All Posts By

dechigno

Comunicati

Metamorfosi di un centro congressi


Un convento lusso per eventi d’eccezione: una definizione che si adatta perfettamente al centro congressi di Villa Medici Giulini, un eden di serenità bellezza alle porte di Milano che diffonde l’atmosfera di un antico convento, creando un distacco dalla realtà esterna. Le strutture del centro congressi sono una parte completamente indipendente del complesso monumentale di Villa Medici, in origine una villa-fattoria, tipica della Lombardia del ‘600, acquistata nel 1980 da Fernanda Giulini, diplomata al Conservatorio di Milano e figura importante dell’imprenditoria milanese. Sua l’idea di trasformare la villa in una casa museo per ospitare la sua preziosa collezione di antichi stru-menti a tastiera, riproponendo la tradizione settecentesca dei concerti in villa. Nel lussuoso centro congressi o negli spazi all’aperto di Villa Medici Giulini ogni evento trova l’ambientazione migliore.

Una location esclusiva e flessibile
Il centro congressi di Villa Medici Giulini è composto da un insieme di lussuose sale e salette per sottogruppi, perfettamente insonorizzate e dotate delle attrezzature indispensabili all’attività convegnista, che offrono una grande duttilità di allestimento per adeguarsi alle varie tipologie di eventi. La Sala dei Cavalieri, lo spazio più ampio e funzionale, dispone di dotazioni hi-tech, tra cui uno schermo 250×280, videoproiettore, teleconferenza, traduzione simultanea in più lingue e lavagna luminosa. Può essere allestita a ferro di cavallo, a banchi di scuola e a platea, e accogliere fino a 120 persone. Questa hotel sala convegno prende luce dalle finestre che, a nord, si affacciano sulle montagne del Lecchese e, a sud, su un incantevole giardino di rose. Anche la Sala dell’Organo Toscano, che deve il nome all’antico strumento che la impreziosisce,è molto spaziosa ed ideale per una disposizio-ne a ferro di cavallo, mentre l’adiacente Sala dell’Organo Napoletano, strumento che ha il registro degli usignoli, è adatta a coffee-break e a servizi di segreteria. Per i seminari residenziali, il centro congressi dispone di 20 camere lussuose, arredate in modo diverso una dall’altra tanto da trasmettere la percezione di trovarsi in un’antica dimora, rafforzando quell’alone di serenità di cui è permeato l’intero complesso. Infine in tutte le sale è disponibile la connessione Internet a banda larga, e a richiesta anche wireless.

Musica, gala e vitti rari per concludere con stile
Anche le due splendide sale da pranzo del centro congressi Milano, collegate fra loro e arredate in modo omogeneo e lussuoso, possono essere allestite in maniera flessibile, per esempio a tavolo imperiale o a tavolo manageriale.
Decorate da pitture a grisaille che raccontano la storia di Amore e Psiche, le sale sono adatte sia a piccole cene, con tavolo disposto al centro dello spazio, sia a ricevimenti importanti per oltre cento ospiti. Ma non è tutto. Anche il curatissimo giardino di Villa Medici Giulini può trasformarsi, durante un meeting, nello stupendo scenario di un ricevimento a cielo aperto. Particolarmente apprezzata dagli ospiti la cena di gala organizzata a conclusione di un evento. Realizzata con un menù molto ricercato, la cena è anche l’occasione di conoscere i pregiati vini di Gavi La Marchesa, una tenuta di proprietà della famiglia Giulini (albergo sala meeting). Ecco allora Io Chardonnay Brut Doc, un spumante leggero per aperitivi e dessert, il Gavi Doc, adatto ad alimenti leggeri. il Monferrato Claret Doc, ideale per i piatti freddi e, infine, il Monferrato Rosso, un vino rosso rubino vinificato in un vero Chateau La Mar-chesa, perfetto con secondi piatti di carni bianche e rosse. Villa Medici Giulini può regalare altre emozioni. In occasione di un evento davvero eccezionale anche la conclusione è straordinaria: la villa, una realtà strettamente privata, apre i cancelli per offrire agli ospiti un seducente percorso nella musica con un concerto itinerante durante il quale vengono suonati diversi strumenti musicali della collezione, tutti in uno stato di conservazione praticamente perfetto.

Villa Medici Giulini
Ufficio: corso di Porta Nuova 15, Milano
Tel. 335.295939 – Fax 02.6555576
via Medici 6 – 20040 Briosco (MI)
[email protected]
www.villamedici-giulini.it
Fernanda Giulini

FONTE: Meeting e Congressi, Settembre 2004

Distribuito da
Prima Posizione – Risolvere crisi economia italiana

No Comments
Comunicati

Crisi economica e finanziaria? Non stare a guardare, combattila.


I laboratori di Prima Posizione Srl presentano il prodotto in grado di contrastare efficacemente la recessione: CombatEasy – Combatti la Crisi!

Crisi, stagnazione economica, riduzione dei consumi; non si fa altro che parlare della crisi e dei suoi effetti sulla nostra vita sociale e economica. Benissimo, la crisi può anche esserci, ma non facciamo nulla per contrastarla?

Ciò che sta colpendo in questi ultimi mesi l’economia mondiale, non è altro che un’evoluzione naturale di tutto l’universo finanziario ed economico alla quale privati ma soprattutto le aziende se desiderano sopravvivere, debbono assolutamente adattarsi, reagendo e disponendosi al “cambiamento”.

Darwin insegna che sopravvive solo chi è in grado di adattarsi in modo rapido ed efficiente alle nuove condizioni “climatiche”, esattamente questo avviene anche nel mercato moderno, caratterizzato dalla globalizzazione in corso in questi ultimi anni.

Ma un imprenditore come può evolvere la propria attività produttiva o commerciale?
Semplice, sfruttando le nuove opportunità che l’evoluzione in corso propone, cogliendo al volo e in modo tempestivo ogni possibilità di creare business e abbattere i costi di promozione.

Proprio in questi termini, i tecnici di Prima Posizione Srl (agenzia di web marketing) hanno sviluppato un prodotto Anti-Crisi in grado di generare un elevato Ritorno dell’Investimento (ROI) grazie a un metodo scientifico di promozione online e investimenti contenuti: CombatEasy – Combatti la crisi.

In particolare, ogni “compressa” di CombatEasy è un concentrato di tutte le esperienze e competenze di Prima Posizione Srl nell’internet marketing che funzionano da “principi attivi” per lo sviluppo ottimale della promozione online.

Ecco brevemente come agisce CombatEasy:

1] Assunzione della compressa (dopo analisi e studio di mercato)
2] Sviluppo web design e montaggio sito dinamico (restyling o costruzione ex-novo del sito web)
3] Inserimento ottimizzato nelle mappe di Google
4] Ottimizzazione di tutte le pagine del nuovo sito per incrementare la visibilità sui motori di ricerca
5] Aumento della popolarità online (al fine di essere sempre più visibili sui motori e portali tematici di settore)
6] Analisi delle statistiche e redazione del piano di web marketing per migliorare progressivamente tutti i risultati
7] Incremento sostanziale dei contatti da clienti potenziali provenienti da tutto il pianeta
8] Aumento delle vendite e Ritorno dell’investimento
9] Combattere e Vincere la crisi, mediante un canale promozionale efficace e a basso costo

CombatEasy è così efficiente perché “ribalta” le tradizionali strategie di promozione, infatti rende visibili nel momento in cui il cliente potenziale manifesta una specifica esigenza (ricercando proprio quei prodotti e servizi sui vari motori di ricerca). Questo permette di promuoversi esattamente a un target profilato (sicuramente interessato) e molto propenso all’azione visto che manifesta lui stesso la propria necessità.

In questi termini, CombatEasy risulta sempre una soluzione vincente se confrontata con tutti gli altri metodi di promozione tradizionali come: televisione, radio, carta stampata, etc. (vedi confronto con Marketing tradizionale).

Continuare a parlare e sperare che in futuro la situazione migliori non è assolutamente una soluzione che le aziende possono adottare per SOPRAVVIVERE. E’ ora di reagire insieme e mettere in campo il proprio orgoglio per sconfiggere la negatività, con: CombatEasy – Combatti la crisi!

Contatti:

CombatEasy è un’idea di
Prima Posizione Srl
Viale dell’Industria, 60
35129 Padova PD

Email: [email protected]
Sito: www.combateasy.it

Telefono: +39-049 776196

Comunicato a cura di: Michele De Capitani

No Comments
Comunicati

Turismo della regione Veneto trainato dall’intramontabile Venezia


Al bit 2009 un grande stand per tutta la regione Veneto che punta ancora una volta anche sul turismo nazionale ed internazionale.

Infatti il Veneto da solo registra quasi un sesto di tutto il turismo sviluppato dalle attrazioni turistiche italiani (sfiorando quasi i 61 milioni di turismi registrati nello scorso anno). Proprio per questo motivo, la regione investe in promozione e nel prossimo BIT (Borsa Internazionale del Turismo, manifestazioni in programma nel mese di febbraio presso il nuovissimo centro espositivo di Fiera Milano in Rho).

I responsabili curatori garantiscono che sarà un vero e proprio evento mediatico fra spettacoli di bellezza e un’esaltazione complessiva dell’ospitalità Veneta che potrà essere toccata con mano presso lo stand di Regione Veneto al Padiglione 3P/1 – Stand P40 S73 del polo fieristico. Questo enorme spazio espositivo è stato progettato per attirare visitatori e curiosi di ora in ora con una programmazione davvero interessante e completa sul mondo del turismo in Veneto, proponendo tutte le soluzioni possibili per chi desidera passare un week-end oppure le proprie vacanze nella regione.

Lo spazio espositivo sarà presentato e inaugurato il primo giorno di manifestazione (giovedì 20 febbraio a mezzogiorno e mezzo) dove si potrà anche fare il punto della situazione per quanto riguarda l’intero mercato economico del turismo con i principali operatori di settore con esponenti di hotel Venezia ed altre figure di rilievo che vivono concretamente il turismo in grado di dar lavoro a oltre 450.000 operatori e genera un fatturato totale che supera di gran lunga i 12 miliardi di Euro.

Come è possibile intuire, gran parte del turismo in veneto è dovuto alla presenza di una città unica nel suo genere, invidiataci da chiunque nel mondo, e quindi visitata… specialmente se presenta offerte Venezia praticamente imperdibili. Però certo non dobbiamo dimenticare che la regione Veneto, non ha solamente “l’attrazione Venezia” ma ha la fortuna di avere un paesaggio completo: dal mare (oltre alla laguna vi sono località come Bibione e Lignano Sabbiadoro) alla montagna con le più belle vette delle Alpi Dolomitiche. Tutto questo permette alla regione di soddisfare qualsiasi esigenza, dal romanticismo degli alberghi Venezia, al divertimento e spiagge infinite delle località di mare… per non dimenticare i paesaggi fantastici di montagna.

Forse è proprio questo il segreto, territoriale, che permette alla regione Veneto di essere così frequentata e amata da turisti italiani e di tutto il mondo, ma siamo sicuri anche che è merito di un tessuto industriale che permette di sostenere e curare al meglio questo territorio preservandolo e promuovendolo in modo eccellente, proprio come solo i Veneti sono in grado di fare.

Tornando al BIT e alla partecipazione della regione, lo stand Veneto sarà visibile subito dopo l’inaugurazione ed anticiperà immagini, profumi, sapori ed emozioni del carnevale più famoso d’Italia, il Carnevale di Venezia, poi il tutto proseguirà con musiche del Gran teatro della Fenice con balli estemporanei di Bassano. Da non perdere.

A cura di Michele De Capitani
Prima Posizione Srl – Registrazione Google

No Comments
Comunicati

La festa del papà si avvicina, alcune idee e consigli


Alcuni suggerimenti per la festa del papà e dimostrare con semplici doni la riconoscenza e l’affetto ad una delle più importanti persone della propria vita.

Quando si pensa ai diamanti, solitamente li si associano all’universo femminile. Tuttavia, anche gli uomini non disdegnano regali preziosi ed in taluni casi può far davvero piacere ricevere una gioia per la festa del papà da esibire con orgoglio ad amici e colleghi. In questi termini, la festa del papà è un momento per mostrare quanto tuo padre significa esattamente per voi. E quale modo migliore è quello di dimostrarlo con un regalo dal valore di Diamante, qualora non fosse possibile economicamente parlando donare un vero e proprio gioiello?

In particolar modo, dobbiamo concentrarsi sui desideri dell’uomo, che non è attratto esclusivamente dal valore del dono ma soprattutto dalla sua utilità e dal suo lato pratico e visivo.

A tal proposito, oltre quindi a regali preziosi ma molto costosi come possono essere gli orologi con diamanti (ideali per uomini d’affari), per far felice un papà nella sua festa, possiamo dedicarci alla sua sfera affettiva, colpendolo con un emozione ma tangibile, questo può essere fatto con una foto stampe tela, una fotografia in grado di arredare l’ufficio o l’officina con un emozione condivisa nell’amore fra padre e figlio.

