Daily Archives

9 Marzo 2011

Comunicati

Flavio Cattaneo: Terna ha vinto l’argento della Silver Class di SAM

Terna lascia il “bronzo” e si aggiudica “l’argento” con 79 punti nella classifica internazionale “Electricity” di SAM.

Il Gruppo Terna, primo operatore indipendente in Europa e settimo al mondo per chilometri di linee gestiti con oltre 62 mila km di linee in Alta tensione su tutto il territorio italiano ha vinto l’argento della Silver Class di SAM.

Il premio è stato attribuito da Sustainable Asset Management, che ogni anno valuta le performances di sostenibilità delle maggiori aziende del mondo per l’inclusione negli indici Dow Jones Sustainability.

“Questo riconoscimento. reso noto oggi con il Sustainability Yearbook 2011 – ha dichiarato l’AD di Terna Flavio Cattaneo – conferma l’impegno di Terna per l’ambiente in un mercato come quello attuale in cui la crescente domanda di Energia dei cosiddetti Paesi Emergenti, una sempre maggiore attenzione al riscaldamento globale e la conseguente necessità di ammodernamento della rete elettrica mondiale, sta cambiando lo scenario delle Utilities elettriche”.

La regolamentazione e le questioni ambientali sono argomenti destinati a rimanere al centro delle agende dei Consigli di Amministrazione delle Utilities Elettriche. Per le aziende del settore, questo trend stimola la domanda di energia rinnovabile e distribuita consentendo una diversificazione delle fonti di combustibile e di servizi energetici. Quindi, le compagnie elettriche hanno la responsabilità di migliorare l’efficienza energetica sia dal lato dell’offerta che della domanda per ridurre gli impatti ambientali.

Fonte: (Terna WebMagazine)

Social Media Communication
Phinet
Roma Italia
Alessandra Camera
[email protected]

No Comments
Comunicati

Promuovere i Diritti Umani per tutti

  • By
  • 9 Marzo 2011

Distribuzione di materiale informativo sulla Dichiarazione Universale

ROMA 9 marzo 2011 – Far si che i Diritti Umani diventino una realtà e non un sogno idealistico, è lo sprone dell’umanitario L. Ron Hubbard con cui i volontari della sezione romana di Gioventù per i Diritti Umani Internazionale animano le loro iniziative. Nella giornata di ieri hanno distribuito a Roma materiale informativo sui 30 articoli della Dichiarazione Universale delle Nazioni Unite. Far conoscere i diritti umani in essa codificati perché ognuno nei sia consapevole per chiederne il rispetto per sé e gli altri è l’obiettivo principale dei volontari. Attraverso la conoscenza si formano le basi per una futura generazione di pace e tolleranza costruita intorno a questo importante documento. Nella distribuzione i cittadini sono stati anche invitati a firmare la petizione popolare che chiede di far diventare i Diritti Umani oggetto di studio in ambito scolastico. La petizione è una iniziativa che sta venendo supportata da molte associazioni e individui nell’ambito del progetto umanitario internazionale “Gioventù per i Diritti Umani”.

Si parte quindi dal far conoscere i 30 articoli della Dichiarazione Universale per “riaffermare la fede nei diritti fondamentali dell’uomo, nella dignità e nel valore della persona umana” e per “salvare le future generazioni dal flagello della guerra”, come si legge nel preambolo alla Dichiarazione delle Nazioni Uniti. Gioventù per i Diritti Umani Internazionale (youthforhumanrights.org), per facilitare questo processo, ha reso il testo della Dichiarazione accessibile ai giovanissimi anche attraverso l’uso di video e fotografie, creando inoltre uno strumento didattico consistente nella “Guida per l’Educatore”, ossia un piano di lezioni predeterminato e di semplice utilizzo da parte di ogni educatore, che prevede l’uso del DVD “30 Diritti. 30 Articoli”, ovvero 30 annunci di pubblica utilità, uno per ciascuno dei 30 diritti. Il DVD ha il suo opuscolo di accompagnamento, “Che cosa sono i diritti umani?”, una versione illustrata della Dichiarazione Universale che ne riproduce comunque il testo integrale nelle ultime pagine.
Ma l’elemento fondamentale di questa didattica è il video UNITED, pluripremiata produzione
multietnica, che con una storia di vita di quartiere, mostra il potere dei diritti umani nel vincere
violenza e intolleranza. Perno del progetto Gioventù per i Diritti Umani Internazionale è quindi la Dichiarazione Universale.
Riconoscendo l’importanza di renderla ampiamente conosciuta dopo la sua ufficializzazione,
l’Assemblea Generale chiese che questo documento “venisse divulgato, mostrato, letto ed esposto principalmente nelle scuole ed in altri enti per l’istruzione, senza distinzione basata sullo status politico dei paesi o dei territori”, che rappresenta il proposito delle attività di Gioventù per i Diritti Umani Internazionale.

Per informazioni:

[email protected]

www.youthforhumanrights.org

No Comments
Comunicati

La ribalta della Verona di Romeo e Giulietta, centro del Romanticismo

Verona è stata da poco portata alla ribalta dai tanti turisti a causa di un lavoro cinematografico americano uscito qualche mese fa che fa rivivere una storia legata a Romeo e Giulietta, protagonisti romanzeschi della città. La pellicola si chiama Letters to Juliet e la trama prevede valanghe di speranze e vedute panoramiche. Dunque se non vi basta la storia strappa lacrime e dalla fine tristissima dei due famosi ragazzetti, un rincaro di sospiri e per una volta un finale lieto sono già pronti ad accogliere innamorati e fidanzatini di ogni classe sociale. Verona può essere esplorata senza impegno anche senza auto, se la temperatura lo permette, e gran parte delle strutture ricettive sono posizionate comodamente al’interno della cornice del comparto storico centrale. Un ottimo modo per trovare una sistemazione è cercare sul web concentrandosi su Hotel Verona Centro. Anche se l’HB in hotel è generalmente meglio per questioni legate alla praticità del viaggio, a volte fare uno strappo alla regola e consumare la sola colazione o della colazione più un unico pasto ci porterà a scoprire delle chicche culinarie che in altro modo soggiornando a Verona non avremmo modo di scovare. Su siti come www.hotel-verona-centro.it oltre all’albergo più conveniente spesso sono elencati anche suggerimenti e link per ristoranti e trattorie a prezzi concorrenziali. Se invece vi sentite proprio turisti all’avanguardia, semplicemente andate camminando per le strade in serata verso l’ora di cena. Ed ecco che tra un vicolo ed una stradella infilata a caso troverete il piccolo ristorante che non serve solitamente i turisti ma che saprà trastullarvi con ghiottonerie che neanche vi immaginate. Comunque Verona non è solo location per coppie, ma anche una città ricca di atmosfere metropolitane, basta allontanarsi un po’ dal centro per rendersene conto. Palazzi dall’architettura avanguardesca e grossi centri congressi con a disposizione ogni essenziale tecnico sono pronti ad ospitare manager e uomini di business di ogni età e livello professionale. E, ancora, come dimenticare il capolavoro artistico che è l’Arena di Verona: un anfiteatro romano tra i più belli, nonché perfettamente mantenuti al mondo. L’arena è disposta proprio nel mezzo del centro storico , dandole una imponenza artistica che non ha eguali. E molto spesso gli Hotel Verona Centro di OneClick, affacciano i loro panorami e le loro terrazze esattamente su questo meraviglioso edificio. E anche se questa disponibilità non dovesse essere, niente paura, l’arena è accessibile da tantissime stradine dei dintorni, per cui anche chi sceglie un hotel non proprio di rimpetto alla struttura può ammirarla in occasione delle sue passeggiate nel centro storico. Soprattutto nella bella stagione poi, l’arena di Verona si veste di musica e personaggi provenienti da dovunque nel mondo. Il cosa vedere è tutti gli anni più ricco di eventi, che spaziano dalla musica al teatro al cabaret. Quando invece la città si veste di inverno, l’arena cambia aspetto, diventando luogo di esposizioni e altri eventi più soft, comunque ricchi di cultura e fascino, proprio come il posto che li ospita. Prepararsi al viaggio da casa oggi non necessita non prevede neanche l’ausilio obbligatorio di una agenzia di viaggi, è solo necessario andare sul web e farsi un giro veloce su siti come www.hotelcentrocitta.it/verona o qualcosa del genere, anche semplicemente i siti dell’ente turismo e di promozione della città, per avere tutta l’arena ed il resto a portata di click.

No Comments
Comunicati

Agenzie di comunicazione e canoni d’efficienza

Un’agenzia di comunicazione attenta al cambiamento è un’agenzia di comunicazione che è in grado in ogni momento di garantire il massimo risultato ai suoi clienti con il minimo investimento. Saper leggere i cambiamenti di mercato e cambiare con essi è uno dei segreti del successo in questo campo. Se per esempio un’agenzia ha lavorato sul web fino all’anno precedente ottenendo ottimi risultati, per non perdere il confronto con i propri concorrenti nell’anno corrente, dovrà essere in grado di rinnovarsi e trasportare le proprie competenze sul mobile, seguendo il trend di comportamento dei propri utenti. Tuttavia il successo di un’agenzia di comunicazione non è determinato solo dal saper seguire l’innovazione, in questo caso tecnologica, in altri creativa. A differenza di un’azienda, infatti, un’agenzia necessita sempre di misurare le proprie competenze su i bisogni e le necessità di marketing dei propri clienti garantendo loro, sempre, la massima efficacia. Per fare ciò un’agenzia di successo necessita di un know-how strategico d’eccellenza, ottenuto grazie alla collaborazione di idee, persone, capacità di analisi e problem solving.

Infine la migliore agenzia di comunicazione non è mai un’agenzia ultra-specializzata e settoriale ma un’agenzia in grado di proporre ai propri clienti una comunicazione integrata e votata al raggiungimento dell’obiettivo mediante la valorizzazione dei media.

