All Posts By

prnewswire

Comunicati

PRN: Ferrari: i risultati del primo trimestre 2016 saranno presentati il 2 maggio

Ferrari: i risultati del primo trimestre 2016 saranno presentati il 2 maggio

 
[2016-04-26]
 

MARANELLO, Italia, April 26, 2016 /PRNewswire/ —

Ferrari N.V. (“Ferrari“) (NYSE/MTA: RACE) comunica che i risultati finanziari per il primo trimestre del 2016 saranno presentati lunedì 2 maggio 2016.

     (Logo: http://photos.prnewswire.com/prnh/20151023/279900LOGO )

Il webcast audio in diretta della conference call sui risultati del primo trimestre 2016 avrà inizio alle ore 18.00 CEST / 17.00 BST / 12.00 EDT di lunedì 2 maggio.

Le istruzioni per accedere in diretta al webcast audio della presentazione sono disponibili nella sezione Investors del sito corporate di Ferrari al seguente indirizzo: http://corporate.ferrari.com. Per tutti coloro che non potranno seguire la sessione in diretta, una registrazione del webcast rimarrà accessibile sul sito corporate di Ferrari (http://corporate.ferrari.com) per due settimane dopo la conference call.

 

Company Codes: Frankfurt:FR6, NYSE:RACE, Bloomberg:[email protected], Bloomberg:[email protected], Bloomberg:[email protected], RICS:CFT, RICS:FR6, RICS:FR6.F, RICS:RACE.K, RICS:RACE.N, RICS:RACE.P, RICS:RACE.Z, ISIN:NL0011509302, Berlin:FR6, Dusseldorf:FR6, Munich:FR6, Stuttgart:FR6, XETRA:FR6
No Comments
Comunicati

PRN: Le soluzioni totali di Supermicro® per il privato, pubblico e Cloud ibrido accelerano la crescita delle infrastrutture aperte

Le soluzioni totali di Supermicro® per il privato, pubblico e Cloud ibrido accelerano la crescita delle infrastrutture aperte

 
[2016-04-25]
 

Integrazione completa end-to-end, convalida, distribuzione e servizi consentono di avere il massimo ritorno sull’investimento grazie a soluzioni totali con infrastrutture agili, scalabili e sul cloud

AUSTIN, Texas, 25 aprile 2016 /PRNewswire/ — Super Micro Computer, Inc. (NASDAQ: SMCI), azienda leader globale per server a elevate prestazioni, elevata efficienza, tecnologia di storage e soluzioni informatiche ecologiche presenta le proprie soluzioni totali per il pubblico, il privato e cloud ibrido in occasione del summit OpenStack® che si terrà questa settimana ad Austin, Texas. Per il successo delle aziende oggi sono necessarie adattabilità, flessibilità e sicurezza. Il Cloud promette di affrontare queste sfide grazie alla disponibilità di un’infrastruttura basata su standard aperti che consente la distribuzione rapida dei carichi di lavoro. Le soluzioni totali di Supermicro per OpenStack® consentono di operare nel cloud e di avere una crescita esponenziale utilizzando i componenti più completi OpenStack certificati per il calcolo, lo storage, il networking e per i nodi di gestione. Le soluzioni totali di Supermicro per OpenStack prendono in considerazione, fin dalla progettazione, elementi importanti per le prestazioni, la densità, la ridondanza, e la possibilità di eseguire interventi di manutenzione fino al livello componenti, in modo da poter realizzare la migliore architettura di riferimento che affronta casi d’uso quali DevOps, Big Data e fornitori di servizio.

“Supermicro offre le soluzioni più robuste del settore per server, storage e networking con consentono di avere distribuzioni OpenStack con elevata scalabilità,” ha dichiarato Charles Liang, Presidente e Amministratore Delegato di Supermicro. “L’architettura di riferimento OpenStack di Supermicro sfrutta i nostri SuperServer, SuperBlade, SuperStorage e switch di rete con elevato throughput per poter rendere disponibili soluzioni rack complete pronte per essere distribuite. Grazie ai vantaggi delle soluzioni totali, Supermicro offre integrazione, convalida. distribuzione servizio e assistenza completai in tutto il mondo.”

Le presentazioni di Supermicro

  • L’architettura di riferimento di Supermicro per OpenStack® – configurazione equilibrata per un sistema DevOps da grande azienda, con elevata disponibilità sul percorso dati. Sfrutta un design già convalidato che integra calcolo, storage, networking e software in una efficiente soluzione cloud centrata sulle applicazioni che è semplice da distribuire e da scalare. Sono anche disponibili le configurazioni standard e architettura di riferimento. Per maggiori informazioni inviare una mail a [email protected].
  • Supermicro (Mirantis) Unlocked Appliance – Supermicro e Mirantis stanno offrendo il meglio del cloud e dell’infrastruttura convergente per semplificare le distribuzioni OpenStack e ridurre il tempo necessario per realizzare il valore del vostro cloud privato, consentendovi di concentrarvi sul vostro lavoro e sulle vostre applicazioni. Il nostro obiettivo congiunto è quello di garantire il successo del vostro cloud OpenStack, mettendovi in grado di avere un IT Agile. www.supermicro.com/SUA

Visitate Supermicro all’OpenStack Summit che si terrà ad Austin, Texas dal 25 al 29 aprile presso l’Austin Convention Center, stand B25.

Per maggiori informazioni sulla gamma completa di soluzioni server a elevata efficienza e prestazioni elevate, per lo storage e per le reti di Supermicro, visitare www.supermicro.com.

Seguite Supermicro su Facebook e Twitter per ricevere le notizie e gli annunci più recenti.

Informazioni su Super Micro Computer, Inc.
Supermicro® (NASDAQ: SMCI), innovatore leader di tecnologie di server ad alta efficienza e a prestazioni elevate è un primario fornitore di server avanzati Building Block Solutions® per centri dati, Cloud Computing, infrastrutture IT di grandi aziende, Hadoop/Big Data, HPC e sistemi integrati in tutto il mondo. Supermicro è impegnata nel rispetto dell’ambiente con l’iniziativa “We Keep IT Green®” fornendo ai clienti le soluzioni più efficienti ed ecologiche disponibili sul mercato.

Supermicro, Building Block Solutions e We Keep IT Green sono marchi commerciali e/o marchi commerciali registrati di Super Micro Computer, Inc.

Tutti gli altri marchi, nomi, marchi commerciali sono di proprietà dei rispettivi proprietari.

SMCI-F

Company Codes: NASDAQ-NMS:SMCI
No Comments
Comunicati

PRN: Bial ed Eisai annunciano nuovi dati presentati alla Riunione annuale dell’American Academy of Neurology (AAN) indicano che Zebinix® (eslicarbazepina acetate) in monoterapia è efficace e ben tollerato

Bial ed Eisai annunciano nuovi dati presentati alla Riunione annuale dell’American Academy of Neurology (AAN) indicano che Zebinix® (eslicarbazepina acetate) in monoterapia è efficace e ben tollerato

 
[2016-04-20]
 

HATFIELD, Inghilterra e PORTO, Portogallo, April 20, 2016 /PRNewswire/ —

Orario di presentazione abstract Piattaforma Sessione Scienze Emergenti:
Martedí 19 aprile dalle 17:45 alle 19:15 PDT: 001, 002

COMUNICATO STAMPA DESTINATO ESCLUSIVAMENTE AI MEDIA DELLUE: NON DESTINATO AI GIORNALISTI DI AUSTRIA/SVIZZERA/STATI UNITI 

  • I dati topline di Fase III mostrano che eslicarbazepina acetato somministrato in monoterapia giornaliera in pazienti adulti a cui sono state recentemente diagnosticate crisi ad esordio parziale è efficace e ben tollerato rispetto a carbamazepina a rilascio controllato somministrato due volte al giorno, a 6 mesi e a 1 anno dall’inizio del trattamento.[1]

I risultati positivi di uno studio di Fase III[1],[2] sponsorizzato da Bial e condotto in pazienti adulti con crisi a esordio parziale di nuova diagnosi, mostrano che il trattamento con Zebinix® (eslicarbazepina acetato) in monoterapia giornaliera è efficace quanto carbamazepina a rilascio controllato somministrato due volte al giorno, uno standard terapeutico, ed è ben tollerato. Al momento, eslicarbazepina acetato è indicato in Europa come terapia aggiuntiva negli adulti con crisi a esordio parziale con o senza generalizzazione secondaria.[3]

L’analisi di efficacia di questo studio[1] mostra che i tassi di libertà dalle crisi con eslicarbazepina acetato sono simili a quelli di carbamazepina a rilascio controllato ovvero (71,1% vs 75,6%) in 785 pazienti idonei a ≥6 mesi all’ultima dose valutata (differenza media del rischio -4,28%, IC al 95% -10,3, 1,74%). Il tasso di libertà dalle crisi a un anno all’ultima dose valutata era del 64,7% nel gruppo eslicarbazepina acetato e del 70,3% nel gruppo carbamazepina a rilascio controllato (differenza media del rischio: -5,46%; IC al 95%: -11,88, 0,97%).

Un’analisi di sicurezza[2] condotta su 813 pazienti ha mostrato che il trattamento con eslicarbazepina acetato in monosomministrazione giornaliera è ben tollerato e che gli effetti collaterali sono da lievi a moderati. I tassi di incidenza degli eventi avversi emergenti dal trattamento (TEAE, treatment emergent adverse event) erano simili ma leggermente più bassi nei pazienti trattati con eslicarbazepina acetato rispetto ai pazienti trattati con carbamazepina a rilascio controllato (rispettivamente 77,8% vs 80,1%). I TEAE possibilmente correlati per eslicarbazepina acetato  sono stati del 43,6% rispetto al 51,5% per carbamazepina a rilascio controllato. I TEAE gravi correlati al trattamento in pazienti trattati con eslicarbazepina acetato rispetto ai pazienti trattati con carbamazepina a rilascio controllato sono stati del 2,0% vs il 7% e i TEAE che hanno portato al ritiro dallo studiosono stati del 13,5% vs il 18%. I TEAE possibilmente correlati segnalati con maggiore frequenza per eslicarbazepina acetato sono stati cefalea, capogiro, nausea, affaticamento e sonnolenza.

“In base a questi dati, l’efficacia di eslicarbazepina acetato in monoterapia è evidente in quanto 71% dei soggetti sono rimasti liberi da crisi per sei mesi consecutivi. Con un profilo di efficacia e sicurezza simile alla carbamazepina a rilascio controllato auspichiamo che eslicarbazepina acetato possa essere unapotenziale opzione alternativa di trattamento per i nostri pazienti in un prossimo futuro”, ha commentato Eugen Trinka, professore e preside del dipartimento di neurologia della facoltà di medicina dell’università Paracelsus di Salisburgo, Austria.

“È la prima volta che vengono presentati i dati relativi a eslicarbazepina acetato in monoterapia somministrato una volta al giorno per il trattamento di pazienti adulti con crisi a esordio parziale di nuova diagnosi. Questi dati sottolineano l’impegno di Bial a evalutare trattamenti efficaci per le persone affette da epilessia in tutte le fasi della loro malattia”, ha commentato Patrício Soares-da-Silva, Head of Research & Development, Bial.

Questo studio cardine di Fase III[1],[2] è uno studio randomizzato, in doppio cieco, a gruppi paralleli, controllato con principio attivo e di non inferiorità, per la valutazione dell’efficacia e della sicurezza di eslicarbazepina acetato in monoterapia una volta al giorno (da 800 a 1600 mg/die) in soggetti adulti (di età pari o superiore ai 18 anni) con crisi a esordio parziale di nuova diagnosi in confronto a carbamazepina a rilascio controllato due volte al giorno (da 400 a 1200 mg/die). L’endpoint primario è la percentuale di soggetti liberi da crisi per l’intero periodo di valutazione di 26 settimane. Gli endpoint secondari comprendono il tempo trascorso fino alla prima crisi, una valutazione della qualità della vita mediante il questionario QOLIE-31 e la sicurezza. Lo studio esamina i dati relativi a 900 (815 disponibili per l’efficacia e 813 disponibili per l’analisi della sicurezza) soggetti epilettici di nuova diagnosi (di età pari o superiore ai 18 anni) con crisi a esordio parziale, per valutare eslicarbazepina acetato come opzione di trattamento in monoterapia.

L’ulteriore sviluppo di eslicarbazepina acetato evidenzia la l’impegno di Bial ed Eisai a ottimizzare il trattamento dei pazienti con epilessia. Eslicarbazepina acetato è attualmente disponibile in Albania*, Austria, Canada**, Cipro*, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania (in co-promozione con BIAL, l’azienda che ha sviluppato il farmaco), Grecia, Islanda, Italia, Malta*, Norvegia, Portogallo*, Regno Unito (in co-promozione con BIAL), Repubblica Ceca, Repubblica d’Irlanda, Russia, Scozia, Slovacchia, Spagna (in co-promozione con BIAL), Stati Uniti** e Svezia.

*Esclusivamente da BIAL

**Eslicarbazepina acetato è commercializzato negli Stati Uniti e in Canada con il nome commerciale Aptiom®

Note per gli editori  

Informazioni su Zebinix (eslicarbazepina acetato)  

Eslicarbazepina acetato è attualmente commercializzato in Europa da BIAL-Portela & Cª, S.A e dal licenziatario di BIAL, Eisai Europe Limited, una filiale europea di Eisai Co., Ltd., con il nome commerciale Zebinix®. Negli Stati Uniti e in Canada eslicarbazepina acetato (nome commerciale Aptiom®) è commercializzato da Sunovion Pharmaceuticals Inc. su licenza esclusiva concessa da BIAL.

Eslicarbazepina acetato è indicato in Europa come terapia aggiuntiva negli adulti con crisi a esordio parziale con o senza generalizzazione secondaria.[3]

Eslicarbazepina acetato è un bloccante dei canali del sodio voltaggio-dipendenti; agisce selettivamente sullo stato inattivato dei canali ionici del sodio (implicati nella patogenesi dell’epilessia), impedendone il ritorno allo stato attivato e riducendo quindi il firing neuronale ripetitivo.[4] Inoltre, eslicarbazepina acetato non inibisce l’efflusso di potassio, che potrebbe ridurre il potenziale per il firing neuronale ripetitivo.[5] L’efficacia di eslicarbazepina acetato è stata dimostrata in un primo studio proof-of-concept di Fase II[6] e in tre successivi studi di Fase III randomizzati e controllati con placebo, condotti su 1.049 pazienti con crisi a esordio parziale refrattarie al trattamento.[7],[8],[9]

  • Il nome commerciale di eslicarbazepina acetato nei paesi dell’UE è Zebinix
  • Zebinix è commercializzato su licenza di BIAL
  • Il nome commerciale di eslicarbazepina acetato negli Stati Uniti e in Canada è APTIOM e il farmaco è commercializzato su licenza di Sunovion Pharmaceuticals Inc.

Per maggiori informazioni, visitate il sito: http://www.eisai.it

Informazioni sullepilessia  

L’epilessia è una delle patologie neurologiche più comuni al mondo e colpisce circa 6 milioni di pazienti in Europa; si stima che al mondo le persone affette da questa patologia siano 50 milioni.[10] L’epilessia è un disturbo neurologico cronico che colpisce persone di tutte le età ed è caratterizzata da scariche anomale di attività neuronale, che causano la comparsa di crisi epilettiche. Le crisi epilettiche possono variare per gravità: da brevi intervalli di attenzione o spasmi dei muscoli, a convulsioni gravi e prolungate. A seconda del tipo, le crisi possono essere limitate a una parte del corpo o coinvolgerlo interamente. Le crisi epilettiche possono anche variare per frequenza: da meno di una all’anno a diverse al giorno. L’epilessia ha molte possibili cause ma spesso la sua eziologia è sconosciuta.[10]

Informazioni su BIAL  

Fondata nel 1924, BIAL è un’azienda farmaceutica internazionale che si pone come missione la scoperta, lo sviluppo e l’offerta di soluzioni terapeutiche in campo sanitario. Negli ultimi decenni, BIAL ha concentrato i propri sforzi sulla qualità, sull’innovazione e sull’internazionalizzazione.

Essendo il partner privilegiato di molte aziende, BIAL è fortemente impegnata nel campo dell’innovazione terapeutica e ogni anno investe più del 20% del proprio fatturato nella ricerca e sviluppo (R&S).

BIAL ha creato un programma di R&S ambizioso, incentrato sul sistema nervoso, sull’apparato cardiovascolare e sull’immunoterapia per le allergie. I programmi di innovazione portati avanti da BIAL sono basati sul proseguimento dello sviluppo clinico del farmaco antiepilettico Zebinix®/Aptiom® (commercializzato in Europa e negli Stati Uniti). Una seconda area del suo programma di R&S per il trattamento della malattia di Parkinson, opicapone è in fase di esame presso l’Agenzia europea dei medicinali (EMA).

L’azienda prevede di introdurre sul mercato ulteriori nuovi farmaci e vaccini nel corso dei prossimi anni, rafforzando così la propria posizione a livello internazionale e realizzando la propria finalità di prendersi cura della salute delle persone (“Caring for your Health”).

Per ulteriori informazioni su BIAL, visitate il sito web  http://www.bial.com.

Informazioni su Eisai Co., Ltd. 

Eisai Co., Ltd. è una casa farmaceutica leader a livello mondiale nel settore Ricerca e Sviluppo con sede centrale in Giappone e delinea come missione aziendale l’impegno di “dare priorità ai pazienti e alle famiglie e incrementare i benefici per la salute” definita da Eisai stessa la filosofia della human health care (hhc). Con oltre 10.000 dipendenti operativi nella rete mondiale di siti di R&S, siti di produzione e consociate addette alla commercializzazione, ci impegniamo a mettere in pratica la nostra filosofia hhc offrendo prodotti innovativi in diverse aree terapeutiche in cui esistono molteplici esigenze non soddisfatte, tra cui l’oncologia e la neurologia. 

In qualità di casa farmaceutica mondiale, la nostra missione si estende ai pazienti di tutto il mondo, attraverso investimenti e iniziative basati su partenariati al fine di migliorare l’accesso ai farmaci nei paesi in via di sviluppo e nei paesi emergenti.

Per ulteriori informazioni su Eisai Co., Ltd., visitate il sito web http://www.eisai.com.

Bibliografia 

  1. Trinka E, et al. Efficacy of eslicarbazepine acetate versus controlled-release carbamazepine as monotherapy in patients with newly diagnosed partial-onset seizures. Presented at AAN 2016; abstract 001
  2. Kowacs P, et al. Safety and tolerability of eslicarbazepine acetate as monotherapy in patients with newly diagnosed partial-onset seizures.  Presented at AAN 2016; abstract 002
  3. Zebinix® Data on File, May 2015
  4. Hebeisen S, et al. Eslicarbazepine and the enhancement of slow inactivation of voltage-gated sodium channels: a comparison with carbamazepine, oxcarbazepine and lacosamide. Neuropharmacology 2015; 89:122-35
  5. Soares-da-Silva P, et al. Eslicarbazepine acetate for the treatment of focal epilepsy: an update on its proposed mechanisms of action. Pharmacol Res Perspect. 2015; 3:e00124
  6. Elger C, et al. Eslicarbazepine acetate: A double-blind, add-on, placebo-controlled exploratory trial in adult patients with partial-onset seizures. Epilepsia 2007; 48:497-504
  7. Elger C, et al. Efficacy and safety of eslicarbazepine acetate as adjunctive treatment in adults with refractory partial-onset seizures: A randomised, double-blind, placebo-controlled, parallel-group phase III study. Epilepsia. 2009;50:454-63
  8. Ben-Menachem E, et al. Eslicarbazepine acetate as adjunctive therapy in adult patients with partial epilepsy. Epilepsy Res. 2010;89(2-3):278-85
  9. Gil-Nagel A, et al. Efficacy and safety of 800 and 1200 mg eslicarbazepine acetate as adjunctive treatment in  adults with refractory partial-onset seizures. Acta Neurol Scand. 2009; 120:281-87
  10. Pugliatti M, et al.  Estimating the cost of epilepsy in Europe: A review with economic modeling. Epilepsia 2007; 48:2224-33

Data di stesura: aprile 2016
Codice lavoro: Zebinix-UK2391d

Company Codes: Frankfurt:EII, OTC-PINK:ESALY, Bloomberg:[email protected], Bloomberg:[email protected], RICS:4523.F, RICS:4523.T, ISIN:JP3160400002
No Comments
Comunicati

PRN: Nuovi dati preclinici mostrano che lenvatinib in combinazione con everolimus induce una maggiore attività antitumorale rispetto ai due agenti singolarmente nel carcinoma renale

Nuovi dati preclinici mostrano che lenvatinib in combinazione con everolimus induce una maggiore attività antitumorale rispetto ai due agenti singolarmente nel carcinoma renale

 
[2016-04-20]
 

HATFIELD, Inghilterra, April 20, 2016 /PRNewswire/ —

DESTINATO ESCLUSIVAMENTE AI MEDIA DELLUE: NON DESTINATO AI GIORNALISTI DI SVIZZERA/AUSTRIA 

I dati presentati al meeting annuale dellAmerican Association for Cancer Research confermano gli effetti significativi della terapia di combinazione e i possibili meccanismi di azione di  lenvatinib in associazione con everolimus 

Uno studio pre-clinico condotto con lenvatinib più everolimus[1] in modelli di cellule endoteliali umane dimostra una maggiore inibizione dell’angiogenesi indotta dal fattore di crescita vascolare endoteliale (VEGF, vascular endothelial growth factor) e dal fattore di crescita dei fibroblasti (FGF, fibroblast growth factor) rispetto a ciascun farmaco in monoterapia. L’associazione ha mostrato inoltre una maggiore inibizione dei FGF di base (bFGF, basic FGF), che la distingue da altri inibitori delle tirosin chinasi (TKI, tyrosine kinase inhibitor) anti-VEGFR2. Questi dati sono riportati in uno dei numerosi abstract su lenvatinib presentati questa settimana al meeting annuale dell’American Association for Cancer Research (AACR) del 2016, tenutosi a New Orleans, negli Stati Uniti.