Inoltre è possibile anche realizzare composizione artistiche in grado di rendere anche più piacevole e divertente la fotografia, per esempio spezzandola in più parti magari asimmetriche oppure applicando effetti pop art online che rendono l’immagine, oltre che unica anche una vera e propria opera d’arte.

Invece, se si vuole per forza stare su regali preziosi ed al contempo utili, si può sicuramente pensare a gemelli d’oro, indispensabili per i manager moderni che vogliono stupire i propri clienti e trasmettere un’immagine non solo di alta professionalità, ma anche di eleganza, stile e personalità.

Questi regali papà alla fine sono ideali anche per chi deve indossare spesso abiti eleganti come chi lavora in banca, o anche semplicemente i fotografi che partecipano a ricorrenze religiosi per realizzare i vari servizi fotografici.

Infine, l’ultimo dono di diamanti che si potrebbe considerare per il proprio padre è un ciondolo delle varie collane o braccialetti. Difatti la piastrina rappresenta un punto di vita aggiunto ad altri e sicuramente sarà ricordato ed apprezzato da chiunque sia appassionato a questi prodotti decorativi.

In pratica, il consiglio principale è quello di indagare sulle abitudini ed esigenze del padre e adattare un dono dal significato profondo ad una certa utilità e praticità. Questo eviterà di far finire il dono in un cassetto della camera e dimenticato dalla memoria.

A cura di Michele De Capitani
Prima Posizione Srl – Search engine marketing

No Comments
Comunicati

Mozart musicista del fitness


La miglior musica per il nostro organismo durante l’allenamento in palestra è quella composta da Wofgang Amadeus Mozart.

A dimostrarlo è uno studio effettuato dal professor Alfred A. Tomatis dell’Accademia Francese della Medicina e della Scienza. Secondo il team di scienziati il grande maestro austriaco nelle proprie composizioni avrebbe saputo dosare al meglio gli elementi che rendono una musica adatta a fare da sottofondo all’attività con attrezzature fitness. Parliamo di ritmo, timbro, frequenza e intensità.

La musica ascoltata durante l’attività fisica sarebbe in grado non solo di accrescere ed esaltare i risultati e i benefici dello sport. L’alta frequenza dei suoni potrebbe addirittura agire direttamente sulle nostre cellule cerebrali, rivitalizzando l’intero corpo anche con ginnastica passiva come mediante l’utilizzo di elettrostimolatori professionali.

Lo studio ha dimostrato come la musica del compositore di Salisburgo contenga tutti gli elementi per accompagnare gli sportivi durante ogni fase dell’allenamento. Prima di tutto il ritmo, capace di calmare il battito cardiaco e la frequenza degli atti respiratori. Poi il timbro degli strumenti: secondo la ricerca i suoni armonici acuti di violini, viole e violoncelli agirebbero normalizzando le alterazioni dell’emotività. Infine la frequenza e l’intensità sono caratteristiche imprescindibili della musica scelta per accompagnare i vari tipi di esercizio fisico.

Suoni a bassa intensità e frequenza che propongono timbri soffusi, come quelli di un Adagio, sono consigliati per gli esercizi di defaticamento e sintonizzazione tipici delle pedane vibranti, mentre i ritmi e le frequenze medie di un Allegro ben si accompagnano agli esercizi per il busto, per esempio gli addominali. Attività di tipo aerobico o esercizi specifici per gli arti inferiori e superiori, infine, si associano a musiche con intensità e ritmi elevati, capaci di sostenere l’importante sforzo fisico richiesto al nostro corpo.

A cura di Michele De Capitani
Prima Posizione Srl – Web media

No Comments
Comunicati

Regali aziendali, alcune idee per queste feste


E’ vero, è tempo di crisi non solo nel nostro Paese, ma in tutto il mondo. Ma sono comunque tante le aziende che godono di buona salute e che nelle grandi occasioni regalano ai dipendenti e/o ai clienti dei gadgets o veri e propri regali aziendali.

Natale e Pasqua sono le principali festività in cui le ditte si muovono in questo senso. E quindi, via libera alle idee, alle vaste scelte che vengono proposte, e a seconda del “peso” che si vuole dare le alternative vanno , per quanto riguarda i gadgets, alle agendine, penne, cappellini, portachiavi, accendini, piccole trousse, orologi, braccialetti, e chi più ne ha più ne metta. Ogni oggetto ovviamente porterà la firma dell’azienda. Questo tipo di gadgets, anche le foto calendari, sono più che altro rivolti ai clienti anche dei piccoli negozi.

A fine anno soprattutto, per ringraziare il cliente della fiducia dimostratagli finora, per non averlo “tradito”. Per regali aziendali invece si intendono, specie nel periodo delle feste di Natale, i classici cesti natalizi pieni di leccornie e prodotti tipici. Questi ringraziamenti di solito sono quelli che si fanno ai dipendenti per aver lavorato egregiamente durante l’anno che sta per finire. In altri casi, magari nel caso di piccole ditte con pochi dipendenti, il datore di lavoro può “osare” anche di più, con simpatiche idee regalo. Ma dove si acquistano i gadgets? Si possono anche ordinare? E dove? Una delle vie semplici da seguire è quella di ordinare tramite uno di quei cataloghi che solitamente arrivano via posta prioritaria alle aziende. Una lunga lista di idee e prezzi davvero abbordabili per ogni tipo di gadgets da regalare per Natale o semplicemente per pubblicizzare la propria attività, come ad esempio la stampa foto su tela. Periodicamente, le ditte ricevono per posta prioritaria dei cataloghi che trattano proprio questi temi. All’interno oltre ai gadgets, anche tante idee regalo utili sia per la casa sia per l’ufficio, che vanno dal materiale cartaceo a complementi d’arredo come mobili porta pc, scrivanie, sedie.

I prezzi sono davvero abbordabili e gli ordini soprattutto per i gadgets pubblicitari vengono fatti da un minimo di numero pezzi. Tenete conto che in prossimità delle feste, gli ordini sono davvero tanti; per non rischiare di ritrovarsi senza niente, il consiglio è sempre quello di muoversi per tempo, anche un paio di mesi prima. Per ordinare basta compilare il “form” che si trova all’interno del catalogo, scegliere il metodo di pagamento (contrassegno, bancomat, carta di credito) e spedire per posta prioritaria. In pochi giorni, riceverete direttamente all’indirizzo sopra indicato, la merce che avete ordinato. Solitamente, queste ditte che si occupano di gadgets aziendali operano solo per corrispondenza o via internet, in quanto sono aziende all’ingrosso. Anche per quanto riguarda l’ordine dei cesti natalizi potete rivolgervi a produttori del settore. Sul web ne trovate davvero tanti e anche in questo caso, come nel precedente l’iter per gli ordini è lo stesso, anche specializzati nella fornitura di collage foto e fotografici. Ma potete anche ordinarli presso i negozi della vostra città che nel periodo natalizio confezionano cesti anche su ordinazione.

Ciò significa che potete decidere, a seconda del budget che mettete a disposizione il contenuto di ogni cesto.
E buon Natale a tutti…!

A cura di Pinuccia Carbone distribuito da
Trenet Srl – Grafico web designer

No Comments
Comunicati

Acquisti senza tasse: la Riviera sempre un passo avanti


Questa particolare procedura che permette di avere un rimborso dell’iva sui beni acquistati che arrivano nel paese del turista all’interno del proprio bagaglio personale, ha permesso un incremento delle vendite del 15%.

Ormai è noto, Riccione è la ‘Capitale’ del della Riviera Romagnola, in questo periodo soprattutto per il capodanno Riccione, ma anche per quanto concerne il Tax Free shopping del quale possono usufruire gli incessanti turisti stranieri che ogni giorno affollano il famosissimo viale Ceccarini alla ricerca di prodotti di qualità a prezzi convenienti. Nella ‘Perla Verde’, così viene chiamata Riccione, in funzione dei dati ufficializzati in questi ultimi giorni dal Global Refound, azienda di primo piano a livello internazionale nello sviluppo del Tax Free shopping (non è altro che il servizio offerto a tutti i turisti stranieri che lo richiedono, un rimborso complessivo dell’IVA su tutti i beni e prodotti acquistati in Riviera e che vengono esporti nel proprio paese di origine con il bagaglio personale).

Proprio Riccione risulta la città più propensa a questa tipologia di commercializzazione con ben oltre il 40% del Tax Free shopping della Romagna. Ecco la classifica parziale: Riccione 45% seguita da Rimini col 28%. Si tratta quindi di un mercato in grande espansione sul territorio Romagnolo che vanta una costante crescita vicina al 20% rispetto il 2007 con una spesa complessiva media di oltre 560 euro.

Confrontando i mesi di gennaio ed ottobre del 2008 con quelli dell’anno precedente, entrambi segnalano un forte aumento della propensione all’acquisto, più precisamente gennaio ha registrato un incremento del 15% mentre ottobre del 17%.

Nello stello lasso temporale, la progressione più evidente si attesta però a Milano Marittima, laddove l’incremento degli acquisti è stato oltre il 45% con una spesa media di oltre 1200 Euro (record per l’intera Emilia Romagna). Analizzando e profilando i clienti (in questo caso turisti da ogni parte del mondo), i dati attestano che i Russi, solitamente alloggiano presso hotel Rimini fiera, possiedono la leadership fra tutte le altre nazioni con oltre l’80% della spesa che usufruisce del TAX FREE, attestando una crescita ulteriore rispetto l’anno 2007 di oltre il 30%.

Il secondo posto è occupato dai turisti delle nazioni nate dopo la divisione dell’URSS e rappresentano circa il 6% del totale. In terza posizione i cittadini Arabi che in questo ultimo anno hanno subito una flessione della spesa pari al 40% ed ora rappresentano solamente l’1% del mercato generato dal TAX FREE in Riviera Romagnola.

In questi termini, per ciò che concerne i settori merceologici, i viaggiatori stranieri effettuano 8 acquisti su 10 nel settore della moda e del fashion, mentre la categoria della gioielleria raggiunge uno scontrino medio di oltre 1780 Euro e copre l’11% delle spese totali.

Come già detto in precedenza, rispetto al 2007, quest’anno è sicuramente in progresso (circa il 23%) nel totale sulla spesa in tutta la Riviera, con scontrini medi pari a circa 560 Euro.

La controtendenza, rispetto alla situazione economica mondiale, dovrebbe essere confermata anche nei periodi natalizi che fra 1 mese vedranno arrivare in Riviera, per il capodanno Rimini e Riccione, migliaia di turisti italiani e stranieri: pronti a festeggiare, pronti a spendere.

A cura di Michele De Capitani
Prima Posizione Srl – Slogan per sito internet

No Comments
Comunicati

Parola d’ordine divertimento


Esiste un posto dove andare in vacanza e non divertirsi è impossibile. Un posto unico perché con la più alta concentrazione di divertimento in tutta Europa. Esiste un posto vicino a tutti noi che si chiama Riviera Romagnola. Diciamo Riviera Romagnola e pensiamo subito al divertimento. E pensiamo bene.

Ufficialmente riconosciuta come la capitale dei locali notturni, dei fashion club che puntualmente all’arrivo dell’estate propagano tendenze miste a trasgressione e divertimento contagiando i propri turisti, che soggiornano ad esempio hotel 3 stelle Rimini, in con estrema facilità, oggi la Riviera Romagnola conserva il fascino e soprattutto mantiene la genuinità che l’ha contraddistinta nel corso degli anni ad oggi.

D’obbligo, a questo punto, inquadrare la Riviera Romagnola dal punto di vista geografico. Ci riferisce a quel lembo di terra che va da Ravenna fin giù a Cattolica, in provincia di Rimini, e che ha come punti nevralgici Milano Marittima, Rimini e Riccione.

E proprio qui in questa area che di genuinità si parla, quella palpabile, quella che si riesce a percepire quando parli con la gente di questa terra, vuoi per la parlata così contagiosa che porta il turista inevitabilmente alla fine della propria vacanza a farla propria, vuoi per la vicinanza al mare che ha reso queste persone così solari. La Riviera Romagnola non ha di certo perso colpi duranti gli ultimi anni così incerti per il turismo.

Alla sera le città si trasformano per la felicità di giovani e meno giovani che vogliono farsi trasportare dal ritmo della notte. Ci siamo, ci siamo, che abbiano inizio le danze. Ogni angolo di strada cambia volto. Siamo in Viale Ceccarini a Riccione o in Viale Vespucci a Rimini? Non importa, ovunque la musica inizia a padroneggiare. House, dance, revival, R&Drums e chi più ne ha più ne metta. C’è da perdere la testa in locali per tutti i gusti. Discoteche come il Cocoricò e il Prince di Riccione o l’Embassy di Rimini giusto per citarne alcune tra le più famose. E poi i nuovi Street Bar, salotti musicali lungo le strade, completamente all’aperto dove si balla spesso fino a mattina. A chi sono rivolti? A tutti, ma soprattutto sono ottimi per coloro alla ricerca di una valida alternativa alla discoteca in cui spesso l’entrata è completamente gratuita e i drink sono molto più nelle tasche di chiunque. Tra i più in, sicuramente il Mantra di Rimini, dove qua si inizia a saltare a ritmo di house con i DJ più in voga del momento e dove l’internazionale DJ Tiesto è di casa da queste parti.

