Comunicati

Folina: contro l’anemia e l’insufficienza vitaminica

L’acido folico, scoperto nel 1939, da studi sull’anemia, è isolato in alcuni vegetali e successivamente caratterizzato chimicamente. Dal latino Folium prende il suo nome ma è fondamentale per le reazioni di sintesi, riparazione del DNA e per altre importanti reazioni biochimiche dell’organismo. Folina è particolarmente indicato per le donne in gravidanza e in allattamento è fondamentale i periodi di crescita rapida e per prevenire l’anemia. L’acido Folico è presente in alcuni tipi di alimenti, soprattutto quelli a foglia larga e verdi oltre che in alcuni cerali, nel momento in cui l’alimentazione da sola non riesce a soddisfare le necessità dell’organismo è necessario sopperire con l’assunzione della Folina, tale necessità va a rispondere a sintomi specifici come apatia, inappetenza, stanchezza e difficoltà mnemoniche, problemi del sonno e, nei casi più aprticolari e gravi, anemia.
L’acido folico non è prodotto dall’organismo e quindi bisogna assumerlo attraverso l’alimentazione, qualora l’alimentazion non bastasse si interviene prescrivendo Folina. FOlina, preso per via orale, viene assorbito dal tratto digiunale dell’intestino e trasportato dalla circolazione sanguinea al fegato, deposito dell’acido folico, che poi smista la vitamina ai vari tessuti, dato che è coinvolta in numerose reazioni metaboliche degli amminoacidi e degli acidi nucleici. Folina consente di poter prevenire malattie cardiovascolari e neurodegenerative, quindi deve essere prescritta e monitorata l’assunzione dal medico curante.

No Comments Found

Il servizio gratuito di pubblicazione dei comunicati stampa è offerto dall'Associazione link UP Europe! di Roma