Archives

Comunicati

I materassi in poliuretano si confermano i più sicuri per il sonno in tenera età. I neonati vi trascorrono fino a 16 ore al giorno: corretto sostegno della colonna vertebrale,…


Lo provano due importanti certificazioni, la Oeko-Tex® standard 100 e la CertiPUR® che garantiscono le caratteristiche uniche anche in termini di sicurezza, salute e sostenibilità ambientale.

Sostegno della colonna vertebrale che non deve essere compressa, traspirabilità del materasso antisoffoco per eccellenza, flessibilità degli strati per prevenire la sindrome della testa piatta e adattarsi perfettamente a tutte le posizioni, materiale antiallergico e anti-acaro per evitare di irritare il sistema respiratorio e provocare degli attacchi di tosse, che potrebbero costringere il bambino a svegliarsi. I materassi in poliuretano si confermano i più sicuri fin dalla tenera età, le certificazioni Oeko-Tex® standard 100 e CertiPUR®, che garantiscono le caratteristiche uniche anche in termini di sicurezza, salute e sostenibilità ambientale, assicurano che il prodotto è atossico e anallergico e può essere utilizzato, a pelle, anche per bambini sotto i 3 anni di età.

Recenti studi della Società Italiana di Pediatria evidenziano che nel mondo industrializzato il 25% dei bambini al di sotto dei 5 anni soffra di disturbi del sonno. Le cause principali? I ritmi frenetici, l’aumento delle luci artificiali e anche l’utilizzo sempre più precoce degli strumenti elettronici. Il buon riposo di un bambino dipende da diversi fattori dall’alimentazione agli stili di vita, ma fondamentale risulta anche la qualità del materasso, in particolare negli anni della crescita. Sappiamo che i neonati dormono in media 16 ore al giorno, mentre i bambini dai 3 ai 5 anni circa 11-13 ore, un materasso dalla giusta consistenza rappresenta un valido supporto per conciliare un riposo notturno regolare e continuo fin dai primi giorni di vita.

Un materasso per bambini deve adattarsi al peso e alla forma del corpo, in costante mutamento durante la fase di crescita, dando un sostegno alla colonna vertebrale, che è ancora in fase di sviluppo e non deve essere compressa. Il giusto spessore dovrebbe essere compreso tra i 10 e i 13 cm. Inoltre, il materasso deve avere un rivestimento sfoderabile e lavabile, in quanto i batteri che potrebbero formarsi sarebbero pericolosi soprattutto per un neonato.

“È importante creare un ambiente favorevole con la giusta temperatura, sufficiente oscurità e silenzio così da aiutare il piccolo a rilassarsi e a dormire meglio –  ha commentato Sara Sainaghi, Piscologa e Psicoterapeuta – Un letto confortevole rientra tra le importanti scelte per una corretta igiene del sonno, che risulta essere indispensabile per il benessere dei bambini, inoltre bisogna cercare di mantenere durante il corso del sonno e nella fase di risveglio le stesse condizioni che il piccolo ha vissuto prima di addormentarsi”.

Anche i cuscini anti soffoco per neonati in poliuretano favoriscono la posizione supina e garantiscono un comfort davvero eccellente. La schiuma poliuretanica offre alla testa del bambino un sostegno ottimale, permettendo di avere una posizione che favorisce la corretta respirazione. I guanciali sono confortevoli, ma non morbidi in modo eccessivo, per evitare che possano finire nella bocca del bambino. I cuscini antisoffoco hanno una struttura a celle aperte che permette la massima circolazione possibile dell’aria. Così anche se il bambino, che tende a muoversi molto e a girarsi durante il riposo, dovesse restare con la bocca e il naso schiacciati sopra al cuscino, riuscirebbe a respirare comunque alla perfezione.

I modelli di cuscino anti soffoco in poliuretano sono la scelta ideale anche nel caso di bambini che soffrono di reflusso gastroesofageo. Questo è un problema davvero molto diffuso che comporta una cattiva digestione, nausea, dolore alla pancia e anche vomito. Purtroppo un conato di vomito, anche se molto piccolo, potrebbe restare intrappolato nelle vie aeree del bambino, facendolo soffocare.

“Fin dalla tenera età è importante dormire su un materasso che oltre a garantire un buon riposo, rispetti alti livelli di sicurezza e di ecosostenibilità – dichiara Marco Pelucchi, presidente di AIPEF, l’Associazione delle Aziende Italiane di Poliuretano Espanso Flessibile – Il poliuretano, si adatta perfettamente al corpo e alle sue posizioni, è leggero e molto pratico quando si devono cambiare le lenzuola, è un materiale sicuro al 100%, antibatterico e antiacaro.

No Comments
Comunicati Eventi News Volontariato e società

Riprenderanno a febbraio le lezioni di canto gratuite per bambini a Villa Lanza


Lo scopo dell’iniziativa è di far emergere l’abilità del canto nei più piccoli e di avvicinare al canto i più grandicelli.

Dopo il successo dei mesi scorsi, riprende martedì 4 febbraio la serie di lezioni gratuite per bambini: Cantare in Villa.

La serie di lezioni, che hanno avuto inizio ad ottobre 2019 si sono concluse a Dicembre, riprenderanno dal 4 febbraio per i bimbi fino ai 7 anni e il 5 febbraio per i bimbi dagli 8 anni in su.

L’iniziativa ospitata a villa Francesconi Lanza, sede della Chiesa di Scientology è prevista ogni martedì dalle 16.30 alle 17.15 per i più piccini. Mentre per i ragazzi dagli 8 anni in su il mercoledì dalle 17.15 alle 18.00.

Apprendere giocando è il motto della maestra, che con giochi, note, melodie e tanta leggerezza insegna a cantare e ad amare la musica. I bimbi più grandi invece hanno imparato a cantare dei brani adatti alla propria voce e potenzialità, ma entrambi i gruppi sono stati veramente felici di partecipare.

L’iniziativa, realizzata dai volontari Artisti per i diritti umani, vede impegnata l’insegnante professionista, che a suon di musica al piano forte segue i bimbi, dando loro la possibilità di cimentarsi nel canto, una delle tante libertà di espressione che può essere coltivata sin dalla più giovane età e che rispecchia a pieno il Diritto Umano N. 19 della Dichiarazione Universale dei diritti umani.

Ed ecco un semplice contributo per far si che “I diritti umani diventino una realtà, non un sogno idealistico” come si augurava l’umanitario L. Ron Hubbard.

Chiunque può partecipare, o informarsi in merito alle modalità delle lezioni.

Le lezioni si terranno tutti i martedì dal 4 febbraio 2020 dalle 16.30 alle 17.15 per i bimbi fino ai 7 anni, dalle 17.15 fino alle 18.00 dagli 8 anni in su.

Per info: 393 3332499 Tiziana Bonazza

No Comments
Etica e Società

Incontro educativo per i più piccoli all’insegna dell’ecosostenibilità

Rispetto per l’ambiente e per gli animali alla Chiesa di Scientology d Padova.

 

L. Ron Hubbard nella guida la buon senso intitolata La Via della Felicità sottolineava il rispetto per l’ambiente attorno a noi. In riferimento a ciò, i volontari del gruppo de La Via della Felicità, organizzano ogni lunedì pomeriggio un’attività per i bambini all’insegna dell’ambiente e degli animali.

 

Infatti, durante il primo giorno della settimana, dalle ore 17.00 sarà possibile scoprire i curiosi animali tra cui “Emilio” il coniglio gigante, porcellini d’india, criceti ed altri curiosi amici dei più piccoli. Inoltre sarà possibile fare laboratori creativi con la plastica da riciclo assieme all’animatrice Licia La Rosa che si occupa anche del trucca bimbi.

 

Ad ogni incontro vengono mostrati anche dei brevi video che spiegano in linea generale i precetti de La Via della Felicità, un opuscolo che da 21 punti guida da seguire per una vita migliore.

 

È il primo codice morale basato interamente sul buon senso. La sua prima pubblicazione risale al 1981 e il suo scopo è quello di arrestare il declino morale nella società e ripristinare integrità e fiducia nell’Uomo.

 

Tale obiettivo viene conseguito a livello popolare, in ogni parte del mondo, da persone che condividono il libro La Via della Felicità con altri con il risultante aumento nella tolleranza e comprensione tra famiglie, amici, gruppi, comunità, nazioni e l’umanità, creando un mondo più sicuro e meno violento per tutti.

 

Per partecipare o per maggiori informazioni contatta il numero 334.727.6168

No Comments
Comunicati Eventi News Volontariato e società

Grande successo e soddisfazione per l’iniziativa di beneficenza e Concerto natalizio”Aspettando il Natale”

Iniziativa di beneficenza ad opera dei volontari de La via della felicità, che hanno realizzato ben più di 150 borsoni famiglia consegnati alle associazioni, parrocchie e altri gruppi che li distribuiranno a famiglie meno fortunate prima di Natale.

Si è svolta domenica 22 dicembre la festa di beneficenza “Aspettando il Natale”, ospitata a Villa Lanza, sede della Chiesa di Scientology di Padova, che quest’anno, oltre ad ospitare l’iniziativa di beneficenza natalizia, ha esteso l’impegno sociale ospitando anche gratuitamente Il Villaggio Incantato di Natale. Un vero e proprio luna park nel quartiere Arcella, che oltre alle giostre e bancarelle offre iniziative di intrattenimento per i bambini; tutto ad ingresso libero.

Quindi grande festa natalizia ieri a Villa Lanza, con l’accensione del Luna Park, appena il sole ha fatto capolino tra le nubi, seguito dall’emozionante Concerto di beneficenza.

Alla presentazione dell’iniziativa “Aspettando il Natale”, hanno dato il loro messaggio anche il Dott. Luciano Gavin, sindaco di Grantorto che ha ringraziato i volontari per l’impegno profuso nella realizzazione di quest’ iniziativa così importante, che permetterà a chi è meno fortunato di trascorrere un Natale migliore, più gioioso. Non di meno è stato il messaggio del sig. Ibrahim Azakay dell’associazione Assais e altri ospiti, che hanno anche ringraziato la sede di Scientology per la costante disponibilità ad accogliere iniziative di tale valore sociale.

Il pomeriggio si è concluso con un prestigioso concerto accompagnato dal Pianista Andrea La Rosa e il trombettista Sean Lucariello che, nonostante la giovane età ha collaborato con musicisti quali Fabrizio Bosso, Mauro Ottolini, Alex Sipiagin e altri. Le voci sono di Chiara Carrino, dotata di una potente voce black che sorprende sempre il pubblico che l’ascolta e il soprano Cristina Santi.

Alla fine I doni raccolti e imbustati son stati consegnati direttamente ad amministratori, associazioni e parrocchie che pensano poi alla consegna.

Per il pubblico erano anche disponibili copie gratuite dell’opuscolo La via della felicità di L. Ron Hubbard, guida al buon senso a cui i volontari si ispirano da anni per la realizzazione dell’evento di beneficenza.

