Daily Archives

21 Marzo 2013

Comunicati

Votazioni per Camera e Senato. Bonfrisco, forte preoccupazione per i temi economici


Al Senato, fra chi del Pdl era incaricato di contare i voti, c’era la senatrice Cinzia Bonfrisco: «Ho contato le schede bianche del gruppo di Monti, mentre sono arrivati 15 voti dei grillini grazie all’accordo fra il Pd e il 5 Stelle. C’è delusione, forte preoccupazione. È sempre più evidente che si va a un governo del Pd con appoggio più o meno nascosto del 5 Stelle. Questo ci preoccupa molto, soprattutto in ordine ai temi economici».

Habemus, dopo papa Francesco, anche i presidenti di Camera e Senato. E comincia la battaglia anche nella pattuglia veronese di parlamentari, 11 deputati e un senatore. Com’era prevedibile, qualche ponte di ipotetico dialogo fra Pd-Sel e Movimento 5 Stelle è stato creato. Mentre si allarga la crepa fra centrosinistra, da una parte, montiani e centrodestra dall’altra. Laura Boldrini, di Sel, e Pietro Grasso, del Pd, sono stati eletti rispettivamente presidenti della Camera e del Senato, ma la loro attività parte in salita. E chi è partito dall’Adige per andare al Tevere conferma questo quadro. «Per il curriculum e l’esperienza Laura Boldrini è senz’altro persona all’altezza dell’incarico e la misureremo in aula», dice Alberto Giorgetti, deputato del Pdl, «ma la sua matrice culturale è palesemente di sinistra, essendo di Sel e accolta con entusiasmo anche dal 5 Stelle. Molto più spostata dell’area centrista del Pd, dunque», spiega. «È un ulteriore passo indietro verso l’ingovernabilità».

Sul fronte leghista anche Matteo Bragantini, deputato della Lega Nord, contrasta la scelta. «Il Pd ha deciso di votare un esponente di Sel», dice, «e hanno scelto al loro interno. Ho trovato poi il discorso della Boldrini molto retorico. Ha parlato solo delle sofferenze degli extracomunitari, a cui vuole aprire le porte, poi dei detenuti, ma forse si è dimenticata della crisi economica e istituzionale. Vedremo nei fatti se sarà super partes e garante di tutte le posizioni o sarà, invece, di parte». SUL FRONTE del Pd viene accolta con grande favore l’elezione della Boldrini. «Il primo atto del nostro Parlamento è stato quello di eleggere una donna», dice Alessia Rotta, deputato del Pd, «una donna coraggiosa, che non è una promessa ma da 20 anni lavora per i diritti. Le sue prime parole sono state importanti, si riparte dagli ultimi, si deve ritrovare la passione che animi la politica, il senso delle istituzioni e naturalmente i crimini inaccettabili, come quelli contro le donne. Sottolineo poi il grande gesto della coalizione Italia Bene Comune: il Pd», conclude la Rotta, «ha dimostrato di ascoltare i cittadini che chiedono rinnovamento, ma accompagnato da responsabilità, come sottolinea Bersani».

E Francesca Businarolo, deputato del 5 Stelle, spiega: «Auguriamo buon lavoro alla neoeletta presidente. E ci auguriamo che la Camera diventi la casa della buona politica. Verificheremo con i fatti se i propositi enunciati nel discorso verranno mantenuti». SIA LA BOLDRINI che Grasso sono stati già a Verona, negli anni scorsi, ma Vincenzo D’Arienzo, deputato del Pd e segretario provinciale fa sapere: «L’ho invitata in Arena per l’opera e lei ha detto che verrà volentieri». Gianni Dal Moro, deputato del Pd: «Abbiamo credo mantenuto la parola: responsabilità nel cambiamento. Laura Boldrini e Piero Grasso sono certo saranno due presidenti di tutti gli italiani. Ora diventa più chiara la differenza tra la politica che costruisce e quella che distrugge».

Al Senato, fra chi del Pdl era incaricato di contare i voti, c’era la senatrice Cinzia Bonfrisco: «Ho contato le schede bianche del gruppo di Monti, mentre sono arrivati 15 voti dei grillini grazie all’accordo fra il Pd e il 5 Stelle. C’è delusione, forte preoccupazione. È sempre più evidente che si va a un governo del Pd con appoggio più o meno nascosto del 5 Stelle. Questo ci preoccupa molto, soprattutto in ordine ai temi economici».

FONTE: L’Arena

No Comments
Comunicati

Mini Cena Pugliese alla Trattoria Pugliese


Alla Trattoria pugliese puoi assaporare i migliori piatti della tradizione pugliese. Burrata, orecchiette, panzerotti, focacce e sottoli, il tutto fatto in casa e accompagnato da ottimo vino.  Il posto perfetto per una serata da passare in compagnia di amici o con qualcuno di speciale, un ambiente rilassato e amichevole dove uno staff competente e attento saprà farvi sentire a casa. Il ristorante offre anche la possibilità di assaggiare una selezione invitante dei piatti del menu ad un prezzo speciale. Una degustazione studiata appositamente per voi, ideale per una cena informale o un aperitivo diverso dal solito. Un’occasione speciale ed irripetibile che vi coinvolgerà con tutto il suo gusto e il suo sapore.

 

ristorantepugliesemilano.it

No Comments
Comunicati

Scopri PEEL PIE!


Entra nel mondo di PEEL PIE e scopri il suo segreto!

PEEL PIE è una birra bionda doppio malto ad alta fermentazione dall’intenso colore dorato. Nasce da una selezione accurata di elementi naturali e da uno studio attento che è riuscito ad unire la freschezza della Saison/Blanche di nicchia, con note di coriandolo e di arancia Curaçao, alla corposità della birra d’abbazia.

PEEL PIE però non è una birra come tante altre, nasconde un segreto che la rende unica e speciale. La perfetta armonia dei suoi elementi la rende estremamente versatile e adatta ad ogni situazione. A seconda della temperatura alla quale la si serve, PEEL PIE può essere gustata dall’aperitivo al dolce, in un tripudio di profumi e sensazioni che esaltano i cibi che accompagna. PEEL PIE è sempre la scelta giusta per un happy hour di tendenza o per una cena informale.

PEEL PIE è questo e altro…Creatività, Innovazione, Stile e Divertimento. Un nuovo modo di pensare e un mondo tutto da scoprire! Find the Secret!

 

Sul website e su Facebook, tutti gli appuntamenti, novità e i punti di vendita:

www.peelpie.com   &   www.facebook.com/PeelPieBeer

per informazioni, novità e acquisti:
+39 339 3431583   &   [email protected]

No Comments
Comunicati

Parbleu! Scopri l’Aperiplateu!


Se siete stanchi del solito Happy Hour, chiassoso ed affollato, e cercate una serata rilassante con la giusta atmosfera, perché non provare qualcosa di nuovo, un “Aperiplateau”?

Parbleu! È il posto che fa per voi. Una vera  e propria “Taverne du Port” dove semplicità, fascino ed eleganza regnano sovrani. Un ambiente suggestivo e caratteristico in grado di farvi assaporare tutto lo charme francese.

Parbleu! Offre la possibilità di gustare l’aperitivo al tavolo con assaggini vari di mare o di terra, che cambiano a secondo  di ciò che lo chef prepara in cucina. Una location raffinata, un servizio impeccabile, un modo non convenzionale di concepire l’aperitivo. Cibo e vini d’alta qualità, musica di sottofondo e atmosfera: l’ideale per un passare il tempo  in compagnia di amici o di qualcuno di speciale.

parbleumilano.it

No Comments
Comunicati

Spazio Movida Milano


Location dal sapore metropolitano in perfetto stile american bar, Spazio Movida è situato sui navigli nel cuore pulsante della nightlife milanese. Un design minimal e contemporaneo ma al tempo stesso  i giochi di luci sulle pareti creano un ambiente lounge caldo ed accogliente.

Ideale per godersi una birra tra amici o per una cena easy a base di hamburger e patatine, ma il vero punto di forza del locale risiede nel suo abbondante e gustoso happy hour. Un lungo bancone con piatti freddi e caldi e stuzzichini di ogni tipologia, musica di sottofondo e ottimi cocktail fantasiosi e ben eseguiti (anche in versione maxi) e soprattutto mai scontati. Da provare il Pornstar Martini, un interessante mix che vi lascerà a bocca aperta. Un occasione per stare in compagnia, rilassarsi e far festa per tutta la notte. Il locale organizza spesso feste ed eventi in grado di coinvolgere e divertire i giovani festaioli milanesi, appuntamenti da non perdere per vivere a pieno la Movida Milanese.

www.papido.it/milano/locali/movida.htm

No Comments
Comunicati

Ristorante Maya Milano


Il ristorante Maya Milano, situato sulle rive del naviglio, accoglie con un’atmosfera vivace e glamour. Con i suoi arredi e i suoi suggestivi giochi di luce riporta un po’ dei colori del Messico nel bel mezzo della movida milanese.

Punto di riferimento del popolo milanese amante dell’happy hour grazie ad un aperitivo gustoso ed abbondante dove piatti elaborati si fanno spazio tra i soliti stuzzichini. Il tutto da assaporare con un ottimo cocktail da scegliere tra una lista varia che accontenterà sia i fanatici dello spritz che coloro che cercano qualcosa di nuovo da provare.

La parte riservata al ristorante è particolarmente curata, i tavoli disposti sotto ad un grande tempio maya sono immersi in una location suggestiva ed affascinante pronta a fornire ai commensali privacy e intimità.

Uno staff attento e competente vi accompagnerà in un viaggio di gusto e sapore per scoprire le migliori ricette della tradizione messicana reinterpretate con creatività sorprendente. Una vasta scelta di antipasti e carni di prima scelta accompagnate da contorni gustosi. Il tutto rigorosamente fatto in casa, pane compreso.

Ideale per una cena romantica o per una serata speciale tra amici, il maya si pone come punto di riferimento della night life milanese destinato a diventare un vero e proprio must.

 

www.mayamilano.it

No Comments
Comunicati

Dj Antoine @ Lime Light Milano


Dj Antoine è un dj e produttore discografico svizzero dallo stile unico ed inconfondibile. Ritmo ed energia lo accompagnano nelle sue performances in grado di trascinare il pubblico.

Artista di fama internazionale, Dj Antoine ha venduto più di un milione di copie dei suoi LP e ha ottenuto diciannove dischi d’oro. A Fine gennaio è uscito il suo ultimo lavoro che vanta collaborazioni con artisti del calibro di Pitbull. L’LP dal titolo “Sky is the limit” è stato preannunciato dal singolo “Bella Vita”.

Il 27 Marzo Dj Antoine sarà al Lime Light di Milano per farvi scatenare e ballare fino a notte fonda. Un evento esclusivo da non perdere per gli amanti della musica dance.

Per info: www.limelightmilano.it   – www.djantoine.com

No Comments
Comunicati

Copacabana Cafè Milano


Situato alle porte di Milano, il Copacabana Cafè è sicuramente un must della night life milanese.

Cocktail bar e Discoteca, Copacabana è il luogo ideale per una serata in compagnia e per organizzare qualsiasi tipo di evento: compleanni, feste private o party aziendali. Il suo design minimal,targato Kartell, lo rende una location chic ed esclusiva sia nella zona lounge che negli eleganti privè. Copacabana è sempre la scelta giusta per  una serata a tema o per un aperitivo. Tutti i giorni è disponibile un abbondante happy hour con piatti e stuzzichini di ogni genere. Sorseggiando un buon cocktail si comincia a ballare fino a notte inoltrata quando la musica diventa la vera protagonista. Chill Out, Lounge, House Jazz e R’n’B mixata dai migliori dj resident per farvi divertire senza sosta.