In breve abbiamo descritto qui l’agenzia di comunicazione ideale, il sogno di tutte le aziende. Che esista veramente lo dubitiamo un po’ tutti ma parafrasando Kant in merito al l’idea del bene, non poterla raggiungere non significa non poter approssimare il proprio comportamento ad essa. Scopri le migliori agenzie di comunicazione in Veneto.

No Comments
Comunicati

Al via numerosi eventi di marketing

In questi mesi si stanno svolgendo una serie di eventi di marketing in tutta Italia e che riguardano i mercati più disparati, dal turismo al calcio, dai vini fino al web marketing. Ovviamente la rivoluzione che sta interessando il web in questi anni non poteva passare inosservata agli occhi degli esperti, così il 26 febbraio a Parma si è svolto un convegno incentrato sulla cosiddetta Social Media Revolution ed in particolare sul ruolo dei Social Network (Facebook, Twitter, Linkdn in testa) nelle attuali strategie di marketing aziendali.

Be-Wizard, l’evento di marketing di San Marino (11 e 12 Marzo), approfondirà tale argomento trattando su tutti i mezzi di web marketing, quindi oltre ai social network, direct email marketing, display e keyword advertising e soprattutto campagne SEO (Search Engine Optimization). A riguardo Rand Fishkin, uno dei massimi esperti del settore al momento, presenterà in anteprima i risultati di una ricerca in merito ai prossimi fattori che influenzeranno il posizionamento delle pagine web attraverso i motori di ricerca; dovrebbe essere anche interessante la parte relativa ai metodi di ricerca dati sul web, necessari per poter prendere decisioni Market Oriented.

A Treviglio, vicino Milano, il primo aprile si parlerà invece di Sponsorizzazioni sportive mentre il 25 febbraio a Marzo si è svolto un evento di marketing più tecnico che ha presentato i risultati di una ricerca volta a rilevare i costi di produzione del vino.

No Comments
Comunicati

Il mercato delle vacanze 2011: boom di pacchetti e offerte online

Continua il trend positivo legato alle offerte di pacchetti vacanze tramite il web e il 2011 vedrà ancora una crescita del fatturato del settore. È quanto afferma la ricerca PhoCusWright’s European Online Travel Overview che ha analizzato la situazione europea del comparto. Nello specifico, lo studio si è focalizzato sui mercati di Italia, Francia, Germania, Regno Unito, Spagna e Scandinavia.

Il destino delle transazioni online di voli, hotel, crociere o, più in generale di offerte pacchetti vacanze è quello di vedere un incremento del 10% per tutto il 2011.

Ciò che caratterizzerà quest’anno, nel campo delle prenotazioni online, sarà anche l’incremento degli acquisti provenienti da dispositivi di navigazione mobile e, in particolare, dai sempre più diffusi smartphone.

Dagli ultimi giorni del 2009 agli inizi del 2011, gli acquisti online hanno ricevuto un incremento del 230%.

L’Italia, come la Francia, sembrano essere un po’ la zavorra di questa ripresa, con un volume di crescita, relativo all’online in generale, che si attesta al 9%. A spingere le statistiche sono, invece, Paesi come la Germania e la Spagna.

È partito, dunque, l’adeguamento di tour operator, compagnie di viaggio e degli operatori del settore turistico in ogni sua declinazione per cogliere il prevedibile cambiamento di rotta sulle prenotazioni online e fioccano le offerte di pacchetti vacanze su tutti i siti del settore.

No Comments
Comunicati

Intercettazioni cellulari, non solo per spiare ma anche per proteggere

Le cronache dei giornali, negli ultimi mesi, traboccano di trascrizioni provenienti da intercettazioni cellulari di politici, aspiranti star televisive e varia umanità, e chi ci governa ne approfitta per lanciare la sua crociata contro le microspie, per ragioni di interesse personale più che di cura della nostra privacy. Politicanti che fanno politichese con l’unico intento di salvaguardare i propri interessi di fronte ad una nazione che silenziosa e atterrita osserva senza batter ciglio. Tv, giornali, radio, non fanno altro che parlare di intercettazioni e scandali senza però che la società muova un dito per dare una svolta decisiva al gran polverone di questa apparente negatività delle intercettazioni.

Come si è potuto evincere però, le intercettazioni cellulari non sono una minaccia, ma una risorsa utile è importante per aprire gli occhi. Quando si parla di intercettazioni telefoniche quindi, non bisogna solo guardare alla negatività dei fatti, ma soprattutto queste si rivelano utili quando si parla di protezione bambini. Infatti, per difendere i nostri figli dai pericoli della strada o delle cattive compagnie, un cellulare spia è certamente una delle soluzioni migliori per tenerli sotto controllo.
Dimenticate sofisticate apparecchiature per intercettazioni cellulari, microspie nascoste o altro ancora: il cellulare spia, grazie ad un software invisibile installato al suo interno, consente ad un ascoltatore a distanza di tenersi in contatto continuo con la persona ascoltata, in maniera discreta ed invisibile, anche quando il cellulare è senza batteria.

Si tratta, pertanto, di una soluzione perfetta per chi teme che i propri figli si caccino nei guai. I difensori della privacy, nemici delle intercettazioni cellulari solo per interesse loro e del loro capo, potrebbero storcere il naso, ma la salute dei nostri figli val bene la spesa.

No Comments
Comunicati

MTB PER TUTTI I GUSTI ALLA “GF CITTÁ DI GARDA”. PAOLA PEZZO ATTENDE TANTI BIKERS IL 17 APRILE

Manca poco più di un mese allo start della granfondo della Città di Garda (VR)

Tetto massimo a 2.500 partecipanti per la 10.a edizione del 17 aprile

Sabato saranno off-road anche i ragazzi e i bikers-gourmet

È possibile iscriversi fino al 13 aprile

Tra poco più di un mese i fan di Paola Pezzo e della mtb prenderanno d’assalto gli sterrati veneti ad est del Lago di Garda, per la Granfondo Città di Garda – Trofeo Paola Pezzo del 17 aprile.

La manifestazione è riproposta anche quest’anno dalla collaudata organizzazione del Velo Club della Città di Garda (VR), e per festeggiare l’importante traguardo della 10.a edizione è già pronto un ricco carnet di eventi e di appuntamenti.

Piatto forte della granfondo è il suo “spettacolare” tracciato, tra sentieri e paesaggi tipici della zona lacustre del veronese, che quest’anno è stato limato e rifinito grazie ai consigli della madrina Paola Pezzo e di altri “big” della mtb. Nei test del percorso hanno infatti preso parte bikers come Mirko Celestino e Marzio Deho, insieme ovviamente alla campionessa veronese, i quali hanno dato al team di Cavalieri preziose indicazioni su come migliorare ancora di più l’avvincente tracciato.

Si è scelto, dunque, di accorciare il percorso di 5 km (da 43,5 a 38,5 km), con partenza collocata come sempre sul Lungolago Regina Adelaide di Garda, e fissata alle 9,30.

Grinta, energia e un off-road invidiabile, insieme alla partecipazione di tanti appassionati delle ruote grasse. Questo, in sintesi ciò che ci si può aspettare dalla granfondo veronese che lo scorso anno aveva radunato al via 2.000 concorrenti, e che quest’anno ha bloccato il tetto massimo a 2.500 posti disponibili. La quota d’iscrizione è di 28 euro fino al 28 marzo, poi la cifra salirà a 32 euro fino al 13 aprile, ma sarà possibile prenotarsi anche sabato 16 presso la segreteria di gara (al costo di 37 euro), chiaramente salvo che il numero limite non venga raggiunto in precedenza.

I due lustri di storia raggiunti dalla manifestazione saranno accompagnati anche da tanti eventi cosiddetti “di contorno”, dedicati a bikers di ogni età, grado ed esperienza, insomma, dei veri e propri appuntamenti da non perdere.

Il Velo Club del Garda ha pensato innanzitutto ai ragazzi, la cui grinta e voglia di fare sono una speranza per la mtb di domani, e per i giovani bikers è nata la Paola Pezzo Junior Race, realizzata in collaborazione con l’associazione Più di un Sogno ONLUS e il Comune di Torri del Benaco, e appoggiata dalla campionessa olimpica Paola Pezzo. Questa manifestazione ciclistica, in programma sabato 16 aprile, intende non solo avvicinare i ragazzi all’universo mtb, ma anche affiancare allo sport una corretta educazione stradale in bicicletta, coinvolgendo a questo scopo gli alunni delle scuole elementari e medie locali e i ragazzi diversamente abili, in una lezione di educazione stradale. L’occasione sarà anche un momento unico di socializzazione tra i giovani bikers, e la lezione “tecnica” sarà curata della Polizia Municipale di Torri del Benaco e dal Provveditorato agli studi, e i ragazzi diversamente abili saranno accompagnati da operatori del settore che collaborano con l’associazione Più di un Sogno ONLUS.

L’appuntamento con  tutti i mini-bikers è a Torri del Benaco, nell’ampio parco situato davanti al castello, ed è rivolto a bambini di età compresa tra i 6 e i 13 anni, che si cimenteranno in uno o più giri del tracciato (interamente pianeggiante e in campo chiuso), a seconda della fascia d’età.

Per i bikers di tutte le età, invece, è stata pensata l’iniziativa “Sentieri golosi di Paola Pezzo” al via sempre nella giornata di vigilia, e organizzata insieme all’associazione “equipENatura” (che raggruppa istruttori e guide ambientali-escursionistiche) e all’Avis Provinciale di Verona. Questa “scampagnata” fuori strada propone un avvincente percorso tra il Lago e l’entroterra gardesano, con pendenze “soft” e un totale di 23,5 km e, soprattutto, con cinque diverse tappe degustative a Bardolino, Calmasino, Lazise, Bardolino e Garda.

Le iscrizioni sono aperte a chiunque sia atleticamente pronto a percorrere la distanza richiesta, con quota di partecipazione fissata a 18 euro (comprensiva di assicurazione, degustazione e assistenza di guide di mtb), e parte del ricavato sarà donato all’associazione Più di un Sogno ONLUS.

