Daily Archives

23 Marzo 2011

Comunicati

Scarpe antinfortunistiche flessibili e traspiranti


Le scarpe antinfortunistiche sono spesso considerate scomode e talvolta dolorose. I progressi registrati dai diversi produttori sotto questo aspetto sono però notevoli e meritano un serio approfondimento per sfatare questa convinzione. Senza prendere in considerazione la fascia da “primo prezzo” possiamo dire che le scarpe da lavoro di nuova generazione sono certamente più confortevoli!

L’adozione di puntali in alluminio o non metallici, in abbinamento a lamine antiforo amagnetiche (lamine non metalliche) permettono di raggiungere comfort e flessibilità notevoli con la totale protezione della pianta del piede grazie all’utilizzo della lamina come sottopiede. I nuovi modelli di scarpe antinfortunistica garantiscono una vestibilità non comune, possono essere indossate per molte ore senza far rimpiangere la vecchia scarpa antinfortunistica tradizionale.

Molti modelli, grazie all’utilizzo di materiali traspiranti in fase di produzione, risultano molto adatti per i mesi estivi, quando le elevate temperature tendono a far aumentare di molto la sudorazione.

Rispetto a qualche anno fa, molte scarpe antinfortunistiche attuali possono quindi garantire elevati livelli di comfort e possono essere indossate anche per molte ore senza affaticare eccessivamente il piede.

FerramentaOnline propone un vasto assortimento di scarpe di protezione da lavoro, ideali per l’uso quotidiano in diversi ambienti di lavoro. Scarpe  con grado di protezione S1P oppure  S3 più indicate dove si necessita di una maggiore protezione all’acqua ed all’umidità in genere.

No Comments
Comunicati

Il Festival della Vela al Marano, tra Rimini e Riccione


Da Fortaleza a Riccione, dal Brasile alla Romagna per un coloratissimo festival di vele.
Dal 1 al 5 giugno sbarca in località Marano, esattamente a metà strada tra Rimini e Riccione l’International Windsurfing Grand Prix 2011.
All inclusive hotel Rimini eccezionali in occasione dell’evento con possibilità di soggiorno in strutture di ogni categoria a partire hotel 2 stelle Rimini.
I surfisti più importanti a livello nazionale ed internazionale, tutti i grandi della tavola a vela per affrontare una delle sfide più entusiasmanti della categoria.
Il Gran Prix è organizzato dal vela clud Marano, che è l’unico punto di riferimento in tutta la riviera per gli appassionati del surf.
Il giudice sportivo riccionese franco Pagliarini ha partecipato al Grand Prix di Fortaleza ed è stato proprio lui a proporre Riccione agli organizzatori del Grand Prix.
La Riviera a sud di Rimini si presta come location ideale per l’evento: ospitalità d’eccellenza, areoporto a 1 km, collegamenti autostradali a 2 km, stazioni ferroviare a 1 km… tutti i numeri per garantire un ottima riuscita.
A questo si deve aggiungere la conformazione della spiaggia del club. ampissima come è tipico in Riviera Romagnola, tale da consentire l’allestimento di stand per gli alteti e i beach patners.
Il pubblico potrà partecipare assistewndo allo spettacolo dalle spiagge adiacenti e anche attraverso immagini live trasmesse su un megaschermo.

No Comments
Comunicati

La nuova Darsena di Rimini fiore all’occhiello della città


La Marina di Rimini con la realizzazione della nuova Darsena è diventata uno dei porti trurstici più belli ed attrezzati del Mediterraneo, tanti gli hotel 2 stelle rimini vicino alla Darsena con proposte interessanti per l’estate come le offerte giugno hotel Rimini.
Una superficie di 100.000 mq rende la Darsena di Rimini meta preferita per diportisti e velisti e l’accesso creato dal porto canale permette l’entrata alle imbarcazioni a prescindere dalle condizioni del mare .
Il fondale, profondo oltre 4 metri permette la navigazione anche di imbarcazioni più grandi, imbarcazioni che arrivano facilmente anche fino al posto attrezzato al rimessaggio dotato di un carroponte che da 100 t.
Per comprendere appieno la bellezza e la funzionalità della nuova Darsena di Rimini sita a Marina Centro vicino a tanti Rimini hotel, dovremmo puntare l’attenzione sulle sue caratteristiche tecniche:
622 posti barca su uno specchio d’acqua di 108.000 mq
riciclo forzato in 72 ore per il ricambio dell’acqua
imboccatura del porto di 55 m
parcheggio per 500 posti auto
banchine poste su una lunghezza di 1.300 m
pontili lunghi 1.200 m
fornitura di acqua ed elettricità
rimessaggio dotato di gru fissa e mobile, con ricovero di imbarcazioni e servizi per la ristrutturazione e riparazione di qualsiasi tipo di imbarcazione, posto su un area di 6.000 mq
ormeggi a partire da 10 mt x 3,50 mt ad arrivare a 35 mt x 9 mt
uffici della direzione portuale
distributore carburante
servizi di assistenza agli ormeggi
servizi igienici con docce
guardia medica
servizo bancario
servizi di trasporti da e per stazione ferroviara ed aeroporto
bar, ristorante, tabacchi, internet point, lavanderia, centro fitness, supermercato, edicola.
All’interno degli spazi della nuova Darsena di Marina Centro si trova anche una prestigiosa scuola di vela la BLUsea che tiene corsi di approfondimento atti alla conoscenza del pianeta mare e delle tecniche per affrontarlo in barca a vela. BLUsea tiene corsi di base, di perfezionamento e corsi per regate, avvalendosi della collaborazione di insegnanti-istruttori federali.

No Comments
Comunicati

Leica DISTO D8 un misuratore laser da 200 mt


Il nuovo misuratore laser Leica DISTO™ D8 va a completare la gamma dei misuratori laser di nuova generazione della serie “D”. Il DISTO™ D8 è un concentrato di tecnologia che in definitiva fonde abilmente due prodotti della serie precedente (DISTO™ A6 e DISTO™ A8) in uno solo, andando a coprire un vuoto che fino a qualche settimana fa risultava ancora incolmabile. In effetti molte erano le richieste di uno strumento completo in grado anche di trasferire le rilevazioni al proprio PC o palmare. Il DISTO™ D8 è il misuratore laser ideale, un “comunicatore” eccellente.

Tecnologia BLUETOOTH®, display a colori ad alta risoluzione ed inclinometro integrato fanno del misuratore laser DISTO™ D8 Leica il top della categoria!

Display a colori + Mirino digitale
Il DISTO™ D8 è caratterizzato da un display a colori da 2,4″ con mirino digitale ad alta risoluzione che permette di inquadrare il target prefissato, ingrandendo l’immagine, anche in presenza di forte luce solare.

Sensore di inclinazione
Calcolare le inclinazioni o le pendenze con l’inclinometro integrato a 360° diventa semplicissimo. Combinando la misura degli angoli e delle distanze, grazie al software interno, si riescono a determinare misure altrimenti impossibili con i metodi tradizionali.

Tecnologia BLUETOOTH®
La tecnologia BLUETOOTH® consente di trasmettere senza cavo i risultati delle misure su Pocket PC e PC evitando possibili errori. Appena acquisita la misura il dato sarà visibile sul vostro PC o palmare per essere direttamente elaborati in Excel®, Word®, AutoCAD® e altri programmi.

In definitiva se vi state chiedendo come abbattere ulteriormente i tempi per il rilievo e l’elaborazione dei dati, il misuratore laser DISTO™ D8 è la risposta!

No Comments
Comunicati

“Bestie Mutanti” mostra pittorica di Antonino Latella


ATM BAR

presenta

“BESTIE MUTANTI”

Mostra pittorica di Antonino Latella

a cura di Indira Fassioni

SABATO 26 MARZO 2011 dalle 19.00

c/o Bastioni di Porta Volta, 15, Milano

Dal 26 marzo, l’ATM Bar presenta “ Bestie Mutanti “ una mostra dedicata all’universo brutale di Antonino Latella, abitato da presenze informi. Alle deformazioni grafiche dell’artista corrisponde un analogo ideale di realtà e di uomo, educato ai modi tragici del contemporaneo.
Scarnificati ed irrequieti, i protagonisti del microcosmo di Latella sono frutto di manipolazioni genetiche dettate dall’istinto di sopravvivenza. Costretti alla perdita degli abituali punti di riferimento spazio-temporali, i segni informali dell’artista testimoniano l’assenza di consequenzialità nel nostro vissuto. Registrazione di comportamenti evasivi, i disegni diventano una sorta di realtà altra in cui, sollecitati da una sensazione di spiazzamento, ogni individuo si ricrea nell’istanza di una visione antiprospettica del futuro pronta a cogliere le vicissitudini della presente caducità umana.
Lontani dall’essere piacevoli e delicati, i corpi stilizzati sfuggono alle proporzioni per allungarsi e dilatarsi alla ricerca di uno spazio proprio in cui acquisire un’essenza formale. Segni incisivi, colori violenti, graffiti allegorici che sostanziano e concretizzano l’instabilità dell’individuo contemporaneo sopraffatto e vinto dalla mutevolezza della condizione esistenziale.
L’artista si avvale di stratificazioni, superfici rugose e scalfite per esprimere la tragedia del vivere trasfigurata in esseri macabri ed inquietanti. Allusioni alle metamorfosi umane generate sotto l’azione di forze estreme, le linee si intrecciano per celebrare la bellezza dell’ibridazione naturale resa in disegni originali, ma quasi mai riconoscibili. Figurini e creature grottesche celebrano la diversità alla luce dell’impossibilità di riformulare il più antico ordine naturale delle cose.
Comico, ironico ed esistenzialista, Latella trasmette i dati della deformazione fisica di un microcosmo subalterno animato da corpi mostruosi attratti dalla contaminazione genetica. Alla base c’è la simulazione di una realtà colta nel suo evidente stato di disordine e caos. Disorientati, isolati e sproporzionati, gli esseri sfidano i canoni di gusto e bellezza, sfuggendo ad ogni possibile catalogazione anatomica ed estetica.

