Daily Archives

28 Marzo 2013

Comunicati

La FDA approva Dotarem® (gadoterate meglumine), il primo agente di contrasto macrociclico ionico a base di gadolinio negli USA

La FDA approva Dotarem® (gadoterate meglumine), il primo agente di contrasto macrociclico ionico a base di gadolinio negli USA

La FDA approva Dotarem® (gadoterate meglumine), il primo agente di contrasto macrociclico ionico a base di gadolinio negli USA

 
[2013-03-28]
 

GUERBET, VILLEPINTE, Francia, March 28, 2013 /PRNewswire/ —

Guerbet ha annunciato oggi che la US Food and Drug Administration (FDA) ha approvato Dotarem® (gadoterate meglumine), mezzo di contrasto a base di gadolinio (GBCA) indicato per l’uso endovenoso in risonanza magnetica (MRI) del cervello (intracranica), della colonna vertebrale e dei relativi tessuti, in pazienti adulti e pediatrici (a partire dai due anni)  per rilevare e visualizzare le aree di rottura della barriera ematoencefalica (BBB) e/o le aree che presentano una vascolarità anomala.

Dotarem®, che è commercializzato in tutto il mondo dal 1989, con oltre 37 milioni di dosi somministrate[1], è l’unico GBCA macrociclico ionico. La dose raccomandata è di 0,2 mL/kg (0,1 mmol/kg) peso corporeo (PC). Dotarem® soluzione iniettabile 0,5 mmol/mL contiene 376,9 mg/mL di gadoterate meglumine, ed è disponibile in fiale e in siringhe preriempite.

“Questa approvazione rappresenta un’importante pietra miliare per Guerbet, che vanta una lunga storia nel campo degli agenti di contrasto sicuri ed efficaci, forniti a pazienti in tutto il mondo,” ha affermato Yves L’Epine, CEO di Guerbet Group. “Dotarem®, già leader in Europa, è una nuova soluzione di imaging per il sistema nervoso a uso degli operatori sanitari negli USA e arricchisce il nostro portafoglio di prodotti che migliorano la gestione del paziente con la diagnostica per immagini.”

Sin dalla sua introduzione, oltre 20 anni fa, la RMI è diventata il pilastro della diagnostica per immagini del sistema nervoso centrale. Si calcola che, nel 2011, negli USA siano stati eseguiti oltre 10 milioni di esami di RMI con agente di contrasto, e che circa il 60% abbiano riguardato proprio il sistema nervoso centrale.

Informazioni importanti per la sicurezza

In ottemperanza alle raccomandazioni stilate dalle agenzie per la sicurezza del farmaco nazionali, europee (EMA) e USA (FDA), i foglietti illustrativi e le informazioni relative alle prescrizioni per i prodotti di contrasto a base di gadolinio riportano informazioni sui rischi di fibrosi sistemica nefrogenica (FSN).

Per ulteriori informazioni su Dotarem®, e soprattutto per informazioni complete sulla sicurezza, fate riferimento al riassunto delle caratteristiche del prodotto in vigore nel vostro Paese.

Studi clinici

La domanda di autorizzazione per Dotarem® ha incluso due studi clinici di fase III. Tali studi hanno valutato l’efficacia diagnostica e la sicurezza di Dotarem® somministrato per via endovenosa in risonanza magnetica (RMI) del cervello (intracranica), della colonna vertebrale e dei relativi tessuti in pazienti adulti e pediatrici (a partire dai 2 anni) per rilevare e visualizzare  le aree di rottura della barriera ematoencefalica (BBB) e/o le aree che presentano una vascolarità anomala. Entrambi gli studi di fase III hanno dimostrato la superiorità delle immagini con intensificazione del contrasto dopo la somministrazione di Dotarem® rispetto alle immagini ottenute senza l’agente di contrasto nella visualizzazione della lesione del sistema nervoso centrale in tutti e tre gli endpoint coprimari. Sono stati sodisfatti tutti i criteri di efficacia principali e secondari ed è stata confermata l’efficacia di Dotarem® nella dose standard di 0,1 mmol/kg peso corporeo (PC). Oltre a questi due studi, altri 21 trial clinici complementari hanno valutato la performance diagnostica della RMI con Dotarem ®.

Informazioni su Dotarem®

Sono state somministrate oltre 37 milioni di dosi di Dotarem®, commercializzato in oltre 70 nazioni in Europa, Asia, Africa, Medio Oriente e Sud America. Le indicazioni autorizzate per Dotarem® possono variare da una nazione all’altra. Dotarem® è l’agente di contrasto più diffuso in Europa, con oltre il 47% della quota di mercato nel 2012[2].

