All Posts By

PosteItaliane

Comunicati

Poste Italiane realizza speciale annullo per la Giornata Mondiale Della Posta

Il 9 ottobre 2013 si celebra la Giornata Mondiale della Posta. In occasione dell’evento, Poste Italiane ha realizzato uno speciale annullo che sarà disponibile presso gli spazi filatelici di Milano, Roma, Trieste, Venezia, Napoli, Genova e Torino. Nella settimana dal 7 all’11 ottobre, inoltre, d’intesa con il Ministero dello Sviluppo Economico, il Museo Storico della Comunicazione di Roma, in viale Europa, sarà aperto al pubblico, previa prenotazione, la mattina dalle ore 11 alle ore 13 e il pomeriggio dalle ore 16 fino alle ore 19.00, con ultimo accesso consentito alle ore 18.00.

Giornata Mondiale della Posta

Domani 9 ottobre si celebra in tutto il mondo la Giornata Mondiale della Posta, un appuntamento per ricordare il ruolo che il servizio postale gioca nella vita di ogni giorno di miliardi di persone e imprese, non solo come strumento per comunicare, ma anche come volano essenziale dell’economica. In occasione dell’evento Poste Italiane ha realizzato un annullo speciale che sarà disponibile presso gli spazi Filatelia di Milano, Roma, Trieste, Venezia, Napoli, Genova e Torino. Il bollo è ispirato al logo della giornata elaborato dall’UPU usato da tutti i membri dell’Unione, nonché dall’International Bureau dell’UPU a Berna. L’annullo raffigura il logotipo dell’Unione e la consegna di una lettera tra due persone stilizzate che si vengono incontro uscendo da due francobolli. L’annullo speciale può essere richiesto recandosi direttamente in uno dei sette Spazio Filatelia di Poste Italiane o per corrispondenza. Inoltre, presso gli uffici postali saranno affissi i poster realizzati per celebrare l’evento, in diverse lingue, mentre sul sito www.poste.it è disponibile il video realizzato dall’UPU per l’occasione e il video-messaggio del nuovo direttore Generale dell’Unione, il keniota Bishar A. Hussein.

Un messaggio di commemorazione della Giornata sarà inoltre disponibile in tutti gli ATM di Poste Italiane. L’azienda ha anche promosso una campagna di sensibilizzazione interna rivolta a tutti i dipendenti attraverso la intranet e la web Tv aziendale. Nell’intera settimana dal 7 all’11 ottobre, d’intesa con il Ministero dello Sviluppo Economico, il Museo Storico della Comunicazione di Roma, in viale Europa angolo via Cristoforo Colombo, sarà aperto al pubblico previa prenotazione la mattina dalle ore 11 alle ore 13 e il pomeriggio dalle ore 16 fino alle ore 19.00, con ultimo accesso consentito alle ore 18.00.

Logo Poste Italiane

Il perché di questa data

La data non è casuale: il 9 ottobre 1874 i rappresentanti di 22 nazioni firmavano a Berna il trattato istitutivo di una Unione Generale delle Poste, organismo che appena quattro anni più tardi assunse la denominazione definitiva di Unione Postale Universale. L’UPU, diventata nel 1948 una agenzia specializzata delle Nazioni Unite, ha il delicato compito di definire il quadro normativo per regolamentare il settore internazionale della corrispondenza, dei pacchi e dei servizi finanziari postali e conta oggi 192 membri.

Il futuro del servizio postale passa per le nuove tecnologie

Nel suo messaggio in occasione della Giornata Mondiale della Posta, il DG dell’Unione Postale Universale sottolinea il ruolo centrale del servizio postale: infatti, non soltanto garantisce le comunicazioni, lo scambio di merci e le transazioni finanziarie universali, sia su supporto cartaceo, sia attraverso canali avanzati (comunicazioni digitali, ibride, via telefonia mobile), ma svolge anche la funzione di importante sostegno all’economia e alle imprese.

Come visitare il Museo Storico della Comunicazione

Per visitare il museo occorre prenotare la visita guidata gratuita telefonando al numero 06.54442045 o inviando una email all’indirizzo [email protected] È possibile prenotarsi singolarmente o in gruppi di massimo 20 persone. Una e-mail di risposta con l’indicazione dell’orario disponibile confermerà la prenotazione.

FONTE: Poste Italiane

No Comments
Comunicati

Poste Italiane offre il Prestito BancoPosta Studi, il finanziamento che sostiene l’istruzione

Poste Italiane rinnova l’intento di favorire l’istruzione, venendo incontro alle necessità delle famiglie. Anche quest’anno, infatti, propone un finanziamento che sostiene lo studio dei figli e valorizza il loro futuro. Sarà disponibile fino al 31 dicembre negli uffici postali abilitati, il Prestito BancoPosta Studi, che permetterà di ottenere fino a 5.000 euro per famiglia rimborsabili da 12 a 24 rate mensili. Per maggiori informazioni www.poste.it o numero verde 803.160.

Prestito BancoPosta Studi

E’ iniziato l’anno scolastico. Poste Italiane, come negli anni scorsi, nell’intento di favorire l’istruzione e venire incontro alle necessità delle famiglie, propone un finanziamento che sostiene lo studio dei figli e valorizza il loro futuro.

Disponibile fino al 31 dicembre 2013, Prestito BancoPosta Studi offre condizioni vantaggiose e si può richiedere nei principali uffici postali, con l’accredito in pochi giorni sul proprio conto BancoPosta. Permette di ottenere 1.000 euro per ogni figlio iscritto alla scuola elementare o alla media inferiore, 2.000 euro se è iscritto alla scuola media superiore, 3.000 euro se invece frequenta l’università, corsi professionali o di specializzazione. L’importo massimo erogabile è di 5.000 euro per famiglia, rimborsabili da 12 a 24 rate mensili, addebitate direttamente sul conto BancoPosta.

Logo Poste Italiane

Ad esempio si possono ottenere 3.000 euro e restituirli in 24 rate mensili di euro 135,82 (Tan fisso 8,10% Taeg 8,65%)*.

Per conoscere indirizzo e orario di apertura degli uffici postali abilitati e per ricevere maggiori informazioni, si può consultare il sito internet www.poste.it o chiamare il numero verde 803.160.

* Importo totale del credito: 3000 euro; costo totale del finanziamento: 277,30 € di cui Interessi 259,68 €, imposta sostitutiva 7,50 € e 10,12 € interessi di preammortamento; Importo totale dovuto: 3277,30 €. Esempio calcolato in data di erogazione al 12 agosto 2013, interessi di preammortamento calcolati su un periodo di 15 giorni

FONTE: Poste Italiane

No Comments
Comunicati

PosteMobile con la tecnologia NFC gli acquisti si fanno con il telefonino

PosteMobile, disponibile il nuovo sistema di pagamento “contactless”. Grazie alla tecnologia NFC, nei negozi abilitati, si possono effettuare pagamenti con il telefonino, avvicinando semplicemente il cellulare al Pos dell’esercente. La SIM NFC, in cui è integrata una carta prepagata Postepay NewGift digitale, può essere acquistate nei Corner PosteMobile abilitati presenti negli uffici postali (l’elenco completo è disponibile su postemobile.it).

NFC PosteMobile Contactless

PosteMobile apre una nuova frontiera nello stile di vita degli Italiani e rende disponibile sul mercato l’innovativo sistema di pagamento “contactless” tramite tecnologia NFC (Near Filed Communication – comunicazione di prossimità) che permette di pagare nei negozi abilitati semplicemente avvicinando lo Smartphone al Pos dell’esercente, grazie all’integrazione dei servizi di PosteMobile con quelli di pagamento di BancoPosta.

Partita da Milano nel dicembre scorso, PosteMobile estende ora anche a Roma e Torino la vendita delle nuove SIM NFC abilitate ai pagamenti “contactless” da smartphone per poi arrivare in tutta Italia nel corso del 2013. Le SIM NFC possono essere acquistate nei Corner PosteMobile abilitati presenti negli uffici postali (l’elenco completo è disponibile su postemobile.it).

LOgo Poste mobile

Il meccanismo per gli acquisti “in prossimità” è molto semplice: con la SIM NFC di PosteMobile, nella quale è già integrata una carta prepagata Postepay NewGift digitale, il cellulare NFC dialoga con i nuovi POS abilitati ai pagamenti contactless. E’ sufficiente attivare e ricaricare la Postepay, abilitare il pagamento tramite l’App PosteMobile NFC e quindi avvicinare il cellulare al POS per eseguire in tutta semplicità e sicurezza l’operazione di pagamento. Per gli importi fino a 25 euro non è necessario digitare il Pin della carta, che resta invece obbligatorio per importi superiori o se richiesto in fase di pagamento.

A breve la tecnologia NFC sarà in dotazione anche negli uffici postali e sui palmari dei portalettere per consentire ai clienti il pagamento di bollettini, raccomandate o pacchi tramite cellulare. Poste Italiane sarà dunque la prima a offrire alla propria clientela l’intera piattaforma di servizio.

L’adozione della nuova tecnologia NFC rappresenta la naturale evoluzione nei pagamenti da cellulare di PosteMobile, l’operatore mobile del Gruppo Poste Italiane, che conta attualmente circa 3 milioni di clienti attivi, e che fin dal suo lancio, ha scelto un posizionamento distintivo tale da capitalizzare anche l’integrazione con il mondo dei servizi finanziari e postali di Poste Italiane.

Nel prossimo futuro l’applicazione NFC consentirà di rendere disponibili sul cellulare anche servizi di e-Government della PA per l’identificazione e il riconoscimento digitale, smaterializzando e trasferendo direttamente sulla SIM la carta d’identità, il passaporto, la tessera sanitaria, la patente e la firma elettronica. Anche con questo nuovo servizio Poste italiane conferma il proprio ruolo di partner privilegiato della PA.

I nuovi servizi NFC vanno ad aggiungersi alla gamma dei Remote Financial Services, servizi finanziari e di pagamento in mobilità già disponibili con PosteMobile mediante l’associazione della SIM a uno degli strumenti di pagamento BancoPosta. Attualmente sono oltre 1 milione di clienti abilitati ai servizi finanziari da telefonino che ha generato nel 2012 un transato complessivo superiore ai 250 milioni di euro.

La tecnologia sviluppata da PosteMobile per i Remote Financial Services ha recentemente ottenuto dall’European Patent Organisation (EPO) di Monaco il riconoscimento per il brevetto internazionale “Method based on a SIM Card performing services with high security features”, valido in 34 Paesi aderenti alla Convenzione sul Brevetto Europeo.

FONTE: Poste Italiane

No Comments
Comunicati

Poste saluti foto: la nuova App che rilancia il fascino delle cartolinePoste saluti foto: la nuova App che rilancia il fascino delle cartoline

Poste Italiane lancia la nuova App “saluti e foto”. Da oggi, grazie alla nuova applicazione per smartphone e tablet, tutti potranno creare una cartolina con le proprie fotografie e inviare un messaggio firmato con la propria grafia. “Saluti&foto” potrà essere scaricata gratuitamente, su smartphone e tablet iOS e Android. Per inviare le cartoline basterà acquistare i crediti necessari, utilizzando le più comuni forme di pagamento elettronico. Ulteriori informazioni su https://posteapp.poste.it/salutiefoto/ .Poste Italiane lancia la nuova App “saluti e foto”. Da oggi, grazie alla nuova applicazione per smartphone e tablet, tutti potranno creare una cartolina con le proprie fotografie e inviare un messaggio firmato con la propria grafia. “Saluti&foto” potrà essere scaricata gratuitamente, su smartphone e tablet iOS e Android. Per inviare le cartoline basterà acquistare i crediti necessari, utilizzando le più comuni forme di pagamento elettronico. Ulteriori informazioni su https://posteapp.poste.it/salutiefoto/ .

Poste1

L’app “saluti&foto” rende di nuovo attuale il fascino della cartolina, che diventa personalizzata e torna testimone delle emozioni, delle vacanze, dei ricordi più belli. Da oggi infatti, grazie alla nuova applicazione PosteApp per smartphone e tablet, tutti potranno creare una cartolina con le proprie fotografie e inviare un messaggio firmato con la propria grafia. L’immagine stampata sarà poi inviata per posta verso qualsiasi destinazione e sarà consegnata dal portalettere.

PosteIpad_480

L’app “saluti&foto” è un nuovo esempio dell’attenzione che Poste Italiane rivolge al rilancio della cartolina e della posta di tipo personale, in quanto testimonianza tangibile di affetto e ricordo da inviare ai propri cari. La nuova applicazione di PosteApp sa coniugare perfettamente l’esigenza di fornire un servizio divertente e innovativo, con il recupero di una tradizione forte in tutto il mondo. Spedire cartoline con l’app “saluti&foto” tornerà dunque di gran moda.

SalutiFoto_480

Creare la cartolina è davvero semplice. Si scatta una foto o se ne seleziona una dalla propria galleria, si personalizza l’immagine nelle dimensioni e con gli effetti desiderati, infine si sceglie la cornice. La cartolina sarà completata dal messaggio di saluto nel carattere e nel colore preferito. Dopo averla firmata e aver inserito l’indirizzo del destinatario, sarà pronta per essere spedita e consegnata dal portalettere.

Logo Poste Italiane

“saluti&foto” potrà essere scaricata gratuitamente, su smartphone e tablet iOS e Android. Per inviare le cartoline basterà acquistare i crediti necessari, utilizzando le più comuni forme di pagamento elettronico.

