Archives

Comunicati

Gruppo Bracca e Pineta, bonus del 15% per i dipendenti al lavoro

In questo momento di emergenza sanitaria Covid-19, il gruppo bergamasco leader nella produzione di acque minerali, con gli stabilimenti Bracca a Zogno e Pineta a Clusone, ha deciso di riconoscere un bonus del 15% della retribuzione lorda giornaliera relativo a tutte le giornate lavorate nel mese di marzo. Un riconoscimento che si aggiunge al bonus di 100 euro stabilito dal DPCM del 22 marzo 2020 per tutti gli addetti che stanno garantendo la continuità dell’operatività aziendale e che si affianca al rafforzamento delle procedure di sicurezza e prevenzione già messe in atto dall’azienda per fronteggiare l’emergenza.

Il Gruppo Acque Minerali Bracca e Pineta, che  rientra nella categoria di industrie alimentari ritenute di natura “essenziale” dal Decreto ministeriale dello scorso 22 marzo, ha applicato sin dal 9 marzo 2020 tutte le procedure necessarie a prevenire il contagio da Coronavirus attraverso protocolli aziendali, informative a dipendenti trasportatori e clienti, modifica degli orari di turnazione così da evitare assembramenti di personale,  fornitura dei dispositivi di protezione individuale necessari ad evitare il contagio e disinfezione della totalità degli stabilimenti a cura di un’impresa esterna specializzata. A integrazione del rafforzamento delle procedure di sicurezza e prevenzione il Gruppo ha potenziato anche la disinfezione settimanale con atomizzatore elettrostatico e prodotto a base alcolica.

Questa battaglia si vince insieme, in fabbrica e nei comportamenti individuali. Con le attenzioni che abbiamo messo in atto negli stabilimenti vogliamo contribuire a difendere noi, le nostre famiglie, le nostre valle e non ultimo il nostro lavoro. – afferma Luca Bordogna, Amministratore delegato di Gruppo Acque Minerali Bracca e Pineta – Un investimento economico importante perché abbiamo un enorme senso di responsabilità nei confronti della sicurezza e salvaguardia dei nostri collaboratori e perché vogliamo essere di sostegno alle famiglie dei nostri dipendenti al fine di proseguire con la produzione dei beni di prima necessità basilari per affrontare questa emergenza sanitaria”.

Già lo scorso 10 marzo, su decisione del Gruppo, Luca Bordogna, aveva annunciato una donazione a favore dell’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, in prima linea per fronteggiare l’epidemia di Coronavirus e la collaborazione con Alpini e Protezione Civile per la fornitura gratuita di acqua all’ospedale da campo allestito alla Fiera di Bergamo. Un altro piccolo gesto per ringraziare medici, personale sanitario e volontari impegnati nel servizio alla Comunità.

No Comments
Comunicati

Sim aziendali, controlli e tutela privacy

Con la newsletter n. 437 del 26 gennaio 2018 il Garante per la Privacy ha reso noto che in riferimento all’argomento delle sim aziendali il datore di lavoro può, attraverso un opportuno sistema di controllo del traffico telefonico aziendale, nel rispetto di precise misure a tutela della riservatezza dei dipendenti.

Allo scopo esclusivo di ridurre i costi dell’azienda e valutare l’adeguatezza del contratto sottoscritto con il fornitore dei servizi telefonici, l’azienda può trattare alcuni dati desunte dalla fatturazione relative alle chiamate in uscita dei dipendenti assegnatari di una o più sim aziendali. In particolare, il Garante ha prescritto che le informazioni sul traffico telefonico vengano trattate solo se necessario, pertinenti e non eccedenti. Rispetto ai numeri delle chiamate in uscita e, laddove consentito nei casi in entrata, viene attuato il mascheramento delle ultime quattro cifre.

Qualora si dovessero verificare consumi eccedenti e anomali, la società provvederà a inviduarne le cause e dove necessario, sottolineerà al diretto interessato l’esigenza di rientrare nei costi aziendali, tenendo comunque conto che i dati non potranno essere trattati a fini disciplinari. I dati, sulla base del Codice sulla Privacy, potranno essere conservati entro un limite di tempo di sei mesi e non più di un anno. La società dovrà rendere noto adeguatamente ai propri dipendenti e utilizzare un codice disciplinare interno, specificando le condizioni di utilizzo delle sim telefoniche aziendali.

