Daily Archives

21 Ottobre 2014

Comunicati

PRN: Health ingredients 2014 ad Amsterdam

Health ingredients 2014 ad Amsterdam

 
[2014-10-21]
 

AMSTERDAM, October 21, 2014 /PRNewswire/ —

La più importante piattaforma d’Europa per gli ingredienti naturali e salutari torna nei Paesi Bassi dopo 10 anni  

Oggi gli scaffali dei supermercati di tutta Europa danno prova del crescente interesse verso i produttori alimentari nel sostituire gli ingredienti artificiali con sostituti naturali. Vi è una richiesta sempre maggiore dei consumatori di sapori e colori naturali, ingredienti naturali e ingredienti con benefici per la salute (a condizione che soddisfino i rigidi regolamenti sulla salute dell’UE). La risposta a queste richieste continua a rappresentare una grande sfida per i produttori alimentari, infatti le vendite in tutto il mondo per i settori degli ingredienti naturali e salutari sono stimate a circa 1 trilione di dollari per i prossimi 3 anni, rendendolo uno dei settori con la crescita più veloce nel settore alimentare.

     (Logo: http://photos.prnewswire.com/prnh/20130723/629764-a )

Gli ingredienti naturali sono una tendenza evidente nel settore alimentare di oggi 

Natasha Berrow, Brand Director, Food ingredients Global commenta, “La decisione di tenere la Hi Europe al RAI Amsterdam dal 2 al 4 dicembre non è mai stata in discussione, poiché una grande fetta del settore alimentare ha sede nei Paesi Bassi. Negli ultimi decenni, molte aziende, da piccole a medie, si sono imposte con successo sul mercato olandese, con una particolare attenzione alle tendenze alimentari salutari e naturali, nonché i prodotti e i concetti di nicchia. Siamo molto felici di riportare il nostro evento in un mercato che consente grandi opportunità e soluzioni per il settore degli ingredienti salutari”.

Natalie Meijers, Communications Manager, FrieslandCampina Ingredients afferma, “Siamo orgogliosi che Health Ingredients sia nei Paesi Bassi quest’anno, dato che siamo una società olandese. Siamo lieti di svolgere la nostra attività con gli 8000 partecipanti di tutto il mondo. Hi Europe è il miglior luogo per mostrare la nostra dedizione nei confronti di un’alimentazione e salute avanzata”.

Esplosione di additivi naturali 

Oltre 500 fornitori leader esporranno soluzioni di ingredienti naturali, per la salute e l’alimentazione alla Hi Europe, dal 2 al 4 dicembre 2014 presso il RAI Exhibition Centre di Amsterdam, dimostrando di essere la piattaforma ideale per le aziende che desiderano attrezzarsi per il mercato in cambiamento e le domande dei consumatori e chi desidera saperne di più sulle innovazioni pionieristiche nel settore alimentare. Hi Europe prevede di attrarre oltre 8.000 professionisti del settore di alimenti e bevande, specializzati nello sviluppo di nuovi prodotti per questo settore consumer in esplosione.

Alla Hi Europe 2014 i produttori alimentari potranno cogliere nuove idee, soluzioni innovative e di ingredienti in nuovi modi dinamici e rapidi. I nuovi ingredienti di Mintel e l’hub innovazioni forniranno un’anteprima del settore sanitario tramite seminari presentati da espositori chiave e leader del settore. Gli Innovation Tours, condotti da NutriMarketing, metteranno in luce specifiche tendenze e soluzioni alimentari, che forniscono risposte di elevato livello a temi come l’alimentazione sportiva, il sistema immunitario e della digestione, nonché la salute cardiaca, mentre i Discovery Tour di Leatherhead consentono ai visitatori di esplorare le esposizioni e scoprire i fornitori di ingredienti con i propri tempi. La New Product Zone, sponsorizzata da Innova, presenterà le ultime innovazioni alimentari e di imballaggio, mentre Ingredients in Action fornisce uno spazio in cui i visitatori potranno assaporare, toccare e odorare le ultimissime innovazioni alimentari.

Le registrazioni all’esibizione sono ora apertehttp://www.hieurope.com e sono gratuite tramite pre-registrazione online, risparmiando così € 110.

Maggiori informazioni su Food ingredients Global – la strada affidabile verso il mercato dal 1986 

Food ingredients è nata a Utrchet, Paesi Bassi, nel 1986. Il suo portfolio di eventi, pubblicazioni, dati, soluzioni digitali e le conferenze di alto livello, è ora punto di riferimento in tutto il mondo e fornisce piattaforme regionali e globali per tutti gli attori del settore degli ingredienti alimentari. Oltre 500.000 persone hanno partecipato ai nostri eventi nel corso degli anni con miliardi di euro di valore commerciale creato come risultato. Con oltre 25 anni di eccellenza, i nostri eventi, le soluzioni digitali e i prodotti di supporto, forniscono una rotta affidabile verso il mercato, con un pubblico sparso in tutto il mondo. Per maggiori informazioni sul portfolio di Food ingredients, visitare: http://www.foodingredientsglobal.com/europe

Informazioni sull’organizzatore 

UBM Live mette in contatto persone e crea opportunità per società di cinque continenti per sviluppare nuove attività, incontrare clienti, lanciare nuovi prodotti, promuovere i loro marchi ed espandere i mercati. Mediante marchi di primo livello come Fi, NuW, MD&M, CPhl, IFSEC, TFM&A, Cruise Shipping Miami, the Concrete Show e molti altri, esposizioni, conferenze, programmi di premiazione, pubblicazioni, siti web, programmi di formazione e certificazione di UBM Live sono parte integrante dei piani di marketing di società in oltre 20 settori industriali. UBM Live è una divisione della United Business Media (LSE: UBM.L, http://www.ubm.com), è un fornitore di media B2B globale con 6.500 collaboratori in 40 Paesi. Fondata nel 1918 come United Newspapers Limited, siamo fedeli al motto: “Esploriamo, eccediamo, eccelliamo.”

Per maggiori informazioni su UBM Live, visitare: http://www.ubm.com.

 

Company Codes: LSE:UBM, OTC-PINK:UBMPY
No Comments
Comunicati

PRN: Annunciati i finalisti del 2015 “Green Car Of The Year®”

Annunciati i finalisti del 2015 "Green Car Of The Year®"

 
[2014-10-21]
 

— Green Car Journal presenterà il vincitore del 10 premio annuale in occasione del LA Auto Show® Press Day & Trade Days, il 20 novembre

LOS ANGELES, 21 ottobre 2014 /PRNewswire/ —  Il Green Car Journal ha annunciato i cinque finalisti per il programma di alto profilo 2015 Green Car of the Year® della rivista. I modelli 2015 comprendono Audi A3 TDI, BMW i3, Chevrolet Impala Bi-Fuel, Honda Fit, e VW Golf. Il premio Green Car of the Year®, decisamente famoso quale più importante riconoscimento ambientale del settore automobilistico, celebra in questo anno il suo decimo anniversario.

Ogni anno, un sempre maggior numero di veicoli viene preso in esame per il programma Green Car of the Year® , un segno degli sforzi che il settore automobilistico sta compiendo per offrire nuovi veicoli più efficienti e con un miglior impatto ambientale. Green Car Journal ha onorato ogni anno i più importanti veicoli “verdi” al LA Auto Show, dal premio inaugurale annunciato in occasione della fiera del 2005.

“Questi cinque veicoli eccezionali riflettono un campo per le auto ‘verdi’ in espansione, che interessa diversi combustibili e tecnologie in risposta alla necessità di un futuro più efficiente e a ridotte emissioni di CO2,” ha dichiarato Ron Cogan, redattore ed editore di Green Car Journal e CarsOfChange.com. “Ognuno di questi veicoli offre un approccio differente alla guida ‘verde’ che attira acquirenti con bisogni e prospettive diverse su come ridurre l’impatto ambientale, facendo però salva la gioia della guida.”

I finalisti:
Audi A3 TDI
La A3 TDI completamente nuova della Audi è una scelta entusiasmante per chi cerca di fare colpo ed essere ‘verde,’ alla sua prima apparizione nella veste di un’elegante berlina quattro porte con il nuovo propulsore diesel pulito della casa da 2 litri TDI, a basso consumo di carburante.

BMW i3
Con carrozzeria in fibra di carbonio leggera e rinforzata (CFRP) su un telaio in alluminio, l’innovativa i3 della BMW offre un’esperienza di guida con trazione completamente elettrica e rispettosa dell’ambiente, con la possibilità di un propulsore a combustione interna per aumentare l’autonomia.

Chevrolet Impala Bi-Fuel
La berlina Chevrolet Impala Bi-Fuel apre territori nuovi grazie all’offerta del comfort e della funzionalità di una berlina quattro porte di dimensioni medie che può essere guidata utilizzando il gas naturale, pulito ed economico, o la benzina.

Honda Fit
La terza generazione di Fit della Honda è dotata di una nuova carrozzeria che utilizza in modo efficiente lo spazio e della possibilità di poter variare la disposizione dei sedili per creare interni di classe, uniti a una classificazione 41 highway mpg dal nuovo motore a benzina da 1,5 litri Earth Dreams.