Per tutte le informazioni sulla app “saluti&foto” si può visitare il sitohttps://posteapp.poste.it/salutiefoto/ .

FONTE: Poste Italiane

No Comments
Comunicati

Poste Mobile Sim: Epo riconosce brevetto servizi bancario-finanziari

L’European Patent Organisation, organismo intergovernativo che sovrintende la concessione di brevetti a valenza internazionale, ha riconosciuto a PosteMobile il brevetto per la tecnologia che consente di effettuare transazioni bancarie, finanziarie e postali attraverso il “Method based on a SIM Card performing services with high security features”, un meccanismo che garantisce elevati standard di sicurezza. Il brevetto ottenuto dalla società del Gruppo Poste Italiane avrà efficacia in 34 Paesi aderenti all’organismo di certificazione.

PosteMobile_500

L’European Patent Organization (EPO), organismo intergovernativo che sovrintende la concessione di brevetti a valenza internazionale, ha riconosciuto a PosteMobile l’operatore di telefonia di Poste Italiane, il brevetto per il procedimento ideato dalla società che consente di effettuare transazioni bancarie, finanziarie e postali attraverso un meccanismo che garantisce elevati standard di sicurezza (“Method based on a SIM Card performing services with high security features”).

Il riconoscimento del brevetto dà a Poste Mobile i diritti di proprietà intellettuale sul sistema messo a punto e apre nuovi scenari commerciali. Dal punto di vista operativo, infatti, il sistema di invio in sicurezza di informazioni destinate a identificare in modo certo il mittente e il contenuto del messaggio inviato, è applicabile da PosteMobile(e solo se autorizzati da quest’ultima, da terzi ) anche su tecnologie e strumenti, diversi dalla carta SIM.

Il brevetto si estende all’intero processo di autenticazione del titolare della Carta SIM a partire dalla fase di generazione dei codici di accesso, sino alla trasmissione dei dati delle operazioni effettuate e dell’esito da e verso le piattaforme bancarie/finanziarie attraverso SMS cifrati e firmati digitalmente.

Poste Mobile

Il brevetto Epo oltre a riconoscere a PosteMobile la proprietà intellettuale del sistema impedisce a terzi il libero utilizzo e la commercializzazione del metodo messo a punto da PosteMobile nei 34 Paesi aderenti all’EPO (Austria, Belgio, Bulgaria, Svizzera/Liechtenstein, Cipro, Repubblica Ceca, Germania, Danimarca, Estonia, Spagna, Finlandia, Francia, Gran Bretagna, Grecia, Croazia, Ungheria, Irlanda, Islanda, Italia, Lituania, Lettonia, Lussemburgo, Paesi Bassi, Norvegia, Malta, Principato di Monaco, Polonia, Portogallo, Romania, Svezia, Slovenia, Slovacchia e Turchia).

PosteMobile è l’operatore di telefonia mobile del Gruppo Poste Italiane leader nei Remote Financial Services, con oltre 1 milione di clienti abilitati che generano un transato annuo complessivo di pagamenti da cellulare superiore ai 250 milioni di euro. Nato a fine 2007, oggi ha 3 milioni di clienti attivi. Fin da subito si è imposto sul mercato con una gamma di servizi distintivi che trasformano il telefonino in un portafoglio elettronico. Il sistema per cui ha ottenuto il brevetto europeo è già applicato a tutti i servizi per i pagamenti e i trasferimenti di denaro in mobilità (m-payment, m-commerce, m-banking) offerti da PosteMobile e accessibili sia dalla SIM sia da APP. Il cliente può effettuare dal cellulare e in piena sicurezza, operazioni informative e dispositive sul conto corrente BancoPosta e sulla carta prepagata Postepay per acquistare beni e servizi; pagare bollettini, fare bonifici e trasferimenti di denaro, ricaricare il cellulare o la carta. PosteMobile punta ora alla leadership anche nei Mobile Proximity Services, tramite la commercializzazione di SIM di nuova generazione che integrano la nuova tecnologia NFC che permette di fare acquisti in tutti i punti vendita in Italia abilitati, semplicemente avvicinando il proprio telefono al POS.

FONTE: Poste Italiane

No Comments
Comunicati

Poste Italiane apre le porte della Cina alle aziende italiane

E-commerce, Poste Italiane firma l’accordo con il Gruppo China Post per mettere a disposizione delle aziende italiane la piattaforma di shopping on line “Made in Italy” per vendere sul mercato cinese. “Da oggi le aziende italiane potranno disporre di una soluzione efficace per sviluppare il loro business in Cina”, spiega l’Ad di Poste Italiane Massimo Sarmi. Rafforzata la partnership strategica con la Cina con la firma di altri protocolli nel settore finanziario, assicurativo, postale e del money transfer.

DSC_4714 copia

Poste Italiane apre le porte della Cina alle aziende italiane che puntano sull’eCommerce. Grazie all’Accordo commerciale firmato a Pechino dall’Amministratore Delegato di Poste Italiane, Massimo Sarmi, le aziende italiane interessate alla penetrazione commerciale in Cina potranno vendere i loro prodotti sul portale Ule (www.ule.com), la “vetrina” di shopping on line gestita da China Post e da Tom Group. La piattaforma Ule offre oltre 150 mila prodotti, ha un milione e mezzo di utenti registrati e un milione di pagine viste ogni giorno.

L’intesa stabilisce che i marchi tricolori siano collocati sugli scaffali virtuali del Padiglione “Made in Italy” che sarà attivo entro il prossimo mese di novembre all’interno del portale Ule. In questo modo le aziende italiane avranno a disposizione la chiave d’accesso ad un mercato che vale 265 miliardi di dollari, che nel 2012 ha acquistato prodotti italiani per un valore di 9 miliardi di euro (con preferenze per oggetti in pelle, abbigliamento e gioielleria), e che fa segnare una crescita della domanda di prodotti italiani di oltre il 20% negli ultimi 2 anni.

Logo Poste Italiane

Da oggi le aziende italiane potranno disporre di una soluzione efficace per sviluppare il loro business in Cina – spiega l’Ad, Massimo SarmiPoste Italiane potrà assicurare supporto e assistenza tecnica e logistica alle imprese interessate nella fase di start up, un sostegno particolarmente importante per le Pmi, che puntano all’eCommerce sul mercato cinese ma che da sole avrebbero grosse difficoltà ad affacciarsi su questa realtà a causa della onerosità degli investimenti e delle difficoltà di carattere linguistico, fiscale e amministrativo. L’accordo – aggiunge Sarmi – ribadisce il ruolo di player internazionale di Poste Italiane nel settore dell’eCommerce e ne conferma le capacità di fare sistema offrendo un contributo importante alla promozione di tutto il made in Italy”.

L’Accordo commerciale affida a Poste Italiane l’attività di promozione del progetto e il compito di selezione delle aziende nazionali interessate a vendere i propri prodotti sulle vetrine di Ule, che daranno massima visibilità ai marchi del made in Italy. Poste Italiane assicurerà il necessario supporto alle imprese nella definizione dell’offerta e del prezzo di lancio dei prodotti, nella logistica, nelle operazioni di pagamento e nel servizio di customer care delle aziende italiane come trait d’union con il servizio clienti cinese.

Nel corso della missione cinese Poste Italiane ha firmato un accordo sull’interoperabilità delle carte di credito con China Union Pay International (Cup), il principale circuito cinese di carte di pagamento e di servizi interbancari, gestore di oltre 3 miliardi di carte di credito. In base all’intesa i possessori di carte di credito appartenenti al circuito cinese di Cup possono accedere alle operazioni finanziarie e di prelievo di contante dai 7.000 sportelli automatici di Poste Italiane presenti in tutta Italia.

L’accordo punta inoltre ad estendere ai possessori delle carte aderenti al circuito China Union Pay anche altri servizi offerti da Poste Italiane attraverso la rete degli ATM e a sviluppare il servizio di trasferimento fondi internazionali da carta a carta.

Poste Italiane ha contestualmente rafforzato il suo rapporto di collaborazione con China Post sottoscrivendo due altri Memorandum d’intesa, l’uno nel campo assicurativo e l’altro nel settore della logistica. L’accordo assicurativo siglato con China Post Life Insurance, società controllata da China Post, prevede l’avvio di una collaborazione per lo sviluppo di prodotti in co-branding e revenue sharing sui mercati cinese e italiano. Inoltre Poste Italiane ha sottoscritto un accordo con l’operatore postale di Pechino che amplia l’intesa già firmata nei mesi scorsi sul flusso in entrata Cina-Italia di pacchi internazionali fino a 2 kg di peso, allargando l’accordo anche al movimento di pacchi in uscita dall’Italia verso la Cina. In tal modo, gli acquisti fatti sulla piattaforma di shopping ULE viaggeranno in modo sicuro e garantito dai due operatori postali nazionali.
Poste Italiane e China Post hanno infine ampliato la partnership nei servizi di money transfer attraverso Eurogiro per la popolazione cinese residente in Italia, introducendo anche il servizio di Cash on delivery. Il mercato del money transfer tra Italia e Cina vale, secondo i dati diffusi dalla Banca d’Italia, circa 2,5 miliardi di euro, ovvero il 34% dell’intero volume annuo di trasferimenti dall’Italia all’estero.

FONTE: Poste Italiane

No Comments
Comunicati

PosteMobile, arriva la versione aggiornata dell’App rinnovata, ottimizzata e integrata di nuove funzionalità

PosteMobile, da oggi è disponibile la versione aggiornata dell’App, che consente l’accesso ai servizi di m-payment, m-banking e m-commerce. Novità rilevante è l’ottimizzazione del processo di generazione direttamente da App della e-postepay, chePosteMobile rende già abilitata ai pagamenti. Fino al 29 luglio, inoltre, i clienti hanno la possibilità di acquistare direttamente dall’App, i biglietti per i concerti di “Postepay Rock in Roma” scontati del 15%. L’App PosteMobile è scaricabile da Google Play e da AppStore. Maggiori info e dettagli su postemobile.it.

App 160 PosteMobile

Disponibile la versione aggiornata dell’App PosteMobile, l’applicazione gratuita per Smartphone che consente l’accesso ai servizi di m-payment, m-banking e m-commerce offerti da PosteMobile ai propri clienti titolari di uno strumento di pagamento BancoPosta associato alla SIM,scaricabile da Google Play e AppStore.

L’App PosteMobile ha già raggiunto oltre 130.000 download confermandosi tra le App gratuite più apprezzate della categoria finanza, grazie all’esclusività di un’offerta integrata di servizi finanziari e di self care, nonché alla particolare attenzione ai valori di accessibilità, semplicità d’uso e sicurezza.

App PosteMobile SIM

L’App PosteMobile si presenta oggi rinnovata, ottimizzata e integrata di nuove funzionalità.
La novità più rilevante è rappresentata dall’ottimizzazione del processo di generazione direttamente da App della e-postepay, la carta prepagata virtuale di BancoPosta utile per i pagamenti sul web, che PosteMobile rende associata alla SIM e quindi già abilitata anche ai pagamenti dall’App PosteMobile, nello specifico di bollettini, ricariche SIM e prodotti e servizi dei partner.
Chi non ha ancora associato la propria SIM PosteMobile in Ufficio Postale, potrà così approfittare di questa comoda opportunità, richiedendo la e-postepay direttamente dalla propria SIM.
La e-postepay fa dunque dell’App PosteMobile un vero e proprio Wallet di servizi.

Poste Mobile

Generare la e-postepay dall’ App PosteMobile è da oggi ancora più semplice e veloce:
È sufficiente accedere alla sezione “Conto BancoPosta e Postepay” dal Menu principale; selezionare la voce “e-postepay”; prendere visione e accettare le note informative e confermare la richiesta con il proprio codice di sicurezza (APP PIN). Dopo aver ricevuto l’SMS di avvenuta associazione della carta alla propria SIM, la e-postepay potrà essere utilizzata da subito come strumento di pagamento per i servizi dell’App PosteMobile, oltre che per gli acquisti online.

Inoltre, fino al prossimo 29 luglio, i clienti hanno anche la possibilità di acquistare direttamente dall’App, oltre che dal sito postepayfun.it, i biglietti per i concerti di “Postepay Rock in Roma” con lo sconto del 15%, pagando tramite la propria SIM Poste Mobile associata allo strumento di pagamento BancoPosta. Chi non ha uno strumento di pagamento associato potrà aderire allo sconto richiedendo dall’App la e-postepay, che nasce già associata alla SIM.

L’App PosteMobile non è solo servizi esclusivi per i clienti, ma anche servizi di utilità accessibili a tutti.
Scaricando l’App PosteMobile, nella sezione “Servizi Postali”, da oggi ancora più ricca ed ottimizzata nella user experience, è possibile effettuare gratuitamente ed in modo semplice ed intuitivo la ricerca di Uffici Postali, ATM BancoPosta, CAP ed ora anche di Cassette Postali, tra quelli più vicini alla propria posizione geografica o a un indirizzo inserito nella sezione di ricerca.

Maggiori info e dettagli su postemobile.it. Dettagli e condizioni d’uso da mobile della e-postepay su poste.it.

FONTE: Poste Italiane

No Comments
Comunicati

Massimo Sarmi: Poste Italiane sigla accordo con Microsoft

Poste Italiane e Microsoft Italia siglano un accordo per fornire servizi integrati innovativi rivolti a professionisti, Pmi e Pubblica Amministrazione. L’intesa mira a sostenere il processo di digitalizzazione del Paese con il lancio di soluzioni tecnologicamente avanzate nel campo della comunicazione digitale. Massimo Sarmi, AD di Poste Italiane: “L’accordo con Microsoft conferma il forte orientamento all’innovazione che caratterizza Poste Italiane e ne guida lo sviluppo”. Integrati i servizi Poste (PEC, Firma Digitale, Conservazione Sostitutiva) con Office 365.