No Comments
Comunicati

Aperitivo al Janga Cafè


Situato nei pressi della stazione di Lambrate, nel pieno della città studi milanese, il Janga Cafè è il perfetto punto di riferimento per il giovane ambiente studentesco.

Cocktail Bar, Beer & Food, dominato dai toni del rosso e del nero con un design minimal e di tendenza, il locale è aperto tutti  i giorni dalla colazione al dopocena. La cucina offre una selezione di stuzzicherie calde e fredde e ottimi hamburger, piadine e panini pieni di gusto e fantasia.

Un pranzo, una cena informale, un aperitivo, il tutto da accompagnare con cocktail elaborati eseguiti ad opera d’arte.

Spesso il Janga offre offerte e sconti speciali, ogni martedì dopo le 21.30 la birra media costerà solo 3 euro! Proprio Anche per gli appassionati di calcio Janga è il luogo perfetto dove seguire le partite di Champions o di Campionato.

Se cercate un posto per rilassarvi e per divertirvi in compagnia, Janga è il locale che fa per voi!

 

http://www.jangacafe.net/

No Comments
Comunicati

I Salesiani nella Terra del Fuoco

I Salesiani nella Terra del Fuoco

Diretto da Salvatore Metastasio

Produzione: Naif Film

Durata delle riprese in Cile e Argentina: 20 febb-26 mar 2013.

Durata delle riprese a Torino, in Italia: una settimana.

Cast:

Nicola Bottiglieri: ideatore, voce narrante e intervistatore

Salvatore Metastasio: regia, operatore e montaggio

Don Francesco Motto: attività di pre-produzione, direttore di produzione

Diego Bottiglieri: attore, aiuto regia, luci

Alessandro Vantini: attore

Ufficio Stampa: Elena De Meo & Michele Sassano

Il 20 febbraio 2013 è iniziato il viaggio in Patagonia della produzione lucana Naif Film impegnata nelle riprese del documentario “I Salesiani nella Terra del Fuoco”.

 

Il  film, della durata di 50 minuti, vuole essere  una ricostruzione storica della presenza dei Salesiani nella Terra del Fuoco a cominciare dall’arrivo di Monsignor Giuseppe Fagnano nella Baia di San Sebastián.

Il documentario, pertanto, copre quel periodo storico che corrisponde alla fase pionieristica dell’Ordine, quando, seguendo i sogni di Don Bosco, i missionari si spingono fino alla fine del mondo per predicare il Vangelo.

Il film sarà anche l’occasione per “registrare” con rigore storico l’eroica, anche se sfortunata, azione Salesiana fra gli Indios della Patagonia meridionale e delle Isole Fueghine. Le stesse isole che, con altre finalità e conclusioni, aveva visitato qualche decennio prima Charles Darwin, il naturalista britannico, celebre per aver formulato la teoria dell’evoluzione delle specie. Il lavoro, infatti, si articola su duplice binario: quello missionario-salesiano e quello scientifico-darwiniano. I due percorsi si sviluppano con gli itinerari dei due attori protagonisti: Diego Bottiglieri che segue il cammino darwiniano iniziando il suo viaggio a Wlaia, luogo di incontro tra Darwin e gli Indios e proseguendo fino a Punta Arenas; Alessandro Vantini che, invece, ripercorre le tratte dove si sono dislocati i salesiani negli anni.

 

Il progetto contribuirà, il prossimo dicembre 2013, alle celebrazioni per il I centenario dell’innalzamento di una croce monumentale nella punta più meridionale della Patagonia, a capo Froward, un promontorio sullo stretto di Magellano. Verrà presentato in anteprima nel prossimo dicembre, contemporaneamente a Punta Arenas, in Cile, e a Torino, da cui partì il sogno della presenza salesiana fino al sud del mondo, fino alla città di Ushuaia (Terra del Fuoco) e ancora più a sud, all’isola, disabitata, di Capo Horn.

Elena De Meo

  Ufficio Stampa

Naif Film

www.naiffilm.org

No Comments
Comunicati

Italian Fashion Selection conferma il trend in ascesa delle vendite estere


Il successo delle vendite estere per i progetti di alto livello selezionati da Italian Fashion Selection confermano la necessità di internazionalizzazione per il mercato del fashion made in Italy. I riscontri di IFS relativi agli eventi di New York e Las Vegas sigillano quanto preventivato alle imprese clienti in termini di incremento di vendite. Ottimi i feedback anche per quello che riguarda il mercato russo.

 

Intenso e positivo: il primo trimestre del 2013 è stata la riconferma di quanto preventivato per Italian Fashion Selection (Joint Venture nata dall’unione di Octagona, società di consulenza nell’internazionalizzazione d’impresa, e di Jolty, azienda operante nel settore della moda), che ha portato in diversi mercati esteri, tra cui USA, India e Russia, alcuni brand selezionati tra quel made in Italy di qualità a cui essa si rivolge.

IFS ha individuato gli eventi e gli appuntamenti internazionali più idonei per la presentazione delle ultime collezioni dei marchi clienti, Baroni, Memory’s e Haikure, gestendo i contatti con i venditori americani e monitorando l’attività di esposizione in loco: a New YorkDesigner and Agents Man e Moda Manhattan e a Las Vegas, Stitch e Project sono state occasioni imperdibili per fare una valutazione sulle reali opportunità di business e organizzare strategicamente l’ingresso di tali prodotti nelle 100 top boutique statunitensi.

Come i risultati dell’ultima edizione di Pitti Uomo lasciavano presumere, anche in queste occasioni si è manifestato, ancora una volta, l’interesse dei compratori statunitensi e russi per la moda italiana e per lo stile, l’eleganza e la volontà di ricerca con cui viene concepita.

Non sono solo i paesi in via di sviluppo, infatti, a guardare con interesse all’Italia e all’Occidente dal punto di vista sia economico che culturale, è l’intero mercato globale che si configura come un caleidoscopio di influenze e suggestioni: un flusso all’interno del quale i prodotti nostrani possono trovare una nuova vitalità, rappresentando da sempre il giusto equilibrio tra creatività e tradizione.

I dati di Cna Federmodena per la provincia modenese non lasciano dubbi a riguardo: nel 2012 la quota export per il settore abbigliamento ha raggiunto il +42,7% sul fatturato totale dell’intero comparto, contro il 30% della maglieria, a fronte di dati di produzione e fatturato negativi per entrambi (rispettivamente -12,5% e -10,1% per la maglieria, mentre è andato leggermente meglio l’abbigliamento con +2,9% e -0,7%).

E’ proprio con quest’intenzione che nasce il progetto Italian Fashion Selection, nella consapevolezza del potenziale racchiuso nei prodotti che distribuisce, in un mercato che per quanto in crisi ha i suoi margini di sviluppo e ripresa, con la fiducia e la positività che caratterizzano l’imprenditoria emiliana.

Per poter attuare un cambio di strategia, per poter intercettare le dinamiche che stanno modificando la fisionomia del mercato, durante e dopo la crisi, oggi più che mai è fondamentale lavorare in sinergia, ottimizzando le risorse e integrando i punti di forza di ogni realtà economica e produttiva.

Gli scenari a cui guarda IFS sono quelli fortemente in espansione (India e Russia in testa) oltre all’importante mercato statunitense, ma con un’attenzione costante e focalizzata all’interpretazione di tutti i segnali che provengono dal mercato internazionale, che nella realtà contemporanea si caratterizza sempre più per il suo eclettismo e per la ricchezza di prospettive e opportunità di crescita.

 

Per info: www.italianfashionselection.com

No Comments
Comunicati

Il vaglio Vibrante: attrezzatura impiegata per classificare e vagliare i materiali diversi settori


Il vaglio vibrante è un tipo di attrezzatura largamente impiegata a livello industriale per classificare e vagliare i materiali diversi settori: minerali, cave, materiali da costruzione, conservazione idrica ed energia idroelettrica, trasporti, industria chimica, metallurgia e molti altri.

Il vaglio vibrante viene realizzato comunemente con le dimensioni più svariate adatte ad ogni esigenza, sulla base di parametri riguardanti ad esempio la capacità produttiva desiderata o la pezzatura del materiale voluto.

Ogni vaglio vibrante è dotato di motore Caterpillar e di nastro trasportatore che permette lo scarico del materiale lateralmente al fine di creare il letto di posa nel momento in cui la macchina suddivide il materiale secondo pezzatura.

La funzione principale del vaglio vibrante è quella di effettuare la selezione delle differenti pezzature di materiale; il vaglio vibrante funziona attraverso il principio del “setaccio” , un meccanismo speciale che fa  vibrare il macchinario al quale vengono applicate apposite reti o lamiere forate sulle quali viene convogliato tutto il materiale frantumato e quella parte che ha la pezzatura corrispondente alla luce del foro applicato.

Usato per le grandi portate di vagliatura di controllo di prodotti secchi, in polvere o granuli e anche per le separazioni liquidi solidi con poco scarto. Ogni vaglio vibrante risponde a determinate esigenze di lavoro, infatti ci sono varie tipologie; ci sono vagli vibranti semoventi e non, oppure  con bocche e superfici da lavoro di diverse dimensioni, nonché vagli in grado di operare anche in condizioni di forte pendenza. Ogni vaglio vibrante è comunque in grado di lavorare in condizioni di umidità evitando così pericoli d’intasamento e sono tutti dotati di radiocomando per gestire l’ avvio e la traslazione della macchina nonché tutte le diverse funzioni, ciò permette all’operatore la migliore visibilità possibile sia in entrata che in uscita del materiale, e di operare a distanza di sicurezza.

No Comments
Comunicati

Seminario Jazz: l’albo dei workshop e delle masterclass jazz di Orsara

www.orsaramusica.it

facebook

twitter

I DOCENTI DI ORSARA JAZZ SUMMER CAMP

Albo d’oro

Dal 2004, anno di prima edizione dei seminari di Orsara, molti allievi hanno frequentato i corsi, hanno sviluppato delle carriere importanti, si sono impegnati e hanno visto riconosciuto il loro talento. In molti casi un po’ di merito è dovuto anche alla loro partecipazione ai seminari jazz di Orsara. Nelle settimane di Orsara sono stati protagonisti dei grandi musicisti, rispettati per la loro esperienza e le loro capacità didattiche. Dei veri capiscuola come Bergonzi, talenti puri come Steve Grossman, grandissimi come Lee Konitz e Benny Golson per la loro storia personale e musicale, inscindibile da quella della musica jazz. Il merito di avere creato questa realtà italiana così importante per qualità e longevità è di Lucio Ferrara, chitarrista, ideatore e direttore dei seminari fin dalla prima edizione. Fondamentale l’apporto di Antonio Ciacca, che con il suo entusiasmo e le sue idee ha contribuito a farla crescere.

