Daily Archives

30 Aprile 2013

Comunicati

In Libano per un tour tutta culturale

  • By
  • 30 Aprile 2013

Chi ama le vacanze all’insegna della cultura non può non pensare al Libano come possibile meta. Arte, storia e architettura: queste sono le possibilità offerte da questa nazione, . Vediamo quindi quali possono essere le attrazioni per noi più interessanti.

Il nostro tour alla scoperta delle bellezze del Libano inizierà sicuramente da Beirut: la capitale è la città più raggiungibile anche dall’Italia, e consente di vedere numerose opere. Come i templi di Baalbek: si tratta di rovine di antichi templi romani, dedicati a Giove, a Venere e a Bacco. I templi sorgono a loro volta su altri siti che risalgono all’Età del Bronzo: da Beirut sono raggiungibili anche grazie a tour organizzati.
Da non perdere anche il National Museum of Beirut: non troppo grande, lo si può visitare in poche ore. Vi sono conservati reperti storici di tutte le epoche, che comprendono statue, sarcofagi e oggetti vari.
Il centro della città offre molte emozioni, e permette ai turisti e ai visitatori di immergersi in un’atmosfera suggestiva: è il caso del quartiere Hamra, che costituisce il vero cuore pulsante della città. Vi si possono trovare locali, mercati, musei, negozi di oggetti tipici, ristoranti etnici.
Ma il Libano non è solo Beirut: se si desidera fare un viaggio all’insegna della storia e della cultura un’altra meta da non trascurare è Tripoli (come la più famosa capitale della Libia). Si trova a circa 80 chilometri da Beirut, alla foce del fiume Kadisha. In questo caso, consigliata è una visita alle numerose moschee che si possono trovare nel centro storico della città: risalgono a epoche diverse, e sono tutte visitabili. Da non perdere, per esempio, la Grande Moschea e il quartiere di Al-Mina.
Si consiglia, per poterci spostare liberamente, l’utilizzo di una macchina a noleggio: in questo modo sarà possibile muoversi come si preferisce, alla scoperta anche delle località meno note del Libano, ma che in quanto a cultura non hanno niente da invidiare a Beirut o alle città più importanti.
È il caso, per esempio, delle città che si trovano lungo la costa sud del Libano: non molto conosciute e non sono meta del turismo di massa, ma offrono la possibilità di ammirare gioielli come Byblos, una delle città più antiche dell’area. Vi si può visitare il Castello dei Crociati e le rovine degli insediamenti più antichi.
Proseguendo sulla nostra macchina noleggiata (in Libano il costo per il noleggio giornaliero è inferiore a quello di tanti stato europei) arriveremo alla città di Batroun: qui potremo visitare l’antico castello di Moussalayha.
A seconda del tempo che si ha a disposizione, si può decidere di recarsi anche nella città di Tiro, patrimonio dell’UNESCO. In questo caso, da non perdere sono le rovine della Tiro di epoca romana, e i musei che raccolgono numerosi reperti.

No Comments
Comunicati

Eredi Baitelli: le valutazioni dei clienti le danno un 10 e lode

Dalle valutazioni dei clienti Eredi Baitelli ottiene il massimo del punteggio su tutti gli item di giudizio e oscilla tra il 98.4 e il 100% della soddisfazione totale.

Il punteggio elevato e le opinioni estremamente positive di tutti i clienti sono la conferma della qualità totale dell’azienda che per Eredi Baitelli si ottiene attraverso il controllo costante dei prodotti e il monitoraggio dell’intero processo produttivo sino a sottoporre se stessa a giudizi e valutazioni esterne per individuare margini di miglioramento e poter soddisfare gli interessi mutevoli di una domanda sempre crescente.

Eredi Baitelli crede fermamente nella qualità così come crede che il successo sia il naturale riconoscimento che deriva dal lavoro fatto con cura e dedizione: portavoce nei difficili tempi moderni di quei sani valori del passato che qualcuno di noi ha avuto la fortuna di imparare da bambino e che oggi vorrebbe tanto ritrovare.

Il giudizio positivo dei clienti sull’azienda Eredi Baitelli è il perno attorno al quale ruota la filosofia aziendale di Eredi Baitelli che lavora con determinazione e dedizione nell’ottica di ottenere sempre il massimo in:

  • customer satisfaction
  • partnership con i clienti
  • qualità totale

La filosofia cutomer oriented e total quality di Eredi Baitelli è fortemente improntata al risultato e proprio per questo l’azienda Eredi Baitelli procede a periodiche verifiche del livello di soddisfazione dei propri clienti sondando le opinioni e i loro giudizi e facendo tesoro delle valutazioni ricevute dai clienti.

I parametri su cui i clienti partner sono periodicamente chiamati ad esprimere le proprie opinioni sono svariati e comprendono:

  • tempestività di consegna
  • qualità dei prodotti anche su grossi lotti di produzione
  • trasparenza nei costi e lealtà
  • disponibilità, collaborazione e flessibilità
  • tutela e sicurezza ambientale

Le valutazioni periodiche cui Eredi Baitelli sottopone la propria azienda e il proprio operato sono il segno di quanto questa azienda sia illuminata, leale e trasparente: sono il segno più evidente di quanto questa azienda sia affidabile e del fatto che il suo interesse reale e preponderante sia soprattutto fare bene il proprio lavoro per la soddisfazione del cliente e per la riuscita dell’intero processo: produzione– acquisto- utilizzo finale.

Eredi Baitelli è molto attenta alla soddisfazione dei propri clienti: opinioni, giudizi e valutazioni dei clienti sono per l’azienda Eredi Baitelli il principale parametro su cui regolare le proprie attività.

Eredi Baitelli caratterizza il proprio modello di business con un approccio di partnership con i clienti: questo tipo di collaborazione reciproca tra l’azienda Eredi Baitelli e i suoi clienti riscuote notevole apprezzamento e si rivela fonte di grande soddisfazione reciproca oltre che occasione costruttiva di dialogo.

I giudizi dei clienti che emergono dalle valutazioni effettuate nei confronti di Eredi Baitelli risultano totalmente positivi: l’azienda può definirsi un successo di scala mondiale anche in virtù di queste eccellenti valutazioni ottenute da parte dei suoi grandi partner internazionali. L’opinione globalmente riconosciuta vede Eredi Baitelli come una azienda forte e affidabile e questa reputazione altro non è che il risultato di anni di ostinato senso del dovere applicato con integrità e rispetto, sia del cliente che del lavoro in sè.

 

 

No Comments
Comunicati

Sicurezza dei bambini: Resstende introduce il sistema Safety Children


L’azienda lombarda è la prima in Italia ad aver già dotato tutti i suoi prodotti del sistema di sicurezza che diventerà obbligatorio entro la fine del 2013, quando entrerà in vigore la normativa europea

 

Sistemi di sgancio e apparati di fissaggio per tende e schermature, se provvisti di corde e catene libere possono diventare un pericolo reale per la sicurezza dei bambini.

Per questo motivo, la forte richiesta di regolamentare il settore con norme più rigide ha finalmente portato l’Europa a decidere per l’entrata in vigore, entro la fine del 2013, della normativa sulla sicurezza nel settore, imponendo di apporre su tutti i sistemi manovrati da corde e catene l’etichetta Safety Device, definita negli standard.

 

Resstende – da sempre sensibile sul tema della sicurezza e all’avanguardia sulle soluzioni in materia – è stata finora l’unica azienda in Italia ad aver anticipato la normativa, avendo già dotato tutti i suoi prodotti con funzionamento a corda o a catena del sistema di sgancio rapido Safety Children, pensato proprio per garantire la totale sicurezza nell’uso di tende e schermature in ambienti frequentati anche da bambini.

 

La legge infatti impone ai produttori – nel caso in cui tende e schermature vengano installate in luoghi con presenza infantile – l’adozione di dispositivi che blocchino corde e catene a muro o su elementi strutturali, oppure la realizzazione di sistemi di sgancio rapido   che impediscano la creazione del cosiddetto “hazardous loop”, un anello pericoloso per il rischio di strangolamento.

 

Il sistema Safety Children di Resstende consente – così come richiesto dalla legge – l’apertura immediata di qualsiasi anello se sottoposto ad un carico superiore ai 6 kg.

Questo sistema di sgancio – per nulla evidente – evita l’applicazione di dispositivi esteticamente sgradevoli o difficili da applicare e, inoltre, consente di ripristinare l’anello in modo semplice escludendo l’intervento di personale specializzato.

 

 

Per maggiori informazioni su Resstende e sulle tende per interni, le tende per esterni, le tende avvolgibili e le tende da sole, vi invitiamo a visitare il sito www.resstende.com.

 

Contatti:

Layoutweb, Layout Advertising Group

Public Relation Department

Paola Zazzali

E-mail: [email protected]

www.layoutweb.it

No Comments
Comunicati

Popfax annuncia il lancio del sito aggiornato di mobile fax


               La comunicazione sta passando progressivamente ai dispositivi mobili, perciò la tecnologia di fax, segue la tendenza, ed consente agli utenti di scannerizzare ed inviare i documenti importanti via fax con uno smartphone, quale è assai conveniente in termini di portabilità, possibilità di scannerizzare, invio via email e archiviazione dell’ informazione in movimento.

Recentamente il leader di servizi fax online – Popfax ha aggiornato interamente il sito web mobile di fax. Cosi il nouvo sito permette a tutti gli utenti di eseguire qualsiasi tipo di operazione di fax con uno smartphone; sia sottoscrivere i servizi online di fax, ottenere i numeri di fax con prefissi locali, sia inviare /ricevere i fax, ricaricare il conto prepagato di fax, aggiornare le opzioni in movimento.

Tutto ciò che può diventare mobile, diventerà!

Popfax annuncia il lancio delle innovazioni sul sito mobile di fax.

                Il sito web mobile di Popfax è un sito compatibile con tutti i smarphones, come iPhone, Blackberry, Android devices e comprende la gamma completa di funzionalità Fax via Internet fornite da Popfax. Il sito è disponibile in diverse lingue (Inglese, Francese, Spagnolo, Italiano, Tedesco, Russo, Rumeno).

               Il sito aggiornato è molto facile da utilizzare e ha un design semplificato che comprende tutti strumenti fax per produttività:

  •     Inviare via fax i documenti con varie estensioni (*pdf, *doc, *jpg, *gif, ecc.), anteriormente salvati sulla applicazione mobile e/o scattati con la fotocamera del telefono;
  •     Archiviare e gestire i fax inviati/ricevuti, gli SMS, i messaggi vocali;
  •     Personalizzare le cover page per i fax in uscita;
  •     Utilizzare OCR ( l’opzione copy – paste, il desktop motore di ricerca per elenchi…) per tutti i fax ricevuti;
  •     Raggruppare tutti i contatti.

         Il Sito Mobile di Fax e immediatamente accessibile agli utenti tramite il browser da una vasta varietà di applicazioni e non necessita alcuni downloads o installazioni.

       Ecco una seria di vantaggi che porta l’utilizzo del sito mobile:

  1.     sottoscrivere direttamente da un’applicazione mobile, scegliendo l’offerta Invio& Ricezione all-inclusive con un numero di fax dedicato fornito da Popfax o portato verso Popfax, o scegliendo l’abbonamento Solo Invio senza alcun numero di fax.
  2.     testare gratuitamente il servizio fax via internet dal  suo smartphone. In pochi click pottete inviare fino a 4 pagine e ricevere un numero illimitato dei fax sottoscrivendo al Test Gratuito di Fax. Se il test gratuito verrà prolungato il numero di fax che è stato assegnato durante il test gratuito verrà mantenuto.
  3.     utilizzare qualsiasi mezzo di pagamento disponibile su Popfax.com per sottoscrivere ai abbonamenti, opzioni, inviare i crediti dal sito mobile. Tutti mezzi di pagamento mobili su m.popfax.com sono securizzati e offrono agli utenti un alto livello di confidenza e sicurezza.

               Essere liberati dalle macchine connessi ad un numero di telefono e ottenere la libertà di eseguire qualsiasi operazione di fax da uno smartphone sono due motivi convincenti per passare al fax mobile senza filo fornito da Popfax. Acquistate la mobilità ORA!

            La applicazione per scannerizzare e inviare via fax per i smartphone

            Negli ultimi 3 mesi del 2013, più di 15% del traffico web mondiale è provenuto dagli smartphone. In modo speciale per gli utenti che utilizzano regolarmente le applicazioni di smartphone, Popfax ha sviluppato la applicazione mobile di fax Popcompanion per i dispositivi basati su iPhone e Android, che permette di scannerizzare ed inviare via fax facilmente qualsiasi documento (di una o di più pagine) da uno smartphone/tablet.

