Archives

Comunicati

Bullismo: come arginarlo attraverso le buone prassi

Comunicato Stampa

Bullismo: come arginarlo attraverso le buone prassi

 

Il 27 gennaio 2021 la Fondazione AiFOS organizza un webinar gratuito per valorizzare le buone prassi che possono contrastare il fenomeno del bullismo e del cyber bullismo nelle scuole e nelle organizzazioni giovanili.

 

Come ricordato in un documento inviato dall’Istituto nazionale di statistica (Istat) alla Commissione parlamentare per l’infanzia e l’adolescenza, con il termine “bullismo” si fa riferimento generalmente alle prepotenze perpetrate da bambini e ragazzi nei confronti dei loro coetanei. Un fenomeno contraddistinto da un’interazione tra coetanei caratterizzata da un comportamento aggressivo, da uno squilibrio di forza/potere nella relazione e da una durata temporale delle azioni “vessatorie”.

 

Il bullismo risulta anche molto diffuso. Una indagine ha messo in rilievo che più del 50% degli intervistati 11-17enni riferisce di essere rimasto vittima di un qualche episodio offensivo, non rispettoso e/o violento. Quasi uno su cinque dichiara di aver subìto azioni tipiche di bullismo una o più volte al mese e in circa la metà di questi casi si tratta di una ripetizione degli atti molto frequente: una o più volte a settimana. Inoltre le ragazze presentano una percentuale di vittimizzazione superiore rispetto ai ragazzi.

 

Il nuovo webinar per conoscere le prassi per arginare il bullismo

Proprio partendo dalla constatazione delle gravità del fenomeno e della necessità di nuovi strumenti per affrontarlo, la Fondazione AiFOS – fondata nel 2016 dalla società cooperativa Aifos Service e da AiFOS (Associazione Italiana Formatori ed Operatori della Sicurezza sul Lavoro) – organizza per il 27 gennaio 2021 il seminario gratuito in modalità webinar “Bullismo: come arginarlo attraverso le buone prassi”.

 

Il seminario ha il fine di aumentare la consapevolezza della gravità del fenomeno, per il cui contrasto la Fondazione AiFOS ha lanciato in passato anche il premio “Bullis-NO!”, e di favorire la conoscenza di strumenti specifici come la prassi di riferimento UNI/PdR 42:2018. Questa prassi – dal titolo “Prevenzione e contrasto del bullismo – Linee guida per il sistema di gestione per la scuola e le organizzazioni rivolte ad utenti minorenni” – si applica non solo a tutti gli istituti scolastici e formativi, ma anche alle varie attività assimilabili alla scuola (centri di formazione professionale, centri diurni, convitti, centri sportivi-ricreativi, centri giovanili, …).

 

Il seminario si terrà a distanza in modalità webinar, un termine nato dalla fusione dei termini web e seminar e utilizzato per identificare sessioni informative e formative a cui è possibile prender parte attraverso una connessione informatica.

 

I fenomeni del bullismo e del cyberbullismo

Il fenomeno del bullismo è in continua evoluzione. In particolare le nuove tecnologie a disposizione, internet o smartphone, sono divenute oggi potenziali mezzi attraverso cui compiere e subire prepotenze o soprusi. Per questo motivo è ormai necessario, per disporre di un quadro più completo del fenomeno, fare riferimento anche al cyberbullismo che consiste nell’invio di messaggi offensivi, insulti o foto umilianti tramite sms, e-mail, diffuse in chat o sui social network, allo scopo di molestare una persona per un periodo più o meno lungo.

Il cyberbullismo si differenzia spesso dal tradizionale bullismo proprio per la natura indiretta delle prepotenze attuate in rete: non c’è un contatto faccia a faccia tra vittima e aggressore nel momento in cui gli oltraggi vengono compiuti”.

Nel cyberbullismo anche una singola offesa divulgata a molte persone attraverso la rete può arrecare danno alla vittima, potendo raggiungere una platea ampia di persone contemporaneamente ed essere condivisa ipoteticamente in modo illimitato, ampliando notevolmente la gravità e la natura dell’attacco.

 

Ricordiamo che la prassi di riferimento UNI/PdR 42:2018 individua i criteri per prevenire e contrastare il bullismo e definisce le caratteristiche per un sistema di gestione che affronti e prevenga il rischio di comportamenti violenti nei confronti di minori e di condotte dannose alla formazione della loro personalità.

 

Il programma e le informazioni per iscriversi al nuovo webinar

Per migliorare la conoscenza, la prevenzione e la gestione del fenomeno del bullismo, mercoledì 27 gennaio 2021 – dalle ore 16.30 alle ore 18.00 – si terrà il seminario gratuito, in modalità webinar, “Bullismo: come arginarlo attraverso le buone prassi”.

 

Il programma del seminario:

 

Saluti istituzionali

Paolo Carminati, Presidente Fondazione AiFOS

 

Moderatore

Carlo Peruchetti, Comunicazione Esterna AiFOS

 

Interventi

  • Emanuele Montemarano, Project Leader Prassi UNI/Pdr 42.2018, “Presentazione UNI PdR 42:2018”
  • Claudia Strasserra, Chief Reputation Officer – Bureau Veritas, “L’impegno di Bureau Veritas nella prevenzione del Bullismo”
  • Francesco Naviglio, Consigliere Fondazione AiFOS, “La Fondazione AiFOS e il Premio Bullis-No!”
  • Ignacio Vazzoler, Istituto Paritario Sabinianum, “Buona Prassi vincitrice del Premio Bullis-No!”

 

Il link per avere informazioni e iscriversi al webinar:

https://aifos.org/home/eventi/intev/convegni_aifos/bullismo_come_arginarlo_attraverso_le_buone_prassi

 

Per informazioni:

Fondazione AiFOS – Palazzo CSMT – via Branze, 45 – 25123 Brescia – tel. 030.6595037 – https://www.fondazioneaifos.org/[email protected]

 

21 gennaio 2021

 

 

Ufficio Stampa Fondazione AiFOS

[email protected]

www.fondazioneaifos.org

No Comments
Volontariato e società

Discriminazione: webinar per portare maggiore consapevolezza

I volontari di Gioventù per i Diritti Umani organizzano un webinar con un ospite speciale.

Secondo il report dell’ISTAT relativo al bullismo per l’anno 2015: “Nel 2014, poco più del 50% degli 11-17enni ha subìto qualche episodio offensivo, non rispettoso e/o violento da parte di altri ragazzi o ragazze nei 12 mesi precedenti. Il 19,8% è vittima assidua di una delle “tipiche” azioni di bullismo, cioè le subisce più volte al mese. Per il 9,1% gli atti di prepotenza si ripetono con cadenza settimanale.”

E questi dati sono in continuo aumento. Per questo i volontari, nonostante la situazione globale a limitato gli spostamenti, hanno deciso di organizzare una serie di webinar gratuiti per portare maggiore informazione sul rispetto dei diritti umani.

La Gioventù per i Diritti Umani, in inglese Youth for Human Rights International (abbreviazione:YHRI) è un’organizzazione non a scopo di lucro fondata nel 2001 dalla Dott.ssa Mary Shuttleworth, un’insegnante nata e cresciuta nel Sudafrica durante il periodo dell’apartheid, assistendo in prima persona agli effetti devastanti della discriminazione dovuta alla mancanza dei fondamentali diritti umani fondamentali.

Lo scopo di YHRI è insegnare ai giovani i diritti umani, in particolare la Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo delle Nazioni Unite, e così ispirarli a diventare sostenitori della tolleranza e della pace. YHRI è ora diventato un movimento mondiale, con centinaia di gruppi, club e filiali in tutto il mondo.

Gli insegna l’istruzione sui diritti umani sia in aula che in contesti didattici non tradizionali. Il nostro obiettivo è raggiungere persone provenienti da ambienti diversi, con materiale che spesso fanno appello alle varie generazioni. Attraverso l’insegnamento dei diritti umani con tutti gli strumenti disponibili: con conferenze, convegni on l’hip-hop e balletti, questo messaggio si è diffuso in tutto il mondo.

Quindi ecco in arrivo il prossimo webinar gratuito dove sarà presente anche un ospite speciale: Sofia Moschin, 2019 Italian Youth Delegate al Congresso del Consiglio d’Europa e Global Peace Ambassador per il continente europeo (nomina da Graça Machel, moglie di Nelson Mandela).

Il webinar si terrà venerdì 5 Aprile 2020 alle ore 20.30 sulla piattaforma ZOOM. Qualche ora prima di iniziare i volontari invieranno il link per accedere al seminario.

“I diritti umani devono essere resi una realtà non un sogno idealistico.” – L Ron Hubbard

Per ulteriori informazioni chiama il 391.438.1933 o scrivi a [email protected]

No Comments
Comunicati Salute e Benessere Scienza e Tecnologia Volontariato e società

Fondazione AiFOS: un premio per dire no al bullismo!

Comunicato Stampa

Fondazione AiFOS: un premio per dire no al bullismo!

 

Un nuovo premio per valorizzare le buone prassi di contrasto del fenomeno del bullismo e del cyberbullismo nelle scuole e nelle organizzazioni giovanili. Le domande si devono presentare entro il 30 maggio 2019.