Per approfondire la news, è possibile collegarsi al sito di Studio Borghi, studio paghe milano, esperto nel mondo dell’elaborazione delle buste paga e della consulenza del lavoro.

Si ricorda ai lettori che settimanalmente vengono pubblicate sul portale dello Studio paghe le ultime news e circolari in materia di lavoro e di amministrazione del personale dipendente.

 

No Comments
Comunicati

Il regalo natalizio aziendale col quale vai sul sicuro e puoi risparmiare? Si chiama Cadhoc, esaudisce i desideri

Si avvicina il Natale, un problema per gli uffici del personale delle aziende che fanno regali ai propri dipendenti. Non è facile trovare la soluzione migliore che rappresenti un risparmio per l’impresa e che al tempo stesso gratifichi e quindi motivi e fidelizzi i lavoratori.

Se il regalo è un segno di stima, un ringraziamento che l’azienda fa ai suoi collaboratori per l’anno di lavoro passato insieme, trovare una soluzione all’ultimo minuto, un panettone con spumante comprato al supermercato o un cesto con prodotti stantii rischia di provocare un effetto opposto a quello voluto. La brutta figura per l’azienda è dietro l’angolo, per questo bisogna trovare una soluzione che rappresenti davvero un valore aggiunto per i dipendenti.

Ogni persona ha gusti e preferenze diverse e accontentare tutti è praticamente impossibile. L’ideale sarebbe regalare una bacchetta magica affinché ogni dipendente crei da sé il suo regalo, ma se questa soluzione alla Harry Potter non è praticabile, c’è qualcosa che ci si avvicina parecchio.

Day gruppo UP, che propone servizi di benessere per Persone e Aziende ha studiato il buono shopping CADHOC, un voucher del valore scelto dall’azienda che consente a chi lo riceve di acquistare tutto ciò che desidera.
Cadhoc è quanto di più vicino ad una magia, perché è come dare al dipendente una somma di denaro, ma senza che venga tassata in busta paga, e con la possibile di essere scaricata totalmente da parte dell’azienda. Ci guadagnano tutti quindi, e infatti è la soluzione preferita sia dal datore di lavoro, che ammortizza totalmente il costo del regalo natalizio e trova una soluzione esente da IVA, che dai lavoratori, i quali ricevono un carnet di buoni shopping con i quali esaudire ogni desiderio.

Cadhoc infatti è spendibile in più di 7000 negozi di varia tipologia sul territorio e inoltre può essere utilizzato nei migliori store online come Amazon, Zalando, Ibs, Mediaworld.it, e tanti altri.

Con questa soluzione ogni azienda, dalla più piccola alla più grande va sul sicuro. Ogni buono può essere personalizzabile con un logo, una frase di auguri o la ragione sociale dell’azienda. Lo chiamano il buono dei desideri proprio per la sua versatilità e quindi è certamente gradito da chi lo riceve facendo risparmiare tempo a chi si deve occupare dei regali natalizi. A stampare, personalizzare e spedire i carnet di Cadhoc ordinati pensa Day gruppo UP infatti e il compito dell’ufficio del personale sarà solo quello di distribuirli prima delle festività.

Per approfondire la tematica e comprendere appieno le potenzialità di questa soluzione efficace come omaggio Day ha messo a disposizione un Numero Verde: 800834009, ma è possibile mandare anche una mail ed essere richiamati: [email protected]

No Comments
Comunicati

Welfare, per le aziende sarà ancora più conveniente

Dal concetto di welfare unilaterale a quello di responsabilità sociale d’impresa. Il Governo ha previsto agevolazioni anche nella nuova Legge di Stabilità 2017.

Dal concetto di welfare unilaterale a quello di responsabilità sociale d’impresa. Il Governo ha previsto agevolazioni anche nella nuova Legge di Stabilità 2017. Ulteriormente incentivato il premio di produttività. La tassazione agevolata al 10% dovrebbe estendersi ai premi fino a 3 mila euro (oggi 2 mila) e passare dai 2.500 ai 4 mila euro in caso di coinvolgimento paritetico dei dipendenti nell’organizzazione del lavoro. Incremento della produttività, partecipazione dei dipendenti all’impresa e sostegno dei lavoratori e delle loro famiglie sono gli obiettivi del Governo che ha introdotto il voucher come strumento di supporto ai servizi di welfare.

È ormai una certezza, il Governo crede nello strumento del welfare aziendale e ha previsto agevolazioni anche con la nuova Legge di Stabilità 2017. Sembra certo che sarà ulteriormente incentivato il premio di produttività.

