Archives

Comunicati

Come scegliere un condizionatore

Come scegliere un condizionatore

Un climatizzatore è un apparecchio molto utile, principalmente nei periodi di gran caldo.
Difatti la sua funzione è quella di portare nella tua dimora un piacevolissimo fresco, migliorando notevolmente le torride giornate estive.
Qui di seguito troverai tutte le indicazioni più importanti per riuscire a scegliere il modello migliore, oltre alla tipologia maggiormente idonea per le tue esigenze personali.

Prima di iniziare è importante sapere che per il montaggio del climatizzatore esistono diversi servizi che se ne occupano e uno di questi è proprio quello di Installazione Condizionatori Roma, presente da tempo nella capitale.

Come scegliere il condizionatore migliore

La scelta di un climatizzatore risulta sempre essere soggettiva e personale, ma è fondamentale attenersi a determinate pecularità prima di acquistarlo, proprio per poter fare la scelta migliore e pe rimanere soddisfatto dell’acquisto effettuato.
La tipologia è una delle caratteristiche essenziali che bisogna considerare. Un apparecchio con un prezzo contenuto dovrà basarsi sempre sulla massima potenza, per poter ottenere la giusta temperatura. Quindi la temperatura ambientale si andrà a regolare mediante l’aiuto del compressore.

Invece il climatizzatore ideale usa una specifica tecnica definita “inverter“. Tale tecnologia consente di regolare la potenza basandosi sul tipo di temperatura che si è rilevato. Conseguentemente il condizionatore non lavorerà sempre al massimo, ma in compenso avrai modo di risparmiare sul lato economico.
La prestanza e l’efficienza di questo macchinario costituisce un altro aspetto essenziale che bisogna considerare prima dell’acquisto. Per poterti regolare nel migliore dei modi, dovrai sempre tener presente che ovviamente più ampia è la stanza da rinfrescare, maggiore dovrà essere la potenza del condizionatore.
La targhetta situata sui condizionatori può mostrare tramite una lettera la sua potenza energetica. Quella migliore in assoluto è certamente la tipologia “A+++“, mentre la meno valida è la “D“.

I climatizzatori che dispongono di una pompa di calore e che vengono usati pure per l’emissione di aria calda, solitamente riportano un paio di didascalie. Ad esempio “SEER” corrisponde alla classe energetica attinente il raffreddamento. Invece “SCOOP” riguarda quella del riscaldamento.
Il rumore è un altro aspetto importante da valutare, considerando che molti split provocano una gran rumorosità nel momento in cui sono alla massima potenza.
Quindi risulta fondamentale scegliere una tipologia silenziosa e, per far questo, si devono controllare le etichette energetiche che riportano scritto il tipo di rumorosità tramite i decibel.

I migliori split dei climatizzatori dispongono di un metodo di filtraggio al plasma. Questo genere di filtro riesce a togliere quasi tutti gli allergeni. Ci sono i modelli con un tipo di filtro a “ione” d’argento che è lo stesso ottimo.
I filtri si devono cambiare periodicamente, solitamente necessita sostituirli una volta all’anno.
I condizionatori più d’avanguardia si possono comandare a distanza mediante delle specifiche applicazioni. Ciò si può concretizzare grazie al supporto wi-fi che consente di collegarsi alla rete di casa e dirigerli a distanza.

 

Condizionatore fisso o portatile

Una peculiarità dei condizionatori da tener ben presente è che sono molto più silenziosi rispetto ai modelli portatili, oltre ad avere una riuscita superiore. Però si potrà usare soltanto nell’ambiente in cui vorrai installarlo. Inoltre il portatile certamente è meno costoso del climatizzatore, ma ha un’efficacia indubbiamente inferiore rispetto al condizionatore.
Pertanto è importante valutare bene tutti gli aspetti e le caratteristiche dei climatizzatori, in modo tale da saper optare per la versione migliore per le tue esigenze personali.
Così avrai l’opportunità di passare dei freschi e rilassanti momenti di relax nella tua casa, per via dei benefici che potrai usufruire col supporto di un buon condizionatore efficace e di qualità eccellente.

No Comments
Comunicati Scienza e Tecnologia Senza categoria

IDEMA sensibilizza i professionisti della climatizzazione al RAEE

IDEMA Clima, azienda italiana leader nelle soluzioni per la climatizzazione, sta promuovendo, in collaborazione con il consorzio Ecoped/Ridomus, un’attività di sensibilizzazione nei confronti degli obblighi imposti dalla normativa RAEE rivolta a professionisti del settore quali installatori, centri assistenza tecnica, distributori e manutentori di impianti di climatizzazione.

In particolar modo, IDEMA offre alla propria clientela un accesso prioritario, esclusivo e conveniente a tutti i vantaggi offerti da EasyRAEE, il servizio che permette di adempiere in maniera conveniente e semplificata a tutti gli obblighi imposti dalla normativa “UNO CONTRO UNO” (D.M. 65/2010).

Grazie a questa attività, IDEMA si schiera ancor di più dalla parte della tutela ambientale, offrendo ai propri clienti l’opportunità di accedere ad una gestione facilitata degli adempimenti RAEE, grazie a tre esclusivi servizi: “EasyRAEE Albo”, che permette di ottenere (o modificare/aggiornare) in modo veloce, sicuro e facilitato, l’iscrizione all’Albo Nazionale Gestori Ambientali (A.N.G.A), “EasyRAEE Registri”, che consente una gestione corretta e automatizzata di tutti gli obblighi di tracciabilità imposti dalla normativa RAEE, e “EasyRAEE Ritiri”, dedicato al prelievo e allo smaltimento dei RAEE, realizzato tramite mezzi idonei per il trasporto di questi ultimi verso gli impianti di trattamento autorizzati.

Per ricevere maggiori informazioni e godere di esclusivi vantaggi sull’acquisto di EasyRAEE, è sufficiente visitare il sito www.easyraee.it/servizi/distributori-cat-installatori/#offertaeasyraee, telefonare al numero 800.151.188, o scrivere un’e-mail a [email protected].

Idema Clima S.r.l. – Strada Statale dei Giovi 31, 22070 Vertemate con Minoprio (CO) – Tel: +39 031 887197 – Fax: +39 031 887012 – E-mail: [email protected] – www.idemaclima.com

No Comments
Salute e Benessere

Estate, come impostare il condizionatore a deumidificatore

Il deumidificatore è una funzione del condizionatore molto interessante e spesso trascurata, utilissima soprattutto di notte. In estate, si sa, il caldo attanaglia e si cerca di trovare refrigerio negli ambienti dove c’è aria condizionata, ma non sempre le impostazioni sono “sane” e prendere un vero colpo di freddo in piena estate è un rischio abbastanza comune.

I vantaggi del deumidificatore

Il deumidificatore agisce non sull’abbassamento diretto della temperatura mediante l’aria fredda, ma “assorbendo” l’umidità in eccesso nell’aria: in questo modo, la temperatura ambientale si abbassa ed il caldo si smorza.

Tale processo è utile soprattutto di notte, magari in camera da letto, così da creare un ambiente fresco e piacevole, dove si riesca a dormire senza problemi. Ricordiamo che la temperatura ideale del climatizzatore in camera da letto e nel resto della casa deve essere di 3-4 gradi inferiore rispetto alla temperatura esterna.

