Daily Archives

13 Marzo 2011

Comunicati

Continua l’iniziativa sociale dei volontari de “La via della Felicità”

  • By
  • 13 Marzo 2011


Ennesima distribuzione a Roma della versione opuscolo del libro omonimo

Roma – 13 marzo 2011 Durante la giornata di domani , i volontari della sezione romana della Via della felicità Internazionale si dedicheranno alla distribuzione gratuita di centinaia di copie del libretto “La Via della Felicità” nella capitale. Costantemente, come ogni settimana, anche questa volta i volontari provvederanno ai cittadini la conoscenza dei 21 precetti morali, non religiosi, contenuti in questo libro: un primo importante passo per raggiungere concretamente onestà, integrità e rispetto.
La Via della Felicità è un codice morale interamente basato sul buon senso. Pubblicato per la prima volta nel 1981, il suo scopo è di fermare il declino morale della società e ripristinare l’integrità e la fiducia al mondo.
Scritto dal filosofo ed umanitario L. Ron Hubbard, La Via della Felicità colma il vuoto morale in una società sempre più materialistica. Contiene 21 principi (i precetti di questo libro) che guidano verso una migliore qualità di vita. I precetti illustrati da “La via della felicità” possono essere seguiti dalle persone di qualsiasi razza, colore o credo, e da tutti gli individui animati dal desiderio di migliorare le vite di coloro che li circondano, grazie anche ad un pratica personale dei pratici principi morali de “La Via della Felicità”.
Tra gli indirizzi de “La via della felicità” c’è il “non testimoniare il falso”, il “risepetta la fede religiosa degli altri” e il “fiorisci e prospera”, un augurio finale per una vita di successo.

Per informazioni:
www.thewaytohappiness.org
[email protected]

No Comments
Comunicati

Disponibile l’anteprima di LogMeIn Ignition per Honeycomb

LogMeInNuova anteprima di LogMeIn Ignition per tablet Honeycomb presentata allo stand Android del Mobile World Congress.

Il team Ignition di LogMeInha lavorato sodo per sviluppare versioni avanzate di smartphone e tablet Android. Usufruendo dei vantaggi di Android 3.0 Honeycomb, LogMeIn Ignition e il nuovo XOOM Motorola sembrano fatti l’uno per l’altro.

LogMeIn Ignition HoneycombIn questa anteprima LogMeIn ha presentato anche la navigazione Direct Mode, ottimizzata per i tablet, che permette agli utenti di toccare lo schermo in qualsiasi punto senza dover spostare il puntatore del mouse.

L’anteprima di LogMeIn Ignition presenta anche gli ultimi miglioramenti dell’interfaccia utente del tablet Android:

  • Action Bar che fornisce voci menu personalizzate in ciascuna pagina
  • Notifiche visualizzate a livello di sistema che consentono agli utenti di interagire mentre l’applicazione funziona in background.
  • Framework Animazioni che facilita il passaggio da una pagina all’altra.

Il team LogMeIn è veramente entusiasta dell’anteprima: andatela a vedere anche voi nell’articolo originale in LogMeIn.

About LogMeIn
Utenti in tutto il mondo oggi si affidano alle soluzioni come LogMeIn Ignition di LogMeIn, azienda fondata nel 2003, per controllo remoto, condivisione dei file, gestione di sistemi, backup di dati, collaborazione tra aziende e supporto ai clienti su richiesta per PC, server, computer Macintosh, smartphone e altri dispositivi connessi. Le premiate soluzioni LogMeIn sono facili da provare, acquistare e utilizzare con qualsiasi web browser con connessione Internet. Oltre 100 milioni di dispositivi in tutto il mondo si sono collegati ad un servizio LogMeIn.

Per maggiori informazioni sui servizi e sulle soluzioni LogMeIn, visitate http://www.logmein.com.

Referente per i media:
Allyson Pelletier, Direttrice di Marketing per l’area EMEA
mailto:[email protected]
Tel: +31 205 521 820
LogMeIn B.V.,
Jacob Bontiusplaats 9
1018 LL Amsterdam
Paesi Bassi

No Comments
Comunicati

PMI: SEMPLIFICAZIONI AMBIENTALI


Segreteria Nazionale
Dipartimento Ambiente
Avv. Francesca Lalli

Il 3 marzo 2011 è stato approvato in Consiglio dei Ministri, e dovrà essere emanato dal Presidente della Repubblica, il Regolamento che prevede semplificazioni degli adempimenti amministrativi in materia ambientale per le PMI.

Sono interessati gli scarichi di acque reflue e l’inquinamento acustico.


IN MATERIA DI ACQUE REFLUE:

In primo luogo, viene previsto che sono assimilate alle acque reflue domestiche, e quindi beneficiano del medesimo regime di queste ultime:

– le acque che prima di ogni trattamento depurativo presentano le caratteristiche qualitative di cui alla Tabella 1 dell’Allegato A del Regolamento; e cioè che non contengano le sostanze elencate in quantità superiori ai limiti previsti; per le sostanze non previste valgono i limiti del T.U.A. per le emissioni in acque superficiali e in fognatura (Tab. 3, All. 5, Parte Terza, T.U.A.);

– le acque reflue provenienti dalle categorie di attività elencate nella Tabella 2 dell’Allegato A del Regolamento.


