Archives

Comunicati News Scienza e Tecnologia Servizi

È NATA COSTANZA, LA APP PER LA DISTANZA. IL BADGE/BRACCIALETTO MADE IN ITALY PER IL SOCIAL DISTANCING È GIA’ REALTÀ PER OLTRE 1000 DIPENDENTI


Un badge o braccialetto collegato ad una App per aiutare le aziende a mantenere i dipendenti al sicuro. Smart Beacon lancia COSTANZA – la App per la distanza. Ad adottarla per i suoi oltre 1000 dipendenti SMAT, la prima azienda in Italia a dotare i propri lavoratori di una App che tuteli la loro salute monitorando costantemente il distanziamento durante lo svolgimento delle quotidiane attività lavorative.

Le persone sono la risorsa più importante per qualsiasi organizzazione ed in questo periodo le aziende sono concentrate a trovare soluzioni efficienti per tutelare al meglio i propri dipendenti. Le idee per aiutare il mondo del lavoro a ripartire sono tante. Una delle soluzioni lanciate dal mondo IT, e già attiva per gli oltre 1000 dipendenti SMAT, arriva dall’azienda italiana Smart Beacon che da sempre studia e realizza applicazioni della tecnologia Beacon per il mondo del turismo e delle aziende.

Sfruttando la tecnologia Beacon l’azienda torinese ha creato COSTANZA – La App per la distanza, che consente ai lavoratori di acquisire comportamenti socialmente corretti e all’azienda di implementare e automatizzare il protocollo di distanziamento.

Ogni dipendente è dotato di un badge o braccialetto associato anonimamente ad un numero di matricola. La applicazione installata sul device aziendale avvisa l’utente qualora si trovi troppo vicino ad un altro collega e, nel pieno rispetto della privacy, traccia in maniera anonima i contatti fra i dispositivi consentendone la ricostruzione precisa in caso di contagio.

Il sistema prevede l’utilizzo combinato di uno smartphone e di un dispositivo (Tag BLE) indossato dal lavoratore. Qualora venga meno la prevista distanza di sicurezza di circa 2 metri fra i due devices, il cellulare emetterà un segnale acustico ed una vibrazione. Nel caso in cui un Tag rimanga nel raggio d’azione di uno smartphone per un periodo di tempo prolungato, l’avviso acustico sarà ripetuto ogni 60 secondi e, se il tempo di contatto ravvicinato supererà i 10 minuti, COSTANZA registrerà l’evento. Le registrazioni, che riguarderanno esclusivamente il numero di matricola dei lavoratori entrati in “contatto”, l’identificativo del cellulare, l’eventuale disattivazione dell’APP ed i riferimenti temporali di data e ora, resteranno disponibili per 60 giorni. Le informazioni raccolte consentiranno, nel caso si verificasse un caso di positività Sars-Cov2 tra i lavoratori, di identificare efficacemente e tempestivamente i cosiddetti “contatti stretti”.

“La nuova era post contagio – ha spiegato Simona Caudera di Smart Beacon – ha richiesto di ripensare rapidamente soluzioni per garantire la sicurezza in azienda. Tutti i luoghi di lavoro devono rispettare i protocolli ma esistono situazioni dove è più difficile mantenere la distanza: pensiamo agli ambienti produttivi e ai cantieri. Siamo partiti da questo tipo di esigenza per creare COSTANZA. Sfruttando la tecnologia Beacon COSTANZA consente alle persone all’interno di una organizzazione di sentirsi sicure di tornare al lavoro.  La App aiuta le persone a capire cosa significa la distanza sociale e l’esposizione, li responsabilizza come parte della nuova normalità nelle operazioni di business. Attraverso un avviso sul proprio cellulare il dipendente viene avvisato se si trova in uno spazio ristretto troppo vicino ad un altro utente, mettendo a repentaglio la sicurezza di entrambi. Dal punto di vista aziendale consente invece all’ufficio del personale, in caso di contagio, di ricostruire i contatti avvenuti e quindi di circoscrivere la quarantena a chi è potenzialmente venuto in contatto con il virus, garantendo la continuità della produzione. La prima azienda ad adottare COSTANZA è stata la SMAT di Torino, che ha dotato tutti gli oltre 1000 dipendenti del nostro badge. La dirigenza dell’azienda, sempre attenta nei confronti della salute dei propri dipendenti, ha dimostrato grande spirito di sensibilità adottando quanto di più innovativo offre il mercato. Il sistema è efficiente, poco invasivo e facilmente implementabile e per questo abbiamo già altre richieste da tutta Europa. Il collegamento con la App consente anche di offrire agli utenti una user experience personalizzata; le aziende possono implementarla con contenuti relativi alla sicurezza, indicazioni dei comportamenti da seguire ed il corretto utilizzo delle dotazioni individuali; per i siti di interesse artistico archeologico di offrire informazioni e contenuti utili alla visita”.

Smart Beacon è da sempre attiva anche nella realizzazione di soluzioni IT per il turismo, come per esempio la APP La Venaria, realizzata per La Venaria Reale in provincia di Torino e sta lavorando anche ad uno sviluppo del progetto in campo turistico, per consentire l’accesso ai musei, alle chiese e ai siti archeologici in tutta sicurezza.

www.smartbeacon.it

 

No Comments
Comunicati News

La Guida Veronelli 2019 su smartphone e tablet: in un’app più di sedicimila vini e oltre duemila produttori

  • By
  • 8 Febbraio 2019

Un ritratto fedele e aggiornato delle eccellenze vitivinicole italiane: questo è ciò che la Guida Oro I Vini di Veronelli propone, anno dopo anno, agli appassionati e ai professionisti del vino. La nuova app I Vini di Veronelli 2019 – disponibile da oggi su App Store e Google Play – rende consultabili integralmente i contenuti del volume con la semplicità del formato digitale.

Sono, infatti, a portata di touch tutte le informazioni sui 2.038 Produttori recensiti, i giudizi su 16.256 vini formulati dai curatori Gigi Brozzoni, Marco Magnoli e Alessandra Piubello, ma anche le introduzioni regionali, i “luoghi del buon bere” e i premi assegnati dalla Redazione.

Grazie allo sviluppo delle funzioni di ricerca è possibile esplorare in modo rapido e intuitivo il patrimonio enologico italiano: nella sezione Trova l’Azienda il lettore può scoprire, ad esempio, quali aziende a conduzione biologica, con sede a Barolo, siano dotate di un punto vendita aperto nel week end e offrano possibilità di alloggio. Nella sezione Trova il Vino, inoltre, è facile conoscere quali vini bianchi campani con prezzo inferiore a 15 € abbiano conseguito una valutazione di almeno 90/100.

Dedicata a chi ama una consultazione più classica, la sezione L’Italia del Vino conduce i lettori di regione in regione attraverso uno scritto sull’attualità a firma del curatore responsabile, un focus sulle produzioni locali premiate con le Super Tre Stelle e una selezione di “luoghi del buon bere”, ristoranti che si distinguono per servizio e carta dei vini.

Nelle sezioni Il Vino in evidenza e L’Azienda in evidenza è, invece, il Seminario Veronelli a proporre settimanalmente realtà ed etichette meritevoli di attenzione, valorizzando in primis distretti produttivi e vitigni poco conosciuti.

I riconoscimenti assegnati dalla Guida Oro I Vini di Veronelli 2019 sono riuniti nella sezione I Premi: i Super Tre Stelle (vini con punteggio uguale o superiore a 94/100), i Grandi Esordi (vini di pregio recensiti per la prima volta), i Migliori Assaggi (il vertice di ciascuna tipologia) e, naturalmente, i dieci Sole, premi speciali assegnati dalla Redazione ad altrettanti “racconti in forma di vino” rappresentativi della competenza e della creatività dei vignaioli italiani.

La funzione Le Notizie, infine, consente al lettore di essere sempre aggiornato sulle iniziative del Seminario Veronelli, associazione che, da oltre trent’anni anni, promuove la cultura della terra e della tavola.

No Comments
Comunicati

Consumi: gli italiani tracciano ancora le spese con l’agenda cartacea


Tenere traccia delle spese è il primo passo per risparmiare e per avere un controllo preciso delle uscite e, infatti, il 67% degli italiani dichiara di farlo. Lo strumento preferito per non perdere di vista le proprie finanze familiari, usato da oltre 11,2 milioni di persone, è però ancora la cara vecchia agenda cartacea. Questo uno dei dati emersi dall’indagine* commissionata da Facile.it a mUp Research che, con l’ausilio di Norstat, ha interrogato un campione rappresentativo della popolazione italiana per scoprire come si comportano le famiglie quando si tratta di monitorare le spese domestiche.

Carta e penna battono PC e smartphone

A tenere traccia delle proprie spese familiari, secondo l’indagine di mUp per Facile.it, sono soprattutto i residenti nel Nord Ovest (72,9%), seguiti da quelli del Nord Est (70,9%). Leggermente più lontani, ma comunque assai propensi a non perdere il controllo dei budget familiari, gli italiani che vivono al Sud e nelle isole (63,5%); ultimi i residenti del Centro Italia (62,9%).

Quando agli intervistati si pone la domanda «In che modo tenete traccia delle spese familiari?» il verdetto è altrettanto chiaro ma, per alcuni versi, sorprendente. Se la tecnologia pervade ormai quasi ogni ambito della vita quotidiana, quando si tratta di “farsi” i conti in tasca l’analogico è ancora preferito e carta e penna sono indicati come strumento usato per tracciare le spese di casa dal 38% dei rispondenti. Il PC, e in particolare il foglio elettronico, si piazza al secondo posto, scelto dal 31% degli italiani.

Resiste al terzo posto un’altra buona abitudine analogica, conservare gli scontrini, che raccoglie il 24% delle risposte; la tracciatura delle proprie spese tramite smartphone o app, per ora, è usata solo dal 7% degli intervistati.

Ancora una volta la geografia del risparmio si differenzia e se i più inclini ad usare l’agenda cartacea sono i residenti del Meridione e delle Isole (43,6%), al Nord Est la modalità preferita per monitorare le spese è il foglio elettronico (34,4%). Il Centro Italia è l’area del nostro Paese in cui è più comune conservare gli scontrini dei propri acquisti (27,7%), mentre è ancora il Nord Est a dimostrare una spiccata propensione alla tecnologia con la più alta percentuale di rispondenti che si serve di app e smartphone per monitorare le spese di casa (8,9%).

A livello nazionale, a tenere traccia delle spese sono soprattutto le donne (68%), sovente più attente ai budget familiari, e per loro la preferenza per l’agenda cartacea è ancora più marcata (43% vs 37% del campione maschile).

