All Posts By

MarcoCastaldi

Comunicati

Tutela e sviluppo dell’agricoltura sostenibile, la Gendarmeria Forestale rumena in visita all’Azienda Agricola Marco Carpineti di Cori

La Delegazione della Gendarmeria Forestale romena guidata dal Colonnello Trauan Mirsza e dal Capitano Florin Moise è in visita questa settimana presso il Comando Unità Tutela Forestale Ambientale Agroalimentare dei Carabinieri.

Il 17 Ottobre il Comando e la Delegazione ospite si sono recati prima in visita presso gli uffici della biodiversità del Fogliano e, successivamente, presso l’Azienda Agricola Marco Carpineti, che produce vini con metodi di agricoltura biologica e biodinamica e rappresenta un esempio di successo di presidio del territorio.

Erano presenti: per il Comando, il Colonnello Amedeo De Franceschi e il Colonnello Comandante del Gruppo Carabinieri Forestali di Latina, Giuseppe Persi; il Presidente del Parco Nazionale del Circeo, Gaetano Benedetto, e il Direttore Paolo Cassola; il Sindaco di Cori, Mauro De Lillis.

Durante la giornata si è parlato di tutela e sviluppo dell’agricoltura sostenibile, come punto di incontro tra la salvaguardia dell’ambiente e la protezione della salute dei consumatori.

Marco Castaldi

Addetto Stampa & OLMR

No Comments
Comunicati

A Cori Rosa è Forte

Al via la nona edizione del corso gratuito di autodifesa per sole donne dell’ASD Fight Club Body Center Frasca Academy. 20 partecipanti potranno imparare a difendersi da aggressioni di vario genere.

Comincerà il 21 Ottobre il corso gratuito di autodifesa personale «Rosa è Forte», giunto alla sua nona edizione, organizzato dall’A.S.D. Fight Club Body Center Frasca Academy, in collaborazione con l’Organizzazione per l’Educazione allo Sport OPES Italia – Latina e il patrocinio della Provincia di Latina e del Comune di Cori.

Le 20 donne iscritte avranno modo di imparare a difendersi da aggressioni di vario genere. Le lezioni si svolgeranno ogni sabato, dalle ore 10:00 alle ore 12:00, presso la Palestra dei Campioni di Via Chiusa. Al termine delle ore teorico – pratiche previste le partecipanti riceveranno l’attestato di frequenza WTKA Fight Club riconosciuto a livello regionale.

L’iniziativa, ormai rodata, da sempre continua a contraddistinguersi per il suo carattere innovativo e per la dinamica naturale con cui si svolge, trasmettendo alle praticanti i fondamentali della disciplina ed un’efficace capacità di autodifesa, senza la necessità di possedere alcuna preparazione atletica e fisica di base.

Gli insegnanti, tutti qualificati e riconosciuti dalla Federazione WTKA Italia, sono il Maestro 6° Dan Lamberto Frasca e gli Istruttori 2° Dan Daniele Todini e Celeste Tabita, i quali tenderanno a concentrare l’attenzione soprattutto sull’attività psicomotoria per l’apprendimento dell’arte del sapersi difendere con il corpo e con la mente.

L’obiettivo è imparare a difendersi con qualsiasi cosa a disposizione, conoscere la difesa verbale, prevenire le aggressioni e le situazioni a rischio. Le allieve saranno poste di fronte a situazioni reali di pericolo. Si punterà sull’insegnamento dell’equilibrio e della coordinazione dei movimenti per consentire di agire efficacemente nei confronti degli aggressori.

No Comments
Comunicati

Cori, Passeggiata tra Le Vie dell’Arte

 

Domenica 22 Ottobre, alle ore 10:00, 7 giovani artisti esporranno 40 opere all’Art Cafè. Dopo l’apertura collettiva, i lavori di ciascuno verranno riproposti separatamente, a rotazione, per un mese.

Domenica 22 Ottobre, alle ore 10:00, sarà inaugurata la mostra “Le vie dell’Arte” allestita a Cori, nei locali dell’Art Cafè, organizzata dallo staff del bistrot di via Madonna del Soccorso, nell’ambito delle proprie iniziative di promozione e valorizzazione artistica e culturale del territorio, con il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Cori e della Pro Loco Cori.

L’esposizione consta di una quarantina di opere, per lo più ritratti di uomini e donne, che spaziano dalla pittura olio su tela a quella su stoffa fino alla fotografia, passando per i fumetti e i dipinti ad acquerello e a pastello, tutte realizzate da sette giovani che condividono la ricerca spirituale della persona testimoniata dalla naturale essenza delle loro raffigurazioni.

Il percorso espositivo suggerito rappresenta una sorta di passeggiata emozionale tra le diverse espressioni artistiche presentate, seguendo il sentiero interiore dell’animo umano come raccontato nei volti passati in rassegna, disegnati o fotografati, stilizzati o particolareggiati, a colori o in bianco e nero, impressi a mano o con la macchina.

Gli artisti coinvolti sono: Morris Modena e Michela Magni, pittore e fumettista di Cisterna di Latina; Caterina Sammartino, pittrice di Anagni; Clarice Mele e Laura Mele, pittrice su abiti e autoritrattista di Artena; Graziano Vendetta, pittore di Segni; Mario Angiello, fotografo di Rocca Massima. Dopo l’apertura collettiva, i lavori di ciascuno verranno riproposti separatamente, a rotazione, per un mese.

No Comments
Comunicati

Assaggiatori delle Olive da Tavola, a Sonnino la 2^ edizione del Corso Capol

Le 5 giornate formative si svolgeranno il 13, 14, 19, 20 e 21 Ottobre presso la Coop. Olivicola Santina delle Fate. Le lezioni, tenute da esperti del settore, sono rivolte a produttori, commercianti, ristoratori, agronomi, tecnici e appassionati che vogliono valorizzare al massimo le produzioni di olive da mensa della cultivar Itrana.

Ultimi posti disponibili per partecipare al Corso di formazione per Assaggiatori e Analisi Sensoriale delle Olive da Tavola, organizzato dal Capol nell’ambito delle sue attività formative, in collaborazione con la Coop. Santina delle Fate e l’Aspol, e rivolto a produttori, commercianti, ristoratori, agronomi, tecnici e appassionati.

L’iniziativa, che gode del patrocinio del Comune di Sonnino, della XIII Comunità Montana dei Monti Ausoni e Aurunci e della Camera di Commercio di Latina, si svolgerà a Sonnino, principale centro olivicolo della provincia di Latina, nei locali della Coop. Olivicola Santina delle Fate (Via La Sassa snc. – Località San Bernardino).

Le 5 giornate formative, 25 ore in totale, inizieranno venerdì 13 Ottobre (15:30 – 20:30), e proseguiranno sabato 14 (8:30 – 13:30), giovedì 19 (15:30 – 20:30), venerdì 20 (15:30 – 20:30), sabato 21 Ottobre (8:30 – 13:30). Al termine del colloquio finale ci sarà la consegna degli attestati a coloro che avranno superato l’esame.

Alla cerimonia conclusiva presenzieranno, tra gli altri: Luciano De Angelis (Sindaco Sonnino), Onorato Nardacci (Presidente XIII Comunità Montana), Antonio Trotta (Presidente Santina delle Fate). Per maggiori informazioni: [email protected][email protected] – 3298120593 – 0773/908589 – pagina Facebook del Capol.

In programma ci sono prove pratiche di assaggio e approfondimenti sul quadro normativo nazionale e comunitario e sui metodi di trasformazione tradizionali e industriali, volti all’acquisizione delle basi necessarie per la conoscenza delle tecniche di preparazione merceologica e di valutazione sensoriale delle olive da tavola, secondo le indicazioni del Consiglio Oleicolo Internazionale (C.O.I.).

Le lezioni saranno tenute da docenti esperti: il prof. Giulio Scatolini (capo Panel C.O.I. e docente Università dei Sapori); il prof. Maurizio Servili (Università degli Studi di Perugia); Cosmo Di Russo (Presidente Aspol); Alberto Bono (agronomo, esperto cultivar oliva itrana); Maurizio Simeone (Presidente Consorzio per la Tutela dell’Oliva di Gaeta D.O.P.); Tommasino Noviello (agronomo, esperto oliva Gaeta).

“Questo percorso formativo risulterà particolarmente apprezzato dagli operatori olivicoli interessati a valorizzare al massimo le produzioni di olive da mensa della cultivar Itrana – spiega il Presidente Capol Luigi Centauri – anche in seguito al riconoscimento della D.O.P. Olive di Gaeta, che conferma la cultivar autoctona del nostro territorio tra i pilastri dell’economia agricola Laziale e pontina in particolare”.

No Comments
Comunicati

Oh mio Puccini caro, Virginia Cerrone presenta il suo libro a Cori

Appuntamento sabato 14 Ottobre, alle ore 17:00, al Palazzetto Luciani. Alla presentazione farà da cornice la mostra di dipinti “Suggestioni”, degli artisti Maria Paola Cerasani e Sandro Cordova.

Sabato 14 Ottobre, alle ore 17:00, al Palazzetto Luciani di Cori, Virginia Cerrone presenterà il suo romanzo “Oh mio Puccini caro”, pubblicato da 13LabEdition, dal titolo ispirato alla celebre aria pucciniana “Oh mio babbino caro”, tratta dal Gianni Schicchi, del 1918. L’iniziativa, promossa dall’Associazione Culturale “Olimpo”, è patrocinata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Cori.

Il libro, lungi dall’essere l’ennesima biografia del grande operista lucchese, narra invece una storia d’amore ambientata a Torre del Lago Puccini, frazione di Viareggio, col sottofondo musicale inevitabilmente legato al Maestro, alla sua poetica lirica e all’International Festival Puccini, organizzato ogni anno dalla Fondazione Festival Pucciniano nel nuovo Gran Teatro.

