Daily Archives

28 Marzo 2011

Comunicati

Italiaviaggi.biz: il sito che promuove il turismo in Italia


È on-line il sito che vuole essere un progetto innovativo per promuovere il turismo in Italia. Qui l’aspirante turista può trovare tutto ciò che occorre sapere per visitare l’Italia: dalla grande città al piccolo borgo sperduto, dall’agriturismo al centro benessere, dagli itinerari naturalistici a quelli d’arte e cultura.

Il sito è strutturato come un giornale on-line, diviso in sezioni tematiche, rubriche ma anche per regione, in modo da rendere semplice e immediata la ricerca di qualsiasi argomento. La struttura pulita e immediata, la grafica curata, l’ordine nell’esporre le varie categorie, rendono il sito di facile e piacevole consultazione.

I siti che parlano del nostro Paese, infatti,  sono tanti, ma spesso risultano caotici, poco accattivanti graficamente e poveri di informazioni. I testi sono spesso frutto di un copia-e-incolla da altri siti oppure mancano del tutto, sostituiti da centinaia di link ad altri siti più specifici che non fanno altro che confondere l’utente.

Su italiaviaggi.biz chiunque può improvvisarsi giornalista e pubblicare la sua recensione, articolo o diario di viaggio su un paese, albergo, museo, ristorante che ha visitato.
Una Community attenta e dinamica, destinata a crescere ogni giorno di più,  che rende il giornale dinamico e interattivo al massimo.

Ma non è tutto! Italiaviaggi.biz offre infatti la possibilità a chiunque possieda una struttura turistica di promuoverla sul sito, attraverso una vetrina personalizzata realizzabile in pochi click, che presenterà i dati dell’attività, la sua descrizione, le foto e le informazioni per i contatti.

www.italiaviaggi.biz

No Comments
Comunicati

RAMPINADA: “PIATTO RICCO MI CI FICCO”. A DAONE LA MTB PROTAGONISTA A GIUGNO


Tre edizioni, ma tradizione consumata su un territorio ideale per la mtb

La seconda tappa di Trentino MTB è in calendario il 5 giugno

Nel 2011 gara inserita anche nel circuito fi’zi:k

Sabato di vigilia c’è la novità dell’appuntamento per i giovanissimi

Le ricette più semplici sono da sempre le più apprezzate. E allora, prendete una domenica di inizio giugno, la prima per esattezza. Aggiungete una dose massiccia di divertimento, conditela con una natura semplicemente meravigliosa, un pizzico di grinta e, ovviamente, non va dimenticata la mountain bike. Ecco pronta la “Rampinada – Memorial Dario Corradi” nella trentina Valle di Daone, servita su di un piatto d’argento domenica 5 giugno prossimo.

Con la primavera ormai iniziata e le biciclette messe nuovamente in movimento dopo il lungo inverno, la mente viaggia veloce agli appuntamenti dei prossimi mesi e tra questi la Rampinada di Daone ha un posto di indubbia importanza. Quest’anno il team dell’Asd Ciclistica Val Daone festeggia la terza edizione dell’evento in off-road e c’è da scommetterci che ci saranno tanti bikers che alla Rampinada vorranno fare… festa.

I numeri della giovane competizione trentina parlano chiaro: 35 km per la quasi totalità in fuori strada, con 1.500 metri di dislivello spalmati lungo spettacolari single track, sterrati a misura di mtb, tratti di discesa mozzafiato e salite dove bisogna saltare sui pedali e puntare dritti alla cima. Basti pensare al temibile sentiero dopo la frazione di Manon, anticipato dall’intimidatorio cartello che recita: “Benvenuti all’inferno!”.

Tutto ciò sarà inoltre arricchito da un panorama ricco di fascino, con le malghe della zona a fare da cornice e gli abitanti dei boschi probabili spettatori lungo i sentieri. Già, perché la Valle di Daone è una successione di paesaggi sempre diversi e suggestivi, popolati da una ricca fauna con camosci, caprioli, cervi, stambecchi e marmotte, che magari potranno fare la gioia di fotografi e curiosi o sorprendere i bikers in azione. In zona c’è anche l’orso, non ci sarà ovviamente nulla da temere, questo sia chiaro, ma la “Rampinada – Memorial Dario Corradi” è anche tutto questo, ed è tutto questo che piace da sempre.

Lo scorso giugno si presentarono oltre 400 concorrenti al via in Località Pracul, non lontano dal paese di Daone, e fu un’autentica festa dell’off-road immersi in una fantastica giornata di sole. La vittoria secondo il cronometro andò al piemontese Luca Ronchi e alla trentina Claudia Paolazzi, con i vari Massimo Debertolis, Ramon Bianchi, Andrea Zamboni, Ilse Pertoli e Lorena Zocca che si sono dovuti inchinare ai due vincitori, bravi ad interpretare con maggiore determinazione e capacità il non banale percorso di gara.

La Rampinada 2011 sarà ancora una volta seconda tappa del circuito Trentino MTB, dopo la ValdiNon Bike di metà maggio a Cavareno. Le successive cinque prove del prestigioso challenge saranno la “1000Grobbe Bike – 100 Km dei Forti” sugli Altipiani di Folgaria, Lavarone e Luserna (17-19 giugno), la “Lessinia Bike” di Sega di Ala (24 luglio), la “Vecia Ferovia dela Val de Fiemme” di Molina di Fiemme (7 agosto), la “Val di Fassa Bike” di Moena (11 settembre) e la “3T Bike” di Telve Valsugana (2 ottobre). Ma quest’edizione della Rampinada è anche new entry del circuito fi’zi:k.

Una bella novità proposta dall’Asd Ciclistica Val Daone per l’appuntamento di quest’anno è la “Mini Rampinada” riservata ai giovanissimi, che sarà al via il sabato di vigilia.

Sul rinnovato sito www.rampinada.it a breve saranno disponibili tutte le informazioni riguardanti i dettagli della manifestazione. Le iscrizioni sono aperte e la tariffa è di 27 Euro per chi si iscrive entro il 29 maggio, dopodiché si sale a 30 Euro e ci si può registrare anche sul posto fino ad un’ora dallo start. Per le squadre numerose ci sarà un’iscrizione gratuita ogni 10 atleti registrati.

La competizione del prossimo 5 giugno è organizzata dall’Asd Ciclistica Val Daone del presidente Matteo Brisaghella con il patrocinio della Provincia Autonoma di Trento, della Regione Trentino Alto Adige, del Bim del Chiese e dei Comuni di Daone, Bersone e Pieve di Bono.

Info: www.rampinada.it

No Comments
Comunicati

Disponibile online il nuovo sito internet di Alessandra Cerreta, Avvocato

 

Comunichiamo l’apertura del nuovo sito web di Alessandra Cerreta, avvocato prevalentemente attivo nel settore giuridico del Diritto penale societario.

Formazione Alessandra Cerreta

Dal 1992 l’Avv. Alessandra Cerreta è iscritto all’Ordine degli Avvocati di Milano, abilitandosi nel medesimo anno alla professione, attraverso l’ iscrizione alla Camera Penale "Giandomenico Pisapia" di Milano.
L’Avv. Alessandra Cerreta, attualmente, svolge attività professionale presso la sede di Milano dello Studio Legale Todarello & Partners, prevalentemente attivo negli ambiti dell’assistenza giudiziale e stragiudiziale, in relazione al rischio legale dell’Impresa, sia alle aziende che ai singoli imprenditori. All’interno del sito personale dell’Avv. Alessandra Cerreta, troverete una sintetica descrizione delle attività svolte dallo Studio Todarello & Partners, nonché la suite di servizi offerti

Esperienze Alessandra Cerreta

L’Avv. Alessandra Cerreta ha maturato esperienze, con impegno e professionalità, in contesti aziendali e gruppi industriali di caratura multinazionale, come Telecom Italia e Pirelli, nei quali ha avuto ruoli consulenziali e manageriali.
Competente sui temi organizzativi in relazione ai sistemi di controllo e governance, Alessandra Cerreta si è occupata, inoltre, delle Società e degli Enti ex D.Lgs. 231/2001, relativamente al Diritto penale dell’ Impresa.
Tra il 2002 e il 2007 l’Avv. Alessandra Cerreta è stata Membro del Tavolo di Confindustria ai fini della redazione dei Modelli e delle Linee Guida in tema di Responsabilità amministrativa delle Società e degli Enti ex D.Lgs. 231.
Sempre tra il 2002 ed il 2007, l’Avv. Alessandra Cerreta ha ricevuto la nomina di Membro del Gruppo di Lavoro di Confindustria sui Modelli e sugli schemi di Controllo per l’aggiornamento dei "Modelli organizzativi e schemi di controllo alla luce dei reati per abuso di informazioni privilegiate e manipolazione del mercato (Market Abuse)".

Attualmente, Alessandra Cerreta è Membro indipendente dell’Organismo di Vigilanza di un gruppo multinazionale di imprese, e membro di AOdV, Associazione componenti di Organismi di Vigilanza.
Ulteriori informazioni sulle esperienze formative e professionali dell’Avv. Alessandra Cerreta sono disponibili sul sito web personale, in cui potrete agevolmente reperire recapiti personali per un contatto diretto con Alessandra Cerreta.