Le attività che generano acque reflue assimilate alle acque reflue domestiche di cui alla citata Tabella 2,
sono:

1) Attività alberghiera, rifugi montani, villaggi turistici, residence, agriturismi, campeggi;

2) Attività ristorazione (anche self-service), trattorie, rosticcerie, friggitorie, pizzerie, osterie e birrerie con cucina;

3) Attività ricreativa;

4) Attività turistica;

5) Attività scolastica;

6) Attività sportiva;

7) Attività culturale;

8) (Lo schema di regolamento non reca il punto 8);

9) Servizi di intermediazione monetaria, finanziaria, e immobiliare;

10) Attività informatica;

11) Pubblica amministrazione e difesa;

12) Laboratori di parrucchiera barbiere e istituti di bellezza con un consumo idrico giornaliero inferiore a 1 m al momento di massima attività;

13) Lavanderie e stirerie con impiego di lavatrici ad acqua analoghe a quelle di uso domestico e che effettivamente trattino non più di 100 kg di biancheria al giorno;

14) Attività di vendita al dettaglio di generi alimentari, bevande e tabacco o altro commercio al dettaglio;

15) Laboratori artigianali per la produzione di dolciumi, gelati, pane. Biscotti e prodotti alimentari freschi, con scarichi inferiori a 2000 mc/anno;

16) Grandi magazzini, solamente se avviene la vendita di beni con esclusione di lavorazione di carni, pesce o di pasticceria, attività di lavanderia e in assenza di grandi aree dì parcheggio;

17) Case di riposo (senza cure mediche);

18) Bar, caffé, gelaterie (anche con intrattenimento spettacolo), enoteche-bottiglierie con somministrazione;

19) Mense;

20) Asili nido, istruzione primaria e secondaria dì primo e secondo grado, istruzione universitaria;

21) Discoteche, sale da ballo, night pubs, sale giochi e biliardi e simili;

22) Stabilimenti balneari-(marittimi, lacuali e fluviali);

23) Servizi dei centri e stabilimenti per il benessere fisico e l’igiene della persona;

24) Piscine – Stabilimenti idropinici ed idrotermali;

25) Vendita al minuto di generi di cura della persona;

26) Palestre;

27) Piccole aziende agroalimentari appartenenti ai settori lattiero-caseario, vitivinicolo e ortofrutticolo, che producano quantitativi di acque reflue non superiori a 4000 m3/anno e quantitativi di azoto, contenuti in dette acque a monte della fase di stoccaggio, non superiori a 1000 kg/anno;

28) Ambulatori medici studi veterinari o simili, purché sprovvisti di laboratori di analisi e ricerca;

29) Ospedali, case o istituti di cura con un numero di posti letto inferiore a 50, purché sprovvisti di laboratori di analisi e ricerca;

30) Conservazione, lavaggio, confezionamento, di prodotti agricoli e altre attività dei servizi connessi alla agricoltura svolti per conto terzi esclusa trasformazione;

31) Macellerie sprovviste del reparto di macellazione;

32) Agenzie di viaggio;

33) Call center;

34) Attività di intermediazione assicurativa;

35) Esercizi commerciali di oreficeria, argenteria, orologeria;

36) Riparazione di beni di consumo;

37) Ottici;

38) Studi audio video registrazioni;

39) Gestori di carburanti senza impianti di autolavaggi;

40) Laboratori artigianali di sartoria e abbigliamento senza attività di lavaggi, tintura e finissaggio;

41) Liuteria;

42) Laboratori artigianali di oreficeria, argenteria, bigiotteria, orologeria.

Tali criteri di assimilazione dettati nel nuovo Regolamento (che è stato adottato previa ricognizione delle leggi regionali), verranno applicati in assenza di disciplina regionale a cui rinvia l’art. 101, D.lgs. 152/2006 T.U.A.

In secondo luogo, sempre in materia di acque reflue, il Regolamento prevede che per il rinnovo dell’autorizzazione allo scarico delle acque reflue industriali, qualora non si siano verificate modificazioni dei presupposti dell’autorizzazione concessa e gli scarichi non contengano sostanze pericolose di cui all’art. 108, T.U.A., è sufficiente presentare, sei mesi prima della scadenza, una istanza con autocertificazione ai sensi del D.P.R. 445/2000 con la quale si attesti la sussistenza delle condizioni richieste (lett. a-e, art. 2, Regolamento). In precedenza era necessario ottenere una nuova autorizzazione e il termine era di 1 anno prima della scadenza.

