All Posts By

choku

Comunicati

Locale per pausa pranzo a Varese per bere una buona birra

  • By
  • 12 Settembre 2022

Il gusto di una buona birra è un piacere del quale nessuno vuol privarsi, ed è una esperienza ancora più piacevole se condivisa con gli amici. In particolar modo, negli ultimi anni si è registrato un deciso interessamento dei consumatori per le birre artigianali italiane. La produzione italiana ha raggiunto dei livelli di qualità davvero elevati, ed è oggi in grado di far fronte alla crescente domanda del mercato che vanta sia un pubblico di intenditori che di semplici amanti della buona birra.

La differenza tra una buona birra artigianale ed una di produzione industriale è chiara sin dal primo sorso anche a chi non è un habituè ma semplice consumatore occasionale. L’aroma profumato, il gusto deciso ed intenso di una buona birra artigianale è facilmente riconoscibile e restituisce al palato delle sensazioni molto piacevoli e persistenti.

Abbinando correttamente birra e cibo poi, l’esperienza può diventare ancora più piacevole. La birra infatti, esattamente come il vino, è in grado di valorizzare il sapore di ogni pietanza, accompagnandola senza coprirne i sapori ma al contrario esaltando i singoli ingredienti. Sia che si tratti di antipasti, primi o secondi piatti, esiste una birra artigianale con le caratteristiche adatte a sposarsi alla perfezione con le pietanze da noi prescelte.

La produzione italiana di birra artigianale vanta birra chiara, scura e ambrata così da soddisfare i gusti di tutti ed accontentare anche i consumatori più esigenti. La scelta è così ampia e variegata da permettere agli appassionati di poter provare ogni volta una birra diversa, cogliendo ogni volta sapori e sfumature differenti, in base alle caratteristiche peculiari di ogni singolo prodotto. Niente è più bello del provare ogni volta una birra artigianale  diversa e condividerla con gli amici che hanno la stessa passione o colleghi in un locale per pausa pranzo varese, per riscoprire ogni volta tutto l’aroma ed gusto della buona birra che nasce dall’esperienza e dalla passione dei migliori birrai italiani.

No Comments
Comunicati

Come capire se le cialde sono di qualità?

  • By
  • 8 Settembre 2022

Come possiamo capire se i prodotti del franchising caffè cialde che stiamo valutando offrano veramente un buon caffè o meno?

Con questi 3 semplici accorgimenti è possibile sottoporre il caffè alla prova definitiva per capire se si tratti davvero di un prodotto di qualità:

  1. Un buon caffè è ottimo anche senza zucchero

Il caffè, che è il seme di un frutto simile alla ciliegia, ha già i suoi zuccheri. Esso produce sapori più o meno dolci in base a fattori come l’altitudine, l’esposizione al sole, la terra in cui cresce e la tostatura, che determina il 40% della dolcezza del chicco.

  1. Il buon caffè migliora quando raffredda

Quando è molto caldo, non è facile percepire perfettamente il sapore del caffè e distinguerne le singole note aromatiche. Ma quando raffredda, se è di ottima qualità, è possibile distinguere una varietà di sapori che sorprende sin dal primo sorso.

  1. Il buon caffè non ha sempre lo stesso sapore

Il caffè deve essere raccolto a mano per garantire il massimo della qualità, ed il suo sapore può variare in funzione della miscela adoperata, ovvero della tipologia dei caffè che vengono usati per ottenere quel particolare prodotto. I parametri che possono variare sono dunque molteplici, considerando anche il numero di tipologie di caffè necessarie per ottenere la miscela desiderata, per cui appare difficile pensare che un determinato caffè possa avere sempre lo stesso sapore.

Chi è un intenditore ed è perfettamente in grado di distinguere un ottimo caffè da uno qualunque, probabilmente già conosce ed apprezza le cialde e l’esperienza sensoriale che regalano ad ogni sorso.

Il loro aroma così intenso e vellutato è infatti un piccolo piacere quotidiano che è possibile concedersi ogni volta che lo si desidera e con un piccolo gesto della mano, così da avere ogni volta una tazzina con un caffè buono come quello del bar.

No Comments
Comunicati

Mini tour di Copenaghen: cosa vedere in due giorni

  • By
  • 8 Settembre 2022

Copenaghen è senza dubbio una delle città più belle d’Europa, una metropoli ricca di colori e paesaggi che rimangono nella mente.

Proprio per questo sono tanti gli italiani che ogni anno decidono di visitare la capitale danese, ed immergersi nella sua atmosfera moderna e fiabesca allo stesso tempo.

Ecco allora di seguito i nostri consigli sul cosa vedere in due giorni a Copenaghen!

 

Giorno 1: il Nyhavn ed il Palazzo di Amalienborg

Il Nyhavn è un luogo tra i più iconici e pittoreschi di Copenaghen. Si tratta dell’antico porto della città, oggi punto centrale di Copenaghen sul quale sorgono le tipiche casette colorate, praticamente a ridosso dell’acqua.

Qui sono presenti numerosi locali che rendono l’intera area ancora più accogliente, val la pena fermarsi a bere qualcosa ed ammirare le barche che transitano o attraccano.

Successivamente puoi raggiungere il Palazzo di Amalienborg, residenza della famiglia Reale danese. Si tratta di un bellissimo complesso di quattro edifici in stile rococò, con una grande piazza al centro.

È possibile visitare il palazzo ogni giorno tranne il Lunedì, ed il consiglio è quello di effettuare la visita tra le 11:30 e le 12:00, momento in cui avviene il Cambio della Guardia Reale. Su copenaghen.it trovi ulteriori informazioni circa la visita al Palazzo di Amalienborg.

 

Giorno 2: Crociera sui canali e passeggiata a Stroget

Il secondo giorno potresti dedicarlo ad una bellissima crociera sui canali di Copenaghen, così da scoprire la città anche da un altro e meraviglioso punto di vista. Questo tour in battello gira tra i  canali più importanti ed offre una prospettiva insolita quanto piacevole.

Fatto questo puoi raggiungere Stroget per una passeggiata. Stroget è la via pedonale più lunga del mondo, considerando il suo chilometro di lunghezza.

Si tratta della via dello shopping più importante di Copenaghen: qui trovi dalle grandi firme ai franchising di abbigliamento a buon prezzo.

Seguendo questo breve itinerario di due giorni avrai visto già tante tra le cose più importanti di Copenaghen.

No Comments
Comunicati

La dieta vegana per dimagrire

  • By
  • 1 Settembre 2022

Sono davvero parecchie le persone che giorno dopo giorno decidono di iniziare a seguire i principi della dieta vegana. Le ragioni sono varie e vanno da quelle etiche a quelle salutistiche e ambientaliste.

Chi abbraccia la dieta vegana lo fa infatti perchè crede fermamente  che non sia etico uccidere gli animali e sfruttarli in maniera intensiva per produrre del cibo. Molti sono invece quelli che optano per la scelta vegana in quanto essa rappresenta un modo più sano di alimentarsi, che aiuta anche a perdere peso e a vivere meglio.

 

Cos’è la dieta vegana?

Ma che cosa significa essere vegani? Si definisce vegano chiunque decida di rinunciare al consumo di tutti gli alimenti di origine animale, quindi non solo carne e pesce (come invece fanno i vegetariani), ma anche i derivati come uova, latte e formaggi. Si tratta di una scelta seria e difficile, ma che alla lunga apporta dei benefici per la salute.

È importante però avere alcune accortezze: non basta semplicemente rimuovere gli alimenti vietati, ma bisogna integrarli con validi sostituti. Ecco quindi che la carne viene rimpiazzata da legumi, seitan e altri prodotti ricchi di proteine, il latte viene sostituito da bevande a base di soia o di riso e il pesce lascia spazio ad alimenti ricchi di omega 3.

 

Vantaggi della dieta vegana per il nostro corpo

Una dieta vegana ben bilanciata è quindi perfettamente in grado di fornire le proteine, i minerali e le vitamine necessarie per il mantenimento di una buona salute del nostro organismo. I vantaggi della dieta vegana sono numerosi: riduce sensibilmente il rischio di cancro al colon, cancro alla prostata e al seno, scongiura problemi di pressione alta e malattie cardiovascolari.

La dieta vegana combatte inoltre l’obesità, riducendo i livelli di glicemia, riduce i livelli di osteoporosi e allevia disturbi come ipertensione, ansia e depressione, grazie al consumo di grandi quantità di proteine vegetali, minerali e vitamine organiche. I vegani in Italia sono sempre di più: basti pensare che ne sono stati stimati tra i 400 e i 700mila, con una crescita progressiva di 10-15% ogni anno.

Adottare la dieta vegana è una scelta soggetta ad ilarità e aspre critiche in certi casi, ma è giusto che ciascuno sia libero di scegliere liberamente quali alimenti scegliere per la tutela della propria salute.

Se invece preferisci farti seguire da un equipe di professionisti che possono monitorare i tuoi progressi settimana dopo settimana, puoi contattare un centro di dimagrimento Milano.

No Comments
Comunicati

Importanza della corretta installazione delle caldaie

  • By
  • 27 Agosto 2022

È possibile installare da soli una caldaia a gas? Molte persone sono tentate di acquistare una caldaia online o in un centro di bricolage e fare il lavoro autonomamente.

