All Posts By

Bigmm

Comunicati

TRUCCARSI IN AUTO? IN ITALIA IL 22% DELLE DONNE DICE “SI”

  • By
  • 29 Ottobre 2012

Il 15% ammette di truccarsi regolarmente e il 7% rinuncia solo perché non è capace

Al volante sempre più simili agli uomini e più attente alla sicurezza, ma non toglietegli il make up

 

Sempre di fretta, come la famosa assistente del film “Il Diavolo veste Prada” e con poco tempo a disposizione per curare il proprio look, ma le donne sanno come trovare il tempo per tutto escogitando sempre nuovi rimedi! Fra questi il più gettonato è truccarsi in auto, approfittando delle soste fra un semaforo rosso e l’altro. Secondo un’indagine condotta dal Centro Studi e Documentazione Direct Line, la più grande compagnia di assicurazioni on line, infatti, in Italia più di una donna su 10 (15%) ammette di truccarsi mentre è al volante. Le donne italiane sono sempre più simili agli uomini in fatto di motori; dichiarano di essere fanatiche della propria auto come i colleghi maschi ma con una marcia in più quando si tratta di sicurezza e i dati degli incidenti lo dimostrano. Eppure si perdono un po’ quando si tratta di make up: la vanità, al volante, colpisce una donna su cinque.

 

Le distrazioni alla guida, purtroppo, sono fra le principali cause di incidenti stradali e il trucco è uno dei fattori di maggiore influenza. Ma se è vero che all’aumentare dell’attenzione nei confronti di mascara e fard diminuisce la percezione del pericolo sulla strada, fortunatamente è solo il 2% delle intervistate a confessare di ritoccare il trucco anche quando non è ferma al semaforo, mentre il 4% dichiara di farlo solo in sosta, facendo coincidere ogni semaforo rosso con una fase del make-up. Infine il 9% ammette sì di dedicarsi a qualche ritocco di bellezza, ma solo in casi di estremo ritardo e mancanza di tempo.

 

Sul versante opposto l’85% del campione femminile, che dichiara di non truccarsi quando si trova alla guida. Il dato pare confortante, ma analizzandolo nel dettaglio si scopre che se il 78% confessa di non farlo perché spaventato dalle conseguenze delle possibili distrazioni, il 7% rinuncia solo per mancanza di manualità e ammette di invidiare chi riesce ad avere la mano abbastanza ferma per truccarsi alla guida.

 

Sono principalmente le under25 a dedicarsi al trucco in sosta al semaforo (10%) mentre la consapevolezza del pericolo aumenta con l’età: l’85% delle over45, infatti, si dichiara preoccupato da chi ammette di ritoccare il proprio make-up alla guida e non dedica la dovuta attenzione alla strada.

 

L’indagine di Direct Line offre anche un interessante spaccato regionale su questo trend: la palma d’oro di ‘irriducibili del trucco’ va alle cagliaritane (6%) che ammettono di guardare spesso lo specchietto più per qualche ritocco che per controllare il traffico, mentre con un po’ più di prudenza veronesi (10%), milanesi (6%) e bresciane (3%) aspettano di fermarsi ad un semaforo rosso per eyeliner e mascara. Le donne che più si truccano in macchina solo in casi di emergenza risultano essere in maggioranza palermitane (26%), torinesi (20%), romane e fiorentine (entrambe con il 15%), mentre rinuncia al trucco alla guida il 19% delle fiorentine, ma solo perché non si sente abbastanza brava.

 

‘Sono molte le ricerche che affermano quanto le donne al volante siano più prudenti degli uomini – commenta Barbara Panzeri, Direttore Marketing Direct Linepurtroppo però alcune di loro cedono alla tentazione di un ritocco di bellezza, dimenticando quanto la sicurezza alla guida, tanto la propria quanto quella degli altri automobilisti, sia fondamentale. Da sempre Direct Line ricorda che l’attenzione in auto è un principio fondamentale, e anche oggi vogliamo esortare tutti coloro che si mettono al volante a non sottovalutare i pericoli della strada.’

 

 

I consigli di Direct Line

 

  • Non parlare al cellulare
  • Evitare di truccarsi
  • Non leggere giornali o documenti durante la guida
  • Evitare di fumare
  • Prima di cambiare un cd o sintonizzare la radio fermasi
  • Non parlare troppo con il passeggero e mantenere le mani ben salde sul volante
  • Non cercare di uccidere gli insetti che potrebbero entrare in auto durante la marcia
  • Per ultimo ma ugualmente importante, non baciare o accarezzare il passeggero affianco

 

Segui Direct Line su Facebook: www.facebook.com/directlineitalia

 

 

Direct Line è la più grande compagnia di assicurazioni auto on line in Italia. Direct Line ha rivoluzionato il mercato delle assicurazioni lanciando nel 1985 nel Regno Unito la vendita di polizze auto senza intermediari. Oggi è leader in Europa con oltre 6 milioni di clienti. www.directline.it.

No Comments
Comunicati

DIRECT LINE: LADRI D’AUTO SEMPRE PIU’ ‘TECNOLOGICI’? I CONSIGLI PER DIFENDERSI

  • By
  • 23 Ottobre 2012

Gli italiani scelgono sempre più il box (38%) e il garage (30%) come soluzioni per custodire la propria auto, lasciandola meno in strada (14%) o all’aperto in una proprietà privata (19%). In aumento coloro che associano all’RCAuto la garanzia furto/incendio (+1,4% rispetto al 2011). 

 

Italiani, Popolo di santi, poeti, navigatori e, cosa non da poco, molto gelosi della propria auto tanto che per proteggerla dai ladri e malintenzionati farebbero davvero di tutto! I dati raccolti da Direct Line, la più grande compagnia di assicurazioni online, lo confermano: ben il 35% nel 2012 (percentuale in aumento rispetto al 32% del 2011 e al 29% del 2010) ha scelto di installare sulla propria vettura un sistema di allarme. Di questi il 37%, ancor più previdente, ha optato per un immobilizzatore, sistema di antifurto che prevede, in caso di inserimento di una chiave sbagliata, il blocco della centralina della macchina.

 

Sebbene i dati ANIA registrino un calo dei furti tradizionali d’auto nel 2011 (-8,7% rispetto al 2010), i numeri non fanno comunque dormire sonni tranquilli agli italiani. Sono infatti 310 le auto rubate ogni giorno, con una media di un furto ogni cinque minuti! Tra questi, il 20% circa del totale è rappresentato dai così detti furti ‘tecnologici’; quei furti messi a segno utilizzando abilmente la tecnologia per rubare le auto in maniera pulita e senza dover forzare nessuna serratura.

Lo scenario attuale dei furti, infatti, evidenzia come le nuove tecnologie oggi siano conosciute e sfruttate dai ladri d’auto, che ormai riescono a superare abilmente i normali sistemi di sicurezza in dotazione alle automobili. Il sistema più diffuso? Senza dubbio il dispositivo in grado di disturbare il segnale della chiusura centralizzata delle portiere dell’auto. Il segnale, che viene inviato dall’ignaro proprietario utilizzando il classico telecomando non riesce a chiudere come dovrebbe la macchina regolarmente parcheggiate e la  lascia aperta in balia dei ladri.

 

A fronte di questo aumento di furti è aumentata, negli ultimi due anni, anche la percentuale di italiani che ha scelto di tenere la propria auto al sicuro in un box privato (38% nel 2012, +3% rispetto al 2011) o in un garage (30% quest’anno, +2% rispetto al 2011 e +6% rispetto al 2010). In calo invece quelli  che, per scelta o necessità, parcheggiano la propria auto in strada (14%), il 2% in meno rispetto allo scorso anno e 4% in meno in confronto al 2010. Sono meno anche coloro che scelgono per la propria macchina un posto auto all’aperto in una proprietà privata (19%), il –2% rispetto al 2010.

 

‘La tecnologia oggi ci aiuta e ci semplifica la vita, e in campo automobilistico l’adozione delle nuove tecnologie ha permesso di rendere le auto sempre più sicure. – commenta Barbara Panzeri, Direttore Marketing Direct LineSfortunatamente però non è unicamente al servizio di chi la utilizza per scopi leciti e ormai anche i ladri d’auto hanno imparato a trarne incondizionati benefici. L’unico modo per essere realmente tutelati in caso di furto della propria auto è aggiungere alla polizza RcAuto la garanzia furto e incendio. Sicuramente questa soluzione non risolve il drammatico problema dei furti ma può essere una valida soluzione per dormire sonni più tranquilli.’

 

Consigli Direct Line per difendersi dai furti

  • Parcheggiare la macchina possibilmente in box sempre
  • Evitare i parcheggi troppo isolati e poco illuminati
  • Non attivate la chiusura centralizzata col telecomando troppo lontano dalla macchina
  • Non lasciate capi preziosi ed oggetti di valore nell’abitacolo a vista
  • Non dimenticate le seconde chiavi di scorta nella macchina
  • Evitare di lasciare anche per pochi minuti la macchina incustodita con le chiavi inserite
  • Utilizzare più antifurti in contemporanea, abbinare al classico immobilizzatore anche un secondo dispositivo
  • Non lasciare i documenti della macchina nel cruscotto durante la sosta

 

 

Segui Direct Line su Facebook: www.facebook.com/directlineitalia

 

 

Direct Line è la più grande compagnia di assicurazioni auto on line in Italia. Direct Line ha rivoluzionato il mercato delle assicurazioni lanciando nel 1985 nel Regno Unito la vendita di polizze auto senza intermediari. Oggi è leader in Europa con oltre 6 milioni di clienti. www.directline.it.

No Comments
Comunicati

Al TTG di Rimini 2012 presente anche Air Dolomiti

  • By
  • 18 Ottobre 2012

Air Dolomiti, Compagnia italiana del Gruppo Lufthansa, è presente, congiuntamente al Franz Joseph Strauss Airport Muenchen, al TTG di Rimini dal 18 al 20 ottobre 2012.

Il TTG è una delle più importanti fiere dedicate al turismo: Air Dolomiti e l’aeroporto bavarese partecipano insieme per far conoscere l’offerta di voli della Compagnia e l’efficienza della struttura aeroportuale di Monaco.

Air Dolomiti opera dai principali scali italiani verso gli hub Lufthansa e Star Alliance; punto di forza della Compagnia è la qualità che per Air Dolomiti significa grande attenzione alla puntualità, all’affidabilità e al servizio di bordo.

L’Aeroporto Internazionale di Monaco di Baviera è uno scalo moderno e all’avanguardia, il primo in Germania ad aver ottenuto la certificazione ACA (Airport Carbon Accreditation) per l’eco sostenibilità.

Grazie all’attività congiunta, le due realtà rappresentano un binomio di qualità per gli italiani che volano in partenza dagli scali in cui la Compagnia opera.

Air Dolomiti e Aeroporto Internazionale di Monaco di Baviera vi danno appuntamento al TTG di Rimini, Stand 88-90, Padiglione C1, per scoprire tutti i servizi e vantaggi dedicati all’utenza italiana.

Per ulteriori informazioni www.airdolomiti.it

 

No Comments
Comunicati

Sboccia Soavemente, la nuova cialda Lavazza A Modo Mio

  • By
  • 9 Ottobre 2012

Prova Soavemente, la nuova cialda di Lavazza A Modo Mio per un  espresso morbido per natura

 

Un espresso soave, con corpo leggero e dal raffinato e dolce retrogusto.

Dall’esperienza Lavazza nasce Soavemente, la nuova miscela Lavazza A Modo Mio 100% arabica, morbida ed equilibrata.

Soavemente è la prima proposta in un’area di gusto mild alla quale Lavazza dedica una nuova  famiglia di prodotti espresso, i Delicati, ideati per chi ama un gusto più morbido e leggero.

Elegante, con il suo bouquet di aromi floreali, Soavemente è la giusta cialda per chi cerca un espresso delicato da gustare in ogni momento della giornata.

Questa nuova miscela arricchisce così ulteriormente la possibilità di scelta per la pausa espresso, offrendo agli appassionati un nuovo orizzonte di gusto, garantito dall’eccellenza di Lavazza, da sempre attenta alla qualità e alle esigenze dei consumatori.

Il concetto di miscela, infatti, ovvero l’arte di mescolare differenti origini di caffè inventato all’inizio del ‘900 da Luigi Lavazza, è una delle caratteristiche che concorre con forza alla realizzazione di prodotti unici e armoniosi e che fa dell’azienda torinese un portavoce indiscusso del piacere dell’autentico espresso italiano e dell’italianità nel mondo.

Ogni elemento contribuisce nel sottolineare l’identità della nuova cialda A Modo Mio Soavemente: dalla nuance che caratterizza la referenza, alle linee morbide e sinuose che accompagnano il tratto grafico della nuova confezione e che immediatamente riconducono a un mondo di armonia e leggerezza.

Soavemente entra, con tutta la delicatezza che la contraddistingue, nel mondo delle cialde Lavazza A Modo Mio, arricchendo una gamma già ampia e variegata.

Divinamente, Magicamente, Tierra Intenso, Intensamente, Appassionatamente, Deliziosamente, Cremosamente Dek, Soavemente, Caffè Crema Lungo Dolcemente: tutte le cialde Lavazza, autoprotette e monodose, rispondono così, sempre di più, alle diverse richieste degli amanti dell’espresso, garantendo tutta l’eccellenza e la qualità frutto della tradizione ultracentenaria di Lavazza.

Realizzate per essere utilizzate con le macchine per caffè espresso Lavazza a Modo Mio, le cialde Lavazza sono disponibili nei principali supermercati o possono essere ordinate direttamente sul sito www.lavazzamodomio.com

No Comments
Comunicati

Non parlate al conducente! 56% degli italiani criticati per la guida.

  • By
  • 9 Ottobre 2012

Moderare l’andatura (15%) e mantenere la distanza di sicurezza (10%) sono i consigli più comuni dei passeggeri

 

Se il 36% dei guidatori fa finta di nulla perché ormai abituato, il 17%, invece, fermerebbe il mezzo per far scendere il noioso passeggero.

 

Milano, 09 ottobre 2012 Avere una persona accanto che critica la nostra guida? Secondo un’indagine condotta dal Centro Studi e Documentazione Direct Line, la più grande compagnia di assicurazioni online, succede al 56% degli italiani. Più di un italiano su due infatti ‘subisce’ i giudizi, non sempre richiesti del proprio compagno di viaggio.

 

Tra i suggerimenti più frequenti che si ricevono dai passeggeri troviamo al primo posto la moderazione della velocità (15%) e il mantenere le corrette distanze di sicurezza (10%), mentre l’8% viene pregato di fare attenzione al comportamento degli altri automobilisti sulla strada.

 

Ma gli avvertimenti non finiscono qui: il 7% degli intervistati viene spesso criticato per il parcheggio, il 5% del campione viene, giustamente, redarguito per scarsa attenzione o per l’uso del cellulare alla guida mentre al 4% viene spesso ricordato di fare attenzione ai segnali stradali o di cambiare marcia con più solerzia.

 

Da buoni italiani il temperamento focoso si fa sentire anche in questo caso: il 3%, infatti, ammette di subire sgridate furibonde da parte del proprio partner nel momento in cui viene colto sul fatto a guardare un’altra donna o un altro uomo!

 

Le più gelose sono le donne: il 5% si lamenta con il partner mentre solo 1 su 100 ammette di essere stata ripagata con la stessa moneta. Al contrario, in materia di parcheggio, sono gli uomini ad essere più critici con l’altro sesso (9%), mentre le donne risultano più indulgenti (4%).

 

Ma come reagisce la maggioranza degli italiani alle critiche sulla propria guida? il 36% ammette ormai di fare finta di nulla e di essere abituato alle critiche, mentre il 31% del campione, tra cui gli under25 in maggioranza (41%), si dice felice di essere assistito alla guida e di seguire i consigli. Molto meno democratico il 17% degli intervistati che confessa di essere stato più volte tentato dal fermare l’auto e invitare a scendere il ‘grillo parlante’ di turno, e il 10% che, di fronte alle critiche, si inalbera e inizia a litigare. Un escamotage efficace? Alzare il volume della radio per tentare di coprire il ‘rumore’, come dichiara di fare il 6% degli italiani.

 

L’indagine di Direct Line offre anche un interessante spaccato regionale sulle lamentele che i passeggeri rivolgono di più agli automobilisti: ai romani (20%) viene maggiormente consigliato di fare attenzione alle altre macchine, mentre ai torinesi (17%) viene richiesto di rispettare i limiti di velocità. Scarsa attenzione ai segnali stradali viene contestata ai veronesi (17%), mentre cagliaritani (13%) e palermitani (12%) sono tra i più redarguiti per l’uso del cellulare alla guida. I più criticati nei parcheggi? Indubbiamente fiorentini (15%) e milanesi (11%), mentre a bolognesi (13%) e bresciani (10%) viene maggiormente criticato il mancato rispetto della distanza di sicurezza.