 


Fonti, risorse online:

Profilo Twitter di Alessandra Cerreta

Profilo Linkedin di Alessandra Cerreta

Comunicato stampa su Alessandra Cerreta

Articolo su Alessandra Cerreta

 

No Comments
Comunicati

NUOVA CAMPAGNA STAMPA STOSA CUCINE 2011: GIOVANE E INTERATTIVA

Marzo 2011 – Stosa Cucine, azienda che da oltre 40 anni produce cucine di qualità, lancia la sua nuova campagna stampa che sarà presente sulle principali testate di settore e generaliste. La campagna 2011 si propone due obiettivi principali. Da un lato Stosa Cucine vuole promuovere e ribadire il proprio claim, presente nelle ultime campagne, Abbiamo la ricetta giusta”. Una ricetta fatta di qualità, prezzi straordinariamente competitivi e tradizione, uniti alla passione e alla genuinità di una famiglia che guida con successo quest’azienda. Dall’altro, con la campagna 2011, Stosa Cucine vuole rendere protagonisti non solo gli ultimi modelli delle proprie collezioni, ma gli utenti, ovvero i sostenitori della Fan Page di Facebook che una cucina Stosa già ce l’hanno. Infatti, la nuova campagna è interattiva, in linea con le opportunità che i social network mettono a disposizione. Stosa Cucine crede in tal modo nella possibilità di comunicare i valori e gli asset del proprio brand attraverso gli strumenti di Internet: per la nuova immagine 2011, si realizza dunque un’azione coordinata con la Fan Page di Facebook. Un concept nuovo e originale, non ancora sviluppato per una campagna di comunicazione da nessuna delle aziende del settore arredamento e dai produttori di cucine. Il contest è quindi semplice e intuitivo: compilando un apposito form postato all’interno della Fan Page di Facebook, i fan potranno avere l’opportunità di essere inseriti nelle pubblicità di Stosa Cucine con una foto che a loro piacimento decideranno di utilizzare. Scelti per la propria partecipazione alla Fan Page o per la foto più in linea con l’immagine Stosa, saranno i co-protagonisti della nuova advertising 2011, diventando così testimonial diretti dei valori dell’azienda. La campagna gioca sull’espressione “Mi piace” tipica del più famoso tra i social network ed entrata ormai nel linguaggio corrente di tutti i giorni: un’opinione decisa rivolta alla propria cucina Stosa e che si unisce al piacere di essere presenti nella campagna Stosa Cucine 2011. Un concetto semplice e trasversale, compreso non solo dai più giovani che hanno una familiarità consolidata con i social network, ma anche da tutti coloro che possiedono una diversa dimestichezza con Internet e i nuovi modi di comunicare. Il format è stato progettato dall’agenzia Kinetix e pianificato dall’agenzia Anteprima Group.


UFFICIO STAMPA ANTEPRIMA GROUP

Via Nolfi 56 – 61032 Fano (PU)

Tel: 0721 831507 – Fax: 0721 837091

www.stosa.it

http://www.facebook.com/pages/STOSA-CUCINE/286103388200

No Comments
Comunicati

Bomboniere: una tradizione italiana diffusa anche in altri paesi


Anche se il termine bomboniera deriva dal francese, possiamo dire che la tradizione di regalare ai propri ospiti delle bomboniere comunione, matrimonio o per molti altri eventi importanti nella vita delle persone sia prettamente italiana. La parola bomboniera deriva infatti da “bombonnière”, termine francese che stava ad indicare, a partire dal XVIII secolo, una scatoletta finemente lavorata e contenente dei dolcetti (bon-bon in francese), ma anche se non li si chiamava con il termine che oggi conosciamo, già nell’Italia del XV secolo le future coppie di sposi erano soliti scambiarsi degli oggetti contenenti confetti o altro. Nel corso dei secoli tale usanza ha certamente subito dei cambiamenti, e si è diffusa anche in altri paesi, ma possiamo affermare che quella delle bomboniere è sempre stata una tradizione tipicamente italiana.

Inizialmente le bomboniere venivano regalate agli ospiti solo in occasione di matrimoni, e in questo senso cominciarono ad essere apprezzate anche in Francia durante il XVIII secolo. L’usanza di regalarle anche in occasione di altri eventi importanti, dai battesimi alle lauree, dalle comunioni alle cresime, si diffuse in Italia sono nei secoli successivi, in particolare a partire dal secondo dopoguerra, e tale usanza persiste tuttora.

Anche se la tradizione delle confezioni bomboniere appartiene soprattutto al bagaglio culturale italiano, non si può però negare che delle usanze simili, soprattutto in occasione dei matrimoni, sono diffuse, o si stanno diffondendo, anche in molte altre culture e in molti altri paesi. In Grecia, per esempio, le bomboniere fanno già parte delle tradizioni locali, mentre sta crescendo sempre di più l’interesse nei loro confronti in paesi come il Portogallo, l’Irlanda, la Gran Bretagna e gli Stati Uniti, ma anche in Africa e in Australia.

Naturalmente i tipi di bomboniere e le modalità con cui vengono donate agli ospiti variano di paese in paese, adattandosi in qualche modo agli usi e costumi tipici e già radicati del luogo. Negli Stati Uniti e in Inghilterra, per esempio, sta prendendo sempre più piede l’abitudine di usare dei segnaposto che sono anche dei piccoli doni per gli invitati, mentre in Svizzera le bomboniere tradizionali sono dei semplici fazzolettini rossi. C’è l’abitudine di fare dei piccoli doni durante le cerimonie nuziali anche in paesi per noi “esotici”, come la Malesia, dove si usa regalare delle uova soda decorate, mentre in Giappone, paese in cui gli ospiti sono sacri, solitamente si regalano dei preziosi doni chiamati “Hikidemono”, ma si offrono anche delle focaccine al vapore ripiene di fagiolini chiamate “kohaku manjyhu”. In Cina, invece, non si regalano degli oggetti, ma il dono che le coppie di sposi fanno agli ospiti anziani, in segno di rispetto, consiste nell’offrire loro delle tazze di tè.

In Italia le bomboniere non possono prescindere dai confetti, che le accompagnano sia che si tratti di bomboniere nuziali che di altri tipi di bomboniere, e che infatti si possono acquistare anche in qualsiasi negozio bomboniere. Ad ogni evento corrisponde un colore diverso di confetti, ed il numero di confetti donati può variare, anche se deve essere sempre dispari. Questo però non succede solo in Italia: anche in Grecia e in Francia, infatti, le bomboniere nuziali sono spesso accompagnate da cinque confetti o mandorle.

Articolo a cura di Francesca Tessarollo
Prima Posizione Srl – posizionare sito sui motori

No Comments
Comunicati

La storia tra un cliente e la sua concessionaria si chiama CARcomauto!


Da più di cinquant’anni, CARcomauto rappresenta l’eccellenza nella vendita di automobili Volkswagen e Audi a Milano, senza esaurire mai il suo impegno per la soddisfazione dell’acquirente. Proprio per questo propone sempre grandi occasioni e continue offerte a tutto vantaggio di chi desidera guidare la sua nuova auto senza troppi pensieri. CARcomauto, infatti, riesce a stabilire con ogni suo cliente un rapporto privilegiato, che si costruisce su accordi chiari e trasparenti e sulla ferma intenzione di tenerlo vivo anche durante le fasi successive all’acquisto.

Tutto inizia con un insolito finanziamento… Che tu voglia una Passat o una Golf, infatti, CARcomauto da oggi accorcia le distanze tra te e la tua macchina dei sogni, offrendoti una promozione originale che va ad esclusivo vantaggio dell’acquirente: All-In tutto compreso! E’ un particolare finanziamento a 6 anni che non ti fa versare neanche un centesimo in più rispetto al prezzo reale della tua Volkswagen. Questo è possibile solo perché CARcomauto mette a disposizione le proprie risorse per garantirti una serie di vantaggi effettivi, consegnandoti chiavi in mano la tua nuova Volkswagen ad un prezzo davvero incredibile!

CARcomauto ti garantisce una serie di benefici concreti:

Un’assistenza attenta e puntuale nel lungo periodo.

5 anni di garanzia e 6 anni di manutenzione ordinaria gratuita, tagliandi compresi!

72 mesi di finanziamento non è un periodo troppo lungo perchè la durata del finanziamento è flessibile: la puoi accorciare quando vuoi e conserverai intatti tutti i vantaggi senza penali!

Se pensi di non riuscire ad usufruire di tutti i vantaggi previsti per te, CARcomauto ha la miglior soluzione anche per questo, infatti lo sconto è personalizzato in base alle tue esigenze! CARcomauto provvederà a convertire il valore del servizio in uno sconto immediato sulla tua auto!

Non ti resta che recarti agli Showroom di CARcomauto, in viale Certosa 9 a Milano e in viale della Repubblica 32 a Melegnano, dove verrai accolto da uno staff competente ed aggiornato, che ti seguirà e ti consiglierà nella valutazione e nella scelta.

Oppure puoi chiamare lo 02 39239222: il numero dedicato All-In!

Una relazione si costruisce anche con un click. E’ da poco online il nuovo portale di CARcomauto, che ha scelto di fortificare anche la sua presenza in rete, per permetterti di essere informato e seguito passo dopo passo dalla comodità di casa tua. Dopo un accurato restyling, ora potrete visitare in tutta semplicità la nuova vetrina virtuale di CARcomauto all’indirizzo www.carcomauto.it.

La storica concessionaria, tenendo sempre in mano il suo bagaglio quinquennale di pratica e di esperienza, non si risparmia sul futuro e offre agli internauti un sito studiato per offrire la più pulita ed intuitiva esperienza di navigazione possibile. Rinnovato con un’elegante grafica, arricchito di migliori contenuti e più funzionale nei servizi online offerti, il nuovo portale di CARcomauto è pratico ed accessibile, oltre ad essere perfettamente interfacciato per le applicazioni iPhone e iPad.

Il migliore amico di una concessionaria: il cliente! CARcomauto si impegna ogni anno di più a stabilire ed alimentare un rapporto onesto e duraturo con ogni suo cliente. Una relazione che va oltre la semplice vendita dell’auto che desideri, affinché un rapporto commerciale possa essere rivalutato anche in un’ottica sociale, per un’esperienza d’acquisto che sia, ora più che mai, differente dal passato.

CARcomauto vuole staccarsi definitivamente dalla tradizionale immagine della concessionaria alle strette dipendenze delle aziende automobilistiche e riscoprirsi come una società di servizi per il cliente, orientata esclusivamente alla soddisfazione delle sue esigenze di ogni giorno. Per questo associa agli Showroom gestiti da personale preparato ed accogliente innovativi servizi online sempre dalla parte del suo cliente, come: informazioni e prenotazioni, consultazione dei modelli disponibili (per nuovo e usato), visione di tutte le promozioni riservate ai possessori della Fidelity Card, la possibilità di inviare richieste di informazioni e prenotare tagliando, revisione, ricambi, persino un giro di prova sull’auto preferita, semplicemente compilando un pratico form e, ovviamente, tanto altro!

Ti manca ancora qualcosa per essere convinto della straordinaria attenzione di CARcomauto per i suo clienti? Allora eccolo qui: la concessionaria, oltre a riservarti uno sconto speciale su ogni vettura, ti regala subito un assegno spendibile sull’acquisto della tua nuova auto semplicemente inviando la tua richiesta personalizzata. Che cosa stai aspettando ancora? Visita il sito www.carcomauto.it o corri agli Showroom di Milano e Melegnano, la tua storia con CARcomauto sta per iniziare!