Impostazioni climatizzatore a deumidificatore

Partendo dal presupposto che ogni apparecchio ha una sua specifica modalità d’uso, in genere l’icona che contraddistingue il deumidificatore è quella caratterizzata da una o più gocce d’acqua.

È importante far riferimento al libretto d’istruzione dell’apparecchio e ricordare che la modalità d’uso non va mai cambiata quando la macchina è in funzione, ma da spenta.

Si ringrazia per la consulenza tecnica lo staff del centro assistenza caldaie Ferroli di Roma, Domus Caldaie Ferroli.

No Comments
Comunicati

Energie a confronto come riscaldare la nostra Casa

Energie a confronto come riscaldare la nostra Casa

Energie a confronto come riscaldare la nostra Casa. Questa è una delle domande che più spesso ci sentiamo porre da i nostri clienti che visitano il nostro punto vendita di Ladispoli in provincia di Roma.

La prima considerazione da fare è:

“Quanto consuma la mia casa? Di quanto “calore” ha bisogno la mia casa per essere riscaldata nel periodo invernale?”

In altre parole la Nostra casa è ben isolata termicamente ? è in grado di conservare al suo interno il calore che le forniamo ? il calore che immettiamo  viene disperso ?
Questa considerazione è fondamentale in quanto più la nostra abitazione disperde calore più energia ci occorre per riscaldare la Nostra abitazione.

Fatta questa considerazione vediamo se c’è un modo per determinare una graduatoria di “convenienza” tra alcune delle fonti energetiche più facilmente reperibili nel Nostro mercato. In particolare esamineremo qui le seguenti tipologie

1) Energia Elettrica
2) GPL
3) Metano
4) Pellet
5) Legna

1) L’energia elettrica.

Bene esistono principalmente 2 metodi per riscaldare la casa con l’energia elettrica. Il primo mediante una stufa elettrica tradizionale, il secondo tramite le pompe di calore. 
La Stufa Elettrica

Consideriamo che la nostra stufa abbia un rendimento del 95%. Assumiamo che il costo della corrente elettrica sia di 21 centesi di € al kW.

Allora il costo di 1 kW termico sarà:
€ kw termico=  Costo Energia Elettrica 0,21 [€/kW] / Rendimento stufa 0,95 [95%] = 0,2211 [€/kW]

(Annotiamo tale valore evidenziato che riporteremo in seguito in una tabella riepilogativa)

Ciò significa che per ogni kW termico di cui la Nostra abitazione ha bisogno per il riscaldamento invernale, dobbiamo spendere 22,11 centesimi di €.

Per riprendere la Nostra considerazione sul fabbisogno energetico della nostra casa, possiamo pensare che le case costruite in Italia negli anni 70-80…90 e fino al 2000, hanno bisogno di circa 120 W termici / metro quadrato . Se abbiamo una superficie di 100 mq, avremo bisogno di 120 x 100 = 12.000 W termici= 12 kW termici. Visto che la nostra stufetta elettrica ha un rendimento del 95%, che significa che per ogni 100 W elettrici ne otteniamo 95 W termici, per ottenere 10 kW termici abbiamo bisogno di :

Energie a confronto come riscaldare la nostra Casa

12 kW termici / 0,95 [95%] = 12,63 Kw elettrici !!!

Improponibile !!!!

In Italia la fornitura massima per civile abitazione è di 6 kW, mentre la maggior parte delle famiglie hanno un contatore da 3 kW. Per cui è impossibile pensare di riscaldare una casa da 100 mq. con delle stufe elettriche!!!

E se al posto della stufetta elettrica utilizzassimo una pompa di calore?

rhoss

Ipotizzando di avere una pompa di calore di medie caratteristiche con “Coefficiente di prestazioni” (in inglese COP) pari a 4 (oggi ci sono in commercio anche pompe di calore che superano questo coefficiente per esempio Electa Thaiy by Rhoss ) per cui per ogni kW elettrico ne otteniamo 4 kW termici. Allora per ottenere i sopracitati 12 kW termici avremmo bisogno di:

12 kW termici

__________________ = 3 kW elettrici !!!!!

       4

Ecco allora che utilizzando una pompa di calore, risulta possibile riscaldare una casa anche non perfettamente coibentata termicamente anche in classi energetiche degli edifici come la D e la E.

E per quanto riguarda i costi di gestione di una pompa di calore?

Pensando di avere sempre un COP = 4 e che come sopra il costo della corrente elettrica sia di 21 centesi di € al kW,
€ kw termico=   Costo Energia Elettrico 0,21 [€k/W] / Rendimento pompa di calore 4 = 0,053 [€/kW]

Anche qui annotiamo il nostro valore evidenziato, per inserirlo nella tabella riepilogativa finale.

Balza subito agli occhi che scaldare la casa del nostro esempio con una stufetta elettrica ( 0,221 €/kW termico) costa 4 volte di più ( 0,053 €/kW termico) che non utilizzando una pompa di calore!

2)  GPL

Poniamo come ipotesi che il costo del GPL sia di 1,10 €/l e di avere una caldaia a GPL a condensazione con rendimento pari a 95%.

E’ noto che il potere calorico del GPL è di 6.070 kCal per litro.

Inoltre 1 kCal è pari a 0,001163 kW.

Allora possiamo iniziare a convertire il potere calorico del GPL da kCal a kW.

Potere calorico [Kw/L] = Potere calorico [6.070 kCal/L]  X  [0.001163 kcal/kW] =   7,06 kW/L

Quanto ci costa un kW termico con il GPL?

Se 1 litro di GPL costa 1,1 € e con 1 litro otteniamo 7,06 kW allora basterà fare:

Costo kW termico con il GPL =  1,1  [€/L]  /  7 ,04 [kW/L]     =    0,1562  [ € / kW ]

Ora poichè abbiamo ipotizzato che la nostra caldaia abbia un rendimento del 95% avremo

Costo kW termico con Caldaia a GPL =     0,1562  [ € / kW]    /    0,95 [95%]     =    0,1644 [ €/ kW ]

Ciò significa che per scaldarci con il GPL occorrono 0,1644 € per ogni kW termico di cui abbiamo bisogno

3) Metano

CityPlusHEItalthermgplemetano

Poniamo come ipotesi che il costo del Metano sia di 1,00 €/mc. e di avere una caldaia a metano a condensazione con rendimento pari a 95%.

E’ noto che il potere calorico del Metano è di 8.500 kCal per mc. (metrocubo)

Inoltre 1 kCal è pari a 0,001163 kW.

Allora possiamo iniziare a convertire il potere calorico del metano da kCal a kW.

Potere calorico [Kw/mc.] = Potere calorico [8.500 kcal/mc.]  X  [0.001163 kcal/kW] =   9,89 kW/mc.

Quanto ci costa un kW termico con il Metano ?

Se 1 mc. di Metano costa 1,00 € e con 1 mc. otteniamo 9,89 kW allora basterà fare:

Costo kW termico con il Metano =   1,00  [€/mc]    / 9,89 [kW/mc.]   =    0,1011  [ € / kW ]

Ora poichè abbiamo ipotizzato che la nostra caldaia abbia un rendimento del 95% avremo

Costo kW termico con Caldaia a Metano =    0,1011 [€/kW] / 0,95 [95%]    =    0,1064 [ €/ kW ]

Ciò significa che per scaldarci con il Metano occorrono 0,1064 € per ogni kW termico di cui abbiamo bisogno

4) Pellet

pellet

Poniamo come ipotesi che il costo del Pellet sia di 0,33 €/kg. e di avere una stufa a pellet con rendimento pari a 85%.