IN MATERIA DI INQUINAMENTO ACUSTICO, il Regolamento prevede che alcune attività (di cui all’Allegato B[1]), definite a bassa rumorosità, non sono soggette all’obbligo di presentare la documentazione di impatto acustico prevista all’art. 8, commi 2, 3 e 4 della L. 447/1995. Sono invece assoggettati: ristoranti, pizzerie, trattorie, bar, mense, attività ricreative, attività culturali, palestre, stabilimenti balneari che utilizzino impianti di diffusione sonora ovvero svolgano manifestazioni ed eventi con diffusione di musica o utilizzo di strumenti musicali.

Le attività di cui all’Allegato B al Regolamento, escluse dall’obbligo della documentazione, sono:

1. Attività alberghiera;

2. Attività agro-turistica;

3. Attività di ristorazione collettiva e pubblica (ristoranti, trattorie, pizzerie comprese quelle da asporto, mense, bar);

4. Attività ricreative;

5. Attività turistica;

6. Attività sportiva;

7. Attività culturale;

8. Palestre;

9. Stabilimenti balneari;

10. Agenzie di viaggio;

11. Sale da gioco;

12. Attività di supporto alle imprese;

13. Call center;

14. Attività di intermediazione monetaria;

15. Attività di intermediazione finanziaria;

16. Attività di intermediazione Immobiliare;

17. Attività di intermediazione Assicurativa;

18. Attività di informatica – software;

19. Attività di informatica – house;

20. Attività di informatica – intemet point;

21. Attività di acconciatore (parrucchiere, barbiere);

22. Istituti di bellezza;

23. Estetica;

24. Centro massaggi e solarium;

25. Piercing e tatuaggi;

26. Laboratori veterinari;

27. Studi odontoiatrici senza attività di analisi chimico-cliniche e ricerca;

28. Case di riposo senza cure mediche;

29. Lavanderie e stirerie;

30. Attività di vendita al dettaglio di generi vari;

31. Laboratori artigianali per la produzione di dolciumi;

32. Laboratori artigianali per la produzione di gelati;

33. Laboratori artigianali per la produzione di pane;

34. Laboratori artigianali per la produzione di biscotti;

35. Laboratori artigianali per la produzione di prodotti alimentari freschi;

36. Macellerie sprovviste del reparto di macellazione;

37. Laboratori artigianali di sartoria e abbigliamento senza attività di lavaggi, tintura e finissaggio;

38. Laboratori artigianali di oreficeria, argenteria, bigiotteria, orologeria;

39. Esercizi commerciali di oreficeria, argenteria, bigiotteria, orologeria;

40. Liuteria;

41. Laboratori di restauro artistico;

42. Riparazione di beni di consumo;

43. Ottici;

44. Fotografi;

45. Grafici

Per le altre attività, diverse da quelle di cui all’elenco, le cui emissioni non superano i limiti della classificazione acustica comunale o, in mancanza, quelli previsti dal D.P.C.M. 14 novembre 1997, la documentazione di impatto acustico può essere resa con autocertificazione ex D.P.R. 447/2000.

Le istanze per il rinnovo dell’autorizzazione agli scarichi e la documentazione acustica dovranno essere presentate allo Sportello unico per le attività produttive dell’amministrazione competente.

Le previsioni del regolamento in itinere, che semplificano la vita ad una serie di attività artigianali e commerciali, danno concreta attuazione dei principi dettati dal D.L. 78/2010 conv. con modif. dalla L. 122/2010, in ordine alla proporzionalità degli adempimenti amministrativi o alla eliminazione di quelli non necessari, in relazione alla dimensione dell’impresa e al settore di attività coinvolti.

Avv. Francesca Lalli (Responsabile Dipartimento Ambiente dei Popolari Glocalizzati,
Avvocato massimo esperto di diritto ambientale)


No Comments
Comunicati

La città di Rimini


La storia millenaria della “Capitale del Turismo” Rimini ha origini circa ottocentomila anni fa a 152 m. di altezza sul Colle di Covignano, poiché il mare a quel tempo sommergeva tutto il piano.

Gli insediamenti si svilupparono lungo il fiume Ariminus, oggi Marecchia;  dal IX sec. la cultura Villanoviana con epicentro Verucchio, dominò la Valmarecchia; dal VI  sec. si alternarono i popoli Etruschi, Umbri, Celti, Galli fino alla conquista Romana.

Sulla foce laddove si formava un approdo frequentato come emporio, i Romani nel 268 a.C. con il tipico impianto a scacchiera , originato dall’incrocio dei due assi principli “Il Cardo”( l’odierna via Garibaldi) e il Decumano (corso d’Augusto) fondarono Ariminum, prima colonia a Nord degli Appennini.

Nel Foro oggi piazza Tre Martiri si svolgevano tutte le attività.

In seguito, Ariminum  nodo primario  con la Flaminia diretta a Roma, l’Emilia e la Popilia proiettate una verso la pianura padana l’altra al Nord Adriatico, divenne protagonista di importanti vicende: in Età Repubblicana col passaggio storico di Giulio Cesare,

al felice  periodo  imperiale sotto Augusto, alle invasioni barbariche, al suo ingresso nella Pentopoli Marittima, alla sua contesa fra Longobardi e Bizantini, finchè nel XII secolo divenne un libero Comune.