 

‘E’ importante essere sempre concentrati e attenti durante la guida, per evitare errori che possano compromettere la sicurezza nostra e dei passeggeri che viaggiano con noi – commenta Barbara Panzeri, Direttore Marketing Direct Lineper questo, a volte, chi ci siede accanto tende ad ammonirci per le piccole distrazioni che ci possono capitare al volante. E’ bene però non esagerare e non essere aggressivi, anche perché in questo modo si otterrebbe l’effetto contrario e si contribuirebbe a far distrarre il guidatore.’

 

 

Segui Direct Line su http://www.facebook.com/directlineitalia

 

 

 

Direct Line è la più grande compagnia di assicurazioni auto on line in Italia. Direct Line ha rivoluzionato il mercato delle assicurazioni lanciando nel 1985 nel Regno Unito la vendita di polizze auto senza intermediari. Oggi è leader in Europa con oltre 6 milioni di clienti. www.directline.it.

No Comments
Comunicati

Svelato il nuovo logo SEAT

  • By
  • 6 Ottobre 2012

Al Salone di Parigi, la Casa automobilistica spagnola ha presentato al il nuovo logo aziendale

 

 

La SEAT ha svelato al mondo il suo nuovo logo. La metamorfosi in cui è immersa la Casa automobilistica spagnola raggiunge l’apice al Salone di Parigi, con la presentazione della nuova identità e del nuovo design corporativo del Marchio e, contemporaneamente, con l’anteprima mondiale della nuova SEAT Leon. Questo modello, che sarà in circolazione sulle strade europee a partire dal mese di novembre, completa un’offensiva di prodotto senza precedenti nella storia dell’Azienda che comprende la presentazione della Mii, il restyling della Ibiza e il ritorno della Toledo.

 

Durante la conferenza stampa, James Muir, Presidente della SEAT S.A., ha presentato le due novità. “La presentazione del nostro nuovo logo Aziendale costituisce l’ulteriore passo avanti nell’evoluzione della SEAT. Esso riflette i valori del Marchio: design essenziale e puro, e ingegneria di precisione e qualità “, ha spiegato Muir. Il primo modello a sfoggiare il nuovo logo è la Leon, la star della SEAT al Salone parigino. “E ‘un’icona della nostra gamma e rappresenta il meglio della SEAT: design affascinante, qualità senza pari, tecnologia funzionale e piacere di guida” ha dichiarato il Presidente Muir.

 

Il nuovo logo allinea la nuova identità corporativa e il design con la piattaforma del Marchio, e raffigura apertamente i sei valori della Compagnia: design, dinamismo, spirito giovane, efficienza, affidabilità e accessibilità.

 

Il nuovo logo comprende l’inseparabile abbinamento del rosso passione – caldo e dinamico – e l’inconfondibile simbolo cromato. Esso esprime la trasformazione della Casa stessa: un equilibrio tra la sua componente razionale e la parte più emozionale del Marchio spagnolo.

 

Caratterizzato da linee simmetriche in tensione permanente, il simbolo cromato è scolpito con precisione ed è saldamente radicato nella modernità, ove tutto si trova al di sotto di una linea sottile di ispirazione industriale. Il suo design sottolinea il rinnovato impegno della SEAT verso la tecnologia di precisione, l’eccellenza nell’ingegneria e l’innovazione, mentre il colore rosso continua a evocare l’anima passionale del Brand spagnolo.

 

Le origini dell’eleganza e della precisione del logo SEAT si trovano in una riga diagonale che evoca l’Avenida Diagonal di Barcellona. Questa linea, che consolida una visione creativa, è una componente essenziale del codice genetico SEAT. Tocchi vibranti di design spagnolo gli danno vita, caldi riflessi, ombre profonde, prospettive dinamiche e allegria spingono le persone verso un nuovo stile di vita ibrido (razionale quanto emotivo).

 

Design targato SEAT

 

In termini di identity e corporate design, il logo è uno degli elementi visivi che fanno parte della nuova visione aziendale. Anche se l’attività principale del Brand è produrre auto, il design assume una particolare importanza tra i valori della Società e costituisce una parte intrinseca del suo codice genetico: il design è nel DNA della SEAT. Per citare Alejandro Mesonero-Romanos, Responsabile del Design SEAT, “il nuovo design del logo SEAT rispecchia perfettamente la nostra attenzione per i dettagli e la qualità. Pur mantenendo l’identità della nostra tradizionale “S”, questa volta si è ridotto il numero di linee, sono più tridimensionali e il perimetro complessivo è ora più quadrato, più geometrico. Il tutto dà al nostro nuovo logo un aspetto più moderno, preciso e scolpito”.

 

Lungo queste stesse linee, il logo SEAT ha rappresentato uno sforzo comune in quanto a design, sviluppo e implementazione tra il SEAT Design Center SEAT (SDC) e il Reparto Marketing-Comunicazione della Società, dalla ricerca iniziale e i bozzetti alla versione 2D del nuovo simbolo. Inoltre, anche il design esterno della nuova Leon ha influito nello sviluppo creativo del logo, in particolare la concettualizzazione della superficie che sembrerebbe scorrere come il liquido, che proietta qualità e precisione. Il processo creativo è iniziato a metà 2010 ed è stato portato avanti in modo progressivo.

 

Benvenuti a ENJOYNEERING

 

ENJOYNEERING è la vision aziendale. Come anticipato dal Presidente SEAT James Muir in occasione del Salone di Ginevra, “ENJOYNEERING è il nuovo slogan della Casa spagnola, e rappresenta i valori e il DNA del Marchio, ingegneria di qualità e precisione tecnologica unita a un design emozionale dal sapore mediterraneo”.

 

Per la SEAT, ENJOYNEERING è molto più di una trasformazione dell’identità aziendale. Secondo Christian Stein, Responsabile Marketing della SEAT “il concetto ENJOYNEERING è presente in tutto ciò che facciamo in SEAT. Dai dettagli del cruscotto delle nostre auto alle esperienze online dei nostri Clienti. Dalla tecnologia alle emozioni c’è solo un passo, e noi della SEAT quel passo lo facciamo ogni giorno “. Il nuovo slogan è un potente strumento di cambiamento per l’intera Azienda. Ogni unità di riferimento stabilisce nuovi modelli di emozioni e di sfide. Da un modello di auto o un punto vendita a un semplice biglietto da visita, la SEAT è pronta per l’evoluzione, e voi? 2.400 operatori del Brand partecipano alla presentazione della nuova immagine SEAT.

 

I prossimi 28 e 29 settembre, la capitale francese ospiterà 2.400 operatori fra distributori e importatori del Marchio che giungeranno Parigi da più di 70 Paesi, per incontrarsi in occasione della Convention Internazionale SEAT.

 

Durante questo incontro senza precedenti nella storia della SEAT (dedicato in esclusiva a questi professionisti), la Casa spagnola presenterà alla propria Rete mondiale la nuova SEAT Leon (comprese anche le nuove versioni Leon, la tre-porte SC e la familiare ST), insieme alla nuova Toledo. Inoltre, sarà svelata alla Rete il culmine dello sviluppo della nuova identity e del nuovo corporate design del Marchio: il nuovo logo. ENJOYNEERING fungerà da nuova piattaforma per l’espansione del marchio SEAT nel mondo.

 

60 anni di emozioni autentiche e un design di più generazioni

 

Il primo modello dell’Azienda è nato il 13 novembre 1953. La SEAT 1.400 era un’automobile elegante e spaziosa che divenne molto popolare nel segmento della gamma superiore. Da allora, la SEAT ha realizzato esperienze di guida che sono riuscite ad accendere le emozioni di ogni generazione. La SEAT 600 ha incoraggiato con entusiasmo lo spirito libero degli anni Sessanta, negli anni Ottanta è nata la SEAT Ibiza, una delle icone della Casa e la prima vettura 100% SEAT, mentre la SEAT Toledo (1991) e la SEAT Leon (1998) hanno dato dimostrazione di forza nei frenetici anni Novanta.

 

 

La SEAT è l’unica Casa automobilistica in Spagna in grado di progettare, sviluppare, produrre e commercializzare vetture. Integrata nel Gruppo Volkswagen, la multinazionale con sede a Martorell (Barcellona), esporta l’80% della produzione in 75 Paesi nel mondo. La SEAT è leader del mercato in Spagna e nel 2011 ha raggiunto un volume d’affari pari a 5 miliardi di Euro e un totale di 350.000 vetture vendute.

 

La SEAT conta 14.000 dipendenti e ha quattro siti produttivi: Zona Franca, El Prat de Llobregat e Martorell (Barcellona), dove si producono – fra gli altri – i modelli di successo quali Ibiza e Leon, e lo stabilimento del Gruppo Volkswagen a Palmela (Portogallo), per la produzione della monovolume Alhambra. La SEAT Mii viene prodotta nell’impianto di Bratislava (Slovacchia).

La multinazionale spagnola ha inoltre un Centro Tecnico che si configura come un knowledge hub e che accoglie circa 900 esperti e ingegneri orientati a promuovere l’innovazione del primo investitore industriale in materia di R&D della Spagna.

Nell’ambito del proprio impegno a tutela dell’ambiente, la SEAT svolge la propria attività in linea con i criteri di sostenibilità,

riduzione del CO2, efficienza energetica, riciclo e riutilizzo delle risorse.

In Italia la SEAT è parte di VOLKSWAGEN GROUP ITALIA S.p.A., Consociata del Gruppo Volkswagen e distributore nel nostro

Paese, oltre che del Marchio spagnolo, anche degli autoveicoli Volkswagen, Audi, ŠKODA e Volkswagen Veicoli Commerciali.

No Comments
Comunicati

Nuova SEAT Leon presentata al Salone di Parigi 2012

  • By
  • 3 Ottobre 2012

Arriverà sul mercato entro la fine del 2012 la nuova berlina della Casa automobilistica spagnola

 

In occasione del Salone di Parigi, tenutosi la settimana scorsa, la SEAT ha presentato la nuova SEAT Leon.

 

All’interno del segmento delle compatte, fortemente competitivo in Europa, la nuova Leon è la prima vettura di serie ad adottare il nuovo linguaggio stilistico della SEAT, già anticipato sulle concept car IBE, IBX e IBL. Oltre a essere la prima vettura nel segmento a offrire proiettori full LED, la nuova Leon sarà equipaggiata con una ricca gamma di dispositivi tecnologici di alto livello per la sicurezza e la connettività. Gli interni della berlina sono stati progettati per offrire maggior comfort, caratterizzato da un’attenta cura dei dettagli e di materiali di qualità che risultino estremamente piacevoli al tatto.

 

Costruita sulla base della piattaforma MQB del Gruppo Volkswagen, la nuova Leon è complessivamente90 chilogrammipiù leggera rispetto al modello precedente e, nonostante sia52 mmpiù corta, offre uno spazio interno maggiore. La gamma motori comprende sei motori benzina e quattro Diesel; un’offerta in grado di rispondere alle esigenze più diverse. Dotata di sistema start & stop, la versione più efficiente della nuova SEAT Leon vanta emissioni di CO2 di appena 99 g/km: un valore straordinario per una vettura della classe compatta.

 

Le generazioni precedenti della Leon si sono guadagnate il favore del pubblico offrendo un’esperienza di guida appagante e interattiva. E grazie al peso complessivo inferiore e al passo più lungo, questa terza generazione non sarà certo da meno. Come le generazioni precedenti, il nuovo modello sarà prodotto presso lo stabilimento SEAT di Martorell, vicino a Barcellona. Dal primo modello, introdotto nel1999, aoggi sono state vendute in totale circa 1,2 milioni di Leon.

 

La nuova SEAT Leon debutterà in Germania, Austria e Svizzera, entro la fine di novembre.

 

James Muir ha inoltre confermato che la nuova Leon è destinata a diventare una famiglia con diverse varianti di carrozzeria. “Per la prima volta, la gamma Leon comprenderà anche versioni tre porte e station wagon, sviluppate per accrescere l’interesse del pubblico e consolidarne il posizionamento all’interno del segmento” ha aggiunto.

 

La Leon è introdotta nella gamma SEAT in uno degli anni di massima attività nella storia dell’Azienda per quanto riguarda la presentazione di nuove vetture. Dall’inizio dell’anno, infatti, l’offensiva di prodotto della SEAT ha visto il lancio della Mii, la nuova citycar, il restyling della Ibiza e la recente introduzione della nuova Toledo, la berlina compatta dotata di portellone.

 

E mentre la gamma rinnovata costituirà una solida base della strategia di crescita aziendale, il Presidente ha sottolineato che il successo della SEAT si fonderà anche sull’espansione verso nuovi mercati. “In combinazione con la nostra strategia di espansione, che ci ha visti presenti in Cina nei primi mesi dell’anno in corso, il successo futuro della SEAT si baserà su nuovi prodotti, in diversi segmenti e in altri nuovi mercati” ha affermato James Muir.

 

La SEAT è l’unica Casa automobilistica in Spagna in grado di progettare, sviluppare, produrre e commercializzare vetture.

Integrata nel Gruppo Volkswagen, la multinazionale con sede a Martorell (Barcellona), esporta l’80% della produzione in 75 Paesi nel mondo. La SEAT è leader del mercato in Spagna e nel2011 haraggiunto un volume d’affari pari a 5 miliardi di Euro e un totale di 350.000 vetture vendute.

 

La SEAT conta 14.000 dipendenti e ha quattro siti produttivi: Zona Franca, El Prat de Llobregat e Martorell (Barcellona), dove si producono – fra gli altri – i modelli di successo quali Ibiza e Leon, e lo stabilimento del Gruppo Volkswagen a Palmela (Portogallo), per la produzione della monovolume Alhambra. La SEAT Mii viene prodotta nell’impianto di Bratislava (Slovacchia).

 

La multinazionale spagnola ha inoltre un Centro Tecnico che si configura come un knowledge hub e che accoglie circa 900 esperti e ingegneri orientati a promuovere l’innovazione del primo investitore industriale in materia di R&D della Spagna. Nell’ambito del proprio impegno a tutela dell’ambiente, la SEAT svolge la propria attività in linea con i criteri di sostenibilità, riduzione del CO2, efficienza energetica, riciclo e riutilizzo delle risorse.

 

In Italia la SEAT è parte di VOLKSWAGEN GROUP ITALIA S.p.A., Consociata del Gruppo Volkswagen e distributore nel nostro Paese, oltre che del Marchio spagnolo, anche degli autoveicoli Volkswagen, Audi, ŠKODA e Volkswagen Veicoli Commerciali.

 

No Comments
Comunicati

Due auto elettriche SEAT al Comune di Madrid

  • By
  • 24 Settembre 2012

La SEAT e-Altea è la prima auto elettrica spagnola. La consegna è avvenuta nell’ambito della Settimana Europea della Mobilità

 

La SEAT ha consegnato al Comune di Madrid due e-Altea XL Electric Ecomotive a emissioni zero.

Ramón Paredes, Vicepresidente per le Relazioni Governative e Istituzionali della SEAT S.A. e del Gruppo Volkswagen in Spagna, ha consegnato al Sindaco della Capitale, la Signora Ana Botella, le due vetture nell’inconfondibile cornice della Piramide Fotovoltaica del Parco Juan Carlos I.

 

Il Comune di Madrid incorporerà nella propria flotta istituzionale le due auto elettriche per cinque mesi, durante i quali saranno raccolti dati e informazioni utili prima dell’inizio della produzione di serie. Attualmente, la SEAT sta lavorando allo sviluppo di due tecnologie diverse: la Leon TwinDrive, ibrida plug-in, e la e-Altea, la prima vettura totalmente elettrica. Queste due alternative consentiranno alla Casa automobilistica di rispondere in maniera ottimale alle nuove esigenze del mercato.

 

“Siamo molto orgogliosi di questa collaborazione con la città di Madrid, i cui obiettivi sono di migliorare la qualità della vita dei cittadini e di accrescere la competitività dell’economia spagnola” ha dichiarato Ramón Paredes, e ha sottolineato inoltre il fatto che “grazie al Centro Tecnico di Ricerca e Sviluppo, la SEAT è l’unica Casa automobilistica in grado di progettare, sviluppare e produrre una vettura elettrica in Spagna”.

 

Nel ringraziare la SEAT per la consegna delle due auto elettriche, Ana Botella ha ribadito che “è un onore per la città poter contribuire ai test di un’Azienda così importante economicamente per Madrid e per la Spagna”. Il Sindaco ha messo in evidenza il fatto che “sin dalla sua fondazione, la SEAT ha sempre svolto un ruolo chiave nella modernizzazione del settore dei trasporti del Paese. Spero che le vetture elettriche inizino ad avere una presenza sempre più rilevante”.

