Archives

Scienza e Tecnologia

Sviluppare un sito web Vincente

Parlando di realizzazione siti web Roma vincenti, una delle scelte principali da fare è decidere se creare un sito web statico o dinamico. Infatti, un sito web efficace è oggi il biglietto da visita principale attirare potenziali clienti.

Considerazioni per la realizzazione siti web

Il primo è più importante motivo per cui si crea un sito web è convertire l’utente in cliente, ma anche migliorare la brand awareness dell’azienda e la percezione del prodotto e servizio. Sia che si debba realizzare un sito vetrina o che si stia creando un sitio e-commerce ci sono due tipologie distinte di siti web tra cui scegliere: il sito web statico e il sito web dinamico. Vediamo nel dettaglio le caratteristiche di ciascuna delle due tipologie di siti per comprendere davvero quale sia la più adatta alla tua azienda.

1. Sito statico

Si tratta del sito vetrina classico e non modificabile, quello che l’agenzia web Roma realizza con i CMS, appositi software per la gestione dei contenuti oppure editando il codice della pagina web. In questo secondo caso ti ricordiamo che la nostra agenzia web Roma è esperta di codice HTML, CSS e Javascript, dato che creare un sito vincente personalizzato richiede la capacità di andare oltre il template WordPress.

2. Sito dinamico

Si tratta di un progetto web che prevede l’interazione della pagina con una base dati e per raggiungere tale obiettivo è necessario utilizzare un linguaggio come PHP, ASP.NET o un CMS, che richiama le informazioni in tempo reale in base alla richiesta dell’utente. Naturalmente se, da un lato, il sito dinamico è più lento da caricare dall’altro porta vantaggi considerevoli in termini di aggiornamenti e manutenzione del sito, ma anche di user experience e interazione dell’utente con la pagina web.

Realizzazione siti web: come scegliere tra sito statico e dinamico

La maggior parte delle aziende si basa oggi sulla realizzazione di siti web dinamici, ma un sito statico rappresenta ancora una valida alternativa, soprattutto se si tratta di creare un sito vetrina con poche pagine. Uno dei criteri di scelta è l’obiettivo del sito, ma anche il prezzo dato che una soluzione statica è decisamente meno costosa di un sito web dinamico. Il sito web dinamico, infatti, è perfetto quando si tratta di inserire contenuti più complessi come un’area news da aggiornare costantemente o un catalogo e tante sono le varianti, che possono essere sviluppate con CMS a pagamento o soluzioni open source. In particolare si potranno realizzare come siti web dinamici sia e-commerce, sia siti di blog e magazine ma anche piccoli social o portali di settore.

Perché realizzare un sito web dinamico con WordPress

Realizzare un sito web con WordPress offre estrema visibilità, tempi di sviluppo più rapidi e capacità di personalizzazione illimitata grazie ai tanti plugin e moduli. Inoltre, se non si è esperti grafici o sviluppatori si possono usare template preimpostati. Si tratta, in questo caso, di una buona alternativa al sito interamente personalizzato e certamente più costoso. Eppure, se il budget lo consente, è possibile creare un sito web su misura che assicurerà velocità di caricamento e prestazioni tecniche migliori, ma soprattutto la possibilità di adattarsi alle caratteristiche dell’azienda senza alcun limite. È, quindi, la soluzione migliore per le grandi aziende per le quali l’open source è limitante.

I vantaggi di un sito web dinamico

Dinamico, come dice la parola stessa, è sinonimo di attivo ovvero si crea il sito web che contiene elementi che interagiscono con la navigazione dell’utente come i mouse over, con cui ci si riferisce alla grafica che si attiva al passaggio del mouse, che sono molto più di decorazioni grafiche e permettono di attirare l’attenzione dell’utente. Un sito web dinamico, in particolare, aumenta il coinvolgimento di chi visita il portale, dato che la curiosità genera un livello di interazione maggiore. Migliorano, di conseguenza, metriche come il numero di pagine visualizzate, il tempo trascorso sul sito, il tasso di conversione che sono decisamente più alti rispetto ai siti web statici. Si tratta di caratteristiche che non riguardano, invece, il sito web statico, basato con elementi fissi e statici che non generano un’interazione con l’utente. Possiamo, quindi, affermare che il sito web dinamico offre prestazioni di gran lunga superiori rispetto al sito web dinamico.

Realizzazione siti web: l’e-commerce

Si tratta di una tipologia di sito per la vendita su web di prodotti e servizi, la cui struttura e grafica cambiano a seconda che si tratti di un venditore di piccole o grandi dimensioni. In particolare la piccola azienda creerà un sito web unico che integra e-commerce e sito corporate, ovvero le pagine che raccontano la storia e la missione aziendale. La grande azienda e la multinazionale, invece, punteranno su un catalogo articolato e un sito e-commerce complesso, che comprende il pannello di amministrazione per permettere ai rivenditori di gestire il processo di vendita e le fatture elettroniche, grazie ad appositi plugin.

Conclusioni

Oggi, nella realizzazione siti web, l’utente può scegliere se progettare un sito web statico o dinamico, a seconda delle sue esigenze e del budget a disposizione. In particolare la piccola azienda e il libero professionista preferiranno un sito web statico e il tradizionale sito vetrina, mentre la grande azienda creerà un portale corporate dinamico. In questo secondo caso il CMS si integrerà con funzionalità e plugin per personalizzare l’esperienza dell’utente e agevolare le conversioni, in termini di vendite e lead generation. Possiamo, quindi, concludere affermando che non esiste una soluzione migliore tra siti web statici o dinamici, ma è importante realizzare il sito web più adatto ai propri obiettivi di business.
No Comments
Scienza e Tecnologia

Siti web e Restyling

Rifare un sito web è oggi un’attività essenziale e possiamo dire che è lo stesso sito web a chiederla alla tua azienda: diciamo che ogni 4 o 5 anni è bene fare un restyling del sito, se non addirittura rifarlo da zero per adeguarlo alle ultime tecnologie. Consideriamo, infatti, come il tempo sul web abbia una velocità tutta sua e tutto ciò che viene pubblicato online richiede un aggiornamento continuo per adeguarsi a nuovi linguaggi, nuove leggi e nuove tecnologie.

Solitamente ci si rivolge a un’agenzia web design Roma quando si ha già un sito web, ma non si riesce a ottenere nuovi contatti e nuove vendite oppure non funziona più come si vorrebbe. Anche se in questi casi parlare di restyling del sito può sembrare solo un inutile spreco di tempo e risorse, questa attività è, invece, di importanza fondamentale per trovare sempre nuovi clienti.

Attenzione: quando parliamo di buon restyling nell’ambito della consulenza siti web, non intendiamo solo rifare la veste grafica del sito cambiando magari il template, bensì rivedere tutte le strategie e il posizionamento sui motori di ricerca per far tornare il tuo sito web quello strumento di vendita potente ed efficace che era fino a 5 anni prima.

Perché è il momento di rifare il sito web

A volte, navigando in Internet, ci si imbatte in siti web datati, lenti e con una grafica anni ’80. Molto probabilmente non si riescono a leggere da smartphone perché non sono ottimizzati per il mobile e molto altro ancora. Chiunque si imbatta in un sito del genere molto probabilmente eviterà di tornarci in futuro, ma per fortuna degli utenti è Google stessa a declassare questi siti, mostrando nelle prime posizioni i veri siti di qualità.

Vediamo quindi i vari motivi per cui è necessario fare il restyling del sito web, anche se il primo è già stato indicato: migliorare il posizionamento SEO del sito stesso:

  • Il sito non è più in linea con la strategia aziendale
  • È cambiato il pubblico di riferimento a cui ci si rivolge
  • È cambiata l’identità dell’azienda
  • Il sito è ancora una semplice brochure online
  • Il sito non è responsive
  • Il sito usa tecnologie ormai superate
  1. Il sito non è più in linea con la strategia aziendale

Molto spesso nel corso degli anni gli obiettivi dell’azienda cambiano e così anche i metodi e le strategie per raggiungerli: il sito web rappresenta comunque uno strumento di marketing e come tale deve essere in linea con le strategie aziendali.

  1. È cambiato il pubblico di riferimento a cui ci si rivolge

I consumatori e il loro comportamento online è cambiato nel corso del tempo, così come le mode e le modalità di navigazione, in particolare oggi i siti web sono visitati soprattutto da mobile.

  1. È cambiata l’identità dell’azienda

Una grafica che fino a 4 o 5 anni fa faceva apparire moderno e accattivante il sito aziendale, oggi può far percepire l’azienda come obsoleta e anche il sito web deve crescere, rinnovarsi e cambiare rispecchiando nel tempo l’evoluzione dell’identità aziendale.

  1. Il sito è ancora una semplice brochure online

Esistono e si trovano online ancora moltissimi siti composte da una homepage, un chi siamo, una pagina contatti e magari un blog per pubblicare qualche notizia sporadica: in pratica delle brochure trasferite nel mondo digitale. Si tratta di siti inutili ai fini della strategia di marketing odierna, che richiede l’interazione con l’utente.

  1. Il sito non è responsive

Oggi l’80% di chi naviga in Internet usa uno smartphone e il sito web deve essere responsive, ovvero adattarsi alla dimensione del dispositivo in modo che i contenuti pubblicati siano sempre fruibili dall’utente finale. Ottimizzare un sito per mobile significa anche ottenere un migliore posizionamento sulle pagine dei motori di ricerca ed evitare perdite di traffico considerevoli.

  1. Il sito usa tecnologie ormai superate

In realtà un sito web, dal punto di vista dell’evoluzione tecnologica che caratterizza il mondo digitale, diventa obsoleto già dopo pochi mesi. Aggiornare costantemente il sito significa renderlo più veloce, sicuro e SEO friendly e rifare il sito web significa farsi apprezzare dagli utenti e dai motori di ricerca.

Per rendere il tuo investimento davvero efficace puoi rivolgerti alla nostra agenzia siti Internet, che adotta le più moderne tecnologie di monitoraggio, test e analisi nella realizzazione e nel restyling di ogni sito web.

 

RomaWebLab | Posizionamento Siti Web Roma

No Comments
Comunicati News

Pagina Facebook o Sito Internet ?

PRO e CONTRO sia di un sito web sia di una pagina Facebook …

Differenze tra un Sito Web e Facebook
Molte aziende che vogliono avere una presenza sul Web si chiedono sempre più spesso se aprirsi una pagina Facebook o un Sito Internet.
Ormai quasi tutte le aziende in Italia hanno capito che devono essere presenti su Facebook dato che è importante “essere nel luogo dove i loro clienti trascorrono molto del loro tempo libero.”
In alcuni casi alcune aziende hanno addirittura preferito scegliere una pagina Fan ad un sito Internet, forse per ottimizzare i costi, ma non solo; diciamo che la pagina Facebook è molto più flessibile di un sito Internet.
Grazie alle Tab, inoltre, le pagine Facebook sono sempre più simili a dei mini siti, e da qualche tempo a questa parte addirittura vengono indicizzate da Google come dei veri e propri siti Web con dei Sitelink.
Quest’ultima scelta non è la strategia migliore da seguire per qualsiasi tipo di azienda per un semplice motivo: La pagina Facebook come del resto tutto su Facebook non è di tua proprietà è di Mark Zuckerberg , a differenza del sito.
Cosa accadrebbe se Facebook ed il resto dei Social Network dovessero perdere il proprio fascino e la gente stancarsi del loro utilizzo?
La vostra attività e i “vostri” contatti che fine farebbero?

SITO INTERNET AZIENDALE

PRO :
• Permettere l’acquisizione di nuovi clienti mirati che stanno cercando quel determinato prodotto o quel servizio.
• Un sito web di proprietà può essere realizzato come si preferisce scegliendo grafica, colori e impostazioni.
• E’ lo spazio su Internet di proprietà dell’azienda ritagliato sui punti di forza dell’azienda.
• Trasmette affidabilita’ verso i clienti e aumenta la reputazione aziendale.
• Parla al cliente anche attraverso le immagini, la grafica e il web design.
• Si può “veicolare” il visitatore a compiere determinate azioni che ci interessano, compilare un form,ecc.
• Il sito web può e deve essere ottimizzato SEO nei suoi contenuti e struttura.
Grazie ai dovuti accorgimenti è possibile fare in modo di avere un sito internet ben posizionato nelle prime pagine di Google con diverse keywords di interesse.
• Con un sito web professionale e dinamico si può ottenere quello che si vuole: un sito web e-commerce, photo gallery, prenotare online, un blog, funzioni personalizzate, ecc …. non si ha alcun limite!
• Il visitatore riesce a trovare più semplicemente quanto cerca.
• Con un siti dinamico è possibile commentare, recensire e consigliare prodotti acquistati aumentando quindi la notorietà e credibilità dell’azienda.