Nel caso di installazione di una caldaia in realtà non dobbiamo ricorrere al “fai da te”. Di seguito ti spieghiamo perché dovresti affidarti ad una ditta di installazione caldaie Legnano per questo tipo di lavoro.

 

Installazione di caldaie a gas

Per effettuare l’installazione di una caldaia a gas è necessario possedere ed essere registrati come installatori. Sia per la caldaia stessa, sia per l’impianto a gas che deve essere movimentato o addirittura installato.

La difficoltà di installazione di una caldaia a gas varia a seconda del modello di caldaia stessa e delle sue caratteristiche. Ad esempio una caldaia per solo riscaldamento non è la stessa di una caldaia mista , che serve per il riscaldamento e per la fornitura di acqua calda sanitaria. Nel caso in cui la vecchia caldaia sia atmosferica, essa può rendere difficoltosa l’installazione del nuovo scarico fumi .

In questo senso può anche influenzare il sistema di approvvigionamento dell’acqua calda, ad esempio a causa del peso della caldaia stessa, dato che una caldaia a condensazione mista istantanea pesa meno di una con accumulatore integrato. Nel caso di caldaie a basamento, che hanno un grande accumulatore, le dimensioni e il peso rendono ancora più difficoltosa l’installazione.

Un altro aspetto importante è la necessità di ottenere il certificato di installazione. Il libretto deve essere redatto e firmato dal tecnico abilitato all’installazione di caldaie a gas. Con esso si garantisce che l’impianto è conforme alle normative vigenti, e che il suo funzionamento è adeguato e le condizioni di sicurezza sono massime.

No Comments
Comunicati

In che modo l’osteopatia influisce sul corpo umano?

L’essere umano è costituito da una struttura, da un sistema energetico e da un sistema emotivo, tutti intimamente legati e che non saprebbero essere dissociati.

L’osteopatia non è una tecnica ma una terapia globale che ristabilisce l’equilibrio di questi 3 livelli del corpo:

  • Liberandolo dalla mobilità che gli consentirà di funzionare correttamente
  • Migliorare la circolazione che lo irriga
  • Migliorare il sistema neurologico e neurovegetativo che lo controlla
  • Migliorare la circolazione dell’energia
  • Liberando impronte emotive che rallentano il recupero
  • Favorendo l’eliminazione delle impurità
  • Permettere al corpo di rigenerarsi in tutti i suoi grandi ritmi (respirazione).

 

Per promuovere l’efficacia delle sessioni di osteopatia, si possono prendere in considerazione alcune precauzioni.

  • Evitare gli eccessi, soprattutto quelli prolungati: eccessi di lavoro, riposo, cibo, stimolanti, che consumano le energie necessarie al recupero e alla guarigione
  • Nessuna attività sportiva o domestica (aspirapolvere, stiro, etc.) per 3 giorni interi.
  • Rispettare l’igiene alimentare: consumare, secondo il proprio appetito, cibi semplici e naturali, possibilmente durante la loro stagione, e non raffinati (i più crudi, i più vicini alla loro origine), in base alla regione climatica in cui ci si trova. Masticare bene il cibo per garantire una buona salivazione e ridurre l’appetito.
  • Bere preferibilmente lontano dai pasti, una quantità di liquido che permetta di urinare più volte al giorno. Evitare il più possibile bevande ghiacciate, gassate, zuccherate e artificiali (soprattutto durante i pasti). Attenzione: se bevi più del solito, dobbiamo urinare più del solito, se non ci sono problemi di ritenzione.
  • Pensa in modo positivo e sii costruttivo in ogni circostanza (i nostri pensieri influenzano le nostre azioni e la nostra salute).
  • Evitare lo stato depressivo che impedisce di prendersi cura di sé. Non dimenticare che il miglior rimedio è se stesso.

Grazie ad ogni specifico corso terapia manuale, ogni professionista è in grado di garantire ai propri pazienti ottimi risultati sia nel breve che a lungo termine.

No Comments
Comunicati

Visitare Scopello dal mare

  • By
  • 26 Luglio 2022

Scopello è assolutamente uno dei borghi più belli in Sicilia e per questo meta di tantissimi turisti ogni anno. Ci troviamo nella Sicilia occidentale, a pochi minuti d’auto da Castellammare del Golfo e dalle spiagge di San Vito Lo Capo.

Probabilmente l’immagine iconica e più famosa di Scopello è quella dei suoi Faraglioni e della antica Tonnara adiacente. Questa per molti è la porta di ingresso per la Riserva dello Zingaro, un’area marina protetta.

Parliamo sicuramente di una delle mete più apprezzate sia per la gente del luogo che per i turisti, dato che le acque così limpide e lo scenario suggestivo che caratterizzano l’intera zona sono praticamente irripetibili.

 

Il Borgo

Sicuramente può far piacere a tutti visitare il Borgo prima ancora di scoprire il mare di Scopello. Qui vi è una piazza centrale circondata da un piccolissimo centro abitato. All’interno dell’antico baglio è possibile trovare attività di ristorazione varie e negozi di souvenir.

È consigliato di approfittarne per girare a piedi l’intera zona e gustare alcune tra le specialità locali come ad esempio il famoso “pane cunzato”. Da provare sono anche le cassatelle (un dolcetto a base di ricotta) ed il cous cous.

 

I faraglioni di Scopello

I faraglioni di Scopello sono una cartolina vivente, un luogo paradisiaco da fotografare e ammirare più volte. I due Faraglioni dominano la zona e sono arricchiti dalla presenza della Tonnara.

Questo suggestivo scorcio ha reso celebre nel mondo questa angolo di Sicilia. È possibile raggiungere la zona dei Faraglioni In auto o anche a piedi partendo dal Borgo, seguendo un sentiero immerso nella campagna.

 

Scoprire Scopello dal mare

Per scoprire Scopello direttamente dal mare è necessario noleggiare una imbarcazione (ti consiglio Marina Yachting) in zona Castellammare del Golfo e raggiungere l’area dei Faraglioni direttamente a bordo.

Da qui è possibile muoversi e raggiungere alcune località suggestive che si trovano nei paraggi, ad esempio:

 

  • Spiaggia di Guidaloca: La spiaggia di Guidaloca è caratterizzata da ciottoli di piccole dimensioni, un litorale a forma di ferro di cavallo incastonato tra due costoni rocciosi ricoperti di vegetazione. Qui l’acqua è splendidamente chiara ed è un posto che non ti stancherai mai di guardare.
  • Cala Mazzo di Sciacca: Questa è una delle spiagge più belle di Scopello, ed è caratterizzata da un mare dal colore turchese. Solitamente è poco affollata e rappresenta un’occasione unica per fare un bagno in un contesto che è possibile definire paradisiaco.

 

Conclusione

Se stai dunque programmando la tua prossima vacanza in Sicilia, e hai individuato come meta la zona di Scopello e Castellammare del Golfo in particolare, sicuramente fai bene a prenotare una escursione in barca così da poter raggiungere scoprire Scopello direttamente dal mare.

No Comments
Comunicati

I vantaggi di muoversi con un NCC a Milano

  • By
  • 29 Giugno 2022

Muoversi a Milano, ad esempio per presenziare a diversi appuntamenti di lavoro nel corso della stessa giornata e su diverse zone del territorio, può rivelarsi molto più complicato di quanto possa sembrare se si pensa che sarà necessario affrontare il traffico che attanaglia la città, nonché fare i conti con la zona a traffico limitato e la perenne ricerca di un parcheggio nei pressi della propria destinazione.

 

Le difficoltà nel presenziare a più appuntamenti in un arco di tempo breve

Soprattutto chi si muove per lavoro incontra non poche difficoltà nel riuscire a gestire il veicolo nelle situazioni sopra descritte, e deve fare i conti con un notevole stress per riuscire a raggiungere in tempo ciascuna delle sedi che fanno parte del proprio programma di appuntamenti.

Stesso dicasi per tutti coloro che desiderano invece muoversi a Milano per motivi personali o di piacere: anche per loro districarsi nel traffico caotico può diventare snervante e la gestione del veicolo non è così semplice se non si conosce bene la città e le sue aree ad accesso limitato.

 

La soluzione comoda e pratica

La soluzione che solitamente viene adottata da chi vuol muoversi velocemente in città e senza alcun problema legato alla gestione del veicolo, è quella di optare per un servizio di Ncc Milano.

Si tratta della soluzione sicuramente più comoda e pratica perché consente di poter usufruire di un mezzo moderno interamente riservato, con un autista qualificato che si occuperà in toto della gestione del veicolo, e grazie al quale non si avranno più problemi di alcun tipo legati alla ricerca del parcheggio o all’accesso all’interno di aree a traffico limitato.

Proprio la comodità e l’efficacia del servizio fanno si che questo sia particolarmente richiesto da coloro che hanno necessità di spostamento a Milano, sia che si tratti di lavoro o meno.

Tra l’altro, coloro i quali utilizzano solitamente questo tipo di servizio in occasione di appuntamenti di lavoro o comunque per affari, trovano davvero positivo il potersi dedicare al proprio business anche durante il trasferimento, dato che il comfort di bordo consente tranquillamente di potersi dedicare alle attività quotidiane come se ci si trovasse in ufficio.