Siamo nella capitale del divertimento. Siamo al mare, dove gli hotel 4 stelle Rimini sono tantissimi e bellissimi. Al calar del sole le spiagge spopolano?? Manco a dirlo. Gli schiamazzi dei bambini che giocano e si divertono, anche loro tra i protagonisti della Riviera, fanno spazio alle prime note musicali di sottofondo. Ci siamo, è ora. Eccolo il popolo del rituale dell’aperitivo che abbandona i propri asciugamani e si dirige lentamente verso i Beach Bar. Si proprio in Beach Bar, quelli dove la gente inizia i preparativi per la notte, che da scommetterci, sarà lunga, a suon di Aperol e Campari. E parliamo di Beach Bar, come non citare il Papete Beach di Milano Marittima. Pro e contro? Pro: divertimento assicurato, contro: l’aperitivo sa da tale solo nel sapore, ma nel prezzo…assomiglia molto più ad un calice di Brunello di Montalcino del 2001. Detta questa detto tutto.

Ma siamo nella Riviera Romagnola, qui si parla di una vacanza all’insegna del divertimento rivolta a tutte le fasce d’età. Un vero paradiso per i bambini che possono dar sfogo alla loro instancabile voglia di divertirsi tanto nelle spiagge con ampi spazi a loro riservati pressoché in tutti i bagni, quanto nei parchi divertimento. Eh si, per chi non lo sapesse a pochi chilometri dai maggiori centri urbani, verso l’entroterra Romagnolo, troviamo parchi acquatici come “Aquafun” di Rimini, parchi divertimento come “Mirabilandia” e parchi a tema come “Italia in miniatura”, entrambi a Savio, Ravenna. Situazioni dove di frequente il divertimento si fonde con l’intrattenimento di spettacoli spesso mozzafiato. Un esempio? “L’isola del tesoro” all’interno di Mirabilandia, dove i pirati della ciurma si sfidano a suon di tuffi dai trampolini sempre più in alto mentre il più impavido si lancia a 25 metri d’altezza!

Ed infine come non dimenticarsi dei più grandi. Siamo in Romagna: vai col liscio! La danza popolare antica nata ad inizio ‘800 ma ancora in voga oggi. Chi non conosce le indimenticabili note di Romagna Mia. Un inno che sta tanto nei cuori dei romagnoli quanto lo è “Oh sole mio” per i napoletani. Qui nei locali si respira il vero sapore del ballo e dove spesso le persone riscoprono quella passione persa con il passar degli anni. Coppie, single, gruppi: che importa, il ballo è qui il protagonista assoluto tanto che le gare di ballo ad esclusione sono più che mai attuali. Giusto per citare qualche pista ricordiamo “Osteria delle Donne” a Misano, con ben 5 sale e “Ca’ del Liscio”, Ravenna, il vero e proprio paradiso del liscio creato niente meno che dalla Famiglia Casadei (Secondo Casadei è ad oggi considerato all’unanimità il re del liscio) per mantenere attuale e popolare la tradizione di questo ballo, caratteristica riscontrata anche negli hotel fiera Rimini.

Non è quindi un modo di dire ce n’è per tutti, qua davvero ce n’è per tutti i gusti, per ogni fascia d’età e forse per questa ragione che una vacanza in Romagna può essere considerata a largo titolo “La vacanza degli Italiani”.

Distribuzione a cura di Michele De Capitani
Prima Posizione Srl – Aumentare visibilità sito

No Comments
Comunicati

Trastevere, un quartiere per tutti i gusti

Se dopo aver passato una giornata intera tra le file e le folle del Colosseo, Fori Imperiali e Piazza S. Pietro avete voglia di rilassarvi, assaggiare la tipica cucina romana, passeggiare per viuzze tranquille o passare una piacevole serata con gli amici, fatevi un giro nel quartiere di Trastevere.

Trastevere, facilmente raggiungibile con la linea 8 del tram (fermata: Stazione Trastevere), si trova a pochi passi dal fiume Tevere, dal latino appunto trans Tiberim – al di là del Tevere -, e rappresenta uno dei pochi quartieri di Roma dalle fattezze prettamente medievali circondati da appartamenti lusso Roma.

Sebbene questo quartiere non sia più così sconosciuto ai turisti, tanto che alcuni ristoranti hanno dovuto scrivere i loro menù anche in lingua inglese, è comunque riuscito a mantenere una sua identità: le stradine corte e tortuose, per la maggior parte esclusivamente pedonali, offrono attrattive a turisti e visitatori di ogni età.

Di giorno, ed in particolare il pomeriggio, il quartiere si popola di mercatini, aprono negozi di artigianato, gastronomia e vestiario, bar e pizzerie per asporto, tra i quali spiccano, fra gli appartamenti centro Roma, anche kebab e ristoranti etnici, per la maggior parte asiatici.
Ma non mancano le autoctone pasticcerie, panetterie e trattorie, tra cui anche “L’osteria Rugantino”, Via della Lungaretta 54 e “Cacio & Pepe”, Vicolo del Cinque 15, che offrono la cucina tipica a prezzi modici.

Per i più giovani, ma non solo, di notte le strade si animano di pub e locali per tutti i gusti, tra circoli privati, lounge bar e qualche discoteca.
Ma ciò che attrae maggiormente i giovani in questo quartiere è il rito dell’aperitivo: giovani romani, studenti fuori sede ed erasmus, si ritrovano per le vie e dalle 18 in poi e affollano i numerosi locali. Uno su tutti “Freni e Frizioni” situato a pochi passi da Piazza Trilussa, ove è possibile ordinare per 5€ un qualsiasi tipo di bevanda: compresi nel prezzo non sono i soliti snack da aperitivo come patatine o salatini, bensì pasta, riso, cous-cous, pane, verdura e frutta. Un aperitivo per tutti i gusti, specialmente per i vegetariani più incalliti.

Qualche curiosità: Trastevere è il quartiere dove, in uno degli appartamenti a Roma, è nato Alberto Sordi e in queste strade dall’aspetto “tipicamente italiano” sono stati girati numerosi film statunitensi e ovviamente italiani tra i quali, “Ladri di Biciclette” (Vittorio de Sica, 1948), “Vacanze romane” (William Wyler, 1953), “Trastevere” (Fausto Tozzi, 1971) “Only you – Amore a prima vista” (Norman Jewison, 1994) e il più recente “Cuore sacro” (Ferzan Opzetek, 2005).
A cura di Michele De Capitani
Prima Posizione Srl – Comunicazione e marketing

No Comments
Comunicati

Nuove tecnologie: quando l’intrattenimento è di casa


Negli ultimi anni, confermando una tendenza ormai diffusa in molti paesi del mondo, anche in Italia è entrato nelle nostre case un nuovo “elettrodomestico” ad uso familiare: la console di videogiochi.

La novità non sta tanto nell’aumento delle vendite di questi apparecchi, che peraltro sono diffusi già da tempo come oggetto del desiderio di teenager e appassionati hardcore gamers che cercano magic swap ps2, ma nel diverso approccio con cui ad essi ci si avvicina e quindi nel loro target.
La console di videogiochi è entrata a far parte della vita quotidiana di molte famiglie: non più ragazzini che passano i loro pomeriggi da soli davanti allo schermo ma intere famiglie che trascorrono insieme un po’ di tempo libero sfidandosi a colpi di joypad.
In principio era la Playstation, che per marcare la sua apertura ad un nuovo pubblico si era tinta di rosa, una strategia di marketing rivolta ad avvicinare anche le ragazze ad un oggetto tipicamente maschile.

Da allora le case produttrici di videogiochi hanno messo in atto le strategie più disparate per ampliare il loro pubblico, anche attraverso scelte di marketing singolari come avere tra i loro testimonial attori e personaggi dello spettacolo ultracinquantenni. E’ il caso della Nintendo che, oltre a scegliere Nicole Kidman per pubblicizzare la sua console portatile Nintendo DS, ha creato pubblicità dallo sfondo casalingo dove mamma e papà osservavano soddisfatti i loro figli che grazie a questa console si divertivano ad imparare l’inglese e la matematica fino a tarda sera nella loro cameretta.

Per non parlare del successo riscosso dalla Wii, sempre di casa supercard Nintendo: in una delle sue prime pubblicità Giorgio Panariello veniva battuto a tennis dalla nonna, stando semplicemente nel salotto di casa. La grande novità di questa console sta, infatti, nell’immediatezza tra il movimento del corpo e ciò che viene riprodotto sullo schermo: al posto del joypad si utilizza una sorta di telecomando che contiene al suo interno sensori che riconoscono l’azione reale e la riproducono in video. Da qui una vasta gamma di usi e la creazione di altrettanti accessori: è possibile acquistare periferiche a forma di chitarra con le quali immedesimarsi in un cantante rock, oppure a forma di volante per emulare un pilota automobilistico, o ancora collegare una bilancia con la quale tenere sotto controllo il proprio peso e perdere quello in eccesso grazie all’aiuto del personal trainer offerto dal gioco.

L’altra caratteristica che ha contribuito ad espandere il pubblico dei videogame è la possibilità di connettere queste console online. La migliore in questo campo è nata in casa Microsoft: l’Xbox 360. Il nome stesso indica che si tratta di una macchina che è un centro multimediale a 360° adatto a tutti i componenti della famiglia e con il quale è possibile giocare, ascoltare musica, vedere film, immagini e fotografie, oltre che collegare dispositivi come la fotocamera digitale, il lettore MP3, il DVD e il PC e i dvd -r verbatim. Collegando un microfono, inoltre, si può interagire direttamente con altri giocatori di tutto il mondo per scambiarsi consigli e strategie di gioco comunicando in tempo reale.
Questi apparecchi, dunque, si sono trasformati da prodotti di nicchia rivolti ad un target ristretto in oggetti comuni che è normale vedere nel salotto di casa, magari accanto alla tv o al computer e con i quali è possibile effettuare svariate attività. Non solo gioco, dunque, ma vero intrattenimento.

In definitiva, lo sviluppo nel prossimo futuro dei videogames si può ricavare dall’attuale panorama tecnologico individuando due principali linee evolutive del medium videoludico: da un lato la semplificazione delle interfacce per ampliare la base di utenti-consumatori (Nintendo), dall’altro la spinta verso la multimedialità delle console per offrire più forme di intrattenimento (Microsoft).

Distribuzione a cura di Michele De Capitani
Prima Posizione Srl – Ottimizzazione HTML

No Comments
Comunicati

Arrivano i regali di Natale, si cercano regali unici per questa lieta festività


Ognuno pensa di celebrare il Natale in un modo unico e cerca ad ogni costo di preservare questi fantastici momenti passati con i propri cari più a lungo possibile.

A primo acchito, questo, sembrerebbe difficile ma con i giusti consigli potrebbe risultare molto semplice, difatti a volte basta una buona presentazione, una frase toccante che accompagna un regalo di Natale squisito ed indimenticabile. In questi termini, i regali di natale debbono avere più che altro un significato simbolico e rappresentare l’amore, la pace, la natura e tutto l’affetto nutrito verso un parente, un amico, il proprio amato.

Vista la grande importanza di questi doni, per trovare quello giusto favoloso e splendido, vale la pena dedicare un po’ del nostro tempo alla ricerca e raccolta di regali Natale unici ed esclusivi.

Per tanto risulta fondamentale, se non si ha troppo tempo a disposizione, trovare principalmente un luogo od un sito dove ricercare doni di Natale particolari che raccolgano diverse idee natale e fantasie. Come già detto il regalo dovrà agire per noi e toccare i sentimenti del nostro interlocutore emozionandolo grazie al messaggio di lealtà ed affetto che esso porta con se e trasferisce da un cuore all’altro.

Naturalmente le varie raccolte offrono tantissimi articoli da regalo che possono affascinare diverse persone e per tutte le tasche. A volte le soluzioni proposte sono davvero stravaganti (soprattutto quelle molto costose) come ad esempio: acquistare un appezzamento di terreno su Marte, azioni di società calcistiche, dare il nome ad una stella, anelli d’argento, etc.

In questi termini, occorre fare molta attenzione al destinatario del regalo e quindi scegliere di conseguenza in funzione se il dono sia per genitori, bambini, amati, colleghi, capo ufficio, amici, etc. Difatti il regalo per il collega sarà molto differente da un regalo per un amico intimo, così pure il dono per i propri genitori o la propria amata.

Negli ultimi anni si è cercato di unire l’utile al dilettevole ma senza tralasciare il fascino dell’oggetto dato dal suo design esclusivo ed inimitabile. A tal proposito è proprio l’evoluzione della società che ha portato a cambiamenti radicali nella vita domestica che, soprattutto per noi Italiani, non tralascia il design nell’arredamento e nell’architettura.

