Comunicati

Psicologia: la musica ad alto volume aiuta a mantenere la calma

L’Università del Queensland ha condotto un’indagine su 39 giovani tra i 18 ed i 34 anni, pubblicata su “Frontiers in Human Neuroscience”, sull’efficacia del rock ad alto volume nel tranquillizzare.

E’ di questi giorni la notizia secondo cui il valore della musicoterapia, basata su Iron Maiden, Limp Bizkit, Metallica, Napalm Death, è npotevole al fine di eliminare l’irritabilità e l’aggressività in coloro che sono appassionati di tale genere musicale. Ne parla Leah Sharman, co-autore dello studio sulla musicoterapia, che ricorda come si sia svolto l’esperimento: dopo aver fatto raccontare un episodio irritante per sedici minuti ai ragazzi, essi sono stati invitati a rimanere in silenzio o ad ascoltare un pezzo del loro artista preferito, mostrandosi poi molto più tranquilli dopo tale terapia.

La musicoterapia si basa sul principio dell’ISO, ossia l’identità sonora individuale, che consente di giungere ad un livello elevato dell’interiorità tramite l’uso di un diverso codice rispetto a quello verbale. Altri elementi su cui si basa la musicoterapia sono il suono considerato come oggetto intermediario per agire terapeuticamente sul soggetto ed il suono come oggetto integratore, che integra la comunicazione di un gruppo facendola diventare omogenea. E’ una stimolazione sensoriale relazionale, emozionale, cognitiva, usata in contesti differenti quali prevenzione, riabilitazione, sostegno.

No Comments Found

Il servizio gratuito di pubblicazione dei comunicati stampa è offerto dall'Associazione link UP Europe! di Roma