CONTRO :
• La realizzazione del sito internet ha un costo (anche se le soluzioni disponibili attualmente sono molte)
• Senza un buon CMS, aggiornare il sito non è semplice
• Farsi conoscere da nuovi potenziali clienti non è semplice con il solo sito internet se non costruito da professionisti del settore

PAGINA FACEBOOK AZIENDALE

PRO :
• L’apertura della pagina è gratuita ma bisogna conoscere un minimo lo strumento.
• Permette di gestire in modo più informale il rapporto con i clienti e potenziali clienti.
• E’ più semplice da gestire anche per chi conosce anche solo a livello base Internet e il Web
• E’ un ottimo strumento per farsi conoscere e mostrarsi al pubblico

CONTRO :
• La maggior parte dei contatti o già vi conosce o ha già acquistato prodotti e servizi da voi.
• Tutti i contenuti e i contatti di Facebook sono limitati ,se ci dovessero essere problemi o cambiamenti molto del lavoro fatto andrebbe perso.
• Per riuscire davvero ad ottenere visibilita’ è necessario investire in pubblicità a pagamento.
• E’ un ambiente informale, quindi per alcune attività non risulta l’approccio migliore per ottenere risultati.
• Le informazioni sono fornite in modo molto veloce ma poco approfondito.
• La grafica di una pagina realizzata su Facebook è “fissa” ,poco personalizzabile ed a basso impatto visivo.
• Le Tecniche SEO da poter usare sono minime.
• Su Facebook le statistiche sono “ridotte” e tutte riconducibili ai Social e non in ambito SEO.
• Non tutti usano o vogliono usare Facebook …. molte persone hanno una avversione verso i Social Network, quindi usando solo Facebook si rinuncia ad una possibile fetta di mercato.
• Per alcune pagine o gruppi Facebook NON permette di visualizzare tutti i contenuti se non si è iscritti o loggati.
• Una pagina su Facebook NON è “vostra” è di Facebook,se per qualche strano motivo decidessero di chiuderla oppure di farla divenire a pagamento….. non potete opporvi!

 

CONCLUSIONI :

La soluzione migliore sta nel mezzo …

Sicuramente la soluzione migliore è quello di Realizzare un Sito Internet, anche base, accompagnato da una buona strategia sui Social in modo particolare Facebook,naturalmente con una pagina aziendale e non con un profilo personale.

Quindi la risposta è semplice: Entrambi possono e devono convivere !!! “
La soluzione migliore è unire i punti di forza di entrambi questi strumenti ” in modo da restituire un’immagine credibile e professionale con informazioni approfondite sui punti distintivi dell’azienda e distribuirli in modo informale e social a clienti fidelizzati e nuovi clienti.

Inoltre con la pagina Facebook è possibile ampliare i temi trattati e parlare di argomenti correlati in modo da ampliare il bacino di utenza.

Il sito internet è molto più flessibile, adattabile , funzionale e graficalmente più ad alto impatto visivo.
La pagina Facebook è utile ma da abbinare / collegare ad un sito web con la quale la si potrà far “lavorare in sinergia” aumentando così la propria “brand identity”.

No Comments
Comunicati

SEO per Ecommerce

I siti di commercio elettronico sono alcuni tra i più grandi al mondo. Con migliaia o addirittura milioni di prodotti generano migliaia o milioni di link, il che significa che implementare e gestire una strategia SEO per un sito e-commerce è estremamente difficile e richiede molto tempo.

Avere contenuto ottimizzato nelle pagine che descrivono i prodotti è uno dei fattori SEO per Ecommerce più importanti in quanto tali pagine raccolgono il contenuto più prezioso dell’intero sito. La scheda prodotto è il posto dove il cliente trova immagini, specifiche tecniche, recensioni, prezzi e opzioni per prendere finalmente una decisione d’acquisto.

Attenzione ai problemi di contenuto duplicato che possono derivare da altre aziende che vendono gli stessi prodotti utilizzando lo stesso contenuto per descriverli sui loro siti. Se si consente ad altri siti di commercio elettronico di vendere gli stessi prodotti, assicurarsi che vengano usate descrizioni uniche per i prodotti e parole chiave diverse. Infine, evitare di utilizzare le descrizioni dei prodotti fornite dai produttori perché quasi tutti le usano.

Implementare navigazione e reti di link interni SEO friendly è di vitale importanza per gli spider dei motori di ricerca che devono eseguire la scansione del sito, in particolare con i siti e-commerce che hanno migliaia o milioni di prodotti e link. Fare in modo cha sulla homepage ci siano i collegamenti diretti alle landing page delle categorie e assicurarsi che la mappa del sito abbia una struttura organizzata che elenchi tutte le principali categorie di prodotto. Collegare tra di loro le pagine di descrizione dei prodotti attraverso sezioni tipo“Prodotti consigliati” o “Chi ha comprato questo articolo ha scelto anche…” è un modo efficace per strutturare un’efficace rete di link interni.

Un’altra pratica molto utile per migliorare il posizionamento nei motori di ricerca di un sito e-commerce è l’uso di URL SEO friendly. In rete esistono innumerevoli siti di commercio elettronico che utilizzano URL prive di parole chiave al loro interno e non ottimizzate in ottica SEO. Un esempio di URL non ottimizzata è http://www.nomesito.com//product.php?id_cat=35&id_product=93 in cui, al posto delle keyword rilevanti, compaiono id numerici privi di significato per i motori di ricerca. Meglio sarebbe riscrivere l’URL come http://www.nomesito.com/nome-categoria/nome-prodotto, inserendo opportunamente le parole chiave per aggiungere benefici in termini di posizionamento.

Utilizzare il motore di ricerca interno al sito per sostenere gli sforzi SEO. Molti siti e-commerce hanno motori di ricerca mediocri, usando i quali, spesso, i clienti cercano un prodotto e non appare nulla nonostante la pagina corrispondente a quel prodotto esista e sia raggiungibile navigando normalmente. I siti di commercio elettronico devono essere in grado di produrre query di ricerca per i nomi dei prodotti e delle categorie, per le caratteristiche e le specifiche tecniche degli articoli. Investire in potenti motori di ricerca interni è una necessità per un sito e-commerce di successo. Essi possono aiutare a capire quali parole chiave vengono in realtà utilizzate dai clienti, consentendo di ottimizzare le campagne SEO e PPC. Inoltre, i dati di ricerca interna raccolti mostreranno anche le parole chiave che convertono maggiormente in vendita e quelle che causano l’abbandono dal sito da parte dei visitatori.

L’esperienza dell’utente è un aspetto da tenere in forte considerazione per la riuscita ottimale di un sito di commercio elettronico. Osservando i siti e-commerce di maggior successo a livello mondiale, è possibile notare alcuni fattori di user experience che questi siti hanno in comune. In primis, mostrare fin da subito i prezzi e la descrizione dei prodotti per aumentare il tasso di conversione. Mettere a disposizione opzioni di ordinamento degli articoli che permettano di mostrarli in ordine alfabetico, in base alla disponibilità di magazzino, dal più costoso al più economico e viceversa. Prevedere il raggruppamento dei prodotti in più venduti, ultimi arrivi e articoli in evidenza.

Un altro fattore importante per i siti e-commerce e per l’esperienza utente è rappresentato dalla velocità e dalle prestazioni del sito. Più rapidi sono i tempi di caricamento della pagina e maggiori saranno il traffico di ricerca e il tasso di conversione. Google, infatti, ha cominciato a considerare la velocità del sito e il tempo di caricamento della pagina come un nuovo fattore di ranking per la ricerca organica. Quindi, è possibile stabilire che ai siti più veloci corrispondono, generalmente, un miglior posizionamento nelle SERP ed una user experience positiva.

Ancora, riuscire a progettare ed implementare Rich Snippet per il proprio sito di commercio elettronico, anche se non necessariamente fa salire di posizione nelle SERP, migliora la presentazione delle pagine nei risultati di ricerca, aumenta il CTR (click-through rate, la percentuale di click che gli utenti fanno sullo snippet) e favorisce l’esperienza dell’utente.

Infine, non bisogna trascurare i social media. Google prende in considerazione Like, Retweet e Share per determinare le classifiche di ricerca. Aggiungere i pulsanti per la condivisione nei social network alle pagine di descrizione del prodotto consentirà agli utenti di collegarsi al sito attraverso i social media. Interagire con i propri clienti tramite i social media è un ottimo modo per aumentare la consapevolezza del brand e le conversioni.

La SEO per Ecommerce è altamente competitiva e in continua evoluzione. Innovare e imparare dagli altri per comprendere meglio i motori di ricerca e il comportamento dei consumatori è fondamentale per il successo di qualsiasi sito di commercio elettronico.

No Comments
Comunicati

Search Marketing: studiare il comportamento degli utenti per migliorare la ricerca delle keyword

 

Anche se è importante prendere in considerazione il ROI nello sviluppo di una strategia di search marketing, ci sono molti altri fattori da considerare per ottenere il successo a lungo termine di un business online. Tipicamente in una campagna di posizionamento nei motori di ricerca, il primo e più critico passo è la ricerca delle parole chiave. Questa fase pone le basi per i successivi sforzi SEO. Prima di iniziare la ricerca delle keyword, è essenziale comprendere i propri utenti e il loro processo decisionale. Essere visibili nelle fasi cruciali del processo decisionale del consumatore contribuirà a costruire e rafforzare la consapevolezza del brand posizionandolo in cima alle preferenze degli utenti.

La ricerca delle parole chiave va oltre l’analisi dei volumi di ricerca e della concorrenza. È fondamentale capire la propria base di clienti e il loro comportamento durante la ricerca. Ad esempio, esistono molti strumenti, come Google Insights e Google Trends, che possono aiutare a conoscere meglio quali sono le tendenze di ricerca e come gli utenti trovano i prodotti e i servizi tramite i motori di ricerca. Può essere utile anche condurre un’indagine per ottenere informazioni sul modo in cui i clienti prendono le decisioni di acquisto.

Quando si effettua la ricerca delle keyword, cercando di trovare le migliori opportunità, ci sono diversi elementi da considerare se si vuole conseguire il successo a lungo termine. Una strategia di search marketing, come ogni strategia di business, dovrebbe avere obiettivi sia a lungo che a breve termine. Come si diceva in apertura, ogni strategia di search marketing dovrebbe concentrarsi sulla redditività, ma senza trascurare altri fattori che aiutano a costruire la credibilità del brand. Questi fattori sono difficili da misurare; tuttavia, se si prendono in considerazione i principi espressi in questo articolo e si dedica del tempo per capire meglio i propri utenti, si potranno di certo raggiungere migliori risultati nelle attività di SEO e Web Marketing.

Di seguito si riportano le tappe del processo di ricerca che il consumatore affronta quando prende una decisione di acquisto. Il tempo dall’inizio alla fine del ciclo può variare notevolmente a seconda del prezzo e delle caratteristiche del prodotto o servizio.

La consapevolezza di un bisogno 
È l’inizio di ogni decisione di acquisto e può essere stimolata da una necessità o da un desiderio. Potrebbe trattarsi di un bisogno di base, come la fame che spinge alla ricerca di cibo, o potrebbe essere generata da un messaggio pubblicitario che reclamizza il prodotto del momento.

Ricerca di informazioni
In questa fase del processo decisionale dell’acquirente è fondamentale che il proprio brand sia in prima linea nella mente del consumatore, o in prima linea dove cercherà di ottenere informazioni (motori di ricerca). A seconda del business e delle risorse a disposizione, è necessario sviluppare una strategia per essere visibili con i termini di ricerca pertinenti, i quali possono includere anche parole chiave che non generano vendite alla prima visita. Non solo è importante essere visibili con keyword rilevanti, ma è importante anche capire dove i clienti vanno per ottenere informazioni attraverso la ricerca di Google o visitando siti di recensioni.

Valutare le alternative 
In questa fase i consumatori hanno finito di tastare il mercato e hanno sviluppato una serie di valutazioni. A seconda del prodotto e del settore, la maggior parte dei consumatori si trova di fronte ad una scelta di circa 3-5 marche o prodotti.

Decisione di acquisto
La maggior parte delle strategie di posizionamento cerca di catturare i consumatori in questa fase del processo di acquisto. Giunti a questo punto, se l’azienda non ha lavorato con diligenza, il suo brand/prodotto/servizio non sarà presente tra le scelte dell’utente, mettendo a serio rischio le probabilità di effettuare una vendita. Se, invece il brand ha raggiunto il consumatore in ciascuna fase del processo decisionale, le possibilità di effettuare una vendita sono molto più alte.

Post vendita
In questa fase del processo decisionale si ha la possibilità di continuare il rapporto con il cliente. È la fase in cui i consumatori esprimono il loro livello di soddisfazione verso il prodotto/servizio acquistato ed è qui che si ha l’opportunità di incoraggiare i clienti a scrivere recensioni sull’attività, trasformandoli in clienti abituali. Bisogna sempre ricordare che è molto più facile mantenere un cliente che acquisirne uno nuovo.

Studiare il processo di ricerca dei consumatori è di sicuro aiuto per condurre un’efficace ricerca delle keyword e per determinare le mosse strategiche da fare per essere visibili ai propri clienti. Tutte le fasi del processo decisionale di acquisto sono importanti ed è fondamentale avere una strategia di search marketing a supporto di ciascuna di esse, con l’obiettivo di raggiungere una maggiore diffusione del brand ed il successo a lungo termine del proprio business.


No Comments
Comunicati

Ottimizzazione motori di ricerca: per lingua o per paese?

Quando si tratta di sfruttare i motori di ricerca per raggiungere i mercati internazionali, il lavoro di ottimizzazione siti web e posizionamento va svolto in maniera un po’ diversa. Ampliando gli orizzonti iniziano a formarsi legami con utenti che non solo parlano lingue diverse, ma possiedono anche differenti aspettative culturali circa i loro rapporti di business online.

