Daily Archives

25 Ottobre 2014

Comunicati

Il futuro della WLAN: AVM mostra live la tecnologia wireless multi-utente MIMO 4×4


logoavm

  • Prima dimostrazione dal vivo della tecnologia Wireless AC Wave 2 con FRITZ!Box
  • La migliore WLAN per smartphone e tablet
  • Notevole incremento delle prestazioni: FRITZ!Box con il chipset MIMO multi-utente di Qualcomm Atheros
  • Throughput superiore, trasmissione dati più veloce

Berlino | In occasione del Broadband World Forum di Amsterdam, AVM presenta con la prima dimostrazione dal vivo „over-the-air“ il funzionamento del prototipo di FRITZ!Box dotato del moderno standard wireless AC Wave 2. La tecnologia Multiple Input Multiple Output (MIMO) multi-utente (MU) si avvale dell’evoluzione della rete wireless AC, distribuita su quattro flussi nella banda di frequenza da 5-GHz. La combinazione di questa nuova tecnologia presente nel nuovo chipset MU-MIMO di Qualcomm Atheros con il FRITZ!Box genera la migliore rete wireless per smartphone e tablet. Wave 2 incrementa le prestazioni della rete Wireless AC ed è ideale per reti domestiche che ospitano un numero sempre crescente di terminali. Ogni singolo device, indipendentemente dal rispettivo standard wireless beneficia di un throughput superiore, di una latenza inferiore e di un minore consumo elettrico. Ecco perché la tecnologia MU-MIMO è un’evoluzione convincente della wireless AC, in special modo a fronte del sempre più comune uso simultaneo di servizi di streaming e video-on-demand. AVM mostra la sua demo live presso il BBWF nel padiglione 11, stand B40 dal 21 al 23 ottobre 2014.

MIMO “single-user” vs. MIMO “multi-user”

Gli standard wireless di ultima generazione, tra cui anche lo standard wireless AC, sono basati sulla tecnologia MIMO ad utente singolo (SU-MIMO). I dati vengono trasmessi ad un dispositivo alla volta, occupando di volta in volta l’intera capacità di rete. Prima un terminale invia e riceve i dati, poi segue il prossimo terminale. La nuova tecnologia MIMO multi-utente invece migliora la connessione alla rete wireless: i dati vengono trasferiti simultaneamente dall’access point ai vari client collegati. Ciò garantisce un incremento del throughput pro client di circa tre volte. Un metodo definito di “raggruppamento” MU-MIMO identifica se un client wireless è stazionario (TV/PC) o se è mobile (smartphone/tablet) ottimizzandone il trattamento da parte dell’access point (FRITZ!Box). 

Dimostrazione dal vivo di flussi 4×4 MU-MIMO: aumento delle prestazioni delle reti wireless

Un FRITZ!Box dotato di Wireless AC Wave 2 e del nuovo chipset MU-MIMO 4 x 4 offre un throughput lordo di fino a 1733 Mbit/s nella banda di frequenza da 5-GHz. I client che supportano la tecnologia MU-MIMO possono comunicare in modo del tutto indipendente con il FRITZ!Box, avvalendosi di un proprio flusso di dati wireless AC Wave 2. Ciò accresce significativamente il potenziale throughput appannaggio di ogni singolo client. In occasione del BroadBand World Forum AVM illustra come la propria implementazione della tecnologia MU-MIMO in un FRITZ!Box dia luogo ad un triplicarsi del throughput in presenza di più client (notebook e smartphone) rispettivamente dotati di un adattatore wireless AC che supporti MU-MIMO. Ogni client può scambiare dati con il FRITZ!Box nello stesso momento e sfruttare in modo esclusivo l’intera performance di un flusso di dati wireless AC con un tasso di fino a 433 Mbit/s lordi. In questo modo è possibile disporre dell’intero spettro della rete wireless beneficiando di un incremento stupefacente del throughput. Anche i device wireless di più vecchia generazione e sviluppati con tecnologia MIMO single-user beneficiano della maggiore capacità della rete.

Highlights della dimostrazione MU-MIMO 4 x 4 over-the-air

  • FRITZ!Box con chipset Qualcomm Atheros, quattro flussi di dati e tre client wireless AC
  • Wireless AC (IEEE 802.11ac wave 2): MU-MIMO nella frequenza da 5-GHz (trasmissione simultanea di dati verso più terminali)
  • Miglioramenti notati: throughput, latenza, consumo elettrico dei client wireless AC
  • Incremento del throughput anche per client wireless di più vecchia generazione
  • Il raggruppamento identifica le proprietà dei client tra cui l’uso stazionario o mobile ed ottimizza la comunicazione all’interno della rete wireless
No Comments
Comunicati

S.M.A. srl distribuisce Thawte per la Pubblica Amministrazione


S.M.A. srl ha esteso la gamma dei certificati SSL offerti per la Pubblica Amministrazione, affiancando ai tradizionali prodotti GeoTrust e RapidSSL anche tutta la gamma di certificati Thawte.

Quest’ultima si sovrappone solo parzialmente agli altri marchi: i tradizionali certificati SSL (Thawte SSL 123, Thawte SSL Web Server, Thawte SSL Wildcard) sono affiancati da prodotti destinati a coprire nicchie di mercato più particolari:

Thawte SSL Web Server EV offre il servizio EV (Extended Validation), indispensabile in tutti quei casi in cui sia necessario creare la massima sensazione di sicurezza nei confronti dell’utente in merito alla genuinità del sito; sicurezza che, per il Thawte SSL Web Server EV, è sottolineata dalla “green bar” con cui il sito viene identificato dalla maggior parte dei browser.

Thawte Code Signing Certificate
Poiché il software viene distribuito ormai quasi totalmente on-line, è sempre più facile e frequente che parti di codice vengano disseminate in giro per la rete. Tuttavia, ciò espone il software a possibili violazioni, usi fraudolenti, infezioni da malware.
Tramite il Thawte Code Signing Certificate è possibile tutelare gli utenti del proprio software, certificando ogni modulo fornito in maniera semplice ed efficace, e garantendone quindi la genuinità.

I prodotti Thawte per la Pubblica Amministrazione vengono commercializzati da S.M.A. srl attraverso la piattaforma MEPA (Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione), gestita da CONSIP.
Gli utenti accreditati possono accedere direttamente al sito riservato (www.acquistinretepa.it) e da lì procedere all’acquisto diretto tramite MEPA o, in caso di forniture particolari, alla stesura di specifiche Richieste di Offerta (RDO).

S.M.A. srl, forte di un’esperienza ventennale nelle forniture ad Enti Pubblici in tutta Italia, completa la mera fornitura commerciale sia dal punto di vista amministrativo (producendo sempre all’Ente Cliente direttamente tutta la documentazione necessaria al completamento della fornitura in conformità alle normative vigenti), sia tecnico, fornendo anche specifici servizi di assistenza e consulenza per l’individuazione, scelta, installazione ed uso dei certificati SSL.

Per maggiori informazioni: [email protected]

No Comments
Comunicati

Spoleto incontra Venezia: l’infinita bellezza della natura nelle fotografie di Jacqueline Domin


La nota fotografa Jacqueline Domin è stata scelta per far parte della schiera di artisti coinvolti nella prestigiosa mostra curata da Vittorio Sgarbi e diretta dal manager produttore Salvo Nugnes dal titolo “Spoleto incontra Venezia“. L’esposizione è allestita a Venezia dal 28 settembre al 24 ottobre 2014 presso Palazzo Falier e Palazzo Rota-Ivancich. In questa intervista la fotografa rivela le proprie emozioni sui soggetti da lei ritratti negli scatti e le sue idee sull’arte contemporanea.

D: Che sensazione prova a staccarsi da un pezzo venduto?
R: L’emozione e sensazione che ho provato nell’istante dello scatto è lì nella fotografia e resterà dentro di me per sempre. Quell’immagine andrà ad un’altra persona che vivrà la sua propria emozione guardandola. L’idea mi rende felice.

