Archives

Comunicati

Unibg: approvato il piano strategico d’Ateneo 2020 – 2022


Persona, società, tecnologia. Questi i tratti che definiranno le scelte dell’Università degli studi di Bergamo nel prossimo triennio secondo il Piano Strategico d’Ateneo 2020-2022 approvato questa sera in via definitiva dal Consiglio di Amministrazione dell’Università, in seguito al parere positivo del Senato Accademico.

«La persona è al centro dell’operato dell’Ateneo e ogni azione deve essere volta alla valorizzazione e alla tutela della specificità di ciascun individuo, nonché a favorirne l’operato all’interno della società – dichiara il rettore Remo Morzenti Pellegrini -. In questo processo di scambio Ateneo-società, la tecnologia è pervasiva: la sua conoscenza e applicazione è parte fondamentale dello sviluppo delle capacità e dello spirito critico di ogni persona, nonché nella comprensione di alcune dinamiche di cambiamento dell’ambiente in cui gli individui operano».

Il piano triennale 2020-2022 si apre in uno scenario nuovo, difficile da prevedere nella pianificazione dello scorso triennio. Il piano strategico 2017- 2019 era infatti orientato alla crescita e allo sviluppo dell’Ateneo che vedeva in uno dei suoi obiettivi più concreti il raggiungimento entro il 2020 della soglia di 20.000 studenti. Tale risultato è stato raggiunto con 2 anni di anticipo arrivando già nel corso del 2018 a superare la soglia dei 20.000. Tale numero è solo la sintesi di un risultato più ampio e eterogeneo, frutto dello sforzo di tutto l’Ateneo verso l’eccellenza nella didattica, nella ricerca, nella relazione con il territorio e con i partner stranieri. Questo risultato apre uno scenario nuovo per l’Università che vede ora la necessità di rifocalizzare la propria strategia considerando quanto fatto un punto di passaggio e non di arrivo.

OBIETTIVI STRATEGICI

La strategia di Ateneo per il triennio 2020-2022 dunque si sviluppa su quattro dimensioni: qualità, innovazione, internazionalizzazione e relazione.

«Qualità dei propri processi come strumento per rispondere alle esigenze del contesto in cui operiamo; innovazione come elemento permanente della gestione e dimensione critica di ogni attività; internazionalizzazione quale elemento imprescindibile per lo sviluppo delle competenze e la valorizzazione della propria individualità; infine la relazione, interna ed esterna» continua il rettore.

All’interno di queste quattro dimensioni sono stati definiti 16 obiettivi strategici relativi alle missioni fondamentali dell’Ateneo (Didattica, Ricerca e Terza Missione) e 27 azioni relative allo sviluppo delle strutture a supporto.

INFRASTRUTTURE

Nonostante il notevole incremento degli spazi a disposizione, la crescita – anche in previsione – della popolazione universitaria (studenti, docenti, personale ATA) rende necessario un ulteriore rafforzamento e una costante manutenzione delle infrastrutture da destinare a servizi e spazi universitari.

In particolare, in programma l’imminente inizio dei lavori di recupero del Chiostro piccolo di S. Agostino e completamento del polo umanistico, il completamento dei lavori sull’edificio “ex-Centrale Enel” a Dalmine e una riorganizzazione dei 1500mq di spazi acquistati dall’Ateneo a seguito dell’accordo con la Provincia in via f.lli Calvi.

Le esigenze a cui l’Università dovrà dedicare attenzione sono relative non solo a spazi per didattica – nuove aule, laboratori, sale studio – servizi amministrativi e istituzionali, ma soprattutto all’offerta di residenzialità per gli studenti. Nello specifico, il cda ha dato il via libera, per quanto riguarda l’universita’, al progetto di riqualificazione della ex Caserma Montelungo-Colleoni, nel corso delle prossime settimane sarà adottata saranno avviati e attuati gli interventi necessari per rivedere integralmente il progetto iniziale.

Nel corso del 2019, infine, l’Ateneo ha raccolto la disponibilità di ulteriori soluzioni tramite un bando per la manifestazione di interesse per favorire la crescita degli spazi rivolti ai servizi agli studenti. A riguardo il cda, su proposta del Rettore, ha dato il via libera alla valutazione della possibile acquisizione dell’immobile attualmente sede dall’accademia della Guardia di finanza.

UNA CRESCITA DI QUALITÀ: DAL 2020 CORSI AD ACCESSO SOSTENIBILE E PROGRAMMATO

Per far fronte alla crescita del numero di studenti garantendo una maggiore attenzione al singolo studente, un miglioramento della qualità della didattica e la sostenibilità delle attività accademiche, a partire dall’anno accademico 2020 – 2021, l’Università degli Studi di Bergamo introdurrà il numero programmato e sostenibile per tutti i corsi di laurea triennale e a ciclo unico.

Con il nuovo anno accademico l’offerta formativa dell’Ateneo si amplia con l’introduzione dei corsi di laurea in “Scienze motorie e sportive”, presso il dipartimento di scienze umane e “Management Engineering”, presso il dipartimento d’ingegneria, portando a 43 il numero di corsi erogati nei 7 dipartimenti dell’Università.

Per accedere ai corsi di laurea a numero programmato saranno dedicate due sessioni di selezione, una primaverile e una estiva attraverso lo svolgimento del Test On Line CISIA (TOLC) che, oltre ad accertare il possesso di un’adeguata preparazione iniziale, dà accesso a una graduatoria di ammissione: l’immatricolazione è infatti condizionata dalla posizione occupata nella graduatoria. Il test può essere svolto, previa iscrizione, presso tutte le sedi universitarie italiane che fanno parte del consorzio secondo le date pubblicate sul sito del CISIA, indicando l’Università per cui si fa richiesta d’ammissione.

Nella sessione primaverile verranno messi a bando il 50% dei posti complessivamente disponibili, mentre nella sessione estiva il restante 50% più eventuali posti non assegnati nella sessione primaverile. La sessione primaverile prevede il sostenimento del test entro il 24 aprile 2020, mentre quella estiva entro il 31 agosto 2020. Entro l’8 maggio verrà pubblicata la graduatoria, in caso di ammissione sarà necessario effettuare l’accettazione entro il 20 maggio. Il bando estivo sarà invece pubblicato nella seconda metà di giugno.

Il TOLC può essere ripetuto una volta al mese, durante tutto il periodo di erogazione, permettendo allo studente di recuperare le proprie carenze formative in ingresso.

Sul sito dell’Ateneo www.unibg.it e nelle sezioni dedicate ai singoli corsi di laurea, sono disponibili le informazioni dettagliate, il bando di ammissione, le scadenze e le modalità di partecipazione al TOLC, oltre al materiale di preparazione per il test di ammissione.

 

MANUALE PER LO STUDENTE: QUATTRO PASSI PER ISCRIVERSI

1-Leggi con attenzione il bando e se hai dei dubbi rivolgiti agli uffici competenti (Segreteria Studenti e Orientamento)

2-Entro il 24 aprile 2020 sostieni il TOLC (devi iscriverti al test sul portale del CISIA e pagare il contributo di pre-iscrizione) e fai l’iscrizione alla selezione (pre-iscrizione) sul sito dell’Università degli studi di Bergamo

3-Entro l’8 maggio 2020 verrà pubblicata la graduatoria: se risulti ammesso accetta il posto compilando la pre-immatricolazione entro il 20 maggio 2020. Se non sei ammesso verifica gli scorrimenti della graduatoria.

4-Compila la domanda di immatricolazione online e paga la quota di 156 euro (tassa regionale per il diritto allo studio + imposta di bollo) dall’1 al 31 luglio 2020

No Comments
Comunicati Scienza e Tecnologia

Parla anche bergamasco la fotocamera a raggi X più veloce al mondo

Allo European XFEL, un’infrastruttura di ricerca nei pressi di Amburgo, è stata collaudata con successo la fotocamera a raggi X più veloce al mondo, alla cui realizzazione ha collaborato il gruppo di Microelettronica dell’Università degli studi di Bergamo.

L’installazione, la messa in servizio e il funzionamento di questo rivelatore unico segnano il culmine di oltre un decennio di ricerca e sviluppo svolto da una collaborazione internazionale. Il cosiddetto rivelatore DSSC, progettato in modo specifico per operare con raggi X in regime di bassa energia ed elevata lunghezza d’onda, espanderà in modo significativo le capacità scientifiche degli strumenti a raggi X. Permetterà infatti lo studio ultraveloce di strutture atomiche su scala nanometrica grazie all’impiego degli impulsi di raggi X ad alta intensità generati dallo European XFEL. Sarà così possibile studiare le strutture e i processi all’interno di materiali tecnologicamente avanzati, di cellule viventi, di virus, conrisultati rivoluzionari per la chimica, la biologia e la medicina. Alla fine di maggio, i primi esperimenti scientifici con il rivelatore DSSC sono stati condotti con successo nella stazione sperimentale SCS (Spectroscopy and Coherent Scattering) dell’infrastruttura di Amburgo.

Durante questo esperimento, gli impulsi a raggi X colpiscono il campione in esame e vengono diffratti dai suoi atomi, risultando in un modello distintivo che viene registrato e memorizzato dal rivelatore. Lo European XFEL genera impulsi di raggi X raggruppati in pacchetti, ognuno contenente fino a 2700 impulsi generati in rapida successione con una distanza temporale di 220 nanosecondi. Di conseguenza, il rivelatore DSSC può acquisire immagini ad una velocità impressionante di 4,5 milioni di immagini al secondo e può memorizzare 800 immagini di questo tipo per ogni pacchetto di impulsi. Queste caratteristiche rendono il DSSC il rivelatore di raggi X più veloce al mondo.

Il dott. Matteo Porro, responsabile del progetto e del consorzio DSSC, ha dichiarato: “Questo è un risultato fantastico in termini di sviluppo di rivelatori che apre nuove possibilità per la comunità scientifica che si occupa di photon science. Abbiamo dimostrato che è possibile contare singoli fotoni nel regime dei raggi X morbidi alla elevatissima frequenza di ripetizione degli impulsi forniti dall’European XFEL. Vorrei ringraziare i membri del consorzio DSSC, che con il loro impegno e creatività hanno reso possibile tutto questo. È stato un privilegio lavorare con persone che hanno fornito un livello così straordinario di conoscenza nel campo dei rivelatori e della progettazione elettronica.

Il rivelatore DSSC è stato sviluppato da un consorzio internazionale coordinato dall’European XFEL. Altri partner includono il Laboratorio DESY di Amburgo, l’Università di Heidelberg, il Politecnico di Milano, l’Università degli studi di Bergamo e l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN). È il quarto rivelatore veloce a raggi X da installare presso l’XFEL europeo e il secondo rivelatore disponibile per gli esperimenti sullo strumento SCS. Il rivelatore è una camera composta da 1024 x 1024 pixel esagonali per un’area attiva totale di 210 x 210 mm2. I pixel attualmente impiegati sono sensori al silicio noti come “Mini Drift Detectors” prodotti dal Laboratorio di Semiconduttori della Max Planck Society di Monaco. La PNSensor GmbH, anch’essa  con sede a Monaco, si è recentemente unita al consorzio DSSC per sviluppare un altro tipo di sensore, DePFET, per una seconda fotocamera DSSC migliorata. Ciò consentirà di registrare un livello di dettaglio ancora maggiore rispetto a quello attualmente possibile.

Dopo anni di progettazione e sviluppo, è stato bello vedere i singoli componenti del rivelatore assemblati insieme all’European XFEL nel corso dell’ultimo anno. Questo è stato un momento estremamente emozionante e intenso” afferma il responsabile del Gruppo Rivelatori dell’European XFEL, Markus Kuster. “Dopo aver visto i risultati del primo esperimento scientifico con il DSSC, sono orgoglioso dell’intero team di progetto e sono lieto che i nostri sforzi stiano ora dando i loro frutti. Questo è un inizio fantastico per lo sviluppo futuro della tecnologia di rivelatori DSSC“.

Per dieci anni, l’Università degli studi di Bergamo, con il Laboratorio di Microelettronica, ha partecipato al progetto ed alla realizzazione della DSSC camera. “E’ stata un’esperienza entusiasmante che ci ha proiettati in un contesto internazionale di ricerca di altissimo livello” sottolinea il Prof. Massimo Manghisoni, responsabile dell’Unità di Bergamo per il consorzio DSSC. “Nello stadio finale di costruzione del rivelatore, il nostro gruppo ha avuto la responsabilità della fase critica dei test per la validazione dei singoli moduli, composti da rivelatore a pixel ed elettronica di lettura, da destinare all’assemblaggio finale della camera. Gli ottimi risultati ottenuti con i primi esperimenti sono per noi una grande soddisfazione e rappresentano al contempo una conferma dell’ottimo lavoro svolto dal nostro gruppo e una testimonianza dell’elevato livello della ricerca svolta all’interno del nostro Ateneo”.