E’ noto che il potere calorico del Pellet è di 4.500 kCal per kg.

Inoltre 1 kCal è pari a 0,001163 kW.

Allora possiamo iniziare a convertire il potere calorico del Pellet da kCal a kW.

Potere calorico [Kw/kg] = Potere calorico [4.500 kcal/kg]  X  [0.001163 kcal/kW] =   5,23 kW/kg.

Quanto ci costa un kW termico con il Pellet ?

Se 1 kg. di Pellet costa 0,33 € e con 1 kg. otteniamo 5,23 kW allora basterà fare:

Costo kW termico con il Metano =   0,33 [€/mc]    / 5,23 [kW/mc.]   =    0,063  [ € / kW ]

Ora poichè abbiamo ipotizzato che la nostra caldaia abbia un rendimento del 85% avremo

Costo kW termico con Caldaia a Pellet =    0,063 [€/kW] / 0,85 [85%]    =    0,074 [ €/ kW ]

Ciò significa che per scaldarci con il Pellet occorrono 0,74 € per ogni kW termico di cui abbiamo bisogno

5) Legna

legna

Poniamo come ipotesi che il costo della Legna sia di 0,15 €/kg. e di avere una stufa a Legna con rendimento pari a 80%.

E’ noto che il potere calorico del Pellet è di 3.500 kCal per kg.

Inoltre 1 kCal è pari a 0,001163 kW.

Allora possiamo iniziare a convertire il potere calorico del Pellet da kCal a kW.

Potere calorico [Kw/kg] = Potere calorico [3.500 kcal/kg]  X  [0.001163 kcal/kW] =   4,07 kW/kg.

Quanto ci costa un kW termico con la Legna ?

Se 1 kg. di Legna costa 0,15 € e con 1 kg. otteniamo 4,07 kW allora basterà fare:

Costo kW termico con la Legna =   0,15 [€/mc]    / 4,07 [kW/mc.]   =    0,037  [ € / kW ]

Ora poichè abbiamo ipotizzato che la nostra caldaia abbia un rendimento del 85% avremo

Costo kW termico con Caldaia a Legna =    0,037 [€/kW] / 0,80 [80%]    =    0,046 [ €/ kW ]

Ciò significa che per scaldarci con la Legna occorrono 0,46 € per ogni kW termico di cui abbiamo bisogno

Riepilogo

Stufetta Elettrica € 0,2211 per ogni kW termico

Caldaia a GPL € 0,1644 per ogni kW termico

Caldaia a Metano € 0,1064 per ogni kW termico

Caldaia a Pellet  € 0,074 per ogni kW termico

Pompa di Calore € 0,053 per ogni kW termico

Caldaia a Legna € 0,046 per ogni kW termico

Considerazioni finali

Secondo la tabella  oggi ancora converrebbe la legna e la clientela è convinta che il pellet sia il massimo in convenienza ma secondo il mio modestissimo parere la gara la vince la pompa di calore e di gran lunga specialmente se state in procinto di ristrutturare il vostro impianto termico e quindi avete la possibilità di realizzare un impianto radiante a bassa temperatura sia a pavimento o a soffitto o semplicemente a ventilconvettori , in questo caso con la pompa di calore avete la possibilità di produrre caldo freddo e acqua sanitaria mentre con gli altri sistemi al massimo riscaldamento ed acqua sanitaria ( e per la climatizzazione estiva dobbiamo comprare e farci installare degli split) , ma cosa molto importante è  avrete voglia e tempo di andare a comprare il pellet o la legna ? caricarlo sulla macchina, portarlo a casa, scaricarlo in un deposito (sperando di avere lo spazio dove conservarlo) e, all’occorrenza, portarlo su e caricare la stufa;  pulire la stufa dalla cenere, accertarmi che la combustione sia efficace, controllare che il sistema di evacuazione fumi si efficace ed efficiente secondo le ultime normative…..

Bisogna sfatare anche il mito del costo elevato per la realizzazione di un impianto a pompa di calore poiché il denaro speso in più inizialmente ci tornerà indietro con il risparmio energetico senza considerare gli attuali sgravi fiscale e la possibilità di aderire alla tariffa sperimentale D1 per chi installa pompe di calore come climatizzazione principale della propria abitazione.

Questo articolo comunque non vuole assolutamente screditare i sistemi a biomassa è solamente una riflessione ed una ricerca su altri sistemi disponibili in commercio che secondo il mio modestissimo parere oltre ad essere sicuramente più economici creano molti meno problemi sulla loro gestione rendendo la nostra abitazione sicuramente molto più confortevole ed accogliente in tutte le stagioni dell’anno.

Se sei interessato ad un preventivo o ad una consulenza gratuita non esitare a contattarci al 069948322 o 3275516502 o via mail a [email protected] , [email protected] , siamo sempre disponibili a rispondere alle tue domande ed a proporti la giusta soluzione per la tua casa.

No Comments
Comunicati

Osservatorio 7pixel: Samsung trascina l’avanzata dei televisori 3D

7Pixel ha stilato la classifica delle marche, dei modelli e delle tecnologie di televisori più ricercati online sui siti Trovaprezzi e Shoppydoo da giugno 2010 a maggio 2011 su un campione di circa 6 milioni di ricerche

– La quota dei televisori 3D in un anno è quasi decuplicata: dal 4,46% sul totale delle tv vendute online del maggio 2010 (mese di esordio di questa tecnologia sul canale online) al 42,47% di maggio 2011.

– La tv a Led, sia 3D sia tradizionale si è ormai affermata come standard di riferimento del settore: più del 60% di quelle vendute online utilizza pannelli di questo tipo; seguono, in ordine decrescente di popolarità, Lcd, plasma e Oled.

– Nel periodo di riferimento crescono le ricerche di tv con dimensioni uguali o superiori ai 37 pollici; ad esempio a maggio 2011 le ricerche di schermi di dimensioni superiori ai 42 pollici stabiliscono il proprio record storico con il 30,20%.

– Samsung è leader indiscusso con una quota media nel periodo di riferimento che supera il 44% delle preferenze: tra i dieci modelli più popolari di ogni mese mediamente otto sono della casa coreana.

29 giugno 2011 – 7Pixel ha realizzato attraverso il suo Osservatorio una nuova analisi degli interessi e delle tendenze di acquisto online sul mercato dei televisori nel periodo giugno 2010 – maggio 2011.

La ricerca è stata effettuata su un campione di circa 6 milioni di ricerche fatte da utenti dei siti appartenenti al gruppo 7Pixel, Trovaprezzi.it e Shoppydoo.it che ogni mese raccolgono circa 6,2 milioni di visite.

Secondo i dati dell’Osservatorio, negli ultimi dodici mesi, in media i cinque brand più popolari si sono spartiti circa l’85% delle ricerche complessive (media 85,89%) e i primi dieci una media del 96,42%. Il dato è ancora più significativo se rapportato al fatto che ogni mese sono presenti offerte di tv da parte di circa 60 brand diversi.