Volkswagen Golf
La settima generazione di Golf della VW ha da offrire qualcosa a tutti nel suo pacchetto elegante e divertente, con il nuovo motore diesel pulito da 2,0 litri TDI, l’efficiente propulsore a benzina quattro cilindri, e in alcune zone del paese, con trazione completamente integrale.

La Green Car of the Year® viene selezionata con una votazione a maggioranza da una giuria stimata che comprende l’appassionato di auto e celebrità Jay Leno, oltre a leader di organizzazioni ambientali e che si occupano di efficienza tra cui Jean-Michel Cousteau, presidente di Ocean Futures Society; Matt Petersen, membro del comitato di Global Green USA; il dott. Alan Lloyd, Presidente Emerito dello International Council on Clean Transportation; Mindy Lubber, Presidente di CERES; e Kateri Callahan, Presidente della Alliance to Save Energy.

Nel processo di assegnazione dei premi, i redattori del Green Car Journal prendono in esame tutti i veicoli, carburanti e tecnologie in modo da restringere il numero di potenziali candidati ai cinque finali. I finalisti vengono selezionati per gli obiettivi raggiunti nell’aumentare il livello delle prestazioni in campo ambientale. La disponibilità per il mercato di massa è un fattore importante per garantire che i modelli selezionati abbiano le potenzialità per fare la differenza in termini di impatto ambientale, e i modelli finalisti devono essere disponibili per la commercializzazione entro il primo di gennaio dell’anno in cui viene consegnato il premio.

Informazioni su Green Car of the Year®
Il premio GCOY è una parte importante della missione del Green Car Journal di presentare i progressi ambientali del settore automobilistico. Dal 1992, il Green Car Journal si è concentrato sulle sovrapposizioni dei settori automobilistico, energetico e ambientale. Oggi, la rivista è considerata una fonte di informazione primaria per quanto riguarda l’elevata efficienza del carburante, basse emissioni, tecnologia avanzata e veicoli alimentati con carburanti alternativi. CarsOfChange.com presenta articoli sulle ‘vetture verdi’ online insieme all’attenzione su infotainment e connettività. Green Car of the Year® è un marchio registrato di Green Car Journal e RJ Cogan Specialty Publications Group, Inc.

Informazioni sul Los Angeles Auto Show e Connected Car Expo
Il Los Angeles Auto Show è stato fondato nel 1907 ed è il più importante salone annuale della stagione del Nord America. I Press and Trade show days del 2014 Los Angeles Auto Show si svolgono dal 18 al 20 novembre. Il salone è aperto al pubblico dal 21 al 30 novembre. Il Connected Car Expo (CCE) è la vetrina più completa del settore automobilistico per le nuove soluzioni della mobilità e si svolgerà il 18 novembre, per poi proseguire insieme al 2014 LA Auto Show® Press & Trade Days. Il LA Auto Show è patrocinato dal Greater L.A. New Car Dealer Association ed è gestito da ANSA Productions. Per ricevere le notizie e informazioni più recenti sul salone, seguire Los Angeles Auto Show su Twitter su twitter.com/LAAutoShow o tramite Facebook su facebook.com/LosAngelesAutoShow e iscriversi per ricevere gli avvisi a www.LAAutoShow.com. Per ulteriori informazioni su CCE visitare http://connectedcarexpo.com/

Hashtag: #LAAutoShow

Contatti organi di stampa:
Breanna Buhr/Sanaz Marbley
JMPR Public Relations, Inc.
+1-818-992-4353
[email protected]
[email protected]

 

No Comments
Comunicati

Associazione Culturale I FABBRICATTORI

I Quasi Uguali

In

STRANI MA NON TROPPO

Teatro Tirso de Molina

Via Tirso 89 – Roma

 

Scritto e diretto da Mario Scaletta

                                                  Musiche di Federico Capranica

                                                  Scenografia Salvatore Ballone

                                                  Costumi MR

 

I protagonisti di Strani ma non troppo: Lui è un ex professore di italiano, l’altro un ragazzo di brutta famiglia che gestisce una strana trattoria pochissimo frequentata. In un atmosfera irreale  i due si incontrano, si annusano, si studiano vicendevolmente. Non si piacciono. Come succede nella vita, da un banale malinteso, inizia una guerra dei nervi in cui ognuno dei protagonisti approfitta di ogni piccolo appiglio per scaricare sull’altro il malcontento esistenziale accumulato in passato. Sarà un tragicomico duello fra due “ solitudini” giocato sul filo di un ironia, a tutto tondo. Beffarda , feroce, istrionica,  ma sempre divertente. Pervasa dalla tenera insicurezza che nella vita, accomuna i perdenti. Fra i due si creerà un rapporto, inizialmente pieno di incomprensioni e di ripicche quasi infantili; finchè decidono un  momentaneo “cessate il fuoco” che li porterà ad abbassare le difese. I due mondi si incontrano L’iniziale  diffidenza  lascerà il posto alla voglia di comprendersi umanamente e aprirsi con sincerità . A turno ognuno  diventerà l’analista e il paziente dell’altro. Il racconto del dramma di due solitudini dove la comicità la fà da padrone.

No Comments
Comunicati

NASCE VVOX, LA VOCE CHE MANCAVA


Nasce Vvox.it il nuovo quotidiano on line veneto che unisce notizie, approfondimenti, inchieste. Diretto dal giornalista Alessio Mannino, Vvox racconta fatti, opinioni, idee e spiega le notizie con un approccio alla comunicazione innovativo e un linguaggio contemporaneo e tagliente.

Il web ha rivoluzionato il mondo dell’informazione e Vvox vuole interpretare in modo originale le grandi potenzialità del mezzo, senza porre alcuna barriera alla comunicazione
‘liquida’, in un flusso libero di notizie, approfondimenti, commenti, presenza social e apertura agli street contributors.
L’ambito di riferimento è il Veneto, ma non mancheranno le incursioni nell’attualità e nei temi caldi a livello nazionale e internazionale.

Vvox conta su una redazione giovane che interpreta in modo nuovo il giornalismo, aperto ad opinioni qualificate, trasparente, lontano dalla banalità e dai luoghi comuni. 
Nuova anche la società editrice del portale di informazione, me-young una newco fondata da giovani imprenditori attivi nel mondo della comunicazione, con la voglia di sperimentare nuovi linguaggi per proporre ai propri partner ed inserzionisti una piattaforma digitale in cui la qualità di contenuti si abbina agli strumenti di web marketing più aggiornati.

Per informazioni:

me-young
Davide Briganti

[email protected]
+39 348 8507369

No Comments
Comunicati

Dove mangiare ai castelli romani: ecco i migliori ristoranti!


Luoghi di particolare bellezza, immersi nell’omonimo Parco Naturale, i castelli romani rappresentano una meta molto ambita da numerosi turisti provenienti da tutto il mondo che magari alloggiano in uno dei tantissimi hotel a Roma centro e che, dopo aver visitato la capitale, non perdono l’occasione si assaggiare le specialità romane dei ristoranti tipici dei castelli.

Storia e tradizioni culinarie

Per Castelli Romani si intende una zona poco distante da roma, precisamente quella dei Colli Albani, in cui sono presenti circa 16 paesini caratteristici, ognuno con i suoi anni di storia, di cultura e di tradizioni anche a livello culinario. Per questo motivo in tutto il periodo dell’anno si svolgono sagre di prodotti tipici locali, come per esempio la famosissima sagra della porchetta di Ariccia o la sagra del vino a Marino ecc.

Da anni ormai, in ogni paese dei castelli romani sono presenti trattorie, ristoranti o fraschette molto particolari che portano dietro di se anni di storia e che oggi riportano ai propri clienti quelli che erano i prodotti tipici locali e quella che è tutt’oggi la buonissima cucina romana. Se desiderate di passare una giornata in tranquillità, fuori dal solito tran tran cittadino, non potete certo non recarvi in uno dei paesi dei castelli romani e gustare piatti tipici e cucina romana, famosa in tutto il mondo.

Ma quali sono i migliori locali che possiamo trovare ai castelli romani?

Ovviamente di locali ce ne sono davvero tanti, di seguito una serie di ristoranti, trattorie e hosterie da leccarsi i baffi:

  • Ariccia, uno dei paesi dei castelli romani, casa della famosissima porchetta di Ariccia e luogo dalle incantevoli fraschette, sparse in tutto il paese, un esempio è la Fraschetta De Mi Zia, un locale tipico romano dove assaggiare buona cucina e buon vino a prezzi davvero bassi!

  • Ristorante Donna Vittoria ad Albano, è un ristorante molto rinominato per la qualità del cibo e del servizio da parte del personale del ristorante. Ovviamente la cucina è tipica romana, ma è possibile personalizzare il menù per un eventuale cerimonia importante.

  • La Tenuta Santi Aspostoli è un agriturismo presente a Frascati che offre ai clienti un servizio di ristorazione incentrato principalmente sull’importanza delle materie prime e sulla cucina tradizionale ma allo stesso tempo innovativa.

  • Il ristorante Attila, a Genzano di Roma, è un posto incantevole dove è possibile trovare cucina tradizionale totalmente a base di pesce, da non perdere!