“Lenvatinib ed everolimus sembrano agire insieme per produrre  degli effetti significativi come terapia di combinazione tra cui attività sinergiche antiangiogeniche e antiproliferative contro le cellule endoteliali di vene ombelicali umane (HUVEC).  Ciò dipende dal fatto che i due farmaci insieme inducono un’unica inibizione simultanea del VEGFR-TK/FGFR-TK e della proteina bersaglio della rapamicina nei mammiferi (mTOR). Questo studio di laboratorio ha esaminato l’inibizione dei driver molecolari del cancro associati allo sviluppo di nuovi vasi sanguigni, di cui i tumori hanno bisogno per crescere, e dei driver della crescita rapida delle cellule tumorali. Lo studio ha evidenziato una possibile base meccanicistica della combinazione di questi due farmaci che potrebbe spiegare il maggiore beneficio clinico osservato”, ha commentato Kenichi Nomoto, Presidente, Oncology Product Creation Unit, Eisai Product Creation Systems.

Lenvatinib è indicato negli adulti per il trattamento del carcinoma differenziato della tiroide (DTC, differentiated thyroid carcinoma) (papillare/follicolare/a cellule di Hürthle) progressivo, localmente avanzato o metastatico, refrattario allo iodio radioattivo (RAI, radioactive iodine).[2] Lenvatinib è un inibitore orale di più tirosin chinasi recettoriali (RTK, receptor tyrosine kinase), che inibisce in modo selettivo le attività chinasiche dei recettori del fattore di crescita vascolare endoteliale (VEGF), in aggiunta ad altri RTK correlati ai pathway proangiogenici e oncogenici, inclusi i recettori del fattore di crescita dei fibroblasti (FGF) FGFR1, 2, 3 e 4, il recettore del fattore di crescita derivato dalle piastrine (PDGF, platelet-derived growth factor) PDGFRα, KIT e il proto-oncogene RET (rearranged during transfection).

Uno studio recente di Fase II ha mostrato che lenvatinib in associazione con everolimus prolunga significativamente la sopravvivenza libera da progressione nel carcinoma a cellule renali (RCC, renal cell carcinoma) non resecabile in stadio avanzato, rispetto a ciascun trattamento in monoterapia.[3]

Il maggiore effetto sinergico dell’associazione di lenvatinib ed everolimus è stato confermato in un secondo studio presentato all’AACR[4], condotto su modelli di xenoinnesti di cellule di carcinoma renale (un innesto di tessuto o cellule prelevato da una specie e innestato su una specie diversa). I risultati indicano che lenvatinib in associazione con everolimus induce effetti antitumorali significativi grazie alla potente attività antiangiogenica di lenvatinib e all’attività antitumorale diretta di everolimus. L’analisi dell’espressione genica supporta altresì la modalità di azione in questo modello, ovvero Lenvatinib in monoterapia stimola la sovraregolazione dei geni correlati all’ipossia (cellule che arrestano l’ossigeno) ed everolimus riduce i geni correlati alla proliferazione. .

“Eisai mira all’eccellenza nel progresso scientifico e questi dati pre-clinici dimostrano la nostra ricerca ininterrotta di molecole che in futuro saranno utilizzate nella pratica clinica per il trattamento di pazienti affetti da malattie che limitano la vita, come il cancro del rene. Sebbene si sia solo nelle fasi iniziali, siamo incoraggiati da questi risultati perché sostengono ulteriormente la nostra domanda di autorizzazione all’immissione in commercio che servirà a mettere questa associazione efficace a disposizione dei pazienti affetti da cancro del rene”, ha commentato Gary Hendler, Presidente e Direttore Commerciale di Eisai Global Oncology Business Unit e Presidente e CEO di Eisai EMEA.

A gennaio 2015, Eisai ha presentato all’Agenzia europea dei medicinali (EMA) una nuova domanda di autorizzazione all’immissione in commercio per l’uso di lenvatinib in associazione con everolimus per il carcinoma a cellule renali in stadio avanzato in pazienti già sottoposti a una terapia precedente mirata al VEGF. Una domanda simile è già stata presentata alla Food and Drug Administration negli Stati Uniti. A ottobre 2015, l’EMA in Europa ha concesso a lenvatinib una valutazione accelerata per il RCC in stadio avanzato.

Eisai si dedica a scoprire, sviluppare e produrre terapie oncologiche innovative in grado di fare la differenza e di avere un impatto sulle vite dei pazienti e delle loro famiglie. Questa passione per le persone rientra nella missione di Eisai nel settore della salute umana, human health care (hhc), che si sforza di comprendere meglio le esigenze dei pazienti e delle loro famiglie, allo scopo di aumentare i benefici forniti dall’assistenza medica.

Note per gli editori  

Lenvatinib  

Eisai sta attualmente conducendo alcuni studi clinici su Lenvima in diverse forme di tumore, tra cui carcinoma epatocellulare (Fase III), carcinoma a cellule renali (Fase II), carcinoma polmonare non a piccole cellule (Fase II) e carcinoma endometriale (Fase II).

Lenvatinib è indicato negli adulti per il trattamento del carcinoma differenziato della tiroide (DTC) (papillare/follicolare/a cellule di Hürthle) progressivo, localmente avanzato o metastatico, refrattario allo iodio radioattivo (RAI).[2]

Lenvatinib è stato approvato per il trattamento del carcinoma refrattario della tiroide negli Stati Uniti, in Svizzera, in Europa, nella Corea del Sud e in Giappone e la domanda di autorizzazione all’immissione in commercio è stata presentata in Canada, a Singapore, in Russia, in Australia e in Brasile. Lenvima ha ricevuto la designazione di farmaco orfano in Giappone per il carcinoma della tiroide, negli Stati Uniti per il trattamento del carcinoma papillare della tiroide di tipo follicolare, medullare, anaplastico, metastatico o localmente avanzato e in Europa per il carcinoma della tiroide follicolare e papillare.[2]

Informazioni sulla modalità di legame innovativa di lenvatinib (tipo V)[5],[6] 

Gli inibitori delle chinasi sono classificati in tipi diversi (dal tipo I al tipo V) in funzione del sito di legame e della conformazione della chinasi bersaglio con cui formano il complesso. La maggior parte degli inibitori delle tirosin chinasi attualmente approvati è di tipo I o II, tuttavia, secondo l’analisi strutturale dei cristalli ai raggi X, lenvatinib ha mostrato di possedere una nuova modalità di legame di tipo V dell’inibizione delle chinasi, diversa da quella dei composti esistenti. Inoltre, è stato confermato mediante un’analisi cinetica che lenvatinib induce un’inibizione rapida e potente dell’attività chinasica ed è stato suggerito che ciò potrebbe essere attribuibile alla sua modalità di legame innovativa.[5],[6]

Informazioni su everolimus 

Everolimus è un trattamento raccomandato dalle linee guida della National Comprehensive Cancer Network come terapia di seconda linea per il carcinoma a cellule renali non resecabile, in stadio avanzato o metastatico.

È un tipo di trattamento chiamato inibitore della trasduzione del segnale. Gli inibitori della trasduzione del segnale arrestano alcuni dei segnali endocellulari che inducono la crescita e la suddivisione cellulari. Everolimus impedisce il corretto funzionamento di una particolare proteina chiamata mTOR che controlla altre proteine che innescano la crescita delle cellule tumorali. Quindi everolimus contribuisce ad arrestare la crescita del tumore o potrebbe rallentarla.[7]

Informazioni sul carcinoma a cellule renali in stadio avanzato 

Il carcinoma a cellule renali ha origine nel rivestimento del tubulo contorto prossimale, ovvero i tubicini dei reni che filtrano il sangue ed eliminano i prodotti di scarto. Gli unici tumori del rene che non sono inclusi nella definizione di carcinoma a cellule renali sono i tumori della pelvi renale e degli ureteri.[8]

Il trattamento standard per il carcinoma a cellule renali metastatico o avanzato è la terapia farmacologica target molecolare che è sviluppata per interferire con le cellule specifiche necessarie per la crescita e la progressione del tumore. Ciononostante, rimane una malattia per cui i pazienti hanno pochissime opzioni di trattamento.[10]

Informazioni su Eisai Co., Ltd. 

Eisai Co., Ltd è una casa farmaceutica leader a livello mondiale nel settore Ricerca e Sviluppo con sede centrale in Giappone. Eisai delinea come missione aziendale l’impegno di “dare priorità ai pazienti e alle famiglie e incrementare i benefici per la salute”, filosofia definita da Eisai stessa “human health care” (hhc). Con oltre 10.000 dipendenti operativi nella rete mondiale di siti di R&S, siti di produzione e consociate addette alla commercializzazione, ci impegniamo a mettere in pratica la nostra filosofia hhc offrendo prodotti innovativi in diverse aree terapeutiche in cui esistono molteplici esigenze non soddisfatte, tra cui l’oncologia e la neurologia.

In qualità di casa farmaceutica mondiale, la nostra missione si estende ai pazienti di tutto il mondo, attraverso i nostri investimenti e iniziative basate su partenariati al fine di migliorare l’accesso ai farmaci nel paesi in via di sviluppo e nei paesi emergenti.

Per ulteriori informazioni su Eisai Co., Ltd., visitate il sito web http://www.eisai.com.

Informazioni sugli studi presentati allAACR 

Mitsuhashi et al abstract n. 3262  

  • Gli effetti di lenvatinib, di everolimus e della loro associazione sulla segnalazione intracellulare attivata da VEGF o bFGF sono stati analizzati in cellule endoteliali di vene ombelicali umane (HUVEC, human umbilical vein endothelial cell) mediante western blotting. Gli effetti dell’associazione di lenvatinib ed everolimus sulla proliferazione indotta da VEGF e bFGF o sulla formazione di tubuli di HUVEC sono stati esaminati utilizzando indici di associazione (CI, combination index).
  • Le attività antitumorali sono state valutate nei modelli KP-1/VEGF o KP-1/FGF, dove l’angiogenesi e la crescita tumorali indotte da VEGF o FGF erano intensificate in topi nudi per effetto di una sovraespressione di VEGF o FGF in cellule KP-1 di carcinoma pancreatico umano.
  • Lenvatinib ha inibito la fosforilazione di Erk1/2 (Thr202/Tyr204), S6K (Thr389), S6K (Thr421/Ser424) e S6 (Ser235/Ser236) indotta da VEGF o bFGF, a indicare l’inibizione del pathway sia di MAPK sia di mTOR-S6K-S6.
  • Everolimus ha inibito la fosforilazione di S6K (Thr389), S6K (Thr421/Ser424) e S6 (Ser235/Ser236), ma non di Erk1/2.
  • L’associazione ha mostrato una maggiore inibizione della fosforilazione di S6K (Thr421/Ser424) e S6 (Ser235/Ser236) rispetto a ciascun farmaco in monoterapia.
  • L’attività inibitoria dell’associazione a vari rapporti molari era prevalentemente aggiuntiva per la proliferazione indotta da VEGF (IC: 0,799-1,167) e prevalentemente sinergica per la formazione di tubuli indotta da bFGF (IC: 0,469-0,741). Nei modelli di xenoinnesto KP-1/VEGF o KP-1/FGF, lenvatinib, everolimus e la loro associazione (p.o., qd x 14) hanno inibito significativamente la crescita tumorale rispetto al vettore.
  • Inoltre, l’associazione di lenvatinib (7,5 mg/kg) ed everolimus (15 mg/kg) ha mostrato un’attività antitumorale significativamente maggiore rispetto a una dose più elevata di lenvatinib (10 mg/kg) o di everolimus (30 mg/kg) in monoterapia.
  • L’inibizione verticale dei pathway di segnalazione angiogenica indotta da lenvatinib (RTK) ed everolimus (mTOR) potrebbe contribuire a una maggiore attività antiangiogenica grazie al doppio bersaglio del pathway di mTOR-S6K-S6.

Adachi Y et al abstract n. 3264 

  • L’attività antitumorale del trattamento orale con lenvatinib (10 mg/kg), everolimus (30 mg/kg) e l’associazione di lenvatinib ed everolimus per 1 o 2 settimane è stata valutata in due modelli di xenoinnesto di RCC umano (A-498 e Caki-1). Gli effetti antiproliferativi e antiangiogenici sono stati valutati mediante immunoistochimica utilizzando rispettivamente l’anticorpo anti-Ki67 e l’anticorpo anti-CD31. L’induzione dell’apoptosi è stata rilevata mediante dosaggio TUNEL (terminal deoxynucleotidyl transferase dUTP nick end labelling), un metodo di rilevamento della frammentazione del DNA mediante marcatura dell’estremità terminale degli acidi nucleici. È stato inoltre determinato il profilo di espressione genica dei campioni di tumore mediante analisi microarray.
  • L’attività antitumorale dell’associazione di lenvatinib ed everolimus è risultata maggiore di quella di ciascun farmaco somministrato in monoterapia in modelli di xenoinnesto A-498 e Caki-1. L’associazione ha indotto una regressione del tumore senza alcun calo ponderale marcato. L’analisi IHC ha evidenziato una riduzione della densità dei microvasi nel gruppo trattato con lenvatinib e nel gruppo trattato con l’associazione, nonché una riduzione della percentuale di cellule proliferative nel gruppo trattato con everolimus e nel gruppo trattato con l’associazione nel modello A-498. Con il dosaggio TUNEL si è osservata un’induzione significativa dell’apoptosi solo nel gruppo trattato con l’associazione. L’analisi del profilo di espressione genica nei tumori del modello di xenoinnesto A-498 ha supportato inoltre questi risultati: lenvatinib in monoterapia ha indotto la sovraregolazione dei geni correlati all’ipossia ed everolimus ha ridotto i geni correlati alla proliferazione. L’associazione di questi due farmaci ha indotto combinazioni delle variazioni delle espressioni geniche determinate da ciascun trattamento in monoterapia.

Bibliografia  

1. Mitsuhashi K, et al. Effects of lenvatinib mesilate in combination with everolimus on VEGF and FGF-driven angiogenesis and tumor growth. AACR 2016; n. 3262

2. SPC Lenvima. Available at: http://www.medicines.org.uk/emc/medicine/30412 . Accessed: March 2016

3. Motzer R, et al. Randomized phase 2 three-arm trial of lenvatinib, everolimus, and the combination in patients with metastatic renal cell carcinoma. The Lancet Oncology 2015;16:1473-82. Available at http://www.thelancet.com/journals/lanonc/article/PIIS1470-2045(15)00290-9/abstract . Last accessed: April 2016

4. Adachi Y, et al. Lenvatinib in Combination with Everolimus Demonstrated Enhanced Antiangiogenesis and Antitumor Activity in Human RCC Xenograft Models. AACR 2016; n. 3264

5. Okamoto K, et al. Distinct Binding Mode of Multikinase Inhibitor Lenvatinib Revealed by Biochemical Characterization. ACS Med. Chem. Lett 2015;6:89-94

6. Wu P. Small-molecule kinase inhibitors: an analysis of FDA-approved drugs. Drug Discovery Today, July 2015;1-6

7. SPC Afinitor. Available at: http://www.ema.europa.eu/docs/en_GB/document_library/EPAR_-_Product_Information/human/001038/WC500022814.pdf  Accessed: April 2016

8. Cancer Research UK. Available at: http://www.cancerresearchuk.org/about-cancer/cancers-in-general/treatment/cancer-drugs/everolimus . Accessed: March 2016

Company Codes: Frankfurt:EII, OTC-PINK:ESALY, Bloomberg:[email protected], Bloomberg:[email protected], RICS:4523.F, RICS:4523.T, ISIN:JP3160400002
No Comments
Comunicati

PRN: Grundig Presenta la sua nuova collezione di elettrodomestici da incasso a EuroCucina

Grundig Presenta la sua nuova collezione di elettrodomestici da incasso a EuroCucina

 
[2016-04-15]
 

MILAN, April 15, 2016 /PRNewswire/ —

Grundig, marchio noto nel settore dellelettronica di consumo, presenta la sua collezione di elettrodomestici da incasso in occasione di Eurocucina, il più prestigioso evento internazionale di design che si svolge a Milano dal 12 al 17 aprile. 

Per vedere la multimedia news release clicca qui:

http://www.multivu.com/players/uk/7809051-grundig-unveils-collection-eurocucina/

Sostenibilità ed efficienza delle risorse sono le aree chiave su cui il brand si concentra. La sua gamma di elettrodomestici da incasso, fa delleco-sostenibilità un punto di forza e riflette i valori base a cui si ispira il marchio; alta qualità, facilità d’uso e design esclusivo. Da più di 70 anni, il marchio Grundig è sinonimo di avanguardia, di tecnologie future che offrono prodotti durevoli, di qualità, con un design raffinato e funzionalità innovative.  

Grundig è forte di un patrimonio di qualità tedesca ben radicato. Ha un solido posizionamento nel campo delle tecnologie per la casa, offrendo una gamma completa di elettrodomestici e fornendo vantaggi unici per il mondo connesso di domani.

Grundig è il nostro marchio premium, una delle nostre migliori risorse. Da quando, nel 2013, abbiamo lanciato la nostra gamma di elettrodomestici, abbiamo raggiunto una crescita delle vendite di quasi tre volte superiore. Continueremo ad investire fortemente sul marchio” dichiara Hakan Bulgurlu, CEO di Arçelik.

Il portfolio di Grundig è in rapida crescita. L’azienda, infatti, sta presentando i propri progetti anche in Cina, Sud Africa, Sud America e Australia.

La nuova gamma di prodotti in esposizione 

I prodotti e le tecnologie Grundig in mostra a Eurocucina includono: VUX – il nuovo sistema di controllo dotato di un proiettore intelligente, introduce una nuova era nel campo degli elettrodomestici per la cucina, HomeWhiz – un’app che permette di avere una casa connessa, consentendo di controllare facilmente tutti gli elettrodomestici intelligenti Grundig; frigorifero, lavatrice, asciugatrice, lavastoviglie e forno, attraverso smartphone, tablet o SmartTV, Divide & Cook, in grado di creare due diversi spazi di cottura all’interno di un unico forno, i fornelli a gas con bruciatori ad alta efficienza che permettono un risparmio di tempo ed energia, la cappa EcoCamp A+ dotata di tecnologia EcoSilent, la lavastoviglie in grado di utilizzare solamente 5.5L di acqua e il frigorifero Custom Fresh+ che mantiene la freschezza (di carne, pesce e prodotti lattiero-caseari) fino a 3 volte di più e la Vitamin Care Zone nei prodotti di raffreddamento.

Grundig accoglie i visitatori presso il proprio stand (Padiglione 11, Stand B11/C16), dove ognuno potrà sperimentare le sue innovative tecnologie.