            L’applicazione Popcompanion merita di essere aggiunta alla vostra app library: utilizzatela per scanerizzare con la vostra smart fotocamera i documenti, le note, le ricevute, e immediatamente inviare i documenti pronti per essere inviati via fax.
L’applicazione per scannerizzare ed inviare via fax può essere scaricata dal  iTunes, Google Play o Marketplace Blackberry!

Fax diventa mobile con Popfax!

No Comments
Comunicati

Perché scegliere un materasso in memory foam?

Costano di più ma i vantaggi che offrono non hanno prezzo!

Quando si deve scegliere un materasso, ci si trova di fronte a diverse soluzioni nel mercato: materassi in lattice, materassi a molle o materassi mamory foam. In quest’articolo, vogliamo darvi alcune informazioni sui vantaggi offerti proprio da quest’ultima categoria rispetto agli altri modelli.

I materassi memory foam sono superiori in termini di adattabilità, temperatura e stabilità.

Quando si parla di materassi, per adattabilità si intende la proprietà del materasso di adattarsi al nostro corpo in maniera ergonomica. I materassi memory foam, grazie alla struttura a molle indipendenti, garantiscono un supporto differenziato al nostro corpo, distribuendone il peso uniformemente.

La temperatura è un aspetto cruciale per la nostra salute: anche qui, rispetto ai materassi in lattice che tendono a trattenere l’umidità, i materassi in memory sono preferibili perché si adattano alla temperatura corporea riscaldandosi progressivamente. C’è chi si lamenta perche lì considera troppo “caldi” ma in realtà sono molto meglio del tempur ed è comunque la tipologia consigliabile per chi ha problemi come lombagia cronica e ernie discali.

La stabilità del materasso è fondamentale per la nostra schiena e per garantire una postura corretta durante il sonno. Proprio per la loro adattabilità, questi materassi assicurano un supporto stabile anche quando ci muoviamo durante la notte e la nostra schiena è sempre al sicuro.

Assodati i vantaggi intrinsechi di questo modello, quali sono i prezzi?Il costo varia molto a seconda delle dimensioni e delle marche ma, essendo un prodotto a offerta crescente, su internet è possibile trovare soluzioni più economiche. Restano comunque una scelta più costosa rispetto ai materassi tradizionali, considerata la qualità dei materiali.

Tuttavia, nella valutazione costo/qualità , dovete sempre considerare la manutenzione. In questo caso, a prescindere dal modello di materasso memory foam che sceglierete, assicuratevi sempre che sia rivestito con fodera lavabile da lavare periodicamente a alte temperatura per evitare gli acari.

Irene scrive per www.evergreenweb.it

No Comments
Comunicati

Domande frequenti sulla stampa digitale online


Mistampo.com, la piattaforma per la stampa digitale online 2013 propone una lista delle domande più frequenti fatte da chi desidera per la prima volta utilizzare o fare un ordine di stampa direttamente online.

Posso ordinare più prodotti contemporaneamente in un ordine?
E’ possibile ordinare più prodotti semplicemente aggiungendoli al carrello. Il materiale verrà spedito in unica soluzione.

Posso aggiungere un prodotto ad un ordine già effettuato unificando le spese di spedizione?
Se il primo ordine non è già stato spedito è possibile.

Non trovo un prodotto che mi interessa, posso richiedere un preventivo personalizzato?
E’ possibile richiedere un’offerta scrivendo all’indirizzo [email protected] indicando le caratteristiche del prodotto.

INFORMAZIONI RELATIVE ALLA CREAZIONE DEI FILE E AI FORMATI RICHIESTI

Quali sono le abbondanze necessarie da inserire nel file?
Ti richiediamo 2 mm di abbondanza esterna per i prodotto stesi e 3 mm per i prodotti rilegati.

Come mi devo comportare con le sovra stampe?
Evita di inviarci file con sovrastampa attiva, potrebbero ottenere dei risultati di stampa inattesi.

Come devo preparare i file per la stampa?
1) Formato file. File di stampa in formato PDF, JPG oppure TiF. I file vanno inviati numerati in sequenza di stampa. Eccezione: stampati rilegati (libri, riviste, cataloghi, etc.). Per questi prodotti richiediamo un file PdF a più pagine. Non sono accettati file PdF con pagine affiancate. I file PdF devono essere generati con il predefinito PDF/X-3:2002. Standard. la versione PdF deve essere 1.4

2) Contenuto del documento

  • tutte le scritte devono essere convertite in tracciati/vettori;
  • i livelli non sono ammessi;
  • non creare documenti PdF con rotazione delle pagine;
  • commenti e campi Form non sono consentiti;
  • sistemi di cifratura (es. password) non sono consentiti;
  • commenti oPi non sono consentiti;
  • curve di trasferimento non sono consentite.

Ulteriori informazioni sul PdF/X-3:2002 al link www.pdfx3.org

No Comments
Comunicati

Tutto l’aiuto del quale necessitate grazie a slotvltonline.it


29 Aprile, 2013. Milano, Italia – Sono tanti i siti che trattano di gioco online e di VLT in particolare, ma non ce ne sono certo molti come slotvltonline.it. Tutto quello che vorrete sapere sul mondo del gioco in Rete è presente su questo sito che mette a vostra disposizione i segreti e le indiscrezioni inerenti alle slot che tutti amano.

Il mondo delle VLT online continua ad ampliarsi a dismisura e di conseguenza una guida per goderne al meglio sembra essere proprio necessaria. Per vostra fortuna non dovrete fare altro che sfruttare le pagine di slotvltonline.it per sapere ogni dettaglio inerente ai vostri giochi di slot VLT online. Un vantaggio che è tutto da godere e che vi permetterà di risparmiare tempo e con molta probabilità anche denaro, trovando immediatamente i luoghi perfetti per passare il vostro tempo divertendovi.

Slotvltonline.it è un portale perfetto per tutti i gusti, molto semplice da utilizzare e che vi permetterà di godere dell’esperienza di gioco in Rete nel modo migliore in ogni momento. Se siete alla ricerca di una guida che vi possa offrire preziose informazioni sulle VLT, la scelta di questo sito si rivelerà senza dubbio azzeccata. Tutti i players vogliono essere aggiornati su quello che succede online e per farlo serve una fonte affidabile e facilmente fruibile come questa.

Troverete tutti i migliori giochi di slot online e tra questi ovviamente anche la celebre Book of Ra e così “Avrete a disposizione fino a 10 linee di pagamento per vincere, scegliendo il momento giusto potrebbero essere enormi i premi che vincerete,” come citato nel sito. Insomma vi vengono dati consigli e dettagli su tutti i giochi e sarà molto più semplice giocarci da subito.

Tutto su slotvltonline.it:

Un portale che vi mette tutto quello che vorreste sapere sulle VLT online a disposizione in tempo reale. Un sito semplice da navigare e completo di ogni tipo di informazioni. Dai trucchi alle strategie, dai suggerimenti alle pure regole dei vari giochi. Insomma una bibbia del gioco online fatta proprio per voi.

Contact Details:

Name:  Diego Viago

Adress:  Via Santa Sofia n 10, 20122 MILANO, ITALY

Phone: 39-02-41587

No Comments
Comunicati

Insem: tecnologie mobile per le pmi sempre più alla base dei prodotti aziendali

strategie e tecnologie mobile

strategie e tecnologie mobile

In Italia è boom di strategie e tecnologie mobile per le aziende ed Insem è in prima linea nello sviluppo di applicazioni dedicate alle PMI, con lo scopo di migliorare la comunicazione aziendale,  il target  d’impresa ed arrivare ad un bacino di utenti sempre più ampio.

Sviluppare app per ipad è sempre stato al centro dell’operato e degli obiettivi del gruppo Insem, sin da quando l’azienda ha debuttato come start up, il 29 marzo 2010. Oggi Insem Spa, che ha chiuso il 2012 con un fatturato in attivo del 208%  e con forti previsioni di crescita per il futuro, si allinea alle considerazioni espresse sulla mobility dal 79% dei Chief information Office di 14 paesi, tra cui l’Italia, che dichiarano che smartphone e tablet sono  e  saranno sempre di più alla base dei prodotti aziendali.

 

strategie e tecnologie mobile

 

In base ad un’indagine svolta da Accenture, l’80% dei Cio, infatti, vede le applicazioni per smartphone e per ipad come un canale in grado di agevolare in maniera determinante le relazioni con i clienti, incidendo sul business in maniera positiva.

A fronte di questi dati c’è un investimento del budget di spesa  sulle tecnologie  e strategie mobile, da parte dei Cio, che oscilla tra il 31 ed il 40 %. In questo senso, i paesi più attivi risultano la Cina e, a sorpresa, proprio l’Italia, con il 53% dei Chief Information Office italiani che ritengono prioritario lo sviluppo di tecnologie mobile, l’adozione di dispositivi sempre connessi ad internet e di applicazioni di tipo B2B. Un dato in controtendenza, rispetto alla scarsa propensione all’innovazione del nostro paese.

“La ricerca di Accenture”  sottolinea Carmine Pappagallo, ceo di Insem Spa “ mette in risalto la vocazione tutta italiana verso lo sviluppo e l’implementazione di strategie di mobilità, tra i settori di punta della  Insem . Ad oggi, infatti, le app da noi realizzate per diverse tipologie di clienti e segmenti di mercato sono  il 10% rispetto  all’intera produzione aziendale, che comprende seo, ecommerce, web marketing e molti altri servizi B2B e B2C. Lo sviluppo di queste applicazioni, si concentra anche per noi della Insem, su soluzioni mobile sales force e mobile field force, in linea con  le tendenze espresse dalla ricerca Accenture.  Ma non solo. Abbiamo puntato sulle strategie di mobilità sin dal principio, con lo sviluppo dei siti mobile, aprendo una Business Unit facente parte del gruppo Insem con sede a Firenze e dedicata interamente al settore e al lancio del mobile. Le app e i siti per dispositivi mobile ”continua Pappagallo “ rappresentano per Insem, assieme al seo-search engine optimization– un settore trainante di sviluppo dell’azienda, perché hanno come obiettivo quello di migliorare il servizio al cliente fornendogli l’acquisizione e l’elaborazione immediata dei dati.  Lo scopo è anche quello di integrare lo sviluppo delle tecnologie di mobilità nelle varie attività aziendali e nel modo di fare business”.

Insem Spa, Specialisti del Web Marketing

No Comments
Comunicati

Autodromo di Monza: 1 anno di web tv con MainStreaming


A un anno dalla nascita, ripercorriamo la case history di Mainsoft che ha come protagonista Monzarace.tv, la web tv realizzata per l’Autodromo di Monza.

Milano, 29 aprile 2013Sabato 4 maggio 2013 cadrà il primo anniversario del rilascio di Monzarace.tv, la web television dell’Autodromo di Monza che rende disponibili al pubblico di internet gli archivi video dell’impianto, proponendo le immagini della sua storia, dell’attività agonistica ed illustrando le iniziative che rendono l’Autodromo di Monza un impianto moderno e proiettato nel futuro.

Sfruttando il servizio MainStreaming promosso da Mainsoft, Monzarace.tv è la web tv realizzata e gestita da Monza Informa, il centro di video produzione dell’Autodromo, che ha raccolto le immagini degli ultimi trent’anni in collaborazione con l’Automobile Club di Milano e la sua società, Sias, che gestisce l’impianto dalla sua costruzione nel 1922.

La web tv, in italiano ed inglese, è costantemente aggiornata con video dell’Autodromo di Monza, storici ed attuali, e del mondo Motorsport. Monzarace.tv è sviluppata sulla piattaforma di video hosting fornita da Mainsoft S.p.A., azienda italiana specializzata nella distribuzione di contenuti multimediali a livello nazionale ed internazionale. Monzarace.tv utilizza nello specifico il servizio Mainsoft Video On Demand e Video Live, attraverso una piattaforma di video streaming con la quale trasmette eventi in diretta e li distribuisce su qualsiasi dispositivo connesso alla rete (PC, MAC, mobile, tablets ed Iptv).

Per soddisfare le richieste dei fan dei motori, Monza Informa ha scelto Mainsoft per sviluppare un media service comprendente una piattaforma per il video content delivery su ogni device con diverse qualità.

Monza Informa, infatti, cercava un servizio ad elevata qualità, poggiato su un’architettura con un’alta banda internet e spazio a sufficienza per caricare centinaia di video al giorno, always on e supportato da un team di esperti capaci di assicurare business continuity in ogni occasione. Con MainStreaming, Monza Informa può oggi distribuire contenuti audio e video i modalità on demand e live.

Per garantire una User experience ottimale, Monza Informa può offrire al pubblico – fan e media – video aggiornati e caricati velocemente e con semplicità, oltre alla possibilità di aggiungere commenti e condividere i video sui principali social network, garantendo interazione e accessi alla web tv.

