Archives

Comunicati

Da domenica on air la campagna televisiva per Facile.it il sito per confrontare assicurazioni, mutui, prestiti personali, conti correnti

Scegliere è facile. Questa la filosofia con cui si affaccia oggi sul mercato Facile.it, il comparatore che permette di mettere a confronto i preventivi di assicurazioni, mutui, prestiti personali, conti correnti e di deposito.

Trovare la migliore tariffa non è cosa da poco e molti sono convinti che, per riuscire in questo compito, servano dei veri e propri poteri magici. Eppure non è così.
Ironizzando su questo aspetto, Facile.it manda on air in contemporanea al suo lancio web uno spot televisivo 30” creato in collaborazione con l’agenzia Forchets (direttore creativo esecutivo Niccolò Brioschi) e la casa di produzione Cow&Boys intitolato proprio “Formula magica” (regista Riccardo Paoletti).

Grazie alla consapevolezza che con Facile.it anche i compiti apparentemente impossibili diventano facili, il protagonista dello spot, che su Facile.it ha trovato la migliore polizza auto per il suo profilo, riuscirà a destreggiarsi fra le difficoltà che ciascuno di noi incontra ogni giorno grazie alla formula magica: “Facile.it, Facile.it, Facile.it!”

Lo spot, girato a Milano, avrà i suoi primi passaggi Domenica 17 aprile alle 13.05 su Italia1 durante la trasmissione Studio Aperto e, sempre lo stesso giorno, alle 19.20, su Canale5 durante la trasmissione Chi vuol essere milionario? Sarà programmato, con alcuni intervalli, sulle reti Mediaset fino al prossimo maggio.

Facile.it rappresenta un’importante evoluzione nel mondo dei comparatori online italiani; non più un comparatore verticale, specializzato in un solo settore come quelli presenti oggi sul web nostrano, ma un vero e proprio portale orizzontale che racchiude in un’unica url (www.facile.it) la possibilità di sciogliere i dubbi legati alla scelta dell’offerta migliore nel momento in cui stiamo affrontando alcune delle spese più importanti della nostra vita (ad esempio la richiesta di un mutuo) o che, comunque, incidono maggiormente sul nostro budget personale (l’assicurazione auto, il conto corrente…).

La ricerca della migliore tariffa per vie tradizionali è un processo lungo e impegnativo in cui spesso prevale l’indecisione; Facile.it permette invece di raggiungere il risultato voluto evitando lo stress e risparmiando centinaia di euro.

Non si tratta di una magia, è tutto molto… Facile.

No Comments
Comunicati

La TRE cambia tariffe e abbonamenti e gli utenti si scoprono fregati.

