Archives

Comunicati

«L’Organizzazione Segreta (il mistero dei musicisti scomparsi)»: il libro giusto per la tua estate


Claudio, Gioele, Danilo, Paolo e Furio sono i componenti di una storica rock band italiana esplosa in tutto il mondo a metà degli anni Novanta, successivamente sciolta a causa di problemi personali. Insieme con Luna, intraprendente giornalista della capitale, e con Brando, famoso detective che collabora con le forze di polizia di tutto il mondo, i ragazzi si ritrovano al centro di un intricatissimo caso di musicisti rapiti e di un discografico scomparso. A tenere in mano le redini delle loro sorti c’è un’organizzazione segreta, capitanata da un folle e affascinante uomo d’affari inglese, che trama per accaparrarsi i diritti delle canzoni più famose del mondo.
Un’originale spy-story, raccontata in toni leggeri e ironici, per regalare una sequenza di colpi di scena ricchi di suspense e di risate.

Semplice e d’effetto la trama del terzo libro di Sonia Roccazzella, uscito per Photocity Edizioni a fine giugno 2013.

Nata il 04/06/1975, l’autrice catanese ha una grande passione per la lettura dei grandi classici e la scrittura di racconti e romanzi, che scrive dall’età di quattordici anni.

La sua caratteristica principale è la capacità di esporre in maniera fresca e leggera i suoi racconti, in modo da rendere la lettura fluida e scorrevole per tutti.

«L’immediatezza del linguaggio è la prima cosa che noto quando leggo un libro. Sono molto esigente a riguardo. In Italia si leggono sempre meno libri. Credo che trovare una soluzione che consenta alla massa di avvicinarsi alla lettura, sia indispensabile. La mia è proprio questa: una forma di esposizione scritta che sia molto simile alla lingua parlata, in modo tale che chi legge non debba fare grossi sforzi per capire i concetti, e possa sentirsi catapultato fin dalle prime righe nella vita dei personaggi. Mi piace molto il concetto di associare la lettura di un libro alla visione di un film: in questo senso, pertanto, imposto la costruzione dei miei romanzi.»

I tre libri che l’autrice ha pubblicato finora sono molto diversi l’uno dall’altro.

«Sono stati scritti in periodi completamente diversi. “Quando il cuore dice no”, anche se è uscito nel 2008, è stato scritto nel 1997 ed è stato pensato per un pubblico femminile. Le idee e le situazioni rappresentate sono un po’ distanti dal modo di vivere e di pensare di oggi: possiamo considerarlo un “cimelio” del secolo scorso. “La Ragazza dell’Hotel”, invece, è il libro a cui sono più affezionata, quello al quale ho lavorato sicuramente di più. Ci sono voluti due anni per costruire la storia e studiare una forma di comunicazione d’impatto, che frase dopo frase, battuta dopo battuta, fosse in grado di abbattere una delle barriere più diffuse ai giorni nostri: la repulsione dei giovani nei confronti dei libri.»

Gli ingredienti adottati potrebbero essere quelli giusti: protagonisti giovani, appartenenti al mondo dello sport e dello spettacolo, che tanta influenza hanno sui giovani d’oggi. Un linguaggio fresco, immediato, che cerca di essere il più vicino possibile al loro mondo, che non perde di vista le regole base della nostra bellissima lingua, ma che tiene conto anche delle evoluzioni degli ultimi tempi.

«In attesa di completare la stesura del sequel di “La Ragazza dell’Hotel”, ho preparato una nuova avventura da raccontare: “L’organizzazione Segreta – Il mistero dei musicisti scomparsi”. È la prima volta che mi cimento in una spy-story: devo ammettere di essermi divertita molto. Anche perché ho voluto rompere i classici schemi, per regalare un tocco di leggerezza e ironia alle situazioni pesanti che i sei protagonisti si apprestano a vivere.»