D: Qual è il lavoro a cui è più affezionata? Perché?
R: Non potrei scegliere. Ogni fotografia è stato davvero un attimo unico.

D: Come vede l’arte rispetto la crisi dei giorni d’oggi?
R: Imbavagliata e abbandonata.

D: Quali sono gli artisti che hanno maggiormente influenzato il Suo lavoro?
R: Nessun artista. Mentirei altrimenti.

D: Quale messaggio vuole trasmettere con la Sua arte?
R: Credere in quello che si fa, amandolo fino in fondo con gioia.

No Comments
Comunicati

IO SONO BANCA! Una nuova piattaforma web per far incontrare investitori privati e PMI


Oggi nasce una nuova iniziativa web, www.iosonobanca.it, con due obiettivi convergenti:
aiutare le piccole e medie aziende sane e dinamiche, anche se indebitate, a sottrarsi alla morsa dei rating bancari e creditizi e dei costi proibitivi del denaro;
offrire un’alternativa interessante agli investitori privati, stanchi degli scarsi rendimenti e delle vessazioni del sistema creditizio che incassa gabelle, costi e tasse anche quando non produce profitti o causa perdite.

Questa piattaforma nasce con l’idea di fondere queste due diverse necessità in una singola operazione che soddisfi i soggetti coinvolti, consentendo loro di essere parte attiva nella costruzione di un’operazione finanziaria nata dall’incontro tra due soggetti con lo stesso potere contrattuale e soggetti alle stesse regole.

Questo innovativo approccio alla raccolta di finanziamenti ed all’investimento di denaro ha il pregio di consentire a chi ne farà uso, su qualunque delle due sponde si trovi, di negoziare i termini del finanziamento/investimento in base alle proprie necessità plasmandoli insieme ad una controparte che ha il medesimo interesse a negoziare a differenza del sistema creditizio che può imporre proprie regole, propri modelli, propri costi ed è in grado, per legge, di cambiare regole modelli e costi in qualsiasi momento ed a propria discrezione.

IOSONOBANCA! potrà essere utilizzata proficuamente, dal lato finanziamenti, da qualunque aziende il cui scopo non sia quello di ripianare le proprie sofferenze col sistema bancario. Questo non significa che possano accedervi solo aziende senza debiti ma solo che la vigilanza e gli strumenti per impedire di utilizzare questa piattaforma per spostare i debiti dalle banche al mercato, saranno estremamente rigorosi. Prassi assurta agli onori della cronaca con il caso Parmalat su tutti.

Dal lato investimenti, potranno trarre vantaggio dalla piattaforma quegli investitori forti di conoscenze approfondite di uno o più settori economici che consentiranno loro di valutare con cognizione di causa le operazioni proposte (a differenza, per esempio, di quel che accade con certi prodotti finanziari complessi, molto invitanti per i rendimenti promessi che ad oggi hanno arricchito solo le banche.

Tutto questo dal punto di vista legale avviene con il solo ausilio di strumenti previsti dalle leggi attualmente vigenti in Italia e non sfruttando vuoti normativi o interpretando a proprio vantaggio norme nate con altri scopi (come avvenuto per crowd funding e social lending) . Questo rende le operazioni che verranno originate da questa piattaforma web estremamente solide, consentendo a chi vi aderisce di concentrarsi solo sull’essenza dell’operazione.

Ed ora l’obiettivo è quello di creare, in pochi mesi un database di aziende e di investitori il cui incrocio possa essere in grado di generare un piccolo contributo alla tanto auspicata ripresa economica delle imprese italiane.

No Comments
Comunicati

Jacqueline Domin a Spoleto incontra Venezia : «L’arte è una meravigliosa liberazione da tutti i freni inibitori».

Uno dei nomi chiamati a far parte della celebre mostra veneziana “Spoleto incontra Venezia, curata da Vittorio Sgarbi e diretta dal manager produttore Salvo Nugnes, è quello della fotografa Jacqueline Domin. L’esposizione è allestita fino al 24 Ottobre 2014, presso Palazzo Falier e Palazzo Rota-Ivancich, a Venezia. Nell’intervista essa rivela la sua idea di arte e l’emozione che prova nel momento in cui decide di immortalare la bellezza della natura.

D: Per Lei l’arte è stata una valvola di sfogo nella vita?

R: L’arte nel mio caso non è né uno sfogo né una valvola. Lo sfogo è qualcosa di troppo pieno, che deborda, quasi rabbioso. No, non mi sfogo con l’arte.

D: A quale corrente artistica si ispira?

R: Non mi ispiro a nessuna corrente artistica.

D: Qual è l’emozione più forte che Le ha dato creare una Sua opera?

R: Quella di oltrepassare a volte soglie a me sconosciute, quando la luce, in un attimo di gloria, trasforma qualunque cosa in esseri splendenti, rivelando segreti che rimanevano invece nascosti nell’ombra.

D: Come concepisce l’arte?

R: Una meravigliosa liberazione da tutti i freni inibitori, osando, aprendo il cuore senza pregiudizi, lasciandosi andare in una realtà diversa da tutto quello che credevamo di conoscere.

No Comments
Comunicati

La celebre fotografa Jacqueline Domin espone i suoi scatti a “Spoleto incontra Venezia”


Nell’esclusivo comparto dei talentuosi artisti scelti per partecipare alla grande mostra di “Spoleto incontra Venezia” a cura di Vittorio Sgarbi con la direzione organizzativa del manager produttore Salvo Nugnes, rientra la fotografa Jacqueline Domin con le sue originali immagini d’autore di suggestivo impatto emozionale. L’esposizione di portata internazionale si svolge a Venezia all’interno di due location di prestigio, il Palazzo Falier e il Palazzo Rota-Ivancich, dal 28 Settembre al 24 Ottobre 2014 e ospita personalità importanti tra cui Dario Fo, Eugenio Carmi, Pier Paolo Pasolini, José Dalì.

La Domin spiegando il suo modo di fare e concepire l’arte sottolinea “L’arte per me è una meravigliosa liberazione da tutti i freni inibitori, osando, aprendo il cuore senza pregiudizi, lasciandosi andare in una realtà diversa da tutto quello, che credevamo conoscere. L’ispirazione artistica è uno stato intimo di felicità pura, di pienezza e di voglia di partecipare. Il messaggio subliminale inserito nei miei scatti fotografici è che siamo figli dell’acqua e delle stelle, arrivati per ultimi su questo splendido pianeta. Non siamo superiori a nessuno, rispettando il diverso per quello che realmente è faremmo del bene anche noi stessi di rimando”.

Sul ruolo dell’arte nella società attuale spiega “L’arte oggi è come una simbolica boccata d’ossigeno. Qualunque forma d’arte in un mondo così velocizzato e automatizzato ti permette di soffermarti, lasciandoti andare alle emozioni e alla riflessione. Io mi considero una testimone e una grande osservatrice nel mondo dell’arte contemporanea”.

No Comments
Comunicati

CORSO ADDETTO QUALIFICATO ALLE VENDITE nella GDO a BELLUNO


CORSO ADDETTO QUALIFICATO ALLE VENDITE DEI PRODOTTI LOCALI, ARTIGIANALI, BIOLOGICI, MARCHI D’ORIGINE E QUALITÀ NELL’AMBITO DELLA DISTRIBUZIONE ORGANIZZATA

Sedico 24/10/2014 – Cod. 152/1/2/1064/2014 | corso di formazione gratuito per giovani dai 19 ai 29 anni selezionato nel quadro del programma garanzia giovani cofinanziato dal fondo sociale europeo e secondo quanto previsto dall’autorità di gestione.

Obiettivi del corso gratuito a Belluno: formare una figura professionale di addetto qualificato alla vendita puntando anche sulle conoscenza dei prodotti locali e l’importanza che essi hanno per lo sviluppo del nostro territorio.