Samsung trascina il mercato dei televisori e della tecnologia 3D, coprendo da sola una quota media del 44,21% con punte di oltre il 50%.

Seconda per tutto il periodo, LG segue a lunga distanza Samsung con il 15,29% della quota di mercato online e un andamento piuttosto stabile nei mesi in esame, a parte aprile e maggio quando la sua quota si contrae rispettivamente al 13,63% e all’11,81%. Il terzo posto è di Sony (media 10,65% delle preferenze) fino a febbraio 2011 con una media dell’11,48%. Cala leggermente da marzo 2011 in poi ed esce dal podio.

Al quarto posto Philips (7,93% di media e come miglior piazzamento mensile un terzo posto a marzo 2011), Sharp (7,31% di media, miglior piazzamento mensile tre quarti posti) e Panasonic (6,95% di media con un trend in crescita).

Nella classifica dei dieci modelli più ricercati in tutto il periodo di riferimento i Samsung sono sempre almeno sei; a ottobre 2010 e ad aprile e maggio 2011 nove modelli su dieci sono della casa coreana. Il predominio Samsung è così marcato che, a parte l’eccezione di giugno 2010, in ogni singola top ten mensile piazza sempre i propri modelli almeno ai primi cinque posti.

Per quanto riguarda le preferenze degli utenti rispetto alle dimensioni degli schermi, si possono evidenziare degli aspetti interessanti: il picco di richieste si colloca nella fascia compresa tra i 37 e 42 pollici con una media del 31,06% sul periodo in esame. La conferma della popolarità dello schermo di grandi dimensioni arriva anche dall’analisi della seconda fascia più popolare, quella dei tv con diagonale oltre i 42 pollici, che presenta nel periodo una media del 27,22%.

In riferimento alle ricerche in base alle classi di prezzo (per intervalli di 500 euro) si può apprezzare come la fascia di prezzo preferita degli ultimi dodici mesi, nelle tendenze di acquisto online, sia stata quella compresa tra i 500 e i 999 euro con una media del 36,34%. Segue a brevissima distanza la fascia di prezzo più bassa, quella compresa tra 0 e 499 euro con una media del 34,69% delle preferenze. L’andamento della somma di queste fasce di prezzo, quella dei televisori che costano meno di 1.000 euro, è abbastanza costante nell’anno con una media del 71,03%.

Guardando alla fascia opposta, quella dei tv che costano più di 2.000 euro, si può notare come la quota rimanga più o meno stabile da giugno 2010 a maggio 2011 (media 5,74%): tra giugno e ottobre è sempre superiore al 6% per poi, da novembre in avanti, calare in modo lento ma costante (minimo 4,52% di marzo 2011) fino alla ripresa di aprile (5,77%) e maggio (5,96%), mesi in cui si riporta vicina al 6%

Per quello che riguarda la tipologia di pannello, la tv a Led, sia 3D sia tradizionale si è ormai affermata come standard di riferimento di settore: più del 60% (63,80% a maggio 2011) delle tv vendute online utilizza pannelli di questo tipo; seguono, in ordine decrescente di popolarità, Lcd , Plasma e Oled.

Le tv Lcd, che a maggio 2010 totalizzavano una quota del 49,14% sulle ricerche totali, a maggio 2011 è più che dimezzata attestandosi al 21,30% e con una quota di tv 3D, in questo mese, del 2,09% sul totale dei modelli venduti. Questo ultimo dato è significativo poiché mostra come Lcd sia una tecnologia in chiara difficoltà, soprattutto per quello che riguarda le tv di nuova generazione, ed è prevedibile, nel futuro, una sua ulteriore contrazione fino alla probabile dismissione o al suo definitivo confinamento alle tv a basso costo.

La quota dei tv al Plasma sul totale si è mantenuta costante nei dodici mesi passati (11,98% di media con limitate oscillazioni mensili) riuscendo a scavarsi una nicchia significativa anche tra i tv 3D: a maggio 2011 per la prima volta si sono venduti più modelli al Plasma con 3D (7,83% sul totale) che senza (4,97%). Il pannello al Plasma ha un’ottima resa qualitativa dell’immagine, un ottimo rapporto tra dimensioni e costo e rappresenta due nicchie: da una parte il Plasma è una possibile scelta per tv di grandi dimensioni a costo limitato; dall’altra esso è un’opzione di alto livello per tv di altissima qualità (e prezzo).

La dinamica di mercato dopo il lancio dei tv con tecnologia 3D, che aveva attirato su di sé moltissime attenzioni già prima dell’uscita ufficiale, è diventata ancora più interessante. A maggio 2010, mese del lancio dei tv 3D sul canale online, le ricerche di tv di questo tipo si erano assestate su una quota del 4,46% per poi arrivare al nel mese di giugno al 7,02%. La promessa di un primo mondiale di calcio in 3D nelle case degli italiani è stata disattesa: la partenza lenta nella prima fase di lancio può essere dovuta ai prezzi molto elevati dello schermo (in media 2.652 euro a maggio e 2.198 euro in giugno) all’obbligo di un paio di occhialini speciali (costo circa 100 euro) per spettatore e alla necessità di un lettore Blu Ray compatibile 3D (o di un decoder per gli spettacoli 3D trasmessi via satellite).

Da maggio 2010 in poi la quota dei telelvisori 3D si espande di circa il 2,5% sul totale ogni mese: passa così dal 4,46% di maggio al 19,76% di novembre 2010. Tra novembre 2010 e marzo 2011 si assesta attorno al 20% (minimo 19,76% di novembre e massimo 21,20% di febbraio 2011) ma con aprile (37,50%) e maggio (42,47%) raddoppia all’improvviso.

L’Osservatorio 7Pixel è uno strumento di analisi che ha l’obiettivo di fotografare l’andamento dei mercati rilevando le tendenze nei desideri d’acquisto degli utenti. La ricerca di 7Pixel è uno strumento che illustra gli interessi di consumo in base alle ricerche di prodotto effettuate sui siti del network 7Pixel (Shoppydoo.it, Trovaprezzi.it e il nuovo nato Drezzy.it) che raccolgono oltre 6,2 milioni di visite ogni mese. Per la natura di questi siti le ricerche sono finalizzate all’acquisto. Dunque chi cerca non lo fa per curiosità, ma per avere informazioni sul prodotto e conoscerne il prezzo con una intenzione quantomeno iniziale di comprarlo. Analizzare queste richieste permette di avere delle analisi di grande utilità anche per le imprese, attraverso una interessante panoramica settoriale dell’evoluzione dei gusti e delle tendenze basata su un campione di dati enorme.

No Comments
Comunicati

Caldo e afa? Consigli per usare il climatizzatore risparmiando energia

Daikin Italy la filiale italiana della multinazionale leader mondiale della climatizzazione, ha stilato le regole fondamentali per massimizzare il comfort e il risparmio energetico dei climatizzatori, riducendo i consumi elettrici.

In fase di acquisto scegliere climatizzatori che utilizzano la tecnologia Inverter che adegua la potenza all’effettiva necessità e riduce i cicli di accensione e di spegnimento. Questo sistema consente una maggiore durata dell’apparecchio e un risparmio energetico superiore al 30%. Come tutti gli elettrodomestici, anche i climatizzatori devono presentare una etichettatura energetica che ne indica la classe di efficienza. La classe A è la migliore.