Mentre gli occhi gusteranno le opere di Antonino Latella le orecchie saranno deliziate dalle letture e dai mico-racconti di “Estratti di Porpora”.
“Estratti di Porpora” è un progetto che nasce nel 2008 dalla mente turbata di Ambra Rampoldi, aka Guenda, con l’unico vero scopo di dare libero sfogo alle sue esigenze di esibizionismo e di espressione.
La voglia è quella di indagare, attraverso diverse forme d’arte, il delicato e sublime concetto di “erotismo”, inteso come complesso miscuglio di impulsi chimici, fisicità, odori, sentori e tutto ciò che “sfiora ma non tocca”.
Nella primavera del 2009 decide di dare una forma concreta a questa idea e trova subito terreno fertile e viva collaborazione nella fedele compagna d’arte Giorgia Brandolese, già bassista degli Hezel (www.myspace.com/hezel), la quale, per l’occasione, rinuncia al basso preferendo le corde del violoncello.
Le due iniziano una fervida ricerca della giusta dose di testosterone che termina con l’ingaggio di Marcello Finardi, chitarrista-fantasista versatile ad alto contributo ormonale, che si unisce agli “Estratti di Porpora” con pelvico entusiasmo.
Nasce una performance che consiste in un reading di micro-racconti erotici, accompagnati dalle atmosfere sensuali e dalle nebulose armoniche create da violoncello e chitarra, ai quali, in occasioni particolari e speciali, si aggiungono vari ospiti: Roberto Gelli al contrabbasso, Giorgio Vitali al sax tenore, Simone Rossetti Bazzaro al violino.

“Estratti di Porpora” è: luci soffuse, proiezioni stimolanti, letture erotiche e musiche impalpabili per un percorso sensoriale verso il piacere.

Sabato all’Atm Bar un appuntamento per gustare arte e bontà in un’unica soluzione.
Occasione culturalmente stimolante per elevare il concetto di “aperitivo”.

In mostra fino a lunedì 11 aprile 2011.

Atm Bar
Bastioni di Porta Volta, 15 – 20100 Milano
Tel. 02/89454988
[email protected]

Ufficio Stampa e Direzione Artistica Rosaspinto
Indira Fassioni
[email protected] [email protected]
+39/3338864490

No Comments
Comunicati

Kunis e Timberlake: nuova possibile unione?

Proprio poche ore fa è stato reso noto il trailer di “Friends With Benefits”  una commedia piccante che vedrà protagoniste due giovani e attraenti star: Mila Kunis e Justin Timberlake. L’attrice è diventata famosa grazie al particolare ruolo ne “Il cigno nero” e la strada verso il successo sembra sempre più spianata. La commedia uscirà sugli schermi cinematografici americani quest’estate ma qualche minuto di trailer è bastato per far parlare molto del film. Intanto, si dice che sembra che la coppia Timberlake – Biel sia in crisi proprio per colpa di Mila Kunis. L’attraente attrice ha avuto infatti molte scene piccanti con il cantante e attore mostrando un feeling molto marcato. I due interpretano due ragazzi che hanno come unico scopo il divertimento senza legami. Jamie e Dylan infatti promettono di non complicare la relazione che però invece si unisce in un legame indissolubile. Jamie è una cacciatrice di teste che convince l’amico Dylan ad accettare un lavoro a New York: entrambi desiderosi di crearsi una carriera non hanno tempo per trovare un partner serio. Ecco che allora decidono di accordarsi per un rapporto amoroso basato solo sul divertimento sessuale ma le cose, nel corso del tempo, cambieranno. Non ci resta che aspettare nuovi scoop sui due bellissimi protagonisti Mila Kunis e Justin Timberlake nell’attesa di poter vedere questa frizzante commedia.

Ulteriori notizie su: www.gossipmoda.com

No Comments
Comunicati

NASCONO LE NUOVE TOVAGLIETTE DI CARTA TAVOLAPIU’…..


INNOVAZIONE, BELLEZZA E SOSTENIBILITA’ ALLA BASE DEL PROGETTO PER PROPORRE COLLEZIONI CREATE PER RENDERE INDIMENTICABILE OGNI TAVOLA.

Tavolapiu è un nuovo concept di accessori per la tavola con diverse collezioni di tovagliette di carta di qualità pensate appositamente sia per enoteche, pizzerie, bed-breakfast, showroom, scuole, sia per i consumatori più attenti e consapevoli.

Le caratteristiche che stanno alla base di ogni collezione sono la creatività e le scelte grafiche innovative, come ad esempio nella collezione per enoteche “IL PIACERE DEL VINO”, con la possibilità di scoprire sulle tovagliette di carta,  profumi, colori e tipologie dei vini. Ideale per le degustazioni, per le serate a tema e per promuovere con creatività la produzione di vino della tua cantina.

Con “CARTA CHIC”, una linea sofisticata, Tavolapiù propone una collezione davvero speciale di tovagliette sovrapponibili realizzate in diverse forme e colori fluo o metallizzati, particolarmente adatte per locali trendy o show-room.

Non mancano le tovagliette per PIZZERIA, le proposte per le FESTE, e  COMPONI TU, le tue tovagliette personalizzate, un’idea per un regalo originale o per feste in famiglia. Senza dimenticare le sempre gradite TOVAGLIETTE DA COLORARE per intrattenere con gioia i bambini nel tuo locale.

Le tovagliette Tavolapiù sono stampate su carta ecologica FSC, con colori atossici, garantendo un prodotto sostenibile al 100%, sia dal punto di vista della salute del consumatore che dell’ambiente.

L’OFFERTA PACCHI MISTI  consente di variare l’atmosfera del tuo locale ogni sera, scegliendo liberamente tra le diverse linee tovagliette di carta! Acquisti quantitativi minimi e rinnovi la tua tavola.
SCOPRI TUTTE LE NOSTRE OFFERTE sul sito www.tavolapiu.it. Ti aspettiamo !

No Comments
Comunicati

Evelina Manna protagonista della Fiction TV “La donna velata”


Il 25 luglio dello scorso anno Evelina Manna è stata la star del film tv La donna velata, diretto da Edoardo Margheriti per Canale 5.

Il 25 luglio 2010 Evelina Manna è stata la star del film tv La donna velata, diretto da Edoardo Margheriti per Canale 5. Un mistery ispirato alla leggenda della “Dama Velata”, una bellissima donna che appariva di notte nell’ex cimitero di S. Pietro in Vincoli, accompagnando gli uomini fino alla sua tomba per poi sparire nel nulla.

Era il fantasma della principessa russa Barbara Beloselskij, morta a Torino il 25 marzo 1792. E proprio nel capoluogo piemontese è ambientato il film, che ha visto protagonista l’attrice e top model Evelina Manna. Laura ha 4 anni quando, giocando a nascondino nel cortile della nonna, si rifugia in una cantina dove una misteriosa presenza la fa spaventare a morte.

A 30 anni, Laura Viganò è diventata una celebre modella.
Torna in visita dalla sorella Claudia, nella sua Torino, dove si tratterrà alcuni giorni nella vecchia casa della nonna, ormai disabitata ma popolata da inquietanti presenze.

La ragazza, incontra Cesare Orsini, aitante pittore quarantenne che vive al piano di sopra: i due, subito attratti, diventano amanti. Di notte, Laura sogna una scena dei primi del ‘900: un pittore senza volto dipinge il ritratto di una donna che le somiglia moltissimo. Il portinaio, Franco, pare sapere molte cose…

(Fonte TV Mediaset)

Ufficio Stampa Online
TMA Srl
[email protected]

No Comments
Comunicati

MARCIALONGA CYCLING CRAFT, MISSIONE SPORT. LA 5.a EDIZIONE SALTA IN SELLA A PREDAZZO IN TRENTINO


Meno 67 giorni alla 5.a Marcialonga Cycling Craft, al via il 29 maggio

Craft vestirà anche il Team Marcialonga Craft alla “24h Castelli”

Percorsi avvincenti tra le Dolomiti, il Trentino-Alto Adige e il Veneto

Fino al 1° maggio la quota d’iscrizione sarà di 28 euro

Da due giorni è iniziata ufficialmente la primavera, quale momento migliore, allora, per spolverare la bicicletta e ricominciare a pedalare?

