in casa visto che da quest’anno veste i colori del team trentino Arcobaleno Carraro e davanti al “suo” pubblico vorrà di sicuro dare il massimo. Primo sfidante del valdostano sarà l’ex campione italiano marathon Johnny Cattaneo, ma ci saranno anche Daniele Mensi, Andrea Zamboni, l’altro atleta Full Dynamix Stefano Dal Grande e l’altoatesino Dario Steinacher, attualmente in testa anche al circuito Trentino MTB di cui la 100 km dei Forti è terza prova in calendario.
La sfida si preannuncia quindi senza esclusione di colpi…di pedale, beninteso, lungo gli sterrati degli Altipiani, tra le suggestive malghe e i verdi pascoli, i sentieri e le strade forestali, e i forti risalenti al primo conflitto mondiale, da cui la prova della domenica prende il nome.
Sfogliando rapidamente la starting list della 100 km dei Forti, nei due percorsi Marathon (80,2 km e un dislivello di 1720 metri) e Classic (54,4 km e 1160 metri di dislivello), il colore che spicca maggiormente è l’azzurro Italia, quello dei sette nazionali marathon presenti in griglia di partenza. Il campione italiano marathon e bronzo mondiale Mirko Celestino si è portato a casa l’ultima edizione della 100 km dei Forti, e domenica prossima punterà senz’altro al bis. Lo scorso anno il ligure giunse primo al traguardo dopo un ruota contro ruota con Marzio Deho durato tre quarti di gara. C’è da attendersi ora un pronto riscatto da parte del biker Olympia, anche se le altre teste di serie leggono tra gli altri i nomi di Luca Ronchi e Mike Felderer, entrambi compagni di nazionale di Celestino, Deho e Cattaneo, ma a Lavarone avversari fino all’ultimo metro di gara. Nella prova maschile, le insidie alla doppietta di Mirko Celestino arriveranno anche dai colombiani Botero Salazar e Amaya Chia, dal bresciano Ramon Bianchi, dai portacolori Scott Pierluigi Bettelli e Igor Baretto, dagli ex stradisti Francesco Figini e Mauro Finetto e dai vari Costa, Longa, Crisi, Torleone e Ragnoli.
Tornando agli azzurri presenti alla 100 km dei Forti, la gara in rosa vedrà al via Alessia Ghezzo e Martina Giovanniello (metà nazionale femminile marathon) che si batteranno con le altre teste di serie Simona Mazzucotelli, Lorenza Menapace e Stefania Zanasca, quest’ultima vincitrice sugli Altipiani nel 2011. A queste vanno aggiunte anche Claudia Paolazzi, Margherita Beltramolli, Sandra Klomp, Sofia Pezzati e Lorena Zocca.
L’evento di domenica, come detto, sarà anticipato dalla Lavarone Bike venerdì e dalla rinnovata Nosellari Bike sabato, un doppio preludio altamente spettacolare, anche grazie allo straordinario lavoro dello SC Millegrobbe e dei 300 volontari della zona, che con la solita passione e preparazione non intendono lasciare nulla al caso. Non mancherà la tradizionale Mini 1000Grobbe Bike del sabato pomeriggio (al Parco Palù di Lavarone), dove i più piccoli si potranno sbizzarrire in sella.
La 100 km dei Forti è terza prova del circuito Trentino MTB ed è inclusa anche nel Nobili MTB Windtex e nel Trek Zerowind Challenge.
Al comitato organizzatore dello Sci Club Millegrobbe si affiancano l’ApT, il Comune di Lavarone e il Circolo Culturale Sportivo Nosellari, oltre alle forze dell’ordine e i tanti gruppi e associazioni di volontariato locali.
Info: www.1000grobbe.it

No Comments
Comunicati

ENEL CUORE ONLUS E REPUBBLICA INSIEME PER I TERREMOTATI DELL’EMILIA ROMAGNA

Raccolta fondi di Enel Cuore Onlus e Repubblica in occasione dell’anteprima del Concerto di Abbado.

Bologna, 11 giugno -2012 – Parte la campagna di solidarietà con la raccolta fondi di Enel Cuore Onlus e Repubblica a sostegno dei terremotati dell’Emilia Romagna.

La campagna è stata lanciata in occasione del Concerto di Claudio Abbado con l’Orchestra Mozart, che si è tenuto domenica 10 giugno all’Auditorium Manzoni di Bologna, organizzato proprio a sostegno dei terremotati dell’Emilia come anteprima dell’evento, “La Repubblica delle idee”, organizzato dal quotidiano nei giorni dal 14 al 17 giugno.

Il contributo di 200.000 € destinato da Enel Cuore e le erogazioni dei cittadini saranno devoluti ai terremotati emiliani individuando specifici progetti di utilità  sociale a favore della popolazione più vulnerabile come famiglie fragili, anziani e persone con disabilità.

Le donazioni potranno essere effettuate, fino al 31 luglio, tramite l’IBAN: IT54 Z030 6903 2646 1523 0152 638 – C/C intestato a Enel Cuore Onlus presso Banca Intesa San Paolo.

Enel Cuore è la Onlus di Enel nata nel 2004 con lo scopo di dar vita a iniziative di solidarietà sociale in Italia e all’estero. Gli interventi che promuove l’Associazione in partnership con altre associazioni, organizzazioni non governative, istituzioni e con il mondo del volontariato, hanno un carattere tangibile, concreto, misurabile e si inquadrano in aree specifiche quali: l’assistenza sociale e socio-sanitaria, l’accoglienza dei soggetti svantaggiati, in particolare i bambini e gli anziani; l’educazione, attraverso la costruzione di scuole e centri di formazione nei paesi in via di sviluppo.

Già in occasione del terremoto a L’Aquila,  Enel Cuore  ha lanciato una raccolta fondi  e ha destinato un suo contributo che ha reso possibile il restauro dell’Oratorio Don Bosco, storico polo di aggregazione giovanile dell’Aquila rimasto lesionato dal sisma.

No Comments
Comunicati

Farsi notare nei concorsi di fashion design


Sono storie di moda quelle di giovani stilisti emergenti che per riuscire a distinguersi dalla massa partecipano a concorsi di fashion design nella speranza di essere notati e guadagnare così la notorietà che tanto desiderano. Un concorso di fashion design è un’occasione ghiotta e talvolta unica per emergere una volta per tutte.
Fashion design significa grandi case di moda e pezzi grossi della moda e i concorsi di moda servono appunto per iniziare a costruirsi un nome all’interno della scena. La nota positiva è che di concorsi di fashion design di certo non ne mancano, il vero problema è vincere la concorrenza che è altrettanto numerosa e molto agguerrita.

I concorsi di alta moda sono anche un’ottima occasione per conoscere altre persone che hanno la nostra stessa passione, sono nostri competitor, ma possono essere anche una fonte di ispirazione. Oltre ai nostri competitor possiamo conoscere anche fashion designer famosi e affermati e non si sa mai potrebbe nascere una collaborazione. Anche se non dovessimo vincere il concorso di moda, la gente che conta avrà comunque visto i nostri lavori, perché a questo tipo di eventi sono presenti anche molte testate giornalistiche del settore moda e potrebbe quindi capitare un articolo o anche un trafiletto che parla dei nostri lavori, o magari una foto che ritrae un abito disegnato da noi. Questo perché le riviste del settore che seguono questi eventi riporteranno tutte le notizie aggiornate continuamente con news dell’ultimo mento, approfondimenti su abiti e accessori e interviste ai protagonisti coinvolti nell’evento, quindi sia stilisti noti che stilisti emergenti.

Non bisogna poi sottovalutare il ruolo dei blogger specializzati in fashion design, perché la loro opinione ha una grande influenza sul pubblico interessato al mondo del fashion design e dei suoi concorsi. Le possibilità sono tante, bisogna imparare a saperle cogliere.

No Comments
Comunicati

ADL GROUP PRESENTA UNA GIORNATA STUDIO GRATUITA SUI SISTEMI DI ISOLAMENTO A CAPPOTTO


Aziende del settore, docenti universitari e professionisti a confronto sulle soluzioni per limitare la dispersione del calore dall’interno all’esterno degli edifici.

