Daily Archives

14 Ottobre 2014

Comunicati

PRN: ET Solar costruisce un nuovo parco solare per Lightsource Renewable Energy nel Regno Unito

ET Solar costruisce un nuovo parco solare per Lightsource Renewable Energy nel Regno Unito

 
[2014-10-14]
 

MONACO DI BAVIERA, 14 ottobre 2014 /PRNewswire/ — ET Solar Energy Corp. (“ET Solar”), fornitore leader di soluzioni energetiche intelligenti, ha annunciato che la sua filiale ET Solutions AG, fornitore di soluzioni chiavi in mano per il settore del solare con sede a Monaco di Baviera, ha avviato la costruzione per un progetto fotovoltaico (FV) solare su terra di capacità pari a 8.7 MWp. Questo progetto di parco solare è stato sviluppato da Lightsource Renewable Energy, principale produttore e gestore di energia solare per i maggiori clienti commerciali del solare fotovoltaico del Regno Unito.

Situato a Somerton Door, nel Somerset meridionale, il parco solare è posto su oltre 42 acri di terreno, i cui oltre due terzi di superficie allocata rimarranno liberi per il pascolo cui è adatto, ovvero per bestiame di piccola taglia come le pecore. ET Solar ne è il fornitore di moduli solari e di servizi EPC esclusivo. Sarà prevedibilmente collegato alla rete elettrica a metà novembre 2014.

“Le nostre soluzioni commerciali nel Regno Unito sono molto forti quest’anno, grazie alla rapida crescita del mercato e alle nostre ampie capacità ed esperienze a livello globale. Nonostante i possibili cambiamenti a livello di finanziamenti nel Paese per il prossimo anno, ci impegniamo comunque per continuare a offrire soluzioni di energia solare complete per i nostri principali clienti del mercato”, ha dichiarato Dennis She, presidente e direttore generale presso ET Solar. “Oltre a fornire servizi di EPC di livello superiore e moduli solari di alta qualità, siamo anche molto entusiasti di lavorare con partner locali per lo sviluppo e finanziamento di progetti volti a rafforzare ulteriormente la nostra già solida posizione di mercato”.

Kareen Boutonnat, amministratore delegato presso Lightsource, ha commentato: “Disponendo di uno dei maggiori cantieri di sviluppo nel Regno Unito, dobbiamo assicurare di costruire delle relazioni adeguate con i nostri partner di fiducia come ET Solutions AG. Chiediamo qualità e consistenza, lavorando con partner che sappiano garantirle. Abbiamo grandi aspirazioni per quest’anno e siamo ansiosi di lavorare con ET Solutions AG per aggiungere un altro tassello di qualità al nostro portafoglio operativo”.

ET Solar sarà presente al Solar Energy UK 2014 di Birmingham dal 14 al 16 ottobre.

Informazioni su ET Solar

ET Solar è uno dei principali fornitori di soluzioni energetiche intelligenti. Grazie a tecnologie solari innovative e soluzioni finanziarie personalizzate, ET Solar fornisce soluzioni professionali complete durante l’intero ciclo di vita dell’impianto fotovoltaico comprendendo sviluppo, finanziamento, progettazione, appalto, costruzione e, infine, gestione e manutenzione. Per saperne di più su ET Solar e ET Solutions AG visitare i siti www.etsolar.com e www.etsolutions.de.

Informazioni su Lightsource Renewable Energy

Lightsource è il maggior produttore di energia solare del Regno Unito. Fondata nel 2010 e registrata in Inghilterra e Galles, la società britannica è rapidamente cresciuta fino ad avere oltre 280 professionisti a tempo pieno e oltre 600 MW di attività solari funzionanti in soli tre anni. Per saperne di più visitare il sito www.lightsource-re.co.uk.

No Comments
Comunicati

PRN: Peter Copping entra a far parte di Oscar de la Renta

Peter Copping entra a far parte di Oscar de la Renta

 
[2014-10-14]
 

NEW YORK, 14 ottobre 2014 /PRNewswire/ — Oscar de la Renta, LLC è lieto di annunciare la nomina di Peter Copping alla nuova posizione di Direttore creativo.

Nel suo nuovo ruolo, il Sig. Copping definirà la linea di design per tutte le categorie di prodotti, e risponderà direttamente a Oscar de la Renta e al CEO Alex Bolen. Il sig. Copping inizierà l’incarico il 3 novembre 2014 e presenterà la sua prima collezione a febbraio 2015, lavorando a stretto contatto con il sig. Oscar de la Renta.

Prima di approdare a Oscar de la Renta, Peter Copping è stato per cinque anni Direttore Artistico di Nina Ricci.  In precedenza, Peter è stato per dodici anni Direttore dello Studio creativo presso Louis Vuitton, sotto la supervisione di Marc Jacobs.  Prima ancora, ha lavorato per Sonia Rykiel e Christian Lacroix.  Peter si è laureato presso il Royal College of Art e Central Saint Martins di Londra.

Oscar de la Renta ha dichiarato: “Sono molto lieto che Peter abbia accettato di unirsi a noi. Ha un grande talento e, oltre alla nostra comune sensibilità per il design, abbiamo entrambi una forte curiosità per tutto ciò che ci circonda, dalla musica all’arte all’architettura ai giardini.   Il nostro settore non ha sempre agito al meglio quando si è trattato di cambiare leadership nel settore design.  La mia speranza è che, determinando la selezione del candidato e partecipando attivamente al cambiamento, garantirò alla nostra azienda e al nostro marchio le giuste scelte di design per il futuro.”

“Sarà per me un immenso piacere ricoprire il ruolo di Direttore Creativo di Oscar de la Renta a novembre,” ha dichiarato Peter Copping.  “Dopo una carriera ventennale a Parigi, questo rappresenta per me un altro passo importante. Oscar de la Renta ha definito i canoni dell’eleganza americana per generazioni di donne, e sono felice di lavorare con lui e di contribuire allo sviluppo futuro del marchio.”   

Alex Bolen, CEO di Oscar de la Renta, LLC, ha dichiarato: “Abbiamo a lungo cercato di capire qual era il modo migliore di aggiungere una voce creativa nuova e importante alla nostra azienda, e abbiamo seguito da vicino il lavoro di Peter nel corso degli ultimi anni.  Peter porterà una visione nuova nel nostro marchio, continuando l’evoluzione del nostro business.  Peter e Oscar hanno una sensibilità estetica molto simile e lavorano allo stesso modo.  Molti dei nostri fornitori – le aziende tessili, i ricamatori, le fabbriche di maglieria, –  conoscono già bene Peter. Inoltre, la sua grande esperienza nel settore delle calzature, delle borse e della gioielleria verrà immediatamente messa a frutto, poiché lo sviluppo continuo di questi settori è di importanza fondamentale per i nostri piani di espansione.”

Oscar de la Renta è uno dei marchi più importanti nel settore dei beni di lusso.  L’azienda, che ha sede a New York, è stata fondata nel 1965, e attualmente produce una linea completa di calzature da donna, borse, gioielleria, occhiali, abiti da sposa, abbigliamento infantile, complementi d’arredo e profumi, oltre alla propria collezione di abbigliamento femminile prêt-à-porter. Per maggiori informazioni, visitare il sito  www.oscardelarenta.com.

No Comments
Comunicati

Tenerife, perchè il clima è la sua forza turistica


In questo articolo vorrei parlare di Tenerife e in particolar modo del clima a Tenerife, a mio parere il vero punto di forza dell’isola, infatti data l’esposizione, le correnti, e soprattutto l’imponente vulcano Teide che ripara e crea un microclima del tutto unico, sull’isola nascono eventi climatici molto diversi in pochi chilometri di distanza.

La parte sud dell’isola risulta essere quella più calda perchè risente dell’imponenza del Teide che la ripara dalle correnti e dai venti, la parte nord che non viene riparata è più fresca e con piogge a differenza della parte sud dove non piove quasi mai, mentre sul Pico del Teide, si passa a temperature sotto lo 0 con nevi anche persistenti nel periodo invernale, la bellezza di ciò sta nel fatto che salendo la montagna il clima gradatamente cambia formando situazioni climatiche e una vegetazione decisamente diversificata, questo come si può immaginare da vita a specie animali completamente nuove e uniche.

Questo particolare risulta essere sicuramente apprezzato da tutti coloro che come me sono abituati a vivere nella penisola con stagioni che durano al massimo 3 mesi ed escursioni temiche che arrivano anche a 40° tra estate e inverno, perchè percorrendo pochi chilometri si ha la possibilità di respirare un pò di “aria di casa”, avendo però sempre in tasca la possibilità su 365 giorni l’anno di godere di giornate lunghe, assolate e calde.

 

No Comments
Comunicati

SINGER INSIDE – social academy

Music Academy, Web Competition & Format Tv

Al Via sabato 11 ottobre a Napoli la seconda edizione di Singer Inside, la prima social academy che già lo scorso ha raccolto milioni di visualizzazioni sul web e che è diventata anche un format televisivo di successo su iLike.TV, prima social TV mondiale e best start up come new company nel 2012. La presentazione, alla quale interverranno gran parte dei tutor di questa edizione, si svolgerà nella struttura Singer Inside appositamente allestita e situata in Corso D’Amato 81/83 – Arsano (NA) dalle ore 12.00 in poi i tutor incontreranno gli allievi e saranno disponibili ad incontare la stampa. Ricordiamo che Singer Inside nasce da un’idea del discografico Ivan Russo e del Musicista Vincenzo Sorrentino.
Ancora una volta ricchissimo il roster dei tutor che seguiranno e prepareranno i ragazzi selezionati nel loro percorso. Tra questi Rossana Casale (cantante ma anche tutor di X-Factor), Claudio Insegno, Alex Negro, Vincenzo Sorrentino, Alejandro Saurin Martinez, Cheryl Porter, Barbara Eramo, Diego Moreno, Lucio Ciotola, Mario Nicoletti, Gaetano Gaudiero, e discografici di livello come Paolo Cassiano e Andrea Lo Vecchio. Senza contare i personaggi che interverranno con collegamenti video/skype come è accaduto lo scorso anno per il premio Oscar Nicola Piovani o per Michele Zarrillo.
Universal Music, che ancora una volta sarà partner di Singer Inside, garantisce al vincitore la concreta opportunità di realizzare e pubblicare un progetto discografico.
Inoltre alcuni dei migliori elementi saranno protagonisti di un musical prodotto da Singer Inside e diretto da Claudio Insegno.
iLIKE.TV – prima social TV mondiale (canale 163 del digitale terrestre) seguirà Singer Inside con puntate settimanali e pillole giornaliere che potranno essere anche commentate e votate via web. Ricordiamo che iLIKE.TV, proprio per le sue caratteristiche innovative in senso social e per la particolare programmazione, sta conquistando un sempre maggiore gradimento tra i giovani. Per la Campania si affiancherà anche Canale 9, TV n° 1 nella regione. La regia Tv è ancora una volta affidata a Beppe Falagario e la Direzione di Produzione a Luigi Fraia.