ANNO

EDIZIONE

DOCENTI

2004 I SEMINARI JAZZ
  • LUCA BRAGALINI

  • LUCIO FERRARA

2005 II SEMINARI INTERNAZIONALI MUSICA JAZZ
  • WESSEL ANDERSON (ALTO SAX)

  • JORIS TEEPE (CBASS)

  • ANTONIO CIACCA (PIANO E MUSIC BUSINESS)

  • OWEN HART (DRUMS)

  • LUCA BRAGALINI STORIA DEL JAZZ

DIREZIONE: LUCIO FERRARA

2006 III SEMINARI INTERNAZIONALI MUSICA JAZZ
  • SAX: WESSEL ANDERSON

  • PIANO: ANTONIO CIACCA

  • CONTRABBASSO: JORIS TEEPE

  • BATTERIA: NICOLA ANGELUCCI

  • CHITARRA: LUCIO FERRARA

  • CANTO: SILVIA DONATI

  • MUSIC BUSINESS: ANTONIO CIACCA

  • ANALISI E STORIA DEL JAZZ: LEO IZZO

  • MASTERCLASS: BENNY GOLSON

DIREZIONE: LUCIO FERRARA

2007 IV SEMINARI INTERNAZIONALI MUSICA JAZZ
  • SAX: STEVE GROSSMAN

  • PIANO: GREG BURK

  • CLASSE DI CANTO JAZZ (TRADITIONAL) E PIANO COMPLEMENTARE: ANTONIO CIACCA

  • CONTRABBASSO: JORIS TEEPE

  • CHITARRA: LUCIO FERRARA

  • TROMBA, TROMBONE, BIG BAND E CORSO D’ARRANGIAMENTO: KURT WEISS

  • BATTERIA: NICOLA ANGELUCCI

  • CLASSE DI CANTO JAZZ (CONTEMPORARY): NANA

  • MUSIC BUSINESS: ANTONIO CIACCA

  • TECNICHE D’ASCOLTO PER L’IMPROVVISAZIONE: ENZO NINI

  • IMPROVVISAZIONE” CONFERENZA/WORKSHOP con:

DAVIDE SPARTI (UNIV. SIENA, ITALIA)

ALESSANDRO DURANTI (UCLA, USA)

DIREZIONE: LUCIO FERRARA

2008 V SEMINARI INTERNAZIONALI MUSICA JAZZ
  • SAX: STACY DILLARD

  • PIANO: ANTONIO CIACCA

  • CANTO JAZZ: SILVIA DONATI

  • CONTRABBASSO: KENGO NAKAMURA

  • CHITARRA: LUCIO FERRARA

  • TROMBA: HUGO ALVES

  • BATTERIA: ULYSSES OWENS

  • CORSO DI ANALISI: LEO IZZO

  • MUSIC BUSINESS: ANTONIO CIACCA

  • WORLD MUSIC EAR TRAINING: GREG BURK

  • LABORATORIO D’IMPROVVISAZIONE: GREG BURK

  • MASTERCLASS: LEE KONITZ

DIREZIONE: LUCIO FERRARA

2009 VI SEMINARI INTERNAZIONALI MUSICA JAZZ
  • SAX: JOHN NUGENT

  • TROMBA: HUGO ALVES (POR)

  • PIANO: ANTONIO CIACCA (USA)

  • CHITARRA: LUCIO FERRARA (ITA)

  • CONTRABBASSO: NICOLA MURESU (ITA)

  • BATTERIA: MARION FELDER(USA)

  • LABORATORIO DI COMPOSIZIONE E ARRANGIAMENTO: ANTONIO CIACCA (USA)

  • MUSIC BUSINESS: JOHN NUGENT & ANTONIO CIACCA (USA)

  • CANTO: SILVIA DONATI (USA)

  • LABORATORI D’IMPROVVISAZIONE, WORD MUSIC EAR TRAINING GREG BURK

DIREZIONE: LUCIO FERRARA

2010 VII SEMINARI INTERNAZIONALI MUSICA JAZZ
  • BILLY HARPER (SAX, COMBO) MASTERCLASS: LAVORARE CON I GRANDI BATTERISTI: ART BLAKEY, ELVIN JONES, MAX ROACH

  • DAVID WEISS (TROMBA, COMBOS) MASTERCLASS: THE MUSIC OF WAYNE SHORTER
    LUCIO FERRARA (CHITARRA, COMBOS)

  • SILVIA DONATI (CANTO, COMBOS)

  • GREG BURK (PIANO, COMBOS) MASTERCLASS: WORLD MUSIC EAR TRAINING

  • MARCO PANASCIA (CONTRABBASSO, COMBOS) MASTERCLASS: LA RITMICA E L’INTERPLAY

  • LUCA SANTANIELLO (BATTERIA, COMBO) MASTERCLASS: LA RITMICA E L’INTERPLAY

DIREZIONE: LUCIO FERRARA

2011 VIII ORSARA JAZZ SUMMER CAMP
  • JERRY BERGONZI: SAX, COMBOS – MASTERCLASS: INSIDE IMPROVVISATION

  • MARK SHERMAN: VIBRAFONO, VIBRAFONO PER BATTERISTI, COMBOS – MASTERCLASS: JAZZ IMPROVVISATION

  • JIM ROTONDI: TROMBA, COMBOS – MASTERCLASS

  • LUCIO FERRARA; CHITARRA, COMBOS

  • ANTONIO CIACCA: PIANO, COMBO – MASTERCLASS: MUSIC BUSINESS

  • RACHEL GOULD: CANTO, COMBOS

  • JOHN WEBBER: CONTRABBASSO, COMBOS – MASTERCLASS: LA RITMICA E L’INTERPLAY

  • JOE FARNSWORTH: BATTERIA, COMBO – MASTERCLASS: LA RITMICA E L’INTERPLAY

  • HILARIO DURAN: MASTERCLASS LATIN JAZZ

  • JAZZ WINDOWS” SGUARDI SUL JAZZ, INCONTRI CON PIETRO MAZZONE

DIREZIONE: LUCIO FERRARA

 

2012 IX ORSARA JAZZ SUMMER CAMP
  • SAX JERRY BERGONZI (USA)

  • PIANO ANTONIO CIACCA (USA)

  • CANTO JAZZ/ RACHEL GOULD (USA) (Sostituita da ANNA-LISA KIRBY)

  • CHITARRA/GUITAR LUCIO FERRARA (ITALIA)

  • CONTRABBASSO/BASS STEVE KIRBY (USA – CANADA):

  • BATTERIA/DRUMS GREG HUTCHINSON (USA)

  • COMPOSITION AND JAZZ ARRANGEMENT MICHELE CORCELLA (ITALIA)

  • MASTERCLASS CON ALCESTE AYROLDI:L’EVOLUZIONE DEGLI STANDARDS

DIREZIONE DEI CORSI/MUSIC DIRECTOR: LUCIO FERRARA

 

2013 X ORSARA JAZZ SUMMER CAMP
  • SAX – JERRY BERGONZI

  • TRUMPET – JOE MAGNARELLI

  • CANTO JAZZ – RACHEL GOULD

  • PIANO – ANTONIO CIACCA

  • BASS – REUBEN ROGERS

  • GUITAR- LUCIO FERRARA

  • DRUMS – GREG HUTCHINSON

  • COMPOSING AND JAZZ ARRANGEMENT – MICHELE CORCELLA

DIREZIONE DEI CORSI/MUSIC DIRECTOR: LUCIO FERRARA

No Comments
Comunicati

Consigli per vacanze sul lago di Garda


La zona del Lago di Garda è una delle più importanti mete turistiche italiane. Ogni anno diversi milioni di persone arrivano in questa straordinaria zona per trascorrere le proprie ferie o anche semplicemente per  un week end o una vacanza breve. La tipologia di vacanza che in questa zona va per la maggiore è proprio quella della vacanza “mordi e fuggi”, cioè una vacanza breve, della durata di qualche giorno o addirittura di qualche ora.

Il lago di Garda è il lago più grande d’Italia e bagna ben tre regioni: la Lombardia, il Veneto e il Trentino Alto Adige. Il turismo è alimentato dalla presenza di numerosi parchi dei divertimenti, una vera e propria industria del divertimento che si è sviluppata negli ultimi 50 anni e che è oggi è conosciuta con il nome di “Parchi del Garda”.

Le località da visitare nel corso delle proprie vacanze sul lago di Garda sono davvero molte, tra cui è inevitabile citare:

  • Riva del Garda, con le sue spiagge ampie e assolate, il suo clima mediterraneo e il suo  panorama incantevole;
  • Arco, nota come località adatta al riposo e alle cure;
  • Torbole, centro velico e surfistico di rilievo internazionale;
  • Tenno, con il suo celeberrimo “lago azzurro”;
  • Dro, una delle più antiche comunità della valle del Sarca;
  • Drena, con i suoi secolari castagneti che producono i famosi Marroni di Drena;
  • Valle di Ledro, la località ideale per una vacanza all’insegna della natura, dello sport e del relax.

Le strutture in grado di accogliere i turisti sono davvero molte e per tutte le esigenze: si va dagli hotel di lusso ai bed and breakfast, dagli agriturismi agli appartamenti, dalle ville ai campeggi. L’ampia varietà di strutture ricettive rende il Lago Di Garda adatto qualunque tipo di vacanza e a qualunque tipo di turista. È possibile vivere una vacanza nel lusso ma anche fare una vacanza low cost, magari soggiornando in un albergo 3 stelle o in uno dei numerosi camping.  I campeggi sono perfettamente attrezzati per ospitare camper e roulotte, ma vanno benissimo anche per chi vuole trascorrere qualche giorno in tenda.

No Comments
Comunicati

Kolst.it, soluzioni di webhosting, email e cloud computing di qualità professionale. Numeri in crescita.


Milano, 18 Marzo 2013 – Kolst.it, brand specializzato nella fornitura di servizi di webhosting, registrazione domini, posta elettronica e cloud computing, di proprietà della nota compagnia KPNQwest Italia Spa, continua a registrare una forte crescita nel numero di clienti e di nuovi servizi attivati, anche grazie all’aggiornamento delle soluzioni fornite, oggi tra le più competitive del mercato italiano.

Con una forte crescita nel numero di domini registrati e di spazi webhosting registrati, Kolst continua a far segnare un’ottima performance, grazie anche a servizi innovativi come MyMailServer, il servizio di posta elettronica che permette a professionisti e privati di spostare totalmente in outsourcing la gestione di tutte le caselle di posta, anche associate a domini differenti. Una soluzione centralizzata che fa affidamento sull’infrastruttura virtuale di KPNQwest, con storage SAN (Storage Area Network) per fornire accessibilità continua alle email e protezione dei dati. Accanto alle soluzioni di webhosting shared e email, Kolst ha lanciato con successo anche la propria piattaforma di cloud computing Kloud, basata su VMware vSphere e disponibile in 4 differenti versioni, per soddisfare tutte le esigenze.

La piattaforma Kloud è oggi utilizzata da un numero elevato di aziende, tra cui importanti nomi a livello nazionale e internazionale. Kolst ha occasione di presentare alcuni case history e clienti nell’appuntamento del 14 Marzo 2013 organizzato con la stampa per mostrare la realtà di Kolst e KPNQwest, tramite la presenza dei responsabili dell’azienda e la visita guidata all’interno dei 4 data center di proprietà della compagnia nel complesso.

In un momento in cui le aziende cercano di razionalizzare la spesa IT, Kolst fornisce un pacchetto di servizi ad alto valore professionale con prezzi competitivi nel panorama webhosting italiano, tanto sul fronte delle soluzioni per ospitare siti web, quanto nella soluzione MyMailServer per portare nella cloud tutta la gestione della posta elettronica.

Kolst.it
KOLST è il brand di KPNQwest Spa dedicato ai servizi di registrazione domini, webhosting, posta elettronica e cloud computing; con oltre 3500 aziende clienti e il supporto di quattro data center di proprietà nell’area di Milano Caldera, KPNQwest è una delle più importanti società italiane del settore servizi Internet e telecomunicazioni. KOLST si avvale del know-how della compagnia e dell’infrastruttura virtualizzata, pensata per portare i vantaggi dei servizi business di alto livello anche al mondo della registrazione domini e webhosting.  
Per informazioni stampa:

Enrico Celotto
Marketing Manager KOLST
e-mail: [email protected]

Sandro Buti
Axicom
e-mail: [email protected]

No Comments
Comunicati

Free Download: “WELCOME TO WARP STREET”

In occasione dell’uscita dell’EP “Welcome To Warp Street”, annunciata per martedì 19 Marzo, Beat Machine Records ha deciso di regalare una delle tracce dell’EP, l’omonima “Welcome To Warp Street”.

L’iniziativa avviene a seguito di una collaborazione tra la label e la piattaforma DJs Arena.

Sarà infatti possibile trovare il link diretto per il download tra le pagine del sito, nell’articolo dedicato alla release firmata dal nuovo talento della Beats/Bass Music, KROWNE, al quale è stata dedicata anche un’intervista esclusiva.