No Comments
Eventi Scienza e Tecnologia

«FABBRICA 4.0: L’INNOVAZIONE NON HA ETA’», Sme.UP e Bosch Rexroth insieme a MECSPE 2019

  • By
  • 28 Marzo 2019


Sme.UP, Gruppo specializzato in Soluzioni Software e di Architetture IT per la risoluzione delle complessità del business moderno, partecipa a MECSPE 2019, la fiera di riferimento per l’industria manifatturiera.

MECSPE nasce come luogo d’innovazione e riferimento della manifattura 4.0 italiana e internazionale promossa da Senaf, che nella prossima edizione in programma a Fiere di Parma, dal 28 al 30 marzo, offrirà la panoramica più completa e aggiornata sui più importanti trend del mercato. Al centro dell’edizione 2019: la trasformazione del business in un’ottica 4.0, ambito in cui Sme.UP è in prima linea da sempre.

Il Gruppo presieduto da Silvano Lancini è presente a MECSPE presso lo stand Bosch Rexroth (pad 6, stand C059) che si presenta a Parma per la prima volta con le sue soluzioni di Smart Production, collocate nelle tre aree espositive #ProductionMonitoring, #ConnectedFlexibility e #TurnkeySolutions.

In particolare, Sme.UP presenta in fiera insieme a Bosch Rexroth un tornio industriale risalente agli anni ‘20, equipaggiato con il moderno hardware targato Rexroth. Il tornio ha prestato servizio per oltre 40 anni prima di essere messo da parte in un magazzino e successivamente recuperato e restaurato. Oggi, questo strumento è l’esempio perfetto di come anche i vecchi impianti possano accedere a pieno diritto alla dimensione Industry 4.0. Il primo passo è sensorizzarli, il secondo è connetterli al cloud.

Ciò che rende speciale il tornio, in particolare, è il fatto che i sensori e la tecnologia a esso applicati siano connessi al servizio cloud del Gruppo Sme.UP. Grazie all’IoT e al cloud, i dati rilevati, utilissimi a descrivere non solo il modus operandi di una certa attività, ma l’intero processo di business, possono essere consultati ovunque: non solo da un pc, ma anche da un tablet o da uno smartphone. E una volta ricevuti e analizzati i dati, è possibile modificare e migliorare il proprio modello di business. Il tutto, potendo contare sempre sulla massima sicurezza nella gestione dei dati. Il servizio offerto da Sme.UP, infatti, permette la raccolta, l’analisi, la storicizzazione e la visualizzazione di tutti quei dati che oggi sono diventati tanto importanti quanto strategici per un’azienda e questo senza che il cliente debba farsi carico della gestione di complesse infrastrutture e della loro manutenzione. Oggi, inoltre, il tornio può essere gestito anche attraverso l’utilizzo di comandi vocali. Grazie al voice processing, infatti, possiamo non soltanto avviarlo, fermarlo o rallentarlo, ma anche conoscere lo stato della cupola di sicurezza.

Il tornio reso ‘intelligente’ dalle soluzioni avanzate di IoT dimostra la perfetta sinergia delle due aziende e le grandi potenzialità di questo tipo di applicazioni nell’ambito del brownfield. Con l’intervento del Gruppo Sme.UP, infatti, il tornio è oggi una macchina della quale è possibile monitorare il funzionamento in tempo reale, con assoluta precisione. Ma il segreto dell’Internet of Things è il software. Ed è proprio sul software IoT Gateway V2 che le due realtà, Sme.UP e BoschRexroth stanno collaborando, portando a un nuovo livello l’integrazione di macchine ed impianti grazie a nuovi hardware, a nuove funzionalità e al device management.

Il nuovo hardware, nello specifico, consente concezioni adattabili e scalabili per una o più macchine ed è utilizzabile sia su macchine preesistenti, sia direttamente presso l’OEM. I dati sono la chiave per ottimizzare la Overall Equipment Efficiency (OEE): con IoT Gateway, le aziende fanno dunque un passo in avanti verso l’obiettivo di interconnettere tutte le macchine e gli impianti, rendendo meglio visibili i processi. I sensori possono poi essere collegati e integrati velocemente con altri impianti. E un’ulteriore novità è il Device Portal, sviluppato in collaborazione con Bosch Connected Industry, che consente ad OEM, fornitori di servizi ed utenti finali di gestire a distanza in modo efficiente istanze distribuite IoT Gateway ed effettuare manutenzione da remoto; il tutto con l’integrazione in Management System preesistenti.

Il Gruppo Sme.UP è presente all’estero in termini di assistenza sul territorio delle aziende italiane che hanno scelto la strada dell’internazionalizzazione. Questo significa che è possibile implementare progetti anche in altri Paesi e/o seguire i clienti all’estero, sviluppando soluzioni di Industria 4.0 anche nei loro stabilimenti nel mondo.

No Comments
Comunicati News Scienza e Tecnologia

Sme.up 4 Innovation: lo showroom che mette in mostra il futuro

  • By
  • 16 Novembre 2018

Una lavatrice, un tornio degli anni ’50, una bilancia vintage. Sme.UP, gruppo specializzato nella risoluzione delle complessità di business moderno, alza il sipario sul suo nuovo showroom: Sme.UP 4 Innovation. Un “luogo parlante” di 200 mq a Erbusco (BS), nella sede di via Iseo 43, in cui ogni azienda può toccare con mano il futuro, andando incontro all’innovazione digital e 4.0.

Sono molte le postazioni presenti nello showroom: dalla serra in cui con tecnologie IoT si possono monitorare le coltivazioni idroponiche alla lavatrice in cui testare anticipatamente eventuali guasti e anomaliepassando per la Work Station CAD in cui progettare in 3D e per una bilancia Berkel degli anni ’40, oggetto ricercato da collezionisti e antiquari, che con nuovi sistemi di visione artificiali Omron, garantisce attività di misurazione e controllo prive di errori, fino al tornio Mercurio del 1950 che, integrato con i sistemi di Sme.UP, da macchina analogica diventa perfettamente adatto al nuovo contesto di “Industry 4.0”.

Un mondo fatto di innovazioni tecnologiche ma, soprattutto, di integrazione, concetto chiave per il business di domani. Il cuore del progetto Sme.UP 4 Innovation è, infatti, rappresentato dall’integrazione tra Hardware e Software, possibile nei contesti più disparati, adattabile alle esigenze di ogni settore. «Come mostrato dalle postazioni dello showroom, l’innovazione per noi di Sme.UP è fortemente legata al concetto di Intelligent & Extended Enterprise: le aziende possono beneficiare di metodi e strumenti con cui guidare processi complessi e prendere decisioni corrette per il futuro, ottimizzando costi e risorse, e possono sfruttare la capacità di calcolo messa a disposizione dal Cloud per risolvere le problematiche di business» – ha spiegato Mauro Sanfilippo – R&D Manager Gruppo Sme.UP.

 

«Abbiamo deciso di aprire uno showroom per far comprendere a tutti come il concetto di integrazione non sia fine a se stesso, ma possa essere applicato a tutti i settori. Oggetti un tempo prettamente analogici possono ora diventare intelligenti e aiutare ogni azienda a far evolvere la propria logica di business. – ha dichiarato Silvano Lancini, Presidente del Gruppo Sme.UP, precisando – Guadare al futuro significa dotarsi di un nuovo sistema di pensiero, di una nuova cultura, più aperta al mondo esterno, più smart, flessibile ed efficiente. Un’evoluzione che vedrà Sme.UP sempre più impegnata al fianco delle aziende per accompagnarle alla scoperta del business moderno, anche grazie all’interattività garantita da questo nuovo spazio».

E sono tantissimi gli applicativi in mostra nello showroom: un acquario in cui sono testati sistemi di monitoraggio delle coltivazioni acquaponiche, un display “bus” che gestisce i led RGB – rosso, giallo e blu -, una tipica sala di controllo ricreata con il sistema MES Sme.UP in cui per ogni monitor/reparto vengono visualizzate in tempo reale lo stato e le informazioni di ogni macchina, la bilancia con porta RS232 che acquisisce e integra dati con la massima precisione, gli strumenti di misura Mitutoyo. Ancora: la stampante 3D Makerbot che, direttamente connessa a una stazione di progettazione CAD, produce manufatti con forme complesse rispondendo ai principi della manifattura additiva che sta radicalmente trasformando la produzione industriale in tutto il mondo e gli AWS IoT Button, i bottoni che a seconda della pressione esercitata (press singolo, doppio o prolungato) innescano un’azione specifica.

Nel nuovo showroom di Erbusco, inoltre, è stata realizzata anche un’area dedicata interamente al mondo del retail. Un vero e proprio negozio al cui interno, attraverso un display touchscreen, l’utente può interagire con Negoziando, il software gestionale sviluppato dal Gruppo Sme.UP che si occupa di tutte le attività tipiche del settore Retail: dall’analisi dei dati per l’ottimizzazione dei processi alla gestione di eventuali loyalty card a quella di svariate funzioni di backoffice. Infine, la simulazione del funzionamento degli accessi NFC o RFID, tra telecamere di riconoscimento targhe, serrature intelligenti, lettori badge, lettori di impronte digitali, smartphone e smartwatch, tutti regolati dalla perfetta integrazione dei dati nell’ERP aziendale sfruttati a vantaggio della sicurezza delle persone.

Perché grazie alla straordinaria azione semplificatrice della tecnologia, bastano un cellulare o pochi sensori per fare la differenza. E nel nuovo hub tecnologico di Sme.UP, tutti avranno la possibilità di fare un salto nel futuro. Questo, infatti, non sarà uno spazio chiuso ma sarà a disposizione di scuole, università, fab lab e delle aziende partner del Gruppo Sme.UP affinché tutti possano sperimentare le opportunità di sviluppo del proprio business.

GRUPPO Sme.UP

Il Gruppo Sme.UP è il partner IT che ti accompagna nella trasformazione digitale con le Soluzioni Software e Hardware più adatte al tuo business.

Il Gruppo Sme.UP ha 12 sedi nel nord e centro Italia e il suo staff è composto da 450 risorse. Con 1400 clienti in Italia e nel mondo, nel 2017 ha avuto un fatturato di 48 milioni di euro.

Sme.UP è una realtà che nasce dalla messa a fattor comune delle competenze delle aziende che ne fanno parte per garantire assistenza e supporto alle imprese che intendono costruire sistemi informativi integrati, flessibili, evolutivi e adatti alla crescita.

Il Gruppo è in continua espansione e può contare su una expertise che riguarda:

  • Software gestionali – ERP
  • Infrastruttura e Cloud
  • Software Retail
  • Business Intelligence e Corporate Performance Management
  • Software Documentale
  • Servizi di Digital e Web Marketing
  • Software HR
  • Software di progettazione (CAD,BIM,PDM,PLM,ecc)

Il Gruppo Sme.UP propone quindi alle aziende italiane un percorso di sviluppo ed evoluzione delle tecnologie IT a beneficio del continuo miglioramento dei processi aziendali e dell’incremento di tutto il loro Business.

Segue il cliente dall’inizio del processo fino al suo completamento, affiancandolo non solo nell’analisi e nella scelta della soluzione ottimale, ma anche in tutto ciò che segue la nascita e lo sviluppo di un’idea innovativa.

No Comments
Scienza e Tecnologia

Led Wall Pubblicitari


In questi ultimi anni l’evoluzione della Tecnologia LED ha fatto si che questa tecnologia potesse trasmettere immagini Dinamiche in Luoghi Outdoor e Indoor.

I Led Wall sono prodotti ideati per la trasmissione di immagini ad alta luminosità in aree esterne e interne.

Led wall Pubblicitari:

I Ledwall per uso pubblicitario sono molto utilizzati perché grazie all’elevata luminosità del led, e la brillantezza dei colori attrae molto di più i passanti invogliandoli alla visione dello spot pubblicitario o dell’offerta trasmessa perciò il cliente si ricorderà maggiormente del vostro spot pubblicitario o della vostra offerta.
Inoltre è l’unica tecnologia che garantisce la massima visibilità all’esposizione solare.
I Cartelloni Pubblicitari LED possono essere realizzati con forme curvilinee o su misura grazie alla adattabilità di questa Tecnologia.
I programmi di gestione forniti da Tsa Tecnology sono creati per gestire palinsesti che riprodurranno spot pubblicitari continuamente durante la giornata oppure agli orari che vorrete trasmetterli.
è possibile creare dei network con questi Tabelloni Elettronici LED per advertising installati in più città o paesi programmandoli dal vostro ufficio principale, connettendovi da remoto direttamente al computer inserito all’interno del vostro schermo led utilizzando un programma per la gestione da remoto.

Tsa Tecnology s.r.l. è tra le aziende più richieste a livello mondiale per la produzione e fornitura di Led Wall e tecnologie led.

Visitate il nostro sito web: https://tsa-tecnology.com

No Comments
Comunicati

E-Procurement nella pubblica amministrazione


La Pubblica Amministrazione avvia le consultazioni per le regole tecniche dell’E-Procurement.
Il comma 10 dell’art. 58 del Decreto Legislativo N.50/2016 prescrive che: “L’Agenzia per l’Italia Digitale emana regole tecniche aggiuntive per garantire il colloquio e la condivisione dei dati tra i sistemi telematici di acquisito e di negoziazione” in merito al recepimento delle direttive europee volte a standardizzare i processi e le procedure per
l’ E-Procurement della P.A. Italiana.