Nel 2006 la segretaria d’azienda di Roma, Liù Donati, Liù come la schiava di Turandot, Donati come Buoso Donati del Gianni Schicchi, vicina alla pensione e fresca di vincita al superenalotto, decide di dare una svolta alla sua vita: va a lavorare in Versilia, meta delle sue vacanze, in un mondo a lei più congeniale, quello artistico, dove incontra il Direttore d’orchestra Attilio Sadun.

Inizia così una relazione sentimentale dal sapore antico, cui fanno da colonna sonora le opere universali di Giacomo Puccini, e i luoghi a lui cari, che a ben leggere ha come protagonista assoluta la musica. Attraverso la mostra di acrilici degli artisti Maria Paola Cerasani e Sandro Cordova, “Suggestioni”, che farà da cornice alla presentazione, la pittura incontrerà la letteratura.

Virginia Cerrone, romana, oggi residente ad Anzio, dopo una lunga attività nel settore delle telecomunicazioni si è dedicata alla scrittura, dando alle stampe un racconto per bambini e uno dedicato a Papa Francesco. Personalità poliedrica, doppiatrice, regista e sceneggiatrice, è comparsa nel film di Paolo Sorrentino “La Grande Bellezza” ed è tra gli autori del mediometraggio “Il Sogno della Terra”.

No Comments
Comunicati

Dietro un grande amore. Orietta Berti festeggia i suoi 50 anni di carriera a Cori

Sabato 7 Ottobre, alle ore 21:00, a Piazza della Croce, il concerto live ad ingresso gratuito in occasione della Festa della Madonna del Rosario. Enogastronomia, musica, sport e danza in programma nel fine settimane corese. Santa messa e solenne processione gli appuntamenti religiosi.

Torna anche quest’anno, a piazza della Croce, la Festa della Madonna del Rosario, organizzata dall’Associazione Culturale Eventi Italia e dalla Parrocchia Santa Maria della Pietà. Il tradizionale appuntamento di inizio Ottobre prevede un ricco calendario di iniziative, civili e religiose, che si svolgeranno nel fine settimana. Come sempre sarà possibile degustare l’enogastronomia tipica locale negli appositi stand allestiti sabato e domenica.

Il main event del programma è il concerto live ad ingresso gratuito di Orietta Berti, “Dietro un grande amore …”, che il 7 Ottobre, alle ore 21:30, festeggerà a Cori i suoi 50 anni di carriera, segnata dai tanti successi musicali. La serata sarà presentata da Francesca Corbi e sarà preceduta dal pre-spettacolo del cantante, compositore e interprete di musica italiana e brasiliana, Roberto Bernardi, che porterà sul palco 4 brani inediti. Prima ancora, dopo la santa messa celebrata nella Parrocchia Santa Maria della Pietà, la solenne processione per le strade di Cori valle.

L’8 Ottobre, dalle ore 18:00, piazza della Croce di trasformerà in una grande palestra a cielo aperto, con una lunga staffetta di esibizioni sportive a cura della Palestra e dell’Accademy Fight Club Body Center Frasca, con presentazione di Silvia Moroni. Saliranno in cattedra le arti marziali e alle ore 21:00 spazio alla rassegna della scuola danza “Tutto può succedere a Broadway and House Party”, con coreografie delle insegnanti Evelina Orazi, Emanuela Rango e Claudia Finotti.

La Madonna del Rosario è una delle classiche e più importanti iconografie con le quali la Chieda Cattolica venera la figura di Maria, che regge una corona del Rosario tra le mani. La celebrazione fu istituita da Papa Pio V come “Madonna della Vittoria”, poi trasformata in “Madonna del Rosario” da Papa Gregorio XIII, a ricordare il trionfo dei Cristiani sugli Ottomani nella storica battaglia di Lepanto (7 Ottobre 1571), attribuita alla protezione di Maria invocata prima del combattimento recitando il Rosario.

No Comments
Comunicati

A Porte Aperte sulle Nostre Mura. F@Mu, la Giornata Nazionale delle Famiglie al Museo a Cori

In adesione al F@Mu 2017 dedicato al tema – La Cultura abbatte i Muri – domenica 8 Ottobre, dalle 09:30 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 18:30, il Museo della Città e del Territorio di Cori accoglierà genitori e bambini con visite guidate gratuite. Alle 10:30 attività ludiche, laboratoriali ed educative di approccio all’arte per i più piccoli. Sarà possibile inoltre partecipare al concorso F@MU 2017.

Domenica 8 Ottobre sarà un’occasione speciale per visitare il Museo della Città e del Territorio di Cori. In adesione alla Giornata Nazionale delle Famiglie al Museo l’Istituto Culturale lepino accoglierà adulti e piccini con iniziative ad hoc pensate dall’associazione culturale Arcadia, in collaborazione con la Direzione scientifica del Museo e l’Amministrazione comunale, per favorire l’incontro tra genitori, figli e museo, e la conoscenza diffusa dei beni culturali.

Dalle 09:30 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 18:30 sarà possibile usufruire dell’ingresso gratuito, con visita guidata alla scoperta dei 35 secoli di storia locale custoditi nel Museo di Cori. Alle 10:30, in sintonia col filo conduttore di questa edizione del F@MU – La Cultura abbatte i Muri – i più piccoli potranno partecipare ad attività ludiche, laboratoriali ed educative sul tema – A Porte Aperte sulle Nostre Mura.

Verranno proiettati anche due episodi di Matì e Dadà, testimonial ufficiali dell’evento, nonché primo cartoon Rai ad occuparsi di arte a misura di bambino, aventi ad oggetto l’affresco. Verrà riproposto pure stavolta il Concorso Nazionale F@MU. I partecipanti saranno invitati a raccontare la loro esperienza museale attraverso la realizzazione di un disegno. I vincitori riceveranno alcuni libri della collana “L’Arte con Matì e Dadà”.

Il progetto, ideato dal portale Kids Art Tourism (KAT), è organizzato dall’Associazione Famiglie al Museo, in collaborazione con enti specializzati nella didattica museale e il sostegno di numerosi sponsor. Quest’anno la manifestazione festeggia i suoi primi 5 anni, ricevendo di nuovo il patrocinio, tra gli altri, del MIBACT, dell’ICOM Italia, della Federazione Italiana dei Club e Centri per l’Unesco e del Touring Club ItalianoRai News 24 ne è media partner.

No Comments
Comunicati

Suggestioni. Maria Paola Cerasani e Sandro Cordova espongono a Cori

Il vernissage sabato 7 Ottobre, alle ore 17:00, al Palazzetto Luciani. La mostra di dipinti rimarrà aperta al pubblico fino a sabato 14 Ottobre.

Sabato 7 Ottobre, alle ore 17:00, al Palazzetto Luciani di Cori, verrà inaugurata la mostra di dipinti in acrilico, “Suggestioni”. L’esposizione delle 25 opere realizzate da Maria Paola Cerasani e Sandro Cordova rimarrà aperta al pubblico fino a sabato 14 Ottobre, quando alle ore 17:00 faranno da cornice e riferimento alla presentazione del libro di Virginia Cerrone, “Oh mio Puccini caro” (13Lab Edition).

I due artisti, rispettivamente di Nettuno ed Anzio, pur avendo affrontato percorsi formativi diversi, si ritrovano a rappresentare “Suggestioni” comuni che derivano dalla percezione di luoghi vissuti e momenti interiori. Il realismo figurativo dell’uno e l’astrattismo informale dell’altra trovano un punto d’incontro nell’espressività del segno, nella ricerca del colore e dello spazio.

Entrambi hanno raggiunto una significativa maturità artistica frequentando l’Accademia delle Arti Visive e Musicali di Lavinio, progetto realizzato nel 2001 dall’Associazione Culturale Synkhronos” per formare e valorizzare le eccellenze artistiche del territorio, attraverso una pluralità di corsi e specializzazioni curati da personalità affermate anche a livello internazionale.

L’intera rassegna, che si concluderà con l’omaggio letterario al grande operista toscano Giacomo Puccini, è patrocinata dal Comune di Cori, promossa ed organizzata nella Città d’Arte lepina dall’Associazione Culturale “Olimpo”, già ideatrice di eventi dedicati all’Ing. Alessandro Marchetti, a Pier Paolo Pasolini e ad Enrico Berlinguer.

No Comments
Comunicati

Cori, una targa alla memoria e al merito della Rosa di Trilussa

Venerdì 24 Marzo, alle ore 11:00, l’Amministrazione comunale e i familiari della poetessa Rosa Tomei scopriranno l’insegna a suo nome posta nella casa natia al civico numero 1 di via Giovanni Maggi.

Nell’anno del 50° anniversario della scomparsa della poetessa Rosa Tomei, l’Amministrazione comunale di Cori e i familiari scopriranno la targa a suo nome posta nella casa natia al civico numero 1 di via Giovanni Maggi. La cerimonia pubblica è in programma per venerdì 24 Marzo, alle ore 11:00. L’insegna vuole rendere omaggio alla memoria e al merito della ‘Rosa di Trilussa’, tornata in auge dopo un lungo disconoscimento generato dai falsi timori del passato.

La rivalutazione della figura di Rosa Tomei e la valorizzazione del suo spessore letterario è in gran parte opera della prof.ssa Secondina Marafini, che alla concittadina ha dedicato la ricerca scientifica pubblicata da Aracne Editore e promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Cori, con la quale ha restituito un volto e un’anima all’artista vissuta per 20 anni all’ombra del Gran Poeta, riportandola agli onori della letteratura italiana e della poesia dialettale romanesca.

Rosaria Tomei partì 15enne da Cori per Roma in cerca di fortuna come attrice, per ritrovarsi invece a lavorare nella Casa Studio di Carlo Alberto Salustri, che incontrò all’osteria della zia paterna. Iniziò la ventennale “coabitazione” nel segno di una reciproca stima professionale e di un amore ricambiato dal Maestro, che la istruì fino a diventare la sua più stretta collaboratrice ed erede intellettuale, autrice di testi che portano la firma poetica della Tomei.