Assicurarsi che l’impianto sia correttamente dimensionato affidandosi a un tecnico esperto e qualificato che consigli le macchine di potenza adeguata alle reali esigenze di climatizzazione. A causa dei continui cicli di accensione e spegnimento del compressore, un impianto sovradimensionato comporta un inutile dispendio energetico, fino al 50% in più.

In fase di installazione è preferibile posizionare l’unità esterna in una zona d’ombra, in questo modo attivando il funzionamento in raffrescamento è possibile ridurre i consumi anche del 5% rispetto ad un’altra esposta al sole.

La temperatura degli ambienti climatizzati deve essere impostata tra 25° e 27°C. La differenza tra interno ed esterno non deve superare i 6°C.

– Attivando la sola funzione di deumidificazione del climatizzatore si abbassa l’umidità relativa. In questo modo, senza diminuire ulteriormente la temperatura in ambiente con il raffrescamento, la percezione del caldo e dell’afa è minore.

– Se disponibile sull’unità, attivare il sensore di movimento. In questo modo, quando l’ambiente rimane vuoto per più di 20 minuti, il climatizzatore passa in modalità stand-by riducendo gli sprechi.

Tenere puliti i filtri dell’aria dell’unità interna in modo tale da permettere al ventilatore di funzionare  con la massima efficienza.

E’ consigliabile che attorno all’unità esterna non vi siano elementi che impediscano il corretto flusso dell’aria.

Non posizionare oggetti davanti all’unità interna: questo  evita che si formi  una barriera che potrebbe ostacolare la normale e corretta distribuzione dell’aria, provocando uno spreco di energia.

Schermare vetri e finestre. Le porte e le finestre vanno sempre ben chiuse, possibilmente con doppi vetri. E’ inoltre consigliabile isolare l’ambiente climatizzato dagli altri locali. In questo modo si evita di far lavorare a pieno regime il sistema per compensare la differenza di temperatura tra gli ambienti.

– Effettuare una regolare manutenzione dell’impianto ogni due, tre anni per il controllo del refrigerante e la eventuale sostituzione dei filtri.

– Non collocare elettrodomestici come televisori o computer vicino ai sensori di rilevamento della temperatura. Il calore che queste macchine generano può ‘ingannare’ i termostati, facendo di conseguenza lavorare il climatizzatore più del necessario.

No Comments
Comunicati

Un Blog per Scegliere il Condizionatore

Dall’iniziativa di un’azienda romana specializzata in condizionatori è nato il blog SOS Condizionatori. Una risorsa ricca di informazioni e dedicata soprattutto a chi vuole scegliere il nuovo condizionatore per la propria casa o l’ufficio. Niente di meglio che i consigli degli esperti.

Opinioni e Recensione dei prodotti
Cartesio srl porta sul web l’esperienza e tanta conoscenza accumulata in oltre quindi anni di lavoro con il settore del condizionamento. La creazione del blog SOS Condizionatori è il coronamento di un sogno: i tecnici esperti possono “parlare” direttamente ai loro clienti  delle novità provenienti da aziende e servizi legati al mondo dei condizionatori. Chi visita il blog può trovare informazioni sulle tipologie più diffuse di condizionatori, ma ricevere tutte le dritte per scegliere il modello più adatto ed efficiente. 

Un Blog di informazioni e consigli sui Condizionatori
Attraverso SOS Condizionatori, Cartesio vuole divenire un punto di riferimento per gli utenti della rete che sono in cerca di un condizionatore nuovo. Il Blog, infatti, è concentrato su aziende, prodotti e novità per la climatizzazione, ma offre anche  informazioni sui sistemi più recenti al fine di “guidare” gli utenti in comparazioni di prodotti differenti.

Condzionatori, modelli, tipologie
Un blog specializzato come SOS Condizionatori è sempre costantemente incentrato sul fornire informazioni che possono indirizzare la scelta e aiutare a comprendere il funzionamento di un prodotto per il condizionamento. Nei suoi post è possibile leggere di split a parete o impianti di condizionamento canalizzato, ma anche piccole guide che descrivono il funzionamento degli split a parete e dei modelli a soffitto,dei i sistemi incassati o dei climatizzatori a pavimento.

Installazione e Assistenza
Naturalmente CArtesio srl non dimentica la sua principale vocazione che è quelle di assicurare assistenza su condizionatori. Il blog descrive anche i servizi specifici di cui i tecnici di Cartesio srl si occupano personalmente: installazione e riparazione di condizionatori a Roma, interventi a domicilio per la ricarica e la pulizia degli split o per l’esecuzione di sopralluoghi utili alla progettazione di impianti centralizzati e canalizzati. L’assistenza tecnica è sempre disponibile ed è raggiungibile al numero 06 90 28 98 51.

Cartesio Srl Via del forte Tiburtino 162
00159, Roma
Tel
06 90 28 98 51
www.soscondizionatoriroma.it

No Comments
Comunicati

Assistenza Condizionatori: prevenire i guasti durante l’estate

E’ possibile prevenire le rotture improvvise del condizionatore durante i mesi più caldi. Con l’avvicinarsi della stagione calda è utile sottoporre lo split domestico ad un controllo che verifichi il suo stato generale. Consigli pr l’asistenza ai condizionatori.

Far controllare il condizionatore
Ogni azienda produttrice di condizionatore consigli sempre un controllo annuale degi split domestici per allontanare qualsiasi rischio di guasti improvvisi. Ariston, LG, Daikin Mitsubishi, De Longhi, Carrier, Hitachi, Panasonic, Zephir, Aier producono condizionatori di qualità che necessitano sempre di un’assistenza periodica, semplice ed economica, ma che permette di prevenire situazioni spiacevoli e soprattutto riparazioni molto più dispendiose.

Manutenzione ordinaria
E’ la manutenzione ordinaria a garantire un cotrollo efficace dello stato generale dei condizionatori. L’assistenza non avrò bisogno di intervenire sui guasti se facciamo revisionare lo split domestico ad inizio stagione per verificarne lo stato di salure, la pulizia e la corretta carica del gas refrigerante.
ITC srl, che opera da oltre quindici anni nel settore del condizionamento in tutta Roma, ha da sempre sposato la politica di una manutenzione preventiva con tutti i suoi clienti. I mesi primaverili sono quelli in cui tutti i possessori di impianti di condizionamento sono invitati ad effettuare un controllo ed eventuali semplici manutenzioni per risolvere eventuali piccoli problemi e pulire alla perfezione gli split.
I risultati sono sempre ottimi poichè tutti i condizionatori controllati preventivamente non subiscono mai rotture o malfunzionamenti improvvisi durante l’estate.

Controlli di Routine: Ricariche Gas e Pulizia
La manutenzione ordinaria consigliata da ITc srl  consiste soprattutto in un’attenta pulizia degli split e dei filtri dell’aria e nella ricarica del Gas refrigerante.
la pulizia interessa obbligatoriamente i filtri dell’aria e tutte le cavità e i condotti interni degli split domestici: l’eliminazione di incrostazioni, polvere e macchie di lubrifucante mantiene in perfetto stato le componenti e allontana i rischi di infezioni alle vie respiratorie.
L’assistenza sul livello del gas dei condizionatori, invece, è fondamentale per la perfetta efficienza della macchina: un calo di prestazioni può essere imputato a perdite di gas le quali si verificano solo se ci sono microfessure nei circuiti. La ricarica del condizionatore con il gas giusto è l’operazione semplice e necessaria in tali casi, ma un controllo in tal senso rientra in quella manutenzione ordinaria che allontana qualsiasi rischio e ci rassicura sullo stato generale del clima domestico.