Il percorso di rivoluzione del concetto di welfare di secondo livello è iniziato nel 2016, quando la Legge di Bilancio ha introdotto alcuni cambiamenti.
Incremento della produttività, partecipazione dei dipendenti all’impresa e sviluppo delle politiche a sostegno dei lavoratori e delle loro famiglie sono stati indicati tra gli obiettivi prioritari del Governo che, nella Legge di Stabilità ha (re)introdotto un welfare concordato e ha invece ideato un welfare di produttività, promuovendo così le relazioni industriali e declinando il welfare ad una funzione di sostegno al reddito oltre che di benessere. La stessa legge del 28 dicembre 2015 n. 208, ha inoltre modificato il T.U.I.R. (Testo unico delle imposte sui redditi) ampliando i servizi e le prestazioni defiscalizzate a favore dei dipendenti e dei loro familiari, introducendo il voucher come strumento di supporto ai servizi di welfare.

Day gruppo UP è provider di servizi di welfare e propone soluzioni di alto profilo per ogni tipo di esigenza e scelta aziendale.

No Comments
Comunicati

Welfare, in arrivo i decreti attuativi. Tra i progetti Evolve, smartcard multifunzione

Pronto il decreto attuativo che lancerà in Italia la rivoluzione del welfare aziendale. Lo ha confermato il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, intervenendo all’incontro di presentazione di «Welfare index pmi», primo rapporto sullo stato del welfare nelle Pmi.

Ministro del Lavoro Poletti
Ministro del Lavoro Poletti

Poletti sta aspettando il via libera degli altri ministeri per rendere concreti i benefici per i lavoratori stabiliti nell’ultima Legge di Stabilità. A partire da quest’anno, infatti, è incentivato il welfare aziendale attraverso l’esenzione fiscale per le prestazioni riconosciute dal datore di lavoro volontariamente o per quelle rese in conformità di contratti, accordi e regolamenti aziendali.

In concreto, diventa molto più vantaggioso erogare servizi ai dipendenti anziché premi monetari legati produttività e redditività. La Legge di Stabilità, avvicinandosi al modello francese “CESU”, riconosce il ruolo degli intermediari che forniscono servizi di welfare attraverso voucher.

Rimborsi per le spese degli asili dei bambini, libri, ma anche assistenza per anziani, benessere e cultura. Il welfare si declina in molti modi in base ai bisogni del dipendente e della sua famiglia.

Come rivela l’indagine presentata nella giornata dell’8 marzo, promossa da Generali Italia col patrocinio della Presidenza del Consiglio dei ministri e con la partecipazione di Confindustria e Confagricoltura, non sono solo le grandi aziende a offrire piani di welfare, la PMI italiana è sempre sensibile all’argomento e la nuova normativa favorirà lo sviluppo di nuovi servizi.

Familydea

Chi da anni offre servizi di welfare ai suoi clienti è Day Ristoservice, tra i principali player dei servizi alle aziende con soluzioni quali il buono pasto e il buono regalo. Sia attraverso un portale dedicato, che con la partnership con piattaforme quali Familydea, Day è all’avanguardia per il welfare aziendale.

Familydea2

Familydea è un e-commerce  che consente di acquistare servizi da una rete di cooperative. Dall’assistenza anziani, alla gestione della casa, al catering, fino alla fisioterapia, sono tante le opportunità offerte dalla piattaforma in nove città italiane. Proprio nei giorni scorsi è stato lanciato il servizio a Forlì, mentre si prevede di raggiungere 50 province entro l’anno in corso. La cooperativa Familydea sta entrando nel mercato del welfare aziendale grazie al buono Day Welfare, servizio riservato ai dipendenti i quali possono decidere di spendere il potere d’acquisto destinato dall’azienda anche nelle soluzioni offerte dalla piattaforma.

Progetto Evolve

Evolve, smartcard multifunzione dotata di microchip
Evolve, smartcard multifunzione dotata di microchip

Altri progetti si stanno sviluppando sul territorio nazionale per offrire servizi alle aziende in un’ottica di benessere e praticità. Sarà lanciato nei prossimi giorni il frutto della partnership tra Confindustria Ancona e Day Ristoservice, che hanno creato la card multiservizi Evolve, una smartcard dotata di microchip che permette l’integrazione dei servizi dedicati alla gestione e motivazione del personale. Evolve può essere badge per la rilevazione delle presenze, servizio buono pasto elettronico, fino a programmi di incentivazione e, appunto, welfare aziendali per i dipendenti e le loro famiglie. Inoltre, Evolve è anche fidelity card Confindustria e prevede sconti e promozioni in base alle convenzioni territoriali.