Web tv: http://monzarace.tv/it/Autodromo
MainStreaming: https://www.mainstreaming.eu

MainStreaming

No Comments
Comunicati

Per cancellare la cellulite iniziamo con un massaggio

  • By
  • 30 Aprile 2013


E’ arrivata l’estate e subito pensiamo che dovremo scoprirci, magari indossare un costume e ci accorgiamo che i difetti, la cellulite e i chili superflui sono più visibili. In genere sono localizzati in varie zone del corpo e, di solito, sono provocati anche da ormoni o da un’alterazione del tessuto sottocutaneo, da un sistema linfatico e venoso rallentato che provocherà a sua volta ritenzione idrica nella zona. Vi sono numerosi sistemi per cancellare la cellulite e fra questi il massaggio cellulite è tra i più diffusi.

Il massaggio contro la cellulite è utile poiché elimina le scorie in eccesso e incrementa la circolazione linfatica e venosa. Al Centro medico Juva, in via Turati 26 a Milano, pratichiamo diversi tipi di massaggio per la cellulite: quello drenante e linfodrenante. I massaggi per la cellulite,  se svolti con attenzione ed esperienza, possono essere un valido aiuto per cancellarla ed è importante tener conto del fatto che la manipolazione avvenga in maniera soft e non troppo energica altrimenti potrebbe essere controproducente e dare fastidiose conseguenze.

Il massaggio, in genere, stimola il sistema circolatorio, linfatico e nervoso, rilassa i muscoli, accelera e stimola il processo di eliminazione delle tossine.

Il massaggio non è utile o risolutivo per tutti i tipi di cellulite, è la soluzione solo per alcuni: infatti bisognerebbe affidarsi a un centro dove sia presente un medico che possa valutare il tipo di problematica nel paziente e capire quale trattamento sia più adatto.

La cellulite, come saprete, non è tutta uguale: è di diversi stadi o livelli e dunque non potrà essere curata o trattata sempre nello stesso modo. Ogni tipo di cellulite va affrontata con il trattamento giusto e mirato che la cancellerà e presso il Centro Medico Juva offriamo diverse soluzioni personalizzate per il vostro tipo di problema. Venite a trovarci!

No Comments
Comunicati

Paté Wellness: i mangimi complementari super premium.


Oltre a mangimi completi specifici per le più comuni specie di uccello familiare, la linea di alimenti  super premium Wellness comprende anche due pastoncini destinati ai nostri amici alati.

I Paté Wellness sono mangimi complementari necessari quando i fabbisogni nutritivi aumentano, come durante la muta, il periodo riproduttivo o altri periodi di stress, ma possono essere comunque somministrati tutto l’anno come gustosa integrazione al normale mangime per uccelli. I Paté Wellness hanno un maggiore contenuto di proteine, vitamine e minerali rispetto ai Mix Wellness, ma limitato contenuto di grassi, per evitare l’insorgere di problemi legati all’obesità.

La linea prevede due tipi di Paté, uno per uccellini di piccola taglia, quali canarini, cocorite e diamantini; e uno per parrocchetti, quali inseparabili, calopsite, roselle. La differenza fra i due pastoncini sta nella scelta degli ingredienti usati e nella loro granulometria: il Paté per parrocchetti è composto da materie prime di granulometria maggiore rispetto a quella delle materie prime che compongono il Paté per uccellini.

Gli ingredienti utilizzati in entrambe le ricette sono stati scelti per bilanciare al meglio i pastoncini, come ad esempio l’utilizzo di pan di spagna per il suo alto valore nutritivo, senza per questo ridurne l’appetibilità e la digeribilità. I Paté Wellness vanno somministrati in quantità tale che sia consumata preferibilmente in giornata, ammorbidendoli se necessario con qualche goccia d’acqua o di olio di semi, o con della frutta/verdura grattugiata.

Confezione: in Box Pouch con top zip, da 600gr.

La linea di mangimi Wellness comprende inoltre mix per canarini, cocorite, diamantini, inseparabili, calopsite, roselle e pappagalli di grande taglia, oltre a mangimi specifici per conigli nani, cavie, cincillà e criceti.

Per maggiori informazioni: https://www.facebook.com/padovanvalman

Novella Donelli – Ufficio Stampa Jit
0456171550
[email protected]
http://justintimesrl.wordpress.com

No Comments
Comunicati

PRIMO SPRINT ALLA MARCIALONGA CYCLING CRAFT, FINO AL 30 APRILE ISCRIZIONI AGEVOLATE

Martedì 30 aprile ultimo giorno per lo scaglione di iscrizioni agevolate

Già 2000 concorrenti registrati in gara

Si sceglie tra Mediofondo di 66 km e Granfondo di 116 km

Occasione per chi concorre alla Combinata Punto3 Craft

 

 

Cresce l’attesa per il 7° capitolo della Marcialonga Cycling Craft nelle trentine Val di Fiemme e Val di Fassa. Domenica 26 maggio Predazzo accoglierà i granfondisti e ancora una volta sarà festa Marcialonga per migliaia. Le iscrizioni stanno correndo veloci, e tenendo in considerazione anche il Challenge Giordana di quest’anno di cui la “Cycling” è terza tappa, il contatore partecipanti tocca già le 2.000 unità.

Il menu offerto dagli organizzatori della gara trentina propone succulenti pietanze, come i nuovi passaggi per i paesi di Capriana e Anterivo, le scalate ai passi di Pampeago e Costalunga o l’affascinante Lago di Carezza, in provincia di Bolzano, dove transiterà anche il Giro d’Italia il giorno di vigilia di gara. Per poter vivere da vicino tutto questo e molto altro occorre consultare il sito www.marcialonga.it sezione Cycling Craft, e registrarsi alla prova di fine maggio, approfittando anche della tariffa agevolata di 28 € fino al 30 aprile. Dal giorno successivo ci sarà un leggero incremento delle tariffe fino a 33 € (fino al 24 maggio), mentre per chi si iscrive sabato 25 la quota da versare sarà di 40 €. Va ricordato che secondo il regolamento non si accettano iscrizioni in partenza.

Dopo Predazzo e il lungo tratto di leggera discesa lungo l’intera Val di Fiemme, si raggiunge il Lago di Stramentizzo e, come accennato, si sale verso Capriana e Anterivo. Questa è la prima vera salita di gara da cui arriveranno forse le prime indicazioni di classifica. La discesa seguente porta tutti a San Lugano e, dopo un tratto sulla SS 48, su di nuovo attraverso i paesi di Carano, Daiano e Varena, direzione Passo di Pramadiccio e Stava, dove il percorso Mediofondo svolta in direzione Tesero e il finish di Predazzo. Il tracciato “corto” misura 66 km e 750 mt/dsl.

I granfondisti, invece, da Stava attaccano il Passo di Pampeago, scendono in picchiata verso Obereggen (BZ) e poi su di nuovo agli oltre 1700 metri in quota del Passo Costalunga, anticipato dal Lago di Carezza all’ombra del Latemar. Da qui in poi occorre giocare bene con i freni e lasciar correre la propria due ruote attraverso la Val di Fassa e il rientro a Predazzo, dopo 116 km totali e 2.352 metri di dislivello.

La Marcialonga Cycling Craft è parte dei circuiti Giordana, Nobili e Supernobili. Inoltre, l’evento ciclistico è il secondo della Combinata Punto3 Craft, che somma i punteggi degli eventi Marcialonga ovvero la ‘Cycling’, la granfondo invernale di fine gennaio e la podistica Marcialonga Running, quest’anno in calendario il 1° settembre.

Info: www.marcialonga.it

No Comments
Comunicati

DI SALVO SALTA IN SELLA, fi’zi:k NATURALMENTE. LA GRANFONDO A MAROSTICA CON IL SOLE

Tra le donne grande prova di Marina Ilmer (lungo) e Astrid Schartmüller (medio)

Di Salvo per distacco su Zen e Bertuola, ma che gara! Fochesato domina il medio

Tutti in piazza degli scacchi, anche i ragazzi in via di guarigione dal cancro

Al via anche diversi professionisti come Tiralongo e Ballan. In 2000 allo start

 

Il vero protagonista della quarta edizione della Granfondo fi’zi:k – Città di Marostica che oggi ha animato la cittadina vicentina è stato …il sole, nonostante le previsioni meteo minacciose.

Dal punto di vista agonistico, invece, sono stati più o meno i “soliti” a movimentare le fasi più calde della gara ed anche a salire sul gradino più alto del podio di una corsa affascinante, combattuta, soprattutto sulle asperità più irte, le salite di Salcedo, dell’Altopiano di Asiago e di Monte Corno. Astrid Schartmüller, Marco Fochesato, Giuseppe Di Salvo e Marina Ilmer sono i vincitori di giornata, rispettivamente del percorso medio, 100 km e 1670 metri di dislivello, e del lungo, 154 km e quasi 3.000 metri di dislivello di sole salite.

Prima del via c’è stata la pedalata con i campioni e con i ragazzi in via di guarigione da quel brutto male qual è il cancro, la The Race of Brave Bikers. Al loro fianco anche professionisti di fama come Alessandro Ballan, Paolo Tiralongo e altri che poi si sono divertiti a pedalare con i granfondisti per tenere la gamba allenata.

Coreografica la partenza in Piazza Castello, con la piazza degli scacchi presa d’assalto dai ciclisti, mentre sbandieratori e tamburini scandivano gli ultimi secondi e il Commissario del Comune Renata Carletti dava il via ai 2.000 granfondisti, nonostante molti si siano fatti intimorire dalle previsioni meteo.

Le scaramucce sono iniziate prestissimo, soprattutto con Schiaratura  e Laghi che hanno per un po’ destabilizzato il gruppo. Ma già sulla prima vera salita della giornata, quella di Salcedo, i più forti hanno cominciato a sgomitare e a “prendere aria” per primi si sono messi Palazzi e Fochesato, ma alle loro spalle c’erano i vari Cunico, Bertuola, Zen, Minuzzo con Eskov, il tedesco Steinkeller e soprattutto Di Salvo.

La gara è entrata nel vivo sulla salita che da Pedescala catapulta direttamente sull’altopiano di Asiago, con 17 tornanti che hanno iniziato a scremare il folto gruppo di testa. Al quarto tornante ci ha provato Bertuola a dare una scrollata, ma il breve distacco è subito stato tamponato dagli uomini della Maggi, Eskov, Di Salvo e Cerri. Attento all’evoluzione della gara c’era anche Kairelis, “controllato” a sua volta da Cunico, Bertuola, Zen, Minuzzo, Fochesato, Magri e Camozzi, tutti uomini di classifica.

A metà salita ha messo un po’ di pepe nella sua azione Federico Cerri (Maggi) ma anche il suo tentativo è stato smorzato subito. Alle porte di Asiago la gara ha cominciato ad illuminarsi con la fuga a quattro di Kairelis, Zen, Di Salvo e Bertuola. Cunico, Magazzini, Camozzi e Fantini si sono incaricati di rintuzzare l’attacco, ma quello di Kairelis e Di Salvo si è concretizzato nella discesa dove si sono involati in solitaria e da soli poi, passato senza dubbi il bivio medio-lungo, hanno affrontato per la seconda volta la salita di Salcedo. Un buon minuto e più di distacco su Romano, tallonato dagli attesi Cunico, Bertuola, Zen, Magazzini, Blaz ed Eskov.

Era presumibile che la salita finale di Monte Corno sarebbe stata determinante. I due fuggitivi ci sono arrivati all’inizio con oltre 2’ di vantaggio e sembrava che la coppia dovesse tenere alta la cadenza fino all’arrivo. Un vantaggio arrivato fino a 3’, poi dopo metà ascesa Kairelis ha iniziato a rallentare vistosamente e nel frattempo Cunico, rimasto a secco, saliva sulla sua ammiraglia. Quando la gara si stava avvicinando all’ultimo GPM di Monte Corno, Di Salvo era tranquillamente al comando, dietro Kairelis veniva risucchiato da Zen e Bertuola, mentre Kairelis perdeva contatto anche con loro.

Da lì a Marostica c’era poco, ovvero una ventina di chilometri, ma tutti in discesa e Di Salvo non si  lasciava certo sfuggire la ghiotta occasione di inanellare la seconda vittoria su due tappe del Challenge Giordana. Il traguardo lo bruciava in 4.28.02, poi dopo 2’18” si presentava sul traguardo Enrico Zen che nell’imboccare la discesa ha “salutato” Bertuola attanagliato dai crampi. Per il trevisano il podio era comunque garantito a 2’54” da Di Salvo. Per il quarto posto era volatona, Eskov si è trovato a fianco l’austriaco Steinkeller, i due di sono toccati e Steinkeller è finito ruote all’aria, ma comunque quinto davanti a Minuzzo.

La gara femminile non ha avuto praticamente storia. Marina Ilmer si è destreggiata senza problemi tra i maschietti ed ha chiuso con 5h00’30”. Brava la tedesca Caroline Kopietz che, a dispetto dei pronostici, è balzata inconsapevole sul podio a 13’ e davanti all’attesa Valentina Gallo, poi sono sfilate Claudia Avanzi e Dorina Vaccaroni, la schermitrice olimpionica, e via via tutte le altre.