L’iniziativa è stata veramente di successo e per questo i volontari vogliono ringraziare veramente di cuore i cittadini, negozianti e aziende che anche quest’anno hanno contribuito generosamente dando la possibilità di realizzare ben 150 borsoni famiglia con oggetti come abbigliamento per adulti, bambini, biancheria casa ecc…

Per la gioia dei più piccoli, nei borsoni, grazie alla disponibilità dei giostrai è stato incluso anche un biglietto gratuito per un giro in ogni giostra da poter usare fino al 6 gennaio prossimo!

No Comments
Eventi

Comunicazione di bambini e adolescenti tra internet e social network: convegno in Unibg


Bambini, giovani e adolescenti alle prese con internet e i social network. Si tratta di una tematica oggi più che mai attuale e che spesso mette di fronte i genitori a dubbi e paure. Ma da questi mezzi possono scaturire anche grandi opportunità, nuove conoscenze, forme di comunicazione innovative e sfide educative. Di questo si parlerà venerdì 20 dicembre dalle ore 14:30 alle 17:30 presso l’Aula Magna della sede di Sant’Agostino dell’Università degli Studi di Bergamo al convegno “Palcoscenici dell’essere. Le comunicazioni di bambini e adolescenti nelle piazze virtuali”. L’incontro – che rientra tra gli eventi del Centro per la qualità dell’insegnamento e dell’apprendimento dell’Università nell’ambito delle iniziative di Ateneo di public engagement del 2019 – sarà l’occasione per presentare i risultati emersi dalla quarta campagna di indagine “Piazze reali, piazze virtuali”, realizzata in numerosi Istituti di Bergamo e provincia, con la partecipazione anche di alcuni Istituti di altre province lombarde.

Nel corso della manifestazione – di carattere divulgativo e destinata principalmente a genitori, educatori ed insegnanti – verranno presentati e discussi i dati raccolti durante una novantina di focus group con studenti e genitori, e di oltre 6000 questionari somministrati a bambini e ragazzi dalla quinta primaria alla quinta superiore. Tema centrale, la comunicazione di bambini e adolescenti alle prese con gli strumenti telematici e l’importanza di aggiornare metodologie d’insegnamento, programmi e corsi ai nuovi mezzi di comunicazione.

Interverranno numerosi esperti, introdotti dal Prof. Marco Lazzari, Direttore Dipartimento di Scienze Umane e Sociali dell’Università di Bergamo. Due le tavole rotonde che analizzeranno rispettivamente i focus group e i questionari. Nella prima interverranno Roberto Lusardi e Lavinia Pontigia (Università di Bergamo), Giordano Feltre (Ufficio Pastorale Età Evolutiva) e Marilisa Zappella (Coordinamento Comitati Genitori) coordinati da Alice Ponzoni ([email protected]). Alla seconda parteciperanno Eleonora Florio, Andrea Greco, Nicola Palena, Federica Baroni (Università di Bergamo) coordinati da Marco Lazzari (Università di Bergamo).

La ricerca è parte dell’attività della quarta campagna di indagine di [email protected], l’Osservatorio sulla comunicazione degli adolescenti tra reale e virtuale, nato dalla collaborazione dell’Università di Bergamo con Ufficio Scolastico Territoriale di Bergamo, Comune di Bergamo, Provincia di Bergamo, ATS di Bergamo, Fondazione Bergamo nella storia, MEDAS (Movimento Educativo Diritto Allo Studio), COOR. CO. GE (Coordinamento delle Associazioni e dei Comitati Genitori delle scuole Superiori della provincia di Bergamo), Ufficio per la Pastorale dell’Età Evolutiva della Diocesi di Bergamo.

Per informazioni: www.unibg.it

No Comments
Comunicati

Riduco, Riuso, Riciclo: premiati i disegni di 12 bambini


Sono stati scelti questa mattina i disegni di 12 bambini che lo scorso 26 ottobre in occasione del lancio della campagna Al proprio posto hanno interpretato in modo personale le 3R: Riduco, Riuso e Riciclo.

A premiare l’impegno dei piccoli alunni, il Sindaco Giacomo Ghilardi, l’Assessore all’istruzione, formazione, lavoro, politiche educative e infanzia Maria Gabriella Fumagalli e l’Amministratore Unico di Nord Milano Ambiente Sandro Sisler che consegneranno a scuola, nei prossimi giorni, ai piccoli autori il diploma di Per me e per gli altri: Riduco, Riuso e Riciclo per il mio futuro, per la loro attenzione ad una tematica così d’ attualità e importante per il loro futuro che, grazie alla propria sensibilità, sono stati capaci di interpretare in maniera molto semplice e spontanea.

“Siamo molto felici che così tanti bambini abbiano preso parte al lancio della campagna Al Proprio Posto commenta il sindaco Ghilardi È sicuramente un segno positivo che dimostra come il tema del rispetto dell’ambiente sia sempre più attuale e riguardi sempre più da vicino anche, e soprattutto, i più piccoli. Il territorio in cui viviamo è una risorsa per il futuro di tutti i cittadini: il Comune sta dando il suo contributo attraverso maggiori controlli e iniziative sempre più sostenibili, ma serve il sostegno di tutta la cittadinanza per renderlo più pulito e sostenibile.

L’amministratore unico di Nord Milano Ambiente, Sandro Sisler, aggiunge: “Il progetto Al Proprio Posto è nato in sinergia con il Comune di Cinisello Balsamo per sensibilizzare la cittadinanza al riciclo, riuso e riduzione della produzione dei rifiuti e dare vita a un ambiente sano e sostenibile per tutti. È bello vedere così tanta partecipazione da parte dei più piccoli perché loro sono il futuro del nostro pianeta e vanno adeguatamente informati e sostenuti affinché possano comprendere il rispetto per l’ambiente fin da subito”. 

I 12 bambini degni di menzione verranno premiati nei prossimi giorni a scuola, anche per generare un esempio positivo sui propri compagni. Riceveranno un diploma simbolico: Agnese e Irene della Scuola Primaria Bauer, Giulia della Scuola Primaria Parco dei Fiori, Martino e Matteo della Scuola Primaria Parini, Nur, Lara e Viola della Scuola Primaria Monte Ortigara, Rodolfo della Scuola Primaria Costa, Sade e Sanjali della Scuola Primaria Villa, Sara della Scuola dell’Infanzia San Martino, Sina della Scuola dell’Infanzia Petrarca e Valentina della Scuola dell’Infanzia Collodi.

“Al proprio posto” è la campagna di sensibilizzazione fortemente voluta da Nord Milano Ambiente e l’Amministrazione Comunale di Cinisello Balsamo è stata presentata lo scorso 26 ottobre per infondere una maggiore consapevolezza sui temi del riciclo, riuso e riduzione della produzione dei rifiuti, legati in modo imprescindibile a una corretta raccolta differenziata. Per essere efficace, però, questo progetto ha bisogno della piena consapevolezza e del coinvolgimento della cittadinanza.

Proprio per questo motivo, dopo un workshop istituzionale in cui sono stati esposti gli elementi cardine della campagna, la giornata ha visto il coinvolgimento dei più piccoli attraverso laboratori e giochi a tema raccolta differenziata. “Cosa fai a casa per produrre meno rifiuti, per riusarli, per riciclarli?” è la domanda che Oreste Castagna, volto televisivo amato da grandi e piccini, ha posto ai bambini presenti al Centro Culturale Il Pertini. In risposta, i piccoli hanno raccontato, attraverso disegni, slogan e brevi poesie, il loro punto di vista su un tema tanto importante come quello del rispetto dell’ambiente.

Per saperne di più: http://www.nordmilanoambiente.eu
https://www.comune.cinisello-balsamo.mi.it/

No Comments
Eventi

Il giardino dei giochi presenta la Festa di Halloween a Padova


Truccabimbi, caccia al tesoro di dolcetti e “Piccoli Brividi”. Per tutta l’estate il progetto “Il Giardino dei Giochi” ha organizzato il cinema all’aperto ricevendo un grande consenso dal pubblico che ha portato i più piccoli a vedere i svariati film di animazione, di avventura e divertenti. Ora i volontari, che unendo le forze, hanno creato questo progetto per la comunità, hanno ripreso con la stagione invernale, organizzando la Festa di Halloween.

Dalle ore 19.30 ci sarà il truccabimbi e la caccia al tesoro di dolcetti mentre alle ore 20.30 iniziera’ il film per bambini e ragazzi “Piccoli Brividi”. Zach Cooper, un adolescente arrabbiato per il trasferimento da una grande ad una piccola città, scopre che il padre della sua nuova vicina di casa, Hannah, è R.L. Stine, l’autore della serie di besteller Piccoli Brividi. L’uomo nasconde un segreto: i personaggi da lui creati e che hanno reso celebri le sue storie prendono vita uscendo dai libri e lo rendono prigioniero della sua stessa immaginazione.

La proiezione del film avverra’ nella sala cinema di Villa Francesconi Lanza, sede della Chiesa di Scientology di Padova che mette a disposizione gli spazi gratuitamente. I volontari, come sempre offriranno, stuzzicheria, pop corn, dolcetti e bevande.

 

Informazioni e contatti

L’ingresso è libero a tutti e gratuito. Per maggiori informazioni chiama il 391.438.1933 o scrivi a [email protected].

Pagina Facebook Il Giardino dei Giochi

No Comments
Comunicati News Volontariato e società

Cantare in Villa – Lezioni di Canto Gratuite


La villa Francesconi Lanza, sede della Chiesa di Scientology ospiterà l’iniziativa Cantare in Villa, ogni martedì a partire dal 22 Ottobre prossimo.

L’iniziativa è realizzata dai volontari Artisti per i diritti umani, di cui fa parte l’insegnante professionista, che seguirà i bimbi, con lo scopo di dare la possibilità, e il diritto a chi lo desidera, di cimentarsi nel canto, una delle tante libertà di espressione che può essere coltivata sin dalla più giovane età e che rispecchia a pieno il Diritto Umano N 19 della Dichiarazione Universale dei diritti umani.

Ed ecco un semplice contributo per far si che “I diritti umani devono diventare una realtà, non un sogno idealistico” come si augurava l’umantario L. Ron Hubbard.

Chiunque può partecipare, o informarsi in merito alle modalità delle lezioni.

Le lezioni si terranno tutti i martedì pomeriggio dalle 16.30 alle 17.15 per i bimbi fino ai 7 anni, dalle 17.15 fino alle 18.00 dagli 8 anni in su.

Per info: 393 3332499 Tiziana Bonazza

No Comments
Eventi

Inizia la stagione invernale de Il Giardino dei Giochi


In visione per il 6 Ottobre il cartone animato “COCO”.

 

Per tutta l’estate il progetto “Il Giardino dei Giochi” ha organizzato il cinema all’aperto ricevendo un grande consenso dal pubblico che ha portato i più piccoli a vedere i svariati film di animazione, di avventura e divertenti.

 

Ora i volontari, che unendo le forze, hanno creato questo progetto per la comunità, riprendono con la stagione invernale, organizzando la proiezione del cartone “COCO” all’interna della sala cinema di Villa Francesconi Lanza, sede della Chiesa di Scientology di Padova che mette a disposizione gli spazi gratuitamente.

 

I volontari ricordano che queste attività servono per portare calma e solidarietà nella comunità senza odio, razzismo e nel rispetto dei diritti umani, come scrisse l’umanitario L. Ron Hubbard: “La tolleranza è un buon fondamento su cui costruire i rapporti umani.”