7 Maggio 2010 – La storia è molto semplice: la Tre, azienda di telecomunicazione, prima avvia promozioni allettanti e poi – grazie anche a clausole piazzate e rimodulate ad hoc nei vari contratti – cambia senza alcuna trasparenza migliaia di abbonamenti migrandoli su piani tariffari costosissimi. Questo è successo negli ultimi 10 giorni, a partire dal 26 aprile 2010, a tanti utenti che si sono visti modificare il proprio abbonamento in TUA9. Giusto per darvi un’idea: un’oretta di internet con questo piano tariffario può superare i 300 euro, a seconda del traffico dati effettuato. E’ come mangiarsi una pizza margherita sempre nello stesso locale e pagarla 5 euro e ritrovarsi la sera successiva a pagarne 350 euro…
Uno zelante operatore della TRE potrà dire che l’utente è stato avvisato. Si, è vero, si dice che abbiano mandato degli SMS per avvisare gli utenti del cambio piano. Ed allora come mai un cittadino è costretto a comunicare con le aziende tramite fax, raccomandate e carte bollate mentre una multinazionale può indebitarci con un cambio piano telefonico ipercostoso comunicando la variazione tramite un SMS? Si, solo uno o due SMS e nulla più.
Ma facciamo un altro passo: perché all’utente gli viene cambiato il piano? Le striminzite comunicazioni in 160 caratteri non offrono spiegazioni; solo a variazione avvenuta si riesce a scoprire che non si sono rispettate tutte le regole in entrate ed uscita delle telefonate previste dal contratto. Ok, potrebbe essere anche un’affermazione giusta… però bisogna comunicarlo al consumatore, spiegargli almeno il motivo del cambio piano abbonamento. Molti cittadini sono stati fregati in questo modo, indebitandosi anche di 400 euro in un solo giorno. Il motivo di questo articolo/sfogo non è quello di spiegare come stanno le cose, ma di virilizzare la notizia e sperare che l’azienda TRE riceva una cattiva pubblicità. Poi ogni consumatore nelle sedi appropriate e con i giusti strumenti riuscirà a far valere e chiarire le proprie ragioni. Quello che proviamo a fare adesso, con questo flusso di coscienza, è solo una piccola dimostrazione della democraticità del web, nella speranza che la Tre perda un po’ di clienti.7 Maggio 2010 – La storia è molto semplice: la Tre, azienda di telecomunicazione, prima avvia promozioni allettanti e poi – grazie anche a clausole piazzate e rimodulate ad hoc nei vari contratti – cambia senza alcuna trasparenza migliaia di abbonamenti migrandoli su piani tariffari costosissimi. Questo è successo negli ultimi 10 giorni, a partire dal 26 aprile 2010, a tanti utenti che si sono visti modificare il proprio abbonamento in TUA9. Giusto per darvi un’idea: un’oretta di internet con questo piano tariffario può superare i 300 euro, a seconda del traffico dati effettuato. E’ come mangiarsi una pizza margherita sempre nello stesso locale e pagarla 5 euro e ritrovarsi la sera successiva a pagarne 350 euro…
Uno zelante operatore della TRE potrà dire che l’utente è stato avvisato. Si, è vero, si dice che abbiano mandato degli SMS per avvisare gli utenti del cambio piano. Ed allora come mai un cittadino è costretto a comunicare con le aziende tramite fax, raccomandate e carte bollate mentre una multinazionale può indebitarci con un cambio piano telefonico ipercostoso comunicando la variazione tramite un SMS? Si, solo uno o due SMS e nulla più.
Ma facciamo un altro passo: perché all’utente gli viene cambiato il piano? Le striminzite comunicazioni in 160 caratteri non offrono spiegazioni; solo a variazione avvenuta si riesce a scoprire che non si sono rispettate tutte le regole in entrate ed uscita delle telefonate previste dal contratto. Ok, potrebbe essere anche un’affermazione giusta… però bisogna comunicarlo al consumatore, spiegargli almeno il motivo del cambio piano abbonamento. Molti cittadini sono stati fregati in questo modo, indebitandosi anche di 400 euro in un solo giorno. Il motivo di questo articolo/sfogo non è quello di spiegare come stanno le cose, ma di viralizzare la notizia e sperare che l’azienda TRE riceva una cattiva pubblicità. Poi ogni consumatore nelle sedi appropriate e con i giusti strumenti riuscirà a far valere e chiarire le proprie ragioni. Quello che proviamo a fare adesso, con questo flusso di coscienza, è solo una piccola dimostrazione della democraticità del web, nella speranza che la Tre perda un po’ di clienti.

No Comments
Comunicati

Confronto Offerte DUAL FUEL energia e gas: SosTariffe.it

Il 2010 inizia con un incremento del 2.8% sulle tariffe del gas, a causa dell’aumento internazionale degli idrocarburi. Fortunatamente, a seguito della liberalizzazione del mercato dell’energia elettrica e del gas è ancora possibile risparmiare sulla bolletta, passando ad un fornitore sul libero mercato.

SosTariffe.it è il sito Italiano più autorevole, completo e sicuro che consente il confronto delle offerte dual fuel di energia e gas:  il servizio di comparazione tariffe Dual Fuel (Energia Elettrica Gas) permette, attraverso poche semplici domande, di individuare il fornitore più conveniente sul libero mercato. SosTariffe.it ha da oggi introdotto nuove importanti funzionalità per il confronto di tariffe di gas, elettricità e offerte dual fuel.

La caratteristica più importante di questo comparatore è che non effettua solo il confronto delle tariffe dual fuel, appartenenti a un unico fornitore, ma anche della combinazione di offerte, energia e gas, di fornitori differenti. Infatti, le offerte Dual Fuel appartenenti ai singoli operatori non sono mai più convenienti della combinazione di tariffe energia e gas appartenenti a fornitori differenti.

L’obiettivo è rendere il servizio di comparazione delle tariffe per l’energia semplice e accessibile a tutti. L’entità del risparmio raggiungibile dipende principalmente dal consumo annuo in m³ e Kilowatt-ora, dalla città in cui è attivo il contratto e può arrivare a superare anche i 250 €.

I risultati sono ordinati per prezzo a partire dall’offerta più conveniente ed è sempre indicato il risparmio o il sovrapprezzo che si ottiene rispetto alla tariffa a maggior tutela. Quest’ultima è la tariffa che tutti coloro che non sono passati al mercato della libera concorrenza hanno sempre avuto. In questo modo si ha subito la percezione della convenienza nel cambiare fornitore o meno.

Nella scheda dettagli, per ogni tariffa, sono indicate tutte le componenti di prezzo: servizi di vendita, servizi di rete, oneri generali, imposte e sconti permanenti.

Il calcolo è assolutamente imparziale e trasparente e, come per gli altri servizi, tiene in considerazione anche le promozioni attive in un dato periodo. L’obiettivo di SosTariffe.it è di aiutare i consumatori nella scelta della tariffa e del fornitore più indicati alle proprie esigenze.

No Comments