ADL Group, attraverso Energy Professional Network – la grande Rete dei Professionisti dell’Energia – organizza il 14 giugno una giornata di formazione gratuita sui  “SISTEMI DI ISOLAMENTO A CAPPOTTO” presso la Facoltà di Ingegneria della Università di Napoli Federico II dalle ore 14,00 alle 18.30.
L’isolamento termico a cappotto viene realizzato con materiali che rendono le partizioni interne isolate, ma al tempo stesso traspiranti. Questo è possibile grazie alla creazione di un involucro vivo che permette di poter scegliere di rimanere all’interno di un ambiente sia di inverno che d’estate, perché lo protegge e fa respirare il suo corpo.
Interverranno la Prof.ssa Arch. Antonella Violano della SUN; un rappresentante della Fassa Bortolo –  il Dott. Pasquale Dentuto; parteciperà anche la Isover Saint Gobain con l’ Ing. Claudio Leo e chiuderà la giornata l’Ing. Marinoni della Celenit

FASSA BORTOLO – Azienda leader nel settore dei prodotti e soluzioni per l’edilizia, FASSA offre una gamma intera di prodotti: calce e derivati, intonaci calce e cemento, intonaci calce e gesso, rasature per calcestruzzo, pitture e rivestimenti minerali bianchi e colorati, adesivi per edilizia, adesivi per ceramica, massetti autolivellanti,colori e rivestimenti in pasta, sistemi di isolamento termico. www.fassabortolo.com/

ISOVER SAINT GOBAIN – Isover è l’attività del Gruppo Saint-Gobain specializzata nella produzione di isolanti termici e acustici. L’azienda è impegnata nelle soluzione per l’isolamento sostenibile, la protezione dal fuoco, il risparmio energetico. www.isover.it/

Celenit S.p.A. è un’azienda leader nella produzione di pannelli isolanti termici ed acustici in lana di legno di abete rosso, proveniente da foreste certificate sostenibili, mineralizzata e legata con cemento Portland.
L’azienda vanta un’esperienza di oltre 45 anni sui mercati nazionali ed internazionali, investendo da sempre nella ricerca delle migliori soluzioni per il benessere abitativo. www.celenit.it/

La partecipazione alla giornata è gratuita previo prenotazione attraverso il modulo di adesione, che è possibile scaricare di seguito
http://www.adiellegroup.com/locandina14giugno.pdf

Ai membri di Energy Professional Network che parteciperanno alla giornata saranno attribuiti 4 crediti formativi del sistema dei Crediti Energy Professional Network (CF EPN)

Per info – ADL Group
www.adiellegroup.com
0813723198
[email protected]

No Comments
Comunicati

Aruba rinnova e promuove l’offerta su Server Dedicati


Aruba (www.aruba.it) rinnova e potenzia l’offerta Server Dedicati:   rinnovamento hardware, aumento di  RAM e profili di banda internet più ampi inclusi nel costo del servizio. I Server, ospitati presso i Data Center di Aruba, potranno essere noleggiati a partire da 25 Euro al mese + Iva, costo comprensivo del servizio di assistenza e di connettività internet – flat a 10 MB/s oppure a consumo da 100 MB/s e fino a 5 TB di traffico incluso.

 

Entry Level della gamma è la serie Basic, soluzione Low Cost del servizio, accessibile attraverso due vantaggiose configurazioni. Ideale per applicazioni, hosting di siti web statici o dinamici, e per tutti gli utilizzi che richiedano adeguata potenza di elaborazione o memoria, la serie Basic rappresenta il connubio tra ottimo rapporto qualità/prezzo e hardware, disegnato interamente da Aruba.

 

La serie Standard, disponibile in tre diverse configurazioni, è caratterizzata da Server Rack Dell 210 II, memoria RAM da 8 o 16 GB – espandibile attraverso gli add-on disponibili – e due Hard Disk con controller RAID 0,1 hardware.  I server Standard, dei veri e propri best seller adatti per tutte le necessità, si distinguono  per il vantaggioso rapporto costo/qualità e per le ottime prestazioni in grado di garantire la massima sicurezza dei dati grazie alla ridondanza degli Hard Disk e al sistema RAID Hardware.

 

La serie Professional, top della gamma Server Dedicati di Aruba, è disponibile in cinque diverse configurazioni, di cui una specifica per lo Storage dei dati,  in grado di offrire massima qualità e   possibilità di richiedere soluzioni hardware personalizzate. E’ ideale per applicazioni avanzate e hosting di siti web statici o dinamici e per tutti gli utilizzi che richiedano estrema potenza di elaborazione o memoria. L’offerta base è caratterizzata da hardware Dell, memoria RAM da 16 o 32 GB, fino a otto Hard Disk Hot Swap, sistemi RAID Hardware e alimentatori ridondati. Le caratteristiche dei server Professional consentono di unire alla grande scalabilità, ottime prestazioni ed un elevato grado di sicurezza dei dati: tutti elementi essenziali per l’attuazione di politiche di Business Continuity. Ciascuna tipologia di Server può essere personalizzata, arricchita e potenziata grazie alla vasta serie di add-on e accessori abbinabili alle macchine, sia in fase di primo ordine sia successivamente all’acquisto.

 

L’offerta si completa con il servizio Managed, opzionale nelle serie Standard e Professional, che unisce alla potenza dei Server Dedicati, la garanzia di un’assistenza sistemistica completa lungo tutto l’arco di vita del Server. Questo servizio permette a chi lo sceglie di disporre di una o più macchine dedicate, con la tranquillità di monitoraggio e assistenza costante, affidata alla competenza e professionalità dei tecnici Aruba. I Server Managed si  configurano così come la soluzione ideale per quanti desiderano esternalizzare la gestione dei server pur mantenendo libertà di configurazione dei più comuni servizi di hosting.

 

Il lancio della nuova offerta coincide con la partenza della promozione che Aruba offre a tutti i clienti che desiderano aderire: la promozione valida fino al 31 agosto 2012 consentirà di sottoscrivere le nuove offerte sui Server Dedicati, senza alcun costo di attivazione.

 

Ulteriori dettagli sulla nuova offerta di Server Dedicati Aruba sono disponibili al seguente link: http://serverdedicati.aruba.it.

 

Gruppo Aruba

Fondata nel 1994, Aruba S.p.A. è azienda leader nei servizi di web hosting, e-mail, PEC e registrazione domini, primo provider in Italia per numero di hosting e domini registrati e vanta la leadership nei mercati della Repubblica Ceca e Slovacca. Il gruppo Aruba S.p.A. gestisce oltre 2 milioni di Domini registrati e mantenuti, 6 milioni di caselle email, 20.000 server gestiti e un totale di oltre 2 milioni di clienti. I servizi Aruba sono erogati dai due Data Center di Arezzo, dai due di Milano e uno di Ktiš.

Per ulteriori informazioni: www.aruba.it

No Comments
Comunicati

Al MO.OM Hotel aspettando il concerto di Madonna


Madonna torna a Milano. Il prossimo 14 giugno lo stadio di San Siro ospiterà la grande cantante americana per una tappa del suo tour internazionale, che è partito il 29 maggio da Tel Aviv e toccherà in tutto 26 città dell’Europa occidentale.

Un evento musicale di questa portata richiamerà fan da tutta Italia. E MO.OM, il design hotel e motel di Olgiate Olona, in provincia di Varese, ma a pochi minuti d’auto dal capoluogo lombardo, è pronto ad accoglierli al meglio.

Al concerto di Madonna si possono infatti abbinare indimenticabili visite alle bellezze del Lago Maggiore, al verde del Parco del Ticino e ai punti più suggestivi di Como, descritti da Manzoni nei Promessi Sposi.

MO.OM Hotel, progettato dal celebre designer Beppe Riboli, è in posizione ottimale per raggiungere in breve tempo tutte queste mete. E lo show di Madonna può anche diventare il pretesto per rilassarsi nell’area wellness dell’albergo e per gustare le prelibatezze preparate dagli chef del ristorante.

Senza contare gli appuntamenti musicali organizzati per i frequentatori del bar e la mostra dell’artista giapponese Tomoko Nagao, visitabile presso la galleria allestita nella hall del MO.OM.

«Vogliamo che qui i nostri ospiti vivano un’esperienza appagante sotto tutti i punti di vista – spiegano dalla direzione – Ai servizi di un hotel tradizionale affianchiamo un ricco calendario di eventi culturali, che si amplia di giorno in giorno».

 

No Comments
Comunicati

iStockphoto apre al pubblico il proprio evento globale dedicato alla fotografia


iStockphoto offre per la prima volta in assoluto un biglietto d’ingresso al pubblico e ai rappresentanti dei media che desiderano assistere a una iStockalypse. Sponsorizzata da Canon Europe, Hensel e Nik Software, la iStockalypse è una manifestazione fotografica ufficiale di alcuni giorni nella quale artisti di tutto il mondo si riuniscono per catturare immagini originali che restituiscono lo spirito autentico della città ospitante.

