Archives

Comunicati

Turisti russi salvati da una truffa di case vacanza

L’agenzia immobiliare e turistica Explore Sardinia ha esposto denuncia verso ignoti presso gli uffici della Polizia Postale di Cagliari in seguito ad un tentativo di truffa che riguardava l’affitto di una villa di lusso in Costa Smeralda, in Sardegna.

Il protagonista in negativo di questa vicenda aveva rubato le foto dell’immobile in questione pubblicandole quindi in diversi portali che pubblicizzano case vacanze e utilizzando le generalità di un ignaro cittadino italiano al quale (non si sa ancora in che modo) aveva rubato i documenti d’identità.

Alcuni clienti russi hanno immediatamente fiutato l’affare essendo la villa stata messa in affitto per la stagione estiva ad un prezzo davvero ridicolo ma, insospettiti dall’annuncio, hanno quindi chiesto all’agenzia Explore Sardinia (abbastanza conosciuta nei Paesi dell’Est, Russia compresa) di fare da mediatrice affinché garantisse la sicurezza e la correttezza della prenotazione.

A quel punto l’agenzia si è messa in contatto con l’autore dell’inserzione e la faccenda è diventata sospetta quando è stato chiesto che i clienti russi versassero l’80% del prezzo della locazione ma senza la possibilità che l’immobile potesse essere preventivamente visionato.

Gli uffici della Explore Sardinia hanno quindi indagato per conto proprio su chi fosse questo presunto proprietario scoprendo appunto che il nome e il cognome utilizzati per promuovere l’annuncio erano di una persona che non possedeva alcun immobile di lusso in Sardegna, tanto meno in Costa Smeralda.

La denuncia è scattata immediatamente e ora si attendono sviluppi sulle indagini condotte dalla Polizia Postale.

Già due anni fa l’agenzia Explore Sardinia aveva denunciato una persona che aveva purtroppo truffato decine e decine di persone con falsi annunci di case vacanze in Sardegna. 

No Comments
Comunicati

La Sardegna: mare cristallino e tanto divertimento

Il Turismo in Sardegna è un fenomeno relativamente giovane e fino a tempi relativamente recenti era inevitabile dover alloggiare in modeste locande o in case private, specie al di fuori dei centri maggiori e di talune località balneari di vecchia fama. Oggi la qualità media dell’ospitalità sarda non ha niente da invidiare alle altre regioni turistiche italiane (grazie anche ad interventi importanti come l’istituzione dell’Esit nel 1952 e le leggi regionali di incentivazione a partire dagli anni ’60 e ’70 fino ad oggi, sfruttate anche da parte di privati e importanti gruppi finanziari). Non solo le zone costiere ma anche quelle interne contribuiscono alla crescita del turismo nella regione Sarda in quanto offrono una buona ospitalità quasi dappertutto, con strutture ricettive di tono elevato anche in località un tempo esclusivamente agricolo-pastorali come Fonni e Oliena. La scelta è vasta e le possibilità di soggiorno sono innumerevoli: agli Hotel e ai Residence si accompagnano spesso soluzioni più economiche e rustiche quali i Bed and Breakfast o Agriturismo; se poi si vuole provare l’ebbrezza e stare a contatto con la natura facendo lunghe passeggiate tra la macchia mediterranea e i meravigliosi paesaggi, i Campeggi rappresentano sicuramente una soluzione tra le più consigliate. Un’altra possibilità di alloggio, alternativa agli alberghi o ai villaggi, è data dalle case vacanza Sardegna, spesso dotate di piscina e a pochi metri di distanza dal mare.

Ma la Sardegna è anche lusso e sfrenatezza. L’isola, infatti, è da tempo meta ambita per vacanze vip. Per questo la costa è affastellata di resort extra lusso. Tuttele località della Sardegna meritano di essere visitatee molti sono i villaggi in Sardegna che offrono totale relax per vivere al meglio questo splendido territorio.
Le località più ricercate della Sardegna, sono:

Costa Rei, frazione di Muravera e terra dei muravesi, situata nella zona sud-orientale della Sardegna. In estate sono presenti molti turisti, poiché rinomata per le sue spiagge bianche di sabbia fine.