Le materie del corso: la grande distribuzione, le tecniche di vendita, i prodotti locali loro storia e diffusione, i marchi d’origine, il mondo del grano, farine e prodotti, salumi e latticini e ortofrutta, i marchi d’origine, la sicurezza sul lavoro e l’HCCP.

•    8 ore di Orientamento al ruolo (individuali e di gruppo)
•    110 ore di formazione in aula
•    380 ore di stage con borsa di studio
*Al termine del percorso formativo verrà rilasciato un attestato dei risultati di apprendimento.

Destinatari: 12 giovani disoccupati o inattivi, che hanno assolto l’obbligo di istruzione, residenti o domiciliati nel territorio regionale. Altri requisiti richiesti:
•    Qualifica professionale e/o diploma di scuola secondaria di secondo grado
•    Iscrizione al portale cliclavoro e apertura Patto di Servizio per la Garanzia Giovani

Domanda di ammissione: iscriversi al programma Garanzia Giovani (www.garanziagiovani.gov.it), recandosi presso il Centro per l’Impiego di competenza o uno Youth Corner dove sarà rilasciato il Patto di Servizio Garanzia Giovani.  Tale documentazione dovrà essere inoltrata tramite mail o posta ordinaria agli indirizzi riportati in calce, oppure presentata direttamente al Centro Consorzi, entro il 10 Novembre 2014 insieme alla fotocopia fronte retro della carta di identità e Curriculum Vitae.

Modalità di selezione: breve test su competenze tecniche di base e colloquio individuale motivazionale. La selezione si svolgerà presso il Centro Consorzi, Zona Ind.le Gresal 5/e, Sedico il giorno mercoledì 12 Novembre dalle ore 9.30.  L’ammissione ai corsi avverrà in base ad una graduatoria effettuata da una apposita commissione, il cui giudizio è insindacabile.

CENTRO CONSORZI
Sede Operativa:
SEDICO Zona Ind. Gresal 5/E
Tel. 0437-851331/355
Email: [email protected]

Ulteriori Informazioni

Comunicato Stampa Corso GDO a Belluno

No Comments
Comunicati

Una nuova applicazione interessante per i dispositivi mobili


Tra le novità nel campo delle applicazioni abbiamo riscontrato un deciso impatto positivo durante i mesi estivi per una nuova app. disponibile sia per dispositivi Ios Apple che per Android, si tratta di Converter Currency.

 

Questo convertitore è andato letteralmente a ruba nei vari store, probabilmente complici sono state le vacanze estive, si tratta di un app. dal design minimalista che consente una velocità di esecuzione di tutto rispetto, senza fronzoli che possano rallentarla, capace di una conversione in qualsiasi valuta mondiale, aggiornata direttamente durante il collegamento online.

Questo renderà più semplice le vostre vacanze di modo che potrete evitare che i soliti furbetti si approffittino degli sprovveduti turisti durante il cambio della valuta.

L’applicazione ha anche un’interessante modalità offline per poter operare il cambio di valuta senza il bisogno di un collegamento diretto a internet, si tratta di una funzione molto comoda che permette l’utilizzo anche in assenza di connessione.

 

Converter Currency è stata realizzata da creareapp.net un sito di sviluppo applicazioni per Iphone, Android e Facebbok.

Bisogna proprio ammettere che questi ragazzi hanno fatto decisamente un ottimo lavoro, si tratta infatti (da ciò che si legge sul loro sito) di un’azienda giovane che ha operato per molti anni nel come Web Agency realizzando siti internet e ottenendo così le conoscenze informatiche ideali per poter accedere al mercato delle app.

Grazie a loro creare app. non è mai stato così facile, infatti una tecnologia che non è alla portata di tutti può diventarlo attraverso agenzie del genere che si occupano della parte informatica e di sviluppo, lasciando a tutti noi la possibilità di proporre idee innovative che possano interessare il grande pubblico.

In molti casi ci siamo imbattuti in applicazioni che non fornivano i risultati sperati nonostante l’alto prezzo pagato, invece questo convertitore è l’esempio lampante di quanto può essere semplice creare un app. interessante e utile che non dovrebbe mai mancare in un dispositivo mobile di persone che viaggiano spesso, sia per piacere che per passione.

No Comments
Comunicati

Poter guadagnare attraverso le applicazioni


Il mercato dei cellulari smartphone è un mercato in continua fibrillazione, oggi sempre più aziende entrano prepotentemente nel settore della telefonia mobile con gli ultimi ritrovati della tecnica, tanto che i modelli in uscita sono sempre di più. La concorrenza poi è spietata e si ribatte colpo su colpo, con l’uscita del nuovo Iphone anche le altre maggiori marche presto o tardi dovranno mettersi al passo con i tempi. Ben presto poi saremo invasi da nuove tecnologie da indossare, già Apple sembra aver visto giusto con l’uscita dello Smartwatch , anche Sony e Samsung sono alle prese con il lancio del loro modello. Ancora più fantascientifica sembra l’idea dei Google Glass, ma si sa che già sono una realtà negli Stati Uniti e presto verranno distribuiti su larga scala. Quando avverrà le persone non potranno far a meno di acquistarlo, file interminabili per aggiudicarsi i primi modelli, come succede con l’Iphone 6.

 

Con il mercato tecnologico si creano a loro volta dei sotto mercati che non sono da sottovalutare e possono essere sfruttati da tutti, al giorno d’oggi nessuno è escluso. Ci stiamo riferendo in particolar modo al mercato delle applicazioni che sono diventate un bene importante per gli smartphone e lo diverranno sempre di più con l’avvento delle nuove tecnologie da indossare (Goolge Glass e Samrtwatch su tutte).

In questo mercato anche la persona comune può far valere la sua, infatti sono sempre di più le persone che guadagnano cifre esorbitanti grazie alla creazione applicazioni.

Oggi giorno poi non occorre nemmeno un’approfondita conoscenza di informatica e programmazione per riuscire in uno sviluppo applicazioni e poter mettere sul mercato nuove app per i più importanti sistemi operativi di telefonia mobile. Ciò è possibile grazie ad alcune aziende che vendono direttamente lo sviluppo mettendo a disposizione il loro reparto tecnico per realizzare le vostre idee.

 

No Comments
Comunicati

Flex EMBA: E’ partito oggi al MIP Politecnico Milano il primo Master Executive MBA in Italia in digital learning


Milano, 24 Ottobre – Parte oggi la prima edizione del Master Flex EMBA, primo Executive MBA in Italia in digital learning. Il Flex EMBA  è un innovativo formato Executive MBA che consente di scegliere da dove seguire le lezioni, come fruire i contenuti e quando frequentare i corsi, assicurando ai partecipanti la possibilità di costruirsi un’esperienza formativa altamente personalizzata.

Il formato del Master consente di acquisire le medesime competenze, di costruire lo stesso network di relazioni e di ottenere lo stesso diploma dei formati Executive MBA tradizionali, beneficiando però della massima flessibilità e compatibilità con gli impegni di lavoro e familiari assicurate dalle più moderne tecnologie digitali.

Si tratta di una vera innovazione nel panorama della formazione Executive in Italia, in cui per la prima volta è il percorso di studi ad adattarsi all’agenda di lavoro degli allievi e non viceversa.

Tutto questo grazie ad una innovativa piattaforma di digital learning, sviluppata dal MIP su tecnologia Microsoft, attraverso cui gli allievi possono studiare, apprendere e collaborare utilizzando gli stessi strumenti che quotidianamente sono abituati ad impiegare in ufficio e a casa.

