Daily Archives

25 Marzo 2011

Comunicati

Eroina, l’importanza di conoscerne i veri effetti dannosi


Distribuzione di materiale informativo e bonifica di siringhe abbandonate
Roma 25 marzo 2011 – Ancora Missione Antidroga, nuovamente ad Ostia. I volontari romani di questa associazione impegnata nella prevenzione nella giornata di domani si recheranno ad Ostia per una mattina all’insegna della prevenzione e della sicurezza. “Non abbassare la guardia sull’eroina”, questo è il messaggio che Missione Antidroga si prefigge di dare alla comunità del litorale romano. Le diverse centinaia di siringhe rimosse negli ultimi 12 mesi inducono i volontari nel continuare il lavoro di bonifica dei pericolosi rifiuti unito alla prevenzione. E quest’ultima risposta efficace alla dipendenza viene compiuta con la distribuzione gratuita di centinaia di copie dell’opuscolo “La verità sulle droghe”. La pubblicazione, di vero impatto per i giovani, spiega in modo esauriente cos’è l’eroina ed i danni che essa provoca all’organismo: “L’eroina di solito viene iniettata, sniffata o fumata. Crea un’elevata dipendenza. L’eroina si diffonde rapidamente nel cervello rallentando i processi di pensiero e il tempo di reazione, indebolendo la capacità di prendere decisioni.”

Questi alcuni degli elementi informativi contenuti nell’opuscolo “La verità sulle droghe” il cui pregio è quello di fornire i dati concreti sui danni causati dalle droghe, in modo che i giovani possano decidere di condurre una vita libera dalle droghe, consapevoli che “le droghe non rappresentano una soluzione allo stare meglio, ma sono un problema aggiunto”. I volontari di Missione Antidroga sono motivati nelle loro iniziative dall’osservazione dell’umanitario L. Ron Hubbard: “Le droghe privano alla vita delle gioie e delle sensazione che sono, comunque, l’unico motivo del vivere”, e continuano quindi in questo lavoro di tenere i giovani liberi dall’eroina, fra le più pericolose attualmente in circolazione, e dalla droga.

Per informazioni:

www.drugfreeworld.org

[email protected]

No Comments
Comunicati

Il Salento, una tappa ideale per la prossima stagione


La penisola salentina, rappresenta una tappa  ideale per vivere le vacanze vista la stagione estiva ormai alle porte: vacanze che possono partire già da questi primi mesi primaverili tra l’altro piu’ economici e rilassanti. In effetti maggio e giugno come inizio stagione , ( anche se già in riva al mare troviamo una buona fetta di villeggianti) potrebbe essere meta ideale per trascorrere dei brevi o lunghi periodi di soggiorno, valutando le numerose soluzioni di appartamenti e case vacanza nel Salento di ottima rifinitura e qualità. 
Tra le tante mete piu’ gettonate spiccano senza ombra di dubbio Gallipoli, Lecce e Otranto, cittadine dai mille itinerari e percorsi. Gallipoli offre al suo visitatore le migliori spiagge della penisola. Si va da Baia Verde la rinomata marina, a Punta della Suina e Lido Pizzo, che oltre ad offrire un mare incantevole, mostrano una meravigliosa distesa mediterranea. Otranto la città piu’ in foca di questi ultimi anni che tra mare, spiagge e grotte marine ha conquistato un’interessante fetta di turismo anche straniero. Lecce rappresenta una città artistica unica di genere, la nominata “città del Barocco”, uno stile architettonico di rilevante fattura artistica, ricca di Chiese, Palazzi, e Piazze di rara bellezza. Tutti luoghi ideali da visitare per le prossime vacanze.

No Comments
Comunicati

Visitare L’Italia in agriturismo


Ecco una lista di offerte agriturismo last minute per trascorrere una vacanza relax presso un agriturismo in Italia di vostra scelta.

Abbiamo selezionato i migliori agriturismo trovati in rete.

AGRITURISMO OASIS, a Proceno in provincia di Viterbo. Propone un’offerta super conveniente per Pasqua 2011. Per 2 persone, minimo 3 notti a EURO 25,00 a notte per persona! L’offerta comprende: camera matrimoniale con bagno privato, ingresso privato, pernottamento, ricca colazione a buffet servita e servizio biancheria.

AGRITURISMO LA CIRIOLA, a Piediluco-Marmore, in provincia di Terni. Propone per Pasqua: 3 notti – 4 giorni , mezza pensione , a 265 Euro a persona. Oppure 2 notti – 3 giorni, mezza pensione,a 200 Euro a persona. Nel pacchetto sono inclusi la colazione e il pranzo Pasquale.

AGRITURISMO PODERE Della Bruciata, a Chiusi in provincia di Siena.L’agriturismo Podere della bruciata propone uno sconto del 10% sui periodi del ponte Pasquale, del ponte del 1° di Maggio.

AGRITURISMO ZIO CRISTOFORO, a Casal Velino in provincia di Salerno. Propone per il ponte del 1 maggio 2011 un vacanza nel Parco del Cilento, all’insegna del relax. La camera matrimoniale, per 1 notte, a 120 Euro; la camera matrimoniale, per 2 notti, a 240 Euro. Sono incluse: le cene e le colazioni fino al giorno della partenza.

Qui di seguito troverete alcune proposte per trascorrere la Pasqua in agriturismo.

AGRITURISMO RELAIS ANTICA PIEVE, a Lucignano, in provincia di Arezzo. Offre il pacchetto di Pasqua 2011, dal 20/02 al 24/04/2011, a 300,00 Euro.

AGRITURISMO LE CASE DI CAMPAGNAMENICA MARTA, a Fabrica di Roma, in provincia di Viterbo. Propone un pacchetto, per il periodo che va dal 23/02 al 27/04/2011, a soli 35,00 Euro.

Speriamo che questi offerte per agriturismo possano esservi di aiuto per una felice vacanza.

No Comments
Comunicati

Ristoranti Loreto – Nella zona il pesce viene preparato secondo una tradizione classica, ma ci sono anche ristoranti che propongono ricette a base di pesce appartententi a culture estere, come…

Ristoranti Loreto – Nella zona il pesce viene preparato secondo una tradizione classica, ma ci sono anche ristoranti che propongono ricette a base di pesce appartententi a culture estere, come ad esempio la cucina giapponese
Simbolo di bellezza ed armonia, la cucina giapponese utilizza ingredienti sempre freschi, il pesce e le verdure generalmente sono consumati crudi, per non alterare le loro qualità e caratteristiche.
Per i cibi che devono essere necessariamente cotti i giapponesi prediligono metodi di cottura veloci, che possano mantenere sia il sapore che le caratteristiche nutrizionali dei cibi.
Molto interessante e di fondamentale importanza anche l’armonia con la quale vengono presentati i piatti, la cultura giapponese prevede infatti che ogni pietanza sia equilibrata ed in tavola deve apparire come una vera e propria opera d’arte.

Secondo la cultura giapponese, la cucina è un’arte solo se nelle mani di cuochi esperti, i giapponesi sono in grado di raggiungere la perfezione in ogni loro gesto, per presentare un piatto in cui forme, colori e sapori si uniscono in un connubio di qualità e fascino.

Gli ingredienti primari della cucina giapponese sono il riso ed il pesce, l’alimento che nell’immaginario collettivo rappresenta al meglio questa unione è il sushi: riso preparato con zucchero, aceto e sale e presentato con il pesce crudo.
Ne esistono alcune varietà altrettanto conosciute come il nigiri (con pesce e riso avvolti in alga nori) ed il sashimi, ovvero la preparazione più elegante (con tagli precisi e diversi per ogni tipologia di pesce)
Tra gli altri piatti tipici del Giappone, è sicuramente celebre la tempura, ovvero un antico metodo di frittura che di solito si usa per il pesce e le verdure.

Nella cucina e per la gastronomia giapponese sono molto importanti anche gli utensili come ad esempio il wok, una particolare padella antiaderente impiegata per a frittura e la cottura rapida, lo stuoino di legno per preparare il sushi, ed il suribachi, in terracotta ed il surikogi, impiegati nella realizzazione di salse.
Alla cucina in giappone viene data grande attenzione proprio perchè è considerata un’arte, il taglio dei cibi e delle pietanze è di fondamentale importanza ed esistono dei coltelli specifici per ogni ingrediente: Secondo i giapponesi ogni pietanza, avendo una propria forma, necessita di essere tagliata nella maniera più giusta e precisa in modo che il piatto finito possa essere realmente armonioso ed equilibrato in ogni sua componente.

In Italia, nella regione Marche ed in paesi come Ancona, Macerata e Porto Recanati, stanno con il passare degli anni aumentando i locali che propongono piatti tipici di culture estere, ristoranti Loreto, pizzerie Numana e tanto altro ancora.

No Comments
Comunicati

Un bel regalo si riconosce anche dalla confezione


Quando si fa un regalo, il tipo di pacchetto o di confezione che scegliamo diventa parte integrante del regalo stesso. Per questo motivo è importante scegliere con cura come impacchettare i nostri doni.

Il bello di un regalo sta anche nella sua confezione: il pacco è infatti una sorta di biglietto da visita del regalo stesso, e quando facciamo un dono a qualcuno, in genere vogliamo fare una buona impressione sin dal primo momento, prima ancora che il regalo venga aperto. In questo senso le aziende specializzate in imballi cartone, scatole e carte da regalo ci danno una grossa mano per realizzare dei pacchi dono originali e di sicuro effetto, ma mettendoci un po’ di impegno possiamo realizzare dei pacchi carini anche con le nostre mani, seguendo qualche piccolo consiglio e usando un pizzico di fantasia.

Perché se da un lato è vero che l’abito non fa il monaco, che a caval donato non si guarda in bocca, che non bisogna giudicare un libro dalla copertina e così via, è anche vero che nel caso dei regali una delle componenti fondamentali è proprio la confezione, che rende ogni oggetto ancora più speciale. Ciò è vero soprattutto in taluni casi, come per esempio quando il destinatario di un regalo è un bambino, ma in ogni caso una bella confezione regalo agisce come una specie di “captatio benevolentiae” nella mente del ricevente del dono, che se viene impressionato positivamente dall’involucro, di conseguenza è anche più bendisposto nei confronti del contenuto dell’involucro stesso. Per averne una dimostrazione, basta che proviate a pensare a quando ricevete un regalo: una delle cose più belle non è forse scartarlo, tanto che se il regalo non fosse incartato non sarebbe ugualmente apprezzato? E ancora, non vi è mai capitato di ricevere un regalo impacchettato con una carta sgualcita o comunque in modo poco curato, senza rimanere almeno un po’ delusi, anche se magari il contenuto del pacco non era così male?