Informazioni su Guerbet

Pioniere nel settore degli agenti di contrasto con oltre 80 anni di esperienza alle spalle, Guerbet è l’unico gruppo farmaceutico al mondo totalmente dedito alla diagnostica per immagini. Vanta una gamma completa di prodotti di contrasto per radiografie e RMI, nonché per la radiologia intervenzionale. Offre inoltre una gamma di iniettori e di attrezzature mediche correlate per migliorare la diagnostica e per una migliore cura dei pazienti.

Per promuovere la scoperta di nuovi prodotti e assicurare la futura crescita, ogni anno Guerbet destina una quota importante delle proprie risorse alla Ricerca e Sviluppo (pari circa al 10% delle vendite). Guerbet (GBT) è quotata alla NYSE Euronext Paris (Eurolist Segment B – Mid Caps) e nel 2012 ha registrato un fatturato pari a €403 milioni, con un effettivo totale di 1.400 dipendenti. Negli USA Guerbet commercializza anche gli agenti di contrasto Hexabrix®, Oxilan® e Lipiodol®.

————————————————–

1. Dati al 1° gennaio 2013.

2. In RMI, in volume. ECMIG 2011.

Determinate dichiarazioni contenute nel presente comunicato stampa sono “dichiarazioni previsionali”. Queste dichiarazioni si basano su convinzioni e supposizioni attuali della direzione del Guerbet Group, ma sono soggette a rischi noti e ignoti, incertezze e altri fattori che potrebbero causare risultati effettivi materialmente diversi dai risultati futuri, dalla situazione finanziaria, dallo sviluppo o dalle performance dellazienda e dalle valutazioniespresse nel presente comunicato stampa. Questi fattori includono quelli discussi nei report pubblici di Guerbet consultabili sul sito aziendale http://www.guerbet.com.  Lazienda non si assume alcuna responsabilità  in merito allaggiornamento di queste valutazioni e supposizioni su avvenimenti futuri, né si impegna a conformarli a eventi o sviluppi futuri. Dotarem® è registrato da Guerbet presso lU.S. Patent and Trademark Office.

Company Codes: Bloomberg:[email protected], ISIN:FR0000032526

No Comments
Comunicati

Assemblea generale annuale 2013 di Oil Insurance Limited (OIL) e Rapporto sulla gestione

Assemblea generale annuale 2013 di Oil Insurance Limited (OIL) e Rapporto sulla gestione

Assemblea generale annuale 2013 di Oil Insurance Limited (OIL) e Rapporto sulla gestione

 
[2013-03-28]
 

HAMILTON, Bermuda, March 28, 2013 /PRNewswire/ —

L’assemblea generale annuale (AGM) 2013 di Oil Insurance Limited (OIL) si è tenuta mercoledì 20 marzo 2013 presso il Fairmont Southampton Hotel a Bermuda.

La Direzione ha esaminato insieme agli azionisti i dati finanziari di OIL per il 2012, oggetto di revisione contabile. Nel corso dell’anno, OIL ha realizzato 672 milioni di dollari USA di premi sottoscritti e guadagnati mentre ha subito perdite, che comprendono le spese per la rettifica delle perdite, per un totale di 613 milioni di dollari USA. OIL ha registrato utili netti da sottoscrizioni per 60 milioni di dollari USA. Se ai risultati si aggiunge l’utile netto da investimenti per 608 milioni di dollari USA, oltre alle spese generali e amministrative e altre spese, OIL ha avuto un utile netto per l’anno di 646 milioni di dollari USA.

Gli azionisti hanno votato un nuovo elenco di candidati per il ruolo di direttore per l’anno 2013. Mark Wilson è stato nominato presidente del CdA di OIL per il 2013 e Gerard Modecki è stato nominato vice presidente. Inoltre, gli azionisti hanno approvato l’eliminazione delle seguenti condizioni dal piano premi e valutazione del rischio a partire da gennaio 2014; (1) il premio annuale minimo, (2) premio basso deducibile e (3) tariffe dei premi. È stata anche approvata una correzione tecnica per quanto riguarda la definizione ” Fattore di ponderazione del rischio denominato tempesta di vento”. Inoltre è stata approvata la riformulazione dell’accordo degli azionisti di OIL con efficacia immediata. È stata presentata la tempistica in cui i membri devono riesaminare la proposta di Modifica dell’Esperienza e del Consorzio Unico e si prevede che sarà votata in occasione dell’Assemblea generale speciale che si terrà il 24 settembre 2013. I membri sono stati anche informati dell’importante revisione della Politica di OIL e del progetto di aggiornamento che è iniziato.