Non dimentichiamo comunque che la cosa più importante in un regalo non è certo il suo prezzo o costo ma soprattutto ciò che rappresenta e l’elevata personalizzazione. Difatti questa rende effettivamente unico il dono e praticamente inimitabile e introvabile altrove (basti pensare che solitamente un “pezzo unico” ha un valore inestimabile rispetto ai pezzi di produzione standard).

Un regalo di questo genere non può che far piacere ed attirare l’attenzione dimostrando effettivamente il sentimento che spinge a donare, proprio ciò che ci insegna il vero spirito Natalizio (anche se questi concetti non farebbero assolutamente male se fossero ripresi anche in altri periodi dell’anno.

A cura di Michele De Capitani
Prima Posizione Srl – Obiettivo posizionamento

No Comments
Comunicati

Campeggio: la scelta low cost dal soffitto stellare


Per scappare dalla frenesia della vita contemporanea, non c’è niente di meglio di una vacanza in campeggio!

Le stelle come tetto, il profumo dell’erba tagliata, il calore dei sacchi a pelo, la rugiada che fa scintillare i fili d’erba non appena si apre la cerniera della tenda. Cosa c’è di più rilassante?
Tanto più che con le nuove tecnologie le tende attualmente in commercio sono facilmente montabili, leggere, resistenti, impermeabili e pulibili anche in lavatrice. Insomma, le scene fantozziane delle coppie sepolte dalla loro tenda mal montata sono solo un ricordo!

In più, la rete di campeggi in Italia e in Europa è sempre più diffusa e le strutture sono di anno in anno più accoglienti e confortevoli: ovviamente nelle “ore di punta” si può ancora trovare un po’ di fila alle docce, ma deviando per un piacevole aperitivo al bar o sul bordo della piscina, s’inganna l’attesa e il proprio turno arriva più in fretta.

La scelta del campeggio è particolarmente indicata per coloro che prediligono le vacanze itineranti, a piedi, in bicicletta, in moto (ma ovviamente, anche in camper o in roulotte) ed amano fare barbecue: in Europa, ma a poco a poco anche in Italia, per esempio, le piste ciclabili più percorse (ad esempio, quella lungo il Danubio, in Austria), sono costellate di campeggi ogni 40-60 km, che permettono quindi di scegliere dove fermarsi e piantare la tenda, per fermarsi una notte o perché no, una settimana.

Altro punto forte del campeggio è che si tratta di una scelta low cost e anche slow: durante la vacanza ci si può prendere il tempo per fermarsi, chiacchierare, guadare le stelle, pensare, aspettando che il caffè salga o che l’acqua bolla. In più, fornellini e pentolame da campeggio ci evitano l’abbiocco del pranzo della domenica, ma con le nuove attrezzature piatti gustosi e ben cotti sono veramente alla portata di tutti.

Unica possibile controindicazione? Le terribili formichine che s’infilano dappertutto, anche negli zaini! Ma se vi ricordate di chiudere bene la tenda, la vostra vacanza sarà un sogno.

Distribuzione a cura di Michele De Capitani
Prima Posizione Srl – Aumentare popolarità sito

No Comments
Comunicati

Eco-design: una nuova avventura per l’arte contemporanea


L’eco-design non è più un fenomeno di nicchia ma una realtà affermata e consolidata: il rispetto per l’ambiente si conferma negli ultimi anni un valore imprescindibile per i giovani designer e per tante aziende italiane.

La problematica ambientale, quotidianamente oggetto di interesse e dibattito a livello politico ed istituzionale, è sempre più sentita dalle imprese e dai consumatori; le nuove normative internazionali e l’aumento del costo di petrolio e materie prime hanno favorito una generale sensibilizzazione verso temi quali l’eco-compatibilità, il recupero e riciclo dei materiali, il risparmio energetico.
Il design italiano per esempio nella produzione di tappeti zerbini, da sempre apprezzato a livello internazionale, punta oggi proprio sulla sostenibilità dei sui prodotti e del loro ciclo produttivo quale valore aggiunto in grado di restituire competitività sul mercato globale e di rispondere a una domanda sempre più consapevole.

Obiettivo del nuovo eco-design è la riduzione dell’impatto ambientale del prodotto in tutte le fasi della sua vita: nella fase di progettazione si terrà dunque conto dei consumi energetici, dei materiali, necessariamente usati o riciclati, dell’imballaggio per il trasporto, fino al riciclo dell’oggetto stesso.

La Settimana del Design di Milano è una delle vetrine più illustri per i giovani artisti e proprio lì è nato nel 2005 il progetto Remade in Italy finalizzato alla promozione e al supporto delle imprese impegnate nella produzione di prodotti eco-compatibili, in collaborazione con i consorzi nazionali del riciclo e sotto il coordinamento tecnico dell’architetto Marco Capellini. Il progetto, dopo essersi affermato in tutta Italia, è stato trapiantato anche in Argentina, Brasile, Australia e Portogallo ed il suo successo internazionale è tale da far pensare ad un Remade on the World.

Indizio del nuovo connubio tra design e ambiente è l’evoluzione artistica di uno dei più grandi e famosi designer, Phillipe Starck, che, dopo aver rinnegato quasi tutte le creazioni che l’hanno reso un simbolo del design di massa contemporaneo, ha intrapreso l’unica via a suo dire attualmente percorribile: quella dell’ecologia e dell’eco-sostenibilità.
Ma è l’arredamento il settore più influenzato dalle nuove tendenze. Giovani artisti di tutto il mondo propongono pezzi unici e suggestivi, come le lampade in plastica riciclata di Heat Nash, designer sudafricano, i lampadari del britannico Stuart Haygarth, in plastica e detriti raccolti sulla spiaggia o le lampade “Packaging lights” di Anke Weiss, costruite con le confezioni di succhi di frutta e latte..
La scelta dei giovani designer si rivolge oggi sempre più frequentemente a materiali eco-compatibili, usati o riciclati: legno, acciaio, carta, vetro, e cuoio riciclati danno vita a complementi arredo bagno innovativi e di qualità. Esempi recenti sono le librerie da parete disegnate da Marco Capellini, in tubi di cartone e alluminio riciclati, la poltrona Polly dell’azienda Tecnopack, interamente in cartone ondulato, i tavolini, le sedie e le porte in acciaio riciclato, mentre è ancora solo un prototipo il primo frigorifero di cartone della Indesit.
E’ tale l’interesse in questo campo da aver indotto nel 2002 alla creazione di MATREC (MATerial RECycling), una banca dati dei nuovi materiali riciclati con un portale on-line per aggiornare gli operatori del sistema.
Ma l’eco-design punta oggi anche su materiali naturali, quali tessuti, cera, bambù, midollino, juta. E’ questo il caso del progetto SUDesign, nato dalla collaborazione dell’Università degli Studi della Repubblica di San Marino, l’Università IUAV di Venezia e artigiani di tutto il mondo, che promuove un connubio tra design moderno e tendenze tradizionali, coniugando eco-sostenibilità e commercio equo e solidale.

L’eco-design si trasforma così in qualcosa di ancor più avvincente, il design for sustainability, che persegue coscienziosamente l’idea di un prodotto sostenibile non solo a livello ambientale ma anche economico e sociale, nato da un lavoro equamente retribuito, in condizioni di assoluta sicurezza e legalità anche per quanto riguarda i tappeti ufficio. Sembra dunque nascere proprio da qui la possibilità di dimostrare come sia possibile conciliare un atteggiamento aziendale etico e il rilancio della competitività sul mercato internazionale.

L’arte italiana accetta così una sfida ambiziosa ed esemplare: rendere finalmente la virtuosità di azienda e prodotto un elemento imprescindibile, il valore aggiunto in grado di riportare l’industria nazionale a livelli di assoluta eccellenza.

Distribuzione a cura di Michele De Capitani
Prima Posizione Srl – Traffico sul sito

No Comments
Comunicati

Acciaio: materiale eterno dai mille utilizzi


Fra i materiali più comuni e conosciuti vi è certamente l’acciaio; questa lega di ferro e carbonio viene infatti impiegata abitualmente in molti campi e prodotta in molte varietà.

Dalla rivoluzione industriale ad oggi le tecniche di produzione e lavorazione acciaio inox si sono notevolmente sviluppate e modificate e l’industria dell’acciaio si è andata specializzando in diverse varietà di settore che rispondono oggi alle numerose richieste ed esigenze di mercato e di applicazione.

Si conta una produzione annua media di 1 miliardo di tonnellate di acciaio che viene lavorata nell’industria attraverso numerosi processi di produzione fra cui si ricordano ad esempio la fusione, la forgiatura e lo stampaggio.

Parlando comunemente di acciaio può venire in mente quello utilizzato per lavelli, mobili o l’uso nella meccanica, ma l’industria dell’acciaio produce numerosi varianti per diversi settori e l’impiego di questo materiale oggi è veramente vasto. Nella siderurgia moderna si produce acciaio essenzialmente da minerale o dalla fusione di rottami di ferro che viene poi in seguito lavorato con il procedimento della laminazione e della colata per ottenere la forma desiderata per il suo impiego con lavorazioni conto terzi.

Il conosciuto acciaio inossidabile viene abitualmente utilizzato nell’arredo bagno, per rubinetti e ripiani mentre si trova in cucina nel piano di lavoro e in diverse strutture di contenimento. La sua robustezza e praticità infatti lo rende molto pratico e funzionale in quei mobili ed oggetti di costante utilizzo più esposti alle sollecitazioni e al consumo.

Utilizzato nei settori più svariati oggi sta diventando sempre più importante il suo impiego in costruzioni civili e industriali e nelle stesse strutture di edifici monumentali; tutto questo perché l’acciaio è sicuramente garanzia di durata e forte resistenza alla corrosione. Ecco perché architetti ed ingegneri hanno molta considerazione di questo materiale e il suo utilizzo nell’edilizia è sempre maggiore. Così infatti le vecchie travi e i pilastri in cemento armato vengono sostituiti da tiranti, pilastri e puntoni in acciaio nelle nuove strutture in metallo.

L’uso di questo materiale non rimane solo diciamo nelle parti non visibili ma il suo utilizzo nella carpenteria metallica si segnala anche in grate, elementi di rifinitura e profili. In queste strutture esterne dove l’acciaio viene colpito dalla ruggine, la sola in grado di colpirne la sua natura di metallo eterno, attraverso raffinati e particolari processi di saldatura acciaio inox, verniciatura e rivestimenti, l’acciaio viene protetto e reso resistente ad ogni attacco esterno.

A cura di Michele De Capitani
Prima Posizione Srl – Agenzia sem

No Comments
Comunicati

Investimenti in Comunicazione settore Moda in Veneto


Durante il mese di Maggio 2008 E-Business Consulting società leader in attività di consulenza marketing, attraverso una ricerca di mercato, ha somministrato ad un campione di 80 aziende del settore fashion nel Veneto un questionario per determinare le dinamiche di investimento in marketing e pubblicità.

Ecco in estrema sintesi alcuni dei risultati emersi:

• Media: dalle dichiarazioni delle aziende emerge un discreto utilizzo di internet (il 13% degli intervistati afferma di utilizzarlo nelle proprie campagne di marketing: dato da considerare con cautela, poiché non rappresenta la somma investita in tale mezzo, ma solamente la percentuale di aziende che ha affermato di usufruirne), ma rimangono comunque “in testa” l’utilizzo di stampa e televisione (complessivamente il 43% degli intervistati afferma di utilizzare questi mezzi).

• Nuovi media: il 39% delle aziende dichiara di non averne mai fatto uso. Tra chi li usa, al primo posto si trovano i banner, poi i concorsi e le TV satellitari, mentre stanno cominciando a svilupparsi anche iniziative di viral marketing, e-mail marketing strategy e sms marketing.

• Investimento: quasi tutte le aziende (l’87%) dichiarano di investire in comunicazione tra il 2 e il 10% del fatturato, nessuna investe meno del 2%, però sono un limitato numero quelle che investono più del 10%.

• Quota destinata alla comunicazione: proviene solitamente (48% delle aziende) da un fondo appositamente istituito in bilancio, o dai ricavi derivanti dal core business aziendale.

• Monitoraggio dei risultati: il 42% delle aziende li monitora tramite l’aumento del fatturato, il 13% osservando l’aumento del traffico medio nei punti vendita. Solo il 35% delle aziende si avvale di procedure di controllo formalizzate (specifici software e/o i report forniti dalle agenzie di comunicazione anche mediante database email).

Chi fosse interessato a ricevere un estratto dei risultati della ricerca marketing condotta da E-Business Consulting può contattarci via email o telefonicamente agli estremi sotto riportati.

E-Business Consulting S.r.l.
Tel: +39 049 9817360
Fax +39 049 9817364

Padova, 23 Ottobre 2008
Ufficio Stampa: E-Business Consulting – Email agency

Distribuzione a cura di Prima Posizione Srl – Marketing motori di ricerca

No Comments
Comunicati

Nuove tendenze: il calendario personalizzato


La nostra vita è scandita dal tempo. Qualsiasi cosa facciamo ha un riferimento temporale specifico, un quando. E tutti giriamo con orologi e agende. Ci appuntiamo qualsiasi cosa.