Anche dEDIcated, in quanto facente parte dei soggetti “che erogano servizi di aggregazione dei dati che possono essere coinvolti nel processo di acquisto e negoziazione”, fornirà il proprio contributo alla bozza di lavoro redatta dall’Agenzia per l’Italia digitale.

In particolare, nel public procurement si distinguono due ambiti con relativi processi: pre-aggiudicazione e post-aggiudicazione.

A prescindere dagli aspetti tecnici, emergono alcune considerazioni.

In primo luogo è evidente che lo scenario evolutivo tracciato in sede comunitaria per rendere efficienti le PA europee avrà effetti rivoluzionari nel rapporto tra cittadino e pubblica amministrazione, soprattutto in paesi arretrati come l’Italia. Si pensi alle opportunità di miglioramento del livello di servizio, es. nel lead time di evasione di una pratica, o di maggior controllo del processo amministrativo da parte di cittadini ed enti centrali.

Un ulteriore considerazione riguarda la riduzione della spesa pubblica. E’ infatti dimostrato che il processo digitale ha costi diretti ed indiretti di gestione un ordine di grandezza inferiori rispetto al flusso cartaceo. Benefici significativi per quantità e qualità a favore dell’intera economia.

Una ultima considerazione riguarda la competitività del sistema Italia nei mercati internazionali. Pensiamo alle lungaggini burocratiche, alle infrastrutture carenti, ai costi per bolli, permessi, autorizzazioni, ed in generale alla fiscalità penalizzante e talvolta ingiusta, ai costi connessi alla tutela di marchi e brevetti, ed in generale a tutte le procedure amministrative che penalizzano le nostre imprese rispetto al contesto internazionale.
Da sottolineare che questo aspetto riguarda in particolare il sistema industriale, ma ha nei fatti ricadute importanti sull’occupazione e lo stato di salute del Paese.

dEDIcated è piattaforma di integrazione 100% digitale che supporta le aziende nella sfida alla competitività e nell’affrontare i mercati internazionali.

Per maggiori informazioni sul tema contatta il nostro team a [email protected] o visita il sito www.dedicated.world

No Comments
Comunicati

Automatizzare la gestione ordine nel settore food


Nel mondo del Food quello che succede tra l’emissione di un ordine da parte del retailer e la sua evasione da parte del supplier ha forti implicazioni, più che in altri settori di business. Infatti in questo ambito il tempo e la precisione della supply chain sono un fattore critico di successo.

Perché?

Perché le aziende di questo settore operano in contesti ipercompetitivi dove il presidio del canale è fondamentale per gestire al meglio stagionalità, deperibilità, packaging, obiettivi di vendita. Ritardi ed errori nella produzione, nel prelievo o nella spedizione non solo sono uno spreco ma hanno anche un significativo impatto sullo sfruttamento del capitale circolante.

Attualmente, la sfida per le imprese del settore Food è riuscire a gestire crescenti volumi di ordini contenendo i costi e aumentando la velocità delle operazioni. Per tale motivo riteniamo che tecnologia e automazione rappresentino un asset fondamentale per garantire continuità e crescita al business.

Ricordiamo che il settore deve garantire velocità e precisione nella supply chain rispettando requisiti di sicurezza e tracciabilità. Fondamentale inoltre gestire le priorità per ordini urgenti ed un aggiornamento real-time dei dati per garantire conformità delle operazioni svolte.

I rischi che si corrono utilizzando soltanto i metodi tradizionali per gestire gli ordini sono i seguenti:

       Ritardi negli adempimenti e nella raccolta dei crediti

       Errori di inserimento

       Costi aggiuntivi per spedizioni e sprechi

       Deprezzamento delle scorte

       Riduzione del turnover

       Accesso, visibilità e controllo limitati

       Scarsa reattività verso il cliente

       Rischio di non essere conformi alle normative

       Mancata vendita

La gestione documentale e nello specifico l’integrazione digitale degli ordini permette di ricevere, evadere e successivamente archiviare digitalmente qualsiasi tipo di documento. Ogni formato può essere gestito indipendentemente da canale, modalità e standard di arrivo (EDI, e-mail..). Si eliminano così i documenti cartacei e si ottimizza l’intero ciclo di gestione.

Automatizzando la gestione degli ordini si possono ottenere molti benefici:

  • Continuo monitoraggio e analisi degli ordini
  • Maggior velocità della supply chain
  • Riduzione di costi operativi
  • Riduzione degli errori che avvengo attraverso le attività di data-entry
  • Rispetto delle normative
  • Fidelizzazione del cliente
  • Miglioramento dell’immagine aziendale

dEDIcated supporta le aziende del settore Food con l’obiettivo di massimizzare l’efficienza dei flussi informativi.

Per maggiori informazioni scrivici a [email protected]

No Comments
Comunicati

Con il Master New Tech:style Trend, Textiles, Technology parte la collaborazione tra POLI.design e Istituto Marangoni


In aula da novembre per affrontare l’innovazione del prodotto tessile dal fashion al design

Giornata di presentazione: 14 settembre, ore 15.00

 

POLI.design, Consorzio del Politecnico di Milano e Istituto Marangoni Milano – The School of Design lanciano la I edizione del Master Universitario di I livello New Tech:Style Trend, Textiles, Technology.

Una nuova proposta formativa nata con l’obiettivo di trasferire un sistema di competenze per l’innovazione del prodotto tessile sia per l’abbigliamento che per il settore dell’arredo pubblico e domestico, non solo dal punto di vista estetico-formale, ma anche della performance dei materiali, del comfort, delle funzioni e delle proprietà ergonomiche.

“In tutto il mondo l’immagine di Milano è sinonimo di Design, Fashion e Made in Italy. Un luogo di opportunità, dove l’ingegno di nuovi talenti incontra la cultura imprenditoriale. – afferma Matteo O. Ingaramo, Direttore di POLI.design -“Con il lancio del Master New Tech:Style Trend, Textiles, Technology, due player Milanesi di riferimento nel campo della formazione post graduate, come POLI.design e Istituto Marangoni, hanno scelto di lavorare insieme per stimolare nuovi pensieri in un settore che offre grandi potenzialità di innovazione e per far nascere e crescere designer, progetti ed imprese destinati ad arrivare, da Milano, in molti altri Paesi.”

“Per Istituto Marangoni condividere un corso con il Consorzio POLI.design del Politecnico di Milano è una importante opportunità” – dichiara Cristina Morozzi, Direttore degli Studi di Istituto Marangoni Milano – The School of Design – “Il tema del corso si presta a trarre profitto dalle esperienze maturate dalle due realtà didattiche: da un lato l’eccellenza accademica e gli avanzati laboratori del Politecnico, che garantiscono un apprendimento di tipo esperienziale, forniscono agli studenti l’opportunità di creare nuove avveniristiche trame; dall’altro la competenza maturata da Istituto Marangoni nello styling, nella definizione dei mood e delle tendenze, li stimola a indirizzare le ricerche verso obiettivi in sintonia con le evoluzioni sociali e del gusto”.

Il Master punta alla formazione di professionisti con competenze specifi­che nell’ambito del fashion, del design e dell’interior, capaci di leggere ed interpretare i cambiamenti nei comportamenti, nei bisogni, nei trend ed in grado di sistematizzare questi segnali in chiave progettuale per lo sviluppo di prodotti innovativi.

Il percorso si rivolge a candidati interessati all’inserimento nell’ambito delle imprese del fashion e del design; è inoltre aperto ad imprenditori e professionisti del settore in possesso di laurea (o titolo di studio equiparato).

La didattica è erogata in lingua inglese e si svolgerà presso POLI.design e Istituto Marangoni – The School of Design.

Il Master è a numero chiuso: possono partecipare un numero massimo di 40 studenti.

L’accesso alle selezioni è riservato a candidati in possesso di Diploma universitario o Laurea V.O., Laurea o Laurea Specialistica/Magistrale N.O. anche con precedenti esperienze lavorative in discipline politecniche, umanistiche ed economiche. Per i candidati stranieri saranno considerati titoli di studio equivalenti nei rispettivi ordinamenti degli studi. La selezione avverrà attraverso la verifica del CV e un colloquio individuale. Sarà titolo preferenziale possedere un portfolio progetti e la conoscenza della lingua inglese.

Il termine ultimo per l’invio della domanda di ammissione è fissato per il  7 ottobre 2016.

Per informazioni sulla didattica, sulle procedure di iscrizione e per partecipare alla prossima giornata di presentazione, in programma mercoledì 14 settembre alle ore 15:00 presso la sede di Istituto Marangoni Milano – The School of Design, si prega di contattare l’Ufficio Coordinamento Formazione di POLI.design: [email protected], +39 02 2399 5911.

        

Press Contact

Ufficio Comunicazione POLI.design

Tel. (+39) 02.2399.7201

[email protected]

 

No Comments
Comunicati

Lampade led per serra e illuminazione led per piante


Lampade led per serra e illuminazione led per piante e Growlight led:

Negli ultimi 10 anni la Tecnologia LED ha fatto passi da gigante, sopratutto l’illuminazione led.

Molte università e aziende del settore agricoltura e coltivazioni in serra hanno studiato gli effetti dell’illuminazione led sulle piante e quale fosse la loro influenza sulle piante e sulla loro crescita.

Si è scoperto che l’illuminazione led standard perciò con colorazione della luce bianca ha dei buoni effetti sulle piante e sulla loro crescita, soprattutto perché sviluppano tantissimi lux in più comparata alla luce fluorescente.

Ma è stato scoperto che le piante lasciate lungo tempo all’esposizione della luce bianca tendevano a crescere molto velocemente ma allo stesso tempo filavano, setta cosa succede con le luci fluorescenti.

Proprio per questo con l’evolversi della tecnologia, sono state testate delle lampade con LED di colorazione diversa, cioè la stessa lampada led monta led di colore Blu, Rosso con “nm” che sono tra i 400nm e i 600nm, si è scoperto che questa colorazione della luce può dare maggiore qualità alla pianta, velocità nella crescita della pianta, e una buona stimolazione della clorofilla pianta.

Negli ultimi 6 anni aziende come Tsa Tecnology si sono specializzate nelle Lampade led per serra e nell’illuminazione led per serra creando lampade led impermeabili per la crescita delle piante, progettando una colorazione della luce detta anche spettro della luce che comprende “nm” tra i 300 nm e i 700 nm con LED di colore Blu, IR, Rosso, Bianco in percentuali scelte da Tsa Tecnology.

Utilizzando le lampade led per serra di Tsa Tecnology è stata riscontrata una buona crescita delle piante, compattezza e robustezza della pianta, Colore della parte verde cioè la parte vegetativa della pianta più accentuata grazie alla buona stimolazione della clorofilla.

Proprio per questi fattori Tsa Tecnology è diventata Leader nel Settore Growlight LED, Illuminazione led per Serra, Lampade LED per Serra in tutta europa.

Per maggiori informazioni, progetti e preventivi sui Lampade LED per Serra e le Growlight led: www.lampadeperserra.com

 

No Comments
Comunicati

Maxischermi LED per uso Pubblicitario o Scenografico


Con l’evoluzione dell’elettronica e della tecnologia LED negli ultimi 10 anni i maxischermi led hanno avuto un incremento nell’utilizzo per spettacoli come concerti, allestimenti scenici, festival musicali oppure utilizzati anche per la sostituzione dei vecchi cartelloni pubblicitari cartacei.

I Maxischermi LED sono prodotti adatti a qualsiasi utilizzo ed in qualsiasi luogo che sia indoor o outdoor.

Ledwall per Concerti e allestimenti fieristici: I Ledwall realizzati appositamente per aziende che offrono servizio di noleggio sono prodotti differenti dallo standard, perché chi effettua noleggio di maxischermi necessita di ledwall modulari ultraleggeri e veloci da montare e smontare proprio per questo si affidano ad aziende fornitrici come Tsa Tecnology s.r.l. per acquistare i loro Ledwall.
Maxischermi LED Pubblicitari e Cartelloni LED Pubblicitari: Questi Maxischermi LED sono ora molto utilizzati perché dopo recenti studi è stato constatato che la luminosità del led, e la brillantezza del colore attrae molto di più i passanti invogliandoli alla visione dello spot pubblicitario o dell’offerta trasmessa perciò il cliente si ricorderà maggiormente del vostro spot pubblicitario o della vostra offerta.
I Maxischermi e i Cartelloni Pubblicitari LED possono essere realizzati su misura o con forme curvilinee grazie alla adattabilità dei moduli led.
Inoltre con i programmi di gestione forniti da Tsa Tecnology s.r.l. è possibile creare palinsesti che riprodurranno spot pubblicitari continuamente durante la giornata oppure agli orari che vorrete trasmetterli.
Inoltre è possibile creare dei network con display led per advertising installati in più città o paesi programmandoli dal vostro ufficio principale, connettendovi da remoto direttamente al computer inserito all’interno del vostro maxischermo led utilizzando un programma per la gestione da remoto.