Singer Inside

60 giovani talenti si confrontano con i loro sogni e con le loro attitudini, si preparano a salire su un vero palco seguiti da prestigiosi insegnanti. Vivono e respirano l’emozione della competizione e della selezione. Per i più bravi il premio è quello di vedere realizzato un progetto discografico con la UNIVERSAL MUSIC . Singer Inside è una concreta opportunità per chi si sente davvero “artista dentro”. Nel corso della loro esperienza, come già è successo lo scorso anno, incontreranno prestigiosi protagonisti del music box italiano. Tra questi ricordiamo Vincenzo Incenzo ( autore per Renato Zero, Michele Zarrillo, PFM, Riccardo Cocciante), Michele Zarrillo e il M° Nicola Piovani (premio Oscar per le musiche de “La Vita è Bella”), Riccardo Sinigallia.

Singer Inside è La passione per la musica, la voglia di cantare, il talento e, dall’altra parte, la realtà del mercato musicale, le occasioni concrete per emergere, lo spettacolo visto da chi davvero ci lavora. Singer Inside è un diario di viaggio in un’accademia in cui si studia musica. Non un reality né propriamente un talent show, ma una vera occasione di confronto e di lavoro per entrare in modo corretto nel settore dello spettacolo.

Press, radio, Tv Agency
DCOD Communication
[email protected]
[email protected]
www.dcodcommunication.it

No Comments
Comunicati

LA LUCANIA A PIEDI GIUNGE A MONTE CARLO: il libro della Edizioni Magister


LA LUCANIA A PIEDI GIUNGE A MONTE CARLO
il libro della Edizioni Magister nel contesto della IV edizione del Mese della Cultura e della Lingua Italiana nel Principato di Monaco promosso dall’Ambasciata Italiana nel Principato di Monaco
Ottobre è il “Mese della Cultura e della lingua italiana nel Principato di Monaco”, una rassegna internazionale – giunta alla sua quarta edizione – che vede coinvolti numerosi artisti italiani, scrittori, editori, operatori culturali, imprese ed istituzioni impegnate a sottolineare il valore della cultura declinata in tutte le sue forme ed espressioni in un ricco programma. Teatro, musica, pittura, danza, moda, poesia, scultura e scrittura al centro delle iniziative della manifestazione organizzata dall’Ambasciata italiana a Monte Carlo, con l’alto patronato del Principato di Monaco e della Presidenza della Repubblica italiana.

L’ambasciatore italiano, Antonio Morabito, ha fortemente voluto la Edizioni Magister di Matera con il suo autore Nicola D’Imperio, in una serata da inserire nel cartellone monegasco, per raccontare in una conferenza la bella storia di rispetto e di amore per il territorio d’origine, in grado di restituire emozioni.

Il libro La Lucania a piedi dallo Jonio al Tirreno – cronaca di un viaggio a piedi fatto dall’autore dallo Jonio al Tirreno alla scoperta della Lucania, dei suoi paesaggi e della sua anima – unisce ricerca, poesia e racconto, restituendo tutto il calore ed i colori di una Regione che è in grado di stupire e sorprendere chi la guarda, la scopre, la ritrova ed impara di fatto ogni volta a conoscerla più in profondità.

Nel viaggio si ritrovano tanti racconti tratti dalla tradizione popolare, le opere di alcuni poeti lucani, cenni storici e geografici sulla regione, ma soprattutto si avvertono le emozioni date dall’incontro con il paesaggio, con i luoghi percorsi, con la gente incrociata lungo il cammino. L’opera – presentata a Matera il 4 febbraio del 2012 da Lucio Dalla, amico del dr. D’Imperio, prematuramente scomparso un mese dopo – e successivamente in altre tappe italiane (tantissimi paesi lucani ma anche Bologna, Conegliano Veneto, Forlì, ecc…), per la prima volta ha varcato in questa occasione i confini nazionali.

Poiché il libro apre con Matera e molte delle storie riportate sono ambientate nei Sassi di Matera, l’autore ha voluto offrire presso il Theatre des varietes di Monte Carlo, un importante contributo, in una serata e contesto autorevole, alla candidatura della città a capitale europea della cultura per il 2019.

Sabato 11 ottobre è stata così raccontata, con il libro e non solo, ad un pubblico di imprenditori e personalità della cultura italiana, francese ed europea, la stagione che la città dei Sassi sta vivendo nel percorso di candidatura, coinvolgendo la comunità, i giovani, le associazioni. La serata è stata divisa in due parti, una prima focalizzata sulla città fra passato, presente e futuro ed una seconda focalizzata sulla presentazione del libro, dove sono intervenuti l’autore Nicola D’Imperio, lo storico e ricercatore Giuseppe Coniglio, l’editore Timoteo Papapietro che ha sposato con convinzione il progetto editoriale. Molto piacevole la serata allietata dai performanti intermezzi musicali affidati alla chitarra di Cosimo Maragno ed alla voce di Monica Petrara, che hanno emozionato i presenti in sala con una selezione di melodie e sonorità della tradizione lucana e del Sud in generale. A completare il tuffo nella Lucania, l’esposizione nel foyer delle opere di artisti Materani quali i pittori Nicola Lisanti, Nicola Filazzola, Nicola e Mario D’Imperio, del maestro di ceramica Giuseppe Mitarotonda, dell’artista della cartapesta Mario D’Addiego, gl i affreschi sul tufo di Francesco Lomonaco. La serata è stata organizzata dall’Associazione artistica e culturale “Casa D’Imperio” e dalla Edizioni Magister, in collaborazione con TRM Network, il cui direttore responsabile, Rossella Tosto, ha condotto la serata, presentando nel corso della stessa il percorso che la città sta compiendo, sul piano del coinvolgimento e della partecipazione della comunità al progetto di crescita culturale e di valorizzazione del territorio nella prospettiva matera-basilicata 2019.

No Comments
Comunicati

MOE CORSO IN MARKETING E ORGANIZZAZIONE EVENTI – SPECIALIZZAZIONE FIERE E CONGRESSI


MOE – corso di Marketing e organizzazione eventi, specializzazione fiere e congressi è un corso post diploma organizzato da Accademia Fiera Milano.

L’obiettivo è quello di formare figure progessionali per la comunicazione e il marketing degli eventi commericiali. Il corso è a numero chiuso e prevede un massimo di 20 partecipanti in possesso del diploma di maturità.

Al termine delle 520 ore di corso è legato uno stage obbligatorio in un azienda selezionata da Accademia rispettando le attitudini di ciascuno.

Di seguito il link alla pagina per avere tutte le informazioni: http://accademiafieramilano.it/i-nostri-corsi/corsi-per-i-giovani/marketing-e-organizzazione-eventi/MOE-marketing-e-organizzazione-eventi-specializzazione-fiere-e-congressi.html

No Comments
Comunicati

Smookiss produrrà i suoi liquidi presso Centurion


Smookiss, dopo anni di attenta selezione e collaborazione, con le migliori case produttrici mondiali, di liquidi per sigaretta elettronica, ha finalmente elaborato le sue sensazionali ed esclusive formule aromatiche, destinate a conquistare il mercato dello Svapo a livello mondiale.

Giovedì 9 Ottobre 2014
Siglato ieri, l’accordo fra la casa leader di sigarette elettroniche Smookiss e l’azienda produttrice di liquidi per sigarette elettroniche Centurion Liquids.
Partirà già da oggi, la nuova produzione di liquidi per sigaretta elettronica Smookiss, presso l’azienda Centurion Liquids, con sede a Torino, fabbrica già nota, per la qualità delle sue materie prime, di basi ed aromi utilizzati.
I liquidi, porteranno l’etichetta Centurion Exclusive Reserve, le formule ed i nomi delle singole essenze, sono di proprietà esclusiva Smookiss Planet.
L’accordo, mira a valorizzare entrambe le società, per conquistare definitivamente il mercato dello Svapo, sia in Italia che in Europa, attraverso una distribuzione localizzata, effettuata nei punti vendita autorizzati, sia nel Mondo, attraverso il portale responsive Online www.smookiss.com .
Un passo avanti, per l’esportazione del made in Italy, nel mondo.

http://www.smookiss.it/

No Comments
Comunicati

Applicazione del D.P.R. 177/2011: analisi di case study


Con l’emanazione del DPR n. 177/2011, che introduce specifici requisiti per le imprese ammesse ad operare all’interno di questi luoghi pericolosi, ai sensi degli artt. 66 e 121 e dell’allegato IV, punto 3, del d.lgs. 81 del 2008,  il Legislatore ha inteso elevare il livello di sicurezza per i lavoratori impegnati durante attività negli ambienti sospetti di inquinamento o confinati, considerato che gli eventuali incidenti conseguenti ad errori di valutazione o sottovalutazione dei pericoli presenti, hanno quasi sempre conseguenze drammatiche. Dall’analisi degli eventi occorsi negli ultimi anni, si è potuto costatare come la successione degli interventi ha spesso portato l’incidente iniziale a concatenare, attraverso improvvisati tentativi di soccorso attuati dai colleghi di lavoro non adeguatamente attrezzati e privi delle più elementari conoscenze a riguardo, impossibili azioni si soccorso che, di fatto, si sono purtroppo tradotte solamente in un incremento del numero delle vittime.

Obiettivo del  Master Course, non è quello di erogare la formazione obbligatoria prevista dal D.P.R. 177/2011, bensì vuole contribuire a diffondere conoscenze utili a incrementare le necessarie competenze minime delle figure professionali chiamate a progettare e/o gestire le attività negli ambienti a sospetto inquinamento o confinati, considerato che tali attività con rilevanti componenti di rischio, oltre ad essere gestite in proprio dalle aziende, sono spesso gestite anche ricorrendo ad appalti e subappalti a soggetti terzi talvolta non adeguatamente attrezzati e/o competenti.

