All Posts By

[email protected]

Comunicati

Il fascino della tridimensionalità: Decobel ad [email protected] Milano 2016


Milano, Novembre 2016 – Si terrà il 23 e il 24 novembre a MiCo-Milano Congressi, la terza edizione milanese di [email protected], l’evento dedicato ad architetti ed interior designer più esclusivo d’Europa. La prestigiosa fiera, organizzata con il supporto dell’Ordine degli Architetti della Provincia di Milano, vedrà nuovamente quest’anno la partecipazione di Decobel (STAND 94), con l’ultima collezione dedicata al fascino della tridimensionalità.

Soltanto prodotti innovativi che abbiano ottenuto l’approvazione di una commissione tecnica possono essere presentati durante [email protected] e Decobel è stata selezionata quest’anno con i tridimensionali, tessuti della nuova collezione che si sono distinti per la ricercatezza materica e l’indiscussa eccellenza della manifattura Made in Italy.

“La Collezione 3D di Decobel è composta da tessuti e velluti – core business aziendale – che vengono resi tridimensionali grazie ad un procedimento innovativo, studiato e realizzato all’interno dell’azienda e brevettato quest’anno. Il concetto di tridimensionalità è affrontato con successo già da diversi anni nelle collezioni Decobel, in alcuni prodotti è presente nella struttura ed è stato ottenuto con varie lavorazioni e finissaggi, in altri semplicemente è un effetto estetico ottenuto con giochi di colore o natura dei filati; ma è dall’anno 2015 che il 3D è diventato un concetto cardine delle collezioni” ha affermato Gabriele Guidoni, Art Director di Decobel.

Prodotti di tendenza quindi, nati dal sapiente incontro tra tradizione ed innovazione, studiati e realizzati grazie ad una tecnica brevettata che rende la tridimensionalità resistente al tempo e all’usura. I primi due tridimensionali presentati nella collezione 2014 sono stati i velluti CASTORE e ACROPOLI, mentre i velluti GEMMA ed OLD TYPE e il feltro di lana GEODESIA sono apparsi nella Collezione 2015; l’anno seguente, nella Collezione 2016, si è aggiunto infine il velluto CUBE.

Plusvalore aziendale è sicuramente la capacità produttiva, che distingue Decobel dalla figura classica dell’editore tessile: la maggior parte dei prodotti è realizzata, infatti, grazie ai propri impianti di tessitura. Ciò permette di controllare e garantire ogni fase di produzione ed edizione, dallʼacquisto del filato alle sofisticate tecniche di rifinizione. Altro vantaggio dell’essere produttore è quello di poter offrire ai clienti una gamma di colori pressoché infinita.

DECOBEL S.r.l.
Via dell’Industria, 50/52
59013 Montemurlo (Prato) Italia
[email protected]
T. 0573 55539
www.decobel.it

Press office Terzomillennium
[email protected]
[email protected]
T. 045 6050601

No Comments
Comunicati

II° Forum Internazionale To Be Verona: tutti i numeri delle due giornate


Verona, Novembre 2016 – Si è tenuto venerdì 28 ottobre e sabato 29 il II° Forum Internazionale To Be Verona che ha visto la partecipazione di 274 interessati, di cui 114 professionisti. Due giornate che hanno coinvolto non solo lʼintera cittadinanza e i turisti durante gli eventi del 29, ma anche 133 studenti di due istituti superiori veronesi, “Alle Stimate” e “Carlo Anti”, evidenziando che temi come lʼinnovazione e lʼIntangible marketing possano essere utili e dʼispirazione anche per i più giovani, nonché le classi dirigenti del futuro.
Due giornate intense che sono state scandite dallʼintervento di 20 speaker dʼeccezione con un notevole eco mediatico. Infatti, sono 19 le redazioni che hanno preso parte al Forum e alle altre iniziative firmate To Be Verona, di cui 11 testate nazionali, locali ed economiche, 3 blog turistici, 3 tv e 2 radio.
Il II° Forum Internazionale è stato promosso e sostenuto da 2 main sponsor, Gruppo Banco Popolare e Cattolica Assicurazioni, da 14 sponsor (Confindustria Verona, Fondazione Giorgio Zanotto, Veronafiere, AGSM, Amia, Agec, Funivia Malcesine – Monte Baldo, AIA, Famila, Karrell, Air Dolomiti, Simem, Giovanni Rana e Vini Montresor) 18 partner (Bioloc, Carnet Verona, Cenacolo Veronese, Conservatorio Statale di Musica Evaristo Felice DallʼAbaco Verona, Consorzio della Moda, Corrieri in Bici Verona, Despar, Diocesi di Verona, Fili Pari, Métaphos, Radio Adige, Tocatì, Re Art Fashion Institute, Torre dei Lamberti, Valemour, Verona Fablab, Gruppo Samo Industries, Azimut) e 7 patrocini (Comune di Verona, Regione del Veneto, Provincia di Verona, Confcommercio Verona, Camera di Commercio Verona, Apindustria Verona e Dipartimento di Economia Aziendale dellʼUniversità di Verona).
La seconda giornata si è composta di ben 12 eventi in 7 location del centro storico veronese, tra cui le 3 attese aperture straordinarie di luoghi dʼinteresse storico-artistico: Torre dei Lamberti (su gentile concessione di Agec), Teatro Romano per la visita alla Chiesa dei Santi Siro e Libera con il nuovo riallestimento (tariffa unica € 1.00 grazie al Comune di Verona e alla Diocesi, con il contributo del Gruppo Samo Industries), Museo degli affreschi “G.B. Cavalcaselle” – Tomba di Giulietta con tariffa unica € 1.00 sempre su concessione del Comune di Verona.
To Be Verona ha fatto il pieno anche sui social, infatti il II° Forum Internazionale ha ottenuto un forte riscontro su Twitter, Facebook ed Instagram. Il social dei cinguettii ha contato ben 70 tweet dedicati alle due giornate, con una diretta Twitter del Forum e della Tavola Rotonda Cattolica Giovani con il coinvolgimento di speaker e partecipanti. Per Facebook invece la copertura in poco più di tre giorni corrisponde a 22.695 persone raggiunte, con unʼinterazione pari a 1.328 e 641 visualizzazioni di video e dirette. La pagina Facebook di To Be Verona ha visto un aumento in poche ore di 335 follower organici e un +25% di azioni totali, con la pubblicazione di 67 post e 11 dirette video con 18 diverse realtà coinvolte, una piccola community che ha parlato di questo progetto di marketing territoriale. Senza dubbio, il social che si è rivelato più apprezzato dagli utenti è Instagram, che è stato protagonista del contest pre Forum intitolato “La Verona che non ti ho detto”, unʼiniziativa volta a raccogliere immagini, video e racconti che hanno svelato aspetti inediti della città e del suo territorio. Sono state 624 le fotografie pervenute in poco meno di un mese utilizzando lʼhashtag #tobeverona o attraverso la mail [email protected], 15 i brevi testi su scorci di Verona mai raccontati e 3 i video dedicati alla città scaligera. Il vincitore, Maurizio Zanetti, è stato premiato alla fine del Forum dal fotografo internazionale Maurizio Marcato.
“To Be Verona è un progetto di promozione del nostro territorio, che vuole animare a più livelli la città attraverso un percorso identitario specifico con lo sviluppo delle aziende e delle iniziative” ha dichiarato Mauro Galbusera, Presidente di Ass.Im.p e Project di To Be Verona. “To Be Verona vuole essere una risposta alle sfide competitive della contemporaneità che vede le città, più degli Stati, al centro dello sviluppo e dellʼinnovazione. Queste sfide vanno colte immediatamente, altrimenti si viene superati da altre realtà più dinamiche. L’obiettivo di To Be Verona è fare del nostro territorio una Smart Land, mettendo a fattor comune le nostre grandi potenzialità, da tutti noi riconosciute, che ci posizionano in una situazione unica rispetto a città delle nostre dimensioni. Nessuna può infatti vantare tante eccellenze come Verona, nelle infrastrutture, nel turismo, nellʼagroalimentare, nellʼindustria, nella finanza, nella fiera e nellʼuniversità” ha concluso il Presidente.

To Be Verona
Via Pancaldo 70
37138 Verona
[email protected]
www.tobeverona.it

Press office Terzomillennium
[email protected]
[email protected]
T. 045 6050601
www.terzomillennium.net

No Comments
Comunicati

Cantina Valpantena Verona ottiene la Certificazione ISO 9001:2015


Verona, Novembre 2016 – Cantina Valpantena Verona si è distinta ancora una volta per lʼeccellenza della propria produzione e lʼinnovazione dellʼazienda. Infatti, la Cantina è la prima realtà vitivinicola del Nord Est ad aver conseguito la Certificazione ISO 9001:2015, che dimostra lʼefficienza di un sistema di gestione della qualità improntato sui prodotti e sui processi, prendendo in esame e seguendo le esigenze e le aspettative dei clienti.
La normativa ISO 9001:2015 consiste in una serie di regole e buone prassi da seguire al fine di ottenere la piena capacità nella gestione aziendale totale, presente e futura, dal prodotto e del sistema Cantina Valpantena Verona. Questa serie di regole e si impone su differenti livelli: dalla formazione del personale alla realizzazione della documentazione, dalla gestione delle non conformità allʼidoneità della strumentazione, dai panel test sul prodotto alle norme igieniche di persone e strutture. Tutto ciò è fondamentale per poter garantire la sicurezza alimentare certa e tracciabile al consumatore finale, sia del prodotto finito sia dellʼintera filiera.
La Certificazione ISO 9001:2015 è lʼaggiornamento della norma ISO 9001:2008 e, rispetto alla precedente, ha adottato un deciso approccio al rischio: in tal modo si è già preparati con piani d’azione strutturati e funzionanti a qualsiasi scenario possibile.
Questa nuova certificazione inoltre necessita di una maggior cooperazione tra il sistema qualità, la direzione ed i vari responsabili. Richiede anche che gli operai vengano coinvolti in modo continuativo e sensibilizzati sul bisogno di una visione di qualità, del prodotto e del lavoro. Sono stati redatti dei programmi di progettazione e sviluppo per il packaging (studio e restyling di etichette, scatole e bottiglie) e per il prodotto in sé, infatti, la composizione dei vini è soggetta a votazione e passata in rassegna da tutto il team enologico prima di procedere allʼimbottigliamento.
“Rispetto al passato è aumentata la consapevolezza di una maggior attenzione al cliente: sondaggi, indicatori di prestazione, vendite ed eventi esterni indicano che la strada intrapresa dal sistema di gestione è quella vincente” ha affermato Manuel Orlandi, Quality Manager di Cantina Valpantena Verona. “Oltre a questa certificazione, disponiamo di BRC richiesta dal mercato inglese e di IFS richiesta da quello tedesco, certificazioni molto restrittive e che rinnoviamo costantemente di anno in anno. La nostra azienda vuole essere totalmente in regola con i parametri legislativi e costante nella qualità del lavoro e del prodotto che propone, adottando una filosofia orientata allʼambiente, alle necessità del cliente ed al sicuro da ogni pericolo o rischio alimentare” ha concluso il Quality Manager.