Questo il link diretto all’articolo:  http://djsarena.com/krowne/

Sempre nell’articolo, sarà possibile ascoltare e scaricare il mix dell’artista di Edimburgo, vincitore da poco di un contest che gli ha permesso di vedere prodotto il suo remix ufficiale per il brano Wonky di Orbital (uscito per la Warner/ADA), nel quale sono presenti anche le 3 tracce dell’EP: Blood Money, Welcome To Warp Street e Rear View Window

L’EP è un viaggio nella bass music di Krowne, dove appunto l’elemento “BASS” (cattivo, violento e distorto) ne traccia il percorso, definendone le linea melodica e richiamando tutti gli elementi di contorno e di completamento di ogni singola tappa.

Da segnalare il particolare Artwork dell’EP, disegnato da This Means Nothing, street artist irlandese autore di numerose opere che ricoprono gli spazi urbani di Belfast e che si concentrano proprio sull’ idea di decostruzione degli agglomerati urbani.

No Comments
Comunicati

Renzo Pisu, Jetprivati.it per chi vuole viaggiare in assoluto relax


I jet privati sono più rapidi, più comodi e possono raggiungere molte più destinazioni delle compagnie di linea e charter.

Jet Privati_Challenger 300 in volo

Code al check-in, code all’imbarco, lunghe attese per i bagagli, ritardi, scioperi e ridimensionamento delle flotte e dei network di alcuni top carrier del mercato non sono più un problema per chi viaggia con un jet privato. E’ vero, volare in Business o First Class assicura un maggiore comfort rispetto all’Economy, ma i tempi sono gli stessi, e spesso sono troppo lunghi per le esigenze degli affari, a fronte di un prezzo niente affatto “low cost”.
È questo uno dei motivi principali per cui i jet privati, che permettono ai passeggeri di presentarsi all’aeroporto anche solo 15 minuti prima della partenza, naturalmente imbarcandosi da una terminal lounge privata prettamente dedicata a questo tipo di voli, stanno rivelandosi sempre più un prodotto di successo.

“Un jet personale, dai valore al tuo tempo”. E’ eloquente lo slogan della società Jetprivati.it, recentemente entrata sul mercato della business aviation, che permette di prenotare – via web – velivoli privati a prezzi competitivi.

Dopo il forte calo registrato nel 2008 e 2009, nel 2011 e 2012 il mercato delle compagnie di jet privati ha ricominciato a crescere anche in Italia, rispettivamente del 3% e del 4%, sia pur senza raggiungere i livelli precedenti la crisi. L’offerta è diversificata e si rivolge a una platea sempre più ampia di potenziali clienti: si va dalla multiproprietà alle carte prepagate, passando per i contratti e i viaggi spot per affari o piacere. Ma il vero terreno di sfida, sul quale si dovranno battere le compagnie nei prossimi anni, sarà quello del contenimento dei prezzi.

«Proponiamo un sistema che permette di conoscere in tempo reale i costi e la disponibilità del velivolo. Il cliente compila la sua richiesta nel form on-line, e noi siamo in grado di preventivare il costo del volo, sia business che leisure, entro 15 minuti dalla richiesta in base all’urgenza del volo», spiega Renzo Pisu, CEO di Jet Privati e manager di lungo corso nel settore della business aviation.

Renzo Pisu - Ceo Jet Privati

Un esempio? Per andare e tornare in giornata dal centro di Lugano al centro di Hannover con i normali voli di linea sono necessarie circa 10-12 ore di viaggio (inclusi trasferimento in aeroporto, parcheggio auto, check-in, controlli, transito, ritiro bagagli e uscita dallo scalo d’arrivo; senza contare il rischio di eventuali ritardi, scioperi, perdita di bagaglio) vista l’assenza di collegamenti diretti tra le due città. Con Jetprivati.it oggi è possibile volare in giornata da Lugano a Hannover in meno di 2 ore per tratta, al costo di 2.300,00 euro/ora di volo e viaggiando su comodi velivoli privati da 4 posti.

Oltre alla modalità pay per fly, pensata per chi ha impegni improvvisi, difficilmente pianificabili in anticipo e non frequenti, Jetprivati.it ha pensato di offrire il programma Jet Card, dedicato a chi prevedere di viaggiare da 25 a 50 ore all’anno, attraverso il quale si possono acquistare pacchetti di ore volo a prezzi vantaggiosi, trasformando il servizio di noleggio nella disponibilità garantita di un jet personale. Tutto questo senza dimenticare la qualità, vero plus dell’azienda. La società infatti ha ampliato la gamma di velivoli a disposizione dei clienti puntando sugli aeroplani più moderni presenti sul mercato, allestiti con una lussuosa cabina, che si adattano alla perfezione a tutte le esigenze di viaggio.

Ora la flotta a disposizione di Jetprivati.it comprende tutta la fascia dei jet di medie dimensioni, come il Citation Excel da 8 posti, fino a velivoli di lungo raggio come il Falcon 7X, il Gulfstream 550 e l’Airbus 318 Elite da 18 posti, in grado di operare voli non stop che superano le 9 ore. I prezzi vanno da 3.000 euro per ora di volo per i velivoli light jet fino ai 6000 euro per ora di volo degli heavy jet; per velivoli ancora più grandi si arriva a 12.000 mila euro per ora di volo.

La compagnia inoltre mette a disposizione velivoli in versione charter, da 19 a 50 posti, per tour operator con necessità di viaggi per gruppi incentive o per tour musicali, eventi sportivi oppure voli diplomatici e governativi.
Pisu ha sottolineato quindi come la crisi che sta interessando le grandi compagnie aeree apra nuove interessanti opportunità di crescita alle società di jet privati: «Una grande quantità di voli viene eliminata o ridotta drasticamente, e il cliente trova difficoltà a spostarsi con voli di linea diretti in orari ottimali».

Il mercato della business aviation in generale è tuttavia ancora poco strutturato, e sono in molti a scommettere sulle sue potenzialità di crescita. Non per niente l’European Business Aircraft Association (EBAA) prevede che, entro il 2025, l’aviazione executive avrà una quota fra l`11 e il 14% del traffico europeo, contro il 6,9% registrato nel 2005.
Il panorama delle compagnie italiane ed europee di jet privati si caratterizza per l’estrema frammentazione: una decina di piccoli operatori dispone di piccole flotte da uno a cinque aerei. La tendenza globale, come prevedibile, è l’esplosione del mercato Asiatico, specialmente in Cina e India. Il recente Singapore Airshow ha sancito il trend: il costruttore brasiliano Embraer conta di vendere jet executive per un valore di quasi 50 miliardi di dollari nel continente nei prossimi dieci anni. Secondo stime recenti, in Asia sono ben 23mila gli individui considerati dai produttori potenziali acquirenti, con asset investibili di almeno 30 milioni di dollari. Mentre, per la rivista americana Forbes, i miliardari nella sola Cina sarebbero 150. Per questo tipo di clientela non basta più viaggiare in prima classe: la vera esigenza è quella di non perdere tempo in lunghe procedure di imbarco e check-in e viaggiare comodamente e velocemente con un aereo privato di extra lusso, da personalizzare in base ai propri desideri.

I mercati orientali di India, Emirati Arabi, Russia e tutto il centro Asia stanno crescendo anno dopo anno e soprattutto stanno salendo alla ribalta nel grande mercato del lusso mondiale. Con l’aumento della ricchezza cambiano le necessità e ora in India è in corso una vera espansione per le aziende di interior design specializzate negli arredi degli aerei privati. Quello che chiedono i ricchi dei paesi del BRIC (Brasile, Russia, Indiae Cina) non è solo avere un jet privato, ma averlo il più VIP possibile: da qui nasce la necessità di rivolgersi ad aziende che dapprima si occupavano solo di interior design classico, ma che negli ultimi tempi si stanno specializzando negli arredi di lusso per gli aerei privati.
A tutto ciò si si aggiunge che la Aerion Corporation ha annunciato l’intenzione di ridare vita all’industria supersonica dell’aviazione d’affari, realizzando un Supersonic Business Jet, in grado di raggiungere la velocità di Mach 1,5, pari a 1.840 km/h, con una portata massima di 4mila miglia e 12 posti a sedere (ma c`è chi dice che potrebbero diventare 50). Permetterebbe di volare da Parigi a New York in poco più di quattro ore.
Il mercato top, insomma, sembra non conoscere crisi. Per ora l’Europa, con i suoi 3mila velivoli, rimane il secondo mercato dopo quello nordamericano (11mila velivoli). Ma il sorpasso asiatico non si farà attendere a lungo.

Jet Privati non si lascia trovare impreparata, è recente la notizia della partnership con il designer argentino Martin Bernay, società di sviluppo design interior per velivoli per la business aviation.
“Con l’uso di innovativi software 3D,” ci spiega Renzo Pisu“è possibile realizzare i sogni dei clienti, sperimentando prove di materiali, qualità del design, estetica dei componenti e simulazione dei colori della livrea esterna del velivolo.”

Il progetto, denominato Prima Aviation Design, seguirà tre linee stilistiche: High tech, Sport ed Elegant. Il velivolo potrà essere quindi personalizzato in ogni minimo dettaglio: oltre ai sedili, anche le porte, i bagni e la stessa fusoliera saranno brandizzati a misura del cliente.
“Viaggiare in ”prima classe” non basta più,” sottolinea Pisu, “la vera esigenza dei nuovi ricchi è quella di avere un aereo privato extra lusso, da personalizzare in base ai propri desideri. Finora infatti, a causa dei lunghi tempi che servono per ottenere le certificazioni di un jet personalizzato, si proponevano solo versioni standard degli aerei già esistente sul mercato. Ecco perché i jet di Prima Aviation Design saranno uno diverso dall’altro.”

Per maggiori informazioni:
www.jetprivati.it
[email protected]

No Comments
Comunicati

Il convertitore DC/DC sincrono in modalità buck-boost da 15V e 200mA offre 1,3µA di corrente di riposo

  • By
  • 21 Marzo 2013


Linear Technology annuncia l’LTC3129, un convertitore buck-boost sincrono che fornisce fino a 200mA di corrente di uscita continua da un’ampia gamma di fonti di alimentazione, incluse le batterie a una o più celle, i pannelli solari e i supercondensatori. L’intervallo di ingresso compreso tra 2,42V e 15V e quello di uscita da 1,4V a 15,75V assicurano un’uscita regolata con tensioni di ingresso superiori, inferiori o uguali all’uscita. La topologia buck-boost a basso rumore integrata nell’LTC3129 garantisce la transizione continua fra tutte le modalità operative, rendendo il dispositivo particolarmente indicato per applicazioni che devono mantenere una tensione di uscita costante, anche quando la tensione di ingresso passa attraverso la tensione di uscita. Il dispositivo include anche un MPPC (maximum power point control) programmabile per garantire l’estrazione della massima potenza da fonti di alimentazione non ideali, come le celle fotovoltaiche.
La corrente di riposo di soli 1,3µA rende l’LTC3129 adatto per le applicazioni always-on e di energy harvesting in cui la durata prolungata della batteria è di fondamentale importanza. La frequenza di commutazione costante da 1 MHz dell’LTC3129 garantisce basso rumore ed elevata efficienza, riducendo al tempo stesso le dimensioni dei componenti esterni. La combinazione tra componenti esterni di piccole dimensioni e il package QFN o MSOP-16E da 3 x 3mm forniscono una soluzione compatta dall’ingombro ridotto.
L’LTC3129 integra quattro MOSFET interni a canale N a basso RDS(ON) in modo da garantire un’efficienza fino al 95%. Il funzionamento Burst Mode® selezionabile dall’utente riduce la corrente di riposo a soli 1,3µA, migliorando il rendimento dei carichi leggeri e prolungando la durata della batteria. Per le applicazioni sensibili al rumore, il funzionamento Burst Mode può essere disattivato per la commutazione continua a basso rumore. Altre caratteristiche includono un indicatore “power good”, il controllo current-mode, la compensazione interna, lo shutdown termico e la disconnessione delle uscite.
L’LTC3129-1 condivide tutte le funzionalità dell’LTC3129 ma offre tensioni da 2,5V a 15V per le otto uscite fisse programmabili dall’utente ed elimina il partitore resistivo richiesto nella versione regolabile.
Le versioni LTC3129EUD e LTC3129EUD-1 sono disponibili in un package QFN a 16 conduttori di 3 x 3mm, mentre i modelli LTC3129EMSE e LTC3129EMSE-1 sono offerti in un package MSOP a 16 conduttori con funzionalità termiche avanzate. Il prezzo parte da $2,95/cad. per entrambe le versioni. Le versioni industriali – LTC3129IUD, LTC3129IUD-1, LTC3129IMSE e LTC3129IMSE-1 – sono testate e garantite per il funzionamento a temperature operative di giunzione da -40°C a 125°C con prezzi a partire da $3,25/cad. Tutti i prezzi si riferiscono a quantità di 1000 pezzi. Tutte le versioni sono disponibili a magazzino. Per ulteriori informazioni, visitare la pagina www.linear.com/product/LTC3129.