No Comments
Comunicati

Sistemi per la produzione di sapone

  • By
  • 29 Giugno 2022

Soaptec è una azienda specializzata nel fabbricare macchinari ed impianti personalizzati che si occupano della creazione di saponi. Parliamo sia di saponi Personal Care che Household.

La differenza è che tra i primi rientrano tutti quelli adoperati per la cura della persona quali ad esempio shampoo, docciaschiuma, balsamo, creme corpo, viso e body lotion. Nel secondo caso parliamo invece di tutti i tuoi prodotti che adoperiamo in casa come ad esempio lavapiatti, lavapavimenti, detergente liquido ed ammorbidenti.

Produrre questi due tipi di saponi non richiede un unico tipo di processo produttivo, ma al contrario ci sono delle tecniche specifiche e dunque differenti, che vanno adoperate.

 

Macchinari adatti alle specifiche necessità del cliente

Per questo motivo Soaptec va a produrre impianti produzione sapone solido e macchinari commisurati alle esigenze del singolo cliente e soprattutto in relazione alle sue necessità di produzione.

All’interno di un impianto ci sono infatti tantissimi componenti, i quali possono essere pensati direttamente in base al tipo di utilizzo che si intende fare dell’impianto e dunque del tipo di prodotto che si intende ottenere.

Tra questi ci sono dei sofisticati macchinari che consentono di andare ad usare in maniera assolutamente precisa le materie prime da adoperare.

Ciò è di fondamentale importanza per ottenere saponi di altissima qualità, in quanto un utilizzo approssimativo delle materie prime comporterebbe certamente un risultato non ottimale.

Per questo motivo è previsto l’utilizzo di uno specifico software, progettato appositamente da Soaptec, il quale si occupa del dosaggio del controllo di tutte le fasi della produzione.

Tutti gli impianti progettati e proposti da Soaptec rispettano tutte le normative relative alla sicurezza e all’usabilità. Vengono inoltre impiegati materiali di prima qualità che garantiscono al cliente assoluta affidabilità e durata nel tempo di ogni impianto.

Per informazioni di qualsiasi tipo è possibile contattare il recapito telefonico 0331852312.

No Comments
Comunicati

Omaggiare sacchetti di carta personalizzati per migliorare la conoscenza del marchio

  • By
  • 29 Giugno 2022

I sacchetti di carta personalizzati sono considerati un’ottima alternativa a quelli di tessuto,  da regalare in occasione di fiere e congressi per migliorare la conoscenza del marchio e la fedeltà del cliente.

È noto infatti che tante aziende desiderano fare un regalo particolare ai propri clienti e scelgono per questo di regalare tali sacchetti, che verranno poi riutilizzati nel tempo. Sono resistenti e possono incorporare il logo su entrambi i lati per dare la massima visibilità al marchio.

Nella collezione Diemme Bags, fabbrica sacchetti carta di Sovico (MB), troverai sacchetti di carta di ogni grammatura e tipo, personalizzati come preferisci e ideali da consegnare in occasione di attività promozionali o eventi pubblicitari.

Puoi stare sicuro del fatto che al prossimo evento cui parteciperai come azienda, questi prodotti serviranno davvero tanto e farai bene a distribuirli ai tuoi potenziali clienti, con notevoli ritorni pubblicitari per te nonché aumento della brand awareness.

Che dimensioni hanno di sacchetti di carta personalizzati?

Per cominciare, esiste il classico modello di sacchetti di carta aziendali, disponibile in diverse dimensioni: piccola, media e grande, disponibile in vari colori di base e con la possibilità di stampare ciò che vuoi con più colori. Ci sono poi quelli di dimensione e spessore maggiore, notevolmente più grandi di quelli tradizionali. Infine, è possibile usufruire di maniglie più robuste, il che rende tali sacchetti ideali soprattutto se si prevede di inserire al loro interno articoli un po’ più pesanti.

Con quali altri articoli posso abbinare i sacchetti di carta?

Il grande vantaggio dei sacchetti sta nel fatto che possono essere abbinati ad ogni altro tipo di omaggio aziendale. Puoi distribuirli insieme a una penna, un taccuino e un braccialetto in occasione di un evento importante, consentendo a tutti di far conoscere il tuo marchio a tutti i partecipanti che verranno allo stand in cui ti trovi. In questo modo, se avranno certamente un bel ricordo della tua attività.

No Comments
Comunicati

Segnaletica luminosa: quando si usa?

  • By
  • 20 Giugno 2022

La segnaletica luminosa è fondamentale per segnalare, di notte o in condizioni di scarsa visibilità, la presenza di un cantiere o di eventuali situazioni di potenziale pericolo per gli utenti della strada.

È l’art. 41 del Codice della Strada a prevedere la loro presenza, individuando la tipologia ed il livello di illuminazione così come dimensioni e forme.

Quali tipi di segnalazione luminosa esistono?

Esistono differenti tipologie di segnalazione luminosa, ciascuna progettata in maniera specifica per risolvere un tipo di necessità in particolare. Il fine è sempre quello di garantire agli utenti della strada la massima sicurezza anche in condizioni di scarsa visibilità o oscurità.

Ecco alcune tra le tipologie di segnalazione luminosa più comuni:

Lampada da cantiere: è un tipo di lampada ad accensione crepuscolare, dunque si accende automaticamente al buio, ed è alimentata a batterie. Solitamente è possibile vedere i modelli con led lampeggiante giallo o rosso.

Cartello passaggio obbligatorio: è un tipo di segnale luminoso che viene posto nella parte posteriore di veicoli operativi, o mezzi e macchinari di qualsiasi tipo quando sostano su strada o effettuano manutenzione stradale di qualsiasi tipo, sia da fermi che in movimento. Il cartello, che reca una freccia girevole, prevede la presenza di due led lampeggianti.

Marker stradale: i marker stradali sono utilissimi per evidenziare eventuali punti pericolosi così come ostacoli, dossi o semplicemente segnapasso. Si accendono automaticamente al crepuscolo e si ricaricano con l’energia solare.

Quando ricorrere alla segnaletica luminosa?

Come accennato, è possibile sfruttare la segnaletica luminosa per evidenziare agli utenti della strada tutte quelle situazioni di potenziale pericolo che possono derivare da ingombri presenti su strada, così come mezzi al lavoro, irregolarità dell’asfalto o altra fonte di pericolo.

Soprattutto la notte, quando le condizioni di visibilità diventano scarse, poter usufruire di soluzioni come quelle che puoi visionare su SibeShop diventano fondamentali.

No Comments
Comunicati

Cosa succede se non si pagano le rate del mutuo?

  • By
  • 20 Giugno 2022

Sono in tanti a chiedersi cosa può succedere se non si pagano le rate del mutuo, soprattutto in un periodo come quello in corso in cui tante famiglie italiane sono andate in difficoltà economica.

Diciamo chiaramente che non è bello trovarsi in tale situazione e l’ideale sarebbe riuscire sempre a rimanere in regola con i pagamenti del mutuo alla banca. In caso contrario comunque, ecco a cosa possiamo andare incontro.

 

L’iter procedurale

Sia che si tratti di una rata pagata in ritardo, che di un pagamento che è andato anche oltre la scadenza prevista, la banca andrà ad attivare un iter procedurale come segue.

In tale evenienza infatti, la banca applica degli interessi di mora per tutelarsi, i quali si aggirano attorno al 4%. Successivamente si viene segnalati al Crif in qualità di cattivi pagatori ed infine, se quanto dovuto non viene versato, si può procedere con il pignoramento dell’immobile, il quale può successivamente essere messo all’asta.

 

Cosa succede con la segnalazione al Crif?

Il Crif è una società privata che ha il compito di gestire una importante banca dati relativa ad informazioni creditizie.

Qui giungono tutte le segnalazioni relative alle posizioni debitorie di persone o imprese che hanno richiesto di accedere al credito.

Essere segnalati all’interno di questo database comporta certamente dei problemi nel momento in cui si cercherà di accedere nuovamente al credito.

Bisogna comunque dire che è possibile essere cancellati da tale registro, ed il modo più veloce è quello di saldare quanto dovuto.

 

Come avviene la procedura esecutiva?

Se il titolare del mutuo non ha provveduto a saldare il suo debito, la banca procede con il pignoramento e successivamente mette l’immobile in vendita all’asta.

Quindi il mutuo viene revocato e la banca richiede il versamento dell’intero importo nell’arco di un tempo prestabilito.

C’è un’alternativa, in quanto la banca potrebbe richiedere la cessione del quinto dello stipendio per rientrare del proprio credito o direttamente del conto in banca.

Può anche decidere di pignorare ulteriori beni, siano essi mobili o immobili, giorno fino a recuperare l’importo dovuto dal cliente.

Esistono ad ogni modo in Italia dei siti specializzati che aiutano il cliente a risolvere situazioni di questo tipo, puoi farti un’idea visitando questo sito.

No Comments
Comunicati

I benefici dei trattamenti alle alghe

  • By
  • 20 Giugno 2022

Un trattamento estetico alle alghe per il corpo ha degli ottimi effetti lipolitici, drenanti e riattivanti.

