Comunicati

Contrastare la recessione economica scegliendo di avviare un’attività in proprio

Contro la crisi aumentano costantemente gli italiani che sceglono di avviare un’attività in proprio: si calcola che siano circa 17.000 le persone che ogni anno scelgono questa strada, dimostrando come la congiuntura economica negativa non stia frenando la nascita di realtà imprenditoriali nuove, in particolare di piccole e medie dimensioni. Diversi i target che scelgono di diventare nuovi imprenditori: sono soprattutto giovani che, al termine del periodo di studio, scelgono di entrare nel mondo del lavoro in questo modo, ma ci sono anche persone che – per colpa della crisi – sono inoccupate p disoccupate e, sfruttando le proprie capacità o anche solo la propria intraprendenza, hanno pensato a nuove professioni nelle quali investire le proprie competenze. Se l’autoimprenditorialità non è un fenomeno nuovo, sono sempre diversi gli ambiti nei quali si decide di tentare la nuova strada dell’autonomia: negli ultimi 20 anni, tra i settori che hanno dimostrato la maggiore tenuta (e che anzi sono cresciuti esponenzialmente nell’ultimo periodo) c’è la rigenerazione delle cartucce. Naturalmente l’aumento dell’uso di strumenti informatici e la digitalizzazione hanno contribuito notevolmente all’implementazione di questo settore: oggi la diffusione del documento digitale è limitata e comunque viene quasi sempre accompagnata da una versione cartacea. La possibilità di stampare è quindi un elemento indispensabile per il lavoro di uffici pubblici e privati ma, al tempo stesso, è un costo che influisce in modo gravoso sull’economia degli stessi e sulle spese fisse che devono essere affrontate da liberi professionisti, aziende e amministrazione pubbliche. Per questo sempre più persone scelgono di utilizzare cartucce rigenerate: prodotti che, per qualità di stampa, durata e prestazioni, sono assolutamente equivalenti agli originali, ma dai costi notevolmente inferiori. Oltre all’elemento strettamente economico, nel mercato sono inoltre intervenuti dei fattori legati alla riduzione dell’impatto ambientale: uno smaltimento corretto di inchiostri e toner unito alla possibilità di ridurre il quantitativo di plastica necessario per gli involucri. Aprire un proprio centro di rigenerazione cartucce assicura quindi un numero di clienti sempre crescente e, a differenza di altri tipi di business, richiede investimenti minimi per l’avvio e non necessita di esperienza pregressa o competenze specifiche di tipo tecnico. Le diverse formule legate a questo tipo di impresa consentono infatti di apprendere con una formazione minima il funzionamento dei macchinari, che sono forniti direttamente dall’azienda partner. Approfondendo i diversi aspetti offerti da questo settore, è possibile conoscere le opportunità proposte a chi sceglie di avviare un’attività in proprio.

No Comments Found

Il servizio gratuito di pubblicazione dei comunicati stampa è offerto dall'Associazione link UP Europe! di Roma