Poste Italiane e Microsoft Italia hanno siglato un accordo per fornire servizi integrati innovativi rivolti a professionisti, Pmi e Pubblica amministrazione. L’intesa, mirata a sostenere il processo di digitalizzazione del Paese, ha l’obiettivo di assicurare il massimo supporto alla competitività dell’economia con il lancio di soluzioni tecnologicamente avanzate nel campo della comunicazione digitale. Poste Italiane e Microsoft proporranno a professionisti, imprese e amministrazioni centrali e locali l’integrazione dei servizi Poste (PEC, Firma Digitale, Conservazione Sostitutiva) con Office 365. L’offerta commerciale sarà gestita da Poste Italiane attraverso la capillare rete di uffici Poste Impresa.

L’offerta nasce da un concetto di integrazione di servizio e semplificherà l’accesso di professionisti, aziende e PA ai vantaggi del Cloud Computing per migliorare efficienza e produttività. Ai servizi di virtualizzazione della banca dati del cliente, che sarà ospitato nel data center di Poste Italiane, e alla digitalizzazione della documentazione e dell’archivio cartacei, che potranno essere custoditi da remoto e conservare valore legale, si aggiungeranno i servizi di comunicazione e collaborazione di Office 365, la piattaforma che riunisce Microsoft Office, Microsoft SharePoint Online, Microsoft Exchange Online e Microsoft Lync Online in un unico servizio cloud sempre aggiornato accessibile indipendentemente dal luogo e dal dispositivo.

L’accordo con Microsoft conferma il forte orientamento all’innovazione che caratterizza Poste Italiane e ne guida lo sviluppo – ha commentato l’Ad, Massimo Sarmi La partnership è un ulteriore passo compiuto dall’azienda per dare adeguato sostegno alla crescita dei protagonisti della vita economica del Paese. Forniremo – ha aggiunto Sarmi – soluzioni tecnologiche all’avanguardia per aiutare i professionisti, le Pmi e la PA a concentrarsi sul proprio business, facendo leva contemporaneamente su un pacchetto di servizi di comunicazione di alta qualità che si può ottenere con un investimento sostenibile”.

Il Cloud Computing si sta affermando sempre più su scala globale e quasi due terzi delle aziende stanno pianificando, implementando o utilizzando il cloud. Promuovere questo processo di innovazione anche a livello italiano è fondamentale, soprattutto perché il Cloud rappresenta una leva strategica per supportare la crescita delle PMI e la modernizzazione del settore pubblico, due segmenti che possono fare la differenza all’interno dell’economia nazionale. È per questo motivo che siamo entusiasti di collaborare con un protagonista quale Gruppo Poste Italiane, che in virtù del proprio radicamento territoriale è vicino alle esigenze di queste realtà e può accompagnarle in un efficace percorso d’innovazione. Il numero di PMI che utilizzano Office 365 è aumentato del 150% negli ultimi 12 mesi, a dimostrazione dei vantaggi offerti da questa soluzione, e grazie a questo accordo sempre più aziende italiane potranno beneficiare dei nostri servizi di produttività e collaborazione in modo flessibile e sicuro”, ha dichiarato Carlo Purassanta, Amministratore Delegato di Microsoft Italia.

***

MSFT_logo_rgb_C-Gray_D

Microsoft

Fondata nel 1975, Microsoft è leader mondiale nel software, nei servizi e nelle tecnologie Internet per la gestione delle informazioni di persone e aziende. Offre una gamma completa di prodotti e servizi per consentire a tutti di migliorare, grazie al software, i risultati delle proprie attività – in ogni momento, in ogni luogo e con qualsiasi dispositivo. Ogni informazione relativa a Microsoft è disponibile al sito http://www.microsoft.com/italy/.

Nota per i redattori: per ulteriori informazioni, notizie e punti di vista di Microsoft, visitare il Microsoft News Center all’indirizzo http://www.microsoft.com/news. I collegamenti Web, i numeri di telefono e i titoli risultavano corretti al momento della pubblicazione, ma potrebbero essere stati modificati. Per ulteriore assistenza, giornalisti e analisti possono contattare il Rapid Response Team di Microsoft o altri contatti appropriati elencati all’indirizzo http://www.microsoft.com/news/contactpr.mspx.

Questi riferimenti sono riservati esclusivamente alla stampa:

Microsoft

Roberta Bertolotti

Pubbliche Relazioni

www.microsoft.com/italy/stampa

e-mail [email protected]

Burson-Marsteller

Cristina Gobbo

[email protected] – Tel 02/72143543

Francesca Cappello

[email protected] – Tel 02/72143503

Logo Poste Italiane

Poste Italiane è il più grande Gruppo di servizi del Paese. Grazie alla capillare presenza sul territorio nazionale e alla forte integrazione delle sue attività, offre prodotti e servizi di comunicazione, logistici, finanziari, assicurativi e di telefonia mobile a cittadini, imprese e pubblica amministrazione.

Fanno parte del Gruppo Poste Italiane, tra le altre società, SDA (corriere espresso), Poste Vita (assicurazioni vita e danni), PosteMobile (telefonia mobile), Postecom (sviluppo e gestione dei servizi Internet) BancoPosta Fondi SGR (fondi comuni di investimento), Postel (servizi di posta “ibrida”).

FONTE: Poste Italiane

No Comments
Comunicati

BancoPosta: Poste Italiane amplia l’offerta.

Poste Italiane lancia Quinto BancoPosta, il finanziamento per i dipendenti pubblici delle amministrazioni centrali e locali e per l’Arma dei Carabinieri. Il servizio consente di ottenere un finanziamento commisurato al proprio reddito con trattenuta diretta in busta paga. Tutte le richieste presentate fino al 30 giugno 2013, potranno ottenere un’agevolazione del tasso promozionale con Taeg massimo del 10,07%. Per maggiori informazioni: www.poste.it – numero verde 800.00.33.22.

Quinto bancoPosta_240

Poste Italiane amplia la propria offerta dei prodotti di finanziamento e lancia Quinto BancoPosta per i dipendenti pubblici delle amministrazioni centrali e locali e per l’Arma dei Carabinieri. Il servizio consente di ottenere un finanziamento commisurato al proprio reddito con trattenuta diretta in busta paga.

Logo Poste Italiane

Il finanziamento che può essere richiesto con Quinto BancoPosta è commisurato sul proprio reddito e prevede la restituzione dell’importo con rate mensili (da 36 a 120 mesi) che possono arrivare fino a un quinto dello stipendio. La trattenuta della rata avviene direttamente in busta paga.

Per tutte le richieste presentate fino al 30 giugno 2013, è possibile approfittare del tasso promozionale con Taeg massimo del 10,07%.

Ottenere Quinto BancoPosta è semplice: basta presentare l’ultima busta paga insieme ad un documento di identità e la tessera sanitaria e sarà possibile ottenere in pochi minuti un preventivo.

Quinto BancoPosta è disponibile in oltre 3.600 Uffici Postali.

Il prodotto è offerto in collaborazione con Compass S.p.A.; per conoscere indirizzo e orario di apertura degli Uffici Postali abilitati e per ricevere maggiori informazioni è possibile consultare il sito Internet www.poste.it o chiamare il numero verde 800.00.33.22

FONTE: Poste Italiane

No Comments
Comunicati

PosteMobile protagonista della rivoluzione dei sistemi pagamento con telefonino

PosteMobile è protagonista della rivoluzione dei sistemi di pagamento. Grazie all’innovativo sistema “contactless” tramite tecnologia NFC, nei negozi abilitati, è possibile effettuare i pagamenti con il telefonino avvicinando semplicemente lo Smartphone al Pos dell’esercente. Dopo Milano, PosteMobile estende anche a Roma e Torino la vendita delle nuove SIM NFC che possono essere acquistate nei Corner PosteMobile abilitati presenti negli uffici postali.

NFC PosteMobile Contactless_480

PosteMobile apre una nuova frontiera nello stile di vita degli Italiani e rende disponibile sul mercato l’innovativo sistema di pagamento “contactless” tramite tecnologia NFC (Near Filed Communication – comunicazione di prossimità) che permette di pagare nei negozi abilitati semplicemente avvicinando lo Smartphone al Pos dell’esercente, grazie all’integrazione dei servizi di PosteMobile con quelli di pagamento di BancoPosta.

Partita da Milano nel dicembre scorso, PosteMobile estende ora anche a Roma e Torino la vendita delle nuove SIM NFC abilitate ai pagamenti “contactless” da smartphone per poi arrivare in tutta Italia nel corso del 2013. Le SIM NFC possono essere acquistate nei Corner PosteMobile abilitati presenti negli uffici postali (l’elenco completo è disponibile su www.postemobile.it).

Poste Mobile

Il meccanismo per gli acquisti “in prossimità” è molto semplice: con la SIM NFC di PosteMobile, nella quale è già integrata una carta prepagata Postepay NewGift digitale, il cellulare NFC dialoga con i nuovi POS abilitati ai pagamenti contactless. E’ sufficiente attivare e ricaricare la Postepay, abilitare il pagamento tramite l’App PosteMobile NFC e quindi avvicinare il cellulare al POS per eseguire in tutta semplicità e sicurezza l’operazione di pagamento. Per gli importi fino a 25 euro non è necessario digitare il Pin della carta, che resta invece obbligatorio per importi superiori o se richiesto in fase di pagamento.

A breve la tecnologia NFC sarà in dotazione anche negli uffici postali e sui palmari dei portalettere per consentire ai clienti il pagamento di bollettini, raccomandate o pacchi tramite cellulare. Poste Italiane sarà dunque la prima a offrire alla propria clientela l’intera piattaforma di servizio.

L’adozione della nuova tecnologia NFC rappresenta la naturale evoluzione nei pagamenti da cellulare di PosteMobile, l’operatore mobile del Gruppo Poste Italiane, che conta attualmente circa 3 milioni di clienti attivi, e che fin dal suo lancio, ha scelto un posizionamento distintivo tale da capitalizzare anche l’integrazione con il mondo dei servizi finanziari e postali di Poste Italiane.

Nel prossimo futuro l’applicazione NFC consentirà di rendere disponibili sul cellulare anche servizi di e-Government della PA per l’identificazione e il riconoscimento digitale, smaterializzando e trasferendo direttamente sulla SIM la carta d’identità, il passaporto, la tessera sanitaria, la patente e la firma elettronica. Anche con questo nuovo servizio Poste italiane conferma il proprio ruolo di partner privilegiato della PA.

Logo Poste Italiane

I nuovi servizi NFC vanno ad aggiungersi alla gamma dei Remote Financial Services, servizi finanziari e di pagamento in mobilità già dispoitalianibili con PosteMobile mediante l’associazione della SIM a uno degli strumenti di pagamento BancoPosta. Attualmente sono oltre 1 milione di clienti abilitati ai servizi finanziari da telefonino che ha generato nel 2012 un transato complessivo superiore ai 250 milioni di euro.

La tecnologia sviluppata da PosteMobile per i Remote Financial Services ha recentemente ottenuto dall’European Patent Organisation (EPO) di Monaco il riconoscimento per il brevetto internazionale “Method based on a SIM Card performing services with high security features”, valido in 34 Paesi aderenti alla Convenzione sul Brevetto Europeo.

FONTE: Poste Italiane

No Comments
Comunicati

Sarmi Massimo: Poste, consegna a Mons. Fisichella due “Free duck”

Poste Italiane, in occasione dell’Anno della Fede il Presidente Ialongo e l’Ad Sarmi consegnano a Monsignor Fisichella due “Free duck”, i quadricicli elettrici utilizzati dai portalettere per la consegna della posta nei centri urbani ad alto pregio storico e artistico. Nel quadro delle manifestazioni promosse dall’Anno della Fede, Poste Italiane è anche sponsor del Grande Concerto di musica classica, in programma sabato 22 giugno presso l’Aula Paolo VI alla presenza di Papa Francesco.

Poste Italiane consegna a Monsignor Fisichella 2 Free duck

I Free duck sono stati consegnati dal Presidente di Poste Italiane, Giovanni Ialongo, e dall’Ad dell’azienda, Massimo Sarmi, a S.E. Monsignor Rino Fisichella, Presidente del Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione, il dicastero della Santa Sede che organizza e cura le iniziative dell’Anno della Fede.

Poste Italiane consegna a Monsignor Fisichella due “Free duck”

I quadricicli saranno utilizzati dagli addetti ai servizi nel quadro delle attività dell’evento religioso che si chiuderà a novembre 2013.

La collaborazione con la Santa Sede ribadisce la storica attenzione di Poste Italiane verso le iniziative di alta rilevanza sociale. Un impegno che l’azienda esprime anche attraverso progetti ecosostenibili mirati a sostenere politiche per l’uso di energie rinnovabili e la riduzione delle emissioni di Co2.

Logo Poste Italiane

Proprio per questo, entro il 2013 sulle strade correranno mille “Free duck” per coprire le esigenze di distribuzione postale dei centri storici, ZTL e aree particolarmente pregiate del territorio italiano, unendo confort e sicurezza del conducente con il rispetto dell’ambiente, rendendo sempre più vivibili i centri cittadini.