No Comments
Comunicati

Se la tecnologia aiuta a combattere il caldo e il freddo: climatizzatori e impianti di riscaldamento

  • By
  • 13 Dicembre 2010

Uno dei vantaggi dell’epoca in cui viviamo è che possiamo decidere la temperatura delle nostre case, senza essere costretti a battere i denti in inverno e a grondare sudore in estate.

Se i nostri vecchi, nelle lunghe sere invernali, cercavano un po’ di calore nelle stalle, dove erano soliti radunarsi tutti insieme, mentre in estate non avevano grandi mezzi per difendersi dal calore, la vita delle famiglie del 2000 in questo senso è sicuramente meno complicata: impianti di riscaldamento, termostufe, stufe a pellet ci riscaldano in inverno, mentre nei mesi estivi, quando il caldo comincia a farsi insopportabile, basta accendere i climatizzatori casa.

La scelta, sia per quanto riguarda le stufe che i climatizzatori, è davvero ampia, e quasi si ha l’imbarazzo della scelta quando si è alle prese con l’acquisto di un condizionatore o di una termostufa. Ecco dunque qualche consiglio per destreggiarsi nel mondo degli impianti di riscaldamento e di climatizzazione.

La scelta del sistema di riscaldamento può dipendere da vari fattori, compresi lo stile della casa o della stanza, il gusto dei proprietari, il budget a disposizione e l’interesse nei confronti della questione ambientale. La maggior parte delle case è dotata di un impianto di riscaldamento tradizionale, ma se si volesse fare una scelta in linea con le idee del risparmio energetico potremmo optare per dei pannelli solari o per delle stufe a pellet. I prezzi stufe pellet variano a seconda del modello, ma in generale possiamo dire che usare il pellet equivale a risparmiare notevolmente sulle bollette di casa, per non parlare del minor impatto ambientale. Con il pellet si possono alimentare le classiche stufe da salotto, ma c’è anche la possibilità di usarlo per alimentare delle caldaie di grandi dimensioni. Quando si sceglie una stufa a pellet bisogna tenere conto della grandezza degli ambienti che vogliamo riscaldare, e in base a questo dato possiamo farci consigliare il modello più adatto alle nostre esigenze. Le stufe a pellet hanno anche il vantaggio di creare un’atmosfera che sicuramente un radiatore non è in grado di creare. A tale scopo, però, sono ancora più indicati i caminetti a legna, che se collegati all’impianto esistente possono integrarlo o sostituirlo in toto.

Gli strumenti per combattere il freddo sono dunque molteplici, e lo stesso si può dire dei sistemi usati per rinfrescare le nostre case nei torridi mesi estivi. Sul mercato esistono climatizzatori fissi e portatili, che funzionano a gas refrigerante o ad acqua refrigerata, condizionatori dual inverter e senza unità esterna. Anche nel caso dei climatizzatori, prima di acquistarne uno bisogna valutare diversi elementi, primo fra tutti il fattore spazio: a seconda delle dimensioni e della forma degli spazi che vogliamo rinfrescare, possiamo scegliere un climatizzatore a pavimento o a soffitto, fisso o portatile e così via. Altri elementi da valutare sono l’orientamento dell’edificio e la sua esposizione al sole, il numero di persone che vivono nella casa, il tipo di materiali con cui è stata costruita la casa. Da tenere presente, inoltre, che alcuni tipi di climatizzatori, come quelli che sfruttano la tecnologia inverter, permettono di ridurre notevolmente i consumi.

In conclusione, al giorno d’oggi la scelta degli impianti di riscaldamento e di climatizzazione è sempre più vasta, e a seconda delle nostre esigenze e possibilità possiamo scegliere il prodotto che più fa al caso nostro.

Articolo a cura di Francesca Tessarollo
Prima Posizione Srl – scrittura ipnotica

No Comments
Comunicati

OLIMPIA SPLENDID AMPLIA LA GAMMA DI UNICO E PRESENTA IL CLIMATIZZATORE UNICO INVERTER DC

Olimpia Splendid, azienda specializzata leader nei mercati della climatizzazione, Riscaldamento, Trattamento dell’aria e dei Sistemi idronici, presenta UNICO INVERTER, il primo climatizzatore monoblocco senza unità esterna a tecnologia Inverter DC.
UNICO è il climatizzatore fisso che racchiude in un unico corpo ciò che normalmente negli split è diviso in due: unità esterna ed interna sono finalmente unite, l’installazione è semplificata, l’impatto sull’estetica e sulle facciate degli edifici praticamente nullo.

UNICO INVERTER DC è il risultato di investimenti ed anni di ricerca e sviluppo che hanno dato vita ad una macchina silenziosa e potente, in grado di creare efficacemente un clima ideale in tutte le stagioni.

Il nuovo prodotto sarà lanciato in 4 differenti modelli:
1. UNICO INVERTER DC 9 SF (solo freddo)
2. UNICO INVERTER DC 9 HP (in pompa di calore)
3. UNICO INVERTER DC 12 SF (solo freddo)
4. UNICO INVERTER DC 12 HP (in pompa di calore)

UNICO INVERTER DC garantisce un ottimo livello di silenziosità e bassi consumi energetici (riduzione sino a -30% rispetto ad una tradizionale macchina ON-OFF). Il sistema di controllo Inverter inoltre regola costantemente la velocità di rotazione del compressore, in modo da garantire prestazioni ottimali in qualsiasi condizione di impiego.
La temperatura impostata, sia che la macchina funzioni in modalità riscaldamento sia in modalità raffreddamento, viene raggiunta rapidamente ( -30% di tempo necessario rispetto ad una tradizionale macchina ON-OFF) e mantenuta senza grandi scostamenti, garantendo così un comfort perfetto.

Anche la portata e la distribuzione dell’ aria sono tra gli elementi fondamentali per creare un perfetto comfort. Unico Inverter genera sino ad un massimo di 490 m3/h di aria, immessa efficacemente nell’ ambiente anche grazie all’ ampia dimensione del flap (690×60 mm). Questo si traduce in minori consumi a parità di raffreddamento/riscaldamento

I nuovi Unico Inverter sono stati studiati per raggiungere altissimi livelli di efficienza, sia in modalità raffreddamento che in quella di riscaldamento, garantendo un fresco ideale in estate e un caldo veramente efficace per tutto l’inverno.
Grazie a queste caratteristiche, i climatizzatori UNICO INVERTER DC sono classificati in doppia classe A. UNICO INVERTER DC è predisposto per installazione a parete alta e bassa e consente tempi di montaggio ancora più rapidi (pochi minuti). L’installazione si fa tutta dall’interno, fori e griglie comprese, evitando le complesse operazioni di montaggio in esterno e ai piani alti, in minor tempo e con minori spese.

Per facilitare la manutenzione e la pulizia la nuova macchina è stata concepita in maniera modulare e tutte le sezioni sono separate e facilmente accessibili. UNICO INVERTER DC è inoltre dotato di filtro elettrostatico che controlla ed elimina piccole particelle ed emissioni come fumo, polvere, pollini, peli di animali, e un filtro ai carboni attivi che elimina cattivi odori e rende inattivi eventuali gas nocivi per la salute.