Cantina Valpantena Verona S.C.A.
Via Colonia Orfani di Guerra, 5/b
Quinto di Valpantena (VR)
T. 045 550032
www.cantinavalpantena.it

Press office Terzomillennium
[email protected]
[email protected]
T. 045 6050601
www.terzomillennium.net

No Comments
Comunicati

Il Gruppo Samo Industries a sostegno del patrimonio artistico e culturale veronese


Verona, Novembre 2016 – Numerose sono le iniziative che da anni il Gruppo Samo Industries sostiene nel contesto della promozione della cultura e della valorizzazione territoriale. Infatti, dopo l’intenso mese di settembre che ha visto la realizzazione di eventi artistico-culturali sotto l’insegna “Porte aperte… all’Arte”, ospitati presso lo stabilimento produttivo di Bonavigo, si è concretizzato un nuovo appuntamento, volto a portare alla luce elementi d’interesse storico del patrimonio artistico veronese.
Il Gruppo Samo Industries ha sponsorizzato l’apertura straordinaria del Teatro Romano per la visita alla Chiesa dei Santi Siro e Libera ristrutturata dopo anni di abbandono con l’allestimento delle opere pittoriche contenute al suo interno secondo l’inventario realizzato nel 1967. Un’occasione straordinaria per ammirare le copie fotografiche, in scala reale, dei dipinti di alcuni artisti italiani del 600-700 tra cui Giambettino Cignaroli, Andrea Voltolini, Biagio Falcieri, che in origine decoravano le cappelle laterali, il presbiterio e il coro della Chiesa dei Santi Siro e Libera.
Un omaggio al territorio voluto dal Gruppo Samo Industries per rendere visibile al pubblico la Chiesa fondata nel X° secolo che accolse la prima celebrazione della Santa Messa a Verona e che diventerà ora una tappa dell’inedito percorso “Rinascere dall’Acqua” del progetto “Verona Minor Hierusalem”.
L’inaugurazione è avvenuta lo scorso sabato 29 ottobre, in occasione del II° Forum Internazionale di To Be Verona, progetto di marketing territoriale nato in Ass.Im.P e sostenuto da Terzomillennium e Studiopoletto.
Nella stessa giornata, il Gruppo Samo Industries ha preso parte alla Tavola rotonda “Lʼeccellenza dell’innovazione a Verona” presso la sede di Cattolica per i giovani, dove Denis Venturato, Presidente del Gruppo Samo Industries, ha condiviso la sua esperienza a capo di Samo che, attraverso acquisizioni come l’azienda Inda nell’agosto 2013, è diventata fra i primi gruppi italiani innovativi del settore arredobagno.
“Occasioni d’incontro come To Be Verona, che offrono un interscambio di idee tra imprenditori di realtà storiche e giovani promotori di start up innovative garantiscono un sano confronto per entrambi, in cui gli uni riescono a focalizzare i punti di successo e gli altri possono trarre ispirazione da famosi case history aziendali” ha affermato il Presidente Denis Venturato, che nel corso del suo intervento ha proseguito, dicendo: “La storicità di un’azienda è un immenso valore che deve essere integrato con la volontà di crescere ed innovare, un’attitudine che non tutti gli imprenditori hanno. L’innovazione, infatti, può essere vista come un percorso rischioso ma necessario per diventare un’impresa del futuro”.
Una testimonianza che ha puntato l’accento sul ruolo fondamentale che gioca il territorio nel contesto di ricerca, crescita e business per la nascita di un’impresa di successo.

Samo
Via Cav. Orvile Venturato,1
37040 Bonavigo (VR)
T. +39 0442 73018
[email protected]
www.samo.it

Terzomillennium press office
Barbara Bruno
[email protected]
T. +39 045 6050601
www.terzomillennium.net

No Comments
Comunicati

Brindiamo alla sostenibilità: Cielo e Terra in scena ad Ecomondo 2016


Rimini, Novembre 2016 – L’azienda vinicola vicentina Cielo e Terra, da sempre attenta alla sostenibilità e alla filosofia green, partecipa quest’anno alla ventesima edizione di Ecomondo, la fiera internazionale dedicata al recupero di materia ed energia e allo sviluppo ecosostenibile, che si terrà a Rimini Fiera da martedì 8 a venerdì 11 novembre.

Ecomondo, the green technologies expo, è la vetrina per eccellenza delle soluzioni tecnologiche più innovative per la corretta gestione dei rifiuti, per la valorizzazione delle risorse, per la conoscenza e l’utilizzo delle materie prime rinnovabili. L’edizione 2015 ha contato ben 103.514 visitatori, 1.200 aziende, 500 buyer esteri, 200 conferenze con un totale di 1.500 relatori e 10.000 partecipanti agli eventi, per l’acquisizione finale di 368 milioni di contatti. Quest’importante manifestazione di respiro internazionale indirizza le varie realtà a rispettare e condividere gli obiettivi dettati dal 7° programma generale di azione europea, implementando una “knowledge-based Green and Circular Economy”.

Ed è proprio in un’ottica di Economia Circolare, tematica intorno alla quale si sviluppa Ecomondo 2016, che ci sarà la conferenza “Brindiamo alla sostenibilità. Buone pratiche di economia circolare per un’industria vinicola sostenibile e responsabile” l’8 novembre dalle ore 14 alle ore 18, presso Sala Tiglio 1 – Pad. A6. Quest’iniziativa realizzata e promossa da Archivi della Sostenibilità – Università Ca’ Foscari Venezia e da Rete 231, grazie alla sponsorizzazione di Cielo e Terra, UPM Raflatac e Amorim Cork Italia, sarà un interessante focus sulla sostenibilità nel mondo vitivinicolo, spesso associata al miglioramento delle pratiche agronomiche e di cantina. Durante questa conferenza, saranno per la prima volta messe intorno ad un tavolo alcune delle più interessanti esperienze italiane, indirizzate alla riduzione degli impatti ambientali ed ai miglioramenti di processo e di prodotto, per ragionare insieme sull’identità del vino con un approccio completamente differente e senza precedenti, approfondendo le dinamiche di sostenibilità presenti in filiera e presentando case history virtuose di economia circolare.

Di grande rilievo, la testimonianza di Giampietro Povolo, Finance & Operations Manager di Cielo e Terra, che tratterà la questione della sostenibilità integrata del vino, dopo l’introduzione del Prof. Giorgio Conti, ArcSoc – Archivi della Sostenibilità, Università Ca’ Foscari Venezia.
Maggiori informazioni su www.circular.wine

CIELO e TERRA S.p.A.
Via IV Novembre, 39
Montorso Vicentino (VI)
[email protected]
T. 0444 485211
www.cieloeterravini.com

Terzomillennium press office
[email protected]
[email protected]
T. 045 6050601
www.terzomillennium.net

No Comments
Comunicati

Stile e bollicine: Cielo e Terra wine sponsor per Dirk Bikkembergs


Milano, 27 Ottobre 2016 – Una nuova esclusiva collaborazione di successo per la cantina vicentina Cielo e Terra che è stata il wine sponsor del press day di Dirk Bikkembergs, un appuntamento che ha coniugato alla perfezione le passioni di wine lovers e fashion addicted.

Freschello, prodotto di punta dell’azienda Cielo e Terra da oltre 10 anni, è stato il vino offerto alla giornata dedicata alla stampa in cui è stata presentata la collezione primavera/estate 2017 di Dirk Bikkembergs, brand prestigioso e cosmopolita che trova ispirazione creativa nell’unione tra l’eclettismo della moda e l’energia dello sport.

La nuova collezione dello stilista belga è stata lanciata in occasione della Milano Fashion Week 2016 presso la neo-restaurata Piscina Caimi, in via Carlo Botta, e si compone della Prima Linea Dirk Bikkembergs uomo e donna, un trionfo di coloratissimi tessuti floreali, della Seconda Linea Bikkembergs uomo, contraddistinta da fantasie geometriche black&white, da una Linea Accessori in nuance coordinate e dalla Linea Bambino che segue le tendenze moda kids.

Durante l’evento, svoltosi oggi giovedì 27 ottobre, presso il Flagship Store di via Manzoni 47 (Milano), è stato offerto un fresco aperitivo a base di Freschello Extra Bianco e Freschello Extra Rosé, vini leggeri dalla gradazione alcolica ridotta, ideali per momenti di convivialità. Il nuovo packaging, minimal e raffinato, secondo le tonalità “Platino” e “Argento”, infonde un allure prezioso ai due spumanti Bianco e Rosé, che ben si accompagnano alle creazioni fashion e accattivanti firmate Bikkembergs.

A conclusione dell’evento, ogni ospite è stato omaggiato con un’elegante bottiglia di Merlot Pradio e Pinot grigio Pradio, azienda friulana della Famiglia Cielo.

CIELO e TERRA S.p.A.

Via IV Novembre, 39

Montorso Vicentino (VI)

[email protected]

T. 0444 485211

www.cieloeterravini.com

www.freschello.it

Terzomillennium press office

[email protected]

[email protected]

T. 045 6050601

www.terzomillennium.net

No Comments
Comunicati

“Una parola nel silenzio”: Cantina Valpantena Verona premia le poesie più meritevoli


Verona, 24 Ottobre 2016 – Si è tenuta sabato 22 ottobre la cerimonia di premiazione del concorso “Premio Poesia Cantina Valpantena” presso la sala conferenza di Cantina Valpantena Verona (Via Colonia Orfani di Guerra, 5/b – Quinto, Verona).
Giunto alla quarta edizione, il concorso ha visto la partecipazione di componimenti poetici provenienti da ogni parte d’Italia. In oltre 600, infatti, si sono cimentati nella scrittura di una poesia dedicata al tema scelto quest’anno – “una parola nel silenzio” – un’occasione che ha permesso a molti di esprimere le proprie emozioni in modo creativo, con lʼintento di riscoprire lo spirito originario che lega l’opera letteraria all’attività vitivinicola e bucolica.
Con la poesia “E m’istruirono tra gli aceri campestri” ha vinto Daniele Ardigò di Soncino (CR), seguito sul podio da Rina Bontempi di Ancona con il testo “La cantina del tempo” e da Giovanni Benaglio di S. Giovanni Lupatoto (VR) con l’opera “Come croco d’autunno”, ai quali sono stati consegnati i tre premi del valore pari rispettivamente a € 1.200, € 600, € 300 in prodotti enologici ed oleari di Cantina Valpantena Verona.
La poesia prima classificata verrà stampata sull’etichetta di un prodotto di punta della Cantina scelto per l’occasione da Luigi Turco, Presidente di Cantina Valpantena Verona.
“Cantina Valpantena è una realtà aziendale che nasce nel 1958 come associazione cooperativa per vendere e valorizzare i prodotti di questa valle veronese. Organizzare eventi culturali e creare occasioni d’incontro come il Premio Poesia è per noi un impegno e un dovuto riconoscimento al nostro territorio, culla di eccellenze in campo enologico e non solo” ha dichiarato il Presidente di Cantina Valpantena Verona.
Oltre ai premi per i primi tre vincitori, la giuria ha deciso di dare un riconoscimento anche a venti componimenti che si sono distinti e dimostrati degni di nota.
La commissione tecnica, composta dal poeta Prof. Antonio Seracini (Presidente), dallo storico Prof. Bruno Avesani, dalle poetesse Nerina Poggese e Fabiola Ballini, e da Alessandro Arnesano (Segretario), ha inoltre conferito due menzioni speciali: il Premio speciale del Presidente Cantina Valpantena, consegnato a Luigi Ederle di Grezzana (VR) per la poesia “Quasi baciate” ed il Premio speciale della Giuria, assegnato a Guergana Radeva di Scansano (GR) con il testo “La fine della vendemmia” e dedicato alla Prof.ssa Costanza Bertetti, socia della Cantina e progenitrice del Premio Poesia, che è venuta a mancare qualche mese fa.
Piacevolmente intrattenuti dalla lettura poetica dell’attrice Isabella Rossi di “Punto in movimento” e dagli intervalli canori legati alla tradizione veneta del Coro Scaligero dell’Alpe C.A.I., diretto dal Maestro Matteo Bogoni, socio di Cantina Valpantena Verona, gli ospiti hanno visitato la bottaia e degustato le eccellenze vinicole, in un esclusivo evento all’insegna della cultura, del virtuosismo e dell’incontro fra arti e mestieri.

