Archives

Comunicati

Comprare Oro o Venderlo Quale è la Scelta Migliore

Comprare oro o venderlo è una domanda che gli investitori ed i risparmiatori che investono sul prezioso metallo giallo si sono fatti spesso negli ultimi anni.
A rendere la strategia del comprare oro da investimento appetibile agli investitori sono solitamente le crisi economiche o altre situazioni negative per l’economia come l’inflazione.
In questi casi sono molti i privati che si affidano ala rinomata forza dell’oro come bene rifugio da accantonare per realizzare riserve auree che mantengono il valore del denaro investito sul lungo periodo.
Al contrario a prediligere il vendere oro sono le circostanze personali o il desiderio di concretizza una plus valenza data dalla maggiorazione id prezzo rispetto al momento dell’acquisto.
Compare oro da investimento è particolarmente adatto a realizzare riserve di valore in quanto l’oro è facilmente monetizzabile anche sotto forma fisica recandosi presso una attività come questo compro oro Firenze che acquista oro usato in qualsiasi forma o condizione.
Sia che si tratti di lingotti da investimento che di gioielli oggi è possibile detenere questi oggetti per vendere al momento che sopraggiungano esigenze impellenti di liquidità che non possiamo ottenere in altro modo.
Sono molte le persone che oggi puntano sul prezioso metallo giallo per avere scorte finanziarie, il consiglio è sempre quello di non vendere oro usato o nuovo in quanto questo bene aumenta anche lentamente intercalando momenti di ribasso.
Per capire le potenzialità dell’oro come bene rifugio basti pensare che negli ultimi 20 anni il suo valore è aumentato quasi di sette volte un risultato che lo pone come uno dei migliori investimenti in assoluto.
Oltre ad essersi rivelato conveniente il prezioso metallo giallo garantisce anche a stabilità e la sicurezza come pochi altri beni o titoli possono fare.
Pet tutti questi motivi alla domanda comprare o vendere oro si può rispondere che non conviene mai monetizzarlo se non in quei casi in cui le necessità economiche o per qualcosa che desideriamo particolarmente.
In questi casi la scelta di monetizzare il valore dell’oro non è dettata dalla convenienza ma piuttosto da altre ragioni che sono preferite al voler mantenere una riserva aurea che ci metta al sicuro dalle crisi e dall’inflazione oltreché da eventuali altri dissesti.

No Comments
Comunicati

Vendere Oro Come Ottenere il Prezzo Più Alto

Vendere oro è oggi una operazione commerciale divenuta molto semplice grazie alle attività come questo compro oro Firenze che hanno fatto dell’acquisto di gioielli e oggetti in oro il proprio business principale.
Nonostante vendere oro usato che non usiamo più sia facile questo non vuol dire che si altrettanto semplice ottenere la giusta offerta in base al reale valore.
Volere vendere il proprio oro troppo velocemente accettando le condizioni e soprattutto il prezzo di acquisto di qualsiasi compro oro potrebbe far perdere parte del potenziale guadagno che possiamo realizzare.
Per realizzare il massimo dal proprio oro usato la prassi più conveniente sarebbe quella di attendere un momento in cui il la quotazione sia piuttosto favorevole in base all’andamento del periodo.
Questo in quanto pur essendo diverso il prezzo dell’oro usato da quello ufficiale di riferimento chi acquista oro di fatto parte dalla quotazione oro ufficiale del momento per poi detrarre spese e guadagno.
Al momento che si decida di vendere oro la cosa migliore è quella di richiedere varie valutazioni a diversi operatori del settore in modo da potere scegliere quella più alta.
Non tutti i compro oro fanno gli stessi prezzi, questi possono variare di alcuni euro al grammo in base all’organizzazione interna dei vari operatori e alla percentuale di guadagno che decidono di trattenere.
Negli ultimi anni si è assistito ad una forte concorrenza tra i vari operatori del settore che ha portato il prezzo di acquisto a livelli più convenienti per chi vende oro usato rispetto ad alcuni anni fa.
Soprattutto se si tratta di quantità importanti la differenza di prezzo tra un compro oro ed un altro può portare a realizzare somme molto maggiori, tanto che in alcuni casi potrebbe essere conveniente anche informarsi su prezzi di operatori che operano anche lontani.
Dobbiamo tenere in considerazione il fatto che spesso i prezzi di acquisto più alti per l’oro usato vengono proposti nelle grandi città dove sono presenti più operatori che per acquistare il maggior oro possibile sono costretti ad alzare il prezzo per evitare che parte finisca alla concorrenza.

