Archives

Comunicati News

FRANCESCO CAMIN: “PALINDROMI”, UN DISCO CHE GERMOGLIA

Arriva il 19 giugno il progetto alternative-pop del cantautore trentino che concilia musica e natura in un connubio dove Terra e Anima sono i due volti di una stessa medaglia.

 

«Sono innamorato degli alberi, li ho studiati durante il mio percorso accademico in campo scientifico e di recente ho voluto sviluppare un’idea che li metta in luce da un nuovo punto di vista, che li veda molto più vicino a noi di quanto siamo abituati a pensare, molto più “insegnanti” di quanto siamo abituati a pensare. Credo che ognuno di noi sia profondamente connesso con ciò che lo circonda e il mio intento è ritrovare questa connessione, nello specifico appunto verso gli alberi. Con il mio disco voglio quindi raccontare questo mio amore e questa mia visione delle cose, e nel concreto sto facendo crescere nuove piante in Africa e Sud America attraverso la mia musica per dare il mio seppur piccolo contributo alla riforestazione della nostra Terra, ho poi aperto un blog e videoblog in cui racconto le piante da un punto di vista più calato nel nostro quotidiano, cercando dei parallelismi con l’uomo. Infine all’interno del mio album ci sarà un disco di carta intrisa di semi, che germoglia davvero se messo sotto terra». Francesco Camin

 

 

Il disco è stato registrato tra ottobre 2016 e marzo 2017 negli studi “Metrò Rec” di Riva del Garda (TN) e “La Forge Creative Chambers” di Provaglio d’Iseo (BS).

 

TRACK BY TRACK

 

Tartarughe

“Mi sono divertito a pensare cosa succederebbe se nella realtà che conosciamo, tutto d’un tratto, sparissero gli uomini lasciando la loro eredità di vizi, soprusi e arrivismi, agli animali e alle piante.

Poi ho pensato: se invece gli uomini non sparissero, ma cominciassimo a guardarli da un punto di vista più “animalesco” che immagini si formerebbero davanti ai nostri occhi? Ci sono due chiavi di lettura all’interno di questa canzone: la prima racconta di un mondo in cui gli animali e le piante si riprendono il posto di dominatori del Pianeta, ma solo dopo aver “imparato e acquisito” i difetti della natura umana. La seconda invece racconta il mondo che vediamo ogni giorno, e che non necessita di ulteriori descrizioni”.

Palindromi

“Il mondo, visto dalla finestra aperta di una camera, sta lentamente crollando su se stesso. Il rumore di televisioni, chiacchiere, illusioni e battaglie, è assordante, ma sotto questo frastuono due anime in silenziosa complicità si assaporano e vivono l’una con l’altra, unendosi nel profondo attraverso l’amore puro, fino a diventare un’unica forma. Con questa unione, anche fisica, i due diventano uno. Quando due persone sono nell’amore vero rimangono distinte ma unite, e si possono così “leggere” in entrambe le direzioni, diventando un vero e proprio palindromo vivente”.

Abisso

“A volte parlando con qualcuno non riesco a dire le cose come stanno, senza fronzoli, in particolare se a questo qualcuno voglio bene davvero. Già, è un paradosso. Abisso l’ho scritta per me, per tutte le volte in cui non riesco a dire le cose in faccia, per tutte le volte in cui la paura mi morde, per tutte le volte in cui mi dimentico di me. Ecco, l’ho scritta per ricordarmi di me, o per provarci almeno”.

Tasche

“Tasche è una richiesta di aiuto. Ci sono cose che non dico mai, che voglio tenere segrete agli occhi degli altri, e forse anche ai miei. Sono i demoni, le paure, i mostri, il passato. Sono il mio piombo. Tutto quello che mi appesantisce, che riempie le mie tasche e mi tiene ancorato sul fondo di un mare limpido che sarebbe bellissimo esplorare leggero e senza timori. L’unica cosa che può svuotare le mie tasche e farmi nuotare con le balene è l’amore, non inteso come amore per un’altra persona o come amore sdolcinato e romantico, ma come sola e unica verità esistente nell’universo e quindi nella vita di ognuno di noi”.

Verde

“Fino a quel giorno io ero color cielo, fino a quel giorno tu eri color miele.

Ci siamo sfiorati, ora siamo entrambi verdi. Per sempre”.