Esistono due approcci generali per soddisfare le esigenze dei clienti internazionali:

  • porre il focus sulle lingue;
  • considerare i mercati esteri paese per paese.

OTTIMIZZAZIONE MOTORI DI RICERCA PER LINGUA

Mentre la scelta delle giuste parole è la chiave della comunicazione a livello internazionale, le strategie SEO che si hanno a disposizione non variano molto da una lingua all’altra. Tenere a mente, però, che quando si cambia lingua è importante catturare l’attenzione di quei motori di ricerca progettati per quella specifica lingua, per cui vale la pena spendere del tempo per capire per quali motori è necessaria l’ottimizzazione.

Il vantaggio di ottimizzare per lingua è che permette di raggiungere, con un sol colpo, un vasto pubblico di nuovi clienti. L’inglese dà già la possibilità di raggiungere i mercati di tutto il mondo. Aggiungendo lo spagnolo è possibile includere, oltre la Spagna, gran parte del Sud America. Il francese può dare accesso a molti paesi africani, oltre che a parte dell’Europa occidentale. Infine, considerare quante persone dentro e fuori la Cina leggono il cinese, può aiutare a comprendere come l’aggiunta di alcune lingue chiave per le attività di SEO e Web Marketing può fare entrare in aree significative del mercato globale.

Utilizzare un approccio SEO basato sulla lingua può essere un’opzione rapida e conveniente. È possibileconcentrarsi sulla ricerca delle migliori keyword possibili, che non necessariamente saranno le stesse per tutte le lingue.

D’altra parte, si potrebbe scegliere di non ricorrere all’ottimizzazione per lingua se si ha interesse a promuovere il proprio sito web solo in alcuni paesi. Per esempio, il Brasile potrebbe essere un mercato chiave per la propria azienda, mentre il Portogallo potrebbe non andare bene per lo stesso business.

Inoltre, nel caso di una lingua utilizzata in più nazioni, bisogna prendere in considerazione anche l’eventualeottimizzazione su scala regionale piuttosto che globale. Esistono, infatti, termini appartenenti ad una stessa lingua che assumono significati diversi a seconda del paese di riferimento (come capita, per esempio, con alcune parole in inglese che sono interpretate in modo differente negli Stati Uniti rispetto alla Gran Bretagna).
OTTIMIZZAZIONE MOTORI DI RICERCA PER PAESE

La scelta di rendere visibile il contenuto di un sito internet a un paese specifico è conosciuto come geo-targeting. Sebbene un’attività SEO di questo tipo inizialmente possa sembrare scoraggiante, il fatto che sia più specifica può rendere la strategia di marketing più efficace. Il geo-targeting infatti, permette di distribuire i contenuti online solo nei mercati a cui si è interessati, senza doversi preoccupare degli altri.

Inoltre, dà la flessibilità necessaria per fornire contenuti rilevanti a livello locale in paesi diversi che condividono una lingua comune, senza dover duplicare i contenuti su più domini di primo livello, e, grazie alla geolocalizzazione delle pagine per i vari paesi, le differenze linguistiche e culturali non rappresentano un problema.

Produrre accurati contenuti geolocalizzati può aiutare a ridurre significativamente il numero di visitatori che non trovano sul sito ciò di cui hanno bisogno ed escono, facendo diminuire la frequenza di rimbalzo. Può darsi che non faccia crescere il numero complessivo di visitatori, ma di sicuro si hanno maggiori probabilità di vedereaumentare le conversioni.

Nel ricorrere al geo-targeting è importante tener presenti alcune situazioni e condizioni in cui questo approccio SEO potrebbe non essere adatto a soddisfare le esigenze di business. Per esempio, gli utenti trovano i contenuti geolocalizzati solo se effettuano la ricerca tra i risultati locali. Inoltre, strutturare un contenuto rilevante per un paese specifico significa che i potenziali clienti che parlano quella lingua ma si trovano in altri paesi probabilmente non lo vedranno.

Un’altra considerazione da fare è che molti paesi hanno più di una lingua ufficiale; per esempio, se si desidera raggiungere la Svizzera, si rischia di ignorare circa un terzo della popolazione se si è scelto di fornire il contenuto solo in tedesco.

No Comments
Comunicati

10 cose da evitare per rendere efficaci i contenuti di un sito web

Solo pochi anni fa, i motori di ricerca potevano essere ingannati facendo credere loro che un sito internet era utile pubblicando regolarmente contenuti ricchi di parole chiave. Oggi, algoritmi più sofisticati e l’ascesa dei social media hanno reso il Web un luogo molto più esigente.

Di seguito si elencano 10 aspetti negativi da cui stare in guardia per preservare i contenuti e migliorare le performance di un sito web.

1. Frequenza di rimbalzo elevata 
Anche se il sito ha un buon posizionamento nei motori di ricerca, ad un certo punto ha bisogno di vendere prodotti e/o servizi a persone reali. Considerato che la frequenza di rimbalzo sta diventando un fattore sempre più importante nell’algoritmo di Google, ci sono ancora meno scuse per avere nel sito contenuti scadenti, magari pieni zeppi di keyword ma poco utili per gli utenti. Un contenuto di qualità non deve solo puntare sulle parole chiave, ma ha bisogno anche di essere convincente e persuasivo, in modo da spingere i visitatori a fidarsi e a spendere i loro soldi. Investire nella creazione di contenuti originali e coinvolgenti, scritti con un occhio al marketing, può aumentare il tasso di conversione e quindi il rendimento del sito internet.

2. Nessun segnale sociale 
Studi recenti stanno mostrando una chiara correlazione tra le classifiche dei motori di ricerca e i segnali sociali. Se il contenuto del sito non viene condiviso all’interno dei social media, allora è meno probabile che sia un contenuto di qualità e di conseguenza è meno probabile che scali le SERP.

3. Contraddire Google 
Il fatto è che, se si vuole ottenere un buon posizionamento, è un’ottima idea seguire le regole di Google. Controllare le linee guida sui contenuti negli Strumenti per i Webmaster di Google relative all’Assenza o scarsa presenza di contenuti originali. Se la maggioranza delle pagine corrisponde alla descrizione di Siti affiliati poveri di contenuti, Pagine doorway, Contenuti generati automaticamente, Contenuti di altri siti, si può già essere penalizzati nei risultati di ricerca, senza nemmeno rendersene conto.

4. Assenza di link in entrata 
Se non si ha nulla di originale da dire, non c’è ragione che spinga le persone a leggere le pagine del sito e a decidere di linkarle. Gli algoritmi dei motori di ricerca prendono in considerazione i link in entrata per stabilire quanto sia importante una pagina, nel più ampio contesto del Web. Se si fornisce contenuto informativo, interessante ed educativo la gente sarà maggiormente disposta a condividerlo nei social network e a linkarlo nei propri siti web, contribuendo ad elevare il livello di prestigio del sito e a migliorare i risultati nei motori di ricerca.

5. Nessun commento 
I commenti sono un modo di impegnarsi con i propri lettori. Possono trasformare il processo a senso unico di chi legge la pagina in un dialogo bidirezionale e possono aiutare a creare un pubblico fedele di persone che trovano i contenuti del sito tra i loro risultati di ricerca. Incoraggiare le persone a commentare porta alla creazione di contenuti interessanti, capaci di stimolare il dibattito; bisogna stare attenti, però, a non assumere un tono troppo polemico che potrebbe allontanare potenziali clienti in modo permanente.

6. Potrebbe non adattarsi bene 
Il contenuto testuale delle pagine deve essere tale da adattarsi sia al layout del sito web che alla categoria di utenti a cui si rivolge. Questo per non rovinare la compostezza dell’interfaccia grafica e, soprattutto, per non produrre contenuto inadeguato o in eccesso al punto che nessuno riuscirà mai a leggerlo fino alla fine.

7. Mancanza di ottimizzazione 
Non bisogna tralasciare le attività di ottimizzazione siti web per ottenere buone performance. È importante utilizzare le keyword rilevanti come anchor text dei link per soddisfare le esigenze SEO, ma senza rovinare la grammatica delle frasi. Inserire le parole chiave scelte nelle intestazioni del testo, utilizzando gli opportuni tag HTML (h1, …, h6). Adattare l’ottimizzazione on page al resto dei contenuti, come le didascalie delle immagini, le URL, il titolo della pagina e i meta tag, per un risultato davvero ottimale.

8. Contenuti duplicati 
A volte, quando si esegue una ricerca su Google, è presente un link in fondo ai risultati che dice: “Al fine di visualizzare i risultati più rilevanti, sono state omesse alcune voci molto simili a quelle già visualizzate. In alternativa, è possibile ripetere la ricerca includendo i risultati omessi”. Se il contenuto del sito è copiato da altre fonti, con troppe citazioni esterne, o è solo leggermente diverso da una pagina pubblicata su un altro sito, si rischia che le pagine vengano filtrate come contenuti duplicati.

9. Divorati dal Panda 
L’aggiornamento Google Panda è nato per punire i siti internet con contenuto copiato da altre parti del Web e le cosiddette “content farm”. Se si copiano i contenuti di altri siti, parola per parola, si rischia di infrangere le leggi sul copyright o di subire il filtraggio dei duplicati per le singole pagine. Inoltre, l’intero sito potrebbe scomparire dai risultati di Google poiché l’algoritmo, adesso, guarda alla qualità complessiva del sito molto più da vicino.

10. Non è etico 
Il proprio codice etico personale potrebbe anche consentire di copiare i contenuti da altri siti, ma prima di tutto è necessario dare priorità agli interessi dei clienti. Le persone sono sempre più sensibili nei confronti degli impegni assunti dalle imprese in tema di responsabilità sociale e farle sospettare che il contenuto di un sito sia stato messo su sfruttando il lavoro svolto da altri potrebbe danneggiare la reputazione dell’azienda. Avere contenuti davvero originali dimostra un livello di impegno etico in grado di supportare anche tutti gli altri sforzi profusi nella gestione di problematiche d’impatto sociale e morale.

No Comments
Comunicati

I servizi base SEO che un’agenzia SEO deve offrire

Con così tante agenzie SEO sul mercato, non è sempre facile sapere quali servizi di Search Engine Optimization (SEO) richiedere. Alcune agenzie, infatti, sono specializzate esclusivamente in posizionamento nei motori di ricerca, mentre altre grandi società di consulenza SEO/SEM sono in grado di offrire servizi completi che vanno dallo sviluppo/restyling dei siti web in ottica SEO alla gestione/ mantenimento del posizionamento.

In questo articolo vengono descritti i principali servizi SEO che si dovrebbero ricercare mentre si sta valutando a quale agenzia di marketing online affidarsi.

Ricerca delle parole chiave
La ricerca delle keyword rappresenta uno dei servizi più importanti offerti dalle agenzie SEO e il fondamento di qualsiasi campagna di marketing online. Una SEO Agency specializzata utilizzerà diverse tecniche per trovare le migliori parole chiave con cui ottimizzare il sito web. Questo può includere strumenti di ricerca delle parole chiave, analisi della concorrenza, social media e così via.

Strategie SEO
Un consulente SEO esperto dovrebbe essere di supporto nel delineare una strategia SEO (online e offline) che indirizzi il traffico verso il sito, aumenti il tasso di conversione ed ottenga il massimo ritorno sull’investimento (ROI). La ricerca delle parole chiave (vedi sopra) e l’analisi tecnica del sito web costituiscono la base per tracciare un piano di marketing online ed iniziare ad attuare l’attività di posizionamento nei motori di ricerca.

Link Building 
Quando si è alla ricerca di servizi SEO non ci si può esimere dal richiedere al consulente o all’agenzia SEO la gestione di una campagna di link building mirata. I motori di ricerca vedono un back link verso un sito web, se proveniente da altri siti credibili, attendibili, autorevoli e correlati, come un valido indice di popolarità ed importanza per il sito. Una società di professionisti SEO dovrebbe aver sviluppato un’ampia rete di contatti, rapporti consolidati con i webmaster e sapere come trovare le migliori opportunità di link building.

SEO Copywriting 
Il copywriting è un altro dei servizi SEO che un’agenzia più grande può offrire. Le attività di ottimizzazione siti web, off page e on page, sono cruciali per una campagna SEO, non solo per attirare il maggior numero di visitatori possibile ma, soprattutto, per coinvolgerli ed interessarli facendo in modo che non abbandonino il sito. Fare SEO copywriting di qualità permette di ridurre la frequenza di rimbalzo delle pagine web e consente di aumentare la conversione visitatore/cliente.

SEO Web Design 
Questo è ancora uno dei servizi SEO più trascurati ed invece può essere uno degli aspetti più importanti di una campagna di posizionamento nei motori di ricerca. Sarebbe opportuno consultare un esperto SEO prima ancora di decidere il tipo di piattaforma o di tecnologia web da utilizzare per il proprio sito internet. La scelta della piattaforma tecnica, del Content Management System (CMS), del software e-commerce o di altri elementi di design, infatti, può rivelarsi cruciale per raggiungere il pieno successo in una campagna SEO e Web Marketing.

Quando si è alla ricerca di un consulente o di un’agenzia SEO, può essere più conveniente e più efficiente adottare un approccio semplificato per le proprie attività di posizionamento scegliendo di affidarsi ad una società in grado di fornire una gamma completa di servizi SEO. L’ideale sarebbe individuare un’agenzia con all’interno web designer che possono contribuire a creare un bellissimo sito con tutte le funzionalità SEO necessarie, analisti con esperienza nello sviluppo di campagne di link building e personale qualificato in grado di offrire servizi di SEO copywriting professionale.

