All Posts By

maxema

Comunicati

Start SRL: l’importanza del lavoro di squadra


Un antico proverbio dice:”l’unione fa la forza”.

Nel campo del lavoro è la stessa cosa. Puntare solamente sulla capacità del singolo individuo non è per nulla produttivo; Start SRL azienda di servizi sita a Napoli, in Via Stadera, 160, è presente nel mercato del lavoro da anni e ha sempre optato per una strategia vincente: il lavoro di squadra.

È solo con una visione professionale, ma al tempo stesso fraterna, che Start SRL forma i suoi consulenti per inserirli nel mondo del lavoro ed avere una doppia e reale possibilità di crescita: professionale e personale.

Per questo motivo Start SRL è sempre in cerca di giovani da formare, basta andare sul sito www.startinfo.it, nella sezione “lavora con noi” e compilare il form online.

Le mansioni alle quali ci si può candidare sono molteplici, dal consulente al manager, dall’addetto back-office al servizio customer.

Start SRL propone un costante percorso di formazione dove poter far  pratica e accrescere le proprie competenze, da usare poi nel mondo del lavoro.

Chiunque cerchi informazioni su Start SRL di Via Stadera, 160 a Napoli, può consultare la sezione “contatti” del sito.

Per avere informazioni sull’attività di Start SRL, basta andare su www.startinfo.it e leggere i servizi e i tipi di lavoro.

Per le altre sedi di Start SRL, di seguito troverete l’elenco delle città:

  • Sora – Via Cellaro, 12/E
  • San Nicola la Strada – Via Pitagora, 9
  • Cava de’ Tirreni – Corso Umberto I, 293
  • Bari – Via Carulli, 54
  • Lecce – Via Braccio Martello, 6
  • Palermo – Via Principe di Belmonte, 1/H
  • Trapani – Piazza Sant’Agostino, 2
  • Roma – Via Carlo Alberto, 26 (Tiburtina)
  • Pescara – Strada Colle Pineta, 1-2

Ci si può recare direttamente in loco per richiedere tutte le informazioni riguardo i percorsi di formazione, le attività da svolgere e le opportunità di lavoro.

No Comments
Comunicati

Il Master MIAC per gli intermediari del credito e assicurativi : prenotazione e modalità d’iscrizione


Al  via a Roma la prima edizione del Master della Luiss Business School, denominato  MIAC, Master in Intermediazione Assicurativa e Creditizia. Il Master, realizzato in collaborazione con Cps Consulting, per la formazione di intermediari del credito e assicurativi avrà inizio a settembre 2014.

Il Corso sarà a numero programmato, per favorire ai laureati un buon livello di apprendimento delle conoscenze. La prenotazione del corso  potrà essere effettuata direttamente on-line su questo sito. Per richiedere ulteriori informazioni e dettagli è possibile chiamare il numero verde 800 520850. Per l’iscrizione al Master si potrà scaricare il Modulo direttamente a questo link.

Saranno ammessi a partecipare al Master giovani laureati e laureandi che hanno sostenuto un percorso di studi in materie economiche e/o bancarie. Previa valutazione del curriculum da parte del Referente scientifico potranno essere ammessi anche diplomati in materie economiche, giuridiche o finanziarie, che hanno maturato una significativa esperienza di lavoro presso intermediari finanziari.

Le sessioni in aula del Master si svolgeranno a Roma, presso la sede della Luiss in Viale Pola nr 12. Il corso sarà infatti distribuito in 42 ore di formazione in aula ed in 336 di formazione tracciata a distanza, tramite piattaforma e-learning, per un totale di 378 ore di corso.

Durante il percorso di studio i partecipanti sosterranno delle prove di valutazione intermedia e dei project work, per verificare il livello di apprendimento e le competenze acquisite. Al completamento del percorso formativo sosterranno invece un esame finale il cui giudizio sarà espresso dal totale dei voti ottenuti dalle prove intermedie e dai project work eseguiti.

La docenza sarà affidata a professori del mondo accademico, manager e professionisti del settore creditizio e assicurativo.

Si possono richiedere maggiori dettagli all’indirizzo [email protected] , o chiamando il numero verde 800 520850.

No Comments
Comunicati

Agenti in Attività Finanziaria: in scadenza l’ Aggiornamento per la frazione di anno solare al 31/12


Mancano due mesi alla scadenza del termine ultimo per iscriversi al corso Aggiornamento per la frazione di anno solare al 31/12 e mettersi in regola con quanto stabilito dall’Organismo degli Agenti e Mediatori.

L’OAM ha stabilito che tutti gli Agenti in Attività Finanziaria hanno l’obbligo dell’aggiornamento professionale mediante la frequenza di un corso di formazione per la frazione di anno solare che intercorre tra l’iscrizione negli elenchi dell’OAM o l’istaurazione del rapporto di amministrazione, direzione, dipendenza o collaborazione ed il 31 dicembre immediatamente successivo.

Ai sensi del Decreto n. 141/10 sono tenuti all’aggiornamento professionale:

– le persone fisiche iscritte nell’elenco degli Agenti in Attività Finanziaria;

– i soggetti che ricoprono ruoli di amministrazione e direzione presso società iscritte negli elenchi di Agenti e Mediatori;

– i dipendenti e collaboratori delle società iscritte negli elenchi di Agenti e Mediatori.

Il corso di Aggiornamento per frazione di anno solare 31/12 contribuisce all’arricchimento delle conoscenze e delle competenze indispensabili per lo svolgimento della professione di intermediari del credito. Gli Agenti in Attività Finanziaria ed i soggetti interessati dei mediatori creditizi, possono scegliere di frequentare il proprio corso di formazione professionale presso gli enti di formazione abilitati per tali corsi.

I corsi di aggiornamento professionale possono essere tenuti da enti dotati di esperienza almeno quinquennale nel settore della formazione. Tra i vari, Cps Consulting è esclusivista nella distribuzione dei corsi LUISS BUSINESS SCHOOL Divisione Luiss GUIDO CARLI, leader nella formazione specialistica.

Il corso è erogato in modalità e-learning, ha una durata di 12 ORE in Formazione tracciata a distanza, con test intermedi di verifica delle conoscenze acquisite.

Alla fine del corso di formazione i discenti sono tenuti a sostenere un test finale di verifica, che consiste in una prova scritta composta di un questionario di 15 domande con risposta multipla e a scelta singola. Il Test di si intenderà superato qualora il candidato risponda esattamente a 10 domande sulle 15 previste.

E’ importante per gli Agenti in Attività Finanziaria affrettarsi a scegliere il corso di formazione professionale per l’Aggiornamento per la frazione di anno solare al 31/12  al fine di regolarizzare la propria posizione con quanto previsto dalla Circolare 6/12 dell’OAM, art 2 capo 3 e non incorrere in sanzioni o cancellazioni dall’ albo dei mediatori creditizi.

 

 

No Comments
Comunicati

Esami OAM Agenti finanziari e Mediatori creditizi, la prossima prova sarà a Roma il 18 Novembre 2013


Si svolgeranno a Roma le prossime prove d’esame per gli Agenti in Attività Finanziaria e i Mediatori creditizi che intendono iscriversi negli elenchi dell’OAM (Organismo Agenti e Mediatori) per poter esercitare la professione.  Il prossimo 18 novembre 2013 sono indette le sessioni d’esame XIX e XX rispettivamente alle ore 10:00 e alle ore 15:00, presso il Centro Convegni “Carte geografiche” in via Napoli, 36.

La prova d’esame verte sulle materie riguardanti il sistema finanziario e consiste in una prova scritta, un questionario formato da 60 quesiti a scelta multipla e risposta singola della durata di 90 minuti.

Tutti gli Agenti e i Mediatori che intendono partecipare all’esame OAM saranno ammessi alla partecipazione previo versamento del Contributo previsto dall’Organismo (indicato nel bando d’esame). Inoltre, essi dovranno aver partecipato ad un corso obbligatorio di formazione, propedeutico all’esame oam sulle materie rilevanti per l’esercizio della professione di Agente in Attività Finanziaria e Mediatore creditizio, ai sensi dell’art.14 del Decreto Legislativo 13 agosto 2010 n.141, entro la data di partecipazione alla sessione della prova d’esame prescelta dal candidato.

Sarà indispensabile per gli Agenti e i Mediatori dotarsi di una casella di posta elettronica certificata (PEC) e registrarsi al portale dell’OAM www.organismo-am.it, accedendo alla sezione Registrazione, dove sarà possibile effettuare la prenotazione alla prova d’esame nella sessione prescelta nella pagina “Servizi-Prenotazione Prova di Esame”.

Dal 21 Ottobre 2013 è possibile prenotare la prova d’esame OAM in via telematica direttamente dall’area privata. Per ciascuna sessione è possibile presentare una sola domanda di prenotazione, fino ad esaurimento dei posti disponibili nella sede scelta dal candidato. Le prenotazioni possono essere effettuate esclusivamente fino alle ore 24:00 del 10 novembre 2013. Il giorno, l’ora e il luogo di svolgimento dell’esame saranno comunicati ai singoli candidati via e-mail.