Cantina Valpantena Verona S.C.A.
Via Colonia Orfani di Guerra, 5/b
Quinto di Valpantena (VR)
T. 045 550032
www.cantinavalpantena.it

Press office Terzomillennium
[email protected]
[email protected]
T. 045 6050601
www.terzomillennium.net

No Comments
Comunicati

12 eventi per il II° Forum Internazionale To Be Verona, per costruire il cambiamento tutti insieme


Verona, Ottobre 2016 – Si svolgeranno nella mattinata di sabato 29 ottobre presso il centro storico veronese, i 12 eventi organizzati in occasione del II° Forum Internazionale di To Be Verona, progetto nato in Ass.Im.P, che consapevolmente vuole accelerare il passo del nuovo modo di essere “Città”, in costante contatto con il domani e con tutte le forze che costituiscono la città stessa. Le città del futuro saranno il fulcro dell’economia solo se saranno polo d’innovazione, se avranno una base solida di capitale umano e grande attenzione a creatività e ricerca. Solo in questo modo nasceranno e si attireranno iniziative ed imprese di successo.

To Be Verona vuole coinvolgere e raccontare a tutti i partecipanti, cittadini e non solo, attraverso meeting, workshop, tavole rotonde e aperture gratuite straordinarie di alcuni siti di particolare interesse storico-artistico, i lati inediti e molteplici di Verona, con l’obiettivo di condividere ed intraprendere insieme un percorso di crescita per creare una Smart Land di respiro internazionale.

Di particolare interesse, “L’eccellenza dell’innovazione a Verona” (Corso Porta Nuova, 11b), titolo della Tavola Rotonda Cattolica Giovani, in cui ospite d’eccezione sarà Denis Venturato, Presidente del Gruppo Samo Industries, che condividerà la sua esperienza che ha portato l’azienda Samo, attraverso acquisizioni importanti ed innovative, ad essere il primo Gruppo italiano del settore arredobagno. Al suo intervento seguiranno le case history di quattro notevoli start up veronesi: Filipari, Bioloc, Microbion, Supermercato24.

In Piazza Bra saranno presenti il Concerto del Conservatorio di Verona – Ensemble di Ottoni diretta dai Maestri Alberto Frugoni e Ferdinando Danes – e il Cenacolo Veronese – Verona’s Affair, gioco a squadre, un percorso a tappe tra intrighi e tranelli, disseminati nei luoghi più sconosciuti di Verona – entrambi collocati sotto la statua di Vittorio Emanuele II.

Sempre nella piazza principale di Verona, ci sarà la celebrazione delle nuove idee, nuove creatività e nuovi valori, attraverso le attività di Bioloc “Arancia ciclistica” con cui scegliere i produttori locali ordinando sul web e ritirando la spesa in bicicletta per ridurre l’impatto ambientale, Valemour “Il colore del lavoro” dall’orto, i colori per abbellire il nostro look , il Consorzio della Moda e Re Art Fashion Institute “L’origine dei nuovi talenti” che raccontano una nuova arte che abbraccia moda e comunicazione social nei nuovi corsi di Fashion Design e Haute Couture, e Verona FabLab “Laboratori tecnologici per tutte le età” in un corner tecnologico allestito con i cardboard di Google per la realtà aumentata.

“Scegliere il cibo con consapevolezza: dal carrello alla tavola” sarà invece l’appuntamento con il Dipartimento di Medicina dell’Università di Verona. Un’istruttiva consulenza di una dietista che accompagnerà i partecipanti tra le corsie del supermercato Despar di Via Daniele Manin 7,  in un tour didattico per apprendere un’alimentazione più sana e consapevole.

Per imparare a conoscere il territorio attraverso il gioco, ci sarà l’evento realizzato da Tocatì – Associazione Giochi Antichi, presso Cortile Mercato Vecchio. Di grande interesse culturale, saranno poi le aperture straordinarie di Torre dei Lamberti (su gentile concessione di Agec), Teatro Romano per la visita alla Chiesa dei Santi Siro e Libera con il nuovo riallestimento (tariffa unica € 1.00 grazie al Comune di Verona e alla Diocesi, con il contributo del Gruppo Samo Industries), Museo degli affreschi “G.B. Cavalcaselle” – Tomba di Giulietta con tariffa unica € 1.00 sempre su concessione del Comune di Verona.

Il progetto To Be Verona, oltre al sostegno di importanti e prestigiosi patrocini e sponsor, è affiancato da numerosi partner del territorio: Bioloc, Carnet Verona, Cenacolo Veronese, Conservatorio Statale di Musica Evaristo Felice Dall’Abaco Verona, Consorzio della Moda, Corrieri in Bici Verona, Despar, Diocesi di Verona, Fili Pari, Métaphos, Radio Adige, Tocatì, Re Art Fashion Institute, Torre dei Lamberti, Valemour, Verona Fablab, Gruppo Samo Industries, Azimut.

To Be Verona
Via Pancaldo 70
37138 Verona
[email protected]
www.tobeverona.it

Press office Terzomillennium
[email protected]
[email protected]
T. 045 6050601
www.terzomillennium.net

No Comments
Comunicati

Inda ad EquipHotel 2016, l’arredobagno d’ispirazione del mondo hotellerie


Parigi, Ottobre 2016 – Sarà EquipHotel, salone dedicato al settore hotellerie ed hospitality che si terrà a Parigi dal 6 al 10 novembre 2016, il prossimo appuntamento con le collezioni Inda pensate anche per il mondo contract. Da più di 50 anni, ad ogni edizione, sono oltre 111.000 gli operatori che visitano la fiera per conoscere più di 1.600 espositori.

Una storia tutta italiana, di oltre 70 anni, in cui Inda ha presentato infinite soluzioni d’arredamento della sala da bagno, anche specificatamente per hotel di lusso e navi da crociera. Inda, infatti, ha legato il suo nome a prestigiose catene alberghiere e navali in tutti e cinque i continenti.

Un’ampia gamma di accessori, specchi, pareti doccia e mobili sono le proposte attuali di Inda, in grado di soddisfare le più svariate richieste e caratterizzate da un’estetica definita nei minimi dettagli ed una funzionalità senza precedenti.

Ad arricchire la proposta accessori, quest’anno ci saranno le collezioni Lea, dalle forme minimal e geometriche, New Europe, caratterizzata da linee rigorose e volumi generosi, Mito, semplice e sofisticata, e Gealuna, elegante e cosmopolita.

Di grande appeal sono anche le soluzioni doccia di Inda, contraddistinte da pulizia formale ed essenzialità delle linee, come Walk In, Air e Sim. Queste cabine doccia sono prodotti che esaltano la brillantezza delle pareti in vetro, garantendo perfezione esecutiva ed avanguardia sul piano estetico e tecnico.

Molto apprezzati sia in Italia sia, e soprattutto, a livello internazionale, i mobili firmati Inda. Un’ampia scelta tra moduli e sistemi componibili che si adattano a qualsiasi esigenza di spazio e di stile, seguendo i più attuali trend del mercato dell’arredobagno. La sala da bagno si veste così di ispirazioni creative, che si rinnovano costantemente in restyling di prodotto e il lancio di nuovi mobili. Quest’anno, verrà dato ampio spazio alle composizioni studiate appositamente per il contract, mobili che testimoniano la vocazione di Inda per la ricerca e l’innovazione costante dei propri prodotti, creando un intreccio coerente di tendenze, dettagli e stili che incontrano il gusto contemporaneo ed anticipano quello del futuro.

La qualità delle proposte Inda per il mondo contract è riconosciuta a livello mondiale, confermando l’azienda leader del settore. Inda sarà presente ad EquipHotel Hall 04 – Stand G069 per essere un punto di riferimento, garantendo un design d’impatto e la creazione di un’atmosfera da vivere e ricordare.

Inda
Via dell’Industria, 41
I-24040 Pagazzano (BG)
T. +39 0363 38061
[email protected]
www.inda.net

Press office Terzomillennium
Barbara Bruno
[email protected]
T. +39 045 6050601
www.terzomillennium.net

No Comments
Comunicati

Frantoio Bonamini nella top 20 della guida Flos Olei 2017


Verona, Ottobre 2016 – Frantoio Bonamini è stato recentemente insignito di un altro prestigioso riconoscimento che premia la qualità dei suoi prodotti. Infatti, lʼolio Veneto Valpolicella DOP, prodotto di punta dellʼazienda veronese, è stato inserito nella top 20 dei migliori oli a livello mondiale, rinomata graduatoria della guida al mondo dellʼextravergine dʼoliva, Flos Olei 2017. Frantoio Bonamini era stato selezionato dalla celebre guida anche nel 2011, 2012, 2013 e 2014.
Flos Olei è la prima pubblicazione a respiro internazionale, dedicata interamente alle aziende di produzione olearia di tutto il mondo e ai loro oli extravergine di oliva selezionati, con criteri di assoluto rigore, da una commissione di esperti, coordinata da Marco Oreggia, curatore ed editore del volume, nonché eno-gastronomo ed esperto assaggiatore di olio. “Flos Olei risponde allʼesigenza di creare un prodotto che apporti freschezza e vitalità allʼinterno del panorama editoriale esistente in un settore assai delicato come quello dellʼolivicoltura e si propone come uno strumento efficace, dal profilo moderno e coerente con la sua vocazione universale. Grazie alla capillarità e alla qualità del lavoro svolto, questa guida si pone come punto di riferimento per tutti i consumatori attenti al buon mangiare e per gli operatori del settore di ambito nazionale e
internazionale” ha affermato Marco Oreggia.
Lʼolio premiato del Frantoio Bonamini, Veneto Valpolicella DOP, dedicato ai palati delicati ed adatto ad un uso quotidiano, viene prodotto dalle varietà Favarol e Grignano, coltivate nella zona della Val dʼIllasi, in provincia di Verona. Il colore con il quale si presenta è giallo dorato con sfumature tendenti al verdognolo e ha un sapore finemente fruttato, dolce ed amabile.
“Siamo molto orgogliosi che la passione che mettiamo nei nostri prodotti sia stata ancora una volta riconosciuta” ha dichiarato Giancarlo Bonamini. “La nostra filosofia aziendale si basa su valori autentici e sulla genuinità dei nostri oli, e cerchiamo di essere portavoce dellʼeccellenza Made in Italy a livello mondiale. Il nostro olio maggiormente esportato è proprio lʼextravergine di oliva Veneto Valpolicella DOP e con il 30% di export sono Germania, Inghilterra, Olanda, Danimarca, Svezia, Ucraina, Lituania, i Paesi Europei che accolgono i prodotti del del nostro Frantoio, ma anche Giappone e Stati Uniti, con il Colorado, importante interlocutore da alcuni anni, e la California, di recente acquisizione”.
La cerimonia di premiazione si terrà a Roma il 10 dicembre 2016 alle ore 11.00 presso lʼhotel di lusso The Westin Excelsion Rome in Via Vittorio Veneto, 125, in occasione della presentazione dellʼedizione 2017 della guida.