 

Coco, il film Disney Pixar, è ambientato in Messico durante il Dìa de Muertos e racconta la storia del giovane Miguel e della sua irrefrenabile passione per la musica. Diretto da Lee Unkrich e Adrian Molina, il film, uscito nei cinema italiani a Natale 2017, si è aggiudicato diversi riconoscimenti come miglior film d’animazione dell’anno. La durata del film è di 109 minuti.

 

La visione è programmata per il giorno 6 Ottobre 2019 alle ore 15.00. I volontari come sempre offriranno stuzzicheria, nachos, per rimanere in tema, e bevande .

 

L’ingresso è libero a tutti e gratuito!

 

Per maggiori informazioni chiama il 391.438.1933 o scrivi a [email protected] .

No Comments
Etica e Società

Willis Towers Watson scende in campo con Make-A-Wish Italia per realizzare i desideri dei bambini

  • By
  • 20 Settembre 2019


I dipendenti dell’azienda saranno impegnati nella Wish Challenge, un’iniziativa coinvolgente e solidale di Team Building, volta a realizzare i desideri dei bambini affetti da gravi patologie.

Willis Towers Watson, una delle principali società di consulenza e brokeraggio a livello globale, si è messa in gioco con i suoi dipendenti per Make-A-Wish Italia, Associazione no profit che realizza i desideri di bambini e ragazzi tra i 3 e i 17 anni, affetti da gravi malattie.

Oltre cinquanta dipendenti dell’azienda, provenienti da diversi uffici distribuiti sul territorio nazionale, si sono riuniti a Milano e a Torino per una “Wish challenge”. Divisi in squadre, sotto la guida dello staff di Make-A-Wish, hanno lavorato per organizzare e realizzare il sogno di due bambini affetti da gravi patologie: Chiara, 17 anni, con il sogno di poter visitare un parco faunistico e di potersi prendere cura di cuccioli e animali rari e Gabriel, 11 anni, che desidera un computer di alta qualità, per diventare un tecnico informatico.

Trasformandosi in Wish Granter per un giorno, i partecipanti si sono occupati del Wish Journey, il percorso che prepara ed impegna il bambino in attività funzionali al suo desiderio, oppure del Wish Day, la giornata in cui il sogno finalmente si avvera.

Siamo felici di scendere in campo in prima persona per questa bellissima iniziativa che ci consente di fare la differenza per i bambini, aiutandoli nel percorso terapeutico” commenta Gianmarco Tosti, Country Manager per l’Italia di Willis Towers Watson. “Come Partner di Make-A-Wish Italia, proseguiamo nel nostro percorso di impegno sociale che portiamo avanti con convinzione già da diversi anni”.

Make-A-Wish Italia Onlus è stata fondata nel 2004 da Fabio e Sune Frontani, in ricordo della loro figlia primogenita Carlotta, scomparsa all’età di dieci anni, a causa di una grave malattia. Dal 2004 a oggi ha realizzato più di 2.000 desideri, facendo la differenza nella vita di tantissimi bambini e famiglie.

Questa collaborazione ci rende particolarmente felici”, dichiara Sune Frontani, Presidente e Co-Fondatrice Make-a-Wish Italia. “Avere il sostegno di realtà aziendali come Willis Towers Watson è un segno importante: significa avere una comunanza di obiettivi nell’aiutare bambini che soffrono di gravi patologie ad affrontare con più forza la malattia”.

“Un desiderio che si realizza – continua Sunepermette al bambino di vivere un’intensa esperienza emotiva che, secondo i principi della psicologia positiva, è complementare alle cure mediche: sono sempre più numerose le ricerche che mettono in relazione gli aspetti emotivi con la possibilità di guarigione e dimostrano che realizzare il proprio desiderio del cuore ha un “potere terapeutico”.

WILLIS TOWERS WATSON

Willis Towers Watson (NASDAQ: WLTW) è una società leader a livello globale nella consulenza, nel brokeraggio e nell’offerta di soluzioni alle imprese e alle istituzioni di tutto il mondo, al fine di trasformare i rischi in opportunità di crescita. Nata nel 1828, Willis Towers Watson oggi conta 45.000 dipendenti in oltre 140 paesi e mercati. “Progettiamo e forniamo soluzioni che permettano di gestire il rischio, ottimizzare i benefici, coltivare talenti ed utilizzare capitale esistente per proteggere e rafforzare imprese e istituzioni e individui. “La nostra prospettiva ci permette di individuare le interconnessioni tra talenti, risorse e idee – per guidare dinamicamente la business performance”. “Insieme, liberiamo il potenziale”. Per ulteriori informazioni willistowerswatson.com.

 

MAKE-A-WISH® ITALIA ONLUS

Make-A-Wish® Italia Onlus è un’Associazione non profit riconosciuta dallo Stato Italiano, con sede a Genova e un ufficio a Milano, che realizza i desideri di bambini e ragazzi tra i 3 e i 17 anni, affetti da gravi malattie, per offrire loro un’esperienza che è in grado di cambiare la loro vita. È presente su tutto il territorio nazionale attraverso un network di 250 volontari, e riceve segnalazioni dai più importanti ospedali pediatrici del nostro Paese. Make-A-Wish Italia è affiliata a Make-A-Wish International, nata negli Stati Uniti nel 1980, oggi tra le organizzazioni non profit più note e conosciute al mondo, presente in 50 Paesi, con più di 45.000 volontari e 480.000 desideri realizzati.

No Comments
Scienza e Tecnologia

Configurare un dispositivo Android adatto ai bambini

Essere coinvolti nella vita digitale di tuo figlio.

mentre consegnare il telefono o il tablet a un bambino può offrire un momento di pace mentre sono distratti da un gioco o un video, c’è molto di più per le esperienze che i bambini possono avere su Android. Scegliere il dispositivo giusto per farli divertire è solo una parte del processo ed é abbastanza semplice scegliere un cellulare di media gamma oggi giorno su un sito di confronto schede tecniche. però Android è progettato principalmente per gli adulti, quindi è necessario un po ‘di configurazione per rendere il tuo smartphone o tablet meglio adatto ai bambini.

Ecco un breve tour attraverso questi passaggi e alcuni suggerimenti su come proteggere tuo figlio tramite Android.

Creazione di un nuovo account con Family Link

Di solito eri costretto a mentire a Google sull’età di tuo figlio se volevi che qualcuno di età inferiore ai 13 anni avesse il proprio account Google, ma al giorno d’oggi abbiamo Family Link. Attraverso questa app, puoi creare un account per tuo figlio focalizzato sui bambini. Con molte protezioni e funzionalità per i genitori in modo da poter tenere d’occhio il modo in cui il cellulare viene utilizzato .

Il primo passaggio per ogni bambino con il proprio telefono o tablet Android é avere un account Family Link, che viene creato installando l’app Family Link sul telefono.

Account family link

Gli account Family Link sono diversi dai normali account Google. Li crei da un’app sul telefono, quindi l’app Family Link ti guida attraverso l’impostazione di tale account sul telefono o sul tablet che desideri venga utilizzato da tuo figlio. Quando accedi a questo account, Family Link ti consente di scegliere le app a cui tuo figlio ha accesso e ti consente di impostare un servizio che ti indichi quali app utilizza maggiormente il tuo bambino durante la settimana.

Se si sceglie di consentire, questo account Family Link ha accesso a tutte le app e i servizi di base di Google. Puoi configurare Gmail, Messenger, Chrome, Google Drive e altro ancora. C’è molta flessibilità , ma possono essere necessari fino a 25 minuti dalla creazione dell’account per impostare completamente il dispositivo del bambino in base alle proprie esigenze.

Usare Family Link per creare confini e tenere al sicuro il tuo bambino
Ora che hai un dispositivo configurato con il proprio account, puoi iniziare a utilizzare il telefono o il tablet per monitorare l’attività e utilizzare le restrizioni come meglio credi. Ciò comprende:

  • Impostazione dei limiti di tempo dello schermo
  • Controlli Safe Search
  • Autorizzazioni a cui le app hanno accesso
  • Attività a cui questo account ha accesso
  • Gestione delle password
  • Scarica e acquista controlli in Google Play

L’accesso a questi controlli è facile. Apri l’app Family Link, seleziona il bambino di cui desideri modificare le impostazioni e seleziona Gestisci impostazioni nella parte superiore dell’app. Da qui puoi accedere ai controlli e ai filtri che puoi regolare. Puoi creare un elenco di siti web ai quali non desideri che i tuoi figli accedano, impostare filtri sui tipi di risultati che Google Search può offrire, impostare limiti di età su app e film che tuo figlio può vedere da Google Play e persino abilitare la posizione inseguimento.

Forse la caratteristica più importante è il controllo del tempo. Questo si trova nella pagina principale dell’app Family Link e ti dà la possibilità di limitare il numero di ore al giorno in cui tuo figlio può utilizzare il suo dispositivo. Puoi anche impostare orari specifici della giornata in cui il tablet è bloccato completamente, nel caso in cui qualcuno abbia l’abitudine di usare il cellulare o tablet dopo l’ora di andare a dormire. Se questi fusi orari non sono abbastanza specifici, puoi premere un pulsante e bloccare il dispositivo dal tuo telefono. Il blocco è istantaneo e non può essere ignorato a meno che non lo sblocchi dal tuo telefono o inserisci un numero pin sul cellulare bloccato.

Utilizzare YouTube Kids in modo responsabile

YouTube offre ai tuoi figli l’accesso non filtrato a tutto ciò che esiste su YouTube. Alcuni adulti non lo vogliono, tanto meno lo vorrebbero disponibile ai bambini. Per risolvere questo problema, Google ha creato YouTube Kids. È un’app separata per guardare i video approvati da Google come adatti ai bambini. È un’app gratuita e tutti gli annunci vengono rimossi dai video a cui tuo figlio ha accesso, creando un po ‘di sicurezza relativa per il tuo bambino per esplorare YouTube.

Come qualsiasi cosa che promette di essere “sicura per i bambini”, ci sono buone probabilità che la tua definizione di appropriato non si allinei al 100% con Google. Oltre a ciò, a volte le cose scivolano attraverso i filtri di Google e sono meno di “kid safe” nella pratica. I bambini su YouTube fanno un lavoro filtrando il peggio di YouTube, ma questo non è Disney Channel. Volete sapere cosa sta guardando il vostro bambino e tenere d’occhio i video che potrebbero essere problematici.

Se vuoi limitare ulteriormente questa versione di YouTube, puoi farlo con Family Link.

Maggiore controllo tramite app principali

DinnerTime Plus
Il controllo aggiuntivo dell’esperienza Android di tuo figlio, soprattutto se ha superato i 13 anni, richiede l’aiuto di app di terze parti. Non c’è carenza di grandi app tra cui scegliere quando si tratta di monitorare l’esperienza mobile da un altro dispositivo, ma il meglio assoluto delle soluzioni gratuite lè DinnerTime Plus. L’app è progettata per consentire al genitore di monitorare l’attività dal proprio dispositivo personale e apportare modifiche da remoto. Come suggerisce il nome, puoi persino premere un pulsante che fa lampeggiare uno schermo rosso acceso sul dispositivo di tuo figlio, informandolo che è ora di cena e di mettere giù il cellulare.

