Archives

Comunicati

Copma, la cooperativa di Ferrara tra le realtà del progetto “Smart&Value”

L’iniziativa ha coinvolto oltre 300 dipendenti di undici aziende, tra cui Copma, con lo scopo di ottenere indicazioni sulla relazione tra lavoro a distanza e sostenibilità.

Copma

Copma: “Smart&Value”, i risultati dello studio

Misurare quantitativamente i benefici dello smart working sulla sostenibilità ambientale, sociale ed economica. È l’obiettivo del progetto “Smart&Value” di Stantec e Dilium, al quale ha preso parte anche la cooperativa Copma. L’iniziativa, lanciata nel 2021 in collaborazione con Sustainability & Circular Economy Lab, ha coinvolto oltre 300 dipendenti di undici aziende. Dopo una prima parte dedicata al training sui principali aspetti dello smart working, negli ultimi sei mesi i partecipanti hanno contribuito alla raccolta finale dei dati relativi ai benefici e ai risparmi del lavoro agile. I risultati, presentati a Bologna lo scorso 15 settembre in occasione dell’evento “La digitalizzazione e la sostenibilità ESG dei modelli di smart working”, parlano chiaro. Grazie all’introduzione di uno smart working parziale sono stati evitati spostamenti per oltre 700mila km ed emissioni di CO2 pari a quelle assorbite in un anno da una foresta di 32 ettari. Per i dipendenti delle aziende – tra le quali, oltre a Copma, anche Autogrill, Enav, Pittarosso e Sisal – evidenti i vantaggi anche dal punto di vista del benessere e della qualità della vita grazie al risparmio ottenuto sui costi (carburante, pedaggi, baby-sitter) e soprattutto sul tempo impiegato per il tragitto casa-lavoro (14mila le ore guadagnate).

Copma: i benefici dello smart working per le aziende

Secondo i dati raccolti da “Smart&Value” i benefici del lavoro agile non si limitano all’impatto sui singoli lavoratori e sulla collettività, ma si riflettono concretamente anche sulle imprese. La maggior parte dei dipendenti ha infatti registrato nel tempo una diminuzione dello stress e un aumento di concentrazione, creatività e tempo dedicato alla formazione. I dipartimenti HR di Copma e delle restanti aziende coinvolte hanno rilevato un miglioramento sul fronte produttività, lavoro per obiettivi e competenze digitali. Buoni i risultati sulla digitalizzazione delle procedure e dei modelli organizzativi, che va ad aggiungersi ad una migliore gestione di spazi e costi. L’evento si è concluso con una tavola rotonda sul futuro dello smart working, dove è stata ribadita l’importanza di fattori abilitanti come la transizione digitale, e infine con la consegna degli attestati di partecipazione alle undici realtà protagoniste del progetto. Rebecca Levy Orelli, Responsabile Scientifico Sustainability & Circular Economy Lab, ha dichiarato: “Smart&Value ha dimostrato che lo smart working si può misurare. Abbiamo aperto una finestra su un mondo intuibile, ma di fatto sconosciuto: e misurare ci permette di conoscere e di prendere decisioni per il futuro delle aziende e della collettività”.

No Comments
Comunicati

L’esperienza di Copma nel settore dell’igiene ambientale e della sanificazione

Puntando su ricerca, tecnologie all’avanguardia e specializzazione, Copma ha raggiunto una posizione apicale nel settore nazionale dei servizi alle imprese. Fondata a Ferrara nel 1971, è ideatrice e proprietaria dell’innovativo sistema di sanificazione Pchs® (Probiotic Cleaning Hygiene System).

Copma

Copma, realtà d’eccellenza nel Made in Italy

Incrementare la qualità dei servizi per generare un miglioramento nella qualità della vita: si esprime così l’obiettivo che Copma, società cooperativa ferrarese, persegue fin dalla nascita avvenuta agli inizi degli anni ’70. Oltre 50 anni di attività che hanno consentito all’azienda di sviluppare sistemi e tecnologie dal grande impatto innovativo, risultato di decenni dedicati alla ricerca e sviluppo. In tal modo Copma riesce ad esprime standard elevati in materia di pulizia e sanificazione ambienti per grandi comunità – ad esempio, Pubblica Amministrazione, aziende sanitarie e ospedaliere, industria e uffici – così come per impianti di trattamento aria in edifici di qualsiasi dimensione. È specializzata, inoltre, nella manutenzione, progettazione e realizzazione di aree verdi sia pubbliche che private. Negli anni la realtà di Ferrara ha esteso le proprie attività anche in altri segmenti del terziario, una crescita realizzata partecipando in diverse società attive nella cura e diagnostica, nel trattamento e smaltimento rifiuti e nel settore immobiliare.

Il sistema Pchs® di Copma, i traguardi e le certificazioni

Grazie all’esperienza maturata negli anni, Copma ha ideato e messo a punto un innovativo sistema di sanificazione denominato Pchs® (Probiotic Cleaning Hygiene System). Realizzato in collaborazione con l’Università di Ferrara, Pchs® consente di ridurre le infezioni ospedaliere impiegando specifici detergenti microbici, procedure certificate, un controllo microbiologico e l’utilizzo di materiali innovativi in microfibra. Tale sistema garantisce una riduzione del 52% delle infezioni ospedaliere rispetto ai disinfettanti chimici tradizionali, nonché una protezione di 24 ore contro il Covid-19, presentando anche vantaggi in termini di costi e ridotto impatto ambientale. La qualità raggiunta è attestata da diverse certificazioni di settore, tra cui Qualità (UNI EN ISO9001), Responsabilità Sociale (SA8000), Sistema di Gestione Ambientale (UNI EN ISO 14001) e Sicurezza del lavoro e Tutela della salute (UNI ISO 45001). Dal 2010 il suo Sistema Qualità è riconosciuto conforme allo Standard ANMDO – IQC, identificando Copma quale partner affidabile per le grandi aziende ospedaliere. Non da ultimo, Copma è stata insignita del “Merit Award” da parte dell’Ente di Certificazione SGS Italia, che premia le realtà più efficienti nel sistema globale di gestione.

No Comments