Gli adulti di mezza età sono i più inclini al controllo delle spese

I dati, se analizzati da un punto di vista demografico, raccontano una realtà più frammentata. Guardando alle fasce di età, la più incline a tracciare le spese domestiche è quella di coloro che hanno tra i 45-54 anni (il 71% ne tiene traccia), seguiti dai giovani nella fascia 18-24 che, forse alle prese con i primi stipendi e i primi conti da far quadrare, appuntano le spese nel 69% dei casi. Mentre sono gli over 65 le persone che, in percentuale, sembrano meno propense ad annotare le uscite (61%).

Guardando a come si comportano i diversi tipi di nuclei familiari emerge che le coppie senza figli tengono traccia delle spese con meno frequenza rispetto a chi ha figli, siano questi maggiorenni o, soprattutto, minorenni (rispettivamente 66%, 72% e 73%). I single risultano essere quelli che, in percentuale, tendono ad annotare meno le spese (64%).

 

* Metodologia: n.1.355 interviste CAWI con individui in età 18 anni ed oltre su un campione rappresentativo della popolazione italiana adulta in età 18-74 anni. Gli intervistati sono stati raggiunti tramite l’invio di un’email di istruzioni e di invito alla compilazione e hanno avuto accesso al questionario solo se qualificabili nel target stabilito per questa indagine. Indagine condotta fra dicembre 2017 e marzo 2018.

 

No Comments
Comunicati

Moovin’ Bergamo 2018 per una vita più attiva

  • By
  • 5 Dicembre 2017


Anche Stefano Baldini, campione olimpico di maratona all’edizione dei Giochi di Atene, partecipa a “Moovin’ Bergamo” il progetto voluto da Ats, Comune di Bergamo e Università degli Studi di Bergamo per invitare la cittadinanza al movimento, base di una vita attiva e salutare. Una vera e propria squadra che comprende anche il gruppo SESAAB con il compito di coinvolgere la popolazione, Garmin, azienda leader nel settore della tecnologia GPS e dispositivi outdoor ed Eco Race Events, società organizzatrice di alcune delle più importanti manifestazioni sportive del territorio.

Obiettivo di Moovin’ Bergamo è di riuscire a incentivare su larga scala l’attività fisica, riconosciuta come un «comportamento sociale» da stimolare e sostenere. Consce di quanto sia importante muoversi, sempre più persone, infatti, si dedicano all’attività fisica, ma solo il 35,5% – secondo i dati rilevati dal Centro Nazionale di Epidemiologia, Sorveglianza e Promozione della Salute – in Lombardia, raggiungono il livello soglia raccomandato, ovvero: fanno moto per 30 minuti al giorno, almeno 5 volte alla settimana. Il 42,6% rientra nella fascia dei «parzialmente attivi», ma, ancor più grave, il 21% può essere definito un «sedentario».

Proprio per combattere la sedentarietà, fattore di rischio per molte malattie croniche, si è deciso di puntare sulla competizione. Il progetto, che durerà un mese – i dall’aprile al maggio 2018 – si baserà sul lancio di un contest che monitorerà il movimento a piedi dei partecipanti. I cittadini della provincia e della città di Bergamo saranno coinvolti in una vera propria e competizione, sia individualmente che all’interno di gruppi, con protagonista l’attività fisica e i suoi efficaci risultati.

Lo strumento tecnologico per il monitoraggio del movimento sarà finanziato da Garmin, che ha stanziato la somma di 5.000 euro per premiare la migliore app per la rilevazione e l’organizzazione dei dati rilevati durante il periodo del contest. A poter partecipare alla gara saranno studenti o ex studenti neolaureati e ancora privi di impiego che abbiano compiuto gli studi all’Università di Bergamo o che siano residenti sul territorio della Provincia di Bergamo.

Tutti i dettagli sulle modalità di partecipazione alla gara per la realizzazione della app sono disponibili sul sito www.moovinbergamo.it. In attesa del fischio d’inizio, sul sito di Moovin’ Bergamo sarà inoltre possibile inserire il proprio indirizzo mail per rimanere aggiornati sulle tappe del progetto.

OSPITE STEFANO BALDINI

Ospite d’onore della conferenza stampa sarà Stefano Baldini, uno dei personaggi di maggior spicco della storia dell’atletica leggera in Italia: con la sua straordinaria carriera agonistica, in cui spiccano la vittoria della maratona olimpica di Atene all’edizione 2004 dei Giochi e il tempo di 2h07’22” che lo colloca in cima alla classifica dei maratoneti italiani di tutti i tempi, Stefano è un emblema dell’attività motoria portata al massimo delle potenzialità umane.

Ancora oggi un modello e una guida in ambito agonistico in virtù del suo ruolo di Direttore Tecnico Giovanile e per lo Sviluppo della Federazione Italiana di Atletica, Stefano è ambassador di Garmin, marchio con cui la collaborazione è nata “naturalmente” data la condivisione di principi morali e sportivi, nonché la sensibilità nella promozione di attività che favoriscono uno stile di vita attivo e salutare.

No Comments
Comunicati

Kleptocats: gatti ladruncoli alla conquista del mondo

Hyperbeard lancia in Italia Kleptocats, l’app in cui a comandare sono dei morbidi felini con tendenze criminali.

Nel vasto mondo dei giochi gratis per mobile abbiamo già visto praticamente di tutto. Giochi di ruolo, giochi con le carte, fattorie virtuali e centinaia di puzzle. Tutto ciò è fantastico ma spesso molto ripetitivo. Anche di app sugli animali ce ne sono a bizzeffe, prime fra tutti i moderni Tamagochi con bestioline parlanti. Quello che mancava era un gioco che svelasse il lato oscuro di uno degli animali domestici più amati (e certamente il più temuto): il gatto. Il Felis catus, già re incontrastato sui social e in generale in rete, si mostra più adorabile e inquietante che mai in Kleptocats, l’app di Hyperbeard recentemente disponibile anche nel nostro paese.

Gattini virtuali, pucciosi ladri patentati

La prima parte del nome Kleptocats fa intendere la caratteristica più importante dei felini protagonisti del gioco: l’irrefrenabile bisogno di commettere furti. Ebbene sì, i gatti che gli utenti possono collezionare nel gioco adorneranno le stanze virtuali del loro padrone con oggetti rari e curiosi rigorosamente trafugati da altre abitazioni. Reliquie provenienti da libri, serie tv, film, videogiochi e anime riempiranno la dimora del giocatore fino a renderla un vero e proprio museo per nerd. Già, perché i gatti di Kleptocats sono così abili da riuscire a rubare a Goku la sua Nuvola Speedy, a Dorian Gray il suo amato ritratto e il Trono di Spade tanto conteso a Westeros.

Un intero gattalogo da riempire

Con Kleptocats non solo potrai collezionare oggetti rari e geek, ma anche diventare un gattaro digitale (ed evitare così allergie e masse di peli in giro per casa). Puoi sbloccare decine e decine di adorabili cuccioli criminali, dai più classici ai più strampalati. Molti gatti sono curiosamente simili a personaggi ben popolari. Harry il gatto sopravvissuto, David il Gatto Duca Bianco, e Gizmo (un gatto a cui è meglio non dare cibo dopo la mezzanotte) sono solo alcuni dei micetti disponibili. Naturalmente tutti i Kleptocats possono essere customizzati con graziosi vestiti e accessori disponibili nello shop del gioco.

Mici coccoloni con un piano strategico

Certo, sembra che i gatti ladruncoli di Kleptocats non vogliano altro che cibo e coccole in cambio delle preziose refurtive che portano al loro padrone. Può questo gioco essere davvero così semplice? Tutti sappiamo che la mente dei gatti è ben più complessa, e che non si accontentano certo di carezze e biscotti. Infatti gli astuti mici cleptomani hanno un piano, e la razza umana è in pericolo. Sta al giocatore scoprirlo risolvendo enigmi nascosti e mettere il mondo in salvo dalla minaccia più adorabile dell’intera storia.

No Comments
Comunicati

Servizi dei comuni: gestione reclami


La partecipazione dei cittadini deve essere il motore nonchè la linfa vitale della vita pubblica. In un periodo di crisi economica-finanziaria come quella che stiamo vivendo ancora oggi, è fondamentale che la comunità torni a svolgere la funzione di collaborazione, di solidarietà nonchè di integrazione. L’obiettivo di ogni comune deve essere quello di occuparsi del territorio e dello star bene delle persone. In che modo si può fare questo? E’ molto semplice: mettendo in atto dei servizi di pubblica utilità.

 

Ecco alcuni servizi dei comuni messi a disposizione dei cittadini

Gestire i reclami in maniera corretta e avere l’accortezza di risolverli è una delle priorità che ciascun comune dovrebbe prefiggersi di raggiungere affinchè il cittadino possa sentirsi parte integrante di un organo che ha come finalità quella di raggiungere il benessere dello stesso.

La gestione dei reclami nonchè dei suggerimenti è un’azione importante per le organizzazioni per diversi motivi, primo fra tutti, consente di migliorare il servizio alla luce delle considerazioni provenienti dal cittadino, mettendo in atto delle azioni preventive o per lo meno correttive, d’altro canto invece, permette di migliorare il consenso attorno alla stessa organizzazione diffondendo così l’immagine di un’amministrazione capace di ascoltare il cittadino e a soddisfare le sue esigenze.

 

L’importanza della collaborazione tra cittadino e comune

Uno degli obiettivi del comune deve essere quello di incrementare quanto più possibile la partecipazione dei cittadini nella vita pubblica, offrendo loro servizi di pubblica utilità. In questi ultimi anni si è assistita ad una sperimentazione che pare sia stata portata a compimento. Si tratta, di una novità messa in atto da poco tempo da vari comuni: basta un semplice clic da casa per risolvere un determinato problema legato al proprio territorio.

In questo modo si instaura un una collaborazione tra cittadino e comune. il cittadino segnala il problema tramite un’app, il Comune lo risolve. Anche se non sussiste la risoluzione al problema, il comune tuttavia è tenuto a fornire una risposta, seppur negativa al cittadino. Così facendo, quest’ultimo non si sentirà inascoltato, inutile.

 

Come segnalare il problema al comune

Sembra facile ma non lo è. Per segnalare un problema al comune bisogna mettere in atto un serie di accorgimenti, ovvero:

  • segnalare il problema descrivendo il luogo preciso in cui si è riscontrato il dilemma
  • descrivere brevemente il problema
  • allegare immagini chiare
  • lasciare i propri recapiti corretti

 

In conclusione

 

La segnalazione non deve essere vista come un problema ma come uno strumento utile, volto a migliorare i beni comuni.