La funzionalità principale di DinnerTime Plus si può trovare nei rapporti che l’app genera e il controllo del genitore . Se gli account con restrizioni non sono un’opzione per te, essere in grado di bloccare app è la cosa migliore. È anche molto utile essere in grado di impostare orari specifici per quando il dispositivo non può essere utilizzato e avere un rapporto generato per farti sapere quando vengono utilizzate le app e per quanto tempo. È il tipo di cosa che Google potrebbe non rendere mai una parte nativa del sistema operativo, ma come un genitore può fare un’enorme differenza nel modo in cui il bambino interagisce con la tecnologia.

No Comments
Comunicati

Qual è il miglior baby monitor per bambini?


I baby monitor sono come occhi sulla parte posteriore della testa. Se avete la necessità di uscire, è possibile ascoltare il vostro bambino piangere, monitorare la temperatura della sua stanzetta, tenerlo d’occhio e persino parlare con lui. Questi dispositivi possono letteralmente essere anche un salvavita. I dispositivi possono avvisarti se il tuo bambino ha difficoltà a respirare, se qualcosa gli impedisce di muoversi, se ha bisogno di essere cambiato o se ci sono altri problemi.

Per molti genitori, questa telecamera fa parte della vita quotidiana. Se avete bisogno di assicurarvi che il vostro bambino dorma per poter lasciare la stanza e andare a rilassarvi, avere con se un baby monitor è l’opzione migliore.

La nostra classifica

Un baby monitor è composto da una telecamera con microfono incorporato e da un’unità genitore dalla quale si puó controllare il neonato. Questa si collega in modalità wireless e vi accompagna in giro per casa. I monitor si utilizzano più comunemente con i neonati, ma una volta che il bambino è cresciuto lo si può comunque usare per tenerlo sotto controllo.
Vedere il vostro bambino a letto, dormire serenamente, coccolare i suoi peluches è una sensazione che da serenità.Avere con sè un baby monitor fa sí che questo sia possibile.
Detto ciò, molte persone si ritengono insoddisfatte dei loro baby monitor poiché la qualità dell’immagine è debole, la recezione non è delle migliori e le prestazioni non sono all’altezza. Persino i migliori baby monitor sul mercato non ottengono buone recensioni. Per questo motivo, ci siamo impegnati a stilare una lista di baby monitor a nostro parere con un ottimo rapporto qualità-prezzo (Fonte: https://www.ibabymonitor.it/aiuto/migliori-baby-monitor)

Availand Follow Baby

 

Il baby monitor Availand Follow Baby è il primo e l’unico sul mercato che dispone di questa tecnologia innovativa. Permette di controllare il bebè in ogni momento anche se continuamente in movimento. Grazie alla sua telecamamera motorizzata con sensori di movimento è possibile seguire costantemente i movimenti del bebè. Possiede diverse funzioni, eccone alcune:

Distanza di trasmissione
Questo modello innovativo offre una trasmissione sicura e stabile fino a 300 metri. Inoltre è fornito di un allarme in grado di avvisare in caso di mancata connessione tra telecamera e monitor.

Comando ad attivazione vocale (Modo VOX)
Il Follow Baby permette di attivare la funzione (MODO VOX) in modo che l’immagine si attivi solamente una volta emesso un suono (Modo ECO). Si può inoltre attivare il modo normale: in questo caso l’immagine sarà sempre trasmessa.

Comunicazione bidirezionale
La telecamera dispone di un microfono che permette di ascoltare il bebè e di parlargli tramite lo schermo. Questa funzione è molto pratica ed utile poiché quando il bebè ascolta la voce dei suoi genitori si tranquillizza e può addormentarsi sereno.

Riproduttore audio di melodie ninne nanne
Per rilassare il bebè e conciliare il sonno prima della nanna è possibile attivare, sempre dall’unità parentale, 3 differenti melodie capaci di accompagnare il tuo bebè durante il sonno.
Queste sono solo alcune delle sue caratteristiche, ce ne sono moltissime altre. Si tratta di un prodotto ben recensito e altamente consigliato dai genitori che ne hanno fatto uso.

VTech DM221

Con una batteria che dura circa 19 ore, questo monitor è quello che ha presentato la durata migliore di tutti i nostri test. Avere una batteria con una lunga durata è alquanto positivo poichè permette di poter fare più cose nell’arco della giornata senza dipendere tutto il tempo dalla carica del monitor.

Phillips Avent Baby Monitor DECT SCD510

Phillips è un produttore affidabile di elettronica. Pertanto, potete affidarvi alla qualità del suo Avent DECT Baby Monitor SCD510/00. Anche se non ha una videocamera, questo baby monitor può tenervi al corrente delle attività del vostro bambino.

Permette inoltre di utilizzare la funzione Talk Back per parlare al bambino attraverso il monitor. Questo baby monitor non ha un design innovativo come altri, tuttavia, offre un qualità del suono suono molto affidabile.

No Comments
Comunicati

Sicurezza in auto: ecco le cattive abitudini di cui abbiamo nostalgia


Oggi, anche grazie a normative legali stringenti e maggiore senso civico, quasi tutti gli italiani sono a conoscenza dei rischi enormi che si corrono nel mettere in atto comportamenti scorretti quando si viaggia in auto o in moto ma, inutile negarlo, la stessa consapevolezza non esisteva negli anni ‘70 e ’80. Facile.it, il principale sito italiano di comparazione del settore assicurativo, ha voluto scoprire non solo quali erano i comportamenti sbagliati di allora e quali sono quelli ancora messi in atto ma, anche, quelli che in tutta onestà…un pochino ci mancano. Ecco i risultati del sondaggio condotto a ottobre 2017.

Le cinture di sicurezza, dopo anni ahinoi…

Partendo dal passato, forse non sorprende più di tanto scoprire che il 70% dei rispondenti dichiara che fra gli anni 70 ed 80 nei viaggi in auto con la famiglia nessuno usava le cinture di sicurezza. La legge italiana ne rese obbligatori gli attacchi nel 1976, ma solo nel 1988 anche l’uso effettivo. Da allora, per fortuna, di strada se ne è fatta tanta ed oggi solo il 7% di chi ha risposto al sondaggio afferma di continuare a non allacciare la cintura di sicurezza. La situazione, purtroppo, cambia notevolmente se dai sedili anteriori ci spostiamo a quelli posteriori; in questo caso viaggiano senza cintura addirittura l’86% dei rispondenti.

Quando i bambini viaggiavano in braccio

Papà, mi fai guidare? Mamma posso sedermi davanti con te? Quanti bambini dicevano così negli anni 80? Tanti a giudicare dalle risposte date al questionario di Facile.it. Secondo i dati il 26% dei bambini di allora ha viaggiato in braccio al genitore sul sedile del passeggero ed il seggiolino cui oggi ancoriamo i nostri figli era poco meno di un miraggio, lo usavano meno del 45% dei genitori. Abitudini sbagliate, senza se e senza ma che, però, a molti mancano.

Tre intervistati su quattro dichiarano di rimpiangere i viaggi fatti sdraiati sul sedile posteriore senza curarsi delle cinture, poco meno di uno su 3 (37%) quelli in cui, addirittura, ci si sdraiava sulla cappelliera o si giocava con le spalle al finestrino o, nel 12% dei casi ci si faceva trasportare nel bagagliaio e, magari (9%) durante il viaggio si passava con assoluta disinvoltura da lì ai sedili e viceversa.

Il capitolo due ruote

Le cattive abitudini stradali viaggiavano, e tuttora viaggiano, anche su due ruote. Oltre un intervistato su cinque (21%) dichiara che, da bambino, andava in moto tranquillamente con uno dei genitori anche prima di aver compiuto i 5 anni, nel 26% dei casi non usava il casco e, quando era in sella allo scooter con mamma e papà…viaggiava schiacciato fra di loro! (20% del campione). La consapevolezza del pericolo, però, a quanto pare su due ruote viaggia meglio e, fra tutti i comportamenti elencati, l’unico ancora praticato (appena dal 5% dei rispondenti) è quello di portare sullo scooter anche bambini con meno di 5 anni di età.

No Comments
Comunicati

Omega, ma non si tratta di orologi: ecco il primo sito dedicato esclusivamente agli Omega 3


É nato recentemente 3omega3.it, il primo osservatorio italiano dedicato interamente agli Omega 3, che nasce dalla collaborazione di un gruppo di amici che si intendono di web, ma che hanno anche la passione per la salute.

Dopo aver visto la diffusa banalizzazione dei media sull’argomento, hanno avuto l’idea di creare un sito specializzato che sia di grande aiuto a chi naviga su internet con notizie utili e consigli imparziali?

3omega3.it non è il solito blog sulla salute caratterizzato da articoli generici di 150 parole. No, esso è formato da articoli approfonditi di almeno 3000 parole con illustrazioni e immagini, che rendono i contenuti interessanti per i più giovani e i più adulti.

Le fonti per il materiale provengono dalle librerie italiana e americana di Amazon. Oltre a ciò il gruppo di amici si avvale dell’aiuto di un farmacista, una naturopata e un giornalista, che semplificano i contenuti traendo ispirazione dal cartone animato “Esplorando il corpo umano”. In questo modo, si creano vari livelli di scrittura, adatti sia per gli appassionati, che per chi è nuovo nel settore.

In 3omega3.it si tratterà di:

 

  • alimenti e ricette ricchi di Omega 3: https://3omega3.it/cibi-e-ricette-omega-3/
  • differenza tra fonti vegetali e animali, quali sono consigliati e perché: https://3omega3.it/omega-3-vegetali-la-sincera-opinione-3omega3-it/
  • omega 3 per animali (come cani e gatti): https://3omega3.it/omega-3-veterinario-cani-gatti/
  • EPA e DHA e dove trovare i nutrienti più importanti degli Omega 3: https://3omega3.it/larticolo-definitivo-rapporto-dha-ed-epa/
  • Speciale sul costerolo: https://3omega3.it/omega-3-colesterolo/
  • su malattie autoimmuni: https://3omega3.it/omega-3-malattie-autoimmuni/
  • su tumori: https://3omega3.it/omega-3-tumori/
  • su olio di krill: https://3omega3.it/olio-di-krill/
  • Omega 3 per sportivi, con uno spazio ritagliato esclusivamente per il ciclismo, corsa e massa muscolare: https://3omega3.it/omega-3-lo-sport/
  • notizie sugli Omega 3: con continui aggiornamenti  sulle news mondiali e sulle nuove scoperte scientifiche che verranno immediatamente portate in Italia.

 

Nella seconda fase effettueremo l’acquisto di tutti i migliori integratori Omega 3 (https://3omega3.it/migliori-integratori-omega-3-prezzo/) presenti sul mercato e li faremo analizzare in laboratorio a spese del gruppo di 3omega3.it.

Per quale motivo? Per vedere appunto quali marchi mantengano davvero le promesse e apportino il massimo per la salute umana. Sarà poi fatta una classifica per poter dare la possibilità agli acquirenti di fare la migliore scelta.

Per concludere, mettiamo in evidenza che il sito è aggiornato di continuo, con articoli sempre nuovi arricchiti di contenuti che vengono aggiunti ogni settimana, per fornire sempre la top quality a chi naviga in rete.