 

Secondo alcuni dati forniti dall’Istituto nazionale di statistica (Istat) nel nostro Paese un ragazzino su due è vittima di episodi di bullismo. Inoltre l’età più a rischio risulta quella compresa tra gli 11 e i 17 anni e gli atti di prepotenza colpiscono in prevalenza le femmine rispetto ai maschi con differenze anche tra Nord e Sud Italia. Il fenomeno, infatti, è più diffuso nelle regioni settentrionali dove la media dei ragazzi colpiti raggiunge il 23% e supera il 57% se si considerano anche le azioni di bullismo sporadiche.

 

Gli strumenti per affrontare il bullismo

Di fronte a un’emergenza come questa, sono necessari nuovi strumenti che permettano di prevenire e contrastare il fenomeno del bullismo e il cyberbullismo che può avvenire attraverso la rete.

Uno strumento idoneo di contrasto è la nuova prassi di riferimento UNI/PdR 42:2018, che si applica non solo a tutti gli istituti scolastici e formativi, ma anche alle varie attività assimilabili alla scuola (centri di formazione professionale, centri diurni, convitti, centri sportivi-ricreativi, centri giovanili, …).

 

Il lancio del premio “Bullis-NO!”

Proprio per favorire il contrasto del fenomeno del bullismo e del cyberbullismo nelle scuole e nelle organizzazioni giovanili, la Fondazione AiFOS – realtà filantropica fondata nel 2016 dalla società cooperativa Aifos Service e da AiFOS (Associazione Italiana Formatori ed Operatori della Sicurezza sul Lavoro) – indice, con la collaborazione di Bureau Veritas, il premio “Bullis-NO!”.

 

Verrà premiata la migliore “buona prassi” di implementazione di un sistema di gestione contro il bullismo e/o il cyberbullismo, sviluppata all’interno di un’istituzione scolastica o di un’organizzazione rivolta ad utenti minorenni, ispirata alla prassi di riferimento UNI/PdR 42:2018.

Infatti le principali “agenzie educative” sono le famiglie, le scuole e le altre organizzazioni rivolte ad utenti minorenni che sono chiamate a svolgere il loro compito formativo, individuando i rischi ai quali i minori sono esposti e mettendo in campo buone prassi che abbiano l’obiettivo di eliminarli e/o ridurli, mettendo in pratica il corretto agire per accrescere il livello di benessere di bambini e ragazzi.

 

La nuova prassi di riferimento

Ricordiamo che la prassi di riferimento UNI/PdR 42:2018Prevenzione e contrasto del bullismo – Linee guida per il sistema di gestione per la scuola e le organizzazioni rivolte ad utenti minorenni” individua i criteri per prevenire e contrastare il bullismo e definisce, dunque, le caratteristiche per un sistema di gestione che affronti e prevenga il rischio di comportamenti violenti nei confronti di minori e di condotte dannose alla formazione della loro personalità.

 

Fornendo alle organizzazioni idonee linee guida per applicare in modo efficace le prescrizioni sul bullismo e sul cyberbullismo, la prassi UNI/PdR 42:2018 è uno strumento utile per individuare i rischi di bullismo esistenti, comunicare le strategie antibullismo e rafforzare la fiducia nei confronti delle scuole e delle organizzazioni che ospitano minori.

 

Regolamento del premio e invio delle domande

Le buone prassi che possono essere premiate dalla Fondazione dovranno riguardare interventi di implementazione di un sistema di gestione contro il bullismo e/o il cyberbullismo realizzati da istituzioni scolastiche e organizzazioni rivolte ad utenti minorenni.

 

Il premio Bullis-NO! – il regolamento:

https://www.fondazioneaifos.org/FILES/bandi/2019/bullismo/Regolamento-Premio-BULLIS-NO!.pdf

 

La Fondazione metterà a disposizione:

  • un premio economico per la migliore buona prassi realizzata;
  • 2 giorni/uomo di audit offerte a titolo gratuito da parte di Bureau Veritas Italia, al fine di ottenere la certificazione;
  • la diffusione dei risultati conseguiti dal progetto vincitore.

 

Per partecipare al bando è necessario compilare e inviare la “Manifestazione d’interesse” entro le ore 24.00 del 30 maggio 2019, salvo eventuali proroghe, tramite l’apposito modulo che può essere scaricato dal sito della Fondazione.

 

Il premio Bullis-NO! – il modulo “Manifestazione d’interesse”:

https://www.fondazioneaifos.org/FILES/bandi/2019/bullismo/Manifestazione-d-interesse-Premio-BULLIS-NO!.pdf

 

La documentazione richiesta nella “manifestazione d’interesse”, a dimostrazione della effettiva implementazione del sistema di gestione, dovrà poi essere inviata entro il 31 dicembre 2019 all’Ufficio di Segreteria della Fondazione.

 

Le buone prassi saranno poi preselezionate da una Commissione e una tra queste verrà scelta dal CdA della Fondazione AiFOS, secondo il proprio insindacabile giudizio, sulla base della conformità dei progetti proposti ai seguenti criteri:

  • aderenza alle finalità del bando;
  • chiara individuazione di obiettivi, metodologie ed azioni;
  • grado di innovatività del progetto;
  • accuratezza dell’analisi del contesto d’intervento e dei bisogni dei beneficiari del progetto;
  • sostenibilità economica/progettuale dell’iniziativa;
  • coerenza con la buona prassi di riferimento UNI/PdR 42:2018 – Linee guida per il sistema di gestione per la scuola e le organizzazioni rivolte ad utenti minorenni.

 

La Fondazione AiFOS pubblicherà sul proprio sito la buona prassi vincitrice, beneficiaria del contributo, entro il 30 febbraio 2020.

 

Link della Fondazione AiFOS per avere ulteriori informazioni sul bando e sulla prassi di riferimento: https://www.fondazioneaifos.org/index.php/premio-bullis-no

 

 

Per informazioni:

Fondazione AiFOS – Palazzo CSMT – via Branze, 45 – 25123 Brescia – tel. 030.6595037 – https://www.fondazioneaifos.org/ – [email protected]

 

 

 

07 febbraio 2019

 

Ufficio Stampa di AiFOS

[email protected]

http://www.aifos.it/

No Comments
Comunicati

Brescia: con “La via della felicità”

  • By
  • 2 Novembre 2014

 

Brescia: 27 Ottobre 2014, in questo fine settimana i volontari dell’associazione “La via della felicità” hanno distribuiti centinaia di copie dell’omonimo libretto.

Che, uniti agli altri libretti già distribuiti, solo quest’anno superano le 50.000 copie.

La Via della Felicità è il primo codice morale basato interamente sul buon senso. La sua prima pubblicazione risale al 1981 e il suo scopo è quello di arrestare il declino morale nella società e ripristinare integrità e fiducia nell’uomo. La Via della Felicità inoltre

detiene un record del Guinness dei Primati come il testo secolare più tradotto nel mondo. Scritto da L. Ron Hubbard.

La campagna è internazionale, seguono alcuni successi:

“Il mio obiettivo personale nello scrivere alla vostra Fondazione è duplice: in primo luogo come collega che lavora nel campo e serve l’umanità e in secondo luogo, per condividere con voi il nostro apprezzamento nel sostenere l’attività del nostro programma per i bambini sulla strada. Apprezziamo la vostra iniziativa di condividere con noi i libri La Via della Felicità durante la vostra visita al nostro programma. Inoltre, gli stessi materiali sono stati approvati come strumento nel nostro centro di apprendimento. I precetti del libro sono stati fatti nostri nella creazione del programma di apprendimento sui valori. Crediamo che i valori di buon senso siano proprio ciò che questi bambini hanno bisogno di imparare. Se riuscissimo a condividere questo materiale con tutti gli enti che lavorano per i bambini in situazioni difficili (bambini in guerra, lavoro minorile, ecc) allora credo che potremmo raggiungerli alla perfezione.” – E.M., Infermiera diplomata

“Grazie dal profondo del mio cuore per il bellissimo libro, La Via della Felicità. Tutti i miei amici e anch’io l’abbiamo letto più e più volte con grande piacere. È una bella edizione e presenta preziose informazioni su come rendere la nostra vita più felice. I messaggi nella pubblicazione sono ancora più importanti per noi, cittadini dell’ex Unione Sovietica, a causa del periodo molto difficile della nostra vita che stiamo vivendo adesso. Il vostro libro ci dà speranza di un futuro migliore e questo è il suo principale pregio.” – V. A., San Pietroburgo, Russia
http://www.laviadellafelicita.org/programs/international-results.html

 