 

In passato la iStockalypse era aperta solamente a fotografi e videografi invitati da iStockphoto. Con la nuova iniziativa sarà invece possibile partecipare a tutti i seminari e accedere alla iStockalypse Home Base, il centro dell’evento che sarà aperto per tutta la durata della manifestazione. Ogni giorno la Home Base proporrà seminari specializzati, letture di portfolio, uno studio con illuminazione professionale e una zona dedicata all’editing. Due volte al giorno saranno organizzate delle spedizioni in esterni con modelle e modelli professionisti e la partecipazione attiva sul campo di editor e direttori creativi iStockphoto con i loro consigli.

 

Quest’estate la iStockalypse ritorna a Berlino, dove dall’11 al 14 giugno oltre un centinaio di iStocker da 23 Paesi si incontreranno per quattro giorni di scatti, aggiornamento professionale e sano divertimento.

 

La iStockalypse di Berlino riunirà fotografi, art director, modelle, professionisti di trucco e acconciature, tecnici delle luci ed esperti di design e accessori di scena per creare immagini dal sapore locale rispondenti alle necessità dei clienti tedeschi. Le iStockalypse attirano un network globale di artisti iStockphoto interessati a esplorare, festeggiare e catturare l’essenza delle località fotografate.

 

Ma la iStockalypse non significa solamente creare immagini locali di qualità: la manifestazione aiuta anche a far crescere professionalmente gli artisti trasmettendo gli strumenti e l’esperienza con cui migliorare ulteriormente le loro competenze. iStock predispone l’ambiente nel quale i partecipanti possono allargare le loro conoscenze attraverso seminari e attività.

 

Rebecca Rockafellar, General Manager di iStockphoto, ha affermato: “iStockphoto vuole fornire ai propri clienti di tutto il mondo contenuti autentici, di qualità e localmente pertinenti. Organizzare gli eventi iStockalypse è un modo che ci aiuta a raggiungere questo obiettivo. Sappiamo che i nostri clienti considerano incredibilmente utili i contenuti prodotti in occasione di queste manifestazioni, e non vediamo l’ora di scoprire quel che i nostri fotografi riusciranno a catturare quest’anno in una città eclettica e dinamica come Berlino”.

 

Per maggiori informazioni sulla iStockalypse è possibile visitare l’indirizzo http://istockalypse.com/

 

iStockalypse

 

La iStockalypse è un evento nato agli inizi del 2005 come manifestazione ufficiale di iStockphoto. Diverse volte all’anno creativi e fotografi appartenenti alla comunità internazionale dei contributor iStock si ritrovano per più giorni per collaborare, scambiare conoscenze e tecniche. iStock prepara shooting fotografici seguiti dai propri art director pianificando e selezionando attentamente location, modelli, abbigliamento e fashion designer, specialisti di trucco e acconciature, accessori, apparecchiature professionali ed esperti pronti a dirigere i fotografi con i loro consigli. Sotto la guida di iStock, principianti e fotografi professionisti possono condividere le loro conoscenze e creare immagini fantastiche con amici vecchi e nuovi. Dopo il primo appuntamento tenutosi a Las Vegas, iStock ha visitato Berlino, Seattle, Boston, Ljubljana, Praga, Austin, Barcellona, Marsiglia, Buenos Aires, Malta, Berlino, Calgary, Istanbul, Cannes, Tokyo, Londra e Milano.

 

#####

iStockphoto

iStockphoto è una fonte di ispirazione creativa accessibile e immediata con milioni di foto, illustrazioni, video, contenuti audio e Flash royalty-free controllati e approvati. Sfruttando la più avanzata piattaforma di ricerca del settore, i clienti scaricano un file al secondo scegliendo per necessità di business, marketing o personali all’interno di una raccolta di oltre 10 milioni di file. Costituita nel 2000, iStockphoto ha gettato le basi del rivoluzionario modello di business della fotografia basata sul micro-pagamento, diventando rapidamente uno dei siti mondiali con contenuti user-generated più redditizi e di successo. iStockphoto ha sede a Calgary, Alberta, Canada, ed è una consociata completamente controllata da Getty Images.

 

No Comments
Comunicati

Red’s Hotel inaugura la nuova piscina con ingresso aperto a tutti ogni giorno


Il Red’s Hotel & Lounge, meta d’obbligo per i giovani del territorio lecchese che vogliono gustarsi un aperitivo in una ambiente accogliente ed esclusivo, dal 15 Giugno aprirà la sua fantastica piscina all’aperto. Ampi gli spazi esterni in una vasta area verde che circonda la vasca a sfioro. Cornice ideale ad eventi culturali, di spettacolo, party, cene a bordo piscina in una suggestiva e magica atmosfera di luci e profumi.

Un’inaugurazione lunga un weekend! Da Venerdì 15 Giugno a Domenica 17 Giugno.

• VENERDI’ 15 Grande ouverture con ricco aperitivo e cena a lume di candela a bordo vasca
• SABATO 16 Fluo Party con esposizione “Clocx Art Exhibition” opere di Gianluca Clocx Clocanes. Gran buffet di aperitivo sullo sfondo delle note musicali selezionate alla console da Darietto Dj
• DOMENICA 17 All-day pool party con piscina aperta al pubblico dalle ore 09:00 fino alle ore 18:00. In serata dalle 18:30 il meglio dell’aperitivo Italian style e music by Dj Stephan Esse

Nuovi e sorprendenti servizi:
• Bar aperto tutto il giorno: colazioni, snack, aperitivi
• Zafferano Bistrot ristorante aperto sia per pranzi veloci che a cena
• Piscina aperta al pubblico, per i singoli e per le famiglie con ingressi giornalieri, pausa pranzo e vari tipi di abbonamenti: tessera 10 ingressi, mensile o stagionale

La piscina con i suoi servizi di bar e ristorante sarà aperta tutti i giorni nei seguenti orari:
• Piscina: 09:00 – 19:00
• Colazioni: 07:00 – 10:30/11:00
• Aperitivi sia a mezzogiorno che serali
• Pranzo: 12:00 – 14:00
• Cena: 19:00 – 22:30

Gli intrattenimenti e il divertimento continuano per tutta l’estate con appuntamenti programmati:
TUTTI I VENERDI’: Cena a bordo piscina
TUTTI I SABATI: Eventi artico-culturali, spettacoli di moda: mostre, presentazione libri, sfilate
TUTTI LE DOMENICHE: Il meglio dell’aperitivo Italian style, ogni seconda Domenica del mese aperitivo tematico

Red’s Hotel & Zafferano Bistrot
Via Don Rinaldo Beretta, 24 – Barzanò (LC)
T. 039 9272120 T. 039 9210399
Web. www.redshotel.com – www.zafferanobistrot.com
Email. [email protected][email protected]

No Comments
Comunicati

I telefoni snom certificati per la piattaforma VoIP di BroadSoft

Certificata la compatibilità del nuovo firmware 8.7.3.5 per la serie 3xx dei telefoni IP da tavolo di snom con il VoIP Application Server BroadWorks di BroadSoft, una delle piattaforme VoIP adottata dai più grandi operatori delle telecomunicazioni in tutto il mondo.

Berlino – snom technology, produttore di soluzioni complete per la telefonia IP, annuncia oggi di aver concluso con successo i test che confermano l’interoperabilità tra il nuovo firmware dei suoi telefoni IP della serie 3xx e l’interfaccia SIP del sistema VoIP BroadWorks di BroadSoft. BroadWorks è una piattaforma per servizi di hosted VoIP, impiegata a livello globale dai più noti carrier per l’erogazione di servizi di telefonia, video fax e email ad aziende e privati. I telefoni IP snom 300, snom 320 e snom 370 con firmware 8.7.3.5 sono stati formalmente convalidati come terminali SIP impiegabili con l’Application Server BroadWorks, nella versione 18.SP1.

Si riconferma quindi la disponibilità dei telefoni IP da tavolo di snom per i numerosi clienti BroadSoft, tra cui figurano oltre 500 operatori telecom in oltre 65 Paesi e con 25 lingue diverse, che forniscono ai propri clienti aziendali e residenziali servizi avanzati e personalizzati per le telecomunicazioni e l’intrattenimento. In particolare BroadSoft serve 18 dei 25 più grandi carrier al mondo. La positiva conclusione del processo di certificazione assicura che i clienti che si avvalgono dei servizi di hosted VoIP attraverso la piattaforma BroadWorks di BroadSoft potranno impiegare i telefoni snom della serie 3xx e beneficiare delle nuove funzionalità e caratteristiche offerte dall’ultimo firmware di snom.