No Comments
Comunicati

Quali sono i vestiti di Carnevale da bambini? Ecco i nostri consigli


Se è vero che gli adulti amano la festa di Carnevale perché il momento in cui possono travestirsi da chiunque vogliono essere, è anche vero che questa kermesse tradizionale popolare resta sempre la festa più amata per i bambini, e quindi sono loro i veri protagonisti. Molto spesso i bambini nel corso del tutto l’anno, pensano a quale debba essere il vestito di Carnevale da indossare e quindi alla fine la scelta arriva proprio da loro. I vestiti di Carnevale per bambini sono numerosissimi e si distinguono essenzialmente in due categorie: ovvero, quelle da bambino oppure quelli da bambina. In realtà, però esistono alcuni tipi di costumi che sono adatti, sia ai maschi che le femmine, ma di solito vengono utilizzati per bambini molto piccoli, in quanto comunque i bambini già un po’ più grandicelli hanno le idee un po’ più chiare circa il tipo di vestito che vogliono indossare per Carnevale.

 

i differenti abiti di Carnevale per bambini

Tra gli abiti di Carnevale per bambini più famosi, ci sono senza ombra di dubbio quelli che raffigurano le principesse della Disney, oltre al corrispondente maschile dei supereroi che vengono praticamente utilizzati da secoli per i travestimenti di Carnevale. Chi non ha mai visto un costume da Spider-Man ,oppure da Superman per Carnevale? Infatti, sono proprio questi costumi ad avere la meglio sugli altri, così come anche i classici abiti di Carnevale per bambini, da pirati, oppure da indiani, ma anche da diavolo o da angelo, restano comunque degli evergreen a cui molte mamme scelgono di fare riferimento, quando magari non c’è una particolare preferenza del proprio figlio rispetto a un personaggio che appartiene al mondo dei cartoni o al mondo del cinema. Tra gli altri costumi per bambini di Carnevale, ci sono anche quelli legati al mondo della natura, come ad esempio i costumi di Carnevale da fiore, oppure i travestimenti relativi ad esempio, a particolari personaggi storici come faraoni egiziani, o imperatori romani. Insomma, è solo la fantasia a farla da padrona e quindi, sarà possibile scegliere per i bambini, qualunque tipo di abito di Carnevale che risulterà quello più adatto, divertente e simpatico per la festa che gli avete organizzato.

No Comments
Comunicati

Torino Taking Care: Dorelan presenta Flip, il materasso che accompagna la crescita dei bambini


Torino si prepara ad ospitare, il prossimo 10 giugno, la prima edizione di Torino Taking Care, un evento dedicato al diritto alla salute e al benessere. Sarà l’occasione per conoscere FLIP, un materasso realizzato appositamente per migliorare la qualità del sonno dei bambini, che trascorrono anche il 50% del loro tempo dormendo. Un prodotto nato nei laboratori di ricerca Dorelan, con la consulenza della pediatra Raffaella Schirò, membro della Società italiana di Pediatria e dell’American Academy of Pediatrics, progettato basandosi sulle caratteristiche dello sviluppo dei bambini.

Tanti gli appuntamenti Dorelan nell’Area Kids allestita all’Arsenale della Pace di piazza Borgo Dora: un team di esperti qualificati e medici presenterà tecniche e strumenti per la salute e la sicurezza dei bambini, dalle emergenze alla prevenzione di incidenti domestici, fino alla nanna sicura e alle necessità legate al riposo. Per tutta la giornata, saranno a disposizione del pubblico per consulenze personalizzate gli esperti del riposo del DorelanBed di Torino e seguirà l’evento in diretta la “mamma blogger” Cristiana Calilli del blog Centopercentomamma.it.

Spazio a FLIP, un prodotto ad altissima innovazione tecnologica progettato per durare a lungo e accompagnare il bambino dai 3 fino ai 14 anni. Un periodo in cui accadono tante cose: si gioca, si impara, si diventa più autonomi, in una parola, si cresce. E si dorme, naturalmente: molte ore, perché da piccoli ne abbiamo più bisogno. In questa fase, è fondamentale assumere le giuste posture per assicurare una crescita corretta.

FLIP ha ben 4 diverse modalità di utilizzo per accompagnare i cambiamenti fisici e posturali di chi sta crescendo. Come? Semplicemente girando il materasso, secondo un procedimento semplice e intuitivo. Basta seguire le indicazioni riportate sulle etichette fissate sulla fodera. Ogni senso di utilizzo è regolato in base all’altezza e si adatta alle diverse aree corporee del bambino nelle 4 fasi del suo sviluppo, garantendo un corretto supporto alla colonna vertebrale e un confort insuperabile. FLIP è un materasso ben areato, con strati di materiale traspirante, che offre un’igiene perfetta, grazie alla fodera estraibile e lavabile trattata con un procedimento naturale anti-acaro. I medici e specialisti dell’infanzia e del riposo saranno presenti per rispondere ad ogni domanda sul riposo e il benessere dei bambini.

 

PROGRAMMA DORELAN

Arsenale della Pace

h 11.45 e h 15.45 Nanna sicura: presentazione Dorelan Flip, il primo materasso 4-in-1 che cambia insieme al tuo bambino. A cura di Luca Papa – Dorelan

h 16.00 Consulenza Il sonno del bambino: conoscere come funziona per imparare a vivere più serenamente le notti in famiglia. A cura di Ilaria Nizia – Mammaandthecity

Piazza Borgo Dora, 61 – Torino

h 16.30 Presentazione Flip Dorelan, il primo materasso 4-in-1 che cambia insieme al tuo bambino. A cura di Luca Papa – Dorelan.

h 16.45 Spazio Famiglia Gineceo, incontri di benessere psicofisico.

Incontro di assistenza e accompagnamento alla genitorialità, nozioni di primo soccorso pediatrico e Nanna sicura. A cura di Francesca Moro, Valentina Parodi e Lorenza Rossi – Gineceo associazione culturale

h 18.00 Presentazione Flip Dorelan, il primo materasso 4-in-1 che cambia insieme al tuo bambino. A cura di Luca Papa – Dorelan.

Servizi gratuiti:

consulenza il sonno del bambino

corso di primo soccorso pediatrico e prevenzione SIDS

prova prodotti Dorelan esposti

DorelanBed Torino Nizza

via Nizza 61/B,

10125, Torino

Tel. 011 19716415

www.torino-nizza.dorelanbed.it

www.dorelan.it

 

No Comments
Comunicati

Inter-Azioni Giocose nei musei


http://interazionigiocose.altervista.org/

Inter-Azioni Giocose

un progetto di Marina Zatta in collaborazione con Associazione di Volontariato Museum

INAUGURAZIONE 30 MAGGIO ORE 16.00

Evento in programma: Mosca Cieca, 4 giugno 2017
dalle ore 11.00 alle ore 18.00

ARTISTI PARTECIPANTI:
Stefano Amici, Antonella Bretschneider, Martina Buzio,
Lucilla D’Antilio, Marco Ferrari, Rosella Frittelli, Maria Lepkowska, Rossella Liccione, Giusy Maletta, Giovanni Mangiacapra,
Sonia Mazzoli, Clementina Penna, Manuela Scannavini,
Angela Scappaticci, Dani Sol e Giorgia, Simona Vitello

Dal 30 maggio al 30 giugno 2017 il Museo Nazionale delle Arti e Tradizioni Popolari accoglie nelle sue splendide sale la mostra Inter-Azioni Giocose, realizzata dalle Associazioni Soqquadro e Museum , con la collaborazione del gruppo di scultrici non vedenti Mano Sapiens.

Il Museo Nazionale delle Arti e Tradizioni Popolari ha aderito con questo progetto alla Biennale Arteinsieme 2017 – cultura e culture senza barriere, promossa dal Museo Tattile Statale Omero – TACTUS Centro per le Arti Contemporanee, la Multisensorialità e l’Interculturalità.

Soqquadro e Museum sono due Associazioni con obbiettivi legati al Sociale e alla Cultura. Lo specifico dell’Associazione di Volontariato Museum è l’integrazione attraverso l’Arte di persone non vedenti, sia organizzando visite guidate tattili, sia costruendo le basi per percorsi creativi di persone cieche. E’ questo il caso del gruppo di lavoro Mano Sapiens, costituito da cinque valide scultrici non vedenti. La loro poetica è legata all’idea delle Mani come elemento capace di vedere e creare. La mano nell’evoluzione dell’Homo Sapiens è il fattore distintivo rispetto agli altri esseri viventi, la stessa mano sapiente diviene protagonista quando una persona perde l’uso della vista.
Soqquadro nasce nell’ottobre del 2000 e da allora ad oggi ha realizzato più di 150 mostre in spazi pubblici e privati, in Italia e all’Estero, collaborando con circa 500 artisti con cui ha elaborato diverse esperienze espositive legate ai temi sociali, inserendo le mostre in spazi anomali quali il Carcere di Rebibbia, le Stazioni della Metropolitana di Roma, il Mercato Alimentare di Piazza Vittorio, l’Ospedale San Camillo e moti altri. L’Associazione di Volontariato Museum, costituita a Roma nel 1994 consociata con l’UIC (Unione Italiana Ciechi), è da anni impegnata nella diffusione, presso i disabili, del ricco patrimonio culturale italiano, ancora oggi difficilmente fruibile da parte di questa categoria di cittadini. MUSEUM si prodiga nella promozione umana e culturale dei disabili attraverso la fruizione dei Beni Artistici, spesso a loro difficilmente accessibili.

Il progetto Inter-Azioni Giocose nasce dalla collaborazione tra queste due realtà culturali che hanno immaginato e composto un’esperienza creativa basata sulla attualizzazione artistica dei Giochi d’Infanzia: l’esposizione è accolta dal Museo delle Arti e Tradizioni Popolari, senza dubbio il luogo preposto ad esporre Oggetti d’Arte che riattualizzano artisticamente alcuni Giochi Tradizionali Italiani.
I Giochi elaborati sono: Triciclo, Marionetta, Meccano, Domino, Pupazzi in stoffa, Salto alla Corda, Battaglia Navale, Gioco dell’Oca, Campana, Tris, Aquilone, Cavalluccio, Nascondino, Altalena, Dama, Girotondo e il Picchio.

L’esposizione si compone di due esperienze creative diverse e complementari: parte dei lavori sono realizzati da un gruppo misto di artisti/e vedenti e cieche che, lavorando insieme, hanno realizzato delle opere scultoree realizzate a quattro mani o con progetti corali. La seconda sezione della mostra ospita i lavori realizzati appositamente per questo evento da Artisti/e vedenti, opere artistiche progettate e realizzati per essere esposti a visite tattili oltre che visive.

Hanno aderito al progetto sedici artisti/e, provenienti da tutta Italia, che si esprimono con stili e tecniche diversi tra loro ma che, in questa occasione, hanno ritrovato la voglia di narrare il gioco preferito della loro infanzia unificandosi in questo modo tra di loro.
La realizzazione di Giochi appartenenti ai Ricordi d’Infanzia, sposta sul terreno ludico lo spazio d’incontro creativo: dare vita a una rivisitazione artistica legata ai ricordi più lieti crea relazioni in cui si intersecano memorie gioiose, attraverso le quali è più facile superare le barriere personali.