Sul taccuino dei granfondisti c’è una data da tenere in considerazione, il 29 maggio, una domenica sportiva di sicura riuscita grazie alla Marcialonga Cycling Craft, nelle valli di Fiemme e Fassa. Quest’anno l’appassionante granfondo torna per la sua quinta edizione, ed alla collaudata esperienza in campo sportivo ha unito saldamente anche la certezza di un’azienda “colosso” come la svedese Craft, “title sponsor” della manifestazione. La partnership tra l’evento di casa Marcialonga (in tutto gli appuntamenti sono tre, con la mitica granfondo internazionale di sci e la settembrina Running), e l’azienda leader nella produzione di abbigliamento sportivo, è stata rinsaldata per quattro anni, assicurando la collaborazione in tutte le tre gare organizzate dal team di Alfredo Weiss.

Alla tradizione inossidabile della Marcialonga non mancano certo i guizzi innovativi, ed ai marcialonghisti del pedale quest anno sarà proposta una nuova location, con zona di partenza/arrivo allestita nel cuore di Predazzo, in Trentino, nella vivace piazza SS. Filippo e Giacomo. Ad assicurare il successo della Marcialonga Cycling Craft ci sono gli avvincenti percorsi dolomitici che, come da tradizione, saranno due, un granfondo (135 km) e un mediofondo (80 km). Una coppia di tracciati di sicuro pregio, grazie ai suggestivi paesaggi delle vallate di Fiemme e Fassa e delle Dolomiti, sfondo eccezionale ed impareggiabile della gara ciclistica. A fare da discriminante tra le due lunghezze c’è anche il differente dislivello, 1.894 metri per il medio e 3.279 metri per il lungo, con quasi 1.500 metri di stacco determinati dai suggestivi passi del San Pellegrino (sede del GPM Itas Assicurazioni) e del Valles, in “tabella” per i granfondisti.

In comune ai due percorsi ci sarà invece Passo Lavazè, valevole per il traguardo del Gran Premio della Montagna Craft, che premierà non soltanto i primi transitati della categoria maschile e femminile, ma anche il primo atleta di ciascun centinaio (il 100°, il 200° e così via) sul passaggio a fianco dell’affascinante laghetto dolomitico.

Per gli appassionati del pedale che il prossimo maggio si riverseranno sui tracciati della Marcialonga Cycling Craft, ci sarà un pacco gara griffato dall’azienda svedese, con una fascetta in tessuto tecnico con i loghi Marcialonga e Craft, insieme agli immancabili prodotti tipici trentini, alla borraccia ed integratori Enervit e altri gadgets. E quando si parla di ciclismo, l’azienda Craft sa il fatto suo, visto che si occupa della fornitura tecnica di un gran numero di atleti, ed è sponsor ufficiale di uno “squadrone” come il Team Leopard-Trek, dove militano tanti assi del pedale. Ne sono un esempio i fratelli Andy e Fränk Schleck, Fabian Cancellara (secondo lo scorso week-end alla Milano-Sanremo), Daniele Bennati e Stuart O’Grady (anche loro in evidenza alla recente “Classicissima”) e tanti altri fuoriclasse europei.

Il binomio Marcialonga – Craft interessa anche la “trasferta” che la Marcialonga Cycling Craft farà in quel di Feltre, nel bellunese. Il 10 e 11 giugno, infatti, nella località veneta si svolgerà la “24h Castelli”, la 24 ore di ciclismo su strada a squadre. Il team della gara di Predazzo schiererà al via i suoi “magnifici 12” del Team Craft Marcialonga, nel quale militano anche il coordinatore della Marcialonga Enzo Macor, e Jarno Varesco, vincitore della scorsa edizione della Marcialonga Cycling Craft, già prenotato per il prossimo maggio. Per tutti i partecipanti è d’obbligo l’uso di una divisa unica per ciascuna squadra, e dunque l’azienda Craft si occuperà di vestire i 12 “marcialonghisti” della 24h con l’adeguato completo da gara.

L’ora-x della 5.a Marcialonga Cycling Craft scatterà alle 7,30 da Predazzo, e la zona di partenza si preannuncia assiepata di gran fondisti: ad oggi sono già 1300 quelli prenotati (7 nazioni), ma è facile intuire  che il record di 1.500 iscritti sarà facilmente superato. Come sempre, al via sono attesi anche tanti big dello sport, che nel corso degli anni hanno sempre onorato le start list della granfondo trentina. Ne sono un esempio, tra i molti possibili, i tanti assi dello sci di fondo che scelgono la Marcialonga Cycling Craft per allenarsi e divertirsi, come Bruno Debertolis, Loris Frasnelli, Marco Cattaneo ed il sempre mitico Cristian Zorro Zorzi.

La Marcialonga Cycling Craft appartiene al Challenge Giordana (del quale è la sola tappa trentina), ai circuiti Nobili/Supernobili e AmaTour World Cup, ed è anche inserita nella combinata delle tre gare targate Marcialonga, la Combinata Punto3 Craft.

Nel frattempo, sul sito ufficiale www.marcialonga.it il count-down annuncia che al via mancano solo 67 giorni, e prenotare un pettorale all’attesa granfondo sarà “in saldo” fino al primo maggio, ultima data utile per usufruire della quota d’iscrizione di 28 euro.

Info: www.marcialonga.it

No Comments
Comunicati

Multiforme – Officine del Vetro ti aiuta nella scelta del tuo lampadario in vetro artistico


Una nuova sezione all’interno del sito di Multiforme illuminazione che ti permetterà di avere ulteriori consigli nelle diverse fasi di acquisto di un lampadario in vetro Murano
Le opere di luce hanno una forte valenza non solo funzionale, ma anche estetica. Scegliendo il giusto modello di lampadario in vetro artistico (oppure di lampada a parete, lampade da tavolo o altre tipologie) si può dare un tocco di eleganza e personalità ad un ambiente o rinnovare e riarredare una stanza preesistente.
Trattandosi di un prodotto destinato a durare nel tempo, la scelta del giusto modello risulterà essere molto importante e nel compierla si dovrà tener conto di diversi fattori, sia estetici che funzionali.
Multiforme Illuminazione ti fornisce alcuni strumenti utili all’interno del sito della fabbrica lampadari in vetro nella sezione “Consigli Utili” troverai tante risorse, consigli, trucchi e curiosità su come scegliere al meglio i lampadari in vetro di Murano.
In particolare vengono affrontate le seguenti tematiche:
Quali ambienti illuminare
Quale modello scegliere.
Come scegliere le dimensioni adatte.
Diametro del lampadario
Altezza del lampadario
Come scegliere il numero di luci ottimale.
Lo staff di Multiforme rimane a disposizione per ulteriori informazioni e la progettazione di realizzazioni su misura di lampadari vetro soffiato e lampadari cristallo.

No Comments
Comunicati

UIC vince premio per Innovazione


Londra, marzo 2011: UIC ha vinto uno dei prestigiosi premi ELTon del British Council. In una cerimonia tenutasi a Londra il 23 febbraio,  è stato assegnato il Premio del Regno Unito per l’Innovazione, per il loro corso: Communication Station. Il corso permette agli studenti di studiare l’inglese e allo stesso tempo di produrre un programma radiofonico.
La classe è destinata a essere un’esperienza di apprendimento della lingua olistica e organizzata che sfida gli studenti in diversi modi. Gli studenti hanno la possibilità di praticare le competenze linguistiche apprese nelle loro classi nella comunicazione reale della vita quotidiana. Il corso è rivolto agli studenti che vogliono migliorare le loro capacità comunicative, piuttosto che il tradizionale apprendimento in classe. Gli studenti imparano anche a fare radio: la pianificazione, interviste, copioni , registrazione e montaggio. Fanno un programma radiofonico che è in onda su Radio UIC ogni due settimane. Per coloro che vogliono intraprendere una carriera nei media, le competenze acquisite potrebbero essere una preziosa aggiunta alla loro formazione della lingua inglese. Aiuta anche la fiducia degli studenti in se stessi e la capacità di lavorare insieme, competenze molto utili in ogni carriera.
Lo sviluppo di Communication Station è indicativo dell’impegno dell’UIC ad un apprendimento e insegnamento innovativo. Essi hanno molti anni di esperienza nell’insegnamento della lingua inglese (e altre lingue) e sanno come aiutare i propri studenti a raggiungere il loro potenziale, sia all’interno che all’esterno della classe. Per gli studenti di qualsiasi scuola di lingua inglese, Londra può essere un luogo che intimidisce, e ad UIC sanno come aiutarli a godere di essere parte della città. Il corso di Communication Station è solo uno dei modi in cui farlo.

Informazioni su United International College: UIC Londra è una scuola di lingue nel cuore del West End di Londra. Attira studenti da più di cinquanta diversi paesi e offrono una vasta gamma di corsi di inglese, come i corsi business e corsi di inglese accademico. Essi offrono anche corsi in altre lingue, tra cui francese, tedesco, italiano, spagnolo, cinese e giapponese. Gli studenti internazionali sono aiutati con l’alloggio e un programma sociale vibrante per aiutarli ad ambientarsi.