Frantoio Bonamini s.r.l.
Loc. S. Giustina, 9A Illasi (VR)
[email protected]
T. 045 6520558
www.oliobonamini.com

Terzomillennium press office
Barbara Bruno
[email protected]
T. 045 6050601
www.terzomillennium.net

No Comments
Comunicati

II° Forum Internazionale To Be Verona: “La Verona che non ti ho detto”. Come far emergere i fattori immateriali e le potenzialità di una città


Verona, Ottobre 2016 – Si svolgerà venerdì 28 ottobre presso lʼAuditorium del Palazzo della Gran Guardia, il II° Forum Internazionale di To Be Verona, progetto di marketing territoriale nato in Ass.Im.P, che aspira ad essere momento di riflessione importante per lanciare iniziative concrete attraverso una nuova identità di Verona.
Di grande rilievo gli speaker che prenderanno parte alla prima parte della conferenza, intitolata “La Verona che non ti ho detto. Come far emergere i fattori immateriali e le potenzialità di una città” e che tratterà in modo approfondito del marketing dei Fattori Immateriali e del ruolo delle città nella nuova economia. Due saranno le presenze prestigiose: Annamaria Milesi, esperta in Marketing dei Fattori Immateriali ed il sociologo Carlo Carboni, docente di Sociology of Entrepreneurship presso la Facoltà di Economia dellʼUniversità Politecnica delle Marche.
Obiettivo di To Be Verona è quello di far emergere i valori immateriali di una comunità per creare unʼatmosfera adatta alla consapevolezza del cambiamento, perché le nuove imprese si basano sulla produzione di idee, di sapere e di valore. Nella seconda parte del Forum, infatti, verrà dato ampio spazio alle start up, con un focus sulla loro rilevanza nel business contemporaneo e sugli strumenti che ne favoriscono lo sviluppo. La stabilità e il successo di unʼazienda nasce oggi dalla tecnologia che smaterializza le organizzazioni e democratizza lʼofferta attraverso lʼon-demand e il crowdfunding legato al territorio stesso. A questa tavola rotonda, interverranno Matteo Cerri, Founder & Ceo di Italian to Italians, Alessandro Maria Lerro, Presidente dellʼAssociazione italiana Equity Crowdfunding (A.I.E.C.), Giancarlo Rocchietti, Presidente Club Investitori di Torino, Paolo Errico, Vice Presidente Confindustria con la delega alla Piccola Industria e CEO di Maxfone, Marco Mistretta, AD di IngDan.
Case history di innovazione saranno il progetto Eugene, presentato dal suo fondatore Dott. Sergio Barbieri, e Diamante Biotechnology Company di Linda Avesani, Co-Founder e CSO della società.
Come ha affermato Annamaria Milesi “Il I° Forum To Be Verona è stato il Forum dellʼascolto, della consapevolezza e della condivisione”, il Forum 2016 vuole ripartire da qui con un approccio moderno e concreto, attraverso unʼidentità sensoriale rinnovata e ri-conosciuta, fino alla valorizzazione dellʼidentità fisica e imprenditoriale di Verona stessa. Verona come Smart Land vuole diventare acceleratore di innovazione, organizzatrice di business del futuro e fondatrice di una nuova community che farà leva su idee e creatività.
Il II° Forum si concretizzerà anche in una seconda giornata, sabato 29 ottobre, in cui lʼiniziativa To Be Verona verrà portata nei luoghi del centro storico veronese con una rassegna di eventi dedicati allʼinnovazione e al saper fare tipicamente italiano. Meeting, workshop, tavole rotonde e aperture gratuite straordinarie di alcuni siti di particolare interesse storico-artistico, sono stati organizzati per raccontare e condividere con tutti i partecipanti, cittadini e non solo, i lati inediti e molteplici di Verona, al fine di iniziare insieme un percorso di crescita e sviluppo per creare la Verona del futuro.
Il II° Forum Internazionale To Be Verona ha ricevuto il sostegno di numerose entità del territorio, in primis la sponsorizzazione del Gruppo Banco Popolare e di Cattolica Assicurazioni, Confindustria Verona, Fondazione Giorgio Zanotto, Veronafiere, AGSM, Amia, Agec, Funivia Malcesine – Monte Baldo, AIA, Famila, Karrell, Air Dolomiti, Simem, Giovanni Rana e Vini Montresor.
Patrocini dellʼevento Comune di Verona, Regione del Veneto, Provincia di Verona, Confcommercio Verona, Camera di Commercio Verona e Dipartimento di Economia Aziendale dellʼUniversità di Verona.

To Be Verona
Via Pancaldo 70
37138 Verona
[email protected]
www.tobeverona.it

Press office Terzomillennium
[email protected]
[email protected]
T. 045 6050601
www.terzomillennium.net

No Comments
Comunicati

“Concretely Visionary”, una monografia per raccontare Laurini Officine Meccaniche


Busseto, 17 ottobre 2016 – Si è svolta venerdì 14 ottobre presso la Sala del Consiglio del Comune di Busseto (Parma), la presentazione ufficiale della monografia aziendale di Laurini Officine Meccaniche, importante realtà del territorio che ha portato il Made in Italy in progetti di pipeline di tutto il mondo.
Davanti ad una sala gremita, gli ospiti sono stati accolti dal saluto del Sindaco Giancarlo Contini, che ha ringraziato lʼazienda ed il suo Presidente Marco Laurini perché occasioni come quella di venerdì sono “un esempio di come le istituzioni e le aziende possano collaborare per migliorare il territorio e promuovere iniziative culturali. Laurini Officine Meccaniche, infatti, ha sponsorizzato il Festival Verdi 2016”. Il Sindaco ha inoltre affermato che “una realtà aziendale così solida, nata dallʼesperienza e dallʼingegno di Lodovico Laurini e tramandata qui a Busseto a suo figlio Marco, ha ideato e realizzato macchine perfette che nessuno ha mai pensato prima. La forza di Laurini sta nellʼavanguardia con cui ha portato e porta avanti la sua filosofia aziendale”.
Dopo il discorso del Sindaco, è intervenuta Marzia Marchesi, Assessore alle Attività Produttive, Attività Giovanili e Relazioni con le Frazioni e Consulte definendo Laurini Officine Meccaniche “fiore allʼocchiello del territorio in cui la vera azienda è fatta dal team di lavoro, inteso come una famiglia in cui si cresce e si condivide, con grande valorizzazione della persona e soprattutto dei giovani. Laurini Officine Meccaniche ha anche recentemente inaugurato unʼarea svago in cui i dipendenti si possono concedere momenti di pausa che aiutano il team building e la costruzione di forti legami”.
Il Presidente di Laurini Officine Meccaniche, Marco Laurini, ha gentilmente ringraziato gli invitati per la loro partecipazione e si è soffermato nello spiegare lʼimportanza che unʼopera monografica ha per la sua realtà, ma anche per lʼintero territorio. “Concretely Visionary è un volume monografico che parla della storia della nostra azienda, ma soprattutto della nostra filosofia e del profondo legame che ci lega a Busseto. Parma è una terra di eccellenze italiane, conosciuta in tutto il mondo, che si è sempre distinta in ogni campo con numerosi distretti di successo, come quello meccanico. Negli anni ʼ60, infatti, sono sorte nel raggio di 40 km le quattro maggiori aziende italiane di pipeline – Saipem, Bonatti, Sicim, Ghizzoni – imprese innovative dallʼampio respiro internazionale”. Marco Laurini, dopo un piacevole aneddoto sullʼinizio della sua attività, ha concluso dicendo che “noi investiamo costantemente nellʼinnovazione e nel futuro, e penso che i giovani rappresentino il nostro domani. Se diamo a loro gli strumenti giusti, la fiducia e la responsabilità, potranno fare anche meglio di noi”.
La presentazione si è conclusa con lʼomaggio ai presenti del prestigioso volume e con un ricco rinfresco allietato dallʼintrattenimento canoro della nota soprano Ariadne Greif.

Laurini Officine Meccaniche S.r.l.
Loc.Spigarolo
43011 Busseto (Parma)
T. +39 0524 91844
E. [email protected]
www.laurini.com

Press Office Terzomillennium
[email protected]
[email protected]
T. +39 045 6050601
www.terzomillennium.net

No Comments
Comunicati

Presenze al di sopra delle aspettative per Fabbricapop: quando la fabbrica incontra la cultura


Verona, 14 Ottobre 2016 – Si è conclusa pochi giorni fa la rassegna di eventi “Porte aperte… all’Arte”, ideata ed organizzata dal Gruppo Samo Industries, all’interno dello stabilimento produttivo di Bonavigo, a Verona. L’iniziativa, volta alla valorizzazione culturale e alla promozione del territorio, ha registrato un grande successo a livello di interesse e di partecipazione.
“Porte aperte… all’Arte” ha visto l’allestimento della prestigiosa mostra Fabbricapop, inaugurata sabato 24 settembre e fruibile fino allo scorso 9 ottobre, che ha visto molti consensi con oltre 2.300 visitatori che hanno potuto ammirare le venti opere grafiche di Andy Warhol e i cimeli autografati dall’artista, ospitati all’interno dello showroom del Gruppo Samo Industries. Un’esposizione studiata ad hoc, che ha fuso perfettamente la produzione pop del poliedrico artista con le sofisticate proposte di arredo dei brand Samo ed Inda.
Oltre alle autorità politiche e alle personalità di spicco intervenute, sono da segnalare le numerose presenze di studenti, più di 400 provenienti dalle scuole medie, l’istituto superiore di grafica multimediale e l’Università del tempo libero, membri di associazioni e delegazioni straniere, oltre 50 persone provenienti da Germania, Belgio, Svizzera ed Azerbaijan, a testimonianza del valore dell’iniziativa, che ha voluto essere un tramite tra cultura, territorio e mondo aziendale.
Di altrettanto interesse è stata l’attesa conversazione “La bellezza dell’Arte appassiona l’Abitare”, curata dallo storico dell’arte Vittorio Sgarbi, che si è tenuta mercoledì 28 settembre su invito riservato a soli 600 partecipanti, nonostante le numerose richieste, che hanno assistito al brillante excursus artistico-culturale dal noto critico. A seguire, Villa Dionisi a Cerea è stata teatro di un’esclusiva cena di gala che ha coinvolto gli invitati e ha visto come ospite d’onore Sgarbi stesso.
L’iniziativa “Porte aperte… all’Arte”, oltre ad aver ottenuto un grande numero di partecipazioni, ha riscosso anche un elevato engagement sui social media, con delle ottime performance dei brand Samo e Inda durante le due settimane di eventi. Facebook risulta essere il canale social più attivo con 31.838 utenti raggiunti sulla pagina aziendale di Inda e 29.273 su quella di Samo. Considerando i molteplici post realizzati dall’azienda, si ottiene una media di 2.400 click a post, effettuati nelle data del 24 settembre e del 29 settembre, i giorni che hanno raggiunto il picco di conversazioni.
I social followers del Gruppo Samo Industries hanno fatto sentire il loro prezioso supporto online: frequenti, infatti, sono i “like” ricevuti sulle pagine social dei brand, testimoniando così l’efficacia della nuova strategia digitale multicanale intrapresa dal Gruppo con l’intento di avvicinare i consumatori al mondo dell’arredobagno in modo più diretto, offrendo loro una customer experience senza precedenti e creando una community consapevole e fidelizzata.
Un risultato davvero notevole che evidenzia l’importanza di iniziative come questa, che sono diventate per il territorio un appuntamento fisso con la cultura e un’occasione esclusiva per poter vedere da vivo i nuovi prodotti dei due brand, tra cui la collezione specchi 2016 di Inda e l’innovativa stampa digitale delle cabine doccia di Samo.

Samo
Via Cav. Orvile Venturato,1
37040 Bonavigo (VR)
T. +39 0442 73018
[email protected]
www.samo.it

Terzomillennium press office
Barbara Bruno
[email protected]
T. +39 045 6050601
www.terzomillennium.net

No Comments
Comunicati

100 colori lana per infinite combinazioni cromatiche: Decobel presenta Ovis 1010


Montemurlo (PO), Ottobre 2016 – Moderne e raffinate tecniche di produzione ed antico sapere artigianale. Nascono così le lane Decobel, vera espressione del più autentico Made in Italy, tra le quali Ovis 1010, un raffinato unito lana frutto di un’attenta selezione dei filati più pregiati e di un alto livello delle lavorazioni. Grazie all’eccellente qualità che lo contraddistingue ed alla sua adattabilità e versatilità, Ovis 1010 è il tessuto ideale che, da solo o in coordinato con le altre preziose creazioni Decobel, è in grado di rispondere tanto alle esigenze dell’home living che a quelle del mondo contract-hotellerie.

Caratteristica fondamentale che rende Ovis 1010 un prodotto unico è l’ampia gamma di colori, che Decobel mette a completa disposizione del mondo trade e dell’end user, espressione di una filosofia volutamente customer oriented. Sono 100 infatti le nuances offerte, per una delle collezioni più ampie del settore. A partire dalle tenui tinte pastello, per continuare con eleganti tonalità grigie e beige, finendo con i caldi toni della terra, Decobel offre, proprio come in un’esclusiva luxury boutique, la possibilità di infinite soluzioni tailor made, che rendono il tessuto protagonista indiscusso dell’ambiente.