No Comments
Comunicati

Nient’altro che noi, il bullismo dal cinema al teatro

Il problema del bullismo nelle scuole è una tematica molto attuale che richiede attenzione e riflessione ad ogni livello sociale e scolastico. In Italia, senza distinzione tra nord e sud, gli episodi di violenza verbale e fisica nell’ambito della scuola, sono una realtà molto diffusa: il 33% dei ragazzi , come emerge da una recente indagine, è vittima ricorrente di episodi di violenza sia psicologica, con minacce, offese, “prese in giro”, che fisica L’aumento costante di episodi legati soprattutto al mondo della scuola induce genitori, professori alunni ed istituzioni ad un serio ed approfondito dibattito per poter contrastare e prevenire il bullismo in ogni sua forma diretta ed indiretta. La commedia è tratta dall’omonimo film : Il film“Nient’altro che noi” , scritto e diretto dal regista Angelo Antonucci ( www.angeloantonucci.com, autore tra gli altri di “Dio ci ha creato gratis” per Canale 5 “ con Nino Manfredi e Leo Gullotta e di“Amore e libertà-Masaniello” con Franco Nero, Anna Galiena e Sergio Assisi, presentato con successo e ricevendo premi in numerosi festival in Italia ed all’estero) affronta in maniera delicata ed allo stesso tempo approfondita la tematica del bullismo. La storia mette in risalto il rapporto tra genitori e figli, il disagio dei giovani, il rapporto alunni ed insegnanti e si presta ottimamente ad un dibattito sull’argomento del fenomeno del bullismo. Il film è stato presentato nella sezione Teaser preview del GIFFONI FILM FESTIVAL 2008 ed ha il sostegno divulgativo di AGIS SCUOLA , e il patrocino dell’ ‘ANPE ( Associazione Nazionale dei Pedagogisti Italiani) inserita nell’ Osservatorio nazionale per l’infanzia e l’adolescenza-Ministero della solidarietà sociale, selezionato al DAVID DI DONATELLO., segnalato dal portale “Smonta il bullo” ed aderente all’iniziativa internazionale contro il cyber bullismo. A fine esibizione la compagnia ed il regista sono disponibili ad un dibattito sulla tematica del bullismo con alunni e professori. I componenti della compagnia oltre al regista Angelo Antonucci sono giovani e validi attori selezionati in vari casting a cui hanno partecipato numerosi candidati da tutta Italia: Laura Paj (Elisa) , Edoardo Busterna( MIki, il bullo), Luca Mordenti (Marco, vittima del bullo), Alessio Pecorari (Federico) , Nicole Petrelli (Sara) . La DAC ha anche in produzione “London Shared room” . In questa commedia, un gruppo di ragazzi ( 2 ragazzi e 2 ragazze) si trovano a dover condividere una stanza a Londra dove sono arrivati per vari motivi di studio o lavoro. La commedia è un’occasione per poter apprendere o ripassare la lingua Inglese per gli studenti delle scuole di I e II grado. Per informazioni: [email protected] – tel. 349.8403679

No Comments
Comunicati

Felicità per Brescia “La via della felicità”

  • By
  • 27 Giugno 2014

 

Brescia: da un anno i volontari dell’associazione “La via della felicità” hanno distribuiti oltre 48000 copie dell’omonimo libretto.

La Via della Felicità è il primo codice morale basato interamente sul buon senso. La sua prima pubblicazione risale al 1981 e il suo scopo è quello di arrestare il declino morale nella società e ripristinare integrità e fiducia nell’uomo. La Via della Felicità inoltre

detiene un record del Guinness dei Primati come il testo secolare più tradotto nel mondo. Scritto da L. Ron Hubbard.

La campagna è internazionale, seguono alcuni successi:

“Il mio obiettivo personale nello scrivere alla vostra Fondazione è duplice: in primo luogo come collega che lavora nel campo e serve l’umanità e in secondo luogo, per condividere con voi il nostro apprezzamento nel sostenere l’attività del nostro programma per i bambini sulla strada. Apprezziamo la vostra iniziativa di condividere con noi i libri La Via della Felicità durante la vostra visita al nostro programma. Inoltre, gli stessi materiali sono stati approvati come strumento nel nostro centro di apprendimento. I precetti del libro sono stati fatti nostri nella creazione del programma di apprendimento sui valori. Crediamo che i valori di buon senso siano proprio ciò che questi bambini hanno bisogno di imparare. Se riuscissimo a condividere questo materiale con tutti gli enti che lavorano per i bambini in situazioni difficili (bambini in guerra, lavoro minorile, ecc) allora credo che potremmo raggiungerli alla perfezione.” – E.M., Infermiera diplomata

“Grazie dal profondo del mio cuore per il bellissimo libro, La Via della Felicità. Tutti i miei amici e anch’io l’abbiamo letto più e più volte con grande piacere. È una bella edizione e presenta preziose informazioni su come rendere la nostra vita più felice. I messaggi nella pubblicazione sono ancora più importanti per noi, cittadini dell’ex Unione Sovietica, a causa del periodo molto difficile della nostra vita che stiamo vivendo adesso. Il vostro libro ci dà speranza di un futuro migliore e questo è il suo principale pregio.” – V. A., San Pietroburgo, Russia

“Vi sono grato per l’opportunità di familiarizzarmi con il libro La Via della Felicità. Penso che potrà essere utile alla gente della Lituania per riformare la nostra cultura e dare l’idea di relazioni umane basate sul buon senso, mentre viviamo il processo di uscire dalla notte comunista.” – Il Ministro della Sicurezza Sociale, Repubblica Lituana

http://www.laviadellafelicita.org/programs/international-results.html

No Comments
Comunicati

Un pò di felicità casa per casa.. “La via della felicità”

  • By
  • 19 Giugno 2014

 

Brescia: 14/15 Giugno 2014, in questo fine settimana i volontari dell’associazione “La via della felicità” hanno distribuiti oltre 800 copie dell’omonimo libretto.

Che, uniti agli altri libretti già distribuiti, solo nell’ultimo anno superano le 47000 copie.

La Via della Felicità è il primo codice morale basato interamente sul buon senso. La sua prima pubblicazione risale al 1981 e il suo scopo è quello di arrestare il declino morale nella società e ripristinare integrità e fiducia nell’uomo. La Via della Felicità inoltre

detiene un record del Guinness dei Primati come il testo secolare più tradotto nel mondo. Scritto da L. Ron Hubbard.

La campagna è internazionale, seguono alcuni successi:

“Il mio obiettivo personale nello scrivere alla vostra Fondazione è duplice: in primo luogo come collega che lavora nel campo e serve l’umanità e in secondo luogo, per condividere con voi il nostro apprezzamento nel sostenere l’attività del nostro programma per i bambini sulla strada. Apprezziamo la vostra iniziativa di condividere con noi i libri La Via della Felicità durante la vostra visita al nostro programma. Inoltre, gli stessi materiali sono stati approvati come strumento nel nostro centro di apprendimento. I precetti del libro sono stati fatti nostri nella creazione del programma di apprendimento sui valori. Crediamo che i valori di buon senso siano proprio ciò che questi bambini hanno bisogno di imparare. Se riuscissimo a condividere questo materiale con tutti gli enti che lavorano per i bambini in situazioni difficili (bambini in guerra, lavoro minorile, ecc) allora credo che potremmo raggiungerli alla perfezione.” – E.M., Infermiera diplomata

“Grazie dal profondo del mio cuore per il bellissimo libro, La Via della Felicità. Tutti i miei amici e anch’io l’abbiamo letto più e più volte con grande piacere. È una bella edizione e presenta preziose informazioni su come rendere la nostra vita più felice. I messaggi nella pubblicazione sono ancora più importanti per noi, cittadini dell’ex Unione Sovietica, a causa del periodo molto difficile della nostra vita che stiamo vivendo adesso. Il vostro libro ci dà speranza di un futuro migliore e questo è il suo principale pregio.” – V. A., San Pietroburgo, Russia

“Vi sono grato per l’opportunità di familiarizzarmi con il libro La Via della Felicità. Penso che potrà essere utile alla gente della Lituania per riformare la nostra cultura e dare l’idea di relazioni umane basate sul buon senso, mentre viviamo il processo di uscire dalla notte comunista.” – Il Ministro della Sicurezza Sociale, Repubblica Lituana

http://www.laviadellafelicita.org/programs/international-results.html

No Comments
Comunicati

felicità su Brescia: con “La via della felicità”

  • By
  • 6 Giugno 2014

 

Brescia: 24 Maggio 2014, in questo fine settimana i volontari dell’associazione “La via della felicità” hanno distribuiti oltre 1600 copie dell’omonimo libretto.
Che, uniti agli altri libretti già distribuiti, solo quest’anno superano le 30.000 copie.
La Via della Felicità è il primo codice morale basato interamente sul buon senso. La sua prima pubblicazione risale al 1981 e il suo scopo è quello di arrestare il declino morale nella società e ripristinare integrità e fiducia nell’uomo. La Via della Felicità inoltre

detiene un record del Guinness dei Primati come il testo secolare più tradotto nel mondo. Scritto da L. Ron Hubbard.
La campagna è internazionale, seguono alcuni successi:

“Il mio obiettivo personale nello scrivere alla vostra Fondazione è duplice: in primo luogo come collega che lavora nel campo e serve l’umanità e in secondo luogo, per condividere con voi il nostro apprezzamento nel sostenere l’attività del nostro programma per i bambini sulla strada. Apprezziamo la vostra iniziativa di condividere con noi i libri La Via della Felicità durante la vostra visita al nostro programma. Inoltre, gli stessi materiali sono stati approvati come strumento nel nostro centro di apprendimento. I precetti del libro sono stati fatti nostri nella creazione del programma di apprendimento sui valori. Crediamo che i valori di buon senso siano proprio ciò che questi bambini hanno bisogno di imparare. Se riuscissimo a condividere questo materiale con tutti gli enti che lavorano per i bambini in situazioni difficili (bambini in guerra, lavoro minorile, ecc) allora credo che potremmo raggiungerli alla perfezione.” – E.M., Infermiera diplomata

“Grazie dal profondo del mio cuore per il bellissimo libro, La Via della Felicità. Tutti i miei amici e anch’io l’abbiamo letto più e più volte con grande piacere. È una bella edizione e presenta preziose informazioni su come rendere la nostra vita più felice. I messaggi nella pubblicazione sono ancora più importanti per noi, cittadini dell’ex Unione Sovietica, a causa del periodo molto difficile della nostra vita che stiamo vivendo adesso. Il vostro libro ci dà speranza di un futuro migliore e questo è il suo principale pregio.” – V. A., San Pietroburgo, Russia

“Vi sono grato per l’opportunità di familiarizzarmi con il libro La Via della Felicità. Penso che potrà essere utile alla gente della Lituania per riformare la nostra cultura e dare l’idea di relazioni umane basate sul buon senso, mentre viviamo il processo di uscire dalla notte comunista.” – Il Ministro della Sicurezza Sociale, Repubblica Lituana

http://www.laviadellafelicita.org/programs/international-results.html

 

No Comments
Comunicati

Una ventata di Felicità con la campagna

  • By
  • 29 Maggio 2014

 

“La via della felicità”

Brescia: 25 Maggio 2014, in questo fine settimana i volontari dell’associazione “La via della felicità” hanno distribuiti oltre 750 copie dell’omonimo libretto.