“L’interoperabilità dei nostri telefoni IP con un numero crescente di piattaforme basate su SIP riveste un ruolo fondamentale nella strategia aziendale. Siamo quindi lieti di aver ottenuto la certificazione per l’interfaccia SIP del VoIP Application Server BroadWorks di BroadSoft. Con la sua piattaforma ormai matura ed affidabile, BroadSoft è un pioniere dell’industria della telefonia IP, siamo quindi onorati che i nostri telefoni possano ancora essere impiegati dalla clientela BroadSoft in tutto il mondo” afferma Mike Storella, CEO di snom technology USA.

Oltre ad essere certificati, i telefoni IP da tavolo di snom integrano funzionalità tipiche dell’Application Server BroadWorks, tra cui la possibilità di assegnare tasti per la composizione rapida ai propri contatti preferiti. Tali tasti vengono popolati ed associati automaticamente a voci presenti nell’elenco dei contatti selezionato. I telefoni di snom integrano anche il supporto di funzionalità BroadSoft specifiche per call center (p.es. informazioni sullo stato dei singoli operatori) e per il provisioning automatico dei telefoni, consentono altresì di inserire credenziali di accesso OCI attraverso l’interfaccia del telefono e supportano la funzione BroadSoft AOC (avviso costi), una funzione avanzata che informa gli utenti in merito ad eventuali costi in cui incorreranno per i servizi di telecomunicazione richiesti.

Particolarmente convenienti, i telefoni IP da tavolo della serie 3xx offrono tutte le funzioni più rilevanti per la telefonia aziendale. Il telefono di base, lo snom 300, è l’ideale per qualsiasi impiegato, mentre il 320 gestisce un numero superiore di linee favorendo gli utenti con un elevato volume di chiamate. Lo snom 370 invece massimizza la produttività attraverso l’ampio display grafico ed il mini-browser integrato per applicazioni web-based tra cui la personalizzazione dei contatti, la gestione degli elenchi telefonici e la visualizzazione delle notizie sul display. Il processo di certificazione degli altri telefoni IP di snom con il Server BroadWorks di BroadSoft sarà completato nei prossimi mesi.

No Comments
Comunicati

Quali sono le lingue più richieste?

  • By
  • 11 Giugno 2012


In un mondo in continua evoluzione, è difficile comprendere davvero quali siano le lingue più richieste per i servizi di traduzione ed interpretariato.
La globalizzazione ci permette di essere più competitivi a livello internazionale ma, allo stesso tempo, ci obbliga a conoscere sempre più lingue, per poter comunicare con i nostri possibili alleati o competitor.
Fino a qualche anno fa si riteneva sufficiente conoscere l’inglese per comunicare in tutto il mondo, mentre ora, ci ritroviamo a dover sfatare il mito della lingua inglese come “lingua internazionale”.
Anche secondo l’indagine svolta da Federlingue emerge che la lingua inglese ha perso posizione a favore della lingua cinese, russa e turca.
Ma come mai queste lingue hanno così tanto successo?
Cinese: La Cina detiene il controllo della crescita economica e, quindi, la conoscenza di questa lingua è indispensabile per trattare con le aziende di lingua cinese.
Oltre a saper la lingua, è importante conoscere la cultura del paese, se si desiderano concludere trattative di successo.
Rivolgersi, quindi, a dei traduttori professionisti che, oltre a svolgere la traduzione del testo, lo localizzano, è sicuramente la soluzione migliore!
Turco e russo: la forte crescita delle ex-repubbliche sovietiche non dev’essere sottovalutata. Questi stati si stanno sviluppando parecchio grazie alle risorse petrolifere o alla strategicità della loro posizione tra Cina ed Europa. In quest’area si parlano lingue appartenenti al ceppo turco e il russo è la lingua che le unifica sia per ragioni storiche e culturali.
Anche in questo caso, la localizzazione del testo, oltre alla sua traduzione, rimane un punto di forza per una trattativa di successo.
Tra le lingue dell’Europa occidentale, invece, non bisogna trascurare il portoghese e il tedesco.
Portoghese: il Portoghese non viene parlato solamente in Portogallo, ma anche in Brasile ed altri Paesi in via di sviluppo, contando 200 milioni di parlanti.
Tedesco: l’Italia è il principale partner della Germania e quindi conoscere il tedesco è più che fondamentale per far crescere un business fiorente con questo stato.
In conclusione, si può affermare che per conoscere bene una lingua non basta solo studiare la grammatica, ma anche conoscere la cultura del paese con cui si tratta ed essere sempre aggiornati sulle sue vicende economiche e politiche.
Questa conoscenza, però, purtroppo, non è posseduta da tutti i traduttori, per questo Epos seleziona con cura i suoi collaboratori per offrire dei lavori sempre molto accurati e precisi.

No Comments
Comunicati

Romaest accoglie gli amici “a quattro zampe”


Il centro commerciale annulla il vecchio divieto. Da ora in poi è consentito l’ingresso ai cani nella galleria commerciale, regolarmente accompagnati sulla base di quanto stabilito dalle norme comunali sulla tutela degli animali.

Benvenuti cani! Anche Romaest si adegua al regolamento del comune di Roma sulla tutela degli animali e cancella il vecchio divieto dell’ingresso ai cani, perlopiù legato a motivi di igiene e sicurezza.
Gli amici a “quattro zampe” potranno entrare negli spazi comuni della galleria commerciale rispettando le norme stabilite: solo se muniti di guinzaglio e/o museruola. I proprietari avranno la responsabilità di rispettare le regole e mantenere l’igiene e la pulizia. Presso tutti gli ingressi di Romaest sono attivi distributori di sacchetti usa e getta per la raccolta di deiezioni canine.

“Da oggi – ha commentato Riccardo Lucchetti, direttore di Romaest – anche i clienti proprietari di cani potranno entrare nel nostro centro commerciale con i loro animali. Ci siamo adeguati alle normative comunali con convinzione perché riteniamo che l’amore per gli amici cani vada tutelato cosi come il rispetto delle regole di convivenza civile e di igiene pubblica”.

Per motivi d’igiene il divieto d’ingresso rimarrà in vigore per alcune delle attività commerciali presenti all’interno di Romaest come l’ipermercato Panorama ed il cinema multisala Uci.

No Comments
Comunicati

Fare le riparazioni del parabrezza preventivamente


Gli agognati giorni di ferie si avvicinano sempre più si cominciano ad organizzare i propri viaggi, ci si domanda sul dove andare, quando andare e con quali mezzi spostarsi. Se la scelta dovesse ricadere sulla propria auto, forse è il caso di far fare un controllo a quella crepa sul parabrezza che vediamo da un po’ di tempo.

Le crepe sui vetri non devono essere sottovalutate, poiché con agenti atmosferici come il freddo possono peggiorare fino a rompere il parabrezza per intero. Oppure possono essere le stesse vibrazioni dell’auto in corsa ad estendere lungo tutto il vetro quello che era solo una minuscola e apparentemente innocua crepa. Ma quando la crepa è ormai troppo evidente e intacca la visibilità al guidatore non resta che far fare le dovute riparazioni del parabrezza o peggio ancora la totale sostituzione che ovviamente è anche più costosa. Tutto questo per aver erroneamente sottovalutato quella piccola crepa sul parabrezza.
Immaginate se il parabrezza si dovesse danneggiare e diventasse inutilizzabile e anche pericoloso per voi e i vostri cari proprio durante il viaggio verso la meta delle vostre ferie. Non solo sarebbe un’inutile perdita di tempo, vi rovinereste le ferie ed in più vi ritroverete con spese impreviste e perderete del tempo prezioso che invece potevate dedicare al divertimento e al relax, ed invece vi state stressando per questa imprevista riparazione dei vetri.

Come fare a capire quando è il caso di far riparare il parabrezza? Bisogna misurare la scheggiatura, se questa arriva ad essere grande anche meno di una moneta di di 2 euro allora bisogna procedere alla riparazione dei cristalli dell’auto. L’operazione garantisce la sicurezza del parabrezza che è praticamente come nuovo, ma soprattutto sarà costato molto meno che di una totale sostituzione dei vetri.
Un’ultima cosa da aggiungere è che la riparazione del parabrezza è gratuita se si è in possesso della polizza cristalli.