No Comments
Comunicati

ISCRIZIONI APERTE PER IL KUBLAI AWARDS 2014


A partire da oggi e fino al 10 novembre è possibile iscriversi al Kublai Award 2014: in palio un riconoscimento del valore di 5mila euro.

Kublai è un ambiente collaborativo per lo sviluppo di idee e progetti, creato nel 2008 dal Dipartimento per lo Sviluppo e la Coesione Economica del Ministero dello Sviluppo Economico.

Attraverso il Kublai Award, giunto alla sesta edizione, si intendono premiare i migliori progetti di innovazione sociale e territoriale che promuovano lo sviluppo economico.

In palio per i vincitori un voucher di 5000 euro da spendersi in formazione e servizi utili alla crescita del progetto d’impresa.

Per partecipare al Kublai Awards 2014 bastano pochi e semplici passaggi:  innanzitutto  iscriversi alla piattaforma Kublai e aprire una pagina di progetto entro e non oltre il 10 novembre 2014.

Dall’11 novembre al 27 novembre, si potranno inviare, attraverso un form on line, domanda di partecipazione e documento di progetto.

Lo staff di Kublai selezionerà fino a un massimo di 10 progetti che parteciperanno all’assegnazione dell’Award che si terrà a Roma il 13 dicembre 2014.

I progetti verranno selezionati sulla base della qualità del documento di progetto, ma anche e soprattutto della partecipazione della community alla discussione sul progetto e viceversa.

Sul sito www.progettokublai.it  trovate maggiori informazioni e il regolamento per partecipare al Kublai Awards 2014.

http://www.progettokublai.net/kublai-award-2014-sara-a-roma-il-13-dicembre/

No Comments
Comunicati

Da settembre 2014 c’è stato un aumento dei contributi Inpgi per Cigs.


Con la circolare n. 5 del 17 ottobre 2014 l’Inpgi ha comunicato che per le aziende che rientrano nel campo di applicazione della Cigs il contributo, a decorrere dallo scorso settembre 2014, è pari all’1,00%.

Tutte le aziende rientrano nel campo di applicazione della Cigs, come le agenzia di stampa a carattere nazionale e le aziende editrici di giornali quotidiani e periodici.

Tali aziende, inquadrate presso l’INPGI (con inseguenti codici contributivi: n. 02, 09, 18, 26, 27 e 35), hanno l’obbligo di versare, da settembre 2014 e fino al 31 dicembre 2016, il contributo per ammortizzatori sociali. Quest’ultimo rientra nella misura dello 1,60% della retribuzione imponibile di ogni giornalista dipendente, di cui lo 0,10% a carico del giornalista e lo 1,50% a carico del datore di lavoro.

Per il periodo di Settembre, il pagamento della contribuzione maggiorata, termina il 16 dicembre 2014 e non prevede nessun onere aggiuntivo.

per approfondire contributi inpgi

No Comments
Comunicati

Made in Italy, innovazione e proprietà benefiche, Wapple al Salone internazionale del gusto


Verona, 20 ottobre 2014 – La volontà di trovare prodotti eccellenti ed innovativi legati alla natura e alle ricchezze tutte da conoscere del territorio ha portato il Consorzio Ortofrutticolo di Belfiore alla creazione di Wapple che, dopo il lancio sul mercato lo scorso 1 ottobre, è pronto ad approdare anche al Salone internazionale del gusto, dal 23 al 27 ottobre a Torino. Questo evento biennale permette l’incontro con produttori e artigiani del settore agroalimentare di tutto il mondo. Wapple punterà ad inebriare il pubblico con il suo originale blend tra mela ed uva, dalle caratteristiche frizzanti e dalla bassa gradazione alcolica.

“Wapple è ambasciatore del Made in Italy nel mondo grazie all’unione dell’uva garganega tipica delle zone veronesi e della mela di Belfiore (VR). Noi del Consorzio di Belfiore abbiamo voluto puntare ad un prodotto che rispecchiasse nella sua totalità la qualità, i profumi ed i sapori del territorio in cui è prodotto, il nostro territorio” afferma Antonello Marconi, Presidente COB. “Questa innovativa bevanda non è solo sinonimo di qualità e territorialità, ma ha anche reinventato il frutto per eccellenza: la mela. La mela, nelle sue tantissime varietà conosciute, è considerata un farmaco della natura, capace di far fronte a numerose problematiche.”

“Una mela al giorno… Allunga la vita!” è quanto ha affermato Daniele Banfi, giornalista nel campo della salute e della sanità, nel blog dello psicoterapeuta Raffaele Morelli. “Le mele sono una riserva di antiossidanti. Un vecchio adagio recita: una mela al giorno toglie il medico di torno! Forse non sarà proprio vero ma, secondo uno studio pubblicato dalla rivista Journal of Agricultural and Food Chemistry, mangiare mele aumenterebbe l’aspettativa di vita del 10%. La formazione dei radicali liberi, ovvero delle particolari molecole di ossigeno molto reattive, causa il lento e progressivo danneggiamento delle strutture cellulari portando il nostro corpo ad invecchiare. Non solo, sempre i radicali liberi sono spesso associati all’insorgenza di diverse malattie. Per combattere la formazione dei radicali, di fondamentale importanza sono le molecole anti-ossidanti. Le mele rappresentano non la sola ma un’ottima fonte di queste sostanze.”

COB – Terre di Gemma
via linale 4,
Belfiore (VR)
T. 045 6149073
[email protected]

Press office: Terzomillennium
Elisa Andreatta
[email protected]
T. 045 6050601

No Comments
Comunicati

Come organizzare una festa di Halloween


Sta per arrivare una delle feste più paurose dell’anno. Importata direttamente dall’America: è Halloween. Festeggiare Halloween è oramai diventato un must. E perché non organizzare una propria festa in cui partecipare numerosi, invitare quanta più gente possibile e trascorrere una serata divertente e allegra?

 

E allora ecco una serie di step fondamentali per organizzare una festa di Halloween pazzesca!

 

Innanzitutto pensate alla location: deve essere grande, spaziosa, con una pista da ballo al centro e tanti tavoli e sedie laterali per mangiare e bere.

 

Non dimenticatevi mai dell’audio. Ogni festa che si rispetti deve poter contare su un service per halloween che sia all’altezza delle aspettative. Perciò meglio affidarsi a esperti del settore che abbiano a disposizione tutti gli strumenti adatti. In questo modo ricreerete una musica spettacolare, piena di effetti sonori pazzeschi!

 

Stesso ragionamento vale per le luci. Grazie agli strumenti esistenti al giorno d’oggi è possibile ricreare un divertente effetto discoteca con luci colorate e movibili per tutta la stanza. L’effetto visivo è importante tanto quanto l’effetto sonoro e dà quel qualcosa in più alla festa per renderla movimentata e piena di ritmo.

 

Ovviamente non dimenticate ulteriori effetti visivi come ragnatele, zucche paurose, sangue finto, mostri di gomma e tanto altro. Date sfogo alla vostra fantasia, tentate il più possibile di ricreare un ambiente tetro e scenografico. Abbondate!

 

Se decidete di festeggiare con cena e dopo cena ricordate di avere a disposizione tutto il necessario. Meglio stuzzichini e cibo freddo per evitare il problema cucina. Inoltre ricordate di comprare bibite per tutti gli invitati. Ricordate piatti e bicchieri di plastica.

 

Non dimenticatevi del costume! Che festa di Halloween sarebbe se nessuno partecipasse mascherato? È possibile crearsi dei vestiti fai-da-te, altrimenti per i più appassionati ci sono tantissimi negozi con tante scelte diverse. Esistono maschere di ogni genere e tipo! Anche qui siate creativi!

 

Trascorrerete una festa di Halloween indimenticabile!

No Comments
Comunicati

“L’Italia è Unita”: Queste le parole pronunciate da Giuseppe Garibaldi da Palazzo Doria D’Angri a Napoli, il simbolo dell’Unità Nazionale


Chi sfoglia i libri di Storia Nazionale non può certo dimenticare il Palazzo Doria D’Angri a Napoli, aristocratica location simbolica davvero significativa per l’Unità D’Italia, poiché proprio dal suo balcone centrale adiacente alla coreografica sala degli specchi, si è affacciato il mitico Giuseppe Garibaldi per proclamare l’annessione ufficiale del Regno Borbonico delle Due Sicilie allo Stato Italiano di recente costituzione. Correva l’anno 1860, precisamente il 7 Settembre e ancora oggi da questo luogo sontuoso sembrano riecheggiare nel vento quelle importanti frasi pronunciate dall’eroe dei mondi, nell’occasione ospite per un periodo all’interno del secolare edificio, che mantiene perfettamente intatto il suggestivo fascino antico.

Oggi certamente è una meta ideale per essere frequentata assiduamente da numerosi visitatori, turisti anche stranieri e gruppi di scolari e studenti, che ne ripercorrono la memoria e il ricordo, rimasti impressi tra le mura possenti e si lasciano avvolgere dalla magica atmosfera. Inoltre, si presta a essere un pregiato “contenitore ospitante” di eventi, manifestazioni, meeting, convention, conferenze ed esposizioni ad altissimo livello.