Uno di questi, Panorama corese, testimonia il suo attaccamento alla terra d’origine. I versi in rima, raccolti con altre sue poesie nel libro ‘Rosa Tomei. La storia vera e le poesie della donna di Trilussa’, descrivono vividamente l’immagine di Cori impressa nei suoi occhi da ragazza, con tutte le suggestioni di quel periodo felice e pieno di sogni. Rivivrà per sempre con la fantasia questo dolce e nostalgico ricordo del paese ove nacque il 15 Giugno 1916 e dove oggi riposa.

Marco Castaldi

Addetto Stampa & OLMR

No Comments
Comunicati

I tesori di Cori in mostra per le Giornate FAI di Primavera

Il 25 e 26 Marzo, dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18, visite guidate gratuite della Città d’Arte a cura degli Apprendisti Ciceroni. Tempio di Ercole, Complesso Monumentale di Sant’Oliva e Oratorio dell’Annunziata i luoghi di visita privilegiati scelti dal FAI tra il patrimonio delle 10 città italiane che promuovono l’evento nazionale sulle reti RAI. In programma anche passeggiate archeologiche e laboratori d’arte. Menù turistici per i visitatori.

Anche quest’anno il Comune di Cori, la Pro Loco Cori, il Museo della Città e del Territorio di Cori e le associazioni culturali Arcadia e Amici del Museo hanno aderito alle Giornate FAI di Primavera, tramite la Delegazione FAI Gaeta-Latina. Sabato 25 e domenica 26 Marzo, dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18, sono in programma visite guidate gratuite di alcuni luoghi privilegiati della Città d’Arte, tra le testimonianze monumentali del passato custodite nelle teche museali e le altre che compongono il ‘museo a cielo aperto’ in giro per il paese.

Il medievale Complesso Monumentale di Sant’Oliva, formato dalla Chiesa con la sua Cappella del SS. Crocifisso, edificata su un tempio pagano romano. Alle sue spalle il Chiostro loggiato e il Convento Agostiniano del Quattrocento, oggi sede del Museo. Il monumento nazionale Tempio di Ercole, eretto in stile dorico intorno alla metà del II secolo a.C. sull’acropoli dell’antica Cora, è uno dei più significativi esempi di architettura ellenistica del Lazio. L’Oratorio dell’Annunziata, altro monumento nazionale costruito nel XV secolo.

Con partenza da piazza della Croce e da Piazza Signina, si potranno effettuare passeggiate tra i resti archeologici di maggiore antichità: le mura poligonali, l’area del foro (odierna via delle Colonne), il Ponte della Catena, il pantheon corano con il Tempio dei Dioscuri, Pozzo Dorico. Ad accompagnare i visitatori saranno gli Apprendisti Ciceroni, studenti del Liceo Artistico Statale di Latina, che avranno il compito di raccontare, ma anche di creare un’esperienza inclusiva e momenti di incontro e scambio tra generazioni e genti diverse.

I ragazzi potranno partecipare anche ai laboratori d’arte organizzati dagli alunni della scuola superiore pontina. Per l’occasione presso i ristoranti e le trattorie locali, sarà possibile gustare menù turistici a base di tipicità enogastronomiche del territorio. Infine i tesori di Cori sono stati scelti dal Fondo per l’Ambiente Italiano tra quelli delle 10 città d’Italia che fino a domenica promuoveranno sulle reti RAI la 25^ edizione dell’evento nazionale dedicato alla scoperta del patrimonio culturale del Bel Paese.

Marco Castaldi

Addetto Stampa & OLMR

No Comments
Comunicati

Erasmus: nascono a Cori i progetti innovativi dell’aspirante giovane imprenditoria europea

Nell’ultimo anno e mezzo la città lepina ha accolto 8 giovani aspiranti imprenditori dall’Europa che hanno fatto rete sul territorio, ospitati dalle famiglie e lavorando alle loro idee di business presso gli uffici comunali, le associazioni e le aziende locali, con reciproco scambio e apprendimento di conoscenze.

Altri 3 ragazzi spagnoli dell’Erasmus Plus Traineeship sono giunti in questi giorni a Cori, città che dalla fine del 2015 ad oggi ha ospitato, dai 3 ai 6 mesi ciascuno, 8 aspiranti imprenditori europei tra i 22 e i 38 anni, grazie ai fondi dell’UE e al coordinamento locale di Futuro Digitale, che gestisce anche l’InformaGiovani, col supporto dell’Amministrazione comunale e degli Uffici del Comune di Cori, e l’accoglienza delle famiglie e delle imprese del territorio.

Alvaro Romaña Sanz, Julen Muñoz Vilchez e Ander Pulido provengono dall’Istituto CESA di Bilbao, dove stanno ultimando gli studi, e fino a Giugno condurranno progettualità innovative in vari ambiti, nell’ordine, presso l’asilo nido comunale, nell’educazione per l’infanzia; la Ragioneria del Comune, in contabilità e finanza; la Biblioteca civica, il Museo e i Servizi Sociali, nel social marketing.

Insieme a loro c’è Carlota Corzo Alvarez, dell’Università Complutense di Madrid e Presidente dell’UNSA Spain, la rappresentativa studentesca spagnola delle Nazioni Unite. Arrivata a Gennaio per un semestre, si sta occupando di project management e strategie di sviluppo delle relazioni sociali tra Italia e Spagna.

Prima di lei c’era Maruska Strah, Presidente del Rotaract Club di Liubljana. Da Ottobre 2016 la giovane slovena ha condotto fino a poche settimane fa una sperimentazione di stampa 3D e networking, insieme ad un’associazione del settore. Un’esperienza talmente positiva la sua, che sembra essere intenzionata a restare nel paese lepino.

Pioniere di questo programma di apprendimento e scambio di conoscenze e idee di business è stato un suo connazionale, l’intraprendente Aleksander Vidmar seguito dai due galiziani Pedro Rodriguez Crespo e Diego Soane, del CIFP Carlos Oroza di Pontevedra, che hanno lavorato a progetti trimestrali, rispettivamente, in materia di innovazione nel campo sociale, farmacia ed informatica.

Non solo dall’Europa in Italia, ma anche dall’Italia all’Europa. Sono aperte le adesioni al Den-Cupid, per la promozione estera del patrimonio culturale della provincia di Latina. Sono disponibili 4 posti per altrettanti viaggi-formazione, tra cui uno nella sede greca dell’UNESCO. Chi è interessato ad avere maggiori informazioni può scrivere a [email protected]

Marco Castaldi

Addetto Stampa & OLMR

No Comments
Comunicati

I Giovani incontrano i Campioni. A Cori arriva Stefano Pantano

Giovedì 23 Marzo, alle ore 10:30, il pluricampione di scherma incontrerà gli studenti delle classi medie dell’I.C. ‘Cesare Chiominto’ che hanno partecipato al progetto del CONI. Narrazione diretta e condivisione, filmati, domande e risposte su vita e sport, valori sportivi e corretti stili di vita, al centro del seminario organizzato al Palazzetto dello Sport di Stoza.

Giovedì 23 Marzo, alle ore 10:30, al Palasport di Stoza farà tappa il progetto del CONI ‘I Giovani incontrano i Campioni – Sport – Valori – corretti stili di vita. Gli studenti delle classi medie dell’I.C. ‘Cesare Chiominto’ aderenti interagiranno con il pluricampione italiano, europeo, mondiale e olimpionico di scherma Stefano Pantano. Vivranno e condivideranno il racconto delle sue imprese sportive e di altre esperienze vissute. Visioneranno un filmato e porranno domande.

Gli esempi virtuosi di agonismo e personalità etica rappresentano un’utile bussola di orientamento comportamentale per i ragazzi. Evidenziare come si raggiungono obiettivi importanti e l’orgoglio di esserci riusciti contribuisce a riaffermare i valori dello sport e l’attività fisica come ben-essere. Lealtà, rispetto delle regole, sana competitività e fair play, sono le fondamenta dello sport, che a sua volta esige corretti stili di vita e consente di integrare e aggregare le persone.

Dalla pratica sportiva si trae giovamento non solo fisico e psicologico, ma nel modo stesso di affrontare e risolvere i problemi della vita. Tutti i campioni ad un certo punto hanno dovuto scegliere un percorso diverso dai loro coetanei, più difficile ma appagante. Nell’incontro verrà utilizzata la tecnica della narrazione diretta, che ha il pregio di trasmettere emozioni associate ad un bagaglio informativo a cui fare riferimento in qualunque momento.

L’iniziativa, avviata nel 2005/06 nella provincia di Roma e poi estesa a livello regionale dal 2013/14, giunge a Cori per il secondo anno consecutivo, per volontà del CONI Latina e dei referenti CONI dei Comuni di Cori e Rocca Massima. Gli alunni arrivano all’appuntamento dopo una fase di preparazione durante la quale, insieme agli insegnanti, e sulla base dei materiali informativi del CONI Lazio, hanno iniziato a conoscere l’atleta e l’uomo Pantano e la sua disciplina.

Marco Castaldi

Addetto Stampa & OLMR

No Comments
Comunicati

Il Bene esiste! Il male esiste? A Cori un esorcista risponde

Domenica 19 Marzo, alle ore 15:00, al Santuario della Madonna del Soccorso, si terrà il Convegno a cura di Padre Settimio d’Ascenzo, organizzato dalla Fraternità dei Laici Trinitari di Cori.

Se Dio esiste perché c’è tanto male nel mondo? Dio ha creato tutto quello che esiste? Cosa è il male? Perché sembra che Dio non faccia niente? Il male non può diventare un bene? Sono solo alcuni degli interrogativi al centro del convegno ‘Il Bene esiste! Il male esiste? Un esorcista risponde’, che si terrà domenica 19 Marzo, dalle ore 15:00, presso il Santuario della Madonna del Soccorso, organizzato dalla Fraternità dei Laici Trinitari di Cori.