No Comments
Comunicati

Lavaggio strade, come sollecitare il Comune tramite app: ecco i metodi


Lavaggio strade esiste un preciso un modo per sollecitare il Comune tramite app. Quello che molti ancora non sanno e che esistono le applicazioni per dispositivi mobili messe a disposizione degli utenti che danno la possibilità ai cittadini di segnalare i disservizi al Comune tramite app, per il lavaggio strade. Si tratta di un servizio molto importante perché comunque garantisce ai cittadini la possibilità di far presente all’amministrazione comunale di riferimento quanto sia importante riuscire a garantire la pulizia delle strade. I comuni che sono sempre più provati dalla assenza di personale specializzato in alcuni casi non sono in grado di tenere sotto controllo tutto il territorio e quindi, finiscono per lasciare magari nel degrado alcune zone, soprattutto quelle periferiche. Questa è ovviamente una cosa che andrà ad incidere sulla percezione, che l’amministrazione, dà di se stessa e soprattutto sul senso che cittadini di sentirsi abbandonati a sè stessi ed al proprio destino.

 

Lavaggio strade come sollecitare il Comune tramite app

 

A differenza del passato e delle rappresentano logica adesso è possibile, in merito al lavaggio strade, sollecitare il Comune tramite applicazioni per i dispositivi mobili che ti danno la possibilità di far presente all’amministrazione locale, quale area necessita di essere lavata e messa a lucido.

In alcune aree, sono presenti delle discariche, oppure se c’è stato qualche sversamento di tipo oleoso magari, dovuto a sinistri stradali o a perdite, da parte di automobili basterà semplicemente sollecitare il Comune attraverso l’applicazione per dispositivi mobili e la situazione di emergenza di tipo ambientale, potrebbe essere risolta davvero in pochi minuti. Cosa state aspettando?

Sempre più spesso capita di dover fare i conti con queste situazioni di emergenza, e per questo sollecitare il Comune tramite app per il lavaggio strade sarà sicuramente una soluzione che potrà tornare utile a tutti in quanto purtroppo fenomeni di questo tipo capitano in tutte le città italiane.

No Comments
Comunicati

Framesi Spa rinnova la partnership con Nextmove

Anche per il 2017 Framesi sceglie Nextmove per la sua comunicazione online

La partnership tra Nextmove e Framesi continua. Dopo un produttivo 2016, Framesi Spa—multinazionale del settore cosmetico—affida nuovamente a NextmoveDigital Agency con sede a Milano e a Lecco—la gestione della sua comunicazione corporate online, sia nazionale che internazionale.

L’agenzia, in forte espansione e composta da un organico eterogeneo e completo, sarà il digital partner che affiancherà Framesi nella progettazione di nuove applicazioni mobile, nella gestione (tra gli altri) del sito web www.framesi.it—realizzato lo scorso anno sempre da Nextmove—e nelle attività di social media management sui canali ufficiali dell’azienda.

“Siamo molto contenti che Framesi abbia rinnovato la sua fiducia in Nextmove anche per il 2017”,

spiega Fabrizio Conti—Project Leader in Nextmove.

“Il 2016 è stato denso di iniziative digitali e di attività di pianificazione strategica che hanno tracciato la strada da seguire in questo 2017. Strada che siamo felici di poter percorrere con tutto il team Marketing di Framesi”.

Patrizia Caldera, Marketing&Corporate Communication Director di Framesi Spa, aggiunge:

“Nel 2016 l’agenzia Nextmove, più che un fornitore, è stata un vero e proprio partner. Il team è sempre intervenuto proattivamente per fornirci nuovi spunti in grado di migliorare la nostra strategia digitale. Sicuramente in questo 2017, che si preannuncia ricco di sfide, sapremo raccogliere altri successi.”

Per ulteriori informazioni contattare:

Nextmove Srl
Via Balicco 113
23900 Lecco (LC)
Telefono: +39 0341 284 930
Fax: +39 0341 288 468
Email: [email protected]

No Comments
Comunicati

“Clicca il neo”: la app per la diagnosi dei tumori della pelle

  • By
  • 17 Febbraio 2017

Un nuovo strumento per la prevenzione del tumore della pelle: “Clicca il neo”, la app per monitorare nei, macchie e lesioni sospette dal proprio smartphone . 

Bergamo, 17 febbraio 2017 – La salute è a portata di clic grazie a «Clicca il Neo», la app per identificare i nei sospetti direttamente dal proprio smartphone.

Il metodo è sicuro, veloce, efficace. Tramite l’applicazione, basta fare una foto alle macchie o alle lesioni a rischio, e inviare l’immagine all’esperto che, nel più breve tempo possibile, invierà la risposta.

La app è stata messa alla prova dallo studio sperimentale svolto dal 10 ottobre 2016 al 3 febbraio scorso,  in Ats Bergamo dal Centro Studi Gised e sostenuto da LILT grazie a Fondazione Credito Bergamasco. 211 dipendenti di Ats Bergamo hanno usato «Clicca il Neo», mentre 213 hanno fatto ricorso agli strumenti di monitoraggio tradizionale. Il livello di accuratezza è risultato equivalente. Con un punto in più per la app: chi l’ha utilizzata, ha risparmiato tempo  vitale e denaro.

«Tra le malattie cutanee, il melanoma è una delle cause principali di mortalità – spiega la dott.ssa Mara Azzi, Direttore Generale Ats Bergamo -, ma educazione e screening sono un mezzo importante di prevenzione e diagnosi precoce. Per questo credo molto in “Clicca il Neo”, che con la sperimentazione ha dimostrato come le nuove tecnologie permettanno una diagnosi precoce e una rapida valutazione da parte dello specialista, riducendo le liste d’attesa e indirizzando i pazienti più a rischio alla visita specialistica. “Clicca il Neo” è uno strumento che sfrutta le competenze specialistiche e sviluppa la consapevolezza, la responsabilizzazione verso la propria salute».

Per scaricare la App e per informazioni http://www.centrostudigised.it/clicca_il_neo.html

No Comments
Comunicati

PERCHÉ NON MANGIA? RISPONDE «SCH(IA)CCIA» L’APP CHE METTE KO ANORESSIA E BULIMIA

  • By
  • 17 Novembre 2016

Attiva da oggi 15 novembre, l’applicazione è il nuovo strumento con cui il Centro per la diagnosi e la cura dei disturbi del comportamento alimentare di Bergamo intende mettersi in contatto con i possibili pazienti, sempre più numerosi e sempre più giovani

Bergamo, 15 novembre 2016 –Si chiama «Sc(Hi)accia dca» ed è un alleato in più per mettere al tappeto i disturbi alimentari: anoressia e bulimia in primis. In funzione da oggi, «Sc(Hi)accia dca» è l’applicazione disponibile su iOS e Android voluta dal Centro per la diagnosi e la cura dei disturbi del comportamento alimentare (Cdca) della Casa di Cura Palazzolo di Bergamo, per dare la possibilità a persone che hanno un problema alimentare, ai loro amici, famigliari, insegnanti ed educatori di ottenere informazioni ed un eventuale aiuto.

Un canale diretto per intercettare gli adolescenti, sempre più spesso vittime di questi disturbi: basti pensare che solo in provincia di Bergamo, ogni settimana si registrano almeno cinque nuovi casie il fenomeno, sempre più diffuso tra le giovanissime, registra un incremento anche tra gli uomini. Da qui, il desiderio di creare «Sc(Hi)accia dca», App che consentirà agli adolescenti, ma anche alle famiglie, di interagire direttamente con un esperto in disturbi del comportamento alimentare, trovando le risposte e l’aiuto necessario.

«“Sc(Hi)accia dca” è l’ultimo tassello in ordine di tempo di un più ampio progetto di collaborazione con il territorio e con il consorzio Solco Città Aperta con cui la Casa di Cura Beato Palazzolo sta lavorando in team per favorire la prevenzione e la diagnosi precoce nelle scuole, negli oratori, nelle associazioni sportive e per attivare percorsi di supporto ai pazienti del Cdca – ha spiegato il direttore generale, dott. Edoardo Manzoni alla presentazione della APP alle istituzioni invitate a fare sistema per affrontare l’emergenza disturbi alimentari –dal 2000, ovvero da quando il Centro ha aperto, abbiamo seguito 1743 persone e ne abbiamo ricoverate 653. È un fenomeno in continua crescita e l’App potrà offrire un supporto concreto a ragazze e ragazzi che altrimenti difficilmente si rivolgerebbero a un centro specializzato».

Sì perché chi è affetto da disturbi alimentari assume un atteggiamento di isolamento relazionale –ha aggiunto il dott. Amaglio, Direttore del Centro per la diagnosi e la cura dei disturbi del comportamento alimentare Attraverso la APP, chi rileva questo rifiuto ora sa che cosa fare. Ha, infatti, la possibilità di valutare i propri timori e affidarsi a un’équipe specializzata che attui interventi psicologici e nutrizionali mirati alla gestione dell’ansia, delle emozioni negative, del reintegro nel tessuto sociale e dell’aumento graduale del peso, finalizzato a ottenere una condizione di buona salute”.

Un contatto meno invasivo ma più immediato con il mondo sommerso di chi soffre di questa patologia, dunque, reso possibile grazie alla vittoria di un bando promosso dalla Fondazione Vodafone “Digital for Social”. L’impegno della Fondazione Vodafone Italia, con il bando “Digital for Social” si declina nella promozione del digitale e, più in generale della tecnologia, come strumento di innovazione sociale. Rientra proprio in questa dimensione l’iniziativa SC(HI)ACCIA della Casa di Cura Palazzolo di Bergamo, che è stata premiata tra più di 450 progetti ricevuti. “Come Fondazione Vodafone Italia– spiega Maria Cristina Ferradini, Sustainability manager di Vodafone e Consigliere Delegato di Fondazione – abbiamo deciso di sostenere questo progetto perche’ coniuga insieme le tecnologie digitali alle competenze psicologiche e mediche del team, la collaborazione di importanti esperienze del territorio  e soprattutto perche’ si propone di aiutare i ragazzi e le famiglie in quella dimensione del disagio nascosto e spesso negato che porta a punti di non ritorno”.

E oltre al contatto sul sito internet e via App, il centro della Palazzolo a Bergamo è a disposizione dal lunedì al venerdì dalle 14 alle 15.30 al numero telefonico 035.389206 per supportare i pazienti conpercorsi personalizzati. A partire da una “Valutazione diagnostica” con psichiatri, medici, dietisti e psicoterapeuti, per poi proseguire con “Percorso ambulatoriale” che aiuterà a elaborare le emozioni e superare le difficoltà di salute, con un lavoro terapeutico basato su immagine corporea, autostima e relazioni interpersonali.

Perché di anoressia e bulimia si può guarire, se riconosciute e curate con tempestività.