C’è chi tiene un diario e chi invece segna esclusivamente delle note veloci, per ricordarsi che cosa ha fatto quel giorno o cosa deve fare in un giorno specifico della nostra vita. Fino a qualche anno fa questo aspetto della vita era relegato quasi esclusivamente al mondo degli affari, a chi lavorava. Erano loro che avevano appuntamenti da ricordare e cose importanti da appuntare su agende e calendari. Ora invece questa abitudine sta prendendo tutti. Anche in casa, ci si segna quando scade una bolletta o quando è l’appuntamento dal dentista. Senza una agenda siamo persi. Alcune persone hanno preferito all’agenda il classico calendario gratis, con i vari giorni uno sotto l’altro che permettono di scrivere a fianco della data un appunto.

In questo modo hanno sempre ben presente cosa devono fare, quando e perchè. I calendari sono diventati per questo motivo veicolo pubblicitario di tante aziende. Negozi, centri commerciali, semplici professionisti, utilizzano questo sistema per fare un omaggio ai propri clienti e allo stesso tempo promuovere un marchio o un servizio. Sono cosi nelle case di tutti, in modo pratico e spesso poco costosto. Basterà che scelgano il modello di calendario che preferiscono e l’immagine da mettere in testa alle pagine. Possono essere calendari da scrivania, oppure calendari da appendere alla parete, la cosa importante è che abbiano bene invista il logo o l’immagine dell’aziena e in alcuni casi anche il numero di telefono o il sito internet. Anni fa andavano molto di moda anche il minicalendario tascabile, che non permetteva di scrivere nulla, ma era utile, soprattutto prima dell’avvento dei telefonini e delle agende elettroniche.

Ultimamente si sta diffondendo l’utilizzo dei calendari personalizzati anche tra le persone comuni e non solo come mezzo pubblicitario per le aziende. Grazie alle nuove tecniche di stampa digitale realizzare un calendario da stampare personalizzato è estremamente facile e puà diventare un bel modo per fare un regalo originale. È anche un ottimo modo per ricordare dei momenti particolari. Ad esempio si possono fare dei fantastici calendari con la foto del bambino da regalare per natale ai nonni, oppure un fotocalendario piccolo da regalare ai vari parenti in occasione del compleanno o del battesimo del bimbo. Papà e mamma possono portarlo nel portafogli come fotoricordo anche. Insomma un calendario personalizzato è veramente un bel modo per dare un nuovo ruolo alle nostre fotografie. Alcune volte infatti moltissime delle nostre foto, seppur belle e originali, restano chiuse in scatole in fondo ad armadi e cassetti, e vengono viste solo quando qualcuno viene a trovarci. Ora queste foto possono essere utilizzate per creare dei calendari originali e personalizzati. Da regalare ma anche da mettere in casa nostra come dei complementi d’arredo.

In casa abbiamo tutti una marea di calendari, che spesso finiscono dietro le porte o nei ripostigli perchè riportano loghi di aziende o indirizzi e numeri di telefono di negozi quindi sono poco adatti ad essere messi in posizioni troppo in mostra. Un calendario personalizzato invece ci permette di appenderlo dove preferiamo perchè sarà sicuramente gradevole da vedere. Inoltre le nuove possibilità di stampa ci danno modo di scegliere la fotografia, quindi l’immagine che sarà in testa al nostro calendario potrà essere tranquillamente abbinata all’arredamento in cui dovrà essere collocato. Inoltre le varie tecniche di stampa con stile diverso ci danno possibilità di realizzare dei calendari originali adatti anche agli ambienti più esigenti. Possiamo stampare un foto a colori in bianco e nero, rendendo il nostro calendario anche elegante. Oppure se il calendario è destinato alla cameretta dei ragazzi possiamo pensare di trasformare il loro ritratto in un ritratto pop art e creare cosi un calendario colorato e molto simpatico. Anche come oggetto per regali il calendario personalizzato può essere molto apprezzato.

Se per esempio abbiamo una coppia di amici che sappiamo essere appassionati di animali possiamo utilizzare le foto fatte magari fatte al loro cane per creare un calendario veramente unico e originale. Ogni foto potrebbe accompagnare un mese dell’anno e i nostri amici avrebbero la foto del loro animale preferito sempre a portata di mano. Oppure se vogliamo che i nonni abbiano un ricordo fisso dei nipotini, per Natale, con il nuovo anno, possiamo regalare loro un calendario realizzato con gli auguri di un buon anno da parte dei bimbi e una loro fotografia. I nonni apprezzeranno moltissimo il vostro regalo.

Scritto da Fotoregali.com distribuito da:
Prima Posizione Srl – Consulenza SEO

No Comments
Comunicati

Dal ricevimento al viaggio di nozze, inizio di un romanzo di vita


Il matrimonio è certamente uno dei momenti più importanti della vita, che si ricorda e si fa ricordare.

Si incomincia per tempo con i preparativi che impegnano dal ricevimento alla cerimonia fin all’atteso e sperato viaggi di nozze. Proprio quest’ultimo va a coronare quel romanzo d’amore che si sta vivendo e si prepara quindi sempre con cura per scegliere una meta sorprendente e da sogno.

Se nel ricevimento e nella cerimonia si rimane vicino ai propri cari ed amici e la scelta cerca di trovare un ristorante e un locale che possa accogliere tutti con comodità ed armonia, nel pensare alla “luna di miele” si cerca la dolcezza e la speranza di trascorrere giorni magici da poter ricordare con piacere per tutta la vita.

Se come luoghi per il ricevimento si può optare per soluzioni con un rinfresco privato come per una cerimonia più pomposa, magari in un castello preso in affitto e tutti comunque possono programmare l’evento secondo le proprie possibilità e desideri, quando si sceglie la meta per il viaggio di nozze finalmente il desiderio di vivere insieme i primi momenti da sposati lontano dalle proprie famiglie, trova spesso il suo epilogo in qualche meta esotica od incantata città europea. Così sia che scegliamo una spiaggia tropicale o una affascinante città ci si rivolge spesso ai professionisti del settore per organizzare a pieno ogni momento, cercare quindi di non avere contrattempi o brutte sorprese. Dall’inizio, la scelta del ristorante o del rinfresco, dove farlo e come, cosa presentare agli invitati è già sicuramente impegnativa e accontentare un po’ tutti non è facile. La luna di miele però rimane fra i momenti più significativi e simbolici nella vita della coppia e quindi sono qui impegnate le attenzioni maggiori perché risulti un ricordo speciale per entrambi.

C’è magari anche chi predilige un viaggio di nozze avventuroso e chi invece opta per visitare finalmente quella capitale che da tanto tempo voleva vedere.

Di certo, qualunque sia la scelta vi è da fare molta attenzione sulle offerte per viaggi di nozze che si trovano comunemente; porre molta attenzione alle offerte dal costo troppo basso e cercare di mettere da parte quel senso di euforia che si sta vivendo per valutare a pieno se quello che si va a spendere vale quanto riceviamo e ci viene offerto dal viaggio. Troppo spesso presi dalla felicità del momento non si prendono in considerazioni con le dovute cautele diversi fattori e ci si affida magari all’entusiasmo provocato da una bella foto mostrataci senza fare troppe domande.

E’ sempre bene togliersi ogni dubbio prima della partenza e chiedere e valutare bene tutto, anche i fattori più scontati per avere davvero un giorno la possibilità di ricordasi la propria luna di miele come un viaggio da sogno.

A cura di Michele De Capitani
Prima Posizione Srl – Aumentare le vendite

No Comments
Comunicati

Cucina tipica e piatti prelibati sempre accompagnati da un buon vino


Un buon pranzo accompagnato da un buon vino è un piacere a cui nessuno vuole mai rinunciare; anche chi non è appassionato di cucina davanti ad un piatto prelibato e ad una bottiglia di vino scelto, non si tira mai indietro.

Se per cenare a casa propria spesso ci si accontenta di quello che c’è nel frigo, quando si pranza in un buon ristorante in veneto spesso ci si affida ai consigli di ristoratori per assaggiare le pietanze più lavorate e meno comuni.

C’è chi nei suoi vari viaggi scopre piacevolmente le specialità di ogni luogo; certamente in Italia non mancano piatti tipici per ogni regione, come si possono anche degustare i vini tipici di zona.
Sono diversi in Toscana come in Emilia Romagna e praticamente in tutte le regioni d’Italia, le possibilità per degustare formaggi, oli, vini e primi piatti che in ogni zona cambiano il loro gusto e sapore grazie alle usanze e tipicità di chi ci vive. Ogni regione si riconosce anche dalla sua cucina e sempre ristoranti e trattorie presentano ai palati dei lori clienti le pietanze del posto offrendo anche la possibilità di corsi alta cucina, rendendo piacevole e gustoso ogni viaggio.

E’ consuetudine infatti per ricordarsi di una città e della sua regione, acquistare sempre qualche sua particolarità culinaria, dal semplice biscotto alla torta, fino ad arrivare in Emilia, alla tipica mortadella bolognese, alle lasagne e ai tortellini. Se la scelta per una buona bottiglia forse risulta più difficile ai più e ci si affida spesso al consiglio di un esperto che magari ci fa degustare un po’ il retrogusto del vino che ci propone, quando si tratta di primi piatti, dolci e salati, carne e pesce molti di noi sanno orientarsi perfettamente seguendo il proprio gusto. Se un cibo ci piace sappiamo dove trovarlo e come trovarlo! C’è chi è più fedele alla propria terra e ai suoi piatti e chi invece si fa anche conquistare dalla cucina tipica che scopre in qualche viaggio lontano e magari trova così qualche prelibata variante ai piatti più comuni che solitamente vengono presentati nei corsi di degustazione. Il primo e il secondo allietano il palato di tutti, sia che preferiamo la carne sia che amiamo più il pesce fresco.

Uno stesso piatto cucinato da Nord a Sud dell’Italia assume mille varianti che lo rendono sempre unico e speciale…certo i tradizionalisti bolognesi rimangono fedeli “al parsot, al cudghen, al zampon, al sufrett, e al turtlèin a la bulgnaisa!”

A cura di Michele De Capitani
Prima Posizione Srl – Guida al posizionamento

No Comments
Comunicati

Ecco tutto quello che occorre sapere sui servizi di duplicazione cd


La duplicazione di CD e DVD è il processo più semplice per fare le copie di CD e DVD. La maggior parte di chi possiede un PC non indugia mai su questa attività e la fa molto spesso a livello personale.

Difatti, qualsiasi computer con all’interno un masterizzatore CD ed con installato un apposito software è necessari per effettuare duplicazioni di cd e DVD dual layer (con questi particolari DVD ci vuole un masterizzatore specifico che scrive su entrambi i lati del supporto). Naturalmente, nella maggior parte dei casi, i dati che vengono scritti o duplicati sui vari supporti ottici sono copie di dischi e/o DVD privati oppure di documenti propri. Bisogna comunque ricordare che può essere fatta solo una copia alla volta.

Invece, per quanto concerne il punto di vista delle case discografiche, la copia di massa di brani musicali o addirittura di interi CD può essere deleteria e diventare cruciale per la loro attività imprenditoriale.

Tuttavia, entrano in gioco severe leggi anti pirateria quando si desidera replicare qualsiasi disco coperto da copyright, difatti è severamente vietata ed ora è diventato anche reato commercializzare senza la preventiva autorizzazione o in base ad accordi speciali con il detentore dei diritti d’autore, copie illegali di brani musicali su supporto digitale e analogico. Però questo non vieta alle moltissime aziende specializzate nella replica di DVD e CD verbatim di effettuare legalmente il proprio lavoro aiutando gli utenti ad effettuare copie di volumi in massa. Solitamente questi professionisti sono dotati di particolari macchine e gadget che permettono di effettuare copie senza perdere alcun tipo di qualità rispetto l’originale.

Naturalmente internet è la patria di questi professionisti che offrono le proprie prestazioni ad utenti di ogni angolo del pianeta, in effetti essi si prendono cura del progetto di duplicazione in tutti i minimi dettagli fra cui l’analisi pre-masterizzazione, stampa, etichettatura, imballaggio e spedizione del prodotto finito. Inoltre, se si tratta di veri professionisti, offrono un ottimo servizio di post-vendita e customer care anche perché altrimenti non riuscirebbero a sopravvivere per l’alta competitività del settore.

I servizi di duplicazione dischi offerti dai produttori includono CD-ROM standard di replica , mini-disc, compact disc e card-disc molto simile ad un biglietto da visita. Anche se il vecchio standard CD-ROM da 120 millimetri è ancora ampiamente utilizzato, i mini-CD hanno tagliato in due il mercato grazie alle loro dimensioni ridotte e grandi capacità di archiviazione. Ad ogni modo, le case discografiche sembrano ancora attaccate al classico CD ma hanno sicuramente i mezzi e le tecnologie per poter utilizzare qualsiasi altro supporto ottico digitale.