La Costa Smeralda, la costa del lusso, è situata nella zona nord-orientale della Sardegna. Il nome è recente, poiché tutta la zona nord-orientale, geograficamente parlando, è il territorio della Gallura. Questo tratto di costa prese le sue sembianze attuali all’inizio degli anni ’60, quando il principe Ismaelita Karim Aga Khan, la trasformò in una sontuosa località turistica. I paesini più conosciuti della Costa Smeralda sono Porto Rotondo e Porto Cervo (qui il principe iniziò la trasformazione);

San Teodoro, in provincia di Olbia Tempio, è una località che vive soprattutto di turismo. Note a San Teodoro sono le spiagge La Cinta e Cala d’AmbraLa Cinta è nota per essere una delle spiagge più lunghe della Sardegna e per la sabbia bianca, e finissima.

Palau, in provincia di Olbia-Tempio è frequentata tutti gli anni da molti turisti, in cerca della nota “Roccia dell’Orso”, granito a forma di orso, e della rinomata spiaggia dell’Isuledda, con sabbia bianca e acqua color smeraldo.

Golfo di Orosei, prende il nome dall’omonima città. Qui sono presenti magnifiche spiagge e calette per tutti i gusti: da quella sabbiosa a quella rocciosa. Non manca la possibilità di itinerari storico-artistici nella zona.

No Comments
Comunicati

Appartamenti in affitto in Sardegna: si rinnova l’interesse dei turisti

A poco più di un mese dall’inizio ufficiale dell’estate, ci si comincia ad interrogare su come il segmento delle case vacanza in affitto in Sardegna risponderà alle richieste e alle esigenze dei turisti in arrivo sull’isola. E mentre nel resto d’Italia la fiducia nel mattone continua inesorabilmente a calare, in Sardegna il comparto immobiliare riesce ancora a dare delle belle soddisfazioni, grazie soprattutto al vistoso calo dei prezzi. Certo la situazione sarebbe potuta essere più rosea se la concessione dei mutui da parte delle banche fosse stata meno difficoltosa.

Come emerso dalle statistiche degli anni passati, la maggior parte dei turisti che prenoterà una casa vacanze in Sardegna sceglierà i mesi che vanno da giugno a settembre, con il consueto picco di agosto. Negli ultimissimi anni si è oltretutto assistito ad un allungamento della stagione, che ha abbracciato anche i mesi di maggio e ottobre grazie ai cambiamenti climatici che hanno favorito temperature più miti e gradevoli anche nei cosiddetti periodi “fuori stagione”.

Sempre secondo i dati statistici le coste più visitate saranno quelle meridionali, da Costa Rei a Chia, quelle attorno ad Alghero e quella nord orientale che include anche la famosissima Costa Smeralda. Tra i vari dati emersi da queste statistiche ce ne sono alcuni particolarmente interessanti, come quelli riguardanti l’età media dei fruitori degli appartamenti affitto Sardegna: di solito si tratta di giovani fra i 35 e i 44 anni che condividono l’abitazione con 3 – 4 membri, spesso famiglie con uno o due figli. Altro dato interessante riguarda la durata media del soggiorno: 10 giorni e nel 90% dei casi si tratta di turisti di nazionalità italiana.

L’intenzione di affittare un appartamento o una villa in Sardegna è generalmente motivata dai vantaggi derivanti dalla maggiore libertà offerta da questa formula ricettiva. La non sempre impeccabile efficienza dei mezzi pubblici e le tantissime località degne di essere visitate nell’isola suggeriscono ai turisti di dotarsi di auto o moto propria o a noleggio, soluzione che si adatta perfettamente a chi sceglie di soggiornare in una casa vacanze.

Rimane un’ultima considerazione da fare: nonostante l’attuale periodo nero per il settore immobiliare, la Sardegna si dimostra sempre un’ottima opportunità per investire nel mattone. Il prezzo delle ville vendita Sardegna si è notevolmente abbassato rispetto a quello di 2 anni fa (si segnalano diminuzioni fino al 36%) e, nonostante l’Imu, questi investimenti garantiscono una rendita annuale importante. Possedere la villa in Sardegna è un sogno che oggi ha molte possibilità di essere realizzato.