Robert Stauffer, presidente e amministratore delegato, ha aperto il convegno affermando che “In generale, il 2012 è stato un anno molto buono per OIL. Fortunatamente non abbiamo subito gravi perdite per tempeste di vento o uragani e le perdite registrate sono in linea con quanto previsto e atteso. Inoltre, i ricavi dal nostro portafoglio investimenti sono stati molto buoni, un’attestazione positiva del lavoro intenso e del processo decisionale strategico della nostra commissione investimenti e del personale del settore finanziario. Guardando al futuro, le nostre priorità rimangono inalterate, con attenzione particolare a una crescita regolare e al miglioramento costante dei rapporti con i membri.”

L’amministratore delegato di OIL, George Hutchings, ha informato che nel 2012, 2 membri nuovi sono entrati a far parte di OIL, Canadian Oil Sands Ltd ed Energy Transfer Partners, mentre El Paso è uscita dopo essere stata acquisita da Kinder Morgan. OIL ha incontrato intermediari globali del settore energetico su base regionale e ha stabilito contatti con una serie di altri possibili membri da diverse nazioni “. Hutchings ha anche osservato che “Una serie di iniziative strategiche è divenuta disponibile nel 2012, compreso il lancio di elementi chiave del piano di marketing globale con iniziative interne continuative mirate a semplificare il piano premi e di valutazione del rischio e la politica di OIL. Probabilmente lo sviluppo più importante per il marketing è stato il lancio del programma di formazione online OTA (OIL Technical Accreditation – accreditamento tecnico OIL), lanciato a dicembre 2012. L’OTA ha già richiamato la partecipazione di oltre 300 membri e intermediari del settore energetico”.

Hutchings ha spiegato che “la nuova missione centrale di OIL è quella di diventare il mercato delle proprietà del settore energetico preferito da quelle società in possesso dei requisiti per diventare membri. Molte delle iniziative dell’organizzazione nel corso del 2012 sono state intraprese con l’intento di gettare le fondamenta per poter conseguire tale obiettivo. OIL è un’organizzazione eccezionale e fornitore di disponibilità per assicurare il settore dell’energia, e vogliamo accertarci che le società che soddisfano i requisiti per diventare membri conoscano la proposta di valore reale di OIL e scoprano come possano trarre beneficio dall’associarsi a OIL”.

Per avere l’elenco dei nuovi candidati alla carica di direttori per il 2013 e una valutazione più approfondita dei risultati finanziari del 2012 oggetto di revisione contabile, visitare il nostro sito Web http://www.oil.bm.

Oil Insurance Limited (OIL) assicura oltre duemila miliardi di miliardi di dollari USA di asset di energia globale per più di cinquanta membri con limiti per proprietà fino a 300 milioni di dollari USA per un totale di oltre undici miliardi di dollari USA per quanto riguarda proprietà di classe A in totale. I membri sono composti da società private e pubbliche di piccole e medie dimensioni del settore energetico con almeno 1 miliardo di dollari USA di asset in proprietà materiali e una classificazione di livello degli investimenti o equivalente. I prodotti offerti comprendono proprietà (danni fisici), tempeste di vento, inquinamento non graduale, controllo pozzi, terrorismo, costruzioni e carico. I settori che OIL tutela comprendono esplorazioni e produzione offshore e sulla terraferma, raffinazione e marketing, petrolchimico, minerario, oleodotti, fornitori di servizi elettrici e altri settori correlati a quello dell’energia.

No Comments
Comunicati

ecco i nuovi trend mondiali in cucina e a tavola

Smart phone al supermercato, social sharing di ricette e alimentazione sana: ecco i nuovi trend mondiali in cucina e a tavola

Smart phone al supermercato, social sharing di ricette e alimentazione sana: ecco i nuovi trend mondiali in cucina e a tavola

 
[2013-03-28]
 

— Allrecipes, la più grande e attiva community internazionale di cuochi amatoriali, ha condotto un'indagine in 13 mercati per individuare le abitudini di spesa, preparazione e consumo di cibo delle famiglie nel mondo

SEATTLE, 28 marzo 2013 /PRNewswire/ — Allrecipes – il primo sito di ricette online al mondo con più di 1 miliardo di visite annuali e presente da ottobre 2012 anche in Italia con http://www.allrecipes.it– ha pubblicato oggi i risultati dell'edizione 2013 del "Global Food Trends Measuring Cup Report". L'indagine ha coinvolto oltre 7.000 cuochi amatoriali di 13 dei 18 paesi e community più rappresentativi del network internazionale di Allrecipes con lo scopo di fotografare come fanno la spesa, cucinano e mangiano le famiglie di tutto il mondo. Tra i principali trend emersi dal sondaggio ce n'è uno di particolare interesse: anche quando si tratta di fare la spesa, programmare una cena o cercare ispirazione per nuove ricette, in ogni parte del mondo sempre più persone ricorrono ai nuovi dispositivi mobili.