La replica di DVD tdk può attualmente essere fatta, grazie a sempre più avanzate tecnologie, anche sui vari supporti meno tradizionali, come mini dischi ed card-disk altamente personalizzati. Naturalmente chi offre servizi di duplicazione si è anche specializzato nella realizzazione e sviluppo grafico di personalizzazioni elevate con la possibilità di rendere altamente riconoscibile il prodotto finale.

Tuttavia, è necessario prendere ulteriori precauzioni, tenendo ben presente cosa offrono i servizi di qualsiasi produttore. Prima acquistare, è bene cercare di concordare i prezzi difatti questa operazione può aiutare a salvaguardare il proprio salvadanaio. Inoltre non va naturalmente sottovalutato il livello dei servizi proposti dalla società in termini di pre e post vendita e anche della velocità di preparazione ed evasione dell’ordine. Proprio per questi motivi suggeriamo sempre di effettuare ordini pilota prima di affezionarsi e passare l’intero lavoro ad un solo fornitore.

Dopo tutto, vista l’elevata competizione del settore, vi sono tante alternative e soluzioni differenti per duplicare in massa i propri CD e DVD.

A cura di Michele De Capitani
Prima Posizione Srl – Motori ricerca Europei

No Comments
Comunicati

Installare l’unità di aria condizionata, l’ubicazione è tutto


Evita di commettere i classici errori nel posizionare l’unità refrigerante del tuo impianto di condizionamento ad esempio, meglio evitare di posizionarlo sotto la finestra della camera da letto.

Solitamente quando con la propria moglie si compra la prima casa, si cerca di fare delle implementazioni ad essa come aumentare il numero delle finestre della cantina, rifare la pavimentazione del soggiorno magari con un buon parquet in legno ed infine rendere la sala da pranzo molto più luminosa con giochi di luce naturale ed artificiale. Stesse implementazioni solitamente vengono apportate anche alle camere, sia a quelle degli eventuali figli sia alla camera matrimoniale.

Se si acquista e ci si trasferisce nella nuova casa nel periodo invernale, probabilmente non ci si pensa nemmeno all’installare un impianto di condizionamento con tutti i relativi accessori per il condizionamento, ma arrivata l’estate e la casa inizia a riscaldarsi, soprattutto nelle grandi città è ormai indispensabile munirsi di un buon impianto di raffreddamento dell’aria.

Allora si passa a richiedere vari preventivi ad installatori locali specializzati nella messa in posa ed attivazione di elementi refrigeranti. Una volta scelta la società che effettuerà il lavoro, ci si accorgerà presto che viste le norme condominiali oppure la localizzazione dell’impianto esterno, il percorso dell’unità presente in casa sarà “quasi” obbligato.

Il problema è che questi interventi possono essere anche invasivi, e portare alla rottura di tutti quegli elementi indicati precedentemente nuovi e che hanno migliorato la qualità di vita all’interno della casa. Ad esempio, l’istallazione ottimale delle pompe climatizzatori è indispensabile per il perfetto funzionamento dell’impianto di climatizzazione.

Se poi il percorso delle tubazioni dell’aria non è ottimale e l’installazione non è a regola d’arte, oppure si è obbligati ad installare l’unità esterna proprio fuori e adiacente alle camere da letto, questa scelta potrebbe rilevarsi deleteria per i forti rumori che possono scatenarsi minando il sonno e quindi il riposo corretto durante le ore notturne.

Per tanto occorre fare molta attenzione a tutti questi particolari per non trovarsi spiazzati a lavori terminati. In particolar modo, per realizzare nel migliore dei modi l’impianto, si consiglia di fare l’istallazione dell’impianto insieme a tutti gli altri interventi di muratura e di miglioramento dell’appartamento. Inoltre bisognerebbe tracciare una mappa di canaline in pvc in funzione, oltre che della nuova casa anche del regolamento condominiale, in modo da prevedere tutte le eventuali complicazioni che potrebbero insorgere durante l’installazione, ma soprattutto l’utilizzo, dell’impianto di condizionamento e climatizzazione.

A cura di Michele De Capitani
Prima Posizione Srl – Aumentare link

No Comments
Comunicati

Viral Marketing, il Gossip è il massimo


Sei una di quelle persone che odiano il gossip? e di tutti i mormorii che girano attorno al mondo dello spettacolo e della vita privata di persone importanti?

Forse questo articolo cambierà il tuo modo di vedere il mondo del gossip news e del pettegolezzo, in ambito di business.

Proprio questo parlare e questa divulgazione capillare delle notizie vengono utile al marketing tradizionale come a quello non convenzionale. Tutto ciò avviene proprio come un virus si trasmette velocemente da una persona all’altra all’interno di un ufficio o di un piccolo paese. Allora il passaparola diventa interessante, anche a chi del gossip non interessa poi molto, ma che lo può sfruttare per farsi conoscere ed avere un incremento della propria popolarità.

In effetti è proprio questo che occorre fare per attivare operazioni di Viral Marketing, dove è possibile mettere e diffondere le proprie informazioni aziendali come se fossero “pettegolezzi”, in modo positivo e acuto che stuzzichi l’interesse delle persone e soprattutto la voglia di parlarne ad altre. Tutto questo permette ad un’azienda di crescere, facendosi conoscere in modo estremamente capillare e con una forma del tutto naturale, il passaparola.

In pratica, è necessario pensare al gossip, come se fosse un virus che aiuta il nostro marketing.

Un’altra possibilità che il virus offre è quella della paura, il solo pensiero ad un virus fa pensare a qualcosa di biologico oppure ad un software dannoso per il nostro PC. Anche questa paura va sfruttata dal marketer per far si che le sue ultime notizie vengano ridistribuite e ad ogni modo facciano parlare di s’è proprio per il timore che esse generano all’interno della società che divulgherà la notizia per istinto di autodifesa.

Naturalmente la soluzione ottimale è trovare il giusto mix delle due caratteristiche principali, quella del gossip visto come pettegolezzo e del virus che nel bene o nel male fa comunque paura.

Ad esempio, scrivere una buona news in termini di marketing virale significa attenersi a determinate caratteristiche di layout e di contenuto in grado di impressionare, come prima cosa, il lettore e renderne facile la memorizzazione e la successiva ridistribuzione, sia verbale sia scritta.

In questi termini, piazzare uno scatto piccante oppure una foto vip nel giusto concetto e creare in qualche modo la notizia, permetterà di avere un grosso ritorno in termini di popolarità, non solo fra i lettori o eventualmente gli utenti internet ma anche da altri media sempre alla ricerca dello scoop e della novità.

Il problema più difficile da superare? Non perdere la propria credibilità.

A cura di Michele De Capitani
Prima Posizione Srl – Pubblicità su internet

No Comments
Comunicati

Corsi di musica, online s’impara più velocemente


L’incredibile ascesa dell’utilizzo di internet nelle abitudini di tutti noi per reperire qualsiasi tipo di informazione sta iniziando a caratterizzare anche il mondo musicale e tutto quanto riguarda la musica internazionale

Difatti, anche se sembra molto strano crederci, il settore della musica, pur essendo stato uno dei primi ad essere completamente rivoluzionato da internet e dalla sua “facile” distribuzione, solo in questi ultimi mesi si iniziano a vedere i primi segnali di investimento di questa particolare fetta di mercato che vuole cogliere l’incredibile opportunità di business che internet rappresenta per qualsiasi attività commerciale.

In questi termini, gli investitori si sono accorti delle sempre più frequenti richieste provenienti dai motori di ricerca allo scopo di trovare sempre maggiori e migliori informazioni riguardanti istituti di musica, corsi professionali di canto e per strumenti musicali in genere.

A tal proposito, queste accademie professionali sono giunte alla conclusione che non possono rinunciare a questa fetta di potenziali alunni ed hanno deciso di destinare parte dei loro budget promozionali proprio al web ed in particolare ai motori di ricerca che permettono di essere ben visibili proprio nel momento in cui l’utente cerca informazioni riguardanti corsi di batteria o qualsiasi altra tipologia di informazione legata alla formazione musicale, sia a livello professionale sia a livello amatoriale.

Solo l’attività SEM (search engine marketing) attualmente permette una targettizzazione così elevata della promozione pubblicitaria e proprio per questo motivo non vi sono paragoni in termini di costi/risultati con i media più tradizionali, come la TV, la stampa specializzata oppure la radio.

Ad esempio se si vuole promuovere un nuovo corso di canto, certamente l’utilizzo dei soliti media è un buon metodo ma è altrettanto vero che affiancare una campagna promozionale online sui motori di ricerca, meglio se in posizionamento organico, è una scelta vincente sotto tutti gli aspetti, difatti, tralasciando per il momento quello economico e di ROI, la forza di Internet è l’interazione che si crea fra sito e utente che permette a quest’ultimo di interagire con il fornitore del servizio chiedendo maggiori informazioni, e il tutto quasi in real-time.

Allora basta fare una piccola ricerca su Google e Co. per poter coltivare il proprio sogno e trasformarlo magari in una storia di successo, in fondo serve solo azzeccare due click.

A cura di Michele De Capitani
Prima Posizione Srl – Posizionamento ricerca

No Comments
Comunicati

Alcuni suggerimenti per il campeggio con l’auto


Il campeggio è una delle attività preferite da molte persone, però c’è anche da dire che vi sono svariate tipologie di attrezzature e modi di fare campeggio.

Ad ogni modo, indipendentemente dalla modalità con la quale si trascorre il tempo “fuori porta” ci sono sempre alcuni accorgimenti utili, che l’esperienza ci insegna. In questo articolo ne vedremo alcuni che riguardano in modo particolare le roulotte per auto e i camper.

Come prima cosa, occorre organizzare tutti i propri attrezzi. Il principio base è quello di classificare tutti gli attrezzi in funzione del momento in cui li utilizzeremo e con quale frequenza. Ad esempio, so che quando arriverò al campeggio come prima cosa pianterò la tenda da campeggio e quindi preparerò subito a portata di mano tutti gli strumenti necessari per costruire la mia postazione.

Organizzare il campeggio, nel senso di capire come e dove passano eventuali veicoli, come gira il sole ed eventualmente che protezioni possono esserci contro la pioggia che arriverà al campeggio, da che parte soffia il vento. Questo permette di ottenere il massimo dal proprio gazebo e ridurre al minimo i soliti inconvenienti da campeggio.

Tenere a portata di mano i medicinali. Indispensabile per chiunque si avvicini alla vita da campeggio è avere accesso in modo super-rapido al kit di primo soccorso che può rivelarsi fondamentale non solo per i casi più gravi ma anche per punture di insetto ed altri piccoli disturbi che fanno parte della vita all’aria aperta.

In un campeggio c’è quasi sempre bisogno di una pala, quindi è buona norma acquistarne una e portarla sempre con se. Difatti ha molteplici utilizzi come gestire il fuoco, livellamento del terreno ed altri scopi davvero fondamentali per passare una serena vacanza.

Quale tenda utilizzare? Bhe, qui dipende molto dallo spazio disponibile, l’importante è ponderare con cura la scelta della tenda campeggio in funzione delle proprie necessità e per l’appunto dello spazio messo a disposizione per il campeggio.

Fare una check-list con tutti i materiali da portare con se non è assolutamente una cattiva abitudine. Difatti avere una sorta di lista della spesa permette di tener sottocontrollo oltre le nostre esigenze per il campeggio anche i relativi costi. Inoltre, lo scopo fondamentale è quello di non perdersi nulla in giro e di compiere tutte le azioni per la sicurezza del camper, dell’auto oppure della veranda roulotte.

Altra cosa molto importante se non indispensabile è tenere sempre con se degli oggetti pratici per la vita all’aria aperta come ad esempio un orologio, un fischietto, un telefono cellulare, una torcia ed un coltellino (meglio se svizzero). Difatti è meglio essere attrezzati a risolvere anche le situazioni più impensabili.

Ma oltre a tutti questi accorgimenti, c’è l’ultimo consiglio, che ritengo il più importante di tutti, per fare campeggio, cioè quello di scegliere una giusta compagnia, allegra e che sappia adattarsi ad ogni situazione. Questo eviterà di passare una vacanza all’insegna dello stress!

A cura di Michele De Capitani
Prima Posizione Srl – Search marketing

No Comments
Comunicati

Importante Forum cinese sulle cellule staminali

Grande vetrina della Ricerca Mondiale focalizzato sulle nuove scoperte per le cellule IPS
Taizhou, Provincia di Jiangsu, Cina, 23 luglio 2008 – Oltre 300 celebri biologi cinesi, oltre a ricercatori sulle cellule staminali di tutto il mondo, hanno condiviso le loro ricerche più recenti in occasione del primo simposio nel campo delle Cellule staminali pluripotenti indotte (IPS) durante il Forum annuale cinese 2008 tenutosi presso il complesso Medical City Cina di Taizhou.