I destinatari di questo specifico percorso formativo, sono tutte le figure che devono gestire, organizzare e pianificare attività negli spazi confinati vale a dire HSE Manager, Responsabili e Addetti SPP, Coordinatori per la sicurezza nei cantieri (CSP e CSE), RLS, Datori di lavoro, Dirigenti e Preposti, Consulenti e Professionisti del settore. Il corso si rivolge altresì a figure apicali di contesti aziendali connotati da lavorazioni che si svolgono in ambienti confinati o sospetti di inquinamento e che si apprestano alla costruzione di modelli di organizzazione e gestione integrati per la sicurezza, ex art. 30 D.Lgs. n. 81/2008 e D.Lgs. n. 231/2001.

Per i costi, le modalità di accesso e tutte le altre informazioni utili visitare il sito www.spazioconfinato .it o inviare una mail a [email protected]

No Comments
Comunicati

Intervista al noto pittore Diego Boiocchi in occasione delle mostre di Spoleto incontra Venezia

Dal 28 Settembre al 24 Ottobre 2014 si tengono le grandi mostre “Spoleto incontra Venezia” curate dal Prof. Vittorio Sgarbi e dirette dal manager Salvo Nugnes, a Venezia. Tra nomi illustri del panorama artistico contemporaneo, nella meravigliosa location di Palazzo Rota-Ivancich, storica dimora situata a pochi passi da Piazza San Marco, espone le sue opere Diego Boiocchi, poliedrico artista, conosciuto con il nome di Moho.

Di seguito l’intervista.

D: Per Lei l’arte è mai stata una valvola di sfogo nella sua vita?

R: Non direi. Sono una persona che ha sempre vissuto in serenità, per cui, non essendo sotto pressione, non ho mai avuto necessità di “sfogarla” attraverso vie alternative e poter così rendere accettabile la routine quotidiana. Piuttosto ritengo che l’Arte sia un mezzo per manifestare appieno la propria natura ed il proprio Io, uno strumento per fissare e comunicare la propria creatività e profondità d’animo.

D: A quale corrente artistica si ispira?

R: Ho sempre cercato di isolarmi come un eremita nel mio ex convento, al fine di evitare contaminazioni dirette od indirette, in quanto ritengo che pur senza ispirarsi consciamente a movimenti o correnti artistiche, il solo imprinting fornito dalla formazione culturale e dai media possa minare la nostra originalità, vero punto di forza di un Artista. Quanto sopra premesso, ho amato da giovane gli Impressionisti e Chagall. Amavo la loro istintività, la forza espressiva, il romanticismo. Credo che, se fossero oggi in attività, si servirebbero di mezzi digitali per esprimersi, mezzi d’avanguardia che permettano loro di cogliere l’istintività del soggetto con mezzi del momento, sostituendo alle macchie grezze di colore le matrici di pixel a bassa definizione.

D: Qual è l’emozione più forte che le ha dato creare una Sua opera?

R: Vi sono due emozioni distinte, a mio avviso, legate a due distinti momenti. Una prima, legata alla gioia, soddisfazione e stupore di aver creato, spesso inconsciamente, un qualcosa di intenso, bello ed inatteso. Una seconda, nel momento in cui l’Osservatore, Critico, Curatore o Pubblico abbia modo di apprezzarla e confidi di aver alterato il proprio stato emotivo nel rapportarsi con essa.

D: Come concepisce l’arte?

R: Io credo che sia difficile definire cosa sia arte. Come risulta difficile definire il concetto di vita. Quando la vedi, però, la riconosci subito e la chiami Arte. Anche se si manifesta in una forma che non avevi in precedenza codificato. In generale credo sia una forma superiore di trasmissione di stati emotivi, che si serva dei sensi. Ed essendo le menti i nostri strumenti per interpretare i messaggi, la relativa comprensione dipende da esse. Per questo è così diverso il livello di percezione dell’opera da individuo ad individuo. Per me, l’Arte non è abilità tecnica, non è rappresentazione accademica, non è manierismo, non è iperrealismo. È espressività pura. È originalità unita al concetto estetico. È messaggio canalizzato con strumenti nuovi. Ma non è costituita dalla sola idea di fondo, come molta arte contemporanea tende a riconoscere. La sola idea per me non basta, deve esserci emozione ed istintività, non solo ragione. Deve esserci il romanticismo di Chagall e Chopin, l’espressività di Van Gogh e Beethoven, l’intensità di Schiele e Wagner, l’ironia di Woody Allen e Debussy, il genio di Leonardo e J. S. Bach.

D: Cosa l’ha spinta a dipingere?

R: Io dipingo da sempre, da quando ero piccolo. Per cui… Non saprei. È una necessità. Una forma naturale di espressione. Come la musica, che fin da piccolo ho coltivato, con studi di pianoforte, composizione, orchestrazione. Sono strumenti per esprimere la propria creatività ed emozione. Sono parte di me.

No Comments
Comunicati

Bozza del modello di certificazione unica 2015


Per ciò che concerne i redditi erogati nel 2014, l’Agenzia delle entrate ha pubblicato la bozza della certificazione unica 2015, il suddetto modello sostituirà il CUD e vi dovranno essere inseriti i redditi del 2014. Ne deriva quindi la necessità di comunicare anche quelli da lavoro dipendente e assimilati (oltre a quelli certificati fino ad ora in forma libera).

La certificazione unica 2015 si caratterizza per una sezione dedita alla gestione del bonus IRPEF di € 80,00; questo viene riconosciuto ad alcune categorie assimilate ed ai lavoratori dipendenti.

Per approfondire certificazione unica 2015

No Comments
Comunicati

LetsBonus, l’acquisto è sempre più mobile


13/10/2014 – Milano – Il mobile commerce sta assumendo un’importanza sempre maggiore sul mercato. E’ una tendenza che viene confermata in pieno dai dati raccolti da LetsBonus, azienda leader nel commercio elettronico internazionale, che ha registrato un incremento significativo delle visite e degli accessi effettuati da dispositivo mobile.

Attualmente, il 32% delle visite al sito italiano avviene da un dispositivo mobile, come pure viene effettuato in mobilità il 20% delle transazioni. Questi dati comprendono sia chi sia l’utilizzo di Internet in mobilità che quello tramite app. Agli utenti mobili, LetsBonus offre infatti una Mobile App dedicata, che rende ancor più semplice ed immediato il processo di acquisto.

“Il peso delle visite al sito effettuate tramite un dispositivo mobile sta crescendo in modo esponenziale nel corso di quest’anno”, spiega Juan Luis Rico, direttore generale di LetsBonus. “E’ ormai chiaro che la mobilità non è più il futuro dell’e-commerce, ma ne rappresenta assolutamente il presente. Con il numero delle visite e degli acquisti in crescita costante, la nostra mission diventa offrire a tutti gli utenti un’esperienza di acquisto esclusiva ed appagante. Per questo, rinnoviamo regolarmente la nostra Mobile App, e le valutazioni che riscontriamo su PlayStore ed Apple Store sono decisamente positive.”

Recenti dati dell’Osservatorio eCommerce B2c Netcomm–Politecnico di Milano stimano per il 2014 una crescita delle vendite online dei siti italiani pari al 17%, per un fatturato stimato intorno ai 13,2 miliardi di euro. Sul fronte mobile si parla di un +289% rispetto al 2013, e di un’ulteriore crescita dell’85% nel corso del 2014, con un fatturato che toccherà quota 1 miliardo di euro. Il segmento mobile da solo vale già il 19% del commercio elettronico generale.

Attualmente, LetsBonus conta su 5 milioni di clienti in Italia. Il suo sito vanta 1,1 milioni di utenti unici al mese, per 3,5 milioni circa di pageview. Gli utenti sono in maggior parte donne, con il 65% rispetto al 35% degli uomini, ed il valore medio della transazione effettuata è di poco inferiore ai 50 Euro.

La Mobile App di LetsBonus è disponibile sia su Play Store che su Apple Store, ed è compatibile con i sistemi operativi Android e iOS.

LetsBonus (www.letsbonus.com) è uno dei principali siti di e-commerce e uno tra i primi a proporre la formula degli acquisti collettivi in Europa. Fondata nel settembre 2009, è diventata subito leader nel mercato spagnolo e si colloca tra i player più importanti del settore in altri paesi. Attualmente, l’azienda conta circa 330 dipendenti ed opera in Spagna, Italia, Portogallo, Argentina e Cile. Dal gennaio 2012 LetsBonus è entrato a far parte del gruppo Living Social, a sua volta presente in 11 Paesi tra Europa, America ed Oceania. In totale il gruppo conta su 2.200 dipendenti e 40 milioni di utenti, pronti a scoprire ogni giorno esperienze locali di grande valore.

No Comments
Comunicati

Progetti che vivono di notte


Il termine Landmark indica un’icona territoriale, un elemento che racconta di una zona, della sua storia e della sua identità. A tale ruolo aspirano grandi edifici e infrastrutture, nuovi o rinnovati, simbolo comunque della grande trasformazione in atto nelle città d’Europa. Soluzioni d’impatto e possibilità tecniche che rendono la luce modificabile regalano a paesaggi e pietre miliari, dopo il tramonto, una seconda veste.
REGGIO EMILIA: CALATRAVA FIRMA LE NUOVE PORTE DELLA CITTÀ

Tre ponti, una stazione ferroviaria e un nuovo casello autostradale. Tutti progetti firmati da uno dei più noti e celebrati architetti del mondo, lo spagnolo Santiago Calatrava. I lavori per la costruzione della linea ferroviaria ad Alta Velocità sono stati per Reggio Emilia l’occasione per un investimento sulla viabilità che è diventato anche un importante investimento d’immagine.

Percorrendo la principale arteria autostradale italiana, l’autostrada del Sole, non si può non notare il grande arco che sostiene il ponte disegnato dall’architetto spagnolo. Tecnicamente si tratta di un ponte lungo circa 221 metri, con pilone centrale ad arco alto 50 metri. Il ponte è composto da due spalle laterali, l’impalcato, un pilone ad arco a sezione ottagonale variabile e 50 coppie di stralli. Tutti gli elementi sono in acciaio, ad eccezione delle spalle in cemento armato, e sono dipinti di bianco. Di notte l’effetto scenografico è moltiplicato da un impianto luci, che, come in altri progetti di Calatrava, è inserito nella struttura. La carreggiata stradale è illuminata da una serie continua di apparecchi stagni inseriti nei parapetti laterali, mentre proiettori (Bario Disano) inseriti nello spartitraffico illuminano il grande arco con gli stralli.