Non saranno prese in considerazione le domande non conformi con quanto stabilito dal bando d’esame.

Per ricevere maggiori informazioni su come affrontare l’esame nel modo migliore è possibile rivolgersi ad aziende che si occupano di corsi OAM, come CPS Consulting (www.cpsconsulting.it) o altre.

No Comments
Comunicati

Torino: le opportunità per ottenere un prestito senza troppe complicazioni.


I ritmi di vita frenetici che caratterizzano le nostre giornate ci “obbligano” a ricercare soluzioni immediate per ogni tipo di esigenza, anche per quelle, come la richiesta di un finanziamento, che fino a qualche anno fa ci impegnavano per diverse giornate alla ricerca della soluzione più conveniente.

In tutte le grandi città, e certamente il capoluogo Piemontese rientra tra queste, trovano spazio servizi che promettono e permettono di risparmiare tempo fornendo soluzioni rapide a specifiche esigenze, anche nel campo dei finanziamenti.

Tra le varie tipologie di finanziamento quella che meglio si presta ad attività di questo tipo è la cessione del quinto, la quale grazie agli elementi che la contraddistinguono permette, col soddisfacimento di pochi requisiti necessari, di ottenere un prestito in breve tempo e senza complessi iter burocratici.

Per richiedere una cessione del quinto a Torino, come in tantissime altre città italiane, i mezzi a disposizione sono tanti ed alcuni permettono di conciliare le soluzioni innovative alle garanzie e certezze di rapporti personali “vecchio stile”.
E’ il caso offerto da Mediocredito Europeo Spa attraverso il sito web e la fitta rete di filiali a marchio creditoxte diffuse in modo capillare su tutto il territorio nazionale. La soluzione proposta da questa società finanziaria infatti permette a chi ha necessità di richiedere una cessione del quinto a Torino di scegliere tra due opzioni, che possono anche essere complementari: il sito internet e la filiale di via dell’Arsenale 22.

Chi ha più familiarità con tecnologia ed internet può collegarsi al sito web www.creditoxte.it e da li, compilando il form presente sul sito, richiedere comodamente da casa o dall’ufficio una consulenza ed un preventivo per un prestito con cessione del quinto, chi invece preferisce il rapporto personale con un consulente può recarsi di persona nella filiale di Torino per richiedere un prestito con cessione del quinto ed una consulenza personalizzata.

No Comments
Comunicati

Un preventivo per un prestito: sempre più utenti scelgono la semplicità del canale online.


E’ un trend ormai in costante crescita quello che vede  gli italiani prediligere i cosiddetti “canali alternativi” ai tradizionali rapporti con le Banche, sia per operazioni semplici, come il controllo del conto corrente, sia nel caso di operazioni più complesse, come la richiesta di prestiti, cessione del quinto dello stipendio o  consulenza.

A testimoniarlo è l’ultimo Rapporto stilato nell’ambito dell’Osservatorio sui Contact Center Bancari, coordinato da ABI Lab e dall’Ufficio Analisi Gestionali dell’ABI, che ha fotografato il rapporto tra gli italiani ed i contact center degli istituti di credito, documentando che solo nel 2012 gli operatori delle banche hanno gestito oltre 52 milioni di telefonate. Se a questo numero aggiungiamo i dati dei contact center di società finanziarie e tutte le richieste effettuate on-line attraverso siti internet e portali specializzati, è evidente che il fenomeno assume caratteristiche ancora più evidenti ed importanti.

I più importanti operatori del settore – e parliamo di istituti bancari e società finanziarie – nell’ambito dell’offerta al pubblico di prodotti specifici, come ad esempio la cessione del quinto, una tipologia di prestito rivolto a lavoratori dipendenti ed pensionati, hanno ben intuito la necessità di offrire ai propri clienti diversificate possibilità di contatto, dalla mera richiesta gratuita di preventivo alla opportunità di ricevere una consulenza altamente qualificata da parte di un contact center dedicato. In tal senso, il cliente può scegliere se ricevere informazioni senza muovere un passo oppure recarsi in sede incontrando personalmente il proprio consulente.

E’ questo il caso di Mediocredito Europeo S.p.a., che attraverso il suo brand Creditoxte, è attiva in modo capillare su tutto il territorio nazionale e permette a lavoratori dipendenti e pensionati che necessitano di liquidità di richiedere un preventivo semplice e gratuito ed una consulenza per la cessione del quinto direttamente online, restando comodamente a casa propria o in ufficio. Ciò nonostante, chi desidera incontrare il proprio consulente può comunque recarsi di persona in una delle tanti filiali presenti sul territorio.

Comodità, semplicità e libertà di scelta quindi, grazie a Mediocredito Europeo S.p.a. per chiunque desideri avere informazioni circa le modalità per ottenere un prestito con cessione del quinto a Genova, Torino, Milano, Roma, Napoli, Palermo, Catania, Padova e tante altre città: il cliente può affidarsi ai nuovi canali per la richiesta di finanziamento oppure alla classica visita in filiale, sempre con la garanzia di una consulenza qualificata e professionale.

 

No Comments
Comunicati

Il futuro della CQS tra banche ed intermediari


La riforma delle reti distributive (decreto legislativo n.141 del 13 agosto 2010) ha portato all’istituzione nel giugno del 2012 dell’elenco degli “Agenti in attività finanziaria” e dell’elenco dei “Mediatori creditizi” accessibile mediante istanza all’OAM (Organismo degli Agenti e Mediatori).

L’intento è stato quello di  disciplinare il mercato, creando una netta distinzione tra i vari operatori del settore chiamati a seguire i principi  di un “responsible lending”.

Secondo il presidente di Ufi (Domenico Guidi): ”… la catena distributiva si è di fatto accorciata,  gli iscritti sono circa 7000 rispetto ad un numero di circa 10 volte superiore al periodo ante riforma (D.Lgs 141).Il protrarsi invece dei tempi di emissione dei decreti attuativi da un lato lascia dei margini agli operatori per  adeguarsi ma  dall’altro consente a chi non ha questa intenzione di continuare ad operare in maniera non del tutto chiara. La partenza dell’attività ispettiva dell’OAM porterà nuovi impulsi alla revisione delle attività in particolare sul controllo della rete distributiva in sintonia con quanto previsto dalla legge…”.

Nel “5° Summer Edition Leadership Forum” (giugno 2013, Roma) sono emersi i diversi orientamenti dei principali operatori del settore in merito alla strutturazione della propria rete distributiva. Tali orientamenti sono sintetizzabili in due macro filoni:

–          operatori che hanno optato per una rete diretta monomandato operante all’interno delle filiali della banca o di società indipendenti;

–          operatori che, oltre alla rete diretta, hanno continuato a collaborare (con un differente brand) con la rete di agenti e mediatori, post selezione ed adeguamento formativo costante.

Unanime la convinzione dei partecipanti al Forum che la Cessione del Quinto rappresenti un prodotto sempre più appetibile per il mercato e per gli operatori soprattutto bancari.

Lo sviluppo del comparto può avvenire anche in una fase di congiuntura economica non positiva (soprattutto relativamente ai dipendenti pubblici e pensionati) ma le leve che maggiormente hanno il potere di garantirlo sono l’attenzione alla trasparenza nei confronti del cliente  (non sono più accettabili pubblicità ingannevoli, poca chiarezza sulle proposte/contratti di finanziamento e sui soggetti che intervengono nell’intermediazione); la qualità professionale e la responsabilizzazione delle retri distributive frutto di una formazione continua e del duplice controllo delle società mandate e dell’OAM.

In particolare, Mediocredito Europeo spa risponde attivamente ai cambiamenti del mercato della Cessione del Quinto, adeguando ed aggiornando costantemente la propria struttura operativa e commerciale per essere in linea con la normativa e per garantire affidabilità, trasparenza e qualità nei confronti del cliente, al fine di essere un operatore leader di mercato.

Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito istituzionale della società www.mediocreditoeuropeo.com o il sito dedicato interamente alla cessione del quinto, www.creditoxte.it, attraverso il quale è anche possibile richiedere un preventivo on-line.

No Comments
Comunicati

Come richiedere una cessione del quinto a Milano


La cessione del quinto è una particolare forma di finanziamento ideata per alcune categorie di lavoratori tra i quali  dipendenti pubblici, statali, dipendenti di aziende private e  pensionati Inps.

I lavoratori dipendenti o i pensionati che vogliono beneficiare di un prestito con cessione del quinto a Milano possono finalmente contare sulla possibilità di richiederlo in modo semplice e veloce e di poter godere dei suoi numerosi vantaggi.