Grundig 

In qualità di produttore europeo full-range, Grundig – società sussidiaria di Arçelik, definisce nuovi standard con i suoi prodotti di elettronica per la casa in termini di design, innovazione e efficienza delle risorse. Con un portfolio di oltre 500 prodotti diversi – che vanno da ultra televisori HD, dispositivi audio portatili, dispositivi per lo styling dei capelli, aspirapolveri ed elettrodomestici da cucina, forni, lavastoviglie e lavatrici. http://www.grundig.com

Ufficio Stampa:
Elisa Tonghini: [email protected]
Carolina Guidi:[email protected]

     (Photo: http://photos.prnewswire.com/prnh/20160415/355863 )

Video: 
     http://www.multivu.com/players/uk/7809051-grundig-unveils-collection-eurocucina/

No Comments
Comunicati

PRN: Inaugurato il 5° Festival della Raccolta del Tè Bianco di Fuding

Inaugurato il 5° Festival della Raccolta del Tè Bianco di Fuding

 
[2016-04-15]
 

FUDING, Cina, 15 aprile 2016 /PRNewswire/ — Fuding City, patria del tè bianco nella provincia sudorientale cinese del Fujian, ha attirato l’attenzione dei turisti con l’aroma del suo tè bianco e le canzoni popolari della minoranza etnica She, durante il 5° Festival della Raccolta del Tè Bianco di Fuding inaugurato lo scorso marzo.

Giovani uomini e donne della minoranza etnica She nei loro costumi tradizionali hanno gareggiato tra loro cantando canzoni popolari durante la raccolta delle foglie del tè a Panxi Town. Il concorso ha attirato giornalisti, turisti e appassionati di fotografia che sono rimasti impressionati dal meraviglioso spettacolo e hanno postato foto online in tempo reale. Tributo agli imperatori in passato, il tè bianco di Fuding oggi è rinomato per le proprietà salutari e benefiche; presente all’Expo di Milano 2015, ha inoltre ricevuto il Gold Prize come tè cinese famoso.

Il nome “tè bianco” deriva dalla fine peluria argentata che ricopre le gemme chiuse del tè, e che dona alla pianta un aspetto biancastro.

Il 5° Festival della Raccolta del Tè Bianco di Fuding è stato organizzato dall’amministrazione municipale di Fuding City e ospitato da China Tea Marketing Association, China International Tea Culture Research Institute, China Tea Academy e China Cross-Strait Tea Industry Association.

Link alle immagini allegate:
http://asianetnews.net/view-attachment?attach-id=269138

No Comments
Comunicati

PRN: Il più grande rivenditore online di bevande alcoliche, Jiuxian.com, fa visita alla Watershed Premium Wines in occasione dell’accordo di acquisto diretto

Il più grande rivenditore online di bevande alcoliche, Jiuxian.com, fa visita alla Watershed Premium Wines in occasione dell’accordo di acquisto diretto

 
[2016-04-13]
 

MARGARET RIVER, Australia, 13 aprile 2016 /PRNewswire/ — Una delegazione guidata da Hao Hongfeng, presidente del più grande rivenditore online cinese di bevande alcoliche, ha fatto visita a Watershed Premium Wines, nella regione vinicola dell’Australia occidentale, nel pomeriggio dell’11 aprile 2016. Il direttore amministrativo di Watershed Premium Wines, Geoff Barrett, ha presentato la lettera di autorizzazione a Jiuxian.com.

Foto – http://photos.prnewswire.com/prnh/20160412/354100

Il Sig. Barrett e gli enologi principali del vigneto hanno accolto calorosamente la delegazione. Il Sig. Hao ha fatto una breve presentazione, rivolta al direttore amministrativo dell’azienda vinicola, dei piani di Jiuxian.com per la commercializzazione dei vini australiani affermando che: “I vini australiani godono di grande rinomanza tra i consumatori cinesi e le prospettive sono rosee. Mi auguro che la visita migliorerà la nostra comprensione reciproca. Noi disponiamo di canali ben consolidati, mentre voi disponete di vino di alta qualità. La nostra collaborazione fornirà vini di prima classe ai consumatori di tutto il mondo”.

Per quanto riguarda l’obiettivo della visita, il Sig. Hao spiegato che il consumo di vino da parte del pubblico cinese è in rapida ascesa. Secondo gli ultimi dati, il 2015 ha visto un aumento notevole sia del volume delle importazioni dalla Cina sia del valore del vino importato, a testimonianza dell’enorme potenziale di sviluppo del mercato vitivinicolo in Cina. Inoltre, i vini concepiti per il consumatore medio sono sempre più apprezzati. Quest’anno, Jiuxian.com ha ampliato la scala globale delle sue operazioni vinicole e aprile è stato nominato dal rivenditore come il mese in cui celebrare il vino. Durante la sua visita in Australia, Jiuxian.com prevede di selezionare vini di alta qualità, ma meno costosi, per gli appassionati dei vini nazionali cinesi.

Watershed Premium Wines, il secondo produttore della regione di Margaret River, produce principalmente vini rossi e bianchi in tre categorie: Shades, Senses e Awakening (Ombre, Sensi e Risveglio).

Durante la visita, Jiuxian.com ha effettuato una scelta tra le categorie Shades, Senses e Farm (Ombre, Sensi e Cascina). In qualità di uno dei maggiori produttori della regione vinicola di Margaret River, Watershed Premium Wines produce vini personalizzati, attenti ai costi e di qualità conforme. L’Australia occidentale è una regione fredda, in cui si produce una quantità limitata di vino e dove il costo del lavoro è relativamente elevato; di conseguenza, i vini sono altamente personalizzati.

Sono due le regioni vinicole chiave dell’Australia occidentale: Great Southern e Margaret River. La più nota è Margaret River, dove i vini non sono mai prodotti in serie e le aziende vinicole boutique sono note per la produzione limitata e la qualità elevata. Più di recente, tra i consumatori di vino è emersa una nuova tendenza: la propensione al freddo, in cui si preferiscono vini provenienti da regioni fredde. Questo è il motivo per cui il Sig. Hao e la delegazione di Jiuxian hanno scelto vini della regione di Margaret River.

Durante la visita in Australia Occidentale, Jiuxian.com prevede di collaborare con più di dieci aziende vinicole a cinque stelle. Jiuxian.com ha sottoscritto accordi con Watershed Premium Wines, Brygon, Warner Glen, McHenry, Clairault | Streicker Wines e Flametree, tutti ubicati nella regione vinicola di Margaret River.

No Comments
Comunicati

PRN: U-Boat Worx presenta i suoi nuovi sottomarini turistici in grado di scendere a una profondità record

U-Boat Worx presenta i suoi nuovi sottomarini turistici in grado di scendere a una profondità record

 
[2016-04-08]
 

AMSTERDAM, April 8, 2016 /PRNewswire/ —

U-Boat Worx presenta i suoi nuovi sottomarini privati, appositamente progettati per le navi da crociera e il settore turistico, tra cui un modello mai costruito prima in grado di scendere a una profondità record.  

U-Boat Worx ha lanciato tre nuovi modelli di sottomarini di lusso: il Cruise Sub 5, il Cruise Sub 7 e il Cruise Sub 9. I modelli Cruise Sub 5 e 7 sono in grado di scendere a 1.140 metri, una profondità mai raggiunta da nessun sottomarino turistico. In base al modello è possibile trasportare 5, 7 o 9 persone per immersione.

Forte dei primi successi ottenuti grazie ai sottomarini gestiti da navi da crociera di lusso come il Taipan, utilizzato dalle società Star Cruises e Crystal Esprit, il produttore di sottomarini con sede nei Paesi Bassi sta assistendo a un aumento della domanda in questo settore.

“Le nostre attività sulle navi da crociera hanno ispirato lo sviluppo della nostra serie Cruise Sub”, dichiara Bert Houtman, fondatore e presidente di U-Boat Worx.  “Sia che l’operatore decida di esplorare in maniera esclusiva le profondità marine in zone remote o che scelga di effettuare numerose escursioni subacquee alla scoperta delle barriere coralline, i Cruise Sub sono ottimizzati per offrire ai passeggeri un’esperienza senza pari”.

I sottomarini turistici tradizionali hanno oblò di piccole dimensioni e sedili per i passeggeri simili a quelli degli autobus.  La nuova serie Cruise Sub si ispira ai sottomarini U-Boat Worx utilizzati su esclusivi yacht privati di lusso, nonché da istituti di ricerca.  Tutti i passeggeri potranno godere dello stesso panorama grazie a due ampie sfere in acrilico che consentono a tutti di posizionarsi in prima fila.

La parte interna può ruotare all’interno della sfera, in modo da offrire sempre ai passeggeri la vista migliore per tutta la durata dell’immersione, a prescindere dalla rotta delso ttom arino.

I sottomarini sono costruiti nel rispetto delle norme internazionali e possono essere utilizzati in modo continuo e senza interruzione fino a 12 ore.   Sono dotati di un motore alimentato a batteria e non hanno pertanto alcun impatto sull’ambiente marino in cui vengono fatti funzionare. L’immersione a bordo dei sottomarini U-Boat Worx è quindi un’attività eco-compatibile.

FINE DEL COMUNICATO

Il Cruise Sub 

Per scaricare le specifiche o le immagini ad alta risoluzione e saperne di più, si prega di consultare le seguenti sezioni:

specifiche complete http://www.rb-cms.nl/classes/FCKeditor/upload/82/File/specification_sheets/Cruise%20Sub%20-%20brochure%20-%20April%202016.pdf
maggiori informazioni https://www.dropbox.com/sh/qt8tpf75bmhjk73/AAAjP2e0_E0PYW66fes7VK7za?dl=0
immagini ad alta risoluzione https://www.dropbox.com/sh/l67cgg7uxxt1gem/AABwg5jB6QQhJ4rxZ4VwW3QBa?dl=0

Informazioni su U-Boat Worx 

L’azienda U-Boat Worx, con sede nei Paesi Bassi, è leader nella costruzione dei più moderni sottomarini privati e fissa le norme di riferimento che disciplinano l’esplorazione subacquea del 21° secolo. I sottomarini sono prodotti in serie limitate presso la sede aziendale di Breda, dove vengono scrupolosamente assemblati centinaia di pezzi con l’obiettivo di offrire ai clienti gli apparecchi più sicuri, più moderni ed esclusivi sul mercato.

Contatti
Per maggiori informazioni rivolgersi a:
Roy de Boer
Direttore marketing e comunicazione
Tel: +31(0)765713096,
E-mail: [email protected]
YouTube: http://www.youtube.com/uboatworx
Facebook: http://www.facebook.com/uboatworx

No Comments
Comunicati

PRN: Onlineprinters inaugura la nuova sede produttiva per stampe di grande formato: 1.800 metri quadrati per la stampa di grande formato e la gestione

Onlineprinters inaugura la nuova sede produttiva per stampe di grande formato: 1.800 metri quadrati per la stampa di grande formato e la gestione

 
[2016-04-07]
 

NEUSTADT AN DER AISCH, Germania, April 7, 2016 /PRNewswire/ —

D’ora in avanti Onlineprinters GmbH produrrà le stampe di grande formato in un nuovo stabilimento. Per far fronte alla fase di espansione che l’azienda sta vivendo, la produzione ha acquistato un capannone di 1.200 metri quadrati, a pochi chilometri di distanza dalla sede centrale. L’azienda ha inoltre investito in nuovi uffici amministrativi che occupano una superficie di 600 metri quadrati e ospitano già 21 collaboratori del settore marketing e sviluppo del prodotto. Onlineprinters rimane pertanto fedele alla sede tedesca di Neustadt an der Aisch, che vanta una superficie totale di ben 42.000 metri quadrati.

     (Photo: http://photos.prnewswire.com/prnh/20160407/352622 )

     (Photo: http://photos.prnewswire.com/prnh/20160407/352623 )

“La stampa di grande formato è un settore in forte crescita”, spiega l’amministratore Dr. Michael Fries. Nel 2015 la domanda ha subito un’impennata rispetto all’anno precedente. La “pubblicità esterna di grande formato” è parte integrante delle attuali strategie di marketing. Investiamo in questo settore per riuscire a far fronte alle esigenze dei nostri clienti anche in futuro”, prosegue Fries.

Cinque anni di stampa di grande formato 

Onlineprinters GmbH ha aperto il reparto Large Format Printing (stampa di grande formato, in breve: LFP) nel gennaio del 2011. Tra i prodotti offerti ci sono cartelli pubblicitari, dotazioni per fiere, come display rollup, carte da parati fotografiche, pannelli pubblicitari da applicare su recinzioni e balaustre, nonché bandiere di vario genere. Diciannove dipendenti si occupano degli ordini che giungono da vari paesi europei attraverso i 15 Onlineshop che l’azienda ha allestito. La stampa avviene su svariati tipi di materiale, come pannelli in PVC, Plexiglas®, tessuto per bandiere e lastre alveolari. Il reparto si occupa inoltre della lavorazione dei prodotti, ad esempio del ritaglio delle stampe, degli occhielli sui pannelli e degli orli sulle bandiere.

La produzione industriale delle stampe, così come viene gestita nelle stamperie online, consente di realizzare prodotti di diversi metri quadrati a prezzi vantaggiosi. Sono inoltre disponibili opzioni speciali, come la produzione di mezzi pubblicitari nel formato a scelta realizzati con estrema precisione e la produzione degli ordini in giornata (stampa immediata).

Onlineprinters produce stampe di grande formato su modernissime stampanti digitali delle ditte HP e Durst e utilizza inchiostri al lattice ecologici e inodore. L’azienda è stata una delle prime al mondo ad acquistare la Durst Rho 312R, una stampante UV a rullo ad alta velocità, per la stampa di pannelli in mesh e PVC.

Il filmato aziendale di Onlineprinters: 

Informazioni su Onlineprinters GmbH 

Onlineprinters GmbH è una delle principali stamperie online d’Europa. A differenza delle altre grandi stamperie online, l’azienda nacque come  classica tipografia  e, con la creazione dello shop online tedesco diedruckerei.de nel 2004, si affermò come uno dei primi fornitori di stampe online. Nel 2009 entrò nel mercato internazionale con il marchio Onlineprinters. Ad oggi l’azienda conta oltre 600 dipendenti e rifornisce più di 500.000 clienti in 30 paesi europei. Per la produzione interna Onlineprinters si avvale dell’avanzata tecnologia Heidelberg Speedmaster nella stampa offset, delle stampanti digitali HP Indigo, nonché delle stampanti per grande formato (LFP) Durst e HP con inchiostri UV e al lattice. L’assortimento comprende oltre 1.400 prodotti stampati in dieci milioni di varianti: da biglietti da visita, carta da lettera e volantini, a cataloghi, opuscoli e sistemi pubblicitari di grande formato. Con 110 gruppidi stampa, Onlineprinters è la più grande tipografia 3b d’Europa e produce annualmente più di due miliardi di stampe.

Contatto stampa:
Onlineprinters GmbH
Patrick Piecha
Referente PR
Rudolf-Diesel-Straße 10
91413 Neustadt an der Aisch
Germania
Tel.: +49(0)9161/6209807
[email protected]
http://www.onlineprinters.it
http://www.onlineprinters.ch

No Comments
Comunicati

PRN: EOSTATE MeltPool: monitoraggio automatizzato, intelligente e in tempo reale dei processi di sinterizzazione laser diretta di metalli (DMLS®)EOSTATE MeltPool: monitoraggio automatizzato, intelligente e in tempo reale dei processi di…

EOSTATE MeltPool: monitoraggio automatizzato, intelligente e in tempo reale dei processi di sinterizzazione laser diretta di metalli (DMLS®)EOSTATE MeltPool: monitoraggio automatizzato, intelligente e in tempo reale dei processi di sinterizzazione laser diretta di metalli (DMLS®)

 
[2016-04-06]
 

MILANO, April 6, 2016 /PRNewswire/ —

Monitoraggio e analisi del processo per punto, per strato o per componente, al fine di minimizzare il rischio e abbattere i costi per la garanzia della qualità  

Rimando: l’immagine è disponibile presso epa european pressphoto agency (http://www.epa.eu)

EOS, leader mondiale per tecnologia e qualità nel campo delle soluzioni per l’Additive Manufacturing (AM) di fascia alta, lancia EOSTATE MeltPool Monitoring quale add-on al sistema DMLS EOS M 290. Questo strumento innovativo spiana la strada alla totale tracciabilità del componente, ma anche alla sorveglianza e all’analisi automatizzate del bagno fuso durante il processo di fabbricazione DMLS®: ogni punto, ogni strato, ogni componente. Questo strumento EOS amplia il portafoglio esistente di soluzioni per il monitoraggio dell’AM; l’aggiunta di questo monitoraggio online ad alte prestazioni garantisce una maggior trasparenza al complesso processo di fabbricazione. In quanto tale, EOSTATE MeltPool è destinato a clienti operanti nel campo della ricerca e sviluppo o nell’industria manifatturiera con rigorosi requisiti di qualità.

Il dott. Tobias Abeln, Chief Technology Officer (CTO) di EOS, dichiara: “Abbiamo sviluppato questa potente soluzione per il monitoraggio intelligente in collaborazione con plasmo Industrietechnik GmbH, fornitore globale di soluzioni ad alto contenuto tecnologico per i sistemi automatizzati per la garanzia della qualità.” E prosegue: “Con EOSTATE MeltPool Monitoring proponiamo un potente strumento specialistico a coloro che hanno necessità di migliorare le proprie procedure per la garanzia della qualità nel campo dell’AM e che vogliono acquisire una conoscenza approfondita del processo DMLS volta a supportarne l’ulteriore evoluzione.”

Per minimizzare il rischio e abbattere i costi per la garanzia della qualità    

Gli strumenti affidabili per la garanzia della qualità hanno un ruolo determinante nell’accrescere la fiducia nei confronti di una nuova tecnologia. EOSTATE MeltPool Monitoring consente di spostare la garanzia della qualità di un componente dalla fase post-process a quella in-process; quindi non solo si promuove una migliore gestione del rischio ma si riducono anche i costi e il tempo per la garanzia della qualità e, di conseguenza, i costi complessivi per componente.

Per ulteriori informazioni contattare Marianna Di Paola (Tel.: +39-0233-401659, E-mail: [email protected]nfo).

No Comments
Comunicati

PRN: Supermicro® espone i nuovi SuperServer®, SuperBlade® e SuperWorkstations per GPU al NVIDIA GPU Technology Conference

Supermicro® espone i nuovi SuperServer®, SuperBlade® e SuperWorkstations per GPU al NVIDIA GPU Technology Conference

 
[2016-04-04]
 

Il portafoglio più flessibile del settore di soluzioni server ottimizzate per GPU consente un’architettura di calcolo di prossima generazione per applicazioni AI, Deep Learning e VR

SAN JOSE, California, 4 aprile 2016 /PRNewswire/ — Super Micro Computer Inc. (NASDAQ: SMCI), azienda leader globale nella realizzazione di server a elevate prestazioni ed elevata efficienza, tecnologia di storage e soluzioni di calcolo ecocompatibili presenta la sua architettura di server GPU di prossima generazione assieme a nuove soluzioni SuperServer®, SuperBlade e SuperWorkstation ottimizzate per GPU questa settimana al NVIDIA GPU Technology Conference (GTC) (Conferenza sulla tecnologia GPU). Fra quanto esposto da Supermicro al GTC vi sono 1U GPU SuperServer supportanti fino a 4 acceleratori GPU NVIDIA® Tesla®, SuperServer GPU 2U 2x GPU TwinPro™, 4U 12x GPU FatTwin™, 4U 8x GPU, 4U/Torre 4+1, infine 20x soluzioni di sistema GPU 7U SuperBlade®.

Da HPC a Deep Learning e Big Data Analytics, delle soluzioni GPU più dense e potenti sono diventate una necessità al fine di servire la prossima generazione di applicazioni con accelerazione GPU. Presso GTC, Supermicro dimostrerà come queste applicazioni sono progredite e come le sue soluzioni GPU stanno influenzando tale evoluzione. L’architettura informatica ecocompatibile unica di Supermicro è caratterizzata da alimentatori ad alta efficienza ridondanti e architettura di raffreddamento ottimizzata a flusso d’aria per massimizzare le condizioni termiche di funzionamento ed aumentare efficienza energetica ed affidabilità. Con le soluzioni di calcolo ad accelerazione GPU di Supermicro, i settori ingegneristici, scientifici e di ricerca possono scalare su cluster di calcolo che accelerano i carichi di lavoro più impegnativi e raggiungono risultati in tempi più veloci con il massimo delle prestazioni per ogni watt o piede quadro o dollaro.