A questi e ad altri quesiti replicherà l’esorcista della Diocesi di Latina-Terracina-Sezze-Priverno, Padre Settimio D’Ascenzo. Il Presbitero dell’Ordine della Santissima Trinità (Trinitari), nato a Cappadocia (AQ) il 24 Marzo1939, dopo la sua ordinazione è rimasto alle Fornaci, apostolato parrocchiale per quasi 30 anni. Nel 1990 va a Rocca di Papa con i giovani. 7 anni a Palestrina e dal 2003 è a Cori come rettore del Santuario della Madonna del Soccorso.

Per la Chiesa cattolica l’esorcismo è un sacramentale praticabile solo dai Vescovi o da un Sacerdote che abbia ottenuto il mandato dal proprio Vescovo. In passato l’esorcistato era il terzo ministero annoverato tra gli ordini minori, ma era solo un titolo formale e fu abolito con il Concilio Vaticano II. Anche nei Vangeli si trovano riferimenti al potere divino di esorcizzare i demoni, facoltà donata alla Chiesa ed esercitata fin dalle prime comunità cristiane.

Il primo scopo dell’esorcismo è diagnostico, per verificare se la persona sottoposta a esorcismo è affetta da disturbi naturali o posseduta dal maligno. Il percorso per la completa liberazione può durare anni. Oggi la Chiesa procede cautamente nel praticare l’esorcismo, disciplinato da un apposito rituale adottato nel 1998. Data la particolare delicatezza del ministero, l’esorcismo viene affidato a sacerdoti dotati di particolare equilibrio psichico e spirituale.

L’interesse popolare per l’esorcismo fu risvegliato negli anni Settanta dal film ‘L’Esorcista’. L’importanza del rito fu riconfermata da Papa Giovanni Paolo II; Papa Benedetto XVI al Congresso dell’Associazione Italiana degli esorcisti, l’unico ente in materia riconosciuto dal Vaticano, incoraggiò a proseguire in questo importante ministero a servizio della Chiesa, che vanta tra i più celebri rappresentanti Sant’Antonio Abate, San Francesco d’Assisi e San Pio da Pietralcina.

Marco Castaldi

Addetto Stampa & OLMR

No Comments
Comunicati

Cori: al via il progetto EcoPunti. EcoSconti per chi aiuta l’ambiente e sostiene l’economia locale

L’Amministrazione Comunale di Cori e Achab Group avvieranno nei prossimi giorni, insieme ai commercianti locali, il progetto EcoPunti finanziato dalla Regione Lazio con il contributo erogato dalla Provincia di Latina. I cittadini che porteranno i rifiuti all’EcoCentro e che effettueranno il compostaggio, potranno acquisire EcoPunti e convertirli in EcoSconti da utilizzare presso i negozi aderenti con marchio EcoPunti esposto e il cui elenco verrà pubblicato anche sugli EcoPoint disponibili sul sito cori.ecopunti.it e sull’App Ecopunti per smartphone.

Un incaricato visiterà le imprese commerciali del territorio per presentare nei dettagli l’iniziativa che durerà per l’intero anno 2017. L’obiettivo è portare la raccolta differenziata dal 64% al 65% premiando i comportamenti positivi a favore dell’ambiente e a sostegno dell’economia della città, attraverso un sistema incentivante “meglio ti comporti, più ti premio”, che esula dai tradizionali buoni sconto “più spendi, più ti premio”. Per maggiori informazioni o per aderire si può intanto visitare il sito www.ecopunti.it o scrivere a [email protected]

Per partecipare basterà portare i rifiuti al Centro di Raccolta Comunale. Per alcune tipologie di rifiuto conferito si guadagneranno degli EcoPunti: 100 per pneumatici usati e rifiuti ingombranti (mobili, divani e simili); 200 per erba, ramaglie, potature, pile, batterie, accumulatori, oli minerali esausti, oli vegetali da frittura, lampade al neon e medicinali scaduti; 400 per frigoriferi, congelatori, condizionatori, tv, monitor, pc, stampanti, lavatrici e lavastoviglie. Ogni 200 punti si può ottenere un EcoSconto di 1 euro da spendere presso i negozi aderenti.

Si riceveranno punti integrativi facendo il compostaggio domestico: chi non l’ha può richiedere la compostiera in Comune e avere 1.000 punti una tantum. Punti extra per coloro che scaricheranno la App. Per trasformare gli EcoPunti in EcoSconti basterà recarsi presso uno dei negozi aderenti abilitato alla conversione, conoscere il proprio saldo e accedere alle varie promozioni in corso. Gli EcoSconti ritirati dalle attività commerciali saranno completamente rimborsati grazie ad un fondo messo a disposizione dell’Amministrazione Comunale.

Marco Castaldi

Addetto Stampa & OLMR

No Comments
Comunicati

L’Olio delle Colline: si è concluso ad Itri il ciclo di incontri di aggiornamento sulle qualità organolettiche degli oli extravergini di oliva della provincia di Latina

Confermato il trend d’inizio stagione. L’ultima campagna olearia ha prodotto poco olio ma buono. Gli elevati standard qualitativi raggiunti negli ultimi anni dal settore olivicolo pontino hanno garantito la qualità anche in un’annata di scarica generale. In questi casi la formazione degli addetti ai lavori è fondamentale per valorizzare il prodotto.

Si è concluso in questi giorni a Itri il ciclo di incontri di aggiornamento sulle qualità organolettiche degli oli extravergini di oliva che hanno partecipato al XII Concorso provinciale “L’Olio delle Colline” ed organizzati dal Capol nell’ambito del suo annuale programma di iniziative per la valorizzazione dell’extravergine d’oliva pontino e per l’ottimizzazione della produzione e della lavorazione dell’oliva e dei suoi prodotti.

Nella sala comunale del Municipio di Itri, erano presenti diversi operatori della filiera olivicola del sud della provincia Latinaaccolti dagli Assessori Andrea Di Biase e Mario Di Mattia. Il solo Comune di Itri conta 879 produttori che operano su 776 ettari di terreno olivetati, per un totale di 260.000 piante, che in una stagione normale producono 30.000 quintali di olive, di cui 10.650 q.li per olio e 19.350 q.li da mensa.

In questa zona la varietà predominante è l’Itrana, in passato conosciuta come oliva da mensa completamente matura, nera, demarizzata prima con solo acqua e poi in salamoia, oggi DOP Gaeta. Come in tutta la provincia, l’ultima campagna olearia anche da queste parti ha prodotto poco olio ma buono, a conferma degli elevati livelli di qualità raggiunti nel settore, capaci di reggere anche in annate di scarica generale, come sottolineato dal Presidente dell’Aspol Cosmo di Russo.

Insieme al Capo Panel di Assaggio professionale del Capol Luigi Centauri  sono stati valutati i profili organolettici degli oli extravergini d’oliva della provincia: “Quando le olive Itrana vengono raccolte non ancora completamente mature donano un olio dalle caratteristiche di pregio, apprezzato sia dagli esperti che dai consumatori – spiega il Presidente del Capol – e infatti con regolarità gli olivicoltori locali salgono sui podi dei più importanti concorsi nazionali”.

Marco Castaldi

Addetto Stampa & OLMR

No Comments
Comunicati

Bench Press Contest: al Palasport di Cori la prima gara del Campionato Italiano di Panca Piana Weightlifting NBBUI Italia

Appuntamento domenica 19 Marzo dalle ore 08:30. La competizione, consiste in un’alzata di potenza massimale sulla panca piana, L’evento, patrocinato dal Comune di Cori, è organizzato dall’ASD Fight Club Team Frasca.

Domenica 19 Marzo il Palazzetto comunale dello Sport di Cori ospiterà un altro importante appuntamento sportivo, il Bench Press Contest, per la prima volta nel paese lepino. La tappa corese inaugura il circuito nazionale del Campionato Italiano di Panca Piana Weightlifting della Federazione NBBUI Italia – Natural Body Builder’s Union International – che inizierà proprio dal Palasport di Stoza nel fine settimana.

La competizione, consiste in un’alzata di potenza massimale sulla panca piana, ed è aperta a tutte le categorie di peso, alle donne e agli uomini, ai junior e ai master. Nello specifico, gli atleti, con un carico sul bilanciere pari al 60% del proprio peso per gli uomini e al 50% per le donne, dovranno effettuare il maggior numero di ripetizioni nell’arco di un minuto di tempo a loro disposizione.

Il partecipante nei 60 secondi potrà riposare mantenendo il bilanciere sollevato, ma non potrà posarlo. Si dovrà utilizzare una sola tecnica di esecuzione: piedi a terra o su uno step e schiena poggiata per intero sulla panca. L’istruttore, munito di cronometro, prenderà il tempo di gara e terrà il conto, a voce alta, di tutte le ripetizioni effettuate.

La gara avrà inizio alle ore 08:30, subito dopo le registrazioni e le varie operazioni preliminari. Ai vincitori verranno consegnate anche delle statuette e varie premi messi in palio dagli sponsor locali. L’evento, patrocinato dal Comune di Cori, è organizzato dall’ASD Fight Club Team Frasca, con la collaborazione del settore Weightlifting della NBBUI.

Marco Castaldi

Addetto Stampa & OLMR

No Comments
Comunicati

Pomptina Palus: il rapporto tra uomo e ambiente alla luce dei dati archeologici

Sabato 18 Marzo, alle ore 16:30, l’archeologo Gianluca Mandatori prosegue il primo ciclo di conferenze del 2017 presso il Museo della Città e del Territorio di Cori.