Che, uniti agli altri libretti già distribuiti, solo nell’ultimo anno superano le 45000 copie.

La Via della Felicità è il primo codice morale basato interamente sul buon senso. La sua prima pubblicazione risale al 1981 e il suo scopo è quello di arrestare il declino morale nella società e ripristinare integrità e fiducia nell’uomo. La Via della Felicità inoltre

detiene un record del Guinness dei Primati come il testo secolare più tradotto nel mondo. Scritto da L. Ron Hubbard.

La campagna è internazionale, seguono alcuni successi:

“Il mio obiettivo personale nello scrivere alla vostra Fondazione è duplice: in primo luogo come collega che lavora nel campo e serve l’umanità e in secondo luogo, per condividere con voi il nostro apprezzamento nel sostenere l’attività del nostro programma per i bambini sulla strada. Apprezziamo la vostra iniziativa di condividere con noi i libri La Via della Felicità durante la vostra visita al nostro programma. Inoltre, gli stessi materiali sono stati approvati come strumento nel nostro centro di apprendimento. I precetti del libro sono stati fatti nostri nella creazione del programma di apprendimento sui valori. Crediamo che i valori di buon senso siano proprio ciò che questi bambini hanno bisogno di imparare. Se riuscissimo a condividere questo materiale con tutti gli enti che lavorano per i bambini in situazioni difficili (bambini in guerra, lavoro minorile, ecc) allora credo che potremmo raggiungerli alla perfezione.” – E.M., Infermiera diplomata

“Grazie dal profondo del mio cuore per il bellissimo libro, La Via della Felicità. Tutti i miei amici e anch’io l’abbiamo letto più e più volte con grande piacere. È una bella edizione e presenta preziose informazioni su come rendere la nostra vita più felice. I messaggi nella pubblicazione sono ancora più importanti per noi, cittadini dell’ex Unione Sovietica, a causa del periodo molto difficile della nostra vita che stiamo vivendo adesso. Il vostro libro ci dà speranza di un futuro migliore e questo è il suo principale pregio.” – V. A., San Pietroburgo, Russia

“Vi sono grato per l’opportunità di familiarizzarmi con il libro La Via della Felicità. Penso che potrà essere utile alla gente della Lituania per riformare la nostra cultura e dare l’idea di relazioni umane basate sul buon senso, mentre viviamo il processo di uscire dalla notte comunista.” – Il Ministro della Sicurezza Sociale, Repubblica Lituana

http://www.laviadellafelicita.org/programs/international-results.html

No Comments
Comunicati

Un manuale per raggiungere la Felicità

  • By
  • 5 Settembre 2013

Distribuzione gratuita dell’opuscolo “La Via della Felicità” come guida di buon senso

Roma 5 settembre 2013 – La Via della Felicità è un codice morale non religioso ideato per ripristinare i valori universali di buon senso colmando il vuoto di moralità creatosi nella società odierna. Pubblicato per la prima volta nel 1981, il suo scopo è di fermare il declino morale e ripristinare l’integrità e la fiducia nel mondo. Scritto dal filosofo ed umanitario L. Ron Hubbard, La Via della Felicità risponde alla necessità di riferimenti saldi per regolare i rapporti umani in una società sempre più materialistica. Contiene 21 principi che guidano verso una migliore qualità di vita. I precetti illustrati da “La via della felicità” possono infatti essere seguiti dalle persone di qualsiasi razza, colore o credo, e da tutti gli individui animati dal desiderio di migliorare le vite di coloro che li circondano, grazie anche ad un pratica personale dei pratici principi morali de “La Via della Felicità”.
Nel corso del prossimo fine settimana i volontari della sezione romana de La Via della Felicità saranno impegnati per l’ennesima distribuzione della versione opuscolo del omonimo libro.
La zona interessata sarà il XVIII municipio di Roma , con i volontari impegnati nel distribuire i 21 precetti morali laici, di buon senso contenuti nell’opuscolo.

Tra gli indirizzi de “La via della felicità” c’è il “non testimoniare il falso”, il
“risepetta la fede religiosa degli altri” e il “fiorisci e prospera”, un augurio finale per una vita di successo, e un invito a non abbandonare mai la retta via del buon senso, nonostante tutte le ingiustizie che si possano subire.
Per informazioni:

www.thewaytohappiness.org
[email protected]

No Comments
Comunicati

Preparare le future generazioni ad una vita all’insegna della tolleranza e del rispetto reciproco

  • By
  • 5 Luglio 2013

Iniziativa dei volontari romani attraverso la distribuzione gratuita de La Via della Felicità”

Roma 4 Luglio 2013 – Scritto dal filosofo ed umanitario L. Ron Hubbard, con i suoi 21 principi di buon senso “La via della Felicità” colma il vuoto morale in una società sempre più materialistica e guida una persona verso una migliore qualità di vita. I precetti in esso contenuti possono essere seguiti da persone di qualsiasi razza, colore o credo, animate dal desiderio di migliorare le vite di coloro che li circondano, grazie anche ad un pratica personale dei principi di buon senso de “La Via della Felicità”.
Centinaia gli opuscoli che, anche questa settimana distribuiranno i volontari romani sul territorio romano per dare la possibilità alla comunità di conoscere le 21 pietre miliari che fanno da argini per una vita più appagante e felice.
Il libro “La via dlela Felicità” è stato pubblicato per la prima volta nel 1981, il suo scopo è fermare il declino morale della
società e ripristinare l’integrità e la fiducia al mondo.
Reso disponibile in oltre 90 lingue dalla Fondazione della Via della Felicità (twth.org), riconosciuta ufficialmente come organizzazione caritatevole, l’opuscolo viene adottato da molti insegnanti per ripristinare integrità e fiducia al mondo, preparando le future generazioni ad una vita di successo, contrastando tra l’altro il bullismo nelle scuole e l’alto costo sociale che comporta.
A tal proposito la Fondazione ha anche realizzato e diffuso una Guida per l’Insegnante che, basandosi sull’opuscolo de “La
Via della Felicità”, si compone di una serie di lezioni che oltre agli alti standard educativi, che sottolineano per lo studente
l’importanza dell’osservare e giungere alle proprie conclusioni, sono supportate da presentazioni audiovisive dei 21 precetti
per far meglio comprendere ai giovani i veri principi di buon senso.

Per informazioni:

thewaytohappiness.org

[email protected]

No Comments
Comunicati

“Nessun Dorma”: Il progetto Dianova su bullismo e dipendenze

Il bullismo a scuola, ma anche nei luoghi della socialità infantile, è un fenomeno in continua crescita. Difficile spiegare cosa spinga un ragazzo a minacciare, umiliare e vessare un suo coetaneo; non esiste un unico fattore per descrivere il fenomeno del bullismo, ma una “multicausalità”. Tra i fattori salienti emergono il genere, le caratteristiche personali, le relazioni familiari, le condizioni socio-ambientali e la dinamica della classe; elementi spesso miscelati tra loro. Ed è cosi che il gruppo diviene sempre più spesso il veicolo principale per esternare tutte le tensioni negative, danneggiando gli altri ma anche sé stessi. E il rischio che con gli anni questo disagio possa sfociare in atteggiamenti ancora più gravi, come l’assunzione e la dipendenza da sostanze stupefacenti, è molto elevato. La sola scuola, tuttavia, non basta per arginare questo problema: è solo attraverso la collaborazione tra insegnanti, operatori del settore e genitori che si può raggiungere un risultato positivo, tanto per i ragazzi vittime di soprusi quanto per i prevaricatori, anch’essi vittime di un disagio che li spinge ad una condotta violenta.
Con questo intento, dopo aver costruito ed elaborato un questionario somministrato ad oltre 170 studenti, è partito l’intervento costruito ad hoc in una classe campione della scuola media “Josti Travelli” di Mortara (Pv) nella quale è emersa la necessità di prevenire alcuni fenomeni connessi alla prevenzione di bullismo e dipendenze. Dianova ha così dato il via ad ottobre al progetto “Nessun Dorma”, finanziato dalla Fondazione Banca Popolare di Vigevano, che si concluderà a maggio 2013 con l’incontro, ultimo dei sette totali previsti, al Social Camp di Garbagnate, il parco educativo che offre ai partecipanti differenti attività immerse nella natura.
Una politica scolastica contro il bullismo è quindi essenziale come quadro di riferimento generale. Impegnare i ragazzi a riflettere e a trovare una soluzione a problemi come bullismo e dipendenze è una strategia efficace, ma ancora più importante è il coinvolgimento del mondo adulto per sensibilizzare i giovani su temi fondamentali come il rispetto, l’aiuto reciproco, il sostegno e la partecipazione sociale.