“Le nuove piattaforme SuperServer e SuperBlade di Supermicro ottimizzate per la tecnologia GPU di prossima generazione offrono l’architettura più flessibile per il futuro del calcolo parallelo estremo”, ha detto Charles Liang, presidente e amministratore delegato presso Supermicro. “La nostra architettura di raffreddamento proprietaria supporta fino a quattro GPU in 1U, massimizzando densità di elaborazione, prestazioni e affidabilità in condizioni termiche di funzionamento di punta. Le soluzioni rivoluzionarie e innovative di Supermicro offrono la più vasta gamma di opzioni per i supercomputer di prossima generazione, consentendo nuovi progressi nelle più recenti applicazioni di deep learning e intelligenza artificiale.”

Le soluzioni presentate al GTC da Supermicro® GTC comprendono:

  • 1U SuperServer® 4 GPU (SYS-1028GQ-TRT) – supporta fino a 4 acceleratori GPU NVIDIA Tesla con innovativa architettura senza preriscaldamento GPU, doppi processori Intel® Xeon® serie E5-2600 v4, fino a 2TB DDR4 2400MHz ECC DIMM, 2 alloggiamenti scambiabili a caldo e 2 per unità statiche da 2.5″, alimentatori 2000W di livello titanio ad alta efficienza (96%) ridondanti
  • 1U SuperServer® 3 GPU (SYS-1028GR-TRT) – supporta fino a 3 acceleratori GPU NVIDIA Tesla, doppi processori Intel® Xeon® serie E5-2600 v4, fino a 2TB ECC, DDR4 2400MHz in slot da 16 DIMM, 4 alloggiamenti per dischi rigidi SATA3 scambiabili a caldo da 2.5″, 4 slot PCI-E 3.0 x16 e 1 slot aggiuntivo PCI-E 3.0 x8 LP, doppie porte 10GBase-T e alimentatori 1600W di livello platino (94%+) ridondanti
  • 2U TwinPro™ SuperServer® 2 GPU (SYS-2028TP-DC1FR) – due sistemi scambiabili a caldo (nodi), con ogni nodo che supporta doppi processori di famiglia Intel® Xeon® serie E5-2600 v4; QPI fino a 9.6GT/s, fino a 2TB ECC LRDIMM, 512GB ECC RDIMM, fino a 2400MHz; slot da 16 DIMM, slot 1x PCI-E 3.0 x16, 1x PCI-E 3.0 x8 e 1x PCI-E 3.0 x16 per singolo supporto per acceleratore GPU NVIDIA Tesla (w/ GPU kit), porta singola IB (FDR, 56Gbps) w/ connettore QSFP, doppia porta GbE LAN, 12 dischi rigidi SAS (8) scambiabili a caldo da 2.5″ / SATA (4) HDD Bay, LSI 3108 controllore SAS3 (8 porte); RAID 0, 1, 5, 6, 10, 50, 60, supporto mSATA (per intero), alimentatori 1280W di livello platino (94%+) ridondanti
  • 4U FatTwin™ SuperServer® 12 GPU (SYS-F628G3-FC0PT+) – sistema con 4 nodi scambiabili a caldo in 4U w/anteriore I/O, con ogni nodo che supporta doppi processori di famiglia Intel® Xeon® serie E5-2600 v4, fino a 2TB ECC DDR4, fino a 2400MHz in slot da 16 DIMM, slot 3x PCI-E 3.0 x16 (supportano acceleratori GPU 3x doppia larghezza NVIDIA Tesla), slot 2x PCI-E 3.0 x8, porte anteriori I/O: 2 10GBase-T, 2x USB 3.0 e 1 connettore VGA, 2x SAS3/SATA3 scambiabili a caldo da 3.5″; SAS3 (12 Gbps) via LSI 3008, alimentatori con commutazione digitale 2000W di livello titanio ad alta efficienza (96%) ridondanti
  • 4U SuperServer® 8 GPU (SYS-4028GR-TRT) – supporta doppi processori di famiglia Intel® Xeon® serie E5-2600 v4; fino a 3TB ECC DDR4, fino a 2400MHz; slot da 24 DIMM, 8 slot PCI-E 3.0 x16 (a larghezza doppia) a supportare acceleratori GPU NVIDIA Tesla, 2 slot PCI-E 3.0 x8 (in x16), 1 slot PCI-E 2.0 x4 (in x16), doppio 10GBase-T LAN con Intel® X540, 24 dischi rigidi scambiabili a caldo da 2.5″, alimentatori 1600W di livello platino (94%+) ridondanti (2+2)
  • 4U/Torre SuperServer® 4+1 GPU (SYS-7048GR-TR) – supporta acceleratori GPU 4+1 NVIDIA, tecnologia NVIDIA SLI, doppi processori Intel® Xeon® serie E5-2600 v4, fino a 2TB ECC DDR4 2400MHz in slot da 16 DIMM, 8 dischi rigidi scambiabili a caldo da 3.5″ oltre a 3 fissi da 5.25″ e 1 fisso da 3.5″, 4 ventole ad alta resistenza, 2 aspiratori esterni e 2 dissipatori di calore attivi con controllo ottimale della velocità della ventola, alimentatori con commutazione digitale 2000W di livello titanio ad alta efficienza (96%) ridondanti, kit di GPU passivo (MCP-320-74701-0N-KIT) e Thunderbolt 2.0 AOC opzionale
  • 7U SuperBlade® – SBI-7128RG-X/-F/-F2 – ben fino a 120 GPU + 60 CPU per rack 42U! Supporta fino a 2 acceleratori GPU NVIDIA, doppi processori Intel® Xeon® serie E5-2600 v4, fino a 1TB ECC DDR4 2400MHz in slot da 8 DIMM, 2 SATA DOM o 1 SSD; oppure fino a 8 dischi rigidi SATA3 da 2.5″ + 1 SSD da 2.5″, 10GbE (-X) all’interno, porta singola FDR IB (-F), doppie porte FDR IB (-F2)

Recati allo stand #818 di Supermicro presso NVIDIA GPU Technology Conference di San Jose in California dal 4 al 7 aprile presso il San Jose McEnery Convention Center. Per maggiori informazioni sulla gamma completa di soluzioni di calcolo ad alta efficienza ed alte prestazioni ottimizzate per tecnologia GPU di Supermicro visita il sito web www.supermicro.com/GPU.

Segui Supermicro su Facebook e Twitter per conoscere le ultime notizie e promozioni.

Informazioni su Super Micro Computer Inc.

Supermicro® (NASDAQ:  SMCI), innovatore leader di tecnologie di server ad alta efficienza e a prestazioni elevate è uno dei principali fornitori di server avanzati Building Block Solutions® per centri dati, cloud computing, infrastrutture IT per aziende, Hadoop/Big Data, HPC e sistemi integrati in tutto il mondo. Supermicro è impegnata nel rispetto dell’ambiente con l’iniziativa “We Keep IT Green®” fornendo ai clienti le soluzioni più efficienti a livello energetico ed ecocompatibili disponibili sul mercato.

Supermicro, Building Block Solutions e We Keep IT Green sono marchi e/o marchi registrati di Super Micro Computer Inc.

Tutti gli altri marchi, nomi e marchi commerciali sono di proprietà dei rispettivi proprietari.

SMCI-F

Company Codes: NASDAQ-NMS:SMCI
No Comments
Comunicati

PRN: blu svela la nuova campagna globale – “Just You & blu” (Solo Tu & blu) – per celebrare libertà e unicità

blu svela la nuova campagna globale – "Just You & blu" (Solo Tu & blu) – per celebrare libertà e unicità

 
[2016-04-04]
 

Il lancio nei paesi chiave: Stati Uniti d’America, Regno Unito, Francia e Italia

ROMA, 4 aprile 2016 /PRNewswire/ — blu, il marchio che ha aperto la strada allo svapo elettronico nel mondo, lancia una nuova campagna globale di marketing con lo slogan Just You & blu”.

Prova i comunicati multimediali interattivi qui: http://www.multivu.com/players/English/7801651-just-you-and-blu/

La campagna celebra lo stile di vita unico dei consumatori bluognuno col proprio spirito indipendente, che costruisce il proprio percorso di vita accompagnato da blu. La campagna Just You & blu” comprende spot per la TV e per il cinema, inserzioni e cartelloni pubblicitari, così come contenuti digitali e destinati ai social media.

Just You & blu” sarà presentata oggi in anteprima negli Stati Uniti, nel Regno Unito, in Italia e in Francia.

Dalla sua nascita nel 2009, blu è stato il vero brand innovatore nel settore dello svapo elettronico e continua a evolversi offrendo al consumatore un’esperienza unica.

“blu è il marchio più rappresentativo nella categoria dello svapo elettronico”, ha dichiarato John Wardley, Chief Marketing Officer di Fontem Ventures, l’azienda madre di blu. “Questa campagna servirà a consolidare e a far crescere la posizione di leadership di cui gode blu negli Stati Uniti e nel Regno Unito, e introdurrà il marchio ai nuovi consumatori in Italia e in Francia, i nostri due mercati di lancio”.

“La campagna coglie, in modo attento e coinvolgente, il momento di soddisfazione che blu dà ai nostri consumatori”, ha detto Wardley. “Abbiamo volutamente evitato i luoghi comuni che hanno definito storicamente il marketing di questa categorianon si tratta della durata della batteria, della varietà degli aromi o del device, ma di persone vere che si godono un momento vero con blu.”

La nuova campagna Just You & blu” è fatta di spot di 90, 60 e 30 secondi, oltre a suggestive immagini in bianco e nero, semplici e senza tempo. La prima fase della campagna si concentra su protagonisti diversi tra loro: un motociclista, un comico, una drag queen, una modella ed una donna pilota. “Non sono celebrità, non sono famosi, sono solo persone interessanti, ciascuna con la propria storia, e ciascuna con il proprio legame con il marchio blu”, ha detto Wardley.

Per la campagna di marketing di Just You & blu”, blu si è affidata ai talenti dell’agenzia pubblicitaria londinese The Corner. Il contenuto pubblicitario è stato diretto dal regista di videoclip Romain Gavras e dal fotografo Rick Guest, e accompagnato dal brano “Outro” del gruppo francese di musica elettronica M83.

Con la campagna “Just You & blu”, blu sta ampliando la propria presenza internazionale: la nuova generazione di prodotti blu è disponibile negli Stati Uniti, nel Regno Unito, in Francia e in Italia, con prodotti sempre più performanti, un elegante packaging e la possibilità di personalizzare il proprio prodotto. In Italia la vendita avverrà attraverso la rete delle tabaccherie, in Francia invece attraverso l’online store.

Ulteriori dettagli su blu e sulla sua ampia gamma di prodotti sono disponibili su www.blucigs.com (Stati Uniti), www.blu.com/en/GB (Regno Unito), www.blu.com/fr/FR (Francia) e www.blu.com/it/IT (Italia).

Chi è blu
blu è il brand precursore nel mercato dello svapo elettronico. Lanciato nel 2009, è alla costante ricerca della soddisfazione dei consumatori e ha l’ambizione di essere il migliore. blu non si limita a offrire prodotti per lo svapo elettronico di alta qualità; si impegna con costanza a soddisfare davvero i propri clienti, progettando prodotti pensati per il consumatore adulto. blu è disponibile nei quattro principali mercati dello svapo elettronico del mondo: Stati Uniti, Regno Unito, Italia e Francia, e offre una varietà di aromi da provare in kit ricaricabili o in convenienti e pratiche confezioni usa e getta. Il brand blu fa parte del Gruppo Fontem Ventures che ha le sue sedi ad Amsterdam e a Charlotte (USA).

Per unirvi al viaggio di blu e provare la soddisfazione offerta dal marchio, visitate www.blu.com

No Comments
Comunicati

PRN: Svizzera: Esclusivo viaggio d’esplorazione nel tunnel ferroviario più lungo del mondo

Svizzera: Esclusivo viaggio d’esplorazione nel tunnel ferroviario più lungo del mondo

 
[2016-04-04]
 

ZURIGO, April 4, 2016 /PRNewswire/ —

Con la galleria di base del San Gottardo, l11 dicembre 2016 entrerà in funzione il tunnel ferroviario più lungo del mondo. Prima di tale data, per poco tempo, la costruzione da record sarà più accessibile che mai: a partire dal 2 agosto 2016, infatti, sarà possibile partecipare ad esclusivi viaggi nel tunnel, comprensivi di una sosta al suo interno, durante la quale si potrà scendere dal convoglio. Il treno speciale Gottardino circolerà solo fino al 27 novembre 2016 e il numero di biglietti sarà limitato.  

     (Photo: http://photos.prnewswire.com/prnh/20160323/347230 )

     (Photo: http://photos.prnewswire.com/prnh/20160323/347231 )

La fase di test della galleria di base del San Gottardo procede a pieno ritmo. Tra due mesi, il 1° giugno 2016, dopo 17 anni di lavori, la committente AlpTransit San Gottardo SA affiderà il tunnel ferroviario più lungo del mondo al futuro gestore, le Ferrovie Federali Svizzere FFS.

In treno nelle profondità della montagna
Prima che, a partire dall’11 dicembre 2016, nella galleria di base del San Gottardo abbia inizio il traffico regolare, le FFS consentiranno al pubblico di vivere un’esperienza assolutamente unica: ammirare l’opera secolare da dentro. Dal 2 agosto al 27 novembre 2016, il treno speciale “Gottardino” porterà i passeggeri a profondità da record nella roccia che forma le Alpi svizzere. Presso la stazione multifunzionale di Sedrun, inoltre, sarà prevista una fermata. Qui, 800 metri sottoterra, una visita guidata illustrerà le dimensioni del gigantesco sistema di cunicoli.

Quando i treni sfrecceranno ad alta velocità attraverso la galleria, non sarà più possibile fermarsi al suo interno. Grazie al nuovo collegamento nord-sud, le regioni e i paesi limitrofi su ambo i lati del Gottardo si avvicineranno ancora di più. Dal 2016, i passeggeri sfrutteranno il nuovo tunnel per attraversare le Alpi in soli 20 minuti e raggiungere la propria destinazione più rapidamente che mai.

Per informazioni sui punti vendita di Swiss Travel System, consultare http://www.SwissTravelSystem.com/puntivendita.

Per maggiori informazioni sulla galleria di base del San Gottardo o spunti sull’opera del secolo, consultare il sito SwissTravelSystem.com/gotthard o scrivere a [email protected].

In futuro, i binari della galleria di base del San Gottardo indicheranno la strada della trasversale alpina.

Tabea Mandour, Tel: +41-(0)44-225-80-40

No Comments
Comunicati

PRN: SMART 6™ nominato tra i primi tre prodotti nuovi al Pittcon 2016

SMART 6™ nominato tra i primi tre prodotti nuovi al Pittcon 2016

 
[2016-04-01]
 

MATTHEWS, North Carolina, 1 aprile 2016 /PRNewswire/ — CEM Corporation, fornitore leader di soluzioni per il controllo dei processi, annuncia con piacere che il proprio analizzatore di umidità/solidi SMART 6™ è stato nominato uno dei nuovi prodotti di punta in occasione del Pittcon da Instrument Business Outlook. Lo SMART 6 presenta due grandi innovazioni rispetto agli altri analizzatori di umidità: la capacità di analizzare in maniera precisa sia campioni umidi che secchi e una riduzione significativa nei tempi di essiccazione dei campioni. Questi vantaggi sono possibili grazie allo sviluppo della tecnologia iPower®, che è caratterizzata da una sorgente di energia brevettata in multifrequenza per essiccare i campioni. Lo SMART 6 è anche dotato di un touchscreen ad alta risoluzione con software per l’esecuzione di analisi statistiche complete e una libreria integrata di metodi.  

Foto – http://photos.prnewswire.com/prnh/20160401/350392 
Logo – http://photos.prnewswire.com/prnh/20090622/CL35336LOGO-b

“Lo SMART 6 rivoluzionerà i tempi di analisi per le applicazioni con elevata umidità quali latticini, carni, rivestimenti e sostanze chimiche per le quali i tempi di test si dimezzano. Contribuirà inoltre ad ampliare la capacità di CEM per quanto riguarda l’analisi di umidità/solidi in modo da comprendere polveri da latticini, spuntini e merendine, solventi chimici non polari, sostanze plastiche a bassa umidità, e materiali farmaceutici. Queste applicazioni hanno presentato difficoltà per i sistemi precedenti di essiccazione con microonde, ma ora tali difficoltà sono state superate con lo sviluppo di iPower,” ha commentato Michael J. Collins, Presidente e Amministratore Delegato di CEM Corporation. “Inoltre il tempo di essiccazione è decisamente più rapido rispetto ai sistemi di essiccazione a infrarosso che sono stati impiegati tradizionalmente in questi mercati. Mai prima d’ora era stato possibile avere così tanto da un analizzatore di umidità, con la capacità di eseguire test rapidissimi e fornire dati accurati per tutti i tipi di campione.”

Fin dalla sua introduzione a dicembre sono stati venduti 200 sistemi dello SMART 6. Molti di questi sistemi si trovano presso società nelle quali è possibile eseguire cambiamenti critici sulla linea in modo estremamente rapido, facendo risparmiare alle società tempi e riformulazioni costose. CEM stima che il mercato del settore “umidità/solidi” abbia un volume superiore a 100 milioni di dollari ed è orgogliosa di poter portare una soluzione innovativa in grado di soddisfare i bisogni derivanti dalla domanda dei produttori.

CEM Corporation, una società privata con sede a Matthews, North Carolina, è un fornitore leader di soluzioni scientifiche per applicazioni critiche da laboratorio. La Società ha filiali nel Regno Unito, Germania, Italia, Francia, e Giappone, e una rete globale di distributori. CEM progetta e produce sistemi per le scienze naturali, per laboratori di analisi e per impianti di trattamento in tutto il mondo. I prodotti della Società sono sono usati in molti settori, tra cui quello farmaceutico, biotecnologico, chimico, della lavorazione degli alimenti, oltre che nel campo della ricerca accademica.

No Comments
Comunicati

PRN: Il NICE esprime un giudizio positivo su gammaCore, il dispositivo prodotto da electroCore per la prevenzione e il trattamento acuto dell’emicrania e della cefalea a grappolo

Il NICE esprime un giudizio positivo su gammaCore, il dispositivo prodotto da electroCore per la prevenzione e il trattamento acuto dell’emicrania e della cefalea a grappolo

 
[2016-04-01]
 

BASKING RIDGE, New Jersey, April 1, 2016 /PRNewswire/ —

Il britannico National Institute of Health and Care Excellence (NICE) ha pubblicato un documento in cui afferma che l’elettrostimolatore non invasivo del nervo vago prodotto da electroCore (gammaCore) per la prevenzione e il trattamento dell’attacco acuto dell’emicrania e della cefalea a grappolo è sicuro e che, dunque, ora può essere utilizzato dal Servizio Sanitario Nazionale del Regno Unito (NHS).

Il documento pubblicato dal NICE ha dimostrato che nei cinque diversi studi clinici sul gammaCore presi in esame, un numero elevato di pazienti ha tratto importanti e sostanziali benefici dalla terapia.

Nei pazienti affetti da cefalea a grappolo, i benefici includevano un numero decisamente minore di attacchi di cefalea, la remissione completa della cefalea in alcuni soggetti dopo pochi minuti di utilizzo del dispositivo, la necessità ancor più sporadica di usare trattamenti supplementari, il miglioramento della qualità di vita.

Negli studi sull’emicrania presi in esame, il NICE ha rilevato che circa la metà dei pazienti ha manifestato sollievo dal dolore, mentre il 20% ca. dei pazienti ha manifestato remissione completa del dolore nelle due ore successive all’utilizzo di gammaCore. Il NICE ha scoperto anche che il 50% dei pazienti manifestava sollievo dalla nausea e minore sensibilità a luce e rumore, mentre il 30% dei pazienti manifestava il recupero dalla disabilità entro due ore. Inoltre, a distanza di due ore dal trattamento solo la metà dei pazienti necessitava di ulteriori terapie antiemicraniche.

JP Errico, CEO e fondatore di electroCore ha commentato: “Grazie a questa valutazione, ora gammaCore potrà essere utilizzato nel NHS, consentendoci di offrire il trattamento a un numero maggiore di pazienti affetti da queste patologie gravemente debilitanti. Ne siamo molto soddisfatti. Sebbene questi cinque studi rappresentino un numero significativo di pazienti, abbiamo condotto e continuiamo a condurre altri studi clinici che verranno utilizzati per aggiornare il NICE al fine di promuovere la valutazione presso pazienti e fornitori di cure sanitarie in tutto il Regno Unito.”

Il dispositivo gammaCore, marcato CE, è largamente utilizzato in tutto il mondo ed è disponibile nel Regno Unito nelle cliniche specializzate per il trattamento delle cefalee e presso i neurologi.