No Comments
Comunicati

Vendere Oro Perché Oggi è Più Facile e Conveniente ?

Vendere oro oggi è molto più semplice e sicuro di quanto accadeva prima del nuovo millennio, questo è principalmente dovuto alla nascita di attività come questo compro oro Firenze.
Il Banco dei Pegni
Un tempo chiunque volesse vendere oro era facile che finisse per ricorrere al banco dei pegni conosciuto anche come banco della pietà.
Questi luoghi erano soliti raccogliere oggetti più o meno di valore che persone solitamente in difficoltà economica o bisognose di ottenere contanti subito.
Quando ci si rivolgeva ad un banco dei pegni solitamente si otteneva una somma di denaro a titolo di prestito per il quale si cedeva in garanzia un oggetto.
Tra la somma ricevuta ed il reale valore dell’oggetto vi era una notevole differenza e per riottenere l’oggetto dato in pegno si doveva regolarmente pagare rate stabilite fino alla completa restituzione della somma ricevuta, compresi i dovuti interessi.
Trattandosi nella maggioranza dei casi di persone che non versavano in buone condizioni economiche era solito che si finisse per perdere la proprietà dell’oggetto per il solo valore del prestito ottenuto.
Questa condizione di monopolio portava anche molte persone che volevano vendere oro a cederlo in pegno per una cifra molto minore rispetto al suo valore reale.
I Compro Oro
L’aumento esponenziale del numero delle persone che volevano vendere oro ha portato di fatto alle condizioni ideali per lo sviluppo di un settore dedicato all’acquisto di questa tipologia di oggetti preziosi.
Queste attività si sono specializzate nella valutazione e nell’acquisto di qualsiasi tipologia di oggetti in oro e anche di argento ed in alcuni casi di orologi di lusso.
A partire dal boom di queste attività il giro di affari è andato crescendo per alcuni anni soprattutto in quella fase in cui il prezzo dell’oro viaggiava su un valore elevato.
Oggi da alcuni anni il numero delle persone che vogliano vendere oro è calato e con questo sono diminuiti anche i compro oro in attività sul territorio.
Nonostante questo il settore si è consolidato ed oggi può contare su un discreto e comunque diffuso numero di operatori professionali ufficiale e riconosciuti a livello di legge.
Questo settore ha definitivamente dato la possibilità alle persone di vendere i propri oggetti in oro ad un prezzo congruo rispetto a ciò che si poteva ottenere un tempo presso un banco dei pegni.