(Logo: http://photos.prnewswire.com/prnh/20120723/SF44086LOGO )

Dall'indagine emerge in particolare il ruolo centrale di smart phone e tablet. Negli Stati Uniti un terzo degli intervistati fa affidamento su uno smart phone per cercare ricette (fonte: indagine 2012 di Allrecipes "Then and Now"). Inoltre, all'incirca la metà dei consumatori in tutto il mondo impiega uno smart phone quando è a caccia di idee e ingredienti anche mentre fa la spesa. La percentuale più alta è negli Stati Uniti, ma il trend si sta diffondendo rapidamente anche in Gran Bretagna e Argentina dove, rispettivamente, il 27% e il 25% degli intervistati dichiara di utilizzare il proprio smart phone per consultare ricette o cercare ingredienti quando è al supermercato. 

Tra i trend delineatesi a livello globale c'è anche il ricorso a videoricette come fonte d'ispirazione o per apprendere nuove tecniche di cucina. Su scala globale, la percentuale di cuochi amatoriali che visitano siti di videoricette è duplicata nel 2012, toccando il 18% contro il 9% del 2011. I mercati principali per il consumo di video sono Polonia (30%), Brasile (29%) e Argentina (28%).

"Con il rapido e capillare diffondersi della tecnologia mobile in tutto il mondo, oggi i cuochi amatoriali hanno l'opportunità di scoprire, creare e condividere idee, ricette e recensioni  come mai prima d'ora. – ha commentato Patricia Lee Smith, vicepresidente delle attività internazionali di Allrecipes – Nel 2012 abbiamo assistito ad un'entusiasmante crescita del traffico sui siti mobile di Allrecipes, pari al +113% rispetto all'anno precedente. I nostri cuochi in tutto il mondo hanno accolto la sfida delle nuove tecnologie mobili ed hanno modificato il loro modo di fare la spesa, programmare i pasti e condividere le ricette. L'obiettivo di Allrecipes è oggi come sempre quello di sviluppare nuovi modi per coinvolgerli e aiutarli a connettersi tra di loro".

Tra gli altri trend emersi dall'edizione 2013 dell'indagine si distinguono i seguenti:

Un mondo di appassionati di cucina

La percentuale di chi cucina tutti giorni è in aumento di anno in anno e nel 2012 ha raggiunto l'80% degli intervistati. I motivi per cui cresce il tempo dedicato ai fornelli sono gli stessi in tutto il mondo: l'attenzione ad un'alimentazione sana ed equilibrata (56% degli intervistati), il desiderio di sperimentare nuove ricette (48%) e la passione per la cucina (43%).

Il social sharing è sempre più importante

Tra i dati più significativi emersi da questa indagine c'è certamente quello  relativo all'importanza attribuita a commenti e recensioni di ricette condivisi da altri utenti. Il 61% degli intervistati nelle 13 community ritiene importate il social sharing, il 126% in più rispetto al 2011, quando la percentuale era solo del 27%.

Pratici ma attenti alla salute

In tutto il mondo grande attenzione è riservata ad un'alimentazione sana ed equilibrata, con il 56% degli intervistati che la cita tra i criteri adottati nella scelta dei piatti da preparare quotidianamente. Nella selezione degli ingredienti, preparati per cucina come legumi in scatola o impasti per torte già pronti finiscono nel carrello della spesa tanto quanto la frutta e la verdura, acquistate fresche ogni settimana dall'86% degli intervistati.

La versione integrale del report è disponibile qui: http://press.allrecipes.com/wp-content/uploads/ITALY_FINAL_AR_March2013_MeasuringCup.pdf

* Argentina, Australia, Brasile, Germania, Francia, Messico, Olanda, Polonia, Canada e Canada francese (Québec), Russia, Gran Bretagna, Stati Uniti.

Metodologia

I risultati si riferiscono ai dati raccolti nell'ambito dell'indagine online effettuata da Allrecipes.com su un campione di 7.463 partecipanti nei 13 paesi succitati, nel mese di settembre 2012. Non è stato elargito alcun incentivo ai partecipanti all'indagine, né come ricompensa né come incoraggiamento alla partecipazione.