L’impianto comprende anche una serie di altre luci scenografiche che vengono accese solo in particolari occasioni. Il progetto complessivo per questa area prevede la realizzazione di altre due grandi opere. La stazione ferroviaria Mediopadana, unica fermata dell’Alta Velocità nel tratto Milano-Bologna e il nuovo casello autostradale. La stazione avrà una copertura lunga più di 400 metri, larga 50 metri. Calatrava ha disegnato 13 portali di acciaio, diversi tra loro, che si alternano generando una forma ondulatoria, con un’altezza media di 20 metri. La forma del casello, invece, sarà quella di un arco rovesciato formato da due piloni inclinati e 52 stralli.

BARCELLONA: UN GRANDE ALBERGO DENTRO UN BOSCO

Un edificio di dieci piani avvolto in una rete d’acciaio su cui sono appoggiate 6500 “foglie elettroniche”, ognuna delle quali è formata da una cella fotovoltaica, un microprocessore e tre Led. È il progetto dell’architetto Enric Ruiz Geli per l’Hotel Prestige Forest a Barcellona, la cui inaugurazione è prevista per il 2009. Di giorno le foglie artificiali assorbono la luce solare che rilasciano la notte. Si avrà così un’illuminazione determinata dal mutare delle stagioni, come avviene per i colori del bosco. Un progetto che esprime valori tipici della ricerca architettonica degli ultimi anni, ossia soluzioni tecnologiche sostenibili e alla ricerca di un rapporto diretto con la natura. L’elemento chiave è però la luce.

PARIGI: C’È CHI VUOLE CAMBIARE LA TOUR EIFFEL. Intervista all’Architetto David Serero

Si può pensare di rifare il look a una delle costruzioni più famose del mondo? C’è chi pensa di sì. Lo studio di David Serero, giovane e quotato architetto francese, ha osato tanto proponendo per il 120° compleanno della torre, che cadrà nel 2009, un ampliamento del terzo piano con una struttura in kevlar, che creerebbe una terrazza con vista spettacolare sulla Ville Lumière.

Se la struttura fosse applicata la torre somiglierebbe, come qualcuno ha detto, a “un gigantesco fungo”, con un effetto ancora più evidente in notturna. Un progetto shock che è stato anche al centro di un piccolo giallo sul web. La notizia di una sua vittoria a un concorso ha fatto subito il giro di blog e web magazine. Immediata la smentita ufficiale della Societé d’Exploitation de la Tour Eiffel (SETE), che gestisce la struttura: non è prevista alcuna modifica alla torre. L’interesse per il progetto tuttavia rimane. Abbiamo rivolto qualche domanda all’architetto Serero.

ARCHILIGHT Le nuove tecnologie possono cambiare il volto di un luogo? Cambiare l’aspetto di un edificio (come nel caso del vostro progetto per la Torre Eiffel) può essere un modo per generare nuovi punti di riferimento sul territorio?

SERERO Non sono interessato tanto a cercare nuovi segni sul territorio, quanto a riflettere sul futuro dell’ambiente costruito. Cosa sarebbe possibile fare oggi con la stessa capacità di innovazione che aveva Gustave Eiffel? È una domanda affascinante. Penso che l’architettura avrà un ruolo più importante nei prossimi anni.

ARCHILIGHT Quali sono i pro e i contro di un intervento così deciso su un edificio famoso, e quali ostacoli incontrano proposte di questo genere?

SERERO L’aspetto interssante di un progetto come questo è il fatto che possa temporaneamente modificare un edificio ormai divenuto un’icona. La torre Eiffel è così conosciuta che non la guardiamo più. È ovvia. Il nostro progetto di modifica temporanea della sua silhouette obbliga la gente a guardare di nuovo la torre, a riconsiderare il modo in cui è stata fatta e la rivoluzione che ha determinato nel design strutturale.

ARCHILIGHT L’illuminazione può incrementare la spettacolarità di questo progetto? A che tipo di luce avete pensato?

SERERO Non abbiamo pensato alla luce come a una componente aggiuntiva, ma come alla materia stessa dell’architettura. Personalmente sono molto particolarmente interessato a come la luce possa sfumare i confini dei volumi. L’illuminazione della torre Eiffel è esemplare per il modo in cui crea un rapporto non ben definito tra il profilo della torre e la sua struttura interna.

VIENNA: LE TORRI CHE DI NOTTE CAMBIANO FORMA

Due grandi torri di uffici che, nella notte, appaiono e scompaiono, cambiano forma, sembrano torcersi e girare su se stesse. È lo spettacolo offerto da un progetto di luce realizzato con una griglia di Led, controllati dal computer, sulle torri dell’Uniqua, il più importante gruppo assicurativo austriaco. Le torri alte 75 metri, ultimate nel 2004, sono situate all’inizio del celebre Ringstrasse di Vienna e sono immediatamente diventate un nuovo landmark per la capitale austriaca. Lo studio austriaco Licht Kunst Licht al quale è stato affidata la creazione di un piano della luce per gli edifici ha studiato un particolare impianto costituito da 2800 moduli a Led (Mipix di Barco) lunghi 1,3 metri, in totale 182mila led RGB, che consente di animare gli edifici con creazioni sempre diverse. La luce diventa quindi l’elemento con il quale un grande complesso di uffici di notte si trasforma in uno scenografico schermo per creazioni artistiche.

 

No Comments
Comunicati

PRN: Reply S.p.A.: costituita Breed Reply, incubatore specializzato nel finanziamento e nello sviluppo di startup nell’ambito dell’Internet degli Oggetti (IoT)

Reply S.p.A.: costituita Breed Reply, incubatore specializzato nel finanziamento e nello sviluppo di startup nell’ambito dell’Internet degli Oggetti (IoT)

 
[2014-10-14]
 

LONDRA, October 14, 2014 /PRNewswire/ —

– Firmato un Term Sheet per l’acquisto del 30% di Xmetrics, società specializzata nelle wearable technologies per nuotatori 

– Al via “IoT Best In Breed”, un percorso volto alla valorizzazione delle iniziative più innovative nell’ IoT

Reply, specializzata nella progettazione e implementazione di soluzioni basate sui nuovi canali di comunicazione e media digitali, annuncia la costituzione di Breed Reply il proprio incubatore avanzato per finanziare, accelerare e supportare la crescita e l’affermarsi di idee e startup in ambito IoT in Europa e in USA.

Per vedere la multimedia news release clicca qui:

http://www.multivu.com/players/English/72762565-reply-launches-breed-funding/

Breed Reply – basata a Londra, con sedi in Italia e Germania – offre tre servizi fondamentali: finanziamenti a livello “seed” e “early stage”; aiuti concreti con forte trasferimento di competenze imprenditoriali, manageriali e tecnologiche e, grazie all’ecosistema Reply, un coinvolgimento a medio lungo termine per far affermare le startup nei loro mercati di riferimento.

Breed Reply ha già avviato un progetto di crescita con Xmetrics, società che offre un servizio innovativo per nuotatori. La soluzione di Xmetrics, tramite sensori, componenti elettroniche e software, basati su dispositivi mobili, consente di gestire allenamenti di nuotatori professionisti e per chi ama  il nuoto, analizzando i principali parametri biometrici e le performance degli atleti in tempo reale. Breed Reply ha siglato un “term sheet” per un importo pari a £ 675,000 a fronte del 30% del capitale sociale di XMetrics.

L’investimento in Xmetrics si inserisce nella strategia di sviluppo di Reply nell’Internet degli Oggetti e, in particolare, nel settore delle tecnologie indossabili, un ambito dove Reply è entrata a fine luglio 2014, rilevando il 20% del capitale delle società americana Sensoria inc. (http://www.sensoriafitness.com).

Inoltre, da oggi e fino al 14 novembre 2014, Breed Reply offrirà alle start-up la possibilità di dare visibilità alle loro idee e ai loro progetti tramite IoT Best in Breed, un percorso volto alla valorizzazione delle iniziative più innovative in ambito IoT.

“Reply – ha dichiarato Mario Rizzante, Presidente di Reply – fin dal 2009 ha investito in competenze e soluzioni per l’Internet degli Oggetti divenendone un player di riferimento. Oggi stiamo assistendo ad un’ulteriore accelerazione nella frammentazione di questo mercato, con ricadute in tutti i settori industriali e nel modo di vivere quotidiano. Per cogliere le opportunità innovative più interessanti, Reply ha costituito Breed Reply, un incubatore avanzato che contribuirà ad alimentare il processo di innovazione e la creazione di valore all’interno del Gruppo“.

“Breed Reply – ha dichiarato Emanuele Angelidis, CEO di Breed Reply – rappresenta una grande opportunità per le start-up, in quanto, accanto al tradizionale supporto finanziario, mette a disposizione forti competenze imprenditoriali e manageriali oltre a sinergie con il mondo Reply. Ci rivolgiamo ad iniziative fatte da persone di talento, in grado di coniugare eccellenza con idee innovative e che abbiano un grande potenziale di mercato. Xmetrics ne è un esempio e lavoreremo con loro per creare un’azienda di successo”.

“Xmetrics – ha dichiarato Andrea Rinaldo,co-fondatore e Amministratore Delegato di Xmetrics – intende posizionarsi come leader nel settore delle wearable technologies applicate al nuoto. Il finanziamento e le competenze fornite da Breed Reply permetteranno a Xmetrics di accelerare nel suo percorso di innovazione tecnologica, facendo diventare realtà la nostra visione e quella dei nostri clienti”.

Breed Reply 

Breed Reply, l’incubatore avanzato di Reply, finanzia e supporta lo sviluppo di start-up in ambito Internet degli Oggetti (IoT) in Europa e USA. Basata a Londra, con sedi operative in Italia e Germania, Breed Reply affianca imprenditori e giovani talenti nel portare velocemente nuove idee sul mercato, attraverso tre servizi fondamentali: finanziamenti a livello “seed” e “early stage”; aiuti concreti con forte trasferimento di competenze imprenditoriali, manageriali e tecnologiche e un coinvolgimento a medio lungo termine per affermare le startup nei loro mercati di riferimento. In ambito IoT le principali aree di aree di focalizzazione di Breed Reply sono Fitness and Welness, Healthcare, Smart Home, Manufacturing, Transportation e Energy. http://www.breedreply.com

L’iniziativa “IoT Best in Breed” 

Da oggi e fino al 14 novembre 2014, Breed Reply offrirà alle start-up la possibilità di dare visibilità alle loro idee e ai loro progetti tramite IoT Best in Breed un percorso volto alla valorizzazione delle iniziative più innovative in ambito IoT. La ricerca si indirizza a giovani talenti con forte propensione al cambiamento e con idee innovative nell’Internet degli Oggetti, che sappiano interpretare i bisogni del mercato e che ambiscano a confrontarsi con la sfida del business. Idee e progetti possono essere presentati a Breed Reply attraverso l’application form sul http://www.breedreply.com. Le migliori idee selezionate inizieranno da subito il loro percorso di crescita con Breed Reply.