Dovrei

“Dovrei fare questo, dovrei fare quello. Me lo sarò ripetuto migliaia di volte, da diversi anni ormai! Alcuni “dovrei” si sono trasformati in realtà, altri sono ancora solo embrioni. Ma uno in particolare di questi “dovrei” mi sta a cuore, e cerco di metterlo in pratica nel mio quotidiano: il cambio di prospettiva. Credo che l’unico modo che ho per vivere davvero sia il cambio di prospettiva, l’annullamento di ciò che credo, l’abbattimento giornaliero dei dogmi e delle certezze accumulate nella mia esperienza. Mettere a tacere la mente per lasciare spazio all’anima, che sicuramente offre la visione di ciò che è, e non di ciò che sembra”.

Le cose semplici

“Questa canzone l’ho scritta diversi anni fa, si discosta un po’ dalle ambientazioni sonore del disco. Ha un andamento leggero e solare, un momento di luce e calore nella tracklist. Mi sono divertito a pensare a due persone, una che vive in maniera leggera, senza chiedersi troppe cose nella vita ma godendosi il presente, e l’altra invece che “il mondo intorno a se lo trasforma in radice di tre”, quindi complicandosi spesso l’esistenza.  Io personalmente non so quale parte interpreto, penso di essere entrambi i personaggi. Il finale dei ritornelli dice “mi piacciono le cose semplici, per questo non mi piaci tu”, credo che sia il mio “io” leggero e spensierato che si rivolge al mio “io” che a volte annaspa negli ingorghi della mente. Insomma, è una canzone schizofrenica”.

Un gioco

“Questa canzone è ispirata ad un testo scritto da Anna, una persona che mi è entrata nel cuore e che non ne uscirà più nonostante le nostre strade si siano separate. Non c’è molto da raccontare, penso che il testo si esprima da solo”.

 

PRODUZIONE ARTISTICA: Roberto La Fauci

REGISTRAZIONI E MIX: Marco Sirio Pivetti        

ETICHETTA: Lady Lovely Label

DISTRIBUZIONE: Goodfellas

 

Pubblicazione album: 15 giugno 2018

 

BIO

Francesco Camin, 29 anni di Trento, scrive canzoni, attualmente fa il postino sulle montagne del Trentino.

Ama gli alberi e la loro vita silenziosa. È laureato in Scienze Forestali e Ambientali ma non ha mai voluto intraprendere una carriera lavorativa in quella direzione; il suo sentimento per i giganti verdi si esprime attraverso la musica che scrive, infatti ha deciso di fondere questi suoi due lati, utilizzando la sua musica come motore per un messaggio di riconnessione con la natura. Si è diplomato nel corso di composizione di musica leggera al CET di Mogol, è stato vincitore del Premio Lunezia Nuove Proposte e ha collaborato con Michele Mondella. Ha partecipato, successivamente, alle selezioni finali di Sanremo Nuove Proposte. Nel 2015 ha pubblicato un Ep di sei brani. Nel mese di ottobre 2017 è stato finalista del concorso L’autore, il mestiere della musica organizzato a Milano da Edizioni Curci Music Publishing e L’Officina della Musica e delle Parole. Recentemente ha lanciato un piccolo blog e videoblog in cui racconta gli alberi, considerandoli molto più? che semplici organismi muti.

 

Contatti e social

SITO www.francescocamin.com

FACEBOOK www.facebook.com/francesco.camin

INSTAGRAM https://www.instagram.com/francescocamin/

YOUTUBE www.youtube.com/francescobelow

No Comments
Comunicati

Geico e Treedom: salvaguardia dell’ambiente e aiuto ai ragazzi a rischio criminalità

In perfetta coerenza con l’approccio rispettoso nei confronti delle persone e dell’ambiente che da sempre contraddistingue il Gruppo, dal 2014 Geico collabora con Treedom, azienda innovativa nata nel 2010 a Firenze da un team di giovani con la voglia di migliorare il mondo.

Treedom è partita da un’idea geniale: piantare alberi in tutto il mondo per migliorarlo, ossia promuovere la realizzazione di progetti agroforestali con l’obiettivo di apportare molteplici benefici ambientali. L’azienda è diventata un importante riferimento per tutti coloro che vogliono aiutare l’ambiente, e non solo. Dal 2014 ha piantato 250.000 alberi tra Senegal, Camerun, Malawi, Argentina, Haiti, Italia, Kenya, Burkina Faso, con importanti ricadute positive anche a livello sociale.