Inoltre, grazie alla collaborazione in essere con Dell e Intel agli allievi del Flex EMBA verrà fornito un dispositivo 2 in 1 di ultima generazione –Dell Venue 11 Pro – basato sulla tecnologia di processore Intel® Atom™, che assicura vantaggi sia in termini di prestazioni che di produttività : questo nuovo Dell Venue 11 Pro con Intel Inside®  può essere infatti utilizzato in modalità tablet per fruire al meglio dei contenuti multimediali, oppure può essere dotato di una tastiera opzionale per beneficiare delle piene funzionalità  di un notebook conuna straordinaria durata della batteria.

 

Formato e programma del Flex EMBA

Il Flex EMBA ha un formato modulabile, con una durata minima di 18 mesi. Esso consente tuttavia di distribuire il proprio impegno in modo personalizzato e funzionale alle proprie esigenze, fino ad un periodo massimo di 3 anni.

Il percorso formativo si articola in 8 Corsi Core, ognuno dei quali viene erogato due volte all’anno tramite la piattaforma di digital learning, permettendo così all’allievo di gestire al meglio il proprio piano di studio.

A questi corsi si aggiungono dei momenti di interazione face-to-face in presenza, volti a sviluppare le soft skills, le capacità di negoziazione, di public speaking e di leadership degli allievi, oltre a permettere loro di costruire un solido network di relazioni interpersonali.

Completano il Flex EMBA 2 Corsi Elective, da seguire presso la sede del MIP al termine dei Corsi Core, in italiano o in inglese, e il Project Work finale.

La piattaforma permette di accedere a contenuti video pre-registrati, di partecipare attivamente a video-sessioni di discussione e workgroup moderate dal docente, di interagire con gli altri allievi e di lavorare insieme a loro su progetti e assignment, di accedere a contenuti multimediali addizionali, di interagire one-to-one con i docenti. Tutto questo da qualsiasi luogo e utilizzando un qualsiasi terminale digitale (tablet, smartphone, laptop, eccetera)

Per la prima volta, infatti, sono stati integrati strumenti di produttività individuale e di collaboration, tra cui Outlook, Onedrive, Sharepoint, Lync, e gli altri applicativi di Office 365 in un ambiente user-friendly, che permette ai partecipanti di vivere un’esperienza digitale innovativa, introducendo per la prima volta i concetti di smart working in un contesto formativo.

Benefici del Flex EMBA

Il Flex EMBA permette di conciliare al meglio lo studio e gli impegni di lavoro e familiari e per questo si rivolge a:

  • Profili che non possono programmare le proprie agende e viaggi di lavoro e per questo richiedono maggiore flessibilità rispetto a quella offerta dai formati tradizionali Executive MBA Part-Time
  • Manager che non possono assentarsi dall’attività lavorativa per lunghi periodi di tempo o che lavorano all’estero.

La frequenza tramite piattaforma permette di trasferire in modalità digitale gli elementi più importanti di un percorso formativo Executive consentendo inoltre di limitare al massimo gli spostamenti necessari per seguire le lezioni, assicurando un importante risparmio dei costi e del tempo dovuti alle trasferte.

La piattaforma rappresenta un breakthrough nel campo delle tecnologie per il distance learning, e porta l’esperienza formativa all’interno dell’ambiente digitale in cui ogni allievo vive e lavora, con una semplicità ed immediatezza d’uso mai sperimentati fino ad oggi. Aiuta inoltre gli studenti ad orientarsi nel vastissimo insieme di contenuti ed opportunità di formazione sempre più disponibili, gratuitamente, sulla rete.

Sfruttando la flessibilità garantita dalla nuova piattaforma di digital learning, infine, la Faculty del Flex EMBA si amplia, coinvolgendo top manager di aziende di rilievo nel panorama italiano ed internazionale nell’Adjunct Faculty del Flex EMBA.

Il Flex EMBA è anche particolarmente adatto a soddisfare le esigenze delle imprese che intendono formare e far crescere i propri dipendenti ad alto potenziale, senza tuttavia allontanarli per molte ore dal luogo di lavoro. È un formato adatto anche a quelle imprese che hanno dipendenti sparsi per il mondo, i quali possono beneficiare di un aggiornamento ed allineamento delle proprie competenze manageriali.

 

 

No Comments
Comunicati

Treviso: conferito all’architetto Cesare Feiffer il premio di merito alla carriera


Durante la raffinata serata di gala per i festeggiamenti dei 150 anni della Croce Rossa, che si è svolta in data venerdì 10 Ottobre a Treviso nell’Auditorium Fondazione Cassamarca di Treviso con il concerto della rinomata orchestra “I Solisti Veneti” diretta dal Maestro Claudio Scimone, il noto architetto Cesare Feiffer è stato insignito di un premio istituzionale di merito alla carriera dall’Assessore alla Cultura Luciano Franchin e dal Prefetto di Treviso Maria Augusta Marrosu “Per l’intensa attività operativa nel settore della conservazione del patrimonio architettonico ambientale”.

Feiffer è docente di restauro architettonico presso la facoltà di architettura dell’Università di Roma Tre e dal 1999 dirige la famosa rivista di settore «Recupero e Conservazione».

Feiffer ha dichiarato: «Ho sempre cercato di unire la riflessione critica sui temi della disciplina del restauro alla pratica professionale». Questo significativo messaggio di riflessione espresso è frutto della sua quotidiana esperienza di architetto-restauratore, che non dimentica di dare importanza e fondamento critico ad ogni azione e tiene sempre presente l’obiettivo finale dell’intervento di restauro che consiste nella conservazione della materia del manufatto. Feiffer dimostra concretamente le tesi da lui perorate facendo parlare i suoi progetti e le sue realizzazioni, dietro la cui eleganza e apparente semplicità si cela in realtà un complesso e sistematico meccanismo organizzativo scandito da tempi, successive fasi d’avanzamento e continui movimenti di confronto con la committenza.

No Comments
Comunicati

Treviso: Mariateresa Nugnes, avvocato e giudice di pace, ospite alla serata di gala per festeggiare i 150 anni della Croce Rossa Italiana


In occasione della serata di gala organizzata per festeggiare i 150 anni della Croce Rossa Italiana, svoltasi nel rinomato Auditorium Fondazione Cassamarca, a Treviso, in data Venerdì 10 Ottobre 2014, l’affermato avvocato nonché Giudice di Pace Mariateresa Nugnes ha preso parte al prestigioso evento nell’esclusivo parterre delle presenze istituzionali di spicco invitate a presenziare. Accanto a lei il Prefetto del comprensorio provinciale trevigiano Maria Augusta Marrosu, l’Assessore alla Cultura Luciano Franchin, l’Assessore al Sociale, Sanità e Casa Liana Manfio e altre importante personalità. 

Durante l’iniziativa si è tenuto un coinvolgente concerto dal vivo della famosa Orchestra “I Solisti Veneti” il popolare gruppo da camera, con fama mondiale, capitanato dal celebre fondatore l’esimio Maestro Claudio Scimone, premiato con targa ad honorem alla carriera, a cui è giunto il significativo messaggio di congratulazioni della divina del bel canto Katia Ricciarelli, sua allieva prediletta. Il soprano ha dichiarato con caloroso affetto “Scimone è un uomo e un professionista straordinario, di cui conservo indelebili nel tempo tanti bei ricordi e a cui auguro ogni bene in positivo. Sono lieta di questo meritato riconoscimento“.

No Comments
Comunicati

Un nuovo servizio di hosting che mantiene ciò che promette


Finalmente una ventata di aria nuova in un mercato che sembrava saturo, come quello dei servizi di hosting, meno male era proprio ciò che ci voleva, ultimamente non erano molte le migliorie che si potevano trovare. La scelta dell’hosting è sempre stato un elemento cruciale per chi si apprestava a aprire un nuovo sito internet e sono in molte le persone che deciedevano di servirsi di un hositng gratuito senza pensare alle nefaste conseguenze che ne potevano scaturire. A primo impatto sembrerebbe infatti la scelta migliore, perché pagare qualcosa se si può ettenere gratis? successivamente ci si rendeva conto che le cose si mettevano molto male per il nostro sito, impossibilità di scegliere un dominio, ma solo un sotto dominio, difficoltà nel pubblicizzare la pagine internet, caricamenti dei contenuti infiniti, sito sempre down, spam e sicurezza informati ai massimi livelli e molto altro ancora che non sto qui ad elencare!