Reply  

Reply [MTA, STAR: REY] è specializzata nella progettazione e nell’implementazione di soluzioni basate sui nuovi canali di comunicazione e media digitali. Costituita da un modello a rete di aziende altamente specializzate, Reply affianca i principali gruppi industriali europei appartenenti ai settori Telco & Media, Industria e Servizi, Banche e Assicurazioni e Pubblica Amministrazione nella definizione e nello sviluppo di modelli di business abilitati dai nuovi paradigmi del Big Data, Cloud Computing, Digital Media e Internet degli Oggetti. I servizi di Reply includono: Consulenza, System Integration e Digital Services. http://www.reply.eu

Video: 
     http://www.multivu.com/players/English/72762565-reply-launches-breed-funding/

No Comments
Comunicati

Logistica Milano, implementare il perfetto sviluppo aziendale

Logistica Milano è un termine apparente ostico per via della difficoltà con cui si cerca di affibbiargli una definizione specifica. L’enorme visione con cui viene definita questa materia  trova delle abissali differenze riguardo ai molteplici rami a cui questo termine di riferisce e in cui opera. Ciò nonostante esiste una versione che è riuscita a conciliare alcuni dei diversi punti di vista; la seguente definisce la logistica come l’insieme delle attività organizzative, gestionali e strategiche che governano nell’azienda i flussi di materiali e le relative informazioni originarie presso i fornitori, per arrivare alla consegna dei prodotti terminati al cliente o al servizio post-vendita. Secondo la Society of Logistic Engineers la logistica è "arte e scienza dell’organizzazione, della progettazione e dell’attività tecnica riguardante i requisiti, la definizione, la fornitura e le risorse necessarie a supportare obiettivi, piani ed operazioni".
L’applicazione moderna della logistica Milano all’interno delle aziende, consiste in una scelta di servizi di variabile ampiezza che può essere compresa dalla gestione integrata dei magazzini a 360°, come ricezione e controllo di qualità e quantità dei prodotti, stock per il posizionamento, controllo dei flussi di entrata e uscita, alle lavorazioni extra come ad esempio imballaggi, confezionamento, etichettatura, termo retrazione, blisteratura, nonché di servizi di deposito conto terzi e gestione documentale ed archiviazione. Per mezzo di software applicativi di gestione, oggi viene assicurato il funzionamento perfetto della gestione logistica integrata dei magazzini. Ciò permette di soddisfare le specifiche esigenze e ottimizzare le risorse in modo da permettere un controllo continuativo e costante di monitoraggio delle giacenze in essere dal punto di vista quantitativo e soprattutto qualitativo.
In principio la logistica era un termine strettamente correlato all’ambito militare. Oggi viene aggiunto a questo una classificazione in grado di fornire un frame chiaro di tutte le aree specifiche che di solito intercorrono sotto la dizione di logistica Milano: la logistica industriale; la logistica dei grandi volumi; la logistica di progetto; la logistica di supporto; la logistica di ritorno o logistica inversa.
La logistica Milano deve essere competente di tecniche della movimentazione, di pianificazione aziendale e degli acquisti, della legislazione, oltre che di tecniche relative alla gestione delle merci e al controllo della qualità e della produttività. Non meno importanti una buona conoscenza delle tecnologie informatiche, una particolare attitudine all’attività analitiche e organizzative, oltre a creatività, flessibilità e rapidità decisionale.  Infine, servono una predisposizione ai rapporti umani, carattere dinamico, capacità di problem solving, autonomia, flessibilità e creatività. Lo scopo principale e primario della logistica è quello di massimizzare il livello di servizio al cliente finale, ottimizzando contestualmente i costi operativi ed il capitale impegnato. È di sostanziale importanza sottolineare che, nei progetti di SCM, la collaborazione gioca un ruolo primario. È proprio attraverso questa collaborazione che si arriva a migliorare alcune funzioni come: la previsione della domanda, necessario al fine di comprendere più approfonditamente le esigenze dei consumatori;
No Comments
Comunicati

La curatrice e giornalista d’arte Elena Gollini riceve un premio istituzionale dal Prefetto e dall’assessore di Treviso


In occasione del concerto della rinomata orchestra “I Solisti Veneti” diretta dal Maestro Claudio Scimone, tenutosi a Treviso nell’elegante contesto dell’Auditorium Fondazione Cassamarca, in data Venerdì 10 Ottobre 2014, per festeggiare i 150 anni della Croce Rossa, la giornalista d’arte e curatrice Elena Gollini è stata premiata con una targa premio di riconoscimento istituzionale alla carriera, consegnatale dal Prefetto di Treviso Maria Augusta Marrosu e dall’Assessore alla Cultura Luciano Franchin. 

La Dott.ssa Gollini, riconosciuta “per il notevole contributo alla valorizzazione dell’arte e della cultura“, collabora, in qualità di curatrice e critica d’arte, con noti artisti contemporanei, coordinando e curando prestigiose personali e collettive. Partecipa da anni a diverse esposizioni della Biennale di Venezia e a quelle del Festival di Spoleto e collabora da molto tempo con Promoter Arte, azienda leader nel settore mostre, eventi e comunicazione e le molteplici gallerie di sua gestione, come le storiche “Milano Art Gallery” situate a Milano, a Roma, a Siena e a Bassano del Grappa.

Di recente, ha fornito il proprio contributo in supporto alla grande mostra di “Spoleto Arte” che ha aperto i battenti a Spoleto nel giugno scorso, presso Palazzo Leti Sansi e attualmente si è trasferita nell’incantevole Venezia, tra le secolari mura di Palazzo Falier e Palazzo Rota-Ivancich, dove resterà allestita dal 28 Settembre al 24 Ottobre 2014, sotto l’autorevole curatela del Professor Vittorio Sgarbi, con la denominazione di “Spoleto incontra Venezia“. L’esposizione raduna personalità di spicco del panorama contemporaneo del calibro di Dario Fo, Eugenio Carmi, Pier Paolo Pasolini, José Dalì e altri nomi illustri.

La dottoressa Gollini afferma “Sono davvero lusingata per l’assegnazione di questa targa premio alla carriera tenutasi a Treviso, una città che è da sempre molto attenta, sensibile e recettiva verso il mondo dell’arte e della cultura in generale. Ringrazio le istituzioni cittadine per il graditissimo gesto simbolico nei miei riguardi”.

No Comments
Comunicati

L’ECONOMIA DI CONDIVISIONE SCALA LE VETTE CON SCAMBIOCASA.COM

Con un 36% di crescita delle abitazioni di montagna, gli scambi di case nel bilancio familiare sono una nuova tendenza per le vacanze sulla neve.

Roma, 14 ottobre 2014Scambiocasa.com è già molto diffuso tra le famiglie che viaggiano nei mesi estivi. Ma sappiamo se questa potrebbe essere anche una buona soluzione per le vacanze invernali in montagna? Questo è ancora un altro esempio di come l’economia di scambio si sta diffondendo.

I proprietari di seconde case, chalet, bungalow e appartamenti in montagna stanno realizzando di avere tra le mani risorse non sfruttate. Lo scambio delle case offre numerose opportunità stimolanti per i viaggi di piacere, come alternativa o come scelta in più rispetto agli alberghi e agli affitti per le vacanze. Gli scambi effettuati a distanza di tempo consentono flessibilità sulle date: come un homeexchanger scambia la sua casa per andare a Cortina a gennaio, così la sua controparte potrà godere della spettacolare primavera della Sicilia. I turisti “fuori stagione” come questi sono molto apprezzati anche dagli esercenti locali.

“Il numero di case in montagna su Homeexchange.com è cresciuto del 36 % negli ultimi due anni”, dichiara Keghan Hurst, Responsabile della Global Community, “più della metà degli utenti sono famiglie che vivono in questi posti incantevoli per tutto l’anno. Non necessariamente intendono affittare le proprie case, ma lo scambio di case è una fantastica opportunità per loro di barattare con altre famiglie le vacanze invernali in posti accoglienti senza spendere un centesimo.”

Slittini, snowboards, sci, moto da neve, diventano parte dello scambio, riducendo tra l’altro il problema e il costo di una tipica vacanza invernale. “Per molti questi extra omaggio sono gli ingredienti segreti per uno scambio ideale. I nostri membri amano la flessibilità che comporta: il sollievo del non compilare contratti d’affitto e la disponibilità ad evitare viaggi in alta stagione, adattando la durata della permanenza alla loro reciproca necessità. Se hai dei bimbi al seguito, avere due slittini in casa può essere la chiave per una vacanza riuscita e rilassante” aggiunge Hurst.

Stefano Ostroman ci racconta la sua esperienza con Scambiocasa.com nella casa di Xavier a Monthey:

“Nel Capodanno 2013 sono stato a casa di Xavier, sulla collina che guarda la piana di Monthey nel cantone del Valais, una bella villetta su più piani, confortevole e molto accogliente.

Essere in mezzo a questi panorami così belli e pensare che in quel momento Xavier e la sua famiglia era a Milano era per me incomprensibile. Sarà l’effetto che ha su di me la montagna, ma non avrei mai lasciato quei luoghi!

Lui invece aveva un programma fitto di visite ai musei, visita con concerto a La Scala ed altre attività culturali e di intrattenimento. Insomma si stavano divertendo un mondo !! Potenza di Scambiocasa.  Una settimana passa in fretta ed è sempre difficile, almeno per noi, lasciare una casa che si è rivelata anche un po’ nostra.

I piacevoli ricordi, i momenti sereni ci lasciano la consapevolezza che una esperienza così non ha prezzo e non è paragonabile a quella di un albergo, fosse anche un ottimo albergo. Grazie a Scambiocasa”.

Per maggiori informazioni:

SCAMBIOCASA.COM è stata nominata una delle società a più rapida crescita in America nel 2013 dalla lista Inc. 500/5000 per il terzo anno consecutivo. Fondato nel 1992 da Ed Kushins, HomeExchange.com è diventato rapidamente il sito vacanze più usato al mondo per scambi di casa. Quest’anno i suoi 54.000 iscritti faranno 130.000 scambi di casa in oltre 150 paesi, sfuggendo ai costi dei tradizionali pernottamenti e risparmiando migliaia di dollari. HomeExchange.com rende facile organizzare e godersi una vacanza con scambio di casa in quasi ogni paese, città o area turistica e offre ai viaggiatori l’esperienza memorabile e autentica di vivere “come uno del posto”. E’ possibile iscriversi accedendo direttamente dal sito, ora disponibile in 16 lingue diverse, con una spesa pari a 9,99$ al mese, e offre inoltre una versione di prova gratuita di 14 giorni.