Nella giornata del 4 Giugno, prima domenica del mese con apertura gratuita dei Musei, verrà realizzato l’evento esperienziale della Mosca Cieca, momento in cui i visitatori che lo desidereranno potranno visitare la mostra bendati, guidati dagli operatori dell’Associazione Museum, per acquisire una “visione” tattile delle opere in mostra e scoprire, in questo modo, il pianeta esplorativo, legato all’arte, dei non vedenti.

Date: dal 30 maggio al 30 giugno 2017
Museo Nazionale delle Arti e Tradizioni Popolari – Piazza G. Marconi 8 – Roma
Tel: 06.5926148 – 06. 5910709 [email protected] ?
Giorni e orari di apertura: Lunedì chiuso, Martedì-Domenica 8:00-19:00.
Prezzo del biglietto intero: €4,00
Biglietto cumulativo per i 4 musei del Museo delle Civiltà: €10,00
Info: cell. 333.7330045 – [email protected] – www.soqquadroarte.it

Home Page


Realizzazione Video Catalogo e Servizio Fotografico: Ian De Santis

No Comments
Comunicati

Costumi di Carnevale per Bambini: scegliere è semplice


Il carnevale è sempre un momento magico per i più piccoli: scegliere il costume più bello ed essere per un giorno qualcun’altro, o qualcos’altro, è sempre uno dei giochi più belli. Per questo potrebbe essere molto importante per vostro figlio individuare il costume di carnevale per bambini più incline alla propria natura, in modo da non sbagliare e non far trascorrere una brutta festa di carnevale al vostro piccolo.

Costumi per Carnevale per piccoli più tradizionali

Ovviamente gettonati da sempre sono i costumi che raffigurano i personaggi delle fiabe. Per le femminucce uno dei più amati è l’abito da Cenerentola. Essere per un giorno la principessa più amata, ma anche quelle più sfortunata, di sempre è stato per tutte le bambine almeno una volta il sogno più grande.

Per i bimbi maschi invece da sempre costumi da pirata o da ninja sono molto ricercati e amati. Questo ovviamente per ricreare l’azione e che spesso è protagonista dei giochi dei maschietti.

I costumi per Carnevale per bambini più originali

Per i più audaci esistono, poi, costumi diversi dai soliti più originali, ma che possono essere scelti dai bambini che non vogliono correre il rischio di indossare, magari, lo stesso costume di altri coetanei. I bambini più stravaganti possono decidere di vestirsi, ad esempio, come un alimento. In questo caso vi troverete a portare vostro figlio alla festa di carnevale vestito da barattolo di Nutella, uovo, carota o, perché no, anche da pacchetto di patatine del Mc Donald’s. Ci sono, poi, i bambini appassionati alla tecnologia che saranno orientati a vestirsi come iPhone, iPad, o altri ritrovati tecnologici come smartphone o, in alternativa, come un qualche personaggio dei videogiochi come, ad esempio, i Pokemon che in questi ultimi anni stanno spopolando anche tra i più grandi.

No Comments
Comunicati

L’evoluzione del linguaggio in età prescolare


Quanto i nostri bambini in età prescolare sanno parlare la loro futura capacità di apprendimento, questo provoca anche una minore casistica dei bambini con difficoltà di inserimento sociale. Sono quindi estremamente importanti degli anni antecedenti alla scuola.
Questo è quanto emerso da una ricerca australiana del Victoria Study (ELV). Questa ricerca ha infatti stabilito che se entro il sette anni di vita non si ha una capacità espressiva sufficientemente alta, la possibilità di incorrere in problemi emotivi e sociali oltre che comportamentali subisce un’impennata.
Gli studiosi di questa ricerca hanno notato una forbice che va dal 7% fino al 20% in cui i bambini presentano un basso livello di comprensione.
Lo studio ha esaminato le abilità conoscitive dei bambini di sette anni unite a da il comuni importanti fattori dei primi anni di vita. Utilizzando alcuni parametri considerati tre direttori delle capacità di espressione e della minore efficienza associata alla fabbrica utilizzazione ha comportato una minore qualità della vita sociale.
Come rilevato da questa importantissima ricerca e come riportato dal Club dei Bimbi, alcuni fattori esaminati sono: la prematurità, caso di parto singolo oppure gemellare, situazione socio economica della famiglia, preesistenza in famiglia di disturbi associati di al linguaggio, livello economico della famiglia.
Questo studio ha quindi dimostrato che una ridotta capacità linguistica era sempre associata ad alcune carenze socio emotive e di alfabetizzazione. Talvolta erano presenti anche limitazioni scolastiche ed inabilità psico-sociali.
Un’infima capacità nell’esprimersi all’età di quattro anni dovrebbero far suonare un campanello d’allarme per i genitori. È stato anche evidenziato come le scuole debbano essere formate per riconoscere anzitempo l’importanza di queste caratteristiche.
La prevenzione unita ad una giusta informazione alle famiglie può e deve creare un ambiente sano in cui il linguaggio del bambino possa svilupparsi raggiungendo standard ritenuti ottimali. I ricercatori hanno anche ipotizzato la reale possibilità di creare società a misura d’uomo con relativa diminuzione dei disturbi sociali e devianze cognitive, spesso all’origine di devianze ben più gravi. Forse tutto questo si rivelerà un utopia a breve termine, ma potrebbe davvero creare i presupposti per un mondo più civile e vivibile.

 

No Comments
Comunicati

RI-GIOCATTOLIAMO: Folletti impacchettano pacchi dono nel laboratorio di Babbo Natale


AAA Cercasi aspiranti folletti laboratorio di Babbo Natale per confezionare pacchi dono!!!

E` giunta alla 14° edizione l`iniziativa “RI-GIOCATTOLIAMO”, la raccolta di giochi nuovi e usati che diventano doni per bambini e adolescenti.

Un appuntamento ormai atteso e immancabile che rende speciale il periodo di preparazione alle feste natalizie e che in questi lunghi anni ha acquisito un interesse inter-regionale.
E` un`iniziativa aperta a tutti coloro che vogliono illuminare con un sorriso il volto di un bambino che non conoscono. Sabato 10 dicembre presso il Centro Parrocchiale di  Pontevigodarzere dalle 15.30 in poi potrete trovare un vero e proprio laboratorio dei folletti di Babbo Natale, intenti a impacchettare regali.

Molti sono i modi con cui grandi e piccoli sono invitati a collaborare: dal passaparola, al “rimettere in gioco” libri, cd, peluche e giocattoli nuovi o usati, dal collaudare i giochi all’aiutare a confezionare i pacchi dono.

Il “Ri-Giocattoliamo”, presentato da Atelier delle Idee e Famiglie in Rete per la Pace, distribuisce numeri eccezionali di pacchi dono uscendo dai confini della nostra regione.

Le famiglie in situazioni di momentanea difficoltà sono spesso molto vicine alla nostra quotidianità: “Ecco la mia lista di doni, perché mia figlia, che è più sveglia di me, mi ha detto che la sua compagna non avrà il regalo di Natale.” Grazie al contatto diretto con operatori in contatto con famiglie, associazioni, comunità, strutture per l`infanzia, distretti sanitari, moltissimi bambini hanno l`opportunità di ricevere un dono a Natale.
Ti aspettiamo sabato 10 dicembre dalle 15,30 in poi: l`emozione di essere un aiutante di Babbo Natale aspetta solo te!!!

Per maggiori informazioni tel. 338.4151228 (Cristina Toso)

No Comments
Comunicati

Lo yoga per bambini aiuta l’apprendimento.


Chi lo ha detto che la disciplina yoga è adatta solo per adulti fatti e finiti? Lo yoga per bambini è addirittura consigliato dai pediatri ai genitori che si lamentano del figlio troppo attivo, ansioso, timoroso o con disturbi specifici di attenzione ed apprendimento. Già per gli adulti, è una pratica che funziona da millenni ed è stata riconosciuta ufficialmente come una delle pratiche più complete per la salute mentale e del corpo. In più, iniziando da piccoli, si possono debellare sul nascere disturbi e disagi fisici e psichici che, con la crescita, possono diventare irreversibili. La disciplina yoga per bambini, ovviamente, è diversa da quella specifica per adulti, ma ha lo stesso principio. Stress, disturbi d’ansia, rabbia repressa, persino la depressione sono tutte condizioni che colpiscono sempre di più il mondo infantile. Con lo yoga per ragazzi, sia bambini che preadolescenti possono ritrovare il benessere e si risparmierebbero psicologi e medicine di dubbia efficacia. Le cause sono molteplici: la mancanza di tempo per essere e fare semplicemente i bambini, disagi e conflitti familiari che si riversano inevitabilmente anche sui piccoli, e si può continuare all’infinito. Praticare yoga aiuta i ragazzi a ritrovare il sorriso, essere forti di spirito e di fisico e migliora pure il rendimento scolastico.

Imparare giocando con gli esercizi yoga per ragazzi

Gli insegnanti di yoga specializzati per bambini hanno dimostrato che far praticare yoga in tenera età migliora la concentrazione. I bambini hanno bisogno di divertirsi, quindi la disciplina per bambini sarà incentrata sul divertimento e sul fattore ludico, ma con posizioni yoga mirate per imparare a conoscere il proprio corpo attraverso gli asana e i principi fondamento dello yoga. Si accolgono i piccoli praticanti mettendo i tappetini yoga in cerchio, con al centro la campana tibetana, utile per sviluppare l’ascolto. Si impara giocando: per esempio, alcuni esercizi yoga per bambini consistono nel riprodurre asana “animali” (tipo la posizione del cane, del leone, ecc), alternati a momenti di silenzio in cui i bimbi ascoltano l’insegnante.

No Comments
Comunicati

La riduzione dei prezzi incrementa le vendite degli smartphone, anche tra i giovanissimi

  • By
  • 22 Gennaio 2016

Secondo gli ultimi dati Gartner, le vendite globali di smartphone sono aumentate del 15.5%

nel terzo quadrimestre del 2015

In che modo i genitori possono aiutare i propri figli a esplorare Internet in modo sicuro?

Roma, 22 Gennaio 2016 -La continua domanda di smartphone a prezzi accessibili ha spinto le vendite in tutto il mondo nel terzo quadrimestre del 2015, secondo i dati della società di analisi Gartner. Le vendite su scala globale agli utenti finali hanno raggiunto 353 milioni di unità, con un incremento di oltre il 15 percento rispetto allo stesso periodo del 2014, dato ancora più significativo nei mercati emergenti.

“L’offerta di smarthpone a prezzi più accessibili ha spinto i consumatori ad aggiornare i propri smartphone a versioni più evolute in tempi più brevi rispetto al solito grazie anche le minime differenze di prezzo,” afferma Anshul Gupta, direttore delle ricerche di Gartner. Per il rapporto completo è possibile visitare il seguente link:

http://www.gartner.com/newsroom/id/3169417

Secondo i ricercatori di ESET i prezzi più bassi degli smatphone hanno portato a una maggiore diffusione di questo tipo di dispositivi, soprattutto tra i bambini.