Per Informazioni:

Ufficio Stampa Artémida: Emanuela Lodolo – [email protected]

No Comments
Comunicati

KILIAN JORNET BURGADA SKI-ALPER E… MOTOCICLISTA PUNTA ALLA SKI ALP RACE DOLOMITI DI BRENTA (TN)


Alla 37.a Ski Alp Race del 10 aprile anche il campione del mondo Kilian Jornet Burgada

Il catalano proverà a portarsi a casa anche il premio speciale, una Ducati

Per gli ski-alpers Dolomiti imbiancate a dovere sui 18 km del tracciato

L’organizzazione è sempre curata dallo Sporting Club Campiglio

La nuova “fiamma” di Kilian Jornet Burgada è italiana, più precisamente trentina. L’alpinista e skyrunner catalano ha infatti un debole per una “veterana” di sci e pelli, ovvero la Ski Alp Race – Dolomiti di Brenta, in Trentino.

La celebre gara, che dal 1975 si disputa ininterrottamente sulle nevi della Val Rendena e dal 1988 a Madonna di Campiglio, anche quest’anno registra tra i propri iscritti il nome dello spagnolo, vincitore dei recenti Campionati del Mondo di Claut (PN), il quale si è già prenotato per il prossimo 10 aprile.

Studiando le caratteristiche della storica scialpinistica, potrebbe nascere il sospetto che ad attirare l’attenzione del giovane campione ci sia stato anche un secondo colpo di fulmine made in Italy. Infatti, oltre alle attrattive tipiche della gara (come percorsi unici e tanti fuoriclasse al via), la Ski Alp Race vanta da sempre un’altra “chicca”, ovvero uno speciale premio per il vincitore. Per il 37° compleanno, il team organizzatore dello Sporting Club Campiglio ha pensato di mettere in palio una moto Ducati Hypermotard 796 nuova fiammante, firmata dai due piloti della casa bolognese, Valentino Rossi e Nicky Hayden, sulle nevi di Campiglio lo scorso inverno.

Per Kilian Jornet Burgada si prospetta così l’occasione di aggiungere un pezzo raro al suo garage personale, già impreziosito lo scorso anno da una fuoristrada Honda, vinta grazie alle sue abilità di corridore al Giir di Mont, appuntamento estivo di skyrunning nel premanese (Lecco).

Una bella vittoria alla 37.a Ski Alp Race sarebbe certo un bel bis “motociclistico” per il ventiquattrenne catalano, ma non solo, perché segnerebbe anche (e finalmente, si potrebbe dire) il primo successo di Burgada sulle nevi del Brenta. Il fuoriclasse finora non è mai riuscito a firmare l’albo d’oro della gara trentina, dove figurano nomi di tutto rispetto come quelli di Troillet, Pellissier, Roux, Perrier, Bon Mardion, Reichegger, Giacomelli, Lunger, Follis e Pedranzini. Tra i vincitori, poi, c’è anche (nel 2009) quel Matteo Eydallin con il quale Burgada cerca senza dubbio una rivincita. L’azzurro del CS Esercito e  Kilian Jornet Burgada sono infatti i due protagonisti della Coppa del Mondo in questa stagione, con il primo a guidare la classifica a scapito del catalano. La conquista del primo posto alla Ski Alp Race di quest’anno potrebbe così segnare un bel 1-1 (almeno nell’albo d’oro) tra i due leader mondiali.

La gara delle Dolomiti di Brenta è gettonata non solo in quel di Catalogna, ma riscuote successi in ogni dove, e in questi giorni il comitato organizzatore è al lavoro per registrare le numerose iscrizioni, in corsa fino a giovedì 7 aprile. In attesa del via, il Brenta è imbiancato a dovere, e il direttore di gara Rino Pedergnana ha assicurato l’ottimo stato del percorso. È quello classico, temuto quanto amato dagli scialpinisti, con i suoi 1.835 metri di dislivello. Lo start sarà come sempre dal suggestivo Rifugio Boch (a quota 2.085 metri), da dove si partirà alla volta di Cima Grostè (2.901 metri) e della successiva discesa dal Campaniletto, tratto prediletto dagli amanti della velocità spericolata. Dopo la salita fino a Bocca di Sella a 2.760 metri d’altitudine, si punta di nuovo verso Passo Grostè e, infine, al Rifugio Boch, punto d’arrivo che scriverà la parola “fine” sui 18 km e mezzo del tracciato. Un cocktail di sicuro successo, che garantirà anche quest’anno il consueto pieno di grande sport e divertimento.

Le iscrizioni, come detto, sono attive fino alle ore 20,00 del 7 aprile, e consentono di scegliere tra due formule, con o senza pernottamento. Il “pacchetto completo” proposto dagli organizzatori guidati da Paolo Burrini e dal vice Alberto Cozzio, comprende la cena buffet, il pernottamento con prima colazione e un pacco gara davvero sostanzioso, che ai primi 200 iscritti regala pure un piumino tecnico marchiato Camp.

Consultando il sito www.sportcampiglio.com, nella sezione dedicata alla Ski Alp Race si possono trovare tutte le informazioni su regolamento, iscrizioni, percorsi e altri dettagli relativi alla gara.

Info: www.sportcampiglio.com

No Comments
Comunicati

RED 365 SYSTEM energia green 365 giorni l’anno


MCZ Group, azienda friulana attiva sul mercato del riscaldamento domestico e della cottura da esterno con il marchio Sunday, lancia il nuovo brand RED, la linea che integra i tradizionali sistemi energetici producendo energia dal sole e dalle biomasse e permettendo così di ridurre le emissioni di CO2, migliorare il comfort e abbattere il costo dell’energia.

La linea RED comprende sistemi a biomassa e sistemi solari caratterizzati da semplicità d’uso, elevate prestazioni, affidabilità e prezzo competitivo.
RED, pensato per chi oggi è sensibile al tema ambientale e ne fa una scelta di vita e per chi apprezza i risparmi che i sistemi alternativi garantiscono anche grazie ai contributi fiscali presenti in molti paesi, utilizza le due grandi fonti energetiche, sole e biomassa, per fornire energia e climatizzazione agli ambienti domestici, prelevando in maniera equilibrata energia primaria dall’ambiente senza immettere nell’atmosfera gas nocivi.

Il sistema RED include tre modelli di caldaie a pellet (Compact, Practika e Variomatic) e una caldaia a legna (Tecnika): semplici nel funzionamento, robuste, affidabili, democratiche nel prezzo.
Le caldaie RED hanno un rendimento fino al 93% e sono omologate EN 303-5 classe 3. Un pannello digitale semplice e intuitivo integrato alla caldaia gestisce tutta la programmazione dell’impianto: con pochi gesti si imposta la temperatura provvederà verrà mantenuta costante durante tutto l’arco della giornata. Infine, un capiente cassetto cenere per la pulizia settimanale o mensile rende la manutenzione particolarmente semplice.
Le caldaie sono integrabili con serbatoi remoti da 100 kg (di serie per Practika), 200 kg o 400 kg (optional per tutti i modelli).

Per ulteriori informazioni:
RED di MCZ Group
www.mcz.it
www.red-fire.it
0434 599599
[email protected]

No Comments
Comunicati

“MIMA Design Lab” – see the world differently


Per conoscere e condividere le nuove frontiere del design, il Fuorisalone rappresenta una serie di appuntamenti da non perdere. Da oltre vent’anni è un’occasione unica per tutte le aziende che vogliono sperimentare e dare alla luce creazioni sempre più innovative. L’edizione del 2011 non poteva non esibire i rivoluzionari passeggini MIMA: non soltanto un prodotto utile e funzionale, ma anche un vero e proprio prodotto di alta tecnologia e design!

Prima che un passeggino per bambini MIMA vuole essere un oggetto di design elegante, pratico e innovativo: è proprio questa caratteristica a renderlo totalmente inedito sul mercato italiano per l’infanzia. MIMA realizza i propri passeggini con materiali mai utilizzati finora per prodotti rivolti alla prima infanzia: uno strato di poliuretano riveste la struttura fatta in Eva. A queste caratteristiche funzionali, MIMA unisce un design particolare appositamente studiato per la comodità della mamma e del bambino.

MIMA presenterà la sua originale linea in anteprima italiana al Fuorisalone 2011, dal 12 al 17 Aprile, e mostrerà come bellezza, essenzialità e funzionalità possano essere coniugate in maniera esemplare; specie se si tratta di un prodotto di uso comune come il passeggino e di un mercato attraente e ricco di spunti come quello dei prodotti per bambini. Per non far mancare le nuove proposte del design moderno nemmeno ai più piccoli!

Il 13 Aprile, a partire dalle 10:30, presso l’area START! di via Tortona, 14 a Milano si terrà la conferenza stampa “MIMA museum”. Sono invitati a partecipare tutti i giornalisti e i bloggers del settore bimbi, moda e design, e chiunque voglia avere informazioni in più riguardo al lancio del brand spagnolo mima sul mercato italiano, e parlare direttamente con il progettista di questi originali passeggini: Davy Kho.

Negli ultimi quattro anni, Davy e sua moglie Yolanda, anche lei una designer di successo, si sono dedicati alla creazione e allo sviluppo di un marchio tutto loro nel mercato dei prodotti per i piccoli: MIMA. Davy e Yolanda, prendendo l’ispirazione dal loro stesso ruolo di genitori di due bambini, credono fermamente che ogni prodotto debba aggiungere qualcosa di speciale al preesistente, altrimenti non sarebbe giustificata la sua esistenza sul mercato. I loro innovativi passeggini ne sono una testimonianza.

MIMA è un marchio emergente per i bebè e per il mercato della prima infanzia. E’ un marchio per famiglie cosmopolite, che sanno apprezzare design e comfort, e che soprattutto si identifichino con questo stile di vita. Un marchio dal disegno elegante, che sa fondere innovazione e praticità, grazie al funzionale sistema brevettato che fa sì che la carrozzina si possa convertire velocemente in seggiolino.

Gli innovativi passeggini MIMA sono quindi un prodotto originale e di tendenza. Il modello kobi, infatti, ha già vinto il premio per l’innovazione nell’area passeggio alla Fiera Kind & Jugend di Colonia nel 2009 e stupirà anche l’Italia perché, oltretutto, è l’unico passeggino con due sedute verticali, per gemelli o fratellini. La seconda di queste sedute è opzionale e convertibile in una culla. Ma la praticità e la funzionalità dei passeggini MIMA viaggia di pari passo con la loro particolare bellezza e con una cura del dettaglio degna di un prodotto di design per eccellenza.