No Comments
Comunicati

Vola sicuro in privato


Quando si programma un viaggio in un paese dell’America Latina, Asia o Africa finché siamo in “casa”, la prima tratta negli aeroporti e nei cieli europei non crea problemi e in generale non deve dare troppe preoccupazioni. Possono infatti operare solo compagnie sicure, certificate e controllate dai numerosi enti nazionali preposti alla sicurezza del volo aereo. Fino alla capitale di questo o quel Paese europeo, quindi, tutto bene. I problemi possono nascere, invece, quando si esce dall’Europa e bisogna scegliere una compagnia per voli interni nei paesi di America Latina, Asia o Nord Africa (per non parlare dei Paesi dell’Est europeo).

Certo si può consultare la lista nera delle compagnie aeree internazionali inaffidabili: è disponibile su internet e mette a disposizioni di chiunque voglia informarsi un database completo degli incidenti accaduti, piccoli e grandi, completi di date e degli indici di pericolosità delle compagnie su scala mondiale. Tutto questo vale anche per la moltitudine di medie e piccole compagnie di trasporto aereo che lavorano in subappalto per le grandi linee e per il settore “variegato” dei voli charter. Le black list servono molto a questo scopo, e nell’era di internet hanno grande efficacia a orientare gli utenti nelle loro scelte.

Ma non bisogna dimenticare che il punto, in ogni caso, a parte la tipologia e l’eta dell’aeromobile, sono la manutenzione e l’equipaggio, cioè il fattore umano.
L’efficienza del velivolo ed ogni sua componente devono essere controllati per mantenere la
massima sicurezza in volo, in atterraggio ed in decollo. Infatti, per ogni aereo, per ogni volo e per ogni singola sosta di manutenzione devono essere raccolte tutte le segnalazioni fatte sul QTB dal parte dell’equipaggio e del personale preposto, affinché poi il personale tecnico possa occuparsi in modo rapido ed efficiente la risoluzione degli inconvenienti e dei problemi eventualmente rilevati. Le prove di funzionamento degli impianti di bordo, in particolare devono essere assolutamente ripetitive e meticolose, oltre che eseguite con l’ausilio dei banchi prova, che permettono di evidenziare immediatamente ogni minimo deterioramento del pezzo analizzato.
Queste procedure devono essere naturalmente eseguite da seri e capaci professionisti: operatori tecnici certificati ed altamente qualificati, i quali a conclusione dei test e dei lavori devono compilare un rapporto di fine lavoro, assumendosene la responsabilità apponendo la propria firma.

Tutte le compagnie aeree del mondo garantiscono tutto questo? In linea di principio sì, in pratica purtroppo l’esperienza insegna che le cose possono andare diversamente. Per questo è necessario scegliere con accuratezza il proprio vettore aereo. Che si decida di volare con un jet privato a noleggio da Roma per un viaggio di piacere, o che si debba partire con un volo privato da Milano per motivi di affari, è spesso consigliabile optare per una compagnia privata seria ed affidabile. Comodità e sicurezza, infatti, non hanno prezzo.

No Comments
Comunicati

Box&Box aiuta l’Emilia Romagna. Sconti riservati alle popolazioni colpite dal terremoto per l’acquisto di box prefabbricati


Anche Box&Box, l’azienda parmense specializzata nella vendita di box prefabbricati e containers marittimi, vuole dare il suo contributo per aiutare le popolazioni emiliane colpite dal terremoto.
Così, a seguito delle tantissime richieste che ha ricevuto nelle settimane successive al sisma, Box&Box ha deciso di applicare sulla vendita di alcuni box prefabbricati uno sconto ulteriore, riservato alle persone che hanno subito danni causati dal sisma.
Dunque, sul prefabbricato da 6 metri open space – già scontato a 1.999 euro – il costo riservato alla popolazione terremotata sarà di 1.850 euro.

Quest’ultima iniziativa rappresenta un ulteriore segnale di attenzione da parte di Box&Box nei confronti delle realtà che necessitano di aiuto e sostegno. La casa madre So.ge.tra., infatti, sostiene da anni AMREF (www.amref.it), l’organizzazione sanitaria senza fini di lucro che lavora quotidianamente per migliorare la salute delle popolazioni africane più svantaggiate.

Tutte le informazioni sui progetti di Box&Box e i suoi prodotti, fra cui container usati, container per il noleggio, box in lamiera, sono sul sito www.container.it

Contatti:
Layoutweb, Layout Advertising Group
Public Relation Department
Paola Zazzali
E-mail: [email protected]
www.layoutweb.it

No Comments
Comunicati

L’elicottero: passato, presente e futuro del mezzo più rivoluzionario della Storia


Il nome dell’elicottero deriva dal greco: helix vuol dire spirale e ptéron ala. Oggi siamo abituati agli elicotteri fino a darli per scontati, ma si tratta di un tipo di velivolo che per secoli è ha dovuto restare relegato nei sogni delle persone e nei progetti del genio di Leonardo da Vinci, e che solo da alcuni decenni è diventato il mezzo sicuro, affidabile e quotidiani che tutti conosciamo e apprezziamo.

La prima idea di macchina volante è – si sa – di Leonardo da Vinci: il grande genio toscano aveva infatti compreso le nozioni essenziali del volo già nel XV secolo. Osservando gli uccelli, infatti, Leonardo aveva progettato un apparato in grado di fornire la portanza necessaria per alzarsi in volo: si trattava di una sorta di spirale detta “vite aerea”. Ma purtroppo, ai tempi di Leonardo non esistevano i motori, per cui non c’era modo di sviluppare la potenza sufficiente a sollevare nessun aeromobile di sorta.
Nel 1754, poi, il geniale inventore russo Mikhail Lomonosov risolse a modo suo il problema del volo verticale, progettando un mezzo dotato di propulsione autonoma, ma senza successo.

Il primo a brevettare, quindi, fu l’inglese Henry Bright nel 1859; a questi – nel 1863 – fece seguito un simile brevetto, registrato in Francia dal visconte Gustave Ponton d’Amecourt: un pioniere del volo che costruì addirittura un modello dotato di motore a vapore, che – nonostante la dimostrata validità aerodinamica del progetto – non era in grado di sviluppare potenza sufficiente per sollevare il pesate prototipo di elicottero (fra l’altro, si deve a d’Amecourt l’invenzione del termine “helicopteres”, con cui individuava i suoi prototipi).

Il primo vero elicottero a motore in volo, si deve poi all’italiano Enrico Forlanini, che nel 1877 a Milano partecipò ad una dimostrazione in cui una piattaforma di 3,5 kg spinta da una caldaia con vapore si alzò da terra fino a 13 metri.

Da lì in poi la Storia ha accelerato incredibilmente: il forte impulso allo sviluppo dell’industria aeronautica avvenuto durante la seconda guerra mondiale permise di fare esperienze di volo tali per cui divenne presto possibile realizzare aeromobili in tutto e per tutto simili all’odierno elicottero.

Oggi che viaggiare regolarmente in elicottero è diventata una cosa normale per la gran parte delle persone, una simile epopea sembra impossibile: oggi, infatti, possiamo senza problemi servici di un noleggio elicotteri a costi contenuti per i nostri viaggi d’affari o di piacere e, più in generale, il volo privato non è più un sogno di Icaro. Ma non è sempre stato così.

No Comments
Comunicati

Rilevatore di autovelox


Mr.Sconto da oggi propone la principale gamma di rilevatori di Autovelox e Tutor Inforad a prezzi eccezzionali.

I rilevatori di velox e tutor inforad sono legali al 100% ti segnalano per tempo la presenza di tutor e velox fissi presenti nel territorio (con segnalazione delle possibili zone di presenza degli autovelox mobili).

Ad un costo molto inferiore a quello di una multa per eccesso di velocità, oggi ci si può acquistare questo valido strumento per migliorare la qualità del propio viaggio; inoltre e su tutta la gamma di rilevatori Inforad gli aggiornamenti sulle postazioni di autovelox e tutor sono gratuiti a vita su tutto il territorio italiano.

Acquistabili dal sito mistersconto.com che offre spedizioni in 24 ore e pagamento alla consegna Gratis per acquisti superiori ad € 49,00.