No Comments
Comunicati

Hera sempre più “Top Employers”

  • By
  • 17 Febbraio 2016

La multiutility si conferma, ancora una volta, una tra le migliori imprese italiane per l’attenzione rivolta alle condizioni lavorative dei propri dipendenti

Il Gruppo Hera è stato riconosciuto, per il settimo anno consecutivo, “Top Employers” conquistando, ancora una volta, il prestigioso riconoscimento.

A decretarlo è l’ente certificatore olandese Top Employers Institute che, dal 1991, conduce una ricerca che valuta gli standard qualitativi in termini di condizioni di lavoro offerte ai dipendenti delle principali aziende del mondo.

Top Employers è uno tra i più prestigiosi riconoscimenti a livello internazionale e premia quelle aziende che hanno dimostrato di poter offrire eccellenti condizioni di lavoro ai propri dipendenti.

Il processo di certificazione, divenuto negli anni sempre più rigoroso e selettivo, comporta per tutte le aziende verifica approfondita su retribuzioni, condizioni di lavoro, formazione e sviluppo, opportunità di carriera e cultura aziendale. In questo modo solo le aziende che raggiungono i più alti punteggi, richiesti dalla certificazione, possono essere ammesse nel novero di Top Employers.

Le aziende certificate quest’anno in Italia sono state 66: tra queste l’unica multiutility è il Gruppo Hera, che partecipa al progetto dal 2010 e ha conseguito questo riconoscimento per il settimo anno consecutivo.

In particolare Hera si posiziona ai primi posti tra le aziende che in Italia investono maggiormente sull’aggiornamento e sullo sviluppo personale e professionale dei propri dipendenti offrendo 31,4 ore di formazione pro capite. Negli anni il Gruppo ha cercato di rendere le esperienze formative sempre più incisive e coinvolgenti e grazie a HerAcademy, la Corporate University del Gruppo, ha reso possibile il confronto costante con altre aziende e le principali istituzioni del mondo accademico (università e business school).

Tra gli aspetti più innovativi si annoverano le iniziative relative al welfare, volte a favorire il benessere dei dipendenti e la conciliazione vita – lavoro (come le politiche di gestione dei congedi o assenze dal lavoro e il relativo supporto nel momento di rientro in azienda, asili nido per i figli dei dipendenti nei diversi territori, sostegno alla mobilità), le iniziative di coaching e counseling, la diffusione di attività per sviluppare la leadership, la gestione dei collaboratori, l’intelligenza emotiva e le politiche che prevedono la possibilità di interventi di sviluppo per tutta la popolazione aziendale. Quest’ultimo aspetto posiziona il Gruppo Hera in cima alla classifica in Italia.

“Siamo orgogliosi di aver ottenuto per la settima volta la qualifica Top Employers – ha dichiarato il Presidente di Hera Tomaso Tommasi di Vignano. Questa certificazione è la prova che Hera è entrata, da alcuni anni, in pianta stabile tra le aziende italiane che eccellono nelle condizioni di lavoro offerte ai dipendenti e questo grazie non solo all’ampia gamma di attività formative offerte ma anche alle politiche strutturate di benefit offerte ai nostri dipendenti. Gli investimenti effettuati negli anni nella formazione sono stati sempre più specifici e innovativi, per fornire spunti e strumenti a tutta la popolazione aziendale e al contempo migliorare ulteriormente i servizi che offriamo ai clienti e al territorio in cui operiamo, in coerenza con i nostri valori e la missione aziendale.”

Il profilo completo del Gruppo Hera, con le motivazioni e i criteri della certificazione, sono consultabili sul sito: www.topemployers.it

 

No Comments
Comunicati

La conoscenza… per non fallire

L’Agenzia Investigativa EUROPOL di Ferrara, specializzata in servizi investigativi per le aziende, sarà presente il 5 dicembre 2014 al convegno ”LA CONOSCENZA… PER NON FALLIRE” organizzato dall’Associazione VerdestradaItalia con il patrocinio del Comune di Montichiari.

L’incontro, destinato prevalentemente alle piccole e medie imprese, prevede alcuni interessanti spunti di riflessione e di informazione per gestire al meglio i rapporti con la clientela, il recupero crediti e le startup.