I sali minerali e gli amminoacidi che le alghe contengono inoltre, hanno importanti proprietà benefiche e rigeneranti per la pelle.

Questo è il motivo per il quale è in continuo aumento il numero di coloro che desiderano sottoporsi a questo tipo di trattamento, realmente in grado di apportare benefici sia nel breve che a lungo termine.

Quali alghe vengono impiegate per questo tipo di trattamento?

Le alghe comunemente utilizzate per questo tipo di trattamento sono le Macrocystis Pyrifera, le quali hanno specifiche capacità dermopurificanti e idratanti, e svolgono inoltre una funzione rigenerante e antiossidante.

Si tratta di un’alga che viene raccolta prevalentemente lungo la costa orientale dell’Oceano Pacifico, ed è ritenuta in assoluto uno degli organismi in grado di crescere più velocemente dell’intero pianeta.

 

Caratteristiche delle alghe

Da sempre le alghe caratterizzano i nostri mari, fiumi e laghi. Il loro scopo è nobile, dato che si occupano di produrre ossigeno tramite la fotosintesi, e tutto ciò di cui hanno bisogno per vivere è la luce del sole.

In natura ne esistono migliaia di tipi, non soltanto di colore verde, e spesso le sottovalutiamo senza in realtà sapere che possiamo ricavarne dei benefici veramente importanti, su ogni parte del corpo.

Le caratteristiche delle alghe sono infatti note in virtù delle proprietà benefiche di cui il nostro organismo può beneficiare: tra le sostanze di cui sono fatte, ci sono proprio degli elementi veramente portentosi.

Parliamo ad esempio di magnesio, fosforo, iodio, rame, ferro, calcio, manganese e potassio, tra gli altri, ma anche di vitamine, fibre, grassi e oli essenziali.

Come funziona un trattamento alle alghe?

Le alghe naturali marine vengono disidratate, mediante essiccazione a bassa temperatura, e applicate in maniera diretta sul corpo assieme a prodotti cosmetici ottenuti dalla macerazione delle alghe.

Il massaggio e la loro frizione sul corpo esercitano un efficace effetto nutriente sulla pelle, ne regolano l’idratazione, favoriscono il rigenerarsi delle cellule ma soprattutto svolgono una importante funzione benefica per la stimolazione della circolazione linfatica e sanguigna.

Solitamente il trattamento parte dalla schiena e dalla zona lombare, così da sciogliere ogni tipo di tensione muscolare, per poi passare alle manovre che riguardano in particolare l’addome e le gambe.

Qui vengono applicati dei composti a base di acqua marina ed estratti d’alghe dal potente effetto drenante, che vengono subito dopo massaggiati energicamente finchè non vengono completamente assorbiti dal corpo.

Al termine della seduta viene applicato un impacco d’alga laminaria gigante, che ha spiccate capacità liporiducenti, e viene lasciato agire per 20 minuti prima di essere rimosso.

Benefici del trattamento alle alghe

Grazie alle proprietà benefiche delle alghe e al massaggio praticato da un professionista, è possibile trovare un profondo relax e benessere, oltre a diversi vantaggi per la pelle.

Tra questi il rimineralizzarsi dei tessuti, l’eliminazione delle tossine, la reidratazione della pelle e notevoli benefici sia per la circolazione sanguigna che per quella linfatica.

Ecco dunque il perché il massaggio alle alghe sia oggi così tanto richiesto, ed il segreto risiede nella loro grande concentrazione di oligoelementi, vitamine e sali minerali che sono veramente in grado di apportare benefici per la pelle e per il corpo più in generale.

Come vengono lavorate le alghe?

L’industria cosmetica ha fatto veramente passi da gigante nel corso degli ultimi anni, e in base al tipo di prodotto che si vuol realizzare esiste una lavorazione differente delle alghe.

Esistono i classici impacchi alle alghe, maschere e scrub, ad esempio. Molto richieste sono anche le creme alle alghe per il corpo, quelle per il viso e per la cura di infezioni cutanee.

Al di là del formato o della tipologia di prodotto prescelta comunque, certamente sfruttando le potenzialità delle alghe si ha la certezza di adoperare prodotti realmente di qualità ed efficaci.

 

È possibile eseguire questo trattamento autonomamente in casa?

Certamente. Oggi esistono in commercio tantissimi prodotti cosmetici alle alghe, pensati per ogni parte del corpo. Puoi farti un’idea sul sito di GreenGlow (www.greenglow.ch) per visionarne qualcuno e scegliere quello che ritieni possa essere più adatto a te.

Molto dipende infatti dagli obiettivi personali e dai motivi che spingono ad utilizzare una crema alle alghe. Alcune donne potrebbero averne bisogno in virtù delle loro capacità drenanti e dunque di ridurre il gonfiore localizzato, oltre a migliorare la circolazione in genere.

In altri casi si potrebbe aver bisogno di un trattamento alle alghe per ritardare gli effetti dell’invecchiamento cutaneo, dato che le alghe sono veramente efficaci anche contro le rughe, o adoperarle per mitigare le smagliature.

Da non sottovalutare inoltre è il fatto che le alghe svolgono anche una importante azione antibiotica e antinfiammatoria, il che le rende ideale per contrastare piccole infiammazioni a livello locale.

Come anticipato, tutto dipende dal motivo che ci spinge a provare una crema alle alghe e dal tipo di problema che desideriamo risolvere: esiste infatti un trattamento alle alghe specifico per risolvere ogni tipo di problema.

Conclusione

Le alghe rappresentano dunque un prezioso alleato per la nostra salute, ed il benessere del corpo in particolare.

Sia che tu abbia bisogno di contrastare gli effetti dell’invecchiamento, una infiammazione localizzata o inestetismo della pelle, esiste un prodotto a base di alghe in grado di garantirti il risultato desiderato.

Scegli con attenzione cercando di preferire quei prodotti realmente di qualità nei quali vengono adoperate le migliori alghe specifiche per quel tipo di problema, e vedrai che riuscirai a risolverlo brillantemente.

No Comments
Comunicati

I fattori che aiutano a scegliere una piattaforma per le proprie giocate online

  • By
  • 17 Giugno 2022

Il mondo delle scommesse sportive è caratterizzato da tantissimi fattori che vanno seguiti con attenzione per riuscire ad ottenere sempre risultati soddisfacenti. Sicuramente, tra i tanti fattori citati ci sono i bonus, i quali sono fortemente in grado di influenzare l’importo della vincita di una scommessa.

Sebbene i bonus non siano l’unico fattore, rappresentano comunque il più importante considerando che i giocatori ne subiscono il fascino e sono costantemente alla ricerca di quei bookmakers in grado di offrire bonus migliori ed in grado di moltiplicare in maniera consistente l’importo di un eventuale vincita.

A questo si uniscono poi le quote, che possono essere più o meno interessanti, e tante altre possibilità di gioco offerte allo scommettitore. Per essere sicuri di scegliere il bookmaker giusto nel caso in cui si decida di aprire un nuovo account di gioco, diventa necessario accedere al sito internet di ciascuna piattaforma, raccogliere i dati e paragonarli infine tra loro.

Questo può essere certamente un tipo di lavoro impegnativo, considerando che possono essere necessarie anche diverse ore prima di completare questo tipo di raccolta ed osservazione dei dati.

Esistono però a disposizione degli appassionati dei siti specifici che hanno già effettuato questo tipo di raccolta di dati e consentono agli scommettitori di risparmiare concretamente bel tempo.

Parliamo per questo di risorse come bookmakersaamsaconfronto.com, la quale va ad evidenziare i bonus e le condizioni offerte dai più importanti bookmakers esistenti sul mercato, consentendo così ai giocatori di poter scegliere in maniera rapida quello che è l’operatore ritenuto più adatto alle proprie necessità.

Dunque, tutto il lavoro di ricerca e raccolta dei dati è già stato fatto a monte, con notevoli vantaggi per il giocatore in termini di risparmio di tempo e ottime possibilità di individuare esattamente il bookmaker che si stava cercando.

No Comments
Comunicati

Fare la SEO Audit relativa ai Core Web Vitals usando Screaming Frog

  • By
  • 18 Maggio 2022

Core Web Vitals sono delle metriche lanciate da Google a metà del 2020, e riguardano le performance del sito. In questo articolo spiegheremo come farne un’audit completa con il tool Screaming Frog.

Audit dei Core Web Vitals

Per accedere ai dati di tutte le pagine di un sito al fine di realizzare un’audit abbiamo bisogno di:

  • Uno strumento di scansione; in questo caso utilizzeremo la versione a pagamento di Screaming Frog, che permette l’utilizzo delle API degli strumenti Google.
  • Le API di accesso a Pagespeed Insight;
  • Un sito da analizzare.

API di Pagespeed Insight

Il metodo più semplice per ricevere le API di Pagespeed è generare un progetto sulla console degli strumenti da developers di Google (o Google APIs) o ancora più facile ricevere una key dalla pagina di spiegazione delle API di Pagespeed. Una volta ottenuta la key sarà necessario inserirla nello strumento, Screaming Frog.