Questo tipo di prestito personale offre molte agevolazioni per i richiedenti. Innanzitutto la comoda modalità di rimborso del finanziamento, che consiste in rate trattenute in automatico sullo stipendio del dipendente o sulla pensione del pensionato che agevolano il richiedente, il quale non sarà lui a doversi occupare del versamento della rata mensile del prestito ma saranno rispettivamente il datore di lavoro o l’ente previdenziale i soggetti interessati a farsi carico dell’operazione per loro conto. Inoltre la rata del prestito da trattenere non potrà superare l’1/5 del valore netto dello stipendio o della pensione.

Oltre alla comoda automaticità del rimborso di un prestito con cessione del quinto, un’altra caratteristica di questo tipo di finanziamento che facilita i dipendenti e i pensionati di Milano che abbiano bisogno di liquidità, è la possibilità per questi ultimi di poter ottenere un prestito anche se siano stati coinvolti in disguidi di natura finanziaria con precedenti prestiti, ad esempio se abbiano subito pignoramenti, protesti o segnalazioni in Crif.

Queste caratteristiche unite all’obbligo di non fornire nessuna motivazione alla richiesta di liquidità, in quanto la cessione del quinto rientra nei cosiddetti prestiti non finalizzati, per cui il dipendente o il pensionato potranno utilizzare il credito richiesto per qualsiasi necessità, fanno della cessione del quinto un ottimo strumento per chi ha bisogno di credito.

Attraverso internet, è possibile consultare i vari siti che si occupano di cessione del quinto e finanziamenti. Tra di essi www.creditoxte.it marchio di Mediocredito Europeo Spa, offre la possibilità con pochi click di ricevere subito un preventivo gratuito e personalizzato, attraverso la compilazione di un form con i dati del dipendente o pensionato, che potrà essere ulteriormente approfondito direttamente nella filiale di Milano, situata a via Gustavo Fara 39, dove un consulente fornirà tutte le informazioni necessarie a scegliere il miglior prestito per ogni esigenza.

 

No Comments
Comunicati

La Cessione del Quinto: una risposta sempre più vicina ai bisogni del cliente


La Cessione del Quinto diventa sempre di più la giusta risposta ai bisogni del consumatore, grazie anche alle nuove regole del settore creditizio, riesce ad interpretare le esigenze di liquidità di lavoratori dipendenti e pensionati offrendo ottimi tassi e un iter burocratico più veloce rispetto ad altre forme di prestito.

Infatti, i tassi d’interesse sono sempre più bassi e concorrenziali rispetto agli altri prodotti bancari. Ciò grazie all’abbassamento dei costi di distribuzione possibili grazie allo snellimento della filiera di intermediazione.

Altro aspetto importante, che ha contribuito fortemente all’affermazione della cessione del quinto come miglior prestito per lavoratori e pensionati, è la trasparenza nei confronti del cliente, che è diventata una costante in tutto il processo che porta alla stipulazione del contratto, dalla consulenza preliminare per la scelta del prestito, all’erogazione del credito e alla gestione del post-vendita.

Il livello professionale degli operatoti rimasti attivi sul mercato (post riforma Banca d’Italia) è fortemente migliorato soprattutto grazie ai requisiti di accesso imposti dall’OAM, alla continua attività formativa ed ai controlli delle controparti bancarie sulle proprie reti.

“Addio quindi all’antica definizione di Credito di ultima istanza”, la Cessione del Quinto sta riuscendo, nel periodo di credit crunch e di riforme normative di Banca d’Italia, a “liberarsi” di quei pesi che le erano stati attribuiti dalle anomale regole distributive del passato, lasciando spazio ai suoi reali punti di forza, ovvero, quello di essere un “prestito non finalizzato” accessibile ad una platea molto ampia (pensionati/dipendenti di amministrazioni pubbliche, parastatali e private) e garantito (coperto da polizza assicurativa).

Tra gli operatori specializzati in Cessione del Quinto, Mediocredito Europeo Spa, attraverso le sue filiali dirette e la sua rete di agenti presenti in tutto il territorio nazionale, rappresenta la risposta ai bisogni del consumatore che vuole accedere al prodotto della Cessione del Quinto e della Delega: infatti, il cliente troverà in Mediocredito dei professionisti in grado di comprendere le sue reali esigenze e possibilità di accesso al finanziamento, che lo consiglieranno ed  accompagneranno  in maniera trasparente ed informato in tutto le fasi del processo di erogazione.

 

No Comments
Comunicati

Come richiedere una cessione del quinto a Roma


I lavoratori dipendenti ed i pensionati che necessitano di una cessione del quinto a Roma possono finalmente contare su un nuovo strumento, che gli permetterà di ottenere un preventivo ed una consulenza qualificata in brevissimo tempo.

La cessione del quinto è una tipologia di finanziamento dedicata ai lavoratori dipendenti, pubblici o privati e ai pensionati, che possono avvalersi di un prestito da rimborsare con rati mensili pari al quinto dello stipendio trattenute sulla busta paga o in cedolino pensione.

La peculiarità di questo tipo di prestito risiede quindi nella modalità di rimborso, le rate mensili del finanziamento sono trattenute direttamente sulla busta paga o sulla pensione.

L’importo delle trattenute è fisso e costante per tutta la durata del contratto e soprattutto non supera il quinto dello stipendio o della pensione, caratteristica da cui deriva il termine “cessione del quinto”.

Queste caratteristiche, unite alla possibilità di richiederlo senza fornire una motivazione, senza prestare garanzie accessorie e anche se si è stati protestati o segnalati in CRIF fa della cessione del quinto un ottimo strumento di credito per dipendenti e pensionati.

Ma come è possibile richiedere un prestito con cessione del quinto a Roma?

Oggi è possibile richiedere un preventivo on-line consultando i numerosi siti internet che si occupano di credito al consumo e finanziamenti. Rilevante tra i vari è www.creditoxte.it, marchio di Mediocredito Europeo SPA  specializzata nell’ambito dei finanziamento con cessione del quinto, che offre la possibilità di richiedere attraverso la compilazione di un form con pochissimi dati, un preventivo gratuito e personalizzato, che potrà poi essere approfondito con l’aiuto di un consulente esperto di una delle due sedi di Roma, ubicate rispettivamente in viale Manzoni 91 e in via Tito Labieno 24.

 

No Comments
Comunicati

Franchisingmania.com si rinnova e presenta il nuovo sito.


E’ on-line la nuova versione di franchisingmania.com, il portale dedicato al mondo del franchising e che permette l’incontro tra i grandi marchi in franchising e gli imprenditori o aspiranti tali alla ricerca di un brand consolidato con cui intraprendere un nuovo business.
Rinnovato nel logo, nei colori e nel layout, il nuovo sito è stato ottimizzato per rendere più semplice l’incontro tra franchisor e franchisee grazie anche all’integrazione con i principali social network.
Franchisingmania.com si rivolge, con funzionalità specifiche a tre tipologie di utenti:
I FRANCHISOR, che avranno la possibilità di dare visibilità al proprio marchio, proponendolo a nuovi imprenditori interessati ad aprire in franchising e descrivendo nel dettaglio la proposta di affiliazione.
GLI ASPIRANTI FRANCHISEE, che potranno consultare nel dettaglio le proposte di affiliazione, filtrandole sia per settore merceologico che per entità dell’ investimento, richiedendo poi attraverso il form dedicato ad ogni marchio maggiori informazioni direttamente al responsabile sviluppo del brand selezionato.
I MEDIA, che nella sezione “news ed approfondimenti” potranno trovare con periodicità costante notizie, informazioni, curiosità ed approfondimenti sui franchisor che ospitiamo, su fiere ed eventi di settore e sul mondo dell’imprenditoria.
Trovare l’azienda giusta con sui aprire in franchising diventando imprenditori di se stesso non è mai stato così facile. La nuova home page del portale offre agli utenti una visione complessiva dei diversi Franchisor, con una navigazione semplice attraverso un solo click i potenziali franchisee hanno la possibilità di selezionare i diversi settori franchising, scegliere quello più congeniale ai propri gusti o esperienze, prendere visione del brand a cui si è interessati e richiedere informazioni compilando con i propri dati il form dedicato.
Grazie all’esperienza maturata in questi anni nel settore del franchising, FranchisingMania col nuovo portale intende continuare a crescere ancora nell’offerta dei servizi utili ai marchi franchisor ed ai suoi utenti sempre più affezionati e fedeli.
Affrettati, vai su franchisingmania.com, consulta le schede ed invia la tua richiesta. Il nuovo franchisee del tuo marchio preferito potresti essere tu!

No Comments
Comunicati

Franchising e Nuove tecnologie

Franchising e Nuove tecnologie

Un binomio che nell’ultimo periodo, caratterizzato da incertezze economiche, è riuscito a diventare quasi l’emblema di uno spiraglio di salvezza per chi, non volendosi piegare alle congiunture economiche ha deciso di fare proprio il motto “Rialzati Italia”, per alcuni mesi tanto in voga tra la nostra classe politica dirigente. Farlo proprio, ma con lo spirito imprenditoriale che caratterizza noi italiani, ripartendo quindi dal creare impresa, occupazione e sviluppo.