No Comments
Comunicati

Dottori.it lancia l’app per cercare il proprio medico


Andare in vacanza con il medico “in tasca” è finalmente possibile: è online l’app del portale Dottori.it (https://www.dottori.it), che consente di trovare lo specialista più adatto alle proprie esigenze dovunque ci si trovi, quindi anche mentre si è lontani dai medici abitualmente consultati.

L’applicazione è completamente gratuita e permette di ricercare medici e professionisti sanitari nel portale più utilizzato in Italia (oltre 40mila gli specialisti presenti) direttamente dal proprio dispositivo mobile. È possibile effettuare la ricerca in base alla loro specializzazione, alla propria patologia, alla prestazione desiderata o al nome e cognome del medico che si cerca.

Grazie alla geolocalizzazione, uno dei parametri che l’utente può impostare è quello della vicinanza al punto in cui si trova (casa propria, l’ufficio ma anche il posto in cui si è in vacanza); una volta scelto il medico è possibile consultarne l’agenda e selezionare data e ora per prenotare una visita. Tramite l’app è possibile verificare il curriculum e le specializzazioni del professionista medico, oltre che leggere i commenti lasciati da pazienti che lo hanno già conosciuto. In fase di prenotazione è possibile, infine, visualizzare le tariffe delle prestazioni in modo chiaro e trasparente, evitando di avere sorprese al momento dell’appuntamento.

L’app è multiutente: permette di creare più avatar e prenotare delle visite per tutta la famiglia, gestendo le diverse agende sanitarie da un unico account. Grazie all’applicazione è possibile ricevere le notifiche e organizzare un sistema di alert, per evitare di dimenticare gli appuntamenti presi.

Due le versioni dell’app: quella per iOS è disponibile per iPhone, iPad e iPod Touch ed è scaricabile sull’Apple Store al link https://itunes.apple.com/it/app/dottori.it/id1132636113?mt=8; è compatibile con iOS da 8.x 9.x. L’app per dispositivi Android (4.4 o versioni successive) è scaricabile nel Google Play Store al link https://play.google.com/store/apps/details?id=it.dottori.consumer.

L’applicazione per i pazienti arriva dopo il lancio, avvenuto negli scorsi mesi, di AgendaDottori – l’app di Dottori.it che permette ai medici di digitalizzare i flussi di comunicazione con chi ha in cura, gestendone le richieste, le prenotazioni e le cartelle cliniche.

«Dottori.it è una startup italiana che punta a semplificare il percorso di ricerca e scelta del medico – sostiene Paolo Bernini, CEO di Dottori.ite lo sviluppo delle app per iOS e Android vuole proprio velocizzare e migliorare la relazione tra i pazienti e gli specialisti, offrendo a entrambi un modo innovativo e pratico per ottimizzare i tempi con il massimo dei risultati».

No Comments
Comunicati

Arriva MuseON, visitare i musei 24h/24 ora si può


Dall’unione tra una buona idea e l’uso delle tecnologie digitali, nasce il modo per usufruire della cultura senza vincoli d’orario. E non stiamo parliamo di una visita virtuale.

Da adesso in poi scordatevi di dover fare le corse o di dover incastrare mille impegni per poter visitare quel museo che tanto vi interessa. Non dovrete più rispettare alcun limite d’orario di apertura, né di chiusura, perché Larin, agenzia di comunicazione bellunese specializzata nella ricerca di soluzioni digitali per istituzioni culturali e nella promozione turistico-culturale, e Mostaza, startup residente nel Talent Garden di Padova e specializzata nello sviluppo di digital solution on cloud, hanno ideato il modo per visitare i musei 24 h/ 24, sette giorni su sette.

In occasione del convegno promosso il 14 aprile da Confindustria intitolato Contaminazioni, dedicato allo sviluppo delle sinergie tra il settore manifatturiero e culturale, è stato lanciato MuseON, il primo kit digitale al mondo che reinventa il modo di vivere i musei rendendoli accessibili 24 ore su 24 e 7 giorni su 7.

Proprio Grazie a MuseON i visitatori potranno far parte di un’esperienza multimediale e interattiva a 360° in cui immagini, video e narrazioni li accompagneranno in un tour personalizzato.

“Il progetto è nato dopo aver vinto una gara che ci ha permesso di cablare con dispositivi Beacons 5 musei” commenta Marco Da Rin, CEO delle due aziende. “Ci siamo chiesti: come sarà il museo del futuro? Come permettere alle persone di avvicinarsi alla cultura in maniera più smart? Da queste riflessioni è nato MuseOn. Attualmente abbiamo validato e prototipato le varie tecnologie, ma abbiamo già la disponibilità di un museo interessato a ospitare la nostra soluzione e speriamo di raccogliere a breve i fondi che ci servono per completare lo sviluppo, da investitori privati o tramite il programma Horizon2020 della Commissione Europea”.

Larin e Mostaza hanno inventato il modo di automatizzare numerose fasi della visita ad un museo, a partire dall’acquisto dei biglietti e dall’apertura delle porte, fino al bookshop e al merchandising. Anche la vecchia audioguida potrà essere sostituita da una guida virtuale multilingua che entrerà nello smartphone del visitatore, garantendo così l’accessibilità anche a chi parla una lingua straniera, un problema non da poco nella realtà museale odierna che spesso, infatti, non offre il servizio di traduzione.

Come funziona MuseON? 
Attraverso il download di un’App, MuseOn permette di acquistare il biglietto di ingresso per un gruppo di persone, pagando direttamente con la carta di credito. Utilizzando una connessione Bluetooth, lo smartphone provvede all’apertura della porta d’ingresso, e un circuito di videocamere a riconoscimento facciale garantisce che gli accessi si svolgano correttamente. Le informazioni necessarie per muoversi all’interno del museo vengono fornite tramite tecnologia beacon che permette di geolocalizzare il visitatore all’interno dell’edificio in modo che il suo dispositivo digitale sia in grado di fornirgli sia informazioni pratiche, che contenuti relativi alle opere esposte che potranno essere testi, immagini interattive, video e altro ancora.

Perché MuseON è un’opportunità di crescita per i musei? 
Adottando questa soluzione, i musei potranno garantire al pubblico un’apertura prolungata, innovare la distribuzione dei contenuti e dei servizi educational, dare maggiori garanzie di accessibilità con percorsi dedicati a persone con disabilità sensoriali e contenuti tradotti in numerose lingue straniere.

Il sistema MuseON sarà per i musei un’inesauribile fonte di informazioni: i beacon infatti possono essere usati per raccogliere dati insight sul comportamento dei visitatori, quanto tempo trascorrono nelle diverse sezioni del museo e quali sono i punti di maggior interesse. Grazie alla digitalizzazione delle opere e dei contenuti, inoltre, sarà possibile creare dei database facilmente consultabili e condivisibili sia da professionisti del settore che da appassionati

No Comments
Comunicati

STOP ALLE ATTESE CON ZEROCODA


Artexe®, partner tecnologico di Telecom Italia, ha progettato e realizzato un Servizio SaaS pay-per-use offerto in modalità Cloud che permette al cittadino di saltare le code dei servizi con accesso diretto.
Inizialmente, il servizio è stato utilizzato dai soli operatori di Sportello e CUP telefonico che provvedevano a effettuare la prenotazione del “posto in fila” per conto dell’utente, permettendo un’introduzione graduale di questa innovazione tecnologica.
Da qualche settimana il servizio è fruibile da tutta la cittadinanza sia attraverso il sito web direttamente raggiungibile dalla home page aziendale, sia come servizio aggiuntivo nella APP InfosaluteASL7 (scaricabile gratuitamente sia per IOS che per Android).
Il servizio Zerocoda® permette all’utente di registrarsi in pochi semplici passaggi e prenotare da remoto e in completa autonomia l’accesso ai servizi di accoglienza nella struttura desiderata secondo slot temporali che garantiscono l’annullamento dei tempi di attesa.
L’utente ha la possibilità di ricevere conferma della propria prenotazione sia via email che via SMS. Inoltre, accedendo alla propria pagina personale, è possibile gestire, modificare o cancellare le proprie prenotazioni in qualsiasi momento.
“Giorno, ora e luogo del prelievo possono essere prenotati comodamente dal pc di casa, con il cellulare o dai Totem PuntoSi che si trovano nei presidi AUSL 7 della provincia di Siena grazie al nuovo servizio online Zerocoda® ha dichiarato il dr Volpe, vice-commissario dell’AUSL7. “Questo sistema di prenotazione è completamente gratuito e facilmente accessibile e comunque non esclude che il cittadino possa prenotare il posto anche da telefono e di persona allo sportello, ha inoltre precisato. L’utente è libero di scegliere in base alle proprie esigenze”.
La diffusione di questo servizio è stata immediata e di grande impatto, più di 350 persone ogni giorno, distribuite fra gli 8 distretti dove il servizio è attivo, accedono alle strutture grazie a Zerocoda®. La dirigenza si è dichiarata molto soddisfatta del progetto, sia per poter usufruire di uno strumento efficace di comunicazione diretta con il cittadino, sia per aver assicurato una crescente multicanalità nelle modalità di accesso alle diverse strutture del territorio.

No Comments
Comunicati

Mediacontents presenta una nuova APP dedicata Made in Italy artigianale.

ArsAndCrafts – Una piattaforma unica in Italia. Una APP dedicata Made in Italy artigianale

ArsAndCrafts è l’innovativa applicazione di e-commerce per gli artigiani, a differenza dei tradizionali store online l’applicazione si presenta come un perfetto mesh-up tra un sistema di photo-sharing e un classico e-commerce. L’applicazione si approccia al concetto di commercio elettronico sotto una nuova ottica: mostrare le opere d’arte e di artigianato in tutta la loro bellezza, apprezzarle e valutarle con uno speciale strumento di rating che fa salire le migliori foto delle opere. Anche acquistare un opera unica diventa facile e divertente!

L’applicazione “ArsAndCrafts” si propone come un’efficace vetrina per dare visibilità al lavoro degli artigiani e degli artisti. Attraverso tale app l’artigiano potrà promuovere la propria attività e le proprie opere facendole conoscere al pubblico, mostrando i propri lavori e ricevendo feedback dai fruitori dell’applicazione. L’utente invece potrà localizzare le botteghe secondo criteri di vicinanza, o individuare opere d’arte effettuando delle ricerche con filtri, infine l’applicazione si pone come mezzo di interconnessione tra artigiano e cliente, quest’ultimo infatti, tramite l’app, è in grado di contattare direttamente l’artigiano-artista per la commissione di un lavoro o anche per una semplice visita. Il sistema di feedback dell’utente e la possibilità, da parte dell’artigiano, di avere un servizio fotografico delle proprie opere danno vita ad un vera è propria galleria d’arte virtuale.