Il trattamento può essere facilmente eseguito dagli stessi pazienti, che dovranno solo posizionare il gammaCore lateralmente al collo, sul nervo vago (dove si sente pulsare) ed effettuare la stimolazione per due minuti.  È possibile somministrare più dosi. Un trattamento tipico dura tra i quattro e i sei minuti. Il numero di trattamenti al giorno dipende dal tipo di mal di testa e dal regime terapeutico consigliato dallo specialista.

gammaCore presenta due vantaggi in particolare: l’assenza di effetti collaterali gravi, soprattutto se lo se si confronta con altri trattamenti per il mal di testa (in alcuni pazienti si è verificata un’irritazione della cute sul punto della stimolazione, ma blanda e transitoria), e la possibilità di assumere i farmaci abituali senza gli effetti collaterali noti dovuti a interazioni. Ciò consente a i pazienti di ridurre l’assunzione di alcuni dei farmaci esistenti o di utilizzare trattamenti combinati con un rischio minimo.

Il dr. Nicholas Silver, specialista in neurologia presso il Walton Centre for Neurology and Neurosurgery ha affermato: “Noi specialisti accogliamo con grande entusiasmo la comparsa di nuove terapie quali gammaCore in grado di fornire un trattamento sicuro, efficace e affidabile sia nella prevenzione degli attacchi di mal di testa, sia nel trattamento degli attacchi quando si manifestano. Ritengo necessario congratularsi con electroCore per l’innovazione e per lo sviluppo di un eccellente programma di ricerca a livello mondiale volto a scoprire trattamenti migliori per queste patologie.”

La signora Beasley, una paziente, ha dichiarato: “Sono davvero soddisfatta che il NICE riconosca i grandi benefici che gammaCore offre ai pazienti affetti da cefalee a grappolo. Mi ha cambiato la vita negli ultimi tre anni. Avevo provato di tutto, anche delle pillole che mi facevano stare malissimo. L’unico trattamento che funziona è gammaCore e anche se la mia cefalea non è completamente scomparsa, ne ha ridotto l’incidenza di oltre l’80% e posso facilmente conviverci.”

Simon Evans, CEO di Migraine Action ha commentato: “Siamo davvero incoraggiati dall’esame dei dati clinici effettuato dal NICE riguardanti l’impatto positivo che gammaCore può avere sull’emicrania in alcuni pazienti.  È un trattamento non invasivo, privo di effetti collaterali gravi, che sarà accolto positivamente da molte persone, soprattutto perché può essere utilizzato insieme ai trattamenti già esistenti.”

Note per i redattori  

Informazioni su electroCore  

electroCore LLC, azienda farmaceutica bioelettrica con sede nel New Jersey, mira a sviluppare terapie non invasive per la stimolazione del nervo vago (dispositivo gammaCore) per il trattamento di numerose patologie neurologiche, psichiatriche, gastroenterologiche e respiratorie. Obiettivo dell’azienda è il trattamento dei mal di testa primari (emicrania e cefalea a grappolo) e le comorbillità croniche associate di motilità gastrica, psichiatriche, del sonno, e nelle patologie del dolore che causano costi diretti e indiretti sproporzionatamente gravi al sistema sanitario e alla società. 

http://www.electrocoremedical.com

INFORMAZIONI PER I MEDIA:
Per electroCore LLC
Simon Vane Percy
Vane Percy & Roberts
(T) +44(0)1737-821890
(e) [email protected]

No Comments
Comunicati

PRN: Aplidin® dimostra la sua efficacia nello studio pivotale di fase III per il trattamento del mieloma multiplo

Aplidin® dimostra la sua efficacia nello studio pivotale di fase III per il trattamento del mieloma multiplo

 
[2016-04-01]
 

MADRID, April 1, 2016 /PRNewswire/ —

PharmaMar intende presentare all’Agenzia europea per i medicinali una richiesta per l’autorizzazione all’immissione in commercio nell’ultimo trimestre di quest’anno

PharmaMar (MSE:PHM) ha annunciato oggi gli ottimi risultati conseguiti da ADMYRE, il suo studio clinico di fase III, per mezzo della somministrazione di Aplidin® (plitidepsina) combinato con desametasone rispetto alla semplice somministrazione di desametasone a pazienti affetti da mieloma multiplo recidivante/refrattario. Aplidin® ha consentito di ottenere una riduzione significativa dal punto di vista statistico (-35%) del rischio di progressione o di decesso rispetto al trattamento posto a confronto (p=0,0054). Lo studio ha raggiunto il suo obiettivo primario.

     (Logo: http://photos.prnewswire.com/prnh/20150203/727958-b )

Questo studio pivotale internazionale, randomizzato, in aperto e multicentrico di fase III, chiamato ADMYRE, ha reclutato 255 pazienti in 83 centri medici in 19 Paesi (ivi compresi gli Stati Uniti, l’Europa e la regione Asia Pacifico) affetti da mieloma multiplo recidivante o recidivante e refrattario dopo almeno tre, ma non oltre sei regimi terapeutici precedenti.

L’efficacia del plitidepsin combinato con desametasone rispetto al solo desametasone è stata valutata prendendo in considerazione la sopravvivenza libera da malattia calcolata in base ai criteri IMWG (International Myeloma Working Group) e altri risultati secondari. La descrizione completa dei dati finali dello studio ADMYRE sarà presentata in un imminente simposio scientifico.

“Sulla scorta di questi risultati positivi, nell’ultimo trimestre del 2016 intendiamo presentare all’Agenzia europea per i medicinali la richiesta per l’autorizzazione all’immissione in commercio”, ha dichiarato Luis Mora, Managing Director, Oncology Business Unit, PharmaMar, che soggiunge “Il mio ringraziamento va a tutti i pazienti, ai medici e al team dedicato presso PharmaMar che, con la loro partecipazione, hanno contribuito al successo di questo studio clinico. Aplidin® potrebbe essere il nostro secondo farmaco di origine marina ad essere immesso in commercio”.

Come precedentemente comunicato, PharmaMar ha stipulato degli accordi di licenza per la commercializzazione e la distribuzione del farmaco candidato Aplidin® con Specialised Therapeutics Asia, in diversi Paesi asiatici, in Australia e Nuova Zelanda; con TTY Biopharm a Taiwan; con Chugai Pharma Europe ha perfezionato un accordo di co-promozione valido per 8 Paesi europei.   

Informazioni su APLIDIN® (plitidepsin)  

La plitidepsina è un agente antitumorale sperimentale di origine marina, originariamente ottenuto dall’ascidacea della specie Aplidium albicans. È un farmaco d’eccellenza che si lega specificamente alla proteina eEF1A2 presente nelle cellule tumorali. La plitidepsina è attualmente in fase di sviluppo clinico per i tumori del sangue, tra cui questo studio di fase III su mieloma multiplo recidivante o refrattario, uno studio di Fase Ib su mieloma multiplo recidivante o refrattario come farmaco concomitante in tripla associazione con bortezomib e desametasone, e uno studio di fase II su Linfoma a cellule T angioimmunoblastico recidivante o refrattario. La plitidepsina ha ricevuto dall’Agenzia europea per i medicinali (EMA) e dalla FDA la designazione di farmaco orfano.

Relazioni con i media: +34-638-79-62-15

Relazioni con gli investitori: +34-914444500

[email protected]

Company Codes: Madrid:PHM
No Comments
Comunicati

PRN: Le soluzioni server e storage Intel® Xeon® E5-2600 v4 di nuova generazione di Supermicro® spedite in quantità

Le soluzioni server e storage Intel® Xeon® E5-2600 v4 di nuova generazione di Supermicro® spedite in quantità

 
[2016-03-31]
 

Le nuove soluzioni informatiche realizzano fino al 30% in più in performance e fino al 35% in efficienza energetica migliorata con il più forte supporto per NVMe nel settore

SAN JOSE, California, 31 marzo 2016 /PRNewswire/ — Super Micro Computer, Inc. (NASDAQ: SMCI), leader globale nei server ad alta performance ed efficienza, tecnologie di storage e soluzioni di informatica verde, annuncia il suo massiccio supporto per la nuova famiglia di processori Intel® Xeon® E5-2600 v4 in tutte le linee di prodotto SuperServer®, SuperBlade®, SuperStorage, SuperWorkstation e schede madri DP/UP. Oltre 200 Building Block Solutions® traggono il massimo vantaggio dalla performance di calcolo maggiorata, resa possibile dalle nuove tecnologie di processori Intel. Le soluzioni che offrono fino a 44 cores e 3TB da 2400MHz DDR4 di memoria consentono ai clienti di disegnare soluzioni che scalano, accelerano e sistemano carichi di lavoro e applicazioni data intensive e mission critical. I nuovi SuperServer® 2U TwinPro™ con opzione 25G/100G SIOM, le soluzioni SuperStorage 2U Simply Double con 48x 2.5″ drive hot-swap NVMe/SAS3 e 4U 60x 3.5″ hot-swap bay sono modelli esemplari della tecnologia e dei vantaggi architettonici di Supermicro. Mettendo insieme l’ultima famiglia  di processori Intel® Xeon® E5-2600 v4 con la tecnologia storage 6x performance NVMe e le opzioni di rete a più larga banda, le soluzioni server e storage di nuova generazione di Supermicro sono la chiave per un utilizzo vincente di offerte IaaS altamente scalabili e ad elevata efficienza energetica.

“Le soluzioni totali di infrastruttura di Supermicro massimizzano performance, densità ed efficienza con innovazioni architettoniche ottimizzate per l’ultima tecnologia di processori Intel Xeon, NVMe ad alta performance, e rete flessibile SIOM fino a 100G,” ha dichiarato Charles Liang, presidente e AD di Supermicro. “La nostra gamma ampliata di piattaforme server e storage, compresi i nuovi Simply Double SuperStorage, FatTwin, TwinPro, Ultra, MicroCloud, MicroBlade e SuperBlade, offre la gamma più avanzata di building blocks di infrastruttura completa. Ora le aziende che vogliono operare in enterprise, data center e cloud possono concentrarsi su opportunità strategiche di business contando sul vantaggio della soluzione totale Supermicro di design infrastrutturale, implementazione e supporto globale.”

“La nuova famiglia di processori Intel Xeon E5-2600 v4 accelererà la comprensione e offrirà incredibili esperienze agli utenti finali come fondamento di soluzioni cloud avanzate,” ha detto Lisa Spelman, vice presidente marketing di Intel Data Center Group. “La nostra duratura collaborazione con Supermicro sta guidando una rapida innovazione nelle tecnologie all’avanguardia di Intel ed aiuta ad accelerare la prossima generazione di cloud computing.”

Le soluzioni Supermicro che supportano la famiglia di processori Intel® Xeon® E5-2600 v4 sono senza rivali nel settore per ampiezza e gamma di configurazioni disponibili per disegnare e implementare soluzioni di storage e calcolo in qualsiasi scala. Le soluzioni di informatica verde di Supermicro accelerano le applicazioni fino al 30% e gestiscono carichi di lavoro impegnativi con performance da record, Keep IT Green, e ottimizzano il risparmio energetico con un aumento fino al 35% in efficienza energetica di sistema.

  • SuperServers – 1U/2U NVMe Ultra, 1U/2U TwinPro™/TwinPro²™ con opzione SIOM 25G/100G, 4U FatTwin™, 3U MicroCloud, 1U/2U DCO, 1U/2U/4U/Tower Intel® Xeon® Phi
  • SuperStorage Nuovo Simply Double NVMe – 2U Simply Double 48x 2.5″ NVMe/SAS3 hot-swap SSD/HDD, 24x 3.5″ SAS3 hot-swap HDD, 4U 60x 3.5″ top-load hot-swap HDD/NVMe SSD Storage Server, 4U Double-Sided Storage®
  • SuperBlade® – TwinBlade, NVMe Blade, Storage Blade, Intel® Xeon Phi™ Blade
  • MicroBlade – 3U/6U 14-Blade MicroBlade
  • SuperWorkstations – Compact DP, High-End DP, ottimizzate Intel® Xeon Phi™  
  • Schede madri DP/UP – WIO, Twin, Channel Ready, DCO, Workstation, ottimizzate Intel® Xeon Phi™

Per maggiori informazioni sulle linee di prodotto schede madri DP/UP, SuperServer®, SuperBlade® e SuperStorage di Supermicro che supportano la famiglia di processori Intel® Xeon® E5-2600 v4, visita www.supermicro.com/E5-2600v4/

Per maggiori informazioni sulla gamma completa di server, storage e soluzioni di rete ad alta performance ed efficienza di Supermicro, visita www.supermicro.com.

Segui Supermicro su Facebook e Twitter per ricevere le ultime novità e aggiornamenti.

Super Micro Computer, Inc.

Supermicro® (NASDAQ: SMCI), azienda innovatrice leader nella tecnologia di server ad alta performance ed efficienza, è un provider primario di server avanzati Building Block Solutions® per data center, cloud computing, enterprise IT, Hadoop/Big Data, HPC e sistemi integrati in tutto il mondo. Supermicro è impegnata nella protezione dell’ambiente attraverso la sua iniziativa “We Keep IT Green®” e fornisce ai clienti le soluzioni più ecologiche e a più alta efficienza energetica disponibili sul mercato.

Supermicro, Building Block Solutions e We Keep IT Green sono marchi o marchi registrati di Super Micro Computer, Inc.

Intel e Xeon sono marchi registrati di Intel Corporation negli Stati Uniti e in altri paesi.

Tutti gli altri brand, nomi e marchi sono di proprietà dei loro rispettivi titolari.

SMCI-F

Company Codes: NASDAQ-NMS:SMCI
No Comments
Comunicati

PRN: IBM pianifica il primo Centro di Eccellenza europeo di Watson Health in Italia

IBM pianifica il primo Centro di Eccellenza europeo di Watson Health in Italia

 
[2016-03-31]
 

IBM investirà fino a 150 milioni di dollari per sostenere l’agenda sanitaria italiana

L’annuncio in concomitanza con la visita del Presidente del Consiglio Matteo Renzi al quartier generale di Watson Health

CAMBRIDGE, Massachusetts, 31 marzo 2016 /PRNewswire/ — IBM (NYSE:IBM) ha annunciato oggi il lancio del primo Centro di Eccellenza europeo di Watson Health a Milano, attiguo al polo di ricerca Human Technopole Italy 2040, a sostegno dell’iniziativa del Governo italiano che punta a realizzare un hub internazionale per promuovere la conoscenza nel campo della genomica, dei Big data, dell’invecchiamento della popolazione e dell’alimentazione.

Il Centro fa parte di una collaborazione a lungo termine fra IBM e il Governo italiano. IBM prevede di investire fino a 150 milioni di dollari (135 milioni di euro) nel corso dei prossimi anni e di riunire data scientist, ingegneri, ricercatori e progettisti di Watson Health per sviluppare una nuova generazione di applicazioni e soluzioni sanitarie basate sui dati.

Inoltre, la creazione del Centro è destinata a incoraggiare lo sviluppo di un ecosistema paneuropeo per affrontare le sfide dei sistemi sanitari e promuovere la ricerca e le start-up nel campo della tecnologia sanitaria. I data scientist, gli ingegneri e i programmatori di IBM lavoreranno in collaborazione con organizzazioni di tutta Europa per creare una nuova classe di soluzioni basate sul cloud, all’intersezione tra cognitive computing, scienze della vita e assistenza sanitaria. Il Centro offrirà l’accesso a risorse e tecnologie per accelerare la ricerca su nuove opzioni terapeutiche, favorire la medicina personalizzata e migliorare la gestione della salute pubblica generale, promuovendo nel contempo sistemi sanitari sostenibili.

L’Italia è nota per l’impegno verso la salute e il benessere, evidenziato nel 2013 dalla seconda posizione nella classifica mondiale dell’aspettativa di vita (secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità), e ha una bassa mortalità infantile, un sistema sanitario che l’OMS classifica al 2° posto e la terza miglior performance medica a livello mondiale.

“L’Italia è importante per IBM non solo per la creatività, le competenze e il talento della forza lavoro ma anche per gli sforzi del Governo verso la digitalizzazione dell’economia – dichiara Erich Clementi, Senior Vice President IBM Europe. “Ecco perché siamo lieti di annunciare il nuovo Centro di eccellenza europeo di Watson Health a Milano che sosterrà l’agenda dell’Esecutivo in fatto di riforme del sistema sanitario e della ricerca, unendo il lavoro degli sviluppatori di Watson e degli scienziati di IBM Research per applicare le considerevoli capacità cognitive ai problemi della moderna medicina”.

I piani per il primo European Center of Excellence sottolineano il continuo investimento di IBM per Watson Health, una business unit globale nata nel 2015. Watson Health rende disponibili ai medici e agli altri operatori sanitari le funzionalità di cognitive computing avanzate di IBM Watson per fornire un’assistenza di qualità.

IBM prevede che il Centro faccia leva su Watson Health Cloud e su altre soluzioni concepite per supportare informazioni personalizzate e un quadro più completo dei tanti fattori che possono influire sulla salute di un individuo. La piattaforma cloud di Watson Health consente di rendere anonimo, condividere e combinare queste informazioni con una vista aggregata di altri dati sanitari, per esempio consentendo ai ricercatori medici di identificare nuovi farmaci, o permettere ai medici di personalizzare le opzioni terapeutiche per i pazienti oncologici.

“L’assistenza sanitaria si trova in una fase di profondo cambiamento, guidato dai dati. Il volume e la diversa tipologia di dati sanitari crescono in modo esponenziale ogni giorno e la nostra capacità di monitorare nuovi criteri di misura ad essa correlati — come social data e dati meteorologici — rendono la salute globale un’equazione ancora più complessa da risolvere”, spiega Deborah DiSanzo, General Manager per IBM Watson Health. “Questa nuova era nella salute non si realizzerà grazie a sforzi solitari, ma richiederà il lavoro di numerosi esperti, uniti in un ecosistema in cui vi sia un’agevole condivisione delle idee verso l’obiettivo di migliorare e salvare vite in tutto il mondo”.

Il Centro di eccellenza europeo di Watson Health si basa sui recenti investimenti effettuati da IBM in Italia e in tutta Europa, tra i quali il nuovo Cloud Data Center a Milano, l’assunzione di giovani italiani di talento rafforzando al tempo stesso le partnership con Università e start-up innovative, e l’inaugurazione della sede globale di Watson IoT a Monaco di Baviera.

IBM opera in Italia dal 1927 con diverse divisioni di business attive in svariati settori tecnologici – dall’energia, ai trasporti, alla sanità – che sono strategici per il Paese. Con il suo quartier generale a Segrate, il Laboratorio Software di Roma e la sua ‘Fondazione IBM Italia’, l’azienda ha contribuito a scrivere la storia dell’industria italiana.

IBM Watson Health

Watson è la prima funzionalità di cognitive computing disponibile in commercio che rappresenta una nuova era dell’informatica. Il sistema, fornito attraverso il cloud, analizza grandi volumi di dati, comprende domande complesse poste in linguaggio naturale e propone risposte basate sulle evidenze. Watson apprende continuamente dalle interazioni passate, acquisendo valore e conoscenza nel corso del tempo. Nell’aprile 2015 è stato lanciato IBM Watson Health e la piattaforma Watson Health Cloud. La nuova unità contribuirà a migliorare la capacità di innovazione di medici, ricercatori e assicuratori, facendo emergere elementi di conoscenza dall’enorme quantità di dati sanitari personali creati e condivisi ogni giorno. Watson Health Cloud permetterà di rendere anonimo, condividere e combinare queste informazioni con una vista aggregata – dinamica e in costante espansione – di dati clinici, di ricerca e di social health.

Per maggiori informazioni su IBM Watson, visitate: ibm.com/watson.

Per maggiori informazioni su IBM Watson Health, visitate: ibm.com/watsonhealth.

Per la cartella stampa di IBM Watson
http://www-03.ibm.com/press/us/en/presskit/27297.wss.

Partecipate alla conversazione #ibmwatson e #watsonhealth. Seguite Watson su Facebook, YouTube e Flickr.