Ho letto moltissimi articoli di giornali e riviste, che descrivono nel dettaglio questa vicenda così saliente per il destino dell’Italia intera” afferma la proprietaria e continua “È meraviglioso che il Palazzo possieda un così grande valore storico, oltre che artistico e culturale. Il Palazzo è un bene prezioso assai rappresentativo per tutta la nazione“.

No Comments
Comunicati

Claudio Messini espone le sue opere alla mostra curata dal Prof. Vittorio Sgarbi

Il talentuoso artista Claudio Messini è stato intervistato in occasione della sua partecipazione alle grandi mostre “Spoleto incontra Venezia” curate da Vittorio Sgarbi e dirette dal manager Salvo Nugnes. L’esposizione è allestita fino al 24 Ottobre 2014, presso due storici edifici veneziani: Palazzo Falier e Palazzo Rota-Ivancich.

 

D:Per Lei l’arte è stata una valvola di sfogo nella Sua vita?

R: Più che una valvola di sfogo, direi che è stata una componente fondamentale della mia esistenza. Mi sono dedicato all’arte spaziando dalla pittura al teatro sia come attore che come regista. Comunque devo dire che l’arte pittorica fa parte sostanzialmente del mio DNA, se così si può dire. Ho ricevuto una formazione in tal senso frequentando corsi di studio artistici.

 

D: A quale corrente artistica si ispira? 

R: Tutto ciò che fa parte del nostro bagaglio culturale è sempre motivo di ispirazione: anche per me è stato così. Ho amato ed amo i classici ed tutta l’arte del Novecento, tuttavia se dovessi citare un nome direi Mirò

 

D: Qual è l’emozione più forte che le ha dato creare una Sua opera?

R: Le emozioni non sono definibili: entusiasmo, soddisfazione, talvolta esaltazione ed anche dubbi quando l’opera non risponde alle nostre ansie di ricerca.

 

D: Come concepisce l’arte?

R: L’arte è tutto ciò che esplode dall’intelligenza umana ed in questo senso indefinibile

 

D: Cosa l’ha spinta a dipingere?

R: L’istinto

No Comments
Comunicati

Diventare Mental Coach


Scegliere la giusta scuola per Mental Coach è il primo passo per diventare un professionista qualificato di successo in grado di aiutare gli altri a migliorarsi e a raggiungere i loro obiettivi in tempi più brevi.
Oggi sono sempre più numerose le figure che si rivolgono ad un Mental Coach. Dallo sportivo, al manager, a tutte quelle persone che vogliono migliorarsi e affrontare al meglio le difficoltà e i cambiamenti. Una scuola per Mental coach potrà fornirti gli strumenti necessari per rivolgerti alla categoria che più ti pertiene. Esistono diverse tipologie di corsi per diventare Mental Coach.
Se sei un allenatore uno sport Mental Coach potrebbe essere la chiave per fare di una squadra o un singolo atleta dei campioni di successo.
Uno sport Mental coach per allenatori può essere utile per raggiungere l’eccellenza e portare i propri atleti a conquistare grandi vittorie. si tratta di un professionista che aiuta altre persone a raggiungere obiettivi sfidanti attraverso l’uso di tecniche di coaching. Dunque si rivolge non solo a sportivi ma anche a formatori sportivi: allenatori, preparatori atletici, ecc. Oggi sono sempre più numerosi gli atleti seguiti anche da un Mental Coach. Infatti è di fondamentale importanza unire ad una buona preparazione atletica e tecnica anche una preparazione mentale.

Invece un life coach per adolescenti può aiutare i giovani a migliorarsi, a raggiungere migliori risultati nello sport, nello studio e nella vita e fornire gli strumenti per realizzarsi e diventare un adulto di successo.
Un life coach per adolescenti potrebbe rivelarsi utile per ottenere in tempi più brevi un miglioramento dei propri risultati sportivi e scolastici e dei benefici personali che dureranno nel tempo.
Sarà anche in grado di aiutare a sviluppare una maggiore fiducia in se stessi e un controllo delle proprie emozioni e paure.

No Comments
Comunicati

Occhiali a lavoro

  • By
  • 21 Ottobre 2014


Uniche come un’impronta digitale: le lenti personalizzate a Lecce grazie a Vision Ottica che si prende cura della tua vista.

Quando si comprano occhiali da vista nuovi, un criterio molto importante da tenere a mente è il motivo per il quale li stiamo acquistando.

Questo criterio può differire molto da persona a persona. Una delle prime domande da porsi è: a quale uso sono destinati i miei occhiali o per cosa li uso prevalentemente?

Chi lavora al computer tutto il giorno avrà bisogno di occhiali differenti rispetto a chi lavora prevalentemente all’aperto o a chi necessita di occhiali da vista nella pratica di attività sportive. Più informazioni vengono fornite all’ottico al momento dell’acquisto, più sarà facile la scelta degli occhiali e delle sue lenti personalizzate a Lecce, presso “Vision Ottica”.

Per occhiali da lavoro, si raccomanda in particolare di scegliere montature pratiche. Queste dovrebbero essere più robuste perché non appoggiano solamente sul naso, ma sono spesso anche posate su scrivanie o sedie, dove si possono danneggiare facilmente. Le montature con bordo che circonda completamente la lente si sono dimostrate assai efficaci. Il vantaggio aggiuntivo di una montatura robusta è che questa, al contrario di una montatura a giorno permette di indossare e togliere gli occhiali velocemente con una sola mano in caso di emergenza. Per molte attività questo è un requisito essenziale poiché normalmente durante il lavoro viene usata almeno una mano, particolarmente nei lavori manuali artigianali o nel settore odontoiatrico. Si consiglia di utilizzare le più recenti lenti da ufficio.

E’ possibile grazie a Ottica Ingrosso, trovare occhiali progressivi per il lavoro con lenti personalizzate a Lecce, occhiali fatti più che mai per adattarsi ai vostri occhi

Nel consulto con l’ottico si identifica per prima cosa lo scopo esatto per cui gli occhiali saranno usati, adattando poi di conseguenza le lenti e la montatura prodotte individualmente e fatte su misura.

No Comments
Comunicati

Organizza il capodanno con Skype


Skype è un software di messaggistica istantanea e VoIP (Voce tramite protocollo Internet). Esso, grazie alle sue caratteristiche, rappresenta il top nella sua categoria perché soddisfa le richieste dei client più comuni. Con Skype è possibile chattare, salvare le conversazioni e trasferire file, il tutto mediante un sistema basato su un network Peer-to-peer (pari a pari).

Caratteristiche di SkypeOut

Ne esiste anche una versione, più completa, a pagamento (‘SkypeOut’), che permette di effettuare chiamate a telefoni fissi. La peculiarità di SkypeOut sta nella competitività dei suoi costi rispetto quelli della telefonia tradizionale, e la cosa è ancor più evidente se si analizzano i dati relativi alle chiamate internazionali e intercontinentali. Con Skype è, inoltre, possibile inoltrare SMS verso tutti gli operatori di rete mobile a costi molto bassi.

Skype vanta 663 milioni di utenti registrati

Skype, come detto, permette la comunicazione mediante l’utilizzo di un protocollo tramite internet. I dati trasmessi in forma digitale, vengono cifrati tramite algoritmi non divulgati pubblicamente. Dai piani alti della società che ha ideato il programma garantiscono che il grado di protezione della comunicazione è di assoluta affidabilità, equiparato agli standard di altri software. Secondo una particolare statistica, aggiornata al settembre 2011, Skype vanta 663 milioni di utenti registrati a livello mondiale confermandosi uno dei programmi più utilizzati della rete. Proprio sulla base di questi dati, da anni, le grandi aziende lo utilizzano e ne fanno un vero e proprio strumento di marketing.

Nel periodo della globalizzazione è diventato un protagonista decisivo nella comunicazione mondiale grazie all’utilizzo delle video conferenze che hanno permesso, e lo fanno tuttora, di stare in qualsiasi parte del globo anche se non fisicamente. Oggi con l’avvento degli smartphone il programma è installato su tantissimi dispositivi ed è alla portata di tutti con un click. Grazie a questo software è possibile organizzare gli eventi rapidamente e in maniera efficace, da un semplice brunch di lavoro alla più ragionata organizzazione del prossimo capodanno con gli amici a Roma.

No Comments
Comunicati

Wiko Cellulari: la nuova linea di smartphone economici!


Presente in Italia da poco meno di un anno, la casa francese di produzione di telefonia Wiko, famosa per i suoi smartphone dalle ottime prestazioni e dai costi molto contenuti, comincia a farsi strada tra le big del settore, come la Apple o la Samsung. Il marchio Wiko cellulari, del tutto europeo, è presente sul mercato francese a partire dal 2011 e in poco tempo ha riscosso un grandissimo successo in tutta la Francia.

Wiko e Ifa 2014 di Berlino

Se avete già girato tra i numerosi negozi di telefonia della vostra città alla ricerca dello smartphone perfetto, economico e con prestazioni eccellenti oppure se avete già visitato tantissimi siti che si occupano di vendita cellulari online e non avete trovato ancora quello smartphone che fà per te, la Wiko Cellulari produce smartphone di qualità a prezzi davvero vantaggiosi!