Caratteristiche tecniche

UNICO INVERTER 12 SF 12 HP 9 SF 9HP
Potenza in raffreddamento 1800-2700-3100 Watt 1800-2700-3100 Watt 1400-2300-2700 Watt 1400-2300-2700 Watt
Potenza in riscaldamento / 1800-2700-3000 Watt / 1400-2400-2700 Watt
E.E.R. 2,7 2,7 2,7 2,7
C.O.P. / 3,2 / 3,2
Classe di efficienza in raffreddamento A A / A
Classe di efficienza in riscaldamento / A / A
Dimensioni in mm (larghxaltxprof) 902x506x230 902x506x230 902x506x230 902x506x230
Peso (Kg) 40 40 40 40
Diametro fori pareti 202 202 202 202

Olimpia Splendid: informazioni sul Gruppo
Fondata nel 1956, Olimpia Splendid è azienda leader nel mondo della Climatizzazione, grazie all’ampia gamma di prodotti con i quali è presente nei mercati del Condizionamento, del Riscaldamento, del Trattamento dell’aria e dei Sistemi idronici.
Olimpia Splendid è presente su circa 45 mercati mondiali La sede di Gualtieri, attiva dal 1956, rappresenta l’headquarter ed il polo logistico del Gruppo Olimpia Splendid, con la presenza centralizzata degli uffici direzionali, commerciali e amministrativi. Il Gruppo consta poi di due stabilimenti produttivi sul territorio italiano, presso Cellatica (Brescia) e Pieve di Bono (Trento). Agli stabilimenti italiani si aggiungono la filiale produttiva e commerciale di Shanghai (Cina) e la filiale commerciale di Madrid.

Per maggiori informazioni:
www.olimpiasplendid.it
n° verde: 800 811 866
[email protected]ano.com

No Comments
Comunicati

Come usare al meglio il proprio climatizzatore

  • By
  • 17 Agosto 2010

Di anno in anno aumentano le cifre relative agli acquisti di condizionatori, le uniche armi contro la calura estiva.

Anche nel 2010 l’Italia è stata colpita da un’ondata di caldo che ha fatto impennare le vendite di climatizzatori e, conseguentemente, ha fatto aumentare il consumo energetico. Il mese di luglio, in particolare, ha fatto registrare delle cifre record, con un picco nella giornata del 16, quando il consumo di elettricità ha superato dell’8,8% il dato relativo allo stesso periodo del 2009. Ad un uso così massiccio dei condizionatori non corrisponde però sempre una corretta informazione sulle loro caratteristiche e sulle loro componenti, dai manometri digitali ai raccordi per riscaldamento.

Eppure decidere di acquistare un climatizzatore non equivale a scegliere un televisore o un tostapane, e quando si installa un impianto del genere nella propria casa, nel proprio ufficio o nel proprio negozio, ci sono vari fattori da tenere in considerazione e molte variabili cui bisogna prestare particolare attenzione. Partiamo innanzitutto dai vantaggi che può comportate avere un condizionatore in casa e dagli svantaggi che un uso non appropriato di quest’ultimo può arrecare. Il vantaggio più ovvio dei climatizzatori è la loro capacità di contrastare gli effetti del caldo, altrimenti difficilmente sopportabili, diffondendo nelle stanze un clima piacevole. Il condizionatore, però, non ha solo il compito di raffreddare l’aria, ma anche di rinfrescarla e riscaldarla. É possibile inoltre decidere la velocità e la direzione del flusso, controllare l’umidità dell’aria e purificarla.

Se si vogliono avere tutti questi vantaggi, possiamo dunque decidere di installare un condizionatore. Per procedere all’installazione e montare tutti gli elementi che compongono il climatizzatore in modo corretto, bisogna munirsi non solo di attrezzi comuni, come cacciavite e trapano, ma anche di strumenti specifici, quali il flangiatubo, il taglia tubo, il salvatubo e così via. Quando si installa un climatizzatore, è opportuno ricorrere a degli strumenti antivibranti in gomma, indispensabili per attutire le vibrazioni prodotte dalla macchina.

Per usare al meglio il proprio impianto climatizzatore, prima di istallarlo bisognerebbe calcolare il fabbisogno termico dell’ambiente che vogliamo climatizzare, soprattutto in caso di ambienti molto grandi. Una volta installato il climatizzatore, bisognerà prestare attenzione alla direzione e all’intensità del flusso d’aria. Se il flusso investe direttamente le persone, infatti, o se il flusso è troppo veloce, il climatizzatore avrà più svantaggi che vantaggi, creando un ambiente poco gradevole. Alcuni climatizzatori sono addirittura in grado di rilevare la posizione delle persone all’interno della stanza orientando il flusso d’aria di conseguenza. Anche la temperatura deve essere regolata con una certa oculatezza: solitamente si consiglia di regolare la temperatura tra i 25 e i 27°C, facendo particolare attenzione allo sbalzo termico tra temperatura interna e temperatura esterna, che non dovrebbe mai andare oltre i 5-6 °C. Anche il grado di umidità gioca un ruolo importante (non sono molti i climatizzatori che riescono a riprodurre il grado di umidità ideale, ma si può ricorrere a dei normali umidificatori), come pure la funzione di rinnovo d’aria in ambiente, che permette di avere aria sempre purificata senza dover aprire porte e finestre. Per evitare inconvenienti, è necessario inoltre controllare i filtri. La scarsa pulizia dei filtri può comportare infatti dei disturbi respiratori, oltre che compromettere l’efficienza dell’apparecchio.

Cassetta di scarico, saracinesche, valvole e giunti per acqua sono altri termini con cui bisogna familiarizzare per comprendere il funzionamento del condizionatore e poterlo utilizzare al meglio, sfruttandone solo i vantaggi.

Articolo a cura di Francesca Tessarollo
Prima Posizione Srl – posizionamento siti web

No Comments
Comunicati

Nasce un nuovo Beghelli Point a Roma

La società Clima Express Impianti Srl sceglie di dedicare una parte del suo impegno alla distribuzione dei prodotti Beghelli vendendo, installando o sostituendo ma sopratutto informando la sua clientela.

Nel nostro punto vendita troverete tutti i prodotti del gruppo Beghelli: sistemi di allarme, “Salvalavita”, “Telesalvalavita”, “Tetto d’oro”, “Un mondo di luce” e molto altro ancora.

Seguici sul web per essere sempre aggiornato su prodotti e servizi offerti.

Clima Express Impianti Srl

Via degli Astri, 104 – 00144 Roma (RM)

Web: http://www.climaexpress.it

Mail: [email protected]

Tel: +39 6 52270049

No Comments
Comunicati

Condizionatori e climatizzatori delle migliori marche a prezzi irripetibili

Il caldo ti opprime? Non ti fa dormire?

Abbiamo la soluzione che fa per te!

La società Clima Express Impianti Srl con la sua divisione climatizzazione si dedica, con esperienza decennale, alla progettazione, fornitura e resa in opera di impianti tecnologici di alta qualità.

La potenzialità multibrand di Clima Express Impianti Srl, rende possibile soddisfare le diverse esigenze della clientela, lavorando con i marchi leader del settore, come Mitsubishi, Daikin, LG, Hokkaido Panasonic.