Dal Giugno 2014, Treedom è diventata una B Corp, entrando così a far parte del network di imprese che si contraddistinguono per elevate performance ambientali e sociali.

I progetti di Treedom sostenuti da Geico in Italia coinvolgono zone disagiate con disoccupazione altissima, forte abbandono scolastico e mancanza di servizi sociali. Con ovvie conseguenze pericolose per i ragazzi che vi abitano. La piantumazione sponsorizzata da Geico avviene su terreni per lo più confiscati alle mafie locali e prevede, oltre all’attività di coltivazione in sé, un intenso lavoro di trasformazione dei prodotti agricoli e alcuni servizi per il turismo. Comprensibilmente, questo offre occasioni concrete di occupazione e di crescita per l’intera zona coinvolta.

Il progetto si svolge a Napoli, in piena periferia, nella municipalità di Scampia Chiaiano, all’interno di un bene confiscato alla camorra di 14 ettari di terreni situato in località Selva lacandona a Chiaiano.

Sono circa 40 i giovani che possono trovare occasione di inserimento lavorativo nei 14 ettari, ma il progetto si estende sia alle attività di trasformazione dei prodotti agricoli, sia nei servizi da offrire ad un turismo che cerca nella quiete della campagna, senza fare molta strada, un’occasione di un rapporto nuovo e rispettoso con la natura.

Il bene confiscato diventa quindi un’occasione di lavoro e di crescita per tutta la popolazione dell’area. I progetti agroforestali sostengono un rinnovato rapporto tra giovani e territorio, nella riscoperta della legalità, nella costruzione di un nuovo legame con la natura e nel lavoro come meccanismo portatore di diritti e di cittadinanza.

Nel dettaglio operativo, il progetto sta rispettando il cronogramma e il calendario delle attività secondo le tempistiche programmate e sono già stati messi a dimora circa 2000 alberi dei 3100 previsti. La piantumazione sarà completata il prossimo autunno.

Geico è da sempre attenta anche ai problemi sociali: «Noi crediamo nel futuro e nella necessità di aiutare per quanto ci è possibile. Questa responsabilità che sentiamo nei confronti dell’ambiente e della società si concretizza in azioni tangibili che possono portare ad un miglioramento della vita del nostro pianeta. Treedom è un ottimo partner in questo senso e l’entusiasmo e la passione che riscontriamo nei ragazzi che hanno ideato questo progetto rappresentano gli stessi valori che da sempre ci contraddistinguono», commenta Ali Reza Arabnia, Presidente del Gruppo Geico Taikisha.


Per maggiori informazioni: PRESS ROOM


 

No Comments
Comunicati

Gli alberi hanno sempre ragione

Il destino, gli intrecci imprevisti della vita, le soluzioni che ognuno accoglie per sopravvivere alla fortuna, questo sembra il filo conduttore del nuovo romanzo di Guido Mazzolini. “La ragione degli alberi“, in libreria per i tipi di David and Matthaus narra storie differenti che apparentemente sembrano correre su binari diversi, ma che si uniscono in un finale assolutamente inaspettato. L’amore diventa la soluzione alla tristezza, i protagonisti sono uniti tra loro da rapporti affettivi solidissimi. Conosceremo Matteo, un uomo che giace in un letto, la vita appesa a un filo fragilissimo e Clelia con il suo amore azzurro, solido e affamato di futuro. Incontreremo Giada, troppo fragile e bionda, che lotta per una vita migliore e cerca di cancellare dal viso un’impronta di morte. Lo sfondo di queste storie è una montagna immensa e quasi onirica, misteriosa custode di inenarrabili segreti, protettrice della vita degli uomini e narratrice di verità nascoste. In questa variopinta cornice si disegna la trama del romanzo, fatta d’amore, illusione e rinnovamento. Una storia in cui tutto si amalgama in un unico insieme e niente è ciò che appare.