Nel quadro delle manifestazioni promosse dall’Anno della Fede, Poste Italiane è anche sponsor del Grande Concerto di musica classica, in programma sabato 22 giugno presso l’Aula Paolo VI alla presenza di Papa Francesco.

FONTE: Poste Italiane

No Comments
Comunicati

Massimo Sarmi, Poste italiane torna ad emettere bond per 750 milioni di euro

Poste Italiane emette bond per 750 milioni e viene premiata sia dal mercato nazionale sia dagli investitori esteri tedeschi e francesi. L’Ad di Poste Italiane Massimo Sarmi: “Il grande successo internazionale del collocamento del Bond conferma la reputazione e la solidità dell’azienda, riconosciute largamente dalla comunità finanziaria italiana e internazionale. La richiesta superiore di sei volte l’offerta ci offre un ulteriore motivo di soddisfazione perché dimostra la considerazione di cui Poste Italiane gode tra la comunità finanziaria”. L’emissione garantirà adeguato supporto finanziario alle attività del Gruppo.

Foto Sarmi

I mercati internazionali hanno decretato il pieno successo per il Bond da 750 milioni di euro lanciato da Poste Italiane: l’azienda ha collocato interamente i titoli obbligazionari a fronte di una richiesta degli investitori superiore di sei volte l’offerta. Il mercato ha dunque premiato l’operazione, riconoscendo la solidità economico-finanzaria dell’azienda. Il Bond ha ricevuto massimo apprezzamento con una domanda giunta per il 35% circa da investitori italiani e per circa il 65% da investitori europei, principalmente da Germania e Francia, con quote dal Regno Unito, dalla Spagna, dal Belgio, dall’Olanda, Danimarca, Paesi Scandinavi e da tantissimi paesi europei compresa la Romania e fino anche alla Lituania.
I titoli offerti sul mercato pagano una cedola del 3,25% a fronte di una scadenza di 5 anni. L’emissione obbligazionaria è stata illustrata nei giorni scorsi dall’Ad di Poste Italiane, Massimo Sarmi, che ha incontrato gli investitori durante un road show che ha toccato le principali piazze finanziarie europee come Milano, Londra, Francoforte, Monaco e Parigi. I titoli saranno destinati alla quotazione presso il mercato regolamentato della Borsa del Lussemburgo.

“Il grande successo internazionale del collocamento del Bond conferma la reputazione e la solidità dell’azienda, riconosciute largamente dalla comunità finanziaria italiana e internazionale. La richiesta superiore di sei volte l’offerta ci offre un ulteriore motivo di soddisfazione perché dimostra la considerazione di cui Poste Italiane gode tra la comunità finanziaria – ha commentato l’operazione l’Ad di Poste Italiane, Massimo Sarmi La qualità degli investitori e l’ampia distribuzione del Bond sui mercati internazionali ci fa ritenere di aver scelto il momento giusto per lanciare il prestito obbligazionario che sarà destinato a dare ulteriore forza finanziaria ai progetti di espansione e diversificazione del business del Gruppo”.

Logo Poste Italiane

L’emissione del prestito obbligazionario quinquennale è stata decisa dall’azienda con l’obiettivo di continuare a garantire lo sviluppo del business della società e delle sue controllate.
Per il collocamento sul mercato obbligazionario Poste Italiane si è avvalsa di cinque primari lead manager come Banca Imi, Deutsche Bank, Unicredit, Hsbc e Bnp Paribas .

FONTE: Poste Italiane

No Comments
Comunicati

Mutuo BancoPosta ancora più conveniente a sostegno delle famiglie

Poste Italiane conferma il suo sostegno alle famiglie: con il mutuo BancoPosta fino al prossimo 30 giugno richiedere un finanziamento sarà ancora più conveniente grazie allo speciale spread del 2,95% sul tasso variabile e del 3,05% sul tasso fisso. Inoltre dopo l’erogazione del mutuo sarà possibile richiedere la Carta di credito BancoPosta Classica con canone annuo gratuito, la polizza Postaprotezione Casa Special con uno sconto del 20% sul premio e la gratuità della polizza incendio e delle spese per le comunicazioni periodiche.

BancoPosta mutuo

Poste Italiane conferma il suo sostegno alle famiglie: da oggi diventa più conveniente richiedere un finanziamento per acquistare o ristrutturare la propria casa grazie ai vantaggiosi tassi di interesse. Fino al prossimo 30 giugno a chi richiederà il mutuo BancoPosta, per un importo fino al 70% del valore dell’immobile e per tutta la durata del finanziamento (fino a 25 anni), verrà garantito uno spread speciale del 2,95% sul tasso variabile e sul tasso misto, e uno spread del 3,05% su quello fisso. Inoltre dopo l’erogazione del mutuo è possibile richiedere la Carta di credito BancoPosta Classica con canone annuo gratuito, la polizza Postaprotezione Casa Special con uno sconto del 20% sul premio e la gratuità della polizza incendio e delle spese per le comunicazioni periodiche.

logoPosteItaliane_380

Il mutuo BancoPosta è il prodotto in grado di soddisfare tutte le esigenze di finanziamento della famiglia perché può essere richiesto per acquistare una nuova casa e ristrutturare l’abitazione. Le condizioni economiche sono decisamente interessanti, in linea con la scelta di Poste Italiane di offrire prodotti semplici, convenienti e uguali per tutti.

Il mutuo Bancoposta è offerto da Poste Italiane in collaborazione con Deutsche Bank ed è disponibile in oltre 3.500 uffici postali d’Italia.

Per maggiori informazioni è possibile chiamare il numero gratuito 800.00.33.22 oppure consultare il sito www.poste.it.

FONTE: Poste Italiane

No Comments
Comunicati

Poste Italiane: servizi più facili con lo Sportello Amico

Sportello Amico, Poste Italiane sostiene i processi evolutivi della pubbliche amministrazioni e risponde in modo sempre più efficace alle esigenze dei cittadini. Attraverso la rete degli Uffici Postali Sportello Amico, Poste Italiane offre al cittadino una gamma sempre più ampia di servizi diversificati delle PA: uno “sportello avanzato” nella gestione dei servizi. Rivolgendosi a Sportello Amico il cittadino può ottenere certificati anagrafici, visure catastali, pagamento ticket sanitari, rilascio e rinnovo dei permessi di soggiorno, certificati previdenziali INPS, dichiarazione di dimora abituale e pagamento tributi fiscalità locale.

Poste Italiane   Sportello Amico

Una rete di 5.735 Uffici Postali distribuiti su tutto il territorio nazionale, realizzata per semplificare i rapporti tra cittadini e Pubblica Amministrazione facilitandone l’accesso quotidiano ai servizi.

Attraverso la rete degli Uffici Postali Sportello Amico, di cui circa 1.300 aperti con orario prolungato dal lunedì al venerdì (fino alle 19) e il sabato mattina, Poste Italiane offre al cittadino, in modo semplice, rapido ed efficiente una gamma sempre più ampia di servizi diversificati delle pubbliche amministrazioni. Con questa iniziativa, avviata già da alcuni anni, Poste Italiane si offre come “sportello avanzato” nella gestione dei servizi. I cittadini infatti, grazie allo Sportello Amico, hanno sempre la possibilità, indipendentemente dal luogo in cui si trovano, di fruire degli stessi servizi offerti dagli uffici territoriali della pubblica amministrazione.

La rete capillare degli Uffici Postali Sportello Amico e la piattaforma web dedicata, sono un esempio di come Poste Italiane sia in grado di sostenere i processi evolutivi della PA e rispondere in modo sempre più efficace alle esigenze dei cittadini.

Logo Poste Italiane

Cosa si può richiedere allo Sportello

Gli Uffici Postali Sportello Amico sono facilmente identificabili da un logo che riporta la scritta “Sportello Amico”. Rivolgendosi allo Sportello Amico il cittadino può ottenere: certificati anagrafici (servizio già operativo per i Comuni di Milano, Perugia, Roma, Viterbo, Brescia, Torino e Firenze); visure catastali; pagamento ticket sanitari (già disponibile per le aziende sanitarie di Firenze, Cosenza, Caserta, Cagliari, Oristano, Sassari, Olbia e Nuoro); rilascio e rinnovo dei permessi di soggiorno; certificati previdenziali INPS (estratto conto contributivo, certificato di pensione, CUD Assicurato e CUD Pensionato); dichiarazione di dimora abituale (servizio offerto ai cittadini stranieri non comunitari che devono comunicare la dimora abituale al proprio Comune) e pagamento tributi fiscalità locale.

FONTE: Poste Italiane

No Comments
Comunicati

Sconti BancoPosta, un aiuto concreto per le famiglie e per i commercianti

Poste Italiane, grazie all’iniziativa “Sconti BancoPosta”, offre ai titolari delle carte di credito, della carta Postamat e delle Postepay la possibilità di ottenere sconti dal 2 al 40% per acquisti effettuati in circa 27.000 punti vendita in tutta Italia. Un’iniziativa di successo che ha consentito, agli oltre 2 milioni di clienti BancoPosta, di accumulare più di 30 milioni di euro. Un aiuto concreto per le famiglie perché possono ottenere sconti aggiuntivi e per i negoziati che possono fare conto sui 18milioni di possessori di carte di pagamento di Poste Italiane come potenziali clienti.

Sconti bancoposta

Grande successo per l’iniziativa “Sconti BancoPosta” di Poste Italiane: a oggi oltre 2 milioni di clienti BancoPosta hanno accumulato più di 30 milioni di euro sui propri conti correnti o carte prepagate (sconti erogati dall’inizio del programma, ottobre 2010).

Grazie all’iniziativa Sconti BancoPosta i titolari delle carte di credito, della carta Postamat, e delle Postepay possono ottenere sconti dal 2 al 40% – sempre validi anche durante i saldi e le promozioni commerciali – per gli acquisti effettuati in circa 27.000 punti vendita in tutta Italia e in tutte le categorie merceologiche (1 milione di euro di sconti al mese).
Un aiuto concreto per le famiglie perché possono ottenere sconti aggiuntivi e per i negoziati che possono fare conto sui 18milioni di possessori di carte di pagamento di Poste Italiane come potenziali clienti.

Sconti BancoPosta rende tutti soddisfatti, sia i clienti che ottengono sconti sui propri acquisti, sia i partner dell’iniziativa (tra i quali Shell, Tamoil, Cisalfa, Maggiore, Optissimo, Mondadori, Amplifon, Grimaldi Crociere, PosteMobile e PosteShop) che vedono aumentare il traffico di clienti presso i propri punti vendita.

Logo Poste Italiane

I clienti più attenti a concentrare le proprie spese nei negozi convenzionati in Sconti BancoPosta hanno ricevuto fino a 3mila euro di sconti. Il risparmio reale che l’iniziativa consente di ottenere è molto apprezzato, soprattutto in un periodo di difficile contesto economico come quello attuale, anche in considerazione del fatto che l’unico comportamento richiesto è l’utilizzo delle carte di pagamento al posto del contante.

Numerose sono le promozioni e le campagne di animazioni del programma, durante le quali ai clienti vengono riconosciuti sconti ancora più elevati, come la campagna con Shell e Tamoil che riconoscerà uno sconto del 5% dal 15 Aprile al 31 Maggio.

FONTE: Poste Italiane

No Comments
Comunicati

Poste Italiane – Miur, arriva la nuova IoStudio!

Da oggi la Carta dello Studente offre anche i servizi di pagamento per favorire il risparmio dei giovani nell’acquisto di prodotti culturali e didattici. L’iniziativa presentata al MIUR dal Ministro Francesco Profumo, e dall’Ad di Poste Italiane, Massimo Sarmi. Poste Italiane accoglie la richiesta del MIUR di destinare una quota parte dei proventi ricavati dall’utilizzo delle funzioni di pagamento da parte degli studenti, all’istituzione delFondo per il Diritto allo Studio che sosterrà la realizzazione e promozione dei progetti nazionali per l’accesso allo studio.

Poste Presentazione Io Studio

Roma, 10 aprile 2013 – Il Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca (MIUR) e Poste Italiane danno vita alla campagna di educazione finanziaria rivolta ai giovani sui nuovi e più sicuri strumenti di pagamento. Protagonisti dell’iniziativa saranno gli studenti delle scuole secondarie di II grado nel quadro delle iniziative previste dal Ministero con il lancio dello strumento di pagamento integrato alla “Carta dello Studente – IoStudio”.

Logo Poste Italiane

Il progetto di educazione finanziaria è stato illustrato a Roma nella sede del MIUR dal Ministro, Francesco Profumo e dall’Ad di Poste Italiane Massimo Sarmi.

Logo MIUR

“Attraverso questa ulteriore operazione – spiega il Ministro dell’Istruzione, dell’Università; e della Ricerca Francesco Profumo – la nostra scuola si allinea ai migliori standard internazionali, con una carta in grado di attestare lo status di studente non solo in Italia, ma anche all’estero. Inoltre, i tanti attori messi insieme, che hanno dimostrato una particolare attenzione nei confronti del mondo della scuola e dei servizi agli studenti, permettono oggi di completare una rosa di agevolazioni che, oltre ad andare incontro ai nostri ragazzi, possono rappresentare una boccata d’ossigeno per le famiglie italiane, in un momento di particolari difficoltà; economiche come quello attuale. È poi di particolare significato che una parte dei proventi ricavati da Poste attraverso l’utilizzo delle funzioni di pagamento della carta – conclude Profumo – contribuiranno all’istituzione del Fondo per il Diritto allo Studio, che sosterrà la realizzazione e promozione dei progetti nazionali per l’accesso allo studio”.