Contatti:

Indirizzo: University of Westminster, 32/38 Wells Street, London W1T 3UW
Telefono: +44 020 7079 3331

No Comments
Comunicati

Dolori cervicali e rimedi naturali


Quando si parla di dolori cervicali e rimedi naturali, si fa riferimento ad un insieme di soluzioni molto valide. La tensione sul lavoro o in casa, compiti che richiedono di appoggiare le braccia su una superficie di lavoro, la cattiva postura, e persino un materasso troppo morbido possono causare dolore e rigidità del collo.

Certo, a volte il  dolore al collo è il risultato di lesioni o malattie, ma la stragrande maggioranza del dolore al collo è dovuta a tensione muscolare semplice.

Il collo, con la sua struttura complessa e gode di mobilità, è particolarmente vulnerabile allo stress e alla tensione.

La testa che pesa tra 10 e 20 libbre, è supportata da una pila di sette piccole ossa chiamate vertebre e sorretta da 32 muscoli complessi.
Tra le vertebre sono posizionate pastiglie di cartilagine fibrosa chiamata dischi che fungono da ammortizzatori o cuscini. Otto sono i nervi che trasmettono la sensazione del dolore e quattro le arterie principali, che portano il sangue attraverso il collo e collegano la testa con le spalle, petto e braccia. Il midollo spinale delicato corre attraverso il centro della pila di vertebre ed è protetto da essa.

A  questa complessa struttura si aggiunge il fatto che il collo si muove più di ogni altra parte del corpo.

No Comments
Comunicati

Software: origine ed evoluzioni dalla Seconda Guerra Mondiale ai giorni nostri


Il termine software è ormai entrato a far parte del nostro lessico quotidiano, ma si tratta di un vocabolo relativamente recente.

Al giorno d’oggi siamo abituati ad avere a che fare con diversi tipi di software, basti pensare a quelli usati dalle aziende, come il dynamics nav 2009, ma anche a quelli che usiamo a scopo personale per gestire i nostri dati. Non tutti però sanno l’origine e il significato di questo termine, che era usato già negli anni Quaranta.

Il termine software venne infatti utilizzato per la prima volta durante la seconda guerra mondiale dai tecnici dell’esercito inglese, che erano chiamati a decrittare i codici della macchina Enigma, usata dalle forze armate tedesche. I servizi segreti polacchi erano già riusciti a decifrarne la meccanica interna, che era chiamate hardware. Ma quando, dopo il 1941, ad Enigma, che in precedenza funzionava con tre rotori per mescolare le lettere, venne aggiunto un quarto rotore, si presentò la necessità per i tecnici inglesi di conoscere non solo la struttura della macchina, ma anche le posizioni dei rotori della nuova versione di Enigma. Le istruzioni che spiegavano tutto ciò erano scritte su della carta che si scioglieva nell’acqua, per far sì che diventassero facilmente inutilizzabili se fossero state scoperte dai nemici, e proprio dalla solubilità di queste pagine deriva il termine software, che letteralmente significa componenti teneri.

Naturalmente nel corso degli anni il significato del termine software è cambiato e ha assunto nuove connotazioni, tanto che adesso possiamo parlare di diversi tipi di software, dal programma gestione aziendale al software di elaborazione grafica, solo per citarne alcuni. Se la parola software nasce negli anni Quaranta del secolo scorso, quindi, possiamo però dire che il termine acquisisce il significato attuale solo qualche anno più tardi, e più precisamente nel 1957, quando lo statistico statunitense John Wilder Turkey utilizzò il termine software in un contesto di tipo informatico. Attualmente quando si parla di software ci si riferisce ad un programma, o ad un insieme di programmi, che può funzionare su un computer o su un altro apparecchio che abbia capacità di elaborazione (negli ultimi anni tali apparecchi si sono moltiplicati, basti pensare agli smartphone e ai navigatori satellitari), e che permette all’elaboratore stesso di svolgere le operazioni richieste dall’utente.

I diversi tipi di software possono essere divisi a seconda della loro funzione, dall’organizzazione aziendale al database management system, per esempio, a seconda del tipo di licenza (in questo senso i software liberi si differenziano dai software proprietari), dell’interfaccia utente, che può essere testuale o grafica, del sistema operativo compatibile con essi, a seconda che si tratti di programmi da installare o portabili e così via. Al giorno d’oggi la varietà di software è davvero ampia, e comprende diversi tipi di strumenti, utili per diversi scopi e per diversi settori. Tra gli strumenti software più conosciuti si possono citare gli antivirus, i software pensati per la gestione dei dati e quelli usati per la gestione dei database, i sistemi di archiviazione di file e quelli di elaborazione grafica. I software gestionali, in particolare, sono fondamentali per le aziende, poiché permettono di automatizzare tutti i processi di gestione: esistono infatti software gestionali di contabilità, per la produzione, per il budgeting, di gestione e analisi finanziaria e di contabilità.

In conclusione, possiamo dire che in poco più di mezzo secolo il termine software è entrato di prepotenza nel nostro vocabolario e in vari settori della nostra vita.

Articolo a cura di Francesca Tessarollo
Prima Posizione Srl – analisi accessi sito

No Comments
Comunicati

ZAMBIA:GRAZIE PER QUANTO POTRAI AIUTARE!


Il centro offrirà attività di consulenza/supporto e educazione/formazione alle madri coinvolte nelle attività e affette da HIV, facilitando laddove possibile l’accesso ai farmaci antiretrovirali, attraverso le strutture sanitarie locali. Il programma prevede un’integrazione alimentare sia attraverso latte in polvere sia attraverso la preparazione di cibi ad alto valore nutritivo, esso avrà un duplice aspetto, assistenziale da un lato con la distribuzione del latte/cibo e pedagogico dall’altro con la preparazione in comune di pasti nutrienti con alimenti facilmente reperibili in loco. Il progetto più in generale si inserisce nelle linee guida dettate dall’Organizzazione Mondiale della Sanità nel protocollo che riguarda la salute del bambino e della madre affetti dal virus dell’HIV. Tutto questo grazie all’attività del donare online.
Lo scopo principali dei tre centri comunitari di CCS è quello di fornire un servizio di integrazione alimentare per bambini e infanti, infatti, il personale medico dall’adiacente clinica attraverso un programma governativo identifica i bambini gravemente malnutriti e nati da madri sieropositive ma purtroppo non può offrire loro un servizio di supporto adeguato lasciando bambini e le loro madri a cercare da soli forme d’aiuto.
Grazie a te i bambini malati, disabili e le mamme sieropositive avranno accesso alle cure negli ospedali locali e vinceranno la dura lotta per la sopravvivenza. Tu puoi garantire assistenza medica, farmaci e riabilitazione a tante mamme e bambini malati.
CCS Italia Onlus (una delle principali associazioni solidarietà italiane nel campo dell’adozione a distanza) è presente in Zambia in tre Centri Comunitari situati nei distretti di Chipata e Mambwe. Qui fino ad oggi ha distribuito 6.000 pasti e 4.000 barattoli in polvere. Aiutaci a fare di più!
Garantisci insieme a noi latte e pasti nutrienti ai bambini e alle loro mamme. Con un barattolo di latte in polvere, tu puoi salvare la vita di un piccolo!

Aids, povertà e denutrizione stanno portando via il futuro di migliaia di bambini e gettando nella disperazione altrettante famiglie.

Con 40 euro assicuri ad un piccolo il latte per due mesi…per lui sarà la vita!
Con 25 euro permetti ad una giovane donna sieropositiva di raggiungere l’ospedale dove potrà essere curata.
Con 15 euro garantisci pasti regolari per una settimana ad una futura mamma e al piccolo che sta aspettando.
Con 10 euro doni ad un bambino il latte in polvere necessario per due settimane.

Aiuta i bambini e le mamme che stanno soffrendo… hanno paura, hanno fame, hanno bisogno di te!

Salva tanti bambini e tante mamme dalla fame, dalla malattia e dalla mancanza di medicine… Tu sei la loro unica speranza!

Grazie!

No Comments
Comunicati

Con Goodwill PR Jaffa raggiunge i 1000 fan in 2 settimane!


Sono già mille e crescono vertiginosamente giorno dopo giorno: sono i fan della pagina facebook  “Love Life, Love Jaffa”.

Il successo della pagina ufficiale Jaffa è stato rapido e sorprendente: in poco tempo la pagina è diventata una vera e propria community, un  luogo in cui discutere, scambiarsi consigli d’impiego, ricette e foto, giocare e mettersi alla prova con quiz sul mondo del pompelmo, aggiornarsi sugli eventi in programma ed avere informazioni “fresche” sul prezioso frutto e le sue molteplici virtù.

Un successo straordinario  di Goodwill PR se si pensa che Jaffa non è un marchio particolarmente noto alle fasce d’età che sono tra i maggiori utenti di FB ed è il marchio di un prodotto, il pompelmo, che non sempre incontra i favori di tutti.