 

Dianova è un’ONG Internazionale, presente in 11 Paesi del mondo, è “membro consulente speciale” dell’ONU e ha lo “Statuto Consultivo” dell’UNESCO. Sviluppa programmi e progetti innovativi in educazione, gioventù, prevenzione e trattamento delle dipendenze e nelle aree di sviluppo socio-comunitario.
In Italia, Dianova, attiva dal 1984, interviene principalmente nel campo delle dipendenze e del disagio sociale; negli anni, in base all’esperienza maturata e al suo innovativo approccio educativo, Dianova Italia ha sviluppato programmi per i giovani di prevenzione sulle dipendenze di coesione sociale, il tutto, in collaborazione con le reti territoriali.
Dianova, con i suoi progetti educativi, vuole offrire una risposta concreta alle problematiche dei giovani e delle loro famiglie.

No Comments
Comunicati

IL 5X1000 DI DIANOVA A FAVORE DEI GIOVANI

Anche quest’anno sarà possibile sostenere le attività di Dianova Onlus attraverso il 5×1000.
Dianova è un ONG Internazionale presente in 11 paesi del mondo che sviluppa programmi e progetti innovativi in educazione, gioventù e prevenzione e trattamento delle dipendenze. In Italia, Dianova, attiva dal 1984, interviene principalmente nel campo delle dipendenze e del disagio sociale, offrendo una risposta concreta alle problematiche dei giovani e delle loro famiglie. A questo proposito, l’Associazione ha deciso di destinare i contributi del 5×1000 a favore di progetti per giovani e adolescenti: il Progetto prevenzione sulle dipendenze e il Progetto prevenzione su bullismo e dipendenze. Nel 2012 Dianova ha incontrato oltre 2.500 giovani attraverso il progetto prevenzione sulle dipendenze e 200 giovani sul progetto di prevenzione bullismo e dipendenze, coinvolgendo anche le loro famiglie. Le due iniziative, tuttora attive, oltre a giovani e adolescenti, si rivolgono anche a genitori, insegnanti e al mondo adulto in generale, affinché tutti vengano sensibilizzati e coinvolti in un processo comune di crescita e condivisione; gli interventi sono condotti da esperti di prevenzione delle dipendenze.
Nel corso del 2013 saranno avviati altri due progetti: il “Gruppo appartamento LA VILLA” e il “SOCIAL CAMP”.
La prima è una struttura che può ospitare contemporaneamente fino a 8 ragazzi italiani e stranieri, dai 14 ai 21 anni, provenienti dal Tribunale per i Minorenni o tramite richiesta dei servizi sociali. Un progetto che si pone l’obiettivo, attraverso percorsi esperienziali, di sviluppare un processo educativo all’interno di un contesto protetto, per accompagnare gli/le ospiti ad un processo di responsabilizzazione e piena reintegrazione sociale e familiare. IL SOCIAL CAMP, invece, è un parco educativo che, attraverso le proprie attività, offre a chi vi accede la possibilità di sperimentarsi in un terreno relazionale che ne favorisce lo sviluppo cognitivo, emotivo e sociale. IL SOCIAL CAMP costruisce esperienze perchè ciascun giovane possa sviluppare il proprio potenziale creativo ed attivare le proprie risorse; valorizzare i propri talenti, identificare le proprie inclinazioni e riconoscere desideri e bisogni per costruire un progetto di vita gratificante e concretamente possibile.
Sostenere i progetti per i giovani destinando il 5×1000 a Dianova è semplice: basta infatti riportare la propria firma nello spazio previsto per l’opzione 5×1000 casella “A” (Onlus, ong e cooperative sociali, associazioni di promozione sociale, associazioni e fondazioni riconosciute) e riportare il codice fiscale di DIANOVA: 97033640158.
Per maggiori informazioni su DIANOVA Onlus consultare il nostro sito internet www.dianova.it oppure potete contattarci a: [email protected] o allo 0161/240950

No Comments
Comunicati

Parliamo di bullismo grazie a educabimbi.it

Alla televisione spesso si parla di problemi che riguardano la società soprattutto quelli che coinvolgono i minori. E quando si parla di minori immediatamente siamo portati a pensare ad una delle piaghe che maggiormente colpiscono il mondo dei ragazzi, dei bambini, della scuola, ma anche degli insegnanti, e dei genitori. Come avrete certo capito stiamo parlando di quella cosa spiacevole chiamata bullismo. Oggi parlare di bullismo sembra una cosa naturale eppure quanti errori vengono commessi, quanti errori vengono espressi da quanti  frequentano i salotti televisivi. La cosa che ci dispiace è che in questi salotti vediamo tutte le figure immaginabili, ma tranne quelle realmente dirette al bullismo. Tutti parlano di bullismo, tutti pensano di sapere, tutti hanno la presunzione di avere la soluzione e le risposte giuste a quel problema del bullismo che tanti problemi crea alle persone che frequentano la scuola come gli alunni, gli insegnanti, i collaboratori, e i genitori, ultimi ma non per importanza. È per questo che troviamo ridicolo quando in questi beneamati salottini per parlare di bullismo troviamo calciatori, attori, giornalisti, critici e soprattutto opinionisti. Oggi questa figura è diventata onnipresente, sembra quasi indispensabile e che senza non se ne possa fare più a meno. Sembra che il problema lo possano risolvere loro. Invece il più delle volte parlano a vanvera. Oltre agli opinionisti abbiamo poi i criminologi che tanto amano parlare di tutto e di tutti, altra categoria che ha la forza e si sopravvaluta che ritiene di poter avere la chiave e la risposta ad ogni quesito. Ma i problemi dei ragazzi sono tanti e vorremmo, o avremmo il piacere di vedere personale specializzato parlare di problemi correlati ai minori. Infine la categoria che più risulta essere spiacevole sono sacerdoti e suore che ultimamente sono in televisione a parlare di tutto. Parlano, danno giudizi, sempre fuori luogo, faziosi, soprattutto condizionati dalla religione cattolica cristiana che spesso non è portatrice di verità ma di una verità voluta, costruita per il bene socio economico della chiesa.  Per questo diventa importante stare attenti quando a scuola sentite parlare di bullismo, di stupidaggini varie. Escono le peggiori falsità quando sentite un attore, un cantante, un giornalista di gossip, un critico di arte, un opinionista senza arte né parte, un prete che urlano, alzano la voce, si azzuffano parlando di un argomento del quale non hanno mai avuto alcuna notizia, del quale non hanno letto nemmeno un libriccino sull’argomento. Sarebbe necessario che in queste trasmissioni l’importante non fosse lo audience, ma il fulcro del problema, affrontare in maniera intelligente, preparata il problema, invitando quelli che da anni si battono per trovare una soluzione al problema, leggendo una miriade di libri, di tesi, studi, informazioni che richiedono anni di studio, e crediamo che nei confronti di chi sta studiando il problema da anni è una vera offesa far parlare di certi problemi a perfetti sconosciuti del problema e non persone che da anni studiano quel problema. È il caso di incominciare a preoccuparsi seriamente del problema prima che sarà troppo tardi.

No Comments
Comunicati

Una guida per il buon senso per la comunità

  • By
  • 24 Gennaio 2013

Iniziativa dei volontari romani della Via della Felicità Internazionale

Roma 24 gennaio 2013 – Nel corso di questa settimana i volontari romani de “LaVia della Felicità Internazionale” si attiveranno per una distribuzione gratuita dell’opuscolo “La Via della Felicità” nel XVIII Municipio di Roma , donando ai numerosi passanti centinaia di copie della versione opuscolo dell’omonimo libro. La conoscenza dei 21 precetti morali di buon senso rappresenta un primo importante passo per raggiungere concretamente decoro, stima e fiducia reciproci.
Scritto dal filosofo ed umanitario L. Ron Hubbard, La Via della Felicità colma il vuoto morale in una società sempre più materialistica. Contiene 21 principi (i precetti di questo libro) che guidano una persona verso una migliore qualità di vita. I valori esposti nel libro possono essere seguiti da persone di qualsiasi razza, colore o credo, animate dal desiderio di migliorare le vite di coloro che li circondano, grazie anche ad un pratica personale dei pratici principi morali de “La Via della Felicità”.
Pubblicato per la prima volta nel 1981, il suo scopo è di fermare il declino morale della società e ripristinare l’integrità e la fiducia al mondo. La Via della Felicità è infatti un codice morale interamente basato sul buon senso.
Ovunque sia stata distribuita La Via della Felicità il risultato è stato un calo nelle statistiche del crimine, nel consumo di sostanze stupefacenti, nell’assenteismo nelle scuole da parte degli studenti, un calo negli episodi di bullismo. “La Via della felicità” è ora anche il nome di un programma scolastico di lezioni basate sui precetti del libro. Milioni sono gli studenti che lo applicano in diverse parti del mondo, avvalendosi anche di un DVD che rappresenta e mette in vita i 21 precetti dell’opuscolo sotto forma di annunci di pubblica utilità che, in poco meno di un minuto, danno maggior comprensione di ogni singolo precetto. I video degli annunci sono disponibili anche on line sul sito
thewaytohappyness.org