“La collaborazione con il MIUR nasce dalla storica vocazione di Poste Italiane alla educazione nella cultura del risparmio e, negli anni, alla diffusione di sistemi sempre più evoluti di pagamento – dichiara l’Amministratore delegato di Poste Italiane, Massimo Sarmi. Ora con questa Carta dello Studente con le funzioni della Postepay – ha aggiunto l’Ad di Poste Italiane – ci rivolgiamo agli studenti per consegnare loro uno strumento sicuro e innovativo da usare per depositare i risparmi, le borse di studio scolastiche, le paghette ricevute dai genitori e acquistare in totale sicurezza prodotti culturali o didattici”.

Carta Io Studio

La Carta dello Studente – IoStudio oltre ad avere la funzionalità istituzionale di carta di riconoscimento dello status di studente e permettere la fruizione dei servizi e delle agevolazioni per il mondo della cultura offerti dal MIUR, sarà integrata con una serie di funzioni finanziarie proprie della Postepay con annesso sistema di sconti, basato sull’iniziativa Sconti BancoPosta – che prevede l’accredito diretto sul conto ogni 10euro risparmiati, trasformandosi così in un borsellino elettronico nel quale, ad esempio, i genitori potranno versare ai ragazzi la “paghetta” settimanale.
In questo modo la Carta sarà abilitata a compiere piccoli acquisti, comperare libri, musica, audiovisivi o altri materiali e contenuti didattici.
Sulla Carta, inoltre, potranno poi essere accreditate le borse di studio ottenute dagli studenti e ogni altro sussidio previsto per i ragazzi delle scuole secondarie.

Come ogni anno, le Carte verranno distribuite dalle segreterie scolastiche a tutti gli studenti frequentanti, ma dal prossimo anno scolastico le famiglie potranno scegliere di attivare gratuitamente le funzioni finanziarie per garantire ai loro figli uno strumento di pagamento sicuro, inibito ad acquisti non sicuri e con la garanzia della tracciabilità degli acquisti.
A complemento e supporto dell’iniziativa Poste Italiane renderà disponibili agli studenti un’area Web e servizi su mobile app personalizzati con il logo del MIUR, dedicati alla gestione della carta (attivazione, ricarica, saldo e lista movimenti etc) e ad iniziative a valore aggiunto utili alla vita sociale e culturale dello studente.

Nell’ottica dell’evoluzione dei sistemi di pagamento, sarà anche offerta la possibilità agli studenti di associare una SIM PosteMobile alla Postepay per accedere ai servizi che consentiranno di effettuare direttamente dal cellulare operazioni informative (verifica saldo e ultimi movimenti della Postepay) e operazioni dispositive (ricarica Postepay e SIM, pagamento bollettini). La SIM PosteMobile potrà inoltre essere abilitata anche agli acquisti in modalità “contacless” trasformando il cellulare in un vero e proprio portafoglio virtuale di carte e servizi “smaterializzati”.

Poste Italiane, infine, ha accolto la richiesta del MIUR di destinare una quota parte dei proventi ricavati dall’utilizzo delle funzioni di pagamento da parte degli studenti, all’istituzione del Fondo per il Diritto allo Studio che sosterrà la realizzazione e promozione dei progetti nazionali per l’accesso allo studio.

FONTE: Poste Italiane

No Comments
Comunicati

Massimo Sarmi: Eurogiro e Postepay Twin a servizio della comunità filippina in Italia

L’Amministratore Delegato di Poste Italiane, Massimo Sarmi, e il Postmaster General & CEO di Phil Post, Josefina M. Dela Cruz, hanno presentato oggi a Roma le iniziative realizzate nel quadro dell’intesa tra Poste Italiane e Phil Post per facilitare le attività di trasferimento internazionale di fondi per la comunità filippina in Italia: Postepay Twin e Money Transfer Eurogiro.

Poste Italiane Phil Post

“Questo accordo conferma la collaborazione con Phil Post e apre a Poste Italiane un mercato importante nel Sud Est Asiatico per il business del money transfer – spiega l’Ad Sarmi a conclusione dell’evento di presentazione – La Postepay sta dimostrando tutta la sua versatilità e i pregi in termini di semplicità e sicurezza d’uso, tanto da essere diventata anche uno strumento molto usato per il trasferimento internazionale di fondi dalle comunità straniere residenti in Italia verso i loro Paesi d’origine”.

Le Twin sono due carte prepagate Postepay “gemelle” aderenti ai circuiti Postamat e Visa Electron: la prima carta è nominativa, mentre la seconda è al portatore. L’associazione delle due carte permette il trasferimento di denaro da carta a carta o in contanti con accredito su carta in modo rapido e conveniente. Al solo costo di un euro è infatti possibile ricaricare la carta gemella-twin e trasferire in tempo reale l’importo desiderato. I cittadini filippini residenti in Italia potranno quindi acquistare il kit Postepay Twin presso i 725 Uffici Postali selezionati su tutto il territorio nazionale ed utilizzare la carta nominativa per prelievi, acquisti e trasferimento fondi (anche mediante SIM telefonica PosteMobile) e inviare invece la carta Twin ai propri familiari in Patria che potranno così ricevere velocemente e nella massima sicurezza il denaro spedito dall’Italia. L’offerta di Poste Italiane alla comunità filippina si completa inoltre con un piano tariffario telefonico dedicato da attivare sulla SIM PosteMobile.

La nuova Postepay Twin Filippine ha un card design personalizzato ed espone il doppio logo Poste Italiane e Phil Post .
Per maggiori informazioni e per conoscere l’elenco completo degli Uffici Postali selezionati, è possibile consultare i siti di poste www.poste.it e www.postepay.it

Sarmi e Dela Cruz

Nell’ambito dell’offerta per il Money Transfer, Poste Italiane e Phil Post hanno recentemente sottoscritto un accordo internazionale Eurogiro per lo scambio di transazioni in contanti da ufficio postale. Al cliente sarà sufficiente recarsi con il documento di identità e il codice fiscale presso l’ufficio postale abilitato e compilare il modulo di richiesta effettuando il pagamento sia in contanti che tramite una delle carte emesse da Poste Italiane. Grazie a tale accordo fino al 30 giugno inviare denaro nelle Filippine costerà ancora meno, saranno sufficienti infatti soli 4 euro per trasferire fondi fino a € 2.300. Il beneficiario avrà a disposizione un mese per riscuotere il denaro negli UP del proprio Paese.
Per entrambi i prodotti è stato realizzato materiale informativo ad hoc, distribuito negli UP e tradotto anche in lingua tagalog per garantire alla clientela filippina la facile comprensione del servizio e la massima trasparenza sulle offerte.

Con tali iniziative Poste Italiane mira alla diversificazione dei prodotti offerti alla clientela di recente immigrazione e conferma il suo impegno per ridurre i costi di trasferimento delle rimesse (secondo l’obiettivo internazionale “5×5”), tematica di grande importanza e all’ordine del giorno del G8 e del G20.

FONTE: Poste Italiane

No Comments
Comunicati

Massimo Sarmi: Poste Italiane, primo operatore mondiale con utili oltre 1 mld di euro

Il Consiglio di Amministrazione di Poste Italiane ha approvato il Bilancio 2012. Risultati in crescita per i servizi finanziari e il ramo assicurativo, primato assoluto negli strumenti di pagamento. L’azienda, guidata da Massimo Sarmi, è la “più ammirata” della classifica di Fortune e nell’edizione 2013 conferma il quarto posto nella classifica mondiale delle aziende di categoria. Utile netto consolidato 1.032 mln. Ricavi totali a 24 mld. Investimenti per 477 mln. PosteVita: ricavi record a quota 10,5 mld: + 10,5%. PosteMobile: 3 milioni di Sim.

sarmi

Il Consiglio di Amministrazione di Poste Italiane presieduto da Giovanni Ialongo ha approvato il Bilancio Consolidato 2012 e il progetto di Bilancio della Capogruppo 2012.

Anche nel 2012 il Gruppo guidato da Massimo Sarmi, ha ottenuto risultati di grande significato nel complesso scenario di incertezza economica e di contrazione strutturale del mercato dei servizi postali, confermando la serie di utili che il Gruppo consegue ininterrottamente oramai dal 2002.

L’esercizio chiude con un Utile netto di 1.032 milioni di euro e con una redditività che colloca Poste Italiane al primo posto al mondo tra i principali operatori postali internazionali. Il Gruppo ha visto aumentare la propria quota di mercato nei servizi assicurativi ed ha consolidato i risultati nei servizi finanziari, dove fa segnare un sensibile incremento del valore del business. I dati di bilancio hanno ribadito inoltre la leadership assoluta nel settore degli strumenti di pagamento grazie al successo della carta prepagata Postepay e dell’immediato favore ottenuto sul mercato dai nuovi servizi studiati per l’e-Commerce.

Il prestigio internazionale acquisito da Poste Italiane e la sua assidua capacità innovativa l’hanno resa l’azienda italiana “più ammirata nel mondo”, come stabilito dalla annuale classifica “World’s Most Admired Companies”, stilata dalla rivista americana Fortune. Poste Italiane conferma inoltre il quarto posto di categoria della classifica mondiale delle aziende più apprezzate nel settore logistico-postale.

I ricavi totali, inclusivi dei premi assicurativi, si attestano a 24 miliardi di euro in crescita rispetto ai risultati 2011 (22 miliardi nel 2011) per effetto delle positive performance dei comparti assicurativo e finanziario.

Il Risultato Operativo conseguito è stato di 1.382 milioni di euro, inferiore rispetto all’esercizio precedente (1.641 milioni nel 2011). La crescita complessiva dei ricavi e il diverso mix degli stessi a favore del comparto assicurativo e finanziario, non sono infatti tali da compensare gli effetti della flessione che la riduzione dei ricavi postali produce sul risultato operativo. Continuano inoltre a pesare anche su questo esercizio i significativi oneri che Poste Italiane sostiene in qualità di fornitore del Servizio Universale e che, come di consueto, sono compensati dallo Stato solo in parte.

Sul risultato complessivo dell’esercizio ha avuto un positivo effetto l’iscrizione del provento non ricorrente (278 milioni di euro) derivante dalle modifiche normative che hanno consentito alle aziende di chiedere la deduzione dall’IRES, dell’IRAP pagata sul costo del lavoro nei passati esercizi.

Al complessivo risultato dell’esercizio di 1.032 milioni ha contribuito il Patrimonio destinato BancoPosta per 343 milioni di euro.

I ricavi dei Servizi Postali e Commerciali si attestano a 4.657 milioni di euro, con una diminuzione percentuale del 9,8% sul 2011, quale effetto della contrazione strutturale e progressiva dei volumi della comunicazione tradizionale, sostituita dall’uso sempre più intenso e diffuso delle comunicazioni via internet, e della razionalizzazione delle spedizioni da parte dei grandi clienti, il tutto in un contesto sempre più competitivo, anche a seguito dalla piena liberalizzazione del mercato postale

I ricavi dei Servizi Finanziari mostrano un incremento del 5,5% (+279 milioni di euro) grazie agli importanti risultati che derivano dalla raccolta dalla clientela privata effettuata, sia sui conti correnti, sia sui prodotti del risparmio postale, che continua a premiare la sicurezza, la redditività e la semplicità dei prodotti di Poste Italiane. Le carte prepagate Postepay salgono a quasi 10 milioni e confermano la leadership di Poste Italiane nel settore delle carte di pagamento.

Anche dai Servizi Assicurativi di Poste Vita sono arrivati segnali positivi in controtendenza rispetto a un mercato in contrazione (-9% rispetto al 2011 per l’intero settore assicurativo “Vita” e una raccolta tornata ai valori analoghi al 2006). La Compagnia ha conseguito eccellenti risultati con 10,5 miliardi di euro di premi emessi (+10,5% sul 2011) rafforzando ulteriormente la propria quota di mercato che è passata dal 15,3% al 18,6% in termini di nuova produzione.

Anche Poste Assicura, la Compagnia assicurativa Danni operativa dall’aprile 2010, ha conseguito buoni risultati con 250 mila nuovi contratti stipulati nell’anno e una raccolta complessiva di 48 milioni di euro.

PosteMobile, l’operatore virtuale di telefonia mobile di Poste Italiane (la prima azienda del settore postale al mondo a entrare nella telefonia mobile), ha rafforzato negli anni la propria posizione sul mercato ed ha lanciato servizi integrati innovativi che hanno favorito l’ampliamento costante della base clienti e l’incremento dei volumi di traffico e dei servizi distintivi a valore aggiunto. Il ruolo di PosteMobile come leader del mercato dei servizi di pagamento fruibili in tecnologia mobile si è infatti ulteriormente consolidato, sia nel settore del Remote Financial Services, sia in quello del Proximity Payment Near Field Communication (NFC) raggiungendo 23,4 milioni di transazioni (18,7 milioni nel 2011). Nel 2012 Poste Mobile ha conseguito un risultato operativo positivo per 28 milioni di euro (26 milioni di euro nel 2011) e un utile netto di 18 milioni di euro (+9% sul 2011).