Guido Mazzolini ha pubblicato sillogi poetiche (L’Attimo e l’Essenza e Suoni) e romanzi (Il passo del gambero, Giuda)

No Comments
Comunicati

Annemarie Ambrosoli presente ad Arte Padova 2014 con i suoi dipinti esposti dalla Milano Art Gallery

Sta per aprire i battenti la prestigiosa Fiera Arte Padova, che si terrà dal 14 al 17 Novembre. Presso lo stand n. 74 (Padiglione 7) della Milano Art Gallery, che ha sede a Milano in via Alessi 11, in zona centralissima, si potranno ammirare le coinvolgenti creazioni pittoriche di Annemarie Ambrosoli, con l’organizzazione del manager produttore Salvo Nugnes.

È recente la positiva partecipazione dell’Ambrosoli alla grande mostra di “Spoleto Arte” tenutasi nel secolare Palazzo Leti Sansi a Spoleto, sotto l’esperta curatela di Vittorio Sgarbi e la direzione di Salvo Nugnes. Su di lei il noto critico ha sottolineato con positivi commenti “Il tachisme è vivace e festoso, in una tessitura cromatica, che richiama gli arazzi”.

È alla natura e all’Alto Adige, che si ispirano i dinamici giochi di colore delle sue tele. Al riguardo l’artista spiega “La natura è il mio principale modello di riferimento, da cui traggo l’ispirazione per realizzare i miei animati giochi cromatici. In primis desidero trasmettere emozioni e sentimenti con la mia arte. Il soggetto rappresentato passa per così dire in secondo piano, seppur rivestendo una posizione importante nell’insieme compositivo della narrazione pittorica”. E prosegue “Gli alberi sono una tematica primaria, soprattutto durante la stagione fredda. Passeggiando in cerca di stimoli per la mia ispirazione, scopro nei loro rami dei movimenti conosciuti, che riescono ad infondermi particolari emozioni, che poi imprimo e trasferisco nelle opere”.

 Altro filone ricorrente è quello dei “Nudi e ritratti”. Non emerge soltanto la raffigurazione del viso, ma si evince la personalità peculiare e caratteristica del modello riportato nel quadro. L’Ambrosoli dice “Nei nudi, come insegnano i pittori impressionisti Renoir, Manet, Degas non è la sola rappresentazione del corpo di interesse, ma l’essere in quanto individuo, i suoi sentimenti, le emozioni, i sogni, le paure, le speranze”.

No Comments
Comunicati

Hera: la bolletta on-line supera le 25.000 adesioni. Individuati i Comuni vincitori dei primi 500 alberi

  • By
  • 22 Giugno 2013

In autunno la messa a dimora di 175 alberi in 5 Comuni dell’area bolognese. Oltre le attese la risposta dei cittadini, raggiunto in pochi mesi l’obiettivo dell’intero anno

 

Partita a novembre 2012, la campagna di Hera per promuovere l’utilizzo della bolletta on-line associata alla piantumazione di alberi ha superato le attese e, ad oggi, sono già oltre 30.000 le famiglie che, dall’avvio della campagna, hanno deciso di ricevere la bolletta in formato elettronico. Si è così raggiunto e ampiamente superato in pochi mesi l’obiettivo fissato per l’intero anno a 25.000 adesioni.

La scelta verrà premiata con la piantumazione in autunno dei primi 500 alberi sui 2.000 complessivi  messi a disposizione per l’intera durata della campagna, che si concluderà nel 2016, al raggiungimento dell’obiettivo finale di 100.000 passaggi a bollette on-line. La messa a dimora degli alberi avverrà nelle aree individuate dai Comuni che collaborano con Hera alla realizzazione dell’iniziativa attraverso azioni di sensibilizzazione e informazione nei confronti della propria cittadinanza.

La campagna coinvolge complessivamente 69 Comuni nell’intero territorio servito da Hera. Il superamento delle 25.000 adesioni ha permesso di raggiungere e superare in soli 5 mesi il 100% dell’obiettivo dell’intero primo anno, superando le attese, a conferma dell’interesse dei cittadini verso una iniziativa concreta e i cui risultati saranno ben visibili nelle città. Per lo più si tratta di parchi pubblici già esistenti in cui rafforzare la piantumazione, o aree verdi da creare. Seguono poi i giardini scolastici, i viali e le piste ciclabili. Gli alberi che verranno piantumati saranno alti circa 3 metri, quindi in grado di dare fin da subito un nuovo volto, riqualificato, al contesto urbano scelto dalle amministrazioni comunali e Hera si farà carico anche dei costi di manutenzione per i successivi 3 anni.