Si può pensare ad un Instagram dedicato esclusivamente ad oggetti d’artigianato, dove ciò che vedi, se sei interessato puoi anche acquistarlo.

Mediacontents Srl è una azienda incubatrice per: Creativi digitali- Sviluppo di idee progetto per una nuova generazione di app – APP ON

www.mediacontents.it   – www.aersandcrafts.com

No Comments
Comunicati

Torna il Super Deal di TrovaPrezzi: l’offerta speciale della settimana è un portatile Lenovo


Il comparatore di prezzi e prodotti più utilizzato in Italia, ripropone l’appuntamento settimanale per gli utenti che usano l’app TrovaPrezzi per Android. Una giornata con un prodotto top a un prezzo scontatissimo: l’appuntamento è ogni giovedì. Si riparte il 24 settembre con un portatile Lenovo.

22 settembre 2015 –   Ai nastri di partenza l’iniziativa mobile di TrovaPrezzi per rendere ancora piùcompleta la propria offerta di risparmio. Super Deal è un’iniziativa dedicata agli utenti che utilizzano l’app Android: una giornata di sconto su uno dei prodotti più cliccati negli oltre 2.500 negozi online che fanno parte del network.

Ogni giovedì ci sarà il lancio di un’offerta imperdibile. La stagione si riapre con il portatile Lenovo della serie B50-30, un notebook da 15.6″ con schermo LED, 4 GB di RAM e hard disk da 500GB, più lettore DVD-R. I più veloci potranno acquistarlo con un risparmio di circa 30 Euro rispetto al primo prezzo di TrovaPrezzi: il portatile sarà in vendita sull’app Android a 167,99 Euro.

Per accedere all’offerta, giovedì 24 settembre gli utenti dovranno aver installato l’app Android di TrovaPrezzi ed entrare nell’home page nella sezione “I nostri imperdibili deals”. Sarà sufficiente un tap per andare al dettaglio dell’offerta e quindi completare l’acquisto sul sito del venditore.

L’appuntamento è settimanale: ogni giovedì ci saranno nuovi prodotti a prezzi super scontati, in esclusiva per chi usa l’app di TrovaPrezzi su dispositivi Android e non vuole perdere le migliori occasioni, soprattutto nel settore della tecnologia.

Ad oggi sono circa 200mila gli utenti che hanno l’app Android di Trovaprezzi sul proprio device, un risultato che mostra l’efficacia del servizio del comparatore nella ricerca e nel confronto per valutare l’effettiva convenienza delle offerte sui prodotti in tempo reale, a casa o in mobilità, ad esempio mentre ci si trova in un negozio. L’app è pensata per rendere sempre più facili gli acquisti online, anche da smartphone e tablet.

L’app TrovaPrezzi è disponibile per il download gratuito sugli store Android, iOS, Windows Phone.

No Comments
Comunicati

La sicurezza della tua casa è in tasca grazie alle nuove centrali di allarme Avidsen e all’app Avidsen Security


La sicurezza all’interno della propria casa è fondamentale specialmente durante l’estate, stagione in cui si concentra la maggior parte delle vacanze e anche la più alta percentuale di furti rispetto agli altri periodi dell’anno. Avidsen, azienda che concepisce, sviluppa e commercializza sistemi elettronici e digitali innovativi e di semplice utilizzo, propone due nuovi kit di allarme facili da installare, configurare e controllare per venire incontro alle richieste di maggior sicurezza e protezione degli ambienti domestici.

Avidsen Kit Centrale Allarme COMBO

Il Kit Centrale Allarme COMBO è una centralina che può essere controllata tramite telecomando, identificazioni a frequenze radio (tag RFID), tastiera wireless e tastiera sul pannello di controllo della centrale, nonché addirittura via telefono o smartphone, tramite SMS, chiamata e App iOS/Android. La centralina è semplice da installare e configurare, e ben si adatta a ogni contesto abitativo. Può gestire oltre 150 accessori wireless tra rilevatori di movimento, sensori porte e/o finestre, sirene interne ed esterne, telecamere IP, telecomandi e tag RFID. Prezzo: 289 euro

 

Avidsen Kit Centrale Allarme wireless con combinatore GSM

L’altra novità di Avidsen in tema di sicurezza domestica è il Kit Centrale Allarme wireless con combinatore GSM, controllabile tramite telecomando, tastiera wireless e, come il kit precedente, anche attraverso telefono o smartphone, tramite SMS, chiamata e App iOS/Android. Questo kit, completo e funzionale, è composto di base da una centralina armabile totalmente o parzialmente, un rilevatore di movimento, un contatto magnetico e due telecomandi. Disponibile da ottobre 2015.

 

Avidsen Security app

Sviluppata dal comparto Ricerca e Sviluppo di Avidsen, l’app Avidsen Security, disponibile in più lingue sia per iOS che per Android, è un’applicazione per dispositivi mobili che consente la gestione di tutte le funzioni delle centrali di allarme anti-intrusione Avidsen della serie Skydda.

L’app non richiede particolari connessioni remote in quanto si basa su tecnologia GSM, né necessita fasi di registrazione su server per poter essere utilizzata. Ciò garantisce una maggiore affidabilità e la totale tutela della Privacy, componenti fondamentali per avere un controllo sicuro del proprio sistema di allarme.

L’uso dell’App è molto intuitivo; l’interfaccia grafica e la guida presente agevolano tutte le operazioni per interagire con il sistema. È possibile armare la centrale in modalità parziale o totale, disarmarla, verificarne lo stato, impostare vari settaggi (numeri di telefono/SMS per ottenere i feedback in caso di allarme, rinominare i sensori, impostare la sirena, il codice utente, ecc), interagire con la telecamera per visualizzare l’ambiente monitorato e comunicare con esso grazie al controllo audio bi-direzionale.

 

Per chi vuole di più…

 

Entrambi i kit Avidsen sono compatibili con una vasta gamma di accessori wireless complementari aggiuntivi (oltre 100) – tra cui sensori con portata di 100 m e distanza di rilevazione di 8 m, telecomandi, sirene indoor, batterie, tastiere e tag RFID –  che li rendono ancora più completi, efficaci e capaci di soddisfare ciascuna specifica esigenza di sicurezza.

 

I nuovi Kit Centrale Allarme COMBO e Kit Centrale Allarme wireless con combinatore GSM sono disponibile sul sito di e-commerce www.avidsenstore.it e presso i migliori negozi dedicati all’elettronica, al bricolage e al fai da te, tra cui i principali Leroy Merlin, OBI, Self, Bricocenter, Brico Io, Bricofer e Brico Ok.

 

 

***

Segui Avidsen:

Web  www.avidsenstore.it

Facebook www.facebook.com/AvidsenItalia

Twitter https://twitter.com/AvidsenIT

***

Informazioni su Avidsen

PMI francese, presente in Italia con la sua filiale di Santo Stefano Ticino (MI), Avidsen concepisce, sviluppa e commercializza sistemi elettronici e digitali innovativi, di semplice utilizzo per la casa. Dopo essere stati pionieri, sin dalla sua creazione nel 1998, nel campo delle motorizzazioni per cancello, è divenuta oggi un punto di riferimento nel campo della domotica e fornisce i propri prodotti sia a distributori che al mercato della grande distribuzione Bricolage. Avidsen detiene anche le licenza del marchio Thomson  in Europa per l’insieme delle gamme sicurezza (allarmi, videosorveglianza, videocitofonia) e  domotica, proposti sotto il marchio Thomson).

No Comments
Comunicati

IL TEMPO DEI BUYER È IL PIÙ PREZIOSO

Ci risiamo. È di nuovo quel periodo dell’anno. Valigia fatta, biglietto aereo e hotel prenotati. Fornitori avvisati. Tutto pronto per andare dall’altra parte del mondo e costruire una collezione che segua i trend, ma allo stesso tempo sia creativa e originale.

E cosi, i buyer, due volte l’anno, si ritrovano con le valigie in mano pronti a vagliare le mille alternative proposte dai fornitori, per creare la collezione della prossima stagione. Per un occhio poco esperto il lavoro del Buyer, o del Merchandiser, può sembrare semplice ed affascinante. In realtà è un ruolo di grande responsabilità e organizzazione. Di responsabilità, perché è indispensabile acquisire tutte le conoscenze relative al consumatore, alle variabili che distinguono sul mercato l’identità di una marca rispetto alle marche concorrenti, ai prodotti e alle collezioni, ai nuovi mood; intuire ed interpretare le tendenze, scegliere il miglior assortimento da inserire in uno store. E di organizzazione, perchè devono catalogare in modo efficente tutte le informazioni acquistire durante i loro viaggi e condividerle con la sede una volta di ritorno.

Nasce quindi la necessità per i Buyer di avere a disposizione uno strumento che possa velocizzare ed organizzare al meglio il processo di picking e condivisione delle informazioni. Macchina fotografica, carta e penna saranno solo un vago ricordo per i Buyer che alla tradizione preferiranno di gran lunga i vantaggi pratici dell’innovazione.

Il “digital Buyer” del futuro viaggia con un iPad e sceglie l’APP gratuita mobile PickTOUR per creare la sua collezione. Con pochi semplici click, il Buyer ora potrà catalogare i propri viaggi a seconda del fornitore visitato, scattare foto dei capi scelti dal tablet, aggiungendo all’immagine commenti e note sulle possibili modifiche da apportare, creare schede prodotto da condividere in real time con la sede.

PickTOUR trasforma il picking in un processo digitale e standardizzato, sgravando il Buyer dal faticoso lavoro di riorganizzazione e catalogazione degli appunti una volta rientrato in sede.

Ottimizzazione ore uomo, riduzione della mole di carta, standardizzazione del processo, real-time sharing. Sono questi gli elementi cardine che rendono PickTOUR lo strumento di cui i digital Buyer non possono fare a meno.

No Comments
Comunicati

La startup Dottori.it lancia AgendaDottori: l’innovativa app per gestire agenda e prenotazioni da smartphone


Se il tema della sanità digitale è una delle principali questioni all’ordine del giorno nel mondo della salute, anche i medici specialisti si adeguano, puntando a strumenti sempre più interattivi, in grado di migliorare e digitalizzare i flussi di comunicazione con il paziente. Per rispondere a queste esigenze Dottori.it (http://www.dottori.it), il più grande e utilizzato portale di medici italiani, lancia la sua app, AgendaDottori: la prima agenda virtuale che permette di aumentare il numero di pazienti migliorando la gestione degli appuntamenti.

Facile da usare, veloce e intuitiva, AgendaDottori permette di gestire richieste di appuntamento 24 ore su 24, confermandole con un semplice click, consultare gli impegni giornalieri e settimanali e tutti dettagli dei singoli appuntamenti, modificandoli o annullandoli direttamente via smartphone.