Dicevamo di un binomio, quello tra franchising e tecnologia che da anni caratterizza numerose aziende di successo sul territorio italiano e che riesce, unendo l’avanguardia, i new media e le applicazioni tecnologiche legate al business a modelli imprenditoriali come quello del franchising, da sempre caratterizzati da un ridotto rischio d’impresa, a dare possibilità di crescita e sviluppo.

Franchising e tecnologia è anche la leva che ha portato alla crescita e all’affermazione di marchi divenuti cult nel panorama franchising, come “Lo vendo per te”, il noto franchising europeo di assistenza alle compravendite ebay, nato in Italia nel 2007 grazie allo spirito imprenditoriale ed alla lungimiranza di un gruppo di giovani imprenditori ed oggi presente sia in Italia che in Spagna con oltre 60 negozi.

Lo stesso legame ha portato anche altri brand, in un settore completamente diverso a creare business o meglio a reinventarlo quando la diffusione delle fotocamere digitali ha permesso di cogliere nella tecnologia una grande idea innovativa. Stiamo parlando di marchi come Foto digital discount e Foto digital center, catene di negozi di fotografia in franchising che attraverso portali internet e software gratuiti permettono agli utenti finali di inviare autonomamente in stampa le proprie immagini digitali ritirandole poi in uno dei tanti punti vendita sul territorio nazionale. L’affiliato in questo modo oltre a fornire al cliente un valido servizio potrà proporre consulenza aggiuntiva e prodotti accessori.

Come trovare il franchising ideale per cominciare la propria avventura imprenditoriale? Un ottimo inizio è rappresentato dai portali di settore come franchisingmania.com, in cui è possibile valutare tra le offerte franchising di tantissimi brand e scegliere quello che ha caratteristiche che più ci entusiasmano. Inviando la richiesta di informazioni, ovviamente senza alcun impegno, si verrà ricontattati direttamente dai responsabili sviluppo dei vari marchi, i quali potranno darci approfonditamente tutti  i dettagli di cui abbiamo bisogno per valutare in libertà.

No Comments
Comunicati

Franchising, un settore in controtendenza.


Da tempo ed in più occasioni si è discusso di come il franchising, la possibilità che offre a giovani intraprendenti di mettersi in proprio riducendo i rischi d’impresa, possa costituire un valido motore per combattere la crisi economica e fa ripartire economia e sviluppo.

Oggi tale tendenza è confermata anche dai dati resi noti da franchisingmania.com riguardo all’interesse che gli utenti del web hanno dimostrato nei confronti di questa tipologia di affiliazione commerciale ed al numero di contatti profilati che sono stati generati e veicolati nel primo quadrimestre 2012 ai marchi in franchising presenti sul portale.

Nei quattro mesi presi in esame è stato registrato un aumento di oltre il 40% delle richieste qualificate di contatto rispetto al quadrimestre precedente (l’ultimo del 2011) a dimostrazione che sempre più persone, potenziali imprenditori ma anche imprenditori che intendono diversificare il proprio business, vedono nel franchising un ottima opportunità di investimento, soprattutto alla luce di uno scenario socio economico altamente mutevole che caratterizza il mercato italiano degli ultimi anni.

I marchi, ma più in generale le categorie commerciali che più attraggono nella formula franchising sono sicuramente quelle legate al mondo dei servizi, dove in genere l’investimento richiesto come fee d’ingresso è più contenuto e in tanti casi addirittura nullo ed in cui è più apprezzato il valore del know-how, della tecnologia e degli accordi commerciali che il franchisor riesce a trasferire alla propria rete.

Come fare a scegliere il franchisor ideale a cui richiedere affiliazione?

I mezzi a disposizione dei potenziali franchisee (è il termine tecnico con il quale vengono definiti gli affiliati di una catena in franchising) sono vari, dalle riviste specializzate alle fiere di settore, ma sicuramente il più valido ed il più apprezzato resta quello dei portali internet dedicati al franchising. Tali portali, e franchisingmania.com ne è un ottimo esempio, permettono in tutta comodità senza doversi spostare dal proprio ufficio o da casa propria di confrontare le proposte di business dei vari marchi in franchising e richiedere a quelli che più si avvicinano alla propria idea di impresa maggiori informazioni.

No Comments
Comunicati

Quando l’attività online diviene un fattore determinante per la crescita del franchising


Il Franchising online, cioè il franchising che nasce su aziende pre-esistenti e che usa il web per farsi conoscere e farsi pubblicità al fine di ampliare la propria rete, è un mercato che diventa una formula sempre più di successo e quindi in forte espansione. Di conseguenza, il sito internet per un Franchisor diviene uno strumento fondamentale, poiché rappresenta il biglietto da visita per la potenziale clientela. Avere visibilità sul web porta con se altri vantaggi che spesso passano in secondo piano ma che, in un momento di crisi come questo possono fare la differenza e segnare il passo tra un franchising di successo ed uno che barcolla. Stiamo parlando ovviamente della customer care o, se vogliamo, del nuovo “people caring”, curare meglio i rapporti con i Franchisee già consolidati e farsi conoscere dai potenziali affiliati mediante un rapporto P2P (people to people), che si può ottenere solo tramite le relazioni offerte dalla presenza sui social media. Necessario fornire quindi tutti i dati e i requisiti per chi volesse entrare nei vostri bilanci cercando di esaltare le caratteristiche principali del vostro business. Il modo migliore per raggiungere tali obiettivi è quello di affidarsi ai portali del settore, portali come Franchisingmania.com di Dekoo, web agency con una grande esperienza alle spalle, in grado di offrire la garanzia dell’esperienza nel settore e numerosi servizi sempre attenti alle novità che si susseguono ogni giorno e quindi, anche al mondo dei social media. “Ti stai chiedendo quale sia la migliore pubblicità per il tuo nuovo franchising?” Secondo recenti sondaggi, se abbiamo un Franchising ancora giovane, nato da poco e desideroso di svilupparsi, la pubblicità migliore è sicuramente quella online. Ormai la maggior parte dei possibili clienti passa tantissimo tempo “on web”, per lavoro o per tempo libero, attraverso pc e dispositivi mobili e quindi lì, sicuramente si potranno incontrare un advertising che riguarda il vostro franchising. Ma se si vuole sviluppare una pubblicità online performante per il proprio franchising allora bisogna prestare massima cura ed attenzione ai diversi elementi che rendono efficace la nostra comunicazione. Il sito web del franchising. Anche se non si vogliono investire troppi soldi nella realizzazione di un sito web sempre aggiornato e funzionale, risulta una scelta vincente progettarlo con le seguenti caratteristiche: grafica semplice e caratterizzante, informazioni chiare e convincenti, bisogna sempre garantire una buona “navigabilità”, inserire form da compilare per le persone interessate alla newsletter ed inserire informazioni sui punti vendita già aperti. Presenza e pubblicità su portali del settore. Innanzitutto bisogna investire soldi nella pubblicità online sui portali del settore, come il nostro portale Franchisinmania.com. Generalmente la maggioranza delle richieste di potenziali franchisee arriva da questo canale e pertanto va sempre tenuto in massima considerazione. Recensioni e articoli. Un altro fattore di successo online è la cura della propria web-reputation o reputazione 2.0. Per strutturarla in maniera ottimale è fondamentale fare uno sforzo editoriale e pubblicare su molti siti del settore e/o a tema, articoli, recensioni e diffonderli sui canali social network a disposizione. Social media marketing. Non possono mancare in una qualsiasi performante pubblicità online per il franchising, i social media: facebook, twitter, google+,linkedIn ed il nuovo arrivato Pinterest, primi fra tutti. Attenzione però: non è sufficiente un account e come più volte abbiamo scritto sulle nostre pagine di Facebook (http://www.facebook.com/franchisingmania), è sempre bene tenersi alla larga dal fai da te, in quanto bisogna saperli curare e saper sfruttare le loro peculiarità per far conoscere il marchio e veicolare il giusto messaggio.

No Comments
Comunicati

Cessione del quinto dello stipendio: documenti necessari e tempi di erogazione


Molto spesso, soprattutto se si sono avuti dei problemi o dei disguidi nei pagamenti, i dipendenti (pubblici, statali o privati) e i pensionati che hanno bisogno di liquidità preferiscono ricorrere alla cessione del quinto dello stipendio, una forma particolare di prestito personale che, per legge, prevede il rimborso delle rate in carico attraverso rattenute dirette sulla busta paga o sul cedolino della pensione. Quali sono i documenti necessari per istruire una cessione del quinto dello stipendio?