Media Contacts:

IBM Watson Health
Lorie Fiber
(646) 318-0575
[email protected]

Alessandro Ferrari
External Relations Leader
IBM Italy
+39 348 4554535
[email protected]

Adam R. Pratt
External Communications Manager
IBM Government and Regulatory Affairs
Ph: (202) 551-9625
[email protected] | @IBMPolicy

Logo – http://photos.prnewswire.com/prnh/20090416/IBMLOGO

Company Codes: NYSE:IBM
No Comments
Comunicati

PRN: Secondo l’ultimo briefing sull’innovazione tecnologica in medicina del NICE, le microsfere in resina SIR-Spheres® con ittrio-90 sono un’alternativa ben tollerata alle terapie di prima linea per il cancro primario…

Secondo l’ultimo briefing sull’innovazione tecnologica in medicina del NICE, le microsfere in resina SIR-Spheres® con ittrio-90 sono un’alternativa ben tollerata alle terapie di prima linea per il cancro primario inoperabile al fegato

 
[2016-03-31]
 

LONDRA, March 31, 2016 /PRNewswire/ —

Sirtex (ASX:SRX) ha annunciato oggi che il National Institute for Health and Care Excellence (NICE) del Regno Unito ha stilato un nuovo briefing sull’innovazione tecnologica in medicina (Medtech Innovation Briefing – MIB)[1 in base al quale medici e commissari del Sistema Sanitario Nazionale (National Healthcare System – NHS) possono considerare le microsfere in resina SIR-Spheres® con ittrio-90 quale alternativa alle terapie di prima linea con chemioembolizzazione transarteriosa (TACE) o sorafenib nel trattamento dei pazienti con cancro primario inoperabile al fegato (carcinoma epatocellulare o HCC).

     (Logo: http://photos.prnewswire.com/prnh/20150119/724485 )

Il nuovo MIB del NICE afferma che i pazienti con HCC inoperabile hanno prognosi infauste e opzioni di trattamento efficaci limitate e che le evidenze degli studi clinici esistenti indicano che le microsfere in resina SIR-Spheres con ittrio-90 sono efficaci quanto TACE e sorafenib.  

Uno dei commentatori specializzati del MIB ha fatto notare che le microsfere in resina SIR-Spheres con ittrio-90 sono anche meglio tollerate di TACE, con minori incidenze di sindrome post-embolizzazione e ricoveri più brevi.  

Il nuovo MIB rende inoltre noto che, diversamente da TACE, che richiede procedure multiple, o di sorafenib, farmaco che deve essere assunto giornalmente, gran parte dei pazienti trattati con microsfere in resina SIR-Spheres con ittrio-90 di norma richiede un unico trattamento. Le microsfere in resina SIR-Spheres con ittrio-90 sono un’innovativa forma di radioterapia locale nella quale solitamente vengono somministrate attraverso il circolo sanguigno 30-40 milioni di microscopiche particelle radioattive che permettono una distribuzione uniforme della radioattività attorno al tumore risparmiando le cellule epatiche sane. In qualche paziente con HCC inoperabile, il trattamento con microsfere in resina SIR-Spheres con ittrio-90 ha ridotto le dimensioni dei tumori al fegato tanto da permettere procedure chirurgiche potenzialmente curative quali resezione, ablazione o trapianto.

Il professor Daniel Palmer dell’Università di Liverpool e del Clatterbridge Cancer Centre ha dichiarato che “Questo MIB del NICE è ben accetto in quanto permette ai pazienti con HCC del Regno Unito di avere accesso alle microsfere in resina SIR-Spheres con ittrio-90 quale alternativa ben tollerata alle altre terapie di prima linea. Mentre altre interessanti ricerche su questa tecnologia sono in avanzata fase di completamento, il suggerimento del nuovo MIB del NICE potrebbe essere particolarmente importante per i pazienti non in grado di tollerare TACE o sorafenib o ineleggibili per queste terapie.”

L’avvocato dei pazienti Andrew Langford, Amministratore del British Liver Trust, ha affermato che “Per tanti anni i pazienti con HCC inoperabile hanno avuto accesso a due sole opzioni terapeutiche efficaci. Ora, con la pubblicazione del MIB del NICE, i pazienti potranno contare su un’altra opzione ovvero le microsfere in resina SIR-Spheres con ittrio-90. Questa forma di radioterapia locale è ben tollerata e confortevole per il paziente.”

Nigel Lange, AD di Sirtex Europa, ha dichiarato: “Siamo lieti di aver ricevuto il MIB del NICE per il trattamento del cancro primario inoperabile al fegato con microsfere in resina SIR-Spheres con ittrio-90. Si tratta di un carcinoma difficile da controllare e servono terapie migliori per trattare i pazienti in maniera più sicura ed efficace, con particolare attenzione alla qualità della loro vita quotidiana, che riveste la massima importanza. Stiamo inoltre lavorando per fornire evidenze più solide dell’efficacia della nostra tecnologia e della sua sicurezza nel trattamento dell’HCC non resecabile. I risultati dell’ampio studio SARAH sono attesi verso la fine di quest’anno. Un altro ampio studio sul HCC, Soramic, ha completato l’arruolamento del gruppo palliativo ed i risultati sono attesi nel 2018. Anche un terzo ampio studio, SIRveNIB, dovrebbe completare l’arruolamento quest’anno.”

Informazioni sui Medtech Innovation Briefings (MIB) di NICE 

I MIB sono studiati per supportare il NHS, i commissari e gli operatori dei servizi sociali che intendano usare nuovi dispositivi medici o altre tecnologie mediche o diagnostiche. I briefing sono preparati centralmente in modo che le organizzazioni non debbano produrre informazioni analoghe localmente, risparmiando così tempo, lavoro e risorse del personale. Le informazioni fornite comprendono una descrizione della tecnologia, del suo utilizzo e delle sue potenzialità nel percorso di trattamento. Ogni MIB comprende inoltre una revisione delle evidenze rilevanti pubblicate e dei probabili costi dell’utilizzo delle tecnologie. Sono concepiti per essere veloci, flessibili e rispondenti alle necessità di informazione sulle tecnologie innovative. I MIB sono commissionati dal NHS inglese e sono prodotti a supporto della Visione per il prossimo quinquennio (“5 Year Forward View”) del NHS, quale uno dei tanti passi utili ad accelerare l’innovazione nei nuovi trattamenti e nelle nuove diagnostiche.

Informazioni sul carcinoma epatocellulare (HCC) 

Il carcinoma epatocellulare (HCC) è la forma più comune di cancro primario del fegato – ossia di cancro che origina nel fegato. L’HCC è la sesta patologia oncologica per frequenza e la seconda causa di decesso per cancro al mondo[2]. Colpisce prevalentemente pazienti con cirrosi da qualunque causa, inclusa epatite virale e alcolismo, e si manifesta con la massima frequenza nelle regioni in cui l’epatite è più diffusa, come la regione Asia Pacifico e l’Europa meridionale. L’HCC può essere trattato chirurgicamente mediante resezione o trapianto con qualche possibilità di sopravvivenza a lungo termine. Tuttavia, queste opzioni non sono disponibili per la grande maggioranza dei pazienti. Per i pazienti con HCC non resecabile la prognosi è infausta, con sopravvivenza che varia da qualche mese a circa due anni, principalmente correlata all’estensione dei tumori ed alle condizioni del fegato al momento della diagnosi[3]. Come sottolinea il Meditech Innovation Briefing del NICE di febbraio 2016 relativo alle microsfere in resina SIR-Spheres con ittrio-90, per l’HCC non resecabile sono disponibili solo poche opzioni di trattamento locale e sistemico di provata efficacia. Per quasi un decennio nessuna nuova opzione è stata sperimentata con successo in grandi studi.

Informazioni sulle microsfere in resina SIR-Spheres con ittrio-90 

Le microsfere in resina SIR-Sphers con ittrio-90 sono un dispositivo medico utilizzato in procedure di radiologia interventistica note come radioterapia interna selettiva (SIRT – Selective Internal Radiation Therapy) o radioembolizzazione, che bersaglia direttamente i tumori al fegato con elevate dosi di radiazioni. Il trattamento si avvale dell’impiego di decine di milioni di particelle in resina rivestite con ittrio-90 radioattivo, ciascuna di diametro inferiore a quello di un capello umano. Servendosi di un catetere inserito nell’arteria femorale tramite un’incisione all’inguine, il radiologo interventista inietta le particelle di resina, o microsfere, direttamente nell’arteria epatica. Le microsfere in resina SIR-Spheres con ittrio-90 si impiantano nei capillari che circondano i tumori al fegato, da dove irradiano dosi elevate di radiazioni beta a corto raggio (in media 2,5 millimetri, max. 11 mm) direttamente ai tumori, risparmiando al contempo il tessuto epatico sano. Il basso peso specifico delle microsfere in resina con ittrio-90 consente al flusso sanguigno di distribuire uniformemente la radioattività all’interno e intorno ai tumori al fegato.

Le microsfere in resina SIR-Spheres con ittrio-90 sono approvate per il trattamento dei tumori epatici inoperabili in Australia, Unione europea (marchio CE), Argentina (ANMAT), Brasile e in diversi Paesi asiatici, come Turchia, India e Singapore. Il prodotto è fornito per questo uso anche in paesi come Hong Kong, Israele, Malesia, Nuova Zelanda, Taiwan e Tailandia. Negli Stati Uniti, le microsfere in resina SIR-Spheres con ittrio-90 sono indicate (approvazione Premarket – PMA della FDA) per il trattamento di tumori epatici metastatici non-resecabili derivanti da tumore colorettale primario, in combinazione alla chemioterapia intra-arteriosa epatica con floxuridina.

Sirtex Medical Limited (ASX: SRX) è un’azienda del settore sanitario globale, con sede in Australia, che si adopera per migliorare gli esiti dei trattamenti dei pazienti oncologici. Attualmente il nostro prodotto di punta è una radioterapia mirata per il cancro al fegato chiamata microsfere in resina SIR-Spheres con ittrio-90. Circa 55.000 dosi di tale prodotto sono state fornite a più di 900 centri medici in oltre 40 paesi per trattare pazienti con cancro al fegato. Per maggiori informazioni, visitare il sito web http://www.sirtex.com.

SIR-Spheres® è un marchio commerciale registrato di Sirtex SIR-Spheres Pty Ltd.

Riferimenti:

  1. NICE National Institute for Health and Care Excellence. Medtech Innovation Briefings. Disponibile in: https://www.nice.org.uk/about/what-we-do/our-programmes/nice-advice/medtech-innovation-briefings. Ultimo accesso marzo 2016.  
  2. Ferlay J, Soerjomataram I, Ervik M et al. Globocan 2012. v1.0, Cancer Incidence and Mortality Worldwide: IARC CancerBase No. 11 [Internet]. Lyon, France: International Agency for Research on Cancer; 2013. Disponibile in: http://globocan.iarc.fr, accesso 31 marzo 2016
  3. European Association for the Study of the Liver, European Organisation for Research and Treatment of Cancer. EASL-EORTC clinical practice guidelines: Management of hepatocellular carcinoma”. Journal of Hepatology 2012; 56: 908-943.

227-EA-0216

Company Codes: Australia:SRX, OTC-PINK:SXMDF, Bloomberg:[email protected], Bloomberg:[email protected], Bloomberg:[email protected], RICS:SRXM.F, RICS:SXMDF, ISIN:AU000000SRX1, OTC-BB:SXMDF
No Comments
Comunicati

PRN: Dati e sessioni importanti al SAGES 2016 dimostrano la sicurezza, l’efficacia della terapia Stretta per MRGE

Dati e sessioni importanti al SAGES 2016 dimostrano la sicurezza, l’efficacia della terapia Stretta per MRGE

 
[2016-03-31]
 

NORWALK, Connecticut, 31 Marzo 2016 /PRNewswire/ — Mederi Therapeutics, Inc. riferisce che sono stati sottoposti nuovi dati per Stretta e che Stretta è stato presentato in diverse sessioni di formazione in occasione del recente convegno della 2016 Society of American Gastrointestinal and Endoscopic Surgeons (Società americana di chirurghi gastrointestinali ed endoscopici) (SAGES) che si è tenuto a Boston. Queste attività a SAGES hanno confermato la fattibilità e la sicurezza della terapia Stretta per il trattamento della malattia da reflusso gastroesofageo (MRGE) in più popolazioni di pazienti.

Foto – http://photos.prnewswire.com/prnh/20130211/NY56794

Stretta è un intervento trans-orale, non chirurgico che utilizza l’energia in radiofrequenza a bassa potenza per rimodellare il muscolo tra stomaco ed esofago. Gli studi dimostrano che Stretta risolve i sintomi del reflusso, migliora la qualità della vita, riduce o elimina la necessità di medicazioni, e riduce l’esposizione agli acidi dei pazienti affetti da MRGE cronico.

I nuovi dati su Stretta dal Regno Unito sono stati presentati nel corso delle sessioni poster a SAGES. “A Prospective Study of Endoscopic RF Application (Stretta) for GERD: Early UK Experience,” (Uno studio prospettico dell’applicazione in radiofrequenza endoscopia per MRGE: prime esperienze nel Regno Unito) hanno evidenziato che il trattamento con Stretta ha alleviato i sintomi nella maggior parte dei pazienti. Viswanath YKS e gli altri autori dello studio hanno concluso che in alcuni pazienti con una risposta scarsa alle cure mediche, Stretta è un’alternativa sicura ed efficace all’intervento chirurgico.

Stretta è stato presentato in una commissione di esperti che ha discusso il problema della MRGE in pazienti che erano stati sottoposti a chirurgia bariatrica. Nel corso dei lavori della commissione “What Every Surgeon Should Know about Reflux in the Bariatric Patient,” (Ciò che ogni chirurgo dovrebbe sapere sul reflusso nei pazienti bariatrici) Dana Portenier, Dottore in Medicina, Responsabile, Chirurgia generale, Duke Regional Hospital e professore assistente presso il Duke University School of Medicine, ha sottolineato che Stretta potrebbe rappresentare un’alternativa ideale per i pazienti affetti da MRGE successivamente a interventi chirurgici bariatrici. Nel sottolineare il fatto che gli interventi chirurgici ripetuti possono presentare complicazioni significative, Portenier e gli altri membri della commissione di lavoro hanno sottolineato che Stretta è un’alternativa meno invasiva e che può aiutare a evitare la ripetizione degli interventi chirurgici e al tempo stesso lasciare aperta la possibilità di avere altre alternative per trattamenti futuri.

“I trattamenti per MRGE sono stati un argomento caldo nel corso del consegno SAGES di questo anno, Stretta è stato presentato in diverse sessioni oltre che nel corso pratico,” ha sottolineato l’Amministratore Deleato di Mederi, Bob Knarr. Ha aggiunto, “Si tratta chiaramente di un grosso successo per una cura come Stretta. L’incidenza della MRGE sta aumentando, e se non curato può portare al tumore dell’esofago. Al tempo stesso sta aumentando la consapevolezza dei pericoli connessi all’uso a lungo termine del PPI. Stretta soddisfa la necessità di avere un’alternativa non farmacologica e non chirurgica. I pazienti desiderano avere maggiori opzioni e grazie a Stretta, i medici sono in grado di offrire un’alternativa versatile che è ampiamente studiata, e che si è dimostrata efficace a lungo termine.”

INFORMAZIONI SU MEDERI® E STRETTA®

Mederi produce dispositivi innovativi che usano energia in radiofrequenza per eseguire ablazioni mirate a curare le malattie di tipo digestivo. La terapia Stretta si è dimostrata sicura ed efficace per la cura della MRGE in 37 studi da cinque continenti. Gli studi su Stretta evidenziano fino a 10 anni di sollievo per i sintomi. In tutto il mondo sono state eseguite oltre 20.000 procedure Stretta.

Per maggiori informazioni visitare: www.stretta-therapy.com.

Contatto organi di stampa:
Amy Phillips
+1.412.327.9499
[email protected]

No Comments
Comunicati

PRN: CHARLI XCX collabora con MAKE UP FOR EVER alla promozione della nuova campagna AQUA XL

CHARLI XCX collabora con MAKE UP FOR EVER alla promozione della nuova campagna AQUA XL

 
[2016-03-30]
 

PARIGI, March 30, 2016 /PRNewswire/ —

LA PRIMA DI UNA SERIE DI COLLABORAZIONI ARTISTICHE CHE DANNO RISALTO AD ARTISTI DEL MONDO DELLO SPETTACOLO E AI LORO MAKEUP ARTISTS

MAKE UP FOR EVER, la linea di trucco professionale caratterizzata da prodotti innovativi e raffinati creati per gli artisti del mondo dello spettacolo, i Makeup Artists e gli appassionati di trucco, annuncia la collaborazione a livello mondiale con la pop star CHARLI XCX per la campagna di lancio della nuova matita per gli occhi AQUA XL.

Per visualizzare il comunicato stampa multimediale fare clic su:

http://www.multivu.com/players/uk/7792251-make-up-for-ever-teams-up-with-charli-xcx/

L’energetica e singolare presenza scenica dell’audace CHARLI XCX esemplifica lo spirito creativo di MAKE UP FOR EVER e le prestazioni della collezione AQUA XL. Nel corso del 2016 MAKE UP FOR EVER si unirà a CHARLI XCX collaborando a tutti gli spettacoli e alle creazioni artistiche della pop star, a partire dal tour live fino alle sezioni di trucco per i suoi video. CHARLI XCX, virtuosa delle parole e dei suoni, ha firmato molti brani di successo internazionale tra cui “Fancy”, “Boom Clap” e “Break the Rules”, e ha composto musica per artisti famosi come Iggy Azalea, Icona Pop e Selena Gomez.

Migliorando le prestazioni della linea AQUA, sulla quale hanno fatto affidamento per molto tempo sia artisti del mondo dello spettacolo sia Makeup Artists, si è arrivati ai nuovi livelli di qualità ora offerti da AQUA XL. MAKE UP FOR EVER ha migliorato uno dei suoi prodotti iconici realizzando una nuova formula dalle alte prestazioni: la MATITA PER GLI OCCHI AQUA XL, la prima della linea AQUA XL e appositamente creata per soddisfare le esigenze degli artisti del mondo dello spettacolo. La MATITA PER GLI OCCHI AQUA XL è a prova di palcoscenico e offre non solo risultati impeccabili, ma anche una tenuta incredibile e un’alta intensità del colore. Comoda e facile da applicare, la matita AQUA XL vanta una formula waterproof a lunga tenuta, resistente a tutte le condizioni di scena e perfetta anche per l’uso nella vita quotidiana.

“Adoro l’energia creativa di MAKE UP FOR EVER. Il marchio crea prodotti che mi permettono di sperimentare e di essere libera. Il trucco mi fa sentire sexy o pudica, classica o futuristica… così tante sensazioni diverse. MAKE UP FOR EVER è vivace, energica e varia. Posso giocare con i prodotti che meglio rispecchiano il mio stato d’animo. Questo è ciò che amo di più”. – Charli XCX   

Informazioni su MAKE UP FOR EVER   

Creato nel 1984 dalla celebre truccatrice Dany Sanz, il marchio culto offre una collezione di colori vivaci e ricchi di pigmenti, fondotinta di alta qualità per il viso e per il corpo e prodotti con formule artigianali per i Makeup Artists professionisti e per gli appassionati di trucco di tutto il mondo. Secondo la filosofia del marchio, “LA VITA È UN PALCOSCENICO” e le persone sono gli artisti della propria vita. Per maggiori informazioni: http://www.makeupforever.com

     (Photo: http://photos.prnewswire.com/prnh/20160330/349414 )

Video: 
     http://www.multivu.com/players/uk/7792251-make-up-for-ever-teams-up-with-charli-xcx/

No Comments
Comunicati

PRN: Il quarto Hadoop Summit Europe annuale presenterà le trasformazioni aziendali sostenute da Data

Il quarto Hadoop Summit Europe annuale presenterà le trasformazioni aziendali sostenute da Data

 
[2016-03-29]
 

DUBLINO, 29 marzo 2016 /PRNewswire/ — Hosts Hortonworks® (NASDAQ: HDP) e Yahoo! hanno annunciato oggi la quarta edizione di Hadoop Summit Europe, evento di spicco per il settore per chi è alla ricerca delle buone prassi sull’impatto trasformativo che i big data hanno sulle organizzazione in ogni settore. L’evento si svolgerà il 13 – 14 aprile presso il Convention Centre di Dublino, Irlanda, parteciperanno oltre 110 oratori in 85 sessioni.

Logo – http://photos.prnewswire.com/prnh/20140227/SF73721LOGO

Hadoop Summit si è evoluto insieme al passo rapido dell’innovazione nel settore e il programma continua ad ampliarsi per raggiungere destinatari diversi. I partecipanti con un background aziendale e tecnico scopriranno quali sono le spinte dei big data che stanno trasformando i loro mondi. Tutte le sessioni sono tenuti da pragmatici e da esperti che sono stati esaminati dalla comunità. I partecipanti svilupperanno la capacità di comprendere le tecnologie chiave che stanno dando potenza alle nuove applicazioni per i dati moderni e il valore che questi generano per le loro organizzazioni. Con più di 1.000 partecipanti l’Hadoop Summit Europe è diventato l’evento da non perdere e fornisce alla comunità indicazioni pratiche sperimentate utili sia per chi si affaccia a questo mondo che per gli esperti delle Piattaforme dati connesse.