‘Pomptina Palus: il rapporto tra uomo e ambiente alla luce dei dati archeologici’ è il titolo dell’incontro con l’archeologo Gianluca Mandatori, che si terrà sabato 18 Marzo, alle 16:30, al Museo della Città e del Territorio di Cori, nell’ambito del primo ciclo di conferenze del 2017 promosso dalla Direzione scientifica del Museo, dalle associazioni culturali Arcadia e Amici del Museo e dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Cori, che terminerà sabato 29 Aprile con ‘Gli archivi ritrovati. Testimonianze documentarie dalle chiese di Cori monte distrutte nel 1944’ a cura di Laura Carpico. Il 25 e 26 Marzo il Museo aderirà alle Giornate FAI di Primavera e sabato 20 Maggio alla Notte Europea dei Musei.

Con questo intervento si offrirà – in maniera divulgativa, ma puntuale – un prospetto sulle Paludi Pontine in età romana, rileggendo e correggendo, alla luce delle fonti antiche e delle più recenti indagini archeologiche, la visione finora consolidata che vedeva in questa porzione del territorio laziale una sorta di granaio, poi abbandonato a causa del sopravvenuto impaludamento. In particolare, si farà riferimento alla sistemazione agraria del territorio, alla sua sfortunata colonizzazione, nonché ai principali interventi di bonifica antica; si metteranno, inoltre, in evidenza quelle caratteristiche geologiche, sanitarie ed ambientali che lo resero di difficile gestione, tanto da condurre al suo radicale – ma mai completo – abbandono.

Resistenti ad ogni forma di risanamento, le Paludi Pontine, il cui sfruttamento era stato per secoli legato ai cicli stagionali della caccia, della pesca e delle coltivazioni di sussistenza, cessarono di rappresentare uno spazio vitale agli occhi del colono romano quando, con il cambiamento delle dinamiche economiche, si passò allo sfruttamento intensivo dei latifondi: fu allora – sul finire del II secolo a.C. – che iniziarono ad essere raffigurate in tutta la loro oggettiva inospitalità. Un excursus storico, letterario ed archeologico, quindi, che – spaziando nell’arco di quasi un millennio – contribuirà a fare luce su un settore del Lazio Meridionale che, per la sua singolarità, ha affascinato generazioni di viaggiatori e studiosi.

Marco Castaldi

Addetto Stampa & OLMR

No Comments
Comunicati

Sei Nazioni all’insegna degli Sbandieratori dei Rioni di Cori

Sabato 11 Marzo i maestri nell’arte del maneggiar l’insegna apriranno la partita di rugby Italia vs Francia allo Stadio Olimpico. Diretta su DMAX dalle ore 13:50.

Sabato 11 Marzo, l’arte corese del maneggiar l’insegna darà spettacolo allo Stadio Olimpico di Roma, dove gli Sbandieratori dei Rioni di Cori apriranno la partita di rugby Italia – Francia, valevole per la penultima giornata del Sei Nazioni 2017. L’incontro, l’ultimo in casa per gli Azzurri, prima della trasferta di Edimburgo, andrà in onda in diretta su DMAX dalle ore 13:50.

Si tratta del primo impegno ufficiale dopo il recente rinnovo dei vertici del gruppo. L’Assemblea dei soci ha eletto nei giorni scorsi il Consiglio Direttivo che a sua volta ha confermato il Presidente, Angelo Pianelli, e il Direttore Artistico, Andrea Pistilli. Cambiano invece il Vice Presidente, Angelo Cappa; il Segretario, Marco De Cave; e il Tesoriere, Gian Marco Latini.

Il Torneo Sei Nazioni è una delle competizioni rugbistiche più antiche e prestigiose del mondo. Nato come Home Championship nel 1883, all’epoca si contendevano il trofeo solo le rappresentative britanniche di Galles, Inghilterra, Irlanda e Scozia. Successivamente fu allargato anche alla Francia, sia pure con vicende alterne nel corso del Novecento, e infine nel 2000 fu ammessa l’Italia.

I prossimi due weekend saranno decisivi per la corsa al titolo. La classifica vede in testa l’Inghilterra, che ha vinto anche lo scorso anno, seguita da Irlanda e Scozia; a pari merito Francia e Galles; Azzurri fanalino di coda. L’Inghilterra potrebbe dunque superare il Galles nell’albo d’oro delle vittorie, dove entrambe le nazionali sono al momento appaiate a 37 titoli ciascuna.

Quest’anno sono state introdotte importanti novità nel sistema di punteggio, uniformato a quello di molti campionati e della coppa del mondo. Tra le curiosità, l’Italia non ha mai vinto e la Scozia non l’ha mai fatto nel Sei Nazioni. La squadra britannica che batte le altre tre si aggiudica la Triple Crown; quella che vince tutte le partite realizza il Grande Slam; l’ultima è premiata col Cucchiaio di Legno.

Marco Castaldi

Addetto Stampa & OLMR

No Comments
Comunicati

Cori e Oswiecim: sabato la cerimonia conclusiva del Patto di Gemellaggio

L’11 Marzo, dalle ore 17:00, nella Chiesa di Sant’Oliva, verrà confermato il Giuramento di Fraternità tra i due Comuni, già firmato in Polonia. A seguire il Concerto di Gemellaggio ad ingresso gratuito.

Sabato 11 Marzo, dalle ore 17:00, nella Chiesa di Sant’Oliva, si terrà la cerimonia pubblica conclusiva del Patto di Gemellaggio tra i Comuni di Cori e Oświęcim, aperta dall’esibizione degli Sbandieratori del Leone Rampante. I Sindaci Tommaso Conti e Janusz Chwierut confermeranno il Giuramento di Fraternità già sottoscritto in Polonia.

Verranno così suggellati i pluriennali rapporti di amicizia e stima reciproca tra le due comunità, impegnando le istituzioni ad incoraggiare e sostenere gli scambi socio-culturali e promozionali, ed ogni altra iniziativa guidata dagli ideali europeisti di pace, solidarietà e tolleranza e che veda protagonisti i giovani.

Le relazioni tra le due città, avviate da Pietro Vitelli, ponte tra italiani e polacchi, tra gli inspiratori del Viaggio Pontino della Memoria, sono maturate nel corso delle consiliature degli ultimi 10 anni. Visite istituzionali, Lettera di Intenti ratificata dai due Consigli Comunali e prima firma del Patto hanno preceduto questo momento.

La proiezione del video di Oshpitzin, come viene chiamato in ebraico yiddish, permetterà di conoscere meglio questo fiorente e vitale centro della Piccola Polonia, spesso noto solo col nome tedesco di Auschwitz, che peraltro oggi rappresenta soltanto la parte del paese dove è ubicato il campo di sterminio.

Saranno presenti: i costumanti del Carosello Storico dei Rioni di Cori, la Compagnia Rinascimentale Musiche e Danze Tradizionali Tres Lusores, che insieme alla Pro Loco Cori, e anche per il tramite del Latium Festival, hanno accompagnato tutto il percorso di Gemellaggio.

Oltre ad assessori e consiglieri del Comune di Cori, ci saranno, tra gli altri, una rappresentanza dell’Ambasciata della Repubblica di Polonia; una delegazione comunale di Arezzo, primo e finora unico Comune italiano gemellato con Oświęcim; il dott. Ugo Rufino, Direttore dell’Istituto di Cultura Italiana a Cracovia.

A chiudere il Concerto di Gemellaggio diretto dal M° Giovanni Monti. Il M° Carlo Vittori (piano) e il quintetto di fiati ‘Soloist Ensemble’ eseguiranno gli inni nazionali e musiche di Chopin, Verdi, Rossini e Puccini, con le voci bilingue di Rossella Cerioni (soprano), Joanna Bronikowska (mezzo soprano) e il Coro Polifonico Lumina Vocis.

Marco Castaldi

Addetto Stampa & OLMR

No Comments
Comunicati

‘Le Donne e i Lavori di un Tempo andato’ e MACHEHADETTO?! L’8 Marzo a Cori e Giulianello

Festa delle Donne all’insegna dei giovani e delle scuole del territorio, tra passato e presente. Ricerche, mostra fotografica e letture per l’infanzia, i punti salienti del programma di mercoledì.

Mercoledì 8 Marzo i giovani e le scuole del territorio, tra passato e presente, saranno protagonisti della Festa delle Donne. Alle ore 10:00, al centro socio-culturale ‘Il Ponte’ di Giulianello, si terrà l’evento intitolato ‘Le Donne e i Lavori di un Tempo andato’, organizzato in collaborazione con l’Istituto Comprensivo ‘Cesare Chiominto’. Tra le altre cose verranno presentati i risultati di una ricerca scolastica sui mestieri svolti dalle donne giulianesi agli inizi del Novecento.

Saranno presenti gli studenti della scuola primaria ‘Don Silvestro Radicchi’ e quelli della scuola secondaria di primo grado ‘Salvatore Marchetti’. Verrà esposta anche una mostra fotografica sul lavoro delle donne curata dall’Associazione Toponomastica Femminile. Ci sarà un Posto Occupato per quella donna vittima di violenza che ora non c’è più, a supporto dell’omonima campagna nazionale di sensibilizzazione contro la violenza sulle donne.

Alle ore 17:30, a Cori, presso la Biblioteca Civica ‘Elio Filippo Accrocca’, l’Associazione culturale Arcadia e il Comune di Cori hanno preparato un’edizione speciale di MACHEHADETTO?!, anche in coincidenza del World Book Day, iniziativa mondiale che promuove la diffusione della lettura nell’infanzia. MACHEHADETTO?! oltre a favorire l’incontro tra bambini e genitori attorno al libro in modo divertente e stimolante, sostiene l’integrazione tra i popoli attraverso la lettura poliglotta.

Verrà letta in inglese e in italiano la storia ‘Two hungry bears’ di Linda Conrwell e Jane Chapman, con il coinvolgimento di Hocus&Lotus e Utopia 2000, gestrice dell’asilo nido comunale ‘Il Bruco Verde’. Incoraggiare i piccoli a studiare le lingue è importante per esigenze di studio o professionali, per la mobilità o il piacere personale, per incrementare il plurilinguismo e la comprensione interculturale e preservare il ricco e diversificato patrimonio linguistico e culturale europeo.