Un esempio è lo smartphone lowcost ma dalle qualità non indifferenti al modico prezzo di 59 euro, presentato all’Ifa 2014 (Internationale Funkausstellung Berlin) uno degli eventi di elettronica e del settore della tecnologia più importanti al mondo che ogni anno si svolge in Germania, a Berlino. Qui, la casa Wiko Cellulari, si è presentata con numerosissimi modelli tra cui quello di punta, il “favorito” che non supera i 300 euro.

E’ stato un grandissimo passo verso le Big del settore “smartphone” quello della casa produttrice francese Wiko grazie alla presenza, con molti modelli all’Ifa 2014, l’evento che stabilisce i trend del mercato europeo e mondiale per i mesi a venire, un importantissima rampa di lancio legata al settore delle vendite della telefonia.

I modelli favoriti

Tra i molti modelli presentati all’evento di Berlino è spuntato Wiko Higway, uno smartphone che si presenta con un display di 5 pollici, con una risoluzione di 1920×1080 full HD e un sistema operativa Android KitKat 4.4 con processore Nvida Tegra 2 Ghz., una vera favola! Ma anche l’occhio vuole la sua parte, si presenta con un design molto elegante, con una fotogamera da 16 megapixel, un vero gioiello della casa Wiko, che non supera neanche i 300 euro!

Tra gli altri particolari spunta il modello Goa, disponibile a soli 59 euro, un ottima alternativa ai modelli smartphone più costosi; il Gateway e il Kite invece rappresentano una via di mezzo tra il top e il lowcost della casa Wiko.

No Comments
Comunicati

Nuova organizzazione e dirigenza per Fercad S.p.A.

Roberto Ferraretto ha nominato Alberto Bonato Amministratore Delegato della società e ha annunciato una nuova organizzazione.

Fercad S.p.A., distributore esclusivo per l’Italia dei marchi svedesi Husqvarna e Jonsered, ha comunicato che dal 1 Ottobre 2014 Alberto Bonato è in carica come nuovo Amministratore Delegato della società. “E’ un cambiamento importante che vuole rafforzare il percorso che Fercad ha intrapreso negli ultimi anni” commenta Roberto Ferraretto, Presidente di Fercad. “In analogia al nuovo set-up intrapreso dal gruppo Husqvarna, nostro partner storico, Fercad vuole accelerare l’ impatto sul modo di operare nel mercato”.

“Dal primo ottobre 2014in Fercad è infatti attivo un nuovo modello organizzativo che prevede il rafforzamento delle linee di business coniugate ad una snella ed efficace struttura di supporto. L’obiettivo è quello di rendere più fruibili tutte le opportunità che il mercato offre, impiegando il meglio di tutte le funzioni aziendali a supporto delle vendite”.

Affidare ad Alberto Bonato il vertice operativo dell’azienda, dopo che per anni ne è stato la guida per le vendite ed il marketing, conferma tale intenzione.
“Un mercato maturo e competitivo come il nostro ha la necessità di evolversi per incontrare esigenze di consumatori sempre più sofisticati” commenta Alberto Bonato. “Fercad vuole essere il punto di riferimento in Italia non solo per la distribuzione degli eccellenti prodotti del gruppo Husqvarna, ma anche per la creazione di servizi a valore aggiunto per i rivenditori ed i clienti finali: formazione e comunicazione, servizi pre e post vendita. L’intera catena di distribuzione dovrà rivelarsi sempre più integrata per competere con successo”.

“E saranno le nostre persone” conclude Roberto Ferraretto “a fare la differenza. Ora, come in passato. L’idea di far crescere talenti per far emergere nuove idee ed energie è sempre stata una mia ambizione e da decenni si conferma il principale motivo del successo dell’azienda”.

Fercad S.p.A. distribuisce in esclusiva i prodotti del gruppo Husqvarna da più di 50 anni, nel settore delle macchine per giardinaggio e degli utensili portatili a motore per la foresta. Ha sede ad Altavilla Vicentina (VI), dove opera impiegando 55 addetti in diverse mansioni. Nel 2013 ha prodotto un fatturato di 42 M€.

Husqvarna Group è il più grande produttore al mondo di rasaerba, trattori da giardino, motoseghe e decespugliatori. Inoltre è leader europeo nel settore dei prodotti di irrigazione consumer e uno dei leader mondiali in attrezzature e utensili diamantati da taglio per l’edilizia. I prodotti del Gruppo sono venduti tramite concessionari e rivenditori in più di 100 paesi. Le vendite nette nel 2013 ammontano a 3,3 miliardi di euro, il Gruppo ha 14.000 dipendenti in 40 paesi.

www.husqvarna.it

www.jonsered.it

No Comments
Comunicati

LETTI ALLA FRANCESE E LETTI UNA PIAZZA E MEZZO: QUESTIONE DI ROMANTICISMO O DI DIMENSIONI?


Quali sono le differenze fra i materassi alla francese e i materassi a una piazza e mezzo? L’utilizzo dell’una o dell’altra definizione non dipende solo dal grado di romanticismo lessicale di cui siete dotati, si tratta, infatti, di una questione di dimensioni.

Se nei vostri viaggi di coppia all’estero vi è capitato di addormentarvi dolcemente in un comodo letto di dimensioni leggermente ridotte rispetto al letto matrimoniale cui siete abituati, allora avete avuto il piacere di dormire in un letto alla francese. Largamente diffusi in Germania, Svizzera e naturalmente in Francia, i letti alla francese hanno dimensioni standard 140×190 cm. Leggermente più piccoli di un letto matrimoniale 160×190 e un po’ più grandi di un letto singolo 80×190, i “grand lit” tuttavia non corrispondono completamente ai letti a una piazza e mezza caratterizzati da dimensioni standard 120 x 190.

Per venire incontro alla voglia di romanticismo, è possibile acquistare online materassi a una piazza e mezzo di diverse misure. Se vi siete quindi lasciati conquistare dalle ricercate linee dei letti alla francese proposti dalle riviste di arredamento, attenzione alla scelta del materasso giusto! Non è sufficiente acquistare un materasso a una piazza e mezzo, ma acquistare una piazza e mezzo di dimensioni 140 x 190. Mettete quindi da parte per un attimo la vostra vena romantica e leggete bene la descrizione del materasso da acquistare online su www.unoxtutti.com

Se invece quello che cercate è semplicemente un materasso a una piazza e mezzo perché ritenete che pochi centimetri in più rispetto a un normale letto singolo possano davvero fare la differenza, allora dovete sapere che sul mercato è possibile acquistare materassi a una piazza e mezza di dimensioni diverse, realizzati per soddisfare le esigenze di chi ama i letti non standard. Pochi centimetri di larghezza in più potrebbero beneficiare davvero alla qualità del vostro sonno e garantirvi il relax che avete sempre sognato.

Non importa che siate inguaribili romantici o sognatori solitari insomma, l’importante è concedersi un dolce riposo su un materasso a una piazza e mezza. E se amate continuare a chiamarlo “alla francese” anche dopo la nostra piccola guida, allora siete davvero dei romanticoni!

No Comments
Comunicati

Richiami marini per le opere in vetro di Daniela Forti per Spoleto incontra Venezia


La grande mostra di “Spoleto incontra Venezia” ha aperto i battenti con forte successo di pubblico e di critica sotto l’esperta curatela di Vittorio Sgarbi e la gestione organizzativa del manager produttore Salvo Nugnes. E’ allestita dal 27 Settembre al 24 Ottobre 2014 nel contesto veneziano di due pregevoli strutture secolari, il Palazzo Falier e il Palazzo Rota-Ivancich e raduna un ricco entourage di esponenti illustri del panorama attuale del calibro di Dario Fo, Eugenio Carmi, Pier Paolo Pasolini, José Dalì. Al suo interno è possibile ammirare le preziose creazioni in vetro realizzate con esclusiva lavorazione artigianale della rinomata artista Daniela Forti.

Attraverso la fusione del vetro e del cristallo la Forti approda ad una sua personale interpretazione e rivisitazione, avvalendosi di una metodologia innovativa, che rende i suoi lavori unici ed inconfondibili, coniugando insieme fantasia ideativa, forme e colori in una composizione armoniosa ad intreccio dalla dinamica plasticità strutturale. Le sculture vengono modulate e forgiate tramite la luce, che trasmette intensa energia vitale alle rappresentazioni, anche in virtù del gioco della luminosità trasparente sapientemente utilizzato dall’artista per dare ulteriore movimento e fluidità all’insieme.

Sulle componenti peculiari della sua ricerca stilistica è stato commentato “Le sue creazioni in vetro possiedono una valenza decorativa e artistica assai pregevole e sono il risultato di una raffinata e sapiente espressione di artigianato manifatturiero rimasto incontaminato e puro nei secoli. Sono opere di eccellente esecuzione, che obbediscono ai migliori canoni della tradizione, eseguite su disegni progettuali esclusivi, curate nel minimo dettaglio di resa e realizzate con scrupolosa lavorazione in ogni fase elaborativa. Per la Forti il vetro è come un simbolico oggetto del desiderio, che contiene in sé un mondo costruito sulla luce e i suoi molteplici riflessi, un materiale che si presta ad essere plasmato, forgiato, piegato, curvato, modellato dalla sua fantasia di sognatrice“.