Attivazione di Screaming Frog

Per attivare la key di PageSpeed Insight sarà necessario inserirla dalla voce del menu Configuration > API access > Pagespeed Insight.

Una volta inserita nella voce “Secret Key”, cliccare su “Connect” per iniziare appunto la connessione. A questo punto le API sono connesse.

NOTA: qualora ci fossero problemi di compatibilità della key, assicuratevi che il progetto generato abbia attivato gli accessi alle API di Pagespeed Insight.

Raccogliere i dati

Una volta fatta partire la scansione di un sito sarà possibile vedere nel pannello laterale Overview il numero di pagine che presentano errori. Le categorie di errori sono le stesse presente sui tools di Google, di conseguenza sarà facile rintracciare le guide ufficiali per modificare i parametri fuori standard segnalati.

Cliccando sulla voce di errore sarà possibile vedere l’elenco completo delle URL coinvolte nella voce, anche se questa non è l’unica vista che rende possibile controllare le correzioni da effettuare. Infatti, se invece si volessero controllare le statistiche delle singole pagine, una per una, basterebbe aprire la schermata “Pagespeed” dei pannelli di Screaming Frog.

Perché è importante migliorare i Core Web Vitals di un sito?

I Core Web Vitals ci dicono quali pagine del nostro sito web sono veloci e quali risorse o elementi ne rallentano il caricamento. Forniscono inoltre indicazioni utili sul come migliorare tali problematiche.

Ottimizzando a dovere i Core Web Vitals è possibile migliorare notevolmente il caricamento delle pagine e l’esperienza di navigazione offerta. Di conseguenza, è molto probabile che Google decida di migliorare il posizionamento del sito in questione a seguito delle ricerche effettuate dagli utenti.

Come recentemente affermato anche da Andrea Preite (trovi qui l’intervista del CEO di Rixalto Media) grazie a questi aspetti, all’apparenza un po’ più tecnici, è possibile migliorare e valorizzare la propria presenza online.

No Comments
Comunicati

Il restauro artistico di opere d’arte

  • By
  • 18 Maggio 2022

L’Italia è un paese dall’immenso patrimonio artistico storico e architettonico, e da sempre la scuola di restauro italiana è apprezzata nel mondo. Per restauro artistico si intende l’insieme di quello operazioni di recupero e conservazione di opere e manufatti dal grande interesse storico e culturale che sono stati danneggiati dal trascorrere del tempo.

Con il passare degli anni infatti, le opere di qualsiasi materiale vanno pian piano a degradarsi e rovinarsi. Questo avviene fondamentalmente per fattori ambientali quali l’azione del sole e del caldo, così come pioggia, freddo e umidità. Per questo motivo è bene procedere con un restauro artistico e restituire così ad ogni manufatto il suo aspetto originario.

L’analisi preventiva

Per procedere bene con le operazioni di restauro bisogna effettuare sempre una analisi del materiale sul quale si dovranno effettuare le operazioni necessarie. In questa maniera è possibile sapere in anticipo come l’opera reagirà agli interventi che andremo ad apportare, e questo è importante perché consente di lavorare senza rischiare di danneggiare il manufatto.

Oggi questi studi non si limitano all’analisi tradizionale dei materiali, ma si procede anche mediante analisi molecolare e chimica per conoscere più in dettaglio la composizione del materiale da restaurare. Per questo motivo è indispensabile anche il lavoro che viene effettuato in laboratorio, che consente poi di ottenere molto di più sul campo.

Il rispetto dell’opera

Quando ci apprestiamo ad effettuare il restauro artistico di opere d’arte dobbiamo sempre tenere a mente che non bisogna andare a modificare la loro natura e le peculiarità di ogni manufatto, come conferma l’azienda di restauro Maltese srl di Alcamo (TP), ma al contrario queste vanno mantenute. Un bene artistico infatti deve sempre essere rispettato e ciò implica il consentirgli di mantenere la propria identità e aspetto originario. Ciò significa che è possibile restituirgli integrità senza per questo dover compromettere la sua storia e artisticità.

Conclusione

Dunque il restauro artistico di opere d’arte va portato avanti in maniera precisa e corretta anche dal punto di vista morale, prima ancora che storico e artistico. Solo in questa maniera sarà possibile restituire al manufatto veramente le sembianze originarie.

No Comments
Comunicati

Sport e Protezioni Antitrauma su Misura

sport-protezioni-antitrauma

Impianti sportivi, palestre e più in generale aree dedicate ad attività sportiva, presentano dei potenziali elementi di pericolo ai quali solitamente non si fa caso.

È possibile infatti che a bordo campo, o nei pressi del terreno di gioco, vi siano delle strutture fisse che rappresentano un pericolo potenziale e che possono essere urtate inavvertitamente dagli atleti durante le fasi di gioco più concitate.

Gli esempi possono essere i più svariati e vanno dalle colonne o pilastri di cemento presenti a bordo campo ai classici muretti di recinzione, solitamente in cemento, passando dalle tipiche reti metalliche con paletti che delimitano l’area di gioco, ma non solo.

Esistono inoltre tantissimi potenziali fattori di rischio quali ad esempio eventuali gradoni per gli spettatori, poggiamano, eventuali cassette antincendio e tutto ciò che tipicamente può trovarsi nei pressi di un campo da gioco.

I giocatori non hanno chiaramente percezione di tali pericoli durante le fasi di gioco. Soprattutto nei momenti più concitati infatti, diventa ancora più difficile riuscire a determinare cosa costituisca pericolo attorno a sé, considerando che l’interesse è prevalentemente quello di effettuare la giocata che si ha in mente in quel momento.

È proprio in situazioni come queste che è possibile andare ad urtare un avvertitamente qualcosa con il rischio di farsi male. Ciò è vero non soltanto per il calcio ed il calcetto, ma anche per tantissimi altri sport di movimento come il padel, il tennis, la pallavolo, ed il basket, su tutti.

Si tratta di sport ampiamente praticati e che prevedono, nel naturale svolgersi del gioco, la necessità per gli atleti di effettuare degli scatti che possano in qualche modo andare anche oltre il terreno di gioco con il pericolo di una collisione con le strutture sopracitate.

Proprio per risolvere questa necessità nasce l’esigenza di poter disporre di soluzioni in grado di rendere innocuo ogni elemento potenzialmente pericoloso per gli atleti.

Tale soluzione è rappresentata dalle protezioni antitrauma su misura di Giocare in Sicurezza, ovvero prodotti antitrauma UNI EN 913 a norma di legge e perfettamente in grado di tutelare l’incolumità degli atleti durante le fasi di allenamento o gioco, rendendo praticamente innocuo ogni tipo di urto accidentale.

Inviaci foto e misure dettagliate dei potenziali pericoli presenti nella tua struttura sportiva! Chiama il numero verde gratuito 800.960.801 o clicca qui e compila il form di richiesta informazioni: https://protex.design/contatto/

No Comments
Comunicati

Come avere una caldaia più efficiente?

  • By
  • 23 Aprile 2022

Secondo una recente ricerca, quasi la metà dell’energia consumata nelle case italiane è dovuta al riscaldamento e nella maggior parte dei casi ciò non viene fatto in modo efficiente.

La maggior parte delle caldaie c’è infatti bisogno di riscaldare l’acqua ad 80 gradi per aumentare la temperatura dei radiatori in modo che riscaldino la nostra casa alla temperatura desiderata.

Queste caldaie funzionano con un’efficienza intorno all’80%, il che significa che il 20% del combustibile bruciato non viene utilizzato per il nostro riscaldamento.

Le caldaie a bassa temperatura

Se invece di riscaldare l’acqua ad 80 gradi utilizzassimo caldaie che riscaldano l’acqua a 35ºC o 40ºC impiegheremmo meno energia, poiché l’energia che dobbiamo trasmettere all’acqua è direttamente proporzionale alla differenza tra la temperatura finale e la temperatura della rete, e saremo più efficienti con il riscaldamento in questo modo.

Ciò è possibile grazie a  caldaie a bassa temperatura  in grado di adattare il proprio funzionamento alle reali esigenze di ogni momento, le quali raggiungono  rendimenti intorno al 95% , il che implica solo il 5% di perdite.

Per questo è conveniente utilizzare radiatori a bassa temperatura che non dovranno riscaldarsi poi così tanto per riscaldare gli ambienti, come accade con le caldaie tradizionali.

Il prezzo di una caldaia a bassa temperatura può aggirarsi intorno ai 5.000 euro, mentre una caldaia a gas convenzionale costa circa 2.000 euro.

Le caldaie a condensazione

Una tecnologia ancora più efficiente sono le  caldaie a condensazione, che sono in grado di condensare una parte significativa del vapore acqueo contenuto nei loro gas di combustione.

Quando la temperatura scende al di sotto del punto di rugiada dell’acqua infatti, questa condensa cede calore che diventa vapore acqueo.

Il calore estratto dalla condensazione dei gas viene utilizzato dalla caldaia stessa, con un vantaggio ambientale ed economico per gli utenti.

Grazie a questo sistema, queste caldaie riescono a sfruttare meglio l’energia rispetto alle caldaie standard o a bassa temperatura, il che significa raggiungere  valori di prestazione anche superiori al 100 % e risparmiare energia, oltre che emissioni di CO2 in atmosfera e denaro.