Grazie al prezioso strumento della cartella colore, inoltre, il cliente viene accompagnato in ogni passo ed invitato a creare libere combinazioni cromatiche, per arricchire di un tocco del tutto personale i propri spazi.

“Ovis 1010 è la risposta di Decobel alle necessità del mercato contemporaneo, che desidera essere stupito con soluzioni nuove, originali e funzionali, appositamente studiate per le proprie esigenze. Offrire una gamma di 100 colori significa dare al cliente la libertà di esprimere la propria personalità, accompagnato con professionalità e competenza in un mondo di possibilità che Decobel studia, progetta e realizza appositamente su misura” ha affermato Gabriele Guidoni, Art Director di Decobel.

DECOBEL S.r.l.
Via dell’Industria, 50/52
59013 Montemurlo (PO) Italia
[email protected]
T. 0573 55539
www.decobel.it

Press office Terzomillennium
[email protected]
[email protected]
T. 045 6050601
www.terzomillennium.net

No Comments
Comunicati

Laurini Officine Meccaniche alla 50ª Convention IPLOCA a Parigi


Busseto, Luglio 2016 – Laurini Officine Meccaniche parteciperà anche quest’anno alla Convention annuale di IPLOCA, International Pipe Line & Offshore Contractors Association, che si terrà dal 12 al 16 settembre, presso l’hotel Le Méridien Etoile a pochi minuti dai celebri Champs Elysées di Parigi.

Giunto alla 50ª edizione annuale, questo meeting mondiale riunisce i leader del settore per rafforzare la community e creare un network di imprese, al fine di confrontarsi sulle questioni attuali e sulle opportunità di business. Durante i cinque giorni del convegno, i partecipanti potranno essere parte di un ambiente ricco di iniziative, tra cui una serie di riunioni di lavoro, presentazioni tecniche, visite guidate ed eventi sociali. I temi principali affrontati saranno le prospettive del mercato onshore e offshore, le nuove tecnologie applicabili, la salute e la sicurezza delle persone e dell’ambiente.

Con più di 260 membri provenienti da tutto il mondo, comprese le grandi realtà onshore internazionali, gli appaltatori offshore e i loro subappaltatori significativi, IPLOCA si impegna costantemente nel promuovere i rapporti di cooperazione tra i membri dell’associazione, presentando occasioni d’incontro e di confronto come la Convention 2016 di Parigi.

“Questa sarà la ventesima edizione alla quale partecipiamo, infatti, ci siamo iscritti ad IPLOCA nel 1996, dopo aver costruito e venduto le prime due macchine GRUB” ha dichiarato Marco Laurini, Presidente di Laurini Officine Meccaniche. “Posso affermare che per noi è stata una piattaforma di lancio incredibilmente efficace verso l’internazionalizzazione. Essendo presenti in questa associazione imprese del settore di tutti e cinque i continenti, ci è bastato ‘poco’ per farci vedere e conoscere, soprattutto grazie all’innovazione delle nostre macchine. Al mio primo Forum avevo 35 anni e forse per tenerezza o per simpatia, sono entrato nelle grazie di molti imprenditori e di alti dirigenti, che mi hanno aiutato nel presentarmi ad altri personaggi importanti. Poi ho continuato ad investire, inizialmente in piccole sponsorizzazioni, fino al passo da ‘gigante’ che abbiamo fatto nel 2010, sponsorizzando lo spettacolo di fuochi d’artificio sulla laguna di Venezia, dopo la cena Caterpillar del giovedì. È stato davvero un grande successo e da quella volta sono diventato ‘l’uomo dei fuochi d’artificio’ e le vendite sono impennate” ha concluso Marco Laurini.

Quest’anno Laurini Officine Meccaniche organizzerà e sponsorizzerà lo spettacolo dopocena del Caterpillar Party, che si svolgerà la sera di giovedì 15 settembre nel contesto della Convention 2016.

Laurini Officine Meccaniche S.r.l.
Loc.Spigarolo
43011 Busseto Parma, Italia
T. +39 0524 91844
E. [email protected]

Press office Terzomillennium
[email protected]
[email protected]
T. +39 045 6050601
www.terzomillennium.net

No Comments
Comunicati

Gli strumenti di Platinum Custom Rugs: quando il committente è al centro della scena

Carmignano di Brenta, luglio 2016 – Il brand internazionale Platinum Custom Rugs basa la sua filosofia aziendale su una strategia customer oriented, volta a rendere protagonista il consumatore, libero così di ideare al meglio il suo tappeto su misura, secondo i propri gusti ed esigenze.

Platinum Custom Rugs mette a disposizione della clientela, siano essi utenti finali, retailers o mondo trade, alcuni fondamentali strumenti per una progettazione studiata nel dettaglio e altamente personalizzabile.

Primo fra tutti è lo showroom creativo, location ideale per sperimentare l’accostamento dei colori, scoprire i diversi tipi di lavorazione proposti, far vivere al cliente un’esperienza da ricordare, creare una storia capace di renderlo protagonista e stabilire un legame profondo con il brand che ha scelto di conoscere da vicino.

Essenziale è anche la valigetta campionario, elemento principe della libertà espressiva, per facilitare il committente nella scelta di tonalità e materiali. Contiene vari esempi qualitativi e un set composto da 110 colori che permettono la realizzazione di tappeti totalmente custom made.

Altro utile strumento è la sala espositiva, dove si può osservare da vicino l’ampia gamma di prodotti proposti, apprezzarne le pregiate rifiniture e le infinite possibilità di creazione, in una dimensione nuova ed attraente.

“Il cliente per noi è al centro di tutto” ha affermato Francesco Olivo, Direttore Generale del brand Platinum Custom Rugs. “La narrazione all’interno di uno spazio si fa sempre più sofisticata e completa, si snoda attraverso un percorso sensoriale in cui gli elementi strutturali e di arredo diventano interattivi per instaurare relazioni di valore con il consumatore”.

PLATINUM CUSTOM RUGS – WAREHOUSE & SHOWROOM
Via dell’industria e dell’artigianato, 22/B
35010 Carmignano di Brenta – PD Italy
T. + 39 049 5957551
[email protected] platinumcustomrugs.com

Press contact:
Terzomillennium press office
[email protected]
[email protected]
T. +39 045 6050601
www.terzomillennium.net

No Comments
Comunicati

Il Frantoio Bonamini lancia Ca’ del Doge: una storia d’amore tra le colline della Val d’Illasi


Verona, luglio 2016 – 100 ulivi secolari, 2000 alberi tra Grignano, Favarol, Frantoio e Leccino, raccolta a mano e frangitura immediata: questo è Ca’ del Doge, il nuovo brand lanciato dallo storico Frantoio Bonamini. È nel 2016, infatti, che la famiglia Bonamini decide di ridare vita alla tenuta di 5 ettari che fu della giovane veneziana Antonella Lucchesi, da qui la scelta del nome Ca’ del Doge, incrementando il numero di piante di ulivo già esistenti con nuovi impianti di diverse qualità.

Lungo i pendii della Val d’Illasi, all’ombra del castello medievale, ha luogo così un’antica storia d’amore, quella tra l’uomo e la sua terra, che origina oggi un olio extravergine d’oliva di alto livello, delicato ed aromatico, che incontra il gusto dei palati più raffinati ed esigenti.

La linea Ca’ del Doge si declina in tre diversi prodotti:

Rialto, dal colore giallo con sfumature verdoline, delicatamente fruttato all’olfatto con cenni floreali ed erbacei e lievemente piccante ed amaro al gusto. Mix di Grignano, Favarol, Gentile e Leccino, questo prodotto si sposa bene con piatti quali antipasti di verdure, pesce ai ferri o formaggi caprini.

Piano della Logge, colore verde brillante e un profumo che va dall’aroma di carciofo a quello di mandorla. Il gusto leggermente amaro ne fa l’accompagnamento perfetto per minestroni di verdure, primi con sughi di carne, e formaggi stagionati. Ogliarola, Frantoio e Coratina, le varietà che compongono questo pregiato prodotto.

Ducale, colore giallo con riflessi verdi, profumo di limone, fiori ed erbe selvatiche ed aroma di basilico con un finale di frutta secca. Grignano e Favarol in uguale proporzione rendono quest’olio ideale per condire di sapore insalate di mare, formaggi freschi e a pasta morbida e dolci lievitati.

Grazie ad un attento processo produttivo, che dalla raccolta a mano conduce in breve tempo alla spremitura a freddo a meno di 27° nel frantoio a ciclo continuo di proprietà della famiglia, l’Olio extravergine d’oliva Ca’ del Doge, conserva tutto le proprietà ed il sapore dell’oliva, raccontando dei profumi della natura e di una storia lunga secoli.

Frantoio Bonamini s.r.l.
Loc. S. Giustina, 9A
Illasi (VR)
T. 045 6520558
[email protected]
www.oliobonamini.com

Terzomillennium press office
Barbara Bruno
[email protected]
[email protected]
www.terzomillennium.net
T. 045 6050601

No Comments
Comunicati

Cantina Valpantena Verona wine sponsor per Dirk Bikkembergs: alta moda e bollicine firmano il successo dell’attesa sfilata


Verona, 24 giugno 2016 – Grande successo per la sfilata-evento del 20 giugno, organizzata dalla maison Dirk Bikkembergs presso la neo-restaurata Piscina Caimi, in via Carlo Botta a Milano. Il vino fresco ed aromatico offerto da Cantina Valpantena Verona, unico wine sponsor della serata, ha impreziosito di bollicine un’occasione unica ed esclusiva, dove lo sport e lo stile si sono fusi nelle innovative creazioni del famoso stilista belga.

Pelle, neoprene, contaminazioni di texture, geometrie, grafismi ed una palette cromatica che va dal nero al bianco ottico con riflessi gold and silver, per una collezione primavera-estate 2017 che racconta la sperimentazione stilistica che ha reso noto ed amato il brand.

Fisicità, dinamismo ed energia le parole chiave della serata e quale miglior location per raccontarle se non la Piscina Caimi, luogo dove lo sport e l’eleganza si sposano dando vita ad un gioiello architettonico unico, incastonato nel cuore pulsante di Milano.

La piscina, un impianto progettato negli anni ’30, torna a vivere dopo 11 anni di chiusura, grazie all’impegno della Fondazione Pier Lombardo, che ne ha curato i lavori di restauro ed ora ne gestisce gli spazi per conto del Comune. La prossimità con il Teatro Franco Parenti, anche questo gestito dalla Fondazione, fa di questo centro balneare una location perfetta per ospitare spettacoli teatrali, eventi e serate, dando nuovo slancio al quartiere ed all’intera città.

Collaborando a questo evento che prelude alla tanto attesa riapertura al pubblico della piscina, Cantina Valpantena Verona riconferma il suo impegno nella tutela e nella valorizzazione del patrimonio storico-artistico locale e nazionale.

“Vino e moda, simboli del Made in Italy, sono le due punte di diamante dell’export italiano nel mondo e continuano ad esercitare il loro indiscutibile fascino e il loro autentico valore. Non c’è nulla di più efficace che esaltare questo legame” ha dichiarato Luca Degani, Direttore della Cantina Valpantena Verona riconfermando l’esito positivo della prima collaborazione con Dirk Bikkembergs, avvenuta in occasione della Vogue Fashion’s Night Out 2015. Una sinergia che quest’anno si rinnova e si consolida alla luce di questo splendido gioiello architettonico-artistico milanese.