Per evitare che questo accada si può ricorrere a vari trucchi e tipi di involucri. In commercio, per esempio, esistono delle scatole in cartone o realizzate con altri materiali molto carine, colorate e decorate, che potete abbellire con fiocchi o quant’altro. Si tratta dell’involucro perfetto nel caso dobbiate incartare dei piccoli oggetti dalla forma irregolare, che con della semplice carta da regalo avreste sicuramente difficoltà ad impacchettare.

Sempre nel caso di oggetti dalle forme irregolari, ma dalle dimensioni un po’ più grandi, e per i quali non è facile trovare una scatola della giusta forma e misura, potete incartarli con della carta molto leggera, come per esempio la carta velina. In questi casi, infatti, della carta da regalo tradizionale potrebbe non essere in grado, a causa della sua rigidezza, ad adattarsi alle forme dell’oggetto in questione. In alternativa, potete optare per dei sacchetti stoffa o realizzati con altri materiali, che potete poi chiudere con un bel fiocco.

Altro consiglio: se dovete confezionare un regalo per un bambino, la componente più importante per il vostro pacco è il colore. Largo dunque ai colori vivaci accesi, e alle carte da regalo stampate con figure di animali, pupazzi o personaggi dei cartoni animati. Quando ricevono dei regali, infatti, i bambini vengono subito colpiti dal colore del pacco, oltre che dalla sua grandezza.

Questi sono solo pochi consigli, ma seguendoli sarete sicuri di dare ai vostri regali il “vestito” più adatto!

Articolo a cura di Francesca Tessarollo
Prima Posizione Srl – posizionamento seo

No Comments
Comunicati

Vacanze mare 2011 a Saint Tropez


Stai pensando di organizzare la tua vacanza a Saint Tropez?
Non vedi l’ora di passare le tue serate al nikki beach saint tropez o al club 55?
Questa estate concediti il massimo con una meravigliosa vacanza a Saint Tropez a bordo di uno yacht di lusso.

Regalati per l’estate 2011 una vacanza indimenticabile!

Noleggio yacht Saint Tropez

8 posti letto per passare una vacanza insieme agli amici
A bordo di Mediterranean Yacht Charter sono presenti 4 cabine cosi divise:
1 cabina Master con letto matrimoniale, stanza spogliatoio e bagno privato con vasca Jacuzzi
1 cabina vip in posizione riservata a poppa con letto matrimoniale, bagno privato, curata in ogni dettaglio1 cabina Silver con 2 letti singoli e bagno privato
1 cabina Gold con 2 letti singoli e bagno privato.

Ristorante 5 stelle a bordo con 2 chef eccellenti
Una vacanza perfetta per palati raffinati.
Rimarrete stupiti dalla cantina di Mediterranean Yacht Charter: dai Supertuscan, ai passiti francesi, passando dalle migliori etichette di Champagne, senza dimenticare ottimi Prosecchi nazionali.
Non dimenticherete l’aperitivo all’ora del tramonto, servito nella vasca-piscina yacuzzi esterna.

Nella sezione noleggio yacht a Saint Tropez a bordo di Mediterranean Yacht Charter troverete tutte le informazioni per organizzare perfettamente la vostra vacanza
MEDITERRANEAN YACHT CHARTER
Internet: http://www.mediterranean-yachtcharter.com

No Comments
Comunicati

Pacchetti vacanze per Pasqua: Mirabilandia la novità


Sarà Mirabilandia la meta preferita di tante famiglie per Pasqua 2011? Chissà, ma di certo le offerte che propongono un pacchetto vacanza nel parco di Ravenna sono tante e il weekend pasquale potrebbe essere proprio l’occasione giusta per trascorrere qualche giorno tra giostre e attrazioni.

I pacchetti più interessanti sono quelli che propongono assieme alla visita del parco di divertimenti anche il soggiorno in hotel a Ravenna o in cittadine limitrofe. Considerando che fino al 10 maggio, l’ingresso per i bambini è gratuito e che vale sempre l’opzione che permette di entrare gratis il giorno dopo, questo tipo di soggiorno è sicuramente gradito soprattutto dai giovani o da chi ha figli.

Per chi è più in là con gli anni, invece, si può optare tra tante destinazioni italiane, Sicilia e Cinque terre su tutte, per quest’anno, e diverse offerte di viaggi in città europee. Per quanto riguarda queste, le più interessanti paiono essere a sorpresa Istanbul e l’accoppiata iberica Tudela e Pamplona, caratterizzate da note feste tradizionali legate alla settimana santa. Nella prima, il Volantin (con una bambola di legno incendiata sul balcone della Casa del Reloj de la Plaza de los Fueros) e la Bajada del Angel (un bimbo vesti da angelo sarà calato nella piazza della città); nella seconda invece sono da rimarcare le processioni delle Cinque Piaghe e dell’Entierro.

Per chi invece volesse e potesse regalarsi un viaggio più lungo, i pacchetti vacanze in offerta sono di certo appetitosi: Sidney e New York in quanto a fascino hanno poco da invidiare ad altre metropoli, e in particolare la Easter Parade è un avvenimento suggestivo e divertente, con la città attraversata da una parata tripudiante di stravaganza.

Insomma di proposte per un viaggio nel weekend di Pasqua ce ne sono tante: bisogna solo scegliere quella più adeguata alle proprie possibilità.

No Comments
Comunicati

Il successo dei Bed & Breakfast in Italia


Il B&B in Italia è in continuo sviluppo; nonostante la crisi ormai decennale del settore turistico, causata inizialmente dalla crisi economica post-euro ed intensificata dall’attuale crisi economica mondiale, l’andamento sia di nuove aperture di B&B che della richiesta di questa forma di alloggio per vacanza è in continua crescita.

Il successo di questa forma di ospitalità e da ricercarsi sia nei costi contenuti, sia nel clima di ospitalità che si respira all’interno di queste abitazioni un contesto familiare che fa assaporare la dimensione “casa”; la possibilità di entrare strettamente a contatto con la realtà del luogo in cui si soggiorna.

Le origini del bed and breakfast (letteralmente Letto e Colazione) appartengono al mondo anglosassone anche se la tradizione di ospitare persone di passaggio presso la propria dimora ha radici centenarie ( basti pensare ai viandanti che nel medio evo si dovevano spostare da città a città )

Il B&B assolve a tantissime mancanze della consueta ospitalità. Primo fra tutti grazie alla sua economicità permette vacanze più lunghe e accessibili a tutti. Inoltre, vista l’esiguità dei costi di gestione (è a tutti gli effetti una attività familiare) consente l’offerta di ospitalità anche in località dove non risulta conveniente l’apertura di un hotel creando un indotto turistico, seppur minimo, anche in località non usualmente raggiunte dal turismo.

Scritto da Bed & Breakfast da Biagio

B&Blog: tutto quello che c’è da sapere sui Bed and Breakfast

C.da Sant’Elia – Km 1,000 Cap 71016 San Severo (FG)

E-mail: [email protected]

No Comments
Comunicati

DEDICATA AL PITTORE FRED PITTINO UNA SALA DEL MUSEO DI DOGNA


E’ dedicata a Fred Pittino una sala del Museo del Territorio di Dogna (Udine), che inaugurerà Sabato 26 Marzo 2011.

Il pittore Pittino (Dogna 1906, Udine 1991), tra i protagonisti indiscussi del ‘900 artistico friulano, proprio qui ha avuto i suoi natali.

Le opere esposte sono rappresentative di tecniche che l’artista ha saputo utilizzare in oltre 60 anni di carriera, esaltandone le caratteristiche espressive e tecniche.

L’esposizione vuole, infatti, dare una visione completa della vita artistica del pittore che incomincia a dipingere nel 1925, inizialmente dedicandosi alla pittura ad olio, tecnica che sarà sempre presente nella sua produzione.
E’ proprio a questa tecnica viene dedicata la prima parte della mostra, attraverso dieci opere ad olio, che rappresentano differenti epoche e periodi e in cui vengono messi in mostra i temi cari a Pittino, dalle nature morte alle figure, dai paesaggi fino alle “allegorie”, temi presi a pretesto per sviluppare il suo linguaggio pittorico del momento.

Il percorso espositivo continua ripercorrendo l’intensa attività nel campo delle opere parietali, soprattutto di arte sacra, cui il pittore si dedicò dal 1940.
Tornato definitivamente a Udine – dopo un decennio trascorso a Milano a contatto dei maestri del Novecento e dei giovani che agivano nell’ambito di Brera e della Galleria del Milione – l’artista ricevette importanti incarichi per l’esecuzione di affreschi e mosaici.

E’ dedicata a queste tecniche la seconda parte della mostra, in cui vengono esposti opere quali un cartone del particolare di un angelo del mosaico dell’abside del Tempio di Cargnacco (Ud),una copia di un particolare del mosaico dell’abside della Chiesa di Santa Maria della Misericordia dell’Ospedale civile di Udine ed in fine due prove di affresco preparatorie al ciclo musivo realizzato nella chiesa di Flambro (Ud). 

A rappresentazione della produzione grafica di Pittino vengono presentate cinque opere su carta.
Il percorso inizia con un paesaggio a tecnica mista (raramente l’artista usa il disegno anche se colorato  come tecnica fine a se stessa ma più frequentemente come preparatoria ad altre tecniche pittoriche), per poi passare a quattro incisioni, tecnica che approfondisce dagli inizi degli anni settanta e  a cui si dedica poi con passione. Qui sono rappresentate le quattro tecniche, serigrafia, litografia, acquaforte acquatinta e linoleografia, da lui utilizzate sfruttandone le diverse caratteristiche espressive per portare avanti il suo linguaggio come temi ma soprattutto come atmosfere.

Oltre alle opere che caratterizzano questa sezione e che rappresentano più di 60 anni della storia della pittura in Friuli, nell’ultima parte dell’esposizione è stato reso omaggio anche alla sua esperienza di educatore, offerta sia aprendo il suo studio a tanti giovani allievi e curando la direzione artistica della Scuola Mosaicisti di Spilimbergo – scuola ormai nota in tutto il mondo, sia collaborando con il Circolo Artistico e con il C.F.A.P..

L’inaugurazione del Museo del Territorio di Dogna
avrà luogo Sabato 26 Marzo 2011,
alle ore 10.30.

Museo del Territorio
Vicolo del Museo, 2
33010 Dogna (Udine)

No Comments
Comunicati

Last Minute Sharm: ripartono le attività turistiche.