Parlane con il tuo tecnico di installazione caldaie di fiducia per capire quale possa essere la caldaia più efficiente da acquistare, così da poter avere una caldaia realmente efficiente.

No Comments
Comunicati

Le tastiere a membrana

  • By
  • 21 Aprile 2022

Predisporre un dispositivo da esterni con gettoniera può essere un problema quando si pensa al fatto che questo sarà costantemente esposto alle intemperie, con tutti i problemi che ne conseguono per la bottoniera in particolare.

Proprio il macchinario che consente all’utente di selezionare i prodotti o servizi di proprio interesse infatti, è particolarmente sensibile alle temperature rigide ma soprattutto alla pioggia.

In questo caso è bene pensare a delle tastiere a membrana, le quali hanno delle caratteristiche tali che le rendono perfette per questo tipo di utilizzo.

Le tastiere a membrana infatti, presentano una particolare curvatura che avvolge ogni tasto impedendo di fatto che l’acqua possa filtrare al suo interno e andare a danneggiare i circuiti.

Per questo motivo una tastiera a membrana è sempre la soluzione ideale quando si progetta di posizionare all’esterno un qualsiasi tipo di macchina distributore, o quantomeno posizionarla laddove non vi è una particolare protezione dalle intemperie.

In questa maniera infatti, si andrà a risparmiare notevolmente su quelli che sono i costi di manutenzione. Le tastiere a membrana infatti, non temono il freddo e la pioggia, e per questo motivo rappresentano la risorsa ideale da utilizzare in ambienti esterni.

Al contrario, una tastiera di tipo tradizionale posizionata laddove possono arrivare delle goccioline d’acqua o comunque le temperature scendono in maniera notevole, può andare più frequentemente a creare problemi e dunque necessitare di un intervento di manutenzione.

Per questo motivo le tastiere a membrana sono ormai la prima scelta per tantissime aziende o realtà commerciali di qualsiasi tipo che decidono di posizionare un proprio distributore su ambiente esterno.

No Comments
Comunicati

Gli episodi di furti in azienda

  • By
  • 21 Aprile 2022

I furti interni sono un serio problema per le finanze aziendali, e questi non sembrano essere diminuiti a causa della crisi, anzi. Si tratta di episodi sempre più all’ordine del giorno e per questo ci si rivolge ad agenzie di investigazioni private per porre fine a furti come quelli che seguono.

 

Denaro contante

Consumi o vendite che non vengono registrate e vanno direttamente nelle tasche del lavoratore. Ci sono mille e un modo per impossessarsi del denaro di qualcun altro: non “spuntare”, i resi, stampare copie di scontrini precedenti, etc.

La verità è che abbiamo visto di tutto ma alla fine la risoluzione è relativamente semplice: se del denaro viene consegnato a un lavoratore deve finire in cassa, non ci sono alternative.

 

Furto di materiale

Possono essere bottiglie di vino, accessori tecnologici o parti di automobili: tutto può essere rubato da parte dei dipendenti infedeli. Alcuni sottraggono i prodotti per proprio uso, altri allestiscono vere e proprie reti di vendita sottobanco ottenendo notevoli vantaggi economici.

In ogni caso, e non importa quanto si nascondano, prenderli in flagranza di reato di solito è più facile di quanto pensino.

 

Indiziati numero uno: i dipendenti storici

Si dice spesso che “il colpevole è sempre il più insospettabile” e non si è sulla strada sbagliata. Le persone più fidate, il veterano che è in azienda da più tempo, sono solitamente quelle che hanno più libertà a disposizione per appropriarsi di ciò che appartiene ad altri: conoscono le usanze dell’azienda, di solito hanno pochi o nessun supervisore direttamente sopra loro e hanno avuto il tempo di pianificare bene il come fare.

Se riscontri un inspiegabile calo negli incassi nonostante le vendite, o se hai della merce in meno in magazzino nonostante i tuoi dati dicano altro, potresti pensare ad ingaggiare una agenzia investigativa per scoprire se il problema siano i tuoi dipendenti o meno.

No Comments
Comunicati

È importante analizzare i dati prima di scommettere?

  • By
  • 13 Aprile 2022

Chi è appassionato di scommesse sportive conosce bene quelle sensazioni piacevoli che si provano nel momento in cui si va ad effettuare una giocata sperando chiaramente che questa possa rivelarsi vincente.

Quel che però molti giocatori non hanno è un metodo vincente. Per metodo vincente si intende un sistema di gioco che possa essere il più possibile analitico e preciso. Questo proprio per evitare di giocare in maniera approssimativa e dunque diminuendo così notevolmente le probabilità di vincita.

Quello che molti fanno infatti, è scommettere semplicemente d’istinto e dunque agendo esclusivamente proprio pensiero senza ha controllare qualsiasi tipo di dato.

È proprio l’analisi dei dati e invece fondamentale se si desidera migliorare il proprio sistema di gioco e dunque le probabilità di effettuare delle scommesse vincenti.

È fondamentale acquisire una certa capacità di analizzare tutti i dati a propria disposizione come ad esempio le statistiche per quel determinato match, la situazione di forma relativa ai giocatori che scenderanno in campo e tutti gli eventuali dati che possono essere tenuti in considerazione se questi hanno in qualche modo possibilità di influire sul risultato finale.

Adottando dunque un approccio di questo tipo, il giocatore vedrà aumentare in maniera considerevole il numero di scommesse vinte e soprattutto i suoi guadagni. Non più dunque delle scommesse che vengono effettuate in maniera piuttosto leggera e “di pancia” ma al contrario un vero e proprio metodo che tiene in considerazione qualsiasi elemento utile al fine di aumentare le probabilità di vittoria.

Su 22bet trovi tutte le informazioni di cui hai bisogno per scommettere bene ed in maniera ponderata, aumentando così le possibilità di vittoria.

No Comments
Comunicati

Varese e dintorni: l’acqua da bere è sicura?

L’acqua è un elemento fondamentale del nostro organismo, dato che costituisce circa il 70% del nostro corpo, e abbiamo bisogno di assumerne una che sia equilibrata e bilanciata per garantire sempre la perfetta efficienza, sia degli organi dell’apparato digerente che del corpo più in generale.

Purtroppo infatti, è importante sottolineare che la qualità dell’acqua del rubinetto di casa, anche se si è allacciati alla rete idrica pubblica, non sempre è ottimale ed è possibile vi sia un livello consistente di elementi potenzialmente dannosi per il nostro organismo quali ad esempio ruggine, cloro, metalli pesanti ed altri elementi che se assunti regolarmente possono, a lungo andare, essere causa di patologie anche serie.

Nella zona di Varese in particolar modo, l’acqua è spesso interessata da quantità eccessive di calcio e magnesio che a lungo andare possono incidere negativamente sia sulle tubazioni che sulla nostra salute.

L’acqua in bottiglia non è la soluzione ideale

Per questo molti cittadini, consapevoli dei rischi di un’acqua non proprio salutare che sgorga dai rubinetti di casa, decidono di optare per le bottiglie d’acqua del supermercato. Queste però, hanno un costo al litro anche dieci volte superiore all’acqua del rubinetto, ed hanno lo svantaggio di essere particolarmente pesanti e difficili da trasportare.

L’ideale sarebbe il riuscire a bere l’acqua del rubinetto con la certezza che questa possa essere veramente equilibrata, salutare e con un buon sapore. Per questo motivo sempre più utenti scelgono di acquistare uno tra i migliori depuratori acqua Varese, i quali filtrano minuziosamente dall’acqua ogni sostanza potenzialmente pericolosa per il nostro organismo, consentendo finalmente di bere un’ottima acqua senza dover più temere per la propria salute.

Una differenza subito percepibile

La differenza sarà nettamente percettibile sin dal primo sorso anche a livello di sapore, e sarà possibile anche ottenere dell’ottima acqua frizzante ogni qualvolta lo si desidera scegliendo il depuratore adatto.

Veramente una soluzione che consente di tutelare la salute di tutta la famiglia e al tempo stesso di risparmiare denaro e fatica.

No Comments
Comunicati

Gli alimenti per curare e risolvere la cistite

La cistite è una malattia che riguarda molte persone, chi in forma più lieve e chi in maniera più importante, la maggior parte delle quali sono donne. Il 37% delle donne soffre infatti di almeno un episodio di cistite nella propria vita.

Si tratta di una infezione delle urine che provoca dolore al sistema urinario, bruciore e un costante desiderio di urinare anche subito dopo aver appena urinato.

I rapporti sessuali, le abitudini igieniche e l’alimentazione influenzano lo sviluppo di questa infezione, che una volta che compare di solito tende a manifestarsi di nuovo. Oggi vedremo insieme come combattere la cistite e quali alimenti possono aiutarci allo scopo.

Di fronte alla cistite infatti, il cibo può essere un ottimo alleato. Grazie ad una corretta alimentazione possiamo riuscire a controllare l’infezione e prevenirne il ritorno.

 

Quali alimenti ci aiutano a combattere la cistite?