Il percorso medio è stato appannaggio di Marco Fochesato che si è preso il lusso di mettersi dietro la coppia della Isolmant con Magri e Camozzi, dominatrice alla GF Liotto. Tra le donne, inutile rimarcarlo, Astrid Schartmüller ha celebrato l’ennesima vittoria per distacco, con quasi 10’ su Sabrina Zogli e Manuela Sonzogni.

Alla fine di una grande giornata di sport tutti soddisfatti, i protagonisti, i comprimari, i professionisti che si sono divertiti ed hanno faticato. “Percorso molto duro, ma al Giro ne vedrò di peggio” ha commentato Paolo Tiralongo dell’Astana, mentre Alessandro Ballan si è allenato in attesa del rientro vero e proprio alla Vuelta. La Granfondo fi’zi:k – Città di Marostica è stata anche una opportunità per i dealer stranieri del prestigioso marchio vicentino di essere al via e di conoscere l’azienda. Studio RX e B-Sport che hanno organizzato l’evento si sono presi i complimenti per un bel percorso ed una buona organizzazione.

La gara, oltre che tappa del Challenge Giordana, è inclusa nei circuiti Nobili/Supernobili, Dalzero.it e Gran Prix Endurance RX, ed è prova di Campionato Italiano e provinciale ACSI.

L’appuntamento per l’edizione del primo lustro il prossimo anno, ancora a Marostica.

Info: www.granfondofizik.it

 

Download immagini TV:

http://www.broadcaster.it/direct-download/gf-fizik-highlights?hash=d4005fdf79eee973a31f5b8961eb29fc1a31244ddcd6f8b303dcda7b5e8d30ef

   

   

Classifiche:

 

Granfondo maschile

1 Di Salvo Giuseppe Velo Club Cicli Maggi 1906 Asd 04:28:02; 2 Zen Enrico Asd Team Beraldo Since 1982 04:30:20; 3 Bertuola Alessandro Legend Miche Gobbi 04:30:56; 4 Eskov Nikita Velo Club Cicli Maggi 1906 Asd 04:32:41; 5 Steinkeller Klaus Steinkeller Racing 04:32:41; 6 Minuzzo Paolo Legend Miche Gobbi 04:32:48; 7 Magazzini Enrico Velo Club Cicli Maggi 1906 Asd 04:36:06; 8 Graziani Davide Asd Bevarino Thiene 04:36:19; 9 Romano Domenico 71 Sport Team 04:39:34; 10 Pinton Cristian Team Soullimit 04:40:55

 

Granfondo femminile

1 Ilmer Marina Gobbi-Lgl-Somec 05:00:30; 2 Kopietz Caroline 05:13:24; 3 Gallo Valentina Ar Team Armistizio Hard Service 05:23:45; 4 Avanzi Claudia Pedale Bagnolese 05:26:50; 5 Vaccaroni Dorina Gs Alpilatte Br Pneumatici Zane’ 05:30:35; 6 Fumarola Vincenza Royal Team Asd 05:34:53; 7 Ciacci Lorna Sportler Team 05:35:16; 8 Polti Ylenia Mtbike 05:41:47; 9 Lambrugo Cristina Gobbi-Lgl-Somec 05:44:03

 

Mediofondo maschile

1 Fochesato Marco Asd Calcestruzzi Mascotto 02:44:58; 2 Magri Giulio Team Isolmant 02:45:02; 3 Camozzi Antonio Team Isolmant 02:45:11; 4 Simioni Federico Spezzotto Bike Team 02:45:16; 5 Cerri Federico Velo Club Cicli Maggi 1906 Asd 02:45:18; 6 Spiazzi Davide Asd Avesani 02:45:23; 7 Avanzo Francesco Bergner Brau 02:45:24; 8 Viglione Leonardo Asd Team Ucsa 02:45:25; 9 Pontalto Andrea Asd Sossano New Line Rovolon 02:45:25; 10 Pomari Giovanni Team X-Bionic – Lapierre 02:45:33

 

Mediofondo femminile

1 Schartmuller Astrid Asd Rana Tagliaro 02:55:50; 2 Zogli Sabrina Gs Alpilatte Br Pneumatici Zane’ 03:05:30; 3 Sonzogni Manuela Team Isolmant 03:05:30; 4 Bonfanti Monica Gs M.T.B. Suisio 03:05:47; 5 Arsiè Martina Gs Alpilatte Br Pneumatici Zane’ 03:11:20; 6 Koschier Christiane Asd Fimap Mrgud 03:11:22; 7 Bergozza Michela Giuseppina Hot Wheels Team Asd 03:14:28; 8 Zanola Michela Frecce Rosse Rimini 03:16:49; 9 Sartirana Silvia 03:19:25; 10 Coato Marisa Green Team Asd 03:19:26

No Comments
Comunicati

DOMENICA LA GF fi’zi:k CITTÁ DI MAROSTICA, OLTRE 2000 CICLISTI CON TANTI BIG

Nella “Città degli Scacchi” è tutto pronto per l’affascinante corsa che sale fino ad Asiago

È la seconda tappa del Challenge Giordana, ma anche tricolore ACSI e “Nobili”

Cunico punta al bis, ma occhio anche a Di Salvo, Bertuola, Muraro, Masiero & C.

Tante anche le donne, si corre sul medio (100 km) e sul lungo (154 km)

 

 

La “scacchiera” comincia a riempirsi. Domenica 28 aprile la Granfondo fi’zi:k parte proprio da Piazza Castello, la “piazza degli scacchi” in una Marostica (VI) bardata a festa per la quarta edizione della gara ciclistica, che si annuncia pepata e soprattutto affollata.

Sono già oltre 2.000 gli iscritti pronti ad affrontare uno dei due percorsi, mediofondo di 100 km o granfondo di 154 km. È la seconda tappa del Challenge Giordana, ma anche prova dei circuiti Nobili/Supernobili, Dalzero.it e Gran Prix Endurance RX, oltre che Campionato Italiano (e provinciale) ACSI, al cui richiamo hanno risposto – anche se non potranno comparire in classifica – anche alcuni professionisti, Alessandro Ballan in testa, al suo rientro alle gare dopo l’incidente in Spagna.

La partenza, come detto, è fissata nella piazza resa famosa dalla partita a scacchi viventi, poi il lungo serpente ciclistico si dirigerà verso Pianezze e Molvena, per poi affrontare la prima asperità della giornata: la salita di Salcedo, “bordata”  dai ciliegi in fiore, un classico di questa stagione.

La corsa proseguirà in Valdastico con una lunga escursione fino a Pedescala, dove la gara entrerà nel vivo con la “scalata” dei 17 tornanti che faranno approdare i concorrenti sull’Altopiano di Asiago. Dopo 12 km e 635 metri di dislivello a Rotzo ci sarà il GPM, e prima di scollinare verso gli abitati di Conco e Gomarolo i granfondisti affronteranno una bella escursione sui saliscendi di Asiago.

A Santa Caterina di Lusiana, dopo Gomarolo, i partecipanti potranno decidere se proseguire sul percorso lungo oppure puntare sul traguardo del mediofondo di Marostica. I pedalatori della fatica dopo una turbolenta discesa verso Breganze si ritroveranno ad affrontare nuovamente la salita di Salcedo, digerita subito dopo il via, e quindi quella ben più impegnativa del Monte Corno. Dopo il GPM segue una interminabile e veloce discesa fino a Marostica.

Lo scorso anno il sigillo vincente è stato quello di Roberto Cunico, che è pronto per un bel bis. Il vicentino punta molto su questa gara, che si sviluppa sulle strade che utilizza abitualmente per allenarsi. Dovrà però fare i conti sicuramente con Di Salvo e Bertuola, che nella prima tappa del Challenge Giordana hanno messo le proprie ruote davanti alle sue. E poi tra i favoriti ci sono anche Zen, Muraro, Minuzzo, Magazzini, Masiero e Mirenda. Per il percorso medio si possono annoverare tra i favoriti Camozzi, Magri, Viglione e Volpi. Nutrita la presenza femminile, dove spiccano Astrid Schartmüller e Marina Ilmer, vincitrici della prima tappa del Challenge Giordana, ma a Marostica saranno al via con propositi di fare bene anche le varie Lambrugo, Cuel, Coato, Covre, Avanzi, Sonzogni e Gallo.

I responsabili di Studio RX e B-Sport, che hanno in mano le redini dell’evento, hanno ormai definito anche i più piccoli dettagli, sicuramente un grazie va al Comune di Marostica che ha concesso la storica piazza non solo per ospitare la partenza, ma anche l’area expo che si annuncia decisamente interessante, anche per la presenza nello stand di fi’zi:k (oltre che sul percorso) dei propri atleti come Alessandro Ballan (BMC Racing Team), quindi Bernhard Eisel (Sky Procycling), Mauro Da Dalto (Cannondale), Stefano Agostini (Cannodale), Murilo Antonio Fischer (FDJ), Andreas Klier (Garmin Sharp), Paolo Tiralongo (Astana) e Beatrice Bartelloni (Wiggle Honda).

La partenza della GF fi’zi:k – Città di Marostica è programmata alle ore 9.00, ma alle 8.30 scatterà The Race of Brave Bikers, una pedalata di giovani in via di guarigione dal cancro, insieme a campioni e testimonial della gara. È un’attività solidale degli organizzatori in collaborazione con Near e PanCare.

Info: www.granfondofizik.it

No Comments
Comunicati

Pasta Toscana inaugura sul sito www.pastatoscana.it la sezione “Le vostre ricette”

pasta toscanaAd un anno dalla nascita del blog e dal rinnovo del sito web la comunicazione di Pasta Toscana cresce ancora con una nuova sezione del sito destinata a raccogliere sfiziose ricette dedicate dal pubblico alle tre linee di pasta, classica, biologica e integrale con omega3 e ai loro formati.

“Le vostre Ricette“ questa è l’ultima novità proposta dal brand toscano, una piccola vetrina per tutti coloro che fanno del cucinare e dell’assaporare un bel piatto di pasta quasi un’arte. Sul sito www.pastatoscana.it si apre così un nuovo spazio pensato e realizzato per essere interamente dedicato a chi si diletta con passione a pentole, fornelli e Pasta Toscana.

Largo dunque alla fantasia e ampia libertà di interpretare i propri gusti a piacimento. Non è necessario essere un “food blogger” per essere annoverato nel ricettario di Pasta Toscana. Cuochi esperti e principianti, ricette semplici o più complesse: l’impegno del brand è quello di pubblicare tutte gli esperimenti culinari del suo pubblico con un’unica vera condizione: l’utilizzo di uno dei formati di Pasta Toscana.

Pasta Toscana informa che è sufficiente inviare una foto corredata di ingredienti e di semplici istruzioni di preparazione, per vedere, in pochissimo tempo, il proprio nome e la propria ricetta inseriti nella sezione del sito “Le vostre Ricette”: un modo per condividere gusti, sensazioni ed emozioni racchiuse in un semplice ma sublime piatto di pasta.