L’Egitto riparte da qui, all’indomani di una delle crisi politiche più gravi della sua storia, che ha costretto i turisti presenti nel paese ad abbandonare il paese. Ma ora l’Egitto è pronto a riaprire le porte ai turisti e ricomincia a pieno ritmo l’attività delle strutture, villaggi, resort e alberghi, nelle località turistiche. Sharm El Sheik è una di queste località, dal clma caldo tutto l’anno è la meta privilegiata dagli italiani che ogni affollano i nmerosi villaggi presenti, dal hotel super lusso, al villaggio per famiglie e più popolare, qualunque sia la necessità per la vacanza è a disposizione del visitatore un ampio assortimento di strutture. Inotlre è possibile richiedere servizi aggiuntivi, oppure fare escursioni nei paesini che circondano i villaggi dove la modernità si fonde con la tradizione antica e misteriosa degli egizi.
Infinite inoltre sono le attività da svolgere nelle varie strutture, da corsi di immersione al dolce far niente. Latuavacanza propone pacchetti last minute Sharm a prezzi competitivi in strutture di pregio, visitando il sito è possibile scegliere tra le date disponibili e non resta che partire. Il vantaggio fondamentale dei viaggi last minute sharm, così come in molte altre destinazioni turistiche, è il costo estremamente conveniente rispetto all’alta stagione, grazie al quale chiunque può fare un viaggio in una meta particolarmente rinomata in strutture di grande pregio ad un costo ragionevole.

No Comments
Comunicati

L’importanza di capire da dove veniamo e chi siamo : l’albero genealogico.


Secondo la psicogenealogia l’uomo non è altro che un insieme di emozioni, relazioni, affetti; tutte queste condizioni influenzano e ci mettono in connessione con la nostra famiglia, alla società che ci circonda e di conseguenza alla religione, alle maggiori istituzioni, alla cultura.

Molto spesso accade proprio il contrario, la persona viene cioè considerata come un’entità isolata e sé stante e i suoi problemi sono visti come l’incapacità di avere delle buone relazioni con gli altri, a partire nei rapporti affettivi a quelli lavorativi e familiari. In questo modo l’individuo viene considerato come sconnesso dalle proprie emozioni, senza alcuna possibilità di modificare la propria vita, anzi in completa balia del proprio destino. La psicogenealogia invece ci insegna che ognuno di noi eredita un bagaglio biologico preciso, una specie di impronta biologica ed emozionale. Questo sistema funziona un po’ come una ragnatela che ci rende inconsapevoli nelle scelte e dell’ ansia depressione .

Una trappola che ci impedisce di essere ciò che veramente vogliamo essere o desideriamo, anzi ci è proprio impossibile capire anche i nostri desideri. È una trappola che non si riesce a comprendere di cui non si è consapevoli di vivere e che crea non pochi problemi, tutte le nostre insoddisfazioni, nevrosi, malattie, conflitti e paure provengono da qui. Si tratta quindi di prendere coscienza e di individuare la ripetizione di questi meccanismi presenti le proprio albero familiare da generazioni; dinamiche e comportamenti che si ripetono manifestandosi in sofferenze e conflitti, delle vere e proprie prigioni affettive. Anche le costellazioni familiari e ricerca genealogica sono uno strumento utile per indagare questi meccanismi nascosti che ci inchiodano a vivere una vita che non è nostra.

Comprendere questi meccanismi è il primo passo verso la liberazione e la vera guarigione, il compito nella vita è quello di cercare in tutti i modi e con tutte le energie di essere semplicemente quello siamo. Jodorowsky è uno dei più importanti portavoce di questa forma di conoscenza, ha infatti elaborato la famosa Psicomagia. Si tratta di una forma d’arte e di interpretazione che porta alla guarigione dell’individuo, attraverso un ‘geto poetico’, un’azione precisa liberante, che in apparenza non ha logica ma che ha un profondo impatto con il nostro inconscio. Questo porta la persona a percepire la propria realtà , così com’è a partire da un nuovo punto di vista. È una specie di copione magico che va aldilà della nostra razionalità e consapevolezza e che colpisce la nostra natura più nascosta e più vera, portandoci ad un cambiamento tangibile, che porterà nelle nostre vite luce e la coscienza del presente passato futuro.

Per chi vuole approfondire e iniziare questo cammino di scoperta si consiglia di iniziare ad acquisire maggiori informazioni riguardo al proprio albero genealogico, a partire dai nostri fratelli e sorelle, genitori e zii e zie e nonni arrivando fino ai bisnonni. Si annoteranno quindi i nomi e cognomi, le date di nascita e di morte, di matrimonio, le separazioni e i divorzi, gli aborti, le professioni e il livello culturale. Questi sono tutti utili per definire il patrimonio trasmesso, tutto quello che ci è arrivato e che abbiamo ereditato. Buon lavoro allora e vedrete che le ‘coincidenze’ non saranno poche.

Articolo a cura di Elena Tondello
Prima Posizione srl – inserimento motori http://www.prima-posizione.it/wp/registrazione-motori-ricerca.html

No Comments
Comunicati

Sofitel Essaouira Mogador Golf & Spa, approfitta degli spazi aperti del Marocco


Parigi, marzo 2011 – Il Sofitel Essaouira Mogador Golf & Spa è stato costruito nell’eccezionale nuovo resort sulla costa di Mogador, in Marocco.

Posizionato a sud di Essaouira, circondato da 600 ettari di foresta, protetto da una spettacolare duna di sabbia naturale e costeggiato da una spiaggia selvaggia ed incontaminata, il Sofitel ha creato un meraviglioso scenario nel quale la natura è fonte di relax e ispirazione.

Questo complesso, il settimo Sofitel in Marocco, è stato progettato congiuntamente da Didier Gomez, per quanto riguarda gli interni, dall’architetto Rachid El Andaloussi, che si invece è occupato della costruzione stessa, e dall’artista paesaggista Isabelle Linski, per gli esterni.

The Sofitel Essaouira Mogador Golf & Spa è stato realizzato come tributo alla ricchezza pura del meraviglioso ambiente naturale che lo circonda. In questo luogo si può apprezzare davvero la tranquillità degli spazi aperti e lasciarsi catturare dalla bellezza della natura. La ricercata continuità tra gli ambienti esterni e quelli interni si può notare entrando nella grande lobby, dove lo sguardo spazia oltre il campo da golf fino ad arrivare all’oceano.

La purezza del design combina in modo superbo eleganza e autenticità in completa armonia con il vasto ambiente naturale e lo spirito selvaggio di Mogador. Le strutture in pietra di Mashrabiyas e Essaouira sono utilizzate per formare un simbolico collegamento tra questi due territori.

Dalla maestosa hall, decorata con grandi lanterne marocchine e una pianta rampicante, gli ospiti possono accedere direttamente alle due attrazioni chiave dell’albergo. Il Tea Lounge celebra e perpetua l’antichissimo rituale del té mentre lo stupefacente Tiki So (il cui bar è realizzato con circa 50,000 pezzi di vetro) propone un esteso menu dei cocktail, in omaggio alle prime strade del rum, che partivano proprio da Mogador. Dalla superba terrazza panoramica si può godere della vista sulla piscina, vicino alla quale si trova il Kasbah Café, dove si possono gustare deliziosi piatti wok e tajine, mentre l’ Atlantic è il santuario degli appetitosi frutti di mare dell’Essaioura.

Sofitel è particolarmente abile nel creare un legame tra la cultura francesce e quella locale.
All’Atelier aux Arômes (Laboratorio di degustazione) del Sofitel Essaouira Mogador Golf & Spa’s, i talentuosi chef Philippe Bourdon e Fatima Targa hanno unito le loro professionalità per coniugare il meglio della gastronomia francese e marocchina. Una scommessa vinta per tutti coloro che desiderano assaporare una cena nutriente, realizzata in modo creativo con i prodotti regionali, incluse spezie e olio di argan, da gustare in un ambiente costruito con mashrabiyas e legno di quercia.

Infine, quando scende la notte, il So Lounge è il nuovo imperdibile locale nella cité des Alizés, nel quale si può approfittare del calore degli eventi serali marocchini.

Gli schemi decorativi pensati per le camere sono un’estensione naturale del progetto. Le mashrabiyas sono molto usate, insieme al legno, alle costruzioni di pietra, e ai motivi marocchini ricamati sui tessuti imbottiti.

Per il design contemporaneo dei mobili Didier Gomez ha preso spunto dalla vicina cittadina bianca, con i suoi colori intensi, le varietà di legni esotici, e le decorazioni Moorish. L’inestimabile senso di benessere accompagna gli ospiti fino al momento di andare a dormire nell’esclusivo MyBed™, letto soffice e lussuoso del Sofitel. In ogni camera i letti sono rivolti verso l’Oceano per una rigenerante sensazione di evasione dal momento del risveglio

Due delle ville sono state disegnate da Lacoste, che sta estendendo la sua creatività fin qui. Un inusuale design che segna la prima cooperazione di questo tipo tra l’Essaouira Sofitel Luxury Hotels e il famoso marchio con il logo del Coccodrillo.

The Sofitel Essaouira Mogador Golf & Spa è posizionato a pochi kilometri a sud della città di Essaouira, famosa per il suo porto, le sue migliaia di gabbiani, il baluardo color ocra, le case bianche dalle finestre blu e il suo clima mite per tutto l’anno. Con un totale di 147 camere e suite, oltre a 28 ville con piscina privata, il Sofitel si conforma perfettamente al lussuoso paesaggio della tenuta di Mogador. Un posto di questo tipo è l’ideale per scoprire una miniera di attività, mentre i bambini, trattati come autentici piccolo Principi e Principesse, non dimenticheranno mai il loro soggiorno e i momenti felici che avranno trascorso alla Children’s Villa.

So SPA e So FIT si trovano in un edificio di 1300 m2 dedicato alla salute e alla cura del corpo in un ambiente rilassante e colorato. Questa lussuosa area, progettata attentamente per aiutare gli ospiti a ritrovare l’armonia del corpo e della mente, propone 8 trattamenti esclusivi in cabina, un tradizionale bagno di vapore orientale, con tre vasche, un piscine ad onde, oltre all’area del solotto spa, semplicemente perfetta per rilassarsicon le sue incredibili cascate. Per il Sofitel Essaouira Mogador Golf & Spa’s So SPA, Sofitel ha unito le forze di due esperti riconosciuti nel campo della bellezza, Clarins e 5 Mondes.

Infine, il golf si è affermato come un’attrazione popolare tra i viaggiatori, in particolare in Marocco, dove ultimamente c’è stato un aumento di campi da golf. Il Sofitel Essaouira Mogador Golf & Spa invita gli amanti del golf a soprire il campo da 36 buche disegnato da Gary Player. Come ambasciatore di una certa “Arte di vivere”, oltre al golf, il Sofitel è caratterizzato dalla passione per la precisione, l’ospitalità e la ricerca di perfezione. Gli altri complessi del Sofitel in Marocco si trovano tutti nelle destinazioni di golf più famose incluse Marrakech, Agadir, Fez e Rabat.