Attraverso il diffusissimo social network l’agenzia di relazioni editoriali ha lanciato le diverse attività per la stagione 2011: le tappe del Winter Tour Jaffa, la partecipazione a maratone e fiere, le attività presso le palestre ed i centri commerciali, le nuove ricette e le speciali iniziative a premi. Non solo: per gli amanti della tecnologia, è stata recentemente presentata la Jaffa Juggle, la nuova applicazione iPhone.

Ebbene sì, “Love Life, Love Jaffa” è cresciuta e si è arricchita giorno dopo giorno di contenuti nuovi sempre più completi ed interessanti, creati soprattutto grazie al contributo degli utenti. Con questo trend, i traguardi attesi non possono che essere ambiziosi…

Clicca anche tu “Mi piace” su “Love life, Love Jaffa” ed entra a far parte di un mondo di energia e benessere!

Per informazioni sul mondo del pompelmo: www.jaffa.eu.com

No Comments
Comunicati

Colomba Pasquale: storia di un dolce tra leggenda e realtà


La pasqua è alle porte e con essa sono in arrivo tutte le dolci specialità che la caratterizzano dai dolci da forno alle specialità al cioccolato amate da bambini ma non solo.
Sicuramente nella tradizione italiana tra i dolci pasqualiil dolce più noto e più diffuso che si identifica, anche nella forma, con la ricorrenza della Pasqua è senza alcuna ombra di dubbio la Colomba. La sua storia affonda le radici nella più radicata tradizione cattolica ma varie sono le leggende legate sia al dolce che all’animale che esso va ad interpretare.

Secondo la Bibbia la colomba rappresenta e impersona la speranza perché fu proprio essa a tornare all’arca di Noè con un ramoscello di ulivo nel becco dopo il diluvio universale, segnandone la fine e la riconciliazione dell’uomo con Dio e segnalando la presenza di terre emerse. Un forte segnale quindi, strettamente legato al significato che la Pasqua riveste all’interno della cultura dei paesi cristiani.

Diversa è l’origine della colomba, intesa nella versione dolciaria , che viene fatta risalire all’epoca medievale precisamente durante il le invasioni barbariche e precisamente quelle guidate da Re Alboino che scese in Italia con i suoi soldati per conquistare la città di Pavia. L’assedio alla città, come raccontano i numerosi resoconti redatti all’epoca e nei periodi posteriori, fu lunghissimo, durò addirittura trent’anni durante i quali i barbari furono respinti dalla città. Dopo i tre anni passati alle porte di Pavia Re Alboino riuscì a sfondare le porte della città ed entrarvi precisamente nel giorno della vigilia di Pasqua nel 572. Il Re, preso da un forte desiderio di vendetta decise di incendiare l’intera città e sterminarne i cittadini. Prima però decise di accettare i doni che i cittadini gli porgevano, seguendo così la cavalleria guerresca dell’epoca.

I doni dei pavesi consistevano in dodici fanciulle di rara bellezza che secondo la tradizione avrebbero dovuto intrattenere le notti del sovrano. Narra la leggenda però che, mentre il sovrano rifletteva sulla sorte degli abitanti si presentò al suo cospetto un umile artigiano che gli porse in dono dei pani e delle torte di pasqua fatte a forma di colomba quale tributo e gesto di pace nel giorno di Pasqua, dolci che risultarono talmente tanto buoni e gustosi da spingere il sovrano a cambiare idea sulle sorti degli abitanti di Pavia e fare la solenne promessa di “rispettare la città e i suoi cittadini, in onore delle colombe”. La promessa si rivelò comunque un inganno visto che, quando il sovrano chiese i nomi alle fanciulle che i pavesi gli avevano portato, esse risposero tutte “Colomba”. Si narra che Re Alboino comprese il raggiro di cui era stato vittima ma decise comunque di risparmiare i cittadini e non sterminarli.

Un’altra, ben più nota, legenda legata al dolce colomba si fa’ risalire alla Battaglia di Legnano nel 1176. La Battaglia vinta dai Comuni Lombardi contro il noto condottiero Federico Barbarossa imperatore di Germania venne festeggiata con questi dolci a forma di colomba. L’idea viene fatta risalire ad un condottiero del carroccio che durante la battaglia rimase colpito da alcuni volatili che si erano poggiati sulle insegne lombarde facendone percepire così la vittoria.

A cura di Martina Celegato

Prima Posizione srl

Posizionamento ricerca

No Comments
Comunicati

Viaggi di Nozze 2011 – Le proposte e i consigli di Kuoni


Il tour operator specialista dei viaggi di nozze dedica un mini sito alle proposte per i neo sposi.

L’organizzazone di un viaggio di nozze rappresenta una delle sfide più belle e complesse per un tour operator. Il primo passo è ascoltare i desideri degli sposi, capirne la personalità e creare una vacanza a misura di coppia che regali momenti speciali e indimenticabili.

Il Viaggio di Nozze è il primo momento che gli sposi dedicano totalmente a se stessi dopo i mesi, generalmente frenetici, che precedono il matrimonio. La partenza è dunque un punto d’arrivo che gli sposi aspettano con trepidazione.

Il primo fattore da considerare è la scelta della tipologia del viaggio: Kuoni ad esempio, specialista dei viaggi di nozze, propone una vera e propria Collezione Viaggi di Nozze, la collezione Honeymoon Escape. Le proposte Kuoni si articolano in base a 3 tipologie di viaggio: Marine, Natural e Cultural Escape. La selezione Marine Escape propone alcuni fra i resort più belli del pianeta situati in destinazioni da sogno ai Caraibi, nell’Oceano Indiano e in Polinesia. Il viaggio ideale per chi desidera trascorrere la luna di miele in completo relax e in luoghi davvero paradisiaci. Per le coppie più dinamiche invece Kuoni propone la collezione Natural Escape, per scoprire alcuni fra i paesaggi più suggestivi del mondo: i Grand Canyon degli Stati Uniti, i parchi naturali dell’Australia o di Tanzania e Kenya, viaggi su misura che mettano a contatto i viaggiatori con la natura più profonda del luogo. Per le coppie che invece vogliono una vacanza attiva anche dal punto di vista culturale e non solo naturalistico, Kuoni propone invece la formula Cultural Escape, che prevede mete di valore culturale oltre che naturalistico: Sudamerica, Egitto, Emirati Arabi e Marocco sono solo alcune delle destinazioni proposte nel catalogo.

Per le coppie che hanno più tempo a disposizione Kuoni propone anche la formula Tour Escape: itinerari suggestivi e vari che permettono di entrare nella realtà del paese prescelto e di gustarne tutti i vari aspetti, anche quelli meno turistici.

Una regola generale però, a prescindere dal tipo di vacanza che si desidera, è quella di escludere a priori mete lontane che includano tra le 12/15 ore di volo qualora la licenza matrimoniale, non superi le due settimane poiché, in tal caso si rischierebbe di sprecare troppi giorni in viaggio.

Per avere maggiori informazioni e valutare tutte le ipotesi, i siti internet e i forum dedicati ai viaggi di nozze sono certamente un buon punto di partenza ma per l’organizzazione del viaggio occorre affidarsi a professionisti seri e diffidare dei prezzi troppo bassi che generalmente offrono soluzioni di bassa qualità.

Visitate il sito che Kuoni ha dedicato interamente ai viaggi di nozze!

No Comments
Comunicati

Strategie d’impresa nell’era delle social technologies

Un convegno a Urbino per approfondire le dinamiche del brand sul web

L’ultimo anno ha visto moltissime imprese prendere coscienza, non senza timori e dubbi, dell’importanza di un’azione strategica sul web e nell’ambito più generico delle cosiddette social technologies (telefonini, tablets, ecc.). Non si tratta solo di comunicare, infatti, ma di generare conversazioni, interazioni e relazioni attorno al proprio marchio e ai propri prodotti. I consumatori sono cambiati, ma anche le modalità di vendita vengono riviste così come il rapporto con i fornitori e con chi si occupa della distribuzione, sempre più spesso gestita attraverso piattaforme online. Si è delineato quindi un panorama complesso, in cui le aziende (ma più in generale i soggetti economici) si devono destreggiare tra applications per cellulari, intranet, digital media, QR code e social commerce. Il convegno “Branding 2.0. Brand reputation e digital strategy nell’era delle social technologies” (martedì 29 marzo 2011) organizzato da Image Lab, Centro di Ricerca del Dipartimento di Scienze della Comunicazione della Facoltà di Sociologia di Urbino, in collaborazione con l’agenzia web Websolute, intende tracciare una cornice di riferimento in questo universo di trasformazioni. Una giornata interamente dedicata all’approfondimento teorico-pratico della gestione della reputazione aziendale in un’ottica di strategia cross-mediale.

Dopo i saluti del Magnifico Rettore e un’introduzione del padrone di casa, il preside della Facoltà Bernardo Valli, la mattinata sarà dedicata all’approfondimento di alcuni dei livelli di possibile analisi delle attività delle aziende online. Emanuela Mora si soffermerà sulla comunicazione di moda online e il fenomeno delle fashion blogger, Luca Conti traccerà una previsione sul futuro delle imprese visto dai Social network, mentre Mario Savini affronterà il rilevantissimo tema dell’abbinamento tra creatività, web e marketing territoriale. Infine, Laura Minestroni parlerà della comunicazione integrata di marca, mentre Emanuela Ciuffoli ed Erika D’Amico si concentreranno sul tema del consumo legato alla brand reputation.