In attesa del 17 aprile, il percorso e tutte le novità della granfondo sono visibili sul sito ufficiale (www.nonsologarda.com), dove sono disponibili anche il video 3D e la mappa del tracciato in alta risoluzione. E per restare in tema di percorso di gara, quest’anno la “retta via” della granfondo è indicata da degli originali cartelli rosa, con tanto di freccia e slogan-tormentone “Follow the pink”, già collocati nei punti chiave per chiunque voglia cimentarsi con un test in anteprima.

La Granfondo della Città di Garda è inclusa nei circuiti fi’zi:k, Garda Challenge e Prestigio MTB.

Info: www.nonsologarda.com

No Comments
Comunicati

Cresce la voglia di estero: Spagna, Francia e Stati Uniti conquistano i viaggiatori

Skyscanner, il primo portale gratuito per la comparazione di voli online, rivela la tendenza della ricerca voli dei propri utenti, mettendo a confronto città, destinazioni da weekend e la classifica generale dei paesi.

Sale la voglia di viaggiare a Parigi e New York, in febbraio entrambe le città hanno infatti scavalcato Roma. La primavera alle porte spinge probabilmente gli utenti italiani a guardare verso l’estero. Inoltre la capitale, assieme ai voli per Milano, occupa posizioni più basse nella classifica delle destinazioni per il fine settimana. In questo tipo di preferenza spunta Praga al nono posto ed Amsterdam si guadagna la medaglia di bronzo. Londra è praticamente una fortezza inespugnabile dei voli low cost e tradizionali; la City domina la vetta delle classifiche ormai da molti mesi.

Tornando all’Italia, Catania mantiene ben salda la sua posizione in entrambe le top 10, così come Palermo, arroccata all’undicesimo posto. Sarà per il clima sempre gradevole o in questo caso aiutata dal noto carnevale di Sciacca, ma la Trinacria si conferma una destinazione molto ricercata. Nessun movimento particolare relativamente a Venezia ed il suo celebre carnevale, la città è ferma al 17° posto nelle ricerce del weekend ed al 16° nella classifica generale.

Le principali città spagnole si aggirano a metà classifica in entrambi i casi, sia per i viaggi normali che per quelli da fine settimana. I voli per Barcellona e quelli per Madrid sono una costante nella ricerca degli utenti italiani e a dimostrarlo c’è il primo posto della Spagna nella top 10 dei paesi più cercati in febbraio. Tra le altre novità nella classifica per paesi è da notare la comparsa di Thailandia, Portogallo e Repubblica Ceca.

Top 10 delle città più ricercate

1.       Londra

2.       Parigi

3.       Milano

4.       New York

5.       Roma

6.       Barcellona

7.       Amsterdam

8.       Madrid

9.       Catania

10.   Berlino

Top 10 per una vacanza nel weekend

1.       Londra

2.       Parigi

3.       Amsterdam

4.       Barcellona

5.       Madrid

6.       Milano

7.       Roma

8.       Praga

9.       Berlino

10.   Catania

Top 10 dei Paesi più ricercati su Skyscanner, esclusa l’Italia

1.       Spagna

2.       Regno Unito

3.       Stati Uniti

4.       Francia

5.       Germania

6.       Olanda

7.       Grecia

8.       Thailandia

9.       Portogallo

10.      Repubblica Ceca

No Comments
Comunicati

DANCE FESTIVAL: A MONTEDORO HIGH SCHOOL MUSICAL E IL MONDO DI PATTY

Il 12 e 13 marzo il Freetime mette in pista tutti: baby dance, hip hop, danza del ventre, balli di gruppo e le coreografie originali dei due amatissimi musical.
Si apre con la Baby Dance e si chiude con i balli di gruppo; in mezzo danza moderna, hip hop e danza del ventre. Sabato 12 e domenica 13 marzo a Montedoro due pomeriggi interamente dedicati al ballo: dalle 16.00 alle 20.00 tutti in pista, dai bambini ai nonni.
A rompere il ghiaccio saranno i più piccoli, con il loro entusiasmo: alle 16.00, infatti, si comincia con la Baby Dance, balli appositamente pensati per fare divertire i bimbi tra i 3 e i 5 anni. Sale il ritmo e sale l’età a partire dalle 17.00 quando il protagonista sarà uno dei generi più amati dai giovani: l’Hip Hop. Il momento più atteso delle due giornate sarà alle 18.00, con la danza moderna e soprattutto con un vero cult: le coreografie originali di due dei musical più amati,  “High School  Musical”  e “Il Mondo di Patty”.  Con il calare della sera, alle 19.00, l’atmosfera cambierà, la musica si farà più lenta e sarà il momento della danza del ventre. Alle 20.00, infine, tutti in pista, ragazzi di ogni età, insieme, per i balli di gruppo.
La partecipazione è gratuita e per i bravi ci saranno anche gadget in regalo.
L’evento è organizzato in collaborazione con La DaSpe, Danza Spettacolo
No Comments
Comunicati

TRENTINO E FIEMME 2013 SULLA STRADA GIUSTA. AD OSLO GRAN LAVORO DI STUDENTI E VOLONTARI

Il presidente di Fiemme 2013 Tiziano Mellarini ha parole di ringraziamento per tutti

Ottimo lavoro di studenti ed insegnanti del CFP alberghiero di Tesero

Casa Trentino-Fiemme 2013 ha avuto un ruolo determinante ad Oslo

La FIS non ha dubbi, Fiemme 2013 sarà un grande Mondiale

Val di Fiemme: “missione Oslo 2011” compiuta. Le due settimane di Campionato del Mondo di Sci Nordico ad Holmenkollen hanno indubbiamente decretato la Norvegia nazione sovrana sugli sci stretti. D’altra parte, lo sci di fondo l’hanno più o meno “inventato” loro.

Tuttavia, durante i giorni scorsi nelle strade di Oslo c’era anche una fetta d’Italia che ha condiviso la gioia e la festa sportiva dei “norge” e che ha conquistato davvero tutti. “Casa Trentino – Fiemme 2013 ha avuto un successo straordinario”, ha commentato l’assessore al commercio, turismo e agricoltura della Provincia di Trento e presidente del C.O. di “Fiemme 2013”, Tiziano Mellarini, al ritorno da Oslo. “È stato un veicolo promozionale di primissimo piano che ha presentato ai norvegesi e al mondo il volto autentico dell’imprenditoria turistica, e non solo, trentina.”

Casa Trentino – Fiemme 2013 è stata una vera “welcome area”, un punto di riferimento nel cuore della capitale norvegese, dove vip, atleti, giornalisti e tanto pubblico hanno potuto “assaggiare”, nel senso più ampio del termine, i sapori, i colori e il calore della Val di Fiemme e del Trentino.

“L’entusiasmo e la forza dimostrate da tutte le ragazze e i ragazzi coinvolti sono stati incredibili”, ha continuato Mellarini, facendo riferimento ai tanti giovani del Centro di formazione professionale alberghiero ENAIP di Tesero, che nelle due settimane iridate di Oslo hanno lavorato con grande passione e ottima professionalità all’interno di Casa Trentino – Fiemme 2013. “Questi giovani hanno avuto la possibilità di presentare il volto del proprio territorio, e lo hanno fatto con grande orgoglio, affrontando non pochi sacrifici e seguendo ritmi di lavoro che per degli studenti sono stati indubbiamente intensi. Queste sono iniziative di enorme importanza, a cui bisogna dare seguito anche su altri eventi e con altre realtà scolastiche. Così facendo si va ad esaltare il binomio scuola – turismo, in un’ottica promozionale da un lato, per cui devo ringraziare sinceramente tutti gli studenti, la scuola e gli insegnanti presenti a Casa Trentino – Fiemme 2013, e senza dubbio formativa dall’altro. In occasioni come queste i giovani si rendono conto delle proprie potenzialità professionali e del futuro che li può attendere, anche dal punto di vista occupazionale. Queste sono vere esperienze che arricchiscono gli studenti da ogni punto di vista, scolastico, lavorativo e di conoscenza più in generale.”

Dopo la 50 km in tecnica libera di domenica, che ha chiuso ufficialmente i giochi in pista per i campionati di Oslo, è stata consegnato il vessillo FIS ad una delegazione della Val di Fiemme, dove nel 2013 scatterà un nuovo Campionato del Mondo di Sci Nordico. Sarà il terzo per la vallata trentina (dopo il 1991 e il 2003) e le aspettative sono ovviamente molto alte. “Adesso è il momento di continuare il nostro lavoro”, ha proseguito ancora Mellarini, “per arrivare al 2013 al massimo della preparazione. Abbiamo ricevuto parole di apprezzamento anche da parte del presidente FIS Gian Franco Kasper, e ad Oslo ci siamo anche arricchiti con qualche elemento in più che ci farà migliorare ulteriormente. Sarà un gioco di squadra tra istituzioni, comitati e operatori che porterà la Val di Fiemme, il Trentino e l’Italia ai massimi livelli internazionali, sportivi ma non solo, perché lo sport è vetrina turistica, promozionale e culturale di indubbio spessore. E, tornando a Casa Trentino – Fiemme 2013, questo è stato ampiamente dimostrato proprio con l’esperienza di Oslo. La comunità trentina che è rimasta in Norvegia durante questi Mondiali è stata partecipe a tutti gli effetti, dai volontari che distribuivano volantini tra la gente, al punto informativo di Fiemme 2013 allo stadio che ha svolto un ruolo straordinario dal punto di vista promozionale. Il lavoro svolto da tutti è stato assolutamente pregevole.”

Val di Fiemme e Trentino promossi a pieni voti quindi, e se il buongiorno si vede da …Casa Trentino – Fiemme 2013, il Campionato del Mondo sarà servito in grande stile. Non resta che attendere altri 707 giorni solamente.