Design, funzionalità e la scelta innovativa di materiali mai usati per la produzione di un passeggino saranno solo alcuni dei temi che ruoteranno attorno a questa esclusiva conferenza. E, in questa cornice, si esibiranno in performance artistiche ispirate ai passeggini MIMA dei designer d’eccezione:

Lorenzo Gecchelin, architetto premiato in diversi concorsi di design (tra cui XX Compasso d’Oro ADI del 2004). Laureato al Politecnico di Milano, dal 1996 collabora con lo Studio Gecchelin nel ruolo di product designer, progettando per marchi come Fratelli Guzzini, Aermec-Riello, Poltrona Frau, Almini Milano, Kelvin Italy, Whirlpool Europe, Antonangeli, ecc. In concomitanza con questo lavoro, Gecchelin pratica anche attività di packaging, grafica e comunicazione, allestimenti fieristici e progetti di ristrutturazione ed arredamento d’interni.

Antonio Pio Giovanditto, laureato in Architettura nel 1986, a Milano ha collaborato prima con lo Studio S.C.A.R. per progetti di architettura e design in Europa, Giappone e Medio Oriente, e poi con lo studio Sottsass Associati al concept e allo sviluppo della “Galleria delle Idee” (showroom innovativo, pensato come un micro-villaggio, della Floor Gres). Ha partecipato al Salone del Mobile di Milano nel 1993-94 per la collezione di mobili King Size Furniture, e nel 2001 presentando una collezione di mobili con un proprio marchio: I.L.Y.DE. Ha insegnato Disegno del mobile all’Istituto Europeo di Design e all’ISAD di Milano.

Hiroshi Ono, laureato all’Aich Fine Arts University in Design Ambientale. Si è occupato dell’allestimento di diversi locali, come Club Mo-Bay e Rosa El tipo a Nagoya (in Giappone). Dal 1994 Hiroshi, dopo essersi trasferito in Italia, ha lavorato come designer presso lo Studio Sowden di Milano, di cui dal 1996 come socio. Durante questo periodo ha partecipato a diversi progetti, tra cui quelli per Telecom Italia, Olivetti, Veron, Alessi. Ha realizzato, nel 1999, una mostra dal titolo “Hiroshi&Davy” presso la Galleria Ciovasso di Milano, un evento parallelo al Salone del Mobile. Nel 2001 ha aperto a Milano lo studio Happy Design, con l’obiettivo di offrire, in poco tempo, la soluzione migliore per le esigenze del cliente e dell’utente finale. Hiroshi collabora anche con diverse società a livello internazionale, come: Lavazza, Graco, Disney, Hannspree Newell, Top Cancelleria, iLinko.

Davy Kho, designer olandese di fama mondiale. Anche se spesso è a Milano e a Parigi per lavoro, vive in Spagna, esattamente a Valencia. La sua storia nel mondo del design parte dai suoi studi di Design Engineering in Olanda; nel 1994 si è poi trasferito a Milano, dove ha iniziato a lavorare presso il famoso Studio Sowden, diventandone socio due anni dopo e occupandosi di diversi progetti: dalle macchine da caffè agli interni degli aerei. Nel 2001 si è trasferito a Parigi e qui ha guidato la creazione di un ufficio di design globale per la multinazionale Newell Rubbermaid, che offre prodotti di largo consumo.

Per Info:
Ufficio Stampa Artémida: Emanuela Lodolo – [email protected]

No Comments
Comunicati

Le pubblicazioni Google e il marketing cartaceo


In questi giorni Google reintroduce il cartaceo con le pubblicazioni Think Quarterly. La rivista in quattro numeri, specificano i responsabili della comunicazione di Mountain View, è un’iniziativa di marketing. È rivolta ai business partner di Big G, ma può essere visionata da tutti on line.

Per chi si interessa di editoria cartacea e di marketing in generale, le pubblicazioni di Google sono un evento imperdibile e una lezione di alta realizzazione grafica d’avanguardia. La grande esperienza del motore di ricerca online non deluderà i creativi della carta stampata con coraggiosi approcci al bianco e nuove modalità di lavoro con il testo.

Dato il target molto specializzato della rivista, Think Data, il primo numero della serie, risulta essere pubblicazione di marketing raffinata che inverte la tendenza generale della fuga dalla carta stampata per confermare, invece, una tendenza di lungo periodo che vedrà le pubblicazioni cartacee come prodotti di nicchia o atti a ricoprire un ruolo peculiare in azioni di marketing.

Se non fosse altro, le pubblicazioni cartacee hanno alcuni punti di forza che non possono essere eguagliati da nessun altro supporto: la resa visiva e la possibilità di confezionare un prodotto esclusivo e di classe.

Obiettivi pienamente raggiunti, per quanto ci riguarda, da questa ultima e “innovativa” operazione di marketing targata Google.

E questo ci porta a dire che, nonostante l’era delle pubblicazioni cartacee sembrava essere al tramonto, sembra che esse abbiano ancora qualcosa da dire, rinnovando il loro apporto alla comunicazione e al marketing e rivitalizzando le speranze di chi ha fatto, di questo mondo, la propria professione.

Proprio per questi ultimi, Think Quarterly potrà rappresentare un momento di riflessione sulle nuove tendenze di grafica e comunicazione.

No Comments
Comunicati

Recettore Astressina b


La corticotropina è coinvolta nella risposta allo stress, e vi è una crescente evidenza a sostegno dell’inibizione della crescita dei capelli del follicolo pilifero dopo un forte periodo di stress. Hanno studiato se il blocco dei recettori CRF influenzi la perdita di peli nei topi che mostrano fenotipi della sindrome di Cushing e stress cronico, anche alopecia. Il recettori antagonista non-selettivo CRF, anche detto Astressina B è stato iniettato perifericamente una volta al giorno per 5 giorni per 4-9 mesi  a topi cui era stata indotta la pigmentazione e la ricrescita dei peli che erano stati sostanzialmente mantenuti per oltre 4 mesi. In topi giovani, l’astressina B ha impedito lo sviluppo di alopecia che si è verificata nei topi trattati con soluzione salina. L’esame istologico ha indicato che i topi con l’alopecia avevano anche un’atrofia del follicolo pilifero e che astressina Baveva contrastato. Tuttavia, astressina B non ha mostrato alcun effetto sugli elevati livelli plasmatici di corticosterone, sul peso maggiore delle ghiandole surrenali e sul grasso viscerale nei topi. L’antagonista selettivo del recettore CRF2, l’astressina B, ha avuto un effetto moderato sulla pigmentazione, ma non sulla ricrescita dei capelli. Il farmaco commerciale per l’alopecia, hanno mostrato un effetto solo parziale nel favorire la ricrescita dei capelli. Questi dati supportano l’esistenza di un meccanismo chiave di commutazione molecolare innescato bloccando i recettori periferici CRF con un antagonista per ripristinare la crescita dei capelli in un modello di alopecia associata a stress cronico.

No Comments
Comunicati

Solostocks lancia il servizio Premium nel mercato brasiliano


Barcellona, 28 Marzo 2011.- Solostocks, che ha iniziato il suo processo d’internazionalizzazione nel 2008, ha raggiunto con successo in Brasile la sua fase di monetizzazione. A partire dal mese di marzo varie imprese fabbricanti, distributrici, grossiste e rivenditrici brasiliane, stanno beneficiandosi del servizio Premium, con strumenti di promozione avanzati per le proprie campagne di marketing online.

Brasile, un mercato emergente

Seguendo la tendenza mondiale, che fa intravedere grandi opportunità di business in Brasile, SoloStocks ha lanciato il servizio Premium in questo Paese.  Brasile, al giorno d’oggi, è un destino estremamente interessante per le operazioni commerciali delle imprese spagnole, grazie al crescimento potenziale ed all’impatto positivo che sta avendo la crisi economica Europea nei Paesi latino americani. Rivolgendosi al Brasile, SoloStocks può fare affidamento su un mercato con più di 190 milioni di abitanti ed un prodotto interno lordo di $10,470 dollari pro capite. In generale si tratta di un PIL che posiziona il Brasile in ottava posizione dopo: Stati Uniti, Cina, Giappone, Germania, Francia, Inghilterra ed Italia.

Strumenti di promozione e marketing online
SoloStocks offre la soluzione ideale a tutte quelle imprese con un catalogo di prodotti che necessita di essere annunciato online; offrendo una strategia di marketing capace di potenziare il successo dei propri clienti affinchè ottengano più contatti commerciali riducendo i costi di promozione.
Solostocks raggiunge questo doppio obiettivo grazie alla conoscenza delle strategie di promozione online e della sua amplia esperienza nei mercati internazionali; dal 2008, infatti, è riuscita a promuovere più di 1.000.000 di prodotti pubblicati in 12 Paesi. In questo modo, Solostocks si presenta come un gran generatore di opportunità di business a livello mondiale, per tutte quelle aziende con un catalogo di prodotti bisognosi di una solida strategia di marketing online.

La internazionalizzazione di Solostocks – http://www.solostocks.com

SoloStocks iniziò il suo processo d’internazionalizzazione nel 2008 ed è attualmente presente in 12 paesi, 6 lingue e 3 continenti; in questo modo facilita altresí l’espansione internazionale alle aziende che utilizzano le varie piattaforme a disposizione allo stesso tempo.
España: SoloStocks.com – Germania: SoloStocks.de – Francia: SoloStocks.fr –
Italia: SoloStocks.it – Polonia: SoloStocks.pl – Portogallo: SoloStocks.pt – Argentina:
SoloStocks.com.ar – Brasile: SoloStocks.com.br – Chile: SoloStocks.cl – Colombia:
SoloStocks.com.co – Messico: SoloStocks.com.mx – Marocco: SoloStocks.ma

Grupo Intercom – http://www.grupointercom.com

Grupo Intercom è leader in Spagna per la creazione e lo sviluppo di pagine web, specialmente di annunci classificati. In tutti i suoi anni di attività ha creato più di 40 pagine web di successo. Fin dagli inizi, Grupo Intercom si è contraddistinta per la sua innovazione tecnologica, la volontà di migliorare ogni giorno di più i suoi risultati e la capacità di essere un punto di referenza in vari settori.
La creazione di pagine web come: InfoJobs.net, Softonic.com, emagister.com, SoloStocks.com o MailxMail.com è testimone della sua traiettoria di successo in Internet.

L’obiettivo principale di Grupo Intercom è quello di consolidarsi come un modello d’impresa di successo che offra una reale opportunità di realizzazione personale e professionale a numerose persone.  In Grupo Intercom lavorano più di 650 persone e, secondo l’Istituto “Great Place to Work”, è una delle 50 migliori imprese nelle quali lavorare in Spagna.