Significativi anche i volumi degli investimenti; in un contesto recessivo, in cui la debolezza della domanda interna si riflette sulla contrazione degli investimenti effettuati dalle imprese, Poste Italiane ha continuato ad investire le proprie risorse in immobilizzazioni materiali e immateriali con 477 milioni di euro (415 nel 2011) a livello di Gruppo, di cui l’84% realizzati della Capogruppo Poste Italiane SpA e ripartiti tra interventi sull’infrastruttura tecnologica (232 milioni di euro), finalizzati a promuovere l’innovazione e lo sviluppo del business a valenza tecnologica, aggregando competenze altamente specialistiche attraverso accordi di collaborazione con università, enti di ricerca e istituzioni accademiche. Gli investimenti si sono poi orientati verso attività di ammodernamento e ristrutturazione immobiliare (105 milioni di euro) e a interventi di sviluppo e ulteriore aumento dell’efficienza della rete logistica postale (64 milioni di euro).

FONTE: Poste Italiane

No Comments
Comunicati

Sarmi Confindustria, nomina presidente comitato tecnico Ict

La Giunta di Confindustria ha approvato oggi la proposta del Presidente, Giorgio Squinzi, di conferire all’Amministratore delegato di Poste Italiane, Massimo Sarmi, l’incarico di Presidente di un Comitato Tecnico per lo sviluppo dell’Information Communication Technology.

Massimo Sarmi

La nomina di Massimo Sarmi è un riconoscimento alle competenze dell’Ad di Poste Italiane nel settore delle tecnologie dell’informazione e telecomunicazioni e del suo contributo all’innovazione che ha reso Poste Italiane una delle società tecnologicamente più avanzate del Paese, con bilanci in utile e forte reputazione internazionale. Sarmi ha guidato l’azienda alla diversificazione del business, lanciando prodotti e servizi postali, finanziari, telefonici e di comunicazione digitale di nuova generazione.

L’Ad di Poste Italiane presiede, inoltre, la Fondazione no profit Global Cyber Security, (Gc-Sec), che si occupa di ricerca, formazione e cooperazione in materia di sicurezza informatica, ed ha promosso la costituzione della European electronic crime task force (Eectf), con la Polizia di Stato e lo US Secret Service.

Dal 2002 è amministratore delegato del Gruppo Poste Italiane dopo aver ricoperto precedentemente le cariche di amministratore delegato e direttore generale di Siemens e direttore generale Telecom Italia.

FONTE: Poste Italiane

No Comments
Comunicati

Poste Italiane: Specialcash il mini prestito che ricarica la carta Postepay

Il mini finanziamento fino a 1.500 euro che viene accreditato direttamente sulla carta. Poste Italiane, guidata da Massimo Sarmi, amplia l’offerta dei prodotti di finanziamento e lancia il nuovo mini prestito personale, Specialcash Postepay, offerto in esclusiva ai titolari di una carta prepagata Postepay e che vuol essere una soluzione veloce e semplice per chi ha bisogno di un incremento immediato della liquidità.

Postepay

Il mini prestito Specialcash Postepay consente al titolare della carta prepagata di scegliere tra tre piani di ricarica predefiniti: 750 euro rimborsabili in 15 mesi, 1.000 euro in 18 mesi e 1.500 in 24 mesi.

Si tratta di un prodotto di assoluta novità, che si caratterizza anche per l’esito immediato della richiesta, l’importo del finanziamento sarà disponibilità direttamente sulla Postepay in pochissimi giorni e potrà pertanto essere utilizzato per effettuare acquisti in completa libertà.

Il prestito può essere richiesto da tutti i titolari di carta Postepay nominativa e ricaricabile, di età compresa tra i 18 ed 70 anni al momento della richiesta. La carta deve essere in corso di validità e non è necessario essere titolari di un conto corrente per richiedere il prestito Specialcash.

Il titolare della Postepay potrà poi rimborsare l’importo del credito ricevuto in rate mensili, tramite bollettino postale o addebito su conto corrente.

In questa prima fase il prestito Specialcash è offerto in esclusiva negli uffici postali più grandi. Il prodotto è realizzato in collaborazione con Compass ed è richiedibile presentando pochi semplici documenti: un documento d’identità e la tessera sanitaria.

Per maggiori informazioni è possibile chiamare il numero gratuito 800.00.33.22 oppure consultare il sito www.poste.it

logoPosteItaliane_380

FONTE: Poste Italiane

No Comments
Comunicati

Poste Italiane entra Nel Mercato Cinese Dell’e-commerce E Money Transfer

Poste Italiane varca i confini della Cina, grazie a due importanti accordi di collaborazione con China Post, l’operatore postale di Pechino, e con China Union Pay, la principale società cinese di servizi interbancari. L’AD di Poste Italiane, Massimo Sarmi e il Presidente di China Post, Li Guohua hanno siglato, a Roma, un’intesa per il collegamento tra i rispettivi portali e-Commerce da cui nascerà un maxi-portale a supporto delle Pmi. Poste Italiane, inoltre, gestirà le carte di credito del colosso finanziario cinese.

Massimo Sarmi Conferenza Euromed Postal di Marrakech

Poste Italiane entra nel mercato cinese con i suoi servizi di e-Commerce e money transfer internazionale grazie a due importanti accordi di cooperazione con China Post, l’operatore postale di Pechino, e con China Union Pay (Cup), la principale società cinese di servizi interbancari che gestisce oltre 3 miliardi di carte di credito. Il closing di quest’ultimo contratto è previsto per il mese di gennaio e abiliterà i possessori di carte di credito Cup ad accedere alle operazioni finanziarie e di prelievo di contante dai 4800 Postamat attivi in Italia.

logoPosteItaliane_380

Il primo passo è stato compiuto a Roma con l’intesa siglata tra l’Ad, Massimo Sarmi, e dal Presidente di China Post, Li Guohua per il collegamento tra i rispettivi portali e-Commerce e che apre un nuovo e ampio corridoio commerciale on line tra Italia e Cina, a supporto del business to business e del business to consumer. L’accordo permetterà ai prodotti del Made in Italy di poter contare su una grande e unica “vetrina” per presentarsi al ricco mercato cinese ed è stato perfezionato in occasione della visita del manager cinese alla sede centrale dell’azienda e al Campus tecnologico di Poste Italiane il polo della sede centrale che ospita le Sale di controllo che vigilano 24 ore su 24 sull’efficienza e la sicurezza dei servizi postali, finanziari e di comunicazione via internet.

L’accordo con China Post consentirà a Poste Italiane di sviluppare una partnership anche per quanto riguarda il trasferimento internazionale di fondi tramite Eurogiro. Il lavoro congiunto consentirà di offrire alla clientela transazioni Cash to Cash, Account to Account e Cash to Account. Il mercato delle rimesse dall’Italia alla Cina vale circa 2.5 miliardi di euro e nel primo semestre 2012 si è attestato a quota 1, 229 miliardi di euro (fonte Banca d’Italia). Inoltre, l’accordo prevede una cooperazione anche nel settore assicurativo. La Cina è il 2° mercato assicurativo dell’Asia e il 6° a livello mondiale. Nel 2011 la raccolta premi in Cina si è attestata a 175 miliardi di euro, di cui 118 miliardi di euro nel ramo vita, con un incremento del 10,4% sull’anno precedente. (fonte: Ania).

Quanto all’accordo con China Union Pay porta con se’ un’importante prospettiva di sviluppo nei servizi finanziari e nell’e-Commerce. Oltre all’interoperabilità tra le carte di credito emesse da Cup e quelle di Poste Italiane, l’intesa prevede a breve l’avvio di una partnership per il servizio di trasferimento fondi internazionali da carta a carta, consentendo ai cinesi residenti in Italia di inviare denaro in Patria attraverso l’abbinamento della carte Postepay di Poste Italiane on quelle emesse da Cup. Il mercato del money transfer tra Italia e Cina vale, secondo i dati diffusi dalla Banca d’Italia, circa 2,5 miliardi di euro, ovvero il 34% dell’intero volume annuo di trasferimenti dall’Italia all’estero. Nei primi sei mesi del 2012 il flusso di trasferimenti di denaro degli immigrati cinesi verso la Madrepatria ammonta a 1 miliardo 229 milioni di euro (dati Banca d’Italia).

FONTE: Poste Italiane

No Comments
Comunicati

Poste Italiane 150anni: La mostra fa tappa a Venezia

La mostra-evento di Poste Italiane “150 anni dedicati al futuro” prosegue il suo tour in Italia, con tappa a Venezia. Dall’8 al 12 dicembre a Palazzo Querini Dubois si potrà visitare il percorso che racconta la storia, il presente e il domani dell’azienda. La mostra è stata inaugurata alla presenza del Sindaco di Venezia, Giorgio Orsoni accompagnato in visita ai padiglioni, dal Presidente di Poste Italiane, Giovanni Ialongo, e dall’Ad, Massimo Sarmi.

Poste 150 Anni

La mostra-evento “150 anni dedicati al futuro” prosegue il suo tour in Italia. Dopo Roma e Torino, l’allestimento realizzato per festeggiare i primi 150 anni di vita dell’azienda è a Venezia, a palazzo Querini Dubois. Venezia è stata scelta per continuare a condividere con i cittadini e le istituzioni l’incontro tra passato e futuro e il percorso che Poste Italiane ha compiuto in un secolo e mezzo di storia, accompagnando la crescita della società e del Paese con spirito di servizio e idee innovative.

La mostra è stata inaugurata alla presenza del Sindaco di Venezia, Giorgio Orsoni accompagnato in visita ai padiglioni, dal Presidente di Poste Italiane, Giovanni Ialongo, e dall’Ad, Massimo Sarmi. A partire da domani e fino al 12 dicembre, la mostra sarà aperta al pubblico con ingresso gratuito ogni giorno dalle 11 alle 19.

logoposte150anni

Nello scenario dell’evento convivono e dialogano il passato, il presente e la visione del futuro di Poste Italiane che ha scelto un linguaggio e una comunicazione fortemente innovativi.
All’ingresso dell’edificio i visitatori sono accolti da una postazione interattiva dedicata al passato, con una sintesi dei contenuti presentati al piano superiore. La mostra si articola in tre sezioni attraverso le quali si dipana il racconto dei 150 anni di vita di Poste Italiane, dal passato al futuro:

Passato
La parte dedicata alla storia si sviluppa in un percorso interattivo in cui i touchscreen, contenenti immagini e filmati, permettono di ripercorrere e rivivere le tappe salienti dei 150 anni, organizzate in cinque racconti tematici. Nelle teche alternate a i monitor sono esposti gli oggetti provenienti dal Museo Storico della Comunicazione, con didascalie ed esemplari unici.

Presente
Al piano terra, al centro della sala è il “cubo del presente”, un’installazione multimediale con quattro grandi superfici interattive, dotate di tecnologie touchless d’avanguardia, attraverso le quali con dei semplici gesti i visitatori possono “navigare” nella realtà di oggi di Poste Italiane, esplorando da vicino il contributo dell’Azienda all’innovazione del Paese e alla semplificazione della vita del cittadino.

Futuro
Nella sala dedicata al futuro un videowall di grandi dimensioni coinvolgerà gli ospiti con immagini spettacolari e animazioni create ad hoc, che suggeriscono scenari della vita quotidiana di un futuro in cui si moltiplicheranno le possibilità di interagire virtualmente e la comunicazione diventerà sempre più globale. Le quattro proiezioni possono essere avviate sfiorando una delle facce del piccolo cubo al centro della sala, permettendo ai visitatori di scegliere lo scenario futuribile in cui immergersi.

Immagini e filmati
Le immagini e i filmati presenti alla Mostra provengono dall’Archivio storico di Poste Italiane. Alcuni documenti iconografici e documentaristici sono stati gentilmente concessi dall’Istituto Luce. Poste Italiane ringrazia inoltre il Museo Storico della Comunicazione per la collaborazione e la concessione di testimonianze e tecnologie d’epoca.

Mostra: 150 anni dedicati al futuro
Location: Venezia, palazzo Querini Dubois, campo San Polo 2004
Apertura al pubblico: dall’8 al 12 dicembre 2012
Orario: dalle 11 alle 19 (ingresso libero)
Sito internet: www.poste150.it

FONTE: Poste Italiane

No Comments
Comunicati

Poste Italiane, da oggi Pagamento Imu anche con il Bollettino Postale

Poste Italiane semplifica le procedure per il pagamento dell’Imu. Da oggi infatti è disponibile un nuovo modello di bollettino di conto corrente che riporta la dicitura “Pagamento Imu” ed il numero del conto corrente, unico in tutta Italia. Il pagamento può essere effettuato sia in contanti che con carta Postamat e Bancomat ed il costo del servizio è uguale a quello del bollettino classico. Sul sito www.poste.it è inoltre possibile compilare il modulo F24 direttamente dal proprio computer per poi perfezionare la procedura presso lo sportello dell’ufficio postale.

BancoPoste pagamento Imu

Diventa più semplice e veloce per i cittadini effettuare il pagamento dell’Imu visto che può essere realizzato anche con il tradizionale bollettino postale. La conversione in legge del decreto 201/2011 ha stabilito infatti che, a decorrere dall’annualità 2012, il pagamento dell’Imposta municipale sugli immobili può avvenire anche con il tradizionale bollettino postale in alternativa all’uso del modello F24. Il bollettino realizzato da Poste Italiane per il pagamento dell’Imu ha prestampata la dicitura “Pagamento Imu” e riporta il numero del conto corrente che è unico in tutta Italia.