No Comments
Comunicati

Dove Vendere Oro Usato a Firenze

Dove vendere oro usato a Firenze è una domanda che sempre più fiorentini si sono fatti negli ultimi tempi.
Oggi con l’introduzione anche della legge ad hoc del 2017 che regola il settore in modo stringente, possiamo essere sicuri che i compro oro sono le attività più adatte dove vendere oro usato a Firenze come anche in qualsiasi altra città italiana.
Una domanda a cui ha dato una risposta il mercato stesso ormai da molti anni con la nascita e la diffusione dei compro oro Firenze che si sono affermati sul mercato a causa delle necessità economiche reali delle persone.
Queste attività commerciali che acquistano oro usato e non, sotto ogni forma, si sono diffuse a partire dai primi anni del nuovo millennio.
La diffusione dei compro oro è dovuta ad un aumento esponenziale della necessità di vendere oro da parte di privati cittadini alle prese con la mancanza di liquidità.
Una condizione che si verificata con le cicliche crisi economiche che si sono abbattute sistematicamente nei paesi occidentali negli ultimi 20 anni.
Lo stallo economico non solo a creato le condizioni per la nascita delle attività compro oro Firenze ma anche determinato al profonda crisi di vendite di attività come gioiellerie ed oreficerie.
Queste attività che vendono beni di fascia alta non essenziali hanno patito in modo particolare la crisi dei consumi negli anni dopo l’inizio del nuovo millennio.
In questa difficile congiuntura economica gioiellerie ed oreficerie si sono ritrovate a scegliere tra chiudere o dedicarsi ad altri business come quello dell’acquisto di oggetti in oro usato.
Una scelta che da un punto di vista commerciale è stata favorita anche dalla lunga esperienza che queste attività avevano già nel proprio know how vista l’esperienza nella valutazione di oro ed altri metalli preziosi.
I compro oro che già operavano nel settore dei metalli preziosi precedentemente al boom del settore sono stati fin dall’inizio i più strutturati e professionali godendo anche di una clientela già acquisita negli anni.

No Comments
Comunicati

Vendere Oro Usato in Modo Redditizio e Sicuro

Vendere oro usato è capitato in modo sempre più ricorrente alle persone, soprattutto dall’inizio del nuovo millennio le continue crisi economiche hanno portato ad una maggiore scarsità di liquidità in sempre più famiglie.
Non è un caso che dopo il 2000 si sia diffuso in modo capillare su tutto il territorio le attività che acquistano oggetti preziosi da chi vuole vendere oro usato che non usa più o che semplicemente decide di monetizzare per necessità.
Partendo dalle principali città come i compro oro Firenze, Milano, Roma per arrivare ai paesi più piccoli queste attività si sono diffuse in modo capillare in tutto il paese.
Vendere oro usato sotto forma di gioielli e oggetti di ogni genere non implica una conoscenza approfondita ma è comunque buona consuetudine seguire alcune semplici regole che tutti possano verificare.
Una delle prime regole è quella di cercare di capire la reale percentuale, espressa in carati, di oro puro presente nella lega aurea che compone l’oggetto.
Per questo esiste la possibilità di eseguire prove empiriche che però necessitano di una certa conoscenza e dimestichezza nell’utilizzo di alcuni strumenti e sostanze, una operazioni che sono normalmente eseguite dai compro oro per verificare la purezza dell’oro.
Ad un semplice cliente è consigliabile controllare se sull’oggetto siano presenti dei timbri che ne svelino la purezza, in mancanza di questi sarebbe opportuno rivolgersi ad una gioielleria di cui ci fidiamo o in caso contrario ottenere più di una stima di diverse attività compro oro.
Una altra importante cosa da saper è il peso dell’oggetto o del gioiello che deve essere preso al netto di eventuali altri elementi presenti nell’oggetto come; pietre o altri materiali utilizzati come decorazione del gioiello.
Adesso che ci siamo fatti una idea su come comprendere il peso e la qualità dell’oro dobbiamo trovare la valutazione di acquisto più alta per vendere oro usato nel modo più redditizio possibile.
In questo caso dovremo prestare maggiore attenzione poiché ogni compro oro è libero di variare a proprio piacimento il prezzo a cui intende acquistare oro.
Per conoscere le valutazioni possiamo usare internet alla ricerca delle attività presenti nella nostra zona o nel capoluogo di riferimento.
Quando avete trovato gli operatori in oro più convenienti contattateli e chiedete se ai prezzi offerti non venga applicata alcuna diminuzione.
Una volta che avete individuato l’operatore più vantaggioso per acquistare gli oggetti ed i gioielli preziosi dovete verificare che questo, come del resto la maggioranza dei commercianti del settore, sia disponibile ad acquistare pagando subito per intero il valore dei preziosi.
Ricordate che da alcuni anni è stata introdotta una legge che non permette ai compro oro di pagare in contanti sopra una soglia di 500 euro per cui dovrete tenere presente la possibilità di avere un conto su cui far addebitare l’importo per mezzo di bonifico o altro tipo di pagamento tracciabile.