Insegne LED Video e Banner LED: Le insegne LED Video sono i prodotti più utilizzati per la sostituzione delle vecchie insegne in Pvc o insegne stampate.
L’insegna LED avendo una brillantezza maggiore, creando effetti di movimento o trasmettendo le immagini del prodotto permetterà alla vostra azienda di essere notata anche in mezzo a centinaia di aziende.
Le insegne LED possono essere realizzate su misura, oppure utilizzare misure standard, tutto dipende dalle necessità del cliente.

Tsa Tecnology s.r.l. è tra le aziende più richieste a livello mondiale per la fornitura di maxischermi led e tecnologie led.

Visitate il nostro sito web: display.tsa-tecnology.com

No Comments
Comunicati

Immobiliare.it, investimento di 1,5 milioni di euro su ProntoPro.it


Immobiliare.it, leader del mercato immobiliare online italiano ha annunciato oggi il suo investimento in ProntoPro.it (http://www.prontopro.it), portale che mette in contatto domanda e offerta di lavoro professionale e artigianale. L’azienda, che qualche mese fa ha raggiunto il traguardo del decimo anno di attività, entra fra i soci della giovane web company con un investimento di 1,5 milioni di euro.

«Molte delle categorie in cui opera ProntoPro.it – ha dichiarato Carlo Giordano, amministratore delegato di Immobiliare.it – sono legate alla ricerca del migliore artigiano o ditta per i lavori legati alla casa. Per questo motivo riteniamo che l’investimento sia strategico e consentirà molte sinergie che si tradurranno in un ulteriore miglioramento dei servizi per gli utenti».

L’aumento di capitale arriva dopo appena un anno di attività in cui ProntoPro.it ha già inviato oltre 30 milioni di euro di lavori ai 50.000 professionisti e aziende iscritti alla piattaforma ed è diventato il primo portale in Italia del settore per numero di utenti, coprendo 430 categorie negli ambiti più diversi: non solo tutto quello che riguarda la casa – idraulici, imbianchini, elettricisti e molti altri tipi di artigiani – ma anche gli eventi, le lezioni private, l’informatica, il wellness, il giardinaggio, la fotografia, il web e persino la musica.

Nella start-up ha creduto anche TIM riconoscendole la menzione speciale nel programma TIM #WCAP Accelerator 2015.

«ProntoPro.it è uno strumento utile tanto ai professionisti quanto agli utenti. I capitali serviranno per accelerare la crescita della piattaforma che ormai ha dimostrato di funzionare con reciproca soddisfazione di professionisti e utenti – ha dichiarato Marco Ogliengo, CEO di ProntoPro.it. – Professionisti e aziende sono contenti di avere un canale attivo per raggiungere potenziali clienti e far conoscere i propri servizi e la propria professionalità; dall’altro lato i clienti hanno un valido aiuto per cercare il professionista adatto alle loro necessità in modo facile e immediato. La nostra missione è quella di aumentare il valore nel mondo dei servizi e siamo certi che l’accordo siglato con Immobiliare.it ci consentirà di farlo ancora meglio».

Ma come funziona ProntoPro.it? Per gli utenti che sono alla ricerca di un professionista, è sufficiente collegarsi al sito e compilare una scheda con i dettagli del lavoro che si vuole commissionare. In poche ore si riceveranno, gratuitamente, preventivi personalizzati e gli utenti potranno valutarli in autonomia, in base al profilo e alle recensioni dei professionisti.

Per i professionisti l’uso di ProntoPro.it diventa un valido aiuto per aumentare la clientela, avendo a disposizione un portale su cui farsi pubblicità gratuitamente e ottenere richieste di lavoro in linea con la propria offerta. Grazie a questo sistema anche le piccole e medie imprese, che rappresentano il cuore del tessuto economico italiano, hanno la possibilità di farsi conoscere con costi decisamente contenuti.

No Comments
Comunicati

DELICE i nuovi Snack per cani e gatti: tutto il gusto della carne!


GUSTO IRRESISTIBILE E BENESSERE

Nuovi, naturali, irresistibili snack per cani e gatti freeze dried con tutto il sapore e le proprietà nutrizionali della carne fresca. Tutti rigorosamente GRAIN FREE.

Chiunque possieda un cane o un gatto sa quanto il suo amico a quattro zampe apprezzi la carne.
Cane e gatto appartengono entrambi all’ordine carnivori, ma anche se hanno adattato progressivamente i loro apparati digerenti ad un’alimentazione più variata, necessitano comunque di una dieta ricca di proteine animali.

Cosa c’è di meglio che dare loro tutto il sapore e le proprietà nutritive della carne anche nel momento della coccola, dell’addestramento, della ricompensa o semplicemente di quel delizioso spuntino spezza-fame? Cosa può esserci di meglio di uno snack per cani e gatti naturale, digeribile dal gusto irresistibile che sia in grado di premiarli e soprattutto di tutelare il loro benessere?

Sempre aggiornata sulle novità, informata sulle nuove tecnologie, attenta a proporre il meglio per i pet, offrendo nel contempo nuove opportunità commerciali a tutti gli operatori del settore, CLIFFI lancia la nuova linea di snack freeze dried DELICE.

Gli snack liofilizzati DELICE sono MONOPROTEICI e sono realizzati con ingredienti di altissima qualità e tanta carne: vero pollo, vero fegato e veri vegetali freschi. Il processo di liofilizzazione a cui vengono sottoposti, si limita a sottrarre l’acqua dagli ingredienti mantenendone inalterati il gusto, il profumo e le proprietà nutritive. Il freeze drying (processo di liofilizzazione o crioessicazione) determina l’eliminazione quasi totale dell’acqua garantendo una lunghissima conservabilità senza l’uso di conservanti artificiali e conferendo nel contempo una consistenza leggermente croccante e friabile molto apprezzata sia dai cani che dai gatti.

GLI SNACK CLIFFI DELICE
Sono squisiti cubetti , saporiti e stuzzicanti, tanto appetitosi che possono essere utilizzati anche per rendere più appetibile il cibo abituale del cane o del gatto, sia umido che secco; basta sbriciolarli e mescolarli al normale alimento. Gli snack CLIFFI DELICE sono tutti rigorosamente GRAIN FREE e quindi adatti anche a soggetti con problemi di intolleranze nei confronti dei cereali. Senza coloranti, conservanti né appetibilizzanti e sono disponibili in 6 referenze, declinate in tre diversi gusti per cani e, unici sul mercato, tre diversi gusti per gatti:
DELICE snack per cani:
• DELICE “FEGATO MELA ZUCCA”
I cubetti DELICE “FEGATO MELA ZUCCA” sono caratterizzati dal sapore ricco e pieno, contengono il 60% di FEGATO, mela e zucca; forniscono , oltre alle proteine nobili derivanti dalla parte carnea, le benefiche proprietà della mela e della zucca apportatrici naturali di minerali e fibre, che danno senso di sazietà.
• DELICE “POLLO con SPINACI E PATATE DOLCI”
Straordinariamente gustosi, gli snack DELICE “POLLO con SPINACI E PATATE DOLCI” dal sapore intenso ma delicato, sono composti dal 60% di POLLO e un’alta percentuale di SPINACI che contengono vitamine e sali minerali e PATATE DOLCI ricche di carotenoidi antiosssidanti.
• DELICE “POLLO”
I DELICE “POLLO” dal gusto raffinato e goloso sono composti dal 70% di POLLO, che apporta proteine nobili con un ridotto contenuto di grassi, sono leggeri e digeribili , fragranti e appetitosi una prelibatezza spezza-fame che incontrerà anche i gusti più difficili.

I DELICE snack per gatti costituiscono la grande novità essendo i primi e unici snack freeze dried dedicati a loro. Si distinguono da quelli per cani, anche per le dimensioni ridotte, adatte alla struttura mandibolare di questi piccoli felini e sono reperibili in tre differenti versioni :
• DELICE “FEGATO MELA ZUCCA”
I DELICE “FEGATO MELA ZUCCA” sono deliziosi bocconcini liofilizzati con un’alta percentuale di carne e vegetali dal sapore eccellente, un’esperienza di gusto davvero unica per qualunque gatto. Composti dal 60% di fegato e un’alta percentuale di mela e zucca sono veramente snack a 5 stelle.
• DELICE “POLLO”
Gli snack DELICE “POLLO” si distinguono per l’ottima appetibilità e gli ingredienti di altissima qualità. Contengono il 70% di pollo che grazie alla liofilizzazione esalta il suo sapore e mantiene intatte le sue sostanze nutritive. Un ghiotto spuntino fuori pasto, tutto bontà e benessere.
• DELICE “FEGATO”
Eccellente spuntino con ingredienti di altissima qualità apprezzatissimo dai gatti che come tutti sanno, hanno un palato molto raffinato e gusti difficili.
Straordinariamente gustosi, gli snack DELICE “FEGATO” sono composti dal 72% di fegato un alimento nutrizionalmente molto valido con un interessante contenuto proteico e di sali minerali.

IL PACKAGING
Veramente innovativo anche il packaging che è stato studiato per essere comodo, resistente, facilmente trasportabile, sempre a disposizione, in viaggio come a casa, durante le passeggiate, gli addestramenti o in vacanza. Il barattolino richiudibile salva-freschezza infatti, mantiene il prodotto sempre fresco e fragrante, garantisce una shelf life ottimale, a fronte della praticità di utilizzo. La sua struttura rigida inoltre salvaguarda l’integrità del prodotto che non si schiaccia non si sbriciola, non sporca.
Gli snack CLIFFI DELICE vengono presentati in espositori da banco da 12 pezzi che ne facilitano l’esposizione e comunque la collocazione sia sugli scaffali che in zone strategiche del punto vendita e danno grande visibilità al prodotto.

IL SUPPORTO COMMERCIALE
Per il lancio della nuova linea DELICE e per incentivare le vendite sono state previste varie azioni di supporto commerciale:
OFFERTE DI LANCIO
MARGINALITÀ VANTAGGIOSE
MATERIALE PUBBLICITARIO E DI COMUNICAZIONE SUL PUNTO VENDITA:
GIORNATE PROMOZIONALI
PUBBLICITÀ SU RIVISTE DI SETTORE.

DUE PAROLE SUL FREEZE DRYING
La liofilizzazione o crioessiccamento è un processo tecnologico che permette l’eliminazione dell’acqua da una sostanza organica con il minimo deterioramento possibile della struttura e dei componenti della sostanza stessa.
Si articola in 3 fasi fondamentali
1 –SURGELAMENTO ULTRARAPIDO: Gli alimenti freschi vengono sottoposti ad un processo di surgelamento veloce a -50°, durante il quale l’acqua si trasforma in ghiaccio.
2 – ESSICCAZIONE: più del 90% dell’acqua viene eliminata attraverso la sublimazione del ghiaccio sotto vuoto spinto
3- CONFEZIONAMENTO: Gli alimenti liofilizzati vengono immediatamente confezionati, per preservarne la qualità e la naturale freschezza.
Il FREEZE DRYING, utilizzato anche in campo umano, è uno dei migliori metodi di conservazione degli alimenti, in quanto mantiene intatti sia i valori nutrizionali che le caratteristiche organolettiche, senza l’impiego di conservanti.
Viene principalmente utilizzato per la conservazione degli alimenti soprattutto per la prima infanzia. Interessante il fatto che per le loro caratteristiche di lunga conservabilità, leggerezza e bontà gli alimenti liofilizzati vengono utilizzati dagli astronauti durante le missioni spaziali.

IN SINTESI
Nel segmento più dinamico del pet food, gli snack DELICE si collocano in una fascia di altissima qualità e rappresentano la reale possibilità di nuove opportunità commerciali, grazie ai vantaggi che offrono:
• MONOPROTEICI
• GRAIN FREE
• SEMPLICI E NATURALI,
• INGREDIENTI DI PRIMA QUALITÀ
• STRAORDINARIA APPETIBILITÀ: tutto il sapore della carne fresca
• ALTO VALORE NUTRIZIONALE, come nell’alimento fresco
• LUNGA CONSERVAZIONE a temperatura ambiente
• PRATICI, SEMPRE PRONTI, a casa come in viaggio
• FACILI DA TRASPORTARE perché molto leggeri
• Ideali come PREMIO e NELL’ADDESTRAMENTO
• SBRICIOLATI SULL’ALIMENTO FRESCO, LO RENDONO PIÙ APPETIBILE.
• Possono essere somministrati SECCHI, INUMIDITI o REIDRATATI.
• Packaging innovativo: BARATTOLINO RICHIUDIBILE SALVA-FRESCHEZZA

Scopri di più su Delice Qui

No Comments
Comunicati

Sì!Happy, fare marketing non è mai stato così facile

Sì!Happy, fare marketing non è mai stato così facile.

Il futuro è incerto? Sì, ma non del tutto. Se da un lato il nostro domani può riservarci misteri ed ombre, dall’altro su alcuni aspetti possiamo essere più che sicuri: web, social media e mobile. Sì, perché questo “tridente” digitale presenta dati sempre più in crescita. Basti pensare che quando nel 2015 strabuzzavamo gli occhi davanti ai tre miliardi di utenti online e i due miliardi attivi sui social, ora non possiamo far altro che constatarne l’ulteriore crescita: già del 3% in pochi mesi. O meglio, qualcosa possiamo fare: sfruttare questa tendenza per il nostro business. Come ogni cambiamento epocale, infatti, c’è chi ne rimane soffocato, inerme sotto il peso dei propri indugi, e chi invece cavalca l’onda, traendone enormi vantaggi.