Info: www.fiemme2013.com

No Comments
Comunicati

Un vino di garanzia: il Valpollicella.

Chi di noi non conosce i vini della Valpollicella? L’amarone, il recioto in particolare, sono vini conosciuti nel mondo intero, tra i più pregiati della nostra penisola.

La terra della Valpolicella si estende a nord ovest di Verona, ed è la patria indiscussa della cultura enologica. In questa valle si è creato un clima e un microclima adatti alla coltura di viti, ulivi e ciliegie. Inoltre le temperature autunnali consentono il giusto appassimento delle uve in appositi contenitori che sono stati creati con un taglio laser ad hoc per l’uso. Sono millenni che questa terra produce bottiglie rinomate e di prestigio e numerosi sono i posti dove gustarli. Conosciuto già in epoca promana il Recioto con il nome di Retico ai tempi di Cassiodoro e del Re Teodorico e più tardi conosciuto con il nome di Acinatico. Il vino denominato Valpollicella Classico viene prodotto nei comuni di Negrar, Marano, Fumane, Sant’Ambrogio e S.Pietro in Cariano. Si tratta di un vino dal colore rosso rubino, con un sapore amabile e un po’ asciutto, solitamente ha una gradazione alcolica di 11 gradi. Il recioto invece ha un colore più scuro, usando una terminologia tecnica, granato, il profumo è intenso e inconfondibile, la gradazione alcolica è più alta arriva ai 15 gradi, è un vino dolce che si abbina bene ai dessert. Per ultimo, anche se in realtà è il più conosciuto, è l’Amarone, un vino molto profumato e allo stesso tempo asciutto, ha un gusto di viole e mandorle ed è ottimo se abbinato a cene a base di carne e rossa e selvaggina.

Tutti questi vini vengono prodotti utilizzando i migliori prodotti e le attrezzature più all’avanguardia per ottenere un prodotto di vera qualità, un esempio sono le vasche in acciaio inox, necessarie per il mantenimento e lo stoccaggio del vino. Il Valpolicella classico si ottiene da uve del luogo di origine biologica, parte dei vigneti pluridecennali è della pregiata varietà detta Rondinella. E’ un vino che si deve consumare giovane se si vogliono apprezzare le caratteristiche, a temperatura di cantina e si può abbinare benissimo a diverse pietanze.

Nel Valpollicella Classico Superiore invece il gusto si affina grazie al processo di affinamento che si ottiene lasciando almeno un anno il vino in legno di rovere e poi per altri sei mesi in bottiglia, questo vino si accompagna bene a primi robusti e ricchi come anche a carni bianche e rosse a soprattutto ai formaggi.

Il recioto è un vino dove a differenza degli altri sopracitati si utilizzano i grappoli più spargoli, detti appunto recie da cui prende il nome stesso, questi raccolti all’inizio di ottobre vengono fatti appassire su dei graticci e lì restano fino a metà febbraio finché avviene la fermentazione ottimale (lo stesso procedimento si effettua anche per l’Amarone). In entrambi i casi la svinatura (lo spostamento del vino in piccoli fusti) si effettua proprio per dare al vino una maggiore gradazione alcolica, grazie proprio alla fermentazione (il materiale delle botti è simile a quello utilizzato per gli accessori per piscine in acciaio inox).

L’amarone resta comunque il vino per eccellenza conosciuto da molti e apprezzato nel mondo per il suo profumo e gusto inconfondibile.

Articolo a cura di Elena Tondello
Prima Posizione srl – crisi

No Comments
Comunicati

Addio Balcone, evviva la cucina over size

La società cambia e con essa la casa in cui viviamo. Immobiliare.it, il principale sito del settore, ha analizzato le mode che hanno trasformato le nostre abitazioni negli ultimi 50 anni scoprendo (o riscoprendo) delle cose piuttosto curiose.

Dalle richieste degli oltre 6 milioni di italiani che ogni mese cercano casa sul web, è emerso che il balcone è il primo grande escluso dalle necessità della casa moderna. Il sempre maggiore bisogno di spazi e il minor tempo a disposizione per darsi alla cura delle piante, lo stanno trasformando via via in stanza con vetrate o giardino d’inverno e, numeri alla mano, oggi meno del 18% degli italiani cerca una casa col balcone.

Nel corso degli ultimi 50 anni, però, sono tanti i casi di stanze o ambienti che in poco tempo sono passati dall’essere considerati irrinunciabili all’essere evitati come se fossero il peggior errore possibile nel progettare una casa.

Il primo e più lampante esempio è quello del corridoio. Assolutamente importante, a livello di spazio occupato, in ogni casa costruita fino agli anni ottanta, è poi scomparso da tutte le planimetrie delle nuove abitazioni diventando il sinonimo di “spazio sprecato”.

Altrettanto si può dire per l’ingresso che, soprattutto negli immobili costruiti a cavallo degli anni ’60 e ’70, non rappresentava solo una zona di passaggio per entrare in casa, ma era il biglietto da visita dell’appartamento ed era esso stesso una stanza.

Fra la fine degli anni ’80 e, soprattutto, nei ’90 questo concetto muta radicalmente, la porta d’ingresso introduce subito nel salotto, il cuore della casa, che difficilmente viene separato e diventa, per dirla all’inglese, living.

Un’altra evoluzione importante nella distribuzione della stanze è quella vissuta dalla cucina; fulcro e cuore della casa nell’Italia dei decenni scorsi, è pian piano diventata sempre più piccola per poi scomparire ed essere inglobata in altre stanze. Oggi vive una seconda giovinezza e diventa grande, anzi, grandissima.

Stando ai dati di Immobiliare.it, se a livello totale il 16% di chi cerca casa richiede esplicitamente una cucina ad “isola”, nella fascia medio alta questa percentuale arriva al 38% e il 14% di queste richieste arriva addirittura a specificarne la marca.

Secondo Carlo Giordano, Amministratore Delegato di Immobiliare.it, “Alla base di queste modifiche risiedono ragioni economiche, ma sono intervenute anche variazioni di carattere sociale; il numero crescente di single, la madre sempre più spesso lavoratrice e, non ultima, la fame di spazi. Le  cucine ”tradizionali”, ad esempio, resistono soprattutto nel Sud d’Italia mentre al Nord la cucina assume spazi enormi e diventa oggetto di arredamento vero e di design con l’Isola” fuochi o i banconi all’americana. Anche questi ultimi un must negli anni ’80.”

Il progresso tecnologico, anche se può sembrare strano, spesso rende inutili alcuni ambienti. E’ stato così per lo studio, una stanza che veniva usata fino agli anni ‘90 come luogo di lettura, di ascolto della musica o di relax ma anche, per i professionisti soprattutto, come luogo dove svolgere parte dell’attività lavorativa.

Questa stanza, tipica delle case delle famiglie socialmente medio – alte, ha avuto periodi di grande richiesta soprattutto negli anni ’80, ma oggi, in un momento in cui, le connessioni wi-fi, la tecnologia e la sua portabilità permettono di lavorare in qualsiasi stanza, è quasi del tutto scomparsa dalle planimetrie italiane.

Si può dire che anche il ripostiglio abbia rappresentato una moda immobiliare. Soprattutto al Nord aveva la funzione di lavanderia e dato che era già presente la predisposizione per tutti gli attacchi necessari, veniva ricavato sacrificando un pezzo della cucina. Nel ripostiglio si stipava di tutto;  non solo le cose necessarie alla pulizia e al riordino della casa, ma anche valigie, giochi in disuso, vestiti di carnevale o scatoloni con decorazioni natalizie e statuine del presepe.  Negli anni a cavallo fra i ’90 e il 2000, però, la lavatrice “esce” dal ripostiglio per entrare (sia pure con forme di design meno classiche) nei bagni o, addirittura, nella cucina stessa, mentre scatoloni e valigie “prendono il volo” e vengono stipati nei controsoffitti (la “fame di metri quadri” è talmente grande che si comincia a pensare come sfruttare i soffitti, e ci si riesce) o si “inabissano” in cantine e garage nelle parti comuni dei condomìni.

Un’altra moda immobiliare (anche questa volta soprattutto “femminile”) è stata quella della cabina armadio.  In questo caso (il periodo in cui si comincia a diffondere e la fine degli anni ’90, per poi imporsi prepotentemente negli anni 2000 e resistere tutt’oggi in molti contesti) non sempre è necessaria una stanza in più: grazie a sistemi modulari che si adattano a ogni esigenza si possono comporre soluzioni “su misura” che sfruttano le pareti al centimetro.  Possono quindi bastare pochi metri quadrati per avere uno spazio per gli abiti (e le scarpe!) comodo e ben organizzato.

È stata poi la volta dei secondi bagni ciechi (inconcepibili negli anni ’60), ma oggi una vera e propria risorsa (anche per il venditore che può vantare un secondo bagno, magari di soli 4 metri quadrati). Anche qui non ci sono vie di mezzo e se il secondo bagno può essere cieco, soprattutto nelle case di fascia medio alta, il primo diventa veramente enorme con dimensioni spesso comprese fra i 12 e i 15 metri quadri.

Ci sono poi delle mode che riguardano gli elementi di rifinitura;  dai pavimenti alle pareti, dagli infissi ai soffitti. Partendo dai pavimenti, fino agli anni ‘70 ogni stanza aveva un tipo di piastrelle diverso da quello della stanza attigua, poi è stata la volta delle moquette (oggi considerate il paradiso dell’acaro e dello sporco) mentre ora viene usato quasi ovunque il parquet, ormai diffusissimo persino negli uffici.

Analoga considerazione può essere fatta per l’idea di soppalcare le stanze: pochi decenni fa non era un’abitudine in uso, ma gli ambienti limitati e le necessità di avere maggior spazio a disposizione senza potersi permettere una casa più grande, ne ha diffuso la consuetudine. Non solo si opera un abbassamento del soffitto dove collocare valigie e oggetti di uso non frequente, ma si va a creare, dove un’altezza adeguata lo permette, una vera e propria stanza.