No Comments
Comunicati

Convegno “TURISMO SOSTENIBILE & EXPO 2015″ Arti e saperi per raccontare il territorio


Con espositori e visitatori provenienti da ogni parte del mondo, Expo 2015 parla attraverso grandi numeri e si preannuncia come un evento chiave per la promozione del turismo sostenibile, dove saperi e sapori si incontrano per permettere la conoscenza del territorio italiano e delle sue molteplici peculiarità.

 

Su questo tema si svilupperà il convegno “Turismo sostenibile & Expo 2015 – Arti e saperi per raccontare il territorio” in programma venerdì 24 ottobre a partire dalle 14.30 a Rovereto, presso il Mart – Museo di arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto. L’evento, organizzato da Alta Scuola per l’Ambiente (ASA) dell’Università Cattolica del Sacro Cuore in partnership con il Mart e con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente, farà il focus su questi ambiti attraverso la testimonianza di esperti e docenti.

 

Al convegno prenderanno parte Alberto Mina, direttore Relazioni Esterne e Istituzionali di Padiglione Italia Expo Milano 2015 e Piersandro Cocconcelli, direttore UCSC ExpoLAB, Università Cattolica del Sacro Cuore, con i quali verranno approfondite le potenzialità e le implicazioni turistiche legate all’evento di richiamo mondiale.

 

La relazione tra scoperta del territorio e delle sue tradizioni, tra saperi e sapori che caratterizzano i territori italiani sarà al centro dell’intervento di Gianluigi Zenti, Presidente Academia Barilla. Sostenendo i produttori locali, difendendo le tipicità Dop, favorendo l’accesso delle piccole e medie imprese italiane nei mercati internazionali ed incentivando l’innovazione nel rispetto dell’artigianalità, la food academy è da sempre impegnata nella promozione territoriale attraverso la cultura gastronomica.

 

Al convegno prenderanno inoltre parte Ada Rosa Balzan, esperta in sostenibilità e green marketing, coordinatrice del Master in Turismo sostenibile e brand del territorio; Carla Bino, docente di Storia del teatro, coordinatrice del Master in Turismo sostenibile e brand del territorio, ALMED; Patrizia Galeri, Responsabile Environmental and Educational Hub, coordinatrice del Master in Turismo sostenibile e brand del territorio, ASA.

 

Il convegno presso il Mart sarà, inoltre, occasione di presentazione della prima edizione del Master in Turismo sostenibile, fortemente voluto da Alta Scuola per l’Ambiente e realizzato in collaborazione con altre due Alte Scuole, Alta Scuola in Media Comunicazione e Spettacolo (ALMED) e Alta Scuola In Economia Agro-Alimentare (SMEA), e sei facoltà dell’Università Cattolica del Sacro Cuore. Il Master prenderà il via a gennaio 2015 con l’obiettivo di formare figure professionali con competenze trasversali capaci di valorizzare il territorio in chiave turistica in modo sostenibile,  rispondendo appieno ad una richiesta in crescita del mercato.

In linea con i temi trattati, il convegno di venerdì 24 ottobre sarà anche il primo convegno a impatto compensato organizzato all’interno della sala conferenze del Mart. Da oggi, infatti, sia aziende sia enti pubblici potranno organizzare all’interno del Mart eventi e convegni certificati CO2 zero. Le emissioni prodotte per la realizzazione dei convegni saranno totalmente compensate con progetti di riforestazione che hanno valenza sia sociale che ambientale.

Il Mart si rivela così il primo museo in Italia ad offrire questo servizio, con l’intenzione di trasmettere un segnale di attenzione alle tematiche ambientali, anche nelle scelte concrete quotidiane in occasione di un meeting o un evento. Il Museo non solo compensa le emissioni ma promuove suggerimenti di buone pratiche per rendere l’evento ancora più sostenibile, suggerendo ad esempio di raggiungere il Mart in treno ed utilizzando materiali riciclati e riciclabili per la sua realizzazione.

 

PER ULTERIORI INFORMAZIONI: 

ASA – Alta Scuola per l’Ambiente

Università Cattolica del Sacro Cuore 

Ada Rosa Balzan 

Antonella Olivari

Direzione di sede

Area comunicazione, relazioni esterne

[email protected]

tel +39 030 2406275 – cell. 335 5665447

 

AdaRosaBalzan

Ufficio stampa esterno

[email protected]

tel +39 346 7565069

No Comments
Comunicati

Claudio Messini si racconta: a Spoleto incontra Venezia le creazioni dell’eclettico artista veronese


È davvero un appuntamento di strepitosa risonanza mediatica quello della grande mostra veneziana di “Spoleto incontra Venezia” che dal 28 Settembre al 24 Ottobre 2014 raduna e accoglie con una corposa esposizione collettiva dei personaggi ad altissimo livello, tra cui Dario Fo, Eugenio Carmi, Pier Paolo Pasolini, José Dalì con la curatela del professor Vittorio Sgarbi e la gestione organizzativa del manager produttore Salvo Nugnes. Le sedi ospitanti del mega evento artistico culturale sono due maestosi edifici di aristocratica origine, Palazzo Falier e Palazzo Rota-Ivancich nel cuore della meravigliosa cornice lagunare. L’eclettico artista Claudio Messini, già presente alla mostra di “Spoleto Arte” con ampio riscontro e consenso, ha portato in questa occasione delle nuove coinvolgenti creazioni pittoriche ispirate da una formula di astrattismo materico assolutamente originale e personalizzata.

Intervistato di recente sul valore dell’arte nel suo percorso esistenziale Messini ha spiegato: “L’arte è stata ed è una componente fondamentale della mia esistenza. Mi sono dedicato all’arte spaziando dalla pittura al teatro, sia come attore sia come regista nella compagnia teatrale da me fondata con il nome di “Gotturni”. Devo dire che l’arte pittorica fa parte sostanzialmente del mio DNA, se così si può affermare. Ho ricevuto una formazione specifica in tal senso anche frequentando dei qualificati corsi di studio artistici”. E proseguendo dice “Ritengo, che tutto ciò che appartiene al nostro multiforme e variegato bagaglio culturale è sempre uno stimolante motivo di ispirazione. Anche per me è così. In particolare ho amato e amo i classici e tutta l’arte del novecento, che è estremamente varia e vasta, ma se dovessi citare un nome principale di riferimento direi Mirò, senza però nulla togliere agli altri grandi maestri dell’epoca, a cui va il mio tributo di ammirazione”.

Riguardo le emozioni trasmesse attraverso le proprie opere dichiara “L’istinto mi spinge a dipingere. Le emozioni suscitate non sono definibili: entusiasmo, soddisfazione, talvolta esaltazione e anche dubbi quando l’opera non risponde alle nostre ansie di ricerca. L’arte è tutto ciò che esplode dall’intelligenza umana ed è in questo senso indefinibile”.

No Comments
Comunicati

Tavoli allungabili: la soluzione ideale per l’ottimizzazione degli spazi


Quando si parla di ambienti piccoli, troppo spesso si pensa erroneamente a spazi stretti e scomodi, nei quali è impossibile vivere e muoversi con facilità. La maggior parte delle volte, invece, un ambiente diventa limitato non dalle dimensioni effettive dello stesso, ma dalla scarsa funzionalità degli elementi d’arredo presenti al suo interno.
Per questo, quando si sceglie un tavolo per la propria casa, occorre tenere ben presente in quale spazio andrà inserito, per poterlo armonizzare al meglio da un punto di vista di forma, stile e dimensione. Un altro elemento da tenere presente, poi, è quale utilizzo se ne farà e quindi quante persone lo useranno abitualmente. Va sottolineato proprio il concetto di “abitudine”, in questo caso, perché scegliere un tavolo di grandi dimensioni pensando solo alle cene con gli amici potrebbe rivelarsi un errore. La comodità e la praticità, infatti, devono fare parte della quotidianità, e un tavolo troppo grande rispetto alle proprie esigenze di tutti i giorni rischia di dare più problemi che vantaggi, riducendo di molto lo spazio abitabile in quella determinata stanza, senza che ve ne sia una reale necessità, e obbligando di conseguenza a una certa disposizione degli altri complementi d’arredo – dai mobili della cucina a quelli del soggiorno, dal tappeto al divano nella zona living -, che finiscono con l’essere sacrificati, in termini di collocamento e dimensioni, a favore di quel tavolo troppo ingombrante.