In quest’ottica si inserisce di diritto Sì! Happy, il servizio offerto da Pagine Sì Spa per pubblicare offerte ed eventi in multi piattaforma alla velocità di un click. Dare visibilità al proprio annuncio, infatti, non è mai stato così rapido e veloce. Inserisci ora la prima offerta e ricevi in pochi minuti nuovi utenti. L’esperienza di tutor professionali che ti aiuteranno a definire l’offerta migliore per il tuo business.  Per pubblicare l’offerta subito clicca qui: Pubblica offerta.

Pubblicare la propria offerta è semplicissimo. Basta registrarsi a www.sihappy.it/, entrare nella Plancia di Comando, optare per la funzione “Pubblica”, scegliere la propria Categoria, infiocchettare il tutto con un titolo accattivante ed un’immagine copertina, e il gioco è fatto. Veloce ed intuitivo.

Una volta pubblicato, in pochi istanti la proposta commerciale appare nel portale Sì! Happy e nella pagina Facebook Sì!Happy della relativa città e, in caso di volontà, anche nel nostro profilo personale del cliente, nonché in tutte le fanpage da lui gestite.

E una volta pubblicato? Ovviamente un contenuto non “cammina” da solo sui social media, ma ha bisogno di una spinta, di un incentivo mirato che vada a coinvolgere solo i clienti che possano essere realmente interessati all’offerta. Ed è per questo che

Sì!Happy comprende anche una campagna Advertising, per raggiungere tramite Facebook chi vogliamo, quando lo vogliamo.

Ma non solo. L’offerta, contemporaneamente, appare su Google Plus, Twitter, Instagram e TripAdvisor, per una visibilità a 360 gradi. E se il mondo social non dovesse essere sufficiente, nel frattempo l’annuncio si posiziona sui motori di ricerca e compare nel sito aziendale, consentendo di essere intercettato dagli utenti in navigazione “extrasocial”.

“Direzione progresso”, dunque, ma sempre con uno sguardo alla tradizione. Se, infatti, un’annuncio non può prescindere da un’adeguata presenza in rete, questo non vuol dire che le “vecchie maniere” siano tutte da cestinare, anzi. E’ per questo che il

servizio comprende anche la stampa di un volantino relativo all’offerta, da distribuire nei pressi dell’attività.

Tutto questo con pochi e semplici click.

A pensarci bene, forse esiste solo un modo per rendere il tutto ancor più comodo: qualcuno che lo faccia per noi. Qualcuno esperto, professionale, ma al tempo stesso a disposizione. In altre parole un Tutor: proprio quello che Sì!Happy mette a disposizione per ogni cliente.

 

A questo punto resta solo da pensare a quale offerta promuovere, al resto pensa a tutto Sì!Happy.

No Comments
Comunicati

WhatsArt!


Evento culturale e artistico: WhatsArt!

Talk Show Veritè sul mondo dell’arte, del design e della creatività.

Ideazione e Direzione Artistica: Pamela Cento.

Direzione Artistica Sezione Design: Vincenzo Pultrone.

Format Supervisor: Fabrizio Borelli.

Partecipazione straordinaria Live: Ninì Candalino (Giornalista, Sociologa), Jerry Cutillo (Cantante, Musicista, Polistrumentista), Anna Izzo (Artista Visiva), Gianluca Menini (Direttore Commerciale MisuraEmme), Roberto Morassut (Politico), Guido Rosati (Architetto, Designer), Silvestro Serra (Giornalista).

Interviste in esclusiva: Adriano Bonforti (Fondatore Start-up Innovaetica), Mariella Castagnino (Maestra di Meditazione Creativa, Saggista), Maurizio Galimberti (Fotografo), Aldo Masullo (Filosofo).

Con la partecipazione di: Bruno Biondi (Pittore), Elementare Watson (portale web), Bee Elemiah (Pittrice), Francesco Maria Ferrara (Responsabile Ars-Imago International), Giorgio Galimberti (Fotografo), Francesca Lolli (Videoartista), Roberto Mirulla (Fotografo), Luigi Parenti (Avvocato), Garon Peterson (Curatore), Fabio Pietrobono (Ingegnere, Designer), MarianoDomenico Russo (Videoartista), Gisella Sorrentino (Fotografa), Giulio Speranza (Fotografo), Paola Toscano (Attrice), Valerio Vestoso (Sceneggiatore, Regista).

Staff: Giulia Antonelli, Elisabetta Di Giovambattista, Elisa Posella.

Dove: Caffè Letterario, Via Ostiense 95, Roma (Metro Piramide).

Quando: Mercoledì 13 gennaio 2016, dalle 19.00 alle 22.00

Diretta Streaming Internazionale: Mercoledì 13 gennaio 2016, dalle 19.00 alle 22.00 sul sito www.whatsart.net

Info: www.whatsart.net

Diretta Streaming: Slogin soc.coop.

 

 

COSA È L’ARTE E COSA SIGNIFICA ESSERE, O TENTARE DI ESSERE, ARTISTA O CREATIVO OGGI?

 

A queste domande cercheremo di rispondere, in diretta streaming internazionale, il 13 gennaio insieme alle numerose personalità del mondo dell’arte e della cultura presenti sul palco del Caffè Letterario di Roma durante WhatsArt! Talk Show Veritè sul mondo dell’arte, del design e della creatività.

WhatsArt! è un Format Multimediale Ideato e Diretto dal Critico d’Arte e Sociologa Pamela Cento che vede come Format Supervisor il regista di numerose trasmissioni RAI Fabrizio Borelli e la Direzione Artistica per la sezione Design di Vincenzo Pultrone, Architetto, titolare di negozi di architettura e design e ideatore e proprietario del Caffè Letterario di Roma.

 

Nel corso della serata si uniranno al dibattito altre voci, da New York, Barcellona, Genova, Napoli e Milano, via Skype e/o grazie alle interviste esclusive di WhatsArt!.

 

In particolare:

 

Adriano Bonforti, fondatore della start-up Innovaetica e della piattaforma web Patamu, illustrerà nuovi e originali strumenti per tutelare dal plagio le opere artistiche e creative, attraverso marcature crittografate legalmente valide;

 

Mariella Castagnino, Maestra di Meditazione, ideatrice degli “Spiritual games” e delle “Meditazioni creative”, docente presso l’Istituto Lama Tzong Khapa, centro buddista tibetano tra i più importanti d’Europa, parlerà dell’importanza della meditazione nel processo artistico;

 

Maurizio Galimberti, il fotografo che ha rivoluzionato il linguaggio fotografico con l’utilizzo della pellicola istantanea, intervistato dalla pittrice Bee Elemiah, inviata di WhatsArt! da Milano;

 

Aldo Masullo, uno tra i più importanti filosofi a livello internazionale, ci parla di arte, cultura e vita.

 

Roberto Morassut, responsabile nazionale dell’Urbanistica del Partito Democratico, componente della Commissione Parlamentare Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici, inaugurerà la rubrica Progetti e non Partiti. Con Morassut, partendo da una rinnovata idea di comunità, fondata su nuove relazioni tra persone e istituzioni e trattata nel suo ultimo libro Roma senza capitale, cercheremo di capire come, quanto e dove l’arte possa divenire elemento aggregatore di comunità, sia nella fruizione che nel processo creativo.

 

Silvestro Serra, direttore responsabile delle riviste e della Comunicazione e Relazioni Istituzionali del Touring Club Italiano, metterà a fuoco la centralità del patrimonio artistico nella buona pratica turistica che costituisce uno specifico e strategico valore di crescita economica, culturale e sociale del nostro Paese.

 

L’Avvocato Luigi Parenti, dello Studio Legale Parenti, ci darà delucidazioni inerenti al diritto d’autore, con particolare riferimento all’applicazione “on-line” di tale diritto.

 

WhatsArt! si occupa anche di arte e fisco, le leggi da poco sono cambiate, per mettersi in regola fiscalmente cosa deve fare un artista che vende delle opere d’arte? Questa e altre domande troveranno risposta grazie a Elementare Watson, un portale indubbiamente innovativo che non si sostituisce all’avvocato o al commercialista per “grandi” problematiche ma che costituisce un reale aiuto per questioni di uso quotidiano.

 

Francesco Maria Ferrara, Responsabile della società Ars-Imago International, ci delineerà il percorso della fotografia istantanea tra passato e futuro.

 

Video ritratti filmati e realizzati dagli stessi artisti, video-selfie contemporanei per mostrare, senza filtri e mediatori, qual è la vita di un artista emergente nell’epoca attuale, vita segnata dalle sfaccettature di un’identità multipla alla continua ricerca di un proprio posto nell’arte e nell’esistere.

 

Un contenitore multimediale e multiforme arricchito da videoarte e cortometraggi, il tutto commentato in diretta durante il talk show che vede protagonisti Ninì Candalino, giornalista, saggista, curatrice di rassegne video e tv, coordinatrice di convegni e incontri internazionali, ricercatrice senior in team di ricerca sul sistema dei media internazionali, docente di Teorie e Tecniche delle Comunicazioni di Massa all’Università “Tor Vergata” di Roma; il Cantante, Musicista, Polistrumentista fondatore degli OAK Jerry Cutillo che ci racconterà di cosa significhi arrivare al successo internazionale da giovanissimo (il sogno generalmente più ambito da realizzare per un artista emergente), notorietà che lo porterà a condividere i palcoscenici con delle grandi star della musica leggera come Elton Jhon, Jefferson Starship, Simpli Red etc. In quegli anni Ottanta, fatti di luccichii e paillettes, dietro ai quali c’era l’altra faccia fatta di eroina e l’ombra lunga dell’aids… cosa hanno tolto e dato quegli anni a Moses (alias Jerry Cutillo) volto puro della musica?;

la pittrice, scultrice e interior designer Anna Izzo, ideatrice della “Residenza d’Arte”, l’ Hotel-Gallery unico al mondo per numero di opere d’arte presenti, ci parlerà della sua arte e dei suoi nuovi ambiziosi progetti.

 

Nella sezione talk show di WhatsArt! dedicata al design, Vincenzo Pultrone ci farà addentrare nel mondo del design insieme a Gianluca Menini, Direttore Commerciale di MisuraEmme, uno dei grandi marchi del made in Italy dell’ industrial design, Guido Rosati Architetto e Designer che ha collaborato e collabora con importanti aziende di design e Fabio Pietrobono Ingegnere e Designer.

 

WhatsArt! può essere seguito, il 13 gennaio dalle 19.00 alle 22.00, direttamente al Caffè Letterario di Roma o in diretta streaming internazionale sul sito: www.whatsart.net

No Comments
Comunicati

Bilanciamo: dal web 2.0 alla Tavola di Natale!


Dopo il grande successo nel web, a 6 mesi dalla nascita del blog e degli 8 profili social, Bilanciamo presenta il percorso enogastronomico studiato per le feste natalizie. L’appuntamento è per domenica 20 dicembre alle 12 presso l’Azienda Vinicola Carpineti a Cori.

Saranno diversi partners d’eccezione ad accompagnare l’esperienza gastronomica che porta sulla tavola il progetto 2.0 targato Bilanciamo: dalla location al cibo, dallo chef agli allestimenti, il nuovissimo concept del sano equilibrio nella vita quotidiana si svela ai numerosi followers del capoluogo pontino.

Sarà l’Azienda Vinicola Carpineti ad ospitare Giulia e Gaia Biondi, founders del blog dedicato al wellness ed all’educazione alimentare, www.bilanciamo.it che sta facendo parlare di se in tutta Italia. Con la sapiente guida di Sara Gnoli, chef e docente nella nuova realtà della UMAMI Latina Food Academy, dove anche Giulia e Gaia prestano la loro professionalità, i followers che interverranno potranno gustare piatti ipocalorici ma gustosissimi nel perfetto stile Bilanciamo. Le gemelle speciali del web hanno scelto l’antica pescheria Pacifico per portare sulla tavola il pescato più fresco e prelibato e chi avrà la fortuna di partecipare al pranzo, sin dal momento che entrerà nella sala, verrà accolto dalla magica atmosfera degli allestimenti di Alessandra Gori dell’AloeGarden, un’altra realtà locale con grande esperienza nella cura degli eventi importanti sia sul territorio pontino che fuori provincia. Ma le sorprese non finiscono qui. Oltre al partner storico CUOMO, l’azienda leader nei prodotti caseari che accompagna dall’inizio l’avventura di Giulia e Gaia, anche l’azienda Ottaviani si è affiancata al progetto Bilanciamo. E la ciliegina sulla torta è rappresentata dalla presenza di due artiste locali che esprimeranno la loro creatività durante l’evento: Inside di Fabiana Moriconi curerà il reportage fotografico mentre Orangioia di Gioia Miccio vi presenterà la sorpresa finale dell’evento.