Il pomeriggio verrà dedicato a importanti casi di studio. Saranno Claudio Tonti e Raffaella Mariotti di Websolute a introdurre la sezione più spiccatamente operativa. Come può concretamente una Web Strategy cambiare i paradigmi del business, del marketing alla rete vendita, del rapporto con i fornitori e della comunicazione in genere, anche in aziende B2B o B2B2C ? Sarà l’intervento in aula di alcune aziende a fornire ulteriori importanti strumenti utili anche alle piccole e medie imprese del nostro paese. Verrà infatti approfondito insieme ad alcuni brand ed ai loro case study qual è il vantaggio competitivo che il web sta generando per loro. SCM Group, racconterà come il Web stia diventando strumento di business e di supporto ai dealer; Kemon Spa condividerà idee e strumenti per declinare una web strategy, nell’ottica di un’integrazione tra online e offline. In chiusura di giornata, la presentazione del progetto di una nuova piattaforma di Social Networking, interamente ideata e sviluppata da aziende italiane, sarà occasione per riflettere sulla centralità di ricerca e sviluppo nella declinazione di una web strategy.

Per chi non potrà partecipare all’evento, Websolute trasmetterà l’intera giornata in webcast live consultabile dal sito www.websolute.it.

No Comments
Comunicati

Il ruolo della consulenza organizzativa


Il sistema industriale italiano ed in particolare le grandi aziende e il settore dei servizi, deve affrontare una crisi di portata storica, strutturale, ignota per durata e caratteristiche. Una crisi connessa con la concorrenza aggressiva, con la crescente internazionalizzazione dei mercati, con la dinamica del quadro ambientale ma soprattutto con la difficoltà di reagire con le leve tradizionali all’intensità della competizione che si è instaurata.

La via d’uscita costituisce una sfida che passa attraverso lo sviluppo di una cultura della qualità, di modalità radicalmente innovative di gestione e soprattutto di nuove professionalità.

Le risposte strutturali da sviluppare devono pertanto:

  • puntare sulla formazione e sullo sviluppo di competenze distintive;
  • diffondere i principi base di “lean organization”, di focalizzazione dell’attività alla soddisfazione del cliente finale (gestione per processi), di “caccia agli sprechi” (miglioramento continuo, azienda snella, fabbrica integrata, ecc.).

Tale sforzo di crescita e sviluppo culturale collettivo a livello nazionale richiede investimenti, esperienze, programmi e quindi comporta l’intervento di formatori e consulenti esperti, informati, capaci di rapportarsi alle migliori esperienze mondiali.

L’intervento della consulenza sarà quindi tanto più utile nell’avvio di un progetto di cambiamento, quanto più renderà cosciente l’organizzazione delle necessità di “eccellenza”, contribuendo a definire la vision competitiva da sviluppare e a razionalizzare i processi gestionali critici.
Diviene fondamentale una rapida ed estesa diffusione della nuova professionalità richiesta, sia con l’uso di nuove tecniche organizzative e formative, sia mediante l’intervento sulla cultura e sulle modalità operative.

Per “fare di più e meglio” (sviluppando l’efficacia) “con minori risorse di prima” (sviluppando l’efficienza) si devono saper dosare tanto la leva del riassetto organizzativo, quanto quella dello sviluppo delle nuove professionalità richieste, e questo esige un’esperienza che può essere maturata solo altrove. Essa calibrerà il cambiamento volto a snellire i processi gestionali bilanciando la soddisfazione del cliente con la caccia agli sprechi e l’azzeramento delle attività che non danno valore aggiunto all’utilizzatore finale.

Gli interventi da realizzare, e soprattutto il loro coordinamento, sono complessi e raramente di successo in assenza di una regia esperta e capace. Si tratta infatti di:

  • formalizzare la reingegnerizzazione organizzativa dello sviluppo dei nuovi prodotti, dei prodotti in essere e della distribuzione commerciale;
  • realizzare una effettiva delega a team da guidare e focalizzare rispetto ai processi così definiti;
  • controllare e misurare l’evoluzione dei processi in termini di valore aggiunto per il cliente.

Mutamenti di enorme impatto che richiedono la capacità di “fare”, ma soprattutto le conoscenze e le competenze per farlo (il vero know-how alla base della trasformazione culturale e professionale).

No Comments
Comunicati

Anonime Fisiografie-Mostra fotografica


Anonime Fisiografie, questo è il titolo della mostra che il Sergeant Pepper’s  vi presenterà Giovedì 24 Marzo dalle 19.00.

Via Vetere 9, Milano.

Il concept gira attorno al corpo, risorsa parecchio inflazionata in fotografia, come strumento di realizzazione dell’immagine. Come una matita scrive sulla carta, io ho usato il corpo per disegnare, grazie alla sua luce, sulla pellicola. Il corpo non è ne il soggetto ne l’oggetto delle mie fotografie, ma solo il mezzo di disegno, della fisiografia.
L’artista di una così delicata filosofia dell’immagine è Carlo Bevilacqua, che all’interno dell’Expo ha deciso di ospitare la altrettanto brava fotografa Natalia Vasilishina.
Il Sergeant vi aspetta per l’ennesimo appuntamento intriso d’arte!

Carlo Bevilacqua nasce a Milano il 15/01/1986. Dopo gli studi di liceo classico e qualche anno passato a occupare i giardini della facoltà di biologia, ho deciso di dare adito alla mia passione x la fotografia e nel 2009 inizio a studiarla allo IED di Milano. Dal 2011 sono un fotografo legato a “La centrale dell’arte”.

Natalia Vasilishina nasce il 18 febbraio 1983 a Mosca.
Nel 2006 si diploma al corso di fotografia professionale all’istituto di ricerca di fotografia e cinema a mosca. partecipa all’esposizione in onore del nono anniversario dell’Accademia di Fotografia di Mosca dove sono esposti i 100 migliori studenti.
nel 2007 partecipa alla prima settinama internazionale dell’arte a mosca e ad un conttest fotografico a san pietroburgo. nello stesso anno arriva 3a nell’international photography contest della seconda settimana internazionale dell’arte a mosca.
nel 2009 esibisce alcuni lavori al teatro del gusto di Kolomenckoye.
nello stesso anno inizia a studiare fotografia allo ied.
Inoltre fotografa dello studio “SounDrama”.

A cura di Linda Ferrari

No Comments
Comunicati

COMPANY PROFILE FEDER F.I.D.A. – Federazione Italiana Diritti Animali


Gli animali, negli ultimi 20 anni hanno acquisito dei diritti anche se l’iter è stato complesso, pieno di intoppi, lungaggini , tanta burocrazia e poca volontà da parte delle Istituzioni. Tanto ancora c’è da fare ma questi diritti, almeno, sono diventati “legge”. Il 2011 è l’anno mondiale del volontariato: ma quanti di noi si sono, però, chiesti quali diritti abbia il mondo del volontariato sia esso svolto a favore di persone che di animali? Esiste, nel nostro Codice, una sola Legge od un solo articolo che riconosca un ruolo giuridico al volontariato? In parole povere, il mondo del volontariato ha diritti legalmente riconosciuti? Partendo da azioni concrete svolte e da domande quotidiane ancora prive di risposta è nata l’11 marzo 2011. Feder F.I.D.A., ONLUS che ha come obiettivo far valere i diritti degli animali anche attraverso il riconoscimento giuridico di chi se occupa come volontario.

Feder F.I.D.A. – ONLUS (Federazione Italiana Diritti Animali) nasce dall’esigenza di vedere umani ed animali uniti in una sorta di SINDACATO che difenda e rappresenti i diritti degli uni e degli altri. Un sindacato visto come uno strumento basilare ed indispensabile al fine di concretizzare l’azione di difesa di chi non ha la possibilità di far valere i propri diritti, sia ad esempio un cane rinchiuso in un canile-lager od altri animali abbandonati sul ciglio della strada piuttosto che un animale sfruttato nei circhi o tenuto recluso in un bioparco.

Oltre all’attenzione posta nei confronti dei diritti degli animali, la Federazione si propone come valido supporto a chi quotidianamente si scontra con le difficoltà di far valere le proprie segnalazioni di abuso sugli animali, anche nei confronti delle Forze dell’Ordine che a volte si rifiutano di compiere l’atto dovuto o che non motivano in modo concreto le ragioni di tale ritardo o rifiuto e si impegna di aiutare i volontari ad usare lo strumento legale che il nostro codice ci offre.

Feder F.I.D.A. dispone di un portale internet, www.federfida.org, nel quale si può trovare una vasta e sempre aggiornata documentazione legislativa, leggere le novità sui diritti degli animali divise in base alle differenti regioni d’Italia e riguardanti gli ultimi decreti e sfogliare un’ampia gamma di schede utili in grado di informare e fornire un rapido supporto in merito alle situazioni più frequenti in cui è necessario conoscere le leggi italiane ed europee.