Grazie alla nuova app di Dottori.it, il medico potrà leggere in tempo reale le informazioni sui pazienti, avendo accesso alle loro anagrafiche digitali in ogni momento, poiché tutti i dati restano salvati sul device mobile.

AgendaDottori è un’esclusiva gratuita per tutti i medici ed i professionisti sanitari registrati a Dottori.it.

«Siamo fieri di essere stati i primi in Italia a sviluppare un prodotto così importante per la vita e il lavoro del medico – sostiene Paolo Bernini, CEO di Dottori.it. – AgendaDottori è un grande traguardo non solo per quel che concerne la piattaforma tecnologica, ma anche per il supporto che riesce a fornire al professionista, sempre più bisognoso di ottimizzare la sua giornata lavorativa senza ripercussioni sulle prestazioni al paziente».

L’app, che nelle prossime settimane si arricchirà di ulteriori feature concordate con i primi medici beta-test, è disponibile per iPhone e iPad ed è scaricabile sull’Apple Store al link https://itunes.apple.com/it/app/agendadottori/id985193738?mt=8: è compatibile con iOS da 7.1 a 8.3, iPhone 4/4S/5/5C/5S/6/6 Plus, iPad 3/4/Air/Air 2; a breve verrà diffusa nella versione per Android.

Sulla base dei modelli di successo diffusi all’estero, Dottori.it è una startup italiana che offre ai suoi utenti uno strumento per la ricerca del miglior medico nella propria città, con la possibilità di prenotare la propria visita online. Il motore di ricerca raccoglie le informazioni dei medici in modo trasparente e completo, pubblicando il profilo dello specialista, gli studi svolti, le esperienze professionali e le prestazioni fornite. Per il professionista, invece, offre la massima visibilità online e permette di gestire gli appuntamenti e i contatti in modo semplice e veloce.

No Comments
Comunicati

L’innovazione tecnologica ha coinvolto proprio tutti “Companion App” L’App su misura per il tuo Business


L’80% dei Manager IT scelgono i Mobile Device per accedere alle applicazioni aziendali.
L’utilizzo delle App, per accedere in tempo reale alle applicazioni mission critical, è sempre più frequente ed ha generato un nuovo modo di incrementare la produttività.
La divisione mobile di Comedata realizza App su misura che permettono di estendere un’applicazione tradizionale, non sostituendola, ma rendendo disponibili le funzioni principali, per gli utenti che operano in mobilità.
Le App realizzate da Comedata sono multipiattaforma per Windows Phone, Android e iOS e utilizzano tecnologie quali “Universal App” e Xamarin, sfruttando a 360º le potenzialità dei servizi cloud di Microsoft Azure.
Le nostre App:
[email protected] Mobile
CRM Ticketing
Scopri perché scegliere Comedata http://www.comedata.it/mailing/Comedata/2015/Mobile_Device/companion_app.html

Oppure contattaci scrivendo a [email protected]

No Comments
Comunicati

Aggiustami.it si rinnova e continua la sua crescita

Il portale per il confronto di preventivi per la manutenzione dell’auto si rinnova e prosegue la sua crescita

Un’app rinnovata e disponibile sia per IOS che per ANDROID, un portale web innovativo, una rete di oltre 500 autoriparatori attiva e in forte espansione su tutto il territorio nazionale, know-how automobilistico & informatico.

Sono questi gli highlights di Aggiustami.it, la start-up innovativa nata a Milano nel 2013 e pienamente operativa dall’inizio del 2014, che è stata capace di individuare un servizio che ancora mancava sul mercato: “la possibilità per un automobilista di richiedere un preventivo agli autoriparatori a lui vicini direttamente e comodamente da casa, dall’ufficio o da qualsiasi altro luogo”.

Aggiustami.it mette a disposizione una piattaforma veloce e facile da utilizzare, sia nella versione desktop che attraverso l’app iOS e Android, che consente agli automobilisti di richiedere un preventivo di spesa per interventi di Carrozzeria e di Meccanica alle officine della propria Zona con pochi click.

È sufficiente infatti indicare i propri dati e quelli della vettura per iniziare a ricevere le offerte direttamente per mail o per telefono, con la possibilità di confrontarsi di persona con gli autoriparatori.

Un servizio salutato positivamente dagli automobilisti che quotidianamente visitano il sito e che prevede di espandersi, entro giugno 2015, sul fronte dei motoveicoli e camper.

“In questi giorni stiamo ultimando la costruzione della rete di officine che offrono servizi di riparazione e assistenza per camper, nonché per moto e scooter – dice Alberto Paveri, legale rappresentante di Aggiustami.it – e contiamo di lanciare questo ulteriore servizio su tutta Italia, con una significativa crescita dell’intera rete di autoriparatori autorizzati. Sarà una nuova svolta per un servizio che da subito ha mostrato, oltre all’innovazione progettuale e tecnologica, un regolare e costante trend di crescita”.

 

Milano, 19 febbraio 2015

No Comments
Comunicati

Immobiliare.it festeggia i 2 milioni di download e lancia la nuova App per Android


L’eccellenza tecnologica piace agli italiani, anche quando si cerca casa: Immobiliare.it (http://www.immobiliare.it) ha annunciato oggi il raggiungimento dei 2 milioni di download delle sue App per iOS, Android, Windows Phone e BlackBerry, un record che conferma la leadership del portale numero uno per gli annunci immobiliari in Italia.
Nel festeggiare il traguardo, l’azienda lancia la nuova release della sua applicazione Android: la versione 3.0 è stata completamente ridisegnata dal team interno di Immobiliare.it ed è il risultato di un lavoro durato oltre un anno. Sono state sfruttate tutte le potenzialità e linee grafiche del nuovo sistema operativo Android 5.0 (Lollipop). La nuova App è scaricabile da tutti i dispositivi mobili Android 4.0 o superiore e mette a disposizione degli utenti una serie di nuove funzionalità e miglioramenti rispetto alla versione precedente.
Una delle principali novità riguarda la possibilità di sincronizzare il proprio profilo con il sito web o con altre applicazioni, incluse quelle Apple iOS, consentendo quindi di salvare annunci e ricerche su dispositivi diversi. Inoltre, per rendere l’esperienza degli utenti ancora più semplice, come già avviene sul sito, è possibile nascondere gli annunci che non sono considerati interessanti. Si tratta di un’agevolazione molto importante per chi sta cercando casa e per questo si trova frequentemente a navigare sul sito o a utilizzare l’App.
«Questi importanti risultati non frenano la nostra volontà di proseguire sulla strada dell’eccellenza tecnologica – ha dichiarato Aldo Armiento, CTO di Immobiliare.it – e l’obiettivo dell’azienda per il 2015 è quello crescere ulteriormente, arrivando a raddoppiare il nostro Team Mobile dedicato allo sviluppo delle applicazioni. Abbiamo già avviato la ricerca di cinque nuovi collaboratori e non vediamo l’ora di trovare talenti per sviluppare i progetti futuri.». Le posizioni aperte in Immobiliare.it sono disponibili su http://www.immobiliare.it/info/lavora-con-noi

No Comments
Comunicati

Per quale ragione Clash of Clans è stato il divertimento principale del 2014?


Fra la larga quantità di giochi per telefoni nati nel 2014, Clash of Clans è certamente quello maggiormente remunerativo e più venduto tanto che si è così sparso al punto che sono nati molti siti di trucchi per Clash of Clans Android. Grazie ai suoi numeri i quali hanno superato qualsiasi ipotesi, Clash of Clans è diventato il divertimento numero 1 in tutto il globo nella storia dei passatempi per dispositivi mobile.

Come tanti giochi di tattica esistiti anni addietro, Clash of Clans e’ ambientato in un terreno nel quale è indispensabile edificare il personale clan (villaggio) e farlo progredire secondo le usuali pratiche scandite dal progresso. Si esordisce con la costruzione degli edifici di base e poi si cominciano a preparare soldati in modo da addestrare un esercito formato da guerrieri in condizione di tutelare il proprio villaggio o di attaccare i villaggi degli altri.

L’evoluzione del villaggio è fondamentale per la maggior parte dei giochi di questo tipo e Clash of Clans non ha creato niente di rivoluzionario.

Ma allora perchè Clash of Clans ha avuto un trionfo così ampio?

Il boom di Clash of Clans è da cercarsi principalmente dal lato economico: I programmatori stanno facendo molti denari grazie a un ingegnoso metodo di monetizzazione basato sulle gemme, un’entità reperibile nel territorio dove si sviluppa il gioco e adoperabile solo in moderate quantità. Questo ha spinto i player a farsi dipendenti dalle gemme, generando un considerevole quantitativo di individui che comprano le gemme.

Pertanto si, le gemme possono essere ottenute in pacchetti che vanno da pochi € a qualche centinaio. Il business del gioco sta interamente qui!

Ci saranno ulteriori allargamenti per Clash of Clans nel prossimo anno?

A livello personale non credo che ci saranno degli sviluppi che possano portare cambiamento nel gioco. Questo passatempo è una miniera d’argento per I programmatori pure senza dover presentare eccessive cose nuove nel modo in cui è avvenuto per esempio nella circostanza di Candy Crush Soda, dove ci sono ininterrotti revisioni degli schemi fatte da coloro che hanno fatto il gioco.

Non è pertanto augurabile pesare a cambiamenti durante quest’anno ma semplicemente ad ammodernamenti per ottimizzare la stabilità e la compatibilità del gioco, oltre che pensare a migliorate strutture e nuove matricole a quelle già usabili.

In definitiva, Clash of Clans ha sorpassato abbondantemente i rivali Candy Crush soda e Ruzzle grazie alla sua capacità di esibire un criterio parecchio passato, che esiste da decenni con i giochi strategici, e costruendo la sua propagazione completamente sulla copertura del palcoscenico di telefoni esistente. E’ appunto possibile usare Clash of Clans nella quasi totalità dei dispositivi mobile noti attualmente e gli sviluppatori stanno tentando di raggiungere ancora maggiormente questa già alta percentuale.

Ultima ma non inferiormente apprezzabile cosa da affermare su questo gioco è la dipendenza dalle gemme: sembra appunto che parecchi giocatori, particolarmente fuori dall’Italia, si siano letteralmente impegnati nel gioco a tal punto che scialacquano tanti denari nell’acquisto delle gemme. Allo stesso modo di tutti i giochi, anche i giochi per cellulari sono da prendere allo stesso modo di un divertimento ed è imprudente pertanto considerarli come parte della nostra vita, ma è suggerito utilizzarli per divertire il pensiero.