Un’ultima nota va fatta riguardo alle pareti. Questo è l’elemento della casa più assimilabile al suo “vestito” e quindi, più influenzato dalla moda del momento: dalla tappezzeria che adornava le pareti delle case fino agli anni 70, al monocolore dei decenni successivi fino allo spugnato, lo stucco veneziano e le tinte trendy proprie dei nostri tempi.  Chi ormai non ha almeno una parete della casa colorata?

No Comments
Comunicati

Pubblicati i bilanci 2010 sulle presenze a Rimini: la spiaggia di Rimini piace

Si sono analizzate le presenze a hotel a rimini del 2010 e sono venute fuori cifre assolutamente positive che rispetto all’andamento economico nazionale che ha visto un 2010 in caduta.
Fabio Galli che è assessore provinciale turismo Rimini uin un intervista ha dichiarato che la città ha dimostrato un dato che la contraddistingue, ovvero sapersi riprendere, adattarsi ed adeguarsi in corsa ai cambiamenti che derivano dal mercato e dalle sue richieste.
Tanti gli hotel rimini 2 stelle , anche gli hotel rimini vicino al mare che sono la forza trainante alberghiera della città che hanno dovuto adattarsi a propore pacchetti low cost senza precedenti riuscendo a tenere alto il servizio e la qualità.
La presenza di stranieri è salita del 6,5% e c’è anche un analisi specifica effettuata, per cui troviamo un incremento di visitarori russi del 56%, seguono con il 15% i visitatori polacchi, 9% austriaci, 3,5% svizzeri.
Purtoppo non c’è stato incremento ma forte calo per i turisti inglesi e francesi che sono stati a loro volta penalizzati dalla crisi economica mondiale.
Purtoppo l’unico dato negativo per il turismo in fatto di presenze a Rimini arriva proprio dagli italiani che hanno preferito (chi poteva permetterselo) mete turistiche fuori confine.
Le presenze di italiani a Rimini sono state percettibili nel 2010 solo in prossimità di grandi eventi di rimini, come la notte Rosa la prima settimana di luglio e ferragosto, per il resto la stagione estiva è stata in calo.
Gli italiano sono tornati a Rimini in autunno e soprattutto a novembre con un incremento di quasi 20% forse dovuto ad una serie di grandi eventi organizzati dalla città come la mostra sul Caravaggio.

No Comments
Comunicati

Si progetta un parco sottomarino a Miramare di Rimini

Polpi, astici, scorfani, corvine, coloratissimi nudibranchi.
Il sub si immerge ed entra in un mondo fantastico fatto di colori e forme strane. Non si parla del Mar Rosso e nemmeno dei Caraibi ma del mare di Rimini.
A miramare di Rimini a circa dieci metri di profondità c’è un vecchio impianto usato per la miticultura, pieno di cunicoli e rocce che è diventato da tempo un habitat per numerose specie di animali marini.
Eì proprio la formazione naturale di questo habitat che ha convinto alcune associazioni a creare un percorso sottomarino.
Del progetto si è discusso recentemente al Circolo velico Riminese, alla presenza di tutti gli interessati compresi alcuni Hotel Rimini 3 stelle, inreressati a proporre nuove tipologie di vacanze a Rimini per i turisti.
L’obiettivo che le associazioni interessate al progetto si pongono è quello di realizzare una zona protetta nell’area di Miramare posta a tre metri dalla costa, e il progetto prevede la bonifica dell’area che verrebbe delimitata da boe.
Sicuramente questo progetto potrebbe attirare molti sub e si potrebbe così arricchire l’offerta turistica.
In pratica l’immersione davanti a Miramare di Rimini potrebbe diventare un motivo in più per scegliere la Romagna come meta turistica, servizio che si aggiungerebbe agli altri tanti ottimi servizi offerti in riviera, anche perchè il mare Adriatico è un mare sano e sarebbe possibile assistere allo spettacolo di fioriture di specie di pesci.
Gli stessi sub esprimono parere favolrevole all’iniziativa sostenendo che quando d’inverno il mare Adriatico raggiunge i 6 gradi si incontra la stessa fauna dei mari del nord e d’estate quando il mare è a 28 gradi si possono incontrare specie simili ai mari del nord Africa.

No Comments
Comunicati

Poculum, la nuova “chicca” di Viniamo

C’è Bonarda e Bonarda. La nuova “chicca” dell’enoteca online Viniamo (www.viniamo.it) si chiama Poculum e farà cambiare idea a tutti coloro che ritengono l’Oltrepò Pavese una campagna di serie b che produce vini di serie b.

Il Poculum dei Fratelli Agnes, disponibile da questo mese su Viniamo, è infatti una splendida bonarda che, dopo un ciclo di affinamento di due anni in barriques, è capace di irrompere nel naso con garbata potenza di frutta rossa speziata.

Sul blog di Viniamo (http://blog.viniamo.it/) si legge: “Il passaggio in barrique è solo una delle tante amorevoli cure riservate dai bravissimi fratelli Agnes, da decenni punti di riferimento della loro regione vinicola, a questo croatina in purezza, vitigno nobilissimo pur se associato, normalmente, a vini sempliciotti, diciamo beverini”. La croatina, infatti, è tra le uve che compongono il disciplinare dell’Amarone. Perciò, se trattata a dovere, può e deve generare meraviglie.

Il Poculum, acquistabile su Viniamo in un solo esemplare all’interno di un ordine da sei bottiglie, accompagna bene a gusti forti e piatti elaborati. Ottimo con primi con sugo di carne, carni rosse arrosto e grigliate. Adatto all’invecchiamento, si consiglia di servire tra i 18° e i 20°C dopo averlo lasciato ossigenare e decantare.

Viniamo (www.viniamo.it) è un sito di e-commerce dedicato al vino che ripropone online la stessa esperienza emotiva e visuale, le medesime competenze e modalità di fruizione di una “vera” enoteca. Offre un “muro” di oltre 800 bottiglie tra bianchi, rossi, rosati e bollicine che, attraverso un semplice motore di ricerca, possono essere ordinate in base alla tipologia del vitigno, alla regione di appartenenza, alla cantina e al prezzo.

Viniamo è presente anche sul principale social network Facebook, all’indirizzo www.facebook.com/Viniamo. E per richiedere maggiori informazioni sul servizio, è attivo un indirizzo e-mail [email protected] e un numero di telefono: +39 02 49631621.

No Comments
Comunicati

Nuova offerta di fornitura elettrica dedicata ai liberi professionisti: arriva TUTTO + SEMPLICE WEB di Utilità

L’azienda Utilità, specializzata nella fornitura di energia elettrica alla clientela business, lancia TUTTO + SEMPLICE WEB, una nuova offerta specifica per il canale online e dedicata esclusivamente ai liberi professionisti.

L’offerta di energia elettrica TUTTO + SEMPLICE WEB riguarda la fornitura di elettricità, pensata per soddisfare le specifiche esigenze di avvocati, commercialisti, medici, ingegneri, architetti e di tutti i liberi professionisti che abbiano necessità di una fornitura di energia elettrica conveniente per la propria attività.

Quali sono le caratteristiche distintive dell’offerta TUTTO + SEMPLICE WEB?

1. SEMPLICITA’: unico prezzo speciale, uguale per ogni kWh consumato in ogni ora della giornata!

2. RISPETTO DELL’AMBIENTE: richiedendo l’offerta online e inviando il contratto via mail si evita l’impatto ambientale generato dalla visita di un referente commerciale, stimato in circa 3 Kg di CO2 equivalente.

3. RISPARMIO: per questo comportamento eco-friendly Utilità premia i nuovi clienti, applicando uno sconto del 13% al prezzo base*, facendoli così risparmiare sull’importo della fattura.

L’offerta di fornitura di energia elettrica TUTTO + SEMPLICE WEB offre inoltre ai liberi professionisti tutti i vantaggi di passare al mercato libero, con Utilità:

– Chiarezza in fattura

– Zero costi di attivazione

– Zero depositi cauzionali

– Zero modifiche al contatore o agli impianti

– Continuità nell’erogazione della fornitura al momento del passaggio.

Aderire all’offerta TUTTO + SEMPLICE WEB direttamente online è facile e veloce. E dopo la firma del contratto penserà a tutto Utilità, incluso l’invio del recesso al vostro attuale fornitore. Vi verrà comunicato successivamente, con una Lettera di Benvenuto, la data effettiva di inizio della vostra fornitura di energia elettrica con Utilità.

L’offerta TUTTO + SEMPLICE WEB è valida solo per i NUOVI clienti Utilità con consumi annui fino a 100.000 kWh.

Richiedi un preventivo gratuito per l’offerta TUTTO + SEMPLICE WEB

* Listino base Utilità relativo alla componente energia. Tale componente copre i costi di acquisto dell’energia elettrica al netto degli oneri di trasporto, dispacciamento, commercializzazione, servizio cambio prezzo, imposte e IVA. La componente energia elettrica incide mediamente per il 50% sull’importo complessivo di una fattura.

Fonte: Utilità

No Comments
Comunicati

Assapora la cioccolata fondente Nero Perugina e Nero Novi. Partecipa alla campagna di passaparola su ZZUB.it

ZZUB.it, la più grande community italiana di passaparola, lancia una campagna dedicata ai veri intenditori di cioccolato.

È possibile ricevere direttamente a casa un kit con 1 kg di cioccolata fondente contenente 5 tavolette di Nero Perugina 70% e 5 tavolette di Nero Novi 72%.

Il 15 marzo 200 iscritti a ZZUB.it potranno partecipare all’iniziativa: lo staff della community darà in questi giorni indicazioni su come saranno selezionati i partecipanti.

Come si svolge questa campagna di test e passaparola su ZZUB? Semplice: bisogna assaporare attentamente i due diversi tipi di cioccolata, valutare gusto, confezione e rapporto qualità/prezzo e decretare il vincitore tra Perugina e Novi rispondendo a un questionario. Raccontare in Rete l’esperienza della campagna, attraverso i report di passaparola online, dà la possibilità di essere invitati anche alle prossime campagne su ZZUB.it.

