Archives

Comunicati

Il tablet in azienda: in Italia lo hanno introdotto tre Chief Information Officer su 4

  • By
  • 27 Ottobre 2011

Sono almeno il 47% dei Chief Information Officerdelle aziende italiane, 3 su 4, ad avere introdotto nella propria struttura  tablet come l’iPad e non solo. Lo rivela un’indagine della School of managment del Politecnico di Milano, in base all’osservatorio New Tablet&Business Application, come riportato anche dal Sole 24 Ore. Ma non solo. Tra i Cio italiani, un buon 27% ha dichiarato che si procurerà un tablet appena possibile.
Il mondo dei tablet e delle applicazioni per iPad è arrivato quindi ad un’ulteriore sfida e svolta: quella di diventare il tablet più usato nelle aziende italiane, anche se la concorrenza tra i vari tablet è feroce sia in termini di applicazioni per tablet che di prezzo.
Tra i 250 Cio coinvolti nell’indagine, con circa 1000 manager e professionisti che probabilmente acquisteranno un tablet a breve, sono ben il 55% degli Executive ad utilizzarlii già, mentre il 38% ha dichiarato di provvedere nel prossimo futuro all’acquisto delle indispensabili “tavolette”.
Di fatto questo ha significato una triplicazione della domanda di tablet dal 2010 al 2011, con un bilancio per la fine di quest’anno di almeno 1,5 milioni di tablet venduti.
I tablet di riferimento indicati dai Cio, però, non sono solo Tablet come l’Ipad: quest’ultimo non è stato unicamente indicato come tablet di riferimento ma ci sono buone speranze di diffusione per tablet di tutto rispetto e già ben avviati sul mercato, come Google , con il s.o. Android,  Research in Motion, con il PlayBook su piattaforma Qnx e Microsoft basato su Windows 8. In ogni caso l’ipad con il  s.o. Apple iOS resta il tablet più diffuso, almeno per il momento.
Infine, non meno importante è l’indagine sugli application store aziendali con lo sviluppo di applicazioni per tablet e app per iPad in generale. Almeno i tre quarti del campione esaminato, ha infatti dichiarato di voler introdurre e realizzare un application store aziendale, il 7% di questo campione ha già provveduto ad implementarlo, mentre, per il momento, il 43% dei Cio esaminati non ha intenzione di introdurlo e un 6% lo introdurrà, invece, a breve.
A questo proposito, abbiamo chiesto al CEO della Insem SpA, azienda specializzata nel web marketing e marketing digitale in italia, che ha già avviato con successo un comparto dedicato allo sviluppo di applicazioni per iPad,  le previsioni riguardo una possibile apertura  di un application store aziendale, dedicato allo sviluppo proprietario di applicazioni per tablet e app per ipad.

Carmine Pappagallo, amministatore delegato della Insem SpA  ci ha risposto che “l’azienda è aperta a tutte le nuove opportunità di marketing digitale e che, senza dubbio, l’apertura di un application store aziendale può essere un ulteriore opportunità di sviluppo per la Insem e di proiezione verso l’immediato futuro di una business unit non solo al passo con i migliori competitors, ma all’avanguardia per soluzioni, proposte ed idee innovative”.

No Comments