Un’avventura decisamente rock, ambientata nel mondo della musica intesa come oggetto di affari senza scrupoli. Un colpo di scena dietro l’altro, a suon di battute divertenti e con un ampio risalto al sentimento più bello che ciascuno di noi conosce e cerca di preservare sempre e comunque: quello dell’amicizia.

http://www.europeinitaly.com/organizzazione.htm

No Comments
Comunicati

Il nuovo album di Fabrizio Poggi: HARPWAY 61

The Blues Foundation
421 South Main
Memphis, TN 38103 – USA
901.527.2583 ext. 12
www.blues.org

Fabrizio Poggi: HARPWAY 61
The Blues Foundation, 2012

Harpway 61 il nuovo album di Fabrizio Poggi esce a nove anni di distanza da Armonisiana un disco tutto dedicato all’armonica. Un album apprezzato da tanti appassionati di questo straordinario strumento che hanno chiesto più volte a Fabrizio di continuare quell’avventura. Il cd è stato prodotto e pubblicato dalla Blues Foundation di Memphis, l’associazione internazionale che si occupa di diffondere e preservare il blues, e di aiutare i musicisti blues in difficoltà. Tutti i proventi ottenuti dalla vendita dell’album, presente ai Blues Music Awards 2012, saranno destinati alla Blues Foundation che distribuirà il disco negli Stati Uniti e nel resto del mondo. Un risultato prestigioso ed encomiabile per l’artista italiano che vede ulteriormente riconosciuta la propria caratura internazionale e il suo instancabile lavoro per promuovere la causa del blues da questa e dall’altra parte dell’Atlantico. Per Fabrizio Poggi questo lavoro è anche un modo per restituire qualcosa ai musicisti che lo hanno ispirato e guidato durante la sua lunga carriera, aiutandoli nel momento del bisogno.
Più virato verso sonorità blues, Harpway 61 vuole essere un omaggio ai grandi dell’armonica blues. Ogni brano ha il nome di una città la cui storia è legata indissolubilmente con quella di un grande armonicista: Little Walter, Big Walter Horton, Sonny Boy Williamson I e II, James Cotton, George Harmonica Smith, Junior Wells, Slim Harpo, Paul Butterfield, Charlie Musselwhite, Sonny Terry, DeFord Bailey, Peg Leg Sam e Johnny Woods. In questo album l’armonica diventa la voce principale di Fabrizio, sulla strada segnata da grandi interpreti di blues strumentale, pionieri delle 20 ance nei primi decenni del secolo scorso. Grandi artisti come i già citati Sonny Terry e DeFord Bailey, ma anche Jaybird Coleman, Palmer McAbee, Noah Lewis, Jed Davenport, Jazz Gillum, Hammie Nixon, J.C Burris, Alfred Lewis, Freeman Stowers, Lee Brown, Robert Cooksey, Gwen Foster, Robert Hill, Elder Roma Wilson. Senza dimenticare Little Walter (il suo strumentale “Juke” fu una pietra miliare del blues), Big Walter Horton, George Harmonica Smith, James Cotton e tanti altri.
Ai loro immortali brani, tutti strumentali, brani che hanno fatto davvero la storia del blues, Fabrizio Poggi si è ispirato per incidere un disco dedicato a tutti coloro che sono perdutamente innamorati del suono magico e evocativo dell’armonica blues. Particolarmente affascinante la copertina con i ritratti dei grandi del blues dipinti in perfetto folk-art style dal bravissimo Dan Dalton, straordinario artista statunitense.

Fabrizio Poggi, cantante e armonicista, viaggiatore, scrittore e giornalista, premio Oscar Hohner Harmonicas, 15 album incisi, di cui cinque registrati negli Stati Uniti, ha suonato con tanti grandi del blues, del rock e della canzone d’autore tra cui Garth Hudson di The Band e Bob Dylan, The Blind Boys of Alabama, Marcia Ball, Jerry Jeff Walker, Zachary Richard, Flaco Jimenez, Charlie Musselwhite, Bob Margolin, Augie Meyers, Steve Cropper, The Blues Brothers Band, Richard Thompson, Eric Bibb, Guy Davis, Billy Joe Shaver, Ponty Bone e Otis Taylor.

potete acquistarlo su:
https://www.blues.org/store/# <https://www.blues.org/store/#>

www.chickenmambo.com <http://www.chickenmambo.com>

No Comments
Comunicati

CON L’ACCADEMIA DEI PIACERI CAMPESTRI LA CAMPAGNA DIVENTA TEATRO


16 Giugno 2011, Villa Recalcati (Varese). Riscoprire la campagna, vivere emozioni e sapori dimenticati, ma anche rilassarsi dedicandosi a nobili attività, come il canto, il ballo o l’ascolto della musica. Questo è da sempre l’obiettivo che si pone l’Accademia dei Piaceri Campestri, l’Associazione culturale senza fini di lucro, presieduta da Gilda Ripamonti Aletti Montano.