Agli inizi del Trecento Rimini sotto il dominio dei Malatesta divenne capitale di un piccolo importante e  fiorente  stato.

Sotto il periodo d’Augusto la città fu cinta di mura, fuori delle quali, perché aveva un particolare significato “Qui comincia la pax e la civiltà romana” 2050 anni fa si costruì l’Arco d’Augusto il più antico arco romano ancora esistente.

Testimonianze romane: La Porta Montanara, ricollocata in via Garibaldi l’antico cardo, che dal I sec. segnava l’ingresso ad Ariminum.

Altri prestigiosi monumenti Anfiteatro in laterizio del II sec d. C. ai margini della città.

Il Ponte Tiberio, in pietra d’Istria composto in 5 arcate che poggiano su piloni con speroni frangiflutti, iniziato nel 14 e terminato dall’imperatore Tiberio nel 21 d. C.

La Domus del Chirurgo, situata in piazza Ferrari, e dove sono stati rinvenuti mortai e vasetti e un  eccezionale corredo di strumenti chirurgici unico al mondo, oggi esposti  nel Museo della Città di Rimini.

Per i turisti Rimini ha creato “Rimini City-pass, la prima card turistico-culturale della città”, che permette di avere visite guidate partendo dal Museo della Città in via Luigi Tonini e seguendo un itinerario a piedi tra museo, chiese, palazzi e piazze per scoprire la Rimini del Seicento, Per informazioni rivolgersi a www.riminicitypass.it o www.riminiturismo.it  o telefonare   al  Museo 0541/21482 o alla Domus 0541/709837

Il biglietto, unico per il Museo e la domus, si acquista al Museo della Città, l’intero costa € 5, mentre il ridotto € 3 e gli studenti pagheranno € 2.

Dal 16 settembre – 15 giugno: da martedì a sabato: ore 8.30 – 12.30 / ore 17.00 – 19.00 domenica e festivi: ore 10.00 – 12.30 / ore 15.00 – 19.00

16 giugno – 15 settembre: da martedì a sabato: ore 10.00 – 12.30 / ore 16.30 – 19,30

domenica e festivi:  ore 16.30 – 19.30; martedì e venerdì di luglio e agosto anche ore 21.00 – 23.00/ Lunedì chiuso, eccetto i festivi.

Rimini non solo città balneare  e festaiola è dunque anche una città ricca d’arte  e di cultura;

del periodo Medioevale conserva il campanile della cattedrale di Santa Colomba del V sec., l’Abside della Chiesa di San Michele in Foro, il Mausoleo dei Malatesta, il celeberrimo Tempio, che Leon Battista Alberti modificò

ispirandosi alle architetture romane, le decorazioni all’interno sono invece di Matteo dei Pasti e Agostino di Duccio.

Emblematici del Rinascimento Castel Sismondo, palazzo e rocca insieme simbolo della Signoria di Sigismondo Pandolfo Malatesta, la costruzione originale la si può vedere sulle medaglie e dall’affresco di Piero della Francesca.

In questo castello si tengono fino al 27 Marzo 2011 straordinarie mostre d’opere d’arte “Il Caravaggio e gli anni Meravigliosi di Parigi” , curate da Marco Golden e da Linea d’Ombra e promosse dalla Fondazione Cassa di Risparmio Rimini.

Nella vicina Repubblica di San Marino nello stesso periodo delle mostre riminesi, a Palazzo  Sums è  allestita l’esposizione “Monet, Cézanne, Renoir e altre storie di pittura in Francia“, che propone opere sceltissime, emblematiche, dei grandi maestri francesi del secondo Ottocento.

Il viaggio per Rimini può essere intrapreso con i Trenitalia  sia da Nord che da Sud e la fermata è alla Stazione Ferroviaria di Rimini in piazzale Cesare Battisti per altre info si consiglia telefonare allo +39 848888088.

Oppure percorrendo  l’Autostrada A/14 Bologna/Rimini che a sua volta è collegata con le principali autostrade europee, con le uscite a  Rimini Sud e Rimini Nord

O via aereo facendo scalo all’aeroporto Fellini di Miramare di Rimini .

