Daily Archives

24 Marzo 2020

Comunicati

PROBLEMI DI STUDIO ED APPRENDIMENTO? CORSO GRATUITO ONLINE


E’ davvero impossibile imparare alcune materie di studio? il fatto è che a scuola non ci viene insegnato il modo in cui impararle. Questa è la fase mancante dell’istruzione.

L. Ron Hubbard ha colmato questa lacuna con la prima e unica metodologia che insegna come studiare. Egli ha scoperto le leggi dell’apprendimento e ha ideato metodi efficaci che chiunque può mettere in pratica . Ha chiamato questa sua scoperta “Tecnologia di Studio”.

Questa tecnologia insegna le basi dell’apprendimento e fornisce metodi precisi per superare tutte le insidie che si possono incontrare durante lo studio.

La Tecnologia di Studio non ha niente a che vedere con la  “lettura veloce” o con altri trucchetti mnemonici. La Tecnologia di Studio, di cui parliamo qui, spiega in che modo si deve studiare per capire una materia e metterla in pratica.

CORSO ON-LINE
In questo corso apprenderai:
La prima barriera da superare per poter imparare qualsiasi cosa con successo.
Le tre barriere allo studio che possono impedire la comprensione di un argomento, e gli esatti strumento per superare queste barriere. Come imparare e comprendere completamente qualsiasi argomento.
https://www.scientology.it/
No Comments
Comunicati

UNA SOLUZIONE PER GLI ALTI E BASSI NELLA VITA – CORSO GRATUITO ONLINE

corso gratuito online
Perché alcune persone si ammalano più spesso di altre? Perché alcuni hanno la tendenza ad avere incidenti? C’è una ragione per cui altri ancora trascorrono la loro vita in un’altalena emotiva, sentendosi bene un giorno e male il successivo? C’è una ragione per cui altri ancora trascorrono la loro vita in un’altalena emotiva, sentendosi bene un giorno e male il successivo?  La spiegazione esiste.

Ron Hubbardè riuscito a comprendere le complessità del comportamento umano e a scoprire i fattori fondamentali del fenomeno dell’oppressione che affligge gli individui, dato che è proprio la soppressione operata da altri a produrre queste circostanze apparentemente casuali.

In questo Corso scoprirete come riconoscere le persone che vogliono il vostro male da quelle che dovrebbero essere vostri amici. Verrete a conoscenza del motivo per cui alcune persone non se la cavano bene nella vita e scoprirete come potreste aiutarle a ritrovare il loro benessere.

Imparerete i meccanismi che stanno alla base di queste situazioni che, per quanto distruttive, sono comunemente diffuse, e i modi per risolverle. Si tratta di nozioni che possono cambiare la vostra vita in modo tangibile e immediato, proprio come hanno migliorato la vita di molti altri.

Informazioni sul Corso

Semplificare lo Studio – Questo corso è stato elaborato con una serie di passi in sequenza, che abbina la lettura a saggi ed esercizi pratici.

Prima di iniziare, crea il tuo account sul sito web di Scientology. Una volta che hai fatto login, il programma on-line ti guiderà passo per passo sino al completamento del corso e tutti i materiali necessari verranno forniti dallo stesso sito web di Scientology.

Durata del Corso – sono stimate dalle 8 alle 10 ore. Ad ogni modo, puoi fare il corso secondo la tua velocità personale. In altre parole, non vi è un termine preciso entro cui completarlo. Il corso è un servizio per te, ed è gratuito.

Materiali – I materiali del corso sono integrati anche dal corso on line. In altre parole, una volta che ti sei registrato, puoi leggere i materiali dal programma del corso on line man mano che fai ciascun passo. Comunque ti consigliamo di scaricare gratuitamente o di acquistare l’opuscolo, per poterlo rivedere o farvi riferimento quando non sei sul programma del corso.

Supervisione – Per tutta la durata del tuo corso, riceverai supervisione dal tuo Supervisore del Corso personale on line che ti aiuterà, assicurandosi che tu comprenda e tragga il massimo beneficio dal tuo studio. Il risultato finale è che tu sarai perfettamente in grado di mettere in pratica i dati contenuti nel corso. Se hai ulteriori domande, contattaci qui.