Dopo il successo delle stagioni passate, fra cui l’ultimo ciclo di concerti “Suoni d’Auunno” che ha vantato protagonisti di grande eccellenza e ricercatezza all’interno del panorama musicale, torna “Les plaisirs champêtres”, con un imperdibile programma per la stagione estiva, patrocinato dalla Regione Lombardia (settore cultura), la Provincia di Varese, l’Agenzia del Turismo di Varese, Comune di Casciago, Confagricoltura di Varese e Fondazione Comunitaria del Varesotto.
L’idea è quella di realizzare concerti singolari sotto tutti gli aspetti, caratterizzati da un’attenzione eccezionale nel ricreare il contesto e la situazione per cui le opere sono state concepite, mirando ad estrarne il sapore più originario. La finalità di “Les plaisirs champêtres”, è proprio quella di portare gli ascoltatori in un luogo più informale rispetto alle sale da concerto, dove la musica non sia un privilegio, ma qualcosa di tutti e che possa coniugarsi perfettamente con le bellezze del territorio. Il connubio Territorio e Musica quale valore aggiunto di tutte le iniziative organizzate dall’Accademia dei Piaceri Campestri

Il programma di questa stagione estiva prevede tre domeniche consecutive in cui si alterneranno le atmosphere tzigane di Orient Express Ensemble, l’Ensemble barocco Il Demetrio, la musica dai Balcani di NeMa Problema! Orkestar. A chiusura del ciclo di concerti domenica 31 luglio l’Orchestra Cameristica di Varese regalerà atmosfere del ‘700 e del ‘900 con flauto, archi e cembalo.

Location d’eccezione è il Padiglione all’aperto del Borgo di Mustonate, antico borgo rurale affacciato sul lago di Varese, che ha riqualificato non solo il territorio agricolo originario, ma anche i suoi antichi valori. Nel Borgo di Mustonate, oltre all’agricoltura, si promuovono suoni, sapori e vita di campagna, in una prospettiva culturale di grande modernità e dagli standard internazionali.

Contatti:
Borgo di Mustonate
Via Salvini, 31 Varese (VA)
Tel + 39 0332 320831
[email protected]
www.borgodimustonate.it

No Comments
Comunicati

frēstyl cambia il modo di vivere la musica dal vivo

È nato un nuovo servizio geolocalizzato che permette ad appassionati di musica, organizzatori, band e gestori di locali di condividere in modo semplice ed efficace gli eventi a cui partecipano o che promuovono.

frēstyl è un servizio innovativo e gratuito, disponibile su web (www.frestyl.com) e iPhone, che rivoluziona il modo di promuovere e scoprire la musica dal vivo.

frēstyl rende semplice e divertente la condivisione di eventi live: agli amanti di musica il servizio permette di condividere e scoprire concerti e dj-set intorno a dove si trovano; a musicisti, organizzatori e gestori di locali permette di promuovere gli eventi live in modo semplice e veloce.

Chiunque può registrarsi e aggiungere le informazioni sui concerti, attraverso un processo semplice e intuitivo di creazione di eventi, che possono essere condivisi anche su altri social network come Facebook. Su frēstyl, gli eventi vengono presentati nella homepage su una mappa che localizza la posizione dell’utente; non solo concerti, ma anche locali e appassionati di musica vengono visualizzati a seconda di dove si trova, o vuole andare, l’utente.

Aperto al pubblico da meno di tre mesi, frēstyl conta già oltre 300 locali e 5.000 artisti. Attivo principalmente a Roma, il servizio vuole diventare un punto di riferimento per gli addetti ai lavori e gli appassionati di musica di tutto il mondo.

L’idea è di Arianna Bassoli e Johanna Brewer, due giovani interaction designer attive già da anni nella progettazione di tecnologie musicali. Al progetto si sono uniti Luca Guidi, programmatore attivo nella comunità Ruby on Rails, e due investitori internazionali del mondo web 2.0, Joi Ito e Jean-Marie Hullot.

No Comments
Comunicati

Una musica per ogni emozione: emozionidimusica.it

Un affiatato duo che ha all’attivo spettacoli di respiro internazionale, regala emozioni di musica ad ogni occasione. Che sia il giorno più bello della vostra vita o che sia un’aperitivo elegante, loro sapranno come ricreare la giusta atmosfera. Raffinatezza e bravura sono gli elementi chiave delle loro esibizioni. Hanno all’attivo numerosi concerti in svariate situazioni, dalla band pop, all’orchestra classica, dal coro gospel, al duo acustico. Assistendo ai loro concerti si evince subito il vero talento, la splendida musicalità di entrambi che si comprendono con un cenno ed in primis si lasciano emozionare dalla bellezza del suono magico della Musica che sa andare in profondità.