No Comments
Comunicati

Scopri il tuo futuro, fidati della cartomanzia


Le arti divinatorie hanno da sempre affascinato l’uomo, che ignaro sul suo destino ha cercato in tutti i modi di scoprire cosa potesse esserci oltre il presente. Ancora oggi non siamo certi della veridicità della scienza divinatoria, ma un numero sempre crescente di riscontri positivi ci permette di fornire dati certi e verificati nei dettagli.
Cosa si aspetta di conoscere l’uomo sul proprio futuro?
La curiosità è parte della vita, a volte i dubbi logorano la nostra esistenza ed il tutto risulterebbe più semplice se solo avessimo la possibilità di cercare le risposte giuste, capaci di incanalarci verso la retta via.
Le esperte cartomanti di cartomanzia italiana, quotidianamente risolvono i vostri dubbi e quesiti, i servizi offerti dal nostro gruppo vi permetteranno di conoscere il futuro in tutte le sue sfumature, qualsiasi sia il vostro problema verrà analizzato con scrupolosità e discrezione, offrendovi una panoramica completa della condizione che state vivendo.
Cartomanzia Italia da anni si occupa di voi e del vostro benessere, tramite servizi utili esplicabili al telefono, infatti il vantaggio della cartomanzia telefonica vi permetterà di accedere senza alcun limite di tempo e di orario a consulti mirati, intimi e soprattutto discreti.
I servizi offerti possono essere così classificati:
Consulti generali di cartomanzia: se non sei in grado di risolvere problemi di lavoro, economici, problemi d’amore, se il tuo umore è a pezzi, la scelta giusta è un buon consulto, capace di indirizzarti verso una nuova prospettiva e di risollevare la tua posizione.
Lettura dei tarocchi: attraverso il simbolismo riusciremo a porre rimedio alle tue problematiche, in qualsiasi settore, saremo in grado di fornirti la risposta giusta.
Oracolo dell’amore: servizio di cartomanzia telefonica specializzato nella risoluzione delle spinose problematiche d’amore, qui potrai porre tutti i tuoi quesiti ai quali verrà data una lineare risposta.
Fedeltà del partner: se i tuoi dubbi sono legati a questioni di fedeltà e fiducia, con un semplice consulto potrai porre fine a tutti i dilemmi.
Cartomanzia di coppia: il benessere della coppia è molto spesso leso ed alterato da fattori variabili, con un immediato consulto, le nostre cartomanti potranno fornirti dettagli maggiori sulla solidità della vostra unione di coppia.
Vinci la tristezza: grazie ad una semplice chiacchierata riuscirai a risollevare il tuo umore ed ad intraprendere un percorso costruttivo che senza alcun dubbio ti condurrà verso una nuova felicità.
Ai sensi della vigente regolamentazione non effettuiamo consulti sulla salute
Cartomanzia Italia è il primo e l’unico portale vero di cartomanzia nel nostro paese, grazie a voi siamo riusciti a migliorare il nostro operato, lavorando con la massima esperienza e professionalità, sempre e solo per fornirvi consulti mirati e soprattutto validi.
La vostra felicità è un bene necessario, ed a volte basta davvero poco per riuscire ad essere più sereni, per ritrovare se stessi ed un nuovo e sano equilibrio di vita.
Cartomanzia

No Comments
Comunicati

Il Comune di Carfizzi e Informagiovani-Italia.com insieme per il nuovo Progetto Comuni Italiani, una guida e un video del territorio


Nella sezione Viaggiare in Italia, del sito Informagiovani-Italia.com, sono stati pubblicati la nuova guida on line e il video dedicati alla Città di Carfizzi.
Il Comune di Carfizzi ha infatti aderito al nuovo Progetto Comuni Italiani lanciato dalla Redazione di Informagiovani-Italia.com che ha come obiettivo la realizzazione di una sezione dedicata al territorio comunale per accrescere la visibilità di questa splendida cittadina su Internet, attraverso la pubblicità di un sito che fa da collettore di tutte le realtà locali italiane. La sezione dedicata al Comune presenta una guida testuale con foto sul territorio, un video e uno spazio per la pubblicazione di notizie che la Redazione di Informagiovani-Italia.com seleziona tra quelle che il Comune vuole inviare oppure reperisce direttamente on line, oltre a dati e informazioni utili sul territorio.

Il progetto ha appunto come obiettivo la valorizzazione del territorio comunale, attraverso tecniche efficaci e accattivanti: il video è immediato, la guida testuale corredata da foto è concisa ma tocca i punti fondamentali, le news sono aggiornate in tempo reale.
La sezione così realizzata permette di raggiungere un’ampia platea di turisti, soprattutto giovani e stranieri, di superare le barriere linguistiche e di pubblicizzare in maniera del tutto gratuita le iniziative locali, attirando i turisti e quindi con un ritorno anche economico per il territorio. Inoltre non richiede sforzi alcuni del Comune, poiché curata direttamente dalla Redazione.

E ancora… su Informagiovani-Italia.com si possono consultare guide turistiche su paesi esteri, corredate da informazioni sulla loro storia, cultura, tradizione, curiosità, cucina e società… per decidere e programmare un’esperienza di vita all’estero, oppure una semplice vacanza, informandosi sul paese che ci si accinge a visitare! Inoltre articoli interessanti sul mondo giovanile (e non solo), su temi quali lavoro, educazione, studio all’estero, mettere su casa, articoli sull’ambiente, sull’energia pulita, sull’arte e la cultura!