Un’ampia informazione aggiornata sul progetto è sempre fruibile nel canale web creato ad hoc (www.alberi.gruppohera.it) . Qui si trovano la descrizione dell’iniziativa, l’elenco dei Comuni partner, le informazioni sugli interventi previsti, gli obiettivi raggiunti e raggiungibili, con i benefici ambientali conseguenti in termini di CO2 evitata e carta risparmiata. Sul canale è inoltre presente un accesso rapido alla sottoscrizione della bolletta on-line, per facilitare il cliente nel passaggio alla digitalizzazione della bolletta. E’ anche possibile compilare un form per avere informazioni sul progetto o inviare segnalazioni.

No Comments
Comunicati

La bolletta di Hera si tinge di verde

  • By
  • 6 Novembre 2012

In collaborazione con i Comuni saranno create aree verdi urbane per premiare i clienti che passeranno alla bolletta on line

 Scegliere la bolletta on-line invece che quella di carta significa compiere un’azione a favore dell’ambiente, dalla forte valenza ecologica. Per questo Hera ha deciso di promuoverne l’utilizzo con una campagna di sensibilizzazione che coinvolge i clienti e i Comuni e che porterà alla messa a dimora di 2.000 nuovi alberi, contribuendo così alla creazione o allo sviluppo di aree verdi urbane. Il progetto è stato presentato questa mattina a Bologna, alla presenza di Hera e dei Comuni dell’area bolognese firmatari del protocollo di adesione alla campagna: Bologna, San Lazzaro di Savena, Casalecchio di Reno e San Giovanni in Persiceto.

La bolletta on-line porta benefici rilevanti rispetto alle tradizionali bollette cartacee che implicano l’utilizzo di un significativo quantitativo di carta, associato alle emissioni e ai consumi derivanti dalla loro produzione e trasporto. Senza dimenticare gli impatti della loro successiva gestione come rifiuti.

La scelta di Hera è stata quella di promuovere l’adesione alla bolletta on-line con l’impianto di alberi in aree verdi individuate con le amministrazioni comunali che si impegnano alla promozione dell’iniziativa incentivando l’adesione dei cittadini, generando così un ulteriore beneficio ambientale: un albero può assorbire nel suo intero ciclo di vita (30 anni) fino a 3 tonnellate di CO2.

 La campagna coinvolge attualmente 23 Comuni sopra i 20.000 abitanti presenti sul territorio servito da Hera e progressivamente sarà estesa anche a quelli più piccoli. In questo senso, chiunque può esprimere sul sito di Hera la richiesta che il proprio Comune partecipi alla campagna e tutte le segnalazioni ricevute verranno consegnate al destinatario. Per informare i clienti, a partire da ottobre, tutte le bollette inviate conterranno anche uno specifico pieghevole sull’iniziativa, a disposizione anche presso tutti gli sportelli clienti di Hera.

 Un’ampia informazione sul progetto è fruibile nel nuovo canaleweb creato ad hoc www.alberi.gruppohera.it. Qui si trovano la descrizione dell’iniziativa, l’elenco dei Comuni partner (con possibilità di richiedere che il proprio Comune aderisca alla campagna), le informazioni sugli interventi previsti, il simulatore degli obiettivi raggiungibili, con i benefici ambientali conseguenti in termini di CO2 evitata e carta risparmiata. Nel giro di alcuni mesi sarà possibile monitorare questi benefici ambientali anche alla luce delle adesioni mano a mano raggiunte. Sul canale è inoltre presente un accesso rapido alla sottoscrizione della bolletta on-line, per facilitare il cliente nel passaggio alla digitalizzazione della bolletta. Per promuovere la condivisione del progetto fra i cittadini e il passaparola è possibile allargare ai social network Facebook e Pinterest il proprio gradimento per l’iniziativa.

 Richiedere l’invio della bolletta on-line è semplice e veloce. Basta entrare nell’area riservata dei servizi on line ai clienti sul portale Hera OnLine all’indirizzo www.servizionline.gruppohera.it: dalla propria home page accedere alla sezione “Le mie bollette e i miei pagamenti”, cliccare l’opzione “Spedizione bolletta” e seguire le indicazioni.