No Comments
Comunicati

Slim Fit il costume da bagno contenitivo


L’estate comincia a palesarsi attraverso una primavera sempre più calda, fatta dei colori dei fiori, del verde, dell’azzurro. Non sarà mica ora di parlare di prova costume? Certamente un argomento del genere scalderebbe l’aria ancora di più..già si sente parlare di diete devastanti, volte a recuperare la forma fisica, restituendo al ventre la sua piattezza…setacciando la rete, mi sono trovata a digitare le magiche parole slim fit e, in mezzo ad un milione di altre notizie sul casual clothing, ho trovato anche qualcosa che riguarda la moda mare: i costumi contenitivi, o beachwear slim fit.

Questi costumi a pezzo unico sono costituiti da materiali particolari e sembrano essere in grado di snellire il corpo. “questa è davvero una notizia!” ho pensato, dal momento che penso che il principale problema del 90% delle donne in spiaggia sia sentirsi snelle, ma a volte manca la forza di volontà per perseguire privazioni gastronomiche; perché non demandare tutto a questo magico indumento, capace di appiattire ventri gonfi? La mia fantasia era già in volo, ma per fortuna la ragione mi ha ritirato verso terra, ed ho continuato la mia ricerca su questi prodotti beachwear. Ecco a voi, tra opinioni contrastanti, l’idea che mi sono fatta su questi costumi da bagno così particolari!

Se vuoi scoprire di più sui costumi slim fit clicca qui!

No Comments
Comunicati

Le voci di Cassandra risuonano nella Necropoli di Via Portuense a Roma

  • By
  • 11 Giugno 2012


Il 16 giugno nella cornice d’eccezione del Drugstore Gallery Portuense (Via Portuense 317) l’Accademia della Lettura dell’Associazione Donne di Carta con il patrocinio della Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma presenta “Le voci di Cassandra”, dal romanzo “Cassandra” di Christa Wolf, proposto eccezionalmente per il Drugstore Gallery Portuense in data unica dal gruppo “Festina lente”.

Si tratta di una vera e propria performance creativa che si delinea come una originale esperienza di ascolto e di condivisione dell’oralità in linea con la filosofia dell’Associazione Donne di Carta e con la nuova veste assunta dal sito archeologico del Drugstore Gallery Portuense. Un bene culturale di 2000 anni quest’ultimo, reso fruibile ai visitatori dopo un’attenta attività di scavo e di consolidamento che ha portato alla musealizzazione di un’antica area cimiteriale per decenni inglobata nell’edificio del Drugstore commerciale di via Portuense. Un intervento di recupero che assegna al Drugstore Gallery Portuense il prestigioso ruolo di nuovo polo culturale capitolino, uno spazio ancora poco conosciuto, dove la cultura può muoversi al passo con i tempi moderni attraverso eventi, attività culturali, laboratori, sempre legati alla valorizzazione del contesto storico e archeologico ospitante.
“E’ un evento unico nel suo genere – dichiara l’archeologa Laura Cianfriglia, responsabile di zona (Municipio XV) della Soprintendenza Speciale per i beni Archeologici di Roma – perché “Le voci di Cassandra”, presentazione quasi sperimentale di un romanzo dal carattere intenso e suggestivo, è cucito addosso all’area storica che ospita queste voci e che è, a sua volta, un ambiente sui generis, dove non c’è distanza tra chi parla e chi ascolta, dove la bellezza di tombe e mosaici letteralmente circonda il pubblico senza vetrate o cancellate a fare da schermo. L’area archeologica del Drugstore Gallery Portuense comprende una struttura romana di cinque ambienti che sarà oggetto di visita guidata dopo lo spettacolo” .

 

“Le voci di Cassandra” risuonano nella poesia di pietra rappresentata dall’area archeologica ospitante, un ambiente intimo e prezioso riservato a pochi (i posti sono limitati), e l’itinerario guidato tra gli ambienti della necropoli segna la giusta conclusione di un evento che nasce come ri-lettura non tradizionale del passato. Nella versione del romanzo presentata dal gruppo performativo “Festina lente”, infatti, Cassandra diventa il simbolo di tutti coloro che lottano contro la guerra e contro l’abbrutimento che provoca in chi la vive sia che la si vinca sia che la si perda. Come il luogo speciale che ospita le sue voci, Cassandra racchiude in sé l’antico e il moderno e mostra a chi la ascolta che la distanza tra il nostro presente e il suo passato si annulla, perché gli uomini non smettono di ripetere i propri errori.

“Leggere non significa solo leggere un libro – specifica Sandra Giuliani, Presidente dell’Associazione Donne di Carta – ma vuol dire anche saper comprendere e interpretare sempre la realtà che ci circonda attraverso tutti i linguaggi possibili e soprattutto fuori dai circuiti tradizionali: non solo nelle librerie o nelle biblioteche come luoghi di cultura, ma nell’intero quartiere, nello spazio che viviamo tutti i giorni. Officine, tintorie, pizzerie, concessionari, agenzie, fiorai, edicole, bar e siti archeologici proprio come il Drugstore Gallery Portuense, un vero laboratorio dove sperimentare la ri-lettura del passato attraverso il presente e viceversa, una Casa dell’oralità e della bibliodiversità”.

Al termine dell’evento buffet e visita guidata all’area archeologica del Drugstore. Posti limitati. Data unica: 16 giugno alle ore 21.00
Per informazioni e contatti:

Maria Rosaria Ambrogio (AssociazioneDonne di Carta):
[email protected], tel. 3480901730
www.donnedicarta.org

 

La Necropoli della Via Portuense – “Drugstore Gallery Portuense” fa parte di un’area archeologica compresa tra via Q. Majorana, via Portuense, viale di Vigna Pia e via Giuseppe Belluzzo dove gli scavi archeologici hanno restituito già dagli anni Cinquanta il tracciato basolato dell’antica via Campana e dell’antica via Portuensis, insieme ad una vasta necropoli di età imperiale, un mausoleo e un complesso termale che si estendevano ai lati delle due grandi direttrici viarie. Lungo la via Portuense, coincidente nel tratto prospiciente l’area archeologica di Pozzo Pantaleo con l’asse stradale antico, lungo entrambi i lati sono state rinvenute un’area di impianti idraulici e una serie di tombe a camera Tra queste, il complesso archeologico del Drugstore, composto da cinque ambienti in parte ricavati nel tufo e in parte costruiti in muratura. La tomba più grande presenta resti di affreschi con motivi geometrici, floreali e nature morte. Il tutto era arricchito con decorazioni in stucco, delle quali si conserva in posto quella della nicchia centrale a forma di conchiglia.  Molto ben conservato – ad eccezione di una fossa per inumato che lo ha tagliato nella parte destra – è il pavimento a mosaico bianco e nero: vi sono rappresentati lungo i lati satiri vendemmianti alternati a quattro grossi vasi (kantharoi). Al centro, una figura maschile che brandisce un’ascia è stata identificata con Licurgo, un personaggio del mito di Dioniso, mentre assale la ninfa Ambrosia la quale per difendersi si trasforma in un ramo di vite. La tomba D, un colombario di forma rettangolare, ha tre lati scavati nel tufo e il quarto in muratura: su questa parete, che presenta una decorazione floreale e alcuni graffiti, si aprono 4 file di 10-13 nicchie ciascuna con foro rettangolare sul fondo per la deposizione delle ceneri dei defunti. Il pavimento è in cocciopesto.