Cantina Valpantena Verona S.C.A.
Via Colonia Orfani di Guerra, 5/b
Quinto di Valpantena (VR)
T. 045 550032
www.cantinavalpantena.it

Press office Terzomillennium
[email protected]
[email protected]
T. 045 6050601
www.terzomillennium.net

No Comments
Comunicati

Cantina Valpantena Verona per Dirk Bikkembergs: quando il mondo del Vino incontra la Sport Couture


Verona, 16 giugno 2016 – 84 collezioni maschili Primavera-Estate 2017, 49 presentazioni e 35 sfilate: questi i numeri della Milano Fashion Week 2016 dedicata alla moda uomo. Ed è in questo contesto che si colloca la prestigiosa sfilata-evento di Dirk Bikkembergs, di cui Cantina Valpantena Verona sarà unico beverage sponsor del mondo del vino.
L’appuntamento è per lunedì 20 giugno p.v. a partire dalle ore 19.30 presso la neo-restaurata Piscina Caimi, in via Carlo Botta a Milano.

La sfilata è il primo evento ospitato in questa suggestiva location, che sarà riaperta ufficialmente al pubblico il 22 giugno prossimo e vedrà la restituzione di un prezioso gioiello architettonico alla città, dopo due anni di lavori e 9,5 milioni di euro investiti per il completo recupero della struttura definita “un teatro che si apre sulla piscina”.

Cantina Valpantena Verona per questa speciale occasione offrirà ai partecipanti un fresco cocktail di benvenuto, durante il quale sarà possibile degustare due pregiati vini della tradizione veronese: lo spumante Lessini Durello DOC Brut “Cangrande” e il Garganega Veronese IGT “Torre del Falasco”.

Caratterizzato da un delicato perlage e da un profumo intenso e persistente, lo spumante Lessini Durello DOC Brut “Cangrande” nasce da un processo di breve crio macerazione sulla buccia, seguito da una pressatura soffice e da un periodo di fermentazione a temperatura controllata a 14-18°C. La presa di spuma infine, avviene a basse temperature, in autoclave, regalando a questo vino una piacevole freschezza che si sposa perfettamente con il momento dell’aperitivo.

Il Garganega IGT “Torre del Falasco”, vino bianco fermo dal colore giallo paglierino con un profumo fine e fruttato, è prodotto attraverso una breve crio macerazione sulla buccia, seguita da una pressatura soffice e dalla fermentazione a temperatura controllata a 12-15°C. Vino più strutturato, il Garganega è un ottimo accompagnamento per antipasti e finger food.

Il mondo del Vino incontra così la Sport Couture grazie alla collaborazione di Cantina Valpantena Verona e Dirk Bikkembergs, per la realizzazione di un appuntamento che fonde le passioni di wine lovers e fashion addicted.

L’atmosfera di una location di grande valore architettonico, il fascino di capi d’abbigliamento accattivanti, innovativi e all’avanguardia, ed il piacere del buon vino contribuiranno a rendere questa sfilata-evento un’occasione unica, esclusiva e assolutamente da non perdere.

Cantina Valpantena Verona S.C.A.
Via Colonia Orfani di Guerra, 5/b
Quinto di Valpantena (VR)
T. 045 550032
www.cantinavalpantena.it

Press office Terzomillennium
[email protected]
[email protected]
T. 045 6050601
www.terzomillennium.net

No Comments
Comunicati

Philipp Selva: discover new collection 2016


Verona, maggio 2016 – Fra novità di prodotto e ripresentazione di pezzi iconici, Philipp Selva ha presentato al Salone del Mobile 2016 un progetto trasversale, per soddisfare le esigenze stilistiche di ogni ambiente domestico; tutto questo grazie alla continua e sempre prolifica collaborazione con Marzia e Leo Dainelli.

LIVING
La grande novità dell’area living è rappresentata dal divano componibile TRUST, una sfida per l’azienda ma anche un modo per avvicinarsi sempre più al cliente e alle nuove esigenze di vivere contemporaneo. Altri nuovi imbottiti sono il SUNDAY, sofisticato divano con base in noce canaletto e doghe in faggio e la poltrona ed il pouff CHRYSLER, da abbinare al divano già presentato lo scorso anno.
A completare gli ambienti, complementi d’arredo multifunzionali come i nuovi tavolini in metallo MATRIX e grandi specchi, tra cui il nuovo ROCKSTAR, realizzato in tre moduli esagonali di diverse dimensioni.
Un’altra scommessa di questo Salone è la raffinata libreria modulare in noce canaletto ATLANTIC, funzionale e versatile, libreria per il soggiorno, credenza per l’ufficio, madia per la sala da pranzo.

LOUNGE
Per la lounge collection Philipp Selva presenta DONATELLO, un nuovo tavolo da pranzo impreziosito da un motivo a scacchiera sul piano e da ferramenta decorativa di color bronzo anticato, insieme alla nuova sedia BURTON, in faggio massello. Inoltre, in linea con la credenza Kenton già presente a catalogo, è stato presentato il nuovo porta TV KENTON, elemento semplice ma molto elegante in noce canaletto.

NIGHT
Novità, non solo in termini di prodotti, ma anche di crescita aziendale. Philipp Selva presenta quest’anno una zona notte custom per dimostrare la capacità dell’azienda di proporre soluzioni progettuali su misura per un total look ricercato e unico. Nella seconda zona notte viene ripresentato il letto Royale abbinato ai nuovi comodini DELANO in finitura bianco laccato lucido.

Selva SPA
Via J.Selva 307 Isola Rizza Verona Italia
[email protected]
T. +39 045 6999111
www.philippselva.com

press office Terzomillennium
[email protected]
[email protected]
T. +39 045 6050601
www.terzomillennium.net

No Comments
Comunicati

“Non c’è mai una seconda occasione per fare una buona prima impressione” Api Donne Verona promuove il convegno sul Business della Fiducia


Verona, Aprile 2016 – Mercoledì 27 Aprile alle ore 18.00 si terrà il convegno “Non c’è mai una seconda occasione per fare una buona prima impressione”, organizzato da Api Donne di Apindustria Verona e Crediveneto, che verterà sull’importanza della collaborazione e della comunicazione all’interno di ogni realtà lavorativa, indispensabile per trasmettere in maniera positiva e sinergica l’immagine aziendale.

Ad introdurre l’evento saranno Marina Scavini, Presidente di Api Donne Verona e Piergiorgio Agostini, Presidente di Crediveneto. Interverrà Christian Perdonà, Direttore generale dell’Agenzia Perdonà di Verona ed esperto coach strategico della “formazione sul campo”, una tecnica formativa che intende modificare lo stile dirigenziale puntando l’accento sulla partecipazione e condivisione delle dinamiche aziendali interne. L’evoluzione strutturale dell’impresa si basa sempre sulla cooperazione. Attraverso la consapevolezza, la pianificazione e l’operatività è possibile comprendere i valori aziendali e tradurre le competenze acquisite in comportamenti funzionali per una cultura d’impresa concreta e funzionale.

La fiducia è il potenziale più incompreso, trascurato e sottovalutato della nostra epoca. La fiducia influenza tutto: il reale engagement dei collaboratori, la leadership percepita, la fidelizzazione dei fornitori e del cliente. Sarebbe interessante quantificarne i benefici e, al contempo, calcolare i costi e le perdite causate dalla ‘non fiducia’.

“Soprattutto all’interno dell’attuale sistema di mercato, è indispensabile essere consapevoli del fatto che alla base dell’impresa ci sono le persone e le relazioni che si creano. Sono il patrimonio più importante di ogni realtà lavorativa: rappresentano le radici, la solidità ed i valori” afferma Marina Scavini, Presidente di Api Donne Verona. 

L’appuntamento è per mercoledì 27 aprile, alle ore 18 presso la nuova sede di 311 Verona, in Lungadige Galtarossa 21, uno spazio innovativo e formativo, nato da un progetto di CoWorking e riqualificazione industriale.

No Comments
Comunicati

“5 Stars Wines 2016”: Cantina Valpantena Verona premiata a Vinitaly 2016


Verona, Aprile 2016 – Quattro i vini di Cantina Valpantena Verona che, a pochi giorni dall’apertura della 50esima edizione di Vinitaly (Veronafiere, 10-13 aprile 2016), si sono aggiudicati il “5 Stars Wines 2016”, il rinomato Premio Internazionale di Vinitaly, che insignisce le aziende vinicole maggiormente impegnate nell’innovazione e nel continuo miglioramento dei propri prodotti.

Il Premio, che si configura come un importante strumento di promozione presso i numerosi buyer internazionali che intervengono ogni anno a Vinitaly, premia con il “5 Stars Wines 2016” solo i vini segnalati con un punteggio pari o superiore a 90 centesimi.

Notevole attenzione ha meritato l’Amarone della Valpolicella DOCG “Torre del Falasco”, prodotto di punta di Cantina Valpantena Verona per Vinitaly 2016. Premiate infatti sia l’annata del 2012 che quella del 2013, con un punteggio rispettivo di 90 e 91 centesimi. Di un caratteristico colore rosso rubino intenso con sfumature granata e profumi eleganti di prugna matura con note di cioccolato, questo vino pregiato è sottoposto ad un lungo e sapiente processo di produzione, che inizia con l’appassimento delle uve, continua con un periodo di fermentazione ad una temperatura tra i 18° ed i 22°C ed uno di macerazione, e si conclude con una maturazione di 18 mesi in barrique di rovere.

91 punti anche al Lugana Doc “Torre del Falasco” 2015. Questo vino dalle tonalità giallo paglierino e dal profumo fine e fruttato, è sottoposto ad un breve periodo di crio macerazione sulla buccia, e ad una pressatura soffice, con una fermentazione controllata a 14-16° C.

Anche il gusto elegante del Recioto della Valpolicella DOCG “Tesauro” 2012 è stato premiato con un punteggio di 91 centesimi. Questo vino da dessert dal tipico colore rosso rubino intenso, presenta una buona struttura, con delicati aromi di spezie e confettura di more.

“Con Cantina Valpantena Verona, vengono premiati il lavoro, l’amore per il territorio, l’ecosostenibilità e l’innovazione, concetti chiave della filosofia di questa associazione cooperativa che, raccogliendo più di 250 aziende vinicole veronesi sotto un’unica etichetta, garantisce standard produttivi e qualitativi di altissimo livello” ha dichiarato Luca Degani, Direttore di Cantina Valpantena Verona.

Cantina Valpantena Verona S.C.A.

Via Colonia Orfani di Guerra, 5/b

Quinto di Valpantena

[email protected]

T. 045.550032

Press office Terzomillennium

[email protected]

[email protected]

T. 045 6050601

No Comments
Comunicati

A VINITALY 2016 TABLE&CO – IL DESIGN A TAVOLA Dal 10 al 13 aprile 2016


Rotonda, quadrata, ovale, rettangolare, ogni forma di tavolo crea una relazione diversa tra i commensali, da conoscere, valorizzare con gli allestimenti più adatti e proporre ai propri clienti in ristoranti e bar. Table&Co propone una serie di ambientazioni di tavole apparecchiate con le porcellane, le posate e i bicchieri di aziende leader mondiali, oltre che con l’oggettistica e mobili di selezionate marche. In mostra anche le bottiglie vincitrici del Concorso Internazionale Packaging di Vinitaly.

Verona, 6 aprile 2016 – Vinitaly ed Enolitech (Verona, 10-13 aprile 2016) sempre sinergiche, grazie a Table&Co – Il design a tavola, trait d’union tra il Salone internazionale del Vino e dei Distillati e il Salone Internazionale delle Tecniche per la Viticoltura, l’Enologia e delle Tecnologie Olivicole ed Olearie. La nuova iniziativa di Veronafiere, realizzata nell’ampliamento del padiglione 10, è dedicata ai professionisti dell’horeca e al contract.

Il concept della mostra è stato curato da Elisabetta de Strobel, Interior designer, Art director, membro onorario di AIPi e delegata italiana nel Board esecutivo di E.C.I.A., European Council of Interior Architects.

Concept espositivo è quello di raccontare la tavola come spazio architettonico, dove è possibile vivere esperienze che nascono e si determinano proprio attraverso la forma stessa del tavolo e la disposizione degli elementi, decorativi e non, che esso ospita.