Aiuto – I servizi dei nostri corsi on line sono sempre a tua disposizione. Se in qualunque momento hai bisogno di assistenza per i tuoi compiti, non esitare a contattare il tuo supervisore del corso on line, che potrai sempre raggiungere utilizzando il bottone “Hai bisogno di aiuto?” sul tuo programma del corso on line.

LINK DIRETTO PER IL CORSO GRATUITO

###

per maggiori informazioni su Scientology, il suo Fondatore e le sue attività:

www.scientology.it  www.lronhubbard.it   www.scientologyreligion.it

No Comments
Senza categoria

Come iniziare a fare trading online


Se ti piacerebbe entrare nel mondo dei mercati finanziari e ti stai chiedendo cosa sia il trading online. Devi sapere che questo è un metodo per investire in borsa, ovvero acquistare e vendere dei titoli finanziari via web. Lo scopo di tali operazioni è chiaramente quello di andare a ricavare un margine di profitto su quella che è la differenza tra il prezzo originale di acquisto e quello di vendita del prodotto finanziario che si è scelto. Chiaramente non bisogna comprare basandosi semplicemente sul proprio istinto, ma al contrario è necessaria una importante formazione di base per poter fare Trading online evitando di sperperare il proprio denaro. Dunque diventa necessario effettuare degli studi preliminari che consentono di comprendere al meglio come funzionano i mercati finanziari e come bisogna muoversi in questo settore.

Quello del Trading online è un settore accessibile a tutti quanti coloro i quali desiderano iniziare ad investire in borsa, tra l’altro le commissioni sono basse e vi è l’ottima opportunità di poter visionare grafici e quotazioni dal vivo grazie a specifiche piattaforme di settore che consentono appunto di poter visionare questi dati in tempo reale. Quella del Trading online è dunque una attività perfetta per quanti hanno deciso di investire il proprio denaro in maniera del tutto autonoma e dunque senza dover dipendere da altri. Avviarsi a questa professione ricevendo l’adeguata formazione di base, e successivamente quella avanzata, è la scelta migliore che si possa fare per iniziare a investire in maniera mirata e strategica, evitando di sperperare inutilmente il proprio denaro come avverrebbe invece qualora si andasse ad investire nei mercati finanziari senza prima aver studiato, ma semplicemente basandosi sul proprio istinto del momento.

No Comments
Salute e Benessere

Avis Lombardia: continuiamo a donare con consapevolezza e regolarità


Alla luce dell’emergenza sanitaria in corso è necessario donare con consapevolezza e programmazione. E’ indispensabile mantenere la raccolta il più possibile programmata senza aumentare il livello delle scorte attuali che comporterebbe il rischio di scadenza delle unità. Queste le raccomandazioni di Avis Regionale Lombardia ai donatori e ai cittadini che intendono contribuire alla rete solidale di donazioni.

Una raccomandazione che arriva alla luce dei dati messi a disposizione dal DMTE, Dipartimento Transfusionale e di Ematologia, che ha paragonato il numero di unità di sangue raccolte nel periodo compreso dal 9 al 15 marzo di quest’anno, 8.083 unità, con quelle dell’anno precedente, 9.919 unità. Un calo, di 1836 unità, che emerge anche dalla valutazione su un periodo più esteso: i dati del mese di febbraio 2020 registrano 35.825 unità contro le 37.361 unità del 2019, con uno  scostamento sul numero di raccolta di sangue in favore dell’anno precedente di circa il 5%.

Oscar Bianchi, Presidente Avis della Regione Lombardia sottolinea: “Lo scostamento c’e’, anche se  minimo. Questo grazie ai donatori che nonostante l’emergenza Coronavirus non hanno mai smesso di donare. Ora però, a fronte a questo calo,  la raccolta deve continuare secondo le modalità programmate, quindi dietro prenotazione e seguendo le normali procedure per non rischiare un calo più importante. Diciamo grazie alle numerose persone che hanno risposto al nostro appello, ma dobbiamo continuare a donare in maniera regolare e periodica per poter fra fronte al continuo bisogno di sangue e emoderivati”.

Per donare è sufficiente contattare la Struttura Transfusionale o l’Associazione di riferimento consultando la mappa sul sito di avis regionale https://www.avislombardia.it/  prenotare e presentarsi nelle sedi di raccolta.