La soluzione più semplice, in casi come questi, è l’acquisto di un tavolo allungabile, che permette di mettere d’accordo le diverse esigenze della quotidianità – praticità, minimo ingombro, facilità di spostamento in caso di necessità – con quelle particolari della serata con ospiti. Funzionali e pratici, i tavoli allungabili non hanno nulla da invidiare, in termini di design, ai tavoli tradizionali. Hanno, al contrario, una marcia in più: la doppia dimensione, infatti, permette di giocare con l’arredamento della propria casa e con gli spazi, rinnovando gli ambienti con facilità. Flessibilità è oggi la caratteristica più richiesta ai complementi d’arredo, che non sono più inamovibili nella posizione in cui vengono originariamente collocati, ma diventano dinamici e facilmente adattabili a diverse circostanze. La varietà di tavoli allungabili disponibili ora sul mercato permette di giocare con questa flessibilità fino agli estremi: ecco che una consolle posizionata nel nostro soggiorno può diventare un tavolo adatto ad ospitare sei, otto persone, arrivando a triplicare le proprie dimensioni con estrema facilità. Un’ottima soluzione per ottenere la massima efficienza con il minimo ingombro.

No Comments
Comunicati

Miele: composizione, proprietà ed impieghi terapeutici


La composizione del miele dipende principalmente dalla composizione del nettare e, secondariamente, da fattori esterni come l’andamento meteorologico, i metodi di raccolta e di estrazione.

Esiste pertanto un’infinita varietà di mieli con consistenza liquida o cristallina, colore variabile dal giallo paglierino al bruno scuro, passando per toni verdastri o rossicci, gusto, aromi ed anche proprietà diverse. Vediamo di conoscerli bene.

1. Miele di abete

Di colore molto scuro, quasi nero, fortemente aromatico, con sapore assai gradevole, è ritenuto un ottimo antisettico polmonare e delle vie respiratorie (bronchiti, tracheiti, influenze), in grado di produrre effetti febbrifughi, espettoranti, spasmolitici.

Molto profumato, è indicato per chi soffre di alito cattivo.

2. Miele di acacia

Di colore chiaro, ambrato, trasparente, odore dolce, sapore delicato, aspetto tipicamente liquido, è particolarmente indicato per poppanti e bambini, specie se hanno infiammate le mucose dell’apparato antinfiammatorio e gastrointestinale, purché non si pastorizzato.

La sua ricchezza di lebulosio lo rende tollerabile, in piccole dosi, dai diabetici.

3. Miele di arancio o di agrumi

Di colore chiaro, profumato, di sapore gradevole, gli si attribuiscono proprietà antispasmodiche e sedative, che lo rendono consigliabile in caso di nervosismo, ansia, insonnia.

Ha potere  cicatrizzante ed è indispensabile nel trattamento delle ulcere. Mescolato con the ghiacciato è un ottimo dissetante.

4. Miele di eucalipto

Di colore variabile da chiaro a grigio scuro, gusto particolarmente aromatico, granulazione fine, è uno dei mieli maggiormente ricchi di enzimi.

Gli vengono riconosciute proprietà antiasmatiche, anticatarrali, antispasmodiche, emmolienti, calmanti della tosse, antisettiche delle vie respiratorie, delle vie urinarie e dell’intestino.

Efficace contro le cistiti urinarie, lo si usa anche come vermifugo e cicatrizzante nelle affezioni della bocca.

5. Miele di timo

Di colore ambrato scuro, aroma e gusto pronunciati, cristallizzazione irregolare.

E’ ritenuto un potente antisettico generale da impiegare in caso di pericolo di malattie infettive, ma anche come disinfettante dei bronchi e dell’intestino.

6. Miele di tiglio

Di consistenza pastosa e colore variabile dal giallo chiaro al verdolino o bruno nel caso di melata, ha un profumo assai pronunciato. Gli si riconoscono proprietà calmanti ed antispasmotiche che lo rendono consigliabile soprattutto i caso di nervosismo ed insonnia.

Qualsiasi sia la composizione del miele,il suo alto valore energetico (320 kal/ 100 grammi di prodotto) contribuisce a rendere il miele un alimento eccezionale, estremamente valido come carburante naturale negli forzi fisici, brevi o prolungati che siano.

L’ideale sarebbe consumarlo abitualmente, almeno per tutto il periodo autunnale ed invernale in occasione della prima colazione sostituendolo allo zucchero bianco.

 

Autore : Erminia Liccardo, anni 34. Articolista esperta nella redazione di testi per il web. Scrittura articoli e post. Article marketing e link building.

https://articolistablog.wordpress.com

https://plus.google.com/u/0/107088919800327700522/about

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

No Comments
Comunicati

I calendari olandesi: strumento di promozione per la vostra attività


Non sapete come farvi conoscere a prezzi davvero stracciati? Una soluzione molto pratica ed efficace è stampare calendari olandesi da regalare ai vostri clienti. Rappresentano uno strumento classico da sempre usato da piccole e medie imprese che vogliono accompagnare i clienti tutti i giorni dell’anno con la loro pubblicità. Chi ha un negozio facilmente espone un calendario olandese. Quest’azione vi permette di avere visibilità verso clienti nuovi. Se avranno bisogno dei vostri prodotti o servizi saranno invogliati più facilmente a contattarvi. I calendari olandesi hanno la particolarità di essere molto semplici e ben visibili. Sul muro è facile annotare appunti di date importanti o di cose da fare. Inoltre si hanno a disposizione ricorrenze e festività. L’aspetto pratico in un calendario è molto importante. Evita di far perdere tempo e concretizza ciò che realmente ci serve.

Prima di stampare fate bene le vostre valutazioni. Evitate di fare tutto di fretta, vi causerà solo problemi. Meglio partire con largo anticipo; dicembre – come sapete – è un mese dove le spedizioni possono causare disagi. Se acquistate online per risparmiare dovete considerare anche gli aspetti logistici. Per far sì che molti clienti mettano in bella vista i vostri calendari dovete organizzare tutto molto tempo prima. Ecco alcune valutazioni che potete fare prima di andare in stampa.

 

Il colore del calendario. Usate sempre lo stesso colore. Se stampate il logo in rosso (quindi a 1 colore) il calendario deve essere rosso. Non è bello vedere tanti colori, a volte anche in disaccordo tra di loro, sono anche anti-estetici.

 

Il formato del calendario. Molti optano per il classico formato A4. Potete valutare anche altri formati purché siate sicuri che i vostri clienti tengano i calendari in bella mostra. Né troppo grandi, né troppo piccoli. Il formato è importante per la vostra visibilità.

 

I contatti. La vostra visibilità viene prima di tutto. Pertanto accertatevi che i vostri contatti siano ben visibili all’interno del calendario. Dovete sempre facilitare il contatto diretto: indirizzo, numero di telefono, fax, indirizzo e-mail, sito web, profili sui social network, se lo avete anche il numero verde.

 

Le copie del calendario. Inutile sprecare copie che poi vanno buttate o messe da parte. Il numero di copie va fatto su una scelta reale dei clienti abituali e di eventuali nuovi. Se vi trovate in occasioni dove sapete che potete regalare qualche copia a chi certamente metterà in mostra i vostri calendari approfittatene! Questo processo richiede tempo, per cui premunitevi in anticipo delle copie del vostro calendario.

No Comments
Comunicati

Regolatore di commutazione step-down da 40V e 400mA (IOUT) a 2,2MHz LDO doppio tracking

  • By
  • 21 Ottobre 2014


Linear Technology Corporation annuncia l’LT3668, un regolatore di commutazione step-down da 400mA e 40V con due uscite LDO  tracking in un package MSOP-16E. L’LT3668 offre una soluzione di potenza solida e completa per le applicazioni che richiedono l’alimentazione di un sensore per il tracking preciso dell’alimentazione di un ASIC di misurazione. L’LT3668 funziona da un range di tensioni d’ingresso (VIN ) da 4,3V a 40V con protezione dai transitori fino a 60V, rendendo questo dispositivo ideale per le applicazioni automotive e industriali. Lo switch interno da 600mA fornisce fino a 400mA, distribuiti ai carichi combinati dell’uscita principale e dei due LDO di tracking. Il canale di commutazione principale fornisce uscite minime di soli 1,2V, mentre ciascun LDO può fornire uscite minime di soli 1,1V. L’LT3668 richiede solo 50µA di corrente di riposo quando tutti e tre i canali sono regolati, per questo è ideale per le applicazioni automotive always-on.

L’utente può programmare la frequenza di commutazione dell’LT3668 da 250kHz a 2,2MHz, consentendo così ai progettisti di ottimizzare l’efficienza ed evitare al contempo bande di frequenza sensibili al rumore. Ciascun LDO di tracking integrato ha un limite di corrente programmabile con precisione fino a 200mA per offrire un ulteriore livello di affidabilità. L’elevata precisione degli LDO di tracking li rende ideali per l’alimentazione di convertitori analogico-digitali e sensori. Sebbene gli LDO possano essere alimentati da ingressi indipendenti, la loro alimentazione dall’uscita di commutazione principale assicura elevata efficienza e basso rumore. La combinazione del package MSOP-16E con caratteristiche termiche avanzate e l’elevata frequenza di commutazione che mantiene ridotte le dimensioni dell’induttore e dei condensatori esterni garantisce un ingombro compatto e l’efficienza termica.