 

La SEAT è impegnata nella distribuzione di vetture elettriche per le flotte aziendali e istituzionali tanto che, nelle scorse settimane, ha messo a disposizione di Società di rilievo come Endesa, l’Istituto Catalano dell’Energia (ICAEN), l’Istituto per il Risparmio Energetico e la Diversificazione (IDAE) e il Comune di Barcellona, altre vetture a emissioni zero. Nei prossimi mesi è prevista l’ulteriore consegna di vetture con queste caratteristiche ad altri Dipartimenti governativi, Istituzioni e Aziende private.

 

La e-Altea XL e la Leon Twind Drive, i primi modelli elettrici della SEAT

Dotati di due tecnologie alternative e complementari, questi modelli offrono performance diverse. La e-Altea XL Electric Ecomotive, la prima SEAT completamente elettrica, vanta 135 chilometri di autonomia, una potenza massima di 115 CV (85kW), eroga una coppia massima di 270 Nm e raggiunge una velocità massima di 135 km/h. Una delle principali novità riguarda l’app per smartphone, che consente di programmare e controllare le operazioni di ricarica e del sistema di climatizzazione il quale, grazie ai pannelli fotovoltaici sul tetto, riduce la quantità di energia richiesta.

 

La Leon TwinDrive Ecomotive, invece, combina al meglio i vantaggi della mobilità a emissioni zero con l’autonomia di una vettura a propulsione convenzionale. La TwinDrive consente di scegliere tra la modalità completamente elettrica o quella ibrida, senza dover cambiare abitudini o stile di guida. In modalità elettrica vanta ottime prestazioni, tra cui un’autonomia di 53 chilometri e una velocità massima di 120 km/h. Il consumo medio in modalità combinata si attesta a soli 1,7 litri/100 km con emissioni al di sotto dei 39 g/km, mentre la velocità massima è di 170 km/h.

 

L’impegno della SEAT a favore della mobilità sostenibile e della protezione ambientale si estende anche a tutti i modelli in commercio: il 70% delle vetture vendute dalla SEAT in Spagna hanno emissioni sotto i 130 g/km di CO2.

 

Promuovere l’elettromobilità

La SEAT è, insieme al Comune di Barcellona, fondatrice e partner del progetto LIVE (Logistica per l’Implementazione del Veicolo Elettrico): un’iniziativa partita nel 2010 con l’obiettivo di incoraggiare l’uso dei veicoli elettrici nella città, e alla quale partecipano Aziende come Endesa e Siemens, oltre a B:SM, Società che gestisce i servizi per la mobilità urbana nella metropoli catalana.

 

Inoltre, la SEAT, è coinvolta in altri progetti fra cui va menzionato CENIT VERDE: si tratta di un’iniziativa pubblico-privata, guidata dalla SEAT, che con il supporto del Governo, vede la partecipazione di imprese, università e centri di ricerca. L’obiettivo è la ricerca, lo sviluppo e l’applicazione su base industriale di tecnologie per la produzione di veicoli elettrici in Spagna.

 

La SEAT è l’unica Casa automobilistica in Spagna in grado di progettare, sviluppare, produrre e commercializzare vetture. Integrata nel Gruppo Volkswagen, la multinazionale con sede a Martorell (Barcellona), esporta l’80% della produzione in 75 Paesi nel mondo. La SEAT è leader del mercato in Spagna e nel 2011 ha raggiunto un volume d’affari pari a 5 miliardi di Euro e un totale di 350.000 vetture vendute.

La SEAT conta 14.000 dipendenti e ha quattro siti produttivi: Zona Franca, El Prat de Llobregat e Martorell (Barcellona), dove si producono – fra gli altri – i modelli di successo quali Ibiza e Leon, e lo stabilimento del Gruppo Volkswagen a Palmela (Portogallo), per la produzione della monovolume Alhambra. La SEAT Mii viene prodotta nell’impianto di Bratislava (Slovacchia).

 

La multinazionale spagnola ha inoltre un Centro Tecnico che si configura come un knowledge hub e che accoglie circa 900 esperti e ingegneri orientati a promuovere l’innovazione del primo investitore industriale in materia di R&D della Spagna. Nell’ambito del proprio impegno a tutela dell’ambiente, la SEAT svolge la propria attività in linea con i criteri di sostenibilità, riduzione del CO2, efficienza energetica, riciclo e riutilizzo delle risorse.

 

In Italia la SEAT è parte di VOLKSWAGEN GROUP ITALIA S.p.A., Consociata del Gruppo Volkswagen e distributore nel nostro Paese, oltre che del Marchio spagnolo, anche degli autoveicoli Volkswagen, Audi, ŠKODA e Volkswagen Veicoli Commerciali.

 

No Comments
Comunicati

AUTO ELETTRICHE O CAR SHARING? GLI ITALIANI E LA ECOSOSTENIBILITÀ

  • By
  • 18 Settembre 2012

Il 49% degli italiani sarebbe disposto a cambiare la propria auto con una elettrica ma solo se allo stesso prezzo e il 22% cercherebbe di condividere le spese per l’impianto di ricarica dell’auto con qualche amicoL’88% è favorevole al car-sharing anche mettendo a disposizione la propria auto

 

La sostenibilità ambientale e il risparmio energetico sono temi sempre più in primo piano anche nel settore automobilistico, un campo in cui la ricerca, negli ultimi anni, si è concentrata nell’individuazione e sviluppo di tecnologie a impatto zero. Nonostante questo, quasi 3 italiani su 10 ancora non conoscono la classe euro della propria automobile: è quanto emerge da un’indagine del Centro Studi e Documentazione Direct Line, la più grande compagnia di assicurazioni online. Dalla ricerca risulta infatti che se il 19% del campione non è certo della classe Euro della propria macchina, quasi un italiano su 10 (9%) confessa di ignorarla del tutto.

 

Rimandate in materia ‘Classe Eurole donne, bocciati i ragazzi: il 23% delle appartenenti al gentil sesso afferma infatti di non essere poi così certo di quanto inquini la propria auto e ben il 22% degli under25 confessa candidamente di non conoscere la classe euro.

 

L’ecosostenibilità è indubbiamente un tema caldo, rilanciato anche dalla ricerca di auto parsimoniose nei consumi, ma gli italiani quanto sono realmente sensibili a questa esigenza sempre più incombente? La maggioranza (49%) alla domanda ‘Auto ecologica?’ risponde ‘Sì, grazie…ma solo se allo stesso prezzo della mia’, il 22% sarebbe disposto a spendere solo fino a 1.000€ in più al momento dell’acquisto per un’auto meno inquinante, mentre uno su cinque (20%) si dimostra scettico rispetto alla conversione all’elettrico, convinto che passerà ancora molto tempo e dichiara non aver intenzione di essere un precursore in questa tendenza. Infine il 9% del campione intervistato, esasperato dai continui rincari del carburante e con un occhio di riguardo alle tematiche ‘green’, ammette che rinuncerebbe addirittura alle vacanze pur di avere un’auto che inquini meno e che faccia risparmiare al momento del ‘pieno’.

 

Sul fronte ‘auto elettriche’ il 45% degli italiani dichiara che in caso di acquisto vorrebbe dotarsi anche dell’apparecchiatura per la ricarica, il 22% dividerebbe la spesa con un amico o un vicino di casa mentre il 19% sceglierebbe di risparmiare per poi rivolgersi di volta in volta ai punti di ricarica disponibili. Infine, un più confuso 14% non ha ancora le idee ben chiare in materia, forse perché le informazioni che sono giunte finora non sono state molto precise.

 

Oggi una valida alternativa all’auto elettrica è rappresentata dal car-sharing: condividere lo stesso mezzo con più persone è un buon modo per risparmiare e impegnarsi a inquinare meno. Il 44% degli intervistati ammette di essere a favore di questa iniziativa, ma purtroppo constata che nella propria zona il car-sharing è ancora un miraggio; il 21% degli italiani, attento all’ambiente e alle emissioni, ammette di trovarla una bella idea, mentre di opinione diametralmente opposta risulta il 13% del campione che, al grido di ‘ognuno con la propria auto!’ dichiara di non credere affatto in questo tipo di servizio. Alcuni italiani (23%), infine, si confermano gelosi del proprio mezzo di trasporto dichiarando di essere sì favorevoli al car-sharing, ma solo a patto di non mettere a disposizione la propria auto
Nel complesso, dunque, il quadro raffigura un’opinione diffusa decisamente favorevole al car-sharing, frutto, probabilmente, della continua caccia al risparmio e dell’insostenibile congestione di molte città.

 

L’indagine di Direct Line offre anche uno spaccato regionale sulle preferenze degli italiani riguardo al car-sharing: se fiorentini (39%), bolognesi (28%) e romani (26%) si professano attenti all’ambiente e alle emissioni nocive, sono per lo più cagliaritani e bresciani (entrambi nel 48% dei casi) ad ammettere che la propria zona è carente in materia. E mentre i veronesi (20%) sono tra gli italiani che credono meno in questa pratica di mobilità ecosostenibile, milanesi (32%), palermitani (28%) e torinesi (23%) dichiarano che il principio del car-sharing è sì lodevole, ma guai a metterlo in pratica condividendo la propria auto.

 

‘L’ecosostenibilità, oltre ad essere un vantaggio per la salute e l’ambiente, sta diventata oggi un’opportunità per risparmiare sul costo dei carburanti – commenta Barbara Panzeri, Direttore Marketing Direct Line –. Per questo consideriamo importanti i progressi e le innovazioni messe in atto dalle aziende automobilistiche e le iniziative delle amministrazioni comunali che favoriscono la diffusione dei servizi di car-sharing tra i cittadini. Le auto ibride o elettriche hanno ancora costi molto alti ma il futuro potrebbe riservarci delle sorprese interessanti.’

 

Segui Direct Line su Facebook: www.facebook.com/directlineitalia

No Comments
Comunicati

Nuovo volo per Zurigo da Verona per raggiungere tutto il mondo con Air Dolomiti e Swiss

  • By
  • 7 Settembre 2012

Air Dolomiti, Compagnia italiana del gruppo Lufthansa, a partire dal 3 settembre ha aggiunto una frequenza giornaliera sul volo Verona – Zurigo (dal lunedì al venerdì); la rotazione addizionale andrà così a completare il prodotto che consente di raggiungere l’hub svizzero e da lì le numerose destinazioni europee ed intercontinentali offerte dal network SWISS.

Aumenta così la disponibilità di collegamenti giornalieri dall’Aeroporto Internazionale “Valerio Catullo” di Verona che, grazie all’accordo di code share con SWISS, vengono completati con la possibilità di proseguire il viaggio dall’hub svizzero, uno dei più moderni ed efficienti a livello europeo, verso le destinazioni operate da SWISS.

Con il termine code sharing si intende un accordo tra vettori aerei che consente di commercializzare con il codice di entrambi un servizio operato da uno solo di essi. Ciò permette di offrire ai propri clienti di raggiungere un numero più ampio di destinazioni che non figurano nelle rotte operate da ciascuna compagnia. Nel caso specifico dell’accordo tra Air Dolomiti e SWISS, Air Dolomiti offre ai propri passeggeri di partire da Verona per raggiungere tante destinazioni operate da SWISS con comode coincidenze da Zurigo. SWISS offre ai propri clienti il collegamento Verona-Zurigo, che non era fino ad ora presente nel proprio network.

I passeggeri in partenza da Verona potranno raggiungere comodamente, via Zurigo, destinazioni intercontinentali come New York, Miami, Chicago, Boston, Los Angeles, San Francisco, San Paolo, Montreal, Pechino, Shanghai, Tokyo, Bangkok, Delhi e Dubai. In Europa saranno comodamente raggiungibili città come Amsterdam, Atene, Barcellona, Bucarest, Budapest, Copenaghen, Hannover, Istanbul, Mosca e tante altre. I passeggeri potranno accumulare e spendere miglia del programma frequent flyer Miles & More.
In occasione del lancio della seconda frequenza, Air Dolomiti offre una tariffa promozionale sui voli per Zurigo a partire da € 29,86 tariffa Light solo andata, tasse incluse; per il lungo-raggio SWISS propone tariffe vantaggiose come per la nuova destinazione Pechino, che salvo promozioni, parte da 618 euro a/r, tasse e supplemento internazionale inclusi.

Con Zurigo, insieme all’offerta per Monaco, Francoforte e Vienna, l’aeroporto di Verona sarà uno dei pochi in Italia ad offrire collegamenti per tutti e quattro gli hub di Lufthansa Group.
Il collegamento segue gli operativi sotto riportati ed è operato con l’Atr 72-500 da 64 posti.

      Verona – Zurigo
      123456. 11:05 – 12:05
      12345.7 14:45 – 15:45
      Zurigo – Verona
      123456. 13:15 – 14:15
    12345.7 16:35 – 17:35

 

“Grazie all’accordo tra Air Dolomiti e SWISS i passeggeri in partenza da Verona potranno non solo raggiungere un hub strategico come quello di Zurigo ma avranno accesso ancora più facilitato ad un network composto da 47 destinazioni europee e 23 intercontinentali grazie alla capillare offerta del Gruppo e dei partner Star Alliance. Con l’introduzione della seconda frequenza giornaliera, chi sceglie Air Dolomiti avrà maggiori opportunità di proseguire il proprio volo verso altre destinazioni in tutto il mondo.” commenta Paolo Sgaramella, Vice President Marketing, Network & Commercial di Air Dolomiti.

“Le nuove connessioni renderanno raggiungibili tutte le più belle città del mondo, come New York o Pechino, e più importanti mercati, da Verona via Zurigo, con un tempo di attesa tra un volo e l’altro tra i 30 e i 180 minuti e con offerte anche in termini di prezzo estremamente interessanti. – ha aggiunto Carmine Bassetti, Direttore Generale dell’Aeroporto di Verona – L’Aeroporto propone ai passeggeri Air Dolomiti e SWISS un’ulteriore agevolazione con tariffe nei parcheggi dell’aeroporto a loro dedicate. Volare verso le più importanti città del mondo comodamente da Verona sia per viaggi di lavoro che di vacanza, è diventato ancora più facile.”

“Grazie al code share di SWISS con Air Dolomiti siamo in grado di offrire ai passeggeri dell’area di Verona e non solo, nuove e convenienti opzioni di viaggio verso la Svizzera e, attraverso il nostro hub di Zurigo verso numerose destinazioni del network SWISS. Riconfermiamo così l’importanza per noi del Triveneto e sottolineiamo come sia comodo per i passeggeri della regione transitare dall’aeroporto di Zurigo, che grazie alla moderna e funzionale struttura offre veloci coincidenze, con percorsi brevi e chiaramente indicati. E’ stato infatti più volte premiato quale Miglior Aeroporto Europeo”afferma Luca Graf, Regional Manager Italia & Malta.

Per maggiori informazioni su tariffe e orari consultare il Sales Center Air Dolomiti al numero 045 2886140, visitare il sito www.airdolomiti.it o rivolgersi alla propria agenzia viaggi.

No Comments
Comunicati

CONSTATAZIONE AMICHEVOLE: IL 50% DEGLI ITALIANI NON SA COMPILARE IL MODULO CAI E RISCHIA DI ALLUNGARE I TEMPI DI LIQUIDAZIONE DEI SINISTRI

  • By
  • 5 Settembre 2012

Durante la compilazione della constatazione amichevole il 30%, colto da ansia, sbaglia o dimentica alcuni dati, il 7% chiede aiuto a casa mentre solo  il 7% chiama la polizia stradale.

 

“In caso di incidente stradale le parti coinvolte sono tenute a compilare un modulo che riporta le principali coordinate dell’incidente, i dettagli sulle vetture e i dati personali dei soggetti”. Ma cosa succede nella realtà? Solo 1 italiano su 2 (50%) compila il modulo CAI con sicurezza mentre gli altri dichiarano di trovarsi in seria difficoltà.

 

Da un’indagine condotta dal Centro Studi e Documentazione Direct Line, la più grande compagnia di assicurazioni online, emerge infatti che il 30% degli automobilisti intervistati confessa di essere preparato sulla teoria ma che, in stato di shock o preso dall’ansia post-incidente, incontra serie difficoltà a ricordare tutti i passaggi per la compilazione del modulo CAI e quindi, nella pratica, sbaglia o addirittura dimentica di inserire alcuni dati. Inoltre lo stress e il panico portano il 7% a chiamare a casa in cerca di aiuto, mentre il 7% non trovandosi in accordo con la controparte sull’attribuzione del torto o della ragione opta per la soluzione più drastica e sceglie di chiamare la polizia stradale. C’è anche chi, sbagliando, si limita a prendere solo la targa dell’auto (6%). Fortunatamente il 50% degli italiani dichiara di saper compilare correttamente la constatazione amichevole, senza commettere errori o imprecisioni. Queste percentuali purtroppo trovano conferma anche con l’analisi dei moduli CAI compilati dai clienti di Direct Line, compagnia di assicurazione auto che in 10 anni ha gestito oltre un milione di sinistri.