Ecco cosa bisogna fare per ricevere 1 kg di cioccolata e partecipare alla campagna di passaparola:
•    Iscriversi a ZZUB
•    Attendere e seguire le istruzioni della community per ricevere l’invito
•    Accettare l’invito
•    Attendere il pacco direttamente a casa
•    Assaporare la cioccolata e compilare questionario e report.

È possibile trovare tutte le informazioni sulla campagna Nero Perugina vs Nero Novi su: http://www.zzub.it/campagne/perugina-novi/public/

Si ricorda che i 200 partecipanti che riceveranno direttamente a casa 1 kg di cioccolata, verranno selezionati il 15 marzo 2011.

No Comments
Comunicati

TUTTE LE DONNE DEL TROFEO TOPOLINO E LA FESTA DEL 50° ANNIVERSARIO È IN ARRIVO

50 anni di storia al Trofeo Topolino, con tante stelle “rosa”

Piste innevate ad hoc sugli Altipiani di Folgaria per il 50° anniversario

Il 18 e 19 marzo assicurati ospiti d’eccezione e tante sorprese

L’ospite d’onore sarà la showgirl Valeria Mazza

I prossimi 18 e 19 marzo il Trofeo Topolino spegnerà le sue 50 candeline sulle nevi degli Altipiani di Folgaria, Lavarone e Luserna (TN), con due giornate dedicate alle competizioni internazionali e un “antipasto” tutto azzurro segnato dalle selezioni nazionali del 15 e 16 marzo.

In 50 anni di storia, sono sicuramente tante le gioie da festeggiare e, complice l’appena trascorso 8 marzo, festa della donna, una menzione speciale la meritano i successi delle tante figure femminili che hanno solcato le nevi del Trofeo Topolino.

La lunga fiaba delle “ladies” della rassegna sportiva disneyana inizia nel lontano 1958, con la prima vincitrice Lidia Barbieri Sacconaghi, trionfatrice in un’edizione in “rosa”, con ben l’80% di “topoline” in gara, un record nelle proporzioni.

I primi anni Ottanta furono invece quelli dell’austriaca Anita Wachter, plurimedagliata olimpica e mondiale, seguita nelle imprese “topoliniche” dalla connazionale Renate Götschl. Nel 1985, tutto il pubblico del Trofeo Topolino impresse nella propria mente la discesa di una ragazza di Bormio, destinata a fare grandi cose per lo sci italiano. In quell’anno partecipò infatti la “nostra” Deborah Compagnoni (in compagnia, tra l’altro, di Pernilla Wiberg e Barbara Merlin) che, dopo l’argento al Trofeo Topolino, si sarebbe portata a casa quattro medaglie olimpiche, tre ori mondiali e una Coppa del Mondo nella specialità slalom gigante, e questa non è che la punta dell’iceberg del ricco palmarès della campionessa valtellinese. Altre indimenticabili ladies delle nevi sono Isolde Kostner, che firmò il proprio passaporto per il futuro “iridato” gareggiando al Trofeo Topolino nel 1988 e poi nel 1990, e Karen Putzer, che vinse nel 1991.

Procedendo nel tempo, si arriva alla fine degli anni ‘90, e fu in queste ultime battute del millennio che il Trofeo Topolino scoprì il talento dell’americana Lindsey Vonn, che sbancò la concorrenza al Trofeo Topolino ’99 nella trentina Marilleva classificandosi prima nello Slalom Allievi.

L’edizione 2005 segnò il turno di una delle atlete più promettenti del futuro azzurro, la ventenne Federica Brignone, medaglia d’argento nei recenti Campionati Mondiali di Garmisch-Partenkirchen. Un successo generazionale, si potrebbe dire, visto che la Brignone è un’autentica figlia d’arte, di quella Maria Rosa Quario, ex “stella” della nazionale italiana di sci alpino e del Trofeo Topolino, al quale partecipò per ben tre anni consecutivi, dal 1973 al 1975.

E anche tra le fila del C.O. la dirigenza in “rosa” ha sempre svolto una parte fondamentale del “gioco”, oggi rappresentata dalla vicedirettrice del Trofeo Topolino, Marisa Ruatti, “braccio destro” di Detassis insieme alle tante altre collaboratrici, come la segretaria generale Cinzia Longhi Gennari. E la lista delle “topoline” non sugli sci, ma in ogni caso fondamentali per la realizzazione di questo grande evento, è davvero lunga, se si pensa anche a Valentina Poli, direttrice della rivista Topolino, Cecilia Bolzon, presidente dell’APT di Folgaria, Lavarone e Luserna, Marta Dalmaso, assessore della Provincia di Trento all’istruzione e allo sport, solo alcune delle tante “rocce” che hanno vissuto da vicino l’avvento di un traguardo importante come il 50° anniversario.

Una ricorrenza che, ovviamente, merita il giusto rilievo, ed oltre all’assicurato spettacolo sportivo (garantito da circa 350 mini-atleti in gara, con già 46 nazioni iscritte finora), il C.O. sta anche pensando ad un adeguato show per intrattenere agonisti e pubblico. Sempre per restare in tema di donne, è già stato annunciato che si vorrebbe una testimonial al femminile, magari scegliendo una ragazza tra le nuove leve dello sci azzurro, e la lista di possibili madrine è davvero lunga viste le partecipazioni illustri di Elena e Nadia Fanchini, Daniela Merighetti, Johanna Schnarf, Manuela Mölgg, Denise Karbon ed Elena Curtoni, insieme alla già citata Brignone.

Restando in tema di donne, è d’obbligo citare l’ospite d’onore di questa 50.a edizione, l’affascinante Valeria Mazza, modella e mamma che, come tale, non mancherà di seguire le imprese “bianche” del figlio maggiore, in gara tra i Ragazzi.

L’appuntamento è dunque per i prossimi 18 e 19 marzo sulle piste degli Altipiani di Folgaria, Lavarone e Luserna, per una grande festa dedicata al personaggio Disney e supportata da partner insostituibili, come Trentino Marketing Spa. Info: www.trofeotopolino.net

No Comments
Comunicati

Mediterranea: cosmetici naturali per la propria bellezza

Prendersi cura di sè è fondamentale oggigiorno. Grazie ai numerosi prodotti in commercio è possibile trasformare il tempo per tale attività in un vero e proprio piacere. Potrai rilassarti dopo una faticosa giornata di lavoro oppure iniziare il giorno dedicando un po’ di tempo a te stesso.

L’utilizzo di prodotti di qualità è di fondamentale importanza per avere effetti positivi sulla pelle del proprio viso e del proprio corpo. Particolarmente interessanti sono i nuovi cosmetici naturali dei Fratelli Carli che permettono di occuparsi della propria bellezza e benessere in modo naturale. La linea di questi prodotti di bellezza comprende anche cosmetici biologici per il viso e il corpo con estratti di foglie di olivo, limone e mimosa da agricoltura biologica.

La linea comprende prodotti per ogni esigenza: dalle creme per il corpo ai solari, dai prodotti per capelli a trucchi. Se hai dei bambini, potrai trovare numerosi prodotti anche per loro caratterizzati dall’utilizzo di materie naturali e senza parabeni che li rendono adatti alla pelle delicata dei più piccoli.

Prenditi cura di te in modo naturale garantendoti prodotti non aggressivi che rispettano il PH naturale della pelle e dei capelli. Le soluzioni cosmetiche Mediterranea non sono testate su animali e utilizzano materie naturali.

No Comments
Comunicati

Vacanze a Watamu

Watamu è villaggio del Kenya che si trova sulle rive dell’Oceano Indiano. Watamu è situato tra le città di Malindi, da cui dista 25 km, e Mombasa, da cui dista 120 km, e presenta una delle più belle spiagge di tutto il Kenya.
Questa nota spiaggia si caratterizza per avere una sabbia bianchissima e per presentare una splendida barriera corallina.
La cittadina presenta uno splendido parco marino, il Parco Marino di Watamu, splendido paradiso naturale dove sono presenti più di 600 specie di pesci.
Oltre al Parco Marino, a 10 km da Watamu vi sono altre altre riserve naturali speciali, Mida Creek e Arabuko-Sokoke Forest, e le rovine di Gede, importante luogo d’interesse archeologico.
Gede era una delle antiche città arabe costruite lungo la costa dell’Africa orientale. Questa cittadina fu costruita alla fine del 13° e fu abbandonata nei primi anni del 17° secolo. Gli scavi archeologici iniziarono nel 1927 e sono state portate alla luce diverse aree di questa antica città. Una visita al sito di Gede è particolarmente indicata per tutti coloro che volessero conoscere la storia del Kenya.
Moltissime sono le soluzioni di vacanze e viaggi low cost presenti sul mercato e semplice sarà trovare la soluzione di vacanza più adatta alle proprie esigenze.

No Comments
Comunicati

Spedizioni via mare? Consigli per scegliere la ditta giusta

Se è vero che trasporti e spedizioni, in particolare le spedizioni internazionali, sono sempre stati una cosa delicata, è altrettanto vero che, in un momento come questo, in cui proliferano le aziende specializzate in spedizioni in tutta Europa, bisogna selezionare con accuratezza il partner giusto; il corriere per le spedizioni più serio che il mercato possa offrire. Questo è l’unico modo per affidare il proprio bene in mani realmente sicure, per stare tranquilli sull’esito del trasporto stesso.

Prima di tutto l’azienda a cui ci si rivolge in questo caso deve avere una lunga esperienza nel settore; da tale requisito solitamente deriva una rete di partner e di agenti che la ditta si è creata in tutto il mondo, che gli permette di essere inappuntabile nel campo della logistica delle spedizioni, a partire da quelle marittime. E’ risaputo che le spedizioni via mare sono le più complicate, anche a livello burocratico; rendere in questo caso un buon servizio è un ottimo biglietto da visita per un’ azienda di trasporti.