A differenza di un normale prestito personale la cessione del quinto dello stipendio richiede alcuni documenti in più. Per ottenere questo prestito infatti non sono necessari soltanto i documenti personali (carta di identità e codice fiscale ) e l’ultima busta paga ricevuta ma anche il certificato dimostrativo della retribuzione che in pratica attesta quale è il quinto massimo cedibile. Questo importante documento, in assenza del quale, la cessione del quinto non può essere  erogata, va richiesto alla stessa amministrazione di competenza del dipendente che provvederà poi al rilascio. Proprio i tempi di compilazione del certificato dello stipendio, allungano la tempistica necessaria per ottenere la liquidazione del prestito. Per questo motivo il tempo necessario per ottenere una cessione del quinto spesso è maggiore rispetto a quello che necessita un normale prestito personale. Per far fronte a questo inconveniente sempre più spesso, se la situazione reddituale e contributiva del richiedente lo permette, è possibile già prima dell’erogazione della somma richiesta, riuscire a ottenere un assegno di anticipo che poi sarà scalato dalla somma liquidata a titolo di prestito.

Questa caratteristica fa si che la cessione del quinto sia una delle forme di finanziamento preferite sia dal lavoratori dipendenti che dai pensionati, che riescono ad ottenere un prestito pensione senza dover fornire alcuna motivazione sull’utilizzo che si intende fare della somma ricevuta.

Per ottenere una cessione del quinto dello stipendio a Napoli, oltre ai tradizionali canali distributivi, c’è una possibilità nuova che permette di risparmiare molto tempo.  Stiamo parlando del sito presti finanzia.it, marchiato Quintogest spa, società specializzata nella cessione del quinto, che consente di ridurre la tempistica eliminando i tempi morti. Con prestifinanzia quindi la cessione del quinto a Napoli è diventata molto più veloce ed è possibile richiedere anche una consulenza personalizzata al proprio domicilio.

No Comments
Comunicati

Prestiti personali: tutte le cifre dei primi nove mesi dell’anno.


Nei primi nove mesi dell’anno gli interessi delle rate sui prestiti personali, ma anche quelle sui mutui, sono aumentati. La causa di questa accelerazione è da individuare nel forte incremento dello spread bancario, a sua volto dovuto alla necessità che stanno avendo ultimamente le banche di incrementare la propria raccolta di denaro, una esigenza che ha portato molti grandi istituti a aumentare appunto i tassi.

Nello specifico per quanto concerne il prestito personale, i tassi medi si sono assestati in questo scorcio di 2011 tra il 9% e il 10%. Altri interessanti dati della ricerca sull’andamento dei prestiti personali riguardano la loro finalità. I prestiti personali erogati dal gennaio all’agosto 2011 sono infatti serviti nel 13% dei casi a rifinanziare debiti già esistenti, mentre sono calati i prestiti personali per acquisti (il cosiddetto finalizzato). In aumento le richieste per semplice liquidità salite al 17% anche se il montante complessivo medio si è andato ad abbassare notevolmente e questa è forse la migliore dimostrazione della chiusura dei rubinetti al credito da parte delle banche e delle finanziarie.

Nonostante questi dati non siano certamente positivi, soprattutto quelli in relazione all’aumento tecnico dei tassi, è comunque possibile riuscire a trovare prestiti personali vantaggiosi usando, ad esempio, il web richiedendo un preventivo online. Internet infatti permette di passare in rassegna molte offerte di prestiti personali ed eventualmente di confrontarle. I dati della ricerca che dicevamo all’inizio possono quindi essere da sprone a cercare sempre maggiori informazioni sui prestiti personali e sui modi per risparmiare. Esistono infatti tutta una serie di piccoli trucchi per riuscire ad avere un prestito personale riducendo spese e tassi, magari evitando di affidarsi a agenti plurimandatari che pesano molto con le loro commissioni accessorie. In ogni caso l’informazione resta la migliore strada da seguire per chi vuole ottenere un comodo prestito personale.

No Comments
Comunicati

Prestito personale pensionati: come avere liquidità velocemente


Quando un pensionato iscritto a qualsiasi ente previdenziale ha bisogno di una certa somma liquida per affrontare determinate spese, la strada più breve per soddisfare il suo bisogno è quella di chiedere un prestito personale a una banca o a una finanziaria.

Il prestito pensionati del resto è, come tutti gli altri prestiti personali riservati ad altre categorie, molto semplice da ottenere e altrettanto facile da restituire. L’unico punto debole dei prestiti personali per pensionati è una certa ristrettezza dei requisiti creditizi necessari per ottenere l’erogazione. Come tutti i finanziamenti personali infatti se il richiedente ha avuto problemi nei pagamenti o è stato segnalato nelle varie centri rischi interbancari o della Banca d’Italia non può ottenere un prestito personale se (e neppure in tutti i casi) non porta un garante, ossia una seconda firma,

generalmente un familiare, che faccia da garanzia, e quindi ne risponda, in caso di eventuale inadempimenti.

Ad eccezione quindi del caso dei cattivi pagatori, il prestito personale per pensionati resta una strada privilegiata (sempre se il cliente che fa richiesta rientra all’interno dei parametri relativi all’età) per ottenere la liquidità di cui si ha bisogno. Quando parliamo di strada privilegiata, ci riferiamo a quelli che sono i punti di forza del prestito personale: le basse spese assicurative, soprattutto in relazione ad altre forme di finanziamento come la cessione del quinto, e la praticità del metodo di rimborso (bollettini postali o appoggio Rid bancario). Per finire non bisogna dimenticare anche il ruolo dei tempi di erogazione. Generalmente infatti il tempo necessario per l’erogazione della somma richiesta è davvero breve e nel giro di pochi giorni è possibile avere sul proprio conto quanto richiesto. Anche in questo caso i tempi necessari per l’erogazione di un prestito personale per pensionati è comunque inferiore rispetto a quello richiesto da altri prodotti finanziari.

No Comments
Comunicati

Cessione del quinto della pensione: come ottenerla se si è protestati.


Da alcuni anni la possibilità di ottenere un prestito personale sottoforma di cessione del quinto dello stipendio, è stata estesa anche ai pensionati iscritti a qualsiasi ente previdenziale come Inps, Inpdap e Ipost.

La possibilità per i pensionati di ottenere un prestito pensione è importante in quanto i tradizionali prestiti personali che a lungo sono stati per i pensionati l’unica possibile strada da seguire per ottenere credito e liquidità, avevano un limite oggettivo proprio nel limite di età per effettuare il rimborso fissato massimo a 72 anni.

Un meccanismo questo che di fatto impediva a chi era più in avanti con gli anni di ottenere un finanziamento. Con la cessione del quinto della pensione invece è possibile ottenere un prestito la cui restituzione può avvenire entro il compimento del novantesimo anno di età inoltre la cessione del quinto può avere una durata fino a 10 anni al contrario del prestito personale tradizionale che al massimo arriva a 72 mesi. Questi due elementi rappresentano due buone ragioni per scegliere una cessione del quinto rispetto a un prestito personale.

La domanda però che molti pensionati si pongono è come può fare un cattivo pagatore o un protestato ad ottenere una cessione del quinto della pensione. Ebbene possiamo dire che per queste categoria di non buoni pagatori non esistono particolari problemi. Avendo come garanzia il cedolino della pensione infatti, la cessione del quinto non risente di segnalazioni e problemi. Un pensionato segnalato in Crif o in Ctc quindi può ottenere una cessione del quinto, semplicemente presentandosi ad una qualsiasi banca o finanziaria. Il prestito seguirà l’iter tradizionale senza alcuna complicazione.

Accanto a questa strada, oggi il web offre nuove possibilità per ottenere una cessione del quinto a Napoli. Magari facendosi aiutare dal proprio nipote, il pensionato può cliccare sul sito presti finanzia.it, marchiato Quintogets spa, e seguir le semplici istruzioni per ottenere sulla propria mail un preventivo per runa cessione del quinto della pensione. Con Prestì la cessione del quinto della pensione diventa davvero alla portata di tutti.

No Comments
Comunicati

Cessione del quinto dello stipendio: le possibilità dei dipendenti statali e pubblici


La cessione del quinto dello stipendio  è una forma particolare di prestito personale nata, specificatamente, per venire incontro alle esigenze di liquidità dei lavoratori pubblici e di quelli statali, due categorie che offrono forte affidabilità nel rapporto di lavoro, proprio perché si ritiene che le possibilità di crisi di enti pubblici e della pubblica amministrazione siano quasi nulle. Solo successivamente, e, ad onor di cronaca, molto lentamente la cessione del quinto dello stipendio si è aperta ai dipendenti delle grandi aziende per poi rivolgersi, in tempi più recenti, anche ai dipendenti delle piccole aziende. L’ultima fase dello sviluppo della cessione del quinto dello stipendio è rappresentata dal meccanismo inverso ossia il ritorno della concessione della cessione del quinto alle categorie più affidabili ossia statali, pubblici e dipendenti privati di grandi spa.