  • Bere liquidi: per evitare infezioni urinarie, è essenziale mantenere un traffico urinario costante che ci aiuta ad eliminare i batteri che causano l’infezione. Il consumo costante di acqua è un ottima maniera per un sistema urinario sano.
  • Mangia mirtilli rossi Questo frutto impedisce ai batteri di attaccarsi alle pareti delle vie urinarie e, quindi, aiuta a prevenire le infezioni.
  • Mangia cereali integrali: miglio, riso integrale, quinoa, amaranto, avena, grano saraceno. Essendo ricchi di fibre, questi alimenti ci aiutano a regolare il transito intestinale.
  • Consuma legumi 4-5 volte a settimana, dato che rappresentano un’ottima fonte di proteine ​​vegetali.
  • Aumenta il consumo di verdura e frutta, almeno 5 porzioni la settimana.
  • Incorpora nella tua dieta semi oleosi quali sesamo, girasole, zucca.

 

Quali alimenti vanno evitati o limitati?

  • Evita gli zuccheri e le farine raffinate poiché indeboliscono le difese
  • Regola il consumo di grassi saturi per evitare l’accumulo di tossine nelle urine, migliorando così lo stato del sistema urinario.
  • Evita di bere caffè e alcol, i quali sono irritanti

Adottare queste buone regole ti aiuterà a gestire meglio la tua cistite, facendo in modo che questa si manifesti molto più di rado fino a scomparire del tutto.

Se i sintomi della cistite dovessero invece acuirsi, faresti bene a richiedere un teleconsulto medico così da avere rapidamente il parere di un esperto.

No Comments
Comunicati

Salone da parrucchiere: l’importanza dei mobili

I primi saloni da parrucchiere apparvero alla fine dell’800 ed erano riservati agli uomini, mentre le donne si pettinavano in casa. Solo nel 20° secolo i parrucchieri sono diventati più democratici ed iniziarono a servire l’intera popolazione.

Oggi, sia che si vada dal parrucchiere in maniera abituale o saltuaria, questo rappresenta un vero momento di relax e comfort. Con la forte concorrenza che c’è sul mercato adesso, i parrucchieri stanno diventando sempre più qualificati e propongono una vasta gamma di servizi per offrire un’esperienza di relax completa a 360°.

Se è vero che l’estetica degli ambienti attiri i clienti, la reputazione di una attività risiede anche nel comfort dei mobili, il che aiuta anche a fidelizzare i clienti. Un arredamento ergonomico e confortevole, infatti, consente ai professionisti di ottimizzare il proprio lavoro e garantire la soddisfazione del cliente.

La zona d’attesa

Il comfort deve esserci in ogni momento del servizio e inizia non appena il cliente varca la soglia della porta. Scegli bene allora poltrone e divanetti, eventualmente reclinabili o con la possibilità di poter allungare i piedi. L’attesa diventa così un momento di relax a sé stante.

La poltrona dello shampoo

È l’ora dello shampoo. La regolazione dell’attrezzatura è fondamentale per evitare disagi sia per il parrucchiere che per il cliente. La regolazione in altezza del lavabo o della poltrona per lo shampoo permette di adattare l’attrezzatura all’altezza necessaria. Ciò ti impedirà di chinarti e limiterà il rischio di mal di schiena, inoltre il cliente non avrà fastidi al collo.

L’inclinazione della sedia (poggiatesta e/o schienale), permette un perfetto posizionamento del cliente rispetto al vassoio e riduce infatti la rigidità del collo. Inoltre, il momento dello shampoo è spesso occasione per offrire trattamenti complementari (massaggio, pedicure, manicure, etc). Un’attrezzatura ergonomica permette al cliente di sfruttare al meglio questo momento e di beneficiare di un comfort ancora maggiore, ad esempio con vasche idromassaggio per massaggi e pedicure, integrate a scomparsa.

Mobili ergonomici e regolabili

L’ergonomia delle apparecchiature consente inoltre di adattarsi alle persone a mobilità ridotta e di offrire loro la stessa qualità del servizio. Scegli allora adeguatamente le forniture per parrucchieri giuste in base alle tue necessità operative, nonché in funzione degli spazi a disposizione.

Il taglio

Quando si tratta di styling, anche l’ergonomia della sedia in cui avviene il taglio dei capelli è importante. sedia regolabile riduce lo sforzo del parrucchiere durante il suo lavoro, che è particolarmente a rischio di disturbi muscolo-scheletrici. Questo migliora la postura e fornisce un risultato di qualità.

No Comments
Comunicati

Come gestire efficacemente la tua azienda

  • By
  • 3 Febbraio 2022

Ogni azienda cerca di raggiungere la massima efficienza in tutti gli aspetti: produttività, costi, redditività e risorse umane. Per raggiungere questo obiettivo, è importante sapere capire come gestire efficacemente l’azienda.

Un amministratore efficiente è colui che mantiene rapporti sani con clienti e dipendenti, il che si traduce in un’azienda che funziona: rimane sul mercato con clienti soddisfatti, lavoratori contenti, azionisti convinti, aziende partner dalla sua parte e autorità fiduciose. Grazie ad un cruscotto di monitoraggio aziendale è inoltre possibile verificare lo stato di salute dell’azienda.

Secondo gli esperti, il fattore determinante per il successo di un’impresa è il modo in cui i suoi manager:

  • Si assumono la responsabilità delle loro decisioni
  • Comunicano con i subordinati
  • Si Concentrano sulle opportunità e non sui problemi

Se a queste affermazioni si aggiunge il concetto di “efficienza”, si segue la strada per il raggiungimento dell’eccellenza organizzativa.

Ci sono due segreti per una gestione efficiente del business :

  1. Tieni presente la mission aziendale. Un’azienda è un gruppo di persone chelavorano per raggiungere un obiettivo comune. Questo punto di vista nella definizione di azienda, permette di avere un’altra prospettiva per gestirla. Il responsabile dell’impresa deve vedere i suoi collaboratori come persone. Le macchine non si stancano; le persone si. Le macchine non si ammalano; le persone si. Le macchine non richiedono motivazione per funzionare; le persone si. Gli “amministratori” trattano i propri collaboratori come se fossero macchine e questa è la base del problema. Ma se la prospettiva cambia, le persone saranno in grado di esprimere il loro pieno potenziale e aiutare il manager a raggiungere gli obiettivi prefissati.
  2. Tieni presente le funzioni dell’amministratore. Questi sono: pianificare, organizzare, dirigere e controllare, e sono le linee guida per raggiungere il successo e avere dipendenti e clienti soddisfatti. La pianificazione è infatti il vedere il futuro; organizzare è dare uno scheletro a ciò che è pianificato; dirigere è guidare i dipendenti verso gli obiettivi; il controllo consiste nel verificare che gli obiettivi siano raggiunti.

In sintesi, per capire come gestire un’azienda, devi ricordare che lavori con le persone, essere responsabile delle tue decisioni ed essere chiaro sulle tue funzioni di base. In questo modo puoi creare un business redditizio.

No Comments
Comunicati

La CBD e la sua rivoluzione sul mercato

  • By
  • 5 Gennaio 2022

La cannabis light è una varietà che è stata creata per coloro che vogliono usare la cannabis, ma senza l’effetto ipnotico che si ottiene usando qualsiasi tipo di marijuana. Per questi casi, il cannabidiolo (CBD) è il migliore, in quanto può essere utilizzato come rilassante in moltissimi casi.

È usato in medicina come antinfiammatorio, conciliatore del sonno, per la riduzione dell’ansia, controllo degli spasmi, come antipsicotico e come antiossidante. Questa è la versione femminizzata, che offre un livello molto alto di CBD. Nei test, alcune piante raggiungono il 14% di CBD, in questo caso il THC (tetraidrocannabinolo) è lo 0,2%. L’effetto è una sensazione positiva e rilassante che non influisce sulle tue capacità, quindi la tua mente sarà rilassata e attenta allo stesso tempo.

Dunque stiamo parlando della cosiddetta “cannabis light”, così chiamata in Italia per la leggerezza del suo effetto, è che sta vivendo un vero e proprio ‘boom’ negli ultimi anni nel nostro paese, come anche da altre parti. Essa è anche popolarmente nota come CBD, ma in realtà questo è l’acronimo di cannabidiolo, uno dei principi attivi che la pianta contiene (a tal proposito ci sono dei siti specializzati nella vendita  talee canapa).

A differenza del tetraidrocannabinolo o del THC, il componente che causa lo “sballo” e lo trasforma in un farmaco, questo componente non è psicoattivo. I suoi effetti sono principalmente sedativi e non è considerato un narcotico. In Svizzera ad esempio, dove l’industria della cannabis sta crescendo rapidamente dopo il lancio del primo prodotto CBD commerciale, la vendita di prodotti a base di cannabis è consentita purché contengano meno dell’1% di THC, mentre in Italia è consentito raggiungere il 2%. Il tutto si può acquistare comodamente online da casa senza muoversi dal divano grazie ai siti di vendita hashish cbd Legale, una vera e propria rivoluzione quella che stiamo vivendo in questi anni.

No Comments
Comunicati

Quanti soldi si possono vincere con le scommesse sportive?