 

L’indagine di Direct Line offre anche uno spaccato regionale: torinesi (64%), cagliaritani (58%) e bresciani (56%) sono tra i più informati in materia di constatazione amichevole, mentre veronesi (36%), fiorentini (35%) e romani (31%) sono tra coloro che maggiormente confessano di sbagliare durante la compilazione del modulo. Il 12% dei palermitani si affida ad un aiuto da casa, il 13% dei bolognesi si sente più sicuro a chiamare la polizia locale mentre il 23% dei milanesi si fa prendere dal panico.

 

Il modello di Constatazione Amichevole di Incidente è un vero e proprio documento di riconoscimento dell’accaduto, che serve alle compagnie assicurative per determinare la dinamica dell’incidente e attribuirne la responsabilità.

E’ importante ricordare che il modulo C.A.I., firmato dalle parti coinvolte, risulta vincolante e le dichiarazioni e i dati immessi non possono essere modificati a posteriori, neanche giustificando l’assenza di lucidità del momento. Il modello è infatti un documento di fondamentale importanza per chi è vittima di un incidente e sbagliare, omettere o inserire dati imprecisi, può compromettere la giusta determinazione dei fatti e la conseguente attribuzione di responsabilità con conseguente allungamento dei tempi.

 

“Subito dopo un incidente spesso si fatica a mantenere la lucidità e l’ansia può giocare brutti scherzi – commenta Leonardo Martinelli, Direttore Claims Direct LineTuttavia è importante ricordare che la compilazione del modulo C.A.I. è di fondamentale importanza per ottenere i rimborsi in modo rapido e evitare contestazioni. E’ giusto, quindi, concedersi un momento per allentare l’ansia e cercare di concentrarsi per compilare con cura il modello. Direct Line per questo ha previsto l’assistenza in linea attraverso il proprio call centre sinistri che, negli orari di apertura, è a disposizione dei propri clienti per aiutarli a compilare il modulo CAI correttamente”.

 

Quali sono gli errori più frequenti nella compilazione della constatazione amichevole? Ecco un elenco da cui trarre spunto per prestare attenzione quando si compila il modulo.

 

 

I 10 errori più frequenti nella compilazione della constatazione amichevole

 

  1. Indicare danni materiali ad altri veicoli anche quando non ci sono altre vetture coinvolte
  2. Indicare il nome dell’agenzia o del broker assicurativo al posto della compagnia assicurativa
  3. Omettere data e luogo dell’incidente
  4. Omettere o segnalare in modo errato i numeri di targa
  5. Omettere il numero e i dati della polizza
  6. Tralasciare dati importanti nel grafico, come il senso di marcia o la segnaletica orizzontale e verticale
  7. Le circostanze dell’incidente appaiono contraddittorie
  8. Inserire i feriti lievi nello spazio riservato alla segnalazione di feriti gravi
  9. Gli spazi per le osservazioni sono invertiti
  10. Non viene indicato il punto d’urto iniziale

  

Fonte interna Direct Line  

 

 

 

Segui Direct Line su Facebook: www.facebook.com/directlineitalia

 

 

 

Direct Line è la più grande compagnia di assicurazioni auto on line in Italia. Direct Line ha rivoluzionato il mercato delle assicurazioni lanciando nel 1985 nel Regno Unito la vendita di polizze auto senza intermediari. Oggi è leader in Europa con oltre 6 milioni di clienti. www.directline.it.

No Comments
Comunicati

La SEAT punta sulla Russia come mercato emergente

  • By
  • 4 Settembre 2012

La SEAT rafforza la sua presenza in Russia e consolida i propri piani di crescita in ambito internazionale. Con la partecipazione al Salone dell’Automobile di Mosca, il Marchio spagnolo apre un nuovo capitolo in collaborazione con l’importatore locale del Gruppo Volkswagen, che vanta già una significativa esperienza nel mercato russo.

 

Nel corso degli ultimi mesi, la SEAT ha raddoppiato la propria Rete di vendita in Russia e conta già 22 Concessionari: è presente a Mosca e San Pietroburgo, ma anche in altre città importanti (Ekaterinburg, Čeljabinsk, Nizhny Novgorod, Kazan e Rostov sul Don). Entro la fine dell’anno, inoltre, la Casa automobilistica spagnola conta di aprirne altri 3, per arrivare a un totale di 25 sedi (all’inizio del 2012 erano soltanto 10).

 

Il Presidente della SEAT S.A., James Muir, ha spiegato che la Russia è un ulteriore esempio della strategia di espansione verso nuovi mercati, e ha aggiunto che “la SEAT ha grandi potenzialità in mercati come quello russo. Il design, la qualità e il contenuto tecnologico delle nostre vetture portano freschezza al dinamico mercato dell’automobile sovietico”. E in questo senso, “la partecipazione della SEAT al Salone di Mosca è fondamentale per l’espansione del Marchio in Russia” ha concluso Muir.

 

Al Salone di Mosca, l’appuntamento annuale più importante del settore automobilistico nel Paese, la SEAT ha annunciato l’inizio delle vendite della monovolume Alhambra già dall’autunno, un’introduzione che arricchisce la gamma prodotto finora disponibile in Russia: Ibiza (nelle sue tre versioni, 3 porte, 5 porte e ST), Leon e la “tutto-terreno” Altea Freetrack – modello di punta in Russia –, tutti prodotti nello stabilimento di Martorell. Oltre a questi quattro modelli, la SEAT ha presentato al Salone anche la IBX, l’auto ibrida crossover a propulsione ibrida, accolto dai media e dal pubblico con notevole successo in occasione del Salone di Ginevra dello scorso anno.

 

La Russia è diventata un mercato prioritario a breve e lungo termine per la SEAT. L’obiettivo della struttura creata appositamente a Mosca è quello di poter seguire da vicino il piano di sviluppo del Marchio spagnolo in questo mercato. Si tratta di un Paese con un forte potenziale di crescita che, nei prossimi anni, punta ad avere il mercato automobilistico più grande d’Europa. Nel 2011 sono state vendute oltre 2,6 milioni di vetture, risultato superato solo dalla Germania (con quasi 3,2 milioni di unità), e nel primo semestre del 2012 le vendite sono aumentate del 14,3%, oltrepassando la soglia di 1,4 milioni di vetture.

 

Successo commerciale nei nuovi mercati

Attualmente la SEAT esporta l’80% delle vetture prodotte in 75 Paesi, e uno degli obiettivi del Marchio è quello di aumentare questa percentuale, aprendosi a nuovi mercati – come la Cina, dov’è sbarcata ufficialmente lo scorso aprile – e di crescere nei volumi in quelli dove ha debuttato di recente. Nel primo semestre del 2012, la Casa spagnola ha fatto segnare risultati molto positivi in Paesi come il Messico, dove ha ottenuto una forte crescita (10.214 unità vendute, +20,5%), l’Algeria (5.191 unità, +150,0%) e Israele (3.787, +85,7%). Durante lo stesso periodo il Marchio ha registrato risultati positivi anche in Paesi europei molto competitivi come la Germania (28.404 unità e +8,0%), il Regno Unito (19.763, +6,8%) e la Svizzera (4.159, +19,4%).

In questo momento, la SEAT si trova nel pieno di un’offensiva di prodotto senza precedenti. Nel corso dei prossimi mesi, il ritorno della Toledo e l’arrivo della nuova Leon si sommeranno alla Mii e alla nuova Ibiza, lanciate all’inizio del 2012 anche in Italia. L’introduzione di nuovi modelli permetterà alla SEAT di arricchire la propria offerta auto, un ottimo presupposto per coprire al meglio il mercato e contribuire a consolidare e aumentare le esportazioni.

 

 

La SEAT è l’unica Casa automobilistica in Spagna in grado di progettare, sviluppare, produrre e commercializzare vetture. Integrata nel Gruppo Volkswagen, la multinazionale con sede a Martorell (Barcellona), esporta l’80% della produzione in 75 Paesi nel mondo. La SEAT è leader del mercato in Spagna e nel 2011 ha raggiunto un volume d’affari pari a 5 miliardi di Euro e un totale di 350.000 vetture vendute.

La SEAT conta 14.000 dipendenti e ha quattro siti produttivi: Zona Franca, El Prat de Llobregat e Martorell (Barcellona), dove si producono – fra gli altri – i modelli di successo quali Ibiza e Leon, e lo stabilimento del Gruppo Volkswagen a Palmela (Portogallo), per la produzione della monovolume Alhambra. La SEAT Mii viene prodotta nell’impianto di Bratislava (Slovacchia).

La multinazionale spagnola ha inoltre un Centro Tecnico che si configura come un knowledge hub e che accoglie circa 900 esperti e ingegneri orientati a promuovere l’innovazione del primo investitore industriale in materia di R&D della Spagna. Nell’ambito del proprio impegno a tutela dell’ambiente, la SEAT svolge la propria attività in linea con i criteri di sostenibilità, riduzione del CO2, efficienza energetica, riciclo e riutilizzo delle risorse. In Italia la SEAT è parte di VOLKSWAGEN GROUP ITALIA S.p.A., Consociata del Gruppo Volkswagen e distributore nel nostro Paese, oltre che del Marchio spagnolo, anche degli autoveicoli Volkswagen, ŠKODA, Audi e Volkswagen Veicoli Commerciali.

No Comments
Comunicati

La nuova SEAT Leon: il design incontra la tecnologia

  • By
  • 25 Luglio 2012

Design unico, tecnologie innovative per la sicurezza, stile raffinato e qualità superiore per la nuova SEAT Leon

 

 

La nuova SEAT Leon si distingue per la sua personalità potente ed emozionante e rappresenta il modo più bello di guidare una vettura funzionale. La Leon, completamente riprogettata, è equipaggiata con una ricca gamma di dispositivi tecnologici di alto livello, che vanno dai sistemi di assistenza alla guida all’infotainment, passando dal telaio e dai propulsori. Questi ultimi sono un connubio perfetto tra dinamica potente ed efficienza straordinaria.

 

I proiettori full LED della nuova Leon, consentono alle SEAT di fare un passo avanti verso il futuro: la Casa spagnola è la prima a offrire nel segmento delle medie questa innovazione tecnologica che coniuga un design accattivante e un’illuminazione eccezionale.

 

“La nuova SEAT Leon racchiude in sè tutti i punti di forza del Marchio, a livelli mai visti prima: una vettura dal carattere sportivo con innumerevoli pregi, e che offre nel segmento delle compatte qualità e tecnologie che caratterizzano le vetture di categoria superiore. La nuova Leon gioca un ruolo decisivo per la strategia di crescita della marca SEAT. Debutterà sul mercato verso la fine del 2012 nella versione cinque porte, seguita da ulteriori varianti che andranno a completare la gamma Leon” ha dichiarato James Muir, Presidente della SEAT S.A..

 

La nuova SEAT Leon riesce a combinare dimensioni esterne più compatte e interni più spaziosi, e conquista grazie a una grande funzionalità. I materiali di qualità superiore e la cura per i dettagli consentono alla Leon di posizionarsi ai vertici della categoria.

 

I propulsori spiccano per efficienza, con livelli di emissioni tra i migliori della categoria: la Leon 1.6 TDI con sistema start & stop, modello di punta in questo senso, vanta un consumo medio di soli 3,8 litriogni 100 chilometri, con emissioni di CO2 pari a99 grammi per km.

 

“La Leon è una vettura completamente nuova, e segna l’inizio di un capitolo inedito per la SEAT: è infatti un connubio tra il linguaggio stilistico dinamico della SEAT e la tecnologia più avanzata. La cura dei dettagli e il design preciso, in particolare degli interni, sono una testimonianza della qualità della nuova Leon” spiega Matthias Rabe, Vicepresidente per Ricerca e Sviluppo della SEAT S.A..

 

“Costruita sulla base della piattaforma MQB del Gruppo Volkswagen, la nuova Leon offre prestazioni notevoli con basse emissioni di CO2 e consumi ridotti” aggiunge Rabe. “In sintesi, la nuova Leon regala un piacere di guida entusiasmante, un’efficienza eccellente, un design straordinario e un’elevata funzionalità”.

 

Design – grande dinamismo

Con i suoi4,26 metridi lunghezza,la nuova Leonrisulta circa cinque centimetri più corta rispetto alla versione precedente, mentre il passo è quasi sei centimetri più lungo. Questa struttura intelligente consente di ottenere sbalzi ridotti e sottolinea il look possente delle ruote, apportando al tempo stesso vantaggi pratici come una maggiore spaziosità dell’abitacolo, principalmente nella parte posteriore, e del vano bagagli.

 

La linea scolpita dei fari è un elemento che contraddistingue il nuovo linguaggio stilistico della SEAT. Per la prima volta nel segmento delle compatte, la Leon sfoggia i proiettori con tecnologia full LED, che conferiscono un look originale e inconfondibile al frontale dell’auto.

 

Grazie alle linee decise, anche la fiancata della nuova SEAT Leon sembra una scultura su ruote. La caratteristica “Línea Dinámica” si estende senza interruzioni sopra i passaruota e corre verso la parte posteriore, evocando la tensione dei un muscoli degli atleti. I montanti posteriori trapezoidali e il terzo finestrino corto che punta verso l’alto, sono ulteriori caratteristiche tipiche della Leon.

 

Il posteriore della nuova SEAT Leon è stato completamente rielaborato; l’ampio logo funge da maniglia per aprire il portellone, mentre i gruppi ottici posteriori, leggermente cuneiformi, sottolineano l’ampiezza della vettura e sono disponibili anche con tecnologia LED.

 

Interni – comfort e qualità superiori

Il design elegante della nuova Leon trova continuità nell’abitacolo, caratterizzato da un look chiaro, luminoso e pulito. La plancia è originale ed elegante, e caratterizzata dalle finiture bicolore. Dettagli come le ampie prese d’aria e i comandi del climatizzatore, mettono in risalto la qualità elevata delle finiture della Leon. Il bagagliaio ha una capienza di380 litri, circa40 litriin più rispetto alla versione precedente.

 

 

Motori – potenti ed efficienti

La SEAT proponela nuova Leoncon una serie di potenti ed efficienti motorizzazioni TDI e TSI, con cilindrate che vanno da1,2 a2,0 litri. Tutte le motorizzazioni dispongono di iniezione diretta e turbocompressore, e sono state appositamente realizzate per garantire un basso attrito interno e un rapido riscaldamento. Rispetto alle relative versioni precedenti, i consumi sono stati ridotti fino al 22%.

 

Infotainment – moderno e flessibile

Sulla nuova Leon, la SEAT offre una ricca gamma di moderne e innovative soluzioni di infotainment. Mediante un touchscreen situato sulla plancia, il SEAT Sound System, basato sul sistema operativo Easy Connect, permette di controllare le funzioni di intrattenimento e comunicazione, così come le informazioni della vettura.

 

La versione Referenceè equipaggiata con il Media System Touch con schermo da 5″, che include USB, lettore di schede SD e quattro altoparlanti. Le versioni Style e FR invece sono dotate del Media System Colour, che garantisce una più vasta gamma di colori e una maggiore definizione per lo schermo touchscreen, oltre al lettore CD e a sei altoparlanti di serie (otto perla versione FR); il sistema consente inoltre di collegare dispositivi esterni mediante Bluetooth, USB o AUX-IN, e di comandare diverse funzioni della vettura.

 

Il sistema Media System Plus offre un touchscreen da 5,8″, immagini tridimensionali ad alta risoluzione, la possibilità di connessione con iPod®, otto altoparlanti, riconoscimento vocale e sintonizzatore DAB (disponibile a richiesta).

 

Sistemi di assistenza alla guida all’avanguardia

Anche per quanto riguarda i sistemi di assistenza alla guida,la nuova SEAT Leonfissa degli standard di riferimento: il dispositivo per il riconoscimento della stanchezza risulta particolarmente utile per aiutare a prevenire i colpi di sonno del guidatore. Inoltre, grazie a una telecamera posizionata nel parabrezza all’altezza dello specchietto retrovisore, il sistema Full Beam Assistant gestisce automaticamente il funzionamento dei fari abbaglianti passando agli anabbaglianti quando necessario. Il dispositivo di assistenza al mantenimento della corsia Heading Control, invece, imprime leggere correzioni al servosterzo elettromeccanico, aiutando a evitare che il guidatore oltrepassi le linee di segnalazione della corsia.

 

 

Il nuovo logo SEAT

Un’ulteriore novità per SEAT Leon è il nuovo logo, che verrà svelato ufficialmente in occasione del prossimo Salone di Parigi. Il logo sarà presente sulla calandra, sul portellone e sul volante della nuova Leon, che sarála prima SEATa sfoggiarlo.