Già da questo breve discorso si comprende che i dipendenti pubblici e statali sono e sono stati nel corso del tempo, quelli che hanno avuto maggiori possibilità dalla cessione del quinto dello stipendio, in primo luogo perché l’anzianità di servizio richiesta è davvero minima e in secondo luogo perché gran parte dei dipendenti pubblici o statali già cessionati possono ricorrere alla delega di pagamento, visto e considerato che quasi tutte le amministrazioni pubbliche e statali hanno convenzioni per questa seconda operazione in busta paga. L’unico punto di svantaggio quindi della cessione del quinto dello stipendio a un dipendente pubblico o statale rispetto a un privato è l’obbligo di attendere almeno la copertura dei 2/5 del finanziamento prima di poter accedere a un rinnovo. Ma in ogni si tratta di uno svantaggio che negli ultimi tempi si è annullato visto la direttiva con cui Banca d’Italia ha disposto forti limiti ai cosiddetti rinnovi veloci tipici del settore privato.

Un dipendente pubblico o statale può ottenere una cessione del quinto Roma evitando la solita trafila di preventivi ma anzi affidandosi a un sistema sicuro e senza sorprese. Parliamo di Prestifinanzia, il sito marchiato Quintogest, che ha annullato tutti i tempi biblici a cui spesso si va incontro quando si chiede un preventivo per una cessione del quinto dello stipendio. Su prestifianzia.it è sufficiente compilare il form con i dati personale e la propria richiesta e attendere, sulla propria mail un primo preventivo. Prestifinanzia.it è il modo nuovo di chiedere una cessione del quinto a Roma.

No Comments
Comunicati

Prestiti personali a lavoratori autonomi: che strada si può seguire?


I lavoratori autonomi possono ovviamente richiedere, in caso di esigenze di liquidità, un prestito personale; ma sulla base di cosa la società finanziaria erogatrice andrà a calcolare la somma massima che può essere concessa? Per rispondere a questa domanda chiariamo subito che i lavoratori autonomi possono si ottenere un finanziamento ma non possono accedere a tutte le tipologie di prestito  in quanto per determinate fattispecie, come la cessione del quinto dello stipendio, i lavoratori autonomi sono completamente esclusi, in quanto  non percettori di busta paga.

Fatta questa premessa, possiamo rispondere alla prima parte della domanda: i lavoratori autonomi, dotati di modello Unico, quindi i lavoratori autonomi che esercitano da più di un anno, possono tranquillamente ottenere dei prestiti personali rimborsabili attraverso bollettini di conto corrente o addebito con Rid bancario. Tutti quei lavoratori autonomi che, per ovvi motivi temporali, non hanno ancora compilato alcun Modello Unico possono si ottenere un prestito personale, ma hanno bisogno di una seconda firma ossia di un garante. Per quanto riguarda poi la seconda parte della domanda, l’ammontare massimo di un prestito personale ad un lavoratore autonomo è stabilito dal suo reddito (chiaramente maggior è il reddito maggiore sarà la possibilità di ottenere liquidità alta), nonché da quella che è la sua esposizione debitoria complessiva, ossia la quantità di prestiti che il nostro lavoratore autonomo ha in corso d’essere.

Un lavoratore autonomo per ottenere un prestito personale può oggi utilizzare i nuovi canali distributivi che la tecnologia ha messo a disposizione.  Nella fattispecie internet offre un fantastico aito in quanto permette a chiunque di ottenere le informazioni richieste ed in molti casi è possibile anche richiedere una consulenza gratuita o un preventivo on line.

No Comments
Comunicati

Nasce SiAgency, la società che fa risparmiare.


Un’idea innovativa ed un obiettivo importante, aiutare le famiglie e le imprese a risparmiare sui servizi che utilizzano ogni giorno.

Le prerogative sono ottime per il nuovo brand di franchising servizi e non mancheranno di certo le possibilità di sviluppo, in un mercato, quello della liberalizzazione dei servizi, che conquista ogni giorno nuovi importanti traguardi.

Il sito internet dell’azienda, realizzato da dekoo in sinergia con il management siagency rispecchia in pieno la filosofia aziendale: semplice, chiaro, concreto.

Attraverso il sito internet gli utenti interessati ai servizi offerti potranno documentarsi e scegliere in maniera consapevole l’offerta più adatta alle loro esigenze, ma cosa più importante i professionisti e gli imprenditori che, lungimiranti sulle nuove frontiere del business, vogliono far parte del gruppo siagency, potranno scegliere la modalità con cui affiliarsi al nuovo network.

Le possibilità di affiliazione previste per il franchising telefonia siagency sono varie e permettono di scegliere liberamente la tipologia di investimento e la formula di adesione più congeniale alle proprie aspettative. Si va dal franchising servizi a costo zero, che permette di aprire un Sipoint a chi ha già una propria attività lavorativa in un altro settore, al classico franchising a marchio SyAgency fino alla possibilità di co-branding per le aziende, che avendo già una propria rete distributiva sono interessate alla distribuzione di tutta la gamma di utilities e servizi proposti dal nuovo brand.

Il sito internet del gruppo è stato realizzato dalla web agency che fa capo a dekoo, società di comunicazione specializzata nella promozione di marchi in franchising che ne curerà anche il posizionamento nei motori di ricerca e tutte le attività di webmarketing correlate.

No Comments
Comunicati

Cessione del quinto dello stipendio: calano le erogazioni a favore dei dipendenti privati


Secondo gli ultimi dati disponibili le cessioni del quinto dello stipendio hanno subito negli ultimi mesi una battuta di arresto. Il calo delle cessioni del quinto è imputabile, secondo gli esperti a due principali fattori: la recente stretta predisposta dalla Banca d’Italia sui tempi di rinnovo di tale operazione finanziaria (in base alle nuove norme per ottenere il rinnovo del prestito con trattenuta sulla busta paga, dovranno essere stati pagati, tassativamente, i 2/5 del prestito stesso) e la forte contrazione delle cessioni del quinto a favore di dipendenti del settore privato. In pratica quindi il calo delle cessioni del quinto è dovuto ad una forte diminuzione delle cessioni erogate a favore dei dipendenti privati mentre le cessioni del quinto per dipendenti pubblici o statali e le erogazioni di un prestito pensionati sono rimaste sostanzialmente stabili. Il drastico calo delle cessioni “private” è stato causato da una stretta sulle coperture assicurative da parte delle compagnie interessate che hanno deciso di non fornire più coperture assicurative per cessioni ai dipendenti di  piccole aziende e di molte società cooperative. Il blocco delle coperture assicurative a questo genere di dipendenti privati ha di fatto costretto le finanziarie e non effettuare più cessioni del quinto su questo genere di stipendi, anche perché, la copertura assicurativa in una cessione del quinto dello stipendio è obbligatoria per legge. Non ci vuole la sfera di cristallo per intuire che la decisione restrittiva delle compagnie assicuratrici è la diretta conseguenza della grave crisi economica in corso e dei problemi che molte piccole aziende e cooperative stanno avendo negli ultimi tempi.

Per ottenere una cessione del quinto dello stipendio a Roma non è necessario fare il giro delle finanziarie. Da oggi infatti i dipendenti di Roma posso chiedere una cessione del quinto comodamente seduti davanti al loro pc: è sufficiente infatti andare sul sito presti finanzia.it, compilare l’apposito form e ricevere tranquillamente sulla propria mail un preventivo. Una soluzione pratica ma anche trasparente perché su prestifinanzia.it si possono trovare tutte le informazioni più importanti per un prestito consapevole e senza sorprese.

No Comments
Comunicati

Prestiti personali: cosa sono e quanto convengono i servizi accessori


Spesso quando si fa la richiesta per la concessione di un prestito personale, la società finanziaria a cui ci si è rivolti propone la sottoscrizione, accanto ad una polizza assicurativa a copertura del prestito personale anche alcuni servizi accessori come ad esempio consulenze gratuiti da medici convenzionati o consulenze gratuite da legali. Prima di vedere quale possa essere la convenienza di tali servizi accessori, chiariamo che la copertura assicurativa su un prestito personale non è obbligatoria ma è comunque consigliato, perlomeno per i grossi importi, considerato che tale assicurazione copre il debitore dai rischio vita o dal rischio perdita momentanea del posto di lavoro.

Esprimere un giudizio sull’opportunità o meno di ricorrere ad una polizza assicurativa è alquanto difficile, anche perché molto dipende dal tipo e dalle clausole della stessa assicurazione. Tornando al discorso principale la convenienza dei servizi accessori ad un prestito personale è ancora più relativa. In questi casi il discriminante unico è rappresentato dalla attenta lettura della clausole, anche perché i servizi accessori non sono affatto gratuiti e il loro costo lo si trova tra le spese del prestito personale, come risulterà poi dai fogli contrattuali sottoscritti.