No Comments
Comunicati

Scorciatoie SEO? No, grazie!

Nel mondo di oggi ogni secondo conta. Tutti sono alla ricerca di modi per essere più efficienti, perché significa che si può fare di più in meno tempo. Lavorare meglio, non di più, giusto?

Ma cosa succede quando si è talmente concentrati sulla velocità da abbandonare un approccio metodico e razionale a favore di facili scorciatoie per fare le cose?

Quando si pone il focus troppo intensamente sul tempo e sul ROI, è facile perdere di vista il giusto modo di svolgere il proprio lavoro.

Nell’ambito del Web Marketing, non è sempre facile resistere alla tentazione di prendere scorciatoie quando si è sotto scadenza e bisogna gestire la pressione dei clienti che vogliono vedere i risultati dei loro investimenti.

Purtroppo la SEO non è un settore in cui si può correre. È un lavoro di medio-lungo termine e dipende da così tanti fattori (molti dei quali sono al di fuori del controllo di chi lo svolge) che non c’è modo di prevedere con precisione quando si inizieranno a vedere i risultati che i clienti chiedono a gran voce.

Ma non è il loro problema, giusto? È compito dell’Agenzia SEO adoperarsi affinché si raggiungano gli obiettivi attesi il prima possibile.

È proprio in questo momento che il fascino della Black Hat SEO è al suo massimo.

In sintesi, la Black Hat SEO (letteralmente SEO dal cappello nero) è un insieme di tecniche illecite e non consentite dalle linee guida dei motori di ricerca per scalare le SERP. La bellezza della Black Hat SEO è che permette di produrre risultati rapidi e misurabili, molto utili per mettersi in bella mostra davanti ai propri clienti.

Si possono ottenere migliaia di back link verso il sito internet nell’arco di un solo mese e tutti sono felici. Ma da dove provengono tutti quei link in realtà? Probabilmente da centinaia di blog spam diversi, una dozzina di articoli duplicati in rete, una manciata di scambi di link e così via. Nessuno di quei link fornisce alcun reale beneficio al sito web e, quando quei blog spam e contenuti duplicati verranno rimossi dagli indici dei motori di ricerca, tutti i back link ottenuti con essi svaniranno alla stessa velocità con cui sono stati procurati.

La (ri)pubblicazione in massa di articoli con contenuto duplicato è un’altra scorciatoia SEO molto utilizzata. Prendere un articolo e di inviarlo a decine di siti di Article Marketing diversi può essere veloce, ma è davvero utile come attività di posizionamento nei motori di ricerca? Prima di tutto, l’aggiornamento di Google Panda ha effettivamente dichiarato guerra ai siti di Article Marketing che pubblicano indiscriminatamente contenuti di bassa qualità e spam. In secondo luogo, investire in una campagna di Web Marketing basata sui contenuti significa produrre contenuti originali e di valore capaci di educare, coinvolgere ed interessare il pubblico di destinazione. Inoltre, spesso ci si dimentica che per scrivere un post spam su un blog si impiega lo stesso tempo necessario a scriverne uno davvero utile. Questo è un esempio di come si può essere efficienti ed efficaci.

Come già detto all’inizio, la SEO non è qualcosa che si può far andare più veloce o che si può far accadere. Concentrare tutte le attenzioni e le aspettative solo sui tempi e sul voler ottenere risultati immediati significa che manca il quadro generale di ciò che la SEO può e vuole fare per il sito in termini di posizionamento nei motori di ricerca, promozione e visibilità online. Prendere scorciatoie può essere utile ad arrivare più velocemente, ma ciò non vuol dire che il lavoro sia stato fatto meglio.

No Comments
Comunicati

Il modo migliore per scusarsi online

Prima o poi, tutti commettiamo degli errori. Chi non lo fa? È una cosa che capita a chiunque. Può essere mortificante, ma non deve esserlo, soprattutto se si è preparati.

I social media hanno cambiato le regole del gioco in termini di diffusione di cattiva stampa o pubbliche relazioni negative. Prima del loro avvento, infatti, i commenti negativi avevano una portata e un pubblico limitati. Ma ora, grazie ai social network, come Facebook Twitter, gli utenti possono rapidamente unirsi e le loro opinioni percorrere in breve tempo la rete raggiungendo il vasto popolo di Internet. Tuttavia, i social media possono anche essere un valido strumento peri minimizzare i danni.

A causa di quanto velocemente i media sociali possono agevolare il passaparola negativo, è importante essere sempre vigili e pronti a rispondere. Avere una strategia di pubbliche relazioni e rispondere rapidamente e in modo intelligente può rappresentare la differenza tra un’azione fallimentare nella gestione dei rapporti online e una vincente.

L’OBIETTIVO
Fornire risposte efficaci è un modo di scusarsi che non crea un ingombro permanente online e limita la diffusione organica.
L’obiettivo è non lasciare un ricordo permanente della stampa negativa ed evitare di informare la gente del problema se non lo sa già.
I luoghi della rete ideali per pubblicare la risposta a commenti negativi o le proprie scuse sono i social media o ilblog aziendale.

SCUSARSI SUI SOCIAL MEDIA
Anche se può sembrare controproducente inviare la risposta sui social media, in realtà è una grande opzione. Se le interazioni sulla piattaforma sono numerose, la risposta scomparirà rapidamente; le persone che la stanno cercando la vedranno, ma non molti altri.
È una possibilità da tenere in forte considerazione all’interno della propria strategia di Social Media Marketing.

Twitter
Twitter è un luogo ideale per inserire una risposta perché permette di scusarsi immediatamente. Il limite di 140 caratteri costringe a essere concisi con il tweet e trattiene dal dire troppo. Inoltre, visto che Twitter non permette di commentare i thread, le reazioni alle scuse si disperdono nella timeline.

Facebook
Più lento di Twitter, anche Facebook è molto utile per la gestione delle pubbliche relazioni online. La cosa migliore da fare è creare una scheda personalizzata con la risposta visualizzata come un’immagine, piuttosto che pubblicarla sottoforma di testo sulla bacheca. Pubblicando le scuse come un aggiornamento di stato, infatti, si permette ai fan di Facebook di condividerlo con gli altri e tutti possono lasciare commenti, con il conseguente rischio di ritrovarsi decine di commenti negativi in più. Con la creazione di una scheda personalizzata, invece, è possibile scrivere un testo esauriente da mostrare ai fan; inoltre, l’utilizzo di un’immagine al posto del testo rende più difficile la condivisione e, una volta che la scheda viene rimossa, la risposta scompare con essa.

SCUSARSI SUL BLOG AZIENDALE
Se l’azienda dispone di un blog attivo, questo può essere il luogo adatto per pubblicare le risposte ai commenti. Tuttavia, dato che i blog sono predisposti per il posizionamento nei motori di ricerca e di solito sono ottimizzati per la condivisione, è necessario prendere alcune precauzioni e apportare alcune modifiche prima di pubblicare la risposta.

Usare un’immagine
Simile alla strategia utilizzata con la scheda Facebook personalizzata, visualizzare la risposta come immagine. Questo assicura che gli utenti non possono copiare e incollare il testo dove desiderano. Inoltre, una volta trascorso il tempo stabilito per la visualizzazione della risposta, è possibile rimuovere l’immagine, rendendo vana l’azione di utenti che possono avere copiato l’URL dell’immagine sul loro sito.

Contrassegnare l’articolo come Noindex
Dal momento che i motori di ricerca amano i blog, è importante assicurarsi che la risposta pubblicata non venga inclusa nell’indice di ricerca.
Il modo migliore per raggiungere questo obiettivo è fare in modo che l’articolo sia contrassegnato come “noindex”. Questo dice ai motori di ricerca di non indicizzare l’articolo escludendolo, di fatto, dai risultati di ricerca.

Chiudere i commenti
Prima di pubblicare la risposta, assicurarsi che i commenti siano disabilitati. Ciò evita che l’articolo ottenga eventuali commenti negativi e che si inneschino ulteriori discussioni tra i lettori. La chiusura commenti permette di avere il pieno controllo sul messaggio e di mantenere l’attenzione sulla risposta stessa, invece che sui commenti degli utenti.

No Comments
Comunicati

SEO e brand: è utile scegliere un dominio a corrispondenza esatta?

Se siete in procinto di avviare un business su Internet, allora probabilmente starete pianificando una campagna di Web Marketing che coinvolge le attività di ottimizzazione posizionamento siti internet nei motori di ricerca (SEO). Dopo tutto, la maggior parte delle visite che riceve un sito web proviene dai motori di ricerca e i domini a corrispondenza esatta spesso dominano le SERP di Google per un determinato risultato.

L’importanza dei domini a corrispondenza esatta è un argomento discusso di frequente, con la maggior parte dei SEO professionisti che ritiene che questo costituirà sempre meno un fattore di ranking di ricerca nel futuro. La verità è che al momento è un sistema che ancora funziona, con molti settori e nicchie per i quali le ricerche sul Web sono ancora controllate da questi domini.

È probabile che nel lungo periodo le SERP vengano ripulite dai domini a corrispondenza esatta, ma attualmente Google e gli atri motori hanno ancora difficoltà nel trattare i casi in cui essi sono anche brand, come ad esempioHotels.com, i quali ricoprono sempre una posizione elevata, soprattutto per le query di ricerca con corrispondenza esatta.

La cosa migliore, ovviamente, sarebbe ottenere entrambe le cose: avere un dominio a corrispondenza esatta e costruire un brand; in tal modo, con molta probabilità si occuperebbe una posizione di vantaggio:

  • nel breve periodo, in termini di ranking per le query a corrispondenza esatta;
  • nel lungo periodo, in termini di rafforzamento della posizione come marchio nei motori di ricerca.

Google è un mercato molto affollato, il che significa che è opportuno prendere in considerazione quanto sia appetibile il vostro marchio per i motori di ricerca al momento di sceglierne il nome. Non solo, ma bisogna riflettere sul fatto che molte persone digitano il nome del marchio nei motori di ricerca invece di digitare l’indirizzo, il che rende indispensabile posizionare il brand con il nome o alcuni clienti andranno inevitabilmente persi.

Di seguito alcuni consigli utili nella scelta del nome per il brand e per il dominio.

Evitate le parole comuni.
Cercate di evitare i termini di tutti i giorni nella vostra ragione sociale, salvo che siano veramente specifici per il vostro business, altrimenti concorrerete solo ad aumentare il numero di aziende con cui siete in competizione nei risultati dei motori di ricerca.
Inoltre, siate intelligenti nell’uso del vostro nome. Se questo risulta uguale a quello di brand molto noti e che hanno un forte posizionamento nei motori di ricerca, orientatevi verso qualcos’altro.

Tenete a mente il vostro nome di dominio.
Il nome della società dovrebbe essere il vostro indirizzo web, in quanto questo vi aiuterà a posizionarvi per quel nome. Ciò significa che la scelta del nome deve essere massicciamente influenzata dalla disponibilità del nome di dominio in questione; in altre parole: non entusiasmatevi per un marchio prima di aver verificato che il relativo dominio sia disponibile.
A causa di questo, si potrebbe finire per chiamare l’azienda con un nome senza senso semplicemente per questioni di dominio. Fermo restando l’uso del buon senso, non preoccupatevi troppo se dovete scegliere un nome per il marchio che non è palesemente correlato alla vostra attività.
Essere al primo posto per il vostro nome è essenziale e la vostra Agenzia SEO può lavorare sull’ottimizzazione ed il posizionamento del sito web per le altre parole chiave.

Registrate il nome di dominio con le estensioni comuni.
Se decidete di utilizzare per il vostro brand un dominio con un’estensione poco comune (ad esempio .biz, .cc o .name), assicuratevi comunque di registrare lo stesso dominio anche con le estensioni più comuni (come .com e .net), per non essere costretti a rivendicare o a riacquistare questi domini in futuro, magari facendo fronte a noie legali o a spese molto più elevate.

No Comments
Comunicati

Come stimare il ritorno sugli investimenti di una campagna SEO

Il ROI, acronimo di Return On Investiment (ritorno sull’investimento), è il principale indicatore di successo di una campagna di posizionamento siti internet nei motori di ricerca in quanto permette di stimare la redditività delle attività di SEO e Web Marketing e di individuare le aree di crescita o di depressione di un progetto di business online.

Calcolare il ROI di una campagna SEO con una ragionevole approssimazione non è sempre facile dal momento che in questo ambito il rendimento sugli investimenti iniziali è difficile da quantificare esclusivamente in termini monetari e per questo è necessario tener conto anche di altri fattori.

Inoltre, bisogna considerare il fatto che di solito i risultati non sono immediatamente visibili ma si ottengono nel medio e lungo periodo, che le attività di posizionamento sono soggette a fenomeni imprevedibili e incontrollabili e che i ricavi possono variare indipendentemente dall’impegno nella SEO.

Per valutare correttamente il ritorno sull’investimento, quindi, è fondamentale analizzare i principali fattori che determinano la crescita di un’attività online e che permettono di misurare adeguatamente le prestazioni di una campagna di posizionamento motori di ricerca: rankingvolumi di trafficotasso di conversione e ricavi.


RANKING

È la posizione occupata dal sito internet nelle pagine dei risultati dei motori di ricerca per le keyword di maggior rilievo.