No Comments
Comunicati

Business il Settore dei Compro Oro

Il Business si basa su leggi ben precise anche se non scritte una di queste è quella classica della domanda e dell’offerta.
A questa legge non si è sottratto nemmeno un settore particolare come quello dei compro oro che a causa di un aumento esponenziale dell’offerta di oggetti oro da parte dei privati è nato e si è diffuso in pochi anni.
Le condizioni per la nascita e la diffusione del settore dei compro oro si sono concretizzate nei primi anni del 2000, quando parallelamente all’inizio di periodo di ristrettezza economica si è avuto un periodo in cui la valutazione è stata molto elevata.
Questo contesto economico ha favorito la diffusione di queste attività commerciali ai danni delle altre forme di commercio dell’oro più tradizionali.
Le insegne delle gioiellerie e delle oreficerie delle città hanno lasciato il posto a compro oro firenze, compro oro milano o roma per poi diffondersi anche nei paesi più piccoli fino a coprire tutto il territorio nazionale.
Come hanno fatto i compro oro ad imporsi durante la crisi ?
Gli operatori che prima basavano il proprio business sulla vendita di gioielli e oggetti preziosi hanno dovuto fare i conti con una stagnazione delle vendite che ancora oggi non da segni di ripresa.
In questo contesto economico difficilissimo per riuscire a superare le difficoltà hanno sovvertito il proprio business trasformando le proprie attività dalla vendita all’acquisto di gioielli preziosi.
Facendo leva sulle forti difficolta economiche delle persone, i compro oro hanno iniziato ad offrire pagamenti immediati in cambio di oro usato di qualsiasi forma.
In questo modo le persone in difficoltà di contanti ma che avevano oggetti e gioielli in oro hanno potuto monetizzarne il valore in modo immediato, potendo contare anche in un momento in cui la quotazione oro era particolarmente alta entrambi le parti hanno avuto potuto concludere buoni affari.
Quale è il guadagno dei compro oro ?
Il guadagno dei compro oro è la rappresentato dalla differenza tra il prezzo pagato e il prezzo al quale riescano a vendere l’oro accantonato ad uno dei banchi dei metalli autorizzati per la riconversione di questo in oro puro certificato.
Maggiore è la quantità di oro acquistato maggiore è il guadagno che i compro oro riescano ad ottenere dal proprio business.
Questa particolare condizione porta gli operatori del settore ad offrire un prezzo dell’oro competitivo rispetto alla concorrenza, un fattore che favorisce chi vuole vendere oro in quanto può valutare il miglior offerente tra i vari compro oro.

No Comments
Comunicati

Vendere Oro Usato, in Quali Città i Compro Oro Pagano Meglio ?