No Comments
News

il Card. Comastri invoca la supplica per i bergamaschi

  • By
  • 24 Marzo 2020


Il Papa è con noi, specialmente nelle ore della tristezza e dell’amarezza

L’emergenza Coronavirus rappresenta un momento di grande dolore e di smarrimento per tutti e in particolar modo per noi bergamaschi che stiamo sopportando il peso di questa dura prova. L’esperienza che stiamo vivendo, se da una parte ci ricorda la nostra debolezza, dall’altra ci spinge a ritornare a cercare il senso della vita, non rinunciando a guardare con fede anche alla sofferenza e alla morte.

In queste ore drammatiche, molti cristiani alzano lo sguardo al Cielo e riprendono o approfondiscono il cammino di fede, perché l’insensatezza di tanto dolore si fa provocazione e invito a riaprire il cuore alla spiritualità. La figura del santo bergamasco è per tanti un sostegno e un incoraggiamento. Sono giorni bui, ma chi crede intravede sempre la luce pasquale anche laddove sembra impossibile, come scriveva Angelo Giuseppe Roncalli, in una lettera da Parigi, dove era Nunzio apostolico, al fratello Giovanni il 2 gennaio 1947: “Nella vita bisogna saper prendere tutto in buona parte, consolazioni e tristezze: non esaltarsi troppo quando le cose riescono bene; non avvilirsi nell’ora della tribolazione. Per chi vive di fede, anche il soffrire è motivo di gaudio”.

Bergamo è la terra che ha generato Giovanni XXIII, è la sorgente da cui egli ha appreso lo spirito di sacrificio, di dedizione, di generosità che contraddistinsero la sua missione. Dalla tradizione bergamasca il futuro pontefice assimilò anche quella sana caparbietà che gli permise di osare sempre, di non lasciarsi cogliere dallo sconforto o dal timore di non farcela. Bergamo è sempre stata nel cuore del Papa, e il Papa ha sempre avuto Bergamo, e Sotto il Monte, nel cuore: siamo certi che questa alleanza sia più salda che mai in queste ore di prova.

È proprio per questo che il Santuario San Giovanni XXIII, a Sotto il Monte, ha chiesto al Card. Angelo Comastri, Arciprete della Basilica papale di San Pietro in Vaticano, una speciale supplica davanti all’altare che custodisce le venerate spoglie di Papa Giovanni. Il Cardinale, nel ricordare stamane tutti i bergamaschi, ha voluto porre di fronte alle reliquie del nostro santo anche una candela accesa, segno di speranza per Bergamo, per la sua amata Sotto il Monte, e per tutti.

Il Card. Comastri ha pregato con queste parole: “Caro Papa Giovanni, a nome di Sotto il Monte, il tuo paese, la tua Parrocchia; a nome del Parroco di Sotto il Monte, a nome del Vescovo di Bergamo, la tua Diocesi; pongo questa lampada accesa davanti all’urna che custodisce le tue spoglie mortali. Ora tu sei in paradiso ma non ti sei dimenticato del tuo paese che tanto amavi, non ti sei dimenticato della tua diocesi che tanto amavi. In questo momento c’è tanta sofferenza. Prega, prega per loro, prega per il tuo paese, per la tua Parrocchia, per la tua Diocesi. […] Noi abbiamo fiducia che la tua preghiera porterà sicuramente un grande soccorso e un grande sollievo a tutti. Mi permetto fin da ora di ringraziarti, Papa Giovanni.”

Il Cardinal Comastri, per intercessione di San Giovanni XXIII, ha inoltre voluto impartire una speciale benedizione alla Parrocchia di Sotto il Monte e all’intera Diocesi di Bergamo.

Video disponibile alla pagina: https://www.facebook.com/1624267694496522/posts/2557186344537981/

Sono tantissime le richieste di preghiera e di supplica che il Santuario sta ricevendo in questi giorni. Come ha voluto ricordare lo stesso rettore del Santuario, Mons. Claudio Dolcini: “Ogni giorno noi sacerdoti affidiamo ognuno dei nostri fedeli, particolarmente quelli più provati, all’intercessione di Papa Giovanni. Lo facciamo nella messa, nel rosario, nell’adorazione, nelle speciali suppliche che stiamo trasmettendo in diretta anche attraverso i nostri canali social. Ogni giorno ci giungono, per telefono o per messaggio, richieste di preghiere e racconti di dolore: Bergamo, purtroppo, in questo momento è l’epicentro di questo dramma. Abbiamo perso amici, sacerdoti, uomini e donne devoti del Santuario.”