La valutazione di questo parametro è significativa a patto che le parole chiave con cui si effettua la misurazione siano realmente pertinenti, in relazione ai contenuti del sito e al mercato di riferimento, altrimenti i valori di classifica che si ottengono non sono indicativi.

L’analisi del ranking è semplice ed immediata e può essere supportata da appositi software che aiutano a tenere traccia dei progressi ottenuti dal sito web nelle SERP dei motori di ricerca nel corso del tempo.


VOLUMI DI TRAFFICO

Ad un miglioramento del ranking, ovvero delle posizioni raggiunte nei motori di ricerca, dovrebbe corrispondere un aumento del volume di traffico in entrata al sito internet.

Il condizionale è d’obbligo in quanto ciò potrebbe non avvenire evidenziando la presenza di qualche problema; ad esempio, potrebbe trattarsi di una scelta errata delle keyword che ha portato all’ottimizzazione del sito con parole chiave poco ricercate dagli utenti per cui, anche se si occupano i primi posti nelle SERP, il numero di visite è comunque molto limitato.

Nell’analizzare i volumi di traffico di una campagna SEO, ovviamente, bisogna fare riferimento solo al traffico proveniente dalla ricerca organica altrimenti si ottengo valori falsati e poco attendibili.


TASSO DI CONVERSIONE

Se avere un buon ranking serve a poco se poi il traffico è esiguo, allo stesso modo avere buoni volumi di traffico serve a poco se poi il tasso di conversione è troppo basso.

Il tasso di conversione, infatti, è direttamente legato alle entrate e ai profitti e molti sono i fattori che possono influenzare questo valore, spesso in maniera negativa.

Una bassa percentuale di conversione utente/cliente potrebbe dipendere da una struttura poco chiara delle pagine del sito, da scarsa usabilità generale, da sistemi di navigazione complicati, dalla presenza di contenuti confusi o poco interessanti, dalla mancanza di adeguate call to action, ecc..

È importante individuare e rimuovere questi ostacoli per raggiungere il successo ed un ritorno vantaggioso delle attività di SEO e Web Marketing.


RICAVI

Il numero di fattori che influenzano le entrate di un sito web si moltiplicano rispetto agli altri indici visti in precedenza. Ma conoscendo bene il ranking, i volumi di traffico ed il tasso di conversione, è possibile ottenere una comprensione più profonda di quanto sia efficace ed efficiente l’impegno dedicato alla SEO. E tenendo traccia dei ricavi nel corso del tempo, è possibile avere un’idea delle modifiche che si potrebbero apportare nella catena di attività per incrementare il ritorno e risolvere le aree problematiche.

In ultimo, naturalmente, è possibile confrontare le entrate e le uscite al fine di arrivare alla classica misura quantitativa del ritorno sull’investimento.

 

Una campagna di marketing sana mostrerà una crescita per ciascuno dei parametri di stima presi in considerazione, mentre riuscire ad individuare aree di depressione sarà di aiuto per individuare i problemi e rielaborare, se necessario, la strategia SEO adottata.

No Comments
Comunicati

Scegliere le migliori keyword per ottimizzare i siti internet

La Search Engine Optimization (SEO) ha come punto di partenza l’attività di ricerca, analisi e selezione delle keyword sulle quali basare il lavoro di ottimizzazione siti web e la successiva campagna di posizionamento nei motori di ricerca.

La scelta delle parole chiave più rilevanti in base al target ed al mercato di riferimento è di vitale importanza per garantire che gli investimenti fatti assicurino un ritorno vantaggioso. È necessario prestare molta attenzione a questa delicata fase della SEO, cercando di individuare i termini di ricerca che sono in grado di rendere più redditizia l’attività di promozione online in relazione alle risorse (tempo e denaro) che è necessario investire.

Per fare questo bisogna tenere conto di alcuni parametri fondamentali in base ai quali scegliere le migliori keyword con cui impostare tutto il lavoro di ottimizzazione e posizionamento siti internet.

Il primo è il volume di traffico delle singole parole chiave, ovvero il numero di ricerche mensili che mediamente vengono effettuate utilizzando quei termini.

Lo scopo, ovviamente, è scoprire quali sono le parole chiave maggiormente utilizzate dalle persone nei motori di ricerca. La quantità di ricerche su una determinata keyword, infatti, è un buon indicatore di popolarità e può aiutare ad eliminare le parole chiave che probabilmente non porterebbero traffico al sito.

Esistono diversi strumenti di analisi che permettono di ottenere dati sui volumi di traffico; nel farne uso è importante cercare di acquisire le informazioni da più fonti ed incrociare i valori anche con altri fattori come la provenienza geografica delle ricerche ed il periodo di riferimento.

Un altro aspetto importante è il numero di concorrenti per ciascuna keyword, vale a dire il numero di risultati che restituisce il motore di ricerca quando si inserisce una specifica parola chiave.

Solitamente, maggiore è il numero di concorrenti e più è difficile riuscire a primeggiare tra i risultati delle ricerche nelle SERP. Tuttavia, non bisogna limitarsi solo ad un’analisi quantitativa della concorrenza ma occorre valutarne anche la qualità, ovvero capire quanto sono forti i diretti concorrenti in termini di ottimizzazione e posizionamento motori di ricerca.

L’analisi della concorrenza permette di stimare la quantità di tempo che occorrerà per ottenere classifiche qualificate nei motori di ricerca in base alle risorse a disposizione e per prendere decisioni più consapevoli che in molti casi possono portare a rinunciare a keyword con buoni volumi di traffico ma una forte concorrenza in favore di parole chiave meno buone ma con una concorrenza decisamente inferiore.

Infine, vanno tenute in grande considerazione la pertinenza delle keyword per il business di riferimento e la loro capacità di conversione.

Selezionare parole chiave che siano in tema con i contenuti del sito internet da ottimizzare e, più in generale, con i servizi/prodotti offerti è fondamentale per conquistare un miglior piazzamento nei motori di ricerca e per migliorare il tasso di conversione degli utenti.

I motori di ricerca, infatti, costruiscono le SERP in base alla rilevanza dei siti web in relazione ai termini cercati per cui, se c’è forte correlazione tra le keyword ed i contenuti delle pagine, si hanno migliori possibilità di scalare le classifiche.

Dal canto degli utenti, scegliere parole chiave di nicchia ma molto rilevanti aumenta le probabilità che le persone che approdano sul sito a seguito della ricerca trovino esattamente ciò che stavano cercando e si trasformino in clienti.

In sintesi, volume di traffico, concorrenza e rilevanza sono gli indici basilari che determinano la scelta delle migliori keyword per ottimizzare i siti internet ed ottenere una campagna SEO mirata (e meno costosa) che si concentra sulle parole chiave più pertinenti ed efficaci.

No Comments
Comunicati

SEO + Social Media: strategia vincente di marketing online

La forte crescita delle comunità virtuali, ed in particolare dei social network, è un fenomeno che ha modificato profondamente l’assetto di Internet portando alla nascita della Social Search (Ricerca Sociale), un nuovo modo di concepire le ricerche nel Web in base al quale la rilevanza dei risultati della ricerca è influenzata dalle interazioni e dai contributi liberi espressi dagli utenti attraverso i social media.

La social search, quindi, si fonde con i metodi di ricerca tradizionali per fornire risposte sempre più precise, complete e soddisfacenti alle richieste degli utenti.

Ne consegue che per ottenere una solida presenza online è necessario affiancare alla SEO -ottimizzazione e posizionamento siti internet nei motori di ricerca- il Social Media Marketing, facendo lavorare insieme queste due strategie per creare e rafforzare la presenza online delle aziende e produrre risultati in termini di visibilità e promozione maggiori rispetto a quelli che potrebbero ottenere singolarmente.

Questo si può ottenere, appunto, solo unendo e sfruttando le potenzialità e le qualità proprie di ciascuna strategia.

Uno degli obiettivi principali della Search Engine Optimization (SEO) è quello di indirizzare traffico mirato verso i siti web. Il Social Media Marketing, invece, permette di stabilire relazioni dirette tra le aziende ed il loro pubblico di riferimento. Quando le due strategie lavorano insieme si può ottenere un flusso costante di visitatori qualificati e ben disposti a venire sul proprio sito.

Ad esempio, un buon modo per portare traffico al sito o blog aziendale consiste nel pubblicare frammenti di ogni nuovo post all’interno dei social network, come Facebook, Twitter e LinkedIn, avendo cura di inviare solo un paragrafo o un abstract e non tutto l’articolo, così da spingere i visitatori a lasciare la pagina del social network e collegarsi al sito per finire di leggere il post. Le possibilità di conversione dei visitatori sono maggiori una volta che sono sul blog o sul sito rispetto a quando si trovano sul profilo sociale, ma ottimizzando bene quest’ultimo si ottiene l’effetto di incoraggiare gli utenti, soprattutto se già orientati al consumo, a visitare spontaneamente il sito per approfondire, agevolando la fase di conversione in clienti.

È importante ricordare, però, che i social media devono indirizzare il traffico verso il sito principale (e non il contrario!) e che promuovere i profili sociali non dovrebbe essere un obiettivo principale del sito.

Combinare SEO e social media, inoltre, consente di aumentare la presenza online dell’azienda e di accrescere la notorietà e la riconoscibilità del marchio.

Avere un sito internet ben posizionato e mantenere gestire attivamente diversi profili nei social network incrementa notevolmente le possibilità di comparire in buone posizioni nelle SERP dei motori di ricerca occupando più risultati in quanto, accanto alle pagine interne del sito (o blog), possono comparire anche la pagina di Facebook, l’account di Twitter, il profilo di LinkedIn, ecc. I profili sociali, infatti, al pari di qualsiasi altro profilo aziendale, possono concorrere a comporre le pagine dei risultati nei motori di ricerca, aumentando in tal modo la presenza online e la visibilità del marchio aziendale.

In conclusione, SEO e Social Media Marketing sono due discipline strettamente legate tra di loro, più di quanto si è soliti pensare. Riuscire a combinarle nella maniera opportuna permette di ottenere una strategia di Web Marketing molto più potente e completa capace di rispondere efficacemente alle nuove esigenze della rete nell’ambito della ricerca sociale.

No Comments
Comunicati

I suggerimenti di Google su come scegliere e valutare un esperto SEO

L’attività di posizionamento siti internet nei motori di ricerca, svolta in maniera professionale, richiede abilità e competenze che solo un personale formato ed esperto può possedere; si tratta di conoscenze e tecniche molto specifiche che bisogna saper applicare opportunamente per ottenere risultati concreti e monetizzabili.

In mancanza di personale interno in grado di svolgere questo lavoro, le aziende che necessitano di promozione e visibilità sul Web si affidano solitamente a consulenti o esperti SEO esterni, professionisti specializzati in ottimizzazione e posizionamento siti web.

Scegliere a chi affidare un incarico tanto delicato, e che può risultare anche piuttosto oneroso, non è sempre facile. Infatti, le aziende in cerca di un SEO spesso non conoscono il settore del Search Engine Optimization e quindi hanno difficoltà nel valutare la bravura e l’esperienza di chi hanno di fronte e la qualità dei servizi offerti, soprattutto considerando che accanto ai professionisti del settore, capaci di migliorare i siti internet ed aumentarne la visibilità nei motori di ricerca, esistono molti presunti tali, con poca o nessuna esperienza sul campo, che invece rischiano solamente di danneggiare il sito e la reputazione del Cliente.

Per sapere come riconoscere e scegliere una SEO Agency seria e competente è possibile partire dalle Linee guida di Google sull’Ottimizzazione per i motori di ricerca (SEO) presenti nella Guida agli Strumenti per i Webmaster.

Si tratta di utili consigli e suggerimenti riguardo ai principali aspetti da prendere in considerazione prima di rivolgersi ad un SEO per le attività di promozione online e, in seguito, per rendersi conto se il suo modo di operare è adeguato, onesto e rispettoso delle regole.

Il primo consiglio di Google è quello di prendere confidenza con i motori di ricerca e di comprenderne il modo di “ragionare” prima di iniziare la ricerca di un SEO.

Spesso, infatti, si commettono errori banali come quello di confondere l’indicizzazione (che è la semplice registrazione presso i motori) con il posizionamento (che invece punta a collocare il sito nelle prime posizioni), o il non fare differenza tra i link sponsorizzati (gli annunci pubblicitari a pagamento) ed i risultati naturali che compongono le SERP (le pagine dei risultati).

Inoltre, è importante anche e soprattutto capire a fondo quali sono i potenziali vantaggi ed il ritorno economico che si possono ottenere attraverso un buon posizionamento nei motori di ricerca.

Nelle sue linee guida Google fornisce un breve elenco dei servizi che un buon SEO dovrebbe essere in grado di fornire per definirsi tale:

  • ricerca, analisi e selezione delle keyword;
  • scelta del piano di hosting, del provider e del nome di dominio più adeguati;
  • analisi e progettazione della struttura del sito web e valutazione del contenuto;
  • ottimizzazione SEO delle pagine e della navigazione;
  • scrittura di contenuti ottimizzati per i motori di ricerca (SEO copywriting);
  • formazione e consulenza per l’ottimizzazione;

Oltre a questa attività, un’agenzia SEO specializzata dovrebbe:

  • dimostrare di avere esperienza nel settore della SEO, magari mostrando esempi di lavori svolti in precedenza e casi di successo;
  • offrire servizi di marketing o consulenza online a complemento del servizio di posizionamento;
  • essere in grado di stimare i risultati che intende ottenere ed i tempi necessari per conseguirli;
  • definire in che modo verrà misurato il successo delle attività svolte;
  • chiarire le tecniche SEO che verranno utilizzate durante l’erogazione del servizio;
  • tenere aggiornato il Cliente sulle modifiche apportate al suo sito e motivarne le ragioni.