No Comments
Comunicati

Folina Modena: In-Farmacia consente di trovare il prodotto che cerchi nella tua città


Il principio attivo alla base della folina è l’acido folico, appartenente alla famiglia delle vitamine B è presente in alcuni alimenti che normalmente si assumono e che vanno a compensare le carenze dell’organismo. Ma quando l’alimentazione non basta, perchè magari in rpesenza di anemia o di altre patologie sottostanti, c’è bisogno di integrare le carenze, in questo senso la scienza medica viene incontro alle necessità. La Folina è assunta soprattutto nei casi di carenze che non sono sopperite tramite alimentazione, in casi di anemia e di gravi disturbi. La FOlina è chiamata anche “la medicina dei bambini” perchè particolarmente adatta all’infanzia e all e donne in gravidanza e allattamento, infatti la folina aiuta la formazione e la moltiplicazione delle cellule, quindi importante soprattutto nei primi stadi della crescita embrionale.
Se un utente ha necessità di ricercare la folina a modena, visitando il sito IN-farmacia e compilando il form con la dicitura Folina Modena potrà trovare le soluzioni riguradanti il prodotto folina al’interno della zona di Modena, in tutte le farmacia, iscritte al programma IN-Farmacia. E’ possibile inoltre avere informazioni aggiuntive sul foglietto illustrativo, modalità di assunzione e interdizione all’assunzione di Folina con tutto quello che serve sapere.
IN-Faramcia è il portale pensato per fare incontrare gli utenti che ricercano dei prodotti e le farmacie che possono soddisfare i bisogni degli utenti nelle diverse zone di residenza.

No Comments
Comunicati

Cessione del quinto: il tipo di prestito preferito dai dipendenti.


Perché i dipendenti che hanno bisogno di liquidità ricorrono, sempre più spesso, alla cessione del quinto dello stipendio ? Rispondere a questa domanda significa mettere in evidenza i tanti punti di forza di questo particolare tipo di prestito personale che rappresenta un’ancora di salvezza per i tanti dipendenti (pubblici, privati o statali) che si trovano ad avere un’esigenza improvvisa e immediata di liquidità. A differenza dei prestiti personali infatti, per intendersi quelli che si rimborsano tramite rid bancario o tramite versamento con bollettino postale, la cessione del quinto dello stipendio non richiede alcuna motivazione all’atto della richiesta. Ciò significa che sia nel caso in cui ci sia una richiesta irrisoria, sia nel caso in cui la richiesta formulata siamo molto elevata, colui che richiede un prestito dipendente non deve allegare alcun giustificativo. Mentre nel caso di un prestito personale tradizionale, il dipendente è tenuto obbligatoriamente a presentare un preventivo spese che attesti quale sarà la destinazione della somma ottenuta, nel caso di una cessione del quinto, nessun giustificativo dovrà essere allegato. In altre parole un dipendente che chiede una cessione del quinto dello stipendio può utilizzare la somma ottenuta come meglio crede senza alcun obbligo e vincolo. Gli esperti sanno benissimo che la necessità di dare una giustificazione, è uno dei motivi che danno maggiore fastidio al richiedente , rendendolo scettico e timoroso. La cessione del quinto dello stipendio aggira completamente questo ostacolo.

Chiaramente i motivi per i quali un dipendente preferisce una cessione del quinto rispetto ad un prestito personale non sono solamente psicologici, ma anche pratici. La cessione del quinto infatti viene rimborsata attraverso trattenute dirette sulla busta paga. Il dipendente quindi non dovrà minimamente preoccuparsi di rispettare le noiose scadenze dei bollettini o di avere sempre una certa liquidità a disposizione sul conto corrente bancario di appoggio. La cessione del quinto dello stipendio infatti prevede che sia la stessa amministrazione di appartenenza del dipendente a detrarre la somma dovuta a titolo di rata dalla busta paga del dipendete e a stornarla all’istituto che ha erogato il prestito.

Insomma motivi psicologici e motivi pratici spingono sempre più dipendenti a preferire la cessione del quinto. Oggi per chi volesse avere un’ulteriore garanzia di velocità e riservatezza, esiste un nuovo modo per chiedere una cessione del quinto. Se siete lavoratori dipendenti o pensionati e avete bisogno di una cessione del quinto, la vostra soluzione si chiama prestifinanza.it , il nuovo sito targato Quintogest spa che ha il merito di spiegare, passo passo, cosa è e come si rimborsa una cessione del quinto. Chiaramente su prestifinanza.it, ogni dipendente che sia alla ricerca di una cessione del quinto può compilare l’apposito spazio richiesta indicando la somma necessaria e la tipologia di lavoro. Informazioni che saranno poi analizzate da un operatore di Quintogest spa che provvederà poi a contattare il richiedente. Insomma chiedere una cessione del quinto finalmente è diventato anche comodo oltre che vantaggioso.

No Comments
Comunicati

Reumatismi: riconocere i sintomi


Come riconoscere i sintomi dei reumatismi?

Quando si parla di reumatismi si fa riferimento a  qualsiasi dolore alle articolazioni muscoli, tendini e ossa. Questo è stato poi corretto a causa di progresso nella medicina moderna per cui la definizione si è estesa ai dolori delle articolazioni come l’ artrite reumatoide.

La differenza più grande tra i reumatismi e artrite reumatoide  è che il primo non causa alcun danno permanente congiunto e può verificarsi anche nei tessuti molli di distanza dal articolazioni.

E ‘molto difficile da prevedere e diagnosticare i reumatismi  in quanto il gonfiore e il dolore può durare poche ore o pochi giorni e poi placarsi. Tra gli attacchi di artrite reumatoide invece  non vi è traccia  di gonfiore e infiammazione. Molte persone che soffrono di reumatismi possono sviluppare l’artrite reumatoide o artrite delle ossa. Quindi, una diagnosi errata può verificarsi nel caso di diversi tipi di artrite.

Gli esperti medici sono ormai certi che le persone possono essere geneticamente predisposti alla malattia. Nonostante le soluzioni mediche, le persone potrebbero voler adottare terapie fisiche e trattamenti alternativi per l’artrite reumatismi.

Il medico potrebbe consigliare una visita ad un fisioterapista. Un semplice paio di esercizi prescritti dal terapeuta, può aiutare la flessibilità delle articolazioni. In caso di dolore o fastidio delle articolazioni, il terapeuta può aiutare a trovare soluzioni o idee per svolgere le attività quotidiane senza mettere troppa pressione o stress sulle articolazioni infiammate.

No Comments
Comunicati

Acqua for Live: l’iniziativa che porta l’acqua al Ghana


Acqua For Life è la grande sfida lanciata da Giorgio Armani Parfums insieme a Green Cross International – ONLUS presente in oltre 30 Paesi in tutto il mondo, che interviene direttamente con propri progetti sui più delicati temi ambientali e sociali – per l’acqua. Dal 1° marzo, grazie alle vendite dei profumi Acqua di Giò e Acqua di Gioia e a un’appassionante gara online in cui i fashion blogger hanno offerto il loro contributo, si stanno accumulando i litri di acqua potabile donati a migliaia di bambini del Ghana.

Attualmente l’Italia è il paese più attivo nel challenge mondiale Acqua For Life: è italiano infatti il 26% delle community create fino a oggi. Non a caso sono molti numerosi i fashion blogger italiani hanno aderito all’iniziativa parlandone sui loro blog di moda e diffondendo sul web questa importante campagna che porterà acqua potabile ai bambini del Ghana. Grazie all’acquisto di Acqua di Giò e/o Acqua di Gioia si donano infatti 100 litri di acqua potabile ai bimbi del Ghana contribuendo a questa grande iniziativa. Come hanno detto i fashion blogger che hanno parlato dell’evento sui loro blog di moda o sui loro profili Facebook e Twitter, chiunque può unirsi alla gara, anche se non ha acquistato un profumo. Dall’inizio della sfida, i “like” sono stati oltre 130.000 e i commenti più di 25.000.

“I lavori del progetto Smart Water for Green Schools stanno procedendo con grande celerità, grazie alla spinta e al sostegno delle tante persone che hanno aderito alla campagna – spiega il Presidente di Green Cross Italia Elio Pacilio, che segue in diretta l’operazione e di cui hanno parlato i fashion blogger – I lavori sono già iniziati in 10 villaggi e tutto procede agevolmente. Per i pozzi di grande profondità abbiamo già completato il 75% delle opere. Inoltre, in tre villaggi abbiamo iniziato i lavori per i sistemi di raccolta dell’acqua piovana, e anche questi sono a buon punto. Nelle prossime settimane daremo l’avvio alle cisterne di raccolta delle acque piovane. Siamo molto ottimisti sul poter rispettare gli impegni che abbiamo preso, sia verso le popolazioni locali sia verso i donatori. Entro Natale tutte le infrastrutture per cui ci siamo impegnati saranno concluse.”

L’obiettivo di Acqua For Life, di cui hanno parlato i fashion blogger di tutto il mondo, è quello di costruire almeno 45 tra pozzi di profondità, pozzi di superficie e cisterne in 15 villaggi del Ghana, portando acqua potabile per molti anni a 30.000 persone, in maggioranza bambini. Fino ad oggi i litri di acqua pulita sono oltre 12 milioni, ma c’è tempo fino al 31 maggio per moltiplicare questo numero di quattro o cinque volte, e anche di più.

“Uno degli elementi costitutivi di ogni società – prosegue Elio Pacilio – è l’accesso costante all’acqua potabile. Il progetto Smart Water for Green Schools permette inoltre alle scuole di insegnare agli studenti l’importanza dell’approvvigionamento di acqua sicura e l’igiene di base. Questi insegnamenti danno ai bambini gli strumenti necessari per diventare agenti del cambiamento all’interno delle loro famiglie e delle loro comunità “.

Circa una persona su otto in tutto il mondo – 884 milioni di individui – non ha accesso all’acqua potabile. 2,6 miliardi mancano di servizi sanitari di base. Come hanno sottolineato i fashion blogger che hanno dato eco all’iniziativa, quasi due milioni di persone muoiono ogni anno per infezioni derivate da acqua non pulita, il 90% sono bambini sotto i cinque anni. Il nostro pianeta ha abbastanza acqua per tutti, se ben utilizzata, anche se solo il 3% delle risorse complessive sono di acqua dolce, e di quest’ultima meno di un terzo è accessibile. L’acqua è dunque una risorsa limitata, potenzialmente sufficiente ma distribuita non equamente.