Per ulteriori informazioni:

Scambiocasa.com
Cristina Pagetti
Email: [email protected] – Tel. 0382-1861690 – Cell. 348-7075886
www.scambiocasa.com

Ufficio Stampa: IMAGINE Communication
Via G. Barzellotti 9-9b – 00136 Roma – Tel. 06.39750290 – www.imaginecommunication.eu
Lucilla De Luca [email protected]
Flavia Marincola [email protected]

No Comments
Comunicati

Vento di Mare da oggi è anche su TripAdvisor


Nel 2005 ha ricevuto circa 14 milioni di visitatori unici. Moltissime persone, prima di scegliere in che posto trascorrere le proprie vacanze o dove andare a mangiare con gli amici, lo visita. I feedback sono la forza che lo regge. Stiamo parlando di TripAdvisor, uno dei più grandi siti di viaggi sul web.

Il ristorante fondi Vento di Mare da oggi è entrato a far parte di questa grande famiglia.

Sebbene abbia aperto soltanto a Luglio 2014, la sua pagina sta già ricevendo i primi feedback; persone che sono rimaste incantate dalla bellezza del posto, dall’immensità del parco o dal relax vissuto a bordo piscina. Oppure invitati di eventi che non si aspettavano di trovarsi in una villa per cerimonie fondi così bella. Inoltre è stato consigliato per week end romantici, in famiglia o con amici.

Se i commenti corrispondono alla realtà, ma non dubitiamo che sia così, ci sarà sicuramente da aspettarsi un ulteriore incremento delle visite e dei feedback per quest’antica villa per ricevimenti fondi .

Certo la struttura è giovane e ne ha di strada da fare per riuscire ad ottenere la certificazione eccellenza, ma se il buongiorno si vede dal mattino…..

No Comments
Comunicati

Campagna coi travel blogger


Al TBDI di Rimini si è parlato di strategie social, il più innovativo strumento di comunicazione turistica. Sabato 11 ottobre TBNet ha spiegato come.

Come fare una campagna di successo. Quali strumenti usare e come scegliere i blogger”. È il titolo dell’incontro che si è svolto sabato 11 ottobre alle 11,30 nell’area TTG Forum, nell’ambito del TBDI- Travel Blogger Destination Italy. Arrivato alla seconda edizione,TBDI è tra i principali eventi del mondo blogger italiano e parte integrante del calendario di TTG Incontri, fiera di riferimento del settore turistico in Italia, che si è svolto dal 9 all’11 ottobre alla Fiera di Rimini.

L’incontro è stato organizzato da TBnet, primo network italiano di travel blogger, e ha visto come speaker Francesca Di Pietro e Cristiano Guidetti, tra i blogger fondatori di TBnet ed esperti di social media, e Alessandra Gesuelli, giornalista di viaggio e project manager per il network.

Con loro si è parlato di campagne social di destinazione, di scelta dei blogger sulla base di obiettivi di comunicazione, di target e contenuti e della realizzazione, passo dopo passo, di un’efficace strategia di promozione social per il proprio brand.

È stata anche l’occasione per presentare la partnership esclusiva di TBnet con la societàExtreme, azienda italiana di monitoraggio dei social media. Una collaborazione importante per il successo delle campagne gestite dal network. Come ha detto Riccardo Di Marcantonio, Ceo e fondatore di Extreme: “Lo sviluppo del web e dei social, la diffusione dei dispositivi mobile, sono oggi elementi chiave per gli operatori del turismo che stanno assistendo ad un cambiamento radicale del loro business. La tecnologia offre oggi potenti strumenti di indagine per “capire” in ogni istante cosa accade online e “misurare” in modo analitico l’effetto delle strategie di marketing e comunicazione sui consumatori. TBnet ha intuito questa incredibile opportunità e attraverso la partnership siglata con Extreme potrà fornire ai propri clienti servizi esclusivi e sempre più efficaci”.

Oltre all’appuntamento di sabato mattina, TBnet, nel corso di TTG Incontri 2014 ha organizzato una speciale edizione della consueta #TBnetalks, la chat settimanale su Twitter che sta diventando un vero punto di riferimento del turismo sul web, con oltre 3 milioni di impression ogni settimana e, in diverse occasioni, nei top 3 tra i Trending Topic in Italia.

TBnet: nato a febbraio 2014, è il primo network italiano di travel blogger. Una vera media agency che gestisce una rete di travel blogger su 19 blog diversi. La rete realizza campagne di comunicazione turistica sui social media, con l’obiettivo di dare visibilità a brand e destinazioni sul mercato italiano, grazie alla forza e l’esperienza comunicativa di blogger e giornalisti esperti. Per la prima volta infatti si incontrano due diverse professionalità del mondo dei viaggi, giornalisti e blogger, grazie all’adesione al network, come partner, di The Travel News, portale di riferimento del turismo. TBnet ha realizzato campagne ed eventi, tra gli altri, per Regione Marche, Puglia, Toscana ed Ente Turismo di Mauritius.

Info e contatti: www.travelbloggernet.com

Extreme: dal 2006 è una delle poche realtà in Italia ad aver sviluppato una propria ed esclusiva tecnologia software, WebLive, per il monitoraggio e l’analisi del web. Frutto di un decennio di attività di ricerca in collaborazione con il mondo accademico nazionale, WebLive è capace di “ascoltare” e analizzare milioni di conversazioni in 43 lingue diverse. Ha collaborato con, tra gli altri, Fondazione Sistema Toscana, Visit Denmark, Censis e Consorzio Chianti Classico.

Info e contatti: www.web-live.it

No Comments
Comunicati

Un mare di lettere 2014

Un mare di lettere. Orme che rimangono. Festival letterario di Civitavecchia
 
Sabato 18 e domenica 19 ottobre a Civitavecchia si terrà la settima edizione del festival letterario “Un mare di lettere”. Ogni giorno dalle 17 alle 20 presso la Sala Conferenze della Biblioteca Comunale “Alessandro Cialdi” (Piazza Calamatta), presentazioni di libri, eventi e degustazioni.
L’evento organizzato da Prospektiva, Prospettiva editrice e Tra le righe libri, quest’anno ruoterà su un gioco letterario. Ovvero ogni autore lascerà una dedica, una sorta di “impronta”, su una copia del proprio libro che verrà poi donato alla Biblioteca.
Si inizia sabato alle ore 17 con la presentazione del libro “L’amore controverso” di Fabio Porchianello.
Alle 18 “Incipit d’autore” con Isabella Portera “Le rose di Monia”, Donato Anzante “L’ultima partita”, Kempes Astolfi “Il giro d’Italia in 80 pagine”(Prospettiva editrice).
Chiude la prima serata il giornalista del Tg1 Rai Pino Scaccia, intervistato da Andrea Giannasi, che presenterà il suo libro “Mafja” (Round Robin edizioni) dedicato alle presenze della criminalità russa nel nostro paese.
Al termine degustazioni di prodotti tipici a cura di Slow Food Garfagnana e Valle del Serchio.
Domenica alle ore 17 si ritroveranno come ogni anno da tutta Italia i migliori partecipanti al Contropremio Carver. Gli autori di narrativa, poesia e saggistica si presenteranno attendendo il verdetto finale per conoscere il vincitore della dodicesima edizione di quello ormai conosciuto come il “Contropremio”. Il Carver infatti si distingue dagli altri premi letterari per premiare solamente i libri e non i nomi degli autori o i marchi editoriali.
Alle ore 18 verrà presentato il saggio di Marina Margioni su uno degli autori che più di altri – e comunque al pari di Primo Levi – ha saputo raccontare la Resistenza: Guglielmo Petroni. Il saggio dal titolo “La narrativa di Guglielmo Petroni” (Tra le righe libri).
Alle 19 chiudono il festival gli autori di “Narrazioni” con Gennaro Lo Iacono autore di “L’estate del ’82”, Paolo Barili con “La traccia” e Stefano Carnicelli con “Il bosco senza tempo” (Prospettiva).
Al termine buffet offerto da Prospettivaeditrice.
Media partner dell’evento sono La Provincia, Radio Stella, Civonline, BigNotizie.
No Comments
Comunicati

RITORNA “WEEK ME”: LA SETTIMANA DEL SUPER METABOLISMO


Sappiamo quanta confusione ci sia in merito al Benessere e alla Salute. Tutto sembra
a volte il contrario di tutto, ce ne siamo ulteriormente resi conto dopo le moltissime
domande ricevute durante la prima edizione di WeeKMe.
Era quindi necessario e richiesto, dopo questa prima edizione, portare chiarezza in
questo difficile e tormentato soggetto, quello della salute e del benessere, che vede
ognuno di noi, ogni giorno, alle prese con scelte importanti come “quale cibo
scegliere?”, “che tipo di attività fare?” e “quali integratori utilizzare?”.