A quel punto che cosa si faceva? si trasferiva su un altro hosting il nostro sito e si partiva praticamente da capo registrando un nuovo dominio e stando più attenti.

La concorrenza nel mercato di questi servizi però rimane spietata e i nuovi arrivati in questo mondo si trovano spiazzati di fronte a tanta offerto, perché anche tra gli hosting a pagamento ve ne sono dei tipi molto scadenti che non mantengono ciò che in realtà promettono. Proprio per questo è bene sempre tener conto delle opinioni di coloro che si sono serviti del tipo di hosting e tenersi sempre aggiornati con articoli e forum dedicati.

Ma stavamo parlando inizialmente di un nuovo servizio che è diventato presto leader mercato si tratta di Hosting99!

Hosting99 già da alcuni mesi ha spopolato e tra i vari forum se ne parla positivamente, tanto che molte persone che si sono trovate ad usarlo hanno rilasciato numerose recensioni positive che si possono trovare tutt’ora su internet, eccone alcune interessanti:

http://www.ciao.it/Hosting99_it__Opinione_1661479

 

http://www.ciao.it/Hosting99_it__Opinione_1703113

 

http://www.ciao.it/Hosting99_it__Opinione_1713802

L’efficienza di Hosting99 è garantita dai loro server veloci nei caricamenti, la loro professionalità ed efficienza viene dimostrata da un servizio di assistenza sempre pronto a risolvere qualsiasi problema perché attivo 24 ore su 24 sette giorni su sette.

Il bello di questo servizio è che economicamente sbaraglia la concorrenza con prezzi ad hoc per ogni esigenza e preventivi di spesa gratuiti e precisi che possono essere richiesti in qualsiasi momento.

 

 

 

No Comments
Comunicati

Ritrovare il benessere grazie all’equitazione


L’equitazione è uno sport che trova sempre più appassionati, soprattutto in età infantile e tra le donne. Perché riscuote questo successo crescente? Si tratta solo di una moda o c’è qualcosa di più profondo? Per fortuna non si tratta solo di una tendenza passeggera, ma è la conseguenza di un insieme di fattori concomitanti. Le persone sono sempre più consapevoli del valore dello sport e della sua funzione psicologica e sociale, e già questo favorisce un avvicinamento alle discipline prima considerate “di nicchia”. Inoltre, nel caso particolare dell’equitazione, sono ormai noti a tutti i benefici su bambini e adulti e molti genitori hanno ormai superato la paura di mandare il proprio bambino in un maneggio. Vediamo allora più in dettaglio quali sono i vantaggi per grandi e piccini!

L’equitazione durante l’infanzia e l’adolescenza

In passato il sentimento prevalente nei genitori a cui veniva fatta la richiesta da parte dei figli di andare a cavallo era il timore per la loro salute. L’equitazione era vista come un’attività dispendiosa e pericolosa, che metteva a rischio l’incolumità fisica dei bambini. Oggi i genitori hanno imparato a fidarsi dei maneggi e sono consci dei numerosi vantaggi dell’equitazione per un bambino, così si lasciano convincere molto più facilmente.
I bambini che si avvicinano all’equitazione si divertono immensamente e trovano una valvola di sfogo efficace contro una vita che li costringe immobili per troppo tempo. Il contatto con il cavallo riesce a fargli superare il senso di solitudine, insegnando a diventare responsabili e a prendersi cura di un altro essere vivente. Questo aspetto è molto importante soprattutto nei figli unici e nei bambini viziati.
Dal punto di vista fisico, con un approccio graduale alla disciplina il corpo si adatterà senza traumi e diventerà più forte, robusto, atletico e allenato.
I problemi della sicurezza possono essere facilmente risolti se ci si rivolge solo a maneggi seri e specializzati, senza lasciare i bambini in mano a persone incompetenti. i genitori devono poi prestare la massima attenzione all’equipaggiamento, scegliendo con cura tutto ciò che serve, in particolare il paraschiena e il casco (qui una selezione di cap da equitazione).
Se dai bambini ci spostiamo agli adolescenti, i benefici dell’equitazione sono simili, ma hanno un valore ancora più profondo in un’eta difficile e tormentata come quella dell’adolescenza. Statisticamente è stato provato che praticare l’equitazione riduce il rischio di abbandono scolastico, depressione e bullismo, e veicola nei ragazzi valori importanti come il rispetto, la cura e la responsabilità.

L’equitazione nell’età adulta

Anche da adulti si può proseguire con l’equitazione, poiché questa disciplina è completa e aiuta a contrastare i problemi più comuni per chi pratica una vita sedentaria. L’equitazione modella e tonifica il corpo, aiuta a dimagrire e restare giovani, riduce lo stress ed è un’ottima valvola di sfogo. Aiuta inoltre a combattere ansia e depressione, due mali oscuri sempre più diffusi che però si possono ostacolare scegliendo uno stile di vita sana e uno sport benefico come l’equitazione!

No Comments
Comunicati

Arriva il Report Hera: qualità e risparmio con l’acqua di casa

  • By
  • 25 Ottobre 2014


Presentato “In buone acque”, il documento annuale della multiutility sulla qualità dell’acqua di rubinetto, disponibile on-line e presso i principali sportelli clienti del Gruppo

 

 

1.800 controlli al giorno, 648.252 analisi di cui 65.592 effettuate nel solo territorio bolognese dai laboratori Hera, attivi 7 giorni su 7 con 80 tecnici specializzati. Questo, in cifre, il lavoro che sta dietro al report “In buone acque”, realizzato come ogni anno dal Gruppo Hera per rendicontare la qualità dell’acqua di rubinetto. 

 

 

I numeri che raccontano le dimensioni del servizio idrico integrato di Hera disegnano una grande realtà: 243 Comuni fra Emilia-Romagna e Nord-Est e 3,6 milioni di cittadini serviti, 1.279 punti di captazione, 353 impianti di produzione e potabilizzazione, 34.788 chilometri di rete acquedottistica, 18.515 chilometri di rete fognaria e 1.030 impianti di depurazione. Importante la politica di investimenti del Gruppo, con 100 milioni di euro impiegati ogni anno a vantaggio del servizio idrico integrato. Nonostante questo, restano minimi i costi a carico dei cittadini, che per 1.000 litri di acqua del rubinetto pagano solo 1,71 euro, contro i 300 euro dovuti per la corrispondente quantità di acqua in bottiglia.

 

 

In buone acque” è stato redatto con la collaborazione della Regione Emilia-Romagna, di Arpa Emilia-Romagna, delle Aziende Usl del territorio e di Romagna Acque. Il report completo è, inoltre, arricchito dal contributo di tre “esperti di acqua”: Vito Belladonna, Direttore di Atersir, Stefano Tibaldi, Direttore di Arpa Emilia-Romagna e Giancarlo Marinangeli, Direttore del Reparto di Nefrologia e Dialisi dell’ASL di Teramo.

 

“La nostra ricetta – afferma Stefano Venier, Amministratore Delegato del Gruppo Hera – si basa su investimenti importanti, per circa 100 milioni di euro ogni anno, un impegno che ci consente di essere al primo posto in Italia per il contenimento delle perdite idriche con costi per i cittadini fra i più bassi d’Europa. Scegliere acqua del rubinetto – continua L’AD di Hera – significa tutelare, in una volta sola, ambiente e portafoglio con la certezza, visti i risultati del Report, di non rinunciare alla salute”.