Con l’aumento della popolazione umana l’utilizzo dell’acqua cresce sempre più rapidamente. Nel XX secolo il consumo di acqua è cresciuto con una velocità doppia rispetto all’aumento della popolazione. Come risultato, un terzo della popolazione mondiale vive oggi in paesi in grave stress idrico. Intervenire per prevenire l’ulteriore degradazione dell’ambiente e delle risorse idriche è necessario per evitare l’insorgere di nuovi conflitti , in un mondo in cui è aumentata l’instabilità e l’insicurezza. Essere a fianco delle popolazioni che domani possono vedere definitivamente compromesse le possibilità di avere condizioni alimentari, di salute, di igiene e di istruzione dignitose è l’obiettivo del nostro comune impegno.

No Comments
Comunicati

Collezione 2011 di Trio Plico P3 su Bebeboom.it

  • By
  • 28 Marzo 2011


Bebeboom.it è un azienda, che oltre ad avere un negozio fisico, è approdata sulla rete con lo scopo di consigliare e indirizzare i genitori nell’acquisto di prodotti e articoli per i più piccoli. Sul sito si può trovare la nuova collezione 2011 del sistema combinabile di ultima generazione Trio Plico P3 Peg Perego.

Mai come oggi le mamme sanno quanto sia importante avere degli strumenti flessibili per agevolare il trasporto dei loro bimbi: Peg Perego Pliko P3. Questo nuovo sistema combinabile è utile per tutte le occasioni, funge da culla, da passeggino da passeggio e carrozzina da viaggio, è comodo e leggero e i vari pezzi possono essere acquistati separatamente. Inoltre Plico P3 Peg Perego è ideale per tutte le stagioni grazie alla cappottina con zip per uso parasole e parapioggia. Poi ha cintura di sicurezza a 5 punti, frontalino apri e chiudi, schienale reclinabile a più posizioni e poggiagambe regolabile a tre posizioni.

Grazie a Bebeboom.it, il Trio Pliko P3 è acquistabile on line attraverso un procedimento d’acquisto molto semplice e sicuro: o tramite bonifico bancario, o carta di credito o ancora tramite Paypal.
Maggiori info sul Trio Pliko P3 Peg Peregosul sito Bebeboom.it.

Giorgia Coppi
Web Marketing GaYA srl
[email protected]

No Comments
Comunicati

Gadget aziendali personalizzati: quando il marchio è trendy


I gadget aziendali personalizzati sono un’ottima idea per spendere il brand della propria azienda in modo intelligente. Grazie ad essi si potranno sortire due effetti estremamente positivi: gratificare il cliente regalando una penna, un block notes o un calendario, per fare alcuni esempi, nei quali siano ben visibili il logo e i contatti della propria azienda; in secondo luogo, per mezzo del cliente, il logo andrà in giro e raggiungerà un pubblico di potenziali futuri clienti.

Questa forma di marketing può diventare addirittura virale, qualora si soddisfino determinate caratteristiche. Per iniziare il logo aziendale deve essere accattivante e in linea con le preferenze del target da raggiungere. Come secondo elemento, i gadget aziendali personalizzati dovranno essere di buona qualità. Non ultimo, il nome dell’azienda deve essere sinonimo di qualità.

C’è anche un altro elemento che può fare la fortuna di un investimento in questo tipo di marketing: scegliere il gadget giusto per ogni cliente: un block notes a un dottore, una penna a un assicuratore, un’agenda a un avvocato…

Il caso della Caterpillar, da questo punto di vista è esemplare. I cappellini da baseball con il marchio CAT dell’azienda per la produzione di veicoli e macchinari di movimentazione terra, sono famosi in tutto il mondo. Ciò che è nato come gadget aziendale personalizzato è diventato trendy, fino a trasformarsi in una collezione completa di abbigliamento da lavoro e non solo.

No Comments
Comunicati

Estetica e Odontoiatria a Monza


Hai mai sentito parlare di Odontoiatria Estetica? Io si, dal mio dentista di Monza naturalmente, quando mi recai nel suo studio per una visita urgente. Un trauma ai denti davanti. Fu allora che mi suggerì l’applicazione di Faccette Estetiche.

Si tratta di particolari lamine in ceramica trasparente, non più spesse di un millimetro, da cementare direttamente sulla superficie anteriore del dente compromesso. Servono insomma per nascondere il problema e ripristinare parte delle funzioni masticatorie perdute. Il fatto è che si torna a sorridere con tranquillità, senza dover fare attenzione ad aprire troppo la bocca.

Le tecniche sviluppate da questa particolare Odontoiatria non si fermano certo all’applicazione delle Faccette Estetiche. Finalmente si è giunti alla creazione di un apparecchio ortodontico invisibile, che permette di correggere male occlusioni dovute a squilibri nell’allineamento dentale o delle arcate.

Si compone di mascherine in plastica trasparenti, simili alle dentiere dei pugili ma decisamente più sottili. Le proprietà elastiche delle mascherine, sprigionano una spinta costante in grado di veicolare i denti nelle direzioni corrette. Il vantaggio di mantenere un sorriso naturale durante il processo della cura, senza più il bisogno degli  evidenti strumenti di correzione tradizionali, ha decretato la fama di questo nuovo apparecchio in un’ampia fascia di pazienti, che ne hanno da subito richiesto i benefici.

No Comments
Comunicati

Sunday presenta le novità 2011: cucinare all’aperto, un nuovo stile di vita tutto italiano!


Sunday di MCZ Group presenta le novità barbecue 2011 dedicate a tutti gli appassionati di cottura all’aperto: una scelta mirata di prodotti professionali e di grande design. Grazie al connubio tra alta tecnologia e know how acquisiti in oltre 30 anni di esperienza, l’azienda ha ampliato la collezione pensando a prodotti che rispecchiassero innovazione e funzionalità sostenuti da una continua ricerca di materiali alternativi e di linee innovative. Un’offerta sempre più all’avanguardia, all’insegna della convivialità, della buona cucina e di uno stile di vita sano, senza però rinunciare a tutte le comodità garantite da un prodotto di alte prestazioni.

I nuovi prodotti di quest’anno sono Melody, il nuovo concetto di cucina da esterno, facile, accessibile e versatile; Santiago, il nuovo barbecue di design dalle linee moderne ed eleganti.

I barbecue Sunday sono ancora più curati nei dettagli e nella funzionalità, grazie all’introduzione di due nuove finiture, Crystal e Antique.

Crystal è la nuova finitura per piani e focolari in preziosa graniglia di marmo ricostituito: le superfici in Crystal vengono lavorate con alta precisione per ottenere un aspetto lucente e liscio al tatto, garantendo inoltre una più facile pulizia.

La finitura Antique è frutto di un sapiente processo di levigazione e spazzolatura, grazie alla quale le graniglie di marmo impiegate nei piani di lavoro e focolari Sunday acquistano un aspetto allo stesso tempo naturale e brillante, piacevolmente tradizionale, unito a una gradevole sensazione al tatto.

Per ulteriori informazioni:

Sunday

www.sudaygrill.com

0434 599599

[email protected]

No Comments
Comunicati

Carrelli elevatori: strumenti indispensabili in azienda


Indispensabili nel mondo industriale i carrelli elevatori stanno diventando sempre più diffusi anche nel mondo artigianale.

Sempre più infatti la tecnologia sta intervenendo in questo settore elaborando carrelli elevatori di dimensioni ridotte che bene si adattano ad essere utilizzati in spazi ridotti e movimentare materiali che altrimenti richiederebbero l’intervento di più operai. Insomma un valido aiuto per gli operatori del settore che riescono a svolgere da soli mansioni che altrimenti richiederebbero maggiore spreco di tempo e personale. Principalmente i carrelli elevatori retrattili sono presenti come macchinari in tutti quegli ambienti come industrie e magazzini in cui vi è la necessità di spostare grandi quantità di materiale sia per sedizioni sia per uso interno. Di solito per gli spostamenti in zona interna all’’azienda si preferiscono macchinari a batteria o elettrici mentre quando è previsto che il macchinario si sposti anche al di fuori ci si orienta verso un prodotto a diesel, in grado di avere una maggiore autonomia.

Sebbene però rappresentino un aiuto ormai indispensabile all’interno delle aziende questi macchinari negli ultimi anni sono stati soggetti ad una normativa ben precisa che ne ha delimitato il raggio di applicazione ma soprattutto le competenze che vengono richieste a chi li va ad utilizzare, ossia gli operai. La normativa a cui si fa riferimento per i carrelli elevatori è l’allegato V in riferimento al DPR 547/55 che definisce le caratteristiche che devono avere i carrelli e le norme che devono essere rispettate da chi li manovra. Queste sono le principali norme che si è tenuti a rispettare quando si parla di carrelli elevatori sul luogo di lavoro.

I carrelli elevatori su cui prendono posto uno o più lavoratori devono essere sistemati o attrezzati in modo da limitarne i rischi di ribaltamento. Per fare ciò è indispensabile che le attrezzature e le condizioni di installazione siano sottoposte ad un controllo iniziale che deve avvenire per mano di tecnici specializzati in manutenzione carrelli elevatori sia dopo l’installazione sia prima della messa in esercizio e inoltre deve avvenire dopo ogni montaggio in un nuovo cantiere e in una nuova località di impianto per assicurarne la buona funzionalità e la corretta installazione.

I carrelli elevatori inoltre rientrano ella categoria delle attrezzature soggette a influssi che possono determinarne deterioramenti i quali a loro volta possono dare origine a situazioni pericolose e quindi devono essere sottoposti a interventi di controllo periodici con frequenza stabilita in base alle indicazioni dei fabbricanti dello stesso carrello sia esso elettrico o diesel o anche un carrelli elevatori usati. I carrelli elevatori devono inoltre essere controllati ogni volta che su di essi viene eseguito un intervento di manutenzione straordinaria che possa avere conseguenze nel funzionamento ma soprattutto nella sicurezza di chi lo manovra. Ovviamente nella normativa viene precisato che tutti questi interventi di controllo e manutenzione devono essere effettuati da persone competenti in materia in grado di certificare l’esito del controllo.

Solitamente la scadenza più indicata in cui effettuare i controlli è quella trimestrale, poi ovviamente è sempre meglio chiedere la consulenza in questo ambito a chi ne può valutare l’effettivo utilizzo. L’importante è comunque controllare che il prodotto abbia la marcature CE, caratteristica che qualsiasi produttore o rivenditore affidabile può garantirvi.

A cura di Martina Celegato

Prima Posizione srl

Sales Marketing

No Comments
Comunicati

SILCOLL CLS: La colla rivoluzionaria per il tetto traspirante in calcestruzzo


Per rispondere alla sempre maggiore richiesta di prodotti per la realizzazione a regola d’arte di tetti traspiranti in calcestruzzo, Harobau (www.harobau.it) propone una soluzione appositamente studiata della linea Traspiratex.

