Comunicati

Alcool test palloncino Omologato NF Francia

In Francia è ormai obbligatorio l’Alcool Test Monouso omologato NF, come riportato sul sito del Governo francese è chiaro che dal 1 ° luglio 2012, tutti i conducenti di veicoli terrestri a motore devono munirsi di un Alcool test da conservare nella propria vettura. Solo i conducenti di ciclomotori (2 o 3 ruote non superiore a 50 cm ³) e conducenti di veicoli già dotati di un etilometro “blocca motore” (inclusi i conducenti addetti al trasporto di persone) sono esenti da tale obbligo. Come spiega la legge francese, l’etilometro può essere chimico o elettronico, infatti la scelta è a discrezione del conducente, purché, in entrambi i casi, rispetti le norme la cui tutela è garantita dalla NF o Norme France (NF X 20702 per la chimica etilometro e NF X 20704 per etilometri elettronici) e cioè è fondamentale, nel rispetto della legge francese, che l’alcool test in questione, chimico o elettronico che sia, che sia approvato dall’ente certificatore francese sopra citato. I cittadini francesi possono acquistare l’alcool test omologato NF in Francia, presso qualsiasi farmacia, tabaccheria, stazione di servizio o presso alcuni supermercati e compagnie assicurative. Mentre per i cittadini degli altri paesi è acquistabile principalmente tramite internet. L’etilometro, da custodire in automobile, deve essere prontamente disponibile, non usato e rispettare le condizioni di validità, tra cui la data di scadenza prevista dal fabbricante, esattamente come riportato sul Sito Web del Governo francese. Tuttavia, il mancato rispetto di tale obbligo non è sanzionato, questo perché, a causa della carenza di etilometri omologati con marchio NF in commercio rispetto alla domanda, lo Stato francese ha dovuto posticipare ben due volte l’entrata in vigore della sanzione, fino ad arrivare alla cancellazione della stessa per merito dell’attuale Ministro francese dell’interno, Manuel Valls, attraverso il nuovo decreto legge, entrato in vigore il 28 febbraio di questo anno. L’obbligo riguarda comunque tutti i veicoli a motore, escluse le categorie sopra citate, sia francesi che stranieri che circolano sul territorio francese. Al momento si stanno ancora attendendo delle linee guida da parte delle autorità francesi per poter essere meglio a conoscenza di ciò che accade nel caso in cui non si è in possesso dell’alcool test monouso omologato NF in Francia. Sappiamo comunque con certezza che vi sono sanzioni previste per la guida in stato di ebbrezza, per evitare le quali, il limite da non oltrepassare, è di un tasso alcolemico di 0,50 gr/l, il medesimo limite dello Stato Italiano, per cui è comunque fortemente consigliato munirsi di un alcool test per poter verificare il proprio tasso alcolemico prima di mettersi alla guida, un gesto che non costa nulla se serve ad evitare di rendersi un pericolo per gli altri e per la propria salute. Non solo, è un gesto che permette di accertarsi di non violare la legge nel caso in cui si è bevuto qualche drink durante la serata. Per verificare che il proprio alcool test sia omologato per il territorio francese è importante verificare che sia presente il marchio “NF” sulla confezione, sia che si tratti di alcool test monouso o di etilometro digitale. Dal Sito Web Legifrance.gouvre.fr, sito ufficiale del Governo Francese, si evince che è sufficiente munirsi di almeno un alcool test monouso omologato NF , l’importante è che compaia il marchio NF dell’ente certificatore francese, e che non sia scaduto, solitamente gli alcool test monouso hanno un tetto massimo di scadenza pari a due anni, è comunque possibile verificare al momento dell’acquisto il n. di lotto e la relativa scadenza prevista. In conclusione, va comunque ricordato che la legge, in merito all’obbligo dell’alcool test a bordo, era stata progettata per diminuire gli incidenti stradali causati dalla guida in stato di ebbrezza, un’abitudine per alcuni, abitudine che in Francia, lo scorso anno, costituiva la causa di più del 30% degli incidenti stradali.

No Comments Found

Il servizio gratuito di pubblicazione dei comunicati stampa è offerto dall'Associazione link UP Europe! di Roma