* * * * *

Sofitel: l’eleganza francese nel mondo

Sofitel è l’unico marchio di lusso presente in cinque continenti, in circa 40 paesi con 130 alberghi e 30.000 camere. Sofitel propone alberghi e resort contemporanei che si adeguano alle aspettative di bellezza, qualità ed eccellenza ricercate dai clienti versatili ed esigenti di oggi. Sia che siano situati nel cuore delle città più importanti come Parigi, Londra New York o Beijing, o che siano nascosti in meravigliosi territori panoramici in Marocco, Egitto, Isole Fiji o Tailandia, ogni albergo Sofitel offre una reale esperienza dell’”art de vivre”.

Scoprite il mondo Sofitel su www.sofitel.com
Scoprite A|Club il nuovo programma di fedeltà mondiale di Accor su www.a-club.com

* * * * *

Press Relations Sofitel Worldwide
Rodolphe Moulin-Chabrot
[email protected]

IMAGINE Communication
Tel. (+39) 06 39750290 [email protected]
www.imaginecommunication.eu
italianconnections.net

No Comments
Comunicati

SI AFFOLLANO I RANGHI DELLA 35.a POLARTEC PIZOLADA. DOMENICA SCIALPINISMO GRIFFATO IN VAL DI FASSA


Scatta domenica la 35.a Polartec Pizolada delle Dolomiti

Oltre 300 scialpinisti già prenotati, ma le iscrizioni chiudono domani

Al via anche tanti nomi noti di sci e pelli come Battel, Mair, Follador e Dezulian

La partenza sarà alle ore 8.00 ai piedi del Col Margherita, a 1.890 metri

Parlare di gare leggendarie sembra scontato, ma nello scialpinismo la “Polartec Pizolada delle Dolomiti” lo è veramente. L’atteso appuntamento di ski alp sarà al via domenica 27 marzo per la sua edizione numero 35, e gli uffici direttivi della Val di Fassa Sport Events stanno ricevendo le ultime iscrizioni prima della chiusura dei battenti, fissata per domani.

Al momento sono già 300 gli scialpinisti prenotati, e la start list lascia presagire che la sfida sportiva sarà, come sempre, avvincente. Ci sarà da tenere d’occhio senza dubbio il plurimedagliato Carlo Battel, insieme al fiemmese Riccardo Dezulian e al bellunese Alessandro Follador, il quale di certo avrà voglia di risalire sul podio, magari migliorando il terzo posto della passata edizione. A dare filo da torcere al trio ci saranno però anche altri esperti di sci e pelli di foca, come Thomas Trettel, Friedrich Mair (secondo nel 2009) e Mario Scanu (terzo nel 2007), pronti a fare del loro meglio per aggiudicarsi la vittoria. Lo scorso anno, la 34.a edizione vide il giovane Trettel, portacolori dell’AS Cauriol, piazzarsi secondo dietro al “colosso” Matteo Eydallin, e l’edizione dei sette lustri potrebbe essere l’occasione buona per raggiungere la medaglia più ambita. Al via ci sarà anche Davide Pierantoni, vincitore lo scorso anno della gara Junior, al debutto nella categoria Senior.

Insomma, il carnet degli iscritti è come sempre ricco, e lungo i 18 km del percorso ci saranno ovviamente delle sorprese, grazie alle gesta dei tanti atleti (molti dei quali recentemente in risalto in Coppa Italia) in lizza per la vittoria. Una gara avvincente anche per il pubblico, che potrà godersi la sfida da diversi punti strategici o in zona arrivo, complice anche una giornata annunciata favorevole dal punto di vista meteorologico.

La competizione ha come fulcro Passo San Pellegrino, e il percorso presenta un piacevole ritorno al passato. Infatti, mentre lo scorso anno il via era collocato nel centro di Moena, domenica la gara sarà interamente “d’altura”, con partenza alle ore 8,00 dalla stazione a valle della funivia Col Margherita (da non dimenticare che scatta l’ora legale!), la cui quota supera 1.800 metri. Il tracciato porterà gli scialpinisti a ridosso di alcuni tratti suggestivi, come il punto più alto a quota 2.805 metri di Forcella del Laghet,  Forcella Vallazza o il Col Margherita.

I giovani e gli escursionisti saranno alla prova su un percorso più breve, che avrà “solo” 1.000 metri circa di dislivello, anziché 1.991 come per il percorso Senior e Master. L’arrivo, comune per tutti, è fissato al Passo San Pellegrino, che sovrasta la località di Moena e il cui nome è più che sufficiente ad evocarne la spettacolarità.

Oltre all’appassionante tracciato, sono garanzia di successo anche la decennale esperienza nello ski alp della gara fassana e le tante presenze illustri che hanno firmato il suo albo d’oro, come ad esempio Follis, Pellissier, Giacomelli, Lunger o Calliari.

Come accennato, le iscrizioni sono aperte fino a 24 ore prima dello start della gara, e per i giovani delle categorie Cadetti (nati tra il 1994/96) e Juniores (nati tra il 1991/93) la quota sarà ridotta a 30 euro, 15 in meno di quella prevista per Senior, Master ed Escursionisti. L’iscrizione comprende, oltre alla partecipazione e ai servizi della Polartec Pizolada delle Dolomiti, anche il pasta party finale e il pacco gara griffato Polartec.

Tutte le informazioni sono reperibili sul sito www.pizolada.it dove gli organizzatori hanno anche pensato bene di ricordare ai partecipanti di non scordare il passaggio all’ora legale, in atto proprio nella notte “di vigilia” della competizione.

No Comments
Comunicati

Ristoranti Senigallia – Nuovi menù studiati appositamente per chi soffre di celiachia


Ristoranti Senigallia – Nuovi menù studiati appositamente per chi soffre di celiachia
La celiachia è un’intolleranza permanente alla gliadina, componente alcool-solubile del glutine, contenuta nel frumento, nell’orzo, nella segale, nel farro ed anche nel kamut. Tutti gli alimenti che derivano da questi cereali sono da considerarsi tossici per chi soffre di questa malattia.
L’intolleranza al glutine può provocare delle lesioni alla mucosa dell’intestino che regrediscono escludendo il glutine dalla dieta, anche se dalla celiachia non si guarisce, l’unica cura consiste nell’adozione di una dieta priva di glutine.

Il riso, il mais, il grano saraceno, il miglio, la soia, l’amaranto, la quinoa in associazione con frutta, verdura, pesce, carne, formaggi e legumi possono essere inseriti tranquillamente nell’alimentazione quotidiana del celiaco. Si deve sottolineare che una persona affetta da celiachia può condurre una vita del tutto normale, soltanto però se segue una dieta corretta.

Recenti studi hanno dimostrato che la massima concentrazione di glutine in un alimento che può essere assunta da un celiaco è di 20 parti per milione, soglia oltre la quale il glutine diventa tossico: la legislazione europea definisce questo limite per catalogare un prodotto come “senza glutine”.
Si deve sapere inoltre che anche il minimo contatto degli alimenti contenenti glutine con quelli per celiaci può contaminare questi ultimi, per esempio l’uso delle stesse posate per mescolare la pasta in cottura anche in pentole diverse è da evitare.
Ingerire anche soltanto una piccola quantità di glutine può rendere inefficace la dieta, è quindi fondamentale accertarsi che il celiaco ingerisca solo alimenti che non contengano glutine in nessuna forma.
I celiachi devono inoltre evitare la birra, devono far attenzione alla sceltà di caffè, gli espressi del bar possono infatti essere contaminati da orzo, devono far attenzione alle spezie, alle bevande aromatizzate, allo zucchero a velo ed in genere agli alimenti precotti ed ai preparati alimentari come ad esempio lo yogurt alla frutta.
L’Associaizone Italiana Celiachia fornisce a tutti i celiachi un prontuario degli alimenti che permette loro di orientarsi, contiene infatti un elenco completo degli alimenti privi di glutine suddivisi per categoria.

L’Italia negli utlimi anni si stà mobilitando per garantire a tutte le persone con intolleranze, ai celiachi o ai vegetariani un maggior numero di locali presso i quali poter trovare interi menù a loro dedicati: ristoranti Senigallia, nella regione Marche ed in tutto il territorio nazionale.

No Comments
Comunicati

Lo Studio Dentistico Tatini presenta Lumineers, la nuova tecnica per migliorare il sorriso


Lo Studio Dentistico Tatini presenta nelle pagine del proprio sito web Lumineers, la nuova tecnica americana che consente di migliorare radicalmente un sorriso in modo completamente indolore.Da decenni presente sul territorio genovese, lo Studio Dentistico Tatini dispone di uno staff di ortodonzisti e odontotecnici professionale ed altamente qualificato.Lo studio dentistico è specializzato in numerose terapie come la terapia conservativa, quella endodontica, la protesi fissa e mobile. Effettua inoltre servizi di sbiancamento dentale ed igiene orale, nonché interventi di chirurgia parodontale, chirurgia orale, ortodonzia e laserterapia. Nel nuovo sito web, lo staff dello Studio Dentistico Tatini presenta Lumineers, la rivoluzionaria tecnica americana che consente di migliorare il proprio sorriso in modo completamente indolore. Essa consiste nell’applicazione di sottilissime faccette in ceramica integrale spesso come una lente a contatto. Tale tecnica ha mostrato risultati durevoli nel tempo. Essa può pertanto offrire la possibilità per una soluzione permanente in tutti quei casi in cui un individuo è insoddisfatto del proprio sorriso. Questa nuova tecnica prevede una prima visita in cui il dentista prende le impronte delle arcate del paziente per poi decidere con quest’ultimo gli interventi da fare. Le impronte vengono così inviate negli Stati Uniti dove vengono realizzare le faccette. Una volta realizzate ed arrivate in studio, esse vengono infine provate dal paziente ed applicate e cementate per mezzo di un efficace metodo adesivo.

No Comments
Comunicati

Tosse e catarro


Quali sono lecause di tosse e catarro?  La Tosse di solito è un chiaro sintomo che c’è qualcosa che ostruisce le vie respiratorie come particelle di polvere in aria o quando un pezzo di cibo va giù il modo sbagliato.
Potrebbe anche essere un segno che si sta sviluppando un’ nfezione nei polmoni e allora le vie repiratorie produrranno molto catarro.

La  tosse può essere provocata da:

Il comune raffreddore, che è una causa frequente di tosse acuta guarisce  solitamente in meno di tre settimane.