 

 

Leggi il report “In buone acque”

http://www.gruppohera.it/gruppo/attivita_servizi/business_acqua/qualita/buone_acque/

 

 

 

Controlla l’etichetta dell’acqua nella tua città

http://www.gruppohera.it/gruppo/attivita_servizi/business_acqua/qualita/qualita_acqua_hera/

 

No Comments
Comunicati

Echoes approda a Skipass con i defibrillatori HeartSine samaritan PAD: sicurezza garantita anche sulla neve


Con il più alto indice di protezione disponibile sul mercato, i defibrillatori HeartSine samaritan PAD, unici nel loro genere, sono in grado di garantire performance ottimali anche in condizione estreme: in alta montagna, sulla neve e con temperature sotto zero. Per questo Echoes Srl, main importer per l’Italia dei defibrillatori HeartSine, leader mondiale del settore, partecipa per la prima volta a Skipass, la vetrina del ‘bianco’ più grande d’Italia, in programma a Modena dal 30 ottobre al 2 novembre.

Main importer per l’Italia dei defibrillatori HeartSine, l’azienda leader mondiale del settore che nel 1966 progettò il primo defibrillatore extra-ospedaliero mai realizzato al mondo, Echoes Medical Division, la divisione medicale di Echoes Srl, approda per la prima volta a Skipass, la fiera del turismo e degli sport invernali più importante in Italia, in scena a Modena dal 30 ottobre al 2 novembre.

E lo fa presentando ai vertici delle stazioni sciistiche italiane e ai responsabili della sicurezza sulle piste da sci un prodotto di alta qualità, l’unico sul mercato in grado di garantire una seconda chance di vita a chi è stato colpito da arresto cardiaco, anche in condizioni climatiche e ambientali estreme: sulla neve, con temperature fino a dieci gradi sotto zero, in alta quota fino a 4.575 metri di altitudine. Si tratta dei defibrillatori HeartSine samaritan PAD, dispositivi salvavita dotati di indice di protezione IP56, il più alto disponibile sul mercato, in grado di garantire performance ottimali anche in condizioni proibitive: sulla neve appunto, ma anche sotto la pioggia e il temporale o in ambienti polverosi, come deserti o stabilimenti balneari.

I prodotti HeartSine hanno superato rigidi test militari, sono certificati FDA, RTCA/DO160F, MIL STD 810F, e sono stati scelti anche per equipaggiare la Casa Bianca e il Parlamento europeo, oltre che da clienti autorevoli come U.S. Army, U.S. Air Force, U.S. Navy, American Airlines, Nato, Coca Cola, Nestlè, McDonalds, BMW, Mercedes.

I defibrillatori HeartSine samaritan PAD sono i più piccoli e i più leggeri in commercio – non superano il peso di 1,1 chilogrammi – sono dotati di comandi vocali e visivi in grado di guidare e accompagnare il soccorritore in tutte le manovre richieste.

I dispositivi DAE HeartSine samaritan PAD 500P sono, inoltre, gli unici al mondo ad essere dotati del sistema CPR Advisor: attraverso un algoritmo brevettato forniscono informazioni sull’efficacia dell’esecuzione del massaggio cardiaco, aumentando ulteriormente la possibilità di sopravvivenza della persona colpita da arresto cardiaco.

Oltre ad avere il più alto indice di protezione presente oggi sul mercato, i defibrillatori HeartSine sono in grado di garantire prestazioni ancora più ottimali, offrendo la massima sicurezza in qualsiasi condizione.  Echoes Srl prevede, infatti, la possibilità di proteggere i dispositivi DAE all’interno di appositi armadietti dotati di allarme, combinatore telefonico e riscaldamento, che consentono di posizionare il defibrillatore anche all’esterno di edifici, con temperature comprese tra -10 e +50 gradi.

No Comments
Comunicati

Napoli: Palazzo Doria D’Angri non solo Storia Nazionale ma anche confortevole luogo di meeting, eventi artistici e politici


All’interno dell’inestimabile patrimonio storico, artistico e culturale del nostro Paese, conosciuto e apprezzato in tutto il mondo, senza dubbio bisogna includere il secolare Palazzo Doria D’Angri a Napoli, in Piazza Sette Settembre, che alla stregua della Reggia di Caserta, è stato mirabilmente progettato dagli illustri architetti Vanvitelli Luigi e Carlo, rispettivamente padre e figlio. Altri rinomati professionisti dell’epoca, che hanno fornito il loro prezioso e autorevole contributo nella realizzazione di questo maestoso capolavoro e degli spettacolari affreschi in esso custoditi sono Fedele e Alessandro Fischietti, Costantino Desiderio, Girolamo Starace, Giacinto Diano, Gennaro Di Fiore e Francesco Longhetti. Il palazzo si trova in un crocevia di particolare rilievo strategico: vicinissimo a Palazzo Reale, al Teatro San Carlo, allo storico bar Gambrinus, alla Piazza del Gesù e alla Chiesa di Santa Chiara.

 

Va poi ricordata la speciale valenza simbolica che riveste e che si è tramandata fino ad oggi, poiché dal balcone centrale del suggestivo Salone degli Specchi, l’eroe dei due mondi Giuseppe Garibaldi si è affacciato per annunciare l’annessione ufficiale del Regno Borbonico delle due Sicilie al novello Stato Italiano. Correva l’anno 1860, precisamente il 7 Settembre. Anche un pregiato ritratto realizzato dal famoso artista Wenzel Franz e conservato presso il Museo Civico di Napoli ne illustra la scena epocale con il Palazzo, che si erge sontuoso nel massimo splendore.

 

Attualmente questa prestigiosa struttura, di superficie pari a 1100 mq, perfettamente conservata, si presta per essere utilizzata con versatile funzionalità. Infatti, è un luogo assolutamente congeniale per ospitare scuole e accademie d’arte, meeting, riunioni e congressi, sedi universitarie, esposizione museale, eventi culturali e artistici, mostre, caffè letterario con annessa biblioteca, iniziative e manifestazioni di carattere politico.

 

No Comments
Comunicati

CHE COSA E’ POSSIBILE FARE CON UNA FORMAZIONE DA MENTAL COACH


Negli ultimi anni è giunta anche in Italia la figura del coach, un’attività sempre più richiesta e scelta soprattutto dalle generazioni più giovani; parallelamente a questa espansione si sono dovute quindi sviluppare delle strutture formative adeguate.
La formazione per un coach è di vitale importanza perché non consente di ottenere una certificazione, indispensabile per chiunque voglia svolgere questo tipo di professione, nonché indice di serietà e affidabilità.
Formarsi è dunque il primo passo per ottenere un attestato che dimostri di aver svolto un corso mirato ad ottenere delle specifiche competenze in materia di Mental Coaching.
Nello specifico la formazione per un coach si basa sul fornire degli strumenti al soggetto che vuole diventare Mental Coach, affinché questi possa essere in grado di aiutare gli altri a migliorare se stessi e a raggiungere quegli obiettivi necessari per tagliare il traguardo del successo e della realizzazione personale.
La formazione per un coach ruota attorno ad un semplicissima parola: la mente.
Il concetto di base è che la mente possa intervenire attivamente nelle attività quotidiane che si è soliti svolgere, influenzandone positivamente o negativamente l’esito finale.
La sua missione è scovare le potenzialità latenti dell’individuo preso in esame, capire quali siano gli obiettivi che intende raggiungere e fornirgli gli strumenti necessari per tale scopo. Il fine è renderlo conscio delle proprie capacità e permetterli di esprimere tutto il suo talento.
Un percorso di formazione per coach permette di diventare coach professionisti, secondo le norme vigenti in Italia e di specializzarsi in seguito su un settore specifico: coaching sportivo, business coaching life coaching.