Tutte le info su www.alberi.gruppohera.it

No Comments
Comunicati

Il frullato come sostitutivo al pasto

La frutta è un alimento indispensabile in tutte le stagioni ed a tutte le età, per usare un gioco di parole si potrebbe dire che è un alimento indispensabile a tutte le “stagioni dell’età”, e proprio per questo dovrebbe essere consumata dalle persone almeno un paio di volte nell’arco della giornata.
La frutta è ricca di elementi estremamente nutritivi, come le vitamine, le fibre- che posseggono eccellenti qualità anticolesterolemiche, combattendo quindi il colesterolo “cattivo”, antitumorali e favoriscono anche le attività dell’intestino- ed i sali minerali, come il selenio, che secondo quanto dimostrato da molte ricerche cliniche sono elementi che aiutano a prevenire alcuni tumori (al colon ed allo stomaco).
Di recente si è diffusa, in concomitanza con la presa di coscienza sociale che anche LA corretta alimentazione può aiutare ad avere una vita migliore, la moda dei frullati di frutta a base di frutti. Senza difficoltà infatti adesso possiamo trovare negozi e gelaterie che ci offrono queste bevande naturali oppure prodotti simili, come la più classica macedonia, granite di frutta e simili. Per chi vuole creare queste prelibatezze salutari in casa propria e possiede un po’ di giardino il gioco è facile e parte dalla scelta delle giuste piante: gli alberi da giardino più diffusi sono il pesco, il melo, il pero e sono sicuramente delle scelte ideali dato che questi frutti si prestano bene sia alla preparazione di frullati o granite, che- all’occorrenza- di torte; sono inoltre due frutti che hanno un ridotto contenuto di zuccheri ed inoltre non hanno un sapore troppo dolce e quindi è meno facile che a lungo andare stanchino. Le piante melograno non sarebbero una scelta ideale dato che questo frutto cresce solo per pochi giorni all’anno (nel periodo autunnale) e le dimensioni del frutto scoraggerebbero chiunque a lavorarlo per farne dei frullati. Va infatti tenuto presente, quando compriamo questi prodotti fuori casa,che nel caso di alcuni frutti piccoli, o che non sono di stagione, è probabile che all’alimento vengano aggiunti coloranti, o concentrati per renderlo più appetibile e saporito.
La preparazione di una buona bevanda a base di frutta si basa comunque sulla scelta del tipo di prodotto che ne vogliamo ottenere: se si vuole preparare una bevanda dissetante- che costituisce quindi un fuori orario, aggiuntivo ai pasti principali- si deve limitare il contenuto calorico che sale incredibilmente se si aggiungono zucchero, sciroppi o liquori; se invece la si sta preparando come un sostitutivo al pasto, bisogna calibrare bene gli ingredienti per offrire il massimo dei principi nutritivi.
Quindi una volta scelto se cogliere i frutti da un melo o dagli albicocchi, ananas, peschi, ecc- ed il contenuto calorico che vogliamo assumere, possiamo fare un frullato o un frappè. Il frullato è preparato solitamente con la frutta-con buccia- frullata assieme al latte, che aggiunge quindi alle vitamine e alle fibre, proteine e grassi, creando quindi un ottimo alimento sostitutivo al pasto, che tuttavia è fresco e leggero. Il frappè si può realizzare frullando la frutta (sbucciata) con del ghiaccio, ma molto più spesso il ghiaccio è sostituito con gelato, a volte anche con liquori; l’alimento che ne deriva è quindi molto diverso da una semplice bevanda rinfrescante ed arriva ad avere un contenuto calorico tale da poterlo paragonare ad un dolce.