L’esempio più comune di servizi accessori è rappresentato dai servizi medici: in pratica chi sottoscrive tali servizi avrà diritto a una serie di consigli o di prestazioni da parte di medici convenzionati. Generalmente si tratta di semplici consulti legati al verificarsi di specifiche condizioni. Se quindi è necessaria la giusta attenzione per l’eventuale sottoscrizione della polizza assicurativa, è assolutamente indispensabile prestarla nella lettura delle clausole contrattuali e nell’eventuale sottoscrizione di questi servizi accessori. In ogni caso l’informazione e la trasparenza risultano essere dei fattori molto importanti che misurano la serietà di chi eroga il prestito personale.

Caso leggermente diverso è quello della cessione del quinto, in cui la polizza assicurativa è resa obbligatoria dalla stessa legge che disciplina questa tipologia di finanziamento.

Per ottenere tutte le informazioni necessarie prima di chiedere un prestito personale o una cessione del quinto a Roma, il consiglio è di affidarsi a Prestifinanzia.it, il portale specializzato nei finanziamenti on-line, che oltre a permettere , con pochi click la richiesta di un preventivo personalizzato, contiene anche tutte le informazioni per chiedere un prestito personale a Roma avendo la certezza della piena trasparenza.

No Comments
Comunicati

Cresco: Il software innovativo per le società di mediazione creditizia.


E’ stato presentato da qualche giorno, e promette subito di rivoluzionare il lavoro delle migliaia di addetti al settore. CRESCO è il software gestionale per società di mediazione creditizia.

In un momento di forte transizione come quello che sta attraversando l’intero settore della mediazione creditizia, in cui a seguito delle recenti variazioni normative si richiede agli operatori del settore sempre maggior controllo sulla rete distributiva, Cresco offre una soluzione concreta per fronteggiare le nuove incombenze normative mantenendo al contempo un ottima profittabilità dei finanziamenti erogati.

Con cresco è possibile gestire l’intero iter di lavorazione delle pratiche di finanziamento con tantissime funzioni studiate apposta per snellire l’aggravio burocratico connesso a tali operazioni.

Uno strumento operativo indispensabile, studiato e realizzato per far fronte alle attuali esigenze del mercato della mediazione creditizia, che sfrutta le moderne tecnologie per minimizzare i costi di gestione permettendo comunicazioni in tempo reale e disponibilità dei dati h24, 365 giorni l’anno, ovunque ci si trovi, attraverso qualsiasi tipo di dispositivo.
Cresco racchiude in un’unica suite sia gli strumenti tipici per l’operatività quotidiana delle società di mediazione creditizia che importanti strumenti di marketing che permettono di ottenere un ROI sempre maggiore dal proprio portfolio clienti.
A questi si aggiungono i report grafici in tempo reale che, offrendo una visione immediata degli indici principali, permettono a chi ha il compito di gestire la rete di mediazione di monitorare in tempo reale sia il volume che la qualità della produzione.

Per toccare con mano tutte le potenzialità offerte dal software mediazione creditizia è possibile ottenere un accesso demo all’applicativo. Per richiedere il demo, e per ricevere tutte le informazioni di cui si ha bisogno, è sufficiente collegarsi al sito internet dedicato al software e compilare il form con le poche informazioni richieste. Un responsabile commerciale vi ricontatterà per fornirvi tutte le informazioni di cui avete bisogno.

No Comments
Comunicati

Prestiti personali on line: come ottenere un finanziamento con poche mosse


La diffusione delle nuove tecnologie ha notevolmente incrementato i canali attraverso i quali è possibile il collocamento dei prestiti personali. Grazie infatti allo sviluppo del web, oggi non sono più soltanto le banche o gli istituti finanziari a collocare prestiti personali ma anche la stessa rete. Chi ha quindi bisogno di un prestito personale tradizionale (da rimborsare ossia attraverso versamenti con bollettino postale o attraverso un Rid bancario) non ha mai avuto a disposizione tante strade quante né sono offerte oggi dal mercato. Il proliferare dei canali distributivi ha rappresentato senza dubbio un punto a favore del risparmio.

E’ infatti intuitivo che le maggiori possibilità di scelta portino ad un incremento della concorrenza e quindi alla possibilità di premiare l’istituto bancario o l’istituto finanziario che presenta l’offerta migliore. Allo stesso tempo lo sviluppo della rete ha incrementato la trasparenza che ruota attorno a tutta l’operazione che porta alla concessione di un prestito personale. In linea di principio si può dire che la vera novità degli ultimi anni tra i prestiti personali siano appunto, i prestiti personali on line. Questo tipo di finanziamento abbatte infatti una serie di costi e di spese che invece sono tipiche di quei finanziamenti collocati attraverso canali più convenzionali, come le banche o le finanziarie. I tempi di attesa per la concessione di un prestito personale on line sono poi molto più contenuti, visto e considerato che è spesso sufficiente compilare un form per ricevere immediatamente un preventivo sulla propria mail. Anche la documentazione richiesta è poi ridotta all’osso: per avere un prestito personale on line infatti è sufficiente presentare i propri documenti personali o un documento che attesti il reddito, ossia busta paga per i dipendenti e modello unico per gli autonomi.

Molto più semplice è ottenere un prestito pensione, infatti i pensionati che intendono chiedere un prestito on line possono sfruttare anche la possibilità offerta dalla cessione del quinto, che permette di ottenere la somma di cui si ha bisogno senza fornire nessun tipo di garanzia accessoria.

Cosa si deve fare per avere un preventivo on line?. La strada da seguire è molto semplice e si chiama prestifinanzia.it, il nuovo portale che rappresenta una delle migliori espressioni di cosa voglia dire l’applicazione internet della tecnologia all’erogazione di prestiti personali. Attraverso prestifinanzia.it è possibile con pochi click inoltrare subito la richiesta per un preventivo, avendo la consapevolezza che la concessione dei prestiti personali attraverso on line è una sicura occasione di trasparenza e convenienza.

No Comments
Comunicati

Cessione del quinto della pensione: cosa deve fare per ottenerla un pensionato Inpdap?


Spesso può capitare che un pensionato iscritto all’Inpdap (l’ente previdenziale a cui sono iscritti quei lavoratori che hanno presto servizio nelle amministrazioni dello stato o presso le amministrazioni pubbliche) abbia bisogno improvviso di una determinata somma per affrontare una qualsiasi urgenza.

Questa categoria di pensionati, fino a pochi anni fa non aveva molte strade a disposizione. La loro unica chance infatti era rappresentata dalla richiesta di un prestito personale, sempre che non ci fossero problemi che ne impedissero la concessione, come ad esempio una eventuale iscrizione nell’archivio cattivi pagatori e sempre che il nostro pensionato non avesse superato il limite di età previsto per questo genere di operazioni (generalmente 75 anni).

Grazie all’estensione della normativa sulla cessione del quinto anche ai pensionati, da alcuni anni il nostro pensionato ipotetico può beneficare di una strada che aggira i due problemi e limiti che abbiamo messo in evidenza in precedenza. Stiamo parlando chiaramente della cessione del quinto della pensione, definito anche prestito pensione e riservata ai pensionati iscritti all’Inpdap o ad altri enti previdenziali.

Per accedere a questa forma di finanziamento non è infatti necessario essere dei pagatori esemplari. In altre parole possono accedere a una cessione del quinto della pensione anche i pensionati Inpdap che in passato hanno avuto problemi. Per quanto riguarda il limite di età poi è necessario non aver superato gli 85 anni (a volte anche 90) al momento del pagamento dell’ultima rata prevista dal piano di ammortamento. Decisamente meglio rispetto a un semplice prestito personale.

Per richiedere un prestito pensionati, un assistito sia Inpdap o di un altro ente deve presentare all’istituto a cui si rivolge per la concessione del prestito i suoi documenti personali più il cedolino della pensione. Sarà poi cura dell’operatore richiedere all’Inpdap la dichiarazione di quota cedibile su cui è indicata la rata massima sostenibile nonché eventuali altre cessioni del quinto della pensione in essere.

Oggi tutti pensionati possono chiedere una cessione del quinto della pensione utilizzando un canale distributivo nuovo ed estremamente affidabile. Stiamo parlando di prestifinanzia.it, il sito di Quintogest spa, marchio leader nella concessione di cessioni del quinto, che attraverso pochi click, e specificando la propria richiesta, consente di ottenere subito sulla mail del richiedente un primo preventivo. Prestifinanzia.it garantisce affidabilità, trasparenza e velocità di erogazione a chi cerca una cessione del quinto della pensione senza pensieri.

No Comments
Comunicati

La crisi economica come spinta a mettersi in proprio.


E’ sempre più frequente, anche a causa dell’attuale crisi economica che ormai da alcuni anni costringe l’economia mondiale a forti tagli e rivalutazioni dei costi aziendali, il caso di persone ex lavoratori dipendenti che decidono di mettersi in proprio e cominciare un’avventura imprenditoriale.

Spesso con idee originali e stravaganti, altre volte con formule commerciali già viste e consolidate. In ogni caso il comune denominatore è sempre il rischio che questi neo imprenditori si assumono investendo per proprio progetto imprenditoriale.