No Comments
Comunicati

Fermata la realizzazione di 38 turbine offshore a largo di Pantelleria


data: 01 marzo 2011

Il ministero dell’Ambiente boccia il progetto di eolico offshore da realizzare al largo di Pantelleria (canale di sicilia) ideato e presentato dalla “Four Wind Srl”. L’area dove doveva sorgere originariamente il progetto appartiene alla rete dell’Ue ‘Natura 2000′ per la protezione degli habitat.

La commissione tecnica del ministero dell’ambiente, dopo un’ attenta analisi, boccia il progetto anche per le eventuali ripercussioni sull’economia ittica e per il rischio sismico.

La decisione della commissione tecnica del ministero dell’ambiente è in linea con le indicazioni della Regione Siciliana, infatti l’assessore Regionale Gianmaria Sparma ha espresso grande soddisfazione che conferma la correttezza della posizione, espressa dalla giunta di governo siciliana, di contrarietà al rilascio delle autorizzazioni per impianti eolici nel canale di Sicilia.

Anche l’associazione ambientalista Greenpeace commenta con favore la notizia ma mette l’accento sull’altro pericolo da scongiurare per la salvaguardia del Mediterraneo: le trivellazioni petrolifere, infatti la società “Northern Petroleum” ha indicato nel mare a nord di Pantelleria una possibile area per future esplorazioni ed eventuali interventi.

Secondo l’associazione Greenpeace il Mediterraneo è un’ importante patrimonio e risorsa per tutti i paesi che vi si affacciano e quindi va rispettato e salvaguardato soprattutto dal punto di vista naturalistico.

Leggi la notizia originale sul portale www.ilovepantelleria.it
cliccando sul seguente link: link notizia originale

No Comments
Comunicati

La campana dell’amicizia


CAMERA: BAMBINI E DEPUTATI DIPINGONO PER SOLIDARIETÀ
Fini e Lupi inaugurano il 9 marzo la “Campana dell’Amicizia”

Mercoledì 9 marzo alle ore 15.00 presso la Sala del Refettorio di Palazzo San Macuto, il Presidente della Camera dei deputati, Gianfranco Fini, e il Vicepresidente, Maurizio Lupi, hanno partecipato all’iniziativa “La Campana dell’Amicizia” ideata dall’artista Alexander Jakhnagiev.
Cinquanta quadri per una gara di solidarietà: la Camera dei deputati si trasforma in “atelier” con bambini e deputati, insieme, impegnati a dipingere. L’iniziativa di beneficenza è dedicata alla Casa di Don Guanella di Roma e simbolicamente alla Campana dell’Amicizia, posta al suo ingresso.
I disegni realizzati verranno esposti nelle bacheche dell’ingresso della Biblioteca della Camera e saranno messi in vendita a cura della Casa di Don Guanella.
La mostra durerà due settimane.
Il progetto è organizzato dalla Presidenza della Camera con il patrocinio dell’Associazione della Stampa Parlamentare e la collaborazione del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

Alexander Jakhnagiev, figlio d’arte, non è nuovo a progetti di pittura interattiva insieme ai più giovani.  Molte le performance realizzate nelle scuole di Perugia, Roma, Catania, Rimini, Gorizia, Torino, Bologna, Bari, Trapani, Pescara, Treviso.  Il progetto “Le Lacrime dell’Albero”nel 2005  realizzato con l’Adoc, con gli scolari in 12 città  italiane, il progetto “Sotto l’Ombrello” nel 2006/2007  con i bambini di Firenze, Assisi, Bologna.  Inoltre nel 2002 Jakhnagiev ha realizzato “Dal Consiglio regionale con Cuori”  opere dipinte insieme ai Consiglieri regionali, Assessori e Presidente della Giunta Regionale dell’Umbria, coinvolgendo così i politici umbri in un progetto di pittura interattiva. Nel 2007 realizza il progetto Parabole a Colori, pittura su delle parabole televisive contro l’inquinamento visivo dei tetti, che nel 2008 espone al Cairo presso Al Gezira Art Center, invitato dal Ministero della Cultura d’Egitto. Nel giugno 2007 una sua opera è pubblicata sul biglietto della lotteria nazionale Italia. Nel 2007 e 2008 realizza i progetti “Sottosuoli” e “Schiavitù”, un percorso performativo con gli emarginati. Nel 2011 partecipa alla mostra “Omaggio alla Shoah” al Museo di Jaffa in Israele.

No Comments
Comunicati

micro & MACRO – mostra a Reggio Emilia


Sabato 19 marzo 2010 si inaugura alle ore 17.30 presso la galleria Metamorfosi in Piazza Antonio Fontanesi 5/A a Reggio Emilia, la mostra micro & MACRO degli artisti Maurizio Farina, Rossella Liccione, Maria Carla Mancinelli, Rachele Mari-Zanoli, Ida Monopoli, Gisella Pasquali, Elisabetta Pogliani, Chiara Ricardi, Marialuisa Sabato, Angela Scappaticci, Scegle, Stefano Sorrentino.  La mostra esplora il ruolo giocato dalla dimensione spaziale nella creazione artistica.
 