 

 

La SEAT è l’unica Casa automobilistica in Spagna in grado di progettare, sviluppare, produrre e commercializzare vetture. Integrata nel Gruppo Volkswagen, la multinazionale con sede a Martorell (Barcellona), esporta l’80% della produzione in 75 Paesi nel mondo. La SEAT è leader del mercato in Spagna e nel2011 haraggiunto un volume d’affari pari a 5 miliardi di Euro e un totale di 350.000 vetture vendute.

 

La SEAT conta 14.000 dipendenti e ha quattro siti produttivi: Zona Franca, El Prat de Llobregat e Martorell (Barcellona), dove si producono – fra gli altri – i modelli di successo quali Ibiza e Leon, e lo stabilimento del Gruppo Volkswagen a Palmela (Portogallo), per la produzione della monovolume Alhambra.La SEAT Miiviene prodotta nell’impianto di Bratislava (Slovacchia).

 

La multinazionale spagnola ha inoltre un Centro Tecnico che si configura come un knowledge hub e che accoglie circa 900 esperti e ingegneri orientati a promuovere l’innovazione del primo investitore industriale in materia di R&D della Spagna. Nell’ambito del proprio impegno a tutela dell’ambiente, la SEAT svolge la propria attività in linea con i criteri di sostenibilità, riduzione del CO2, efficienza energetica, riciclo e riutilizzo delle risorse.

 

In Italia la SEAT è parte di VOLKSWAGEN GROUP ITALIA S.p.A., Consociata del Gruppo Volkswagen e distributore nel nostro Paese, oltre che del Marchio spagnolo, anche degli autoveicoli Volkswagen, ŠKODA, Audi e Volkswagen Veicoli Commerciali.

No Comments
Comunicati

ESODO ESTIVO? IL ‘BOLLINO ROSSO’ SPAVENTA il 79% DEGLI ITALIANI

  • By
  • 24 Luglio 2012

Il 28% sceglie di mettersi in auto la mattina, il 14% preferisce viaggiare di notte, mentre il 21% non fa programmi e decide di partire quando è pronto

 

Prima della partenza il 44% degli italiani effettua un check-up completo dell’auto, il 17% controlla le gomme, mentre il 27% parte solo dopo aver fatto il pieno al distributore di fiducia

 

 

Luglio col bene che ti voglio, cantava una nota canzone degli anni ‘60 e come ogni anno, nei mesi estivi, milioni di italiani ogni fine settimana a partire da luglio fino a settembre si mettono in viaggio verso le mete di vacanza. Secondo un’indagine condotta dal Centro Studi e Documentazione Direct Line, la più grande compagnia di assicurazioni on line, però, solo l’8% seguirà strettamente i consigli di Società Autostrade sui giorni e gli orari più indicati per la partenza, per evitare i rischi da bollino rosso. Il 28% si metterà in auto alle prime luci del mattino, mentre il 14% posticiperà la partenza in serata, nella speranza che il caldo conceda un po’ di tregua.

 

Pianificare con cura quando mettersi in viaggio non rientra nei piani di un italiano su cinque: il 21%, infatti, sale in auto solo quando impegni e ultimi preparativi sono terminati. Quelli che hanno più paura di rimanere imbottigliati nel traffico del weekend sono solo una minoranza: l’8%, infatti, programma la partenza in modo che non coincida con il fine settimana. Infine fra gli italiani c’è chi, per evitare di compromettere la propria tabella di marcia, decide di viaggiare scegliendo altri mezzi di trasporto (21%).

 

 

In previsione dell’esodo estivo la parola d’ordine è ‘sicurezza’: il 44% degli italiani non va in vacanza senza prima aver fatto un check-up completo dell’auto, mentre il 17% non parte senza prima aver regolato la pressione degli pneumatici. Più di un italiano su quattro (27%), inoltre, alla partenza preferisce avere il serbatoio pieno e non dover fare troppe soste per il rifornimento durante il viaggio. Solo il 6% controlla le previsioni meteo per il tragitto per evitare di incorrere in temporali estivi, mentre il restante 5% del campione si preoccupa di lavare l’auto prima di mettersi in viaggio.

 

I lunghi viaggi in auto sono causa di piccoli acciacchi dovuti alle molte ore passate al volante: il 43% degli italiani, e in particolare gli uomini (48%), soffrono di mal di schiena dopo un lungo viaggio, mentre  le donne (17%), lamentano più frequentemente mal di testa e cefalee una volta arrivate a destinazione. Altri fastidi particolarmente avvertiti sono dolori vari agli arti inferiori (14%), spesso dovuti agli spazi angusti e a poche soste per sgranchire le gambe.

 

Il rimedio preferito ai piccoli fastidi da viaggio in auto? Secondo la ricerca Direct Line è effettuare diverse tappe durante il tragitto (45%), seguito dall’alternarsi al volante con un altro guidatore (25%) e mangiare leggeri prima di mettersi in viaggio (14%).

 

L’indagine di Direct Line offre anche uno spaccato regionale sulle partenze degli italiani in occasione dell’esodo estivo: se palermitani (37%) e romani (32%) lasciano la città alle prime ore del mattino, sono in maggioranza torinesi (25%) e bolognesi (20%) ad aspettare la sera per mettersi in viaggio. I veronesi (11%) sono quelli che più seguono i consigli delle previsioni sul traffico, mentre la maggioranza di milanesi (35%) e bresciani (27%) confessa di non fare programmi per la partenza. Il 21% dei fiorentini non si mette mai in macchina durante il weekend per evitare il traffico, mentre i cagliaritani (30%) evitano di viaggiare in auto nelle giornate più congestionate, specialmente quelle in cui sull’isola si concentrano arrivi e partenze.

 

‘L’auto rimane il mezzo preferito dagli italiani per spostarsi anche durante le vacanze – commenta Barbara Panzeri, Direttore Marketing Direct Line Tuttavia viaggiare durante il periodo estivo comporta spesso il dover fronteggiare condizioni difficili, come il traffico e il caldo, che è bene cercare di prevenire adottando precauzioni e semplici accorgimenti. Anche in un momento spensierato come le vacanze, bisogna sempre rispettare i limiti di velocità e la distanza di sicurezza ed evitare comportamenti pericolosi durante la guida, ricordandosi che le principali cause di incidente in estate, oltre al gran numero di auto circolanti, sono la stanchezza, l’inesperienza e l’abuso di alcolici’.

 

 

Segui Direct Line su Facebook: www.facebook.com/directlineitalia

 

 

 

Direct Line è la più grande compagnia di assicurazioni auto on line in Italia. Direct Line ha rivoluzionato il mercato delle assicurazioni lanciando nel 1985 nel Regno Unito la vendita di polizze auto senza intermediari. Oggi è leader in Europa con oltre 6 milioni di clienti. www.directline.it.

No Comments
Comunicati

Anno modello 2013 per la gamma SEAT

  • By
  • 19 Luglio 2012

Ancora più innovazione, affidabilità e tecnologia per i nuovi modelli della gamma SEAT

 

La SEAT ha aggiornato la gamma modelli includendo nella sua offerta auto una serie di innovazioni che esaltano l’affidabilità dei modelli nonché il contenuto tecnologico, puntando sull’ottimo rapporto qualità/prezzo.

Mii

È disponibile il nuovo cambio automatico robotizzato a 5 marce (ASG) sia per la Mii 1.0 60 CV Style (11.400,00 Euro con ASG) che per la Mii 1.0 75 CV Style (11.850,00 Euro con ASG).

Sarà inoltre disponibile per tutte le versioni il nuovo colore Argento Foglia.

Gamma Ibiza

Nell’offerta della gamma Ibiza 5 porte viene inserita la versione 1.6 BIFUEL 82 CV Style (16.300,00 Euro chiavi in mano).

Dalle prossime settimane, su tutte le versioni Style (SC, 5 porte, ST) saranno disponibili i fari bi-xeno anteriori con tecnologia LED abbinati alle luci posteriori a LED (930,00 Euro). In alternativa, ci sarà la possibilità di ordinare unicamente i LED posteriori (180,00 Euro).

L’offerta degli optional in materia di sicurezza viene ampliata con l’introduzione degli airbag laterali a tendina su tutte e tre le varianti di carrozzeria.

Leon

L’allestimento di serie della versione FR viene arricchito con fari allo xeno con abbaglianti integrati e tecnologia AFS (adaptive frontlight system), luci diurne con funzione di accensione automatica, lavafari e indicatore livello liquido lavavetri.

Sulle versioni Reference, Style e COPA viene introdotto come equipaggiamento a richiesta il ruotino di scorta minispare da 16”.

Esce dal listino il motore 2.0 TDI CR 170 CV con DSG. E non sono più ordinabili i colori custom/metallizzati Tribú, Blu Speed e Grigio Ciclone.

Gamma Altea

Il motore 1.6 BIFUEL 102 CV è ora disponibile con l’allestimento Style, sia per Altea (21.300,00 Euro chiavi in mano) che per Altea XL (21.800,00 Euro chiavi in mano).

Il ruotino di scorta “minispare” da 16” è fornibile a richiesta su tutte le Altea e Altea XL (eccetto quelle con l’1.6 BI-FUEL), nelle versioni Reference e Style.

Alhambra

La gamma della monovolume Alhambra si rinnova con l’introduzione di piccoli ma significativi accorgimenti all’insegna della “tecnologia da vivere” (enjoyneering).

È di serie su tutte le versioni il sensore di stanchezza, dispositivo che risulta particolarmente utile per aiutare a prevenire i colpi di sonno.

Su tutte le versioni Style sono compresi nell’allestimento standard i nuovi poggiatesta modulari e le luci di apertura sul portellone posteriore.

Per permettere di offrire una maggiore flessibilità e linearità per la scelta dei Clienti è cambiata anche la composizione e il prezzo di alcuni pacchetti:

     Sensori di parcheggio e Park Assist a 350,00 Euro;

     Techno pack I a 100,00 Euro da abbinare obbligatoriamente al Park Assist;

     Techno Pack II (sistema di navigazione RNS315 con schermo touch-screen da 5”, lettore CD, ingresso scheda SD e doppio sintonizzatore, Bluetooth® e retrocamera) a 1.050,00 Euro da abbinare obbligatoriamente al Park Assist;

     Sound Pack I (SEAT Sound System 3.0, radio lettore MP3, caricatore 6 CD e retrocamera) a 450,00 Euro da abbinare obbligatoriamente al Park Assist.

     il tetto panoramico apribile elettricamente è ordinabile autonomamente a 900,00 Euro, e viene scorporato dai pacchetti Style Advance Pack I e II (1.200,00 Euro)

Aumento prezzi

Il listino prezzi della gamma Ibiza subirà un aumento di prezzo di 150 € su tutte le versioni, la gamma Altea subirà un aumento di 250 €, la gamma Exeo di 350 €, e la gamma Alhambra di 300 €. Invece la gamma Leon subirà un aumento di 200 € per le versioni Reference, Style e COPA, e di 400 € per la FR.

 

 

 

La SEAT è l’unica Casa automobilistica in Spagna in grado di progettare, sviluppare, produrre e commercializzare vetture. Integrata nel Gruppo Volkswagen, la multinazionale con sede a Martorell (Barcellona), esporta l’80% della produzione in 75 Paesi nel mondo. La SEAT è leader del mercato in Spagna e nel 2011 ha raggiunto un volume d’affari pari a 5 miliardi di Euro e un totale di 350.000 vetture vendute.

La SEAT conta 14.000 dipendenti e ha quattro siti produttivi: Zona Franca, El Prat de Llobregat e Martorell (Barcellona), dove si producono – fra gli altri – i modelli di successo quali Ibiza e Leon, e lo stabilimento del Gruppo Volkswagen a Palmela (Portogallo), per la produzione della monovolume Alhambra. La SEAT Mii viene prodotta nell’impianto di Bratislava (Slovacchia).

La multinazionale spagnola ha inoltre un Centro Tecnico che si configura come un knowledge hub e che accoglie circa 900 esperti e ingegneri orientati a promuovere l’innovazione del primo investitore industriale in materia di R&D della Spagna. Nell’ambito del proprio impegno a tutela dell’ambiente, la SEAT svolge la propria attività in linea con i criteri di sostenibilità, riduzione del CO2, efficienza energetica, riciclo e riutilizzo delle risorse.

In Italia la SEAT è parte di VOLKSWAGEN GROUP ITALIA S.p.A., Consociata del Gruppo Volkswagen e distributore nel nostro Paese, oltre che del Marchio spagnolo, anche degli autoveicoli Volkswagen, ŠKODA, Audi e Volkswagen Veicoli Commerciali.

No Comments
Comunicati

Air Dolomiti presenta il suo nuovo shop online

  • By
  • 12 Luglio 2012

Il nuovo shop online di Air Dolomiti, www.airdolomitishop.com è l’evoluzione di Spazio Italia shop, sezione dedicata agli acquisti online e creata all’interno del portale di Spazio Italia.

 

Con il nuovo sito Air Dolomiti ha voluto creare un dominio indipendente dedicato completamente allo shopping online. La navigazione nel nuovo sito è intuitiva, semplice ed immediata: dalla home page è possibile da subito conoscere le offerte e le proposte della Compagnia e cliccando sulla sezione Shop si può entrare nel vivo dell’acquisto e scegliere tra i prodotti monomarca di Air Dolomiti. Tra questi penne, coperte, asciugamani, modellini aerei, set per la colazione.

 

La creazione del nuovo portale nasce dal desiderio di esporre i propri prodotti e dar l’opportunità ai passeggeri di poter scegliere le migliori offerte grazie anche alla creazione di un blog dedicato per facilitare il confronto e lo scambio di consigli sulle migliori proposte.

 

Il nuovo shop Air Dolomiti offre interessanti proposte per tutta la famiglia come il kit per la merenda con piattini in porcellana, posate e tovagliette; il set per il picnic con tutto il necessario per trascorre il tempo libero in compagnia o il set da viaggio per bimbi con astuccio e matite colorate.

 

Oltre alla varietà dei prodotti presenti all’interno dello shop, è possibile acquistare, ad un prezzo davvero eccezionale, il trolley di bordo Air Dolomiti, disponibile anche nella versione “Waste” per la raccolta dei rifiuti.

 

Il nuovo sito è stato curato da Alessia Adami, responsabile web, con la collaborazione di Luisa Malito e Veronica Bertoncini, Web Marketing & Promotional Area e supportate dall’agenzia Calicantus, che ha interpretato il messaggio di Air Dolomiti: creare un portale semplice e innovativo, in grado di presentare ai clienti un’ampia gamma di prodotti e vantaggiose offerte.

Vi invitiamo a visitare il nuovo www.airdolomitishop.com

No Comments
Comunicati

Direct Line: buoni carburante da 10 euro a chi si iscrive a ‘Bonus Direct’

  • By
  • 11 Luglio 2012

Il programma di loyalty di Direct Line premia i nuovi iscritti con buoni carburante da 10 euro

 

Anche per quest’anno Direct Line, la più grande compagnia di assicurazioni on line, offre ai propri clienti la possibilità di aderire al programma di loyalty ‘Bonus Direct’, riservato ai titolari di un’assicurazione auto e moto. Essere clienti Direct Line ha oggi un doppio vantaggio: da luglio, infatti, tutti i clienti che si iscriveranno al programma, oltre al risparmio sulle tariffe assicurative Direct Line, riceveranno subito buoni carburante da 10€ da utilizzare presso i distributori Shell.

 

Bonus Direct – progetto ideato da Jakala, azienda specializzata in programmi di loyalty, comunicazione integrata e marketing relazionale – è un’operazione di fidelizzazione su modello cashback e consiste in un mondo di vantaggi riservati ai titolari di un’assicurazione auto o moto Direct Line. Il sito web bonusdirect.it dedicato all’iniziativa consente di fare acquisti a condizioni vantaggiose su oltre 25 siti dei partner di varie categorie merceologiche. Per ogni acquisto, passando esclusivamente dal sito Bonus Direct, verrà riconosciuto al cliente un quantitativo di EuroPunti. Al momento del rinnovo della polizza, sarà possibile utilizzare i punti accumulati per richiedere i buoni Promoshopping, dei veri e propri buoni spesa che possono essere utilizzati anche per fare benzina. Per spendere questi ultimi basterà recarsi in uno degli oltre 4.500 punti vendita in tutta Italia che aderiscono al circuito Promoshopping e scegliere quello che più si desidera.

 

Rispondere alle crescenti esigenze di risparmio delle famiglie e alla richiesta di un servizio eccellente è alla base delle iniziative e dei programmi che Direct Line porta avanti, ponendosi sempre dalla parte del consumatore. Ciò è confermato anche dalla percentuale più alta di clienti dell’intero mercato RCA, i quali si dichiarano “molto soddisfatti” della compagnia e dei servizi offerti (fonte: Osservatorio Assicurazioni Dirette Edizione Nextplora 2011).