BUSINESS COACHING
Il business coach in azienda è una figura molto ricercata perché sono molti i manager che si rivolgono a lui per migliorare le proprie performance ad acquisire sicurezza e fiducia in se stessi, doti che uomo d’affari deve obbligatoriamente possedere: non è sufficiente essere capaci, bisogna porsi nella giusta maniera, essere brillanti, sicuri, pensare che prima ancora di vendere il prodotto è necessario promuovere se stessi.
Essendo il cliente un uomo d’affari, il business coach lavorerà principalmente su due aspetti:
1) La costruzione di una personalità sicura e positiva, per smussare e migliorare alcuni lati caratteriali che a lungo andare potrebbero danneggiare l’immagine di una persona. Questo step include aiutare il cliente ad accrescere l’autostima nei confronti di stesso ed essere più auto consapevole dei propri mezzi e delle proprie capacità.
2) L’attuazione di un percorso con obiettivi precisi, che porti al successo e alla realizzazione personale.

COACHING SPORTIVO
Nel mondo dello sport si sta sempre di più diffondendo la figura del mental coach.
C’è uno sport mental coach per gli sportivi, per gli allenatori e persino uno sport mental coach per società sportive indirizzato a procuratori, manager e dirigenti.

La consulenza offerta da questo professionista è molto variegata e varia a seconda delle esigenze del soggetto: per uno sportivo sarà importante imparare a gestire situazioni caratterizzate da una forte tensione emotiva, dovuta alla poca concentrazione o alla difficoltà di replicare in gara le ottime performance ottenute in allenamento; per un allenatore, invece, il piano di lavoro dovrà concentrarsi su come comunicare al meglio nel proprio team, sviluppare una modalità vincente e incrementare il proprio ruolo di guida e di leader. Lo sport mental coach per società sportive avrà invece il compito di insegnare alle società le tecniche e i processi di vendita, come gestire le trattative e soprattutto come comunicare in modo efficace con i media.

LIFE COACHING
Il Life coach si occupa delle esigenze delle persone comuni, dal desiderio di sviluppare se stessi, al superamento di momenti impegnativi, dall’acquisizione di maggior sicurezza nelle proprie capacità al raggiungimento di obiettivi ambiziosi. Tali obiettivi, come già detto, riguardano la sfera quotidiana di un individuo: una madre contesa tra lavoro e figli, un ragazzo che vuole aumentare il livello dei risultati scolastici, un individuo che ha difficoltà ad esporsi e parlare in pubblico, genitori che si sentono inadeguati a ricoprire il ruolo di educatori della propria prole.

No Comments
Comunicati

Luci in costruzione Dubai, trasformazioni urbane


Dubai all’apice del successo. La città ricca, viziata, stravagante. Immaginate uno dei luoghi più ambiti (in passato, soprattutto) immortalata nel momento di più alto splendore, proprio pochi attimi prima del crollo economico e finanziario. Questa è la fase raccontata dalla fotografie di Massimiliano Farina, architetto e fotografo milanese.

 

La macchina da presa focalizza l’obiettivo su quella che agli occhi del mondo appare una realtà in costruzione e in continuo divenire. Il progresso, il lusso, la potenza che si riflette nei palazzi, nei grattacieli, nelle architettura faraoniche e, quasi, surreali. Un modo che progredisce e che va avanti alla velocità della luce.

 

La ‘Città in Costruzione’ è proprio la chiave di lettura di questa realtà e delle immagini scattate da Massimiliano nel 2008, poche settimane dalla crisi (scoppiata nel dicembre dello stesso anno).  I cantieri (tra cui quelli che lui seguiva in qualità di architetto) lavoravano anche di notte; 24h su 24 per dare forma a idee e progetti.

 

Le fotografie raccontano quest’atmosfera, quasi surreale e spettrale. La città è deserta, protagonisti sono i cantieri che con la loro luce creano scenografie inaspettate. A differenza di altri progetti fotografici e urbani, il lavoro di Massimiliano nasce dal desiderio di raccontare con taglio diverso e innovativo una città di notte. Non c’è la luce del Sole, non c’è l’illuminazione artificiale, la sola fonte di luce sono i cantieri, con i loro fari e la loro segnaletica.

Dal 2007, Massimiliano viaggia in tutto il mondo fotografando città e trasformazioni urbanistiche, documentando situazioni in cui i confini tra finzione e realtà diventano invisibili.

 

Massimiliano Farina, nato a Milano nel 1974, è laureato in architettura Politecnico di Milano.

Nel 1991 inizia a fotografare ed a sperimentare tecniche di sviluppo e stampa in bn.  Nel 1997 realizza la sua prima personale “Belfast” a Milano, e tante altre mostre fotografiche nel corso degli anni. Successivamente sviluppa un’ attività personale di ricerca, operando nell’ambito della fotografia di reportage, di architettura e di documentazione del territorio. Nel 2009 apre a Milano lo studio fotografico Click&Chic e si occupa di fotografia industriale, ritrattistica, still-life, editoria e wedding.
(G.L.R.)

No Comments
Comunicati

Jacqueline Domin: la fotografia naturalista dell’artista francese in mostra a Spoleto incontra Venezia


La nota fotografa Jacqueline Domin è stata scelta per far parte della schiera di artisti coinvolti nella prestigiosa mostra curata da Vittorio Sgarbi e diretta dal manager produttore Salvo Nugnes dal titolo “Spoleto incontra Venezia“. L’esposizione è allestita a Venezia dal 28 settembre al 24 ottobre 2014 presso Palazzo Falier e Palazzo Rota-Ivancich. In questa intervista la fotografa rivela le proprie emozioni sui soggetti da lei ritratti negli scatti e le sue idee sull’arte contemporanea.

 

D: Che sensazione prova a staccarsi da un pezzo venduto?

R: L’emozione e sensazione che ho provato nell’istante dello scatto è lì nella fotografia e resterà dentro di me per sempre. Quell’immagine andrà ad un’altra persona che vivrà la sua propria emozione guardandola. L’idea mi rende felice.

 

D: Qual è il lavoro a cui è più affezionata? Perché?

R: Non potrei scegliere. Ogni fotografia è stato davvero un attimo unico.

 

D: Come vede l’arte rispetto la crisi dei giorni d’oggi?

R: Imbavagliata e abbandonata.

 

D: Quali sono gli artisti che hanno maggiormente influenzato il Suo lavoro?

R: Nessun artista. Mentirei altrimenti.

 

D: Quale messaggio vuole trasmettere con la Sua arte?

R: Credere in quello che si fa, amandolo fino in fondo con gioia.

No Comments
Comunicati

Ariano Irpino: domani l’inaugurazione della Fiera del Baratto e dell’Usato


Taglio del nastro per l’evento dedicato al riuso e al riciclo degli oggetti, ospitato per la seconda volta presso il Centro Fieristico Fiere della Campania. Prima uscita pubblica per il Presidente della Provincia di Avellino Domenico Gambacorta e l’Assessore Regionale Vittorio Fucci.