 

SECONDA EDIZIONE “WeekMe”
la settimana per la salute ottimale
8-16 Novembre 2014
SOLO ONLINE su
Pagina Facebook Meetab e meetabacademy.com

Ecco quindi la seconda edizione di “WeekMe”, la settimana per la salute ottimale.
Dall’8 al 16 novembre 2014, un team di esperti sarà pronto a rispondere, on line, a
tutte le domande degli utenti relative a salute, benessere, alimentazione e attività
fisica.
L’iniziativa, che già a luglio, ha suscitato una grande attenzione sui social è organizzata
da Meetab, azienda che mette in pratica tutte le nuove conoscenze nel campo della
nutrizione e della biologia, perché in contatto con i maggiori esperti mondiali di
metabolomica.
La metabolomica è una scienza che studia gli squilibri biochimici del corpo, squilibri
che sono alla base del deterioramento delle funzioni dell’organismo e sono causati da
carenze di sostanze nutritive. A volte, infatti, la semplice alimentazione seppur sana
ed equilibrata, non è sufficiente a colmare queste insufficienze: gli integratori
metabolomici, prodotti dalla stessa Meetab, aiutano a ripristinare l’equilibrio
biochimico.
A dare consigli e suggerimenti saranno la dott.ssa Francesca Marcon, biologa
nutrizionista e Alessandro Peotta, personal trainer. Sarà anche possibile porre
domande al presidente di Meetab, il dott. Loris Zoppelletto.
Il tutto sotto la supervisione di E.I.Nu.M. l’Istituto Europeo di Medicina Nutrizionale,
guidato dal dott. Dimitris Tsoukalas.
Specializzato in malattie croniche e del metabolismo, il dott. Tsoukalas è uno dei pochi
medici a livello mondiale, ad avere acquisito l’esperienza nell’applicare la
metabolomica in ambito clinico.
Per partecipare all’iniziativa e ricevere una consulenza gratuita on line contattare
PAGINA UFFICIALE MEETAB:
www.facebook.com/meetab.it?fref=ts&locale=it_IT%2F

SITO MEETAB ACADEMY:
www.meetabacademy.com
Per ulteriori informazioni e conferme di partecipazione:

[email protected]
Stefania Salardi 328 4843403
Emanuela Lodolo 333 2648370
Meetabacademy.com
Drtsoukalas.net/che-cose-la-metabolomica

No Comments
Comunicati

L’arredamento bagno ideale? Pratico, di qualità e personalizzato


Una stanza intima e privata, riservata alle quotidiane funzioni personali; un luogo dove stare soli a riflettere; uno spazio in cui prendersi cura di sé e farsi belli. Il bagno di casa è tutto questo e molto altro ancora: non sorprende che sia uno degli ambienti domestici che rispecchiano di più la nostra personalità e per questo deve essere progettato a misura delle nostre esigenze. La scelta dei mobili da bagno, per esempio, è molto legata al gusto e alle necessità personali. Chi non arrederebbe con cura un bel bagno comodo, ben fatto e personalizzato, sapendo che vi trascorrerà ogni giorno il tempo dedicato all’igiene e alla cura personale? Fortunatamente, i migliori marchi dell’arredamento bagno vengono incontro ai gusti di ciascuno, realizzando ambientazioni che riescono a sposare la qualità e la praticità con la ricercatezza estetica: in quanto spazio da vivere quotidianamente, il bagno deve essere pensato in funzione dell’usabilità e di un’accorta gestione degli spazi, senza dimenticare che anche l’occhio vuole la sua parte. Da anni Dimensione Bagno si preoccupa di selezionare alcune delle migliori proposte per trasformare i bagni in autentiche oasi domestiche di relax personale, piacevoli da vivere, da usare e da guardare.

Ma come individuare il bagno giusto?

Chi è fedele alle forme, ai materiali e ai colori più classici può orientarsi sugli arredi arrotondati in ceramica chiara, mentre chi desidera trasformare il proprio bagno in un’opera d’arte può concentrarsi sulla scelta di materiali e superfici insoliti e ricercati, come pietre naturali, peltro, mosaico e resine, segni particolari dei bagni Box Art. Per un arredamento bagno dallo stile assolutamente moderno, l’ideale sono i sanitari e i mobili pensili e squadrati, innovativi anche nella realizzazione: Archeda e Arlex, per esempio, portano avanti eleganti sperimentazioni in tal senso, sfruttando soluzioni come il tecnoril o il geacryl. Le stanze da bagno colorate non sono più un tabù e gli amanti delle tinte forti possono sbizzarrirsi con ambientazioni di grande effetto, giocate su vistosi contrasti cromatici. Anche chi ha deciso di arredare l’intera abitazione secondo uno stile particolare può trovare il bagno più adatto grazie a marchi che, partiti proprio da questa stanza, si sono poi dedicati anche agli altri ambienti, come Antoniolupi Design. Insomma, il ventaglio delle proposte di Dimensione Bagno si presta davvero ad accontentare tutti i gusti, ferma restando l’altissima qualità dei prodotti, denominatore comune dell’intero catalogo.

No Comments
Comunicati

COME SCEGLIERE LA PADELLA PERFETTA


Quante volte ti sei chiesto: “E ora, quale padella compro? Antiaderente? In ceramica? In pietra? In alluminio? Professionale? Quale mi permetterà di cucinare bene, sano, saporito, leggero, senza grassi, in poco tempo, sia piatti della cucina tradizionale che di quella etnica? Quale si pulirà facilmente? Si rovina se la metto in lavastoviglie? Meglio proseguire la strada della tradizione, cercando pentole in rame e rievocando scene da film…o affidarsi alle innovazioni tecnologiche in campo della cottura?

A tutte queste domande possiamo rispondere analizzando le caratteristiche delle pentole e delle padelle che oggi si trovano più facilmente sul mercato.

Le padelle antiaderenti hanno il vantaggio di non far attaccare i cibi. È molto importante però la manutenzione: non bisogna graffiarle con gli utensili da cucina o pulirle con le spugnette abrasive perché potrebbero rilasciare sostanze nocive alla salute.

Discorso diverso è per i nuovi trend nella cottura: pentole e padelle in ceramica o in pietra. Hanno il vantaggio di trattenere le alte temperature e quindi di mantenere il cibo a temperatura uniforme. Non attaccano e quindi permettono di cucinare senza l’aggiunta di grassi. Un altro indiscusso punto di forza sia delle padelle in ceramica che delle padelle in pietra è che sono adatte a qualunque tipo di cottura, fritto compreso! Cerca la padella che fa per te su Unoxtutti!

No Comments
Comunicati

le prove di collisione sui cellulari rilevano la reale resistenza dei dispositivi prima di essere introdotti in commercio

“spara palle ma dice la verità”
tra i vari crash test applicati ai telefonini cellulari, vale la pena evidenziarne uno: quello del macchinario che proietta palle a gran velocità per verificarne la robustezza

Nello stravagante mondo dei crash test, ossia il collaudo di un oggetto per determinarne resistenza e sicurezza dell’oggetto stesso e delle sue componenti, quello che a mio avviso risulta molto efficace e allo stesso tempo simpatico è il famigerato test “spara palle”.

Spara palle, si, e anche belle grosse, ma paradossalmente, fornisce un responso sincero e reale della capacità di resistenza dei vari dispositivi cellulari alle pressione delle palle proiettate a gran velocità da una speciale macchina.

Il test è risultato fatale per molti cellulari, di varie marche, tra cui il Samsung Galaxy S3, che non ha retto alle collisioni.

Un diverso epilogo ha avuto il Nokia Luma 920 che, nonostante i numerosi colpi ricevuti non ha presentato nemmeno un graffio in nessuna delle sue componenti.

Per la famosa casa finlandese, la robustezza dei suoi cellulari, è stata da sempre una caratteristica peculiare, e nel caso di questa prova lo ha confermato, ma è chiaro che, nonostante la bella figura con la macchina spara palle, giammai riuscirebbe a superare il crash test dei “tre nipoti”.

Per la cronaca, i “tre nipoti” al secolo Kicco, Irene e Alice, sono una forza della natura, delle vere e proprie calamità naturali, e la loro capacità distruttiva non potrebbe essere neutralizzata da nessun tipo di oggetto o materiale esistente su questo pianeta.

Per la fortuna di tutti noi zii, internet fornisce un elenco assortito di ditte che provvedono alla riparazione o sostituzione di elementi per i nostri cellulari, anche per quelli di nuova generazione, per tutto il resto c’è l’esorcista.

sponsor by Celular Peças

No Comments
Comunicati

Scegliere la chitarra giusta per un bambino

  • By
  • 14 Ottobre 2014


Come scegliere la chitarra giusta per il nostro bambino?

Onde evitare di dare in mano al nostro piccolo uno strumento inusabile e pesante, sarà necessario acquistare una chitarra calibrata in base all’età, e permettergli di studiare lo strumento anche da piccolo.

Consideriamo le chitarre utilizzate dagli adulti con una misura della cassa armonica di 4/4, e di conseguenza manico e tastiera sono dimensionate in base alla misura della cassa.

E’ lapalissiano che un bambino sotto i 10 anni non abbiano le braccia e le dita abbastanza lunghe per poter suonare correttamente lo strumento.

Per i giovani chitarristi esistono quindi sul mercato diverse tipologie di chitarre, con misure che variano in base alle fasce d’età, ecco come orientarsi:

Chitarre per bambini sotto i 4 anni? Sarà bene optare per una chitarra Giocattolo

Chitarre per bambini dai 4 agli 5 anni: Chitarre di misura 1/4

Chitarre per bambini dai 6 agli 8 anni: Chitarre di misura 2/4

Chitarre per bambini dai 9 ai 10 anni: Chitarre di misura 3/4

Per i ragazzini oltre i 10 possiamo tranquillamente pensare ad una chitarra di misura 4/4

Esistono in commercio diversi tipi (con diversi costi) di chitarre per bambini.

Con questi valori di riferimento è facile fare l’acquisto giusto, e permettere ai nostri piccoli di studiare questo grandioso strumento.

No Comments
Comunicati

San Marco presenta la propria gamma di stufe a pellet per l’inverno 2015


San Marco rinnova il suo impegno nel mercato delle stufe a pellet, aumentando considerevolmente la gamma delle stufe vendute e scegliendo di diversificarne la tipologia: dalle stufe ad aria canalizzate alle stufe a pellet idro, San Marco concentra la sua attenzione nel settore del riscaldamento domestico ecompatibile, rispondendo a un bisogno diffuso di sistemi alternativi all’elettricità.

L’aumento annuale del costo dell’energia spinge infatti gli italiani a cercare nuove soluzioni per ottenere acqua e termosifoni caldi, senza dover spendere un patrimonio in bollette.

Le stufe a pellet possono essere una buona soluzione e per questo San Marco le consiglia. Pur costituendo una spesa considerevole in poco tempo i costi di una termostufa possono essere ammortizzati grazie proprio alla resa dell’ecocombustibile con cui viene alimentata.

I pellet convengono per tante ragioni: occupano poco spazio, sono facilmente reperibili in rete o nei centri commerciali, e soprattutto riscaldano molto di più e si accendono più facilmente perché privi di umidità (vengono deumidificati nel processo di compressione che li rende dei cilindretti.

La gamma venduta da San Marco comprende stufe Laminox e AMG. La scelta di prodotti di alta qualità garantisce per gli acquirenti il massimo della resa del proprio investimento.

No Comments
Comunicati

Spoleto incontra Venezia: l’arte figurativa di Paride Falchi in mostra


Nel novero degli artisti rinomati presenti alla grande mostra di “Spoleto incontra Venezia” curata da Vittorio Sgarbi e diretta dal manager produttore Salvo Nugnes, si inserisce il pittore Paride Falchi, con i suoi  pregiati quadri di matrice classica figurativa. L’esposizione veneziana inaugurata trionfalmente il 27 Settembre durerà fino al 24 Ottobre 2014, allestita presso due sedi famose di secolare origine nobile, il Palazzo Falier e il Palazzo Rota-Ivancich. Al loro interno sono ospitate creazioni di personaggi del calibro di Dario Fo, Eugenio Carmi e José Dalì.