Infine Google mette in guardia dai SEO disonesti e da quelli che utilizzano tecniche illecite al fine di manipolare scorrettamente i risultati dei motori di ricerca, con il rischio di far penalizzare il sito del Cliente o portandolo perfino alla rimozione dagli indici.

Per evitare di affidarsi alle persone sbagliate è necessario prendere in considerazione alcuni aspetti essenziali:

  • diffidare delle agenzie SEO e dei consulenti web che inviano e-mail indesiderate;
  • non fidarsi dei SEO che affermano di garantire la prima posizione nei motori di ricerca o, più in generale, una precisa posizione nei risultati organici;
  • fare attenzione ai SEO che non dimostrano trasparenza sul loro modo di lavorare e che non spiegano chiaramente come intendono migliorare il sito ed il suo posizionamento;
  • stare attenti a non pagare per comparire tra gli annunci sponsorizzati quando invece si è richiesto il posizionamento nei risultati naturali dei motori di ricerca;
  • non pagare per posizionamenti garantiti solo con parole chiave troppo lunghe o troppo di nicchia con le quali si uscirebbe ben posizionati comunque anche senza l’intervento del SEO;
  • utilizzare sempre e comunque il buon senso e prudenza nel concedere fiducia ad un SEO cercando, se possibile, di ottenere informazioni sul suo conto prima di accettare qualsiasi tipo di proposta.
No Comments
Comunicati

Nasce posizionamentositointernet.net, la divisione SEO e Web Marketing di CODENCODE

E’ online posizionamentositointernet.net, il sito web che presenta i servizi afferenti al settore SEO e Web Marketing dell’azienda informatica CODENCODE.

CODENCODE, come Agenzia SEO, è specializzata in posizionamento siti internet nei motori di ricerca, Social Media Marketing, strategie di Web Marketing, posizionamento mirato di siti e-commerce, formazione e consulenza SEO/SEM/SMM.

Posizionamentositointernet.net nasce con lo scopo di descrivere in modo specifico e dettagliato tutti i servizi di Search e Web Marketing offerti da CODENCODE e per raggiungere in modo mirato e diretto gli utenti interessati a questo tipo di attività.

Il sito presenta la SEO Agency, la sua mission, la filosofia e la metodologia di lavoro adottata nell’erogazione dei servizi.

La sezione SEO/SEM/SMM fornisce una panoramica ed una breve descrizione dei diversi rami del Web Marketing, e delle strategie ad essi relative, che consentono di ottenere visibilità e promozione online: la Search Engine Optimization (SEO), il Search Engine Marketing (SEM) ed il Social Media Marketing (SMM).

Il cuore del sito è rappresentato dalla sezione SERVIZI che introduce all’elenco delle attività svolte dall’agenzia, per ciascuna delle quali è presente una pagina dedicata:

  • Posizionamento nei motori di ricerca
  • Ottimizzazione siti web per i motori di ricerca
  • SEO Copywriting, Persuasive Copywriting e Landing page
  • Keyword Advertising (Pay per Click)
  • Article Marketing e Comunicati stampa
  • Social Media Marketing
  • Advertising online
  • Pay Per Performance (Pay Per Visit, Pay Per Lead, Pay Per Sale)
  • Analisi di mercato online
  • Web Analytics
  • Posizionamento siti e-commerce
  • Realizzazione siti web
  • Formazione e consulenza SEO/SEM/SMM e Web Marketing
  • Valutazione posizionamento siti internet

Attraverso il servizio di Valutazione posizionamento l’utente può richiedere l’analisi gratuita del sito web per valutarne il posizionamento nei motori di ricerca e per accertare possibili cause di scarsa visibilità, ridotto numero di visite, basso tasso di conversione visitatori/clienti.

In CASE HISTORY sono raccolti alcuni esempi di siti web realizzati e posizionati da CODENCODE in prima pagina su Google. I risultati ottenuti sono direttamente verificabili nel motore di ricerca facendo click sulle keyword relative a ciascun sito.

Nella sezione PREVENTIVO è presente un modulo elettronico che con pochi click permette di richiedere un preventivo su misura per il proprio piano di Web Marketing. È sufficiente indicare le attività alle quali si è interessati, specificando eventuali informazioni aggiuntive, ed inviare la richiesta.

Completano il sito web la pagina delle FAQ (Domande frequenti) ed una sezione APPROFONDIMENTI con articoli riguardanti il SEO ed il Web Marketing in costante aggiornamento.

No Comments
Comunicati

ll posizionamento di successo si ottiene con competenza e professionalità

Avere un sito web ad oggi non solo è una necessità ma è anche un modo per sviluppare il proprio business e renderlo noto ad un pubblico molto più vasto di quello che si potrebbe raggiungere con i mezzi che non si avvalgono delle potenzialità del web.

E’ indubbio però che senza una progettazione ed elaborazione su misura della funzionalità e del marketing attuabile attraverso il sito la sua utilità viene a mancare, anzi va ad influire negativamente nella percezione generale della nostra attività.

UNICA Web Agency mette a disposizione consolidati servizi relativi al mondo del web sotto tutte le sue sfaccettature a partire dalla strutturazione del sito fino al suo posizionamento nei motori di ricerca, elemento indispensabile se si vuole essere trovati al momento giusto.

Avere un sito bello e d’impatto infatti non ha alcun valore se non viene accompagnato da un’adeguata strategia di marketing e posizionamento che può avvenire solo attraverso competenze maturate nel tempo e che si sono rivelate ottimali per mezzo di risultati ottenuti.

UNICA Web Agency offre a tutti i suoi clienti delle garanzie sul raggiungimento di risultati ben precisi e tangibili che si basano dapprima sull’analisi preventiva del sito web e quindi il suo eventuale restyling e, in un secondo momento, nell’attuazione di strategie e tecniche di posizionamento siti web sui principali motori di ricerca, in particolar modo Google.

Ogni singola azione all’interno del vostro sito web verrà concordata anticipatamente in particolar modo per tutte le tecniche che prevedono l’individuazione di keyword attraverso le quali verrà posizionato il vostro sito.

Oltre all’attività di posizionamento, UNICA Web Agency mette a disposizione una consulenza SEO continua a tutto campo che spazia dalla grafica alla redazione dei testi che non si limita all’attività iniziale ma che si protrae nel tempo permettendo quindi di mantenere inalterati i posizionamenti ottenuti nel tempo.

Il tutto con garanzie di qualità e professionalità consolidate.

Consulta il sito web aziendale http://www.myunica.it per scoprire tutti servizi e consultare il blog che documenta le varie azioni svolte e i successi ottenuti!

No Comments
Comunicati

Seositiweb.com: posizionamento siti web

La professionalità è la specialità del servizio di posizionamento siti web che viene offerto da Seositiweb.com. porta alla realizzazione di varie strategie di link building e sono anche efficaci nella loro attuazione in modo strategico per generare buoni risultati. Poiché lo scopo principale di attuare varie campagne di link building è la costruzione del maggior numero di collegamenti ad alto valore, per migliorare la forza del sito web nei motori di ricerca, i professionisti Seositiweb.com assicurano che solo link di qualità vengono collegati ai siti, in modo i ottenere i massimi benefici. Acquisire la completa soddisfazione del cliente è ciò per cui lotta e sono molto scrupolosi nel mantenere la loro promessa. I vari pacchetti di posizionamento che sono offerti da Seositiweb.com rendendo comodo per i clienti di effettuare selezioni in base alle loro specifiche esigenze. Questo aiuta anche i clienti nella gestione del loro budget, e hanno molto apprezzato il sistema di servizio che viene offerto a Seositiweb.com. Inoltre, le soluzioni complete di posizionamento siti web sono offerte a prezzi abbordabili. Cio’ si trova ad essere di grande beneficio per i clienti che consente loro di godere di più e pagare di meno. Il sito web del cliente viene analizzato completamente quando assume la gestione SEO Seositiweb.com. Questo è uno dei principali segreti dietro il successo di tutte le soluzioni di posizionamento offerto a Seositiweb.com. Visita http://www.seositiweb.com./ per sapere di più sui pacchetti di completi di posizionamento offerti da Seositiweb.com.

No Comments
Comunicati

Creazione siti web e le basi fondamentali da conoscere

Sempre di più sono le aziende che hanno bisogno di promuovere i propri beni e servizi utilizzando il canale di internet. Internet è uno strumento che negli ultimi anni ha cambiato il volto del marketing acquisendo sempre più importanza a fronte di una diminuzione di investimento in campagne di promozione su canali tradizionali come riviste, tv e radio. La grande novità della promozione su internet consiste in una grande capillarità del messaggio e in un monitoraggio statistico delle conversioni e del ritorno sugli investimenti molto accurato e veritiero. Essere presenti sul web, per le aziende, vuol dire presentarsi attraverso un bel sito web ben strutturato, e che rispetti tutti gli standard di accessibilità e usabilità dettati dal W3C. La maggior parte dei siti esistenti e consultabili, però, spesso denota gravi carenze dal punto di vista contenutistico e organizzativo, condizione per cui spesso si verifica un totale fallimento di ogni campagna intrapresa sul web. Un sito web che si rispetti è come una bella vetrina: deve accompagnare l’utente fino allo step finale, ovvero un acquisto, un contatto o una richiesta di preventivo. In questo gioca un ruolo strategico la struttura del sito che deve essere pianificata attentamente proprio per mettere in risalto l’azione da far compiere al visitatore. Troppo spesso ci troviamo di fronte a siti web ricchi di contenuto ma con una cal to action debole o inesistente. Per evitare di vanificare i vostri investimenti sarebbe opportuno a rivolgersi ad una web agency esperta che saprà consigliarvi le soluzioni migliori in ambito creazione di siti internet e promozione siti web sui motori di ricerca.

Una consulenza seo, search engine optimization, è un passo da compiere se si vuole evitare di vanificare tempo e denaro. Tutto ciò ha ancor più senso se si è intenzionati a vendere prodotti sul web, nella classica forma dell’ecommerce che sta prendendo sempre più piede nel web grazie ai costi di gestione molto contenuti e alla capillarità dell’offerta. In ogni caso, sia che vogliate rivolgervi ad una web agency specializzata, sia che decidiate di fare tutto da voi, una minima conoscenza degli strumenti sarebbe opportuna, al fine di poter voi stessi controllare il vostro strumento di business tenendolo sempre funzionante e aggiornato. Ovviamente, per acquisire le basi dell’html, occorre avere delle basi anche nell’uso dei programmi con cui è possibile editare il linguaggio, e, in generale, un discreto uso del pc e delle sue più comuni applicazioni. Ci sono diversi corsi di web design che permettono di apprendere le basi della programmazione in html. Nei corsi potrete scoprire anche gli strumenti più potenti che vi permetteranno di modellare il vostro sito secondo il vostro gusto e le vostre esigenze. I software importanti per realizzare siti web permettono, anche a chi non ha grandi conoscenze di html, la creazione di siti internet semplici e funzionali. Molti di questi programmi includono dei modelli standard che si possono modificare e adattare alle proprie esigenze. In un primo tempo il linguaggio per la realizzazione di siti web può sembrare molto complesso, con un po’ di tempo e di pazienza potrete essere in grado di creare siti web più o meno complessi. L’esperienza vi permetterà col tempo di gestire al meglio il vostro sito web e di modellare il vostro strumento di business in tempo reale a seconda delle vostre esigenze.

No Comments
Comunicati

Garby Srl Si avvale della Consulenza di Web Marketing di Just Search Srl

  • By
  • 25 Giugno 2011

Just Search Italia

Garby Srl, azienda innovativa che opera nel settore della raccolta differenziata e smaltimento rifiuti, ha scelto Just Search come partner per lo sviluppo della propria visibilità sui motori di ricerca. Azienda con sede principale nel Regno Unito, opera anche in Svezia, Francia ed Irlanda ed appartiene al gruppo Getupdated Internet Marketing AB quotato al NASDAQ

“Garby è azienda di rilievo nel panorama delle realtà produttive impegnate alla raccolta differenziata dei rifiuti” ha dichiarato un porta voce di Just Search Italia che ha parlato dell’aziende e delle sue necessità di visibilità nei motori di ricerca:

“L’Aumento della visibilità nei motori di ricerca passa attraverso una strategia mista di rafforzamento delle presenza tra i risultati gratuiti dei motori di ricerca, l’uso di strumenti di search advertising come il PPC ed il content delivery per generare traffico di qualità nel sito (ed in ultima analisi richieste di potenziali Clienti) e rafforzare il brand dell’azienda”

“Come per tutti i Clienti Just Search Garby si avvarrà di un servizio Clienti ineccepibile e puntuale: Le tecniche utilizzate per Generare più traffico sono di ultima generazione ed il frutto di un intenso lavoro di ricerca e sviluppo di soluzioni per il Web Marketing capaci di raggiungere gli obiettivi richiesti dal Cliente”

“Just Search sa bene che ogni sito web ha una propria storia di vita vissuta: la visibilità in rete è la sintesi di azioni di marketing del passato a cui bisogna fare riferimento.”