Senza dubbio, permettere ai bambini l’utilizzo di smartphone ha aperto nuove opportunità di intrattenimento e anche di istruzione, ma sarebbe bene pensare ai rischi che ciò comporta. Per ridurli, i genitori dovrebbero avere un’idea di quanto tempo passano i loro figli sui dispositivi mobili e che tipo di attività svolgono. Un buon modo per farlo è attraverso un’applicazione di parental control installata sullo smartphone dei propri figli. ESET Parental Control per Android, rilasciata da poco e disponibile su Google Play, permette ai genitori di impostare dei limiti di tempo per l’utilizzo delle app o per i giochi, applicare dei filtri in base all’età per bloccare app o siti web inappropriati e verificare la posizione dei bambini.

ESET, fondata nel 1992, è uno dei fornitori globali di software per la sicurezza informatica di pubbliche amministrazioni, aziende e utenti privati. Il software ESET NOD32 Antivirus fornisce una protezione in tempo reale da virus, worm, spyware e altri pericoli, conosciuti e non, offrendo il più elevato livello di protezione disponibile alla massima velocità e con il minimo impiego di risorse di sistema. NOD32 è lantivirus che ha vinto il maggior numero di certificazioni Virus Bulletin 100% e dal 1998 non ha mai mancato l’individuazione di un virus ItW (in fase di diffusione). ESET NOD32 Antivirus, ESET Smart Security e ESET Cybersecurity per Mac rappresentano le soluzioni per la sicurezza informatica più raccomandate a livello mondiale, avendo ottenuto la fiducia di oltre 100 milioni di utenti. Lazienda, presente in 180 Paesi, ha il suo quartier generale a Bratislava e uffici e centri di ricerca a San Diego, Buenos Aires, Singapore, Praga, Cracovia, Montreal, Mosca. Per quattro anni di seguito ESET è stata inclusa fra le aziende Technology Fast 500 EMEA da Deloitte e per dieci anni consecutivi fra le aziende Technology Fast 50 Central Europe. Per maggiori info: www.eset.it

FUTURE TIME è il distributore esclusivo dei prodotti ESET per lItalia, nonché suo partner tecnologico. Fondata a Roma nel 2001, Future Time nasce dalla sinergia di due preesistenti aziende attive da anni nel campo della sicurezza informatica. Future Time, con Paolo Monti e Luca Sambucci, fa parte della WildList Organization International, ente no profit a livello mondiale composto da esperti e aziende antivirus che hanno il compito di riportare mensilmente tipologia e numero dei virus diffusi in ogni Paese. Per maggiori info: www.eset.it

No Comments
Comunicati

1,2,3 SPILLA! Workshop gratuito di Atelier Piccoli Stilisti


 

Stilisti si nasce o si diventa?

13/12/2015 dalle 11:30 alle 13:30

Natalino Christmas Market, Lanificio 159, Roma

Per bambini dai 5 ai 12 anni

Prenotazioni: [email protected]

Info corsi: [email protected]

 

Atelier piccoli stilisti trasformerà la domenica mattina dei bambini presenti al Lanificio 159 in occasione del Christmas market Natalino in un’esperienza indimenticabile. Tra gli 800 mq di abbigliamento vintage e nuove creazioni, anche i più piccoli potranno avvicinarsi al mondo della moda attraverso il workshop “1, 2, 3, SPILLA!”. Con il Natale alle porte, il regalo più bello ed originale per i più piccoli potrebbe non essere il solito giocattolo ma un’avventura nella moda. Le emozioni vissute e ciò che si impara saranno per sempre racchiuse nell’oggetto realizzato che ne perpetuerà il ricordo.

 

Il laboratorio di cucito concretizzerà le fantasie dei giovanissimi attraverso le infinite combinazioni di ago, filo, stampe e tessuti. Il workshop ha anche l’obiettivo di promuovere l’attività formativa e ricreativa dell’ormai consolidato Atelier Piccoli Stilisti a genitori e bambini alla ricerca del proprio talento, che potranno toccare con mano non solo i tessuti, ma anche il metodo educativo di Mary Villirillo. “1, 2, 3 SPILLA!” e il successivo workshop alla “Xmas Factory” di Family Welcome il 20 Dicembre saranno l’occasione giusta anche per conoscere i corsi per bambini e ragazzi dai sei ai diciassette anni in partenza a Gennaio 2016.  Intraprendere i primi passi nel mondo della moda sarà divertente e istruttivo, e soprattutto permetterà ai giovani fashion designer di non aspettare di crescere per realizzare e costruire il proprio sogno. Atelier piccoli stilisti è il paese delle meraviglie degli stilisti in erba, un contesto in cui la creatività indomabile dell’infanzia si confronta quotidianamente con i “vincoli funzionali” dell’abbigliamento.

 

Stilisti si nasce o si diventa? Nel dubbio, meglio scoprirlo subito! E quando da genitore comprenderete che pur comprando a vostro figlio tutti i giocattoli desiderati il suo preferito rimarrà sempre la spilla natalizia realizzata da solo, allora correte in Via Rubattino 1 a valorizzare il suo talento.

Per maggiori informazioni sull’evento:

https://www.facebook.com/events/746276795503146/

www.facebook.com/events/941967835873794/

 

Atelier Piccoli stilisti

www.atelierpiccolistilisti.com

[email protected]

www.facebook.com/atelierpiccolistilisti

www.twitter.com/piccolistilisti

www.instagram.com/atelierpiccolistilisti/

No Comments
Comunicati

DA SABATO 21 A LUNEDI’ 23 NOVEMBRE VIENI CON TUTTA LA FAMIGLIA A FESTEGGIARE IL NATALE IN RISTOPIU’

Sabato 21, domenica 22 e lunedì 23 novembre Ristopiù Lombardia ospita a Varedo (MB), in via Monte Tre Croci 5,
l’evento “IL DOLCE VILLAGGIO DI NATALE” open day gratuito,
degustazioni comprese e aperto a tutti, grandi e piccini.

Il Dolce Villaggio di Natale” sarà un’occasione imperdibile per trascorrere una piacevole giornata con tutta la famiglia e scoprire e gustare i prodotti distribuiti da Ristopiù, come i panettoni, le torte e i dolci del Maestro Pasticcere Sal De Riso e le prelibatezze di marchi internazionali distribuiti dall’azienda di Varedo.

I bambini saranno i benvenuti al Villaggio. I genitori infatti potranno degustare e scoprire i prodotti
Ristopiù in tutta tranquillità, viste le numerose attrazioni riservate ai più piccoli: giochi, caramelle, caldarroste appena fatte e la possibilità di creare una decorazione di Natale personalizzata da appendere all’albero. I bambini potranno anche portare da casa la letterina per Babbo Natale e consegnarla direttamente a lui!

Durante l’evento ci sarà la presentazione dello spumante Brut Metodo Classico, marchio Intrigante, seguita da un brindisi con i vini delle cantine del “Il Consumatore al Centro” e di una grande novità: ”Etoile”, il primo spumante italiano arricchito con polvere d’oro 24 carati.

Il dolce villaggio di Natale” non sarà solo un momento di condivisione, incontro e degustazione. Tutti coloro che prenderanno parte all’evento potranno infatti conoscere prodotti e specialità che renderanno irresistibili i pranzi e le cene delle feste, ma anche fare le proprie ordinazioni sfruttando varie agevolazioni.

Anche il consumer avrà la possibilità di acquistare direttamente i panettoni Sal de Riso, i vini e ordinare il proprio cesto di Natale, scegliendo i prodotti preferiti con cui riempirlo.

Per informazioni:

 

 

http://ristopiulombardia.ursamajorgroup.org

https://www.facebook.com

Numero verde 800 078844

 

 

 

No Comments
Comunicati

PAOLO GROSSI “IL PAESE DI BABBO NATALE” CHIANCIANO TERME

  • By
  • 28 Ottobre 2015

IL PAESE DI BABBO NATALE”

Chianciano Terme (Si)

Dal 6 Novembre al 27 Dicembre 2015

È una storia tutta italiana di successo e di passione quella di Paolo Grossi , il vulcanico musicista Toscano, di Montecatini, che ha dato vita a un vero miracolo imprenditoriale: Il Paese di Babbo Natale” a Chianciano Terme. L’Imprenditore ,seduto nel suo ufficio a Montecatini accanto al suo immancabile Sax, (dove le pareti, condizionatori compresi, sono affrescate dai personaggi e dalle scenografie uscite dalla sua fantasia e tappezzate da bozzetti dove l’uso dei materiali da riciclare creano meravigliose scenografie), Paolo Grossi spiega come ha fatto a realizzare il suo grande sogno: racconta la sua vita appassionante e avventurosa l’amore verso la musica e un padre che era anche un grande amico,cominciando da lontano: dopo aver frequentato la scuola del Conservatorio (suonava e studiava il sax , che ancora oggi rappresenta il suo lato artistico) e tanti successi fino ad un proprio progetto musicale inedito, pensò di mettersi in proprio: Ne ha fatte di cose, tra alti e bassi,” un po’ come stare sulle montagne russe”, afferma il Grossi. La soddisfazione più grande per lui è essere riuscito a coinvolgere i bambini in un percorso educativo attraverso il Paese di Babbo Natale (zeppo di proposte ludiche, laboratori di disegno, giochi ,favole percorsi educativi). Guardando i suoi figli Luca e Matteo -ci dice Paolo Grossi– « I bambini mi danno la carica e io stesso in fondo sono rimasto molto bambino. Il mio piccolo sogno è che attraverso questo progetto contribuirò a far crescere generazioni diverse, un po’ migliori, educate al rispetto della famiglia e della tradizione .Il suo messaggio in fondo è tutto qua. Con l’abilità di un coach, l’imprenditore ha saputo selezionare, orientare e motivare il piccolo team di persone della sua azienda “Music Staff “che lavorano con lui, tutte accomunate da grande competenza e grande passione ma anche dalla totale adesione al progetto , realizzato veramente “col cuore”. Anche la scelta di sviluppare un prodotto senza contaminazioni tecnologiche, è risultata vincente. Una strategia che ha restituito affinità e promuove relazioni tra i bambini e le famiglie in un’epoca in cui le favole non esistono più e i giochi elettronici creano “amicizie virtuali” costringendo i più piccoli a trascorrere il loro tempo da soli davanti a uno schermo, soggetti a tutti i pericoli del web. E allora una volta arrivati a Chianciano Terme e superato il cancello magico della dimora di Babbo Natale, non dovrete far altro che seguire il profumo dei biscottini appena sfornati. Vi farà compagnia il rumore degli Elfi, occupati giorno e notte per costruire regali destinati ai bambini di tutto il mondo. Anche le renne non vedono l’ora di ricevere un po’ di coccole ,si trovano tutte nel magico mondo del Polo Nord, da qui poi percorrendo un magico corridoio arriverete dritti dritti in Lapponia e sarete immersi in un’ambientazione glaciale in compagnia di orsi e pinguini. Ma il vostro viaggio è solo all’inizio! Dovete vedere che incanto il salone delle feste!.. suoni, colori e mille animazioni.. E se ancora non avete spedito la vostra letterina potrete farlo qui perché c’è anche l’ufficio postale!! Che cosa aspettate allora Babbo Natale vi aspetta!!