  • By
  • 29 Dicembre 2021

La stragrande maggioranza dei giocatori inizia ad avvicinarsi timidamente al mondo delle scommesse sportive, magari ottiene un codice promozionale interessante che consente di aumentare l’investimento iniziale e pensano di far saltare il banco grazie alla loro elevata conoscenza del mondo dello sport. Sfortunatamente, l’85% di questi giocatori finisce per perdere tutti i soldi. Questo significa che solo il 15% riesce a portare a casa una vincita.

Per capire il perché di questa percentuale faremo riferimento ai guadagni che possono essere conseguiti in un anno: ad esempio, se uno scommettitore vince 100€ tutte in una volta, ma poi spende 120€ nel corso dello stesso anno, alla fine avrà un saldo di -20 €, quindi avrà ottenuto una perdita. Se un giocatore prova a giocare invece una sola volta e vince 20€, il saldo a fine anno sarà di 20€ all’attivo, quindi entrerebbe in zona vincita.

Ma, volendo essere sinceri, di questo 15% la quasi totalità dei giocatori prende appunto piccoli premi. Solo lo 0,8% riesce a realizzare il proprio sogno e ad arrivare a vincere somme cospique nel mondo delle scommesse sportive. Se riusciamo ad essere parte di quello 0,8%, i profitti che possiamo ottenere possono essere compresi benissimo tra i 3000€ ed i 5000€, vale a dire numeri non trascurabili.

 

Come possiamo aumentare i nostri profitti con i bookmakers?

Innanzitutto bisogna aver maturato un minimo di esperienza. Per essere chiari, nessuno aprirà un account su una piattaforma come 22Bet, farà una scommessa e si proclamerà milionario dall’oggi al domani. Questo è possibile solo alla lotteria, ma non in un bookmaker.

Una buona risorsa che possiamo usare è seguire un informatore. Un “tipster” è un esperto in un determinato campo (ad esempio in sport come il calcio o il basket, ma anche nelle scommesse relative ai motori e agli sport minori).

Essi ti offrono una serie di probabili previsioni in cambio di una piccola commissione. Se ti affidi ad un tipster veramente bravo, potrai partire sin da subito con il piede giusto nel mondo delle scommesse sportive.

Come puoi vedere, guadagnarsi da vivere con le scommesse sportive non è affatto facile.

No Comments
Comunicati

Studio di animazione 3d a Milano

  • By
  • 16 Dicembre 2021

Sempre di più oggi nel mondo del cinema si usano gli effetti speciali per creare delle situazioni fantastiche e stupire il pubblico con grafiche accattivanti e ricche di colori e piccoli particolari.

Non sempre è possibile girare delle scene che rappresentino la realtà, e per questo motivo in alcuni casi si ricorre a dei rendering, ovvero a delle immagini che raffigurano una scena interamente creata da strumenti informatici ma che per la qualità dell’immagine, della definizione e per la ricchezza di particolari viene assolutamente scambiata per una qualsiasi normale ripresa cinematografica.

Si tratta chiaramente di soluzioni specifiche per il cinema ed in particolar modo di rendering 3D che hanno proprio il compito di rappresentare una realtà che in verità non esiste ma che agli occhi di chi osserva si presenta come tale.

I film che siamo soliti vedere al cinema o in TV sono ricchi di soluzioni come queste, e non ce ne accorgiamo nemmeno proprio perché la definizione grafica e la qualità dell’immagine che riusciamo a percepire è tale da farci sembrare che effettivamente si tratti di un qualcosa che sia realmente esistente.

Nel cinema si fa ricorso al rendering 3D per tutte quelle scene che altrimenti non è possibile girare normalmente, vuoi perché impossibili tecnicamente o perché i personaggi che in essa sono rappresentati sono dei personaggi di fantasia che dunque possono essere realizzati solo con questa tecnica.

Se fai parte di una produzione cinematografica e desideri ottenere delle bellissime riprese 3D per le tue pellicole, fai bene a rivolgerti ad uno studio specializzato realizzare per te tutte le immagini di cui hai bisogno per il tuo film. Marulli è uno studio animazione 3d Milano, specializzato nella produzione di rendering per il cinema e vanta grande esperienza in questo settore. Per informazioni puoi contattare il recapito telefonico 3337317766.

No Comments
Comunicati

Aloe Vera: proprietà e benefici per l’organismo

  • By
  • 28 Novembre 2021

L’Aloe Vera è una pianta che sin dall’antichità è definita come miracolosa da chi la utilizza a fini curativi, data la sua capacità di esercitare un effetto benefico nei confronti di tantissime patologie che riguardano il nostro corpo, sia interne che esterne.

La sua grande diffusione è dovuta anche al fatto che l’ Aloe Vera è una pianta semplice da coltivare e da tenere in casa, e dunque facilmente accessibile e alla portata di tutti.

Estrarre questa sostanza dalle foglie della pianta non è complicato, ma se desideri avere un prodotto già pronto per l’uso puoi prenderne direttamente uno dalla Farmacia Cairoli che opera anche online.

 

Cosa è possibile curare con l’Aloe Vera?

Oltre alle note capacità di lenire lesioni o irritazioni cutanee, questa pianta dalle qualità eccelse viene spesso impiegata per dare sollievo al mal di stomaco, ad esempio, così come all’acidità di stomaco.

L’ Aloe Vera è infatti in grado di favorire il naturale ripristino del pH della flora batterica, nonché eliminare le tossine accumulate. Questa pianta così portentosa è inoltre in grado di alleviare i dolori dei muscoli o articolari, nonché offrire sollievo nei confronti dei dolori mestruali e i fastidi legati alla menopausa.

È la soluzione ideale anche in caso di tosse, febbre o raffreddore grazie alle sue proprietà antinfiammatorie e antibatteriche, mentre chi soffre di insonnia potrà giovare della particolare capacità dell’ Aloe Vera di aiutare l’organismo a liberarsi dallo stress e a rilassarsi interamente, preparandosi così al sonno.

Questa pianta rappresenta inoltre un naturale attivatore del sistema immunitario, nonché un buonissimo integratore alimentare grazie agli aminoacidi essenziali di cui è ricca, così come delle vitamine e dei sali minerali.

 

Quando e come assumerla?

È preferibile assumere un cucchiaio di succo di Aloe Vera subito dopo i pasti più importanti per beneficiare delle proprietà di questa splendida pianta, ed è dunque chiaro il motivo per il quale oggi siano così tante le persone a cercare informazioni al riguardo.

Curare determinate patologie in maniera così naturale, e dunque senza ricorrere all’assunzione di farmaci, è sicuramente qualcosa di positivo considerando che in questa maniera è possibile ottenere il massimo risultato (ovvero la risoluzione del problema) senza aver assunto alcun tipo di farmaco.

No Comments
Comunicati

L’importanza di bere una buona acqua

  • By
  • 18 Novembre 2021

Ogni anno il 22 Marzo, l’ONU celebra la Giornata Mondiale dell’Acqua con lo slogan “Valorizziamo l’oro blu“. Le ragioni sono facilmente intuibili, dato che l’acqua è al primo posto nell’elenco degli obiettivi di sviluppo sostenibile a larga scala e deve quindi essere accessibile a tutti, in ogni parte del mondo.

In occasione di questa giornata, gli esperti ricordano l’importanza di questo elemento così prezioso per la vita e di conseguenza per il corpo umano, dato che costituisce una percentuale che oscilla tra il 60-70% del nostro organismo.

 

L’importanza dell’acqua all’interno del nostro organismo

Tra queste importanti funzioni spiccano il trasporto di nutrienti alle cellule, il mantenimento del volume sanguigno e dell’equilibrio elettrolitico, nonché la regolazione della temperatura corporea.

L’acqua non può essere sintetizzata dal nostro corpo o immagazzinata in modo efficiente, quindi è necessario un apporto giornaliero sufficiente per compensare le perdite subite attraverso la sudorazione, la respirazione o l’urina, al fine di mantenere un adeguato equilibrio idrico.

Secondo i medici, in generale si raccomanda un consumo totale di acqua che va tra i 2 ed i 2,5 litri al giorno, sia attraverso l’assunzione di bevande (80%), principalmente di acqua, e cibo (20%) come frutta e verdura.

Sebbene si dice che il fabbisogno di acqua giornaliero è variabile per ogni persona anche in base all’età, all’attività fisica e alle condizioni ambientali, il mancato rispetto di questi requisiti provocherebbe uno stato di disidratazione.

 

Non sempre la sete è un indicatore della necessità di bere

Allo stesso modo, non possiamo dimenticare che la sete non è sempre un indicatore affidabile della necessità di bere liquidi, poiché si manifesta in situazioni di leggera disidratazione, e in determinate circostanze o età questo meccanismo non scatta.

Inoltre, gli specialisti aggiungono che sebbene non vi sia un limite massimo di assunzione di acqua nella popolazione generale, in alcune patologie il suo consumo deve essere controllato, come nel caso dello scompenso renale o cardiaco.

Molto importante è infine conoscere qual è la qualità dell’acqua che si beve ed il suo residuo fisso, soprattutto per gli utenti che tendono a sviluppare i cosiddetti calcoli renali. Per loro è consigliabile l’utilizzo del miglior depuratore acqua così da avere la certezza che non vi siano residui ed impurità che possono favorire la formazione dei calcoli.

No Comments