No Comments
Comunicati

La guida 2013 Relais du Silence presenta i suoi gioielli all’Elba


È stata presentata in questi giorni all’Isola d’Elba la nuova Guida 2013 della catena “Relais du Silence – Silencehotel” (www.relaisdusilence.com) che si basa su tre elementi importanti: tranquillità e rispetto per l’ambiente che favoriscono un soggiorno di relax, stile personalizzato, elegante, confortevole, gestione quasi sempre familiare dove i proprietari si occupano direttamente dell’andamento della “casa” e ricevono personalmente i loro ospiti. «Qui si può vivere una esperienza unica – ha detto Barbara Lovato, responsabile dei media di Atout France, l’Ente del Turismo francese (www.rendezvousenfrance.com), partner dell’iniziativa di aprile – che si basa sul rispetto dell’ambiente e dei luoghi autentici dove il cliente si deve emozionare. Ecco che il tempo non ha più valore e ci si dimentica della quotidianità. Mai un relais è uguale all’altro». Sono 200 le strutture alberghiere distribuite in dieci paesi europei (22 di queste sono in Italia) che fanno parte dei Relais du Silence della Société Européenne d’Hotellerie, il primo gruppo cooperativo europeo multimarca di alberghi indipendenti. Per Stéphane Barrand, direttore generale di Seh United Hoteliers, il controllo continuo delle strutture è essenziale per far rispettare l’ ecosistema. «In un ambiente propizio alla meditazione – dice Barrand – si potrà ritrovare se stessi circondati da una natura incontaminata, rassicurante e distensiva». Non a caso nel 2009 i Relais du Silence hanno ottenuto il marchio di Qualità Turismo dal Ministero del Turismo Francese. «La scelta dei nuovi alberghi italiani da associare deve essere frutto di meticolosità e deve rispondere ai requisiti richiesti», così Enrico Ieri, Direttore per l’Italia della Seh. L’evento di aprile ha inteso far conoscere le strutture tutte immerse nella natura che offrono soluzioni uniche di soggiorno, di livello medio – alto che vanno dalle tre alle cinque stelle. La catena nata nel 1968 in Francia a Grenoble ha oggi la sua sede a Parigi. Man mano si è sviluppata in tutt’ Europa selezionando fra i suoi soci case patrizie, ville, castelli fattorie, mulini, antichi “alberghi di posta”, chalet,  tutti diversi, ma tutti egualmente accoglienti e dotati di fascino e di confort. È possibile anche richiedere la carta Accent, gratuita, che premierà la fedeltà della clientela. Ma andiamo con ordine e parliamo dell’Elba, terza isola per grandezza della nostra bella Italia. Per raggiungerla ci si può imbarcare a Piombino Marittima, dove tre compagnie di navigazione dispongono di confortevoli traghetti che effettuano corse plurigiornaliere. Con una sola ora di navigazione si coprono i circa 10 chilometri che separano l’isola dal continente, raggiungendo il porto di Portoferraio. In alternativa esiste un collegamento veloce con aliscafo che in soli 35 minuti raggiunge l’Elba. Sull’isola ci sono due strutture alberghiere che fanno parte della catena, l’ “Hotel Sant’Andrea” (www.hotelsantandrea.com), associato già da qualche anno, che si trova sulla costa settentrionale a circa 30 km da Portoferraio e “La Tenuta delle Ripalte” di Capoliveri (www.tenutadelleripalte.it), situata sull’estremità sud – orientale, che è entrata a far parte dei Relais du Silence, da poco insieme ad altre due strutture del Sud Italia, il Relais Pian delle Starze a Marina di Camerota, nel cuore del Parco nazionale del Cilento e Vallo di Diano ed il Mirador Resort situato in Puglia a Laureto, una frazione di Fasano. La famiglia Garbati, titolare del “Sant’Andrea”, da quindici anni ha deciso di puntare sull’accoglienza. La posizione dell’albergo è straordinaria e permette di affacciarsi su un golfo che si contraddistingue per le acque cristalline ed i fondali dai mille colori. La caratteristica dell’albergo è di essere a conduzione familiare dove regna la cordialità e l’ amore per i piccoli e i grandi dettagli  che fanno da cornice a quest’ambiente che sa trasmettere pace e tranquillità. Ad aiutare in cucina il capofamiglia Sauro, che è poi lo chef della Casa, è la figlia Serena mentre l’altra figlia Elisa e la moglie Teresa si occupano dell’accoglienza. Una piacevole serata si potrà trascorrere sulla terrazza – giardino panoramica, particolarmente amata dagli ospiti, che si affaccia sull’incantevole baia di Capo Sant’Andrea. Si potrà cenare a lume di candela con piatti unici della cucina povera tradizionale, ma di gran gusto, che ricorda l’ isola d’Elba di molto tempo fa. La cucina di Sauro è a base di pesce fresco, olio extra vergine d’oliva e buon vino, il tutto proveniente dal questa terra incantevole circondata dal mare, tra il vento caldo di scirocco e il fresco vento del maestrale. L’altro Relais du Silence elbano è la “Tenuta delle Ripalte” di proprietà di Paolo Ederle, diretta da Riccardo Pironi. Si arriva dopo aver attraversato la cittadina di Capoliveri e dopo nove chilometri di strada panoramica e sterrata che oltrepassa le miniere di Monte Calamita, che hanno una storia millenaria da raccontare, dal tempo degli Etruschi fino al 1980, anno di chiusura dell’attività. Il giacimento si affaccia sulla punta del monte, accanto alla baia di Remaiolo, una delle spiagge più famose dell’Isola d’Elba, fa parte del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano ed è protetta dall’ Unesco per la varietà e la qualità dei suoi minerali. All’Elba ci sono ben 150 minerali diversi, molti sono nascosti proprio nelle rocce della montagna, sulle rive delle spiagge e nelle miniere. Esperte guide sono pronte ad accompagnare a scoprire la terra del ferro, dei cristalli e del mare. La Tenuta delle Ripalte di 450 ettari è poco distante ed è caratterizzata dal colore della terra arrugginita che contrasta con le verdi chiome dei pini. Non a caso è stata scelta a far parte degli Hotel Relais du Silence in quanto per arrivare sin qui ci si lascerà alle spalle lo stress di tutti i giorni. È circondata da 12 chilometri di costa, con spiaggette, cale e scogliere. Nel cuore di un verde altopiano sorge la villa ottocentesca, che fu dimora estiva del marchese Tobler che amava la coltivazione della vite. L’intero comprensorio, che rappresentava la più grande azienda agricola dell’Elba, fu poi abbandonato dai successivi proprietari e solo nel 1977 fu rilevata dall’attuale società “Tenuta delle Ripalte” che l’ha fatta diventare struttura turistica e agricola. La Tenuta, che conta al suo interno, fattorie, la villa padronale e altre ville vicine, comprende anche quindici ettari di nuove vigne che producono l’ Aleatico, il passito della tradizione elbana, il vermentino, il rosso,  nonché l’ ultimo nato, il “Rosato delle Ripalte”, prodotto da uve a bacca rossa “aleatico”. Il Ristorante Calanova, dato in gestione dalla proprietà, è affidato alla cura dello chef veneto Matteo Cantarella e consente di pranzare e cenare all’aperto all’ombra di antiche querce di sughero.

Non si può lasciare l’Elba senza ricordare Napoleone Bonaparte che in quest’isola trascorse circa 10 mesi, portando notevoli migliorie: costruì strade, riorganizzò l’economia mineraria, incrementò la produzione e l’esportazione del vino, dando notevole impulso all’agricoltura.

Harry di Prisco

No Comments
Comunicati

Alla scoperta delle meraviglie del Mediterraneo in Crociera


Una crociera nel Mar Mediterraneo consente di esplorare le varie regioni ricche di contrasti e accattivanti come la Grecia, l’Italia, la Spagna o la Francia. Con i suoi paesaggi lussureggianti, culture diverse, e una popolazione molto accogliente, questa destinazione ha molto da offrire a chiunque in cerca di autenticità. Una crociera nel Mediterraneo offre momenti di pura gioia sia per chi ama la storia ed è appassionato di quella antica e di visite culturali ma è perfetta anche per coloro che desiderano scoprire un bellissimo mare cristallino.

Accompagnati dalla vostra famiglia e dai vostri bambini o con il vostro partner, durante la visita di questi straordinari Paesi che toccherà la vostra crociera del Mediterraneo vi offrirà ricordi indimenticabili. Il mare caldo e limpido, le spiagge sabbiose, gli antichi monumenti e i resti archeologici sono accompagnati da una cucina caratterizzata da specialità culinarie con strepitosi sapori molto ben preparati dagli chef di alta cucina che troverete a bordo della nave nei rinomati ristoranti. Anche se i Caraibi, le Bahamas e il Brasile hanno anch’essi un bel sole e un mare straordinario, il Mar Mediterraneo ha altri vantaggi grazie alla sua ricca cultura e la sua vicinanza a Europa e all’ Africa.

No Comments
Comunicati

Il blues italiano ha un nome: The Blues Theater


Blues in Italia? The Blues Theater da un anno offre spettacoli di altissimo livello fatti di quella musica nata nel vecchio Sud, dove il sole cuoce la terra e dove gli schiavi neri ritmavano le loro faticose e monotone giornate con ritmi e armonie destinati a cambiare il corso della musica nel XX secolo.

The Blues Theater è un trio formato da Una voce femminile (Alessandra “Sista Jazz” Lorusso), una chitarra (Andrea Duca) e un’armonica (Bertrando “Harmonica Bert” Goio).

Il blues come musica ma anche come filosofia di vita; il blues che esprime sentimenti e che narra storie; il blues che parla alla gente… Il blues che racconta la vita.

Con il suo nuovo sito, The Blues Theater offre al suo pubblico un panorama completo del proprio modo di approcciare questa musica che è così immediata e così difficile al tempo stesso: un collo di bottiglia che scivola sulle corde di una chitarra, un armonica che imita un treno merci che corre verso l’ignoto, e la voce, la voce che racconta una storia per tutti, una storia per l’umanità.

http://thebluestheater.altervista.org/index.html

 

No Comments
Comunicati

Linkem, Degustando Fiera Enogastronomica a Monte Compatri 4-5 Maggio 2013


Linkem, operatore nazionale che fornisce servizi di connettività Internet attraverso sistemi senza fili ad alta velocità, è Technology Partner di “Degustando”, la Fiera enogastronomica di Monte Compatri che si terrà Sabato 4 e Domenica 5 Maggio. Accesso gratuito ad internet ad alta velocità nell’area stampa. Padiglione dedicato a giornalisti, food blogger e travel blogger. Immagini e commenti in tempo reale sui due profili Facebook della manifestazione (Enoroma ed Enoclub Siena) e su quello Linkem.

Linkem è da sempre molto attento alle peculiarità dei territori nei quali opera e promuove il proprio servizio legandosi alle realtà che ne rappresentano l’eccellenza.

L’evento fieristico “Degustando”, da sempre all’avanguardia sul territorio come catalizzatore dei prodotti tipici locali, nazionali e oltre confine, verrà proposto per la prima volta in chiave di lettura multimediale e ha scelto Linkem, pioniere nel settore delle telecomunicazioni grazie alle caratteristiche esclusive della sua tecnologia, come partner ideale.

“Degustando” si svolgerà Sabato 4 e Domenica 5 Maggio coinvolgendo Monte Compatri a 360° e vedrà la partecipazione di selezionate aziende del mondo enogastronomico italiane ed estere, circoli gourmet e realtà istituzionali.

Grazie al partner Linkem e alla sua innovativa tecnologia, l’area stampa di “Degustando” sarà dotata di accesso gratuito ad internet ad alta velocità; verrà montato un padiglione che accoglierà giornalisti, food blogger e travel blogger, che in tempo reale seguiranno l’evento e lo posteranno su social network e mondo del web : immagini e commenti confluiranno in rete sui due profili Facebook della manifestazione (Enoroma ed Enoclub Siena) e su quello di Linkem, grazie al servizio di connettività Internet offerto da Linkem stesso.

CHI È LINKEM:

Linkem è una società di telecomunicazioni fondata nel 2001 che eroga servizi di connettività Internet grazie a una tecnologia senza fili ad alta velocità. Dispone di una rete interamente di sua proprietà grazie alla quale i clienti non hanno bisogno di attivare una linea telefonica fissa, possono navigare sempre senza limiti di tempo e di traffico. Con Linkem anche le famiglie in digital divide finalmente possono avere una connessione internet, perché Linkem arriva anche dove non sono disponibili gli altri operatori.
Linkem dispone di due offerte internet: una in abbonamento LINKEM NO LIMITS a partire da 12,90 euro al mese con modem incluso e l’altra prepagata LINKEM NO LIMITS RICARICABILE in promozione a 99 euro, anziché 199 euro, con quattro mesi di traffico internet senza limiti incluso nel prezzo. Per l’installazione del modem da esterno, effettuata solo da tecnici specializzati Linkem, è previsto un contributo di euro 50.
L’azienda conta più di 200 dipendenti distribuiti su tutta Italia ed operanti in tre sedi: Milano, Roma, Bari.

FONTE: Linkem

No Comments
Comunicati

SOS Casa Pronto Intervento: un nuovo sito web e numerosi servizi per la tua casa


Sono sempre di più coloro che scelgono di affidarsi a servizi di assistenza per risolvere i piccoli problemi domestici o per effettuare qualche lavoro di casa. Avere un servizio in grado di risponderti 24 ore 24 rappresenta infatti una sicurezza notevole, visto che talvolta trovare il fabbro, l’elettricista o l’idraulico di fiducia pronto ad intervenire subito è molto difficile. Ecco che allora anche la rete si popola di siti dedicati proprio a questo tipo di servizi. E’ proprio questo il cado di SOS Casa Pronto Intervento che recentemente ha inaugurato il nuovo sito web.  Specializzati nell’erogazione di servizi inerenti riparazione e lavori domestici, il team di SOS Casa Pronto Intervento presenta on-line i numerosi servizi che è in grado di fornire ai propri clienti.  Elettricisti, tapparellisti, fabbri, idraulici, tecnici per la riparazione di caldaie e condizionatori: lo staff di SOS Casa è altamente specializzato ed offre ai propri clienti un servizio rapido e di qualità. Basta una sola telefonata ed in pochi minuti, in base al problema segnalato,  un tecnico specializzato di zona è in grado di raggiungere la casa del cliente.  Se si è alla ricerca di maggiori informazioni sui servizi erogati, all’interno del nuovo sito web è possibile scoprire in pochi click tutti i dettagli.