In sintesi la Onlus:

Si prefigge di essere la portavoce e rappresentare ogni Associazione che vorrà confederarsi;

  • Offre ai singoli la possibilità di aderire come “socio sostenitore” riconoscendo loro gli stessi diritti delle associazioni confederate;
  • Mette a disposizione il proprio ufficio legale specializzato nei “Diritti degli animali”;
  • Si impegna a promuovere progetti, proporre nuove leggi, iniziative e tanto altro ancora.

La Onlus ha come Presidente Loredana Pronio e la sede è in Via Mafalda di Savoia 1/b – 00197, Roma.

Per ulteriori informazioni:

www.federfida.org

Ufficio stampa:

02.87384640

[email protected]

No Comments
Comunicati

I suoni delle Dolomiti, un evento di musica tra le più belle montagne


Le Dolomiti sono situate nel nord est dell’Italia, queste montagne hanno una struttura geologica particolare ed unica. Oggigiorno sono considerate dall’UNESCO patrimonio dell’Umanità, a partire da agosto del 2009 sono state dichiarate un sito naturale di importantissimo prestigio. Il nome Dolomiti viene dal famoso geologo francese Déodat Gratet de Dolomieu che fu il primo a descrivere la roccia, un tipo di roccia composta da carbonato doppio di calcio e magnesio e che da alla montagna la sua inconfondibile forma e colori. Ma le Dolomiti non sono solo una meta turistica, conosciute nel mondo per lo sci, le gite ed escursioni o dolomiti mountain bike o ancora per fare delle scalate indimenticabili. I posti più importanti e più frequentati sono: Rocca Pietore situato vicino al ghiacciaio della Marmolada, le città di Alleghe, Auronzo, Falcade e Cortina d’Ampezzo e i villaggi di Arabba, Ortisei e San Martino di Castrozza e ancora le Valli di Fassa, Gardena e Baldia. Le Dolomiti mantengono un’importante cultura e si può gustare nel corso di questo unico evento in estate: i Suoni delle Dolomiti.

Quest’anno il Festival comincerà il 3 luglio con l’evento Dolomiti d’Incanto, una speciale manifestazione dove sedici migliori cori del Trentino suoneranno e canteranno in omaggio di questa bellissima terra. Questo primo evento vedrà i diversi corsi cantare allo stesso tempo in ben quindici diverse vette e sommità, immersi in un’atmosfera indimenticabile. Nel corso di questa particolare ed interessante evento i rifugi rimarranno aperti per ospitare il pubblico, insomma ecco il giusto connubio e un buon motivo per un last minute dolomiti.
I suoni delle Dolomiti è un lungo viaggio tra i sentieri delle montagne, immerse nella natura e nella musica e nell’arte, con un paesaggio mozzafiato e l’eco e le vibrazioni dei suoni degli strumenti e quelli della natura e i suoi silenzi: un perfetto matrimonio per i nostri sensi. Lo slogan di questo evento è chiaro e suggestivo: ‘suoni e voci della terra raccolte là dove la terra si avvicina al cielo’. È un tipo particolare di spettacolo, dove il pubblico la musica e la montagna sono un’unica cosa, per una notte sono uno speciale connubio di sensazioni ed emozioni e offerte montagna. Nell’aria si respira un’atmosfera unica e una passione sincera e attenta per le avventure fisiche e spirituali, il pubblico cammina e si avvicina alla meta. Non c’è solo una sola lingua o una sola cultura, è un insieme di diverse musiche e armonie: dalla classica al jazz, dai cantautori ai cori, dalla musica etnica e quella contemporanea, dal teatro alle storie narrate. Il concerto è l’incontro tra musica e natura, i musicisti portano i loro strumenti e si siedono sull’erba o sulla roccia e suonano tra il pubblico in un contesto incontaminato. La musica è il linguaggio universale e la montagna è lo spazio libero: il Festival è questo. Nel 2010 per citarne solo alcuni, hanno partecipato Marco Paolini con le letture di Jack London, Dave Douglas Trio e l’Orchestra di Piazza Vittorio.

Articolo a cura di Elena Tondello
Prima Posizione srl – aumentare il traffico

No Comments
Comunicati

La qualità del made in Italy per i nuovi espositori pubblicitari Geprom


Geprom realizza sistemi espositivi in Plexiglas® per l’allestimento dei locali commerciali. L’azienda di Calvisano è da sempre orientata alle strategie aziendali del cliente, al fine di valorizzare con efficacia l’immagine del prodotto e dell’azienda presso il punto vendita e di riflesso verso il consumatore finale.

Fra i numerosi prodotti a catalogo Geprom realizza espositori da banco per ospitare messaggi pubblicitari, listino prezzi, offerte, promozioni, espositori a parete per l’allestimento di pareti o vetrine, espositori portadepliant e bacheche luminose con accessori intercambiabili.

Gli espositori pubblicitari Geprom sono caratterizzati da un’ampia possibilità di personalizzazione grazie anche all’applicazione di pellicole adesive che permettono di coordinare i supporti per la vendita con l’immagine aziendale.

Le soluzioni proposte da Geprom sono realizzate con materiali di alta qualità come metallo, Plexiglas®, alluminio e legno. Il design esclusivo, la modularità costruttiva e la praticità di utilizzo fanno dei prodotti Geprom strumenti perfettamente adatti a supportare la comunicazione visiva del punto vendita.

Gli espositori Gepom combinano materiali di alta qualità come metallo, Plexiglas®, alluminio e legno con il design made in Italy rispondendo perfettamente alle richieste di supporto alla comunicazione commerciale.
La praticità di utilizzo e l’attenzione alla resa estetica rendono gli espositori Geprom particolarmente adatti a mettere in risalto novità e prodotti speciali, per disporre con ordine ed eleganza accessori moda, articoli sportivi, oggettistica e molto altro.

No Comments
Comunicati

Valoriani Verace vince “alla roulette” di Pizza Expo’ Las Vegas


Valoriani Verace è stato mostrato al pubblico “a stelle e strisce” esattamente alle 12.00, ora americana, del 2 marzo 2011 presso lo stand del distributore di Refrattari Valoriani durante la fiera Las Vegas Expo’. Il successo è stato immediato, la scommessa al tavolo del “croupier” si è rivelata vincente.

Pizza Expo’ di Las Vegas si è da poco conclusa e Refrattari Valoriani esamina brevemente gli esiti della presentazione in anteprima mondiale di Valoriani Verace: “Non nascondiamo la soddisfazione per il successo ottenuto in questi tre giorni, e per questo ringraziamo il lavoro del distributore Mugnaini, sempre impeccabile nel dare lustro al nome della nostra azienda. Valoriani Verace ha avuto tutta l’attenzione che un prodotto con le sue caratteristiche merita, richiamando una vera folla di addetti al settore”.

La pizza e Valoriani sono da tempo un binomio vincente un po’ in tutto il mondo e i risultati di Pizza Expo’ di Las Vegas ne sono solo un’ulteriore conferma, infatti non hanno tradito le aspettative di chi ha investito tempo energie umane ed economiche per la realizzazione di Valoriani Verace. Una scommessa forse non troppo azzarda, una giocata che poteva apparire quasi scontatamente vincente, dati i successi che da sempre incontrano i forni Valoriani, ma il mercato è strano e dietro il lancio di ogni nuovo prodotto si celano sempre ansie e preoccupazioni.

L’ultimo nato con marchio Valoriani ha calcato il primo importantissimo palcoscenico internazionale ricevendo il plauso di quanti sono accorsi per testare con mano l’eccellenza di un forno a gas che si distingue oltre che per le sue peculiarità anche per il rispetto dell’ambiente e per i ridotti consumi. “I presupposti per presentarsi al pubblico come un prodotto di successo c’erano tutti, in quanto Valoriani Verace coniuga in modo ottimale la qualità, la tradizione e le elevate prestazioni dei nostri forni a legna ad uso professionale con l’innovazione tecnologica di un forno che anche nell’uso a gas riesce ad eccellere e a sfornare piatti, non solo pizza, ai massimi livelli”.

No Comments
Comunicati

I mobili bagno arrivano da Iperceramica

IPERCERAMICA, catena italiana leader per la vendita di gres porcellanato, pavimenti, rivestimenti, parquet e sanitari presenta la nuova gamma di mobili bagno.

La gamma IPERCERAMICA di mobili bagno, disponibile progressivamente a partire dal mese di Aprile, si distingue per la produzione artigianale rigorosamente made in Italy, per l’attenzione al design e alle finiture e come tradizione di IPERCERAMICA per il miglior rapporto qualità/prezzo sul mercato. I mobili bagno saranno firmati IPERCERAMICA WELLNESS, il nuovo marchio che garantisce la qualità IPERCERAMICA anche sui sanitari e sull’arredobagno.

I mobili bagno IPERCERAMICA WELLNESS si compongono di numerosi elementi venduti in composizione oppure separatamente per rispondere alle esigenze di tutti i clienti. La proposta IPERCERAMICA di mobili bagno moderni si caratterizza per una grande varietà di formati e finiture.