Nei primi anni del 2000 il numero di persone desiderose di vendere oro è cresciuto in modo esponenziale, in conseguenza a questo aumento di offerta di oro usato sono nati e si sono diffusi i compro oro.
Molte di queste attività commerciali sono ex gioiellerie ed orafi che visto lo stallo delle vendite di oggetti preziosi in questi anni hanno riconvertito la propria attività facendo dell’acquisto di oro usato il proprio business principale.
Ma ci sono città in cui l’oro viene pagato di più ?
Ci sono alcune città dove il numero di compro oro per abitante è più elevato che in altre zone, questo determina una maggiore concorrenza che obbliga gli operatori di alcune città ad aumentare il prezzo di acquisto per attrarre maggiormente chi vuole vendere oro
In questo modo gli operatori cercano di acquistare una maggior quantità di oro anche se ad una percentuale di guadagno più bassa, una strategia di mercato adottata spesso anche in altri settori per battere la concorrenza.
Tra gli operatori che pagano il prezzo più alto ci sono i compro oro Firenze, gli operatori in questa zona sono numerosi, molti dei quali sono ex-gioiellerie che a Firenze sono sempre state molto diffuse.
I compro oro Firenze attraggono clienti non solo locali ma anche provenienti da altre zone di italia, grazie alla posizione strategica del capoluogo toscano che è situato in una posizione centrale più vicina da raggiungere anche da altre zone del paese.
Ma come i compro oro calcolano il prezzo di acquisto dell’oro usato ?
Il costo dell’oro viene stabilito ufficialmente ogni giorno dal LBMA che è un gruppo di importanti banche mondiali che si riunisce ogni giorno a Londra per stabilire la quotazione dell’oro e dell’argento in base agli ordini dei grandi clienti internazionali.
Partendo dalla quotazione dell’oro ufficiale i compro oro effettuano una stima della qualità espressa in carati degli oggetti che li vengano offerti da chi vuole vendere oro, che generalmente corrisponde ad oro 18 carati e cioè composto da puro per il 75%.
calcolato il costo dell’oro puro contenuto nell’oggetto a questo sarà scontato il costo necessario per la riconversione in oro nuovo degli oggetti preziosi, a questo valore verrà ulteriormente scontata la percentuale che il compro oro decide di trattenersi come compenso, una percentuale che può variare da operatore a operatore a seconda della politica aziendale adottata.
Partendo da queste considerazioni si può facilmente dedurre che non tutti i compro oro propongano lo stesso prezzo a chi vuole vendere oro usato.
I fattori che determinano i prezzi di acquisto dei vari operatori si basano spesso sulle leggi di mercato classiche che regolano le attività commerciali, la concorrenza e la prossimità della stessa sono i fattori più determinanti del prezzo finale

No Comments
Comunicati

Comprare oro in periodo di crisi, un investimento sicuro

In periodo di crisi non è mai facile diversificare i propri investimenti. Con il venir meno delle risorse economiche, sottoposte a stress finanziari considerevoli, sono in molti quelli che vedono diminuire i propri risparmi. Comprare oro risulta uno degli investimenti più sicuri e di valore certo possibili. La domanda di oro infatti, nel 2010, è cresciuta del 118%, a testimonianza del fatto che gli investitori vanno in cerca dell’oro cercando stabilità e sicurezza negli investimenti.

In molti, anche in Italia, stanno investendo nell’oro, chi sulla base dell’andamento della quotazione internazione, in continua crescita, a livelli quasi mai visti, chi invece è alla ricerca proprio di oro fisico: lingotti, monete ed altri oggetti da acquistare e conservare perché sono e saranno di valore certo.

Altri invece, per far fronte proprio alla crisi, attingono alle loro riserve di oro, vendendolo. Molte famiglie in difficoltà finanziarie, per poter pagare una bolletta imprevista o per sostenere spese improvvise, fanno ricorso alle loro riserve di oro, l’oro di famiglia, quello ricevuto in occasione delle cerimonie, vendendolo. Ci sono alcuni compratori (e rivenditori) online specializzati che offrono addirittura una quotazione al grammo superiore rispetto a quella ufficiale e si occupano di spedizione e pagamento, che avviene in contanti in 24 ore dalla ricezione. Oggi vendere oro non solo può essere un modo per risolvere i propri problemi finanziari ma è anche facile e veloce.

Possiamo dunque dire che comprare oro in periodi di crisi è un investimento sicuro perché preserva il capitale trasformandolo in un bene fisico di valore certo e riconosciuto, d’altra parte però assistiamo ad un fenomeno particolare e mai visto prima (almeno nell’epoca dei consumi di massa), vendere oro da parte di famiglie e privati o per sostenere la crisi ed avere subito liquidità o per la convenienza della quotazione.