Questo il programma degli interventi:

Saluto del Sindaco Dott. Mario Fraccaro e del Presidente dell’associazione VerdestradaItalia Miceli Rosaria

Linee guida al Recupero Crediti stragiudiziali a cura di Mario Gatto (Credit Manager)

Recupero Crediti Giudiziale e Tutela Patrimoniale (Avvocato Bertaggia Daniele)

Il fallimento nel mondo delle startup e piccole imprese a cura di Marcello Granatelli (Owner @ The Italian Job Market)

Gestione e controllo a cura del Dott. Renato Baratti (Assessore Bilancio del Comune di Montichiari)

Concorrenza sleale. Infedeltà di dipendenti, collaboratori, soci. Assenteismo e doppio lavoro a cura di Maddalena Bellettati (EUROPOL INVESTIGAZIONI)

L’importanza delle informazioni commerciali, essere a conoscenza, prima, per valutare, agire in sicurezza e minimizzare il rischio a cura di Cosimo Cordaro (ABBREVIA S.r.l.)

Interventi e discussione

L’evento si terrà venerdì 5 dicembre, dalle ore 20.30 presso la Sala Consiliare del Comune di Montichiari. Ingresso gratuito.

No Comments
Comunicati

Imprese interessate esprimono l’impegno imprenditoriale attraverso La Via della Felicità.

  • By
  • 21 Febbraio 2014

 

Le piccole imprese nel settore dei servizi in tutto il mondo hanno partecipato alla “Settimana di impegno aziendale de La Via della Felicità”, volta a ridurre la criminalità nel vicinato e risollevare le comunità locali.

Dipendenti di imprese di paesi dall’Ecuador nel Kenya, dal Pakistan all’Italia e dall’Australia agli Stati Uniti, hanno indossato la T-shirt de La Via della Felicità, hanno distribuito copie de La Via della Felicità ai loro clienti, e hanno collocato poster nelle loro vetrine, tutto per promuovere i principi de La Via della Felicità nelle loro zone.

La campagna internazionale per ripristinare i valori morali, espressi nell’opuscolo La Via della Felicità è sostenuta o attuata da una vasta base di organizzazioni e istituzioni, inclusi i governi federali di Panama e Venezuela, il Dipartimento delle prigioni d’Israele e una schiera di multinazionali.

Per procurarvi un kit informativo gratuito, inclusa una copia dell’opuscolo de La Via della Felicità e un DVD che presenta il programma de La Via della Felicità, cliccate qui.

Inviateci le vostre notizie con foto e video in modo che possiamo condividerli con altri facendo clic qui per contattarci.

il liibro è scritto da L. Ron Hubbard

Altre informazioni sulla campagna www.laviadellafelicita.org

 

No Comments
Comunicati

Il fatturato Baraclit del 2011 cresce a 63 mln di euro (+10,6%). Solidità finanziaria, investimenti e assunzioni: come “resistere” alla crisi dell’edilizia

Con un volume di affari che nel 2011 si è attestato a 63,0 mln di euro in crescita a doppia cifra rispetto ai 56,9 mln di euro del 2010, Baraclit ha chiuso in utile il bilancio per il 66° anno consecutivo, nonostante la drammatica congiuntura nel settore dei prefabbricati. Per far fronte alle numerose commesse acquisite, soprattutto nel ramo di attività “Energy Building” della Divisione b.POWER, sono in arrivo 25 nuove assunzioni nel comparto produttivo.

In tempo di crisi, c’è ancora chi guarda al futuro con fiducia e raccoglie ottimi frutti grazie a strategie coraggiose e a una sicurezza patrimoniale che viene da attente gestioni del passato. Baraclit è una delle pochissime realtà di prefabbricatori italiani ad aver reagito con fermezza ed efficacia alla pesante recessione del mercato edilizio.

La forte crescita del fatturato 2011 (+10,6% su base annua) e il conseguimento di un risultato ancora in utile per il 66° anno consecutivo dalla fondazione, rappresentano quasi un record in un settore che ha registrato un calo di oltre il 50% della domanda di prefabbricati dall’inizio della crisi, al quale si sono aggiunti la diminuzione del 20% dei prezzi di vendita e l’aumento dei costi delle materie prime. Una situazione di difficoltà profonda che, ulteriormente aggravata dalla restrizione del credito in atto da parte del sistema bancario, sta portando alla chiusura o al fallimento moltissime aziende, anche storiche, nel panorama dell’edilizia industrializzata in cemento.