Particolare attenzione è stata dedicata agli accessori come specchi e illuminazione, disponibili in una grande varietà di forme e completamente abbinabili a qualunque mobile.

Realizzata in esclusiva dai migliori produttori italiani e mondiali, la gamma IPERCERAMICA WELLNESS rappresenta come sempre la perfetta sintesi fra qualità al top e prezzo imbattibile. Il lancio della gamma sarà supportato da attività sul sito internet della catena (www.iperceramica.it) e da campagna stampa sulle principali testate del settore a partire da metà Marzo.

No Comments
Comunicati

150 anni, 150 piatti, 150 territori..L’Italia unita attraverso la sua cultura enogastronomica: la scommessa di SapereSapori e le Città del Vino


La tradizione in cucina, i piatti che ancora oggi si insegnano ai figli, sono l’aspetto che più rappresenta l’identità nazionale e che hanno ancora un forte legame con il territorio, con i prodotti locali e con i  nostri ricordi.

La cucina enogastronomica italiana è fatta di tante tradizioni territoriali, ognuna molto diversa dalle altre, ed ognuna con una sua storia..la storia del suo popolo

I ristoranti e gli agriturismi potranno partecipare all’iniziativa “Un’Itàlia” gratuitamente, proponendo un piatto tradizionale locale, elencando gli elementi base locali utilizzati, e la descrizione tradizionale sia in italiano che, facoltativamente, in forma dialettale, per cucinarlo

Una giuria scelta fra giornalisti enogastronomici, scrittori, chef, selezionerà i 150 piatti che più rappresentano la storia e la tradizione nazionale e che utilizzano il maggior numero di ingredienti locali. AI 150 piatti selezionati, verranno abbinati 150 vini scelti per territorialità e  concordanza di sapori. I 150 piatti e i 150 vini saranno poi riproposti in forma editoriale.

Sapere Sapori, è nato nel giugno 2006 con l’obiettivo di diffondere cultura sulla storia del cibo e delle sue tradizioni; un viaggio culturale che ci fa conoscere la storia degli alimenti, per riscoprire usanze e tradizioni di cui ogni territorio custodisce le origini. Un percorso ambizioso, che inizia dai tempi in cui il cuoco era un inventore di piatti, per confrontarli con l’interpretazione moderna e la loro trasformazione nel tempo..

L’Associazione Nazionale “Città del Vino” è nata nel 1987 dalla passione di un primo gruppo di 39 Sindaci, convinti già allora dell’importanza strategica di cominciare quella battaglia per la qualità, per quella qualità a 360 gradi non limitata esclusivamente al vino, oggi riconosciuta da tutti come la più grande ricchezza del nostro Paese. Le Città del Vino rappresentano,oggi,  un circuito di oltre 569 enti locali, idealmente un itinerario attraverso l’Italia dei borghi storici, delle città d’arte, di mare o di montagna e di ogni singola Città con una storia enogastronomica da raccontare e di piccoli Comuni, quelli che danno nome ad un vino o a un piatto, che producono nel proprio territorio vini a denominazione di origine e che sono legati al vino per storia, tradizione, cultura e per i quali ruralità ed enogastronomia insieme, sempre più hanno costituito la vera occasione per una nuova sostenibilità dei territori.

Con questa filosofia SapereSapori, in collaborazione con l’Associazione Nazionale Città del vino, in occasione di questo momento storico, i 150 anni dell’unità d’Italia,  intendono portare alla luce la storia di 150 piatti di varie realtà regionali,promuovendo un’azione di raccolta e di divulgazione di quei riferimenti enogastronomici tradizionali che sono la storia della nostra cucina e delle nostre tradizioni

La scommessa di SapereSapori e Città del Vino è raccontare, ancora una volta, piatti d’altri tempi e vini orgogliosi che fanno parte della nostra storia e della nostra gente, piatti spesso tramandati a voce e mai scritti e vini,  che il tempo puo’ aver modificato le tecniche di lavorazione , ma che il gusto riproposto è sempre lo stesso.

No Comments
Comunicati

Dal 1 al 5 giugno l’International Windsurfing Grand Prix 2011 a Riccione


Dal 1 al 5 giugno le acque del mar Adriatico verranno invase da un’esplosione di colori.

In queste giornate infatti si svolgerà a Riccione lo spettacolare “Internetional Windsurfing Grand Prix 2011” che porterà nella Perla Verde i campioni a livello nazionale e internazionale dello sport della vela.

Promotore dell’iniziativa è il Vela Club Marano, una realtà solida nel territorio riccionese e nell’intera privincia, che da più di vent’anni si pone come punto di riferimento per tutti gli appassionati del windsurf.

Con sede alla zona 151, il Vela Club Marano organizza da anni numerose manifestazioni, eventi, campionati e perchè non ricordarlo, anche strepitose feste estive in riva al mare di grande richiamo.

Concorrenti, sportivi, addetti ai lavori e appassionati che parteciperanno all’evento potranno trovare confortevole sistemazione negli
Hotel 3 stelle Riccione nonchè negli hotel di Rimini, essendo la zona del Marano a confine con le due località.

Oltre alla competizione che si muove da Fortaleza fino ad arrivare a Riccione, sulle spiagge romagnole nell’arco delle quattro giornate verranno installati stand e prenderanno vita parties, esibizioni di windsurf, kitesurf, padding e tanto altro, il tutto rigorosamenete finalizzato al divertimento, non solo di chi pratica le attività e partecipa alle regate, ma anche di chi arriva in qualità di spettatore.

L’ottimale ricettività degli Hotel a Rimini e della provincia, nonchè l’efficiente servizio pubblico dei trasporti e la vicinanza all’aeroporto di Rimini faciliteranno il soggiorno del cospicuo afflusso di turistico previsto.

No Comments
Comunicati

Intervista a un editor


Laura Platamone, editor, ha rilasciato un’intervista su Penna blu, blog dedicato alla scrittura, ai libri, alla lettura e all’editoria, agli scrittori e ai concorsi letterari, dove sono già apparsi articoli sulla promozione online di un libro.

L’intervista è stata condotta da Daniele Imperi, che negli anni passati ha intervistato autori del calibro di Andrea Camilleri, Terry Brooks e Bernard Cornwell, e punta a chiarire e spiegare a scrittori emergenti e professionisti, ma anche a semplici appassionati della letteratura, il ruolo dell’editor nella pubblicazione di un libro.

Ogni manoscritto inviato a una casa editrice viene letto e, se ritenuto idoneo, sottoposto poi a editing. Si viene così a instaurare una stretta collaborazione fra editor e autore, mirata a trasformare un libro in un prodotto di qualità.

Le domande vertono sulla figura dell’editor all’interno di una casa editrice, sugli studi e le conoscenze necessari per intraprendere questa professione, sugli interventi che vengono effettuati su un manoscritto e anche sull’autore esordiente come “studente” che deve migliorare il proprio lavoro.

Un’intervista che fa luce su un lavoro svolto “dietro le quinte”, ma fondamentale e decisivo per offrire al pubblico un testo chiaro, leggibile, che funzioni.

Leggi l’intervista a Laura Platamone su Penna blu.

No Comments
Comunicati

Industria del mobile: laurea ad honorem per Luigi Valentini, titolare del Gruppo Valentini.


Mercoledì 23 marzo 2011, alle ore 11, nell’Aula Magna del Rettorato dell’Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo” in Via Saffi, 2, la Facoltà di Economia conferisce la Laurea Honoris Causae all’industriale Luigi Valentini. L’importante riconoscimento premia una carriera imprenditoriale di successo che si spinge oltre al settore dei mobili per la casa.

Luigi Valentini nasce a Verucchio il 23 marzo 1936; coniugato con Adriana Zannoni, ha avuto da lei tre figli, Gianluca, Gianluigi e Cristina, ai quali ha trasmesso i valori delle sue origini contadine: il rispetto del prossimo e il lavoro. Terminati i primi studi per necessità ma anche per passione nel lavoro si dedica dapprima al settore turistico, per trovare poi le giuste motivazioni con l’avvio, nel 1959, dell’attività imprenditoriale assieme al fratello Giovanni in qualità di artigiano, aprendo una bottega di falegnameria a Borgo San Giuliano di Rimini.

L’attività intrapresa, innovativa per quel momento, consiste nel produrre dei semilavorati per mobili che vengono venduti ai mobilieri: è la prima esperienza del genere in Italia.
Nel 1960 l’attività viene trasferita in un’altra zona di Rimini dove locali più ampi permettono una produzione in linea e la collaborazione di alcune maestranze.

Nel 1964, a seguito dell’incremento degli affari e all’esigenza di locali più ampi e capaci di ospitare nuovi macchinari, vengono costruiti i primi 1.500 Mq sul terreno dove oggi sorge l’attuale sede della Industrie Valentini S.p.A., ben visibile dall’autostrada A14. All’inizio degli anni ’80 aggiunge alla tradizionale produzione di pannelli semilavorati la produzione di mobili in KIT. Nel 1984, a seguito del ritiro dall’attività industriale del fratello Giovanni, rileva le sue quote e rimane unico proprietario della Industrie Valentini S.p.A..

No Comments