E rivolgendosi a tutti i fedeli aggiunge: “Vogliamo chiedere ad ognuno di voi di stringerci in un unico cenacolo di preghiera per tutta quanta la nostra nazione, tanto amata da Angelo Giuseppe Roncalli. Insieme possiamo molto: uniamo la fede di tutti, esprimiamo nella nostra preghiera umile, bussiamo al cuore del Padre, attraverso l’intercessione di Maria, nostra madre, e di San Giovanni XXIII, umile fratello di questa terra, oggi così tanto minacciata.”

Proprio per venire incontro alle centinaia di richieste di supplica e per accompagnare tutti i fedeli nella preghiera quotidiana, il Santuario ha messo a disposizione un portale attraverso il quale è possibile scaricare preghiere, riflessioni e video delle principali celebrazioni. Il sito è già online www.papagiovanni.org

No Comments
News

Università di Bergamo: il presidente Mattarella telefona al Rettore


Bravi, forza e coraggio. Siete l’emblema di questa unica possibilità di collegamento a distanza”. Queste le parole in sintesi della telefonata di oggi pomeriggio, venerdì 20 marzo, del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella al Rettore dell’Università degli Studi di Bergamo, Remo Morzenti Pellegrini, per esprimere la sua vicinanza all’Università, alla Città e alla Provincia di Bergamo, fortemente colpita dall’emergenza Covid-19 e per ringraziare Docenti, personale e studenti del grande impegno di queste ultime settimane.

“Ho ricevuto quest’oggi una chiamata dal Presidente Sergio Mattarella – spiega commosso il Rettore Morzenti Pellegrini – che ha voluto esprimere la sua vicinanza alla nostra Università e alla nostra Città in questo difficile momento. Mi ha pregato di ringraziare tutti i Docenti e studenti impegnati in queste settimane nella didattica online, che stiamo sperimentando per la prima volta e che oggi è l’unica modalità per permettere la continuità della didattica. Sono molto orgoglioso del grande lavoro che i nostri Docenti stanno facendo per trasmettere non solo conoscenze e insegnamenti ma anche un messaggio di speranza a tutti i nostri giovani. E sono ammirato dai continui messaggi di vicinanza da parte dei nostri studenti che mi esprimono di continuo gratitudine e coraggio”.

Il Presidente Mattarella, perfettamente a conoscenza delle iniziative promosse dall’Ateneo per continuare la didattica, ha chiesto un parere sulle lezioni a distanza, e ha definito l’Università di Bergamo “un baluardo dell’istruzione universitaria”, un esempio da seguire e imitare, per permettere a tutti gli studenti del nostro Paese di affrontare con maggiore serenità e normalità questa emergenza. Al Presidente, ha fatto eco nel pomeriggio anche il Ministro dell’Università e Ricerca, Gaetano Manfredi, e in questi giorni, sono arrivate al Rettore Morzenti Pellegrini numerose partecipazioni di solidarietà da tutti i Rettori italiani, nonché dai numerosi partner stranieri dell’Università, dai loro rettori e docenti che hanno voluto esprimere supporto e vicinanza alla nostra Università e alla nostra terra.

Oggi, il 98% degli insegnamenti è online, con grande partecipazione degli studenti. Commovente il caso di Luigi, uno studente di Scienze della Comunicazione, colpito profondamente insieme alla sua famiglia dal Coronavirus, che con dedizione, impegno e sacrificio sta continuando a frequentare assiduamente – online – le lezioni. A tutti il Rettore invia quotidianamente “un abbraccio… a un metro di distanza”.

Per informazioni: www.unibg.it

No Comments
Eventi

Mi Games e lo sport contro il Covid-19


Anche Mi Games, il tour sportivo più grande d’Italia – che coinvolge ogni anno oltre 7.000 atleti e più di 900 squadre – scende in campo per sostenere la sanità lombarda, messa a dura prova dall’emergenza Covid – 19.

#LiveTheHome, sarà l’hashtag ufficiale dell’iniziativa che sostituisce l’ormai famoso #LiveTheCity: un incoraggiamento a stare in casa, divertendosi.