Riepilogo delle caratteristiche: LTC3129

• Regolazione VOUT superiore, inferiore o uguale a VIN
• Ampio intervallo VIN: da 2,42V a 15V, da 1,92V a 15V dopo l’avvio (bootstrap)
• Ampio intervallo VOUT: da 1,4V a 15,75V
• Corrente di uscita da 200mA in modalità buck
• Induttore singolo
• Corrente di riposo da 1,3μA
• Controllo del punto di corrente massimo programmabile
• PWM da 1,2MHz a bassissimo rumore
• Controllo in current mode
• Modalità Burst Mode® selezionabile tramite pin
• Efficienza fino al 95%
• Soglia precisa del pin RUN
• Indicatore “power good”
• Corrente di arresto di 10nA
• Package QFN e MSOP a 16 conduttori, di 3 × 3mm con funzionalità termiche avanzate

Linear Technology

Inclusa nell’indice S&P 500, Linear Technology Corporation da oltre trent’anni progetta, produce e commercializza un’ampia gamma di circuiti integrati analogici ad alte prestazioni per le principali aziende di tutto il mondo. I prodotti Linear Technology rappresentano un “ponte” tra il mondo analogico e l’elettronica digitale per le soluzioni del settore industriale, automotive e delle comunicazioni, i dispositivi di rete, i computer, la strumentazione medicale, i prodotti di largo consumo e i sistemi militari e aerospaziali. Linear Technology produce inoltre sistemi di power management, conversione dati e condizionamento dei segnali, circuiti integrati RF e per interfacce, sottosistemi µModule e dispositivi di rete con sensori wireless. Per ulteriori informazioni, visitare il sito www.linear.com.

LT, LTC, LTM, Linear Technology, il logo Linear, Burst Mode e µModule sono marchi registrati di Linear Technology Corp. Tutti gli altri marchi sono di proprietà dei rispettivi titolari.

No Comments
Comunicati

L’ARSENALE contemporary shopping: un meritato 30 e lode al nuovo concept da parte della Dssa Saviolo della SDA Bocconi, Direttore del Master in Fashion, Experience & Design Management della SDA Bocconi.


L’Arsenale contemporary shopping è il rivoluzionario concept che propone un “mondo” capace di integrare nello stesso luogo ART&DESIGN-FASHION-FOOD-EVENTS.

Stefania Saviolo, Direttore del Master in Fashion, Experience & Design Management della SDA Bocconi, ha dato uno splendido 30 e lode al nuovo concept durante la presentazione ufficiale del progetto de L’Arsenale contemporary shopping:
L’ARSENALE contemporary shopping: “Il nuovo concept del L’Arsenale oltre a piacermi molto è nella direzione del futuro. Questo centro commerciale in realtà è una destination, un luogo che contamina le logiche distributive passate mettendo insieme diverse categorie merceologiche moda-design -alimentare. L’Arsenale è molto in linea con quello che il consumatore del futuro soprattutto giovane chiede, quindi una contaminazione delle esperienze e poi diciamo porta avanti le idee delle eccellenze del nostro Paese, quindi del made in Italy. Quindi non può che piacermi molto questo nuovo progetto”.

Per quanto riguarda il mercato attuale, la Dssa Saviolo spiega perchè L’Arsenale si muove verso la giusta direzione e seguendo le nuove esigenze del mercato:
Il Mercato attuale: ” Nella Moda e nel lusso l’innovazione dei formati retail è oggi una sfida sia per le aziende commerciali sia per i marchi. Nell’attuale contesto competitivo l’innovazione passa sopratutto attraverso l’innovazione delle leve di retail mix (assortimento, merchandising, ambientazione e comunicazione in store, servizi) e della dimensione relazionale (shopping esperienziale, customer orientation, education). Questa esigenza di innovazione parte anzitutto dall’evoluzione del cliente finale. Il cliente soprattutto in Europa è un cliente sempre meno domestico con aspettative di trovare esperienze non omologate mentre ad oggi le esperienze a cui gli spazi commerciali soprattutto di matrice anglosassone ci hanno abituato sono state esperienze piuttosto standardizzate che hanno trasformato il locale in globale. Anche l’esperienza di molti flagship monomarca è andata in questa direzione. Le parole chiave oggi nel retail così come nel prodotto moda e design sono creatività, autenticità, unicità a livello di retail mix ed esperienza del cliente. La richiesta di creatività, autenticità e unicità porta nel retail la necessità di passare dal concetto di spazio commerciale al concetto di luogo dove luogo è da intendersi come spazio abitato, un centro di significati. Lo spazio è il contesto (materia prima) dei luoghi. Quindi i nuovi luoghi dello shopping valorizzano oggi la prossimità, sono aperti al territorio e in grado di declinare l’offerta merceologica e di servizi nello spirito del luogo con indubbi risultati in termini di autenticità e unicità. Nel caso specifico dei centri commerciali e degli outlet una tendenza che va in questa direzione è quella del progressivo passaggio dal modello della convenienza stop & go alla logica destination. La logica destination negli outlet si configura come il passaggio dal “luogo” fisico/geografico al “prodotto complesso”, che presuppone una progettualità avviata tra i diversi attori del territorio, non che la creazione di un destination brand, che riassuma gli attributi chiave del luogo, la sua identità e lo renda caratteristico e memorabile.”

Video dell’intervista a Stefania Saviolo

Per ulteriori informazioni:
L’ARSENALE
Digital pr a cura di Blu Wom Milano
www.bluwom-milano.com
02 87384640
[email protected]

No Comments
Comunicati

Torna il gioco delle botole The Money Drop


Agli Italiani il gioco piace e in tutte le salse, dai giochi da tavola da praticare con i propri amici e parenti, al gioco online sia da soli che in versione multiplayer ma soprattutto piacciono i giochi televisivi.

Ecco allora che Mediaset ripropone una nuova edizione del Game Show The Money Drop per continuare la via del successo di titoli di successo come Avanti un altro e Chi vuol essere miliardario.  Quest’ultima è una traduzione e adattamento del famosissimo programma game straniero The MIllionaire così come The Money Drop condotto anch’esso dall’ arcinoto conduttore televisivo Gerry Scotti, fa il verso all’altrettanto noto The Million Pound Drop.

Il gioco televisivo permette ai concorrenti, una coppia di amici, fidanzati o familiari di vincere un milione di euro con 8 domande, ma anche di vedersi dimezzare il capitale di volta in volta che si sbaglia la risposta o peggio perdere tutto. I concorrenti dovranno proteggere i loro soldi fino all’ultima domanda, evitando che le quattro botole si aprano risucchiando i mazzetti di soldi da 25 mila euro ciascuno che loro stessi vi posizioneranno sopra per rispondere al quesito.

Infatti se ad ogni domanda di difficoltà crescente possono decidere se puntare tutta la somma su una botola oppure dilazionarla per non rischiare di perdere tutto ma di conservane almeno una parte.

Si avvicina la data di inizio del nuovo entusiasmante programma gioco in prima serata, che grazie anche al carismatico Gerry Scotti promette di essere anche quest’anno un ottimo passatempo davanti alla tv.

No Comments
Comunicati

Cambridge English si apre al digitale con i social game per gli studenti più giovani

  • By
  • 21 Marzo 2013

I nuovi giochi multimediali educativi realizzati da Cambridge English Language Assessment intendono stimolare anche i più piccoli all’apprendimento della lingua inglese divertendosi

Il team di esperti dell’Università di Cambridge ha ideato tre nuovi giochi online per ragazzi: Monkey Puzzles, Funland e Academy Island, giochi interattivi che permettono agli studenti di inglese più giovani di migliorare la comprensione della lingua in un contesto innovativo come il web e i social network.

Dopo Cambridge English Penfriends, ideato per far comunicare i ragazzi che studiano l’inglese in tutto il mondo, Cambridge si apre al mondo del game.
Queste nuove iniziative si basano infatti sulla “Gamification”, pratica sempre più in voga che consiste nell’utilizzo delle meccaniche e dinamiche dei giochi come livelli, punti o premi, in contesti esterni al gioco per creare più interesse o risolvere problemi.
In questo modo quindi i ragazzi imparano l’inglese in maniera più coinvolgente e divertente.

Monkey Puzzles presenta un ambiente di apprendimento ludico e ricco di animazioni con effetti visivi e sonori. È popolato da una miriade di personaggi e animali come leoni, giraffe o elefanti. Attraverso 8 mini giochi i bambini potranno testare le loro competenze nella comprensione della lingua inglese e ritrovare l’universo a loro famigliare dei test Cambridge English Young Learners.
Monkey Puzzles è il gioco ideale per i bambini che si preparano agli esami di Cambridge English Young Learners, in quanto corrisponde al livello A1-A2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per Le Lingue (QCER). Inoltre, è possibile integrare il gioco nei blog, per incoraggiare i bambini a esercitarsi con l’inglese.

Con Funland gli studenti possono esercitare le proprie capacità di comprensione, il Ringmaster accompagna i giovani giocatori nella visita del luna park. Questo gioco sarà presto disponibile online. Funland è una risorsa online per chi vuole sostenere gli esami Movers e Flyers del Young Learners, il Cambridge English Key e il Preliminary, corrispondenti ai livelli A1-B1.

Academy Island ha come protagonista un alieno, atterrato sulla terra alle prese con una serie di situazioni quotidiane che deve superare grazie all’uso della lingua inglese. Esistono diversi livelli di difficoltà e situazioni, dagli acquisti in una panetteria alla visita di luoghi come una galleria d’arte o una biblioteca. È un gioco gratuito e disponibile sulla pagina Facebook ufficiale di Cambridge English Language Assessment Italy – che attualmente conta oltre 2.000 fan.
I giocatori che si sfidano su Academy Island possono inviare i loro punteggi in una classifica mondiale attraverso il loro profilo Facebook.
Academy Island si rivolge a un pubblico un po’ più grande che si prepara ai livelli B1-C1 per gli esami Cambridge English: Preliminary, First e Advanced.

Sarah Ellis, Teacher Support Manager di Cambridge English Language Assessment in Italia ha commentato “Apprendere l’inglese deve essere un’esperienza divertente e motivante per i bambini e i ragazzi. I nuovi giochi che proponiamo sono uno strumento divertente e stimolante che incuriosisce anche i più piccoli. Proponiamo dei mini-giochi offrendo ai giovani studenti un’esperienza di gioco che è sia divertente ma allo stesso tempo educativo, che li motivi a continuare a imparare la lingua inglese”.