E’ chiaro che un’ eccellente azienda di trasporti e spedizioni internazionali deve consentire al cliente di poter inviare documenti e merci tramite qualsiasi mezzo di trasporto: un buon corriere per le spedizioni quindi offre sia trasporti via mare, che via aerea, sia via camion che su rotaia, assicurando sempre la massima professionalità in ogni caso.

Ma c’è un servizio, dal quale un’azienda di trasporti che si rispetti non può prescindere: i trasporti eccezionali. Nella vostra scelta del partner che fa per voi, sappiate che se un’azienda di spedizioni non garantisce i trasporti speciali non è l’azienda che fa per voi, in quanto non offre il servizio a 360°. D’altra parte saper organizzare e quindi prendersi la responsabilità di un trasporto di merci pericolose non è semplice richiede i mezzi e l’esperienza giusta, nonchè uno staff altamente specializzato nel settore. Val la pena riflettere sulle considerazioni appena fatte se si vuol essere certi di scegliere il pertner più affidabile in questo settore, evitando di commettere un errore che porterebbe a molti rimpianti.

No Comments
Comunicati

Munchies Italia1: Evelina Manna nelle vesti punk-space-chic di EVE

Evelina Manna ed i Munchies, su Italia 1, hanno combattuto per salvare la terra!

I Munchies, i famigerati pupazzi di Italia1, sono passati sul piccolo schermo della rete Mediaset, con l’attrice Evelina Manna, unica presenza umana, anzi extra-iper-umana della serie.

EVE, l’eroina spaziale, è scesa sulla Terra per aiutare i nostri stralunati protagonisti a salvare il pianeta dalla vendetta Maya. La distruzione del pianeta, prevista dall’antico e misterioso popolo americano, nel 2012 potrebbe avvenire proprio a causa dei Munchies che, da inconsapevoli responsabili, con l’aiuto di EVE (Evelina Manna), si sono assunti un’inaspettata quanto insopportabile responsabilità: salvare la Terra da una fine annunciata!

Il limone di Elvis Presley… il coltello del corredo matrimoniale di Ramses… sono solo 2, dei 6 ELEMENTI, che sono stati rinvenuti per completare il CODICE MUNCHIES, unica speranza di salvezza per l’umanità.
Ma perché la colpa è dei Munchies, alias la famiglia Catozzo, se dovesse mai avverarsi la temibile profezia dei Maya?
Tutte le troupe dei maggiori network del mondo hanno atteso il rientro a casa dei Munchies, costretti a tornare in Italia, dopo le strabilianti imprese e successi hollywoodiani, a causa del gigantesco flop della loro ultima produzione cinematografica, il kolossal “2013”.

Il film, che rappresenta la fine per The Munchies Movie Production, raccontava della colossale bufala predetta dalla civiltà Maya… Cosicchè, messa a repentaglio la loro immagine nell’Universo, i Maya si trovano costretti ad essere loro stessi gli artefici della fine della Terra.
I Munchies (Pasquale Catozzo, il figlio Miki e Nonna Jolanda), grazie a EVE (Evelina Manna), chiamata sul nostro pianeta dal fantasma-santone cinese Chin Chao, hanno superato i limiti spazio-temporali, per recuperare i 6 elementi del Codice Munchies, unica possibilità di salvezza per tutti noi.

Dal Diavolo a Hitler, da Bob Marley a Marilyn Monroe, i nostri eroi hanno incontrato chiunque per ritrovare i componenti del codice. Ma non è stata l’unica sfida per i Munchies… altri nemici insospettabili erano sulle loro tracce: gli sgherri di Mister X, colui che aveva promesso di rivendere ai Maya la Terra, come nuova fonte di energia spaziale…
E non solo, Evelina Manna, nelle vesti punk-space-chic di EVE, ha recitato e si è esibita in stacchi musicali di brani originali creati ad hoc per le diverse situazioni.

(Fonte: Evelina Manna 19 gennaio 2011)

Ufficio Stampa Online
TMA Srl
[email protected]

No Comments
Comunicati

FRANCHISING IMMOBILIARE SOLO AFFITTI: UNA SCOMMESSA VINCENTE!

Vuoi diventare un brillante imprenditore nel settore immobiliare?

Ti piacerebbe aver la possibilità di lavorare a stretto contatto con il cliente accompagnandolo nella scelta della casa giusta?

Oggi grazie alla professionalità di Solo Affitti, e il loro franchising immobiliare, si può e ne uscirai vincente!

Un nome che è sinonimo di garanzia e qualità, e che da oltre 10 anni offre un servizio impeccabile nel settore degli affitti in tutta Italia con le sue 260 agenzie.

Un marchio in espansione, che è arrivato anche in Spagna e presto sbarcherà in altri paesi europei, e che ti offre la possibilità di diventare protagonista diretto e un esperto dell’affitto.

Solo Affitti investe da sempre nella formazione, garantendo professionalità e compentenza dei suoi agenti. Non verrai quindi lanciato allo sbaraglio in questa impresa, ma assistito fin dall’inizio: presso la Solo Affitti Academy è possibile seguire il corso di preparazione alla professione, e prima dell’apertura della tua agenzia potrai prendere parte a un corso base in cui imparerai il prezioso know-how di Solo Affitti.

Ma si sa, l’esperienza si acquista sul campo, per questa ragione potrai verificare le tue conoscenze grazie ad un periodo di stage presso una delle varie agenzie pilota.
Successivamente, per tutta la durata del contratto potrai partecipare a seminari e corsi di aggiornamento, che faranno di te un vero professionista della locazione!

Diventa anche tu un agente immobilare speciale! Non esitare a contattare Solo Affitti franchising immobiliare.

No Comments
Comunicati

Clamys Centro Benessere Torino Propone Ossigeno Puro per Rigenerare la Tua Pelle dopo l’Inverno

La nostra Oxy Megastation, premiata con il Prix Pierantoni de l’Innovation 2005 al congresso Les Nouvelles Esthétiques di Parigi, che in esclusiva utilizziamo a Torino, è in grado di far arrivare l’ossigeno dove serve.

Gli effetti benefici dell’ossigeno sono ampiamente conosciuti tra cui la riduzione di irritazioni, l’attività anti-infiammatoria e antibatterica, l’effetto rinvigorente e compattante, la capacità di accelerare i processi di guarigione.

Grazie alla tachipercussione prodotta da palline di vetro che rapidamente picchiettano la cute provvedendo a un delicato massaggio, l’ossigeno è infuso attraverso la superficie della pelle dove può generare la propria azione anti-age e stimolare il metabolismo cellulare.

Con l’ossigeno è possibile infondere negli spazi tra le cellule anche dei principi attivi che sostituiscono il trattamento della mesoterapia e potenziarne i benefici effetti.

Il trattamento a base di ossigeno è indicato per acne, smagliature, cellulite, macchie cutanee, rughe, segni d’espressione, acne rosacea, psoriasi, irritazioni, cicatrici, intolleranza alla tossina botulinica.

Combinando l’ossigeno puro con il massaggio connettivale e la tachipercussione possiamo raggiungere risultati importanti quali la riduzione sensibile delle cicatrici, la cellulite, le macchie cutanee, le rughe e le smagliature; favorire la tonificazione del corpo, assicurare un apprezzabile effetto lifting

Clamys Centro Benessere
c.so Re Umberto n. 79 – 10129 Torino
Telefono +39.011.568.19.25
Fax +39.011.508.76.16
e-mail: [email protected]
www.clamys.it

No Comments
Comunicati

Olimpia Splendid presenta il nuovo Unico a tecnologia On-Off

Olimpia Splendid presenta il nuovo UNICO a tecnologia ON-OFF, un modello di climatizzatore monoblocco senza unità esterna estremamente silenzioso. UNICO è il climatizzatore fisso che racchiude in un unico corpo ciò che normalmente negli split è diviso in due: unità esterna ed interna sono finalmente unite, l’installazione è semplificata, l’impatto sull’estetica e sulle facciate degli edifici praticamente nullo.


Il nuovo UNICO presenta un design raffinato firmato King & Miranda, caratterizzato da una linea sottile ed essenziale che si adatta a qualsiasi tipo di ambiente; la griglia d’entrata dell’aria è caratterizzata da un nuovo design minimal in piena armonia con le linee morbide del prodotto.


Riguardo la portata e distribuzione dell’aria, Unico genera sino ad un massimo di 490 m3/h di aria, immessa efficacemente nell’ambiente anche grazie all’ampia dimensione del flap (690×690 mm): questo si traduce in minori consumi a parità di raffreddamento/riscaldamento. I nuovi Unico a tecnologia On-Off sono stati studiati per raggiungere altissimi livelli di efficienza, sia in modalità raffreddamento che in quella di riscaldamento. Grazie a queste caratteristiche i climatizzatori Unico On-Off sono classificati in doppia classe A.


L’installazione viene effettuata tutta dall’interno evitando le complesse operazioni di montaggio in esterno e ai piani alti, in minor tempo e con minori spese. Anche la manutenzione viene resa più semplice grazie alla composizione modulare di Unico On-Off, le cui sezioni sono separate e facilmente accessibili. Infine un filtro elettrostatico purifica l’aria eliminando piccole particelle ed emissioni come fumo, polvere, pollini, peli di animali e un filtro ai carboni attivi che elimina cattivi odori e rendi inattivi eventuali gas nocivi per la salute.