Questa prestigiosa iniziativa vuole ricordare e celebrare il talento di Paride Falchi, scomparso il 27 Maggio del 1995, come omaggio simbolico alla sua fervida e viscerale dedizione per l’arte. Nel 1986 gli è stato dedicato un ampio documentario televisivo dalla Rai TV a testimonianza dell’acclarata fama raggiunta. Nel commentarne l’estro creativo è stato dichiarato “La sua opera sorda alle sirene delle avanguardie o alla popolarità si volge a un’antica fede nel disegno, l’unica capace di conferire contenuto poetico all’arte, in base alla sua concezione. Egli ha seguito la sua fede in ‘splendido isolamento’ in un mondo lontano e parallelo alle avanguardie e all’informale, così di moda nelle accademie”.

L’autorevole Professor Carlo Munari di lui scrisse nel 1984 “È un’artista, che merita la più vasta udienza. Se il nostro tempo anziché disperdersi in un’estenuante ed estenuato dibattito sui ‘linguaggi’ badasse ai ‘valori’ il pittore Falchi emergerebbe in plastica evidenza, in esclusiva ragione della -poesia- che si innerva nelle sue immagini”.

Il Professor Renzo Margonari nel 1984 affermò “È un rappresentante tipico, per l’assoluta mancanza di distrazione dal proprio territorio culturale, del paesaggismo mantovano del dopoguerra. Si tratta di una corrente pittorica della quale è rimasto il solo degno rappresentante”.

No Comments
Comunicati

PRN: Supermicro® presenta VMware EVO: RAIL™, nodi FatTwin™ Virtual SAN Ready e NVIDIA GRID vGPU SuperServer® al VMworld Barcellona

Supermicro® presenta VMware EVO: RAIL™, nodi FatTwin™ Virtual SAN Ready e NVIDIA GRID vGPU SuperServer® al VMworld Barcellona

 
[2014-10-14]
 

– Soluzioni VMware ottimizzate per calcolo, storage e networking forniscono piattaforme chiavi in mano per la virtualizzazione per scalabilità e adattabilità in ambienti Hyper-Scale

BARCELLONA, Spagna, 14 ottobre 2014 /PRNewswire/ — Super Micro Computer, Inc. (NASDAQ: SMCI), azienda leader globale nella realizzazione di server con elevate prestazioni ed elevata efficienza, tecnologia di storage e soluzioni di calcolo ecologiche presenta il proprio 2U TwinPro™ VMware certificato EVO: RAIL, nodi 4U FatTwin™ Virtual SAN Ready e un programma per l’accesso anticipato NVIDIA GRID™ vGPU™ basato su SuperServer® al VMworld a Barcellona, Spagna, questa settimana. Supermicro EVO: Infrastruttura RAIL con convergenza elevata accelera la distribuzione e ottimizza le prestazioni degli ambienti virtualizzati. L’apparecchiatura 4U 4-nodi FatTwin Virtual SAN è dotata di nodi pronti a distribuire VDI con supporti fino a 400 VM, 8 alloggiamenti sostituibili a caldo per dischi rigidi da 3.5″ per alimentatori digitali U e ridondati, sostituibili a caldo, di livello titanio, a elevata efficienza (96%+). L’ultimo X10 SYS-1028GR-TRT SuperServer® di Supermicro fa parte di un programma per l’accesso anticipato che consente di avere una soluzione GPU virtualizzata con tecnologia NVIDIA GRID GPU. Questa soluzione VDI ad alta densità consolida le risorse di calcolo per carichi di lavoro grafico intenso nei centri dati, che permettono ai clienti da remoto di avere prestazioni di calcolo elevate e scalabili da desktop con grandi benefici in termini di sicurezza, riducendo le spese operative generali. Inoltre, Supermicro sta ampliando le proprie soluzioni di server ottimizzati per VMware, storage e networking utilizzando le più innovative soluzioni ecologiche che comprendono processori Intel® Xeon® E5-2600 v3, gli unici NVMe SSD sostituibili a caldo in grado di offrire fino a 6 IOPS sulle soluzioni SATA esistenti per lo storage e alimentatori digitali di livello titanio a elevata efficienza (96%+).

“La nuova generazione di piattaforme server X10 di Supermicro è dotata di PUE-3 per ridurre i consumi di energia elettrica, innovazioni ottimizzate per il raffreddamento che supportano nodi con processori doppi fino a 165W, un’architettura avanzata che sfrutta al massimo le opzioni per reti ed espansioni, gli unici NVMe SSD del settore sostituibili a caldo e i nostri alimentatori digitali a elevata efficienza di livello titanio,” ha dichiarato Charles Liang, Presidente e Amministratore Delegato di Supermicro. “L’unione delle nostre innovazioni per architetture server e storage con soluzioni software leader di settore ci permette di offrire piattaforme di virtualizzazione estremamente sofisticate in grado di soddisfare le crescenti richieste dei Centri Dati. Con un numero sempre maggiore di core, una maggiore capacità di memoria e soluzioni per lo storage con densità molto elevata presenti sul mercato, sfruttiamo al massimo la densità delle VM per rack per offrire prestazioni elevatissime per watt, per piede quadrato, per dollaro.”

“I clienti trarranno beneficio dalle eccezionali prestazioni grafiche e dalla scalabilità che viene dalla tecnologia NVIDIA GRID vGPU grazie al nostro lavoro con Supermicro e VMware sulla tecnologia vGPU per piattaforme di virtualizzazione di prossima generazione,” ha dichiarato Andrew Cresci, Direttore generale, NVIDIA GRID. “Gli utenti avranno prestazioni e affidabilità di livello pari a quello delle workstation con il vantaggio di condividere una GPU su più utenti – la migliore esperienza grafica virtualizzata e condivisa.”

Foto – http://photos.prnewswire.com/prnh/20141013/151675-INFO

Supermicro EVO: Apparecchiatura RAIL (SYS-2027TR-VRL001/002) (www.supermicro.com/EVO_RAIL) – 2U TwinPro², 4 nodi, alimentatori digitali ridondati, sostituibili a caldo, di livello titanio, a elevata efficienza (96%+), capacità raw 14.4TB con unità da 10K RPM e caching integrato con SSD, connettività di rete RJ45 (modello VRL001) o SFP+ (modello VRL002). Il bundle software include i componenti vSphere, Virtual SAN e vCenter. Supporta fino a 100 macchine virtuali server per uso generale o 250 macchine desktop virtuali per apparecchiatura.

Nodi VSAN Ready (www.supermicro.com/VSAN) – 4U FatTwin™ (SYS-F627R3-VSN002L) 4 nodi, ognuno che supporta un processore Intel® Xeon® E5-2600 v2 doppio, fino a 6GB di memoria, 33.6TB 10K RPM HDDs, 10GbE SFP+, vSphere 5.5, Virtual SAN 5.5. Supporta fino a 250 macchine virtuali.

Il programma per accesso anticipato di Supermicro NVIDIA GRID vGPU SuperServer® (SYS-1028GR-TRT) – Processore doppio Intel® Xeon® E5-2600 v3, fino a 1TB ECC, DDR4 2133MHz in16 DIMM, fino a 3 NVIDIA GRID K2 GPU che supportanto fino a 48 utenti contemporaneamente, porte doppie 10GBase-T ports, 4 alloggiamenti da 2.5″ SATA3 sostituibili a caldo, alimentatori digitali da 1600W, ridondati, livello platino a elevata efficienza (95%+).

Le altre novità a VMworld comprendono:
Ultra Server soluzione NVMe

  • 2U Ultra SuperServer® (SYS-6028U-NR4T+) processore doppio Intel® Xeon® E5-2600 v3, fino a 1.5TB ECC DDR4 2133MHz in 24 DIMM, 5 PCI-E 3.0 8 slot (4 FH, 10.5″ L, 1 LP interna), 4 porte 10GBase-T, 12 alloggiamenti da 3.5″ sostituibili a caldo, 8 SATA3 di default e 4 porte NVMe, 12 porte opzionali SAS3 12Gb/s

Supermicro 7U SuperBlade®

  • StorageBlade (SBI-7127R-S6) in grado di supportare 6 HDD/SSD sostituibili a caldo e 10GbE Blade Switch

10/1GbE Top-of-Rack  switch di rete

  • Switching di layer 2/3 Ethernet, aggregazione di link (LACP), telai Jumbo, supporto VLAN
  • SSE-G24-TG4 – 24 porte Ethernet RJ45 1Gbps con 4 porte SFP Combo, 4 porte Ethernet 10Gbps (CX4, XFP, o SFP+)
  • SSE-G48-TG4 – 48 porte Ethernet RJ45 1Gbps con 4 porte SFP Combo
  • SSE-X3348T(R) – 48 porte Ethernet RJ45 10Gbps, (R) modello con flusso dell’aria inverso
  • SSE-X24S / SSE-X3348S(R) – 24/48 porte Ethernet 10Gbps (SFP+), (R) opzione con flusso dell’aria inverso

Visitate Supermicro al VMworld 2014 Europe a Barcellona, Spagna, 14-16 ottobre presso la Fira Barcelona Gran Via, stand 100. Per maggiori informazioni sulla gamma completa di soluzioni server, per lo storage e per le reti a efficienza elevata di Supermicro, visitare www.supermicro.com.

Seguite Supermicro su Facebook e Twitter per ricevere le notizie e gli annunci più recenti.

Informazioni su Super Micro Computer, Inc.
Supermicro® (NASDAQ: SMCI), innovatore leader di tecnologie di server ad alta efficienza e a prestazioni elevate è un primario fornitore di server avanzati Building Block Solutions® per centri dati, Cloud Computing, infrastrutture IT di grandi aziende, Hadoop/Big Data, HPC e sistemi integrati in tutto il mondo. Supermicro è impegnata nel rispetto dell’ambiente con l’iniziativa “We Keep IT Green®” fornendo ai clienti le soluzioni più efficienti ed ecologiche disponibili sul mercato.

Supermicro, Building Block Solutions e We Keep IT Green sono marchi commerciali e/o marchi commerciali registrati di Super Micro Computer, Inc.

Tutti gli altri marchi, nomi, marchi commerciali sono di proprietà dei rispettivi proprietari.

SMCI-F

Company Codes: NASDAQ-NMS:SMCI
No Comments