Ogni info sarà disponibile nella pagina Evento creata appositamente dal Team, oppure contattando, attraverso un messaggio, la Fanpage Facebook Bilanciamo, inviando una mail all’indirizzo [email protected] o ancora telefonando al numero 3298737336.

No Comments
Comunicati

Calsifer si scalda e torna in pista

  • By
  • 27 Novembre 2015


calsifer - trova quello che stai cercando
Ti è mai capitato di voler cercare qualcosa senza successo? O se hai un’azienda di voler essere trovato in maniera univoca dai tuoi potenziali clienti?

Anche per noi, quando eravamo utenti del web, è stato così frustrante e snervante cercare qualcosa in internet senza successo.
Potevamo stare ore senza arrivare ad un risultato concreto o stare meno di un minuto nelle ricerche più facili.

Ma allora è meglio essere efficienti velocizzando le ricerche? O essere efficaci restituendo quello che l’utente sta veramente cercando? Noi diciamo: è troppo chiedere entrambe le cose?
Ci siamo messi nei panni di chiunque avesse la nostra stessa esigenza e abbiamo preso una decisione che ha cambiato le cose e le nostre vite: realizzare Calsifer.

Ma che cos’è Calsifer e dov’è il trucco? Non c’è trucco, non c’è inganno.
La Procne SRL di Tavagnacco, rilancia Calsifer (http://www.calsifer.it/), la business directory 2.0 che ti permette di trovare, in modo semplice e immediato aziende, professionisti, enti e prodotti su tutto il territorio nazionale.
Dopo un periodo di pausa e un restyling strutturale rilascia la versione definitiva: più facile da usare, più intuitiva, orientata alla condivisione delle informazioni sui social e se sei al passo con la tecnologia è visibile per te anche su Smartphone.
I punti di forza di Calsifer sono i principi sui quali si basa: contribuzione e pariteticità. Ogni azienda può iscriversi liberamente e gratuitamente, creando un profilo in cui pubblicare i propri prodotti e servizi, incrementando così il proprio business.

Che cosa c’è di speciale in fin dei conti? Gratuitamente descrivi nel dettaglio di che cosa ti occupi e che cosa offri di così diverso da tutti gli altri, da rendere la tua impresa imperdibile. Grazie alla nostra pagina Facebook “calcifer – trova quello che stai cercando” verrai visto da tutto il mondo del web e le tue news saranno in bella vista, pronte per essere condivise e commentate dal pubblico dei social, in continuo aumento e fermento.
Ti stai chiedendo cosa fare e se sia tutto alla tua portata?

Registra, semplicemente, la tua azienda su www.calsifer.it e se hai un profilo o una pagina Facebook posta liberamente i tuoi aggiornamenti sulla nostra pagina, indicata nelle righe più sopra.

Inoltre abbiamo dedicato delle rubriche accattivanti alle aziende registrate sul nostro sito. Segui gli hashtag #calsifer e le nostre rassegne settimanali:

#lunediChiCercaTrova – Contenuti virali che catturano l’attenzione degli utenti con i nostri consigli sulle categorie di ricerca utili per le esigenze di coloro che ci seguono.

#mercoleVIP – Attività o aziende da noi consigliate. Mandaci pure una presentazione per comparire tra i consigli del mercoledi.

#venerdiDegustibus – Consigli su dove andare o cosa fare nel weekend. Se sei un ristoratore, possiedi un locale o organizzi eventi di spicco mandaci una presentazione per comparire tra i consigli del venerdi.

Cosa aspetti a registrarti? Incrementa il tuo business con Calsifer! Ed ora ti passo la tastiera e buona ricerca su Calsifer!

No Comments
Comunicati

Il Sistema Informativo Territoriale della Gravina di Matera


Il progetto Arupa, finanziato con 1.667 milioni di euro, di cui 832 mila stanziati dalla Commissione europea, è finalizzato a salvaguardare l’ecosistema di un territorio che dal 1995 è protetto come Sic (Sito di interesse comunitario) e Zps (Zona di protezione speciale) “Gravine di Matera” e inserito nella “Rete natura 2000”, ossia la rete delle aree naturali e seminaturali d’Europa che è nata con l’obiettivo di contribuire alla salvaguardia della biodiversità degli habitat, della flora e della fauna selvatica. tra i quali la realizzazione di un Sistema Informativo Territoriale (SIT) che permette di analizzare ed interpretare tutte le informazioni di tipo scientifico, geografico, amministrativo raccolte con le azioni del progetto.

Concretizzato il piano operativo delle azioni di salvaguardia dei rettili e della fauna anfibia delle gravine di Matera, minacciate da gravi fenomeni di inquinamento e da continue aggressioni e manomissioni del territorio che ne mettono in pericolo il suo ecosistema, i partner del progetto Arupa, redatto dalla Provincia, dal Ditec (Dipartimento tecnico ed economico per la gestione del territorio agricolo e forestale) dell’Università degli studi della Basilicata, dal Parco della Murgia materana e dall’Associazione Tecla, coordinati dal dirigente provinciale Enrico De Capua, – hanno dato seguito alle azioni finalizzate all’analisi dei luoghi mediante la creazione di un Sit (Sistema Informativo Territoriale).
Il Sistema Informativo Territoriale (SIT) permette di analizzare ed interpretare tutte le informazioni di tipo scientifico, geografico, amministrativo raccolte con le azioni del progetto ma è anche in grado di interagire con gli altri strumenti a disposizione delle varie amministrazioni, in modo da costituire un valido e pratico strumento aggiornato di conoscenza ed analisi territoriale: il SIT è stato infatti progettato da essere compatibile con altri SIT di amministrazioni locali.
Lo strumento indispensabile per la realizzazione del SIT è il GYS (Geographical Information System): la piattaforma Gys è stata realizzata presso il DITEC dell’ Università degli Studi della Basilicata ed utilizza dati Telerilevati da Satellite con appositi software.

Si tratta quindi di un sistema avanzato di raccolta ed elaborazione dei dati, con il cui ausilio sono state realizzate le cartografie necessarie per la conoscenza capillare dell’area Sic.
Con questo strumento L’Università è in grado di promuovere una reale concertazione degli interventi sui siti anche dopo la conclusione del progetto LIFE.

Per una visualizzazione dei risultati del progetto, guarda il video.

No Comments
Comunicati

Byxee presente alla Maker Faire Rome 2015

  • By
  • 9 Ottobre 2015


La start-up Byxee presenterà al pubblico il primo dispositivo intelligente di sicurezza attiva per le due ruote, alla Maker Faire di Roma (dal 16 al 18 ottobre), l’edizione europea del più importante spettacolo dell’innovazione al mondo.

Byxee presenterà il suo avanzato sistema di visione per bici e moto che utilizza algoritmi di intelligenza artificiale per osservare la strada e identificarne in anticipo le irregolarità e i possibili pericoli. Saranno esposti tutti i prototipi del dispositivo che incorpora questa tecnologia, fino a quello del prodotto commerciale, delle dimensioni di una piccola torcia, che può essere montato su qualunque manubrio di bici, scooter, moto.

All’interno una mini-telecamera osserva la strada che si sta percorrendo, identifica a distanza i possibili pericoli (buche, tombini, grate, irregolarità, segnaletica orizzontale, ostacoli imprevisti, sportelli che si aprono, pedoni, ecc) e allerta il conducente in anticipo. Il dispositivo è autonomo e portatile, dotato di una propria batteria ricaricabile per 30 ore di utilizzo, non necessita di alcun collegamento e non sfrutta GPS o mappe precaricate. Scansiona in tempo reale la strada, centinaia di volte al secondo per individuare pericoli fissi o in movimento che le mappe non possono registrare.

La Maker Faire Rome è l’edizione europea di Maker Faire, il luogo dove inventori e appassionati di ogni età e background si incontrano per presentare i propri progetti e condividere le proprie conoscenze e scoperte. Un evento family-friendly ricco di invenzioni, creatività e inventiva; una celebrazione della cultura e del movimento maker. Con oltre 600 invenzioni in mostra nel 2014 e 90 mila visitatori, la Maker Faire Rome è la più grande esposizione al mondo dopo le americane “Area Bay” e “New York”. Organizzata da Asset Camera,  Azienda Speciale della Camera di Commercio di Roma, occuperà gli spazi del campus dell’università “La Sapienza”, che diventerà per l’occasione, una vera e propria “città del futuro”.

Byxee ha risposto alla Call for Maker di questo importante appuntamento perchè ha nella sua anima fondatrice la spinta alla creazione di tecnologie innovative utilizzando la logica dei makers, ossia sperimentando configurazioni e metodi diversi, imparando dai propri errori, fino alle soluzioni davvero funzionali. Con alle spalle due anni di studio e progettazione sostenuti con risorse proprie, la start-up è ora alla ricerca di finanziatori che abbiano la passione e il coraggio di investire in questa tecnologia, che ha tutte le carte in regola per diventare uno standard per la prevenzione dei rischi, degli infortuni, degli incidenti e dei danni ai mezzi per ciclisti e motociclisti.

 

links:

http://www.byxee.com/
http://www.makerfairerome.eu/it/espositori/?ids=1197

 

No Comments
Comunicati

Digital Assembly 2015: oltre 800.000 posti di lavoro in Europa per le tecnologie ICT


In crescita la domanda di professionisti e competenze ICT: l’Italia è pronta? Ne parleremo anche al festival ICT, evento che tra i propri compiti ha anche quello di discutere l’evoluzione del mondo del lavoro ICT

Si è conclusa da poco la Digital Assembly 2015, occasione di confronto tra i più importanti attori europei, ricercatori, businessmen, investitori e policy makers con l’obiettivo di individuare una strategia comune per il Mercato unico digitale (DMS).

Da Riga arriva un ottimo segnale di crescita: entro i prossimi cinque anni le tecnologie ICT avranno bisogno di 825.000 professionisti, senza contare le numerose qualifiche con competenze digitali.

L’Italia è pronta a raccogliere questa opportunità? Dall’Agcom i segnali non sono positivi, la copertura della banda ultra-larga è ferma al 36% contro il 68% della media UE28, confermando le preoccupazioni per il digital divide.
Ma se le infrastrutture non sono ancora adatte, l’Italia può contare sulla preparazione di figure professionali di alto livello. Ne parleremo al festival ICT 2015. Osserveremo come l’Italia affronta il digital divide secondo i parametri europei. Inoltre, vedremo quali competenze specifiche e sempre più verticali richiede il mercato delle tecnologie ICT.

Su questo tema si è concentrato l’incontro tra il nuovo direttore dell’Agenzia Digitale Italiana (AgID), Antonio Samaritani, e il neoeletto Presidente di Federmanager, Stefano Cuzzilla, promosso al fine di creare sinergie che consentano di ghermire le opportunità aperte dall’ICT e di reagire al ritardo italiano in materia di innovazione digitale.

«Bisogna affrontare con urgenza e serietà temi quali competenze digitali, innovation e smart working e mi auguro che l’AgID di Samaritani possa fare molto e in fretta», ha dichiarato il presidente Cuzzilla. «Attraverso l’education e la valorizzazione di curricula di alto profilo, Federmanager è impegnata a offrire le risorse manageriali richieste ormai trasversalmente da tutti i ettori produttivi. Ma servono investimenti, semplificazione normativa e soprattutto serve sostenere, anche da un punto di vista culturale, il contributo dei nostri manager specializzati, di cui c’è un gran bisogno».

Federmanager è uno dei partner dell’iniziativa “Coalizione nazionale per le Competenze digitali” lanciata da AgID nel 2013. In due anni sono salite a 12 le coalizioni nazionali impegnate a sviluppare le competenze digitali in UE, che operano per superare il gap tra la domanda e l’offerta di competenze digitali nell’ambito della EU’s Grand Coalition for Digital Jobs.

No Comments
Comunicati

PREMIO INNOVAZIONE SANITA’ 2015: La tecnologia Artexe in 2 progetti su 3 dei finalisti per la categoria “gestione della relazione con il cittadino”

In occasione dell’annuale Convegno di presentazione della Ricerca dell’Osservatorio Innovazione Digitale in Sanità del Politecnico di Milano, Artexe ha riaffermato la propria leadership in Italia per quanto riguarda l’innovazione in sanità.

1° posto Premio Fiaso per il progetto “Prelievo amico” dell’A.O.U. di Careggi Firenze

2° posto Premio innovazione digitale per il progetto “Totem self-service 24h” dell’A.O.Desio e Vimercate

PRELIEVO AMICO

Artexe, partner tecnologico di Telecom Italia, ha progettato e realizzato un sistema in grado di prenotare online l’orario di accesso secondo slot che garantiscono l’annullamento dei tempi di attesa. L’utente, attraverso il sito web dell’ospedale, l’applicazione mobile (Smart Hospital) o i totem posizionati all’ingresso della sala d’attesa ha la possibilità di ricevere conferma della propria prenotazione sia via email che via SMS.
In poche settimane si è passati dalle 30 prenotazioni effettuate on-line al giorno alle 100 attuali ed in pochi mesi il numero delle persone prenotate con PRELIEVO AMICO è più di 5.000 con notevoli riduzioni delle attese anche per chi effettua l’accesso diretto.