Per informazioni:
[email protected]

No Comments
Comunicati

Ripristinare l’integrità e la fiducia nella società

  • By
  • 6 Dicembre 2012

Iniziativa dei volontari de “La Via della Felicità di Roma e Mediterraneo”

Roma 5 dicembre 2012 – Centinaia gli opuscoli che anche questa settimana verranno distribuiti dai volontari dell’associazione “La Via della Felicità di Roma e Mediterraneo” nell’area dei Castelli Romani per dare la possibilità alla comunità romana di conoscere le 21 pietre miliari che fanno da argini per una vita più appagante e felice.
Il libro “La via dlela Felicità” è stato pubblicato per la prima volta nel 1981, il suo scopo è fermare il declino morale della
società e ripristinare l’integrità e la fiducia al mondo.
Reso disponibile in oltre 90 lingue dalla Fondazione della Via della Felicità (twth.org), riconosciuta ufficialmente come organizzazione caritatevole, l’opuscolo viene adottato da molti insegnanti per ripristinare integrità e fiducia al mondo, preparando le future generazioni ad una vita di successo, contrastando tra l’altro il bullismo nelle scuole e l’alto costo sociale che comporta.

Scritto dal filosofo ed umanitario L. Ron Hubbard, con i suoi 21 principi di buon senso “La vie della Felicità” colma il vuoto morale in una società sempre più materialistica e guida una persona verso una migliore qualità di vita. I precetti in esso contenuti possono essere seguiti da persone di qualsiasi razza, colore o credo, animate dal desiderio di migliorare le vite di coloro che li circondano, grazie anche ad un pratica personale dei principi di buon senso de “La Via della Felicità”.

A tal proposito la Fondazione ha anche realizzato e diffuso una Guida per l’Insegnante che, basandosi sull’opuscolo de “La
Via della Felicità”, si compone di una serie di lezioni che oltre agli alti standard educativi, che sottolineano per lo studente
l’importanza dell’osservare e giungere alle proprie conclusioni, sono supportate da presentazioni audiovisive dei 21 precetti
per far meglio comprendere ai giovani i veri principi di buon senso.

Per informazioni:

thewaytohappiness.org

[email protected]

No Comments
Comunicati

Centinaia di opuscoli “La via dlela Felicità” verranno distribuiti sul territorio romano

  • By
  • 21 Novembre 2012

Ancora un iniziativa dei volontari romani nella provincia romana

Roma 20 novembre 2012 – Scritto dal filosofo ed umanitario L. Ron Hubbard, con i suoi 21 principi di buon senso “La via della Felicità” colma il vuoto morale in una società sempre più materialistica e guida una persona verso una migliore qualità di vita. I precetti in esso contenuti possono essere seguiti da persone di qualsiasi razza, colore o credo, animate dal desiderio di migliorare le vite di coloro che li circondano, grazie anche ad un pratica personale dei principi di buon senso de “La Via della Felicità”.
Centinaia gli opuscoli che, anche questa settimana verranno distribuiti gratuitamente dai volontari romani nell’area di che va dai Castelli Romani a Valmontone per dare la possibilità alla comunità di conoscere le 21 pietre miliari che fanno da argini per una vita più appagante e felice.
Il libro “La via dlela Felicità” è stato pubblicato per la prima volta nel 1981, il suo scopo è fermare il declino morale della
società e ripristinare l’integrità e la fiducia al mondo.
Reso disponibile in oltre 90 lingue dalla Fondazione della Via della Felicità (twth.org), riconosciuta ufficialmente come organizzazione caritatevole, l’opuscolo viene adottato da molti insegnanti per ripristinare integrità e fiducia al mondo, preparando le future generazioni ad una vita di successo, contrastando tra l’altro il bullismo nelle scuole e l’alto costo sociale che comporta.
A tal proposito la Fondazione ha anche realizzato e diffuso una Guida per l’Insegnante che, basandosi sull’opuscolo de “La
Via della Felicità”, si compone di una serie di lezioni che oltre agli alti standard educativi, che sottolineano per lo studente
l’importanza dell’osservare e giungere alle proprie conclusioni, sono supportate da presentazioni audiovisive dei 21 precetti
per far meglio comprendere ai giovani i veri principi di buon senso.
Per informazioni:
thewaytohappiness.org

No Comments
Comunicati

Continua la campagna di diffussione dei 21 precetti di L. Ron Hubbard a Roma

  • By
  • 15 Novembre 2012

Distribuzione de:”La Via della Felicità”, un codice morale interamente basato sul buon senso

Roma 14 novembre 2012 – Con la distribuzione di questa settimana i volontari della sezione romana della Via della Felicità Internazionale, continuano nella loro missione distribuendo a Roma gratuitamente il codice morale laico basato sul buon senso contenente 21 precetti per condurre verso il rispetto e la fiducia reciproca.

La Via della Felicità è un codice morale interamente basato sul buon senso. Pubblicato per la prima volta nel 1981, il suo scopo è di fermare il declino morale della società e ripristinare l’integrità e la fiducia al mondo.
Scritto dal filosofo ed umanitario L. Ron Hubbard, La Via della Felicità colma il vuoto morale in una società sempre più materialistica. Contiene 21 principi (i precetti di questo libro) che guidano una persona verso una migliore qualità di vita. Interamente basato sul buon senso, i suoi 21 precetti possono essere seguiti da persone di qualsiasi razza, colore o credo, animate dal desiderio di migliorare le vite di coloro che li circondano, grazie anche ad un pratica personale dei pratici principi morali de “La Via della Felicità”.

Per informazioni:
thewaytohappiness.org
[email protected]

No Comments
Comunicati

La Felicità passa per 21 pietre miliari di buon senso

  • By
  • 6 Novembre 2012

Ancora volontari in azione per distribuire l’opuscolo “La Via della Felicità”
Roma 6 novembre 2012 – Anche questa settimana i volontari della sezione romana della Via della Felicità Internazionale si attiveranno per distribuire gratuitamente la versione opuscolo del libro “La Via della Felicità” al municipio XVIII e XIX di Roma. Come ogni settimana i passanti potranno visionare i 21 precetti scritto dal filosofo ed umanitario L. Ron Hubbard per colmare il vuoto morale in una società sempre più materialistica, attraverso precetti come “Rispetta ed aiuta i tuoi genitori”, “Evita il libertinaggio “, “Cerca di trattare gli altri come vorresti che gli altri trattassero te”, i precetti rappresentano un codice morale praticabile da persone di qualsiasi razza, colore o credo, animate dal desiderio di migliorare le vite di coloro che li circondano.
“La Via della Felicità” infatti è un vero e proprio codice morale fondato sul buon senso. Pubblicato nel 1981, allo scopo di fermare il declino morale della società e ripristinare nel mondo l’integrità e la fiducia. La fondazione “La Via della Felicità” ha anche prodotto 21 minispot che mettono in vita i contenuti di questo prezioso opuscolo, spot che vanno in onda in diverse emittenti del territorio romano e della provincia.
Per informazioni:
thewaytohappiness.org
[email protected]

No Comments
Comunicati

Ai Castelli Romani una guida per il buon senso

  • By
  • 23 Ottobre 2012

Iniziativa dei volontari della sezione romana della Via della Felicità Internazionale

Roma 23 ottobre 2012 – Nel corso di quest’ultimo week end la sezione romana della Via della Felicità Internazionale si è attivata per una distribuzione gratuita dell’opuscolo “La Via della Felicità” nel comune di Rocca di Papa in occasione di una sagra locale, donando ai numerosi passanti centinaia di copie della versione opuscolo dell’omonimo libro. La conoscenza dei 21 precetti morali di buon senso rappresenta un primo importante passo per raggiungere concretamente decoro, stima e fiducia reciproci.
Scritto dal filosofo ed umanitario L. Ron Hubbard, La Via della Felicità colma il vuoto morale in una società sempre più materialistica. Contiene 21 principi (i precetti di questo libro) che guidano una persona verso una migliore qualità di vita. I valori esposti nel libro possono essere seguiti da persone di qualsiasi razza, colore o credo, animate dal desiderio di migliorare le vite di coloro che li circondano, grazie anche ad un pratica personale dei pratici principi morali de “La Via della Felicità”.
Pubblicato per la prima volta nel 1981, il suo scopo è di fermare il declino morale della società e ripristinare l’integrità e la fiducia al mondo. La Via della Felicità è infatti un codice morale interamente basato sul buon senso.
Ovunque sia stata distribuita La Via della Felicità il risultato è stato un calo nelle statistiche del crimine, nel consumo di sostanze stupefacenti, nell’assenteismo nelle scuole da parte degli studenti, un calo negli episodi di bullismo. “La Via della felicità” è ora anche il nome di un programma scolastico di lezioni basate sui precetti del libro. Milioni sono gli studenti che lo applicano in diverse parti del mondo, avvalendosi anche di un DVD che rappresenta e mette in vita i 21 precetti dell’opuscolo sotto forma di annunci di pubblica utilità che, in poco meno di un minuto, danno maggior comprensione di ogni singolo precetto. I video degli annunci sono disponibili anche on line sul sito
thewaytohappyness.org