No Comments
Comunicati

Promozione siti web: il web si tinge di ecommerce

Negli ultimi anni le abitudini degli internauti sono cambiate notevolmente. Ciò che è cambiato sostanzialmente è la predisposizione all’acquisto su internet. A rendere gli utenti più sensibili a comprare su internet è stato il mondo dell’online ticketing: biglietti aerei, ferroviari, marittimi e per eventi. Una vasta scelta di siti online con tantissime offerte e sistemi di pagamento facili e veloci ha reso l’acquisto su internet un’esperienza interattiva immediata e a costi molto contenuti. Fino a pochi anni fa la diffidenza delle persone, unita ad una sostanziale paura di frodi informatiche, rendevano l’acquisto online un processo molto temuto dalla maggioranza degli internauti che preferivano l’acquisto di persona o per corrispondenza. Fino a quando alcune aziende, soprattutto quelle del settore aereo, non si sono affacciate sul mercato con offerte low cost da prendere al volo e da acquistare solo online. Nasce una nuova era, quella dell’ecommerce 2.0, caratterizzato dalla strettissima interazione azienda-utente e da aggiornamenti e feedback in real-time. Oggi, per aziende che offrono servizi e vendono prodotti, l’espansione nel settore ecommerce è di fondamentale importanza per la longevità dell’azienda stessa.

Internet ha cambiato il volto del commercio. Sono ogni giorno di più i negozi che vendono online i loro prodotti a clienti, molto spesso, di ogni parte d’Italia e del mondo (i clienti non necessitano di una sede fisica del negozio e, soprattutto, tendono a risparmiare). Uno dei settori ecommerce più floridi è quello della vendita libri online (Amazon), che ogni anno conta milioni di euro fatturato, destinato a crescere e rafforzarsi. I punti forza dei sistemi ecommerce consiste nella capillarità dell’offerta e nei costi molto contenuti. Un sistema ecommerce ha bassi costi di gestione e questo permette di ottenere un costo finale del prodotto molto contenuto e competitivo. Sempre più persone scelgono i negozi online piuttosto che il negozio sotto casa proprio per risparmiare. Quindi essere su internet diventa sempre più indispensabile se si vuole evitare di essere schiacciati dall’elevata competitività di internet. La realizzazione di siti web ecommerce è un’operazione complessa, per via della complessità di organizzazione dei contenuti e dei sistemi di acquisto online.

Se non si possiedono le conoscenze giuste per la realizzazione di un sito web ecommerce sarebbe opportuno rivolgersi ad una web agency specializzata in realizzazione e promozione siti web che saprà proporvi le soluzioni migliori in funzione del vostro business. Ciò su cui occorre focalizzare la propria attenzione consiste nel rendere l’esperienza di navigazione del potenziale acquirente quanto più fluida e semplice possibile. Volendo fare una similitudine, la navigazione su un sito web ecommerce deve essere come andare a comprare una scatola di pelati al supermercato. L’utente entra, si dirige verso il settore di suo interesse e compra ciò che stava cercando. Su di un sito il tutto si traduce in una ottimale organizzazione dei prodotti e/o servizi, eventualmente catalogati per sezioni di appartenenza, e in un sistema di acquisto semplice e sicuro tramite carta di credito o circuito pay pal, sempre più diffuso. Sono questi gli elementi principali che permetteranno ad un sito ecommerce di acquisire stima e fiducia da parte degli utenti, condizione che garantirà longevità all’azienda e business nel periodo medio-lungo.

No Comments
Comunicati

Realizzare siti seo oriented per il successo su internet

Avere un sito web oggi non basta. Sono migliaia le pagine e i nuovi siti che ogni giorno vengono trovati dagli spider dei motori di ricerca e inseriti nei propri indici. I risultati dei motori di ricerca crescono esponenzialmente e per farsi trovare sul web solo il sito non è sufficiente. Diviene sempre più impellente l’esigenza, per piccole e grandi aziende, di acquisire traffico qualificato da internet al fine di consolidare il proprio brand e raggiungere potenziali clienti. Così molte aziende si rivolgo alle Seo Agency, ovvero agenzie che si occupano di search engine optimization, l’insieme delle tecniche per ottimizzare un sito web al fine di meglio posizionarlo sui motori di ricerca per keywords preventivamente stabilite.

I motori di ricerca scandagliano il web alla ricerca di nuove pagine o per aggiornare pagine già presenti nel proprio indice. Le pagine vengono archiviate e restituite all’utente in base alla chiave di ricerca digitata. Il processo di classificazione di queste pagine varia da motore a motore ed è strettamente connesso ad una serie di fattori che coinvolgono elementi on page e off page. Il compito di un seo è quello di ottimizzare il sito web al fine di rispettare i criteri di indicizzazione dei motori di ricerca e far ottenere al sito stesso un migliore posizionamento sui motori di ricerca per keyword specifiche. Pensiamo ad un’azienda non ancora conosciuta che vende prodotti tipici sia online che offline in un determinato paese. L’utente che desidera acquistare prodotti tipici cerca su internet e con molta probabilità si affiderà ai risultati della prima pagina, con meno probabilità alla seconda. Se il sito web dell’azienda in questione si trova in terza pagina non raggiungerà mai l’utente potenzialmente interessato ai suoi prodotti. I siti delle aziende che si trovano in prima pagina trarranno un grande beneficio dalla visibilità ottenuta grazie all’ottimizzazione, e potranno contare su un certo numero di contatti che, in parte, convertiranno in clienti. La scelta delle parole chiave è una fase molto delicata e racchiude il successo o l’insuccesso della campagna di promozione nel suo complesso.

La scelta delle keywords consta di due fasi: quantitativa e qualitativa. E’ questo un tipo di analisi che deve necessariamente essere affrontata da un consulente seo competente ed esperto che saprà estrapolare le keyword più rilevanti per il vostro online business e più efficaci in termini di conversioni. La keyword è il punto di contatto con l’utente, è il momento in cui si incontrano le reali esigenze del potenziale cliente che dovranno essere collegate a pagine costruite in maniera tale da soddisfare la ricerca effettuata e per fare in modo che la visita converta in una vendita. Anche la struttura del sito deve ovviamente rispettare determinati criteri che consistono nel convogliare le visite verso un percorso ben preciso, verso la conversione all’obiettivo finale. Per chi desidera consolidare il proprio online business, dunque, è indispensabile affidarsi a web e seo agency esperte in realizzazione siti web e promozione sui motori, che sappiano suggerirvi i giusti percorsi e che permetteranno alla vostra attività di raggiungere gli obiettivi prefissati.

No Comments
Comunicati

Ottimizzare un sito in ottica seo: i fattori più importanti

Ottenere un buon posizionamento sui motori di ricerca è alla base dell’online business. Ma per ottenere una buona posizione negli indici dei motori è necessario adottare determinati criteri. Moltissimi infatti sono i fattori che influenzano il posizionamento dei siti sui motori. Sostanzialmente si parla di due tipi di fattori: fattori on page e fattori off page.

I primi sono tutti quelli che comprendono l’ottimizzazione vera e propria del sito la to codice. I fattori off page, invece, riguardano tutto ciò che è al di fuori del sito stesso e comprendono l’insieme dei link in entrata, di diversa provenienza, siano essi da directory, blog o social network.

L’ottimizzazione di un sito è sicuramente il punto di partenza per tutti colo che si occupano di seo (search engine optimization). “Content is king” dicono gli americani. Un sito ricco di contenuti utili è un’arma sempre più spesso vincente sia in termini di posizionamento che di conversione agli obiettivi prefissati. Un sito ricco di contenuti ben fatti cattura l’interesse dell’utente che sarà motivato a continuare la visita del nostro sito. Ma per fare in modo che tutti questi contenuti intercettino il giusto traffico è sempre necessaria l’ottimizzazione.

Individuate le parole chiave più in target con ciò che trattate e basate l’ottimizzazione del vostro sito su di esse senza disperdere troppo in termini di tematicità.

Il title

L’elemento più importante in termini di ottimizzazione siti web è il tag title delle pagine. E’ importante in ottica seo e per il ctr delle nostre pagine. Poiché è la prima cosa che un utente guarda nei risultati di ricerca è opportuno elaborarlo con attenzione evitando ottimizzazioni al limite spesso inutili. 80 caratteri circa andranno bene e qui metteremo la nostra chiave principale, quella che vogliamo salti più all’occhio e attragga l’utente.

Meta Tag

Anche il tag description ha la sua importanza, non tanto in ottica seo quanto per mantenere alto il ctr negli indici dei risultati. Anche qui occorre essere sintetici. 160 a disposizione per dire agli utenti ciò che offriamo nella nostra pagina, senza essere fuorvianti e senza promettere cose non veritiere. Pena l’elevato rimbalzo dalle nostre pagine e quindi un vero e proprio fallimento del nostro lavoro seo.

Per quanto riguarda il tag keywords, invece, è giusto dire che motori di ricerca come Google non lo prendono più neanche in considerazione. Il nostro consiglio, comunque, è quello di inserire poche parole che ricorrono all’interno del testo della pagina ottimizzata.

Il contenuto

E’ l’elemento fondamentale e acquisisce sempre più importanza in ottica seo. Anni fa bastava semplicemente riempire il contenuto dei siti web con una certa percentuale di keywords. Gli algoritmi dei motori selezionavano i siti con la maggiore occorrenza di una determinata parola chiave e il gioco era fatto. Col tempo, i motori sono diventati sempre più sofisticati e tendono a fornire risultati utili all’esperienza dell’utente sul web. Così è diventato importante il tema trattato e non più la percentuale di keywords presenti. I motori cercano sul sito tante altre informazioni oltre alle semplici parole chiave. Analizzano il contesto. Le web agency esperte in realizzazione siti web e posizionamento lo sanno bene e si rivolgono sempre più all’utente e sempre meno al motore di ricerca, come è giusto che sia.

No Comments
Comunicati

Promozione e sviluppo siti web, turismo e conversioni

Studi recenti hanno evidenziato le difficoltà degli utenti durante il processo di prenotazione su siti turisti. Da questi studi si evince che solo il 60% degli utenti completa il processo di prenotazione online. Il restante 40% abbandona il processo non per il prezzo proposto, quanto per la difficoltà stessa legata alla fase di prenotazione stessa. Gli engine booking presenti sui siti, nella maggior parte dei casi danno problemi, compromettendo così la conversione finale con il relativo abbandono del sito web da parte dell’utente. E’ un dato sicuramente significativo. Lo è ancor di più se paragonato alla percentuale di investimento, da parte degli operatori turistici, nel settore del web marketing e in particolare sulle attività di posizionamento siti internet sui motori di ricerca. L’investimento sulle attività di promozione sui motori ri rivelano vincenti e ad alto ritorno sull’investimento stesso, ma è solo il primo fattore per l’effettivo successo del sito web. Solo la visibilità non basta infatti. Al fine di convertire con la più alta percentuale possibile è necessario che i contenuti siano chiari e soprattutto usabili. I problemi legati alle prenotazioni tramite search engine booking incidono molto sul processo di prenotazione ed è questo il problema che occorrerebbe risolvere prima di ogni altra cosa.

Solo il 5% del fatturato viene destinato dagli albergatori ai servizi seo, un dato allarmante che denota la scarsa conoscenza del web quale strumento di promozione. Così spesso capita che dopo anni di attivo molti operatori del settore accusano il colpo con un crollo delle prenotazioni. Le cause sono da imputarsi alla mancanza di uno degli elementi più importanti sopra descritti o, in numerosi casi, di tutt’e tre insieme.

Siti web graficamente belli spesso sono scarsamente visibili o riportano errori in fase di prenotazione. Siti graficamente non belli, ben posizionati e con un elevato numero di visite ma che non riescono a convertire. Sono due esempi di problematiche che si incontrano spesso e che denotano l’arretratezza del sistema di siti turistici presenti sul web.

Affidarsi oggi ad una web seo agency qualificata in ambito web marketing è un passo indispensabile per ottenere visibilità e un alta percentuale di conversione agli obiettivi. Occorre evitare di mettere il proprio sito web nelle mani di persone inesperte. Il rischi è quello di risparmiare in un primo momento e di perdere prenotazioni successivamente, vanificando l’investimento iniziale. Un’agenzia esperta in realizzazione siti web saprà consigliarvi la migliore soluzione al vostro business in termini di layout e di contenuti, per poi proporvi le migliori strategie di promozione sui motori di ricerca in target con i vostri reali obiettivi. Quest’ultima fase è quella in cui si individuano le parole chiave più consone alla reale offerta presente sul sito web, al fine di intercettare un’utenza che sia realmente interessata ai servizi proposti e per garantire un’elevata conversione agli obiettivi e un ritorno sull’investimento elevato.

No Comments
Comunicati

Webdesign e Posizionamento Siti Internet ad Udine By Laura Musig

Dalla registrazione di un dominio fino alla promozione sui social networks: il web come lo hai sempre immaginato.
Qual’è il tuo obbietttivo?