 

Per i clienti Direct Line iscriversi a ‘Bonus Direct’ è semplice e completamente gratuito: basta visitare il sito www.bonusdirect.it e seguire le istruzioni online. Oltre ai 10€ in buoni carburante subito a disposizione, il programma ‘Bonus Direct’ permette a tutti gli iscritti di accumulare EuroPunti con le spese di tutti i giorni sui siti dei partner selezionati, che potranno essere trasformati in ulteriori buoni benzina.

 

‘Direct Line non si accontenta di offrire una polizza vantaggiosa e competitiva, interagendo solo una volta all’anno con i suoi clienti, ma vuole favorirli anche nella vita di tutti i giorni offrendogli convenienza e risparmio negli acquisti on line dei prodotti promossi dai siti partner – commenta Barbara Panzeri, Direttore Marketing Direct Line –  Direct Line, in un momento di crisi generalizzato, dove la benzina e i beni di prima necessità hanno un impatto consistente sul bilancio famigliare, cerca di studiare e offrire sempre nuove forme di risparmio e convenienza. E questa promozione ne è un esempio’.

 

Segui Direct Line su Facebook: www.facebook.com/directlineitalia

 

 

 

Direct Line è la più grande compagnia di assicurazioni auto on line in Italia. Direct Line ha rivoluzionato il mercato delle assicurazioni lanciando nel 1985 nel Regno Unito la vendita di polizze auto senza intermediari. Oggi è leader in Europa con oltre 6 milioni di clienti. www.directline.it.

No Comments
Comunicati

ANIMALI IN AUTO? 1 ITALIANO SU 4 VIAGGIA CON IL PROPRIO ‘AMICO A QUATTRO ZAMPE’

  • By
  • 10 Luglio 2012

Secondo un’indagine del Centro Studi e Documentazione Direct Line, la più grande compagnia di assicurazioni on line, quasi 1 italiano su 4 si sposta per i lunghi viaggi in compagnia del proprio animale domestico. Sono quasi 45 milioni gli animali da compagnia che vivono nelle case degli italiani (Fonte: Lav), un numero davvero considerevole. Amati e coccolati, gli animali domestici nella maggior parte dei casi seguono i propri padroni nei lunghi viaggi, facendo loro compagnia anche in auto. Ben il 24% degli italiani intervistati ha infatti dichiarato di possedere un animale domestico che lo segue durante i viaggi in auto, e sono soprattutto le donne (55%) ad avere questa abitudine rispetto agli uomini (39%).

 

Per non violare il codice della strada in compagnia di un amico a quattro zampe basta seguire alcune semplici regole, che mescolate a una buona dose di buonsenso, evitano che l’animale possa causare distrazioni al conducente: il 42% degli italiani tiene il proprio animale nell’apposito trasportino e il 17% ha montato all’interno dell’auto una rete divisoria. Meno prudente il 14% che lascia il proprio animale tranquillamente sdraiato sul sedile posteriore, l’8% che preferisce tenerlo seduto ai propri piedi sul lato passeggero, e il 5% che lo lascia libero di muoversi nell’abitacolo dell’auto. I più stravaganti? Indubbiamente il 6% del campione che ha risposto di circolare in auto con l’animale protetto dalla cintura di sicurezza come se fosse un normale essere umano.

 

Dall’analisi Direct Line emerge anche un interessante spaccato regionale: la rete divisoria per il trasporto degli animali viene utilizzata principalmente dai bolognesi (34%), mentre la quasi totalità dei veronesi (96%) viaggia con il proprio amico a quattro zampe nel trasportino. Bresciani (12%), cagliaritani (11%) e fiorentini (10%) scelgono di avere il proprio animale sempre sott’occhio ai piedi del passeggero mentre romani (30%) lo lasciano comodamente sdraiato sul sedile posteriore. I palermitani, nel 19% dei casi, optano per l’animale libero di scorrazzare per l’abitacolo mentre i milanesi (29%) lo preferiscono con la cintura.

 

Ma se ci si aspetta che gli italiani siano amanti solo di cani e gatti ci si sbaglia di grosso! Il sondaggio Direct Line infatti rivela anche gli animali più curiosi che gli italiani hanno visto circolare sulle strade trasportati in auto: a viaggiare su quattro ruote in compagnia dei propri padroni capita di vedere anche conigli (12%), pappagalli (9%), furetti (6%), come pure papere (3%), iguane (3%), serpenti (3%) e falchi (1%).

 

‘Gli animali domestici, non solo cani e gatti, fanno sempre più parte delle famiglie italiane e portarli con sé in occasione di vacanze e lunghi viaggi è indubbiamente la cosa più corretta da fare – commenta Barbara Panzeri, Direttore Marketing Direct LineDurante un viaggio in compagnia di un animale è però necessario tenere conto della loro sicurezza e delle normative che regolano il trasporto degli animali. Bastano pochi accorgimenti perché il viaggio sia tranquillo e piacevole per tutti, ricordandoci sempre di evitare che i nostri amici possano in qualche modo intralciare la nostra guida. Comportamenti imprudenti potrebbero causare distrazione al guidatore e possibili incidenti stradali. Bisogna ricordare inoltre che il Codice della Strada punisce chi non trasporta in maniera corretta gli animali domestici nella propria auto.’

 

Segui Direct Line su Facebook: www.facebook.com/directlineitalia

 

 

 

Direct Line è la più grande compagnia per l’assicurazione auto on line in Italia. Direct Line ha rivoluzionato il mercato delle assicurazioni lanciando nel 1985 nel Regno Unito la vendita di polizze auto senza intermediari. Oggi è leader in Europa con oltre 6 milioni di clienti. www.directline.it.

 

No Comments
Comunicati

Rinnovata la certificazione UNI EN ISO 9001:2008 ad Air Dolomiti da parte di DNV Business Assurance

Il rinnovo della certificazione attesta che Air Dolomiti possiede una struttura organizzativa adeguata e competente.

 

Air Dolomiti annuncia l’esito positivo dell’audit UNI EN ISO 9001: 2008. Recentemente si è infatti concluso il rinnovo da parte di DNV Business Assurance del già esistente Certificato di Conformità del Sistema di Gestione per la Qualità.

Air Dolomiti, compagnia italiana del Gruppo Lufthansa con voli per la Germania e l’Austria, vanta da oltre dieci anni la UNI EN ISO 9001. Tale certificazione copre tutte le attività relative alla gestione di un vettore di trasporto aereo e coinvolge i processi di progettazione, di pianificazione, di erogazione del servizio e dal 2007 la manutenzione aeromobili. Il rinnovo della Certificazione da parte di DNV Business Assurance, autorevole ente di certificazione tra i leader in Italia e nel mondo, attesta che Air Dolomiti possiede una struttura organizzativa adeguata e competente e processi efficaci e coerenti alla norma di riferimento.

 

“Con il rinnovo della certificazione ISO 9001 Air Dolomiti dimostra di operare secondo i più elevati

standard riconosciuti a livello internazionale. L’audit è un’ occasione di confronto e di miglioramento dei nostri processi di gestione ed ogni anno affrontiamo le sfide di mercato con consapevolezza e professionalità” commenta Nicola Balest, Director Controlling & Internal Audit e responsabile qualità ISO.

 

Maurizio Bellina, Milan Area Manager di DNV Business Assurance aggiunge “Considerata la forte dinamicità nel settore del trasporto aereo, l’audit ha avuto un particolare focus sulla capacità di Air Dolomiti nel porsi nuove sfide sia nello sviluppo di nuovi mercati, sia nel controllo del servizio erogato. Air Dolomiti ha ancora una volta dimostrato di possedere competenze, energie motivazionali e spiccata attenzione verso il cliente”.

 

DNV Business Assurance è uno dei principali enti di certificazione a livello mondiale. Con 1600 professionisti in tutto il mondo e un’offerta completa di servizi di certificazione, assessment e formazione, aiuta i propri clienti a rafforzare il rapporto di fiducia con gli stakeholder e a lavorare nell’ottica di uno sviluppo di business sostenibile su scala globale. DNV Business Assurance è parte di DNV, fondazione indipendente costituita nel 1864, che oggi conta più di 10000 professionisti e 300 uffici in tutto il mondo.

In Italia, DNV Business Assurance è presente con 10 sedi operative e 250 dipendenti. Con una quota di mercato pari al 14%, è leader nel mercato italiano della certificazione dei sistemi di gestione. www.dnvba.it

No Comments
Comunicati

SEAT Toledo: una vettura eccezionale a un prezzo straordinario

  • By
  • 27 Giugno 2012

Arriva la nuova generazione della Toledo, la berlina dinamica ed elegante di casa SEAT

 

 

È in arrivo la nuova Toledo: caratterizzata dall’innovativo design SEAT, dinamico e raffinato, monta nuovi motori TSI e TDI ed è straordinariamente funzionale, con finiture curate nei minimi dettagli. La berlina resta fedele alla formula delle versioni precedenti, che ha reso possibile il successo di questo modello. La SEAT ha prodotto e venduto oltre 860.000 esemplari delle due prime edizioni della Toledo: un risultato fondato sul connubio perfetto tra design accattivante e funzionalità. Lo stesso vale oggi per la nuova generazione: interni incredibilmente spaziosi, sorprendente versatilità, efficienza al top e un eccellente rapporto qualità/prezzo. Così, la nuova Toledo diventa la vettura ideale per quanti cercano una berlina di qualità a un prezzo accessibile, adatta alle esigenze di tutta la famiglia pur non rinunciando alla sportività e al piacere di guida.

“Questa Toledo è destinata a scrivere un nuovo capitolo nella storia di successi del Marchio grazie all’inconfondibile identità SEAT, agli elevati standard di qualità e allo straordinario apporto qualità/prezzo” afferma James Muir, Presidente della SEAT S.A.. “Design, funzionalità, dinamicità ed efficienza esemplari si fondono nella nuova Toledo, che incarna il nostro massimo ideale di berlina. E i Clienti apprezzeranno sicuramente il prezzo decisamente competitivo!”.

La nuova Toledo sarà lanciata dapprima in Spagna e Portogallo (metà novembre) e poi nel resto d’Europa, nel corso del 2013. Oltre alla Spagna, i mercati chiave per il nuovo modello saranno la Germania, il Messico e la Turchia.

 

Look accattivante e straordinaria versatilità

 

Con 4,48 metri di lunghezza, la nuova SEAT Toledo è 4 centimetri più lunga rispetto al modello del 2004. A differenza della Toledo II, dotata di bagagliaio tradizionale, questa ultima versione presenta un portellone posteriore più ampio. I 2.602millimetri di passo (8 centimetri più lungo rispetto alla Toledo II) regalano una piacevole sensazione di spaziosità all’interno dell’abitacolo.

 

“La nuova Toledo è un’autentica SEAT al 100%: perfetta per soddisfare le esigenze di ogni giorno, grazie a dotazioni della massima qualità e un’affidabilità al top” afferma Matthias Rabe, Vicepresidente per Ricerca e Sviluppo della SEAT S.A.. “Propulsori e carrozzeria del Gruppo Volkswagen assicureranno piacere di guida, massima efficienza e sicurezza. Anche per quanto riguarda i dati relativi a consumi ed emissioni; la Toledo, infatti, fa registrare valori che la posizionano tra le migliori della categoria”.

 

Design lineare e grande raffinatezza

 

Le linee della nuova Toledo rappresentano l’evoluzione del nuovo design SEAT, già presentato con le concept car IBE, IBX e IBL: la dimostrazione che una berlina compatta a cinque porte può essere accattivante, sportiva ed elegante allo stesso tempo.

 

La nuova berlina SEAT sfoggia un aspetto solido e imponente con superfici, linee e profili scolpiti. Gli ampi e squadrati gruppi ottici anteriori, tipici del nuovo DNA del Marchio, insieme alle linee trapezoidali ed estremamente sottili della griglia, alla presa d’aria inferiore e ai gruppi ottici posteriori che si sviluppano orizzontalmente, contribuiscono a esaltare ulteriormente l’immagine pulita e precisa della vettura.

 

I progettisti hanno voluto rendere ancora più ricercata la linea del tetto, che sale fluidamente con un elegante arco fino all’ampio montante posteriore. Il lunotto ribassato conferisce all’auto un look da coupé, senza comprometterne versatilità e funzionalità.

 

“La nuova Toledo ha una personalità senza tempo, capace di coniugare linee moderne e carattere dinamico a una straordinaria versatilità per l’uso quotidiano. È la raffigurazione della berlina in chiave SEAT, forte di un’eccellente qualità progettuale che si evince dalla cura di ogni singolo dettaglio” afferma Alejandro Mesonero-Romanos, Responsabile del Design della SEAT.

 

Motori evoluti, efficienza straordinaria

 

Trattandosi di un modello completamente nuovo, la Toledo monta i propulsori di ultima generazione del Gruppo Volkswagen. L’esclusiva offerta comprende motori TSI con tecnologia spark ignition sorprendentemente efficienti e TDI common rail, che possono vantare tecnica ed efficienza al top, e registrare emissioni ben al di sotto dei 120 g/km di CO2. Il propulsore benzina 1.2 TSI è disponibile nelle versioni 75, 85 e 105 CV, mentre il nuovo 1.4 TSI eroga una potenza di 122 CV. Il cambio DSG con doppia frizione e 7 rapporti è abbinato esclusivamente alla motorizzazione più “pepata”. La versione Ecomotive, vanta emissioni di CO2 pari a soli 116 g/km. La gamma motori Diesel propone inizialmente il 1.6 105 CV, mentre dal 2013 arriverà anche la variante da 90 CV (66 kW). La versione Ecomotive del Diesel TDI è altrettanto interessante con 104 g/km di CO2: il valore delle emissioni più basso della categoria.

 

Ricca dotazione di serie

 

Il pacchetto Sicurezza, di serie per tutte le SEAT Toledo, comprende 6 airbag – guidatore e passeggero, airbag laterali anteriori ed airbag per testa e torace – ESC, ABS, disattivazione airbag passeggero, attacchi Isofix e Top Tether, sistema manutenzione a scadenza variabile WIV, chiusura centralizzata con comando a distanza, divano posteriore abbattibile e alzacristalli elettrici anteriori fra gli altri. L’allestimento Reference offre di serie specchietti regolabili elettricamente, volante multifunzione, radio CD MP3 con ingresso aux-in, aria condizionata e computer di bordo mentre la Style propone dotazioni aggiuntive all’insegna del comfort e del

design che comprendono, tra gli altri, cerchi in lega da 16”, fari fendinebbia con funzione cornering, climatizzatore automatico, volante e pomello del cambio rivestiti in pelle.

 

 

La SEAT è l’unica Casa automobilistica in Spagna in grado di progettare, sviluppare, produrre e commercializzare vetture. Integrata nel Gruppo Volkswagen, la multinazionale con sede a Martorell (Barcellona), esporta l’80% della produzione in 75 Paesi nel mondo. La SEAT è leader del mercato in Spagna e nel 2011 ha raggiunto un volume d’affari pari a 5 miliardi di Euro e un totale di 350.000 vetture vendute.

La SEAT conta 14.000 dipendenti e ha quattro siti produttivi: Zona Franca, El Prat de Llobregat e Martorell (Barcellona), dove si producono – fra gli altri – i modelli di successo quali Ibiza e Leon, e lo stabilimento del Gruppo Volkswagen a Palmela (Portogallo), per la produzione della monovolume Alhambra. La SEAT Mii viene prodotta nell’impianto di Bratislava (Slovacchia).

La multinazionale spagnola ha inoltre un Centro Tecnico che si configura come un knowledge hub e che accoglie circa 900 esperti e ingegneri orientati a promuovere l’innovazione del primo investitore industriale in materia di R&D della Spagna. Nell’ambito del proprio impegno a tutela dell’ambiente, la SEAT svolge la propria attività in linea con i criteri di sostenibilità, riduzione del CO2, efficienza energetica, riciclo e riutilizzo delle risorse.

In Italia la SEAT è parte di VOLKSWAGEN GROUP ITALIA S.p.A., Consociata del Gruppo Volkswagen e distributore nel nostro Paese, oltre che del Marchio spagnolo, anche degli autoveicoli Volkswagen, ŠKODA, Audi e Volkswagen Veicoli Commerciali.

No Comments
Comunicati

Aumento della benzina: indagine Direct Line sui consumi di carburante degli automobilisti italiani in tempo di crisi. Ecco i trucchi per risparmiare.

  • By
  • 26 Giugno 2012

Il 63% degli italiani limita il consumo di carburante mantenendo un’andatura costante, il 46% cambia marcia il prima possibile, evitando di aumentare il numero di giri del motore mentre il 45% usa il climatizzatore con parsimonia.