Nel compilare il Bollettino Imu il contribuente deve inserire i propri dati anagrafici e le informazioni richieste vanno riportate in ciascuna delle due parti che lo compongono. La cifra da versare va arrotondata per difetto se l’importo finale è inferiore a 0,49 e per eccesso se è superiore. Se nell’ambito dello stesso Comune il contribuente ha più immobili sui quali deve pagare l’imposta, il versamento deve essere unico e cumulativo comprendendoli tutti mentre se ha più immobili deve utilizzare un bollettino per ogni territorio in cui questi sono ubicati.

logoPosteItaliane_380

Il bollettino Imu può essere pagato in contanti e anche con carta Postamat e Bancomat. Il costo del servizio è uguale a quello del bollettino classico. La ricevuta cartacea rilasciata dall’ufficio postale attesta l’avvenuto pagamento ed ha valore di quietanza liberatoria.

Le altre modalità per pagare
Per rendere più semplice il pagamento con il modello i cittadini Poste Italiane ha anche attivato su www.poste.it una modalità che permette di compilare direttamente dal proprio computer il modulo F24 e poi recarsi allo sportello dell’ufficio postale per perfezionare la procedura e pagare. Compilare il modello F24 su www.poste.it è semplice e permette di diminuire sensibilmente i tempi di esecuzione della pratica agli sportelli. I clienti privati possono accedere al servizio da http://www.poste.it/privati/ e le imprese da http://www.poste.it/imprese.

Anche se non registrato al sito, può accedere al modello da compilare alla pagina dedicata e riempire i campi previsti. Una volta inserite, le informazioni saranno verificate e certificate e poi salvate dal sistema e trasferite in tempo reale ai terminali degli uffici postali. A ciascun modello F24 compilato su web sarà assegnato un codice identificativo univoco per il riconoscimento della pratica. A quel punto il cliente dovrà solo salvare sul proprio computer il modello F24 che ha compilato in formato Pdf, stamparlo e portare tutte le tre copie all’ufficio postale per il pagamento.

I clienti BancoPostaOnline e BancoPosta Click potranno effettuare il pagamento direttamente online su www.poste.it con addebito in conto corrente e con carta di credito.

I clienti registrati al sito poste.it, non correntisti BancoPosta, potranno effettuare il pagamento online esclusivamente con carta di credito.
Inoltre, sempre allo scopo di agevolare i cittadini, negli uffici postali più grandi Poste Italiane metterà a disposizione uno sportello dedicato al pagamento dell’Imposta sugli immobili.

FONTE: Poste Italiane

No Comments
Comunicati

MyPostepay, la nuova card prepagata personalizzata acquistabile online

Poste Italiane lancia MyPostePay, la nuova card prepagata personalizzabile con le proprie foto, acquistabile online direttamente dal sito www.postepay.it. MyPostepay realizzata in collaborazione con Mastercard, può essere utilizzata sia online sia negli oltre 34 milioni di esercizi convenzionati con il circuito MasterCard nel mondo, con un limite di 2.500 euro l’anno e per tutti i prelievi fino a 1.000 euro. La nuova MyPostepay arricchisce la gamma dei prodotti finanziari offerti da Poste Italiane che, con la classica Postepay, in a nove anni dal lancio sul mercato ha venduto 9 milioni di pezzi.

Mypostepay-leoni

Poste Italiane amplia l’offerta delle carte prepagate con MyPostepay, la nuova card personalizzabile con le proprie foto per ricordare un momento speciale o da regalare. Si può richiedere online dal sito www.postepay.it, senza doversi recare all’ufficio postale e può essere spedita direttamente al domicilio del cliente o della persona a cui si regala.

logoPosteItaliane_380

Con soli 10 euro è possibile rendere unica la propria carta, scegliendo come cover la foto di una persona cara, del proprio cane o di una delle bellissime immagini disponibili nelle Gallery di Poste Italiane, caricarla e realizzare la propria ed esclusiva MyPostepay. Sul sito www.postepay.it sono disponibili oltre 300 immagini tra cui quelle di personaggi, come Lupo Alberto, Diabolik, Sturmtruppen, Holly Hobbie, Geronimo Stilton, Orsetti del Cuore, Ape Maia, Heidi, immagini di videogiochi (HALO 4, Kinectimals, Fable III, Kinect Sports, Joyride, ForzaMotorsport4) o di viaggi, paesaggi, animali, natura.

MyPostepay

I clienti riceveranno la carta personalizzata direttamente a casa con la ricarica dell’importo prescelto al momento dell’acquisto (importo di ricarica minimo richiesto 5 euro). Il pagamento può essere eseguito con addebito conto BancoPosta, con un’altra Postepay e con carta di credito. La MyPostepay realizzata in collaborazione con Mastercard, può essere utilizzata sia online sia negli oltre 34 milioni di esercizi convenzionati con il circuito MasterCard nel mondo, con un limite di 2.500 euro l’anno e per tutti i prelievi fino a 1.000 euro.

La MyPostepay può essere ricaricata online dai titolari di conto BancoPostaonline e/o BancoPostaClick, presso tutti i 14.000 uffici postali presenti sul territorio nazionale, gli oltre 6.000 ATM Postamat, i punti Sisal e le tabaccherie convenzionate Banca ITB, da APP Postepay e dal telefonino tramite Sim PosteMobile abilitata alle funzioni di pagamento. Come tutte le prepagate di Poste Italiane può essere richiesta anche da coloro che non sono titolari di un conto corrente. La nuova MyPostepay arricchisce la gamma dei prodotti finanziari offerti da Poste Italiane che, con la classica Postepay, in a nove anni dal lancio sul mercato ha venduto 9 milioni di pezzi.
La carta Postepay infatti detiene quasi il 70% della quota di mercato nazionale delle prepagate e fa segnare un trend di crescita del 17% rispetto al 2011. Il target di riferimento di Postepay è costituito da giovani, uomini per il 59% e donne per l’altro 41%. E’ lo strumento di pagamento preferito per la fascia d’età al di sotto dei 30 anni, che costituiscono il 28% dei titolari, mentre il 48% ha un’età che varia dai 31 ai 50 anni. Il segmento di titolari che ha un’età superiore ai 50 costituisce il 24% del totale.

Poste Italiane offre una gamma di Postepay rivolte sia ai clienti retail, sia ai clienti business: standard, Junior, New Gift, Twin (le carta “gemelle” che consentono di trasferire denaro da una carta all’altra e di trasferire fondi), le Postepay Impresa, le carte con i colori della squadra di calcio del cuore, la Postepay Moneygram, per il trasferimento fondi e la Postepay MasterCard®PayPass™ per eseguire pagamenti in mobilità.

FONTE: Poste Italiane

No Comments
Comunicati

Poste Italiane Innovazione: All’Euromed Postal di Marrakech siglati 5 accordi

Conferenza Euromed Postal di Marrakech, Poste Italiane ha siglato 5 accordi di collaborazione con gli operatori di Marocco, Libano, Malta e Città del Vaticano, estendendo la sua rete di partnership ed elevando il prestigio internazionale dell’azienda come promotore di innovazione nei servizi finanziari avanzati e nell’e-Commerce. L’ADMassimo Sarmi ha illustrato ai delegati dell’organismo euromediterraneo i progetti per una piattaforma comune nel settore delle carte prepagate e del commercio on line.


La Conferenza Euromed Postal di Marrakech si chiude nel segno di Poste Italiane, che sigla 5 accordi di collaborazione estendendo ulteriormente la sua rete di partnership ed elevando il prestigio internazionale dell’azienda come promotore di innovazione nei servizi finanziari avanzati e nell’e-Commerce.

L’Amministratore delegato Massimo Sarmi ha firmato intese con Poste Maroc e Banca postale Al Barid per favorire l’interconnessione delle piattaforme di moneta elettronica tra i due Paesi, per lo sviluppo di un’offerta di servizi finanziari evoluti e di soluzioni IT, nonchè per il trasferimento internazionale di fondi “cash to cash” attraverso il canale elettronico Eurogiro.
Sarmi ha quindi sottoscritto con Liban Post l’accordo sulla fornitura in outsourcing della piattaforma di card management, premessa per il lancio di un servizio di carte prepagate in Libano.
Sono stati siglati anche memorandum con Poste Vaticane per lo sviluppo di nuovi servizi di trasferimento fondi internazionale, attraverso il network Eurogiro, e con Malta Post con la quale si è avviata una collaborazione per la gestione delle carte prepagate e dei servizi di international money transfer.
Tali accordi si inseriscono in una serie di iniziative di collaborazione che Poste Italiane ha già avviato con numerosi Paesi dell’area mediterranea come Egitto, Libano, Algeria, Slovenia, Croazia e Albania.

“Queste giornate di lavoro – ha commentato l’Ad a margine degli incontri – sono state dense di soddisfazioni per Poste Italiane, che vede riconosciuta la propria capacità di fare sistema e innovazione, in continuità con quanto avvenuto recentemente a Doha in occasione del Congresso mondiale dell’UPU, dove abbiamo presentato progetti per una comunicazione digitale tra i vari operatori che sono stati poi oggetto di approfondimento proprio in sede Euromed”.

L’Ad ha illustrato all’Assemblea generale tre progetti a cui l’Euromed Postal ha dato massima priorità: la realizzazione di una piattaforme comune di monetica per il lancio della Carta prepagata Euromed, la creazione di una piattaforma e-Commerce a disposizione dei Paesi membri e aperta ad altre adesioni e per la riduzione al 5% del costo medio delle rimesse tra i paesi della regione, attraverso diverse soluzioni tecnologiche, come richiesto dal G20 e dalla banca Mondiale.

L’Unione Postale per il Mediterraneo “Euromed Postal” è stata costituita a Roma il 15 marzo 2011, come Unione ristretta della Universal Postal Union (UPU). Ad essa partecipano in qualità di membri 14 operatori postali dell’area del Mediterraneo: Italia, Francia, Grecia, Principato di Monaco, Malta, Cipro, Slovenia, Marocco, Turchia, Libano, Palestina, Egitto, Siria, Giordania. Un importante successo dell’Assemblea Generale di Marrakech è stata l’adesione della Spagna che porta a 15 il numero dei Paesi membri e ne consolida ulteriormente il ruolo.

FONTE: Poste Italiane

No Comments
Comunicati

Passato e futuro si incontrano a Torino: la mostra sui 150 anni di Poste Italiane

Passato e futuro si incontrano a Torino: la mostra “150 anni dedicati al futuro”, sui 150 anni di Poste Italiane, fa tappa nella prima Capitale d’Italia. In piazza Vittorio Veneto dal 24 al 28 novembre sarà possibile visitare l’avveniristico allestimento che racconta la storia, il presente e il domani dell’azienda. La città piemontese è la prima tappa di un itinerario che porterà la mostra in altre città per condividere con i cittadini e le istituzioni il percorso che Poste Italiane ha compiuto in un secolo e mezzo di storia, accompagnando la crescita dell’intera società e del Paese con spirito di servizio e idee innovative.

Poste Italiane porta in tour la mostra-evento “150 anni dedicati al futuro”. Dal 24 novembre e fino al 28 l’avveniristico allestimento realizzato per festeggiare i primi 150 anni di vita dell’azienda è a Torino, in piazza Vittorio Veneto, in segno di omaggio alla città prima Capitale d’Italia. La città piemontese è la prima tappa di un itinerario che porterà la mostra in altre città per condividere con i cittadini e le istituzioni l’incontro tra passato e futuro e il percorso che Poste Italiane ha compiuto in un secolo e mezzo di storia, accompagnando la crescita dell’intera società e del Paese con spirito di servizio e idee innovative.

La mostra è stata inaugurata alla presenza del Sindaco di Torino, Piero Fassino che è stato poi accompagnato in visita ai padiglioni dal Presidente di Poste Italiane, Giovanni Ialongo, e dall’Ad, Massimo Sarmi. A partire da domani la mostra sarà aperta al pubblico ogni giorno dalle 11 alle 19. Dopo il grande successo di presenze ottenuto a Roma, dove la mostra è stata visitata da oltre 10mila persone in due settimane, “150 anni dedicati al futuro” si presenta ai torinesi invitandoli a compiere un viaggio nel tempo grazie a foto, oggetti, filmati di ieri e di oggi che sfilano assieme a immagini del futuro fatte di segni, luci e suggestioni.

Nello scenario dell’evento convivono e dialogano il passato, il presente e la visione del futuro di Poste Italiane che ha scelto un linguaggio e una comunicazione fortemente innovativi anche per la realizzazione dell’allestimento: una tensostruttura di nuova generazione composta da due cupole collegate tra loro. Le cupole sono di un materiale speciale che permette di realizzare gli effetti luminosi garantendo l’oscuramento dell’interno anche in pieno giorno. La prima (24 metri di diametro; 365 mq di superficie) ospita la parte dedicata al passato e al presente di Poste Italiane e, attraverso le più moderne tecnologie, illustra il percorso che ha portato l’azienda a diventare quello che è oggi e l’ampia offerta di innovazioni. Un tunnel collega poi alla seconda cupola (14 metri di diametro; 120 mq di superficie), dedicata al futuro nella quale vengono descritti gli scenari futuribili della comunicazione e della vita di ogni giorno, attraverso immagini e animazioni suggestive con cui il visitatore può interagire.

La mostra si articola in tre sezioni attraverso le quali si dipana il racconto dei 150 anni di vita di Poste Italiane, dal passato al futuro:

Passato

La sezione si sviluppa lungo l’anello esterno della cupola in un percorso interattivo, in cui sei monitor touch screen si alternano a oggetti storici, concessi in prestito dal Museo Storico della Comunicazione del Ministero dello Sviluppo Economico, per ripercorrere e rivivere attraverso la narrazione del giornalista Corrado Augias le tappe salienti delle Poste in Italia, organizzate in cinque racconti tematici (le Poste nella storia d’Italia, la cassaforte degli italiani, evoluzione degli strumenti di comunicazione e della società, gli anni 2000). Il secondo anello, che delimita il percorso espositivo, è costituito dai “totem”, grandi strutture semitrasparenti sulle quali videoproiezioni e grafica arricchiscono l’esperienza narrativa.

