Comunicati

Tour enogastronomico dell’isola d’Elba

L’isola dell’Elba viene considerata la più grande delle isole dell’arcipelago toscano che comprende Pianosa, Capraia, Gorgona, Montecristo, Giglio, Giannutri. L’isola è caratterizzata da un clima prettamente mediterraneo e la macchia mediterranea domina tutto il paesaggio. Nel corso dei secoli la vegetazione è molto cambiata, un tempo l’isola era costituita da foreste di leccio di cui oggi rimangono poche specie; la palma nana o palma di San Pietro rimane presente in zone specifiche tra cui Monte Grosso. In prossimità del Monte Capanne, la cima più alta dell’isola d’Elba, si trovano boschi dominati da alberi quali il castagno, il tasso, l’agrifoglio, il ginepro rosso, ontano nero e napoletano, ornello, biancospino, pero corvino, pervinca minore, felce reale, giglio rosso. La leggenda narra che la nascita di Venere Tirrenica dalle profondità marittime abbia a che vedere con la creazione delle varie isole dell’arcipelago toscano perché le perle della Venere caddero in un pezzo di mare ove oggi si trovano le varie isole. L’isola d’Elba è facilmente raggiungibile con il traghetto, visita il portale www.elbatraghetti.it, potrai visionare tutte le tratte, i costi per raggiungere l’isola.

Tour enogastronomico

Vi sono molte località dove si possono gustare i prodotti tipici di questa meravigliosa isola verde che accoglie i turisti e li ammalia con tutte le sue prelibatezze culinarie. La cucina tipica dell’isola d’Elba è caratterizzata da erbe aromatiche e piante selvatiche perché vengono utilizzate per realizzare le famose zuppe di legumi. Solitamente se passeggiate potrete tranquillamente trovare piante di rosmarino, lentisco, capperi, aglio selvatico, ginepro. Grazie a queste erbe di cui l’isola ne produce quantità molto elevate vengono ricavati anche degli ottimi liquori come quello di Mortella realizzato con la pianta di mirto, nepitella e semi di finocchio. Il dolce tipico che troverete all’Elba è la schiacciata briaca, realizzato con frutta secca e Alchermes che inzuppato nel vin santo diventa una vera e propria delizia.

Portoferraio

Questa piccola cittadina con vista sul porto antico vi ospita per degustare all’Osteria Libertaria una fantastica ed indimenticabile tagliata di tonno il tutto accompagnato da una meravigliosa crosta realizzata con i pistacchi. Altra specialità della casa è il famoso caffè alla Libertaria, si tratta di una schiuma di caffè alla cui base troverete una favolosa cioccolata allo stato liquido. Sempre a Portoferraio è possibile prenotare un posto in un’altra osteria, Pepe Nero, dove il tutto è rigorosamente servito sfruttando ciò che il mare accoglie. Al Pepe Nero potrete trovare razze, gamberi, seppie allo zenzero e tutto quello che il mare quel giorno dona ai pescatori.

Osteria del Noce

Il nome di questa osteria deriva dalla sua vicinanza ad un albero di noce. La sua peculiarità è data dal recupero di un vecchio casolare e rimodernato ad osteria dove è possibile degustare tutti i piatti tipici della cucina dell’isola d’Elba fra cui zuppa di pesce e fagioli, frittura di paranza, Corzetti con noci, capponcello al finocchietto selvatico.

Civico Treunotre

La città di Carpani ospita una trattoria in grado di unire in maniera semplice i piatti tipici toscani siano essi di terra e di mare. Il civico Treunotre ha come scopo quello di rievocare vecchi ricordi legati alla terra toscana, i piatti sono realizzati con prodotti raccolti di stagione e lo chef è in grado di esaudire le richieste per tutti i tipi di palato.

No Comments Found

Il servizio gratuito di pubblicazione dei comunicati stampa è offerto dall'Associazione link UP Europe! di Roma