Tra i discorsi iniziali e le sessioni di rilievo ci sono:

  • “Social Imperatives of Big Data” (Gli imperativi sociali dei Big Data) – Emer Coleman, Presidente dell’Open Data Governance Board, Irlanda
  • “Organising The Data Lake – Information Governance In A Big Data World” (Organizzare il lago dei dati – La governance delle informazioni nel mondo dei Big Data) – Michael Ferguson, Intelligent Business Strategies
  • “Hadoop in the Cloud: Real World Lessons from Enterprise Customers” (Hadoop nel Cloud: lezioni dal mondo reale da clienti aziendali) – Rashim Gupta, Microsoft
  • “Powering a Virtual Power Station with Big Data” (Dare energia a una centrale energetica virtuale con i Big Data) – Michael Bironneau, Open Energi

A completamento dei discorsi iniziali vi è la tavola rotonda “Future of Data” (Il futuro dei dati) nel corso della quale aziende europee di settori diversi parleranno del loro viaggio con le Piattaforme dati connesse, dalla creazione del concept alla produzione.

“L’evento di questo anno dimostra come l’architettura di prossima generazione viene usata per poter gestire carichi di lavoro estremamente critici in modo da trasformare le aziende,” ha dichiarato Rob Bearden, Amministratore Delegato, Hortonworks. “Siamo grati a tutti i nostri clienti e ai nostri partner per fare della comunità una sorgente vibrante di innovazione.”

Tra gli sponsor di Hadoop Summit Europe 2016 ci sono:

Ospiti

  • Hortonworks
  • Yahoo!

Sponsor Diamante

  • EMC
  • Hewlett Packard Enterprise
  • Microsoft
  • BMC Software

Sponsor Platino

  • Splunk
  • Teradata

Per registrarsi a Hadoop Summit Europe 2016 fare clic qui.

Informazioni su Hortonworks

Hortonworks, HDP e HDF sono marchi registrati o marchi di Hortonworks, Inc. e sue sussidiarie negli Stati Uniti e altre giurisdizioni. Per ulteriori informazioni, visitare il sito web www.hortonworks.com. Tutti gli altri marchi registrati sono di proprietà dei rispettivi proprietari.

Recapiti
Francesco Tius
PR dir Hortonworks
[email protected]
+44 (0)20 8392 4061

Company Codes: NASDAQ-NMS:HDP
No Comments
Comunicati

PRN: MDT annuncia i sensori per campo magnetico TMR lineari su tre assi ad alte prestazioni

MDT annuncia i sensori per campo magnetico TMR lineari su tre assi ad alte prestazioni

 
[2016-03-29]
 

La tecnologia dei sensori TMR offre misurazioni in 3D del campo magnetico con il minimo del rumore e una sensibilità elevatissima, il tutto in un fattore di forma compatto per applicazioni nei sensori biomedici o industriali ad alta precisione  

SAN JOSE, California e ZHANGJIAGANG, Cina, 29 marzo, 2016 /PRNewswire/ — MultiDimension Technology Co., Ltd. (MDT) ha annunciato la serie TMR23xx, una nuova linea di sensori per campo magnetico magnetoresistivi con effetto tunnel (TMR) lineari su tre assi e ad alte prestazioni. Progettati per una varietà di requisiti applicativi, presentano un’ampia gamma dinamica a +/-500 Oe, sensibilità ultraelevata a 100mV/V/Oe, eccellenti performance di assorbimento del rumore con appena 150pT/rtHz a 1Hz, in un pacchetto LGA compatto da 4 x 4 x 2,5 mm. Sono perfetti per applicazioni con sensori industriali di alto profilo, sensori biomedici, misurazioni di precisione del campo magnetico, sensori per il rilevamento di velocità e posizione ad alta precisione, sensori geomagnetici, rilevamento di oggetti in metallo, test non distruttivi (NDT), comunicazione magnetica, imaging magnetico in 3D, ecc.

Logo – http://photos.prnewswire.com/prnh/20120110/LA30781LOGO

“I nuovi sensori magnetici TMR a tre assi di MDT ad alte prestazioni offrono grande versatilità per molte applicazioni di alto profilo, che già hanno sfruttato i vantaggi di questa tecnologia. I sensori garantiscono performance eccezionali quanto a contenimento del rumore, potenza e sensibilità, e non hanno eguali tra gli altri sensori magnetici basati sui semiconduttori disponibili sul mercato, compreso l’effetto Hall, AMR (Magnetoresistenza anisotropa) e GMR (Magnetoresistenza gigante). I nuovi sensori TMR23xx integrano in un pacchetto o modulo completo tre dispositivi TMR ad alte prestazioni per la misurazione tridimensionale (X/Y/Z) del campo magnetico. Sono l’opzione migliore per garantire un ROI ottimale ai clienti grazie alle piccole dimensioni, al posizionamento preciso delle direzioni X/Y/Z, alla scarsa complessità del circuito e all’efficacia dal punto di vista dei costi. Grazie alle consolidate competenze a livello di progettazione e produzione di sensori TMR, MDT offre design personalizzati per sensori 3D mirati per richieste specifiche dei clienti”, ha dichiarato il Dott. Song Xue, Presidente e CEO di MultiDimension Technology.

Caratteristiche principali della serie TMR23xx

Numero parte

Tensione (V)

Sensibilità (mV/V/Oe)

Resistenza (kOhm)

Gamma dinamica (Oe)

Rumore (nT/rtHz @1Hz)

Fattore di forma

TMR2301

0-7

1

15

+/-500

100

LGA12L(4x4x2.5mm)

TMR2303

3

30

+/-150

30

LGA12L(5x5x2.5mm)

TMR2305

25

9

+/-10

2

LGA12L(5x5x2.5mm)

TMR2307

8

1.5

+/-30

1

LGA12L(7x7x2.5mm)

TMR2309

100

15

+/-8

0.15

modulo (9.5×9.5x6mm)

MDT è il primo fornitore per grandi volumi che presenta i sensori TMR in molteplici portafogli di prodotti. Oltre ai sensori per campo magnetico lineari TMR, MDT offre switch magnetici TMR, sensori angolari TMR, sensori per denti di ingranaggi TMR e sensori magnetici per immagini TMR. MDT offre inoltre opzioni di assistenza complete quali design personalizzato, servizio di fonderia e cessione licenza IP per sensori TMR/GMR/AMR.

Informazioni su MDT
MultiDimension Technology è stata fondata nel 2010 a Zhangjiagang, nella Provincia dello Jiangsu in Cina, e ha filiali a Shanghai e Ningbo in Cina e a San Jose in California. MDT ha sviluppato un portafoglio unico di proprietà intellettuali e impianti di produzione all’avanguardia per la fabbricazione di grandi volumi di sensori magnetici TMR a elevate prestazioni e costi ridotti, al fine di soddisfare le richieste delle applicazioni più complesse. Guidata dal proprio team di gestione centrale composto da esperti e veterani nel campo della tecnologia per sensori magnetici e servizi di progettazione, MDT è impegnata a creare valore aggiunto per i proprio clienti e a garantirne il successo. Per maggiori informazioni su MDT visitare http://www.multidimensiontech.com.

Contatti per gli organi di stampa
Jinfeng Liu, [email protected],
Tel: +1-650-275-2318 (USA), +86-189-3612-1156 (Cina)
Jilie Wei, [email protected],
Tel: +86-189-3612-1160 (Cina)

No Comments
Comunicati

PRN: QS World University Rankings by Subject 2016 – La più grande classifica universitaria mondiale per discipline

QS World University Rankings by Subject 2016 – La più grande classifica universitaria mondiale per discipline

 
[2016-03-23]
 

LONDRA, March 23, 2016 /PRNewswire/ —

Accademici e Datori di lavoro nominano le migliori Università al mondo in 42 discipline. 

Partecipa alla discussione su #QSWUR

La sesta edizione dei QS World University Rankings by Subject, pubblicata oggi sul sito www.TopUniversities.com, analizza il numero record di 42 discipline, creando la mondiale più completa al mondo.

     (Logo: http://photos.prnewswire.com/prnh/20160318/345863LOGO )

Sono stati interpellati 76,798 accademici e 44,426 datori di lavoro per esprimere la loro opinion su migliori atenei e sono state analizzati di  28.5 milioni di paper di lavori di ricerca e più di 113 milioni di citazioni tratte dal database bibliometrico di Scopus/Elsevier.

Harvard e l’Istituto Tecnologico del Massachusetts (MIT) continuano a dominare la classifica, primeggiando in 24 discipline e ottenendo il primo posto in 12 discipline ciascuna.
Il risultato più alto raggiunto dall’Italia è il decimo posto, guadagnato da Politecnico di Milano, decimo al mondo per Arte & Design e dall’Università Commerciale Luigi Bocconi, decima al mondo per Studi in Business & Management. l’Università Commerciale Luigi Bocconi é anche 17esima per Economia e 28esima Contabilità & Finanza.

Il Politecnico di Milano si posiziona inoltre al 14esimo posto in Ingegneria Civile,15esimo posto  in Architettura e 18esimo in Ingegneria Meccanica. Inoltre ottiene altri due piazzamenti tra le Top 50 in Ingegneria Elettronica (43esimo) e Scienza Computazionale (48esimo) oltre ad altri sette piazzamenti nel ranking.

La Sapienza – Università di Roma si classifica in 31 delle 42 discipline, ottenendo il miglior risultato in Archeologia (15esima al mondo) e  in Fisica e Astronomia (32esimo).

l’Università di Bologna– Alma Mater Studiorum é la più rappresentata, classificandosi in 33 discipline. Il miglior risultato é 36esimo posto in Archeologia seguito dal 48esimo posto in Veterinaria.

Tra le altre Università italiane che ottengono piazzamenti tra le prime 50 al mondo troviamo il Politecnico di Torino, 37esimo per Ingegneria Civile, 40esimo per Ingegneria Elettronica e 50esimo per Architettura.  l’ Università degli Studi di Milano é 47esima per Veterinaria mentre L’European University Institute, 44esimo per Scienze Politiche & Studi Internazionali.

                 QS World University Rankings by Subject: Le migliori Università italiane                             Ndegree(s)                             piazzamenti      Università             nella Top-50     Corso migliore             Piazzamento 2016      European University                     Politica & Studi      Institute              1                Internazionali             44      Politecnico di Milano  6                Arte & Design              10                                              Ingegneria - Civile &      Politecnico di Torino  3                Strutturale                18      Sapienza               2                Archeologia                15      Università Commerciale                  Studi di Business &      Luigi Bocconi          3                Management                 10      Università degli Studi      di Milano              1                Scienze Veterinarie        47      Università di Bologna      - Alma Mater      Studiorum.             2                Archeologia                36  

(c) QS Quacquarelli Symonds 2004-2016 http://www.TopUniversities.com/

QS ha classificato 34 Università italiane in questo ranking; I 261 posti occupati dai loro dipartimenti rappresentano un aumento rispetto ai 246 del 2015.

Sette Università italiane sono presenti nelle classifiche delle nuove sei discipline introdotte quest’anno.Il quindicesimo posto conquistato dalla Sapienza in Archeologia, rappresenta la posizione più alta raggiunta da un’Università italiana in una delle nuove discipline classificate.

Scienze Infermieristiche vede il debutto dell’Università Cattolica del Sacro Cuore e della Sapienza nella fascia 51-100, mentre il Conservatorio di Roma Santa Cecilia figura nella medesima fascia in Discipline delle Arti e dello Spettacolo.

Gli Atenei che primeggiano nelle nuove sei discipline sono l’Università di Harvard, seguita dalle Università di Oxford e Cambridge per Antropologia, mentre per Archeologia è Cambridge a trovarsi sul podio, con l’Università di Oxford e la University College London (UCL) a succederla. La Juilliard domina la classifica per Discipline delle Arti e dello Spettacolo, seguita dalla University of Performing Arts di Vienna. Colorado School of Mines è prima per Ingegneria Mineraria mentre l’ MIT occupa il secondo posto.

L’Università della Pennsylvania apre la classifica per Infermieristica, seguita rispettivamente dall’Università John Hopkins e dall’Università di Toronto. Harvard, London School of Economics, e l’Università di Oxford si aggiudicano le prime tre posizioni per Scienze delle Politiche Sociali e Amministrative.

Ben Sowter, Capo del Dipartimento Intelligence di QS, ha affermato: “Sebbene gli atenei di Stati Uniti e Regno Unito occupino la maggior parte delle prime posizioni, la più inclusiva edizione dei ranking che sia stata mai pubblicata ha dimostrato che l’eccellenza puo’ essere trovata in un numero crescente di Paesi. Nazioni quali Italia, Austria, Sud Africa, Finlandia, Brasile, Cina e Svezia figurano fra Ie prime dieci delle nostre classifiche. La nostra nuova Top 100 per Discipline delle Arti e dello Spettacolo riconosce l’eccellenze accademiche in 27 Paesi differenti, mentre la nostra top 100 per Ingegneria Mineraria ne individual ben 26″.

QS Quacquarelli Symonds fornisce informazioni e ricerche per la formazion universitaria dal 1990. Il QS World University Rankings é  la classifica delle Università più famose al mondo secondo le statistiche fornite da Alexa e da altre Societa’ che misurano il traffico dei siti web.

L’ annuale pubblicazione dei QS World University Rankings by Subject fornisce a datori di lavoro, studenti, genitori ed accademici una dettagliata e completa valutazione qualitativa, del sistema universitario mondiale per ciascuna disciplina analizzata.

Tale classifica puo’ essere consultata per intero qui: http://www.topuniversities.com/subject-rankings/2016

                                              Lista degli Onori      Disciplina                 Vincitore 2016                Vincitore 2015      Contabiita' & Finanza      Harvard                       Harvard      Agricoltura & Scienze                                    Università della      Forestali                  Università di Wageningen      California, Davis      Antropologia               Harvard                       New      Archeologia                Università di Cambridge       New                                                               The Bartlett School of      Architettura/ Design degli                               Architecture | University      Ambienti                   MIT                           College London      Arte & Design              Royal College of Art          Royal College of Art      Biologia                   Harvard                       Harvard      Business & Management      Harvard                       London Business School      Chimica                    MIT                           MIT      Scienze della              University of Southern        University of Southern      Comunicazione              California                    California      Scienze Informatiche       MIT                           MIT      Odontoriatria              Università di Hong Kong       Karolinska Institute      Scienze dello Sciluppo     Harvard                       Università del Sussex      Geologia & Scienze Marine  ETH Zurich                    ETH Zurich      Economia & Econometria     MIT                           MIT      Scienze dell'Educazione    UCL Institute of Education    UCL Institute of Education      Ingegneria - Chimica       MIT                           MIT      Ingegneria - Civile e      Strutturale                MIT                           MIT      Ingegneria - Elettrica &      Elettronica                MIT                           MIT      Ingegneria - Meccanica     MIT                           MIT      Ingegneria - Mineraria     Colorado School of Mines      New      Lingua e Letteratura      Inglese                    Università di Oxford          Università di Cambridge                                 Università della California,  Università della      Scienze Ambientali         Berkeley                      California, Berkeley      Geografia                  Università d Oxford           Università di Oxford                                 Universities di Oxford &      Storia                     Cambridge                     Harvard      Giurisprudenza             Harvard                       Harvard      Linguistica                MIT                           MIT      Scienza dei Materiali      MIT                           MIT      Matematica                 Università di Cambridge       Harvard      Medicina                   Harvard                       Harvard      Lingue Moderne             Università di Oxford          Università di Oxford      Infermieristica            Università della Pennsylvania New      Discipline delle Arti e      dello Spettacolo           Juilliard                     New      Farmacia & Farmacologia    Harvard                       Harvard      Filosofia                  Università di Pittsburgh      New York University (NYU)      Fisica & Astronomia        MIT                           MIT      Politica & Studi      Internazionali             Harvard                       Harvard      Psicologia                 Harvard                       Harvard      Politiche Sociali &      Amministrazione            Harvard                       New      Sociologia                 Harvard                       Harvard      Statistica & Ricerca      Operativa                  MIT                           Stanford                                 Università della California,  Università della      Scienze Veterinarie        Davis                         California, Davis  
No Comments
Comunicati

PRN: Fraikin sigla l’estensione del suo programma di cartolarizzazione

Fraikin sigla l’estensione del suo programma di cartolarizzazione

 
[2016-03-23]
 

COLOMBES, Francia, March 23, 2016 /PRNewswire/ —

Fraikin ha siglato oggi l’estensione del suo programma di cartolarizzazione per il finanziamento del proprio parco macchine europeo (Francia, Regno Unito e Spagna).

     (Logo: http://photos.prnewswire.com/prnh/20160211/332324LOGO )

Il nuovo accordo, caratterizzato da un aumento della linea di credito fino a 1,2 miliardi di euro e dal rinvio della scadenza degli interessi a marzo 2021, riunisce creditori storici di Fraikin (CACIB, Lloyds e Natixis) e nuovi partner finanziari (BNP Paribas, Banco Santander e ING).

Il miglioramento dei termini finanziari come l’ammontare totale, il tasso di interesse e la maturazione degli interessi risulta significativo in raffronto al precedente accordo e riflette la svolta finanziaria positiva di Fraikin iniziata nel 2015:

– crescita del 2% dei ricavi annui per un totale di 656 milioni di euro;

– crescita del 34% degli investimenti su nuovi veicoli;

– crescita significativa del numero di contratti stipulati (1400 nel 2015);

– presenza estesa a 5 nuovi Paesi (Germania, Italia, Paesi Bassi, Russia e Arabia Saudita) e conseguente rafforzamento sul mercato europeo.

Pierre Louis Colin, Amministratore delegato di Fraikin, ha dichiarato: “Come stabilito dal piano “Rebond”, avviato dall’azienda nell’estate 2015, ci siamo concentrati su un numero ridotto di iniziative chiave, volte ad accrescere l’efficienza operativa e a riportare l’attenzione sugli aspetti fondamentali della nostra attività. Il risultato è stato una crescita positiva nel 2015. Crescita che sta avendo un’impennata nel 2016, come testimonia il 3% in più di fatturato registrato a febbraio. Le migliori condizioni del nuovo accordo siglato sono un chiaro segno della costante fiducia dei nostri creditori”.

Informazioni su Fraikin  

Forte di settant’anni di esperienza, il gruppo Fraikin è leader europeo nel noleggio di veicoli industriali, commerciali e utilitari. Vanta il più grande parco macchine multimarchio e multifunzione in Europa (55.000 veicoli, che includono 49.000 veicoli di proprietà e 6.000 veicoli per servizi di gestione della flotta) e la più ampia rete dedicata e integrata, con 180 agenzie in tutta Europa (Francia, Germania, Belgio, Lussemburgo, Regno Unito, Spagna, Svizzera, Polonia, Repubblica Ceca, Slovacchia, Ungheria, Paesi Bassi, Italia e Russia) e in Arabia Saudita. Fraikin è molto più di una semplice azienda di leasing: i suoi 2.800 dipendenti aiutano i clienti a trovare la giusta soluzione alle loro necessità, grazie a un impressionante know-how che garantisce reattività e flessibilità senza paragoni.

Per maggiori informazioni visitare il sito web http://www.fraikin.com

No Comments
Comunicati

PRN: 125.000 ordini a impatto neutro sul clima per Onlineprinters

125.000 ordini a impatto neutro sul clima per Onlineprinters

 
[2016-03-22]
 

ROMA, March 22, 2016 /PRNewswire/ —

Da ormai tre anni la stamperia online ha adottato la produzione CO₂neutrale 

Nel giro di tre anni il fornitore internazionale di stampe online, Onlineprinters GmbH, ha realizzato ben 125.000 ordini a impatto neutro sul clima attraverso i suoi 15 Onlineshop. Il servizio “Stampa a impatto neutro sul clima” si basa sul principio della compensazione tecnica dei gas serra. Durante il processo di acquisto vengono calcolate automaticamente le emissioni di CO₂ che si genereranno in fase di produzione, nonché i costi aggiuntivi necessari per la loro compensazione. Con un semplice clic i clienti possono optare per un progetto di tutela del clima attraverso il quale compensare le emissioni generate.