Malattie più gravi, come polmonite, insufficienza cardiaca acuta o embolia polmonare (coaguli nei vasi sanguigni dei polmoni).

fumo, che provoca spesso la tosse cronica (polmone del fumatore).
Acido dello stomaco tornare la gola fino a riversarsi nella trachea (reflusso gastro-esofageo).
farmaci utilizzati nella malattia di cuore, gli ACE inibitori.
Infezioni batteriche o virali nei polmoni, come ad esempio bronchite acuta, polmonite, pertosse, in groppa i bambini  Raramente tosse può essere provocata da malattie psichiche
Danni ai nervi che forniscono le corde vocali (noto come chordpalsy voce) e tosse cronica può accadere.
asma – soprattutto nei bambini che possono solo tosse e non presentano alcun affanno.
La tosse è più efficace quando è preceduta da una presa piena di aria.

Per questo motivo, i pazienti con muscoli deboli, o con scarso coordinamento nella chiusura delle vie aeree o che hanno ostruzione delle vie aeree (come in COPD) avranno una tosse debole e saranno suscettibili di complicanze tra cui l’infezione del tratto respiratorio inferiore e della polmonite.

No Comments
Comunicati

Last Minute Puglia: con latuavacanza viaggi lastminute a prezzi convenienti

La Puglia è una meta che negli ultimi anni ha visto crescere moltissimo il numero dei visitatori, mare azzurrissimo e spiagge lunghe e attrezzate, sulla scia del successo della festa della taranta che, nel mese di agosto, attira visitatori appassionati. Ma la Puglia non vive solo delle sue tradizioni conosciute in tutto il mondo, negli ultimi anni, in relazione all’aumento del numero di visitatori, che nella stagione estiva affollano le località di mare e non, sono nettamente aumentate nel numero e nella qualità, anche le strutture alberghiere, resort e villaggi vacanze che in bassa stagione diventano ancora più convenienti. La stagione estiva in Puglia inizia con largo anticipo rispetto alle altre regioni italiane, infatti già da maggio le strutture delle località marine sono funzionanti e pronte ad accogliere i primi visitatori mantenendo alto il livello del servizio ad un prezzo davvero eccezionale. Latuavacanza offre pacchetti last minute Puglia vantaggiosi e in strutture di pregio a costi competitivi senza rinunciare al comfort, infatti le strutture proposte da latuavacanza sono in grado di poter soddisfare le esigenze di tutti i visitatori.
Last minute Puglia è l’occasione per evadere qualche giorno dalla routine quotidiana ed godersi una vacanza all’insegna del relax, del amre e della buona tavola.

No Comments
Comunicati

DAGLI ALTIPIANI DEL KENIA ALLE ALPI LOMBARDE. GRANFONDO GIORDANA SEMPRE PIÙ INTERNAZIONALE


Tanti consensi anche dall’estero con ciclisti da Kenya, Australia e Olanda

La Granfondo Internazionale Giordana (Sondrio) al suo 7° start il 26 giugno

Gli iscritti continuano ad aumentare, attualmente sfiorano quota 2.500

Tre diverse distanze, con in comune lo storico Passo del Mortirolo

Nel vasto panorama italiano delle granfondo ciclistiche, gli appassionati hanno da sempre premiato un evento avvincente e unico, pronto a rispondere puntuale anche all’appello 2011 con l’edizione numero 7. La gara in questione è la Granfondo Internazionale Giordana, ex Granfondo Marco Pantani, allo start il prossimo 26 giugno da Aprica (Sondrio).

Oltre all’organizzazione impeccabile dell’ormai collaudato team GS Alpi guidato da Vittorio Mevio, la granfondo lombarda può contare anche sui bellissimi tracciati che scollinano sui passi Gavia, Mortirolo e Santa Cristina, un mix invitante per tutti gli appassionati del pedale.

C’è una novità delle ultime ore, sicuramente apprezzata dai partecipanti, con l’orario di partenza slittato dalle 7.00 alle 7.30 del mattino, anche nell’ottica di organizzare nel migliore dei modi la collaborazione con le forze dell’ordine locali, come sempre preziose e attente alla sicurezza e alla regolamentazione del traffico.

Nel frattempo, le iscrizioni alla granfondo lombarda stanno lievitando vertiginosamente, e Mevio è a dir poco sommerso dalle richieste di partecipazione, attestate al momento attorno alle 2.500 unità. Numeri alla mano, sembra più che mai vicino il superamento della quota iscritti dello scorso anno (circa 3.000), tenendo conto anche del fatto che le iscrizioni sono aperte fino al 18 giugno.

Altro dato certo è l’aumento delle partecipazioni internazionali, da sempre consistenti e ancora in sensibile aumento. L’ultimo trend delle iscrizioni, infatti, rivela che la gara dell’Aprica piace molto ai ciclisti esteri, europei e non. Dal Kenya si sono già prenotati oltre 40 atleti, e molti altri sono in arrivo dall’Olanda (patria della vincitrice dello scorso anno, Edith Van Den Brande) e dai vicini Belgio e Lussemburgo.

Quella della GF Giordana è anche l’occasione per trascorrere qualche giorno sulle montagne valtellinesi, méta ideale per allenamenti e scampagnate. Una curiosità notevole è la significativa presenza annunciata dell’Australia, dato che non dovrebbe stupire, visto che la “terra dei canguri” sembra essere la nuova fucina di talenti del pedale. Sono stati proprio gli atleti australiani a trionfare negli appuntamenti clou di inizio stagione nazionale, con Cadel Evans al vertice della classifica generale della Tirreno – Adriatico, e Matthew Harley Goss vincitore della Milano – Sanremo. L’indice delle adesioni alla Granfondo Internazionale Giordana rispecchia perfettamente l’andamento del ciclismo mondiale, confermando che l’appuntamento è sempre più apprezzato a livello “globale”, complici anche i percorsi avvincenti, l’organizzazione riuscita e il periodo ottimale di svolgimento.

A giugno, quando la stagione ciclistica è nel pieno dell’attività, scatta il momento buono per cimentarsi con le grandi ascese dei percorsi montani, e la Granfondo Giordana offre la possibilità di farlo attraverso alcuni dei luoghi-chiave del ciclismo italiano. Inutile ricordare la centralità storica del passo del Mortirolo, reso leggendario dalle imprese dei fuoriclasse di casa nostra, da Ivan Basso a Marco Pantani, al quale è dedicato un monumento all’ottavo chilometro della celebre salita del Mortirolo, in località “Piaz de l’acqua”.

E per restare in tema di grandi ciclisti, i concorrenti della Granfondo Giordana avranno la possibilità, dopo la chiusura del Giro d’Italia 2011, di rivivere le emozioni forti della “gara rosa”, la cui 17.a tappa, la Feltre-Sondrio del 25 maggio, transiterà proprio dall’Aprica.

La scelta dei percorsi offre tre alternative, Granfondo (175 km e 4.500 metri di dislivello), Mediofondo (155 km e 3.600 metri di dislivello) e Fondo (85 km e 1.850 metri di dislivello). Qualunque sarà la prescelta tra le tre fatiche, l’impresa fisica è assicurata, grazie anche alla “scalata” del Mortirolo dal versante di Mazzo di Valtellina. I chilometri di ascesa sono all’incirca 12, per una pendenza media che si aggira attorno al 10% e tra i vari versanti che salgono il Passo questo è sicuramente il più tosto; scelto non a caso, dunque, per la già citata tappa del Giro d’Italia.

Alla GF Giordana le emozioni sportive sono sempre di casa, basti pensare allo scorso anno, quando la vittoria andò a Vincenzo Pisani, autore di una scalata in solitaria proprio del Mortirolo, senza dubbio uno dei punti decisivi per le sorti della classifica finale, al quale si aggiunge la già citata Edith Van Den Brande nella “lunga” femminile.

Per quanto riguarda la Mediofondo, i primi al traguardo dell’Aprica furono Mattia Longa e Cristina Leonetti, mentre la Fondo se la aggiudicarono Giovanni Spatti e Martina Arsiè. Gli “eredi” di questi atleti “d’oro” saranno decretati dalla prossima edizione, non resta dunque che lasciar trascorre i tre mesi che separano dal  via. Info: www.granfondogiordana.com

No Comments
Comunicati

IL 31 LUGLIO TORNA IL GIIR DI MONT A PREMANA (LC). SI RIACCENDE LA SFIDA JORNET BURGADA – DE GASPERI


Ritorna l’atteso appuntamento organizzato dall’AS Premana

Hanno già annunciato la “rivincita” Mireia Mirò e Laetitia Roux

Scatta quest’anno il gemellaggio con la basca Zegama Aizkorri Maratoia

Il Giir di Mont sarà tappa del Grand Prix corsainmontagna.it

In alto, sempre più in alto. Questo l’obiettivo del 19° Giir di Mont, la competizione che dal 1989 corre tra gli alpeggi lecchesi della zona di Premana (Lecco). Maurizio Codega e il suo team dell’AS Premana ripropongono anche quest’anno, domenica 31 luglio, la classica sfida di skyrunning, da sempre apprezzata anche dagli appassionati di corsa in montagna.

Parlando di classicità, il gruppo ha scelto di riconfermare l’ormai rodato percorso delle scorse edizioni, oggetto di recensioni sempre positive nel corso degli anni, anche in occasione del primo Skyrunning World Championship, disputato lo scorso anno proprio sui sentieri della gara lombarda. Il tracciato riproporrà i classici 32 km, su una via che unisce i dodici principali alpeggi del territorio di Premana in una cornice impareggiabile di montagne e distese verdi, in quella che è nel mondo della corsa verticale la gara tra le più partecipate, ma sicuramente la più affollata di pubblico.

Il Giir di Mont è pronto anche a mettere in tavola tante novità, per stuzzicare i suoi sempre numerosi fan, e l’edizione 2011 prevede un gemellaggio del tutto particolare. Il comitato organizzatore dell’evento, infatti, ha stretto amicizia con la gara spagnola di Zegama, nei Paesi Baschi, ovvero la Zegama Aizkorri Maratoia. I “cugini” spagnoli hanno molto a che spartire con la gara di casa nostra, sia per l’importanza della componente naturale, sia per l’attaccamento che la popolazione locale dimostra costantemente nei confronti dell’evento e delle proprie montagne. Una gara di tutti e per tutti, ecco la formula vincente delle due corse, che grazie a questo appassionato “ingrediente” riescono a riproporsi sempre in modo positivo al pubblico.