Per informazioni:
[email protected]

No Comments
Comunicati

Rocca di Papa ospita “La Via della Felicità”

  • By
  • 22 Ottobre 2012

Distribuzione dell’opuscolo nella splendida cornice del comune dei Castelli Romani

Roma 21 ottobre 2012 – Durante questo pomeriggio i volontari della sezione romana della Via della Felicità Internazionale si dedicheranno ad una distribuzione gratuita dell’opuscolo “La Via della Felicità” nel comune di Rocca di Papa in occasione di una sagra locale. La conoscenza dei 21 precetti morali di buon senso rappresenta un primo importante passo per raggiungere concretamente decoro, stima e fiducia reciproci.
La Via della Felicità è infatti un codice morale interamente basato sul buon senso. Pubblicato per la prima volta nel 1981, il suo scopo è di fermare il declino morale della società e ripristinare l’integrità e la fiducia al mondo.
Scritto dal filosofo ed umanitario L. Ron Hubbard, La Via della Felicità colma il vuoto morale in una società sempre più materialistica. Contiene 21 principi (i precetti di questo libro) che guidano una persona verso una migliore qualità di vita. I valori esposti nel libro possono essere seguiti da persone di qualsiasi razza, colore o credo, animate dal desiderio di migliorare le vite di coloro che li circondano, grazie anche ad un pratica personale dei pratici principi morali de “La Via della Felicità”.
Ovunque sia stata distribuita La Via della Felicità il risultato è stato un calo nelle statistiche del crimine, nel consumo di sostanze stupefacenti, nell’assenteismo nelle scuole da parte degli studenti, un calo negli episodi di bullismo. “La Via della felicità” è ora anche il nome di un programma scolastico di lezioni basate sui precetti del libro. Milioni sono gli studenti che lo applicano in diverse parti del mondo, avvalendosi anche di un DVD che rappresenta e mette in vita i 21 precetti dell’opuscolo sotto forma di annunci di pubblica utilità che, in poco meno di un minuto, danno maggior comprensione di ogni singolo precetto. I video degli annunci sono disponibili anche on line sul sito
thewaytohappyness.org

Per informazioni:
[email protected]

No Comments
Comunicati

Esiste una strada per ripristinare fiducia e rispetto reciproco

  • By
  • 17 Ottobre 2012

Volontari de “La Via della felicità” distribuiscono gratuitamente opuscoli dell’omonimo libro a Roma

Roma 16 Ottobre 2012 – Tornano i volontari della sezione romana della Via della felicità Internazionale con il loro appuntamento settimanale. Ancora centinaia di copie, che si aggiungono alle migliaiai finora distribuite, verranno consegnate gratuitamente nell’area della capitale e della provincia , rinnovando il loro impegno per indicare le “21 pietre miliari per la felicità”, ovvero i precetti di questa opera indipendente dell’umanitario L. Ron Hubbard. Attraverso i suoi 21 precetti di buon senso, l’opuscolo riporta speranza, tolleranza, fiducia e rispetto reciproco tra le genti di qualunque razza, colore, credo o appartenenza.

Per citarne uno iI precetto 6, “Dai il buon esempio” recita: “Noi influenziamo molte persone. Questa influenza può essere buona o cattiva” e continua “Benchè non si possa garantire che tutti gli altri siano felici, si possono aunebtare le loro possibilità di sopravvivenza e felicità. E, con le loro, anche le tue”. Scritto nel 1981 dall’umanitario L. Ron Hubbard, “La Via della Felicità” colma il vuoto morale in una società sempre più materialistica. Contiene 21 principi che guidano una persona verso una migliore qualità di vita. I precetti possono essere seguiti da persone di qualsiasi razza, colore o credo, animate dal desiderio di migliorare le vite di coloro che li circondano, grazie anche ad un pratica personale dei pratici principi morali de “La Via della Felicità”.

thewaytohappiness.org

[email protected]

No Comments
Comunicati

Centinaia di opuscoli “La via dlela Felicità” distribuiti sul territorio romano

  • By
  • 9 Ottobre 2012

Ancora un iniziativa dei volontari romani

Roma 9 Ottobre 2012 – Scritto dal filosofo ed umanitario L. Ron Hubbard, con i suoi 21 principi di buon senso “La vie della Felicità” colma il vuoto morale in una società sempre più materialistica e guida una persona verso una migliore qualità di vita. I precetti in esso contenuti possono essere seguiti da persone di qualsiasi razza, colore o credo, animate dal desiderio di migliorare le vite di coloro che li circondano, grazie anche ad un pratica personale dei principi di buon senso de “La Via della Felicità”.
Centinaia gli opuscoli che, anche questa settimana distribuiranno i volontari romani al XVII e XIX municipio di Roma per dare la possibilità alla comunità di conoscere le 21 pietre miliari che fanno da argini per una vita più appagante e felice.
Il libro “La via dlela Felicità” è stato pubblicato per la prima volta nel 1981, il suo scopo è fermare il declino morale della
società e ripristinare l’integrità e la fiducia al mondo.
Reso disponibile in oltre 90 lingue dalla Fondazione della Via della Felicità (twth.org), riconosciuta ufficialmente come organizzazione caritatevole, l’opuscolo viene adottato da molti insegnanti per ripristinare integrità e fiducia al mondo, preparando le future generazioni ad una vita di successo, contrastando tra l’altro il bullismo nelle scuole e l’alto costo sociale che comporta.
A tal proposito la Fondazione ha anche realizzato e diffuso una Guida per l’Insegnante che, basandosi sull’opuscolo de “La
Via della Felicità”, si compone di una serie di lezioni che oltre agli alti standard educativi, che sottolineano per lo studente
l’importanza dell’osservare e giungere alle proprie conclusioni, sono supportate da presentazioni audiovisive dei 21 precetti
per far meglio comprendere ai giovani i veri principi di buon senso.
Per informazioni:
thewaytohappiness.org

No Comments
Comunicati

Una guida di buon senso e moralità

  • By
  • 26 Settembre 2012

Volontari in campo per distribuire gratuitamente La Via della Felicità

Roma 26 Settembre 2012 – Anche questa settimana i volontari della sezione romana della Via della Felicità Internazionale distribuiranno gratuitamente copie della versione opuscolo dell’omonimo libro. Al XVIII municipio di Roma i volontari daranno al possibilità di conoscere le 21 pietre miliari che fanno da argini per una vita più appagante e felice.

Pubblicato per la prima volta nel 1981, il suo scopo è fermare il declino morale della società e ripristinare l’integrità e la fiducia al mondo.
Scritto dal filosofo ed umanitario L. Ron Hubbard, con i suoi 21 principi di buon senso colma il vuoto morale in una società sempre più materialistica e guida una persona verso una migliore qualità di vita. I precetti in esso contenuti possono essere seguiti da persone di qualsiasi razza, colore o credo, animate dal desiderio di migliorare le vite di coloro che li circondano, grazie anche ad un pratica personale dei principi di buon senso de “La Via della Felicità”.
Reso disponibile in oltre 90 lingue dalla Fondazione della Via della Felicità (twth.org),
riconosciuta ufficialmente come organizzazione caritatevole, l’opuscolo viene adottato da molti insegnanti per ripristinare integrità e fiducia al mondo, preparando le future generazioni ad una vita di successo, contrastando tra l’altro il bullismo nelle scuole e l’alto costo sociale che comporta.
A tal proposito la Fondazione ha anche realizzato e diffuso una Guida per l’Insegnante che, basandosi sull’opuscolo de “La Via della Felicità”, si compone di una serie di lezioni che oltre agli alti standard educativi, che sottolineano per lo studente l’importanza dell’osservare e giungere alle proprie conclusioni, sono supportate da presentazioni audiovisive dei 21 precetti per far meglio comprendere ai giovani i veri principi di buon senso.

Per informazioni:
thewaytohappiness.org
[email protected]

No Comments
Comunicati

Buon senso e tolleranza attraverso “La Via della Felicità”

  • By
  • 3 Maggio 2012

I volontari romani distribuiscono gratuitamente copie dell’omonimo opuscolo

Roma 2 maggio 2012 – Decine di migliaia di copie distribuite, decine le zone del
Lazio coinvolte, dal litorale sud a quello nord , nonchè una buona parte di tutte le aree
della zona cittadina. Questo è il bilancio per i volontari della sezione romana della Via
della Felicità Internazionale che, per l’appuntamento di questa settimana, si sono recati nella zona Boccea/Aurelia per distribuire gratuitamente la versione opuscolo del libro omonimo.
I Ventuno precetti in esso contenuti stabiliscono le linee guida per una vita all’insegna
della tolleranza e del senso civico. “Cerca di trattare gli altri come gli altri vorresti che
trattassero te”, questo uno dei precetti laici contenuti nel libro La Via della Felicità scritto
nel 1981 dal filosofo ed umanitario L. Ron Hubbard, che colma il vuoto morale in una
società sempre più materialistica. Ventuno principi che guidano una persona verso una
migliore qualità di vita. Interamente basato sul buon senso, può essere seguito come
guida morale da persone di qualsiasi razza, colore o credo, animate dal desiderio di
migliorare le vite di coloro che li circondano, grazie anche ad un pratica personale dei
principi morali in esso contenuti.
Stampato e distribuito dalla Fondazione della Via della Felicità Internazionale
( twth.org) in oltre 70 milioni di copie in 90 lingue e 130 nazioni del mondo,
potrebbe essere il primo codice morale non religioso interamente basato sul buon
senso.