No Comments
Comunicati

Manuale di giornalismo: come scegliere?


Come e dove scegliere un manuale di giornalismo? Questa è la panoramica tra manuali di giornalismo inglesi, italiani e la novità del manuale di giornalismo crossmediale (on e offline).

Se l’inglese non è un problema, la scelta migliore è tra i manuali per il mercato anglosassone: tanti titoli e aggiornati. Infatti, su Amazon inglese si può scegliere un buon manuale di giornalismo tra centinaia di titoli basic e altre centinaia su temi specialistici, mentre in lingua italiana si può scegliere tra pochissimi titoli.
La prova? Una query del tipo “guide journalism” su Amazon fornisce ben 3.400 titoli, mentre sull’italiana IBS la query “manuale di giornalismo” solo fornisce solo una quindicina di titoli.

Perché tanta differenza tra italiano e inglese? Perché un manuale di giornalismo in lingua inglese risponde ad una grande domanda e perché il giornalismo nel mondo anglosassone è una professione importante, direttamente collegata a valori importanti per tutti, come la democrazia, la libertà economica, la giustizia sociale.
Non è casuale che il tipico manuale di giornalismo in lingua inglese apre con un capitolo sull’etica e sulla deontologia. Invece, il tipico manuale di giornalismo italiano inizia da una introduzione storica al giornalismo, oppure si concentra su disquisizioni accademiche piuttosto che operative.

Ma quanto serve un manuale di giornalismo?

Il limite di tutti i manuali, anche i migliori inglesi, è nel fatto che la conoscenza teorica di una procedura o di una tecnica non si traduce in capacità operativa: tra sapere teorico e saper fare c’è una grande differenza.
Proprio per la differenza che c’è tra sapere teorico e sapere pratico, dopo la lettura di un manuale di giornalismo tutti continuano a scrivere più o meno come prima. Succede perché le abitudini di comunicazione verbale e gli schemi di scrittura acquisiti in anni di scuola, vincono sulla lettura di regole e di esempi di qualsiasi manuale di giornalismo.

L’evoluzione della specie: il manuale di giornalismo crossmediale

La scarsa efficacia del manuale tradizionale è risolvibile da tempo, ma stranamente solo ora è disponibile un manuale on e offline, ed è  il Manuale di giornalismo crossmediale (Claudio Torrella, FirstMaster, 2013).
Questo manuale ha la praticità del libro ma è collegato al sito di e-learning FirstMaster.com/fad, e questo consente esperienze operative e simulazioni (il famoso learning-by-doing) per superare i limiti dei manuali tradizionali.

Il manuale di giornalismo… made in Italy

Vista da vicino, tutta l’offerta manualistica in commercio (su Ibs o Bol), offre solo tre manuali di giornalismo di base: il Manuale di giornalismo di  Barbano (2012), e il Piccolo manuale del giornalismo, di Roidi (2009) e il Manuale di giornalismo crossmediale, già visto.

Ad un primo manuale di giornalismo di base può far seguito uno o più di questi altri manuali settoriali o specialistici, in commercio sulle librerie online:

  1. Manuale di giornalismo televisivo all news.
  2. Manuale di scrittura giornalistica.
  3. News. Manuale di linguaggio e di stile per l’informazione scritta e parlata.
  4. Ultime notizie sul giornalismo. Manuale di giornalismo internazionale.
  5. Scrivere e comunicare di animali. Manuale di giornalismo per curiosi e operatori del settore.
  6. Il reporter televisivo. Manuale pratico per un giornalismo credibile e di (buona) qualità.
  7. Giornalista. Manuale per la preparazione all’esame di idoneità alla professione di giornalista.
  8. Manuale di redazione.
  9. Fare un servizio televisivo. Manuale pratico di videogiornalismo.
  10. Verso il Digitale. Giornalismo tv. Manuale del cambiamento.
  11. Le regole dei giornalisti. Istruzioni per un mestiere pericoloso.
  12. È la stampa, bellezza! Manuale di sopravvivenza per chi scrive sui giornali e per chi li legge.
  13. L’ Italia dei giornali fotocopia.
  14. Manuale di giornalismo internazionale. Ultime notizie sul giornalismo.
  15. Notizie radioattive. Manuale di giornalismo radiofonico.

A. Ruggieri

No Comments
Comunicati

Champagne Jacquart celebra la Festa della Mamma.


Per festeggiare tutte le mamme italiane, nell’imminenza della loro giornata celebrativa annuale, lo Champagne Jacquart propone di brindare, a pranzo o a cena, con la sua splendida cuvée “Rosé”.

 

Espressione rosata del Brut Mosaïque, Jacquart Rosé nel suo assemblaggio poggia sulla medesima struttura. La raffinatezza dello Chardonnay (35% – 40% della cuvée) è completata dalla pienezza del Pinot Meunier (25% – 30%) e dalla struttura del Pinot Noir (30% – 35%). L’aggiunta del 15% – 18% di vino rosso ottenuto dal Pinot Noir, unita a un dosaggio molto leggero, ne fa un vino vero e proprio.

 

All’aspetto, le bollicine di Jacquart Rosé sono delicatamente soffuse di un colore intensamente salmonato. Al naso, gli aromi dei piccoli frutti di bosco (ribes, ciliegie, fragoline selvatiche) virano progressivamente e deliziosamente verso ricordi di prugna. La bocca è rinfrescante e ampia, e il finale è seducente, grazie allo schiudersi di note sorprendenti di pesca e di albicocca.

 

Presentato in una confezione prestigiosa, che sottolinea le note rosate della cuvée, lo Champagne Jacquart Rosé suggella in modo perfetto la ricorrenza della Festa della Mamma. A tavola, oltre che per il brindisi, è ideale accompagnamento di salmone, ostriche, piatti leggermente speziati, dessert a base di frutta.

 

Come tutti gli altri Champagne della Maison, Jacquart Rosé è distribuito in esclusiva per l’Italia dalla Fratelli Rinaldi Importatori di Bologna (tel. 051 4217811, fax 051 242328, e-mail [email protected], www.rinaldi.biz).

No Comments
Comunicati

Corso estivo di Sax con Jerry Bergonzi ad Orsara

X ORSARA JAZZ SUMMER CAMP (29 LUGLIO – 3 AGOSTO 2013)

SCONTI ENTRO IL 30 APRILE 2013!

DISPONIBILI PACCHETTI ALL INCLUSIVE (VITTO/ALLOGGIO)

Info & Iscrizioni su: www.orsaramusica.it

JERRY BERGONZI

Docente di Sax, Masterclass, Combo

Venire ad ORSARA JAZZ SUMMER CAMP dal 29 luglio al 3 agosto 2013: www.orsaramusica.it seguire le sue lezioni di strumento, la sua masterclass “Inside the improvisation”, lavorare con lui nei gruppi di musica d’insieme, suonare insieme a lui in jam.

Bergonzi è uno dei più grandi tenoristi al mondo, ricorda Joe Henderson, Wayne Shorter e John Coltrane. Insieme a Joe Lovano, George Garzone, e Dave Liebman, Bergonzi è uno dei protagonisti della scena jazzistica moderna. Il pluripremiato Bergonzi ha cominciato con Dave Brubeck registrando nove albEgli è l’autore di ” Inside Improvisation” tra i libri didattici più famosi al mondo.um dal 1973 al 1981. Jerry, oggi insegna presso il Conservatorio del New England of Music di Boston. Ha registrato con Blue Note, Red, Not Fat, Concord, Atlantic, Label Bleu, Enja, Columbia.

X ORSARA JAZZ SUMMER CAMP (29/7-3/8 2013):

ISCRIZIONI SU: www.orsaramusica.it

INFO ISCRIZIONE E DIDATTICA: [email protected]

SEGRETERIA ORGANIZZATIVA: 3284815505 (Lina)

No Comments
Comunicati

Le Quatuor: i giocolieri della musica al Teatro Verdi di Padova

Musikè porta a Padova per l’unica data italiana lo strepitoso quartetto d’archi francese, pioniere del teatro comico musicale

Il prossimo ospite di Musikèunica data italiana – sarà l’ensemble francese Le Quatuor, strepitoso quartetto d’archi, pioniere del teatro comico musicale, premiato con numerosi riconoscimenti internazionali (tra cui il Premio Molière nel 1994 e nel 2003, il Premio Molière et Victoire de la Musique nel 1998). Appuntamento martedì 21 maggio al Teatro Verdi di Padova alle ore 21.00.

Sarà l’unico spettacolo a pagamento della rassegna: il ricavato verrà interamente devoluto in beneficenza all’O.A.S.I. – Opera e Assistenza Scarcerati Italiani dei Padri Mercedari di Padova. Prevendita dal pomeriggio di lunedì 22 aprile presso la biglietteria del Teatro Verdi oppure on line sul sito di Musikè (www.rassegnamusike.it)

Due violini, una viola e un violoncello: un quartetto d’archi d’impostazione classica che gioca con la musica. Le Quatuor è da oltre vent’anni un punto di riferimento in materia di humour musicale, capace di trasformare la compita esibizione di un quartetto in un esilarante pastiche che mescola classica, blues, soul, gospel, canti folklorici, lirica, rap. Jean-Claude Camors e Laurent Vercambre (violino), Pierre Ganem (viola) e Jean-Yves Lacombe (violoncello) sono virtuosi del loro strumento e giocolieri della musica, acrobati, ballerini, cantanti lirici, mimi, in grado di eseguire le pagine più celebri (e anche le più serie) con effetti di sorprendente comicità.

In questa nuova creazione sono sempre di rigore il frac e il quartetto d’archi, sia per riprodurre l’immagine della più esigente formazione di musica da camera, sia per continuare a servirsi della ricchezza inesauribile degli strumenti musicali. Dreamstrings, ancora una volta creato e messo in scena con la regia di Alain Sachs, non è una semplice sequenza di numeri musicali e umoristici: la musica, lo humour, i gesti e la poesia si mescolano intimamente, e la risata fanciullesca si unisce alla metafora più profonda, suscitando sorpresa e commozione.

Musikèprosegue lunedì 27 maggio al Multisala MPX di Padova con Muri. Prima e dopo Basaglia, interpretato da Giulia Lazzarini su testo e regia di Renato Sarti. Lo spettacolo, vincitore del Premio Anima 2012, è il toccante monologo di un’infermiera entrata a lavorare nel manicomio di Trieste prima della legge Basaglia. Una persona semplice che prende coscienza del significato e del valore umano, prima ancora che scientifico, della rivoluzione introdotta da quel medico atipico. Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria.

Musikè 2013 è promosso e organizzato da
Fondazione Cassa di Risparmio Padova e Rovigo
www.rassegnamusike.it – [email protected]
www.facebook.com/rassegnamusike
tel.  345.7154654

No Comments
Comunicati

Il mito di Didone ed Enea tra giochi di luce e ombra

Musikè inaugura gli appuntamenti rodigini con “Dido and Aeneas”, l’opera più celebre del grande compositore inglese Henry Purcell

Musikè, rassegna di spettacoli promossa e organizzata dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, inaugura gli appuntamenti rodigini martedì 30 aprile alle ore 21.00 al Teatro Sociale di Rovigo con Dido and Aeneas. A far rivivere sul palcoscenico l’opera più celebre del grande compositore inglese Henry Purcell, tra giochi di ombre e luci colorate, sarà la compagnia teatrale Controluce Teatro d’Ombre con l’Orchestra “Academia Montis Regalis” diretta da Claudio Chiavazza e il Coro Maghini diretto da Elena Camoletto. Le voci principali saranno quelle di Francesca Lombardi Mazzulli (Didone), Mauro Borgioni (Enea) ed Elena Biscuola (Maga). Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria.

Rappresentata per la prima volta nel 1689 in un pensionato femminile di Londra, Dido and Aeneas è l’opera più celebre del grande compositore inglese Henry Purcell. Divisa in tre atti, su libretto di Nahum Tate, narra del soggiorno di Enea a Cartagine, ospite della regina Didone. Fra i due scoppierà un amore sventurato che si concluderà con la partenza dell’eroe, destinato a fondare Roma, e con il suicidio di Didone. La partitura è caratterizzata da un’estrema varietà di momenti espressivi, che spaziano dalle danze festose del primo atto al lamento finale di Didone, una delle pagine più intense e commoventi del repertorio vocale di tutti i tempi.

La pittura, la letteratura e la musica hanno raccontato innumerevoli volte la storia di Didone ed Enea: una storia d’amore e d’abbandono.  Nella versione di Purcell il mito cantato da Virgilio nel quarto libro dell’Eneidesi stempera nella fiaba; streghe, apparizioni magiche e un’atmosfera quasi onirica concorrono a creare una squisita opera da camera, trionfo della poetica barocca della “meraviglia”.