Presente

Al centro della cupola principale spicca un’installazione multimediale con quattro grandi superfici interattive composte da enormi schermi touchless (HD da 80 pollici) con il quale il visitatore può interagire per scoprire la realtà contemporanea di Poste Italiane, esplorando da vicino il suo contributo all’innovazione e alla semplificazione della vita del cittadino.

Futuro

Nella seconda cupola i contenuti sono tutti digitali e affidati a proiezioni immersive a 360° sulla volta della cupola, a suggerire intuitivamente come sarà la comunicazione di domani. Le animazioni possono essere attivate direttamente dal visitatore sfiorando una delle facce del cubo del futuro al centro della cupola. Si potrà scegliere lo scenario futuribile in cui immergersi grazie a immagini spettacolari e animazioni create in computer grafica che evocano la vita quotidiana in un domani in cui la comunicazione diventerà sempre più istantanea e globale.

Immagini e filmati

Le immagini e i filmati presenti alla Mostra provengono dall’Archivio storico di Poste Italiane. Alcuni documenti iconografici e documentaristici sono stati gentilmente concessi dall’Istituto Luce. Poste Italiane ringrazia inoltre il Museo Storico della Comunicazione per la collaborazione e la concessione di testimonianze e tecnologie d’epoca.

Mostra: 150 anni dedicati al futuro

Location: Torino, piazza Vittorio Veneto

Apertura al pubblico: dal 24 al 28 novembre 2012

Orario: dalle 11 alle 19 (ingresso libero)

Sito internetwww.poste150.it

FONTE: Poste Italiane

No Comments
Comunicati

Giornata Mondiale del Risparmio 2012, Poste Italiane e CDP “Una Storia fatta apPosta”

Poste Italiane, la società guidata da Massimo Sarmi, presenta “Una Storia fatta apPosta”, un progetto ludico-formativo rivolto agli alunni delle scuole primarie, realizzato in collaborazione con la Cassa Depositi e Prestiti in occasione dell’88^ Giornata Mondiale del Risparmio. L’iniziativa vedrà impegnati 180 istituti di scuola primaria e 5000 alunni.

Poste Italiane, in collaborazione con Cassa Depositi e Prestiti, presenta “Una Storia fatta apPosta”, un progetto ludico-formativo rivolto ai bambini delle scuole elementari ideato in occasione dell’88^ Giornata Mondiale del Risparmio, che verrà celebrata il 31 ottobre.

Il ciclo di incontri riguarderà 180 istituti elementari e interesserà circa 5000 alunni dell’ultimo biennio delle scuole primarie. “Una Storia fatta apPosta” vuole sottolineare l’importanza del risparmio presso le nuove generazioni tramite una proposta creativa e stimolante che insegni a riflettere. Sarà soprattutto un momento di confronto e partecipazione attiva dei ragazzi, i nuovi protagonisti del futuro del Paese, che racconteranno ciò che conoscono e immaginano sul valore educativo del risparmio, attraverso la forma di linguaggio prescelta: un tema, un’intervista, un collage di fotografie, disegni, vignette o immagini video.

Per tutti ci sarà in regalo il libro illustrato “I Fratelli Materazzov – una favola sul risparmio per imparare a conoscere un risparmio da favola”, per raccontare in modo leggero ma esauriente quanto sia importante essere consapevoli del valore del denaro e di una oculata gestione del risparmio.

L’88^ edizione della Giornata Mondiale del Risparmio è inoltre l’occasione per ricordare l’opera costante che CDP e Poste Italiane svolgono per la crescita economica, protagoniste nella raccolta del risparmio privato e nel suo utilizzo per il finanziamento di infrastrutture e servizi su tutto il territorio nazionale in settori strategici come energia e comunicazioni, trasporto, sostegno alle Pmi ed export finance, ricerca e innovazione, ambiente ed energie rinnovabili. Oggi la raccolta complessiva del risparmio postale tra Libretti e Buoni è di circa 300 miliardi di euro e i conti correnti ammontano a oltre 5,6 milioni.

FONTE: Poste Italiane

No Comments
Comunicati

Poste Italiane: 150 anni dedicati al futuro, il nostro compleanno più bello

“È stato il nostro compleanno più bello”. Lo dichiara con orgoglio Simona Giorgetti, Direttore della Comunicazione Esterna di Poste Italiane, ricordando la Mostra “150 anni dedicati al futuro”, inaugurata dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano insieme al Presidente di Poste Italiane Giovanni Ialongo e all’AD Massimo Sarmi. “Un momento di festa per tutto il Gruppo, ma soprattutto la possibilità di condividere con cittadini, aziende e istituzioni una tappa importante della storia del nostro Paese”.

Responsabile di un team di 70 persone suddiviso in Media Relations, Eventi e Relazioni Esterne, Pubblicità, Simona Giorgetti ricorda i principali successi ottenuti negli ultimi anni da Poste Italiane. Tra questi la presenza costante tra le World’s Most Admired Companies di Fortune, il primato di clienti serviti (oltre 32 milioni di clienti), la vasta gamma di servizi offerti, l’impegno nella riduzione delle emissioni di gas serra.

Lo sviluppo dei servizi finanziari promosso in questi anni da Poste Italiane, inoltre, ha avuto un ruolo di primo piano anche nel processo di graduale integrazione della popolazione straniera di recente immigrazione. A loro sono dedicati 13 mila sportelli postali abilitati alle operazioni di trasferimento di denaro verso l’estero, un servizio allestito in partnership con l’operatore MoneyGram.

Prima di ricoprire l’incarico attuale Simona Giorgetti è stata Head of Communication per Indesit, Capo Ufficio Stampa per Merloni, Responsabile Ufficio Stampa per Arnoldo Mondadori Editore, Responsabile Relazioni Esterne per la Fondazione Liberal Roma.

FONTE: Poste Italiane

No Comments
Comunicati

Simona Giorgetti: Mostra 150 anni dedicati al futuro. Il nostro compleanno più bello.

Simona Giorgetti, Direttore Comunicazione Esterna Poste Italiane: “Siamo da sei anni tra le World’s Most Admired Companies di Fortune, siamo l’infrastruttura logistica e tecnologica più grande e capillare del Paese, serviamo oltre 32 milioni di clienti, forniamo oltre ai servizi postali prodotti integrati di comunicazione, logistici, finanziari, assicurativi e di telefonia mobile su tutto il territorio nazionale a cittadini, imprese e pubblica amministrazione”.

“È stato il nostro compleanno più bello”. Lo dichiara con orgoglio Simona Giorgetti, Direttore della Comunicazione Esterna di Poste Italiane, ricordando la Mostra “150 anni dedicati al futuro”, inaugurata dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano insieme al Presidente di Poste Italiane Giovanni Ialongo e all’AD Massimo Sarmi. “Un momento di festa per tutto il Gruppo – sottolinea Giorgetti – ma soprattutto la possibilità di condividere con cittadini, aziende e istituzioni una tappa importante della storia del nostro Paese”.

Responsabile di un team di 70 persone suddiviso in Media Relations, Eventi e Relazioni Esterne, Pubblicità (comunicazione istituzionale; comunicazione finanziaria; comunicazione di brand e di prodotto; crisis management), Simona Giorgetti parla del proprio lavoro snocciolando dati a dir poco lusinghieri. “Dire con chiarezza e trasparenza quello che facciamo e i risultati che produciamo. Siamo da sei anni tra le World’s Most Admired Companies di Fortune, siamo l’infrastruttura logistica e tecnologica più grande e capillare del Paese, serviamo oltre 32 milioni di clienti, forniamo oltre ai servizi postali prodotti integrati di comunicazione, logistici, finanziari, assicurativi e di telefonia mobile su tutto il territorio nazionale a cittadini, imprese e pubblica amministrazione. Senza dimenticare l’impegno di Poste Italiane nella riduzione delle emissioni di gas serra e nell’abbattimento dell’inquinamento ambientale o, in campo finanziario, il successo dei servizi BancoPosta. Tra questi, per citarne una, la carta prepagata Postepay, che a oggi è stata scelta da oltre 9 milioni di persone”.

Lo sviluppo dei servizi finanziari promosso in questi anni da Poste Italiane, inoltre, ha avuto un ruolo di primo piano anche nel processo di graduale integrazione della popolazione straniera di recente immigrazione. A loro sono dedicati 13 mila sportelli postali abilitati alle operazioni di trasferimento di denaro verso l’estero, un servizio allestito in partnership con l’operatore MoneyGram.

In passato Head of Communication per Indesit, Capo Ufficio Stampa per Merloni, Responsabile Ufficio Stampa per Arnoldo Mondadori Editore, Responsabile Relazioni Esterne per la Fondazione Liberal Roma, Simona Giorgetti ha sempre portato con sé una professionalità tutta femminile, che oggi le fa dire con orgoglio che Poste è un’azienda in rosa, con il 53% dei suoi dipendenti donna. “Le persone – conclude – sono il vero motore dell’azienda. Da 150 anni”.

FONTE: Poste Italiane

No Comments
Comunicati

Massimo Sarmi: Poste Italiane protagonista della rivoluzione dei sistemi di pagamento

Lo shopping o il bollettino postale si pagano direttamente col telefonino. Poste Italiane, la società guidata da Massimo Sarmi, è protagonista della rivoluzione dei sistemi di pagamento: grazie alla tecnologia NFC, adottata dalle Sim PosteMobile e all’integrazione con BancoPosta, l’azienda sarà la prima in Italia a fornire al mercato l’innovativo sistema di pagamento. A breve anche il postino telematico e gli uffici postali accetteranno pagamenti tramite cellulare NFC per le operazioni postali e finanziarie.

Poste Italiane apre una nuova frontiera nello stile di vita e rende disponibile sul mercato, per prima in Italia, l’innovativo sistema di pagamento “contactless” tramite tecnologia NFC che permetterà di fare shopping nei negozi abilitati e pagare gli acquisti direttamente via telefonino, grazie all’integrazione tra i servizi di comunicazione di PosteMobile, operatore telefonico del Gruppo Poste Italiane, e quelli di pagamento di BancoPosta.

A breve la tecnologia NFC sarà in dotazione anche negli uffici postali e sui palmari dei portalettere telematici per consentire ai clienti il pagamento di bollettini, raccomandate o pacchi tramite cellulare. Poste Italiane sarà dunque la prima a offrire alla propria clientela l’intera piattaforma di servizio: l’esclusiva scheda Sim PosteMobile permetterà di utilizzare il telefonino come mezzo di pagamento nei punti vendita abilitati e negli uffici postali, al tempo stesso, la rete di uffici postali adotterà la tecnologia NFC per accettare il pagamento via cellulare per operazioni postali, finanziarie o per ricarica della Sim o delle carte prepagate Postepay.

Già dal lancio di PosteMobile, Poste Italiane ha integrato per prima funzionalità di comunicazione con quelle di pagamento (attraverso l’associazione della SIM con uno strumento di pagamento BancoPosta) consentendo pagamenti direttamente dal cellulare e attestandosi nel tempo come leader nei Remote Financial Services con oltre 1 Mln di clienti abilitati e un transato annuo superiore ai 250 Mln€.
L’adozione della nuova tecnologia NFC sulle SIM PosteMobile, rappresenta quindi la naturale evoluzione nei pagamenti da cellulare che diventa così sempre più versatile: non solo strumento di comunicazione mobile, ma anche di pagamento “contactless” per lo shopping nei negozi abilitati, e “contenitore” di servizi “smaterializzati” come il biglietto dell’autobus, il badge aziendale e i documenti d’identità.

La SIM PosteMobile di nuova generazione consentirà di fare acquisti nei molti punti vendita in tutta Italia che adottano già il sistema NFC, di cui moltissimi già presenti sulla territorio milanese. Saranno infatti a Milano i primi uffici postali a commercializzarla già dal prossimo dicembre. Attraverso l’integrazione di servizi NFC sulla Sim di PosteMobile con i servizi BancoPosta, Poste Italiane prosegue il suo percorso che punta a semplificare la vita delle persone, rendendo il cellulare lo strumento con il quale assolvere numerose attività quotidiane.

Il meccanismo è molto semplice: con la Sim NFC di PosteMobile, – nella quale è già integrata una carta prepagata Postepay NFC “smaterializzata”, il telefonino dialogherà con i nuovi POS abilitati ai pagamenti in prossimità. Basterà quindi avvicinare il cellulare al lettore per eseguire in tutta semplicità e sicurezza l’operazione di pagamento. Per gli importi fino a 25 euro non ci sarà neppure la necessità di digitare il Pin, che resta invece obbligatorio per importi superiori. In questo modo, il cellulare, che è l’unico oggetto che non si dimentica mai a casa, diventa portafoglio a tutti gli effetti.

Nel prossimo futuro l’applicazione NFC consentirà anche di rendere disponibili sul cellulare anche servizi di e-Government della PA per l’identificazione e il riconoscimento digitale, smaterializzando e trasferendo direttamente sulla SIM la carta d’identità, il passaporto, la tessera sanitaria, la patente e la firma elettronica. Anche con questo nuovo servizio Poste italiane conferma il proprio ruolo di partner privilegiato della PA.

FONTE: Poste Italiane

No Comments