Per informazioni:
www.thewaytohappiness.org
[email protected]

No Comments
Comunicati

Come fornire un buon esempio di rispetto e tolleranza

  • By
  • 23 Novembre 2011

La Via della Felicità distribuita in tutta la regione

Roma 23 novembre 2011 – Il mal tempo non ha scoraggiato i volontari della sezione romana della Via della Felicità Internazionale che, dopo la distribuzione avvenuta questo week end a Grottaferrata anche questo pomeriggio si sono adoperati per una distribuzione dell’ opuscolo omonimo nella zona centrale di Lastina, nei pressi del mercato.

Gruppi e semplici volontari distribuiscono da oltre due anni ininterrottamente questo vero e proprio manuale di buon senso: Civitavecchia, Pomezia, Latina, Roma, Viterbo, ed altri luoghi della provincia hanno ricevuto, attraverso la distribuzuone dell’opuscolo, un vero e proprio manuale di buon senso per una cultura fondata sul rispetto e la tolleranza.

La Via della Felicità infatti offre la conoscenza dei margini che conducono ad una vita più appagante attraverso il rispetto per se stessi e per gli altri, e quindi attraverso una maggiore tolleranza.

Il precetto 19, “Cerca di non fare agli altri ciò che non vorresti che gli altri facciano a te”, inizia con: “Tra molti popoli, in molti paesi e per molti secoli, ci son state versioni di quella che viene chiamata la “Regola Aurea”. Quella data sopra è la versione per le azioni dannose”.

Scritto nel 1981 dall’umanitario L. Ron Hubbard, “La Va della Felicità” colma il vuoto morale in una società sempre più materialistica. Contiene 21 principi (i precetti di questo libro) che guidano una persona verso una migliore qualità di vita. I precetti possono essere seguiti da persone di qualsiasi razza, colore o credo, animate dal desiderio di migliorare le vite di coloro che li circondano, grazie anche ad un pratica personale dei pratici principi morali de “La Via della Felicità”.

Per informazioni:

www.thewaytohappiness.org
[email protected]

No Comments
Comunicati

“La Via della Felicità” passa per Roma

  • By
  • 15 Novembre 2011

Dopo la distribuzione in campania, nuovo appuntamento nella capitale con i 21 precetti di buon senso delineati da L. Ron Hubbard

Roma – 15 novembre 2011 – Distribuire l’opuscolo “La via della Felicità” è fra le principali iniziative che i volontari della sezione romana della Via della Felicità Internazionale portano avanti ormai in modo costante da oltre 2 anni. Anche domani quindi la capitale sarà lo scenario di una nuova distribuzione della versione opuscolo del libro per una vita migliore basata sul buon senso. Oltre 30.000 le copie distribuite negli ultimi 24 mesi in svariate zone del Lazio e della Campania e quella di domani è l’ennesima distribuzione per dare alla comunità romana un’indicazione sugli argini che guidano ad una vita più appagante e di maggiore sopravvivenza.

Scritto dal filosofo ed umanitario L. Ron Hubbard, La Via della Felicità colma il vuoto morale in una società sempre più materialistica. Contiene 21 principi (i precetti di questo libro) che guidano una persona verso una migliore qualità di vita. Interamente basato sul buon senso, i suoi 21 precetti possono essere seguiti da persone di qualsiasi razza, colore o credo, animate dal desiderio di migliorare le vite di coloro che li circondano, grazie anche ad un pratica personale dei pratici principi morali de “La Via della Felicità”.

Per informazioni:

www.thewaytohappiness.org

[email protected]

No Comments
Comunicati

Una settimana di impegno per i volontari de “La Via della Felicità”

  • By
  • 9 Novembre 2011

Diffusione costante dell’omonimo opuscolo omonimo

Roma – 9 novembre 2011 – Anche questa settimana i volontari della sezione romana de La Via della Felicità si sono impegnati per l’ennesima distribuzione della versione opuscolo.

Ancora una volta in durante questa settimana hanno portato diverse centinaia di persone i principi in esso contenuti.
La zona interessata sarà il XVIII municipio di Roma , con i volontari che si sono impegnati nel distribuire i 21 precetti morali laici, di senso comune contenuti nell’opuscolo.

La Via della Felicità è un codice morale non religioso ideato per ripristinare i valori universali di senso comune colmando il vuoto di moralità creatosi nella società odierna. Pubblicato per la prima volta nel 1981, il suo scopo è di fermare il declino morale e ripristinare l’integrità e la fiducia nel mondo.

Scritto dal filosofo ed umanitario L. Ron Hubbard, La Via della Felicità risponde alla necessità di saldi riferimenti per regolare i rapporti umani in una società sempre più materialistica. Contiene 21 principi che guidano verso una migliore qualità di vita. I precetti illustrati da “La via della felicità” possono essere seguiti dalle persone di qualsiasi razza, colore o credo, e da tutti gli individui animati dal desiderio di migliorare le vite di coloro che li circondano, grazie anche ad un pratica personale dei suoi pratici principi morali.

“La via della felicità” incita, tra i vari principi, a “non testimoniare il falso”, a “risepettare la fede religiosa degli altri” e al “fiorisci e prospera”, un augurio finale per una vita di successo, e un invito a non abbandonare mai la retta via del senso comune, nonostante tutte le ingiustizie che si possano subire.

Per informazioni:
www.thewaytohappiness.org
[email protected]

No Comments
Comunicati

Influenza “calmante” per una comunità in crisi di valori

  • By
  • 2 Novembre 2011

Distribuite anche questa settimana centinaia di copie de “La via della Felicità”
Roma 2 novembre 2011 – Anche questa settimana i volontari della sezione romana della Via della Felicità Internazionale si attiveranno per l’ennesima distribuzione dell’omonimo opuscolo nell’area del XVIII Municipio di Roma. Con distribuzione effettuata nello scorso fine settimana nella citta di Latina, saliranno a oltre 200 le copie donate nelle mani dei cittadini solo negli ultimi giorni.
Analfabetismo, crimine, droghe ed immoralità sono i segni di culture che cadono nel declino. Sono le piaghe innegabili della società contemporanea perché si osservano in giro per le strade e si leggono nelle cronache quotidiane. La Via della Felicità rappresenta un “calmante” per la comunità con i suoi 21 semplici precetti laici fondati sul buon senso e rappresenta una vera bussola per orientarsi nella vita. Un aspetto particolare di questo opuscolo è l’invito che fa ad ogni persona a farne dono ad un’altra persona cara. L. Ron Hubbard, autore de “La Via della Felicità” scrive: “La mia filosofia dice che si dovrebbero rendere gli altri partecipi di quel che si sà, che si dovrebbe aiutare il prossimo ad aiutare se stesso”. In linea con questo principio sono oltre 100 milioni le copie che sono state pubblicate e diffuse in 97 lingue e in più di 170 paesi. Più di 12 milioni di studenti in oltre 10.600 scuole americane hanno parteciapto a progetti basati sui principi della via della felicità. Che si tratti di raccogliere rifiuti sulle spiaggie o strade, fare vendite a scopi di beneficenza in favore di ospedali o enti bisognosi, o semplicemente aiutare famiglie ed amici, i bambini provano la soddisfazione di aiutare e lavorare positivamente con altri ispirati dai precetti di questo codice. Tramite queste azioni, gli studenti hanno inoltre imparato l’importanza delle maniere, del trattare gli altri con rispetto, del prendersi responsabilità per le proprie azioni ed essere competenti.
Per ulteriori informazioni sulla Via della felicità:
[email protected]
www.twth.org

No Comments
Comunicati

Instillare fiducia ed integrità attraverso i 21 precetti di buon senso de “La Via della Felicità”

  • By
  • 31 Ottobre 2011

Distribuzione della Via della Felicità nel capoluogo agropontino
Roma 31 ottobre 2011 – Ennesima distribuzione dell’omonimo opuscolo per i volontari della sezione romana della Via della Felicità Internazionale.Durante questo week end centinaia di copie sono state distribuite nel centro della città di Latina. I ventuno precetti de “La Via della Felicità” sono le pietre miliari che guidano una persona verso una migliore qualità di vita. Interamente basato sul buon senso, può essere adottato come codice morale laico da persone di qualsiasi razza, colore o credo, animate dal desiderio di migliorare le vite di coloro che li circondano, grazie anche ad un pratica personale dei suoi pratici principi.
L’iniziativa di distribuzione gratuita è parte della serie di eventi che i volontari stanno mettendo in atto settimanalmente per invertire la spirale discendente dei valori morali e fornire 21 punti fermi universali per infondere onestà e rispetto, e facilitare la convivenza tra gli individui. Distribuito in oltre 70 milioni di copie in 90 lingue in 130 nazioni del mondo, si tratta di un codice morale non religioso e obiettivo per il 21° secolo.
“La Via della Felicità” venne scritta nel 1981 dall’umanitario L. Ron Hubbard per risolvere il declino morale della società contemporanea, con 21 principi positivi di buon senso per infondere di nuovo onesta e fiducia nel mondo.

Per informazioni:
www.thewaytohappiness.org
[email protected]

No Comments