Il melodramma è un modo di raccontare storie che ci appartengono e ci accompagnano, perché sono alla radice della nostra cultura. La compagnia Controluce mette in scena Dido and Aeneascon luci colorate, ombre di silhouettes e ombre umane: una tecnica che unisce la pittura astratta e le tecniche del teatro d’ombreorientale creando una forma teatrale basata sull’interazione fra musica, immagine e movimento. Dall’immagine iniziale della barca di Enea che attraversa la scena fino alle vele-schermi, luogo ideale e simbolico dello svolgersi della storia, la vicenda di Didone ed Enea si trasforma in un grande mosaico della memoria del principe troiano, che si allontana per sempre da Cartagine per andare incontro al suo destino di eroe.

Controluce Teatro d’Ombre è nata nel 1994 dall’incontro a Torino tra il pittore spagnolo Jenaro Meléndrez Chas e imusicisti Cora De Maria e Alberto Jona, accomunati dalla passione per il teatro.Dal 2007 Rosa Mogliasso, scrittrice, collabora stabilmente con la compagnia.Controluce ha partecipato a festival, rassegne e manifestazioni teatrali e musicali inEuropa, Sud America, Asia e Nord Africa. La compagnia ha collaborato, tra gli altri, con  Alessandro Baricco, Mario Brunello, Paolo Poli, la Compagnia Shizuku di danza Butohdi Tokyo, il Quartetto d’Archi di Torino, il Quartetto Terpsychordes di Ginevra,l’Orchestra d’Archi Italiana, il Teatro Regio di Torino e il Museo Nazionale del Cinema.

I posti a sedere prenotati saranno garantiti fino a un quarto d’ora prima dell’inizio dello spettacolo. Raccomandiamo pertanto la puntualità.

Musikè 2013 è promosso e organizzato da
Fondazione Cassa di Risparmio Padova e Rovigo
www.rassegnamusike.it – [email protected]
www.facebook.com/rassegnamusike
tel.  345.7154654

No Comments
Comunicati

Festival Pianistico Internazionale di Cassano Valcuvia

Festival Pianistico Internazionale di Cassano Valcuvia
IV edizione – 12-15 luglio 2013

Per chi ama la grande musica e l’incantevole natura delle valli del Verbano, a due passi dal Lago Maggiore, torna la quarta edizione del Festival Pianistico Internazionale di Cassano Valcuvia con quattro appuntamenti da venerdì 12 a lunedì 15 luglio 2013, tutti alle ore 21.00. La prestigiosa rassegna, punta di diamante della programmazione del festival Musica e letteratura tra gli affreschi, organizzata dall’Associazione Momenti Musicali, ha fatto parte, fin dalla sua prima edizione, del circuito tansfrontaliero Interreg cofinanziato dall’Unione Europea e sarà ospitata nell’elegante Teatro Municipale di Cassano Valcuvia, un gioiello del liberty in provincia di Varese, dove un magnifico pianoforte grancoda Fazioli farà da sfondo agraditi ritorni di nomi noti e apprezzati dal pubblico.

Grazie al supporto tecnico della Fazioli, al contributo del Comune di Cassano Valcuvia, della Comunità Montana Valli del Verbano, di Sheva Collection, della Fondazione Comunitaria del Varesotto, di numerosi sponsor privati localie al patrocinio dell’Agenzia del Turismo di Varese, è stato prodotto il video “Festival pianistico internazionale” – proiettato in anteprima giovedì 18 aprile presso il Punto Fazioli di Milano in occasione della conferenza stampa di presentazione del Festival – che sintetizza, in poco meno di due ore, tramite riprese dal vivo dei concerti e interviste a musicisti e appassionati, la cornice nella quale il festival si svolge.

«Quest’anno il festival sarà incentrato principalmente sulle figure dei due grandi compositori Verdi e Wagner in occasione del loro bicentenario – spiega il pianista Adalberto Maria Riva, direttore artistico e fondatore del festival – Dopo il positivo test dello scorso anno sulle trascrizioni, che sono l’oggetto del video di presentazione, ripeteremo l’esperimento proponendo numerosi arrangiamenti pianistici ispirati alle opere dei due grandi operisti, senza dimenticare il grande repertorio e inserendo allo stesso tempo qualche piccola curiosità »

Ad inaugurare la rassegna venerdì 12 luglio sarà Maurizio Baglini, pianista tra i più interessanti della scena internazionale, vincitore a 24 anni del “World Music Piano Master” di Montecarlo e oggi tra gli interpreti di riferimento del repertorio romantico, che proporrà alcune trascrizioni di Liszt di celebri opere di Verdi e Wagner, accanto al Carnaval op. 9 di  Schumann e alcune Sonate di Scarlatti.

Nel concerto di sabato 13 luglio che lo vedrà impegnato in veste di solista, Adalberto Maria Riva proporrà un inedito percorso ispirato alle influenze vocali nella musica pianistica. Il programma, dall’intrigante titolo Quando il cantante è il pianista, affianca infatti Temi con variazioni di Schubert, Notturni di Chopin, Romanze senza parole di Fanny e Felix Mendelssohn, trascrizioni da Lieder e opere antiche, canto popolare spagnolo, e naturalmente Verdi e Wagner.

Ancora un omaggio a Wagner domenica 14 luglio nell’appuntamento con Giuseppe Bruno, raffinato musicista e strumentista oltre che Direttore del Conservatorio di La Spezia, che si esibirà in una serie di trascrizioni per pianoforte del celebre compositore tedesco, appena apparse nel catalogo di Sheva collection. Da Liszt, Maio, Busoni, Tausig fino a due incursioni nel contemporaneo con la Parsifal Phantasie di Andrea Nicolini e Illustrations de Lohengrin di Louis Cramer.

Chiude la rassegna lunedì 15 luglio la doppia proposta dell’americana Terry Eder che dividerà la serata con Adalberto Maria Riva con un programma tutto da scoprire che vedrà rispettivamente l’esecuzione delle migliori composizioni americane dell’Ottocento, pressoché sconosciute in Europa, e alcuni brani di Dohnany, precedute nella prima parte dal contemporaneo italiano, anch’esso non notissimo al grande pubblico, con la giovane Rosalba Quindici, una novità per il festival, la cui Suite op. 1 sarà affiancata da altre composizioni del Novecento italiano.

Per informazioni
Associazione Culturale Momenti Musicali
Tel. +39 333 4770821
E-mail: [email protected]
web: www.momentimusicali.net

No Comments
Comunicati

“Mozart e la Spagna”: ritornano le Settimane Musicali al Teatro Olimpico Vicenza

Da venerdì 31 maggio a domenica 23 giugno 2013, sedici eventi all’insegna di un grande capolavoro: Le Nozze di Figaro di Mozart

Dopo “Ambasciatori di note”, progetto artistico pluriennale, che ha toccato alcune delle più importanti capitali europee della musica del Settecento, le Settimane Musicali al Teatro Olimpico di Vicenza ritornano con MOZART E LA SPAGNA: nuova proposta incentrata sull’allestimento di uno dei capolavori assoluti del teatro di tutti i tempi, ambientato nella città spagnola di Siviglia: LE NOZZE DI FIGARO di Wolfgang Amadé Mozart, su libretto di Lorenzo Da Ponte. Il Festival, giunto quest’anno alla XXII edizione, prevede un ricco calendario di eventi: sedici in tutto, tra concerti di musica da camera, serate d’opera, incontri con compositori e progetti speciali, da venerdì 31 maggio a domenica 23 giugno 2013. La direzione artistica delle Settimane Musicali è affidata al fondatore del Festival, il direttore d’orchestra Giovanni Battista Rigon.

Appuntamento cardine del Festival, l’opera del celebre salisburghese andrà in scena venerdì 7 giugno 2013,ore 20.00, presso il Teatro Olimpico di Vicenza. La versione proposta, prima ripresa in tempi moderni, sarà quella rappresentata a Napoli nel 1814, con tutti i recitativi accompagnati. Il coro I Polifonici Vicentini, istruito da Pierluigi Comparin e l’Orchestra di Padova e del Veneto saranno guidati dal maestro concertatore e direttore Giovanni Battista Rigon. Il prestigioso cast che sarà protagonista al Teatro Olimpico sarà formato da eccellenti voci. Il baritono napoletano Filippo Morace interpreterà il ruolo di Figaro; il giovane soprano vicentino Giulia Bolcato sarà Susanna; il baritono Gabriele Sagona e il soprano Giacinta Nicotra interpreteranno rispettivamente il Conte e la Contessa di Almaviva; al basso Domenico Colaianni saranno affidati i ruoli di Don Bartolo e Antonio; Candida Guida vestirà i panni di Marcellina, Laura Polverelli quelli di Cherubino, paggio del Conte, e Minni Diodati interpreteràBarbarina. La regia sarà affidata a Primo Antonio Petris, i costumi saranno curati da Marco Nateri. L’opera, realizzata in collaborazione con il Conservatorio di musica San Pietro a Majella di Napoli, sarà riproposta, sempre presso il Teatro Olimpico di Vicenza, domenica 9,ore 18.00, martedì 11 e giovedì 13 giugno, ore 20.00.

In calendario anche sei CONCERTI. Ad inaugurare la rassegna (venerdì 31 maggio) sarà un trio formato da interpreti di assoluto prestigio: la violinista italo-armena Sonig Tchakerian, vincitrice di numerosi premi tra cui il “Paganini” di Genova, docente all’Accademia di Santa Cecilia in Roma e responsabile artistica di questa sezione del Festival; Mario Brunello, violoncellista tra i più affermati a livello internazionale e Andrea Lucchesini, pianista italiano di grande fama, direttore della Scuola di Fiesole. Il concerto, intitolato “Figaro a spasso per l’Europa” propone musiche di Ravel, Beethoven, Castelnuovo-Tedesco e Cassadò. Altro grande protagonista del Festival sarà Giovanni Sollima. Il violoncellista e compositore di fama internazionale si esibirà (domenica 2 giugno) assieme ad un ensemble di violoncelli, in un concerto intitolato “Gesualdo: Tenebrae, il principe dei musici”, dedicato a Carlo Gesualdo da Venosa, in occasione dei quattrocento anni dalla morte. Venerdì 14 giugno sarà la volta di “Mozart e la Follia”: evento affidato ad un trio che unisce tradizioni musicali differenti, formato da Sonig Tchakerian, dal sassofonista Pietro Tonolo e dal pianista Paolo Birro. Due appuntamenti saranno dedicati a “Raccontare Bach”: progetto pluriennale, avviato nel 2012, che prevede la presentazione e l’esecuzione integrale delle 12 composizioni – Sonate, Partite, Suites – che il musicista tedesco dedicò al violino e violoncello solo. L’esecuzione di alcuni di questi capolavori sarà affidata al violoncellista Mario Brunello (martedì 18 giugno) e alla violinista Sonig Tchakerian (venerdì 21 giugno). La rassegna di concerti si chiuderà, (domenica 23 giugno) con “Vivaldi: Le quattro stagioni più…le mezze stagioni”: appuntamento dedicato alla lettura e al commento in musica dei quattro capolavori strumentali, che vedrà impegnati Sonig Tchakerian e Pietro Tonolo, accompagnati da “I solisti dell’Olimpico”.

Tutti i concerti saranno ospitati all’interno della splendida cornice del Teatro Olimpico di Vicenza e avranno inizio alle ore 21.00. Alcuni appuntamenti saranno preceduti da Conversazioni, che si terranno presso l’Odeo del Teatro Olimpico, ore 19.00, e che permetteranno di approfondire la conoscenza delle musiche proposte.

Come di consueto, alcuni eventi saranno dedicati al PROGETTO GIOVANI, spazio riservato ai talenti, vincitori di importanti concorsi. Il primo appuntamento (sabato 8 giugno) vedrà protagonista Giulia Rossini, vincitrice del “Premio Venezia” 2012. Sabato 15 giugno sarà la volta del Vincitore della borsa di studio “Settimane Musicali al Teatro Olimpico” classe di pianoforte 2013, presso l’Accademia di Santa Cecilia. L’ultimo concerto (sabato 22 giugno) vedrà la partecipazione del pianista vincitore del “Premio Brunelli” 2013, premio istituito nel 2011 dalle Settimane Musicali e dalla Famiglia Brunelli. Tutti gli eventi del Progetto Giovani si terranno alle ore 17.00, presso le Gallerie d’Italia di Palazzo Leoni Montanari, Vicenza.

Il Festival di quest’anno si arricchirà di una nuova iniziativa intitolata INCONTRO CON I COMPOSITORI. Due gli appuntamenti in calendario: il primo (martedì 4 giugno) sarà un omaggio ai 65 anni di Claudio Ambrosini; il secondo (mercoledì 19 giugno) vedrà la presenza del compositore vicentino Diego Dall’Osto. Entrambi gli eventi si terranno presso Palazzo Baggio Giustiniani, Contrà S. Francesco 4, ore 21.00.