No Comments
Comunicati

L’App IT Taxi qualità ed innovazione di Yellowtaxi 02 6969 e il sistema “Toucher” installato su 400 taxi di Milano


Yellowtaxi 6969, azienda leader nel settore del trasporto a mezzo taxi, è una realtà all’avanguardia e sempre attenta ad offrire ai suoi clienti soluzioni innovative e professionali.
Nata nel 2002 Yellowtaxi 6969 è una flotta composta da 1400 taxi dotata della moderna tecnologia GPS e GPRS, che da oggi vanta una novità tecnologica unica: il sistema “Toucher”. A bordo di 400 taxi sono stati installati degli schermi touchscreen, che, attraverso icone interattive, informeranno i viaggiatori sulle opportunità offerte dalla città di Milano: cultura, svago, pernottamento, uffici pubblici.
La costante ricerca di novità tecnologiche significa per Yellowtaxi 6969 voler garantire una maggior fruibilità del servizio offerto ai clienti, che include diverse soluzioni:

1- prenotare un taxi attraverso chiamata telefonica al centralino componendo il numero 02 6969 oppure via web collegandosi all’indirizzo www.026969.it 3- prenotare tramite un sms inviando al numero 3939.70.6969, per l’area di Milano, oppure al numero nazionale 366.6730000 ed inserendo nel testo la città, l’indirizzo e il nome
4- prenotare tramite l’App IT Taxi
Come funziona l’App IT Taxi?
IT Taxi fa parte di un progetto completamente Made in Italy, sviluppato nel 2012 da URI, Unione Radiotaxi d’Italia, ed è l’App gratuita che mette in contatto taxisti e clienti in tutta Italia, per prenotare, pagare e recensire il taxi dal proprio smartphone, si evolve e abbandona la fase beta inaugurando il nuovo servizio Business dedicato alle aziende. In oltre 40 città italiane – tra cui Milano, Roma e Torino – è possibile accedere ad un servizio di trasporto sicuro, capillare e di qualità, nel pieno rispetto delle tariffe e delle tutele stabilite dalla Legge italiana. Disponibile in Italiano, Inglese e Tedesco, IT taxi individua la posizione dell’utente grazie alla geolocalizzazione e invia la richiesta direttamente alla Centrale Radiotaxi.
Attraverso l’integrazione con Google Places è anche possibile indicare uno specifico punto d’interesse in cui si desidera chiedere l’auto. Una notifica segnala al cliente la sigla della vettura e il tempo di arrivo.
Gli utenti possono prenotare un’auto in tempo reale visualizzandone la posizione e pagare al termine della corsa con il proprio smartphone tramite PayPal, oppure a fine mese con abbonamento aziendale.
Per i clienti Business convenzionati con uno dei Radiotaxi URI è possibile offrire sia ai propri dipendenti che ai propri clienti la possibilità di usufruire della corsa senza preoccuparsi di pagare al moment, e l’azienda potrà sempre tenere sotto controllo le singole spese dei suoi dipendenti.
Si avrà inoltre la possibilità di esprimere il proprio giudizio sulla qualità del servizio offerto o di aggiungere il taxi tra quelli indesiderati, così da escluderlo dalle ricerche nelle successive richieste.

Per facilitare gli spostamenti in città, l’App permette di:
⁃ richiedere una vettura ed un conducente con specifiche caratteristiche (ST Wagon, 7-8 passeggeri, lingua inglese, ecc);
⁃ memorizzare gli indirizzi nella sezione “preferiti” per trovarli più facilmente e utilizzarli di nuovo;
⁃ consultare in tempo reale lo stato della richiesta;
⁃ visualizzare la posizione del taxi in arrivo direttamente sulla mappa;
⁃ annullare una richiesta o una prenotazione;
⁃ pagare la corsa con un Account Paypal e ricevere in automatico la ricevuta al proprio indirizzo email.

Requisiti di sicurezza e legalità del servizio Prenotando un taxi con IT Taxi vengono garantiti alcuni importanti requisiti di sicurezza, trasparenza e legalità.

1- Autisti abilitati e controllati: ogni autista IT Taxi ha superato due esami ed ha ottenuto il C.A.P. (certificato di abilitazione professionale) e l’iscrizione al Ruolo dei Conducenti di auto pubbliche, ha il Certificato Giudiziario che attesta di non avere precedenti penali, effettua periodicamente le visite mediche previste che certificano l’indipendenza da uso di alcool e sostanze stupefacenti, è in possesso di un patentino per svolgere il suo lavoro nella massima garanzia di sicurezza. Sui taxi che fanno parte di una compagnia Radiotaxi, inoltre, il comportamento del singolo tassista è sottoposto al severo controllo di una commissione disciplinare interna che interviene per migliorare il servizio anche in seguito a specifiche segnalazioni del cliente attraverso l’App. 2- Mezzi affidabili e assicurati per terzi: tutte le auto IT Taxi sono sottoposte a revisione annuale da parte della Motorizzazione Civile e rispetto a qualunque altro mezzo di trasporto, sono assicurate con massimali doppi e per i terzi trasportati. 3- Prezzi trasparenti e garantiti dalle normative locali: il prezzo della corsa per gli aeroporti è predeterminato, trasparente, pubblico e sottoposto ad una regolamentazione comunale. In tutti gli altri casi il cliente è tenuto a pagare solo quanto visualizzato dal tassametro sigillato, senza il rischio che la corsa subisca oscillazioni nei periodi di maggior richiesta.

Yellowtaxi 6969 offre inoltre una serie di servizi dedicati alle aziende e ai professionisti che vogliono flessibilità e sicurezza nella gestione degli abbonamenti con la possibilità di utilizzare l’abbonamento in tutte le città d’Italia con le migliori realtà radiotaxi del territorio.

Il Presidente di URI, Loreno Bittarelli, ha dichiarato: “IT Taxi offre agli utenti uno strumento facile ed intuitivo per usufruire di un servizio che poggi la sua efficienza su un sistema di trasmissione e assegnazione delle corse altamente avanzato, volto garantire al cliente l’auto migliore e più vantaggiosa in qualsiasi momento. In vista di Expo 2015, siamo fieri di poter lanciare ufficialmente un progetto innovativo tutto italiano, che fonda la sua efficacia in anni di ricerca, esperienza e conoscenza capillare del territorio.”

In vista delle festività natalizie, quest’anno, in data 20 dicembre, alle ore 11.30 sarà la prestigiosa sede della Mercedes-Benz Center Milano ad ospitare la riunione dei tassisti dell’azienda Yellowtaxi 6969, in cui il presidente Vito Inserrato ed il cda incontreranno i tassisti per il tradizionale scambio di auguri.
A seguire si confronteranno con la stampa per illustrare i nuovi servizi e gli obiettivi raggiunti dall’azienda
L’evento è realizzato in collaborazione con Foyer, il tabloid free-press di promozione dello spettacolo dal vivo, che raccoglie le cartelle stampa delle produzioni degli spettacoli in scena offrendo al pubblico uno strumento di informazione sull’offerta culturale e di intrattenimento della città. La promozione, iniziata a Milano, ha però l’obiettivo di essere replicata in altre realtà del territorio nazionale.

Contatti

Yellow taxi 02 6969

Home


Fb funpage: Radiotaxi 026969

Uffico stampa Rosaspinto
Indira Fassioni
E-mail: [email protected]
Tel. 333 8864490

Mercedes-Benz Milano Spa
Via Gallarate, 450 – MI

Foyer
www.foyertabloid.net

No Comments
Comunicati

LA SICUREZZA IN PALMO DI MANO: L’APP CHE TI METTE IN TASCA LA VITTORIA

  • By
  • 2 Novembre 2014


Un’App per muoversi in piena sicurezza, avendo sempre sotto controllo la propria posizione assicurativa e la garanzia di ricevere assistenza in tempo reale in caso di imprevisti o incidenti stradali.

 

Vittoria Assicurazioni – che opera in tutti i settori del rischio per la tutela delle persone, della famiglia e delle aziende – lancia MyVittoria, un’App per smartphone (e a febbraio 2015 anche su tablet) che interagisce con il sistema GPS per la geolocalizzazione e con la macchina fotografica del proprio dispositivo. E così, ovunque ci si trovi, per lavoro o in vacanza, si possono avere informazioni basate sulla propria posizione, come ad esempio la carrozzeria o il centro riparazione cristalli convenzionati di zona oppure si possono cercare i punti di interesse più vicini come il parcheggio, il benzinaio, la farmacia, etc… Non solo, in caso di incidente, bastano due click per far partire la denuncia di sinistro con la possibilità di allegare foto dell’incidente, del modulo CID e richiedere di essere ricontatti telefonicamente o immediatamente o nel giorno e all’orario che si preferisce da un operatore per il completamento della pratica.

 

Vittoria Assicurazioni, inoltre, ha voluto dare due ulteriori vantaggi alla sua App:

 

1. MyVittoria, infatti, sarà uno strumento in continua trasformazione, che crescerà nelle funzionalità attraverso il contributo di  clienti e di prospect. Per il lancio Vittoria Assicurazioni, infatti, ha coinvolto 4 blogger (specializzati in auto, camper, life-style e tech) e ha chiesto loro di proporre una funzionalità nuova, che verrà votata da tutti coloro che scaricheranno l’App e parteciperanno al concorso. La funzionalità che otterrà il maggior numero di voti, verrà sviluppata da Vittoria Assicurazioni nel corso del 2015. Le 4 proposte dei blogger si possono  consultare sul sito MyVittoria.com.

 

2. Scaricando l’APP MyVittoria, inoltre, si può partecipare al concorso “La Vittoria in tasca” aperto a tutti, clienti di Vittoria Assicurazioni e anche ai non clienti, per vincere l’RCA gratuita per un periodo pari alla vita della propria automobile o del camper*. Per partecipare occorre votare la funzionalità preferita tra quelle proposte dai blogger: una volta scaricata l’App e compilato il form di registrazione al concorso, l‘utente riceverà via email indicazioni circa le credenziali da inserire sul sito MyVittoria.com nell’area log-in per votare la funzionalità che preferisce.

 

L’App MyVittoria supporta i più diffusi sistemi operativi istallati su smartphone e tablet: Android, iOS, Windows Phone.

L’App è disponibile per tutti i clienti di Vittoria Assicurazioni e su alcune funzionalità anche per i non clienti.

Per scaricare gratuitamente la nuova App MyVittoria è sufficiente collegarsi a MyVittoria.com oppure cercarla direttamente nei Market store dei sistemi operativi sopra citati.

No Comments
Comunicati

Seminario su mobile e sicurezza il 4 luglio presso la Sapienza di Roma


Presso l’università La Sapienza di Roma un seminario con

lo scopo di fare il punto sugli aspetti di sicurezza in ambiente mobile. In

questa sede saranno analizzati gli scenari che riguardano l’aspetto

applicativo, quindi APP, distribuzione e gestione; sviluppo e anche aspetti

legati alla sicurezza del dispositivo mobile. Hardening e soluzioni

applicative sia per iOS che mondo Android.