Marco Castaldi

Addetto Stampa & OLMR

No Comments
Comunicati

Settimana Nazionale dell’Amministrazione Aperta: a Cori l’Open Culture di Futuro Digitale

Il 9 Marzo alle 17 in Biblioteca di terrà il Focus Group aperto alla cittadinanza dedicato alla trasparenza e alla partecipazione, concentrando l’attenzione sull’importanza dell’apertura e del riuso dei dati pubblici in ambito locale, e in particolare sul suo immenso patrimonio culturale: una vera mApp@ del tesoro.

In occasione della Settimana Nazionale dell’Amministrazione Aperta, l’associazione Futuro Digitale, in collaborazione con il Comune di Cori e la Regione Lazio, ha organizzato per giovedì 9 Marzo un Focus Group inaugurale dell’iniziativa Open Culture. L’appuntamento per tutti gli interessati è alle ore 17:00, presso la Biblioteca civica ‘Elio Filippo Accrocca’. Seguirà un altro incontro giovedì 23, alla stessa ora e sempre nell’Istituto Culturale di Palazzo Prosperi Buzi in vicolo Macari.

Si vuole in tal modo avviare una sensibilizzazione e un percorso partecipato sull’apertura e il riuso dei dati pubblici in ambito locale, focalizzandosi sul suo immenso patrimonio culturale: una vera mApp@ del tesoro.  Si cercherà di capire come la cultura dei dati aperti nella PA rappresenti un’opportunità per la crescita di una cittadinanza attiva e consapevole che può attivare processi di migliore qualità nell’amministrare.

Verrà presentata l’esperienza in materia di Futuro Digitale che ha collaborato con il MIUR ai progetti Open School Data e A Scuola di OpenCoesione. Il primo, promosso da un gruppo di scuole italiane, sostiene l’utilizzo dei dati per un monitoraggio civico della sicurezza degli edifici scolastici. Il secondo invece, partendo dall’analisi di informazioni e dati, abilita studenti e docenti degli istituti superiori a scoprire come vengono spesi i soldi pubblici sul proprio territorio.

La Settimana Nazionale dell’Amministrazione Aperta (SAA), alla sua prima edizione, è stata lanciata dal Dipartimento della Funzione Pubblica per sviluppare la cultura e la pratica della trasparenza, della partecipazione e dell’accountability sia nelle PPAA che nella società. Iniziata il 4 Marzo si concluderà sabato 11, giorno in cui si celebra a livello mondiale il V Open Data Day, la festa dei dati aperti, un’occasione in più per mostrarne i vantaggi e incoraggiarne l’adozione.

Marco Castaldi

Addetto Stampa & OLMR

No Comments
Comunicati

Nonni su Internet e English Course for Seniors: corsi gratuiti per over 60 all’IC Cesare Chiominto di Cori

Il piano di alfabetizzazione informatica si svolge il lunedì alle ore 15 presso la scuola media di Cori ‘Ambrogio Massari’. Per il frasario turistico d’inglese l’appuntamento è il venerdì alle ore 15:30 alla secondaria di primo grado di Giulianello ‘Salvatore Marchetti’. Il 27 Marzo alle ore 17 la Biblioteca civica di Cori ‘Elio Filippo Accrocca’ inaugura il corso a partecipazione gratuita di lingua spagnola per over 20.

L’Istituto Comprensivo ‘Cesare Chiominto’ di Cori apre le porte alla cittadinanza con due corsi pomeridiani a partecipazione gratuita per ultrasessantenni. ‘Nonni su Internet’ è il piano di alfabetizzazione informatica per over 60, promosso dalla Fondazione Futuro Digitale, riconosciuto quale esperienza didattica innovativa a livello europeo e dal MIUR, al quale ha aderito la scuola media di Cori. Le lezioni tenute dal prof. Pierluigi Ricci si svolgono il lunedì dalle ore 15:00 presso l’Ambrogio Massari.

Il venerdì dalle ore 15:30 invece, la secondaria di primo grado di Giulianello ‘Salvatore Marchetti’ organizza l’‘English Course for Seniors over 60’, curato dalla prof.ssa Rosa Manauzzi, che punta in particolare ad offrire un frasario basilare per affrontare viaggi turistici, nell’ambito del più ampio progetto interdisciplinare “Lingue e linguaggi” rivolto sia agli alunni che alla popolazione in generale, con l’obiettivo di suscitare nuovi interessi culturali in chi apprende, con respiro internazionale e particolare attenzione all’Europa.

Entrambe le iniziative, salutate con soddisfazione dalla Preside Patrizia Pochesci, dalla Vicaria Fiorella Marchetti e dall’Ass.re alle Politiche Sociali Chiara Cochi, rappresentano un modo per assecondare l’apprendimento ad ogni età, stimolare la curiosità verso altri contenuti e culture, e motivo di socializzazione e scambio intergenerazionale di esperienze, data la presenza in aula degli studenti dei due plessi coinvolti, che faranno da tutor ai partecipanti e coadiuveranno il lavoro dei docenti.

Inoltre il 27 Marzo alle ore 17:00, alla Biblioteca civica di Cori ‘Elio Filippo Accrocca’ verrà inaugurato il corso gratuito di lingua spagnola a cura dell’insegnante madrelingua Cecilia Gazzera, aperto a tutti, dai 20 anni in su. Si insegnerà a parlare e a scrivere in modo fluido il castigliano attraverso la letteratura, la filmografia e la cultura dei Paesi ispano parlanti. Sono previsti sue incontri a settimana fino a Maggio, con giorni e orari da concordare insieme in base alle esigenze degli interessati.

Marco Castaldi

Addetto Stampa & OLMR

No Comments
Comunicati

“Due padri, due figli”, il libro di Salvatore D’Incertopadre fa tappa a Cori

Appuntamento sabato 4 Marzo, alle ore 17:00, presso il Museo della Città e del Territorio di Cori. Insieme all’autore interverranno il Sindaco Tommaso Conti, lo scrittore Pietro Vitelli e l’editore Dario Petti.

Sabato 4 Marzo, alle ore 17:00, presso il Museo della Città e del Territorio di Cori, si terrà la presentazione del nuovo libro di Salvatore D’Incertopadre “Due padri, due figli. Una famiglia tra Napoli e Latina”. Insieme all’autore interverranno il Sindaco Tommaso Conti, lo scrittore Pietro Vitelli e Dario Petti, della Atlantide editore che ha pubblicato il volume. A distanza di un anno dalla sua opera di esordio nel campo letterario, “Il sindacalista” prefato da Susanna Camusso, Segretario Nazionale Cgil, Salvatore D’Incertopadre, ex Segretario Provinciale della Cgil pontina, originario di Napoli dove è nato nel 1952, torna in libreria, stavolta con un romanzo. Il testo narra la storia di una famiglia, i Capece, che passano parte della loro vita nel capoluogo campano, per poi trasferirsi a Latina nei primi anni ‘80. Attraverso la saga di questa famiglia l’autore mette sotto i riflettori per la prima volta una migrazione dalla Campania alla provincia di Latina, molto importante e numericamente consistente, che specie negli anni dell’industrializzazione raggiunse punte di diverse migliaia di persone.

Il titolo “Due padri, due figli” fa riferimento a un nonno, un figlio e un nipote, che attraversano la storia italiana dal Settembre1943 fino ai giorni nostri. C’è la Napoli degli anni del dopoguerra e del boom economico, con le sue bellezze artistiche e naturali, la sua creatività, la capacità di arrangiarsi tra le mille difficoltà di una metropoli del Mezzogiorno e le contraddizioni della sua gente. E c’è la città di Latina, costruita negli anni Trenta dal fascismo, nel bel mezzo di una pianura, un tempo palude. Una città senza storia se non quella dei suoi pionieri Veneti, Friulani ed Emiliani che, insieme all’immigrazione successiva, stimolata dall’ingresso della provincia nella Cassa per il Mezzogiorno, non sono mai riusciti a integrarsi per formare un popolo. In queste due città crescono due giovani che affrontano la vita in modo diverso, dalle amicizie alla scuola, dal lavoro alla politica, dall’amore per una donna all’affetto per i figli. Ma la vera protagonista di questa storia è una donna, Assunta, capace di guidare i suoi uomini attraverso le difficoltà che la famiglia incontrerà nella vita.

Antonio Polselli, autore della prefazione, che definisce il libro di D’Incertopadre come un romanzo realistico sociale e di formazione, così introduce il lettore “Due padri, due figli. Una famiglia tra Napoli e Latina è un libro che si legge con curiosità e piacere perché scritto con una prosa fluida e spigliata, viva e palpitante. È un romanzo di grande respiro che nella sua vastità, nella galleria ben assortita dei personaggi, nell’intrigo delle vicende e nell’intrecciarsi dei punti di vista, sembra voler abbracciare la totalità del reale. Un romanzo appassionato e documentato, pieno di personaggi autentici, sinceri e pieni di umanità. Un romanzo originale e avvincente imperniato sui temi della famiglia, dell’amore, dell’amicizia e del lavoro”.

Marco Castaldi

Addetto Stampa & OLMR

No Comments
Comunicati

Cori: gran successo per il 37° Gran Galà di Carnevale

Oltre 200 persone allo spettacolo teatrale della Parrocchia SS. Pietro e Paolo. Sul palco la comunità parrocchiale al completo: i bambini dell’Azione Cattolica Ragazzi, i giovanissimi, i giovani e gli educatori dell’A.C.R.

Gran successo per il 37° Gran Galà di Carnevale, una tradizione teatrale ormai consolidata per i parrocchiani di Cori monte guidati da Don Angelo Buonaiuto. Oltre 200 persone si sono date appuntamento domenica all’oratorio della Parrocchia SS. Pietro e Paolo. Una girandola di canti, balli e commedie in dialetto corese, e la sala si è riempita di applausi scroscianti e risate a crepapelle.