Il gemellaggio con la gara spagnola non sarà una “combinata” delle due competizioni e nemmeno una fusione tra i due happening, ma si proporrà anzi come un’occasione di scambio culturale, utile anche per “prendere appunti” sui pro e i contro delle rispettive organizzazioni. Il team premanese, con il suo direttore di gara Filippo Fazzini, sarà ospite presso la gara spagnola il prossimo 29 maggio, poi toccherà agli organizzatori baschi essere accolti a Premana.

Non solo skyrunning, si diceva, e infatti il Giir di Mont si avvicina anche alla corsa in montagna, grazie al suo percorso sì impegnativo (il dislivello complessivo è di 2.400 metri) ma dalla caratura tecnica decisamente abbordabile. Quest’anno la gara ha un “plus”, è stata inserita nella seconda edizione del Grand Prix corsainmontagna.it, un trofeo in quattro tappe tra Lombardia e Trentino e dedicato agli appassionati della corsa in montagna. L’avventura comincia a Leffe (BG) sabato 30 aprile, con il Trofeo Valli Bergamasche, e si sposta poi nell’Alto Garda trentino con la Bolognano – Velo del 5 giugno. Dopo il premanese Giir di Mont, sarà il turno di Malonno, nel bresciano, che con la sua gara nazionale – Memorial G. Bianchi chiuderà il Grand Prix il 7 agosto.

Un appuntamento stuzzicante, che conferma la duplice natura del Giir di Mont, e che si inserisce in pieno nella linea organizzativa per il 2011. Potrebbe forse sembrare difficile, sotto certi aspetti, riproporsi in maniera forte nel panorama sportivo, dopo un’annata spettacolare come quella passata che ha visto giocarsi al Giir di Mont il primo Skyrunning World Championship. La squadra premanese non si è certo lasciata intimidire dal confronto con i successi archiviati, ed ha subito allestito una 19.a edizione con i fiocchi, facendo ripartire il Giir di Mont…dal Giir di Mont.

Questa edizione sarà l’occasione per chiamare a raccolta atleti, amatori e top-runners affezionati all’evento, sia che si tratti di quegli aficionados che da anni la premiano, sia delle nuove leve che desiderano mettersi alla prova nel “cielo”. E con il cielo ci saranno anche le “stelle”, perché sono confermate anche quest’anno le celebrities dello skyrunning e della corsa in montagna mondiale, a cominciare dai leader della gara maschile dello scorso anno. Indimenticabile è stato il testa a testa che ha animato la passata edizione, con un braccio di ferro giocato tra il pluricampione mondiale di corsa in montagna, Marco De Gasperi, e Kilian Jornet Burgada, ai vertici dello scialpinismo e dello skyrunning mondiale. Il catalano, infatti, ha vinto per ben tre anni consecutivi lo Skyrunner World Series, e lo scorso anno a Premana ha avuto la meglio nella originale sfida con l’azzurro De Gasperi, “skyrunning vs corsa in montagna”.

Oltre ai due campioni, torneranno nel premanese anche le punte “rosa” dello scorso anno, Mireia Mirò Varela e la campionessa in carica Laetitia Roux, assi pigliatutto anche d’inverno, visto che sono le prime due classificate in Coppa del Mondo di ski alp. La crema dello skyrunning mondiale sarà così all’opera a fianco dei tanti appassionati, e chissà che nel 2011 non riesca l’impresa di abbattere il famoso muro delle 3 ore, abbassando il tempo record di percorrenza.

In attesa della grande giornata di sport e spettacolo, è possibile visitare il sito www.aspremana.it dove nella sezione dedicata alla gara sono reperibili informazioni sul regolamento, iscrizioni, percorsi e iniziative collaterali.

Info: www.aspremana.it

No Comments
Comunicati

Hotel Senigallia – Un paese pieno di eventi, a pochi chilometri dal Parco Zoo di Falconara


Hotel Senigallia – Un paese pieno di eventi, situato a pochi chilometri dal Parco Zoo di Falconara
Il Parco Zoo di Falconara, sorto per iniziativa privata nel lontano 1968, si estente oggi per circa 60.000 mq su una collina di Falconara Marittima, in provincia di Ancona.
Inizialmente questo parco era soltanto finalizzato al divertimento dei bambini, con i suoi giochi, le altalene, gli scivoli e le casette delle fiabe.
Al suo interno era ospitato soltanto qualche animale, perlopiù domestico, anche se dopo qualche anno il parco iniziò ad evolversi come Zoo, arricchendosi di nuove specie animali come ad esempio volatili e felini: La grande passione del proprietario.
In seguito vi furono alcuni anni molto difficili nei quali chi lavorava all’interno di questo parco si trovò a dover imparare tanto su come allevare e riprodurre gli animali selvatici, su come organizzare lo zoo ma soprattuto su come farsi conoscere nel territorio regionale e nazionale.
La ricompensa per tali sacrifici arrivò negli anni ’80, quando l’Unione Italiana Zoo e Acquari ( U.I.Z.A) propose allo Zoo di Falconara di divenire uno dei suoi membri.

In seguito all’ingresso del parco Zoo di Falconara tra i membri dell’U.I.Z.A. sono stati eseguiti lavori all’interno del parco come ad esempio la costruzione di nuove aree più adatte all’allevamento ed alla conservazione delle specie ospitate, aree ampie ed integrate nell’ambiente, delimitate non da sbarre e cemento, bensì da reti metalliche con delle ampie vetrate, aree immerse nel verde con un arredo interno adatto al tipo di animale che è ospitato.
Col passare degli anni poi è stato ampliato lo staff tecnico e sono state introdotte figure di fondamentale importanza come i Biologi, che curano l’aspetto didattico-educativo del Parco, ma anche il veterinario e lo zoologo.
Alle istruttive visite guidate all’interno dello Zoo partecipano ogni anno molte scuole, che usufruiscono inoltre dei laboratori didattici differenti tra loro in base alla fascia di età dei bambini e dei ragazzi che vi prendono parte. Questi percorsi cercano di far comprendere ai ragazzi le nozioni di base della biologia animale e cercano di sensibilizzarli sul rispetto per la natura. Vengono inoltre date informazioni riguardanti i problemi di conservazione delle specie ed il ruolo dei moderni parchi Zoo nella società.

Dopo aver trascorso qualche ora piacevole all’interno dello Zoo di Falconara, potrai ritornare nel tuo hotel a Senigallia e goderti la movida estiva del giorno e della notte nella città, sia in centro che sul lungomare, ma anche per passare intere giornate al sole, disteso sulla magnifica spiaggia di velluto.

No Comments
Comunicati

Saper fare tutto grazie al web


Il web rappresenta uno strumento di informazione e di utilità sociale davvero ineguagliabile. Avendo a disposizione semplicemente
un computer ed una connessione ad internet oggi è possibile scambiarsi e consultare informazioni su ogni genere di argomento.
Oltre ai portali che raccolgono news ed informazioni molto utili sono anche quelli che offrono un tipo di informazioni pratiche come
ad esempio guide per svolgere al meglio le più comuni operazioni che ognuno di noi si trova ad affrontare nel corso della vita.
Attraverso queste guide infatti è possibile riuscire sia a compiere in maniera del tutto autonoma operazioni pratiche relative ai più diversi ambiti, sia della vita quotidiana come ad esempio pulire un tappeto, pitturare una parete ma anche fare lo shampoo in casa o cucinare dolci. Altrettanto utili sono le guide puramente informative che spiegano ad esempio tutte le operazioni da fare per aprire un negozio, prendere la patenta nautica o anche  consigli  su come scegliere ed ottenere un mutuo.  Grazie ad internet ed alle informazioni che offre, per la maggior parte del tutto gratuite, oggi si può dire che chiunque può essere in grado di fare qualsiasi cosa. e di mettersi alla prova o semplicemente acquisire informazioni anche in ambiti che senza questa facilità di consultazione non avrebbe mai preso in considerazione

No Comments
Comunicati

È CALCIOFOLLIA STASERA A STUDIO 254 SHOW, PROGRAMMA REALIZZATO DAI RAGAZZI DELL’ACCADEMIA DI CESARE LANZA


Si dice che in Italia ci siano tanti allenatori quanti tifosi di calcio… È, infatti, indiscutibile che nel nostro Paese il gioco del pallone goda di una popolarità che non ha pari. La fede per la propria squadra è da molti ritenuta una componente fondamentale della vita, al punto che talvolta sfocia in eccessi vicini, purtroppo, alla violenza.

Per coloro che dal calcio non sono affascinati, questa passione è assolutamente incomprensibile: come, infatti, giustificare gli stipendi spropositati pagati a calciatori e, recentemente, anche agli allenatori? E la violenza di cui si parlava prima? Inconcepibile, soprattutto perché sembra che nessuno se ne voglia occupare seriamente.

Calciofollia è dunque il tema attorno al quale si sviluppa il nuovo appuntamento di Studio 254 Show – trash o qualità? la trasmissione televisiva realizzata dagli studenti dell’accademia di Cesare Lanza, in onda tutti i venerdì alle ore 20.30 su Gold Tv Italia e il mercoledì alle 19.00 su Gold Sat (856 e 903 del pacchetto Sky). Come sempre, durante la puntata si confronteranno gli opinionisti presenti in studio, moderati da Giada Di Miceli, Gabriele Marconi e Paolo De Rosa.

Particolarmente lontane e discordanti, in questa puntata, le posizioni delle due squadre di opinionisti, capitanate rispettivamente da Viviana Bazzani ed Emanuele Puddu: motivo dello scontro, in particolare, gli eccessi legati al calcio, rispetto ai quali tutti sembrano chiudere un occhio.

Non mancheranno infine, come è nello stile del programma, gli aforismi del trashologo Damocle, gli interventi dell’Umanologo Placido, i contributi cantati e recitati degli allievi di Studio 254. 

Per informazioni scrivere a: [email protected] o telefonare ai numeri 06.45434558, 339.2038904.

No Comments
Comunicati

Inizia la Racing Parts experience


Direttamente dalla passione per la velocità del Supersonic Racing Team nasce un nuovo sito di e-commerce: www.racingparts.it, dove trovare ricambi per Ducati di ottima qualità, per migliorare le performance della propria moto e renderla unica. Vi aspettiamo sul sito per iniziare questa avventura supersonica!

Oltre alle emozioni sui circuiti del campionato Mondiale SBK, il Supersonic Racing Team ha in serbo una sorpresa che si chiama Racing Parts.
Dall’esperienza e dalla passione della squadra guidata da Danilo Soncini arriva un sito di e-commerce, dove acquistare i migliori ricambi per Ducati: www.racingparts.it

L’e-shop offre una vasta gamma di prodotti per migliorare le prestazioni della propria moto e renderla perfetta per il pilota, proprio come fanno i meccanici nel paddock prima di ogni gara.
Oltre a cerchi, carene, trasmissioni, (caschi, strumentazioni elettroniche non ci sono più), nella sezione delle occasioni si possono trovare anche moto usate e fare ottimi affari.