La riflessione nasce innanzitutto dall’aspetto formale della tavola. Dalla forma alla sua dimensione, agli elementi che l’arredano, alla luce, e alle sonorità che la avvolgono, tutto contribuisce a fare dello stare a tavola un’esperienza pensata, progettata e consapevole dei valori che tale situazione può veicolare.

Se il tavolo quadrato con la sua forma regolare suggerisce l’idea di stabilità e concretezza, di un luogo dove i commensali possano entrare facilmente in una relazione paritetica, il tavolo rotondo, con le sue forme morbide prive di spigoli, ci racconta di una semplicità e spontaneità nella condivisione del cibo.

La tavola rettangolare, invece, più austera, illustra un ordine gerarchico dei commensali ed un progetto ragionato che stabilisce in maniera precisa la posizione che ogni partecipante dovrà prendere, e quindi di conseguenza il grado d’importanza.

Infine, la tavola ovale, connubio fisico e concettuale delle forme rotonda e rettangolare, se da un lato suggerisce una gerarchia, allo stesso tempo la ammorbidisce, rendendo più fluidi i rapporti interpersonali.

Dieci i settori espositivi di Table&Co, con stili e target diversi, con una studiata commistione di generi, dal classico-contemporaneo, al transition, al moderno, per garantire un’esperienza visiva ed estetica a 360 gradi, in una galleria di presentazioni che fungono da spunto per gli addetti ai lavori e che propongono una panoramica sulle attuali proposte del mercato. Tutto nell’ottica di dare il giusto valore al tempo e al modo in cui i commensali si relazionano, nello spazio limitato di una tavola, valorizzando le persone stesse oltre che le pietanze, affinché il loro apporto a questa esperienza relazionale, estetica e del gusto, rimanga un ricordo vivido nella mente di ciascun ospite, accompagnato da emozioni e sensazioni piacevoli e positive.
All’interno, pienamente in linea con il target dei visitatori di Vinitaly, vengono trattati i temi, del vino, rosso e bianco, della birra e dei dessert. In mostra anche le bottiglie vincitrici del Concorso Internazionale Packaging di Vinitaly.

Partecipano alla realizzazione di Table&Co – Il Design a Tavola in qualità di partner importanti brand di arredo e mise en place, quali: Bertelè; IVV; Philipp Selva; Rosenthal; Sambonet; Saturnia Porcellane; Tognana Porcellane; Frette; Varaschin; Veneta sedie; Villeroy e Boch; Wald; Zuliani Cav. Gelmino.

Si ringraziano inoltre numerose aziende di Enolitech che hanno contribuito con i propri prodotti a completare la decorazione di questi corner e la preparazione delle tavole: Arir s.a.s.Boggio di Zanon Maria Vittoria; Artmenu Factory s.r.l.; Asa selection; Beca Box Factory s.r.l.; Blomus; Bormioli Luigi s.p.a.; Brevetti Waf srl; Caraiba s.r.l.; Detesk s.r.o.; Erbolinea s.r.l.; Eva solo; Farmitaly; Gold Plast Group; Italesse s.r.l.; Merito s.r.l.; Modusfacit by Jolly Design; Patrick s.r.l.; Rastal Italia s.r.l.; Renoir s.r.l.; Schoenhuber s.p.a.; Valentino Moro Fabbro; Vetrodue; Vd Glass; Wine Cave s.r.l.

Servizio Stampa Veronafiere
Tel.: + 39.045.829.82.42 – 82.85
E-mail: [email protected]
Web: www.vinitaly.com | www.solagrifood.com | www.enolitech.it
Twitter: @pressVRfiere

No Comments
Comunicati

Olive Oil Contest 2016 premia l’Olio Veneto Valpolicella DOP di Frantoio Bonamini


Verona, Aprile 2016 – Si è tenuta il 6 aprile presso Palazzo Paletta Dai Prè la cerimonia di premiazione della seconda edizione del Verona Olive Oil Contest, il concorso riservato alle eccellenze veronesi, che anche quest’anno ha visto trionfare il Frantoio Bonamini con l’Olio Extra Vergine di Oliva Veneto Valpolicella DOP.

Il concorso oleario, promosso della Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Verona, ha il fine di selezionare e premiare le aziende produttrici del nostro territorio. “Il 2015 è stata un’annata particolarmente fortunata per qualità e quantità per i 3.700 olivicoltori veronesi che hanno prodotto 13.000 quintali d’olio extravergine per un valore alla produzione di 1,2 milioni di euro, di cui il 10% è destinato ai mercati esteri” ha dichiarato Giuseppe Riello, Presidente della Camera di Commercio di Verona, che a proposito dei premiati al concorso ha affermato: “Iniziative come queste funzionano per il settore agroalimentare stesso, ma anche per trainare altri settori che vi sono collegati a doppio filo, fondamentali per Verona: il turismo e il commercio. Questi contest, inoltre, hanno un valore formativo nei confronti dei produttori, impegnati a migliorare sempre, anno dopo anno, le proprie produzioni”.

Sono 34 i produttori d’olio che hanno superato la rigorosa selezione per Verona Olive Oil Contest, effettuata dai degustatori professionisti di A.i.p.o., Associazione Italiana Produttori Olivicoli, che hanno valutato i campioni alla ricerca del top della produzione oleicola scaligera.

L’Olio Extra Vergine di Oliva Veneto Valpolicella DOP del Frantoio Bonamini si è distinto tra le eccellenze del settore grazie alle sue pregiate caratteristiche che lo rendono un prodotto rinomato nella sua categoria. “Un riconoscimento che premia la qualità del nostro olio, un prodotto che rappresenta senz’altro una delle massime espressioni del gusto Made in Italy” ha dichiarato soddisfatto Giancarlo Bonamini. “Il Veneto Valpolicella DOP è un olio extra vergine di oliva grignano, la vera oliva autoctona della Val d’Illasi, per questo il nostro è un prodotto fortemente connotato a livello territoriale”.

Un’attenzione per la tradizione locale e la genuinità dei frutti della terra che da sempre è viva nella famiglia Bonamini, che da più di 50 anni conduce con passione ed esperienza lo storico Frantoio.

Frantoio Bonamini s.r.l.

Loc. S. Giustina, 9A

Illasi (VR)

T. 045 6520558

[email protected] 

www.oliobonamini.com

Terzomillennium press office

Barbara Bruno

[email protected]

[email protected]

www.terzomillennium.net

T. 045 6050601

No Comments
Comunicati

Vincenza Frasca, vice Presidente di Apindustria Verona, è il nuovo Presidente Nazionale di Confimi Industria Multiservizi


Verona, aprile 2016 – Il recente rinnovo delle cariche istituzionali all’interno di Confimi, Confederazione dell’Industria Manifatturiera Italiana e dell’Impresa Privata, ha posto Vincenza Frasca alla Presidenza Nazionale della Categoria Multiservizi.

Eletta con un mandato di tre anni, la veronese Vincenza Frasca è già Vice Presidente di Apindustria Verona e responsabile amministrativo finanziario dell’azienda di famiglia SALUS s.r.l., impresa di pulizia e sanificazione, che dal 1976 si occupa di erogare multi servizi nel territorio nazionale. “L’azienda fondata dai miei genitori quest’anno compie 40 anni di attività e prosegue con l’entusiasmo e la tenacia della nuova generazione di famiglia. Insieme a me, infatti, c’è mia sorella Katia che si occupa del personale e i miei due fratelli Giovanni e Ivan che si dedicano al reparto commerciale” ha raccontato Vincenza Frasca, neo Presidente Nazionale Confimi Industria Multiservizi, che afferma il nuovo incarico è certamente un grande prestigio, ma soprattutto rappresenta una responsabilità sia nei confronti delle aziende che andrò a rappresentare sia dei lavoratori dipendenti che collaborano con queste.” 

Il Vice Presidente di Apindustria Verona ha poi dichiarato: “In questo momento difficile, il sistema politico e le associazioni di categoria industriale e sindacale devono fare una scelta di campo chiara e forte sulla bontà dell’industria nel rispetto dell’ambiente. Solo in questo modo si può creare una ricchezza da distribuire. Più un Paese è povero e maggiore sarà la disuguaglianza sociale e senza industria non c’è ricchezza: il XX° secolo ce l’ha dimostrato chiaramente. L’industria non va demonizzata ma aiutata, riducendo i fardelli burocratici ed i costi impropri che non aiutano a crescere.” 

E continua Vincenza Frasca, analizzando la situazione attuale ed i recenti casi di cronaca. “Se l’impresa rispetta le normative in materia di sicurezza ed ambiente, perché schierarsi politicamente e dire no a priori? È necessario trovare i giusti compromessi, offrendo esempi concreti e positivi di collaborazione per le nuove generazioni. Bisogna smettere di chiedere “il mondo che vorrei e agire in comunione di intenti per ottenere “il mondo che vogliamo” conclude Vincenza Frasca, Presidente Nazionale della Categoria Multiservizi di Confimi Industria.

Apindustria Verona

Via Albere 21, Verona

[email protected]

  1. T.045 8102001

www.apiverona.it

Press office Terzomillennium: 

Barbara Bruno

[email protected]

[email protected]

T. 045 6050601

www.terzomillennium.net

No Comments
Comunicati

Eleganza Art Decò e fascino Made in Italy: Bertelè arriva a Toronto


Toronto, Aprile 2016 – Nuovo progetto per l’azienda italiana Bertelè che propone a Toronto i propri mobili, sinonimo inconfondibile di raffinata eleganza. Bertelè ha scelto di esporre nell’esclusiva location dell’Improve, Canada’s largest home improvement centre, celebre brand center del Canada dedicato al mondo dell’home design. Il concept di Improve è quello di creare un salone dell’interior, aperto 365 giorni l’anno, dove il mondo trade e l’end user possano trovare tutte le novità e le eccellenze mondiali del settore.

Con una superficie di 100.000 metri quadrati, Improve è il più grande store di arredamento e design del Canada. 400 negozi rappresentativi di 38 differenti categorie appartenenti all’homedesign, selezionati per il loro altissimo standard qualitativo e raccolti sotto un unico tetto, per offrire una panoramica globale sui trend mondiali del momento e rilanciare così il mercato dell’interior e della decorazione casa. Il Canada ricopre un ruolo importante nel settore dell’arredamento internazionale, in qualità di 9° maggiore consumatore di mobili a livello mondiale. L’Italia, apprezzata per la qualità e l’innovazione del suo design risulta il principale fornitore nel segmento di mercato qualitativamente più elevato e si posiziona al 5° posto come esportatore.

Inserendosi in questa realtà Bertelè acquisisce così un’importante vetrina sul mondo, grazie ad uno spazio espositivo altamente specializzato, che mostra già di poter diventare epicentro del nord America per il rilancio, l’incremento e il rinnovamento del mercato dell’homeliving.

Le preziose collezioni Bertelè saranno esposte nello showroom Italian Art Interior, appositamente dedicato all’autentico ed esclusivo Made in Italy. Cucine, Living, Wall Paneling, Wine cellars, Doors&Tables: Italian Art Interior propone al mercato americano lo stile italiano, connubio riconosciuto di eccellenza e prestigio. Bertelè con le forme classiche e romantiche decora le case contemporanee e il mondo contract con lo stile tipico dell’artigianato di alto livello, utilizzando i materiali più pregiati. Un’estetica sofisticata e senza tempo: Bertelè realizza complementi d’arredo unici, disegnati e costruiti su misura in base alle esigenze del fruitore, finemente curati nei dettagli, preziosi ed al contempo funzionali.

MOBILI BERTELÈ Sas

[email protected]

T. 045 6900821

www.bertelemobili.it

Press office Terzomillennium:

[email protected]

[email protected]

T. 045 6050601

www.terzomillennium.net

No Comments
Comunicati

Nasce Officina To Be Verona: firmato l’accordo tra Ass.Im.P, Università di Verona e Fondazione Giorgio Zanotto


Verona, Aprile 2016 – Firmato l’accordo tra Ass.Im.P, l’Università di Verona e Fondazione Giorgio Zanotto per la creazione dell’Officina To Be Verona.