 

Chi usa l’auto per lavoro (46%) non pone vincoli al costo del carburante, il 23% è disposto a pagare fino a 2€/l, mentre solo il 23% sceglie i mezzi pubblici. L’8%, esasperato, ha optato per il  car-sharing, unendo il risparmio all’attenzione per l’ambiente.

 

 

L’aumento del prezzo della benzina è un tema all’ordine del giorno, non solo sulle pagine dei giornali, ma anche nei discorsi della gente comune. Nei primi cinque mesi dell’anno il costo del carburante è aumentato del 21% e per fronteggiare il calo dei consumi, sia i distributori bianchi – rivenditori privi del marchio della compagnia petrolifera – sia le principali aziende petrolifere, stanno adottando strategie promozionali, promuovendo sconti sul costo del carburante.

 

Secondo una ricerca condotta da Direct Line, la più grande compagnia di assicurazione auto online,  a questo aumento della benzina corrisponderebbe una tendenza da parte degli italiani a ridurre l’utilizzo della propria auto: circa 1 italiano su 2 (46%), dichiara di percorrere non più di 5.000 km annui contro il 23% del 2010 (Fonte Direct Line).

 

Per contrastare l’inarrestabile aumento del prezzo del carburante e non rinunciare completamente all’uso dell’auto, gli italiani intervistati da Direct Line dichiarano di adottare semplici strategie che permettono loro di limitare i consumi durante i tragitti: mantenere una velocità costante per consumare meno è la modalità preferita (63%), seguita dal cambio di marcia regolare che limita l’aumento del numero di giri del motore (46%) e dall’uso limitato dell’impianto di climatizzazione (45%). Altri espedienti per contenere i consumi dell’auto sono il controllo della pressione degli pneumatici (35%) e spegnere il motore quando si è in coda (27%). A questo si aggiunge, con un occhio green, che tutti questi accorgimenti non solo riducono i consumi in denaro ma sono anche rispettosi dell’ambiente.

 

In materia di sostenibilità nel bilancio familiare del costo del carburante, gli italiani pare abbiano le idee altrettanto chiare: se il 46% ammette che, usando l’auto per lavoro e non potendone fare a meno, sarebbe disposto a pagare anche cifre più alte rispetto alle attuali, il 23% dichiara invece che sarebbe disposto a pagare fino a un massimo di 2 €/l. Più drastico il 23% del campione che afferma di essersi già stancato di tutti questi aumenti e di preferire i mezzi pubblici alla macchina e l’8% si dice addirittura esasperato e dichiara di essersi già organizzato con un servizio di car-sharing e di aver intenzione di vendere a breve l’auto.

 

Sono in particolar modo le donne a propendere per l’uso dei mezzi pubblici (28% contro il 18% degli uomini) mentre sono più uomini ad essersi dati un tetto massimo per la spesa della benzina (27% contro il 19% delle donne).

 

A livello regionale l’indagine di Direct Line mette in luce che se i bresciani (43%) per risparmiare spengono il motore dell’auto durante le code, romani e torinesi (entrambi con il 53% delle preferenze) optano per usare in modo assennato aria condizionata e riscaldamento, mentre fiorentini (66%) e palermitani (46%) cambiano marcia il prima possibile per non aumentare i giri del motore. I milanesi (60%) sono tra coloro che mantengono una velocità costante al volante per risparmiare energia, i bolognesi, nel 26% dei casi, evitano carichi inutili per non appesantire l’auto, mentre i cagliaritani (40%) sono tra i più solerti nel controllo della pressione delle gomme

 

‘A causa del continuo rincaro dei carburanti gli italiani, pur continuando ad utilizzare l’automobile, magari solo per recarsi al lavoro, hanno comunque ridotto i chilometri percorsi. – commenta Barbara Panzeri, Direttore Marketing Direct LineAnche adottare piccoli accorgimenti quotidiani per contenere la spesa è una strategia vincente e in questo gli italiani stanno diventando maestri. Ma la vera novità è che grazie al minor utilizzo dell’auto e ad una guida più responsabile e meno nervosa ha effetti positivi non solo quando si

fa il pieno, ma anche a livello di sicurezza sulla strada: sono diminuiti gli incidenti causati dal traffico congestionato. Per questo Direct Line da sempre premia gli automobilisti virtuosi, quelli che guidano in modo prudente e che utilizzano l’auto solo quando veramente necessaria”.

 

Segui Direct Line su Facebook http://www.facebook.com/directlineitalia.

 

 

Direct Line è la più grande compagnia di assicurazioni auto on line in Italia. Direct Line ha rivoluzionato il mercato delle assicurazioni lanciando nel 1985 nel Regno Unito la vendita di polizze auto senza intermediari. Oggi è leader in Europa con oltre 6 milioni di clienti. www.directline.it.

No Comments
Comunicati

Richiedi un preventivo per l’assicurazione auto su Direct Line e vinci un Sony Tablet S

  • By
  • 21 Giugno 2012

Dal 21 giugno al 24 settembre tutti i nuovi clienti che calcoleranno un preventivo per la propria assicurazione auto sul sito di Direct Line parteciperanno all’estrazione di 3 Sony Tablet S.

 

 

Direct Line, la più grande compagnia di assicurazione auto online, lancia la nuova promozione ‘Metti un Tablet in Preventivo’: dal 21 giugno al 24 settembre tutti i nuovi clienti che si collegheranno al sito www.directline.it e richiederanno un preventivo per l’assicurazione auto, potranno partecipare all’estrazione di 3 Sony Tablet S.

 

A giugno scegliere Direct Line può premiare due volte: oltre al vantaggio di una polizza auto che permette di risparmiare fino a 300€ rispetto alle compagnie tradizionali, infatti, si può vincere un dispositivo di ultima generazione che combina tecnologia e funzionalità in chiave elegante e intelligente.

 

La promozione “Metti un Tablet in Preventivo” sarà comunicata online sulla home page del sito della Compagnia del Telefono rosso e del Mouse su ruote, sulla pagina ufficiale Facebook Direct Line e attraverso il profilo Twitter dell’azienda, oltre a banner online. La comunicazione sarà anche veicolata tramite direct e-mail.

 

Per Direct Line la tecnologia è una componente essenziale della vita di ogni giorno – afferma Barbara Panzeri, Direttore Marketing Direct Line Anche per questo motivo abbiamo pensato di regalare a 3 fortunati tra i nostri automobilisti un Sony Tablet S, uno strumento utile, funzionale e “smart”, che permette di collegarsi al web e di accedere ai nostri servizi in qualsiasi momento, anche fuori casa’

 

Segui Direct Line su Facebook http://www.facebook.com/directlineitalia.

 

 

Direct Line è la più grande compagnia di assicurazioni auto on line in Italia. Direct Line ha rivoluzionato il mercato delle assicurazioni lanciando nel 1985 nel Regno Unito la vendita di polizze auto senza intermediari. Oggi è leader in Europa con oltre 6 milioni di clienti. www.directline.it.

No Comments
Comunicati

DIRECT LINE E LA GRANDINE: cliente avvisato, veicolo salvato

  • By
  • 19 Giugno 2012

Per tutta l’estate la compagnia di assicurazioni online Direct Line avviserà gratuitamente i suoi clienti in caso di grandine

 

 

Con l’arrivo della bella stagione e del caldo aumenta sulla nostra penisola il rischio grandine. E per questo motivo Direct Line, la più grande compagnia di assicurazione auto online, ha attivato un servizio gratuito di allerta meteo per tenere i propri clienti sempre aggiornati sul pericolo grandine e avvisarli tempestivamente.

Grazie al nuovo servizio, tutti i clienti Direct Line che hanno inserito in polizza la copertura agenti atmosferici, riceveranno due alert via email da Ilmeteo.it, il sito internet che offre previsioni meteo per tutta Italia,  in cui saranno avvisati del possibile pericolo grandine. Il servizio sarà attivo nei mesi estivi fino ad agosto, proprio quando il rischio grandine aumenta sensibilmente.

 

Il primo avviso comunicherà al cliente che, con buona probabilità, il fenomeno interesserà, il giorno seguente, la sua zona di residenza; il secondo, invece, a seconda dei casi, lo avviserà che la probabilità di grandine è aumentata, invitandolo a proteggere il veicolo; oppure che il rischio grandine è rientrato.

 

 ‘Le condizioni atmosferiche, spesso imprevedibili, sono causa ogni anno di numerosi danni alle vetture – dichiara Barbara Panzeri, Managing Director Direct LinePer questo motivo crediamo che offrire un servizio gratuito di monitoraggio costante delle condizioni atmosferiche possa essere un valido supporto ai nostri clienti per evitare spiacevoli danni causati da eventi naturali. Riteniamo infatti che sia sempre importante prevenire eventuali sinistri anche quando il rischio non deriva da un comportamento scorretto alla guida’.

 

Segui Direct Line su Facebook http://www.facebook.com/directlineitalia.

 

 

 

Direct Line è la più grande compagnia di assicurazioni auto on line in Italia. Direct Line ha rivoluzionato il mercato delle assicurazioni lanciando nel 1985 nel Regno Unito la vendita di polizze auto senza intermediari. Oggi è leader in Europa con oltre 6 milioni di clienti. www.directline.it.

No Comments
Comunicati

Air Dolomiti e Aeroporto di Monaco promuovono il “cinema in un ambiente diverso” in collaborazione con il Milano Film Festival

Air Dolomiti e Aeroporto di Monaco saranno presenti al prossimo Milano Film Festival per la nuova rassegna sul tema della sostenibilità ambientale.

 

Air Dolomiti, Compagnia italiana del Gruppo Lufthansa e Aeroporto Internazionale di Monaco di Baviera scelgono di promuovere il cinema in un ambiente diverso.

 

Da sempre legate al mondo della cultura e vicine alla promozione di uno stile di vita ecocompatibile le due realtà danno vita ad un progetto di marketing orientato alla filosofia green in un contesto originale come quello del cinema. Per realizzare al meglio il concept è stata siglata una collaborazione con il  Milano Film Festival, una delle più importanti rassegne cinematografiche internazionali che si terrà nel capoluogo lombardo dal 12 al 23 settembre 2012.

 

L’idea è quella di organizzare un Festival del Cinema completamente dedicato all’ambiente: verranno infatti selezionati quei cortometraggi che si avvicineranno ad una visione sostenibile, con protagonista l’ambiente. Le pellicole scelte sono caricate sul sito www.aeroportodimonaco.it e attraverso il concorso Ecocorti potranno essere votate dai visitatori.

 

Tutti coloro che voteranno il corto di maggior successo potranno aggiudicarsi, ad estrazione, telecamere Panasonic Telec SD HDC FHD (dal 1° al 3° estratto compreso un pacchetto Gold per assistere al Milano Film Festiva) e biglietti gratuiti per il Milano Film Festival (4° al 18° estratto un pacchetto Gold e dal 19° al 23° estratto un pacchetto Premium). Vi invitiamo a scoprire tutti i dettagli su www.aeroportodimonaco.it.

 

A settembre, durante il Milano Film Festival, verrà proposta una speciale sezione Air Dolomiti/Aeroporto di Monaco in cui verranno coinvolti film e cortometraggi orientati al tema della natura. A fine festival una speciale giuria premierà la pellicola migliore.

 

Sia l’aeroporto di Monaco che Air Dolomiti sono molto vicini alle iniziative legate all’ambiente. Il primo è certificato DIN ISO 14001:2004 dal 2005 per il suo orientamento green e per la struttura altamente ecologia con cui è stato progettato. Air Dolomiti per il progetto GreenSky con il quale mira a ridurre le emissioni di Co2 nell’atmosfera.

 

“Cinema in un ambiente diverso” è un’ iniziativa ambiziosa che combina cultura, tutela  dell’ambiente ed eco-sostenibilità ideata in collaborazione con l’agenzia DRAFT FCB di Milano.

 

Maggiori informazioni su www.aeroportodimonaco.it

No Comments
Comunicati

ITALIANI SU DUE RUOTE: IN SOFFITTA LO STILE MARLON BRANDO. FANATICI DELLA MOTO MA PRUDENTI NELLA GUIDA (69%) E SOLIDALI TRA DI LORO IN CASO DI DIFFICOLTA’ (78%)

Il 78% del campione sostiene di prestare soccorso senza diffidenze ad un altro centauro in difficoltà e il 69% predilige una guida sicura

 

 

Dimentichiamoci la figura del ‘biker’ tenebroso e schivo alla Marlon Brando nel celebre film “Il selvaggio”: il centauro italiano è sì un appassionato e fanatico della sua moto ma pensa prima di tutto alla sicurezza nella guida ed è solidale con i biker che si trovano in difficoltà.

 

Infatti secondo i dati rilevati nella ricerca del Centro Studi e Documentazione Direct Line, la più grande compagnia di assicurazioni auto online, la maggior parte dei motociclisti predilige uno stile improntato alla sicurezza (69%), fattore ritenuto importante soprattutto dalle donne (84%) rispetto agli uomini (61%) e che acquisisce sempre più rilevanza con passare dell’età: tra i 35-45enni la percentuale, infatti, aumenta al 76%, salendo all’83% per gli over45. Se i più maturi preferiscono essere prudenti alla guida, gli under25 prediligono invece la ricerca del brivido della velocità (27%) e la cura maniacale dei particolari della moto (26%), mentre i 25-35enni risultano i più ‘vanitosi’ concentrando la propria attenzione soprattutto su accessori e abbigliamento da vero ‘biker’ (20%).

 

Sono sempre di più gli italiani che hanno una moto e che la usano regolarmente. Infatti, secondo un’indagine, quasi un italiano su cinque guida abitualmente una moto. La ricerca rivela che in sella a una ‘due ruote’ è più probabile trovare un uomo (24%) ma le donne sono una percentuale di tutto rispetto (14%) e in costante aumento.

 

Un altro dato significativo evidenziato dal sondaggio è la particolare ‘solidarietà di categoria’ dei motociclisti che fa sì che, anche tra perfetti sconosciuti, ci sia un atteggiamento amichevole e si presti soccorso senza troppe diffidenze ad un centauro in difficoltà (lo dichiara il 78% del campione intervistato): chi guida una due ruote vive la moto come una passione e di fronte a un suo ‘simile’ in difficoltà è più predisposto di altri ad aiutarlo.

Di questo aspetto si accorge non solo chi vive la strada ogni giorno da motociclista (16%), ma anche il 62% degli automobilisti, che dichiarano di notare negli amanti delle due ruote un legame speciale che li rende un vero gruppo unito. Solo il 22% del campione è convinto che questo atteggiamento non sia una prerogativa del mondo delle due ruote, ma che esista anche tra automobilisti.

 

Altra interessante differenza tra motociclisti e automobilisti è la passione per il mezzo che si guida. Infatti il 57% del campione intervistato considera i centauri più ‘fanatici’ di chi guida un’auto, sostenendo che la moto è una scelta più individuale e legata al desiderio di libertà, mentre l’auto spesso viene acquistata per esigenze di lavoro o di famiglia. Il 35% dichiara che la passione per i motori non fa distinzione fra due o quattro ruote, conquistando tutti allo stesso modo e solo l’8% pensa che sia l’automobilista ad essere più affezionato al proprio veicolo.

 

Dall’analisi Direct Line emerge anche un interessante spaccato regionale: fiorentini (25%) e milanesi (24%) si dedicano con straordinaria cura ai particolari della moto, i bolognesi (33%) sono i maggiori amanti delle modifiche al motore, mentre romani (83%) e cagliaritani (82%) risultano i più attenti alla sicurezza. Spericolati veronesi (50%), bresciani (22%) e torinesi (20%), fan del brivido e della velocità, mentre i più vanitosi in sella, maniaci di accessori e abbigliamento, risultano essere i palermitani (11%).

 

‘La ricerca mostra come non siano pochi gli italiani che abitualmente si mettono alla guida di una ‘due ruote’, e le quote rosa, almeno in questo settore, sono percentualmente ben rappresentate e addirittura in aumento. – commenta Barbara Panzeri, Direttore Marketing Direct LineDa questa indagine emerge sicuramente il lato più rassicurante dei biker nostrani, che contrariamente a quello che possiamo pensare sono attenti alla guida e disponibili nei confronti dei colleghi in difficoltà. Tutto questo ci piace, anche perché Direct Line da sempre si impegna per diffondere i valori della sicurezza stradale e della guida responsabile.’

 

Segui Direct Line su Facebook http://www.facebook.com/directlineitalia.

 

   

 

 

Direct Line è la più grande compagnia di assicurazioni auto on line in Italia. Direct Line ha rivoluzionato il mercato delle assicurazioni lanciando nel 1985 nel Regno Unito la vendita di polizze auto senza intermediari. Oggi è leader in Europa con oltre 6 milioni di clienti. www.directline.it.