Loro sono Elena Ravelli alla voce e Francesco Lazzari al pianoforte, giovani artisti cremonesi che collaborano da anni e sono affiancati anche nello spettacolo nazionale omaggio a Mina (“50 volte Mina”) con cui si esibiscono nei Teatri di tutta Italia. Da anni lavorano anche per eventi privati, a partire dalla musica sacra per matrimoni. Solo con piano e voce leggera sanno regalare atmosfere ed emozioni indimenticabili per momenti speciali. Da questa voglia di emozionare attraverso la musica nasce il nome del loro progetto “Emozioni di musica”: li trovate e li potrete ascoltare voi stessi semplicemente cliccando qui

Dal sito sarà semplicissimo contattarli per il vostro evento o semplicemente per porre loro le vostre più svariate domande.

Non c’è altro che possa dire se non che, quantomeno, vale la pena fermarsi un momento ad ascoltarli.

Il duo sarà presente con uno stand alla fiera ” Casa italy sposi” che si terrà presso la Fiera di Cremona nei giorni: 23-24-25- 29-30-31 Gennaio 2010.

Vi auguro mille Emozioni di Musica con Elena e Franesco.

No Comments
Comunicati

Come Pubblicizzare Musica Online


La promozione online artistica non è semplice ma piuttosto difficile: non è come promuovere un software o un manuale tecnico dove basta ottimizzare un sito per una data parola chiave o scrivere un articolo che dia delle informazioni su come ottenere un certo risultato. Una volta allestito il sito dove abbiamo caricato le nostre foto o i nostri brani musicali o i nostri scritti dobbiamo fare in modo che questo riceva visite e per farlo ci dobbiamo avvalere di una tecnica chiamata article marketing che consiste nello scrivere degli articoli, includendo un link di approfondimento al nostro sito, e inviarli alle tante article directory che si trovano cercando Google.it per “article marketing” o per “comunicati stampa”. Un problema di queste article directory è che pur avendo delle sezioni dedicate ai vari tipi di arte non contemplano la promozione diretta delle proprie opere e che comunque sarebbe inefficace in quanto nessuno si mette a cercare nei motori di ricerca il nostro nome o il titolo di una nostra opera se siamo sconosciuti.Possiamo però aggirare il problema scrivendo delle recensioni su un artista famoso o su una sua opera e poi concludendo l’articolo con una breve descrizione del nostro impegno artistico con un link al nostro sito, ovviamente tra quello di cui parliamo e quello che proponiamo ci deve essere una certa attinenza: se ci occupiamo di dipingere paesaggi non scriveremo recensioni sulle ultime uscite in campo musicale e nemmeno di arti pittoriche diverse dalla nostra come ad esempio il surrealismo o altre. Quindi fondamentale è l’attinenza di quello di cui parliamo con quello che proponiamo in quanto uno che legge romanzi gialli può essere interessato ad un thriller.

Nel nostro sito, a seconda del tipo di arte di cui ci occupiamo, potremmo proporre download di spezzoni musicali, di nostri scritti, di nostri filmati o di immagini dei nostri lavori. Spenderemo una particolare attenzione nella promozione di un romanzo in quanto l’estratto che daremo in download gratuito dovrà essere un episodio mancante di finale con al suo termine un collegamento alla pagina da dove il libro può essere ordinato: la mancanza del finale serve a generare la dovuta suspense necessaria per invogliare l’acquisto. La gestione della vendita online la possiamo effettuare tramite PayPal.com se vendiamo solo il formato elettronico o con lulu.com se vendiamo anche la versione stampata pagando solamente i costi per la produzione che viene effettuata solo per le copie vendute.

Ora non mi resta che introdurvi a PubblicitAdvertising che è una visual article directory in cui potrete inviare le vostre recensioni con la possibilità di includere delle immagini, questo non solo renderà i vostri scritti più attraenti all’occhio umano ma anche ai motori di ricerca che danno molta importanza non solo al titolo dell’articolo ma anche alle parole contenute nelle descrizioni che accompagnano le immagini stesse.

Pubblicitadvertising article marketing directory e forum: Pubblicitadvertising

No Comments