Per Informazioni:


Olimpia Splendid

www.olimpiasplendid.it

800.811.866

[email protected]

No Comments
Comunicati

Strumenti ‹ Comunicati stampa e News — WordPress

“Stoccate Vincenti. Edoardo Mangiarotti, il Mito e la Scherma”
Roma, 21 marzo 2011, Piazza del Campidoglio, ore 14,30.
L’evento, organizzato dall’Associazione Culturale Arsmedia con il contributo di Roma Capitale e il patrocinio della Federazione Italiana Scherma, è finalizzato a dare ampia visibilità ad una disciplina sportiva, antica e nobile come la scherma, attraverso l’esaltazione dei miti sportivi del passato e del presente, celebrando la grande tradizione schermistica italiana che da più di un secolo porta sotto i riflettori mondiali grandi campioni professionisti.
Saranno presenti il Sindaco di Roma Capitale On. Giovanni Alemanno, il delegato allo Sport On. Alessandro Cochi, il presidente della FIS Giorgio Scarso, il Consigliere Nazionale FIS Vincenzo De Bartolomeo, il Presidente del Comitato Regionale FIS del Lazio Stefano Salvatore, il titolare di numerosi record Edoardo Mangiarotti e la nuova promessa italiana del fioretto femminile Elisa Di Francisca. Parteciperà, inoltre, l’ex schermidore Stefano Pantano che, forte del suo invidiabile palmares sportivo, ha dato amichevolmente la sua disponibilità per infondere ulteriore lustro al prestigio di questo evento.
Alla loro presenza saranno scoperte dal drappo tricolore le due steli da poco ritrovate e restaurate che riportano le iscrizioni, a memoria delle vittorie nell’XI Olimpiade svoltasi a Berlino nel 1936, delle squadre italiane olimpiche di fioretto e spada; verrà inoltre consegnata una targa alla carriera ad Edoardo Mangiarotti, vincitore di 6 ori olimpici e 13 mondiali, da parte della schermitrice Elisa di Francisca, in una sorta di simbolico passaggio di testimone tra la vecchia e la nuova generazione di grandi atleti della scherma.
La giornata proseguirà con gli “assalti” dei primi due classificati della categoria “Bambini delle Armi” (Sciabola, Fioretto e Spada) che si esibiranno sulla pedana olimpica allestita sulla Piazza del Campidoglio in avvincenti “duelli di spada”, ognuno alla ricerca della “stoccata vincente”.
A conclusione dell’evento, gli atleti delle scuole di scherma della Regione Lazio avranno l’onore di sfilare nella magnifica cornice della Piazza del Campidoglio indossando la tuta sociale del proprio Club.
Ad accompagnare tutte le fasi della manifestazione, la voce autorevole di Stefano Pantano che, con i suoi interventi, scandirà i momenti topici, dalla presentazione della cerimonia, al commento tecnico delle gare, sino ai ringraziamenti finali.
Ufficio Stampa
Alessandra Ventimiglia
[email protected]
3476404451

No Comments
Comunicati

Stoccate Vincenti.Edoardo Mangiarotti.Il mito e la scherma

“Stoccate Vincenti. Edoardo Mangiarotti, il Mito e la Scherma”
Roma, 21 marzo 2011, Piazza del Campidoglio, ore 14,30.
L’evento, organizzato dall’Associazione Culturale Arsmedia con il contributo di Roma Capitale e il patrocinio della Federazione Italiana Scherma, è finalizzato a dare ampia visibilità ad una disciplina sportiva, antica e nobile come la scherma, attraverso l’esaltazione dei miti sportivi del passato e del presente, celebrando la grande tradizione schermistica italiana che da più di un secolo porta sotto i riflettori mondiali grandi campioni professionisti.
Saranno presenti il Sindaco di Roma Capitale On. Giovanni Alemanno, il delegato allo Sport On. Alessandro Cochi, il presidente della FIS Giorgio Scarso, il Consigliere Nazionale FIS Vincenzo De Bartolomeo, il Presidente del Comitato Regionale FIS del Lazio Stefano Salvatore, il titolare di numerosi record Edoardo Mangiarotti e la nuova promessa italiana del fioretto femminile Elisa Di Francisca. Parteciperà, inoltre, l’ex schermidore Stefano Pantano che, forte del suo invidiabile palmares sportivo, ha dato amichevolmente la sua disponibilità per infondere ulteriore lustro al prestigio di questo evento.
Alla loro presenza saranno scoperte dal drappo tricolore le due steli da poco ritrovate e restaurate che riportano le iscrizioni, a memoria delle vittorie nell’XI Olimpiade svoltasi a Berlino nel 1936, delle squadre italiane olimpiche di fioretto e spada; verrà inoltre consegnata una targa alla carriera ad Edoardo Mangiarotti, vincitore di 6 ori olimpici e 13 mondiali, da parte della schermitrice Elisa di Francisca, in una sorta di simbolico passaggio di testimone tra la vecchia e la nuova generazione di grandi atleti della scherma.
La giornata proseguirà con gli “assalti” dei primi due classificati della categoria “Bambini delle Armi” (Sciabola, Fioretto e Spada) che si esibiranno sulla pedana olimpica allestita sulla Piazza del Campidoglio in avvincenti “duelli di spada”, ognuno alla ricerca della “stoccata vincente”.
A conclusione dell’evento, gli atleti delle scuole di scherma della Regione Lazio avranno l’onore di sfilare nella magnifica cornice della Piazza del Campidoglio indossando la tuta sociale del proprio Club.
Ad accompagnare tutte le fasi della manifestazione, la voce autorevole di Stefano Pantano che, con i suoi interventi, scandirà i momenti topici, dalla presentazione della cerimonia, al commento tecnico delle gare, sino ai ringraziamenti finali.
Ufficio Stampa
Alessandra Ventimiglia
[email protected]
3476404451

No Comments
Comunicati

Un’esperienza indimenticable: la Toscana a primavera

La Toscana è una regione celebrata da sempre per la sua bellezza paesaggistica, le sue tradizioni millenarie, l’arte e la cultura enogastronomica. Una regione che affascina in qualunque stagione e qualunque sia la ragione che vi ha portato a visitarla. Quello che continua ad affascinare noi Toscani, è la romantica ed intensa bellezza che la caratterizza durante la primavera. Una bellezza oltre ogni immaginazione, vivibile a pieno se si trascorrono alcuni giorni in uno dei tanti agriturismo Siena e dintorni.

Se vi trovate a Siena, è sufficiente lasciarsi alle spalle il centro cittadino ed iniziare a perdersi in una delle tante strade di campagna e prendere alloggio in uno dei numerosi agriturismo provincia di Siena, possibilmente un agriturismo Toscana con piscina, che troverete lungo l’itinerario scelto. All’inizio, la natura vi circonderà in maniera dolce e gentile ma sarete ben presto assaliti da un oceano di profumi e colori intensi; così intensi da togliere il fiato.

La campagna Toscana in primavera è uno dei posti più romantici che possiate visitare. Un luogo capace di suscitare emozioni forti, passionali e profonde. Svegliarsi la mattina presto nell’agriturismo vicino Siena che avete scelto, fare una lunga passeggiata fra le colline, addentrandosi in uno dei tanti sentieri che si perdono nei boschi e nel silenzio che li pervade, circondati solo dai rumori della natura, dai suoi profumi e dai suoi colori. Tenendosi teneramente mano nella mano, lontano da tutto e da tutti. In una pace che toccherà la vostra anima.

Una natura gentile contraddistinta da un clima mite, una natura ancora incontaminata disturbata solo da qualche vecchia casa colonica come il Colle Val d’Elsa agriturismo che avete scelto come nido d’amore per questa esperienza straordinaria. Il luogo ideale dove tornare dopo essersi immersi nella natura per tutto il giorno, dopo aver gustato le specialità culinarie in una delle tante trattorie Toscane, dopo aver vissuto in maniera slow per un giorno intero. Un luogo dove ritirarsi in intimità, sempre immersi nella meravigliosa primavera Toscana.

No Comments
Comunicati

LA BIOEDILIZIA DI FOREST A CASTELVERDE (RM)

Forest, azienda italiana specializzata nella progettazione e costruzione di case, tetti e coperture a struttura portante in legno, sta iniziando i lavori preliminari per la costruzione di 8 appartamenti in località Castelverde, alle porte di Roma. Il progetto è firmato dall’architetto Paola Tiburzi per lo studio d’architettura S.T.Arch – s.r.l. su commissione dell’impresa  ELACE COSTRUZIONI s.r.l.

Il principio base delle costruzioni in Classe A è minimizzare il fabbisogno di energia e coprirlo con energia rinnovabile. Proprio per questo sono stati studiati in fase progettuale tutti gli elementi necessari a raggiungere l’obiettivo: un involucro edilizio molto isolato; l’eliminazione di ponti termici, causa di dispersione di calore e problemi di condensa sulle superfici esterne; impianti termici in grado di interagire con le energie rinnovabili.

Dal punto di vista ambientale, il risparmio energetico, e quindi la riduzione delle emissioni inquinanti è notevole: una casa in classe A assicura un consumo inferiore a 30 KWh/mq anno contro i 130 KWh/mq anno di un’abitazione tradizionale italiana.

“Case come queste iniziano a risparmiare energia nel momento in cui le progettiamo” dichiara l’architetto Paola Tiburzi dello studio d’architettura S.T.Arch, “non solo per la loro forma e il loro orientamento, ma soprattutto per i materiali con i quali le realizziamo. La struttura, costituita da pareti in X-Lam, associata al coibente termico di elevato spessore, al tetto ventilato Forest e ai solai garantiscono la massima efficienza dell’involucro edilizio in termini energetici, acustici e sismici.

Le fonti energetiche rinnovabili attraverso il sistema a pannelli fotovoltaici e del solare termico, di ausilio agli impianti tradizionali per il riscaldamento e il raffrescamento dell’edificio, completano questo sistema di costruzione sostenibile e intelligente.”

“Una casa in Classe A è un investimento che dura nel tempo, con ritorni economici costanti, poiché garantisce all’utente una spesa di gestione molto bassa” spiega Mario Di Romano, Direttore Commerciale di Forest .

“Siamo certi che questo nucleo a Castelverde sarà  un esempio costruttivo in grado di mostrare realmente i vantaggi di una costruzione a risparmio energetico.”

No Comments