Al Forum, presieduto dal Dr Sean Hu, CEO della Beike Biotechnology Co. Ltd., alcuni dei più famosi ricercatori hanno presentato i più recenti risultati di laboratorio e delle sperimentazioni cliniche nell’utilizzo delle cellule staminali per il trattamento di disturbi come le malattie cardiache, le malattie del sistema nervoso, le paralisi cerebrali, le lesioni del midollo spinale, la distrofia muscolare e l’ipoplasia del nervo ottico.

Il Forum ha incluso tra i suoi partecipanti molti Biologi dei centri leader di ricerca di quasi tutte le più grandi città cinesi oltre a ricercatori provenienti dagli Stati Uniti, dal Canada, dall’India, dall’Australia e dalla Malesia.

All’interno dell’incontro si è tenuto uno speciale simposio sulla Tecnologia avanzata delle cellule staminali pluripotenti indotte (IPS) che ha riunito, per la prima volta, più di una dozzina di scienziati coinvolti nella ricerca appartenenti alle più importanti università e a laboratori di ricerca americani e cinesi.
Sostitute potenziali delle cellule staminali embrionali, le cellule geneticamente programmabili, sono ritenute essere il più interessante campo di ricerca di frontiera in quanto cellule che teoricamente potrebbero fornire il maggior beneficio terapeutico. Dal momento che le cellule IPS possono essere prodotte dai blocchi differenziati in ogni parte del corpo, prospettano la possibilità di poter, un giorno, essere in grado di curare una serie di malattie delle cellule e dei tessuti.

Al forum rinomati scienziati di cellule staminali come il Dr Hu Jifan del Palo Alto VA Sistema di assistenza sanitaria della Stanford University Medical School, il Dr Xiang Peng della Sun Yat Sen University, il dottor Zhang Yaou della Tsing Hua University, il Dr Kong Hsiang-Fu della Università cinese di Hong Kong, il Dr Zhou Xiangjun della Shanghai Jiaotong University e il dottor Yong-Geng Jian dell’Università del Texas Health Science Center a Houston e del Texas Heart Institute, hanno discusso i loro più importanti progressi così come le recenti scoperte annunciate dalle Università del Wisconsin di Kyoto. I presenti hanno inoltre discusso della cooperazione reciproca e della ricerca di opportunità di supervisione, oltre alla necessità della creazione di linee guida etiche della ricerca in Cina e delle future possibilità di sviluppo per le cellule IPS.

Al simposio, uno speciale sottogruppo di scienziati leader cinesi nel campo cardiovascolare, come il Dr Chen Haozhu dell’ Università Fudan, il Dr Wang Shiwen del PLA General Hospital e il dottor Zhang Fumin di Nanjing Medical University hanno discusso sull’utilizzazione di cellule staminali per il trattamento delle malattie cardiache, come pure dei nuovi metodi di ricerca e della responsabilità etica in questo campo.
Il Dr Yong-Geng Jian, MD, Ph.D., direttore del laboratorio di ricerca sul cuore e sulle cellule staminali presso il Texas Heart Institute, e Professore di Medicina e Chirurgia presso l’Università del Texas Medical School di Houston, ha affermato, “Scienziati e medici hanno fatto incredibili ricerche sulle cellule staminali e hanno ottenuto numerosi risultati esaltanti. Sono fiducioso che molte scoperte saranno disponibili a breve. Mi ha fatto molto piacere e onore essere stato invitato a partecipare a questa discussione e sono disposto ad aiutare i nostri ricercatori cinesi per stabilire linee guida che, a mio avviso, aiuteranno a sviluppare uno standard globale per le terapie con cellule staminali “.

Il Dr Hu Jifan, noto scienziato ricercatore presso il Palo Alto VA Sistema di assistenza sanitaria della Stanford University Medical School ha inoltre detto, “Eminenti scienziati cinesi sono costantemente alla ricerca di sistemi per creare delle efficaci Cellule staminali pluripotenti indotte (IPS). Durante questo forum abbiamo concordato di aiutare a verificare i rispettivi lavori, di condividere le esperienze e di garantire la sicurezza dell’ alto livello di ricerca affinché si possano creare le migliori condizioni per un efficace trattamento clinico e per una produzione su scala industriale di queste cellule. Non si sa ancora quando queste condizioni potranno essere soddisfatte ma questo Forum ha certamente contribuito ad accelerarne il processo, riunendo alcune delle migliori menti al mondo che stanno lavorando per raggiungere questi obiettivi. ”
Le presentazioni in occasione del Forum cinese 2008 delle tecnologie riguardanti le cellule staminali hanno compreso un’ampia gamma di nuovi progressi biologici con l’obiettivo globale degli scienziati cinesi di rendere possibili ai pazienti trattamenti pratici con le cellule staminali. Sono stati affrontati altri temi inclusi i risultati sulle più potenti combinazioni di cellule staminali, i metodi più efficaci di trasformazione delle cellule, gli ultimi studi clinici per le malattie cardiache, la distrofia muscolare,l’ipoplasia del nervo ottico e molto altro ancora che verrà pubblicato nell’ambito della ricerca sulle cellule staminali.

La Beike Biotechnology Co, Ltd, leader mondiale nella ricerca e nella coltivazione cellule staminali sicura ed efficace per trattamenti medici, ha ospitato l’evento insieme con il Centro Nazionale cinese per lo sviluppo delle biotecnologie (CNCBD) del il Ministero della Scienza e della Tecnologia cinese, il Dipartimento provinciale per la Scienza e la Tecnologia di Jiangsu e il governo di Taizhou. Al Forum cinese 2008 hanno partecipato anche funzionari importanti, come il Vice Governatore della Provincia di Jiangsu, Mr Zhang Taolin, e il sindaco di Taizhou, Mr Yao Jianhua.

Il Dr Sean Hu, presidente della Beike Biotech ha concluso il simposio affermando che “la scienza cinese, e tutta la ricerca mondiale sulle cellule staminali, hanno ottenuto molto attraverso questo forum. Beike è orgogliosa di lavorare con la Cina per riunire tanti scienziati noti a livello mondiale che parlano di cellule staminali per meglio comunicare e condividere le risorse per quanto riguarda ciò che diventerà il futuro delle cure sanitarie”.

Beike Biotechnology Company Limited – Beike Europe SA

Beike biotecnology è una società che è stata fondata nel luglio del 2005 con i capitali dell’Università di Pechino, dell’Università della Scienza e della Tecnologia di Hong Kong e del municipio di Shenzhen ed era già attiva nella ricerca dal 1999. La ricerca e il lavoro clinico nascono dalla collaborazione con le principali istituzioni cinesi tra cui l’Università di Tsinghua, l’Università di Beijing, l’Università di Scienza e Tecnologia di Hong Kong, l’Università medica dell’esercito, l’Università Medica di Zhongshan, l’Istituto di Medicina di Guiyang e l’Università di Zhengzhou. Sono oltre 250 i pazienti, anche affetti da SLA, che ogni mese sono trattati con le cellule staminali di Beike nei principali ospedali in tutta la Cina. Le esperienze dei pazienti sottoposti ai trattamenti possono essere trovate sul sito stemcellschina.com e per l’Europa http://www.beike.ch.

Settembre 2008 – [email protected] (Beike SA – CH)
Distribuzione a cura di Michele De Capitani
Prima Posizione Srl – Sales marketing

No Comments
Comunicati

Vacanze a Venezia, la città sull’acqua


Una vera vacanza a Venezia è un sogno che diventa realtà per chi desidera sorprendersi con edifici storici, spiagge, gondole romantiche, artefatti di pregio e musei di epoca romana e cattolica.

Lontana dalla città moderna, dall’inquinamento delle autovetture, Venezia è un luogo di pace, freschezza e serenità.

Situata a nord-est d’Italia, Venezia è forse la città più popolare al mondo ed in questa fiaba d’acqua l’unico modo per spostarsi è a piedi oppure via mare con barche o gondole, le imbarcazioni tipiche Veneziane. La città ha un deciso tocco di romanticismo grazie alla propria raffinata architettura e proprio per questo è considerata una grandissima meta turistica in tutto il pianeta.

Quando si visita la città, magari alloggiando in un hotel di lusso Venezia, non bisogna perdere di vedere:

Piazza San Marco, è la piazza principale della città e da sempre il luogo più visitato dai turisti, anche perché presenta la propria Basilica la grande torre ed altre opere architettoniche. Inoltre offre moltissimi servizi come: negozi, bar e caffè. In questa piazza non mancano certamente i turisti, incessanti durante tutto l’anno, e un grande numero di piccioni.

Murano, isola situata a nord di Venezia è nota per l’industria e la manifattura del vetro ma è anche molto caratteristica a livello paesaggistico e culturale. L’isola è raggiungibile in barca con partenze da piazza San Marco e presenta, oltre alle fabbriche del vetro si trovano anche i negozi specializzati per l’appunto nella vendita di prodotti in vetro e svariati musei.

Basilica di San Marco, situata di fronte alla omonima Piazza, questa chiesa di stile gotico risale al 1063 è una delle attrazioni turistiche sicuramente da non perdere sia da visitare all’esterno sia al suo interno. Sorprendenti i mosaici e le sculture presenti all’interno dei questa fantastica basilica.

Canal Grande, con i suoi 3 km di lunghezza è il principale canale della città anche perché permette alla città la fornitura ed il ricambio d’acqua necessario a tutti gli altri canali presenti a Venezia. Canal grande, ospita svariati e bellissimi edifici come la chiesa barocca di Santa Maria della Salute e la Ca’ d’Oro. Inoltre vi sono anche svariati hotel 3 stelle Venezia che affacciano proprio sul canale principale della città.

I mercati. Da non sottovalutare, Venezia è da sempre considerata un punto di riferimento per il commercio ed i mercati di qualsiasi bene di consumo. Difatti, la sua posizione strategia e la sua storia marinara hanno portato la città a creare il grande mercato di Rialto, ancor oggi noto per frutta, verdura ed in particolar modo per il pesce fresco che proviene direttamente dalla laguna.

Venezia Lido. Forse la parte più vacanziera ma non meno culturale, infatti propone spiagge pubbliche e private ma anche ristoranti spettacolari e la possibilità di dormire e di prenotazione albergo Venezia per il relax di tutta la famiglia.

Tutti i periodi sono buoni per visitare Venezia, certo che nel periodo del Carnevale la città assume tutt’altre sembianze rispetto alle altre fasi dell’anno.

Articolo a cura di Michele De Capitani
Prima Posizione Srl – Agenzia comunicazione online

No Comments
Comunicati

Conoscere la tua Playstation 2


Scopriamo insieme le principali funzionalità della Playstation 2 e le ragioni per le quali è divenuta una delle console di videogiochi più vendute al mondo.

La Playstation 2, detta anche PS2, è una console per videogiochi successiva alla prima Playstation ed è la predecessore della nuova Playstation 3. Si tratta di un progetto sviluppato da Sony ed è stata rilasciata per la prima volta in Giappone un anno dopo l’annuncio del suo sviluppo nel marzo del 1999.

Fino ad oggi, la PS2 è la console per videogiochi più venduta in tutto il mondo, basti pensare che questo business ha toccato i 120 milioni di pezzi venduti nel 2007 (solo dopo 5 anni dalla prima uscita, erano già 100 milioni di unità, vero e proprio record per il settore delle console).

Inizialmente, quando la console venne lanciata nel 2000, fu davvero impressionante il volume di titoli di giochi messi a disposizione per essa. Il boom però si ebbe con alcuni videogiochi best-seller premiati dalla critica che vennero realizzati oltre che per il PC anche per le console e soprattutto per la PS 2. Naturalmente anche le strategie di partnership fra Sony ed gli sviluppatori dei giochi hanno portato alla crescita esponenziale del mercato.

La Playstation 2 dispone di 3 caratteristiche principali: progettazione originale, design sottile e PSX.

Tutti i giochi della vecchia Playstation sono completamente compatibili ed utilizzabili sulla Playstation 2, anche per quanto riguarda l’intera compatibilità hardware. Inoltre, la PS2 è in grado di leggere sia classici cd r sia i DVD. Questa capacità di leggere i DVD è stata un’ulteriore spinta al successo di vendita del prodotto in quanto ne giustificava in ulterior modo il prezzo, trasformandosi all’occorrenza in un vero e proprio lettore DVD.

I salvataggi dei giochi vengono effettuati su schede di memoria e queste funzionano anche con giochi della Playstation 1, inoltre sul retro è possibile installare il Playstation 2 HDD (Hard Disc Drive – Disco fisso esterno).

Un aggiornamento del controller (joystick) della Playstation 2 è sicuramente l’evoluzione del DualShock in DualShock 2 controller. Le innovazioni sono rappresentate principalmente dal controllo digitale dei pulsanti e del D-Pad per un controllo maggiore. Inoltre sul retro vengono aggiunti altri pulsanti, come gli R1, R2, L1, L2 e tutti i bottoni di gestione come Start, Select e Analogico.

Spettacolare la funzione di vibrazione inserita all’interno di questi controller che rendono reale un “fuoripista” o qualsiasi interazione di gioco, rendendolo sempre più vicina alla realtà.