Con queste iniziative Cambridge English inizia una fase di avvicinamento al mondo del digitale, già avviata con la pagina Facebook, integrando iniziative di interesse per i giovanissimi che amano i giochi online.
Da oggi con Cambridge English è possibile imparare l’inglese in modo divertente ma completo, utilizzando gli strumenti innovativi che il web ci offre. Sul sito di Cambridge English sia i genitori che le scuole possono trovare numerose risorse a supporto dell’apprendimento per sostenere gli esami Cambridge English.

Per giocare a Monkey Puzzles: http://www.cambridgeenglish.org/prepare-and-practise/games-social/monkey-puzzles/
Per giocare ad Academy Island – http://www.facebook.com/CambridgeEnglishItaly

Informazioni su Cambridge English Language Assessment
Cambridge English Language Assessment offre la più prestigiosa gamma al mondo di qualifiche di lingua Inglese. Nel 2013 si celebrano 100 anni di attività.
Più di 4 milioni di candidati all’anno sostengono gli esami Cambridge English in oltre 130 paesi.
Cambridge English Language Assessment è parte di Cambridge Assessment, un’organizzazione senza scopo di lucro della University of Cambridge, riconosciuta come il più grande ente di valutazione linguistica in tutto il mondo.
In Italia gli esami Cambridge English sono gestiti da 150 centri in tutto il territorio e supportati da un ufficio centrale con sede a Bologna che coordina e assicura un programma di qualità, offrendo supporto professionale, formazione e ricerca.

No Comments
Comunicati

Stop & Sleep Udine: Bed & Breakfast in zona stazione.


STOP & SLEEP UDINE è un B&B a Udine in Centro, in un attico di fronte alla stazione dei treni e degli autobus. Offre una buona posizione ricca di negozi e ristoranti, ottima per chi ha necessità di spostarsi con i mezzi di trasporto pubblici: treni, autobus urbani ed extraurbani, navetta da e per aeroporto.

Trattasi di ampi spazi arredati in modo elegante, moderno e funzionale che in virtu’ della propria flessibilità possono adattarsi al meglio alle esigenze degli ospiti (single, coppie, famiglie o gruppi) che amano la cura dei particolari che contraddistingue il nostro stile.

STOP & SLEEP UDINE fronte stazione dispone di 5 camere-abitazioni  con bagno privato o in condivisione (tutti i bagni sono dotati di asciugacapelli).  Possiamo offrire camere singole, doppie, matrimoniali, triple, e una family-room.

Ogni camera è dotata di aria condizionata, connessione internet Wi-Fi gratuita. Lavatrice a disposizione degli ospiti. In cucina gli ospiti troveranno bollitore elettrico, caffettiera, forno microonde, frigorifero e tostapane.

Degustazione di thé, caffè, tisane, latte e succhi di frutta sempre a disposizione.

Il personale può organizzare il trasferimento navetta da / per Aeroporto.

Ampio parcheggio coperto a 200 metri.

Negli alloggi non è consentito fumare.

Per informazione e prenotazioni +39 3397561610

e-mail:  [email protected]

No Comments
Comunicati

Offerte Estate 2013: realizza la vacanza dei tuoi sogni


La bella stagione si avvicina a grandi passi e muoversi per tempo significa poter cogliere le offerte estate 2013 per viaggiare dove si vuole senza dover spendere per forza una fortuna.

Anche se non si è dei maghi del web l’importante è armarsi di tanta curiosità quanto basta per trovare le offerte di agenzie turistiche e tour operator.

L’estate è il tempo del sole e del divertimento e quella del 2013 si annuncia piena di buone opportunità.

Che si sia degli amanti del mare o degli appassionati di montagna è bene giocare d’anticipo e aggiudicarsi l’offerta di viaggio migliore.

Prenotare prima è un’ottima alternativa, spesso anche molto più efficace della prenotazione dell’ultimo minuto. Muoversi in tempo (si parla anche di mesi) significa poter approfittare delle offerte proposte per l’estate 2013 senza dover rinunciare a nulla: comfort e benefit inclusi.

Anche se non si ha un grande budget è possibile partire per conoscere luoghi e persone nuovi. Se si è abbastanza veloci poi si può trovare l’offerta giusta che ci consente di trascorre l’estate (o parte di essa) nella località di mare tanto desiderata risparmiando anche somme importanti.

La logica che spinge i tour operator o le strutture turistiche a mettere a disposizione pacchetti viaggio a prezzi scontati per chi decide di prenotare la propria vacanza con largo anticipo è quella di garantire una copertura totale dei posti disponibili e delle strutture a disposizione. Il vantaggio per il turista è indubbio: si può scegliere il luogo dove andare senza doversi per forza accontentare, si può scegliere la struttura dove soggiornare e godere di tutti i benefit pagando la vacanza a un prezzo scontato.

Se si vuole approfittare delle offerte per l’estate 2013 dunque sembra sia arrivato il momento di muoversi, di dare un’occhiata a cosa offre il mercato. Se si ha abbastanza costanza di cercare tra le varie proposte si possono ottenere per la meta desiderata condizioni di viaggio molto vantaggiose. Chi ha tempo non perda tempo.

No Comments
Comunicati

Osservator​io Mensile Marzo 2013: con il febbraio elettorale peggiora ancora il grado di fiducia degli Italiani nei confronti del sistema paese


Il febbraio elettorale, oltre ad aver determinato il risultato che tutti conosciamo, porta con sé anche un peggioramento del grado di fiducia degli Italiani nei confronti del sistema – Paese. Quanto ai consumi, l’innovazione è il principale fattore a spingere gli Italiani ad acquistare un bene durevole. Ancora più della convenienza del prezzo. Non a caso, tablet e smartphone sono gli unici prodotti per i quali esistono margini di crescita significativi per i prossimi mesi. Balza al 16,7% la quota di Italiani che intende aumentare i propri risparmi nell’arco dei prossimi 12 mesi (a gennaio erano il 12,3%).

I toni durissimi della campagna elettorale, ancora prima di determinare il risultato che tutti conosciamo, hanno comportato un peggioramento del grado di fiducia degli Italiani nei confronti del sistema – Paese. E’ questo il dato rilevato dall’ dall’ultima edizione dell’Osservatorio mensile Findomestic. Per quanto riguarda il grado di fiducia, dopo la timida ripresa di gennaio, a febbraio il dato è tornato a scendere: da 3,29 a 3,21, su una scala che – lo ricordiamo – va da 0 a 10 e che ha in 7 la sua soglia positiva. Anche a febbraio, comunque, Sud e Isole e Centro Italia sono le macroregioni più “ottimiste”. Nordest e Nordovest, invece, sono quelle più “pessimiste”. Per quanto riguarda il giudizio sullo stato dell’economia del Paese, più nel dettaglio, a febbraio 91,5 italiani su 100 la valutano molto o abbastanza negativa. A gennaio, il dato – pur essendo sempre molto elevato – si fermava all’89,9, sotto la soglia psicologica del 90%.

L’arretramento della fiducia fa da contraltare al recupero della propensione al risparmio: guardando ai prossimi 12 mesi, la quota di Italiani che intende risparmiare è del 16,7%. Un mese fa, a fine gennaio, questo dato era inferiore di oltre 4 punti (12,3).

Per quanto concerne i consumi, smartphone, tablet e personal computer sono gli unici prodotti che stanno sorreggendo i consumi in un momento così difficile. Tutte le altre categorie, a cominciare dall’auto, che soffre tantissimo, sono passate in secondo piano. I tablet e gli smartphone, in particolare, sono gli unici prodotti per i quali si intravedono margini di crescita, in termini di vendite. Per tutte le altre tipologie di beni, la netta maggioranza degli intervistati manterrà un profilo di spesa sostanzialmente analogo a quello dei mesi precedenti. Del resto, il concetto di innovazione è al momento l’unico, vero driver d’acquisto. Ancora più della stessa convenienza, almeno nell’ambito dei prodotti dell’Ict.

Previsioni di acquisto a tre mesi

Elettrodomestici: previsioni in miglioramento per i bianchi e per i bruni (TV, Hi-Fi), mentre si prospettano in calo gli acquisti per i piccoli.

Sale la quota di coloro i quali si dicono pronti, di qui a tre mesi, a comperare un elettrodomestico bianco e bruno (rispettivamente 13,5% e 17,8%), mentre scendono, da 24,2 a 22,8%, gli intenzionati all’acquisto dei piccoli elettrodomestici. Valori che rispecchiano l’ammontare medio di spesa prevista, dove si registra un incremento sia per gli elettrodomestici bianchi (da 774 a 790€) che per quelli bruni (da 628 a 637€) e un leggero calo per piccoli elettrodomestici (da 175 a 171 €).

Elettronica di consumo: cala l’interesse verso il settore nel suo complesso, ad eccezione di tablet/Ebook

Escludendo la categoria dei tablet/E-book, dove si registra un lievissimo aumento di 0,2 punti (11%), cala l’interesse verso 3 tipologie su 4: telefonia (da 18,7% a 17,7%), PC/accessori (da 18,1% a 17,6%) e fotocamere/videocamere (da 10,9% a 9,4%). Al contrario la spesa media prevista fa registrare aumenti in tutte le categorie, in particolare per fotocamere/videocamere (da 282 € a 367€).

Auto e moto: scenario in calo per auto nuove e motoveicoli. Si salva l’auto usata.

Prospettive negative per il mercato delle auto nuove, dove la percentuale degli interessati all’acquisto nei prossimi tre mesi scende dal 7,1% al 6,8%. Continua il trend decrescente dei motocicli, che raggiunge quota 3,2%, mentre l’auto usata è l’unico veicolo che lascia ben sperare, in quanto le previsioni a tre mesi fanno segnare un aumento di 0,8%. Infine resta pressoché invariato l’ammontare medio di spesa prevista: 2.733 €per le moto, 7.664 € per le auto usate e 18.474 € per quelle nuove.

Casa e arredamento: propensione all’acquisto in aumento per tutte tre le categorie

In aumento le previsioni di acquisto per tutte e tre le tipologie di spesa: la casa, la sua ristrutturazione e le spese per i mobili. Nello specifico, la quota di coloro che prospettano di acquistare una casa nuova passano dal 3,7 al 4,3%, mentre quella degli intenzionati alla ristrutturazione passa dal 7,9 all’ 8,7%. I mobili, invece, fanno segnare un aumento in termini di potenziali acquirenti (da 14,7 a 15,6%) e una diminuzione in termini di spesa prevista (da 2.022 € a 1.974€).

Tempo libero: in risalita le previsioni circa l’acquisto di attrezzature e abbigliamento sportivi, viaggi e vacanze. Diminuisce il fai-da-te.

Sale al 19,9% (rispetto al 18,9% del mese precedente) la quota degli intenzionati all’acquisto di attrezzature e abbigliamento sportivi. Segno positivo anche per il numero di quanti prevedono di organizzare un viaggio o una vacanza nei prossimi tre mesi (da 28,5% a 29,5%). Prosegue, infine, il trend decrescente del fai-da-te, che fa segnare una diminuzione di circa un punto percentuale (da 23,2% a 22,3%).