     (Photo: http://photos.prnewswire.com/prnh/20160322/346913 )

     (Photo: http://photos.prnewswire.com/prnh/20160322/346914

“Da quando, tre anni fa, abbiamo deciso di offrire ai nostri clienti la possibilità di tutelare il clima anche nel momento in cui ordinano le proprie stampe, il numero di richieste è aumentato costantemente”, afferma il Dr. Michael Fries, CEO dell’azienda. Dal 1° gennaio 2013, grazie ai clienti Onlineprinters, è stato possibile compensare una percentuale di CO2 corrispondente alle emissioni di CO2 di 2.000 vetture con una percorrenza di 10.000 km ciascuna.

I costi aggiuntivi medi per ordine sono pari ad appena lo 0,86 % del valore totale. I clienti di Onlineprinters possono attualmente contribuire a sostenere tre diversi progetti: protezione delle foreste in Brasile, una centrale idroelettrica in Indonesia e un impianto eolico in Turchia. Maggiori dettagli al riguardo possono essere visualizzati durante il processo di ordinazione.

Compensazione tracciabile 

Su richiesta, le stampe a impatto neutro sul clima possono essere identificate in quanto tali dal committente. È possibile infatti scaricare un logo e un codice QR da integrare successivamente nei dati per la stampa. Ciò consente di tracciare la percentuale di CO₂ compensata e il progetto sostenuto; fattori indispensabili ai fini della compliance.

Partner della stamperia online in materia di neutralità climatica è ClimatePartner GmbH, una società attiva a livello mondiale che propone soluzioni IT per il bilanciamento e la compensazione di CO₂. “Dal 2013 abbiamo realizzato 350.000 ordini a impatto neutro sul clima per oltre 700 stamperie europee. Più di un terzo delle richieste provenivano da clienti Onlineprinters”, sottolinea Moritz Lehmkuhl, amministratore delegato di ClimatePartner.

Onlineprinters gestisce in modo neutrale per il clima anche tutti gli Onlineshop e la spedizione della merce con il partner per la logistica DPD. Inutile sottolineare che anche la produzione è organizzata in modo ecologico. Il sistema di stampa combinata, che prevede la condivisione di una stessa lastra di stampa da parte di più committenti, sfrutta al massimo i fogli di carta, riducendo al minimo la carta da macero e di conseguenza i ritagli. L’alimentazione centralizzata dell’inchiostro nella produzione della stamperia previene la formazione di inutili rifiuti sotto forma di barattoli o cartucce di inchiostro, con il vantaggio che l’inchiostro viene utilizzato al 100 % senza residui nei contenitori.

Informazioni su Onlineprinters GmbH 

Onlineprinters GmbH è una delle principali stamperie online d’Europa. All’insegna del motto “Ordinare stampe semplice online”, l’azienda vende i suoi prodotti a 500.000 clienti in 30 paesi europei attraverso 15 negozi online. A livello internazionale, la società è nota con il marchio Onlineprinters, in Germania con diedruckerei.de. La gamma di prodotti include 1.400 articoli tra biglietti da visita, carta da lettera, volantini, cataloghi, opuscoli e sistemi pubblicitari di grande formato. Sull’onda del modello di Industria 4.0, la ricetta del successo della produzione di stampe personalizzate si fonda su tre pilastri: la vendita online, una produzione completamente integrata dall’ordine alla spedizione e un processo di stampa collettiva. Mediante il sistema di stampa combinata, è possibile produrre insieme più ordini di stampa, riducendo così i costi e salvaguardando al contempo l’ambiente. I clienti possono inoltre scegliere tra opzioni speciali, quali stampa immediata (produzione nello stesso giorno lavorativo), spedizione espresso, produzione ad impatto neutro sul clima e inserimento libero del formato per determinati prodotti. Onlineprinters GmbH conta 600 dipendenti e realizza ogni anno oltre due miliardi di prodotti stampati.

Contatto stampa:

Onlineprinters GmbH
Patrick Piecha
Referente PR
Rudolf-Diesel-Straße 10
91413 Neustadt an der Aisch
Germania
Tel.:  +49-(0)-9161 / 6209807
+49-(0)-174 / 3077250
[email protected]
http://www.onlineprinters.it

ClimatePartner GmbH
Moritz Lehmkuhl
Amministratore delegato
Ainmillerstr. 22
80801 München
Deutschland
Tel.: +49-(0)-89 / 1222-875-11
[email protected]
http://www.climatepartner.com

No Comments
Comunicati

PRN: Black Box definisce nuovi standard con il Centro di supporto tecnico

Black Box definisce nuovi standard con il Centro di supporto tecnico

 
[2016-03-22]
 

MONACO DI BAVIERA, March 22, 2016 /PRNewswire/ —

Un centro di eccellenza a livello europeo che consente al produttore hardware di diventare provider di soluzioni 

A partire da oggi, lo specialista di reti e infrastrutture IT Black Box convoglierà tutte le sue competenze di consulenza all’interno del nuovo Centro di supporto tecnico (TSC, Tech Support Centre) e offrirà pertanto a clienti e partner un servizio di assistenza ancora più ampio, via telefono, online con la funzione chat e persino in loco! Cinquanta tecnici applicativi esperti e appositamente addestrati saranno impegnati esclusivamente nel supporto ai progetti e nell’assistenza ai clienti, per rispondere a domande tecniche sui prodotti, offrire assistenza con i progetti e dimostrare le capacità specifiche di ogni soluzione. La creazione del TSC è anche un traguardo significativo nella reingegnerizzazione strategica di Black Box come provider di soluzioni per dispositivi professionali AV, KVM e per il networking. 

Gli specialisti che lavorano presso il Centro di supporto tecnologico (http://www.black-box.eu/tscpr) lavoreranno al fianco di clienti e partner in ogni fase del progetto, dalla progettazione, all’attuazione, fino alla messa in funzione. I clienti avranno un referente personale disponibile in qualsiasi momento. Inoltre, la composizione internazionale del team di esperti, provenienti da 13 Paesi diversi, garantisce l’assistenza anche oltre i confini nazionali. I clienti avranno anche a disposizione il nuovissimo Centro di competenza (CoE, Centre of Expertise): questa parte integrante del TSC è composta da tecnici particolarmente esperti e altamente qualificati che sono stati assegnati a una task force in loco attiva in tutta Europa e che assicurano ai rispettivi clienti l’integrazione ottimale, la configurazione specifica e la pronta disponibilità della soluzione scelta.

“Per noi è sempre stato importante offrire assistenza e consulenza. Con la vasta gamma di servizi gratuiti che offriamo, come il supporto tecnico via telefono e i periodi di prova gratuita per i prodotti Black Box, ci affermiamo come pionieri del settore”, spiega Hans-Peter Kuhnert, Vice Presidente vendite EMEA di Black Box. “Dato che sviluppiamo gamme di prodotti speciali per provider di soluzioni, sta ovviamente crescendo anche la necessità di fornire spiegazioni e consigli. Il TSC è la nostra risposta a queste richieste, per continuare a garantire la migliore consulenza possibile a clienti e partner riguardo all’applicazione migliore per il loro caso.” In questo è importante anche il ruolo del cento di formazione. Nelle sale demo, presenti anche a Hallbergmoos, le parti interessate possono iniziare a conoscere meglio le diverse soluzioni in un ambiente reale e pertanto farsi un’idea della qualità, della gestione, dell’installazione e dell’interfaccia utente.

Informazioni su Black Box:  

Black Box (NASDAQ: BBOX) è uno dei più grandi provider al mondo di soluzioni KVM, AV, di rete e di infrastruttura. In questi settori, in aggiunta ai servizi del settore delle telecomunicazioni, l’azienda serve oltre 175.000 clienti in 141 Paesi con 194 filiali. Con il Centro di supporto tecnologico europeo, dove sono presenti circa 50 tecnici esperti esclusivamente dedicati a offrire consulenze tecniche competenti, Black Box offre un programma di assistenza assolutamente unico sia a livello internazionale che locale. Allo stesso tempo, Black Box combina il suo vasto portafoglio di oltre 10.000 prodotti IT con la conoscenza delle tecnologie e delle tendenze più recenti per generare soluzioni individuali, ottimizzate su misura del singolo cliente.

Il quartier generale della società madre, Black Box Corporation, è a Pittsburgh, USA. A livello globale, la società ha 3.800 dipendenti, 65 dei quali in Germania. Black Box Deutschland GmbH lavora sul mercato tedesco fin dal 1984. La sua clientela è composta da piccole e medie imprese, ma anche da grandi aziende di diversi settori, tra cui industria, telecomunicazioni, radio, trasporti, sanità e pubblica amministrazione, banche e assicurazioni.

Contatto per la stampa: Black Box Deutschland GmbH
Daniel Prax, telefono +49-(0)811-5541-325, fax +49-(0)811-5541-499
e-mail [email protected], sito web: http://www.blackbox.it

Agenzia PR: Weissenbach PR
Bastian Schink, telefono +49-(0)89-5506-7775, fax +49-(0)89-5506-7790
e-mail: [email protected], sito web: http://www.weissenbach-pr.de

Company Codes: NASDAQ-NMS:BBOX
No Comments
Comunicati

PRN: Per il sesto anno consecutivo, Armani prosegue il proprio programma Acqua for Life: l’edizione 2016 raggiungerà nuove comunità

Per il sesto anno consecutivo, Armani prosegue il proprio programma Acqua for Life: l’edizione 2016 raggiungerà nuove comunità

 
[2016-03-22]
 

PARIGI, March 22, 2016 /PRNewswire/ —

 

  • Acqua for Life, un programma di sviluppo mirato a fornire accesso universale all’acqua potabile
  • Dal 2010 un impegno costante a favore delle comunità più povere in collaborazione con Green Cross International e UNICEF
  • Un approccio globale alle questioni connesse all’acqua, all’igiene e ai servizi igienico-sanitari

Per il sesto anno consecutivo Armani rinnova il proprio impegno a favore del programma di sviluppo Acqua for Life in collaborazione con Green Cross International. Si tratta di un’iniziativa globale che, dal 2011, ha già dato accesso all’acqua potabile a 108 comunità in 8 Paesi di 3 continenti, erogando 880 milioni di litri di acqua*.

Per visualizzare il comunicato stampa multimediale fare clic su:

http://www.multivu.com/players/English/7789651-armani-acqua-for-life-sixth-year/

Ogni anno, dal 2010, nell’ambito del programma Acqua for Life, Armani sensibilizza l’opinione pubblica sulle questioni connesse all’acqua, attraverso raccolte di fondi e attività in loco in collaborazione con Green Cross International e UNICEF, installando punti di distribuzione dell’acqua, latrine, sistemi per la raccolta delle acque piovane, per la filtrazione e la purificazione dell’acqua in aree caratterizzate da penuria idrica o dove manca l’acqua potabile, un elemento fondamentale per la vita.

In questi 6 anni Acqua for Life ha posto in essere progetti che, in diverse regioni del mondo, hanno trasformato in maniera sostenibile quella vita quotidiana fino ad allora segnata da morte e malattie e che aveva privato i bambini dell’istruzione a causa della mancanza di acqua o dell’accesso ad acqua contaminata per gran parte della comunità. Questa situazione colpisce prevalentemente i soggetti più vulnerabili: donne e bambini.

ACQUA FOR LIFE: accesso all’acqua ma anche istruire le comunità per un impatto duraturo  

Il progetto Acqua for Life non si limita alla creazione o al ripristino di punti di distribuzione dell’acqua. È un programma completo che mira a migliorare significativamente le condizioni sanitarie della popolazione. Per garantire la sostenibilità del progetto, Green Cross International svolge campagne di sensibilizzazione sulle questioni locali connesse all’acqua e l’igiene, soprattutto nelle scuole, affinché i bambini siano consapevoli fin da piccoli che azioni semplici, come lavare le mani con il sapone, impediscono la diffusione dei germi. Oltre ai punti per la distribuzione dell’acqua, Green Cross International costruisce latrine e lavandini per fornire strutture igieniche e proteggere l’ambiente circostante. Infine, la sostenibilità del progetto implica anche la formazione degli adulti al corretto uso e alla manutenzione dell’infrastruttura.

In questo modo Armani, tramite le attività di Green Cross International, contribuisce alla rinascita socio-economica di comunità dislocate in 8 Paesi: Costa d’Avorio, Ghana, Senegal, Cina, Argentina, Bolivia, Messico e Sri Lanka.  

Con Acqua for Life, le famiglie si riappropriano del diritto all’acqua potabile e ai servizi igienico-sanitari riconosciuto dalle Nazioni Unite nel 2010. Hanno acqua da bere, per preparare quotidianamente il cibo, per lavarsi, irrigare i campi e per abbeverare il bestiame; i bambini possono andare a scuola con maggior regolarità. Le donne hanno più tempo da dedicare ai propri figli o alla loro istruzione e possono svolgere attività produttive per la comunità invece di andare a fare scorta d’acqua.

ACQUA FOR LIFE a fianco di UNICEF negli Stati Uniti  

Per il sesto anno consecutivo Armani continua a essere il partner principale di UNICEF per il progetto “Tap Project” grazie a una donazione volta a sostenere l’iniziativa Acqua for Life che intende dare accesso all’acqua potabile alle popolazioni bisognose di tutto il mondo.

Dal suo avvio nel marzo 2007, l’iniziativa “Tap Project” promossa da UNICEF ha raccolto più di 5 milioni di dollari per programmi finalizzati a estendere l’accesso all’acqua e ai servizi igienico-sanitari in Belize, Camerun, Nicaragua, Guatemala, Togo e Vietnam, nella Repubblica Centrafricana, in Costa d’Avorio, Iraq, Haiti e Mauritania.

UNICEF opera in più di 100 Paesi del mondo per migliorare l’accesso all’acqua potabile e promuovere le pratiche igieniche nelle scuole e nelle comunità. Dal 1990, grazie al lavoro di UNICEF e dei suoi partner, più di 2,1 miliardi di persone hanno avuto accesso all’acqua potabile.

* Dati relativi al 2015 forniti da Green Cross International riguardanti il programma Acqua for Life

     (Photo: http://photos.prnewswire.com/prnh/20160321/346504 )

Video: 
     http://www.multivu.com/players/English/7789651-armani-acqua-for-life-sixth-year/

No Comments
Comunicati

PRN: Il Bourbon Michter di 10 anni pronto per essere distribuito ad aprile 2016

Il Bourbon Michter di 10 anni pronto per essere distribuito ad aprile 2016

 
[2016-03-22]
 

LOUISVILLE, Kentucky, 22 marzo 2016 /PRNewswire/ — Willie Pratt, mastro distillatore della Michter, ha approvato la distribuzione del Bourbon di 10 anni Single Barrel (Barile unico) della Michter per la vendita.

Foto – http://photos.prnewswire.com/prnh/20160319/346007
Logo – http://photos.prnewswire.com/prnh/20131119/NY19516LOGO-c

A dicembre 2015 c’è stata l’ultima distribuzione del Bourbon di 10 anni della Michter. “Amo il nostro Bourbon di 10 anni e vorremmo poterlo vendere tutto l’anno, ma non ne abbiamo a sufficienza,” ha dichiarato Pratt. Il prezzo di rivendita negli Stati Uniti per una bottiglia da 750 ml del Bourbon di 10 anni della Michter è di 120 dollari.

La distilleria della Michter si trova nella sezione Shively di Louisville, Kentucky, il cuore dell’industria del whisky americano. Produce quantità limitate di whisky molto apprezzati che sono stati soggetti a limitazioni nelle assegnazioni dei quantitativi perché la domanda ha superato l’offerta. Michter è famosa per il suo whisky di segale in barile unico, bourbon small batch, bourbon in barile unico, e whisky americano small batch. Nel 2015, Michter è stata nominata settima Heritage Member (Membro della tradizione) da parte della Kentucky Distillers Association, diventando così il primo distillatore in 33 a ricevere questo onore. Per maggiori informazioni visitare il sito www.michters.com.

Contatto: Joseph J. Magliocco
+1-502-774-2300 interno 580
[email protected] 

No Comments
Comunicati

PRN: Uno studio clinico dimostra che AcceleDent riduce dolore e disagio nelle cure ortodontiche

Uno studio clinico dimostra che AcceleDent riduce dolore e disagio nelle cure ortodontiche

 
[2016-03-21]
 

I risultati pubblicati in Angle Orthodontics indicano che le vibrazioni a microimpulsi riducono in modo significativo il livello di dolore

HOUSTON, 22 marzo 2016 /PRNewswire/ — Il risultati di uno studio clinico pubblicato recentemente dimostrano che AcceleDent®, un dispositivo a pulsazioni omologato dalla FDA che accelera fino al 50% lo spostamento dei denti, riduce anche significativamente il dolore associato alle cure ortodontiche.  

Foto – http://photos.prnewswire.com/prnh/20160321/346180

L’articolo sottoposto a revisione paritaria (peer-review) “Pain Control in Orthodontics Using a Micropulse Vibration Device: A Randomized Clinical Trial” (Il controllo del dolore nell’ortodonzia utilizzando un dispositivo vibrante a microimpulsi: uno studio clinico randomizzato), pubblicato in Angle Orthodontist, un’autorevole rivista del settore, comunica i risultati convincenti di come le vibrazioni a microimpulsi utilizzate in AcceleDent riducono in modo significativo il livello complessivo di dolore nel corso dei trattamenti ortodontici, nonché il dolore che si manifesta all’atto della masticazione.

Lo studio clinico controllato randomizzato prospettico ha interessato 58 pazienti ortodontici divisi tra un gruppo AcceleDent e un gruppo di controllo. Ai pazienti di entrambi i gruppi era stato detto di non assumere né alcun medicamento antidolorifico, né alcun unguento topico. I pazienti del gruppo AcceleDent usavano il leggero dispositivo a pulsazioni, che lascia libere le mani, per i 20 minuti giornalieri raccomandati; i pazienti di questo gruppo hanno segnalato un livello di dolore inferiore nel corso dell’intero trattamento rispetto ai pazienti del gruppo di controllo. Con un livello di significanza dello 0,05, si è rilevata una chiara differenza per quanto riguarda il dolore complessivo tra i pazienti del gruppo AcceleDent e quelli del gruppo di controllo (P= 0,002), e lo stesso per quanto riguarda la differenza tra i due gruppi nel dolore all’atto della masticazione (P=0,003).

“Ora abbiamo una prova clinica di quello che i pazienti ci hanno sempre detto: che AcceleDent è l’unica tecnologia che offre ai pazienti un trattamento ortodontico più rapido con meno dolore”, ha dichiarato Michael K. Lowe, presidente e AD di OrthoAccel® Technologies, Inc., che produce AcceleDent. Lo studio clinico controllato randomizzato è stato progettato a dovere e i risultati sono conclusivi, e provano ulteriormente che AcceleDent è la soluzione di trattamento accelerato preferita dagli ortodontisti più rispettati del mondo”.

Nel corso dei quattro mesi dello studio, i pazienti si recavano dall’ortodontista all’inizio di ogni mese per la regolazione dell’apparecchio e il cambiamenti dei fili. I pazienti registravano l’incidenza e la gravità del dolore ogni giorno per i primi sette giorni dopo l’appuntamento per la regolazione dell’apparecchio e successivamente ad intervalli settimanali per il resto di ciascun mese. I pazienti del gruppo AcceleDent registravano il livello del dolore entro un’ora dall’uso del dispositivo.

“Questo studio dimostra chiaramente che, oltre a uno spostamento più veloce dei denti, AcceleDent offre la ‘pura’ gestione del dolore per i pazienti ortodontici che denunciano spesso disagio nel corso del trattamento”, ha dichiarato la Dottoressa Katie Graber di Graber Orthodontics. “Ho riscontrato che pazienti e genitori apprezzano la riduzione del disagio offerta da AcceleDent, perché elimina la necessità antidolorifici da banco o su ricetta”.

Per leggere l’articolo originale sottoposto a revisione paritaria (peer-review), visitare Angle Orthodontist.

Informazioni su OrthoAccel® Technologies, Inc.

Con sede a Houston, nel Texas, OrthoAccel® Technologies, Inc. è una società privata nel settore medicale impegnata nello sviluppo, produzione e commercializzazione di prodotti per migliorare la cura dentistica e i trattamenti ortodontici. OrthoAccel ha sviluppato e messo in commercio AcceleDent®, il primo approccio omologato dalla FDA per accelerare in modo sicuro lo spostamento dei denti attraverso l’applicazione di lievi microimpulsi tramite la SoftPulse Technology® a complemento dei trattamenti ortodontici esistenti. Ulteriori informazioni possono essere trovate sui siti acceledent.com e acceledent.co.uk o richieste all’indirizzo [email protected]. Visitare la pagina Facebook della società Facebook.com/AcceleDent.

No Comments