L’Associazione Donne di Carta nasce a ottobre del 2008 con l’intento di costruire una rete di solidarietà tra tutti gli attori della filiera editoriale. Come formula attiva della promozione della lettura viene utilizzata l’esperienza delle Persone Libro, progetto ideato a Madrid da Antonio Rodriguez Menendez (Proyecto Fahrenheit 451 las personas libro) e di cui l’associazione diventa portavoce in Italia. Sono persone che imparano a memoria brani di libri e li portano in giro dicendoli ad alta voce tra la gente: un repertorio orale che ad oggi contempla oltre 200 brani. Il viaggio delle Persone Libro ha portato lontano, fino all’ideazione di una Carta dei Diritti della Lettura – pubblicata da Il Caso e il Vento – che ha ricevuto una medaglia di rappresentanza del Presidente Napolitano. Per accogliere un’idea di lettura sempre più ampia e interdisciplinare prende forma l’Accademia della Lettura, ultima creatura dell’Associazione, un laboratorio itinerante di proposte e di eventi culturali elaborati e realizzati in collaborazione con tutti i soggetti che credono nel valore della Bibliodiversità. www.donnedicarta.org – personelibrodonnedicarta.wordpress.com

No Comments
Comunicati

UNA GRANDE MOSTRA DI UGO ATTARDI A LATINA: “IL VIAGGIO DI ULISSE”


Sabato 16 giugno 2012 alle ore 18, inaugura presso l’Ex Garage Ruspi a Latina la mostra UGO ATTARDI. IL VIAGGIO DI ULISSE ( a cura di Silvia Pegoraro e Carlo Ciccarelli), che sarà visitabile sino al 29 luglio 2012: 65 opere tra dipinti, sculture e disegni, tutte provenienti dall’Archivio Storico Ugo Attardi di Roma.
Alquanto interessante la sede espositiva: una grande e luminosissima autorimessa per autobus degli anni Trenta, recentemente restaurata e riqualificata dal Comune di Latina.
L’evento – che rientra nelle Manifestazioni per l’80° Anniversario della Fondazione della città di Latina – è promosso dal Consiglio Regionale del Lazio, dal Comune di Latina e dallo stesso Archivio Storico Ugo Attardi (di cui è procuratore Carlo Ciccarelli e del cui consiglio direttivo fa parte Andrea Attardi, figlio dell’artista). L’organizzazione è affidata a Ulisse Gallery Contemporary Art e all’Associazione Orizzonti Culturali di Roma.
Catalogo SILVANA EDITORIALE, con testi, oltre che dei curatori, di Andrea Attardi e dello stesso Ugo Attardi .

————————-

Ugo Attardi (1923-2006), pittore e scultore di fama internazionale, è stato uno dei più validi e poliedrici artisti italiani del Novecento, legato a un concetto di arte come “viaggio” e ricerca interminabile . Di qui anche la sua passione per il mito, e in particolare per il mito di Ulisse, personaggio animato da un’inestinguibile sete di conoscenza e di scoperta, inquieto e tormentato come fu lo stesso Attardi.
Come scrive Carlo Ciccarelli, procuratore dell’Archivio Storico Ugo Attardi e co-curatore della mostra: “L’aspetto più importante del lascito umano ed artistico di Ugo Attardi, per chi l’abbia conosciuto, è la solida voglia di vivere che ha animato la sua vita e che traspira dalle sue opere; una voglia inevitabilmente percorsa da angosce, frutto, molto spesso, del desiderio di vincere la volgarità dei soprusi”.
Ugo Attardi è fra gli artisti contemporanei che meglio hanno saputo appropriarsi del mito attraverso le immagini, creando un eccezionale trait-d’union tra il mito stesso, il mondo dell’ignoto, del sogno e della magia, della grandezza e dell’orrore, e la realtà cruda e prosaica, spesso misera, altrettanto piena di orrore, ma non di grandezza, della contemporaneità. In essa Attardi è riuscito a svelare, proprio tramite la presenza del mito – soprattutto quello di Ulisse, che sempre lo ha particolarmente affascinato – il meraviglioso mistero che comunque, in quanto vita, presenza, carnalità e pensiero, la anima. Il mito è immagine, è figura che senza posa si agita nella mente e nell’immaginario dell’uomo, e che s’incarna nelle immagini – nelle figure – create dall’arte: per questo ad Attardi non è bastata più la ricerca astrattista, alla quale si era dedicato come co-fondatore del gruppo Forma 1 (1947) e si è sentito irresistibilmente attratto verso la figurazione :
“Ho una visione delle cose del mondo possessiva e carnale, e non riuscivo a inverarla in atti e immagini di pura astrazione: sentivo la mancanza della sottile magia della finzione, la finzione propria della figurazione”. Un percorso, un viaggio, tormentato e affascinante, quello di Attardi, che questa mostra vuole documentare.
Il suo stile si potrebbe definire, con espressione ossimorica, ma proprio per questo carica di promesse e contraddizioni, realismo visionario: un’arte che certo non cancella i fantasmi del reale, l’eterna ossessione della referenzialità, e dell’illusione ottica, ma li immerge nel magma vibrante e inarginabile dell’immaginario individuale, di una visione che è sguardo rivolto al reale, ma è sempre anche sogno, immaginazione, allucinazione, luce calda e trasfigurante, o fredda e tagliente, comunque irreale, colore e materia scultorea sontuosi, sensuali, inquietanti.
La trasfigurazione onirica del dato sensibile è potente e sorprendente, e in certi lavori il pittore-scultore Attardi sembra “scorticare” le figure, in un empito che va addirittura oltre l’istanza espressionista, ricostruendone un involucro vivo e bruciante di colori incandescenti e di forme nervose e guizzanti, un fastoso miraggio.
Attardi stupisce e disturba, persuade e violenta, grazie alla sua potente retorica visiva. Chiama in gioco meraviglia, seduzione, provocazione: processi psicologici che violano il canone classico – pur così presente alla sua visione “mitologica” – per immergerlo nell’aura fosca di una grande estetica “barocca”. Essa va a contaminare, gioiosamente o dolorosamente, comunque sempre vitalisticamente, in una sintesi originale, i suoi soggetti “classici”: prima di tutto il corpo umano. Infatti i corpi dipinti sin dalla sua prima fase figurativa (dopo quella astratta di Forma 1) esprimono una sorta di immensa “nostalgia” per la scultura, di desiderio indomabile per la corporeità tangibile della terza dimensione. Un desiderio approdato infatti, nel 1967, alla realizzazione di opere scultoree : tra il ’69 e il ’71 lavora al grandioso Arrivo di Pizarro; degli anni ’70 sono altri monumentali gruppi scultorei in legno, come quelli del ciclo Cortés e la bellezza dell’Occidente (1974-76) o Il ritorno di Cristóbal Colón (ca.1974-1980).
Incise con una precisione ossessiva e acuminata, le figure scolpite da Attardi sprigionano un “perturbante” (unheimlich…) senso di ansia e di angoscia. Con il passar del tempo, tuttavia, le loro forme febbrili vanno placandosi in una compagine più tradizionalmente “classica”, per quanto sempre tesa e vibrante, che sembra voler essere la misura ideale dei personaggi della mitologia e della letteratura classica che esse rappresentano, come il monumentale Ulisse del 1996, o l’Enea del 2003 (tra le ultime opere dell’artista).
Ma è il corpo femminile quello che in Attardi più colpisce e con più efficacia rappresenta la sua cifra espressiva e il paradigma della sua poetica. Dominanti, maestose e regali, feline e inquietanti, aggressive e languide – dalla Circe delle opere ispirate all’Odissea alle danzatrici delle Milonghe argentine, dall’altera e minacciosa Donna Cantante scolpita nel 1984, alla “regina” del quadro Mendicante implora Regina africana (1993) – le donne di Attardi incarnano la matrice stessa del mito originario, la sintesi tra il dolore e l’amore, tra la vita e la morte, tra il bello e l’osceno.

NOTA BIOGRAFICA

UGO ATTARDI (Sori, Genova, 1923 – Roma, 2006)
Nato presso Genova da genitori siciliani, all’età di un anno si trasferisce con loro a Palermo, dove il regime fascista li costringe a tornare, a causa dell’attività sindacale del padre. Fondamentale nel suo percorso d’artista l’approdo a Roma, nel 1945, dove frequenta lo studio di Guttuso, e già nel 1947 entra nel vivo del dibattito artistico partecipando (insieme ad Accardi, Consagra, Dorazio, Guerrini, Perilli, Sanfilippo e Turcato) alla fondazione di “Forma 1”, il primo gruppo astrattista italiano del secondo dopoguerra. Poco dopo avverte però un rinnovato impulso verso la figurazione, sia pure visionaria e problematica, e si allontana definitivamente dall’esperienza astratta, senza tuttavia dimenticarne alcune conquiste formali: dà vita a una personale poetica “classico-espressionista”, fondata su una drammatica compresenza degli opposti: bellezza “classica” e deformità, tenerezza e violenza, fisicità e onirismo.
A partire dagli anni Cinquanta partecipa più volte alla Biennale di Venezia e alla Quadriennale di Roma, e tiene grandi mostre personali nei più importanti spazi espositivi italiani. Nel 1961 aderisce al gruppo “Il Pro e il Contro”, accanto a Calabria, Farulli, Gianquinto, Guccione e Vespignani.
Scrive il romanzo L’erede selvaggio, pubblicato nel 1970, e per il quale ottiene nel 1971 il Premio Viareggio per la narrativa.
Nel 1967 avvia una fervida attività di scultore e nascono, dopo L’ Addio Che Guevara del 1968, alcuni gruppi lignei tra cui L’Arrivo di Pizarro del 1969-71, e bronzi improntati a forte sensualità.
Sue sculture monumentali sono collocate nelle principali capitali europee e mondiali. Fra di esse Il Vascello della Rivoluzione (1988), a Roma, presso il Palazzo dello Sport; Nelle Americhe, del 1992, a Buenos Aires; il celebre Ulisse, del 1996, a New York; Enea (2004), presso il porto della Valletta (Malta). Il grande Cristo del 2002 è entrato a far parte delle collezioni dei Musei Vaticani.
Nel 2006 l’artista riceve dal Presidente Carlo Azeglio Ciampi il titolo di Grand’Ufficiale della Repubblica, per i suoi meriti artistici e per aver saputo diffondere e valorizzare in tutto il mondo il genio e la creatività italiani.
Muore a Roma il 21 luglio dello stesso anno.