AREA SELF SERVICE

L’Azienda Ospedaliera di Desio e Vimercate ha installato due AREE SELF-SERVICE da cui è possibile PRENOTARE ESAMI, STAMPARE REFERTI e EFFETTUARE PAGAMENTI con carta Bancomat e Carta di Credito.
A soli pochi mesi dall’installazione i risultati ottenuti sono più che incoraggianti: oltre 500 referti distribuiti ogni giorno, 15.000 pagamenti e 7.500 prenotazioni all’anno, 8.000 ore all’anno di attesa risparmiate dal cittadino, riduzione maggiore del 10% delle richieste effettuate allo sportello

No Comments
Comunicati

STRATEGIC DESIGN: Il Master storico di Politecnico di Milano e POLI.design si rinnova nell’approccio e nei contenuti


APERTE LE ISCRIZIONI PER L’EDIZIONE 2015

In aula da ottobre per comprendere ed affrontare il design come fattore strategico di innovazione e competitività per le imprese

 

Torna ad ottobre il Master in Strategic Design (MDS), uno dei master storici del Politecnico di Milano, erogato dal Consorzio POLI.design.

Giunto quest’anno alla sua XVII edizione, il Master si affaccia al panorama formativo internazionale con una formula del tutto rinnovata (ben rappresentata da un nuovo sito dedicato http://strategicdesign.it) e con l’ambizione di plasmare veri e propri manager dell’innovazione, professionisti capaci di alimentare un’imprenditoria visionaria, ispirata sempre più dal design, inteso come fattore strategico imprescindibile.

Laddove il design sta diventando un elemento pervasivo nella competizione tra imprese di diversi settori (dall’arredo alla moda, dagli  accessori al mondo high-technology, dall’alimentazione fino ai trasporti, etc..), “fare design” non significa più soltanto creare nuovi prodotti, ma si traduce nell’implementazione di veri e propri modelli di business innovativi, in cui integrare prodotti, servizi e comunicazione.

In misura sempre maggiore le imprese si “posizionano” con il design, si “differenziano” attraverso il design, accrescono le proprie performance impiegando il design in diversi contesti, della Ricerca e Sviluppo fino ai dipartimenti Marketing e di Strategia per l’Impresa. Il design appare dunque come un fattore strategico necessario per l’innovazione delle imprese che puntano ad essere competitive sul mercato nazionale e internazionale, evitando di farsi sopraffare da contesti e sistemi in continuo cambiamento e, al contrario, cogliendo con tempestività le nuove sfide e opportunità offerte da qualunque mercato.

Con un profilo internazionale e un’offerta formativa consolidata di grande attualità per le aziende, il Master in Strategic Design, interamente erogato in lingua inglese, ha come obiettivo principale la formazione di figure professionali in grado di assumere un ruolo progettuale o gestionale nel processo di innovazione del sistema prodotto, sviluppando nei partecipanti quelle doti personali (di progettualità, auto imprenditorialità, capacità di visione e di gestione della complessità), che possano indirizzare e accelerare il loro percorso verso l’assunzione di leadership nello sviluppo di progetti strategici per l’impresa.

In estrema sintesi, quindi, il Master ha l’obiettivo di insegnare come impiegare design e designer all’interno dei diversi ambiti professionali: strategie di marketing vincenti hanno bisogno di intercettare trend e modelli di consumo; allo stesso modo, per il lancio di una nuova tecnologia, è necessario individuare il design capace di sedurre vecchi e nuovi clienti; nello sviluppo di un’idea di management, infine, vanno decise e stabilite le caratteristiche distintive e di unicità della propria “formula imprenditoriale”. Focus dell’intera attività, la progettazione del sistema-prodotto, ovvero dell’insieme integrato di prodotti, servizi e comunicazione che rappresenta l’interfaccia fra l’impresa e il mercato, oltre che l’espressione tangibile della sua strategia e il modo in cui si presenta.

Un approccio, quello strategic design oriented, riassumibile in poche e fondamentali key-word: Design, Management, New entrepreneurship, Technology management, Innovation, Product-Service System.

Il Master si rivolge a laureati in architettura, disegno industriale, ingegneria e in scienze sociali-umanistiche, con la propensione ad occuparsi delle problematiche della gestione dell’innovazione e del management, a tecnici e manager con l’interesse a comprendere la cultura e le modalità di lavoro del design e a valorizzarne le potenzialità nella definizione delle strategie di impresa.

 

No Comments
Comunicati

BT GROUP AL FUORI SALONE 2015


Andrà in scena in Via Turati 3, giovedì 16 aprile, a partire delle 18.00, l’evento Fuori Salone che vedrà la presenza di BT Group.

TURATI3 – Taste Tradition Trend è il titolo della serata a cui l’azienda ha scelto di partecipare in occasione della Milano Design Week, una vetrina privilegiata e di classe nell’ambito della quale verrà istallata, all’ingresso della location, R201 Pergolife, la struttura outdoor dal gusto raffinato che si inserisce armoniosamente nell’attraente contesto architettonico e che andrà a costituire il dehor dell’evento.

In partnership con Turati Boiseries e un élite di aziende che rappresentano l’eccellenza made in Brianza, l’azienda di Lesmo desidera con questo evento mettere in scena la propria maestria produttiva caratterizzata da unicità e originalità per la cura dei dettagli, la scelta di materiali di qualità indiscussa e la personalizzazione, che va oltre i canonici vincoli spesso richiesti dalla produzione di massa.

Questo il denominatore comune dell’evento Turati3, che si propone come pausa glam dalla frenesia e dal caos del Salone milanese, attraverso un percorso all’insegna delle eccellenze made in Italy, food e design, punto di incontro per coloro che desiderano trascorre una serata di grande charme, in un contesto frizzante, libero dall’eccesso, inedito ed inusuale che coniuga tradizione, innovazione e buon gusto.

No Comments
Comunicati

La gestione delle Malattie o delle assenze improvvise dei dipendenti non è più un problema GAAD: Gestione Automatica Assenze Dipendenti


Sei Direttore del Marketing? Vuoi visualizzare in tempo reale tutte le Assenze Improvvise del Tuo Team?

Sei Direttore della Logistica? Vuoi avvisare in tempo la Risorsa Sostitutiva?

Sei Direttore Amministrativo? Vuoi avere un report dettagliato sulle Malattie dei tuoi dipendenti?

Sei Direttore Risorse Umane? Vuoi una gestione semplificata ma efficace dell’intero processo delle Assenze Improvvise?

[email protected] Il Prodotto di Comedata per la Gestione delle assenze Improvvise, che raccoglie tutte le informazioni inerenti la tipologia di Assenza e i dati del dipendente, notificando l’assenza in tempo reale ai Responsabili Area e Risorse Umane che individuano la Risorsa Sostitutiva.

4 Buoni motivi per affidarsi a [email protected]:

• Metodologia sperimentata scelta da importanti aziende sia private che pubbliche
• Facilmente integrabile con soluzioni di gestione paghe presenti sul mercato o con una Intranet interna
• Benefici immediati e misurabili (aumento della produttività, risparmio di tempo, riduzione dei costi, automatizzazione dei processi)
• Soluzione disponibile anche in modalità SaaS (CLOUD)

http://www.comedata.it/mailing/Comedata/2015/Gaad/gestione-malattie.html

 

No Comments
Comunicati

Presentazione nuovo movimento a Marino, con intervento del Sindaco Silvagni

  • By
  • 8 Marzo 2015


Venerdì 13 marzo 2015 alle ore 17,30 presso il ristorante Cesarino La Perla (via Romana 12) il neonato Movimento Civiltà Democratica si presenta ai cittadini.

Nato nello scorso mese di dicembre dalla sottoscrizione, da parte di 44 soci fondatori, di una Carta dei Valori, il Movimento Civiltà Democratica si pone come obiettivo quello di portare avanti una azione di stimolo alla politica e in particolare all’azione della Giunta comunale della Città di Marino.

Un movimento che nasce per dare alla politica del territorio di Marino e dei Castelli Romani un contributo al dibattito politico fondato sul metodo e sulle idee, distinto e distante dai gruppi e dalle associazioni che nascono un anno prima delle elezioni a fine puramente elettorale. Civiltà Democratica – negli intendimenti dei quarantaquattro fondatori – dovrà essere altro. Iniziando da Marino un viaggio con l’obiettivo di ritrovare la bella politica fondata sul confronto, sulle idee, sui valori antichi della democrazia più autentica mirata a un buongoverno che si concretizzi con azioni visibili nel sociale, nella cultura, a favore delle arti, delle scienze, dello spettacolo e dello sport, nella scuola e nell’università, per affermare con una certezza maggiore di quella che c’è oggi diritti fondamentali come: la salute, il lavoro, la cittadinanza, lo studio, le libertà civili.

Alla presentazione, moderata dal giornalista Daniele Priori, il coordinatore della fase organizzativa, Massimo Prinzi terrà una relazione introduttiva alla quale seguiranno gli interventi e le testimonianze degli altri soci fondatori.

Nel corso della serata interverrà il sindaco di Marino, Fabio Silvagni.

L’incontro è aperto a tutti i cittadini, le associazioni, i rappresentanti di comitati e forze politiche che vorranno. L’ingresso è gratuito.

 

Marino, 6 Marzo 2015

No Comments
Comunicati

Prenotazioni visite mediche, con Medicalbox è facile e puoi risparmiare


Sono sempre più sconfortanti i dati della Sanità Pubblica Italiana per quanto riguarda i tempi di attesa nel riuscire ad effettuare una visita medica e, anno dopo anno, i trend si confermano negativi.

Quando ci si reca al CUP (Centro Unico Prenotazione) per prenotare una prestazione medica non si parla di giorni, e nemmeno di mesi, si parla di anni per riuscire ad effettuare una prenotazione. Per alcuni la soluzione più comoda trovandosi difronte a questa assurdità, è quella di ricorrere ad esami e prestazioni presso studi privati. Soluzione valida per tanti ma non per tutti, perché di questi tempi si sa che la situazione economica delle famiglie è molto fragile.

Perché sì, questa alternativa è efficace ma comporta un costo notevole rispetto alla prestazione erogata dal SSN, nel quale i pagamenti avvengono tramite ticket sanitario, basato sulla fascia di reddito di ciascun paziente.

Quali sono i tempi d’attesa per una visita specialistica nella Sanità Pubblica?

Ad oggi quando ci rechiamo al CUP per prenotare una visita specialistica lo scenario che ci troviamo di fronte è questo:

> Mammografia: 14 Mesi d’attesa

> Visita Psichiatrica: 20 Mesi d’Attesa

> MOC e TAC: 12 Mesi d’attesa

> Colonscopia: 11 Mesi d’attesa

> Ecodoppler: 10 Mesi d’Attesa

> Visita Oculistica: 9 Mesi d’Attesa

> Risonanza Magnetica: 9 Mesi d’Attesa

> Eco-cardiogramma: 9 Mesi d’Attesa

> Ecografia: 8 Mesi d’Attesa

> Visita Cardiologica: 7 Mesi d’Attesa

 

Queste tempistiche sono veramente troppo lunghe, possono andar bene a chi effettua controlli di prevenzione ogni anno ma, per chi ha esigenza in un breve lasso di tempo, diventa insostenibile. La conseguenza diretta di questo sistema è che le persone decidono di rinunciare a visite di prevenzione infatti la spesa media annuale delle famiglie per prestazioni mediche da 491,00 è passata a 458,00 euro.

Per questo motivo Medicalbox ha deciso di convenzionare centri medici privati per erogare un servizio a supporto di tutte quelle persone attente alla salute e al risparmio, dando la possibilità a chi acquista la prestazione medica sul sito www.medicalbox.it di effettuare la visita dai 10gg e massimo 30gg dopo l’acquisto, tagliando drasticamente i tempi d’attesa della Sanità Pubblica fino ad arrivare ad un -80% e, per quanto riguarda i costi, alcune prestazioni possono arrivare a sconti del 50%.

 

Con Medicalbox risparmi tempo e denaro

– Tempi d’attesa ridotti dell’80%

+ Risparmio fino al 50% su alcune prestazioni

 

Un servizio che fa risparmiare – come dice il detto – tempo e denaro, che ora come ora di certo non guasta.

Non ti resta che verificare tu stesso come funziona il servizio e, se hai bisogno di assistenza, oltre ai classici contatti come mail e telefono puoi utilizzare la chat online per richiedere informazioni in maniera diretta allo staff.