Informazioni su Allrecipes

Allrecipes è la più grande e più attiva community al mondo di ricette online, con oltre 1 miliardo di visite annuali per lo più da parte di donne e appassionati di cucina che sul sito condividono ricette, foto, recensioni e post sui blog. Sin dal suo lancio, nel 1997, la community di ricette online con sede a Seattle è una fonte di ispirazione per i cuochi di qualunque livello ed esperienza, con la sua offerta di ottime ricette, idee originali, utili suggerimenti e proposte per menu speciali o di tutti i giorni. Allrecipes opera su molte piattaforme, offrendo una panoramica autentica e globale della vita delle donne, grazie ai suoi 18 siti web, 18 siti mobile, 11 applicazioni e 14 ebook, tradotti in 12 lingue e presenti in 23 paesi. Allrecipes è parte della Meredith Corporation (NYSE: MDP), azienda di media e marketing leader nel settore dell'editoria femminile. Per ulteriori informazioni su Meredith (NYSE: MDP) www.meredith.com. Per ulteriori informazioni su Allrecipes http://press.allrecipes.com.

Allrecipes è presente in Italia dall'ottobre 2012 con il sito www.allrecipes.it. Il sito conta già su una community attiva e vibrante che partecipa quotidianamente, condividendo recensioni, foto e migliaia di autentiche ricette, italiane e internazionali. 

Informazioni per la stampa
Stephanie Robinett
Direttore della comunicazione
[email protected]  

Company Codes: NYSE:MDP

No Comments
Comunicati

Italia al terzo posto della classifica europea. sbarca anche da noi la sharing economy

Carpooling: Italia al terzo posto della classifica europea. sbarca anche da noi la sharing economy

Carpooling: Italia al terzo posto della classifica europea. sbarca anche da noi la sharing economy

 
[2013-03-28]
 

MILAN, March 28, 2013 /PRNewswire/ —

Grazie ai viaggi condivisi gli italiani hanno già risparmiato 3,5 milioni di litri di carburante e 7.000 tonnellate di C02

Secondo i dati di http://www.carpooling.it, il portale leader in Europa nel settore del ridesharing, sempre più italiani scelgono la formula dell’auto di gruppo per spostamenti di media e lunga percorrenza. Dal lancio del servizio nel 2010, in Italia sono stati condivisi 64 milioni di kilometri, con un risparmio di 3,5 milioni di litri di carburante e 7.000 tonnellate di CO2. Un bilancio positivo che attesta lo sviluppo del carpooling anche nel nostro Paese e ci colloca, a livello europeo, al terzo posto dopo Germania e Francia.

Ad utilizzare il servizio di carpooling in Italia sono prevalentemente uomini (circa il 68,5%), ma le registrazioni al femminile sono in crescita. In Europa, la ripartizione della community dei carpooler è più equa: 47% uomini e 53% donne. Gli utenti italiani hanno un’età compresa tra i 25 e i 34 anni, come i connazionali europei;  sono per lo più studenti, impiegati e liberi professionisti.

Si scelgono i viaggi in auto condivisa per risparmiare fino al 75% rispetto al viaggio in solitaria: in carpooling, per esempio, si può andare da Roma a Milano con 30€. Grazie al crescente affermarsi dell’economia della condivisione, in Italia c’è anche chi sceglie di offrire un passaggio solo per avere in cambio un po’ di buona compagnia. Un utente di carpooling.it in partenza per Lamezia Terme giovedì Santo scrive: “Siamo una giovane coppia di Torino e volevamo condividere il viaggio verso il Sud con qualcuno che, come noi, vuole passare le feste di Pasqua con la famiglia!

A livello europeo il carpooling si pratica da decenni. In Germania si viaggia in “Mitfahrgelegenheit” da prima dell’avvento di Internet. Nel 1920 nascevano, vicino alle stazioni, i primi uffici per la mediazione dei passaggi. In Francia il “covoiturage” è promosso da anni dal governo, che dal 2010 ha indetto la “journée du covoiturage”.

Nel nostro Paese il fenomeno è ancora giovane. “Il caro benzina, laumento dei pedaggi autostradali e delle polizze assicurative, come anche il recente affermarsi della sharing economy, sono stati i catalizzatori del carpooling in Italia” afferma Daniela Mililli, country manager di carpooling.it. “La strada da percorrere è ancora lunga, ma i risultati ottenuti in questi 3 anni sono molto promettenti.

Informazioni su carpooling.it

http://www.carpooling.it/pages/about

Contact details:
Daniela Mililli
Senior Country Manager carpooling.it
[email protected]
Tel: +39-02-87-15-61-41

No Comments