No Comments
Comunicati

Vendere oro, un aiuto per le famiglie italiane

In tempi di crisi economica l’unico investimento che non perde di valore è quello in oro. L’oro infatti, a differenza di azioni di aziende e titoli di stato, è un bene fisico, scambiato sui mercati internazionali secondo la classica legge economica della domanda e dell’offerta. Sebbene l’oro sia soggetto ad un controllo più approfondito rispetto alle altre tipologie di beni perché fa da guida per fissare molti altri prezzi e tassi di cambio.

Investire in oro è infatti diventato un investimento di primo piano da quando c’è la crisi finanziaria, i risparmiatori ricorrono a beni rifugio, così viene chiamato l’oro ed altri beni il cui investimento cresce proprio in tempi di crisi, in tempi cioè in cui è più elevata l’incertezza nei mercati finanziari.

Dunque i risparmiatori, in momenti di crisi come quello attuale, tendono a proteggere il proprio patrimonio investendo i loro risparmi in beni dal rendimento sicuro e nei cosiddetti beni rifugio, come l’oro. Non è dunque un caso che gli investimenti in oro nell’ultimo periodo siano significativamente aumentati: aumentati da un lato appunto per la tendenza dei risparmiatori ad investire in beni rifugio, dall’altro, perché le quotazioni dell’oro sono esponenzialmente aumentate.

Un altro fenomeno, almeno in Italia, molto diffuso negli ultimi mesi, è la vendita dell’oro. I piccoli risparmiatori, in momenti di difficoltà, vendono il proprio oro di famiglia per far fronte ad una spesa imprevista, una bolletta più alta del normale, o altri avvenimenti straordinari che rischiano di mettere in crisi la già precaria situazione finanziaria di molte famiglie italiane.

Complice, come si diceva, una quotazione favorevole, i risparmiatori e le famiglie italiane hanno scoperto che vendere oro può dare un notevole contributo alla quadratura dei propri conti familiari. Specialmente in presenza di imprevisti.

No Comments
Comunicati

Comprare e vendere oro, un business che non passa mai di moda

All’aeroporto oggi non si va solo per prendere un aereo ma anche per comprare oro. Potrebbe sembrare strano ma da qualche tempo nell’aeroporto di Orio al Serio, a Bergamo, è stato installato un vero e proprio bancomat dell’oro attraverso il quale è possibile investire in quello che da sempre è considerato il bene rifugio per eccellenza, l’oro.

Investire in oro oggi significa mantenere il potere d’acquisto preservandosi da eventuali sbalzi finanziari, in tempi di crisi è un investimento sicuro, infatti proprio in questo periodo di insicurezza finanziaria gli investimenti in oro stanno aumentando esponenzialmente.

Aumenta esponenzialmente anche la vendita dell’oro; sono in tanti a raccogliere l’oro di famiglia, quello ricevuto in regalo nelle occasioni importanti per rivenderlo ai negozi specializzati che in questo periodo stanno incrementando sostanzialmente i loro affari, molto spesso per far fronte a spese impreviste o a bollette troppo alte, altre volte invece è possibile trovare persone che vendono il proprio oro semplicemente perché è il momento giusto per farlo; la quotazione dell’oro infatti è parecchio aumentata negli ultimi tempi.

I commercianti stanno cercando di sfruttare al massimo questa nuova ondata di febbre dell’oro offrendo non solo il pagamento in contanti ma anche qualcosa in più rispetto alla quotazione ufficiale di cambio. Il meccanismo è semplice proprio come quello di acquistare oro, basta andare dal gioielliere, farsi pesare l’oro, misurare la caratura ed essere pagati.

Il business si sta sviluppando molto velocemente anche online, esistono servizi di valutazione e acquisto dell’oro interamente via internet in cui il prezzo viene bloccato al momento della prenotazione, nel giro di 24 ore l’oro viene affidato ad un corriere, preso in carico dall’acquirente che verifica la valutazione ed effettua il pagamento. Facile, veloce e garantito per chi vuole vendere il proprio oro e ricevere il corrispettivo in tempi brevi.

No Comments