Soqquadro
Presenta
micro & MACRO
Mostra collettiva

DURATA: dal 19 marzo al 1 aprile 2011
INAUGURAZIONE: sabato 19 marzo ore 17.30
ORARI: martedì, mercoledì, venerdì e sabato ore 10.00/13.00 e 16.00/20.00
LUOGO: galleria Metamorfosi
INDIRIZZO: Piazza Antonio Fontanesi 5/A – Reggio Emilia
CURATRICE: Marina Zatta
INFO: tel. 0522.1710432, cell. 333.7330045
@mail: [email protected][email protected]    
www.soqquadro.eu – www.artemetamorfosi.it

Che cosa sarebbe la Gioconda se fosse enorme? E i quadri di Pollock se fossero minuscoli? La dimensione dell’opera è uno dei fattori importanti nella concezione narrativa dell’opera d’arte..

Sul tema ha scritto per Soqquadro un testo di riflessione Carla Melandri:   
Nessuno potrebbe innamorarsi di Raskolnikov se Delitto e Castigo fosse un libello di poche pagine e, allo stesso modo, la dolcezza minimalista ed eterea di un Haiku sarebbe nulla se si trattasse di un’opera in due volumi. Le opere programmatiche della modernità, poi, si sono sempre fondate sulle loro dimensioni: Il Quarto Stato, ad esempio, ha la grandezza di un’idea rivoluzionaria che avanza, quasi a dimensione reale, a sconvolgere la quieta esistenza borghese degli osservatori; Le Demoiselle d’Avignon, invece, con la loro vastità proclamano con impertinenza e a gran voce il loro ruolo di passaggio dall’antico al moderno; le opere di Pollock sono grandi come il mondo che vi si nasconde dentro; le ultime ninfee di Monet non sono ninfee, ma disegni di una immensità vaga e indefinita. D’altro canto Impression, soleil levant di Monet o il Blaue Reiter di Kandinsky, nella loro piccolezza fisica, racchiudono una carica creativa e rivoluzionaria di violenta tensione deformante, che li ha portati a sconvolgere tutti i canoni precostituiti di pittura dando vita- e nome- ai rispettivi movimenti artistici. Guernica è di una dimensione direttamente proporzionale all’orrore che denuncia, uno spazio immenso in cui l’esplosione è portata dentro la forma, ripetendola all’infinito sulla tela. Ma succede a volte che infinitamente piccolo e infinitamente grande si possano incontrare in opere come La Grand-Jatte di Seurat i cui i puntini, rappresentanti di un infinito microscopico, si uniscono a creare un universo iconografico macroscopico. Micro e macro come dichiarazioni di poetica, dunque, come politica, come rivoluzione, come due componenti dello stesso universo.”

Nella  realizzazione delle proprie opere Maurizio Farina,  con l’ausilio di un programma di computer grafica, compie una sorta di viaggio nel proprio inconscio senza mancare di attingere alla memoria collettiva. In questo modo le immagini vengono lasciate fluire liberamente e come in una metamorfosi prendono forma e mutano attraverso ogni tappa seguendo unicamente l’istinto e le emozioni vissute durante il percorso. Le opere si compiono alla fine del viaggio facendo emergere dal sommerso alla luce un universo carico di colori e visioni oniriche di forte impatto visivo ed emozionale perché prive di qualsiasi filtro.

“L’opera d’Arte è un viaggio verso l’interiorità del suo creatore, è uno sguardo interiore. Così, la ricerca estetica si fa vita e ri-nasce sotto forma di opera: il segno naturale la terra, i paesaggi sono elementi vitali che si trasformano in emozioni pure, un invito a guardare da dentro le cose, “dove i sensi e l’armonia interiore sono in perfetto equilibrio e l’artista può comunicare con tutto ciò che la circonda”. Rossella Liccione nei suoi lavori mira ad una conoscenza degli elementi di questo mondo vissuta con occhi nuovi, un viaggio che si può rivelare introspettivo anche per il fruitore, un viaggio che intrapreso, rivela l’anima in tutta la sua armonia universale.

Le “Città Invisibili” opere presentate in questa mostra da Maria Carla Mancinelli, nel loro essere un omaggio a Italo Calvino, rappresentano paesaggi immaginari e dell’immaginario, che svelano nuove dimensioni, oniriche ed evanescenti, fatte di sovrapposizioni, nuovi piani, nuove profondità. Architetture galleggianti, leggere e fantasmatiche, che rivelano l’incertezza del presente, annegando nelle nebbie di un tempo in sospensione.

Di una delle opere in mostra di Rachele Mari-Zanoli, il suo lavoro intitolato Primordiale, ci parla Paola Simona Tesio: E’ un quadro di risonanza interiore che pulsa armonico come la musica della mente, quasi fossero i pensieri a fluttuare nell’anima. Visivamente richiama le iridescenze dei celenterati, anch’esse fluttuanti, ma nella vastità degli oceani. Inoltre è come se i cromatismi dell’arcobaleno, spettacolo del cielo, fossero imprigionati tra i pigmenti, divenendo da fugaci, immortali. Il primordiale si fa eterno.