In un incontro congiunto Mauro Galbusera Presidente di Ass.Im.P Verona, Claudio Baccarani, Professore ordinario e Direttore del Dipartimento di Economia Aziendale dell’Università di Verona e Alberto Motta, Segretario della Fondazione Giorgio Zanotto, hanno dato il via alle attività del progetto di marketing territoriale To Be Verona.

La Mission dell’Officina è promuovere l’innovazione e l’apertura internazionale della città di Verona e del suo hinterland, nell’ottica di farne una smart land, territorio intelligente, dove è la stessa alta qualità della vita a favorire lo sviluppo di idee e progetti finalizzati ad accrescere il benessere della città, delle imprese e a qualificarne maggiormente il turismo.

L’Officina, che ha la collaborazione dei sostenitori di To Be Verona, tra i quali la Camera di Commercio, l’Aeroporto di Verona, l’Ente Fiera, la Banca Popolare di Verona e naturalmente il Comune di Verona, raccoglie, valuta e sviluppa progetti che favoriscano lo sviluppo di un network, che dovrà promuovere un’immagine rinnovata, unitaria ed internazionale di Verona.

Il primo progetto, già in cantiere, “Welcome to Verona”, si occuperà della logistica dell’accoglienza.

Sono allo studio altri progetti, in collaborazione con realtà industriali, commerciali e turistiche. Ne ricordiamo solo il più ambizioso che vorrebbe creare a Verona una community dell’Innovazione, rivolta al business, in cui i giovani possano trovare gli imprenditori e i manager che li aiuteranno a sviluppare le loro idee di business innovativo.

Dopo il Forum Internazionale organizzato lo scorso 24 ottobre in Gran Guardia, che ha visto ospiti di spicco quali Nicoletta Iacobacci, curatrice di Ted Conference, il sociologo Francesco Morace e Annamaria Milesi, studiosa del marketing dei fattori immateriali in Italia, è prevista per il 28 ottobre 2016 la seconda edizione del Forum di To Be Verona in cui verranno presentati i risultati dell’attività dell’Officina e lanciati i nuovi progetti.

Dobbiamo operare, in pieno accordo con le istituzioni locali e nazionali, sia pubbliche che private, per costruire una  progettualità condivisa, che contribuisca in maniera sostanziale alla crescita della città sia in campo economico sia sociale” ha dichiarato Mauro Galbusera al termine dell’incontro che ha portato alla firma dell’accordo.

Verona, quindi, come città da vivere e sulla quale investire, dove la tradizione e il “saper fare” abbracciano l’innovazione e dove l’incontro tra preziose esperienze passate ed illuminate visioni del futuro deve rendere la città un punto di riferimento dinamico, vivo e pulsante per l’imprenditorialità italiana ed internazionale.

To Be Verona

Via Pancaldo 32

37138 Verona

[email protected]

Press office Terzomillennium

[email protected]

[email protected]

T. 045 6050601

No Comments
Comunicati

Vinitaly 2016: Cielo e Terra presenta Freschello Rosé, lo spumante extra fresco e leggero


Montorso Vicentino (VI), Aprile 2016 – In occasione della 50° edizione di Vinitaly (Verona, 10-13 aprile 2016), Cielo e Terra, storica cantina del vicentino, presenta il suo nuovo prodotto, Freschello Rosé, presso il proprio stand E6 all’interno del padiglione 5.

Leader nel comparto vitivinicolo, Cielo e Terra si distingue dal 1908 per la competenza, l’affidabilità e la forte passione per la tradizione. Negli ultimi quindici anni, da azienda familiare si è affermata nel mercato internazionale, vantando clienti in 60 Paesi, grazie alla spiccata innovazione strategica e la profonda etica produttiva, che ha portato Cielo e Terra a diventare promotrice di importanti progetti solidali ed iniziative sociali.
Nata negli anni ’90 con l’intento di offrire una gamma di vini a contenuta gradazione alcolica, la linea Freschello risponde alle moderne esigenze di consumo ed è adatta a tutte le occasioni di convivialità e partecipazione. Perfetto per accompagnare quotidianamente i pasti e per l’aperitivo a chiusura della giornata lavorativa, Freschello ha riscosso fin da principio un grande successo, diventando il vino in bottiglia più venduto in Italia all’interno del canale GDO. Prodotto di punta dell’azienda Cielo e Terra, che da sempre seleziona i migliori vini veneti per soddisfare i gusti di un pubblico eterogeneo.
Dopo Freschello Vivo, proposto nelle versioni bianco, rosso, rosé, Freschello Frizzante bianco e rosé e Freschello Extra Spumante, nasce Freschello Rosé, che completa la famiglia. Dalle vigne dei Colli Berici nasce questo spumante da uve Merlot e Raboso vinificate in rosa, fresco e leggero, dalla gradazione alcolica di 9,5% vol. che esprime il massimo delle qualità organolettiche servito a 6-8 °C. La bottiglia da 0,75 l. presenta un design minimal ed elegante in cui risalta il logo del prodotto e si completa attraverso una chiusura argentata che dona un aspetto raffinato al tutto.

La presentazione ufficiale di Freschello Rosé avverrà martedì 12 aprile 2016 alle ore 10.30 prima dell’inizio del convegno “La responsabilità sociale e ambientale d’impresa: il caso Cielo e Terra” che si terrà nella Sala Respighi del Palaexpo – Veronafiere, durante Vinitaly 2016.

CIELO e TERRA S.p.A.
Via IV Novembre, 39
Montorso Vicentino (VI)
[email protected]
T. 0444 485211
www.cieloeterravini.com

Terzomillennium press office
[email protected]
[email protected]
T. 045 6050601
www.terzomillennium.net

No Comments
Comunicati

Cantina Valpantena Verona a Vinitaly 2016: questo è l’anno dell’Amarone


Verona, Aprile 2016 – La Cantina Valpantena Verona parteciperà ancora una volta a Vinitaly (Veronafiere, 10-13 aprile 2016), la più grande manifestazione, giunta alla sua cinquantesima edizione, dedicata la mondo del vino, dove business, internazionalizzazione e formazione sono protagonisti. La Cantina sarà presente presso il Padiglione 5, Stand E3.

Amore per il territorio, valorizzazione della tipicità, ecosostenibilità ed innovazione, sono alcuni degli aspetti su cui, da più di cinquant’anni, la Cantina Valpantena Verona, associazione cooperativa con più di 400 aziende agricole veronesi e 750 ettari di terreno, punta per ottenere prodotti di eccellenza.

Nel totale rispetto del territorio e della salute dei terreni, verso una costante ricerca volta all’incremento degli standard produttivi e qualitativi attraverso investimenti in macchinari e tecniche all’avanguardia, nel cuore della Valpolicella e la Valsquaranto, vallata dalle tradizioni viticole fin dal I sec. a. C., nasce l’Amarone “Torre del Falasco”, prodotto di punta della Cantina per Vinitaly 2016.

La biodiversità ambientale in cui crescono le uve di questo vino e le condizioni climatiche che caratterizzano la valle, trasferiscono ai vini Valpolicella e Amarone aromaticità e profumi riconoscibili e memorabili, che si mantengono più naturali possibili. Le pratiche colturali vedono il 50% dei vigneti coltivati a pergola mentre la parte restante con il più moderno sistema a guyot. Le pratiche più specifiche vengono effettuate a mano, come ad esempio la scacchiatura dei germogli, la defogliazione o la sistemazione dei grappoli  prima della vendemmia.

L’Amarone della Valpolicella DOCG “Torre del Falasco” è costituito da Corvina Veronese, Corvinone e Rondinella. Dopo la raccolta le uve subiscono un appassimento per un periodo di almeno 4 mesi, un processo di fermentazione, che avviene tra i 18° ed i 22°C, uno di macerazione, per poi passare alla maturazione in barrique di rovere per almeno 18 mesi.

Il vino è caratterizzato da un colore rosso rubino intenso con sfumature granata, presenta profumi eleganti di prugna matura e sentori di cioccolato e regala una nota di armonia al palato con tannini setosi che lo rendono ben equilibrato e maturo.

Questo prodotto ha il merito di aver raggiunto diversi successi internazionali, conquistando la medaglia d’oro al Berlin Wine Trophy negli ultimi quattro anni, a Decanter 2012 e salendo sul podio, al terzo posto, a Vinitaly 2014.

L’Amarone della Valpolicella DOCG “Torre del Falasco” sarà presente alla 50° Edizione di Vinitaly, insieme agli altri prodotti della Cantina, che non si occupa solo di vino, ma anche di pregiati oli e aromatiche grappe di eccellente qualità, con una produzione annuale che ammonta circa a 8 milioni di bottiglie.

Cantina Valpantena Verona S.C.A.

Via Colonia Orfani di Guerra, 5/b

Quinto di Valpantena

[email protected]

T. 045.550032

Press office Terzomillennium

[email protected]

[email protected]

T. 045 6050601

No Comments
Comunicati

“Made to measure”: la collezione Ego di Platinum Custom Rugs


Carmignano del Brenta, Aprile 2016 – Tradizione, innovazione, “Made to measure”: i tre concetti chiave dietro tutto l’operato di Platinum Custom Rugs, brand veneto conosciuto in tutto il mondo per la manifattura di tappeti luxury.
Al quinto anno di partecipazione al Salone del Mobile di Milano (12-17 aprile 2016) “Made to measure”: la collezione Ego di Platinum Custom Rugs

Platinum Custom Rugs, che fin dal principio si è distinto dai competitors per la possibilità di personalizzare al massimo il proprio prodotto in base alle esigenze del cliente, propone una collezione ispirata alle sensazioni, avvolgendoci di entusiasmo e romanticismo.

Ego Collection che, come dice la parola, si concentra sull’io, possiede una propria identità ineguagliabile ed originale, esattamente come ciascuno di noi. Così come non esistono persone uguali per Platinum Custom Rugs non possono esistere prodotti uguali, il fatto a mano e su misura prevede proprio questo. All’interno del mondo dell’Ego accadono cose meravigliose, prendono vita, ad esempio, le emozioni, ed è proprio ad esse che si ispirano i tappeti della collezione che verrà presentata in anteprima presso lo stand fieristico.

Quattro modelli per sorprendere e rinvigorire gli spazi residenziali, un complemento in grado di infondere un significato più profondo all’ambiente circostante.
Tappeto Freedom: farfalle in pieno volo ci ricordano il valore inalienabile della libertà e la gioia di librarsi in aria senza nessun limite, regalandoci apertura e leggerezza;
Tappeto Passion: il fiore simbolo dell’amore e del tormento invade lo spazio per ricordarci che non c’è scampo all’ardore, al sussulto, al piacere;
Tappeto Harmony: tutto è esattamente come deve essere, le simmetrie e gli accordi di toni cromatici infondono grazia e tranquillità, rendendo il contesto sobrio e delicato;
Tappeto Euphoria: gli intrecci a contrasto, la dinamicità della fantasia, la sua vibrante energia riflettono irrequietezza, esaltazione, in grado di dare movimento all’ambiente in cui si trova.

I diversi modelli vengono proposti in alcune varianti colore ma, come per tutti gli articoli del brand Platinum Custom Rugs, possono essere personalizzati scegliendo tra la gamma di 1200 tonalità cromatiche e modificando misure a seconda delle esigenze.

 

PLATINUM CUSTOM RUGS – WAREHOUSE & SHOWROOM

Via dell’industria e dell’artigianato, 22/B

35010 Carmignano del Brenta – PD Italy

T. 049 5957551

[email protected]platinumcustomrugs.com

Press contact:

Terzomillennium press office

[email protected]

[email protected]

T. 045 6050601

www.terzomillennium.net

No Comments