Racing Parts non vuole essere solo un sito di vendita di pezzi per Ducati, ma un’esperienza fatta di adrenalina e motori, asfalto e velocità.
Il Supersonic Racing Team ha abituato i suoi tifosi a sognare quando si tratta di Superbike, con Racing Parts invita tutti quelli che hanno i motori nel sangue a vivere un pezzo di quel sogno anche sulla strada insieme alla propria moto, unica e inimitabile compagna di viaggio grazie ai ricambi e accessori per Ducati Racing Parts.

Vi aspettiamo sul sito e via libera con gli acquisti!

Contatti:
Layoutweb, Layout Advertising Group
Public Relation Department
Simona Bonati
e-mail: [email protected]
sito internet: www.layoutweb.it

No Comments
Comunicati

Corsi e-learning per la tua sicurezza aziendale


Nonostante ci avviamo a progredire verso un futuro tecnologicamente avanzato, migliorato sotto ogni punto di vista, vi sono sempre dei piccoli particolari che andrebbero modellati, piccoli miglioramenti che ci consentirebbero di vivere in una società non solo evoluta, ma soprattutto attenta alle proprie responsabilità, rispettosa dei propri abitanti.
Le preoccupazioni odierne nell’ambito lavorativo risultano essere innumerevoli, e riguardano principalmente i datori di lavoro ed in misura secondaria gli operatori assunti. Il datore di lavoro che si occupa a tempo pieno della propria azienda deve sottostare a ferrei decreti che gli consentano di operare in totale sicurezza per se stesso e per le persone ad esso vicino.
La sicurezza sul lavoro non va trascurata, per tale motivo la nostra legislazione è molto chiara a riguardo, è infatti esplicata attraverso il decreto legislativo 81/08 che delinea in tutto e per tutto le mansioni del datore di lavoro e della struttura aziendale, infatti è necessario un impegno concreto dell’azienda in tema di salute e sicurezza sul lavoro, un’ organizzazione aziendale strutturata in modo migliorativo e continuo, un impegno volto a considerare la sicurezza sui luoghi di lavoro ed i relativi risultati come parte integrante della gestione aziendale; un impegno al miglioramento continuo ed alla prevenzione; un impegno destinato a fornire le risorse umane e strumentali necessarie; un impegno a far sì che i lavoratori siano sensibilizzati e formati per svolgere i loro compiti in sicurezza e per assumere le loro responsabilità in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro, un impegno atto a riesaminare periodicamente la politica stessa ed il sistema di gestione attuato, volto a definire e diffondere all’interno dell’azienda gli obiettivi di sicurezza sui luoghi di lavoro e i relativi programmi di attuazione.
Al fine di raggiungere la piena e completa tutela dei diritti dei lavoratori e della propria sicurezza, incitiamo e sproniamo i datori di lavoro a formare il personale, ad istruire i lavoratori ed a migliorare la proprie strutture grazie ai numerosi corsi disponibili in tutta Italia, sia in aula che sulla piattaforma e- learning on-line.
Consapevoli dell’ impegno necessario alla direzione di un azienda, ed al fattore tempo, che non è mai abbastanza, siamo in grado di offrire soluzioni mirate, cucite appositamente per il vostro tempo, organizzate per promuovere la sicurezza dei vostri ambienti lavorativi, promuovendo una qualità superiore che non teme confronti, capace di ridurre ad una percentuale minore i rischi più alti.
Tramite la piattaforma e-learning riuscirete a garantire una sicurezza continua nella formazione aziendale, diminuendo gli spostamenti e riducendo i costi necessari al sostentamento di ogni singolo corsista.
Siamo in grado di offrire le soluzioni migliori per la tua realtà aziendale, avvalendoti della guida di professionisti esperti e preparati, pronti a risolvere ed a dissipare qualsiasi tuo dubbio.
Sicurezza sul lavoro

No Comments
Comunicati

LA SPREMUTA: ALL’AVOGARIA IL DRAMMA DELL’IMMIGRAZIONE E DEI TERRIBILI GIORNI DI ROSARNO


Una rievocazione dei terribili giorni di Rosarno dove nel gennaio 2010 la ribellione degli immigrati alla mafia sfocia in violenza urbana. Il dramma dell’immigrazione conclude la
rassegna di nuove proposte della drammaturgia contemporanea, “I martedì all’Avogaria”. Presso lo storico teatro veneziano, (Venezia, Dorsoduro 1617), martedì 29 marzo 2011, ore 21.00 è di scena la prima assoluta de “La spremuta” di e con Beppe Casales.

Uno spettacolo con al centro i fatti di Rosarno, dove secondo le parole dell’autore si concentrano tre nodi fondamentali che stringono al collo l’Italia e che prima o poi bisognerà avere il coraggio di sciogliere: il rapporto coi migranti, la mafia ed il concetto di lavoro. Un lavoro dedicato a quanti non vogliono avere più la testa spremuta dalla violenza quotidiana ed esigono una maggiore dignità.

Beppe Casales, padovano, si forma con Roberto Caruso, Vanda Moretti, Alessia Garbo ed il Teatro Popolare di Paolo Rossi. Vanta esperienze radiofoniche e cinematografiche. Tra i suoi lavori, “Sogno di una notte d’estate”, spettacolo prodotto per la manifestazione “Legami di memoria” in occasione dell’anniversario della morte di Paolo Borsellino, ed “Il lavoro rende liberi”, di Vitaliano Trevisan, per la regia di Toni Servillo, con Anna Bonaiuto.

Dopo Venezia, lo spettacolo “La Spremuta” farà tappa a Pistoia, Ferrara, Trento, Roma, Bari, Modena, Ancona.

L’Associazione Teatro a l’Avogaria, nasce nel 1969 dalla passione e dalla tenacia di Giovanni Poli, già fondatore del Teatro Universitario di Venezia, Cà Foscari, e dagli esordi si pone come laboratorio di ricerca che coniuga un metodo d’improvvisazione teatrale tra la Commedia dell’Arte e le Teorie dell’Avanguardia. In quarant’anni di attività ha prodotto oltre sessanta spettacoli tra cui la “Commedia degli Zanni” rappresentata con successo sui più importanti palcoscenici internazionali. Riconosciuta come uno dei centri di formazione professionale di riferimento nel Triveneto, ogni anno organizza corsi, dedicati ad appassionati e professionisti, su discipline quali recitazione, Commedia dell’Arte, dizione, storia del teatro, canto, tecnica dell’interpretazione.

Al termine dello spettacolo il pubblico è invitato al buffet offerto dal ristorante “Do Forni” di Venezia

Lo spettacolo su prenotazione telefonica ai numeri
0410991967-0415206130-335372889

Info: http://www.teatro-avogaria.it/

Ufficio Stampa: Sabino Cirulli Tel. 349 2165175
Mail: [email protected]

No Comments
Comunicati

Microcontroller FM3 di Fujitsu per applicazioni industriali

  • By
  • 25 Marzo 2011


…basati sul core ARM® CortexTM-M3 con funzioni periferiche speciali  

In occasione dell’edizione 2011 di ‘Embedded World’ di Norimberga, Fujitsu Semiconductor Europe ha presentato a un pubblico vario e interessato i nuovi microcontroller FM3, una gamma di prodotti che fanno parte delle cosiddette ‘Right-Sized Solutions’. FM3 è la denominazione di una famiglia di microcontroller, disponibili in due versioni, che utilizzano la stessa architettura basata sul core standard ARM Cortex-M3. La serie MB9Bxxx ad elevate prestazioni offre diverse funzioni periferiche ed è adatta per applicazioni di automazione industriale, mentre la serie MB9A100 base è destinata a elettrodomestici, prodotti di consumo e office automation. I microcontroller FM3 sono adatti anche per tecnologie mediche e applicazioni destinate al settore sanitario. Questa famiglia gode della vasta esperienza di Fujitsu nell’implementare prodotti ASIC, che usano i core ARM unitamente alle funzioni periferiche dei suoi famosi microcontroller FR, garantendo ai progettisti i componenti di cui hanno bisogno per le loro soluzioni.

Il core della serie ad alte prestazioni è progettato in modo da combinare ottime prestazioni e bassi consumi. Oltre alle funzioni periferiche dei microcontroller FR, che hanno già dato buoni risultati nelle applicazioni di controllo dei motori, Fujitsu ha implementato diverse altre innovazioni nelle sue macro periferiche con l’obiettivo di soddisfare le pressanti richieste in materia di tecnologia di azionamento. Ad esempio, la famiglia FM3 è dotata di ingressi per encoder dedicati per determinare la posizione del rotore, con conseguente riduzione del carico sulla CPU.

In particolare i tre convertitori A/D a 12 bit indipendenti ad alta precisione e alta velocità (conversione 1,0 µs) con 16 canali consentono di effettuare il campionamento con precisione e dimostrano tutto il loro potenziale nei motori di precisione ad alta velocità e in altri componenti nelle applicazioni di automazione. Le MCU FM3 sono infatti in grado di controllare due motori, indipendentemente uno dall’altro. Questa caratteristica è stata illustrata, nello stand Fujitsu, in occasione di ‘embedded world 2011’ con un’interessante applicazione demo.

Oltre alla funzione host USB 2.0 dei microcontroller FM3, Fujitsu ha presentato una soluzione completa per l’USB embedded, basata sul nuovo software USB Assistant. Grazie alla sua grande facilità d’uso, i progettisti di sistemi embedded avranno a disposizione un pacchetto software affidabile, comprensivo di firmware e tool di configurazione.

La maggior parte degli attuali microcontroller dotati di core Cortex-M3 opera con un massimo di 3,6 volt e non può essere utilizzata nei sistemi a 5 V. Grazie all’ampio range di tensioni d’esercizio (da 2,7 a 5,5 V), la famiglia FM3 può quindi soddisfare la domanda di microcontroller che operano a 5 V; caratteristica che rende la soluzione ideale per applicazioni di automazione industriale e per elettrodomestici.

I microcontroller FM3 sono dotati di memoria flash NOR integrata ad alta velocità e molto affidabile (fino a 1 MB) che ha sempre dato ottimi risultati ed è migliorata di continuo. La memoria è progettata per 100.000 cicli di scrittura ed è in grado di conservare i dati per 20 anni. Grazie all’accesso in scrittura più veloce di questa classe, i dispositivi possono operare senza “wait state” fino a 60 MHz. CPU ad alta velocità con memoria flash, funzione host USB 2.0, interfaccia CAN, vari timer e speciali macro periferiche rendono i microcontroller FM3 ad alte prestazioni la soluzione perfetta per applicazioni di controllo dei motori nel settore dell’automazione industriale.