In totale controtendenza, il portafoglio ordini di Baraclit nei primi mesi del 2012 supera i 400.000 mq assicurando all’azienda un carico ingente di lavoro per circa un anno e mezzo. L’accelerazione della produzione è resa possibile dal volume di importanti commesse acquisite nel settore commerciale (40.000 mq per Esselunga a Campi Bisenzio e 23.000 mq per Trony a Roma), nel comparto della grande logistica (30.000 mq per Bartolini Trasporti e 10.000 mq per Interporto Rivalta Scrivia) e nei mercati esteri (10 mln di euro di ordini, in crescita del 25% rispetto al 2010).

Tra i progetti più prestigiosi firmati nell’ultimo periodo si annoverano anche il nuovo e avveniristico centro direzionale Arval a Scandicci a zero emissioni (la “Saetta Fotovoltaica”) e il raddoppio dello stabilimento della Brunello Cucinelli SpA, nota casa di alta moda di recente approdata in borsa con straordinario successo.

Anche la Divisione Baraclit b.POWER, interamente dedicata alle rinnovabili, ha segnato un impulso decisivo per i risultati 2011 trainando il “core business” del prefabbricato: 20 MW di impianti fotovoltaici integrati su edifici industriali, i primi capannoni in classe energetica A+ in Italia, e il progetto SolarLAB uno tra i più evoluti parchi di generazione solare su tetto in Europa con 4,2 MW di potenza installata e 20 diverse tecnologie monitorate sulle coperture della sede Baraclit.

La ricetta per la crescita si fonda su pochi e semplici ingredienti: massima affidabilità aziendale, innovazione di processo e di prodotto, e investimenti continui in capitale umano. Baraclit, azienda con rating A4 (il riconoscimento più elevato tra gli operatori del settore Prefabbricati), dispone infatti di una situazione finanziaria solida ed equilibrata garantita da un patrimonio netto di oltre 46 mln di euro e da una posizione di liquidità significativa, in grado di resistere allo stress economico-finanziario di momenti così duri e di sostenere gli ambiziosi piani di investimento. Solo nel 2011 Baraclit ha investito oltre 11 mln di euro nel SolarLAB e nelle nuove linee di lavorazione dei pannelli di tamponamento a cui si sommano altri 3 mln di euro di investimenti preventivati per l’anno in corso con lo scopo di ammodernare ulteriormente i processi produttivi e rimanere alla frontiera nella ricerca in campo dei nuovi materiali compositi (fibre ad altissima prestazione) e del “green building”.

Sul fronte occupazionale, Baraclit nel 2011 ha confermato la propria politica storica di impegno e serietà verso i suoi dipendenti: zero ore di cassa integrazione, rinnovo puntuale del contratto integrativo aziendale e 20 assunzioni di giovani laureati nel settore tecnico-commerciale e nella Divisione b.POWER. Grazie alla partenza sprint del 2012 e alle commesse acquisite, Baraclit ha pianificato anche l’assunzione di 25 nuove risorse umane, da inserire nel comparto produttivo per poter evadere gli ordini con puntualità e con i consueti standard qualitativi.

A commento del trend positivo dei numeri e obiettivi raggiunti non sono tardate le dichiarazioni dei vertici aziendali. Così l’a.d. di Baraclit, dott. Franco Bernardini: “I brillanti risultati di bilancio del 2011 accreditano Baraclit come azienda leader in Italia nel mercato della prefabbricazione e dell’Energy Building. Dal 2009 stiamo assistendo nel settore dell’edilizia industrializzata a dolorose chiusure e ridimensionamenti di attività, a concordati fallimentari, all’attivazione di ammortizzatori sociali. In un contesto così sfidante, siamo davvero orgogliosi per il lavoro svolto mantenendo sempre massima professionalità e livello qualitativo nel rispetto dei nostri “solidi valori” sia verso i dipendenti che verso fornitori e partner. Il mio plauso va a tutti i nostri fedeli collaboratori, grazie a loro siamo riusciti ad affrontare con successo periodi bui. Nei confronti degli azionisti, del personale dell’azienda e di tutta la vallata Casentinese avvertiamo un forte senso di responsabilità, in noi continuano a riporre fiducia e non vogliamo in alcun modo deluderli”.