Un’altra assoluta novità di quest’anno sarà l’evento che avrà luogo lunedì 17 giugno, ore 21.00, al Teatro Olimpico, intitolato “La musica riprodotta: l’arte del ben riprodurre”: una serata di ascolti, introdotti e commentati da Lorenzo Zen, nella quale si potrà incominciare a prendere confidenza con il mondo della musica riprodotta, elevando a dignità di concerto la musica registrata e riproposta. L’appuntamento è realizzato in collaborazione con alcune tra le maggiori riviste del settore audiofilo internazionale.

Le Settimane Musicali al Teatro Olimpico fanno parte del grande circuito europeo di festival associati all’EFA, European Festival Association, tra cui BBC Proms, Lucerne Festival, Berliner Festspiele, Zurcher Festspiele, Prague Spring Festival e – in Italia – ROF di Pesaro, Ravenna Festival, Merano e Stresa Festival, MiTo Settembre Musica.

Per Informazioni
Segreteria Settimane Musicali 0444302425 -3474925005
[email protected] – www.olimpico.vicenza.it
Biglietteria Teatro Comunale tel. 0444.324442
[email protected] – www.tcvi.it

No Comments
Comunicati

TOURIST INFORMATION BROKERAGE


“All that need to know Calabria-Sicily and Milan, Italy. Information Brokerage about travel, real estate, rental e leasing properties.Seller and Broker calabria&sicily’s tipical food, crafts, essence and more”

Calabria Boutique Emporio da 20anni ormai si occupa della distribuzione e del marketing in italia ed europa di selezionatissimi prodotti made in Calabria e Sicilia.Da qualche anno la Boutique dedica parte dell sua imprenditorialita’ ed esperienza maturata con decenni di permanenza sul posto alla commercializzazione di informazioni essenziali e difficlmente reperibili diversamente per privati e aziende italiane ma anche e soprattutto straniere che vogliono affacciarsi alla scoperta della calabria della sicilia e della capitale commerciale d’ Italia Milano. Da un anno rivolti con particolare attenzione ai nuovi mercati BRICS nasce la consapevolezza dell’ importanza di essere presenti a pieno sul web. Si inizia quindi questa sfida con entusiasmo e dedicando tempo e fatiche alla gestione delle risorse informatiche. Ecco quindi il website, la pagina facebook e twitter.

No Comments
Comunicati

Il boom di dati rende necessari report dettagliati / Il sistema di reportistica targato ANDTEK analizza i dati presenti nella rete di comunicazione


Monaco di Baviera/Hallbergmoos, 26 aprile 2013 – La quantità di dati elaborati dalle imprese tedesche è in continuo aumento, un aumento che nel prossimo anno e mezzo dovrebbe attestarsi come minimo sul 40%. Gli esperti prevedono che il boom di dati avrà effetti considerevoli sulle reti informatiche aziendali, con conseguenze per i sistemi di analisi e di reportistica – in aggiunta a tutto ciò che riguarda sicurezza, memorie e infrastrutture di rete. ANDTEK GmbH, specialista in comunicazione unificata, mette a disposizione “AND Phone Reporting”, uno strumento per creare report in maniera facile e veloce all’interno della rete di comunicazione.

 

 

Il continuo boom di dati impone di intervenire drasticamente sui sistemi di analisi e di reportistica. Infatti, se si vuole che l’elaborazione e l’analisi di database di maggiori dimensioni portino effettivi benefici a un’azienda, è necessario renderle sistematiche e il più possibile accurate. È questa la conclusione cui è giunto uno studio rappresentativo dell’Experton Group. In questo studio, condotto in Germania, sono stati raccolti i pareri di 100 quadri di aziende operanti in diversi settori e con più di 500 dipendenti. Secondo lo studio in questione, un’azienda su due ritiene, tra le altre cose, che comunicazione unificata e comunicazione IP abbiano contribuito in maniera centrale alla crescita della mole di dati a livello globale – con tutto ciò che d’importante ne consegue per quanto riguarda i sistemi di reportistica.

 

Creare report in maniera facile e veloce

 

Prodotto dall’ANDTEK, con sede a Monaco di Baviera e specialista in comunicazione unificata, “AND Phone Reporting” è un software in grado di analizzare i dati in maniera autonoma e professionale, con utente basato su reti di comunicazione Cisco. Essendo integrato con Crystal Reports, uno degli strumenti più diffusi per la creazione di report, le possibilità di analisi offerte dal software raggiungono livelli impensabili. Ad esempio, si ha a disposizione una panoramica che illustra i dettagli della comunicazione (chi ha telefonato, quando, verso chi, per quanto tempo, quali sono stati i tempi di attesa, ecc.).

 

Cosa si aspettano le aziende dai report

 

Secondo lo studio condotto dall’Experton Group, le aziende si aspettano di poter ottenere informazioni più dettagliate sul comportamento dei propri clienti in merito a consumi e scambi d’informazioni. Si aspettano inoltre di poter fare valutazioni più accurate su fette di mercato potenzialmente appetibili, modulando di conseguenza in maniera ottimale le campagne di marketing e vendita, e abbattendo i costi grazie a logistiche ottimizzate.

 

Diverse modalità di visualizzazione dati

 

“AND Phone Reporting” soddisfa tutte queste esigenze. I risultati delle analisi possono essere visualizzati integralmente nella modalità che si preferisce (grafici, insiemi, ecc.). I modelli preesistenti già inclusi nel software, assieme alle numerosissime funzioni, permettono di elaborare in pochi minuti un report dettagliato, che riassumerà i risultati delle analisi conformemente ai criteri richiesti. I report creati con “AND Phone Reporting” vengono salvati automaticamente in formato PDF, al fine di semplificare il più possibile la riproduzione dei file.

 

Diverse fonti di dati per report individuali

 

“AND Phone Reporting” supporta diverse fonti di dati, tra cui i CDR (Call Detail Records) del Cisco Unified Communications Manager e il database del server per AND Phone Application. Grazie a queste connessioni pre-configurate, l’utente sarà in grado di creare analisi mensili, settimanali o giornaliere, le quali sono comunque generabili automaticamente a intervalli determinati.

 

 

Testo e immagine si possono scaricare da http://www.fuchs-pressedienst.de, dove è anche possibile abbonarsi ai feed RSS per ricevere ulteriori informazioni su questo tema. fp0413i05

 

 

ANDTEK GmbH, fondata nel 2000, è un’azienda specializzata in applicazioni per le comunicazioni unificate e in servizi a valore aggiunto intelligenti e fatti su misura per il cliente. Le soluzioni sviluppate e implementate da ANDTEK assistono le imprese in una vasta gamma di settori per il miglioramento dei processi di comunicazione e offrono innovative possibilità di impiego della telefonia IP come, ad esempio, per la registrazione vocale, per il servizio militare o per applicazioni di sicurezza. Le soluzioni per le comunicazioni ANDTEK, basate su tecnologia IP, sono destinate tra l’altro a imprese finanziarie, servizi pubblici, assistenza sanitaria, commercio, industria e giustizia.

 

Per ulteriori informazioni:

 

ANDTEK GmbH

Roland Russwurm

Am Söldnermoos 17

85399 Hallbergmoos

Tel.: (08 11) 95 94 96 0

Fax: (08 11) 95 94 676

[email protected]

www.andtek.com

 

 

Contatto stampa:

 

Fuchs Pressedienst und Partner, Journalisten PartG

Franz Xaver Fuchs

Narzissenstr. 3 b

86343 Koenigsbrunn

Tél.: (0 82 31) 609 35 36

Fax: (0 82 31) 609 35 37

[email protected]

www.fuchs-pressedienst.de

No Comments
Comunicati

Il boom di dati rende necessari report dettagliati / Il sistema di reportistica targato ANDTEK analizza i dati presenti nella rete di comunicazione


Monaco di Baviera/Hallbergmoos, 26 aprile 2013 – La quantità di dati elaborati dalle imprese tedesche è in continuo aumento, un aumento che nel prossimo anno e mezzo dovrebbe attestarsi come minimo sul 40%. Gli esperti prevedono che il boom di dati avrà effetti considerevoli sulle reti informatiche aziendali, con conseguenze per i sistemi di analisi e di reportistica – in aggiunta a tutto ciò che riguarda sicurezza, memorie e infrastrutture di rete. ANDTEK GmbH, specialista in comunicazione unificata, mette a disposizione “AND Phone Reporting”, uno strumento per creare report in maniera facile e veloce all’interno della rete di comunicazione.

Il continuo boom di dati impone di intervenire drasticamente sui sistemi di analisi e di reportistica. Infatti, se si vuole che l’elaborazione e l’analisi di database di maggiori dimensioni portino effettivi benefici a un’azienda, è necessario renderle sistematiche e il più possibile accurate. È questa la conclusione cui è giunto uno studio rappresentativo dell’Experton Group. In questo studio, condotto in Germania, sono stati raccolti i pareri di 100 quadri di aziende operanti in diversi settori e con più di 500 dipendenti. Secondo lo studio in questione, un’azienda su due ritiene, tra le altre cose, che comunicazione unificata e comunicazione IP abbiano contribuito in maniera centrale alla crescita della mole di dati a livello globale – con tutto ciò che d’importante ne consegue per quanto riguarda i sistemi di reportistica.

Creare report in maniera facile e veloce

Prodotto dall’ANDTEK, con sede a Monaco di Baviera e specialista in comunicazione unificata, “AND Phone Reporting” è un software in grado di analizzare i dati in maniera autonoma e professionale, con utente basato su reti di comunicazione Cisco. Essendo integrato con Crystal Reports, uno degli strumenti più diffusi per la creazione di report, le possibilità di analisi offerte dal software raggiungono livelli impensabili. Ad esempio, si ha a disposizione una panoramica che illustra i dettagli della comunicazione (chi ha telefonato, quando, verso chi, per quanto tempo, quali sono stati i tempi di attesa, ecc.).

Cosa si aspettano le aziende dai report

Secondo lo studio condotto dall’Experton Group, le aziende si aspettano di poter ottenere informazioni più dettagliate sul comportamento dei propri clienti in merito a consumi e scambi d’informazioni. Si aspettano inoltre di poter fare valutazioni più accurate su fette di mercato potenzialmente appetibili, modulando di conseguenza in maniera ottimale le campagne di marketing e vendita, e abbattendo i costi grazie a logistiche ottimizzate.

Diverse modalità di visualizzazione dati

“AND Phone Reporting” soddisfa tutte queste esigenze. I risultati delle analisi possono essere visualizzati integralmente nella modalità che si preferisce (grafici, insiemi, ecc.). I modelli preesistenti già inclusi nel software, assieme alle numerosissime funzioni, permettono di elaborare in pochi minuti un report dettagliato, che riassumerà i risultati delle analisi conformemente ai criteri richiesti. I report creati con “AND Phone Reporting” vengono salvati automaticamente in formato PDF, al fine di semplificare il più possibile la riproduzione dei file.

Diverse fonti di dati per report individuali

“AND Phone Reporting” supporta diverse fonti di dati, tra cui i CDR (Call Detail Records) del Cisco Unified Communications Manager e il database del server per AND Phone Application. Grazie a queste connessioni pre-configurate, l’utente sarà in grado di creare analisi mensili, settimanali o giornaliere, le quali sono comunque generabili automaticamente a intervalli determinati.

Testo e immagine si possono scaricare da http://www.fuchs-pressedienst.de, dove è anche possibile abbonarsi ai feed RSS per ricevere ulteriori informazioni su questo tema. fp0413i04

ANDTEK GmbH, fondata nel 2000, è un’azienda specializzata in applicazioni per le comunicazioni unificate e in servizi a valore aggiunto intelligenti e fatti su misura per il cliente. Le soluzioni sviluppate e implementate da ANDTEK assistono le imprese in una vasta gamma di settori per il miglioramento dei processi di comunicazione e offrono innovative possibilità di impiego della telefonia IP come, ad esempio, per la registrazione vocale, per il servizio militare o per applicazioni di sicurezza. Le soluzioni per le comunicazioni ANDTEK, basate su tecnologia IP, sono destinate tra l’altro a imprese finanziarie, servizi pubblici, assistenza sanitaria, commercio, industria e giustizia.

Per ulteriori informazioni:

ANDTEK GmbH
Roland Russwurm
Am Söldnermoos 17
85399 Hallbergmoos
Tel.: (08 11) 95 94 96 0
Fax: (08 11) 95 94 676
[email protected]
www.andtek.com

Contatto stampa:

Fuchs Pressedienst und Partner, Journalisten PartG
Franz Xaver Fuchs
Narzissenstr. 3 b
86343 Koenigsbrunn
Tél.: (0 82 31) 609 35 36
Fax: (0 82 31) 609 35 37
[email protected]
www.fuchs-pressedienst.de

No Comments