Archives

Comunicati

Cos’è la mediazione familiare ?

La mediazione familiare , complementare alla consulenza legale, è un accordo scritto valutato dall’avvocato della coppia ed eventualmente inserito nelle pratiche della separazione.

Ridurre la conflittualità tra le parti, favorire il dialogo e quindi una comunicazione costruttiva, cercare di ridurre le negatività della rottura familiare e del matrimonio, promuovere un approccio consensuale alla separazione, interessando tutti i componenti della famiglia e cercando di mantenere il rispetto di sè e dell’altro, proteggere il benessere e gli interessi dei figli, nonchè sostenere la continuità nel rapporto genitori e figli.

La mediazione pensata in questi termini è uno strumento studiato per far si che i vincitori della disputa siano entrambi i coniugi e dove il mediatore si fa carico dei disaccordi e degli accordi.

Ma chi è relamente il mediatore e con quali mezzi può e deve aiutare i coniugi nel loro percorso di riorganizzazione delle relazioni familiari in vista o in seguito alla separazione o al divorzio?

E’ un professionista sia nelle scienze giuridiche che in quelle psico-sociali, ma deve aver necessariamente conseguito un preparazione scientifica adeguata nella pratica della mediazione familiare. Neutrale, e non coinvolto nelle vicende personali, imparziale e tenuto al segreto professionale, il suo ruolo fondamentale non è ricomporre la coppia, ma guidarla verso un accordo reciproco e duratoro, badando ai bisogni di entrambi. Non accetta condizioni unilaterali sul problema, ma ascolta le versioni di tutti e due i coniugi, aiuta ad ideare soluzioni alternative per riolvere il problema, non permette segreti tra la coppia e vuole avere più informazioni possibili. Non si occupa solo di arginare i conflitti tra i coniugi, ma cerca di evitare procedure lunghe, snervanti e costose. Ruolo fondamentale della figura del mediatore è di proteggere attraverso la prevenzione dei disagi che spesso sfociano n situazioni sgradevoli, i figli, che non sarannoprivati dell’affetto dei genitori, ma coccolati e seguiti per una crescita sana e armoniosa.

No Comments
Comunicati

Consigli per scongiurare la crisi di coppia e essere nuovamente una coppia felice

Come fare per risolvere i problemi di coppia e diventare una coppia felice? La realtà è che questo è raggiugibile ma anche che è cruciale essere al corrente che i matrimoni soddisfacenti non capitano casualmente e che e’ vitale darsi da fare per raggiungere tale risultato. In riferimento a ciò ci sono delle cose che puoi fare che miglioreranno il tuo rapporto di coppia e permetteranno anche di trasformare un rapporto di coppia fallimentare in un’unione di coppia appagante.

Ecco perciò a questo proposito alcune regole che puoi padroneggiare per risolvere i problemi di coppia e essere una coppia felice:

Prenditi le tue responsabilità. Questa è la decisione più importante che può far cambiare in meglio il tuo matrimonio. Significa iniziare a prendersi le responsabilità per le proprie emozioni e bisogni e che invece di cercare di fare in modo che la persona che ami ti faccia sentire soddisfatto impari a fare tutto ciò per te stesso tramite i tuoi pensieri e atteggiamenti. Vuol dire imparare a trattare te stesso con tenerezza e compassione invece che giudicare negativamente. Infatti, incolpare il consorte per la propria infelicità è lo sbaglio principale che è fonte di problemi nel matrimonio e per questo riuscire ad imparare ad amare se stessi è importante per riuscire ad avere una buona unione.

Apprendere invece di controllare. Quando ci sono dei litigi, hai sempre due decisioni per maneggiarli: puoi dimostrarti aperto a riuscire ad imparare di più sulla tua persona e sul tuo consorte e scoprire quali sono le problematiche più evidenti del conflitto o puoi cercare di avere la meglio e avere così qualche forma di comportamento controllante. A tale proposito è vitale ricordare che ogni modalità che usiamo per controllare crea ancora più conflittualità. Quindi tieni a mente che comprendere invece che controllare è vitale per migliorare il tuo rapporto.

Pensa a delle situazioni per passare del tempo assieme. Quando due persone si corteggiano inizialmente esse sembrano avere sempre del tempo per la relazione. Poi, specialmente dopo il matrimonio, sembrano non avere più del tempo per il coniuge. A tale proposito è importante sapere che i matrimoni richiedono del tempo e perciò è vitale definire dei periodi specifici della giornata da passare insieme.

Gratitudine invece di lamentarsi. Solo nel momento in cui c’è un’attitudine di gratitudine tra due innamorati può esserci un’energia positiva. Lamentarsi in ogni momento crea invece un’atmosfera negativa che non è sopportabile per i coniugi. Comincia perciò a dimostrarti grato per ciò che hai piuttosto che concentrarti su quello che non hai. Recriminare è fonte di stress mentre la gratitudine crea pace profonda e quindi crea benessere emozionale, nella relazione e migliora anche il benessere fisico.

Allegria e diletto. Essere sempre preoccupati e non divertirsi con il partner è negativo per la vita di coppia. Per questo le relazioni sono piacevoli quando si ride assieme e nel momento in cui l’umorismo è una parte importante della vita quotidiana. Evita perciò di prendere ogni cosa seriamente e impara a guardare la parte gradevole della vita.

Ecco quindi cinque strategie per superare i problemi di coppia e diventare una coppia felice. Purtroppo però, per scoprire cosa hai necessità di fare per avere un’altra volta una relazione coniugale felice, leggi e metti in pratica: crisi di coppia

No Comments