No Comments
Comunicati

Mare e montagna per le tue vacanze in Sardegna

Nonostante la stagione estiva stia ormai volgendo al termine, la Sardegna continua a regalare ancora parecchie sorprese e a mostrare angoli di paradiso. Affittare una casa vacanze Sardegna in questo finale d’estate garantirebbe sicuramente un comodo punto d’appoggio dal quale partire per itinerari davvero suggestivi. L’attenzione si rivolge all’altopiano montuoso del Supramonte, che si estende lungo il versante centro-orientale dell’isola e che caratterizza la fisionomia dei paesi di Oliena, Orgosolo e Dorgali. La prima tappa coincide con la grotta di Ispinigoli, nei pressi di Orosei: denominata anche Abisso delle Vergini, è una spettacolare cavità che si estende per circa 38 metri e che in antichità doveva probabilmente essere un luogo di sacrifici umani agli dei. Si prosegue quindi per Cala Cartoe e Cala Osalla, due piccole spiagge dalla sabbia finissima e acque limpidissime. Percorrendo successivamente una strada panoramica si arriva al paese di Cala Gonone, dal cui porto partono ininterrottamente le imbarcazioni che permettono di visitare spiagge una più bella dell’altra, quali Cala Luna, considerata da molti una una delle più belle del Mediterraneo, Cala Sisine, Cala Biriola, Cala Mariolu e Cala Goloritzé. Chi fosse amante del trekking può partire alla volta di queste spiagge percorrendo interessanti sentieri, con diversi gradi di difficoltà. Ma la costa del Golfo di Orosei è anche una meta ambita per tutti gli appassionati dell’arrampicata, potendo approfittare della presenza di numerose falesie, e per gli amanti delle immersioni. Poter disporre di una delle tante case vacanza Cala Gonone si rivelerebbe particolarmente utile per visitare al meglio le numerose attrazioni che la zona offre. Allontanandosi dalla costa e procedendo verso l’interno, si segnala, per la sua maestosità, la gola di Su Gorroppu, un profondo canyon attraversato durante la stagione invernale da un impetuoso torrente, che d’estate evapora quasi completamente creando un singolare percorso naturalistico. Nelle vicinanze si trovano il lago Cedrino, ideale per una escursione in canoa, e la fonte di Su Gologone, nei pressi della quale, durante le festività, i locali organizzano enormi arrosti. Sempre nelle vicinanze si trova il Monte Corrasi, la cima più alta del Supramonte di Oliena e la sfida più difficile (almeno in Sardegna) per chi ama l’arrampicata. Chiudono l’itinearario il paese di Orgosolo, famoso per i suoi caratteristici murales che colorano il centro abitato e che ogni anno attirano migliaia di turisti, e la Foresta di Montes, nelle sue vicinanze, formata da lecci secolari e che ospita numerosi esemplari di muflone e aquila reale. Chi avesse il desiderio di visitare l’isola in maniera decisamente più approfondita, anche attraverso una conoscenza migliore della popolazione locale, può sempre pensare di acquistare una delle case in vendita Sardegna.

No Comments
Comunicati

Case vacanza in Sardegna per italiani e stranieri

Sei alla ricerca di casa vacanza in Sardegna? Sapevi che il turismo in Sardegna prima del 1948, era assente e iniziò solo con i primi investimenti mentre diveniva una regione autonoma?
Ma l’isola della Sardegna è divenuta la macchina turistica che conosciamo oggi solo verso la fine degli anni cinquanta e l’inizio degli anni sessanta, grazie agli investimenti di un principe ismailita che pose le fondamenta per la creazione della Costa Smeralda e la famosissima Porto Cervo, oggi riconosciuto in modo unanime come il simbolo del turismo in Sardegna. A partire da questo investimento, ne iniziarono molti altri fino a far trasformare l’isola sarda in una delle mete turistiche preferite sia dagli italiani che dagli stranieri. Oggi è ancor più facile per i turisti europei raggiungere questa magica isola, grazie alle tratte aeree appositamente progettate.

L’affitto di una casa vacanza in Sardegna è il modo migliore per potersi godere un soggiorno rilassante scandito dai tempi quieti che distinguono l’isola dalla frenesia delle altre città dello stivale del Mediterraneo. Il turismo qui non si limita a stupende spiagge dalla finissima sabbia bianca, e limpide acque dai bagliori smeraldini, ma presenta anche pianure dalla vegetazione prorompente. Poter respirare un’aria reminiscente di una natura selvatica, godere della salutare aria del mare e il suo caratteristico profumo, mentre si ammirano le insenature incorniciate dalle pietre e dalle limpide acque cristalline.

Per sentire veramente la vita dell’isola sarda, l’ideale è soggiornare in uno dei tanti appartamenti e case vacanza in Sardegna e stare in contatto con i gentili abitanti per potersi immergere completamente nella cultura sarda, assaporando i piatti e i dolci tipici, come la seadas. Partecipare alle feste di paese come la suggestiva Ardia in cui si possono ammirare sfrecciare dei cavalli su delle strade accidentate o anche la festa religiosa sarda più sentita che è il Corpus Domini.

No Comments