No Comments
Comunicati

Voli Verona- Zurigo: Air Dolomiti e Aeroporto di Verona inaugurano il nuovo volo per Zurigo

  • By
  • 29 Maggio 2012

Air Dolomiti, Compagnia italiana del Gruppo Lufthansa, e Aeroporto Internazionale Valerio Catullo annunciano i nuovi voli Verona-Zurigo.

Il collegamento, attivo dal prossimo 2 luglio, potenzia la presenza di Air Dolomiti a Verona e conferma la volontà della Compagnia di ampliare la propria offerta e di ricercare nuove opportunità di mercato.

Il volo Verona Zurigo sarà operativo tutti i giorni con due frequenze giornaliere (una sola nel week-end) e andrà a potenziare l’offerta sugli hub europei. I passeggeri potranno quindi beneficiare di un servizio più completo e scegliere tra quattro importanti destinazioni.

Aggiungendo ai voli per Monaco, Francoforte e Vienna anche quello sull’hub svizzero, l’aeroporto di Verona sarà uno dei pochi in Italia ad offrire collegamenti per tutti e quattro gli hub di Lufthansa Group.

Gli hub sono quegli aeroporti di particolare importanza strategica per posizione che vengono utilizzati dalle compagnie aeree come scalo principale, cioè fulcro per i loro collegamenti.

Facendo qui convergere i passeggeri degli scali regionali, riescono a servire un ampio numero di destinazioni continentali ed intercontinentali. In questo modo i passeggeri di Verona, grazie ai nuovi voli di Air Dolomiti e ai collegamenti offerti a Zurigo da Swiss Airlines, avranno accesso ancora più facilitato ad un network composto da 47 destinazioni europee e 23 intercontinentali.

Per il lancio del nuovo volo la Compagnia propone un’interessante tariffa a partire da € 29,79 solo andata, tasse e servizio di biglietteria inclusi. La tariffa si intende valida a persona, salvo disponibilità. Anche per questo volo, operato con codice EN, viene applicato il piano tariffario che permette di scegliere le offerte voli ideali tra le proposte light, plus ed emotion.

 

Il volo Verona – Zurigo seguirà gli operativi sotto riportati e verrà operato con l’Atr 72-500 da 64 posti.

 

Verona – Zurigo

123456. 11:00 – 12:00

12345.7 14:45 – 15:45

 

Zurigo – Verona

123456. 13:15 – 14:15

12345.7 16:35 – 17:35

 

“Con l’inaugurazione del nuovo volo ampliamo la nostra offerta dall’aeroporto Valerio Catullo ed aggiungiamo un altro importante hub a quelli già serviti in Germania e Austria. In quest’area mancava infatti un collegamento con la Svizzera, importante destinazione sia per il business che

per il leisure. Zurigo è un hub strategico con interessanti proposte per i voli in prosecuzione in tutto il mondo, in particolare con Nord America, Asia e Africa” commenta Paolo Sgaramella, Vice Presidente Marketing, Network & Commerciale di Air Dolomiti.

“Air Dolomiti ha scelto Verona come sua sede legale e operativa poiché crede nelle potenzialità di questo territorio. Siamo un’autentica compagnia italiana, inserita nel Gruppo Lufthansa e abbiamo un ruolo di primissimo piano nell’economia del territorio veronese. Il nuovo volo su Zurigo favorisce i contatti tra le due catchment area e avvicina il bacino veronese con un altro importante hub europeo. Insieme all’offerta su Monaco, Francoforte e Vienna la varietà del sistema multi-hub di Lufthansa Group sarà quindi a disposizione dei passeggeri che voleranno da e verso Verona” evidenzia Michael Kraus, Presidente e CEO della Compagnia.

“Abbiamo lavorato a lungo e in modo molto costruttivo con la Compagnia Aerea per riuscire ad offrire ai nostri passeggeri questa nuova opportunità – conclude Paolo Arena, Presidente dell’Aeroporto di Verona – E’ un risultato di grande rilievo per l’aeroporto: dal 2 luglio sarà possibile raggiungere da Verona anche Zurigo, grazie al nuovo collegamento, e si potrà beneficiare di tutti i vantaggi che, attraverso Zurigo, il network di Swiss Airlines e dei partner Star Alliance mette a disposizione”.

 

I nuovi voli per Zurigo saranno presto operati in code share con Swiss Airlines e darà l’opportunità ai passeggeri in partenza dal Catullo di godere di tutti i benefici di appartenenza ad un network globale (come tariffe particolarmente interessanti per i voli in prosecuzione).

Per maggiori informazioni su tariffe e orari consultare il Sales Center Air Dolomiti al numero 045 2886140, visitare il nuovo www.airdolomiti.it o rivolgersi alla propria agenzia viaggi.

No Comments
Comunicati

DIRECT LINE INTERROGA GLI AUTOMOBILISTI. 14 ITALIANI SU 100 CONFESSANO: HO COMPIUTO UN ATTO VANDALICO

  • By
  • 16 Maggio 2012

Alzi la mano chi non ha mai trovato la propria auto parcheggiata danneggiata da qualche vandalo. Purtroppo in questi casi al malumore per le conseguenze economiche del danno si aggiunge la tristezza per gesti che tra persone civili non dovrebbero mai verificarsi. Gli atti vandalici spesso però non sono ragazzate ad opera di bulli: questo è quanto emerge da un’indagine del Centro Studi e Documentazione Direct Line, la più grande compagnia di assicurazioni online. La ricerca svela che più di un italiano su 10 (14%) confessa di aver compiuto atti vandalici su un’altra auto. C’è chi ha danneggiato una vettura rigando la carrozzeria (7%), chi ha colpito uno specchietto retrovisore (3%) e chi ha rotto tergicristalli (2%). Altri bersagli, fortunatamente meno gettonati, sono i vetri e le gomme dell’auto (entrambi con l’1%).

 

Analizzando i risultati dello studio si scopre che le donne riconoscono nell’8% dei casi di aver rigato almeno una volta la carrozzeria di un’auto, mentre il 4% degli uomini ammette di aver danneggiato uno degli specchietti. Se si sposta l’attenzione sull’età degli intervistati a sorpresa emerge che il 5% degli under25 confessa di aver provocato danni ad una carrozzeria, percentuale che sale a 10% tra i 25-35enni, a sottolineare che l’atto vandalico non sempre viene compiuto in giovane età o per istinto di ribellione.

 

Secondo i risultati della ricerca l’86% degli italiani assicura di non aver mai causato volontariamente danni ad un’altra auto, anche se i dati Direct Line riguardo le denunce per atti vandalici fanno registrare un aumento del 22% nel 2012 rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

 

L’analisi della compagnia di assicurazioni Direct Line offre anche uno spaccato regionale, da cui emerge che cagliaritani (8%) e dei romani (6%) detengono il primato tra quelli che hanno rigato almeno una volta la carrozzeria, palermitani (10%) e bolognesi (7%) il primato per danneggiamento degli specchietti, mentre torinesi (3%) e fiorentini (2%) il triste primato del taglio delle gomme. Non si sono salvati  bresciani (4%) e veronesi (4%) che preferiscono accanirsi più di altri su vetri e tergicristalli.

 

‘Che sia colpa di una delusione d’amore, di un risentimento personale o anche solo di uno stupido gioco, gli atti vandalici confessati in questo sondaggio non sono in alcun modo giustificabili e vengono considerati reato penale – afferma  Barbara Panzeri, Direttore Marketing Direct Line – Purtroppo però accadono creando notevoli disagi al malcapitato di turno che si trova a dover affrontare una spesa imprevista per ripristinare carrozzeria e accessori della propria auto. Per tutelarsi, quindi, basterebbe sempre aggiungere nel pacchetto della polizza auto la garanzia contro gli atti vandalici, copertura che tutela anche in caso di eventi o sommosse popolari, dove spesso le auto vengono danneggiate in maniera assai grave’.   

 

 

Segui Direct Line su Facebook: www.facebook.com/directlineitalia

 

 

Direct Line è la più grande compagnia di assicurazioni auto on line in Italia. Direct Line ha rivoluzionato il mercato delle assicurazioni lanciando nel 1985 nel Regno Unito la vendita di polizze auto senza intermediari. Oggi è leader in Europa con oltre 6 milioni di clienti. www.directline.it.

 

No Comments
Comunicati

Nuovo volo Roma – Nimes: Air Dolomiti propone un nuovo collegamento da Roma Fiumicino a Nimes

Air Dolomiti, Compagnia italiana del Gruppo Lufthansa, e l’Aeroporto di Nîmes offrono a partire dal prossimo luglio, il volo Roma Fiumicino – Nimes.

Il collegamento stagionale partirà il 2 luglio e sarà operativo, due volte alla settimana, fino al 7 settembre.

L’operazione è dedicata principalmente alla clientela leisure: Nîmes è un’importante meta turistica situata nel sud della Francia, nella bellissima regione della Linguadoca-Rossiglione, che possiede ben sei mete Unesco da esplorare. Viene definita la Roma francese e gode di una posizione privilegiata: è a due passi dalla Costa Azzurra, è meta di pellegrinaggio per i viaggi religiosi oltre a trovarsi tra la Provenza ed i Parchi delle Camargues.

L’Aeroporto di Nimes dista 11 km dal centro della città ed è ben collegato grazie ad un servizio di navetta. Inoltre dispone di una versione in italiano del sito internet dedicato all’utenza italiana.

Il Roma Fiumicino – Nimes seguirà gli operativi sotto riportati e verrà operato con l’Embraer 195 da 116 posti:

 

Roma Fiumicino- Nîmes .1……5.. 21:35 – 23:35

Nîmes- Roma Fiumicino .1…..5.. 23:45 – 01:15

 

Per il lancio dei nuovi voli per Nimes la Compagnia propone un’interessante tariffa a partire da € 55 solo andata, tasse e servizio di biglietteria inclusi. La tariffa si intende valida a persona, salvo disponibilità. Il piano tariffario applicato permette di scegliere l’offerta ideale tra le proposte light e plus.

In occasione inoltre di questo nuovo volo Air Dolomiti lancia la versione francese del proprio sito internet per facilitare i visitatori francesi nell’acquisto del loro biglietto per Roma. Il portale della compagnia è stato da poco rinnovato e grazie al nuovo Booking Engine permette di conoscere in un’unica visualizzazione la proposta operativo voli, il best price e la migliore offerta per i giorni precedenti e successivi.

Per maggiori informazioni su tariffe, orari e offerte di voli  consultare il Sales Center Air Dolomiti al numero 045 2886140, visitare il nuovo www.airdolomiti.it o rivolgersi alla propria agenzia viaggi.

No Comments
Comunicati

Nuovo volo Nîmes-Roma Fiumicino: Air Dolomiti e l’Aeroporto di Nîmes annunciano il nuovo collegamento

  • By
  • 26 Aprile 2012

Il volo Nîmes-Roma Fiumicino partirà il 2 luglio e sarà operativo, due volte alla settimana, fino al 7 settembre.

L’operazione è dedicata principalmente alla clientela leisure: Nîmes è un’importante meta turistica situata nel sud della Francia, nella bellissima regione della Linguadoca-Rossiglione, che possiede ben sei mete Unesco da esplorare. Viene definita la Roma francese e gode di una posizione privilegiata: è a due passi dalla Costa Azzurra, è meta di pellegrinaggio per i viaggi religiosi oltre a trovarsi tra la Provenza ed i Parchi delle Camargues.

L’Aeroporto di Nimes dista 11 km dal centro della città ed è ben collegato grazie ad un servizio di navetta. Inoltre dispone di una versione in italiano del sito internet dedicato all’utenza italiana.

 

Il Nîmes-Roma Fiumicino seguirà gli operativi sotto riportati e verrà operato con l’Embraer 195 da 116 posti:

 

Roma Fiumicino- Nîmes .1……5.. 21:35 – 23:35

Nîmes- Roma Fiumicino .1…..5.. 23:45 – 01:15

 

Per il lancio dei nuovi voli la Compagnia propone un’interessante tariffa a partire da € 55 solo andata, tasse e servizio di biglietteria inclusi. La tariffa si intende valida a persona, salvo disponibilità. Il piano tariffario applicato permette di scegliere l’offerta ideale tra le proposte light e plus.

In occasione inoltre di questo nuovo volo Air Dolomiti lancia la versione francese del proprio sito internet per facilitare i visitatori francesi nell’acquisto del loro biglietto per Roma. Il portale della compagnia è stato da poco rinnovato e grazie al nuovo Booking Engine permette di conoscere in un’unica visualizzazione la proposta operativo voli, il best price e la migliore offerta per i giorni precedenti e successivi.

 

Per maggiori informazioni su tariffe e orari consultare il Sales Center Air Dolomiti al numero 045 2886140, visitare il nuovo www.airdolomiti.it o rivolgersi alla propria agenzia viaggi.


No Comments
Comunicati

Nuova SEAT Mii: la citycar spagnola debutterà a breve nelle principali città italiane

  • By
  • 23 Aprile 2012

Verona, 20 aprile 2012 – La piccola di casa SEAT è pronta per il debutto nel mercato italiano; la nuova citycar Mii sarà infatti protagonista di un’iniziativa speciale in quattro città italiane: Milano, Roma, Bari e Palermo faranno da trampolino di lancio del nuovo modello della SEAT.

Giovane, versatile, supercompatta, estremamente maneggevole, SEAT Mii è disponibile in versione 3 e 5 porte, con un moderno ed efficiente motore 1.0 benzina (60 e 75 CV), negli allestimenti Reference e Style. Con una dotazione di serie al top e la possibilità di personalizzare la vettura secondo le più svariate esigenze, la Mii è il modello ideale per una Clientela femminile che necessita di un’auto facile, pratica e sicura. Proprio per questo, la citycar spagnola offre airbag frontali e laterali testa-torace per conducente e passeggero, disattivazione dell’airbag frontale passeggero, ESC e Hill Hold Control per l’assistenza nelle partenze in salita e servosterzo.

Anche i prezzi della SEAT Mii rispecchiano l’esigenza di semplicità e di accessibilità: si va dai 9.300 Euro per la versione 1.0 60 CV Reference, agli 11.050 Euro della versione top di gamma 1.0 75 CV Style.

La commercializzazione prenderà ufficialmente il via, in tutti gli showroom della Rete SEAT, con il weekend porte aperte dei prossimi 19 e 20 maggio, ma la Mii sarà prima di tutto protagonista di alcuni eventi itineranti nelle principali città italiane (Milano 2-4 maggio, Roma 11-13 e 18-20 maggio, Bari 25-27 maggio e Palermo 1-3 giugno).

Per la realizzazione di questo progetto, la SEAT Italia ha organizzato in ognuna delle città sopra indicate una flotta di Mii che saranno a disposizione di tutti coloro che vorranno effettuare dei test drive su un percorso cittadino studiato appositamente. Per chi vorrà invece prenotare la prova in anticipo, sarà sufficiente compilare il modulo sul sito http://www.seat-italia.it/nuovamii, oppure chiamare il numero verde 800.100.300 a partire da martedì 24 aprile.

Chi parteciperà all’iniziativa potrà scoprire tutte le doti della Mii anche attraverso esperienze alternative: in occasione di ognuna delle quattro tappe, infatti, ci sarà un incontro con due talent, che coinvolgeranno gli ospiti con alcune sorprese legate al mondo della cucina e del design.

La SEAT è l’unica Casa automobilistica in Spagna in grado di progettare, sviluppare, produrre e commercializzare vetture. Integrata nel Gruppo Volkswagen, la multinazionale con sede a Martorell (Barcellona), esporta l’80% della produzione in 75 Paesi nel mondo. La SEAT è leader del mercato in Spagna e nel 2011 ha raggiunto un volume d’affari pari a 5 miliardi di Euro e un totale di 350.000 vetture vendute. La SEAT conta 14.000 dipendenti e ha quattro siti produttivi: Zona Franca, El Prat de Llobregat e Martorell (Barcellona), dove si producono – fra gli altri – i modelli di successo quali Ibiza e Leon, e lo stabilimento del Gruppo Volkswagen a Palmela (Portogallo), per la produzione dellamonovolume Alhambra. La SEAT Mii viene prodotta nell’impianto di Bratislava (Slovacchia). La multinazionale spagnola ha inoltre un Centro Tecnico che si configura come un knowledge hub e che accoglie circa 900 esperti e ingegneri orientati a promuovere l’innovazione del primo investitore industriale in materia di R&D della Spagna. Nell’ambito del proprio impegno a tutela dell’ambiente, la SEAT svolge la propria attività in linea con i criteri di sostenibilità, riduzione del CO2, efficienza energetica, riciclo e riutilizzo delle risorse. In Italia la SEAT è parte di VOLKSWAGEN GROUP ITALIA S.p.A., Consociata del Gruppo Volkswagen e distributore nel nostro Paese, oltre che del Marchio spagnolo, anche degli autoveicoli Volkswagen, ŠKODA, Audi e Volkswagen Veicoli Commerciali.

No Comments