Silcoll Cls è una pasta adesiva sigillante senza solventi a base di composto polimerico speciale che permette l’incollaggio del sistema Traspiratex sui tetti in calcestruzzo per la perfetta impermeabilizzazione e traspirabilità del sistema tetto, con un ottima resistenza nel tempo.

Harobau propone sia il sistema traspirante per il CLS costituito dalla combinazione sinergica della pasta adesiva Silcoll Cls e dalla guaina Traspiratex 220 sia il sistema traspirante con pacchetto isolante per il CLS costituito dalla combinazione della guaina Traspiratex 220, sormontata allo strato isolante, e del freno vapore Vapcontrol 190 AS, posizionato immediatamente al di sotto, fissati direttamente sull’assito in calcestruzzo grazie alla pasta adesiva Silcoll CLS.

Silcoll CLS è disponibile anche nel formato Max il cui utilizzo è suggerito per superfici di grandi dimensioni.

Queste soluzioni sono appositamente studiate per assicurare l’impermeabilizzazione del tetto, favorirne la respirazione attiva e permettere la posa diretta su calcestruzzo senza l’utilizzo di fiamma per un’applicazione pratica e veloce.

Il sistema Traspiratex fa respirare il tetto in calcestruzzo. E la casa ringrazia.

Scheda Tecnica –

Composizione: pasta adesiva sigillante senza solventi a base di composto polimerico speciale resistente all’acqua.

Consistenza: elastica-pastosa.

Conservazione: 9 mesi in confezione sigillata- Conservare in luogo fresco e asciutto e al riparo dal gelo- Resistente al congelamento durante il trasporto con temperatura fino a -15°C.

Tempo di indurimento: 1-2 mm al giorno in base all’umidità.

Temperatura di applicazione: da +5°C a +50°C.

Resistenza termica: da -40°C a +80°C.

Confezione: cartucce da 310 ml (Silcoll Cls), salsiccia da 600 ml (Silcoll Cls Max).

Harobau srl

via dell’Adige 5 • 39040 Cortaccia (BZ) •

tel. 0471 818 125 • fax 0471 818 708 •

www.harobau.it • [email protected]

Prima&Goodwill
relazioni editoriali ed eventi

Via Enrico Fermi 11/A

37135 VR
tel. 045 8204222

fax 045 8204348

[email protected]

No Comments
Comunicati

Le cucine componibili di Cappellini


Le cucine componibili di Cappellini vengono descritte da Interior Cafè così: “Assorbire la tradizione e rimodellarla. Sembra proprio questa la tendenza più in voga del momento nell’arredamento: riprendere nel design le forme classiche e le decorazioni dell’architettura vittoriana e attualizzare allo stesso tempo i mobili con usi inaspettati e materiali innovativi.”
Cappellini, brand specializzato nella vendita di cucine, riesce a trasformare la visione dell’interior design in maniera netta, unendo la sperimentazione ad un particolare gusto dell’antico.
In particolare, è l’arredamento cucine a risentire maggiormente di questa concezione. Interior Cafè ha selezionato alcuni modelli di Cappellini proprio per questa ricercatezza nei dettagli, non limitandosi ad imitare i canoni tradizionali del design delle cucine, ma emulando il passato in un contesto moderno.
Questo atteggiamento è evidente nella collezione “New Antiques Restaurant Table”, linea di tavoli da pranzo progettata da Marcel Wanders, designer olandese dalla creatività irruente.
Per Marcel Wanders è importante conoscere i materiali, sapere cosa possono fare, come si producono e come possono essere lavorati: questo il pensiero che permette la nascita dei suoi prodotti, sintesi perfetta fra manualità e tecnologia industriale. Non a caso, la particolarità principale dei tavoli di “New Antiques Restaurant Table” è legata al piano realizzato in tamburato di abete a forte spessore laccato opaco bianco o nero. Le gambe a capitello sono disponibili in alluminio tornito naturale lucido o in Baydur verniciato bianco o nero opaco.
La classe innata di Cappellini è manifesta ed è per questo motivo che Interior Cafè ha selezionato alcuni dei più famosi modelli del brand tra cui quelli che hanno fatto la storia del design degli ultimi 30 anni. Inoltre, i mobili per l’arredamento firmati dal brand sono accompagnati da uno specifico certificato di autenticità che fornisce al cliente un’interessante storia del prodotto e del suo designer.
Per conoscere la selezione dei mobili per la cucina di Interior Cafè, visita il sito www.interiorcafe.it

No Comments
Comunicati

Enel Green Power cresce nell’idroelettrico in Costarica


Roma/San José, 28 marzo 2011 – Al via i lavori per la costruzione di un nuovo impianto idroelettrico in Costarica, tra le province di Alajuela e San José.

Chucas, questo il nome dell’impianto, con una capacità installata di 50 MW, produrrà a regime circa 219.000.000 kWh all’anno – pari ai consumi annuali di oltre 81 mila famiglie – evitando l’emissione in atmosfera di oltre 150 mila tonnellate di CO2 ogni anno.

La Società delle rinnovabili di Enel prevede di completare l’impianto nella prima metà del 2013, portando così la capacità installata nel Paese a 105 MW.

“Dopo l’impianto idroelettrico di Palo Viejo in Guatemala, attualmente in costruzione – ha dichiarato l’Amministratore delegato di Enel Green Power, Francesco Starace – questo secondo impianto testimonia la crescita di Enel Green Power in America Latina e nella tecnologia idroelettrica, che costituisce uno degli assi portanti della crescita in questo continente.”

Enel Green Power è presente in Centro e Sud America con la controllata Enel Green Power Latino America che gestisce 33 impianti da fonti rinnovabili in Messico, Costa Rica, Guatemala, Nicaragua, Panama, El Salvador, Cile e Brasile, per una capacità installata totale di 669 MW.
L’energia idroelettrica è la principale fonte d’investimento nella regione per Enel Green Power, che gestisce più di 31 centrali in 6 paesi.
Nell’eolico la società ha impianti per 24 MW in Costa Rica e ne realizzerà tre in Brasile per una capacità totale installata di 90 MW.
Grazie all’esperienza secolare nel campo dell’energia geotermica, Enel Green Power sta sviluppando nuove opportunità in questo settore. In Cile, in particolare, si stanno esplorando varie concessioni che hanno potenzialità per oltre 100 MW.

No Comments
Comunicati

Realizzazione siti web: l’approccio 2.0


La realizzazione sito web non è semplice, è una pratica piuttosto complessa per diversi fattori: ogni progetto, infatti, deve rispecchiare l’identità dell’azienda ed allo stesso tempo, soddisfare le esigenze del cliente in maniera chiara e semplice.
Readytec, oltre ai software CRM ed i gestionali per aziende, progetta portali su misura a seconda delle diverse realtà imprenditoriali utilizzando un approccio 2.0. Questo implica che il sito web è di tipo dinamico e si differenzia di quello statico del precedente 1.0. Questa particolare scelta permette di creare un’interazione costante azienda – cliente e di conseguenza, un’analisi attenta ed un aggiornamento continuo del sito stesso.
Readytec mette a disposizione delle aziende uno staff specializzato costituito da grafici e sviluppatori in grado di lavorare su qualsiasi piattaforma web.
Il web, così, diviene una parte integrante dei processi industriali e Readytec li integra con una vasta gamma di soluzioni per aziende.
Uno dei gestionali più importanti è sicuramente Gamma Enterprise, il software ERP studiato per fornire tutti gli strumenti per una completa ed efficace gestione delle attività dell’azienda, permettendo di reperire, correlare e rielaborare rapidamente le necessarie informazioni di supporto alle funzioni decisionali ed esecutive.
Per ulteriori informazioni sulle soluzioni e sui servizi di Readytec, visita il sito www.readytec.it

No Comments
Comunicati

Il software gestionale per alberghi di Evols alla BMT


I software gestionali stanno diventando uno strumento fondamentale per le strutture turistiche e la partecipazione di Evols alla BMT di Napoli ne è la dimostrazione più evidente.
I numeri dell’evento della scorsa edizione parlano chiaro: 21.000 mq, 694 espositori, 21.800 presenze professionali, 200 buyer stranieri,1.100 operatori della domanda nazionale ed internazionale, 990 operatori dell’offerta nazionale ed internazionale, 50 decision manager, 50 buyer luxury travel, 192 giornalisti e 150 cral aziendali.
In questo contesto Evols avrà l’opportunità di far conoscere le proprie soluzioni informatiche, in particolare i software gestionali per alberghi, dal 1 al 3 aprile alla Mostra d’Oltremare di Napoli.
Un’occasione veramente importante per il provider che parteciperà ad uno degli eventi più significativi nel settore del turismo a livello mondiale: non a caso, in questa quindicesima edizione, sarà allestita un’area completamente dedicata al turismo di lusso d’oltreoceano.
Così, dopo il successo dei software per hotel alla BIT, Evols è pronto per presentare tutte le soluzioni innovative dedicate al settore del turismo quali PMS, software CRM e channel manager in grado di ottimizzare tempo e risorse.
L’appuntamento per tutti i professionisti dell’ospitalità con Evols è alla quindicesima BMT – Borsa Mediterranea del Turismo alla Mostra d’Oltremare di Napoli dal 1 al 3 aprile.
Per ulteriori informazioni sui software per albergo, visita il sito www.evols.it

No Comments
Comunicati

Quando la palpebra si abbassa cosa si può fare?


L’abbassamento della palpebra superiore oltre il livello considerato normale si definisce ptosi palpebrale. Ciò causa una riduzione del campo visivo nel paziente e nel bambino piccolo può costituire un impedimento allo sviluppo normale della funzione visiva.

Parliamo di ptosi congenita quando è presente dalla nascita, può interessare entrambi gli occhi ed è causata da una distrofia del muscolo che si occupa di elevare la palpebra.

Nel caso di ptosi acquisita la causa è da ricercarsi invece nell’involuzione senile del tendine del muscolo elevatore, da paralisi del III° nervo cranico, dalla miastenia, da miopatie o da traumi.

La correzione è eseguita in anestesia locale, presso una sala operatoria. In casi particolari o sui bambini si ricorre all’anestesia generale. Lo scopo di questa chirurgia è intervenire sul muscolo elevatore della palpebra superiore che spesso risulta indebolito o disinserito.