Baraclit dal 1946 è leader nel settore dei prefabbricati in cemento per l’edilizia industriale e commerciale. Con una superficie produttiva di 300.000 mq e oltre 350 dipendenti, l’azienda serve il territorio nazionale e i Paesi esteri limitrofi dallo stabilimento di Bibbiena (AR), il più grande centro di prefabbricazione italiano. Baraclit si è affermata nel panorama dell’architettura industriale lanciando sul mercato strutture rivoluzionarie per innovazione, duttilità applicativa e valore aggiunto. Tra i moltissimi tentavi di imitazione, il sistema Aliant si distingue ancora oggi per l’unicità delle sue caratteristiche costruttive, architettoniche e per l’esclusivo sistema di impermeabilizzazione. Baraclit, in 66 anni di storia, ha all’attivo 15.000 strutture realizzate, oltre 22 milioni di mq coperti con un fatturato annuo di 60 milioni di euro e 2 prestigiosi premi di architettura vinti a livello nazionale, per le sedi di Prada Shoes Factory (Montegranaro, AP) e di Maglificio Gran Sasso (Sant’Egidio alla Vibrata, TE).

 

b.POWER è la nuova divisione Baraclit concepita per lo studio e l’integrazione dell’energia da fonti rinnovabili nel campo dell’edilizia prefabbricata. Nasce nel 2009 con l’esperienza concreta di SolarLAB, il laboratorio solare per l’industria realizzato nella sede Baraclit di Bibbiena (AR), e oggi tra i più grandi e innovativi impianti fotovoltaici integrati a tetto in Italia. Con un portafoglio impianti di 15 megawatt di potenza e 300.000 mq di “coperture solari” in oltre 40 siti industriali sparsi su tutto il territorio nazionale, la divisione b.POWER è presto divenuta centro di ricerca d’eccellenza sull’energia solare e voce autorevole nel settore dell’Energy Building. b.POWER studia, progetta e realizza edifici prefabbricati autosufficienti, mettendo a disposizione del cliente il patrimonio unico di conoscenze e sperimentazione diretta di SolarLAB e le esclusive tecnologie costruttive di Baraclit (sistemi Aliant® e b2000®).

 

 

No Comments
Comunicati

In arrivo i pacchetti Full Care e Family Care caricabili su Healthcard di Sapra: un utile regalo di Natale

Sono 5 i pacchetti di prestazioni sanitarie caricabili su Healthcard, la SmartCard pensata per le aziende e che Sapra Sanità invita ad acquistare come utile regalo natalizio per clienti, dipendenti e stimati collaboratori. I vantaggi economici sono considerevoli, il numero di prestazioni ineguagliabile e i tempi di attesa praticamente inesistenti.

Base Care, Medium Care, Global Care e Family Care sono stati progettati e studiati da Sapra Sanità per fornire validi strumenti a supporto della Salute. La prevenzione è uno dei nodi principali da affrontare per mantenere uno stato psico-fisico ottimale e ancora oggi sono in molti a non tenerla nella dovuta considerazione: la diagnosi precoce è un fattore fondamentale nella lotta contro tutte le patologie. È proprio da questa considerazione che parte l’invito rivolto da Sapra alle aziende a prendersi cura della Salute dei propri clienti e dipendenti, regalando a Natale Healthcard e scegliendo tra i pacchetti sulla base dell’investimento economico che si vuole sostenere e della copertura sanitaria che si vuole offrire.

I vantaggi  di tutti i pacchetti sono molteplici innanzitutto si tratta di un investimento fiscalmente deducibile per le aziende e che consente di accedere ad una gamma di visite altamente specialistiche a costi davvero convenienti si parla di un costo che non arriva al 10% del valore reale di tutte le visite, eseguite singolarmente, inoltre  si possono effettuare tutte presso il centro sanitario polispecialistico aretino.

Per garantire ai possessori di Healthcard una buona copertura sanitaria anche per tutta la famiglia è sufficiente scegliere uno dei due pacchetti Family Care studiati da Sapra Sanità. La differenza consiste sostanzialmente nel numero di prestazioni incluse e nel costo complessivo, i pacchetti Family Care e Family Care Plus sono stati infatti pensati per soddisfare le esigenze di tutti i nuclei familiari sia quelli medio piccoli che quelli più grandi.

Un’unica Card, un unico pacchetto senza costi aggiuntivi che riesce a soddisfare le esigenze mediche di un intero nucleo familiare, un unico investimento per la propria salute dal costo certo. Gli esami e le visite sono usufruibili nell’arco di un anno  e per i sottoscrittori di Healthcard i tempi di attesa sono ancora più brevi di quanto già non accada normalmente presso la struttura.