Ovviare, o quantomeno limitare i rischi è possibile! Esiste un metodo che permette di aprire la propria attività commerciale, diventando imprenditori e gestendo nel modo che si ritiene più opportuno la propria attività lavorativa, ma utilizzando un format commerciale già testato sul campo, facendo proprio il know-how che altri imprenditori hanno formato con anni di esperienza, sfruttando a proprio favore accordi commerciali possibili solo ai grandi gruppi aziendali. Non è un utopia ma è il principio che sta alla base del franchising.

Aprendo in franchising la propria attività commerciale con un grande marchio, o anche con uno emergente ma dalle idee chiare è possibile saltare tutti gli steep classici legati alla creazione di una nuova attività lavorativa. Aprire in franchising infatti significa proprio utilizzare brand, know-how ed accordi commerciali di chi è nel settore da anni ed oggi mette la propria esperienza al servizio di chi vuole condividere lo stesso obiettivo commerciale.

Certo è che aprendo in franchising non si annulla il rischio d’impresa, che resta valido ed interamente a carico del nuovo imprenditore (in gergo tecnico franchisee), quindi è importante prima di scegliere il marchio a cui affiliarsi valutare bene le caratteristiche dello stesso, il suo valore di mercato, la reputazione di cui gode, gli ultimi bilanci ed il contratto di affiliazione che propone.

Per non fermarsi al primo che capita, una volta scelto il settore economico nel quale si intende intraprendere la propria carriera da imprenditore, è utile consultare un sito specializzato in franchising, come franchisingmania.com, nel quale consultare tutti i marchi in franchising del settore scelto ed inviare la propria richiesta di informazione. La richiesta che ovviamente non è in alcun modo impegnativa, permetterà di ricevere informazioni dettagliate dai responsabili franchising dei singoli marchi e mettersi direttamente in contatto con loro.

No Comments
Comunicati

Prestito personale: quale modalità rimborso è meglio scegliere?


Ogni anno migliaia di italiani e non chiedono ai vari canali distributivi abilitati un prestito personale per i più svariati motivi. L’estrema semplicità di erogazione di questo prodotto ha fatto si che il prestito personale, sia diventato, nel corso degli anni, la forma più comune di finanziamento tra le famiglie italiane.

Spesso quando un autonomo, un lavoratore dipendente o un pensionato fanno una richiesta di prestito personale, uno dei dubbi da cui si è immediatamente assaliti è quello relativo alle modalità di rimborso. Le regole bancarie, a riguardo, prevedono due distinte modalità di rimborso. La somma erogata più gli interessi può infatti essere restituita o attraverso versamenti con bollettino postale sul conto corrente della banca con cui si è stipulato il contratto di finanziamento o con addebito RID sul proprio conto corrente. In termini semplici, scegliendo quest’ultima strada, la propria banca di appoggio ogni mese stornerà la somma dovuta a titolo di rata sul conto della società con cui si ha il prestito.

In termini semplici si tratta di un meccanismo assai simile a quello della domiciliazione delle utenze domestiche. Fin qui la teoria. Nella prassi però sono sempre di meno le società che concedono il rimborso di un prestito personale attraverso il pagamento di bollettini alla Posta. In linea generale possiamo dire che solo se si ha uno storico immacolato e solo se si chiedono in prestito piccole somme è possibile vedersi accordare il rimborso con bollettini. Per il resto nella stragrande maggioranza dei prestiti personali l’unica via possibile è il rimborso con Rid bancario. E’ bene però precisare che questa seconda opzione è decisamente più vantaggiosa per il debitore: si eliminano infatti i costi per il versamento sul conto corrente e non si ha più il terrore di una dimenticanza che, giocoforza, porterà poi all’applicazione di una mora e, nei casi estremi, a segnalazioni nelle liste nere del credito.

Per ottenere un prestito personale sta prendendo piede sempre di più la formula on-line. Richiedere un preventivo on line per l’ottenimento di un prestito pensionati o per un’altra tipologia di prestito oggi è semplicissimo. E’ sufficiente infatti  andare sul sito Prestifinanzia.it è da li compilare l’apposito form di richiesta. In breve tempo, e senza impegno, si riceverà un prevenivo nella  propria casella email. Su richiesta verrete poi contattati da un consulente altamente specializzato che saprà proporre il prestito più adatto alle esigenze specifiche di chi richiedere il finanziamento.

Per ulteriori approfondimenti e per richiedere una consulenza è possibile visitare il sito www.prestifinanzia.it.

No Comments
Comunicati

Cessione del quinto dello stipendio: il prestito ideale per i cattivi pagatori


Spesso accade che un debitore con in carico un prestito personale salti ripetutamente delle rate e venga quindi inserito in appositi archivi come il CTC (Consorzio Tutela del Credito) la Crif (Centrale Rischi Finanziari). Alla luce di queste segnalazioni il soggetto interessato non potrà più ottenere alcun prestito personale. Addirittura dovranno passare svariati anni dalla rimozione dell’anagrafica dall’archivio nero per poter tornare a inoltrare una richiesta.

Dinanzi a questa situazione cosa può fare il nostro soggetto in caso di improvviso bisogno di liquidità? Le strade possibili sono davvero poche. I dipendenti e i pensionati iscritti a qualsiasi ente previdenziale possono ricorrere alla cessione del quinto dello stipendio o della pensione. La cessione del quinto infatti può essere concessa anche a quei dipendenti o a quei pensionati che hanno avuto problemi nei pagamenti e che per questo sono iscritto all’interno del Ctc e della Crif. Il motivo per il quale la cessione del quinto è possibile anche in questi casi è abbastanza intuitivo.

Rientrando nella categoria dei  prestiti garantiti , la cessione del quinto non prende neppure in considerazione lo storico dei pagamenti di precedenti finanziamenti rimborsabili con bollettino postale o con addebito Rid. Chiaramente questo beneficio ha un suo costo. Le polizze assicurative che per legge devono coprire una qualsiasi operazione di cessione del quinto sono infatti più care rispetto a quelle previste sui prestiti tradizionali. Ma questo è un particolare secondario poiché proprio la possibilità di ottenere un prestito anche in presenza di problemi, rappresenta per molti consumatori che hanno necessità di liquidità immediata una vera e propria ancora di salvezza.

I dipendenti o i pensionati, anche se hanno avuto problemi nei pagamenti di prestiti precedenti, possono ottenere una cessione del quinto, compilando l’apposito form presente sul portale prestifinanzia.it, il sito targato Quintogest spa, che consente di avere  in breve tempo un preventivo di finanziamento sia che si tratti di prestito a dipendente che  di prestito pensione.

No Comments
Comunicati

Prestito personale: quali sono i canali distributivi più importanti


Il prestito personale rappresenta la forma più diffusa di finanziamento in Italia. Nonostante infatti le ultime statistiche che indicano un calo nella cessione del quinto dello stipendio, questa forma di credito resta, di gran lunga, la preferita degli italiani. Alla base di questo primato, solo recentemente eroso dalla grave crisi economica e creditizia che l’Italia sta attraversando, ci sono sia motivi riguardanti la particolare e oggettiva convenienza del prestito personale rispetto alle altre forme di finanziamento che motivi di ordine più pratico. Chiedere un prestito personale infatti è molto semplice e anche i tempi che intercorrono tra la richiesta e l’effettiva erogazione della liquidità sono molto più contenuti, in rapporto ad altre forme di finanziamento come la cessione del quinto dello stipendio.

A chi rivolgersi per richiedere un prestito personale? I canali distribuiti e commerciali dei prestiti personali sono davvero tanti. Per ottenere un prestito personale è infatti possibile rivolgersi ad un istituto bancario, ad una società finanziaria o..al web. Vediamo nel dettaglio.  La prima mossa che spesso si fa quando si ha bisogno di un prestito personale è quella di rivolgersi ad una banca generica o, meglio ancora, al proprio istituto bancario. Chiedere un prestito personale in banca significa sicuramente avere un miglior prezzo rispetto a quello che si potrebbe trovare sul mercato degli intermediari, ma, allo stesso tempo, la banca potrebbe impegnarci molto più tempo di una finanziaria per erogare il finanziamento richiesto. Questo problema dei tempi un po’ lunghi potrebbe essere eliminato (o comunque ridotto) rivolgendo la propria richiesta a un istituto finanziario specializzato nel segmento dei prestiti personali. Se poi si volesse la garanzia di una erogazione quasi immediata, allora la migliore strada da seguire è quella del web. I prestito on line del resto sono molto diffusi proprio per questo motivo.

Per chiedere un prestito personale a Roma si può oggi usare il nuovo sito prestifinanzia.it che consente con pochi click di inoltrare subito una richiesta ad un operatore e di ricevere, sulla propria mail e senza impegno alcuno, un primo preventivo. Prestifinanzia.it nasce con il preciso obietto di evitare inutili perdite di tempo a chi cerca un prestito personale a Roma.

No Comments