Alla correzione della ptosi si può associare la rimozione della cute in eccesso. La difficoltà principale di questo intervento sta nel raggiungimento di una perfetta simmetria fra le due palpebre e talora è necessario un ritocco ambulatoriale.

Nei casi di ptosi congenita dei bambini l’intervento è più difficile e meno prevedibile nei risultati, ecco perché la scelta di un superspecialista è sempre consigliabile.

Dott. Dario Surace
Direttore Unità Operativa di Oculistica
Ospedale S.Maria del Carmine di Rovereto (TN)
Tel. n. verde 848.816.816
www.dariosurace.it

No Comments
Comunicati

3° Festival del Cortometraggio “I Corti sul Lettino – Cinema e Psicoanalisi” a Napoli

Sono aperte le iscrizioni per la terza edizione del Festival del Cortometraggio “I Corti sul Lettino – Cinema e Psicoanalisi”, a Napoli, diretto dallo psichiatra e critico cinematografico Ignazio Senatore ed organizzato da Pietro Pizzimento. Si rinnova un appuntamento che in breve tempo è diventato un evento nazionale tra i più ambiti per i filmaker italiani e stranieri. Nelle due precedenti edizioni, le giurie, presiedute dai registi Roberto Faenza e Giuseppe Piccioni, avevano selezionato e premiato il migliore cortometraggio, regista, sceneggiatore, attore protagonista, attrice protagonista, documentario e colonna sonora. Con questa nuova edizione saranno introdotte ben quattro novità: il premio del pubblico, che avrà la possibilità di votare il corto preferito, quello per il miglior corto d’animazione, il miglior corto straniero – con i sottotoli in italiano – e la migliore fotografia. Per regolamento ogni opera deve avere una durata massima di 60 minuti, inclusi i titoli di testa e di coda e sono ammessi anche i cortometraggi già presentati o già premiati in altri concorsi.
L’iscrizione al 3° Festival del Cortometraggio “I Corti sul Lettino –  Cinema e Psicoanalisi” è gratuita e la data di scadenza è il 31 maggio 2011.
L’evento ad ingresso gratuito si svolgerà il 5 e  6 settembre 2011 dalle ore 21.00 alle 24.00, nell’ambito della rassegna “accordi @ DISACCORDI” – XII Festival del Cinema all’Aperto, presso il Parco del Poggio a Napoli.
I partecipanti dovranno inviare alla segreteria del concorso una copia digitale del cortometraggio e la scheda di adesione al bando che si può scaricare dal sito www.cinemaepsicoanalisi.com
Informazioni : [email protected]

Sono aperte le iscrizioni per la terza edizione del Festival del Cortometraggio “I Corti sul Lettino – Cinema e Psicoanalisi”, a Napoli, diretto dallo psichiatra e critico cinematografico Ignazio Senatore ed organizzato da Pietro Pizzimento. Si rinnova un appuntamento che in breve tempo è diventato un evento nazionale tra i più ambiti per i filmaker italiani e stranieri. Nelle due precedenti edizioni, le giurie, presiedute dai registi Roberto Faenza e Giuseppe Piccioni, avevano selezionato e premiato il migliore cortometraggio, regista, sceneggiatore, attore protagonista, attrice protagonista, documentario e colonna sonora. Con questa nuova edizione saranno introdotte ben quattro novità: il premio del pubblico, che avrà la possibilità di votare il corto preferito, quello per il miglior corto d’animazione, il miglior corto straniero – con i sottotoli in italiano – e la migliore fotografia. Per regolamento ogni opera deve avere una durata massima di 60 minuti, inclusi i titoli di testa e di coda e sono ammessi anche i cortometraggi già presentati o già premiati in altri concorsi.
L’iscrizione al 3° Festival del Cortometraggio “I Corti sul Lettino –  Cinema e Psicoanalisi” è gratuita e la data di scadenza è il 31 maggio 2011.
L’evento ad ingresso gratuito si svolgerà il 5 e  6 settembre 2011 dalle ore 21.00 alle 24.00, nell’ambito della rassegna “accordi @ DISACCORDI” – XII Festival del Cinema all’Aperto, presso il Parco del Poggio a Napoli.
I partecipanti dovranno inviare alla segreteria del concorso una copia digitale del cortometraggio e la scheda di adesione al bando che si può scaricare dal sito www.cinemaepsicoanalisi.comInformazioni : [email protected]

No Comments
Comunicati

PERDE, MA E’ SPLENDIDO, IL “SENSO” DI PAOLO BONOLIS IN PRIMA SERATA


PERDE, MA E’ SPLENDIDO, IL “SENSO”
DI PAOLO BONOLIS IN PRIMA SERATA


Il nuovo “Senso della vita” di Paolo Bonolis, finalmente in prima serata, come da lui e da molti desiderato, ha avuto uno spiacevole risultato, per lo meno in termini di audience. Ebbene, ne sono rattristato. Il programma è sempre splendido. Bene l’intervista con Christian De Sica, straordinario Ligabue, raramente visto con uguale disinvoltura e simpatia. E mi sono commosso, con Bonolis visibilmente emozionato e gli occhi lucidi, durante l’intervista alla madre che raccontava il dramma vissuto da e con le figlie. Non mi è piaciuto solo il pezzo con Laurenti, le classifiche, che peraltro sono un cult dell’umorismo, come certe gag di Walter Chiari (“Vieni avanti, cretino”) o di Totò e Peppino De Filippo. La classifica era incentrata sui buoni motivi per farsi papa, ma a parte certe – poche – stralunate battute di Luca, non si rideva: a mio parere, perchè erano contorte, tirate per i capelli le motivazioni. Ma il programma nell’insieme mi è apparso bellissimo, complimenti a Bonolis e agli autori, miei colleghi per tanti anni e tanti successi. Merita un ottimo giudizio anche per il coraggio dell’innovazione. Insomma, Bonolis è un “unicum”, in scena. Se gli fossi ancora vicino, spingerei lui e gli altri autori a scegliere temi e personaggi legati quanto più possibile all’attualità: è la mia fissazione di sempre. Ma il “Senso”, il suo stile, le sue novità, vanno elogiati e sostenuti: il deludente risultato è uno schiaffo pesante non certo per chi lo ha messo in scena, con cura e passione, ma per il livello a cui è precipitata la nostra televisione. Se qualche lettore si stupisse, in relazione al rapporto tra me e Bonolis, aggiungo: la ferita dell’amicizia violata per me è ancora aperta (mi pesa, e sopporto, il grave difetto di credere nell’amicizia in modo, laicamente, sacrale), ma la delusione non mi fa velo… Sono fatto così. Nel bene e nel male, scrivo ciò che sento. E le valutazioni professionali non vanno mai contaminate, per quanto mi riguarda, dai rapporti personali.

Cesare Lanza


RISULTATI AUDITEL di ieri, 27 marzo 2011
PRIME TIME
Un medico in Famiglia. Su Rai 1 la nuova stagione della fiction prodotta da Publispei e interpretata da Giulio Scarpati, Margot Sikabonyi e Francesca Cavallin, ha registrato nel primo episodio dal titolo “Ricominciare“, 6.387.000 telespettatori, share 22,14% e nel secondo “La gita scolastica“, 5.947.000 26,24%. Su Canale 5 la prima puntata del talk show Il Senso della Vita, condotto da Paolo Bonolis con Luca Laurenti con ospiti tra gli altri Christian De Sica e Luciano Ligabue, ha intrattenuto una platea di 3.704.000 telespettatori, 16,56% di share.
Su Rai 2 l’ottava stagione in prima tv della serie NCIS ha totalizzato nell’episodio “Intrigo internazionale” 3.109.000 telespettatori, share 10,51% (%) e di seguito Hawaii Five-O con “L’evaso“, ha catturato 3.192.000 11,04% (%). Su Italia 1 il film in prima tv Tropic Thunder – Unisciti a loro con Ben Stiller e Robert Downey jr. ha riportato una media di 1.841.000 telespettatori, 6,81% di share (% su t.c.).
Su Rai 3 la prima puntata della nuova serie di Report condotta da Milena Gabanelli ha interessato 3.501.000 13,25% e su Retequattro la soap opera Tempesta d’amore, 1.992.000 7,33%. Su La7 il film western I magnifici sette è stato visto da 984.000 telespettatori, share 4,33%.

No Comments
Comunicati

Con l’olio nell’acqua: il nuovo album di Daniele Scarsella


Ritorna il cantautore laziale: un doppio album di brani acustici, pennellate pop, jazz, dixie e blues. Un opera che coniuga tradizione e sperimentazione con un approccio intimo e universale

Daniele Scarsella
&
Eleinad Studio

sono lieti di presentare:

CON L’OLIO NELL’ACQUA

…Ci sono ombre sulla vita da ridipingere di bianco…

Studio Eleinad 2011
CD 1 – 13 brani, 60 minuti
CD 2 – 3 brani, 16 minuti

Con l’olio nell’acqua è il quarto disco di Daniele Scarsella, un album doppio per il poliedrico cantautore che in questa nuova opera mette a nudo il proprio universo interiore, riassumendo temi e direzioni di una giovane ma intensa carriera. Per il suo quarto progetto discografico il cantautore frusinate – finalista al Premio Ciampi nel 1998 – ha voluto rivelare tutto il suo mondo espressivo confezionando un doppio cd aperto al contributo di numerosi e validi collaboratori.

Con l’olio nell’acqua è un titolo significativo: richiamandosi alla tradizionale cura del ‘malocchio’ (rito popolare del Sud Italia), Scarsella a questa pratica ha voluto aggiungere “anche l’immagine della copertina, che rappresenta una specie di spaventapasseri a difesa del raccolto, per idealizzare una forma protettiva delle proprie dignità e libertà”. E’ intorno a questi due poli che si sviluppa il concept dell’autore, che attraversa sentimenti e aspirazioni, immagini e scavi interiori in sedici brani, mai irrigiditi nella forma-canzone e aperti a svariate influenze.

Se Cammariere, Conte e Fossati sono i riferimenti più espliciti di Scarsella è anche vero che Con l’olio nell’acqua rivela una scrittura poliedrica e variopinta. Il segreto del disco è nella sua genesi collettiva: il cantautore, dopo una lunga fase di scrittura ha coinvolto un gruppo di fidati musicisti per dare un respiro più ampio alla propria musica. Il risultato è un doppio cd di base acustica con sfumature pop, jazz, dixie e blues, che conferma la profondità e la maturazione dell’autore.

Info:

Daniele Scarsella:
http://www.myspace.com/danielescarsella

Ufficio Stampa Synpress44:
http://www.synpress44.com

No Comments