In futuro è previsto un ampliamento della linea FM3. Oltre agli altri prodotti ad alte prestazioni (es. derivati con funzionalità Ethernet), i primi dispositivi della serie a basso consumo sono previsti per la fine dell’anno. Questi microcontroller a risparmio energetico sono ottimizzati soprattutto per i dispositivi alimentati a batteria. I microcontroller FM3, come tutti i prodotti Fujitsu, sono caratterizzati da grande affidabilità e massima qualità. L’investimento del cliente è garantito dalla disponibilità a lungo termine dei componenti e dell’assistenza tecnica locale.

Per maggiori informazioni sui prodotti FM3 di Fujitsu, clicclate qui.

Per scaricare un’immagine in alta risoluzione di accompagnamento a questo comunicato stampa, cliccate qui.

A proposito di Fujitsu Semiconductor Europe

Fujitsu Semiconductor Europe è uno dei maggiori fornitori mondiali di prodotti basati su semiconduttori. L’azienda offre soluzioni avanzate di sistema per i mercati automotive, TV digitale, telefonia mobile, networking e per applicazioni industriali. Gli ingegneri che lavorano nei centri di progettazione dedicati ai microcontroller, ai controller grafici, ai prodotti mixed-signal, wireless, IC multimedia e ai prodotti ASIC operano a stretto contatto con i team di marketing e vendita dell’area EMEA di Fujitsu Semiconductor per aiutare i clienti a soddisfare le proprie esigenze di sviluppo sistemistico.

Questo approccio alle soluzioni è supportato da un ampio spettro di dispositivi avanzati a semiconduttore, di IP e di blocchi costruttivi.

Per maggiori informazioni, consultare il sito: http://emea.fujitsu.com/semiconductor

No Comments
Comunicati

Anthony Robbins: il grande evento di settembre 2011 alla Fiera di Rimini


Il polo fieristico riminese continua a sorprendere il pubblico con i grandi eventi predisposti per il 2011.

Nel calendario degli eventi previsti per la nuova stagione c’è un grande appuntamento autunnale di grande richiamo con circa 10.000 partecipanti previsti: l’unica tappa europea affrontata da Anthony Robbins, il guro dello Sviluppo della persona.

Organizzato da HI-Performance Europe, questo grande evento si colloca nella serie di tappe che coinvolgono Rimini, eletta per il 2011 capitale internazionale della formazione.

Dichiarato il leader della comunicazione motivazionale, Robbins ama da oltre trent’ anni definirsi un mestro esperto nell’insegnamento della gestione delle emozioni personali e del miglioramento delle proprie performance di rendimento nella società.

Autore di numerosi libri e best seller tradotti in molteplici lingue, Anthony Robbins basa la propria filosofia sull’apprendimento del controllo personale, metodo fondamentale per il raggiungimento del successo nella vita, tramite il superamento le proprie fobie.

Amato da grandi personalità del mondo politico e non, come capi di stato, imprenditori, manager e persone di grande rilievo sociale, Anthony Robbins è oramai un’icona nel suo genere.

Rimini si prepara dunque ad accogliere tutti coloro che sono fortemente intenzionati a seguire i suoi seminari, offrendo come di consueto un’impeccabile ospitalità negli hotel 3 stelle Rimini collocati a poca distanza dalla fiera.

Questo grande evento avrà luogo dal 23 al 26 settembre, proprio verso la fine della stagione turistica balneare riminese, periodo congeniale dunque per tutti i visitatori accorsi che potranno trovare facilmente sistemazione negli Hotel di Rimini.

Con il grande afflusso previsto per il periodo del seminario, gli hotel a Rimini stanno dunque stutturando interessanti convenzioni con la Fiera, agevolando il soggiorno a coloro che non vogliono perdere per nulla al mondola possibilità di comprendere il modo di realizzare sé stessi grazie alle nozioni impartite da Robbins.

No Comments
Comunicati

Pietro da Talada. Un pittore del 1400 in Garfagnana

Pietro da Talada. Un pittore del 1400 in Garfagnana

E’ in uscita il primo libro della Garfagnana editrice. Si tratta di un saggio realizzato dalla studiosa Normanna Albertini dal titolo: “Pietro da Talada: un pittore del 1400 in Garfagnana”.

“La vita descritta nel libro è quella che si svolge fuori dalla scena abituale a cui ci hanno educato i saperi “alti”; è quella “oltre il palco”. È quella che fa rivivere l’Appennino com’era e invita a conoscerlo com’è: l’anonima, minuscola Borsigliana, per esempio, che nasconde l’incanto del trittico di Pietro, ma anche le vacche e le pecore di Talada oggi scomparse dal paesaggio.
Non un semplice testo sulle opere del Maestro di Borsigliana, dunque, ma uno studio particolareggiato su ciò che sta dietro, dentro e intorno a quelle opere.”

Garfagnana, alta valle del fiume Serchio. Borsigliana è, con la piccola villa di Vergnano il “Comune Burciliani”. Più su, Rocca Soraggio è, invece, una fortezza la cui chiesa sorge su una roccia dinanzi a Villa Soraggio. In basso, un torrente; tutt’intorno rupi, strapiombi, foreste. Il periodo è la prima metà del Quattrocento. Pietro è un pittore, dipinge madonne e viene dall’Emilia, dal minuscolo villaggio di Talada, che, con tutta la Garfagnana, fa parte del Ducato Estense. Siamo già in quella che Vasari chiamò “la seconda età” dell’arte, quella della Rinascenza, dopo la “prima età”, dove Giotto aveva ripreso l’immagine e lo spazio naturale. Eppure, Pietro prolunga quel passato nello stile “gotico internazionale”. Pietro dipinge tavole: di grandi dimensioni, col fondo oro. Vergini col Bambino in armoniosa immobilità; i corpi delineati da dolci linee e colori intensi. Dipinge in Garfagnana – verrà poi identificato col Maestro di Borsigliana, autore del grandioso trittico – ma anche a Stazzema, dove lascia una Madonna Assunta. Seguendo il suo percorso – grazie al spaiente lavoro di ricerca di Normanna Albertini – ne incontriamo le opere, ma entriamo anche nella vita degli artisti, nel mondo dei colori e dei loro significati. Nella storia viva dell’Appennino.
Addentrarsi in quel lontano tempo immobile significa recuperare uno spazio, anche mentale, dove i luoghi rinviano alle attività degli uomini, alle tradizioni, alle usanze, alle micro storie che sono poi i tasselli anonimi della grande storia.
“Pietro da Talada. Un pittore del Quattrocento in Garfagnana” deliena ogni aspetto legato al territorio e all’arte della pittura.
Per questo nel saggio sono presenti anche gli interventi di Mario Rocchi, Fratel Arturo Paoli, Andrea Giannasi, Umberto Bertolini, Perdario Galassi e Gianluca Farusi.
Questi affrontano la tradizione religiosa, la storia, le leggende popolari, la critica artistica e l’analisi tecnica scientifica delle tavole e dei trittici dipinti da Pietro da Talada.
Il libro è corredato da un inserto fotografico del trittico conservato nella chiesa di Borsigliana con immagini di Eugenio Casanovi e Antonella Bertolini.

PIETRO DA TALADA. UN PITTORE DEL QUATTROCENTO IN GARFAGNANA
di Normanna Albertini Garfagnana editrice (2011) pagg. 200 – euro 15,00

www.garfagnana-editrice.it
[email protected]

No Comments
Comunicati

Last Minute Mykonos: nell’isola dell’amore le tradizioni greche che incontrano il divertimento e il relax.


La leggenda vuole che sull’isola di Mykonos si sia tenuto lo scontro tra Zeus e i Giganti, all’inizio dei tempi. Il nome le fu attribuito per celebrare il nipote di Febo Mykons. Da sempre crocevia di popoli e commerci Mykonos nel tempo è divenuta meta privilegiata per le vacanze, soprattutto negli anni 80 e 90. Nel tempo lo spirito di accoglienza si è mantenuto inalterato, e particolarmente apprezzato dai visitatori è il forte spirito di tolleranza degli isolani, tale da renderla particolarmente appetibile come meta del turismo giovanile. Oltre alla bellezza delle spiagge e della natura dell’isola, di grande attrattività sono i vari locali e la vita notturna nelle varie strutture e discoteche. L’isola è importante anche per i resti archeologici ritrovati e per i paesaggi di cui si può godere passeggiando per i vicoli dei paesini che costellano il territorio fatti di case bianchissime e dalle finestre blu, che la rendono particolarissima e graziosa al visitatore. L’isola si popola di turisti fin da maggio e fino a settembre inoltrato, grazie anche all’intensificarsi di pacchetti last minute Mykonos proposti da agenzie turistiche e tour operator. Latuavacanza offre pacchetti last minute a Mykonos a costi davvero vantaggiosi, e con soluzioni di pregio; infatti l’aeroporto di Mykonos è servito dalle principali compagnie internazionali.

No Comments
Comunicati

La crisi e i fondi interprofessionali


I Fondi paritetici interprofessionali hanno subito un riflesso importante dalla crisi 2009-2010. È quanto è stato individuato dal rapporto sulla Formazione continua che il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali ha pubblicato con l’ausilio tecnico dell’Isfol. Il profondo contraccolpo subito dalle aziende nel corso dell’annus horribilis della crisi internazionale ha portato le aziende a ridurre l’investimento in corsi di formazione interni o direttamente finanziati. I dati, ovviamente, variano sensibilmente da azienda ad azienda a seconda delle dimensioni e dell’area territoriale. Presa nota di questo elemento, il calo generale di partecipazione a corsi finanziati è di ben un terzo rispetto al periodo precedente (2008).

Per quanto riguarda i Fondi interprofessionali, nonostante quanto detto sopra, nel corso del biennio 2009-2010 hanno visto lo stanziamento di 670 milioni di euro, il 20% dei quali destinati a supportare le aziende maggiormente colpite dalla crisi per mezzo di corsi di riqualificazione dedicati ai lavoratori in difficoltà e alle fasce di lavoratori non tutelate da altri ammortizzatori sociali (apprendisti, collaboratori…).
Tali fondi sono stati impiegati per mettere in campo più di 9.800 progetti di formazione, che hanno mirato principalmente a raggiungere il massimo numero di lavoratori (1 milione 288 mila).

Maggiore attenzione all’impiego dei fondi interprofessionali e ai corsi di formazione interni o finanziati, vale a dire della formazione continua in generale, è risultata nel caso di aziende operanti in contesti altamente competitivi.

No Comments