Il seminario avrà lo scopo di fornire una panoramica delle soluzioni

inerenti a queste tematiche offrendo anche spunti per discutere con esperti

e specialisti del settore.

La registrazione è gratuita sino ad esaurimento posti. Per registrasi collegarsi la link riportato di seguito. 

LINK PER LA REGISTRAZIONE: http://goo.gl/YCex0R

No Comments
Comunicati

MarkMonitor salvaguarda le aziende dall’abuso del brand nel mobile

  • By
  • 4 Giugno 2014

La nuova offerta protegge i brand rilevando l’uso non autorizzato di marche e loghi nei principali app store

SAN FRANCISCO, 3 GIUGNO 2014 – MarkMonitor ®, leader mondiale nella protezione del marchio aziendale e parte di Thomson Reuters, ha annunciato oggi la disponibilità di MarkMonitor Brand Protection ™ – Mobile Apps. Con questa nuova offerta, i brand possono rilevare e rimuovere le istanze di violazione e abuso del marchio anche nei popolari app store. Scoraggiando l’impersonificazione del marchio e la falsa associazione nel canale mobile, le aziende possono ridurre la confusione dei clienti, rafforzare la fiducia del marchio e proteggere i ricavi provenienti dall’m-commerce.

Nel 2013, smartphone e tablet hanno costituito quasi il 35 per cento del traffico online e il 16,6 per cento delle vendite online, ciò mostra la crescente popolarità delle fonti alternative nell’interagire con i rivenditori. Grazie alla popolarità di questi canali, i criminali informatici hanno l’opportunità di sfruttare i consumatori ignari e i brand impreparati. Si prevede che il fatturato dell’m-commerce aumenterà di oltre 420.000 milioni dollari entro il 2018 e più marche abbracceranno il formato delle applicazioni per raggiungere il loro pubblico, ciò rende importante per loro proteggere le proprie entrate contro i truffatori che cercano di utilizzare astutamente i loro nomi e loghi.

“I consumatori stanno affollando i canali mobile per ricercare e fare acquisti e dove vanno i consumatori, i truffatori li seguono”, ha dichiarato Jerome Sicard, Regional Manager di MarkMonitor per il Sud Europa. “I brand devono essere preparati a proteggere i loro profitti e la reputazione nel mondo mobile di oggi.”

La nuova offerta estende la soluzione MarkMonitor Brand Protection al canale mobile, aiutando i brand a migliorare la soddisfazione dei propri clienti e fornire loro un’immagine del brand coerente, identificando le applicazioni potenzialmente contraffatte o violate. I brand possono anche utilizzare la nuova funzionalità per aiutare gli sviluppatori e i partner di app a utilizzare i propri assets in maniera adeguata, individuando l’uso non conforme dei brand e dei loghi. Le funzioni di attuazione integrate assieme al reporting e agli strumenti di case management consentono ai brand di segnalare, gestire e monitorare i casi di infrazione per la loro risoluzione.

A proposito di MarkMonitor

MarkMonitor, leader mondiale nella protezione del marchio aziendale e business di Thomson Reuters Intellectual Property & Science, utilizza un modello di distribuzione SaaS per fornire tecnologie avanzate e competenze per proteggere i ricavi e la reputazione dei marchi leader a livello mondiale. Nel mondo digitale, i brand devono affrontare nuovi rischi legati all’anonimato del web e alla sua portata globale, spostando i modelli di consumo sui contenuti digitali e sui beni e servizi. I clienti scelgono MarkMonitor per la sua combinazione unica di esperienza di leader nel settore, tecnologia avanzata e ampie relazioni industriali per preservare i propri investimenti di marketing, i ricavi e la fiducia dei clienti.

Per ulteriori informazioni, www.markmonitor.com

A proposito di Thomson Reuters

Thomson Reuters è la fonte leader mondiale per l’informazione intelligente destinata a imprese e professionisti. Coniuga competenze di mercato con tecnologie innovative per fornire informazioni critiche ai decision makers leader nel settore finanziario e del rischio, legale, fiscale e contabile, della proprietà intellettuale e dei mercati della scienza e dei media, implementato dall’organo di informazione più affidabile al mondo.

Per ulteriori informazioni, visitare il sito www.thomsonreuters.com

MarkMonitor ® è un marchio registrato e MarkMonitor Brand Protection ™ è un marchio registrato di MarkMonitor Inc. , parte del business Intellectual Property & Science di Thomson Reuters . Tutti gli altri marchi qui citati sono di proprietà dei rispettivi proprietari

 

No Comments
Comunicati

(VERSuS) “VEtRofania Smart Services”


TransTec Services S.r.l. presenta il suo progetto “VEtRofania Smart Services” (VERSuS) con lo scopo di promuovere un servizio d’interoperabilità evoluta e facilitare la circolazione, lo scambio e l’erogazione di dati e di informazioni fra le pubbliche amministrazioni, i cittadini e le imprese.
L’obiettivo del progetto “VEtRofania Smart Services” (VERSuS) è quello di rinnovare un servizio per il monitoraggio e controllo della regolarità (la licenza, il pagamento delle tasse e l’assicurazione) delle agenzie di viaggio e turismo, utilizzando una nuova soluzione ICT basata sull’”Augmented Print”.
L’Augmented Print è una tecnologia di riconoscimento di immagini 2D, caratterizzata principalmente da due aspetti che spiegano la potenzialità ed unicità dell’algoritmo presente: il riconoscimento di immagine e la definizione di immagine.
Pertanto, il servizio proposto da VERSuS prevede che la pubblica amministrazione preposta invii una vetrofania all’Agenzia di Viaggio; successivamente, quest’agenzia dovrà esporre la vetrofania al pubblico direttamente sulla propria vetrina o sulla propria porta d’esercizio, in modo che sia sempre visibile anche nell’orario di chiusura.
Di conseguenza, l’autorità che monitora la regolarità dell’agenzia, potrà fare una verifica, scattando una foto alla vetrofania con uno Smartphone o un Tablet, tramite un applicativo software che sfrutta la tecnologia Augmented Print.

Il servizio proposto da VERSuS permette:

• la creazione di una scala di qualità dell’esercizio commerciale reale/professionale da controllare,
• l’estensione di applicabilità a qualsiasi esercizio commerciale reale/professionale che le Pubbliche Amministrazioni europee devono controllare,
• l’estensione di applicabilità di questa soluzione ICT per la vigilanza ed il controllo di servizi offerti dalle imprese europee ai cittadini europei,
• l’estensione di applicabilità di questa soluzione ICT per la vigilanza ed il controllo di esercizi commerciali online, e–Commerce.

L’applicativo software usato da VERSuS è disponibile sia per sistemi operativi iOS, Android che Windows Phone.

I principali vantaggi per la PA:

• riduzione di tempi e costi,
• riduzione di illeciti,
• controllo e gestione dati,
• trasparenza e sicurezza,
• collaborazione con le imprese ed i consumatori,
• integrazione dei flussi informativi,
• efficienza e riqualificazione del personale,
• servizio in linea con i futuri interventi per la città metropolitana.

I vantaggi per le imprese e consumatori:

• riduzione di tempi e costi,
• maggior tutela e sicurezza,
• comunicazione,
• partecipazione e cooperazione con la PA;
• maggiore rapidità di accesso alle informazioni;
• migliore qualità nell’offerta.

Contattaci:

[email protected]

No Comments
Comunicati

Con la App Pediatri di Ultraviolet gestisci al meglio qualsiasi emergenza infantile


Milano, 16 maggio 2014 – Secondo i dati Istat, In Italia si verificano circa 3,3 milioni di incidenti domestici, più di 6000 di questi avvengono in età pediatrica: 4 volte il numero degli incidenti sul lavoro e il doppio degli incidenti stradali.

Cadute 40%, soffocamento da corpi estranei 27%, ferite da taglio 15%, schiacciamenti 13%, sono gli incidenti più frequenti nella fascia di età pediatrica e pre-adolescenziale, mentre al di sotto dei 4 anni l’incidente che si verifica più spesso è il soffocamento da corpo estraneo. A volte, per salvare una vita, è questione di attimi e di capacità di intervenire al momento giusto secondo le modalità più indicate.

L’indagine di cui sopra ha rilevato che non sempre le scuole sono attrezzate per rispondere adeguatamente alla prima emergenza e non sempre genitori e adulti in generale sanno come comportarsi di fronte a un bambino in difficoltà.

Per risolvere il problema dal punto di vista scolastico la Federazione Italiana Medici Pediatri ha sottoscritto con il Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca e con l’Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza un protocollo che prevede la formazione dei docenti e del personale A.T.A. delle scuole italiane sui temi del primo soccorso pediatrico, con particolare attenzione alla disostruzione delle vie aeree. E’ nato così “A scuola si cresce sicuri”, il corso cui parteciperanno, nel giro di tre anni, oltre 1.800 operatori scolastici.

Oltre ai tradizionali strumenti didattici si è deciso di realizzare un’App per smartphone e tablet, con lo scopo di fornire uno strumento che sia una guida rapida e chiara sulle procedure da seguire in caso di emergenza, ma anche un promemoria per potere ripassare le procedure imparate al corso.

Dopo aver visto il successo e la validità dell’App Kit di Primo Soccorso (otre 25.000 download), sviluppata lo scorso anno da Ultraviolet, la Federazione Italiana Medici Pediatri (FIMP) ha scelto di affidare proprio all’azienda piacentina l’ideazione e lo sviluppo di Pediatri, già disponibile per tutti su GooglePlay, iTunes e Amazon, e di renderla l’app ufficiale del corso.

Pediatri di Ultraviolet fornisce un prezioso supporto a chiunque lavori a contatto con bambini e ragazzi, ma anche ai genitori e a coloro cui è affidata la tutela di un bambino, mostrando come affrontare efficacemente le emergenze mediche che si possono presentare in un’aula, all’aria aperta o in casa.

Pediatri è lo strumento ideale per sapere come comportarsi quando ci si trova nelle più comuni emergenze domestiche, scolastiche, stradali o all’aria aperta. I vari tipi di infortunio, che sono raccolti in categorie, vengono spiegati con semplicità e chiarezza, a partire dai sintomi, fino alle procedure da seguire e le cose da non fare. Alcune illustrazioni chiariscono meglio i dettagli.

La App incorpora anche un motore di ricerca interno che aiuta a trovare più rapidamente la soluzione al problema. Le categorie consultate con maggiore frequenza possono inoltre essere raccolte in una sezione specifica per essere sempre a portata di consultazione.

Le procedure riportate rispettano le vigenti direttive internazionali.

No Comments