Base Care offre ad un costo di euro 260,00 le seguenti prestazioni: 2 Visite Specialistiche in Oculistica, Ortopedia, Nefrologia, Neurologia, Urologia, Allergologia, Otorinolaringoiatria, Reumatologia, Cardiologia, Chirurgia Vascolare, Dermatologia, Broncopneumologia, Chirurgia Generale, Ginecologia, Medicina Interna, Endocrinologia, Gastroenterologia, 2 Ecografie per qualsiasi parte del corpo, 3 esami mi a scelta tra RX senza mezzo di contrasto,  Ortopantomografie, Teleradiografia

Medium Care offre ad un costo di euro 400,00 le seguenti prestazioni: 2 Visite Specialistiche in Oculistica, Ortopedia, Nefrologia, Neurologia, Urologia, Allergologia, Otorinolaringoiatria, Reumatologia, Cardiologia, Chirurgia Vascolare, Dermatologia, Broncopneumologia, Chirurgia Generale, Ginecologia, Medicina Interna, Endocrinologia, Gastroenterologia, 3 Ecografie per qualsiasi parte del corpo, 3 esami a scelta tra RX senza mezzo di contrasto, Ortopantomografie, Teleradiografia–Telecranio, 2 serie di esami di laboratorio, 1 esame a scelta tra Rettoscopia, Gastroscopia, Colonscopia, Otoscopia, Elettromiografia,Eco-colordoppler, Ergometria (ECG con prova da sforzo), Holter Cardiaco, Risonanza Magnetica, TAC.

Global Care offre ad un costo di euro 600,00 le seguenti prestazioni: 2 Visite Specialistiche in Oculistica, Ortopedia, Nefrologia, Neurologia, Urologia, Allergologia, Otorinolaringoiatria, Reumatologia, Cardiologia, Chirurgia Vascolare, Dermatologia, Broncopneumologia, Chirurgia Generale, Ginecologia, Medicina Interna, Endocrinologia, Gastroenterologia, 2 Ecografie per qualsiasi parte del corpo, 2 esami a scelta tra RX senza mezzo di contrasto, Ortopantomografie, Teleradiografia – Telecranio, 2 Serie di esami di laboratorio, 1 Ergometria (ECG con prova da sforzo), 1 Gastroscopia, 1 Elettromiografia, 1 Colonscopia, 1 Eco-Colordoppler, 1 Risonanza Magnetica, 1 TAC, 1 Rettoscopia, 1 Holter Cardiaco, 1 Otoscopia.

Family Care offre ad un costo di euro 750,00 le seguenti prestazioni: 8 Visite Specialistiche a scelta nelle seguenti specialità: Oculistica, Ortopedia, Nefrologia, Neurologia, Urologia, Allergologia, Otorinolaringoiatria, Reumatologia, Cardiologia, Chirurgia Vascolare, Dermatologia, Broncopneumologia, Chirurgia Generale, Ginecologia, Medicina Interna, Endocrinologia, Gastroenterologia, 3 esami di laboratorio, 1 esame a scelta tra Rettoscopia, Gastroscopia, Colonscopia, Otoscopia, Elettromiografia, Eco-colordoppler, Ergometria (ECG con prova da sforzo), Holter Cardiaco, Risonanza Magnetica, TAC, 3 Ecografie per qualsiasi parte del corpo, 3 esami a scelta tra RX senza mezzo di contrasto,  Ortopantomografie, Teleradiografia

Family Care Plus offre ad un costo di euro 1000,00 le seguenti prestazioni: 10 Visite Specialistiche a scelta nelle seguenti specialità: Oculistica, Ortopedia, Nefrologia, Neurologia, Urologia, Allergologia, Otorinolaringoiatria, Reumatologia, Cardiologia, Chirurgia Vascolare, Dermatologia, Broncopneumologia, Chirurgia Generale, Ginecologia, Medicina Interna, Endocrinologia, Gastroenterologia, 4 esami di laboratorio, 2 esami a scelta tra Rettoscopia, Gastroscopia, Colonscopia, Otoscopia, Elettromiografia, Eco-colordoppler, Ergometria (ECG con prova da sforzo), Holter Cardiaco, Risonanza Magnetica, TAC, 4 Ecografie per qualsiasi parte del corpo, 4 esami a scelta tra RX senza mezzo di contrasto,  Ortopantomografie, Teleradiografia

No Comments