Il presente comunicato e i precedenti sono disponibili on-line:
www.adhoccommunication.it www.info.findomestic.it

No Comments
Comunicati

Il Quartetto Bernini in concerto a Tarquinia

 

Il Quartetto Bernini, una delle più prestigiose formazioni cameristiche italiane, sarà protagonista del terzo appuntamento della rassegna “Il Quartetto d’Archi”. Nella prestigiosa Loggia Belvedere di Palazzo Vitelleschi (sede del Museo Nazionale Archeologico), domenica 24 marzo alle ore 17.00, la formazione composta da Marco Serino e Yoko Ichihara ai violini, Gianluca Saggini alla viola e Valeriano Taddeo al violoncello, interpreterà Crisantemi, di Giacomo Puccini, Sonata a 4 n. 1, di Gioacchino Rossini, e Quartetti da Luisa Miller, di Giuseppe Verdi (trascrizione di Emanuele Muzio). Il concerto si aprirà con Crisantemi, un’elegia dal tono melanconico composta da Puccini nel 1890 per la morte di Amedeo di Savoia; per proseguire con Sonata a 4 n. 1, composta da Rossini a 12 anni insieme ad altre cinque Sonate nell’estate del 1804; concludersi con un omaggio all’Italia e al melodramma grazie a Quartetti sui temi della Luisa Miller, che racchiude i passi salienti dell’opera di Verdi e permette di conoscere Emanuele Muzio, suo unico allievo e grande amico. Nato a Roma nel 1992, il Quartetto Bernini ha concentrato la propria attività intorno al grande repertorio classico. È proprio in questa direzione che, accanto alle opere più importanti del repertorio internazionale, ricerca e fa riemergere opere italiane del settecento e ottocento per quartetto d’archi. Ennio Morricone gli ha conferito il prestigioso “Premio Michelangelo 1999”. Nel 2003 ha creato il festival “Les Fleurs Bleues, pagine musicali intorno al Quartetto d’Archi”. Il Quartetto Bernini ha effettuato tournée in tutto il mondo e si è esibito nelle più prestigiose stagioni concertistiche anche al fianco di concertisti di fama internazionale. Dal 1998 è quartetto in residenza all’Accademia Filarmonica Romana. La rassegna “Il Quartetto d’Archi” è organizzata dalla Fondazione Etruria Mater insieme alla Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Etruria Meridionale, con il contributo dell’Enel e il patrocinio del Comune di Tarquinia. La direzione artistica è affidata al musicista e compositore tarquiniese Leandro Piccioni. In occasione di ogni concerto, l’Etruria Musei – Gestione Servizi Museali propone visite guidate di un’ora per gruppi di 12 o più persone (costo del biglietto per partecipante 6 euro). Per prenotarsi alle visite guidate e al concerto (ingresso gratuito) o avere informazioni, è possibile contattare l’ufficio informazioni e accoglienza turistica al numero di telefono 0766/849282 o all’indirizzo [email protected]

 

No Comments
Comunicati

SEAT Leon 2013: test invernali per la nuova versione SC


Tutti i sistemi e dispositivi della nuova Leon SC messi alla prova a temperature sotto zero

 

A distanza di pochi giorni dal debutto in anteprima mondiale al Salone di Ginevra, e anticipando di qualche settimana l’introduzione sul mercato, gli ingegneri della SEAT hanno messo alla prova la nuova Leon SC nelle condizioni più estreme: le temperature sotto zero del Circolo Polare Artico, che hanno spinto al limite il nuovo modello.

 

Per testare l’auto nuova e valutarne qualità e funzionalità, i tecnici della Casa spagnola hanno eseguito accurate prove di collaudo: dal funzionamento dei tergicristalli e delle serrature all’apertura e chiusura delle porte, al sistema di riscaldamento, passando anche dalla trazione e dal sistema di controllo della stabilizzazione. Ogni singolo particolare della Leon SC è stato verificato, testimoniando una volta di più l’impegno che la SEAT pone nell’offrire qualità ingegneristica di altissimo livello.

 

 

La SEAT è l’unica Casa automobilistica in Spagna in grado di progettare, sviluppare, produrre e commercializzare vetture. Integrata nel Gruppo Volkswagen, la multinazionale con sede a Martorell (Barcellona), esporta l’80% della produzione in 75 Paesi nel mondo. La SEAT è leader del mercato in Spagna e nel 2011 ha raggiunto un volume d’affari pari a 5 miliardi di Euro e un totale di 350.000 vetture vendute.

La SEAT conta 14.000 dipendenti e ha quattro siti produttivi: Zona Franca, El Prat de Llobregat e Martorell (Barcellona), dove si producono – fra gli altri – i modelli di successo quali Ibiza e Leon, e lo stabilimento del Gruppo Volkswagen a Palmela (Portogallo), per la produzione della monovolume Alhambra. La SEAT Mii viene prodotta nell’impianto di Bratislava (Slovacchia). La multinazionale spagnola ha inoltre un Centro Tecnico che si configura come un knowledge hub e che accoglie circa 900 esperti e ingegneri orientati a promuovere l’innovazione del primo investitore industriale in materia di R&D della Spagna. Nell’ambito del proprio impegno a tutela dell’ambiente, la SEAT svolge la propria attività in linea con i criteri di sostenibilità, riduzione del CO2, efficienza energetica, riciclo e riutilizzo delle risorse. In Italia la SEAT è parte di VOLKSWAGEN GROUP ITALIA S.p.A., Consociata del Gruppo Volkswagen e distributore nel nostro Paese, oltre che del Marchio spagnolo, anche degli autoveicoli Volkswagen, Audi, ŠKODA e Volkswagen Veicoli Commerciali.

 

No Comments
Comunicati

Messenger va in pensione, ecco alcune alternative per chi senza chat non sa stare

Softonic presenta oggi alcuni suggerimenti per chi cerchi applicazioni analoghe al popolare software di instant messaging, realizzati sulla base dei download degli utenti

Milano, 18 marzo 2013 – Dopo anni di onorata carriera, l’8 aprile Messenger andrà in pensione e sarà definitivamente sostituito da Skype. Come fare per continuare a chattare con i tuoi amici? Softonic, la guida ai programmi online più importante a livello mondiale, propone oggi i migliori programmi disponibili tra quelli che utilizzano le stesse reti di Messenger – destinati comunque alla chiusura, prima o poi – o che si appoggiano su provider diversi. Si tratta di una vera e propria “classifica di popolarità”, realizzata sulla base dei dati di download degli utenti.

Programmi che usano la rete di Messenger per chattare

Questi programmi usano la rete di Messenger per chattare, diventeranno quindi inutilizzabili nel momento in cui Microsoft deciderà di chiudere l’accesso ai server. Fino ad allora, sarà comunque possibile utilizzarli e avere un’esperienza d’uso molto simile a quella di Windows Live Messenger.

aMSN: Client di Messenger che supporta le conversazioni su diversi tab, animoticon, disegni, l’invio di allegati, messaggi offline e tante altre funzioni. Disponibile anche in versione portable.
iMessenger: È il clone di Messenger anche se piuttosto basico (permette solo chat di testo). È possibile avviarlo da una memoria USB.
Emesene Messenger Portable:Bel clone di Messenger. Supporta faccine, emoticon, e permette chat di gruppo. Ricorda molto una delle prime versioni di Messenger.

 

Programmi di messaggistica multi-rete

A differenza dei precedenti, questi programmi si connettono a più servizi di messaggistica istantanea, tra i quali anche la rete di Messenger e Skype. Ancora non si sa se continueranno a funzionare dopo la chiusura di Messenger ed eventualmente per quanto tempo.

Mercury Messenger:Client di messaggistica dall’interfacci grafica molto simile a Messenger. Usa le reti di Messenger e Jabber.
Nimbuzz:Compatibile con le reti di Messenger, Facebook, Yahoo! e Google Talk. Oltre la versione Windows , esiste anche una versione Mac , iPhone, Android,  BlackBerry, Symbian e Java .
Trillian Astra:Trillian è un veterano nel mondo dei programmi multi rete. Si connette alla maggior parte dei protocolli tra i quali Messenger, Skype, Jabber, IRC, Google Talk, Twitter e Facebook e ICQ.
Voxox: Promettente app che unifica la messaggeria multirete, la mail, i social network e le chiamate VOiP. Forse troppo, per un solo programma!
Pidgin: Uno dei programmi più popolari nel suo genere. È semplice da usare, rapido e compatibile con molte reti incluse MSN, AIM, Gadu-Gadu, ICQ, Google Talk e IRC.
Miranda IM: Pogramma di messaggistica compatibile con MSN, YMN, AIM, ICQ, QQ, Jabber e IRC. L’interfaccia è sobria e anche un po’ bruttina, ma il programma funziona bene e compie il suo dovere.
Digsby: Uno tra i primi programmi che ha unificato servizi di messaggeria a quelli dei social network. È compatibile con AIM, MSN, Yahoo, ICQ, Google Talk, Jabber, e Facebook.

Programmi per chattare che usano altre reti

Per chi non voglia passare a Skype dopo la chiusura da parte di Microsoft del proprio programma di messaggistica preferito, le alternative per continuare a chattare con gli amici non mancano di certo…

LINE: A differenza di WhatsApp, LINE ha anche la versione per Windows. Detto ciò si può facilmente convertire in un client di messaggistica per iniziare una chat sullo smartphone e poi continuarla sul PC o sul Mac…
Yahoo! Messenger:Il servizio di messaggistica di Yahoo! Esiste ancora e più o meno con le stesse funzioni che aveva Messenger: emoticon, conversazioni in diversi tab, videochiamate e giochi.
Facebook Chat:Probabilmente la maggior parte dei tuoi amici già usano Facebook e quindi è già una buona opzione per chattare. Il client per Windows rende le tue conversazioni più facili. Non hai bisogno, per esempio, di avere la web app di Facebook aperta nel browser.
Google Talk:Il client per Windows di Google Talk è ciò che di più basico possa esistere nel mondo dei programmi di chat. Non tiene emoticon però è rapido ed è probabile che molti dei tuoi amici con un telefono Android abbiano un account e lo usino regolarmente.
ICQ:Ciò che è vintage è chic! Se già avevi un account ICQ dieci anni fa… perché non rispolverarla? Resta un programma di messaggistica molto completo.
QQ Messenger:QQ Messenger è la rete di messaggistica più popolare in Cina! L’interfaccia è praticamente identica a quella di Messenger. È l’ideale se ti manca Windows Live Messenger 8.5 e sarai capace di convincere i tuoi amici ad aprirsi un account!

 

Su Softonic

Softonic è la guida ai programmi online leader a livello mondiale e il luogo dove trovare le informazioni più complete e dettagliate su programmi, app, giochi e applicazioni web. Fondata a Barcellona nel 1997, l’azienda vanta oltre 350 dipendenti con sedi a Barcellona, Madrid, San Francisco, Shanghai e Tokio.

 

Su Softonic è disponibile l’offerta più completa di software per Windows, Mac, iOS, Android e per il resto dei sistemi operativi più utilizzati. Quest’ampia selezione di programmi è categorizzata e analizzata da uno staff editoriale indipendente che produce contenuti in più di dieci lingue. Inoltre, Softonic offre diverse soluzioni affinché i suoi utenti possano accedere ai suoi contenuti e ai suoi servizi attraverso il web, dal loro desktop o dal loro smartphone.

 

L’azienda scommette anche nell’offrire agli sviluppatori di software un pacchetto di soluzioni su misura, che permette loro di pubblicare, gestire, distribuire e promuovere i loro programmi.

 

Softonic è una delle aziende europee leader in audience globale su Internet e la sua solidità è avvallata da più di 140 milioni di utenti unici al mese, che superano i 5 milioni di download giornalieri.

 

Ulteriori informazioni su: www.softonic.com

Twitter: @Softonic_it

 

Maggiori informazioni per la stampa:

Stefano Licciardi – [email protected]

Tel.: +39 02 63116246

 

Maggiori informazioni su Softonic:

Gabriela Polanco – [email protected]

Tel.: +34 93 601 27 00

No Comments
Comunicati

Porte aperte agli impianti idrici per la Giornata Mondiale dell’Acqua


Al via le prenotazioni on-line per le visite agli impianti idrici: il 23 marzo sarà possibile accedere alla centrale di potabilizzazione di Val di Setta a Sasso Marconi, che serve Bologna, e all’impianto di depurazione di Cesena

 

Da sabato 16 marzo e per tutta la settimana successiva basterà un click per prenotare una visita e scoprire come funzionano le “fabbriche dell’acqua” di Hera. Sabato 23 marzo infatti, in occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua, la multiutility propone un “porte aperte” per tutti i cittadini agli impianti di potabilizzazione e depurazione del territorio, per ragionare e informarsi sull’importanza del ciclo idrico.