Conto alla rovescia per l’inizio della seconda edizione della Fiera del Baratto e dell’Usato evento dedicato ad Artigianato, Modernariato, Collezionismo e Antiquariato, che sarà ospitato presso il Centro Fieristico Fiere della Campania di Ariano Irpino, sabato 25 e domenica 26 ottobre. L’iniziativa è, come sempre, organizzata dall’Associazione Culturale Bidonville, che per il 18° anno si accinge ad organizzare la storica manifestazione presso la Mostra d’Oltremare di Napoli. Il taglio del nastro dell’atteso evento avverrà alle ore 10,00 di sabato mattina e anche questa volta, come per le altre kermesse organizzate presso il polo fieristico arianese, forte sarà la presenza delle istituzioni e delle autorità politiche. Presenzieranno all’inaugurazione il neoeletto Presidente della Provincia di Avellino e Sindaco del Comune di Ariano Irpino, Domenico Gambacorta e il nuovo Assessore Regionale Vittorio Fucci, cui sono state affidate le deleghe al Commercio, Artigianato e indirizzo e coordinamento in materia di attività di ricerca ed estrazione di idrocarburi. Entrambi hanno scelto il Centro Fieristico Fiere della Campania di Ariano Irpino per la loro prima uscita pubblica ufficiale, a conferma del grande interesse delle istituzioni provinciali e regionali per le attività messe in essere presso la struttura realizzata dalla Comunità Montana dell’Ufita, la quale va consolidando sempre più la sua importanza baricentrica nello sviluppo delle aree interne. All’inaugurazione prenderanno parte: Carmine Famiglietti, Presidente Comunità Montana dell’Ufita; Franco Lo Conte, Amministratore Unico Fiere e Congressi; Oreste Ciasullo, Presidente GaL Ufita; Fulvio Martusciello, Europarlamentare; Francesco Iannuzzi, Direttore Generale Sviluppo Economico e Attività Produttive Regione Campania; Giulio Belmonte, Presidente ASI; Luigi Napolitano, Commissario EPT Avellino; i Consiglieri Regionali e il Presidente del Consiglio Regionale. Interverranno, inoltre, i sindaci dei comuni appartenenti alla Comunità Montana dell’Ufita e del comprensorio. Al taglio del nastro farà seguito la visita agli stand, che saranno aperti al pubblico dalle ore 10,00 alle 21,00 in orario continuato e dove sarà possibile, per tutti i visitatori e gli appassionati, acquistare e/o barattare oggetti di ogni sorta. Un’occasione imperdibile per riscoprire i valori legati al corretto utilizzo degli oggetti, la cui vita è spesso ben più lunga di ciò che si crede. Risparmio, passione, ambiente sono alcuni dei temi fondamentali che la Fiera del Baratto e dell’Usato promuove sin dalla sua nascita. Passeggiare tra le bancarelle è il miglior modo, infatti, per imparare ad evitare sprechi e a risparmiare, trasformando l’inutile in utile e permette di fare affari d’oro, con oggetti di qualità a un piccolo prezzo, tutelando al contempo la natura, grazie alla riduzione di rifiuti. Grande novità di questa edizione sarà il “Laboratorio della Salute”, a cura dell’Associazione Salute Libera, iniziativa per favorire la prevenzione di varie patologie anche in un ambiente diverso da quello dello studio medico. Nei due giorni della fiera i visitatori potranno usufruire gratuitamente di visite audiometriche e del consulto di un farmacista e di un nutrizionista. La seconda edizione della Fiera del baratto e dell’Usato di Ariano Irpino, si terrà, inoltre, in concomitanza con la nuova edizione dell’Oktober Beer Festival – Salone Internazionale della Birra Artigianale. La kermesse gastronomica dedicata agli amanti della birra e delle tradizioni culinarie tedesche e non solo, quest’anno sarà incentrata maggiormente sulla valorizzazione delle eccellenze brassicole italiane, ampliando l’offerta di birre proposte in occasione dell’evento e creando dei momenti di incontro, degustazione e didattica sul mondo della birra artigianale. Per l’occasione saranno presentate al pubblico tante novità, soprattutto provenienti dal panorama brassicolo locale. L’Oktober Beer Festival – Salone Internazionale della Birra Artigianale proseguirà fino a lunedì 27 ottobre con una serata dedicata ad un pubblico selezionato di operatori del settore con la presenza di rappresentanti di esercizi commerciali e attività di ristorazione, ai quali saranno presentate e ultime novità in fatto di birre da proporre all’interno dei propri locali. Due eventi da non perdere per un week-end all’insegna del gusto e della riscoperta di oggetti preziosi.

No Comments
Comunicati

Logistica Milano, logistica, supply chain

L’ampia collocazione del termine logistica non permette l’etichettamento di una terminologia specifica riguardo a questa parola. Essendoci molti rami in cui opera questa materia è difficile trovare una definizione comune in quanto la visione generale attribuita a questa, occupa molteplici ambiti lavorativi che rientrano nell’operato lavorativo della logistica. Tuttavia la SLE è riuscita a trovare una versione conciliabile per molti dei punti di vista di questa materia. La seguente definisce la logistica come l’insieme delle attività organizzative, gestionali e strategiche che governano nell’azienda i flussi di materiali e le relative informazioni originarie presso i fornitori, per arrivare alla consegna dei prodotti terminati al cliente o al servizio post-vendita. Secondo la Society of Logistic Engineers la logistica è “arte e scienza dell’organizzazione, della progettazione e dell’attività tecnica riguardante i requisiti, la definizione, la fornitura e le risorse necessarie a supportare obiettivi, piani ed operazioni”.
L’applicazione moderna della logistica all’interno delle aziende, consiste in una scelta di servizi di variabile ampiezza che può essere compresa dalla gestione integrata dei magazzini a 360°, come ricezione e controllo di qualità e quantità dei prodotti, stock per il posizionamento, controllo dei flussi di entrata e uscita, alle lavorazioni extra come ad esempio imballaggi, confezionamento, etichettatura, termo retrazione, blisteratura, nonché di servizi di deposito conto terzi e gestione documentale ed archiviazione. Per mezzo di software applicativi di gestione, oggi viene assicurato il funzionamento perfetto della gestione logistica integrata dei magazzini. Ciò permette di soddisfare le specifiche esigenze e ottimizzare le risorse in modo da permettere un controllo continuativo e costante di monitoraggio delle giacenze in essere dal punto di vista quantitativo e soprattutto qualitativo.
La logistica deve essere competente di tecniche della movimentazione, di pianificazione aziendale e degli acquisti, della legislazione, oltre che di tecniche relative alla gestione delle merci e al controllo della qualità e della produttività. Non meno importanti una buona conoscenza delle tecnologie informatiche, una particolare attitudine all’attività analitiche e organizzative, oltre a creatività, flessibilità e rapidità decisionale. Infine, servono una predisposizione ai rapporti umani, carattere dinamico, capacità di problem solving, autonomia, flessibilità e creatività. Lo scopo principale e primario della logistica è quello di massimizzare il livello di servizio al cliente finale, ottimizzando contestualmente i costi operativi ed il capitale impegnato. È di sostanziale importanza sottolineare che, nei progetti di SCM, la collaborazione gioca un ruolo primario. È proprio attraverso questa collaborazione che si arriva a migliorare alcune funzioni come: la previsione della domanda, necessario al fine di comprendere più approfonditamente le esigenze dei consumatori;

No Comments
Comunicati

Cezanne HR e Fabricalab insieme per ottimizzare la gestione delle risorse umane delle imprese del Centro Italia


Cezanne HR, protagonista nel mercato delle soluzioni software per le risorse umane e Fabricalab, provider IT di soluzioni e servizi che rispondono con grande efficacia alle priorità informatiche aziendali, hanno siglato un accordo per la distribuzione nell’area del Centro Italia, in particolare in Toscana, di Cezanne OnDemand.

 

Il ruolo di Fabricalab non si limiterà alla fase di commercializzazione ma coprirà anche le attività di accounting diretto sui clienti supportandoli nella fase di start up seguendo le fasi di implementazione fino al raggiungimento della piena operatività.

 

La collaborazione si concretizzerà anche nella realizzazione di attività marketing ed eventi che vedranno impegnate le due aziende nel territorio toscano.

 

“La partnership siglata con Fabricalab è un’ulteriore testimonianza dell’impegno e dell’attenzione che la nostra azienda riserva quotidianamente alla ricerca di partner qualificati che possano valorizzare sul territorio la nostra soluzione HR” ha commentato Carlo Ugdulena, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Cezanne HR.

 

“Grazie a questo accordo con Cezanne HR, Fabricalab completa la propria offerta in ambito HR e pone le basi per nuove soluzioni all’insegna dell’innovazione e della ricerca di prodotti e sistemi che incontrino e soddisfino sempre più le esigenze di professionisti e manager del settore”, ha dichiarato Fulvio Orazzini, Sales Manager di Fabricalab.

No Comments