Sarà possibile mettere alla prova la propria conoscenza del mondo dello sport partecipando al gioco “NOMI, COSE E CITTÀ – SPORT EDITION” che sarà attivo a partire da sabato 21 dalle 16:00 alle 16:30 con la fase eliminatoria, e si concluderà nella giornata di domenica 22 con le fasi finali dalle ore 15.30.

Per partecipare, è necessario effettuare una donazione – tramite la campagna organizzata da Mi Games sulla piattaforma GoFundMe – a sostegno dell’Ospedale Maggiore Policlinico di Milano per realizzare nuove strutture per la Terapia Intensiva. Per ogni donazione fatta, Mi Games farà a sua volta una donazione di 1€ per ogni euro raccolto, perché solo uniti riusciamo a fare la differenza.

La sfida sarà giocata da casa, online per le prime due fasi (eliminatorie e semifinale) e tramite carta e penna per la finalissima: un’iniziativa divertente e oggi più che mai importante per sostenere le realtà ospedaliere del nostro territorio.

Per informazioni sulle modalità di partecipazione e per effettuare una donazione: www.tour.migames.it/mi-games-livethehome/

No Comments
Comunicati News

La Digital Revolution ridefinirà i confini aziendali: l’opinione di Vittorio Massone


Per Vittorio Massone pensare che la rivoluzione digitale abbia già raggiunto il suo picco è un grave errore: secondo l’esperto di management infatti siamo ancora lontani dal completo dispiegamento dei suoi effetti sul sistema sociale ed economico.

Vittorio Massone

Digitalizzazione, Vittorio Massone: “I settori più lenti fondamentali per la vera rivoluzione”

Agricoltura, industria, logistica: sono settori che solo negli ultimi anni si stanno affacciando al digitale, una rivoluzione che ad oggi è incentrata soprattutto su quelli destinati ai consumatori e in generale su tutto il mondo dell’intrattenimento. In uno dei suoi contributi per “Lettera43”, Vittorio Massone, specializzato in digital transformation aziendale, mette in guardia sul futuro: la Digital Revolution darà i suoi veri effetti solo nel prossimo ventennio. Catena di distribuzione, attività aziendali, B2B e B2G sono gli ambiti in cui la digitalizzazione potrà esprimere il suo potenziale: “Settori più lenti nei cambiamenti – scrive l’esperto – ma che quando si muovono lo fanno con una scala che genera impatti molto profondi nel tessuto economico”. Il risultato sarà quindi una società interamente a guida ICT (dall’inglese Information and Communications Technology) e un cambiamento radicale nei modelli di business: tutti gli attori contemporanei a breve dovranno obbligatoriamente tener conto della cosiddetta “generazione Google”, che si affaccerà sui mercati ad esempio come competitors. Ci saranno dei mutamenti importanti a livello aziendale sia nell’organizzazione che nei ruoli, tra i quali Vittorio Massone evidenzia meno rigidità, maggiore inclusione degli stakeholder e rilevanza di professionisti capaci di spaziare tra nuove tecnologie e approcci al cliente.

Innovazione: Vittorio Massone commenta il rischio di un’Italia relegata

In un contesto economico dove le piccole e medie imprese, in netta maggioranza, sono ancora restie alle innovazioni digitali, l’Italia corre il pericolo di perdere ancora più terreno nella gara della competitività. Secondo Vittorio Massone, manager che vanta un’esperienza in operazioni di turnaround di successo per società come Poste Italiane e Seat Pagine Gialle, sono davvero poche le aziende italiane dei settori regolamentati che ad oggi possono essere individuate come “protagoniste nei prossimi 20 anni”. Un protagonismo che rischia di mancare sia per fette di mercato inedite ma anche nell’attrazione di capitali: nei prossimi anni saranno infatti fondamentali fattori strategici come brevetti, data e competenze chiave. Se alla cosiddetta “critical mass” si aggiungono gli investimenti in ricerca e sviluppo, è facile prevedere le future difficoltà di un Paese come l’Italia. Per queste ragioni Vittorio Massone nel suo articolo afferma che bisognerà puntare sempre più sull’innovazione di prodotti e servizi e trovare modalità per diminuire i costi sostenuti dalle aziende nei confronti dei clienti.

No Comments