Il commutatore principale dell’LT3668 utilizza uno switch da 600mA ad alta efficienza con l’oscillatore, il sistema di comando e il circuito logico in un unico die. Le speciali tecniche di progettazione assicurano elevata efficienza all’interno di un ampio range di tensioni di ingresso, mentre la topologia in current mode fornisce una rapida risposta al transitorio di corrente e un’eccezionale stabilità del loop. Altre funzionalità includono indicatore di potenza, funzionalità di sincronizzazione, protezione da batteria inversa, limitazione termica e della corrente e blocco programmabile per sottotensione.

L’LT3668EMSE è offerto in un package MSOP a 16 conduttori con funzionalità termiche avanzate. Il prezzo è di $2,70/cad. La versione LT3668IMSE, offerta a $2,98/cad., è testata e garantita per il funzionamento con temperature di giunzione da -40°C a 125°C. Tutti i prezzi si riferiscono a quantità di 1000 pezzi. Tutte le versioni dell’LT3668 sono disponibili a magazzino. Per maggiori informazioni, visitare la pagina www.linear.com/product/LT3668

 Riepilogo delle caratteristiche: LT3668

 

  • Alimentazione a tre uscite da un unico ingresso richiede un solo induttore
  • Due regolatori lineari a basso dropout
    • Uscite da 200mA con limite di corrente programmabile
    • Range di tensioni in ingresso tra 1,6V e 45V
    • Protezione contro i guasti fino a ±45V
  • Regolatore buck:
    • Funzionamento BurstMode® con basso ripple (<15mVP-P)
    • Uscita da 400mA con switch di potenza interno
    • Range di funzionamento ingressi da 4,3V a 40V (60V max)
  • IQ = 50μA a 12VIN fino a 6V, 5V e 5V senza carico
  • Frequenza di commutazione regolabile da 250kHz a 2,2MHz
  • Sincronizzazione tra 300kHz e 2,2MHz
  • Blocco della sottotensione programmabile
  • Indicatore “power good”

Package MSOP a 16 conduttori con funzionalità termiche avanzate

No Comments
Comunicati

PRN: The EFQM Excellence Award 2014

The EFQM Excellence Award 2014

 
[2014-10-21]
 

BRUXELLES, October 21, 2014 /PRNewswire/ —

Premiare l’eccellenza in Europa

Nel 2014, 8 organizzazioni sono state nominate per l’EFQM Excellence Award. Tra queste 8, la giuria ha individuato un vincitore del Premio (Award Winner) , 4 riconoscimenti speciali (Prize Winners) e 3 Finaliste. Le Finaliste sono organizzazioni in grado di dimostrare un elevato livello di eccellenza per un periodo di almeno 3 anni, fattore determinante per distinguersi dalle altre organizzazioni. Per ricevere il riconoscimento speciale da Prize Winner, le organizzazioni, oltre a soddisfare i criteri da Finalista, devono anche dimostrare di essersi distinte in almeno uno dei concetti fondamentali dell’eccellenza, quali ad esempio Leadership, Innovazione e Attenzione al Cliente.

Il Premio (Award Winner) è un prestigioso riconoscimento conferito dalla Giuria esclusivamente ad un’organizzazione in grado di dimostrarsi un vero modello di eccellenza. Se la Giuria ritiene che nessuna delle concorrenti all’EFQM Excellence Award sia in grado di dimostrare il livello richiesto di eccellenza, il premio non viene assegnato. Questo è ciò che rende l’EFQM Excellence Award un premio così prestigioso. Quest’anno, la Giuria ha deciso di conferire il Premio (Award Winner) dell’edizione 2014 a Bosch Tecnologie Diesel e Sistemi frenanti SpA (stabilimento Bosch di produzione a Bari, Italia).

Marc Amblard, Amministratore Delegato di EFQM, commenta come segue: “Questa 23° edizione dei Premio EFQM è unica: essa coincide con la celebrazione del 25° anniversario di EFQM. 25 anni di promozione dell’eccellenza e di sostegno alle organizzazioni di tutti i tipi in tutti i settori all’implementazione del Modello EFQM per l’Eccellenza per migliorare le loro prestazioni complessive. Delle 500 organizzazioni che si sottopongono ad una valutazione EFQM ogni anno, solo poche raggiungono il più alto livello di maturità. L’edizione 2014 del premio EFQM accoglie non solo le 8 organizzazioni che hanno dimostrato di raggiungere un livello di eccellenza sostenibile, ma anche tutti gli altri partecipanti; i loro costanti sforzi per ottenere prestazioni superiori sono notevoli. Ora numerose organizzazioni nella Comunità EFQM possono apprendere molto dalle loro buone pratiche. Congratulazioni! “

Chi é EFQM? 

Siamo impegnati a sostenere le organizzazioni a migliorare le loro prestazioni attraverso il Modelo di Eccellenza EFQM, un framework di gestione utilizzato da oltre 30 000 organizzazioni. Per aiutarvi a implementare il nostro modello, forniamo formazione, strumenti di valutazione e di riconoscimento. Ma il nostro vero talento viene dalla raccolta di buone pratiche e metterle a vostra disposizione.

Cosa é l’EFQM Excellence Award 

L’obiettivo dell’EFQM Excellence Award è quello di riconoscere le organizzazioni più performanti, sia che esse operino nel settore privato, sia nel pubblico o senza scopo di lucro. L’EFQM Excellence Award premia le organizzazionileader, con un track record di successo nel trasformare la strategia in azione e nel continuo miglioramento delle proprie prestazioni. Tutti i candidati sono valutati da un team di assessors adeguatamente formati e indipendenti, provenienti dalle organizzazioni membre di EFQM. Ogni team trascorre in media  500 ore nella valutazione di ciascun candidato.

Le immagini sono disponibili sul link: http://bit.ly/1vgw9DB 

No Comments
Comunicati

PRN: Il Forum dell’Innovazione Sociale e dell’Etica Globale (SIGEF 2014) Apre le Sue Porte

Il Forum dell’Innovazione Sociale e dell’Etica Globale (SIGEF 2014) Apre le Sue Porte

 
[2014-10-21]
 

GINEVRA, October 21, 2014 /PRNewswire/ —

SIGEF 2014, il Forum organizzato da Horyou, la Rete Sociale per l’Azione Solidale, apre le sue porte per tre giorni d’interazione: ONG, oratori internazionali, workshops, mostra fotografica e proiezioni. 

SIGEF 2014, il Forum dell’Innovazione Sociale e dell’Etica Globale, apre le sue porte al pubblico per tre giorni di interazione, di dialogo e di azioni : stand di ONG, sessioni plenarie animate da oratori internazionali, mostra fotografica, workshop e proiezioni. Il forum si svolgerà al Centro Internazionale di Conferenze di Ginevra (CICG) dal 22 al 24 ottobre.

SIGEF 2014 riunirà più di cinquanta organizzazioni da tutto il mondo che promuovono l’azione solidale, trenta oratori che discuteranno delle grande sfide che affrontano le nostre società. Otto workshop  ragrupperà academici, professionisti, studenti, media e grande pubblico per rifletere ulteriormente di problematiche maggiori. Più di venti imprenditori sociali presenteranno i loro progetti. Il SIGEF 2014 premierà i due progetti i più innovativi socialmente.

IL SIGEF 2014 proietterà dei documentari realizzati da Horyou TV che presentano delle organizzazioni membre di Horyou. Infine, gli SIGEF Awards 2014 renderà ommagio alle azioni di cinque personalità internazionali che si sono distincte per le loro azioni in favore della solidarietà.

L’entrata del SIGEF 2014 é aperta e gratuita per il pubblico. Il Forum sara ristrasmesso in diretta sul sito http://www.sigef2014.com

I Soci Fondatori del SIGEF 2014: Fondazione Horyou, ADEX Holding Group, Pencil Line Agency, MSQ Group, Centro Internazionale di Conferenze di Ginevra (CICG).

I Media Partner del SIGEF 2014 : 

InTime (Italia), Corriere Innovazione (Italia), Slate Afrique (Francia), Radio Ethic (Francia), Nunnovation (Sudafrica), Fondation PVBLIC (Stati Uniti), United Nations Foundation (Stati-Uniti), Plus Social Good (Stati-Uniti), Red Innova (America Latina), Instituto Filantropia (Brasile), Radio Tom Social (Brasile), IGIHE Limited (Ruanda), Alhilal Saudi Club (Arabia Saudita), SocialFinance (Canada), Hit Radio (Marocco), e Mosaïques Africa (Camerun).

A proposito del SIGEF 2014: 

Il Forum dell’Innovazione Sociale e dell’Etica Globale (SIGEF 2014) riunirà delle organizzazioni internazionali (ONG, Fondazioni ed Associazioni) e dei oratori che sostengono e promuovono l’azione solidale, le tecnologie costruttive e l’etica in tutte le discipline. Il SIGEF 2014 sarà la piattaforma ideale perché tutti i partecipanti possino ripensare il futuro, identificare le sfide della nostra epoca, proporre delle soluzioni e disegnare delle nuove strade per un sviluppo veramente sostenibile. Il SIGEF 2014 é un invito alla riflessione, al dialogo e all’azione. Il SIGEF 2014 é un evento organizzato da Horyou, la Rete Sociale per l’Azione Solidale.

Per più informazioni:
Media: [email protected] 
Informazioni generali: [email protected]
+41-22-321-98-20

No Comments