Ida Monopoli ci parla così del suo lavoro: “Le mie COMPOSIZIONI CROMATICHE propongono immagini non figurative: le forme che compaiono sulla tela non sono che particolari distribuzioni del colore che svolgono la funzione di dosare gli equilibri della composizione nel suo complesso. Si tratta di uno studio sull’accostamento dei colori partendo da una combinazione di base che viene poi sviluppata in elaborazioni successive”.

La manipolazione del colore e della materia concretamente protagonisti nella pittura di Gisella Pasquali, danno corpo ad una spazialità che ingloba istanze esistenziali ed altre più propriamente estetiche. Un’animata ricerca riconducibile alla vivace area della sperimentazione informale. Tutto ciò accade in un contesto rappresentativo dell’universo di Gisella Pasquali, che rivela espressivamente liberando sconfinate immagini inconsce, nelle quali affiorano tracce di lontane memorie. La pittura diventa  silenzioso ripensamento, esercizio di libertà, riflessione sulla vita e sui limiti umani, spartiacque fra il temporaneo e l’eternità. Infine confessione.

L’artista Elisabetta Pogliani realizza una pittura emozionale in cui l’artista stessa si lascia andare nel dipingere alle emozioni vissute. In questo contesto, ci parla lei stessa dei lavori in mostra: considero City un omaggio a Palermo, che ho avuto modo di visitare durante la scorsa estate. E’ semplicemente nato dall’esplosione dei colori e delle luci d’estate al ritorno da questa città  vibrante. Per ciò che concerne l’opera Ola, negli ultimi tre anni ho avuto la possibilità in pieno inverno di fare dei viaggi in Sud America. I paesaggi così diversi dal nostro e l’oceano con le sue onde mi hanno catturato. Ola è un omaggio a quelle onde maestose, corpose e sicure che ti rafforzano l’anima.

In questa mostra Chiara Ricardi presenta dei lavori tratti dai cicli Promemoria Tattili e Mineralogie. Nel ciclo dei promemoria tattili il racconto della Natura si legge su foglietti ceramici  accostati come tasselli di un puzzle completo ma frammentato o anche come i molteplici esemplari di pazienti tassonomie. La bidimensionalità dei promemoria appuntati alla parete è contraddetta dal loro incurvarsi, piegarsi e sovrapporsi e da una scrittura tattile che accentua la componente segnica e materica. Il ciclo delle Mineralogie si nutre della duplice fascinazione per la geometria organica della natura, con le sue leggi di accrescimento, progressione e frammentazione, e per la materia minerale a base di ferro e silicio.

Marialuisa Sabato è pittrice, illustratrice e scrittrice di libri per ragazzi. Ha esposto a New York, Basilea, Berlino, Firenze, Taormina,  Genova, Innsbruck, Milano, Roma, Bari, Venezia, Pisa, Ferrara, Torino, Cremona… Nel 2008 ha vinto il I CONCORSO INTERNAZIONALE d’ARTE BARBERART di Nizza Monferrato (AT). Il suo lavoro, fortemente gestuale e materico, gioca poeticamente con il colore trasmettendo al fruitore dell’opera sensazioni di forte vitalità e gioiosità che si ricollegano al nostro Io bambino.

 Nelle opere di Angela Scappaticci la Materia è la regina incontrastata, utilizzata soprattutto con la tecnica del cretto inventata da Burri. Nei suoi lavori l’effetto craquèlure diventa una sorta di sfida tra artista e materia, tra ciò che si attende e ciò che chimicamente si concretizza. Così i cretti di Angela sono strumenti di narrazione, emotiva ed espressiva. A volte sono accompagnati da colori vigorosi o dinamici, studiati sempre tramite la simbologia, oppure sono monocromi bianchi con piccoli segni in tinte dal forte contrasto, minimali ma dall’impatto energico.

Egle Scerelli, in arte Scegle, è artista informale che esprime sulla tela figurazioni a tecnica mista, sensazioni, emozioni non programmate, in un complesso itinerario cromatico e formale, espressione della propria forza spirituale e umana. Le tele di Scegle sono composizioni di accentuata creatività con inserti di materiali: stoffa, metallo, vetro. Sono simbolismi, forme geometriche in cui si riconosce spesso il profilo, la sagoma della figura umana. Tavolozza semplice, immediata, nelle geometrie come nelle macchie, che creano forme immaginose.

Stefano Sorrentino si presenta in quest’esposizione con due lavori di epoca e ispirazione diversa: “Palinsesto n.0” rappresenta la sovrapposizione di vari strati di scrittura  e di colore e fa riferimento ai “Palinsesti” ossia le antiche pagine manoscritte, sottoposte a cancellazione e successiva riscrittura, il cui testo può riaffiorare col tempo; i “Brani” sono piccoli acquarelli che rappresentano l’incompletezza e l’incompiutezza della scrittura, come brandelli di frasi mai pronunciate o mai ascoltate da nessuno.

No Comments