La Giornata Mondiale dell’Acqua, istituita dalle Nazioni Unite nel 1992, è il più importante appuntamento dell’anno per informare e sensibilizzare sulla risorsa naturale indispensabile alla vita che, per quasi un miliardo di persone sulla terra, rimane purtroppo una chimera.

 

Hera aprirà le sue porte sabato 23 marzo, dalle ore 9.30 alle ore 12.30 a due importanti impianti del territorio: la centrale di potabilizzazione di Val di Setta, a Sasso Marconi e l’impianto di depurazione di Cesena. Fino a venerdì 22 marzo, chiunque potrà prenotarsi per la visita, della durata di circa un’ora, compilando la richiesta sul canale web www.gruppohera.it/acqua. I gruppi (di una ventina di persone al massimo) saranno guidati da tecnici Hera alla scoperta dei tanti passaggi che l’acqua deve compiere per essere potabilizzata o per essere reimmessa in nell’ambiente una volta utilizzata (nel caso del depuratore)

 

Le visite serviranno anche a raccontare il forte impegno di Hera sull’acqua. Nei suoi dieci anni di attività, infatti, la multiutility ha investito nel ciclo idrico circa 850 milioni di euro. Tale politica, come previsto dal Piano industriale, proseguirà anche nell’immediato futuro sino a superare nel 2016 il miliardo di euro complessivo. Inoltre sono numerose le sperimentazioni messe in campo per ridurre le perdite idriche. Tra queste, un dispositivo, Lorno, che Hera ha recentemente installato nel Comune di Riolo Terme (RA), utilizzato per contrastare il fenomeno delle perdite idriche in rete, tramite un sistema di trasmissione remota di dati ed allarmi, garantendo così maggiore efficienza e un più alto livello di sicurezza nell’erogazione del servizio. E’ la prima volta che in Italia viene installato e sperimentato questo innovativo strumento.

 

Ma questa non è la fotografia dell’Italia, che ha una rete colabrodo e un sistema fognario e depurativo ancora insufficiente a rispondere agli standard richiesti dall’Europa. Per restituire efficienza alla rete e abbattere il danno provocato all’ambiente dalle carenze sul fronte della depurazione, servono, secondo FederUtility (l’associazione che raggruppa oltre 400 società attive nei servizi pubblici locali), circa 64 miliardi d’investimenti nei prossimi 30 anni: un fabbisogno da 2,17 miliardi all’anno. Tra le regioni segnalate tra le più in difficoltà, la Sicilia, la Campania, il Lazio.

 

“Come utility del territorio sentiamo forte la responsabilità di contribuire, per quanto ci è possibile, all’uso più razionale e consapevole dell’acqua – afferma Maurizio Chiarini, Amministratore Delegato del Gruppo Hera –. La Giornata Mondiale dell’Acqua è un ottima occasione per ribadire il nostro impegno per una gestione della risorsa idrica responsabile, efficiente e rispettosa dell’ambiente, che ci ha portato a investire in Emilia-Romagna circa 850 milioni di euro nel ciclo idrico negli ultimi 10 anni. Grazie a questo impegno possiamo dire di essere in una delle aree d’Italia meglio attrezzate”.

No Comments
Comunicati

Masser Tulipano 2013: l’evento floreale del castello di Pralormo


Torna quest’anno dal 30 marzo al 1 maggio Messer Tulipano 2013.

Giunto alla sua XIV edizione, l’evento sarà ospitato nel castello medievale di Pralormo, nel cuore del Piemonte.

Progettato nel diciannovesimo secolo da Xavier Kurten, architetto della corte sabauda il castello di Pralormo ben si adatta a diventare il giardino ideale per accogliere oltre 75mila tulipani e narcisi.

La rassegna floreale dal 2000 annuncia l’arrivo della bella stagione e ogni edizione ospita un nuovo piantamento.

Messer Tulipano 2013 coinvolgerà l’intera area del parco, dove saranno allestite aiuole dalle forme sinuose di tulipani e narcisi che andranno a intrecciarsi con gli alberi secolari e a fondersi con il sottobosco composto da narcisi e muscari.

Oltre ai tulipani, l’edizione 2013 ospiterà sezioni dedicate alle orchidee e ai ranuncoli.

Un’area specifica sarà dedicata inoltre agli orti cittadini: da coltivare sul proprio terrazzo, sul giardino o sul balcone.

L’antica Orangerie ospiterà una mostra sul “Giardino Pittoresco” e sull’evoluzione nel tempo dei complementi e degli attrezzi da giardino.

Messer Tulipano 2013 non deluderà neanche i più golosi che all’interno del castello di Pralormo potranno cimentarsi in un concorso di Cake Design, partecipare a workshop sul tema e visitare un’esposizione di torte “originali”.

Nei fine settimana grandi e piccini potranno intrattenersi con animazioni e laboratori creativi o degustazioni di prodotti tipici.

Il parco ospita anche una gelateria e una caffetteria ristorante, dove sarà possibile mangiare e passare una giornata all’aperto insieme a tutta la famiglia. Lungo il giardino sono presenti panchine per potersi riposare o fare un pic-nic primaverile. Un particolare riguardo sarà riservato anche agli amici a quattro zampe che avranno a disposizione ciotole d’acqua fresca.

L’appuntamento con Messer Tulipano 2013 è dunque al castello Pralormo dal 30 marzo al 1 maggio. Il castello sarà aperto ai visitatori dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 18 e la domenica e i giorni festivi dalle 10 alle 19.

No Comments
Comunicati

da 1 a 4 pazienti operati di sinusite cronica non guariscono


Esposizione ad agenti inalanti tossici sul lavoro: da 1 a 4 pazienti operati di sinusite cronica non guariscono

Esposizione ad agenti inalanti tossici sul lavoro: da 1 a 4 pazienti operati di sinusite cronica non guariscono

 
[2013-03-21]
 

LOVANIO, Belgio, March 21, 2013 /PRNewswire/ —

L’esposizione ad agenti inalanti tossici sul posto di lavoro dovrebbe essere considerato come uno dei fattori di rischio per l’insorgenza di rinosinusite cronica (RSC). Questa conclusione sulla sinusite cronica* e i molti argomenti ad essa connessi verranno discussi durante il 9° Simposio sulla Rinologia Sperimentale e Immunologia del Naso (SERIN) 2013, organizzato dall’ Accademia Europea di Allergologia e Immunologia Clinica (EAACI) che si terrà all’Università di Lovanio dal 21 al 23 Marzo.

Inoltre, le ricerche mostrano che la continua esposizione nei luoghi di lavoro sia un fattore di primo piano nella sua recidiva o persistenza, come dimostra la necessità di un intervento di revisione.

     (Logo: http://photos.prnewswire.com/prnh/20121012/567656-a )

Le rinosinusiti acute e croniche (RSA e RSC) sono malattie piuttosto comuni che colpiscono fino al 10 per cento della popolazione occidentale. Quando il trattamento medico si dimostra inefficace vengono trattate con una chirurgia funzionale endoscopica dei seni paranasali. Tuttavia, è stato rilevato che dal 10 al 15 per cento dei pazienti operati rispondono in maniera insufficiente a questo tipo di chirurgia e la ragione principale sembra essere l’esposizione ad agenti nocivi per via inalatoria. Recenti studi condotti su un campione di pazienti prova che l’esposizione ad agenti inalanti tossici sul lavoro rappresenta non solo un grande fattore di rischio per l’insorgenza di rinosinusiti ma anche per la loro recidiva dopo l’intervento.

Secondo i pazienti e in base ai controlli effettuati, gli agenti inalanti tossici più comuni sui luoghi di lavoro sono: candeggina, polvere inorganica, vernici, cemento, diluenti, ammoniaca, acqua ragia, gas combustibile e detergenti con acetone. Ne consegue che bidelli, casalinghe, muratori, pittori, falegnami e meccanici sono le professioni maggiormente a rischio.

La conclusione sull’insorgenza delle sinusiti croniche, alla quale si è giunti grazie al professor Peter Hellings del Dipartimento di Otorinolaringoiatria presso l’Ospedale Universitario di Lovanio e presidente del SERIN 2013, rivela che oltre alla necessità di continuare a prevenire l’esposizione ad agenti tossici durante il lavoro, vi è anche la necessità di intensificare l’attività di ricerca in questo settore mediante studi clinici prospettici e l’esplorazione dei meccanismi fisiopatologici delle malattie delle vie aeree superiori sul lavoro.

Ricorrenza Stimata della Rinosinusite Cronica in Europa**

Portogallo                      27.10% Belgio                        18.80% Polonia                       17.10% Paesi Bassi                     14.30% Francia                       13.30% Italia                        10.90% Regno Unito                     10.60% Germania                       10.50% Danimarca                       7.90% Svezia                         8.65% Finlandia                       6.90% 

SERIN 2013

Questo congresso, unico nel suo genere, è dedicato agli aspetti di base e clinici delle malattie delle vie aeree superiori. Particolare attenzione è portata ai più recenti sviluppi della ricerca scientifica e nel campo delle malattie delle vie aeree superiori, come la rinite infettiva allergica e non-allergica, rinosinusite e polipi nasali. Esperti provenienti da tutto il mondo forniranno e discuteranno le più recenti informazioni riguardo patogenesi, genetica, fenotipi e i nuovi trattamenti messi a punto.

“I congressi SERIN hanno fin da sempre presentato le ricerche e i risultati scientifici più all’avanguardia, capaci sia di far comprendere più chiaramente i meccanismi molecolari e cellulari della rinite allergica e della rinosinusite cronica, che di sviluppare degli approcci terapeutici più efficaci sui pazienti” spiega Prof. Cezmi Akdis, Presidente dell’EAACI.

Il SERIN 2013 si terrà sotto l’alto patronato della Principessa Astrid del Belgio, ciò sottolinea l’importanza e l’aspetto ufficiale del SERIN 2013 a Lovanio.

EAACI, l’Accademia Europea di Allergologia e Immunologia Clinica

L’Accademia Europea di Allergologia e Immunologia Clinica EAACI è un’organizzazione no-profit attiva nel campo delle malattie allergiche e immunologiche come asma, rinite, eczema, allergie sul lavoro, allergie alimentari e da medicinali e anafilassi. L’EAACI è stata fondata a Firenze nel 1956 ed è diventata la maggiore associazione medica europea nel campo dell’allergologia e immunologia clinica. Comprende più di 7,700 membri provenienti da 121 Paesi e 42 società nazionali di allergologia.

http://www.eaaci.org 

http://www.eaaci-serin.org

*Hox V, Delrue S, Scheers H, Adams E, Keirsbilck S, Jorissen M, Hoet PH, Vanoirbeek JA, Nemery B, Hellings PW. Negative impact of

occupational exposure on surgical outcome in patients with rhinosinusitis. Allergy 2012; 67: 560–565.

** : Hastan D, Fokkens WJ, Bachert C, Newson RB, Bislimovska J, Bockelbrink A, Bousquet PJ, Brozek G, Bruno A, Dahle´n SE, Forsberg B, Gunnbjo¨rnsdo´ttir M, Kasper L, Kra¨mer U, Kowalski ML, Lange B, Lundba¨ck B, Salagean E, Todo-Bom A, Tomassen P, Toskala E, van Drunen CM, Bousquet J, Zuberbier T, Jarvis D, Burney P. Chronic rhinosinusitis in Europe – an underestimated disease. A GA2LEN study. Allergy 2011; 66: 1216–1223.

No Comments