Oltre alla capacità di leggere dvd vergini la PS2 ha anche un supporto completo di USB e IEEE 1394 che la rendono idonea ad applicazioni PC.

Altro vantaggio tecnologico introdotto da questa console è sicuramente il supporto software, che è stato completamente rimodernato rispetto a quello precedente senza però perdere la possibilità di utilizzare le vecchie applicazioni ed i vecchi giochi della prima versione della console.

Inoltre, la PS2 è in grado di navigare su internet quindi permette, per la prima volta, ai giocatori di sfidarsi direttamente on-line ed effettuare sezioni in multi sezione e multiplayer. Inoltre, con la dovuta modifica ps2 è in grado di leggere CD duplicati (attenzione, qui non si incoraggia la pirateria, ma la possibilità di leggere CD realizzati internamente, come può esserlo un album fotografico).

Ecco i perché di un successo, inevitabile.

A cura di Michele De Capitani
Prima Posizione Srl – Agenzia posizionamento

No Comments
Comunicati

Padova: ancora molto da vedere, ancor di più da vivere…


Nonostante i vari bombardamenti che la città ha dovuto affrontare durante la Seconda Guerra Mondiale, Padova ha ancora bellissimi vecchi edifici da mostrare ai visitatori di tutto il mondo.

Padova, in effetti è una città molto antica, sorta da un piccolo villaggio di pescatori per poi divenire una delle principali città del Veneto. Inoltre, è anche la patria di una delle più antiche università europee e uno dei più grandi centri culturali e scientifici del medioevo. La città si presenta con stradine strette e lastricate in pietra che portano alla piazza principale “Prato della Valle” che catapulta il turista in un’affascinante atmosfera. Nel suo romanzo “Di là dal fiume e tra gli alberi” Ernest Hemingway scrisse di rovine romane intorno al ponte che porta alla stazione della città, tragitto emozionante se la luna illumina le serate a Padova.

Dopo la seconda guerra mondiale, però lo spazio della vecchia stazione è stato occupato da nuovi palazzi e questo è stato un vero peccato, visto il contenuto storico della stazione ferroviaria.

Fortunatamente, come detto in precedenza, non tutto è andato perduto ed i servizi centrali di origine medioevale sono restati intatti ai bombardamenti. Solitamente Padova non è considerata una vera e proprio meta turistica (principalmente per i turisti esteri) ma una volta visitata la maggior parte se ne ricrede.

Inoltre, la città è molto ben servita da ed accessibile con vari mezzi come treno, autobus o in auto da Venezia, Milano, Verona, Bologna e Mantova. L’attrazione principale della città è indubbiamente la Basilica di Sant’Antonio, decorata con affreschi di Altichiero da Zevio, lungo il bronzo con Madonna col Bambino e sei statue di Santi realizzate da Donatello.

Le reliquie di S. Antonio sono conservate nella Cappella del Tesoro, riccamente decorata con affreschi.
Un altro ottimo lavoro di Donatello è il monumento equestre del Condottiero Gattamelata Condottiero proprio in fronte alla basilica, dove è impossibile non trovare un ottimo ristorante a Padova. Inoltre, non dimentichiamo i grandi tesori architettonici della città, come il celebre Pedrocchi Cafè uno dei più grandi coffee bar del mondo.

A Padova, ogni cosa ha la propria simbologia, forse anche per l’affascinante storia di uno dei primi movimenti liberali studenteschi che hanno portato agli scontri grazie ai quali gli Austriaci sono stati spinti al di fuori del territorio italiano durante la seconda guerra.

Oltre a tutte queste meraviglie storiche ed architettoniche, non scordiamo che Padova è una delle città più attive di tutta Italia, sia dal lato produttivo ed imprenditoriale, sia dal lato del divertimento e dello svago. Difatti vengono organizzati sempre spettacoli a Padova oppure nelle immediate vicinanze e paesi di periferia.

A cura di Michele De Capitani
Prima Posizione Srl – Marketing operativo

No Comments
Comunicati

Come funziona un rilevatore di movimento


Un efficiente sistema di allarme è un ottimo modo per fornire un ulteriore protezione per la casa oppure per l’azienda.

Ci sono molte opzioni disponibili per chi desidera implementare la sicurezza della propria abitazione o della propria industria e capannoni. Per tanto, non bisogna scoraggiarsi ma ricercare il prodotto che soddisfa maggiormente le esigenze e le aspettative di chi esige massima tranquillità per la propria proprietà privata. Difatti oggi più che mai, proteggere la vostra famiglia, con un buon sistema di videosorveglianza dell’abitazione permetterà di garantire massima libertà alle persone, o nel caso della ditta ai beni, più cari.

Ma i rilevatori di movimento cosa sono?

In pratica, i rilevatori a movimento rientrano fra il settore dei sensori per la sicurezza, in pratica si tratta di componenti impianti elettrici in grado di percepire, grazie ad appositi sensori, ogni movimento nell’aria. Questi rilevatori possono utilizzare vari segnali radio con onde ad alta frequenza. Grazie a questi, è possibile sapere se qualcuno o qualcosa ha varcato le soglie di casa oppure della sede aziendale, mandando un avviso per comunicarlo.

Vi sono differenti tipologie di rilevatori di movimento, vediamo come funzionano:

Sensori ad infrarossi, questi rilevatori di movimento a luce infrarossa vengono principalmente utilizzati per rilevare cambiamenti di temperatura e quindi calore, vale a dire che quando una persona si muove all’interno di questa gamma di sensori di movimento, l’allarme viene attivato dal calore dell’individuo. I sensori ad infrarossi sono meno rispetto a quelli microonde ed ad ultrasuoni e generalmente sono di dimensioni ridotte e molto affidabili.

Sensori di vibrazioni, rileva una persona attraverso le vibrazioni che essa emette. Molti allarmi di automobili sono dotati di questi sensori oltre ad altri trasduttori di pressione che servono per avvisare il proprietario che ha qualcosa è entrato, oppure è attorno, alla loro vettura.

Sensori fotoelettrici, alcuni sistemi di rilevamento del movimento sono fotoelettrici e laser. In pratica, il raggio laser è puntato su dal lato opposto della porta o della stanza, quando il raggio viene interrotto scatta l’allarme per intrusione.

Sensori a ultrasuoni, utilizzano una frequenza di circa 30kHz. Questi funzionano proprio come un radar che trasmette e percepisce i rimbalzi sonori dai mobili e dalle pareti della stanza. Quando l’allarme è armato, se la mappatura dei rimbalzi subisce variazioni significa che qualcosa si sta muovendo all’interno della stanza, quindi l’allarme viene attivato.

Sensori induttivi ed acustici, essi in grado di rilevare l’energia prodotta da qualsiasi tipo di suono, fra cui anche la rottura di un vetro. Per tanto, in caso di rumori fuori “norma” come la rottura di vetri di una finestra durante l’intrusione, le frequenze di quel suono vengono rilevate e l’allarme di sicurezza scatta.

A cura di Michele De Capitani
Prima Posizione Srl – Marketing mix

No Comments
Comunicati

Morbidezza sotto i piedi, consigli per moquette e tappeti


Alcuni utili suggerimenti rapidi che affrontano tutti gli aspetti per la scelta del tappeto giusto, sia per comodità sia come complemento d’arredamento.

Il tappeto con la minor manutenzione e la maggior resistenza nel tempo è sicuramente il livello Loop, spesso chiamato “Berberi”. Il ciclo di produzione 4x prevede una superficie di usura che ne determina quindi la sua durata.

Naturalmente questa tipologia di tappeto è disponibile in svariati modelli e colori che soddisfano tutti i gusti, dai più classici ai più moderni tappeti design. Mantenere il proprio tappeto neutro e non danneggiarlo, mantenendone la flessibilità permetterà una rivalutazione nel tempo del tappeto per una futura vendita di successo. Le associazioni di colore nei tappeti, sono molto soggettive, ma bisogna sempre tener presente che il tappeto deve inserirsi in un contesto abitativo arredato che rappresenti il proprio concetto di casa.

Anche se sembra strano, i tappeti classici e ti stampo prettamente orientale, stanno tornando estremamente attuali e si sposano in modo contrastante ma non per questo inappropriato, anche all’arredamento moderno che molte case hanno al proprio interno, questo lo dimostrano i progressi ottenuti da molte aziende operatrici come ingrosso tappeti cinesi, sia italiane sia internazionali.

I tappeti sono appropriati per ogni stanza della propria casa e possono essere anche applicati alle parenti proprio come se fossero arazzi preziosi. Oltre a trasmettere un senso di calore, sono da considerare vere e proprie opere d’arte.

Per quanto concerne le dimensioni, la regola generale è che il tappeto dovrebbe stare sotto a tutti i vostri mobili, ad esempio 9×12 in una camera matrimoniale, oppure non essere a contatto con nessun mobile, ad esempio un 6×9 nella stessa stanza matrimoniale dell’esempio precedente. In questi termini bisogna assolutamente evitare che il tappeto sia una via di mezzo fra l’essere libero o imprigionato dai mobili. La maggior parte delle sale da pranzo richiedono almeno un tappeto kilim 8×10 tappeto per evitare che le sedie cadano.

Il tappeto, naturalmente, può avere anche un impatto significativo sull’acustica di ogni stanza quindi, sono utili per insonorizzare gli ambienti e limitare l’inquinamento acustico verso l’esterno. Tutto questo fa pensare a quanto possa essere importante la corretta scelta dei tappeti, sia da un lato pratico sia da un punto di vista prettamente estetico.

I copri tappeto, se carini e non troppo invadenti, sono molto utili per preservare i nodi del tappeto ed il pavimento sottostante da eventuali infiltrazioni di liquidi e sporcizia varia. Ad esempio per un pavimento in legno, è consigliabile utilizzare un appoggio gommato da un lato oppure una fitta iuta che non permetta il contatto diretto fra il tappeto e la superficie del pavimento.

A cura di Michele De Capitani
Prima Posizione Srl – Marketing strategico

No Comments
Comunicati

Email marketing, ecco come aumentare la sua efficacia


L’Email marketing è diventato una delle tecniche di marketing più diffuse ed utilizzate sul web.

Nello sviluppo di qualsiasi campagna di e-mail marketing, vi sono diverse cose importanti da prendere in considerazione. Meglio non permettere alla frenesia ed alla fretta di prevalere sullo sviluppo ed assicurarsi di avere solamente database ed indirizzi email in opt-in (con autorizzazioni a spedire comunicazioni).

La spedizione di email promozionali è sicuramente uno dei modi più efficaci, utilizzato dai proprietari di aziende orientate al business online, per comunicare con la propria clientela. In effetti, si tratta della creazione di messaggi di vendita, ma con un po’ di fantasia e creatività questi possono divenire un vero e proprio strumento di marketing e commerciale.
Difatti, vi sono differenti modi di approccio all’e-mail marketing e ogni nicchia di mercato avrà il proprio modo di utilizzare in modo produttivo ed efficace questa. Ecco alcune idee da avere ben chiare in mente prima di sviluppare una campagna di email marketing:

1. meglio mantenere un database il più mirato possibile, nel senso di mantenere un buon livello di interesse del database. Questa caratteristica è accompagnata dal dettaglio di profilazione dell’intera banca dati. Tutto questo permetterà maggiori tassi di conversione e risposta alla campagna.

2. sviluppare il proprio elenco di email mediante la creazione di una newsletter gratuiti. Un’idea potrebbe essere quella di offrire consulenza gratuita oppure prodotto/servizi freeware, in modo tale da attirare l’attenzione di utenti profilati. In questo modo si possono raggiungere i clienti interessati nel corso del tempo e saranno direttamente loro a richiedere aggiornamenti sui prodotti o soluzioni alternative.

3. Costruire il modello di commercializzazione nel medio lungo termine, in modo tale da accrescere la fiducia del cliente nei propri confronti. Questo diminuirà anche il tasso di annullamento dell’iscrizione.

4. Utilizzare un autoresponder (anche di tipo smart) è sicuramente una pratica economica ma sicuramente efficace. Questo permetterà di contattare e rispondere automaticamente alle richieste del cliente in modo tempestivo trasmettendo maggior sicurezza al cliente che si trova di fronte ad una società di consulenza in marketing che non lo abbandona mai.
5. Gestire in modo ottimale le frequenze di spedizione è sicuramente un passo fondamentale verso il successo della campagna promozionale. Questo valore di frequenza, dipende molto dal target di riferimento, ma occorre trovare un giusto equilibrio, perché il troppo storpia ed il poco’ allontana.

6. Incoraggiare i destinatari dell’email a trasmettere ed invitare i propri amici e colleghi ad iscriversi. E’ la forma primaria del marketing, il passaparola, ma è ancora una delle tecniche più efficace.

Queste sono solo alcune idee da considerare quando si sviluppa una nuova campagna email di marketing. L’e-mail marketing è estremamente accessibile ed è un potente strumento di generazione costante ed a lungo termine, di vendita e di contatto con potenziali clienti.

A cura di Michele De Capitani
Prima Posizione Srl – Posizionamento motori

No Comments