Protagonisti degli sketch sono stati i vari gruppi parrocchiali che si sono alternati sul palco. I bambini dell’Azione Cattolica Ragazzi (III elementare – III media), i giovanissimi (14-18 anni), i giovani (18-30 anni) e gli educatori dell’A.C.R.

I più piccoli si sono cimentati in botta e risposta comici (Flash per tutti), come i due compari in piazza. Lui: “Per i 25 anni di matrimonio ho portato mia moglie alle Maldive?”. L’altro: “E per i 50 anni che fai?”. Lui: “La vado a riprendere”. E i 3 compañeros messicani che in una stanza sguarnita e senza nulla al seguito, decidono di giocale a golf? Travati bastone e palline, rimangono senza buca.

Dura prova per il Capo Indiano portato in scena dai giovanissimi. Morso da una vipera nelle parti basse, l’amico che doveva salvarlo non gradisce le manovre necessarie a spremere la ferita, perciò alla domanda – “Sopravvivrò?” – la risposta è scontata – “Non c’è più niente d fare!”.

Poi largo ai grandi. Tra i Pretendenti di una focosa donna in cerca di marito la spunta un uomo senza braccia e senza gambe che era riuscito lo stesso a suonare il campanello. In Pericolo in mutande, l’imbranato portiere di un albergo rimane senza braghe proprio mentre entra la Polizia a caccia di un maniaco e riesce ad uscire indenne dall’equivoco fingendosi uno scozzese.

Infine Musica Maestro, uno stonatissimo coro messo su dal domestico del maestro chiamato ad impartire lezioni agli allievi in sua assenza ha salutato la platea dando appuntamento al pubblico per la prossima edizione. Lo spettacolo quest’anno è stato dedicato a Stefano Agnoni, parrocchiano venuto a mancare nelle ore che hanno preceduto l’esibizione.

Marco Castaldi

Addetto Stampa & OLMR

No Comments
Comunicati

GAM a squadre FGI: al Palasport di Cori trionfa l’ASD Gymnastica Julia di Giulianello

L’ASD Gymnastica Julia di Giulianello ha trionfato alla 1^ prova del campionato regionale a squadre maschile Serie D Silver della Federazione Ginnastica d’Italia, disputato sabato pomeriggio a Cori al Palasport di Stoza, la cui organizzazione è stata affidata all’AGD Cora dal Comitato Regionale del Lazio.

Primo posto assoluto per il quartetto allenato dai tecnici Alessandra De Santis e Costantino Vitelli e formato dai giovanissimi ginnasti Belchior Leonel, Tora Matteo, Pietrosanti Luca e Cioeta Francesco Saverio. Per loro il prossimo impegno è già fissato al 22 Aprile per la 2^ prova.

La Julia, affiliata FGI dal 1990 e UISP, conferma il suo grande inizio di stagione, inaugurata ad Aprilia con le medaglie conquistate dalle ginnaste. Il 18 Febbraio Marta Coluzzi e Luna Cioeta, sono arrivate rispettivamente 1^ al volteggio e 3^ alla trave nella 1^ prova del campionato individuale femminile Silver LA 4^ divisione.

Il 19 Febbraio sono salite sul podio le gemelle Cucchiarelli nella 1^ prova del campionato individuale femminile LB Silver: Ludovica 1^ alle parallele asimmetriche e al volteggio, Fabiana 3^ alla trave. Per le ragazze la 2^ prova individuale Silver LA e LB si svolgerà l’1 e il 2 Aprile ad Aprilia.

Il 4 e il 19 Marzo i ragazzi parteciperanno al campionato individuale maschile Silver LA e LB a Montefiascone. Il 12 Marzo tutto il settore promozionale, dai 3 ai 18 anni, rappresenterà al Trofeo Latina la compagine guidata dal direttore tecnico Alessandro Battaglini, giunta al 14° anno di attività.

Marco Castaldi

Addetto Stampa & OLMR

No Comments
Comunicati

Confessioni di uno scrittore. Alessandro Portelli a Cori con Calendario Civile

Domenica 5 Marzo, alle ore 17:00, presso la Biblioteca civica ‘Elio Filippo Accrocca’, uno dei padri fondatori della storia orale illustrerà la proposta di dar vita ad un Calendario Civile scandito da 22 date celebrative di passaggi cruciali della nostra storia democratica e della nostra tradizione repubblicana.

Domenica 5 Marzo, alle ore 17:00, presso la Biblioteca civica di Cori ‘Elio Filippo Accrocca’, tornano le ‘Confessioni di uno Scrittore’, la rassegna letteraria organizzata dall’Associazione culturale ‘Arcadia’, dalla Libreria Voland di Cisterna di Latina e dal Comune di Cori per offrire la possibilità di ascoltare dalla voce degli autori le storie e i percorsi che si nascondono dietro ogni loro opera.

Ospite del secondo appuntamento del 2017, il prof. Alessandro Portelli, tra i fondatori della storia orale, ideatore e coordinatore del ‘Calendario Civile’, scritto a più mani, con la collaborazione di Donzelli editore e il Circolo Gianni Bosio.

L’originale progetto lancia e articola la proposta di un Calendario civile, parallelo a quello religioso, scandito da 22 date celebrative di passaggi cruciali della storia democratica e repubblicana del nostro Paese. Fin dai primi anni del secondo dopoguerra, la questione di un ciclo dell’anno laico, si è posta come fondamento di una comunità civile. È in questo spirito che si sono cominciati a celebrare avvenimenti del nostro Risorgimento come la Breccia di Porta Pia o la proclamazione della Repubblica Romana, e si è ripreso a festeggiare ricorrenze come l’8 Marzo.

Non è stato un processo semplice: certe date, come il 2 Giugno, hanno avuto un’origine istituzionale; altre, come il Primo Maggio, sono state faticosamente riconquistate; altre ancora, come quelle della strage di piazza Fontana o del G8 di Genova, sono sorte dal basso e fanno parte di una memoria tuttora in formazione. I 22 capitoli del libro non si limitano alla sola ricostruzione di ciascuna data, la connettono a un contesto storico e geografico più ampio.

Le pagine dedicate al referendum sul divorzio rinviano anche a quello sull’aborto e alla storia della riforma del diritto di famiglia. L’occupazione delle fabbriche o il Primo Maggio si raccordano alla storia e alla memoria del movimento operaio. L’8 Settembre non segna solo l’inizio di una nuova Italia, ma anche l’avvento di un protagonismo civile delle donne, di un inedito maternage di massa. Il 3 Ottobre riannoda il tragico ricordo del recente naufragio dei migranti di Lampedusa agli infausti precedenti dell’invasione italiana dell’Etiopia.

A dare ulteriore sostanza storica a questo calendario, ogni data è accompagnata da una preziosa appendice di brevi documenti di storia orale, di brani autobiografici, poetici o musicali. L’obiettivo è la costruzione di un patrimonio di tradizioni condiviso: la storia e il passato aiutano così a comprendere, trasmettere e ricordare, rafforzando il tessuto della comunità nazionale, sconfiggendo i rischi dell’oblio, e costruendo una cittadinanza capace di non smarrirsi nelle sfide del nostro tempo.

Marco Castaldi

Addetto Stampa & OLMR

No Comments
Comunicati

Cori: morosi incolpevoli, contributi per gli inquilini che non possono pagare l’affitto

I fondi servono a far fronte ad una situazione di sopravvenuta impossibilità a provvedere al pagamento del canne locativo a causa della perdita o consistente riduzione della capacità reddituale del nucleo familiare.

Il Comune di Cori ha pubblicato il bando per l’attribuzione di contributi ai cittadini che risultano essere inquilini morosi incolpevoli. Secondo quanto dispone la legge, per morosità incolpevole si intende una situazione di sopravvenuta impossibilità a provvedere al pagamento del canone locativo a causa della perdita o consistente riduzione della capacità reddituale del nucleo familiare.

La misura è finalizzata, laddove possibile, a sanare il ritardato pagamento, a differire l’esecuzione del provvedimento di sfratto, ad assicurare il versamento di un deposito cauzionale oppure un di adeguato numero di mensilità relative al contratto di locazione. Il richiedente deve possedere i requisiti necessari specificati nel bando, dove sono elencati anche i criteri preferenziali.

Il bando è consultabile sull’Albo Pretorio del sito istituzionale del Comune di Cori, sulla pagina Facebook dell’Assessorato alle Politiche Sociali e Culturali oppure in sede presso i Servizi Sociali, dove dovranno essere consegnati i moduli di domanda di partecipazione, compilati e completi degli allegati indicati; sottoscritti sia dall’inquilino che dal proprietario, ognuno per le dichiarazioni di competenza.

L’entità del contributo varia, a seconda dei casi. Tre i massimali previsti: 6.000, 8.000, 12.000 euro. Le somme spettanti verranno erogate unicamente al proprietario dell’alloggio e fino ad esaurimento delle risorse messe a disposizione del Comune di Cori dalla Regione Lazio. Sarà il Comune ad individuare gli inquilini morosi incolpevoli in possesso dei requisiti per accedere ai contributi.

Marco Castaldi

Addetto Stampa & OLMR

No Comments
Comunicati

Il settore agroalimentare nell’Agro Pontino. Continua il confronto avviato da Intesa Sanpaolo con il mondo imprenditoriale del settore

Intesa Sanpaolo ha presentato un’analisi della Direzione Studi e Ricerche sull’andamento e le prospettive di crescita del settore agroalimentare nell’Agro Pontino. Il Lazio e Latina sono protagonisti della crescita sui mercati esteri grazie alle esportazioni dei prodotti agroalimentari.