Consulta il nostro sito web per essere sempre aggiornato su prodotti e servizi offerti.

 Clima Express Impianti Srl

Via degli Astri, 104 – 00144 Roma (RM)

Web: http://www.climaexpress.it

Mail: [email protected]

Tel: +39 6 52270049

No Comments
Comunicati

Innovazioni per la climatizzazione e il riscaldamento

Con l’inverno ormai entrato nel vivo l’esigenza di riscaldare e rendere confortevole al massimo la propria casa o il proprio ufficio è preponderante: con la massima attenzione all’ecologia, alla sicurezza e ai consumi che i tempi attuali impongono, diventa fondamentale affidarsi a un’azienda di massima qualità per garantire una climatizzazione ideale della propria casa, sia in inverno che in estate.
Possiamo spaziare fra moltissimi modelli di nuovissima generazione, caldaie, climatizzatori, e detergenti climatizzatori, sistemi solari, monosplit, multisplit, caldaie a condensazione. La gamma della climatizzazione offerta da molte aziende italiane si basa su prodotti di altissima qualità, al minimo costo di consumo energetico ed ad altissima resa, in classe A/A. Silenziosi, affidabili e non dannosi per l’ozono, utilizzano unicamente gas ecologico R410, deumidificatore e purificatori d’aria allo stesso tempo e dotati di filtri antipolline e filtri fotocatalitici composti di titanio e rivestito di apatite, che intrappola e disattiva elementi inquinanti organici come batteri e virus.

Nella climatizzazione del presente e del futuro la tecnologia protagonista ha un solo nome, inverter: questa tecnologia è in grado di ridurre di circa un terzo sia il tempo di avviamento che il consumo energetico, regolando costantemente la resa e quindi la potenza dei climatizzatori.

Vale la pena soffermarsi anche su come si sono evolute le caldaie nel corso degli anni: le caldaie sono generalmente realizzate con uno scambiatore in acciaio e consentono la necessaria compattezza dimensionale, grazie all’uso di dischi diamantati; gli scambiatori utilizzati in questi tipi di caldaia sono in acciaio austenitico atto a resistere alle temperature di fiamma ed alla inevitabile corrosione legata al processo di combustione. Anche per effetto della normativa vigente, tendente a garantire la necessaria sicurezza relativamente allo scarico dei prodotti di combustione, il mercato italiano si è andato evolvendo sull’installazione di caldaie a camera stagna a tiraggio forzato. In questo tipo di caldaia la combustione avviene in una camera chiusa (stagna) rispetto all’ambiente circostante, ciò comporta la necessità di prelevare aria comburente direttamente dall’esterno tramite apposite condotte, con conseguente necessità di dotare la caldaia stessa di un elettroventilatore con funzione di prelievo dell’aria esterna e per forzare (tiraggio forzato) l’espulsione dei prodotti di combustione verso il camino che li disperde.

Un’evoluzione tecnica di questo tipo di caldaia si è avuto con l’introduzione sul mercato delle caldaie a condensazione, che sono tra le più moderne ed ecologiche oggi esistenti. Questo tipo di generatore di calore ha la prerogativa di recuperare il calore di condensazione, attraverso i giunti di transizione ed è caratterizzato da rendimenti termici eccezionali, con un’emissione di ossido di carbonio e di altri residui pericolosi assai contenuto. Queste caldaie sono quasi sempre del tipo a tiraggio forzato con combustione realizzata pre-miscelando l’aria al combustibile e rappresentano il futuro nella realizzazione di generatori di calore. Riescono ad ottenere notevoli risparmi di combustibile anche con i termosifoni tradizionali, ma ottimizzano il loro rendimento soprattutto se abbinate a soluzioni ad irraggiamento come i pannelli radianti.

A cura di Martina Meneghetti
Prima Posizione Srl – Siti web professionali

No Comments
Comunicati

Climatizzatori Roma: offerte condizionatori Mitsubishi Electric a RomaClimatizzatori Roma: offerte condizionatori Mitsubishi Electric a Roma

Roma, 30 Giugno 2009. Termoidrogas2000 propone le sue esclusive offerte per l’acquisto di climatizzatori a Roma.

Termoidrogas2000, società che vanta esperienza ventennale negli impianti di condizionamento e climatizzazione a Roma, lancia delle offerte da non perdere per l’acquisto dei climatizzatori Mitsubishi Electric.

Mitsubishi Electric è il marchio che firma strumenti di tecnologia domestica affidabili e sicuri. Mitsubishi Electric produce apparecchi elettrici ed elettronici per semplificare le attività quotidiane e portare maggiore comfort alla vita dei clienti che ne usufruiscono.

I climatizzatori Mitsubishi Electric usano tutti la tecnologia inverter: permette un risparmio del 30%, diminuisce la rumorosità dell’apparecchio e vanta grazie al diverso uso, non eccessivo, del motore della macchina.

Termoidrogas è uno dei rivenditori certificati IQP Mitsubishi a Roma. Affidabile e preparato, è abilitato a occuparsi di tutte le operazioni connesse all’installazione di climatizzatori Mistubishi Electric, con la certificazione dello stesso marchio.

Termoidrogas2000 propone delle eccezionali offerte per tutti coloro che intendano acquistare climatizzatori a Roma, ed offre gratuitamente il montaggio della macchina: una squadra di tecnici specializzati effettuerà il montaggio senza nessun costo aggiuntivo.

Tra le varie offerte da non perdere, un occhio di riguardo all’offerta dell’Alasplit: contiene il climatizzatore e lo nasconde con un elegante frontale composto da tre alette orizzontali. Si inserisce in vani parete o controsoffitti. All’accensione del climatizzatore, le alette si aprono automaticamente, lasciando transitare l’aria. Si aziona dallo stesso telecomando del climatizzatore. Dona eleganza a tutti gli ambienti in cui è installato.

All’Alasplit è possibile abbinare diversi climatizzatori Mitsubishi Electric, com il modello MSZ HC 25VA e MSZ GC 22 VA

Il modello MSZ HC 25VA presenta un design raffinato grazie anche all’unità esterna più compatta: le dimensioni delle unità esterne di entrambe le capacità sono estremamente contenute, solo 540 mm di altezza con una larghezza di 684 mm ed una profondità di 255 mm.

Con un timer a 12 ore di facile uso, è specialmente adatto per l’uso nelle ore di riposo notturno. La tecnologia DC Inverter, oltre a un netto risparmio energetico, garantisce un comfort ottimale per tutto l’anno poiché mantiene nell’ambiente climatizzato un livello di temperatura pressoché costante. Grazie poi alla modalità di funzionamento Econo Cool permette di mantenere in ambiente temperature di 2 °C più alte, risparmiando ben il 20% di energia pur mantenendo inalterato il livello di comfort.

Per conoscere tutte le offerte per l’estate 2009, collegati al sito www.termoidrogas2000.it e guarda la pagina delle nostre offerte promozionali per l’acquisto del climatizzatore che soddisfa le tue esigenze.

Ufficio Stampa
Tao e Web  Marketing

Servizi di Web Marketing: Taoeweb.com


Fonte Comunicato
email: ufficiostampa [at] taoeweb.com

Redazione e distribuzione a cura di Francesco Iamurri
email: francesco.iamurri [at] taoeweb.com

No Comments