No Comments
Comunicati

DAL SETTORE DEL FASHION AL MEDICALE: L’INNOVAZIONE MADE IN ITALY


Flessibilità: un termine che oggi si inserisce nei più svariati ambiti, dal più austero ambiente lavorativo, al più conviviale clima famigliare; l’uomo, il tempo, il lavoro e la società devono adeguarsi a questa caratteristica, pena l’esclusione. In un contesto quotidiano che procede giorno dopo giorno, attimo dopo attimo a ritmi incalzanti e in un continuo processo di sviluppo, la dote del multitasking sembra essere il requisito più richiesto sia al singolo, che ai contesti aziendali più strutturati. Dal lecchese, più precisamente da Costa Masnaga, arriva la testimonianza della Gaetano Rossini, un’azienda che è riuscita, e tutt’oggi è in grado, di confermare la propria capacità di essere costantemente al passo con le esigenze della società.
Specializzata da oltre mezzo secolo nella produzione di tessuti tecnici e tridimensionali, oggi la Gaetano Rossini vanta un portfolio ricco, costellato da tessuti unici che trovano applicazione in diversi settori, dall’automotive all’arredamento, passando per la moda; tuttavia questa azienda completamente made in Italy non è solo questo, è anche una realtà assolutamente proiettata al futuro, tanto che nel corso degli ultimi anni ha deciso di investire ingenti risorse in ricerca e sviluppo, quasi divenendo precursore delle esigenze intrinseche a numerosi settori. Tra le realizzazioni più innovative troviamo quelle sviluppate per il settore veterinario, di cui è un valido esempio una particolare fibra naturale, estremamente traspirante, studiata appositamente per i sottosella equestri, in grado di assorbire odore e batteri a contatto con il manto bagnato del cavallo per poi rilasciarli nel momento del lavaggio; così come la ricerca nel dar vita a tessuti studiati per il settore medicale, utili nel campo delle protesi.
“È una questione di flessibilità culturale. Le possibilità dei materiali sono infinite: bisogna avere l’idea giusta al momento giusto e saperla raccontare. Un sogno per il nostro futuro? Quello di passare dalla realizzazione dell’interno delle macchine all’esterno, si parla da tempo della possibilità di “tessere” la carrozzeria delle auto: si tratta solo di trovare la lavorazione più corretta”. Ha dichiarato Gaetano Rossini, titolare dell’azienda.

No Comments
Comunicati

CONSIMM CONSULENTI IMMOBILIARI PROFESSIONISTI AMPLIA I SUOI SERVIZI VERSO L’ESTERO


Consimm Network sempre in forte espansione verso i mercati esteri amplia i suoi servizi con un’accordo di primaria importanza con una compagnia estera’ che si occupa di di inoltrare su oltre 60 portali esteri gli annunci immobiliari di Realtor di ogni nazionalita’ a portali specifici .

Questo accordo ci dice il Vice Presidente di Consimm  Simone Toni permettera’ ai PARTNER CONSIMM di avere visibilita’ e di conseguenza contatti di clienti interessati ad investire nel mercato immobiliare italiano,crediamo fortemente ai vantaggi che si hanno proponendoci al mercato estero pur nonostante la crisi che ha colpito il nostro Paese rimane sempre uno dei Paesi di forte interesse per l’investitore internazionale

Dunque i nostri tecnici lavorando costantemente su  Consimm Gest lo  hanno interfacciato a questo grande Network Estero, ed in maniera tutta automatizzata spariamo i nostri annunci dei nostri Partner ai 60 portali esteri,ci teniamo a precisare che il flusso su questi portali sara’ nella lingua inglese percio’ il nostro  Office si occupera’ di fare le traduzioni e di rendere leggibile l’annuncio all’investitore estero che si trovera’ a navigare il portale di riferimento estero.

Siamo contenti del risultato ottenuto ma stiamo lavorando anche su altri vantaggi ed applicativi che a breve saranno resi pubblici.

SIMONE TONI

Vice Presidente

CONSIMM NETWORK

 

 

 

 

No Comments
Comunicati

Due nuovi Webinar con Alterna e Microsoft dedicati al cloud e a “Azure”


Appuntamento il 4 e il 17 dicembre online.

Alterna in collaborazione con Microsoft dedica due incontri online alla soluzione Microsoft per la Sales Productivity e alle possibilità offerte da Microsoft Azure per migrare le applicazioni aziendali sul cloud.

Il 4 dicembre 2014 alle ore 15:00 (durata 1 ora) un webinar dedicato a tutti coloro che cercano nelle nuove tecnologie un aiuto concreto per re-immaginare le vendite ed ottenere produttività concreta. Microsoft Dynamics CRM OnlineOffice365 e PowerBI insieme dimostreranno come trasformare il team di vendita in un gruppo altamente connesso, collaborativo produttivo. Una risposta concreta dunque garantita dalle soluzioni Microsoft in CLOUD integrate.

Il 17 dicembre 2014 alle 14:30 (durata 40 minuti) un webinar dedicato alle possibilità offerte da Microsoft Azure per migrare le applicazioni aziendali sul cloud. Grazie al partner Alterna verranno esposti sia gli scenari sia i casi di clienti che hanno già fatto questo tipo di scelta.

Un nuovo approccio per far evolvere sistemi e applicazioni che impattano negativamente sui costi, sull’efficienza e sulla capacità di portare valore e innovazione nelle organizzazioni indipendentemente dalla loro dimensione. 

I webinar sono gratuiti, live, con l’opportunità di fare domande ed avere subito risposte. Sono un’occasione importante per approfondire le potenzialità del cloud computing che in primis rappresenta un acceleratore d’innovazione per le imprese.

Qui i link per le iscrizioni, oppure chiama il nr. 051-590709.

Seguici su Linkedin, Facebook e Twitta @AlternaSrl #AlternaSrl.
Visita il sito: www.alternanet.it

No Comments
Comunicati

Illuxit Onoranze Funebri si rinnova per mantenere la leadership nel settore


Le onoranze funebri Illuxit costituiscono una realtà affermata e ben strutturata nell’ambito, che opera con competenza ed esperienza dal 1979 ed è in continua crescita anche attraverso la capillare rete di sedi in franchising, che si stanno ampiamente diffondendo sul territorio.

Abbiamo chiesto all’amministratore generale dell’azienda, il dottor Gaetano Carbonara di illustrarci alcuni dei servizi di innovativa ideazione, che sono stati pensati per rispondere al meglio alle trasformazioni sociali avvenute negli anni e alle diverse esigenze clientelari da gestire nell’epoca moderna “Tra le richieste che riceviamo di frequente vorrei menzionare quelle per i funerali di animali. Ben sapendo, che i nostri amici a quattro zampe sono diventati sempre più importanti nella nostra vita e dunque anche il momento dell’ultimo addio a loro dedicato deve essere fatto nel giusto modo. Noi possiamo gestire in totus riti per animali di tutte le razze”.

E aggiunge “Altro nostro servizio speciale riguarda il supporto di assistenza psicologica, quando è necessario fornire un concreto ed efficace aiuto psicologico altamente professionale e qualificato. Noi possiamo garantire la prestazione di un equipe di medici referenziati, che collaborano con noi per garantire la loro presenza nel momento doloroso di difficile sopportazione e dare sollievo alle sofferenze”.

In merito al disbrigo dei documenti e delle procedure burocratiche per la successione e la pensione spiega “Molto importante è per noi occuparci di tutte le varie pratiche, che gli eredi si trovano costretti ad espletare dopo la morte del defunto, per non perdere i beni e i diritti ereditari, così come quelli riferiti alle pensioni”.

No Comments
Comunicati

« INTELLIGENZA INDOSSABILE »: il futuro della wearable technology è nelle applicazioni

Le cuffie del futuro saranno ben lontane dall’essere meri strumenti per rispondere alle chiamate telefoniche; consentiranno di centralizzare le interazioni vocali di diversi dispositivi di comunicazione, ma anche di fornire informazioni contestuali sull’utente e sull’ambiente. Le riflessioni e le previsioni di Jabra, pioniere di questo mercato.

Milano, 10 novembre 2014 – L’insaziabile domanda di nuove funzionalità favorisce lo sviluppo della tecnologia in generale e dell’intelligenza digitale in particolare. Ma oggi il problema fondamentale è quello di valutare l’impatto di questa intelligenza digitale sulle future innovazioni. “Prossimamente le cuffie serviranno a fare molto di più che gestire le chiamate telefoniche”, afferma Jesper Glad, Direttore Innovazione e R&S tecnologico di Jabra. “Permetteranno di centralizzare le interazioni vocali di vari apparati di comunicazione, ma anche di fornire informazioni contestuali sull’utente e il suo ambiente. Questi dispositivi audio saranno completamente portatili, discreti e miniaturizzati e offriranno tutto il comfort indispensabile sia per un utilizzo professionale che privato.”

Dire che le cuffie non servono solo a prendere le chiamate è un eufemismo. Le cuffie possono già “leggere” l’ambiente, e alcuni dispositivi come l’auricolare Jabra Motion Office UC, integrano dei sensori di movimento utilizzati per interpretare i movimenti e rispondere alle chiamate in maniera ottimizzata. L’integrazione di software in dispositivi non è un fenomeno nuovo in sé. Ciò che è veramente innovativo invece è il fatto di includere delle applicazioni nei dispositivi audio. “Le applicazioni stanno trasformando gli apparecchi standard in dispositivi intelligenti”, spiega Peter Mossner, CEO di GN Store Nord.

GN Store Nord, società madre di Jabra, ha incorporato il GPS così come sensori di prossimità nelle sue cuffie per fornire informazioni sulla posizione e l’ambiente. L’integrazione di tali applicazioni in questi dispositivi apre un vasto campo di possibilità per l’utente, ma anche per gli sviluppatori, che potranno creare infinite nuove esperienze audio. Le applicazioni audio 3D e le applicazioni GPS si stanno rivelando molto utili per esempio in termini di aiuto contestuale e di realtà aumentata: consentono alle persone ipovedenti di muoversi più facilmente in luoghi che non conoscono.

Applicazioni immersive

Tra le applicazioni ancora in fase di sviluppo e collaudo, ma prossime al lancio, ad esempio l’app Musée. Il suo obiettivo? Disegnare una mappa dei conflitti nel mondo. Sviluppata in collaborazione con un giornalista americano che ha percorso molte zone di guerra, l’applicazione Musée presenta in modo dettagliato e imparziale tutti gli aspetti dei conflitti attuali.

“Le applicazioni trasformano un dispositivo standard in un dispositivo intelligente”, commenta Peter Mossner. “L’esperienza audio infonde impegno. L’utente ha l’impressione di trovarsi di fronte ad una situazione reale e questa “tecnologia del reale” può avere un’influenza positiva per rafforzare la nostra coscienza sociale”.

L’aumento della domanda di comunicazioni video porta anche allo sviluppo di applicazioni di teleconferenza 3D. “Con questo tipo di applicazioni, i partecipanti potranno beneficiare di un audio Surround a 360 gradi. È come se organizzassero riunioni… senza dover spostarsi!”, spiega Claus Holmbeck-Madsen, Responsabile prodotti di Jabra. “Ora più che mai, le aziende cercano di ridurre i costi operativi, contribuendo nel contempo alla salvaguardia dell’ambiente. Di conseguenza, si rivolgono sempre più verso soluzioni di videocomunicazione, e noi faremo in modo di offrire loro dispositivi per soddisfare tali requisiti”. 

Lo sviluppo delle soluzioni digitali intelligenti si può spiegare in gran parte dalla crescente domanda dei consumatori, ma anche da alcune delle principali tendenze strutturali:

      La globalizzazione implica che interagiamo di più con i nostri familiari, amici e colleghi – ovunque si trovino nel mondo e, pertanto, abbiamo bisogno di strumenti adeguati e affidabili “, osserva Glad. “La teleconferenza e la videoconferenza favoriscono le comunicazioni in tempo reale. Come risultato, siamo più produttivi e perdiamo meno tempo a trattare le nostre innumerevoli mail.”

      Ovunque nel mondo, l’urbanizzazione porta allo sviluppo di città enormi, le cui economie sono paragonabili a quelle di nazioni. L’urbanizzazione offre nuove opportunità, ma allo stesso tempo esercita una forte pressione sulle infrastrutture di trasporto e favorisce un aumento dei prezzi immobiliari.

      Per risparmiare sui costi e ridurre i tempi di spostamento, le aziende incoraggiano i loro dipendenti a lavorare da casa, o comunque a distanza, introducendo nuovi metodi di lavoro.

L’integrazione di funzionalità di intelligenza contestuale nei dispositivi è in forte crescita. In questa prospettiva, la “Wearable Technology” si distingue per la sua grande usabilità. “La tecnologia indossabile continuerà a svolgere un ruolo chiave per l’innovazione”, commenta Holmbeck-Madsen.

Informazioni su Jabra

Jabra è un marchio di GN Netcom, società controllata da GN Store Nord A/S (GN) – quotata al NASDAQ OMX. Jabra conta circa 925 dipendenti in tutto il mondo e nel 2012 ha raggiunto un fatturato pari a 2,612 million DKK. Jabra, produttore numero uno al mondo di innovative soluzioni audio a mani libere, con le sue divisioni business e consumer, sviluppa, produce e commercializza una vasta gamma di auricolari, speakerphone e cuffie Wireless e con filo per la telefonia mobile, gli uffici, i mobile worker e i Contact Center.

Per maggiori informazioni sull’azienda, visitare: www.it.jabra.com 

Facebook: https://www.facebook.com/JabraIT

Twitter:   https://twitter.com/JabraItalia

Jabra Blog:  http://blog.jabra.com/

No Comments