Articolo a cura di Serena Rigato
Prima Posizione srl-blog google

No Comments
Comunicati

Esce il terzo ebook di Piante annuali da giardinaggio.net

Uscito stamattina nella libreria del sito il nuovo ebook dedicato alle piante annuali. Giardinaggio.net, sito noto agli appassionati di giardinaggio per la sua effervescente attività di divulgazione di materiale d’informazione legato al giardino ed alle piante, pubblica il suo secondo ebook gratuito della settimana. Uscito oggi sulle pagine del sito italiano, piante annuali 3 è il terzo ebook della serie dedicata alle piante con ciclo vitale di durata inferiore all’anno. Questa categoria di piante è molto interessante per chiunque pratica un po’ di giardinaggio perché è spesso facile da coltivare ed inoltre, dovendo essere rinnovata ogni anno, permette ai giardinieri di reinventarsi sempre la disposizione delle specie nelle aiuole, nei vasi e nelle fioriere. Il sito giardinaggio.net in questo numero ha focalizzato l’attenzione su dieci ulteriori specie di piante annuali, forse poco conosciute ai novelli del giardinaggio ma sicuramente famose tra i più esperti. Piante annuali 3 si occupa in 10 capitoli di altrettante specie: Pervinca, Settembrini, Sarracenia, Surfinia, Impatiens, Lobelia, Viola del pensiero, Verbena, Gazania e Phlox. Ogni capitolo affronta una specie di pianta annuale e ne affronta le caratteristiche, le tecniche di coltivazione le curiosità ed i parassiti che più frequentemente la colpiscono. Gli articoli sono scritti dagli esperti scrittori di giardinaggio.net e sottopongono all’attenzione del lettore questioni tecniche che vengono però semplificate grazie ad un linguaggio scorrevole e comprensibile a tutti. Questo ebook è scaricabile in formato pdf oppure consultabile on-line attraverso la libreria della sezione ebook dove sono presenti tutte le precedenti pubblicazioni di giardinaggio.net.

No Comments
Comunicati

Nuovo ebook di giardinaggio.net: Piante annuali

Le piante annuali sono descritte una ad una nel libro pubblicato sul sito. Giardinaggio.net non si ferma mai, ed oggi ha pubblicato un nuovo ebook dedicato a tutti gli appassionati di piante, giardino e giardinaggio. Il nuovo ebook è dedicato alle piante annuali, quelle piante che hanno un ciclo di vita che si conclude in un anno. Le piante annuali sono molto impiegate nell’abbellimento di aiuole, giardini e rotonde per la loro bellezza e per la praticità che hanno: ogni anno si possono rinnovare e cambiare le specie scelte per il giardino.

Piante annuali è un libro che propone 10 capitoli per guidare il lettore alla scoperta delle principali specie che fanno parte di questa categoria. I capitoli presenti nell’ebook sono: Campanella, geranio, Calendula, Geranio, Girasole, Fiordaliso, Violetta, Malva, Gerbera e Petunia. Ogni capitolo è dedicato ad una specie e propone diverse interessanti informazioni su caratteristiche generali, tecniche di coltivazione e malattie. Il sito giardinaggio.net è da sempre stato un sito attento alle novità e sta spingendo molto la pubblicazione di ebook, nuova frontiera dell’editoria. Le pubblicazioni di questo sito sono tutte gratuite e scaricabili tranquillamente in formato pdf andando nella libreria virtuale del sito, ovvero la sezione ebook.

La redazione di giardinaggio.net

No Comments
Comunicati

Ebook sulle piante bulbose da giardinaggio.net

Bulbi 2 è stato lanciato stamattina sul sito di giardinaggio. Una nuova pubblicazione è stata caricata dallo staff del sito fra le pagine di giardinaggio.net. Il nuovo ebook creato dal sito che parla di fiori, piante e giardino, si chiama Bulbi 2 ed offre numerose nuove schede su diverse specie di bulbose e su argomenti strettamente connessi con la coltivazione di queste piante. Questo libro è composto da una decina di capitoli che sono dedicati ai seguenti temi: Narciso, Gladioli, Ranuncolo, Riposo vegetativo, Propagazione bulbi, Bulbi in vaso, Muscari, Iris, Giglio e Bucaneve. Come si intuisce dai titoli alcuni capitoli sono dedicati a delle specie di piante bulbose ed affrontano nel dettaglio le caratteristiche di queste piante, mentre altri sono dedicati a tecniche di coltivazione o argomenti particolari che riguardano le bulbose. Gli appassionati di fiori e giardinaggio troveranno sicuramente interessante questa guida, dedicata ad una tipologia di pianta molto diffusa e non difficile da curare e coltivare. Il sito giardinaggio.net offre continuamente del materiale nuovo sulle sue pagine e le uscite di ebook gratuiti sono ormai una costante settimanale. Tutte le pubblicazioni di questo sito sono raccolte nella sezione dedicata agli ebook, dove si trovano in formato pdf tutti i libri di giardinaggio.net che si possono scaricare senza alcun problema.

No Comments