Presentarti
La registrazione di un dominio e la realizzazione del tuo primo sito internet aziendale sono i primi passi da compiere per fare il tuo ingresso sul web. Presenta la tua attività con un sito istuzionale a misura della tua azienda
Tenerti aggiornato
Stufo di avere un sito poco aggiornato o di dover contattare il programmatore per ogni semplice modifica? La scelta di un sito dinamico ti consentirà di mantenere autonomamente le tue pagine web.
Farti trovare
Il tuo sito è accattivante e ben strutturato, ed i tuoi prodotti adeguatamente presentati, ma non ricevi i riscontri desiderati dai tuoi utenti? Dona al tuo sito un migliore posizionamento sui motori di ricerca.
Ti sei ritrovato in una di queste esigenze?
Scopri in dettaglio i servizi offerti

– Registrazione Domini
Siti Web Aziendali: Un sito internet istituzionale per la tua azienda è la tua prima vetrina per presentare sul web la tua attività. Presenta i tuoi servizi e prodotti, la storia della tua azienda ed i contatti per farti trovare.
– Siti Web Dimanci: La scelta di un sito dinamico ti consentirà di mantenere autonomamente le tue pagine web.
Blog e Portali: Se sei un’associazione, una pro logo od un’associazione sportiva e desideri un sito con una valida piattaforma di comunicazione integrata un blog od un portale è la soluzione più adeguata.
– Posizionamento sui motori di ricerca: Pianificare una compagna di ottimizzazione SEO e posizionamento sui ti consentirà di aumentare le visite al tuo sito, farti trovare molto più facilmente su Google, rivolgerti ad un target selezionato di utenti.
– Promozione sui social networks: i social networks sono un validissimo strumento per migliorare la visibilità e la web reputation della vostra azienda on line.
Chi sono
Mi chiamo Laura e sono una web designer freelance ad Udine.
Opero dal 2004 nel campo del web design.
Oltre alla canonica realizzazione di siti internet statici e dinamici per aziende, privati o associazioni, nel corso degli anni mi sono lasciata conquistare dalla infinite possibilità e funzioni offerte da quelli che sono i CMS Open Source più popolari (WordPress e Joomla).
Sto inoltre dedicando un interesse via via crescente, verso quelle che sono le problematiche legate all’ottimizzazione ed al posizionamento dei siti web sui motori di ricerca al fine di offrire a coloro che mi scelgono come collaboratrice/partner un servizio ancora più completo che non si limiti alla semplice realizzazione di un sito internet ma che integri tutte quelle attività volte a garantirgli la massima visibilità sul web.

No Comments
Comunicati

Posizionamento siti e consulenza: saper scegliere

Raggiungere il target più interessato possibile ai servizi e prodotti offerti da una qualsiasi azienda è il primo obiettivo di ogni agenzia di marketing che si rispetti. L’obiettivo è quello di farsi trovare da persone realmente interessate a ciò che si offre e questo al fine di mantenere alti i livelli di conversione agli obiettivi. Sul web tutto questo si traduce in campagne di web marketing che utilizzano strumenti incisivi in grado di raggiungere concretamente un target specifico e di incontrare le reali esigenze di quest’ultimo. Il web è come un grande orecchio in gradi di percepire qualsiasi nelle tendenze e preferenze degli utenti abituali di internet. Le agenzie seo esperte in posizionamento siti internet lo sanno bene, sbagliare una campagna di search engine marketing può tradursi in un grande fallimento e in una perdita economica a volte considerevole.

Diventa indispensabile, dunque, per un consulente seo, azzeccare le parole chiave sulle quali focalizzare le campagne promozionali su internet. Nel momento in cui un utente cerca su internet qualcosa si visualizzano davanti ai suoi occhi risultati di ricerca attinenti e sarà l’utente poi a scegliere il risultato più vicino alle sue esigenze. E’ nel momento della scelta che si realizza il contatto tra l’utente, potenziale cliente, e l’azienda. Nell’ambito della consulenza seo nel settore turismo, ad esempio, l’interesse per internet e i portali turistici è talmente elevato da costituire, in termini di transazioni economiche, una grande fonte di guadagno per le aziende che operano nel settore: hotel, tour operators, network e agenzie. Anche in questo settore, anzi, soprattutto in questo settore, è indispensabile azzeccare in una campagna di posizionamento siti, le parole chiave adatte che descrivono in maniera sintetica i servizi e/o i prodotti dell’azienda. In questa scelta, spesso controproducente se effettuata da web agency inesperte, ricadono due tipologie di pensiero. La prima, di esperti che pensano di dare visibilità per keywords secche di un solo termine. La seconda, di sostenitori delle parole chiave composte da più termini, la long tail. Analizzando i volumi di ricerca di una parola singola rispetto ad una long tail risalta subito all’occhio la grande differenza in termini di traffico. Una parola chiave specifica in genere, identifica in sé un target ben specifico che si esprime in modo chiaro e inequivocabile. Mantenere un’alta conversione con un sito ben strutturato è fattibile laddove sia sempre una web agenzia seo esperta a seguire il tutto. Nel caso di un posizionamento sui motori con una parola chiave singola, invece, le probabilità di un fallimento aumentano notevolmente. Quante insidie dietro parole come hotel, b&b o agriturismo e altre del settore turismo. Chi cerca solo hotel potrebbe essere interessato alla tipologia in questione ma non alla zona in cui l’hotel è situato. Questo ovviamente, si tradurrebbe in un rimbalzo elevato o valori di conversione bassi. In sintesi, la ricerca spasmodica di traffico dovrebbe essere frenata e contenuta da una considerazione: sto offrendo ciò che gli utenti realmente potrebbero cercare? Basta rispondere a questa domanda per intraprendere la scelta più giusta e adeguata al vostro business sui motori di ricerca.

No Comments
Comunicati

Img Solutions: posizionamento e servizi web

IMG Solutions è una nuova realtà nell’ambito dei servizi web alle imprese con particolare attenzione al posizionamento sui motori di ricerca dei siti di hotel e strutture turistiche in genere.

Grazie ad un’esperienza pluriennale IMG Solutions è in grado di offrire ai propri partners un supporto valido per lo sviluppo dei propri progetti web, visto e considerato che avere una presenza su internet è oggi quanto mai fondamentale.

Partendo da questo principio i servizi offerti ai propri clienti sono i più diversi: si va dalla consulenza seo con progetti orientati al posizionamento sui motori di ricerca alla diffusione di comunicati stampa, passando anche per la produzione di contenuti per portali web sia di piccole che di medie dimensioni.

La garanzia di affidabilità e i successi raggiunti nel corso del 2010 hanno portato la Img Solutions ad allargare la propria base di clienti rinnovando la propria gamma di servizi e offrendo a tutti i nuovi clienti degli sconti di benvenuto.

Inoltre è stata introdotta la garanzia minima del risultato per i servizi di posizionamento sui motori di ricerca con la volontà di garantire ulteriormente la qualità della nostra gamma di proposte alle imprese.

Per maggiori informazioni è possibile contattare tramite i recapiti ufficiali disponibili sul sito web imgsolutions.net

No Comments
Comunicati

Il posizionamento sui motori di ricerca per il 2011: le novità dell’SMX

  • By
  • 4 Gennaio 2011

Sarà marzo il mese in cui si terrà SMX 2011, la conference dedicata al search marketing più attesa dell’anno. Search Marketing Expo anche quest’anno sarà l’occasione per i professionisti del settore per sviscerare i temi più caldi legati al marketing sui motori di ricerca, con alcuni dei più importanti nomi del web, a partire da Danny Sullivan (boss di Search Engine Land); le sessioni di studio saranno più di 60, dedicate agli argomenti che continuano ad andare per la maggiore: posizionamento sui motori di ricerca, pay per click e social marketing, ma con un occhio sempre più attento alle tematiche emergenti come il local search e il posizionamento mobile. Oltre all’aspetto formativo dell’evento, da non sottovalutare anche quello relazionale: SMX è da sempre un importante momento di networkingper tutti quanti operino nel mondo del web marketing e in particolare in quello dei motori di ricerca. A far da sponsor all’appuntamento, anche Bing, che dopo l’accordo con Yahoo! sta cercando di erodere ulteriori quote di mercato a Google.

Nella location del McEnry Convention Center di San Jose, quindi, si avrà modo di approfondire le tematiche più interessanti e attuali legate al Search Marketing, ma anche di stringere collaborazioni con altri esperti del proprio settore lavorativo o trovare contatti per competenze non possedute ma necessarie per portare a termine progetti più vasti e impegnativi.

Le date della conference sono 8 – 10 marzo: per tutti gli appassionati e i professionisti dei motori di ricerca, già sono state segnate in rosso sul calendario.

No Comments
Comunicati

Mediacy, nuova web agency a jesolo

Nata dalla passione e dalla acquisita professionalità nel settore di giovani ragazzi. Mediacy web agency, offre servizi e consulenza professionale per i vostri progetti: dalla realizzazione del sito web, alla promozione nei motori di ricerca, alle web application e mobile application. Tutto il nostro lavoro in ogni settore è finalizzato ad aumentare il vostro business.

Non avendo costi fissi di gestione e avvalendoci di tecnologie open source molto potenti valutiamo ogni progetto per il suo costo reale. I nostri prezzi quindi, risultano essere estremamente competitivi, senza compromettere la qualità del lavoro svolto.

Prendiamo in considerazione i reali interessi del cliente valorizzandone l’attività nel mondo del web, se sei un’azienda che guarda al futuro, non puoi sottrarti alle nuove tipologie di business.
Un sito internet rappresenta per un’azienda la sua vetrina nel mondo, e noi siamo in grado di offrire un prodotto professionale per battere la concorrenza.

Integriamo competenze strategiche di marketing on-line e competenze tecnologiche per garantire in maniera concreta vantaggi nella gestione delle relazioni sociali. Il web marketing si può definire come l’insieme delle attività di marketing dell’azienda che utilizza internet per studiare il mercato e massimizzare la propria visibilità in un settore ormai largamente diffuso, al fine di sviluppare i rapporti commerciali con i clienti. La nostra struttura è composta da un team dinamico di giovani professionisti del settore che si occuperanno di ogni aspetto del vostro sito. I siti che realizziamo seguono un’analisi dettagliata in accordo con il cliente e i suoi obiettivi e un ordine di progettazione complesso basato sulle nuove tecnologie della comunicazione. Offriamo il posizionamento avanzato con ranking nei pricipali motori di ricerca (google, bing, yahoo, virgilio, ask, …).

Il nostro obiettivo è quello di mettere in luce il vostro sito, garantendo servizi internet di alta qualità in modo trasparente e competitivo!

No Comments
Comunicati

Posizionamento su internet e Adwords: la scalata verso la vetta

E’ ormai da un po’ di tempo che gli indici dei risultati di Google hanno cambiato aspetto. Le mappe si sono aggiunte all’offerta delle informazioni elaborate a seguito della interrogazione dell’utente, alcuni siti in elenco hanno anche link aggiuntivi per migliorare la navigazione. Una situazione interessante per gli utenti di internet se non fosse per alcuni risultati che, col passare del tempo, hanno guadagnato molto spazio agli occhi degli internauti. Stiamo parlando dei risultati degli annunci sponsorizzati di Google che appaiono a rotazione accompagnandosi ai risultati definiti organici o puri dei motori di ricerca, quelli cioè che arrivano in vetta per attività seo, posizionamento siti internet.

A differenza di quest’ultimi gli annunci sponsorizzati appaiono in top list a seconda di quanto gli inserzionisti sono disposti a pagare per una determinata parola chiave. Se si è disposti a puntare più degli altri e se il proprio annuncio è performante in relazione ad alcuni criteri, l’area acquisita sarà la più ambita e cioè in cima ai risultati di Google, l’area col più alto rateo di click. Non a caso gli annunci di Adwords, prima di frequente solo sulla destra dei risultati organici, ora sono quasi sempre in cima a quei risultati che sono arrivati lì naturalmente o con il buon lavoro di un seo. L’introduzione delle mappe di Google, di grande aiuto per la ricerca di informazioni su internet, hanno però creato un vera e propria linea di separazione tra i risultati sponsorizzati e i risultati puri. Questa situazione ovviamente si è tradotta in aumento dei click verso gli annunci sponsorizzati, merito soprattutto della grande fiducia che gli utenti ormai hanno nei confronti di qualsiasi prodotto Google offra.

Chi attraverso agenzie specializzate in posizionamento siti internet ha raggiunto con il proprio sito posizioni elevate per keywords competitive sembra non poter mai arrivare a quella vetta assoluta in cui sventola fiera la bandiera di Adwords: chi è disposto a pagare di più per un click non necessariamente possiede siti che soddisfano realmente le reali esigenze dell’utente. Oltretutto gli utenti ormai si fidano di Google e anche gli annunci sponsorizzati vengono ritenuti validi e utili per la propria causa. Google ha negli anni fidelizzato in maniera capillare l’utenza di internet. Ha dato moltissimo in termini di servizi gratuiti di posta, di documenti e foto, di gestione dei siti web tramite un completo semplice e intuitivo pannello di controllo. Questo scenario, forse, in futuro cambierà pesantemente gli investimenti destinati alla promozione online. I seo, search engine optimization, acquisiranno un nuovo ruolo affiancandosi a figure sempre più richieste quali l’Adwords manager che muoverà investimenti e annunci sul target del momento. Se questa prospettiva diventerà concreta il tutto si trasformerà in una corsa al click ad ogni costo, una gara che avrà dei vincitori ma anche dei vinti, discriminando, di conseguenza, coloro che dispongono di meno risorse da investire.

No Comments