Informazioni: http://www.paesedibabbonatale.it/

[email protected] +39 392 6837759 p.b.

No Comments
Comunicati

Bepanthenol partecipa a Bimbinfiera Milano sabato 10 e domenica 11 ottobre presso il Parco Esposizioni Novegro

Arriva il nuovo appuntamento con Bayer Bepanthenol a Bimbinfiera Milano,
l’evento dedicato alle famiglie più importante d’Italia, il 10 e 11 ottobre 2015
presso il parco Esposizioni di Novegro, in
Via Novegro, a Segrate (MI).

Padiglione C Stand 68 – Bepanthenol

Padiglione C Stand 69 – Sala Conferenze Bepanthenol

Con Bimbinfiera continuano le occasioni di approfondimento che riguardano la salute della pelle di bambini e adulti. Presso la Sala Conferenze Bepanthenol tutte le mamme possono partecipare al Quiz Interattivo per conoscere, attraverso una sfida a colpi di risposte temporizzate, cosa c’è da sapere sulla barriera difensiva più importante del nostro corpo: la pelle. Tutte le domande saranno commentate dagli esperti Bayer e alle mamme che si dimostreranno più preparate sarà regalato un gadget dedicato.

Per tutta la durata di Bimbinfiera, nello stand Bepanthenol si possono acquistare ad un prezzo speciale i prodotti della linea nell’apposita vending machine: Pasta Lenitiva, Sensiderm Crema, Schiuma Rinfrescante e il nuovissimo Extra Protezione pensato per i piccolissimi (0 -12 mesi), che grazie alla sua formula innovativa con Olio d’Oliva e Vitamina B3 combatte e previene le irritazioni e le dermatiti da pannolino, prendendosi cura della pelle del bambino fin dalle primissime settimane di vita.

Contestualmente alla vendita le hostess distribuiranno campioni omaggio dei prodotti ed il leaflet contenente la 4mums card. Alle mamme che si registreranno al sito 4mums.it e attiveranno la loro card direttamente allo stand Bepanthenol sarà consegnato un omaggio utilissimo.

L’appuntamento a Bimbinfiera è un’occasione imperdibile per avere direttamente la 4mums card, che dà diritto a molte agevolazioni ed iniziative esclusive come sconti sui prodotti, accesso a corsi sulle più importanti tematiche riguardanti l’infanzia, viaggi e molto altro ancora.

Per conoscere i prossimi appuntamenti Bepanthenol e ricevere gratuitamente la 4mums card visitate il sito 4mums.it oppure collegatevi alla pagina Facebook Bepanthenol – Official e al profilo Twitter bepanthenol_it.

Per informazioni:

E-mail: [email protected]

No Comments
Comunicati

Riso in Terra di Castagne


L’appuntamento di chiusura della stagione estiva del Museo del Mortigliengo è un evento che ogni anno attira nella frazione Mino del Comune di Mezzana una folla di golosi, di amanti della cultura, della tradizione e di bimbi che per un giorno possono vedere in moto il frantoio per la produzione dell’olio di noci, prezioso e gustoso condimento che arricchisce in modo sano i nostri piatti, il torchio per  l’aceto di mele, attività economica tipica del Mortigliengo ed imparare come si tesse la canapa, rude tessuto che ha vestito ed arredato le case dei nostri nonni sin ancora alla metà del secolo scorso.

Domenica 18 ottobre, dal primo pomeriggio, il Museo si animerà con la messa in funzione dei macchinari, sapientemente azionati dai volontari dell’Associazione Murceng, che un tempo erano parte della vita quotidiana della piccola frazione di Mino e per la gioia dei bambini ci saranno dei laboratori gratuiti a loro dedicati, “Tessi la tela e Spremi la Mela”, mentre gli adulti potranno visitare il museo e curiosare fra le bancarelle dei produttori locali per degustare e scoprire sapori di un tempo.

Quest’anno la formula tradizionale si arricchisce con un incontro fra riso e castagne, per riportare l’attenzione sull’importanza e sul valore alimentare che questi due prodotti avevano nell’economia di scambio fra pianura e monti; nel tardo pomeriggio ci sarà una conferenza gratuita dedicata all’Agricoltura Residuale del Riso giglio, dove Francesco Bernabei, presidente di Eunomica APC, racconterà un’esperienza reale dedicata alla coltivazione del riso secondo un metodo a minimo impatto ambientale ed energetico.  A seguire si potrà degustare un piatto di Panissa vercellese preparato dal Gruppo “Amici della Panissa” di Albano Vercellese, per chiudere in bellezza un pomeriggio di divertimento, gusto e cultura alle porte dell’autunno.

La festa sarà un gioioso tuffo nel nostro passato prossimo che ci permetterà di tornare tutti bambini e di riaprire la scatola dei ricordi, per scoprire e riscoprire la nostra tradizione in uno splendido contesto che ci riporterà indietro nel tempo con incanto e meraviglia.

 

Domenica 18 0ttobre dalle ore 14.30

Museo del Mortigliengo

Fraz. Mino – Mezzana Mortigliengo

No Comments
Comunicati

Join lancia a Milano il Wedding with Kids


Milano settembre 2015. Join, società con sede in Via Stradivari, 4 (C.so B. Aires), che da anni si occupa di intrattenimento per bambini, parte con il nuovo progetto “ Wedding with Kids” pensato appositamente per i neo-sposi e per i loro invitati nel giorno del matrimonio.

L’azienda fornisce servizi di Baby Parking, nido, feste di compleanno, assistenza ai più piccoli durante gli eventi aziendali e organizza corsi pre e post parto le per giovani mamme. Con i suoi 700 mq di ambienti accoglienti e sapientemente suddivisi consente ampio spazio di movimento per tutte le attività ludico-formative, soddisfacendo le esigenze dei suoi ospiti grazie anche al lavoro di personale altamente qualificato e a metodi educativi Montessoriani.

“Il mio bambino di 6 anni da quando è andato per la prima volta al Join per una festa di compleanno vuole tornarci ogni giorno! Le educatrici e animatrici sono carine, professionali e molto disponibili. ” dice Marianna, una delle mamme che ha partecipato a una festa organizzata da Join.

Da oggi l’azienda offrirà il suo servizio di intrattenimento anche durante le feste di matrimonio, con un programma personalizzato e completamente dedicato ai bambini che spesso durante queste occasioni si annoiano e fanno i capricci.

Attraverso l’allestimento di un’area della location scelta per le nozze , con decorazioni a tema e grazie al lavoro di animatrici professioniste che seguiranno i bambini durante l’intero evento con attività, giochi e assistenza al buffet, anche i piccoli invitati avranno la possibilità di trascorrere una giornata indimenticabile.

Per maggiori informazioni:

Join

Via A. Stradivari 4, ang. Buenos Aires

20131 Milano | Tel. 02 36799630

Fiorenza D’Apote

PR Manager

Mobile: +39 331 1906593

[email protected]

http://www.webjoin.it/feste-ed-eventi/wedding-with-kids.html

No Comments
Comunicati

Cappelli per neonati, come scegliergli


Quando siamo di fronte ala scelta di fare un regalo ad un neonato non vi è proprio nulla di meglio che optare per qualcosa di unico ed elegante come dei caldi e comodi cappelli per neonati e da poter abbinare a delle fantasiose tutine per le uscite giornaliere.

All’interno del commercio sono presenti moltissimi negozi specializzati che si occupano di venderli, ma se si è esperti del cucito è possibile realizzare dei fantastici cappellini.

Vediamo quello che occorre per la realizzazione dei cappelli per neonati.

E’ bene assicurarsi di avere:

  • Lana di vari colori
  • Ferri numero 3
  • Palline da ping pong
  • Forbici
  • Ago e filo
  • Uncinetto

 

Idee interessanti di cappelli per neonati

Il primo oggetto che ci interessa è la lana, ovvero 50 grammi, il colore non è importante ma è bene optare celeste per il maschietto e rosa per la femminuccia.

Un altro oggetto che sarà molto utile sono i ferri numero 3, ideali per poter realizzare la maglia rasata, che consta dell’uso della tecnica del diritto e rovescio.

E’ bene prima di iniziare potersi assicurare di conoscere esattamente le dimensioni della circonferenza della testa del neonato, in genere oscilla dai 35 centimetri per tre mesi, e 40 a sei mesi, prima di realizzare il cappellino per il piccolo neonato.

Il primo passo è lavorare ai ferri dando la precedenza alla circonferenza della testa, pertanto si sale dalla testa, fino a che il cerchio non sarà della giusta dimensione.

Dopo che abbiamo fatto ciò si deve proseguire tramite la parte cilindrica della fronte che arriva alle tempie, ed impiegando un ago molto grande, lo congiungiamo alla parte circolare, ultimandolo.

Da qui in poi si può dare ampio spazio alla propria fantasia con decorazioni di ogni genere tra cui: fiori, paraorecchie o dei fantasiosi fiocchetti.

Quest’ultimi possono essere realizzati con delle palline da ping pong, che devono essere bucate tramite un punteruolo che si è fatto diventare rovente sul fornello, e all’interno gli possiamo far passare del filo di nylon che deve essere annodato alle due estremità, per evitare che possa sganciarsi.

No Comments
Comunicati

For a Smile lancia i Bonus Solidali per aiutare 1,4 milioni di bambini poveri


Non tutti sanno che 1 milione e quattrocentomila bambini da 0 a 10 anni in Italia sono a rischio povertà. Centinaia di migliaia di piccoli ai quali i genitori non riescono a provvedere alle necessità, anche le più basilari. La crisi che ha colpito il nostro Paese negli ultimi anni ha aggravato una situazione preesistente e la disoccupazione ha aumentato la fascia di famiglie in stato di indigenza.

L’organizzazione non lucrativa di utilità sociale For a Smile Onlus da diversi anni è attiva con iniziative di solidarietà e raccolte fondi al fine di migliorare la qualità di vita dei bambini in tutto il mondo e quest’anno ha scelto di affrontare l’emergenza italiana per dare supporto a chi è più vicino a noi.

Day Ristoservice, azienda italiana che si occupa di servizi alle imprese quali il servizio buono pasto, è partner e collabora attivamente alla campagna lanciata il 2 febbraio e che si concluderà il prossimo 31 luglio. Dopo una prima fase in cui era possibile donare tramite messaggio da cellulare ora si entra nella fase nella quale alla raccolta si può aderire tramite paypal e bonifico.

Tutti sono chiamati a dare un piccolo (o grande contributo), dai privati alle aziende.

Si può sostenere il progetto BONUS SOLIDALI donando tramite paypal sul sito ufficiale di For a Smile o tramite bollettino postale C/C POSTALE 72960131 o con bonifico su C/C BANCARIO (codice IBAN: IT 21 A 03211 01001 052876651990
Da indicare nella causale della donazione: “Bonus Solidali 2015”).

Con le donazioni raccolte saranno elargiti speciali Bonus Solidali spendibili dai beneficiari presso la rete di affiliati del servizio “welfare” messa a disposizione del progetto da Day Ristoservice Spa. Il bonus del valore di €150 potrà essere speso per l’acquisto di prodotti per l’infanzia, medicine o per pagare la retta della refezione scolastica.

No Comments