All Posts By

HT

Comunicati

Come abituarsi a portare una dentiera

  • By
  • 4 Giugno 2021

Perché mettere la dentiera

Molte persone hanno timore di rivolgersi ad un dentista quando soffrono di edentulia (mancanza di dentatura naturale) perché provano imbarazzo, ma anche perché l’idea di indossare delle protesi dentarie come le Dentiere Roma non è facile da accettare.

In realtà, il nostro dentista è l’unica persona in grado di aiutarci ed indirizzarci verso la soluzione più adatta alle nostre caratteristiche ed esigenze.

Le Dentiere sono spesso la soluzione più consigliata, soprattutto quando a mancare è un’intera arcata dentale, e non “solo” qualche dente. Inoltre, possono risolvere moltissimi problemi causati da questa condizione, come le difficoltà nella masticazione e nella fonazione, che possono provocare imbarazzo.

Vediamo qui cosa si può fare per abituarsi a portare la dentiera quotidianamente.

Come abituarsi a portarla

Abituarsi a portare quotidianamente una dentiera può essere difficoltoso per alcuni pazienti, per questo non bisogna mai vergognarsi a chiedere informazioni ed assistenza al proprio dentista.

Ci sono infatti alcune piccole accortezze da seguire per abituarsi ad indossare la propria protesi con naturalezza. Vediamone alcune. Una delle cose più importanti da fare è sicuramente abituarsi a masticare facilmente con la protesi.

Per farlo, è consigliabile iniziare con cibi morbidi, tagliati a piccoli pezzi. Inoltre, sarebbe bene masticare, soprattutto all’inizio, molto lentamente ed impiegare nella masticazione sia i denti di destra che quelli di sinistra.

Ma la masticazione non è l’unico fattore potenzialmente problematico, c’è anche la fonazione. Uno dei consigli più frequenti per imparare a parlare correttamente indossando la dentiera è quello di leggere ad alta voce un libro, una rivista o simili.

In questo modo il pazienta avrà la possibilità di esercitarsi nella pronuncia, consentendo allo stesso tempo alle guance, alle labbra, alla lingua di abituarsi al peso della protesi.

Infine, una cosa molto importante da fare all’inizio è indossare continuamente la dentiera, in modo che il palato, le gengive, le ossa e la bocca nel suo complesso al peso e alla struttura della protesi.

No Comments
Comunicati

Chi è e cosa fa un ortodontista

  • By
  • 13 Aprile 2021

Quando si pensa alla salute e alla cura dei denti e delle gengive si pensa immediatamente alla figura del dentista. Come molti sapranno, però, il dentista non è l’unica persona a prendersi cura della nostra igiene orale.

In ambito odontoiatrico, infatti, si possono distingue moltissime figure professionali, ognuna delle quali specializzata in un settore specifico. Ad esempio, un dentista “semplice” si occupa della salute orale nel suo complesso, l’odontotecnico è invece colui che si occupa della costruzione di protesi e impianti e così via.

In questo articolo parleremo in particolare di una figura forse poco conosciuta, ma con cui probabilmente abbiamo avuto a che fare tutti quanti: l’Ortodontista Roma. Vediamo innanzitutto quale percorso di studi deve affrontare un’aspirante ortodontista.

Percorso di studi

Prima di continuare è necessario fare una precisazione: un ortodontista è prima di tutto un dentista. Come spiega l’ASIO (Associazione Specialisti Italiani Ortodonzia), infatti, tutti gli ortodontisti sono dentisti, ma non tutti i dentisti sono ortodontisti.

Per diventare un ortodontista, quindi, bisogna innanzitutto diventare un dentista. Per farlo bisogna frequentare il corso di laurea specialistico in Odontoiatria e Protesi dentaria, della durata di 6 anni, presso la facoltà di Medicina e Chirurgia.

Dopo aver conseguito la laurea in Odontoiatria e Protesi Dentaria, l’aspirante ortodontista deve fare un passo in più ed iscriversi ad una delle 19 scuole di specializzazione in ortognatodonzia (o ortodonzia).

La scuola di specializzazione ha una durata di altri 3 anni che, sommati ai 6 del corso di laurea, diventano ben 9 anni di formazione!

L’Ortodontista quindi, è sostanzialmente un odontoiatra specializzato che si occupa della diagnosi dei problemi dentali e/o scheletrici della bocca e del relativo trattamento.

Di cosa si occupa

A questo punto, vediamo nel dettaglio di cosa si occupa l’ortodontista. Partiamo dalla parola ortodonzia. Il temine deriva dal greco e il suo significato letterale è “denti dritti”, da “orthos”, dritto, e “odontos”, dente.

L’ortodonzia è infatti una branca dell’odontoiatria che studia in maniera approfondita tutti i problemi dentali detti malocclusioni (come denti storti, diastema ecc.) e contestualmente di correggerli e aggiustarli.

L’ortodontista, dunque, si occupa di “aggiustare” i nostri denti grazie a trattamenti ortodontici su misura, come gli apparecchi. Inoltre, una parte importante del suo lavoro consiste nel monitoraggio dello sviluppo e della crescita della dentatura per poter eventualmente intervenire tempestivamente fin dalla tenera età.

No Comments
Comunicati

Qual è la differenza tra endodontista e ortodontista?

  • By
  • 1 Marzo 2021

Dopo la laurea in Odontoiatria e Protesi dentaria, un dentista può intraprendere un percorso di specializzazione ed ottenere così un nuovo “titolo”. Un odontoiatra/dentista può infatti essere specializzato in diverse branche dell’odontoiatria come l’ortodonzia,l’endodonzia, la parodontologia ecc. 

Ad esempio, un dentista specializzato in endodonzia sarà un endodontista, mentre uno specializzato in ortodonzia sarà un Ortodontista Roma e così per le altre specializzazioni. Vediamo qui quali sono le differenze tra un endodontista e un ortodontista.

Chi è l’endodontista

Per spiegare chi è l’endodontista e qual è il suo lavoro bisogna partire dall’endodonzia. L’endodonzia è una branca dell’odontoiatria che si occupa di studiare l’endodonto (ovvero l’insieme dei tessuti interni al dente) e le patologie che possono colpirlo.

L’endodontista, dunque, si prende cura della salute del tessuto molle, detto polpa dentaria, presente all’interno del dente. Questo tessuto è molto importante poiché si estende dalla corona fino alla punta della radice del dente

Per questo la salute della polpa è strettamente legata a quella generale del dente: l’endodontista cerca quindi di preservarla per prevenire l’insorgenza di patologie dannose, come le carie.

Chi è l’ortodontista

Vediamo ora chi è l’Ortodontista Roma. Se l’endodontista è un dentista specializzato in endodonzia, l’ortodontista è un medico dentista con una specializzazione in ortognatodonzia

Questa disciplina odontoiatrica, detta anche ortodonzia (lett. “denti dritti” dal greco orthos=dritto e odontos=dente), si occupa di studiare, individuare e correggere vari difetti e asimmetrie che possono presentarsi nella dentatura

La differenza tra un ortodontista e un endodontista sta quindi nel percorso di specializzazione intrapreso dopo la laurea in Odontoiatria e Protesi dentaria.  

L’ortodontista possiede le conoscenze specifiche necessarie per correggere problemi dentali di vario genere (detti malocclusioni): affollamento dentale, denti storti, diastema ecc. 

In altre parole, grazie alla sue specializzazione l’ortodontista è in grado di aggiustare i nostri denti, correggendone difetti e asimmetrie.

No Comments