SCHEDA TECNICA

Mostra: UGO ATTARDI. IL VIAGGIO DI ULISSE
A cura di: Silvia Pegoraro, Carlo Ciccarelli
Sede: Ex Garage Ruspi, Largo Giovanni XXIII, Latina
Periodo espositivo: 16 giugno – 29 luglio 2012
Inaugurazione: sabato 16 giugno 2012, ore 18.00
Orari: 10.00-13.00 ; 16.00-20.00
Ingresso: libero
Informazioni: Organizzazione Ulisse Gallery Contemporary Art (Via dei Due Macelli, 82 – Roma), Tel. +39.0669380596 ; Fax. +39.06.6780771 ; Email [email protected] ; Sito: www.ulissegallery.com
Catalogo: Silvana Editoriale

No Comments
Comunicati

Le Crociere Estive di YCR


Dal 20 maggio fino al 21 settembre 2012 prendono il via le Crociere Estive dello Yacht Club di Ravenna, non semplici e noiose vacanze in barca, ma viaggi avventura propriamente detti in cui è possibile partecipare attivamente alla guida dell’imbarcazione, insieme a skipper professionisti ed istruttori FIV di comprovata esperienza, e approdare su spiagge incontaminate, lontane dai soliti luoghi turistici e inaccessibili via terra.

Tutto questo a bordo di una barca di straordinaria bellezza e massimo comfort, l’ammiraglia di YCR chiamata La Signora, un Beneteau Cyclades 50.4 di 15,65 metri con 4 cabine doppie più una cabina singola, dotata di un set di vele performante e di ogni sorta di strumentazione tecnologica per garantire massima efficacia nella navigazione e la totale sicurezza dell’equipaggio; sistemi GPS, radar e potenti computer di bordo sono a disposizione degli skipper al fine di consentire una sicurezza totale anche in caso di navigazione notturna o d’altura.

La barca è altresì in grado di navigare a vela in qualsiasi condizione meteorologica e con ogni tipo di vento, nel caso però ci fosse l’occorrenza, può benissimo proseguire la sua rotta a motore, grazie al potente Yanmar 110 hp e ben 400 litri di riserva carburante.

La Signora è capace di ospitare a bordo 8 persone e farle vivere come se fossero a casa propria: ogni cabina è infatti fornita di un servizio interno con acqua calda e di aria condizionata, gli spazi sottocoperta sono degni di un vero salotto e lo spazio ponte, 5 metri di larghezza per oltre 15 di lunghezza, permette di godersi il mare nel più perfetto relax.

Una Crociera Estiva con La Signora è un’esperienza mai vista, in particolare per coloro i quali solitamente non hanno dimestichezza con le barche a vela: lontana dal cliché di crociera come palazzo navigante, con centinaia di persone accalcate e mete stabilite da un programma fisso deciso a terra, ogni giorno speso a bordo della Signora in compagnia dei membri dello YCR è unico ed irripetibile, pieno di sorprese e ricco di momenti di socializzazione nonché di magici momenti di contemplazione.

I costi e tutte le info sulle Crociere Estive sono disponibili sul sito di YCR, sul quale potete trovare tutto quello che volete sapere sul Club, sulla sua storia e sulle sue iniziative, come i corsi per patente nautica tradizionale e per patente nautica on line entro 12 miglia e senza limiti, le lezioni pratiche nel porto di Marina di Ravenna, sede ufficiale di YCR, così come scaricare i moduli per la domanda di rinnovo della patente nautica.

No Comments
Comunicati

Come combattere gli acidi corrosivi nei Centri Vital Dent di Cagliari


Da sempre ci viene detto di lavarci i denti alla fine di ogni pasto ma a volte, se utilizzato a breve distanza dai pasti, lo spazzolino può causare alcuni danni, anche seri. Il dentista del Centro Vitaldent di Cagliari ci spiega le regole fondamentali per una corretta igiene orale senza che si provochino dei danni irreversibili.

Il dentista del Centro Vitaldent di Cagliari afferma che correre a lavarsi i denti dopo aver ingerito l’ultimo boccone non è un’ottima abitudine, anzi si commette un errore. L’odontoiatra assicura che, in base ai risultati di una ricerca statunitense, è stato dimostrato che passare subito dalla forchetta allo spazzolino, immediatamente dopo aver terminato il pasto, può seriamente danneggiare i denti. In pratica – continua il dentista della Vitaldent di Cagliari – così facendo si agevolerebbe l’azione degli acidi corrosivi e, di conseguenza, sarebbe meglio ritardare di un poco l’appuntamento con lo spazzolino e il dentifricio.

Inoltre – prosegue l’odontoiatra del Centro Vitaldent di Cagliari – molte persone lavano i denti un numero di volte superiore a quello raccomandato dagli specialisti. Ma anche strofinare troppo i denti fa più male che bene, soprattutto se lo si fa a 20 minuti dal pasto o dopo aver sorseggiato una bibita gassata o una tazza di caffè. I denti non sono al sicuro perché le setole dello spazzolino possono guidare gli acidi che attaccano lo smalto e la dentina ancora più in profondità, accelerando in questo modo il processo di corrosione. Questa ricerca statunitense – sottolineano dalla Vitaldent di Cagliari – ha dimostrato che i denti sono intaccati più velocemente se vengono spazzolati in questo lasso di tempo immediatamente successivo al pasto perché il loro strato superficiale è demineralizzato dagli acidi.

Durante la conduzione di questa ricerca – precisa il dentista del Centro Vitaldent di Cagliari – gli esperti hanno osservato che per proteggere le superfici dentali dall’attacco erosivo degli acidi basta aspettare da 30 minuti a un’ora prima di ricorrere allo spazzolino: sarebbe questo il tempo ideale contro l’usura per salvaguardare un sorriso perfetto.

No Comments
Comunicati

Lean Production ed Efficienza Energetica


Innovazione di valore, benessere delle persone e riduzione degli sprechi: l’integrazione efficiente di questi tre elementi rappresenta oggi la chiave di successo delle migliori imprese.

In questo contesto il consumo energetico è un elemento strategico sia interno che esterno all’azienda, tanto da costituire un tassello fondamentale della strategie di “Lean Production”.

L’energia non è una risorsa “invisibile” e non può sfuggire ai processi di innovazione che guardano al valore profondo dei nostri prodotti o servizi.

Di questo si parlerà nel workshop conclusivo del corso per Energy manager organizzato dall’associazione Aceer Toscana in collaborazione con ENEA, CNA Toscana e FIRE – Federazione italiana per l’uso razionale dell’energia, sabato 29 giugno 2012, dalle 9 e 30 alle 14, nella sala Affreschi del Consiglio della Regione Toscana (Via Cavour 4 – Firenze).

All’evento formativo (L’EFFICIENTAMENTO ENERGETICO: NUOVE PROSPETTIVE E METODOLOGIE”) parteciperà Luciano Attolico, partner di imprese italiane e straniere per l’implementazione di progetti di “ Lean Innovation” e autore del libro “Innovazione Lean” (Edizioni Hoepli).

Interverranno anche Pier Paolo Tognocchi, consigliere Regione Toscana – Commissione Agricoltura; Andrea Cheli, Presidente Aceer (Associazione Certificatori Energetici e Energy Managers Regionali) Toscana; Sergio Camillucci, Responsabile Formazione Energy Managers di ENEA e Maurizio Barsottini, Presidente CNA Installazione e Impianti Toscana.

Segreteria organizzativa: Associazione AttuttAmbiente; tel. 050-8055115; e-mail: [email protected]

Iscrizioni: http://www.innovazionelean.it/evento_firenze.php

No Comments