Gli imprenditori agroalimentari dell’Agro Pontino si sono dati appuntamento a Cori martedì 21 Febbraio presso l’Agriturismo Cincinnato per partecipare al convegno “Il settore agroalimentare nell’Agro Pontino” organizzato. Dopo un primo incontro lo scorso anno, il confronto tra imprenditori e il mondo bancario ha visto un ampio approfondimento grazie agli interventi di Pierluigi Monceri, Responsabile della Direzione Regionale Lazio, Sardegna e Sicilia, Fabrizio Guelpa, Responsabile Industry & Banking della Direzione Studi e Ricerche di Intesa Sanpaolo, Emanuele Oberto Tarena, coordinatore del Team Agricoltura di Intesa Sanpaolo, Massimo Maria Madonia, Direzione Regionale Agricoltura, sviluppo rurale, caccia e pesca dell’Assessorato Agricoltura Regione Lazio e alla presenza di numerosi imprenditori. In apertura i saluti di Pieluigi Faloni, Prefetto di Latina, Tommaso Conti, sindaco di Cori e Mauro Zappia, commissario straordinario CCIAA di Latina.

Nel 2015 il valore aggiunto dell’agroalimentare in Italia è ammontato a 58,5 miliardi di euro pari al 3,9% del valore aggiunto totale nazionale. In termini occupazionali in Italia sono circa 1,3 milioni gli occupati nell’agribusiness pari al 5,5% degli occupati totali. La rilevanza del settore è confermata anche su scala europea con l’Italia al secondo posto dopo la Francia nella produzione agricola e terza nell’alimentare. Nel 2016 l’Italia è stato il Paese più ricco di produzioni locali meritevoli dei marchi DOP, IGP e STG. L’export di agricoltura, silvicoltura e pesca hanno raggiunto un livello pari a 6,6 miliardi di euro nel 2015, il 23,6% in più rispetto al 2008 (+1,27 miliardi di euro). In crescita anche le vendite di alimentare (+ 6,9 miliardi di euro; +43,1%) e bevande (+2,5 miliardi di euro; +50,5%). Il buon andamento del 2015 trova conferma nei dati 2016 e nei prossimi anni ci si aspetta un’ulteriore accelerazione della domanda estera.

Nel Lazio è presente il 6,1% delle aziende agricole italiane. La provincia di Latina con 20.540 imprese circa rappresenta l’1,3% delle imprese italiane e il 21% di quelle laziali. L’Agro Pontino è un territorio di eccellenze che nell’ortofrutta vanta quattro certificazioni: il kiwi di Latina, il sedano bianco di Sperlonga, l’oliva di Gaeta e il carciofo romanesco a cui si aggiunge la certificazione dell’olio delle colline pontine. Prodotti apprezzati all’estero come dimostrano i numeri delle esportazioni. Nel 2015 le esportazioni di prodotti agricoli in questa provincia hanno rappresentato il 2,2% delle esportazioni totali della filiera agricola italiana e il 53,7% delle esportazioni della regione. E i tassi di crescita dell’export mantengono un buon ritmo anche nel 2016.

Il Gruppo Intesa Sanpaolo per facilitare le imprese nell’accesso al credito ha realizzato un progetto innovativo che ha l’obiettivo di sostenere le filiere produttive di eccellenza del sistema imprenditoriale italiano. Con il Programma Sviluppo Filiere Intesa Sanpaolo ha sviluppato un nuovo modello di servizio che, grazie alla collaborazione con le grandi aziende del Made in Italy, accompagna le piccole e medie imprese che ne costituiscono la filiera produttiva nella realizzazione dei propri progetti di crescita sul territorio, di internazionalizzazione e di rinnovamento. Nel settore agroalimentare il Programma Sviluppo Filiere conta ad oggi oltre 100 filiere dislocate su tutto il territorio nazionale, con una certa disomogeneità tra le diverse Regioni: nel Lazio, per esempio, è presente una sola filiera che coinvolge un totale di 24 fornitori. In parallelo si contano sul territorio laziale altri 150 fornitori appartenenti a filiere dislocate invece su altre Regioni. Ma il programma risulta ancora sottoutilizzato rispetto alle sue potenzialità.

«Per meglio supportare le aziende agroalimentari e sviluppare le potenzialità del comparto, Intesa Sanpaolo ha realizzato un presidio specialistico dedicato all’agricoltura che consente alla banca di essere ancora più vicina alle esigenze del territorio – spiega Pierluigi Monceri, Responsabile della Direzione Regionale Lazio, Sardegna e Sicilia – Nella zona dell’Agro Pontino Intesa Sanpaolo è presente con una rete di 16 filiali tra Retail e Imprese, di cui 10 a vocazione agricola. Il Gruppo ha messo in campo diverse risorse a supporto del settore e nel 2016 ha stipulato un accordo con MIPAAF impegnandosi ad essere la prima banca dell’agricoltura proprio con l’obiettivo di sostenere le imprese agricole e le filiere agroalimentari stanziando un plafond di 6 miliardi di euro per il triennio 2016-2018. Vogliamo aiutare le imprese a raggiungere nuovi mercati e per fare questo servono maggiori dimensioni di impresa, maggiori investimenti, maggiore diversificazione».

Marco Castaldi

Addetto Stampa & OLMR

No Comments
Comunicati

Fine settimana di Carnevale a Cori e Giulianello

Protagoniste le parrocchie del territorio. Per i ragazzi che hanno partecipato al laboratorio CARTApestiAMO organizzato e curato dal Consiglio dei Giovani sarà anche l’occasione per trascorrere il ‘Carnevale in festa con la maschera di cartapesta’.

Weekend di feste di Carnevale a Cori e Giulianello, a suon di giochi, canti, balli e tanto altro. Si comincia da Cori valle, sabato 25 alle 15 presso l’oratorio della Parrocchia Santa Maria della Pietà e alle 20 al Centro Eventi MEC. Domenica 26 il ritrovo è alle 15 a Cori monte all’oratorio della Parrocchia SS. Pietro e Paolo con il 37° Gran Galà di Carnevale in compagnia dell’ACR, che tra le altre cose inscenerà degli spezzoni in corese, e a Giulianello alle 16 presso l’oratorio parrocchiale (ex asilo Ettore Sbardella), dove la Parrocchia San Giovanni Battista ha preparato uno sketch teatrale della fiaba ‘Il sorcetto, l’uccellino e la salsiccia’ e una sfilata delle mascherine con premiazione della più bella.

I quattro appuntamenti in programma saranno anche l’occasione per trascorrere il ‘Carnevale in festa con la maschera di cartapesta’. Gli oltre 30 studenti delle classi III, IV, V delle scuole primarie che hanno partecipato al laboratorio CARTApestiAMO potranno sfoggiare il loro manufatto personalizzato realizzato con materiali riciclati durante i tre incontri tenuti alla Biblioteca Civica di Cori ‘Elio Filippo Accrocca’ e negli altri due ospitati a Giulianello nei locali dell’ex tabacchificio di via della Stazione.

Il corso didattico e creativo sulla manipolazione della cartapesta è stato ideato e curato dal Consiglio dei Giovani di Cori e Giulianello, col supporto dell’Assessorato alle Politiche Sociali e i Servizi Sociali del Comune di Cori, e la collaborazione dell’Associazione culturale Arcadia, del Gruppo Scout CNGEI di Giulianello – Sezione di Velletri e dell’Istituto Comprensivo Statale ‘Cesare Chiominto’.

Lo scopo dell’iniziativa era quello di contribuire alla riscoperta di questa antica arte e forma artigianale, basata su tecniche economiche ed ecologiche, facendo conoscere ai ragazzi la lunga e rinomata tradizione dei cartapestai italiani, in particolare dei mastri mascherai, da sempre apprezzati nel mondo. Tutto ciò seguendo uno schema di lavoro molto simile all’originario e capace di stimolare la fantasia.

Marco Castaldi

Addetto Stampa & OLMR

No Comments
Comunicati

Sakura Awards: le donne del Giappone premiano il vino rosso Cincinnato di Cori

A Tokyo il Polluce 2015 ha vinto la medaglia d’argento al Sakura Japan Women’s Wine Awards 2017, il concorso enologico internazionale più importante del Sol Levante e seconda competizione vincola mondiale con giuria interamente femminile.

Il vino rosso Polluce 2015 della cooperativa agricola Cincinnato di Cori ha vinto la medaglia d’argento in Giappone al concorso enologico internazionale Sakura Japan Women’s Wine Awards 2017, prestigiosa vetrina per i viticoltori italiani che hanno già avviato una dinamica di export nel Paese del Sol Levante, dove il consumo di vino è cresciuto del +4,5% annuo nell’ultimo quinquennio.

Si tratta di una manifestazione in costante crescita di visibilità ed importanza, organizzata da Wine & Spirits Culture Association ed ospitata all’Agnes Hotel di Tokyo. La prima edizione si è svolta nel 2014 e quest’anno ha raccolto 4212 campioni di vino da 37 nazioni di tutto il mondo. L’incremento dell’interesse nei confronti del Sakura Award è dato dall’elevato livello dei criteri di giudizio.

Oltre ad essere il concorso enologico più importante del Giappone, è la seconda competizione mondiale di vini con giuria interamente femminile di sole donne professioniste che operano nel business vinicolo nipponico. Sommelier, buyer, enotecarie, giornaliste che vivono e lavorano in patria e che conoscono molto bene le logiche del commercio del vino nel Paese asiatico.

In Giappone infatti il vino è donna. Sono le donne che scelgono il vino, non solo quello da abbinare al cibo. E secondo gli ultimi dati ne sono anche le maggiori consumatrici, nella fascia di età tra i 30 e 40 anni e in ambienti lavorativi competitivi. Il rosso primeggia, con il 20% del gradimento, purché abbia un buon rapporto qualità/prezzo (19-20 euro).

Il Polluce prende il nome dai mitici Dioscuri cui è dedicato il tempio di Castore e Polluce i cui resti arricchiscono il patrimonio archeologico della Città d’Arte. È ottenuto dalla vinificazione in purezza del Nero buono di Cori, antico vitigno di millenaria tradizione, recuperato e rilanciato mediante ricerche e sperimentazioni che ne hanno documentato le peculiari caratteristiche qualitative.

Marco Castaldi

Addetto Stampa & OLMR

No Comments