Daily Archives

25 Febbraio 2021

Comunicati

MAURO BELTRAMI TORNA CON IL SUO NUOVO SINGOLO, A FIANCO DI UNA GIOVANE CANTAUTRICE SALERNITANA

“Carmencita”, questo il titolo della canzone, è dedicata alle donne. Quelle che non si arrendono mai, quelle che, nonostante le difficoltà, sorridono ed affrontano la vita a testa alta, con entusiasmo e passione.

Con al suo attivo già 3 brani su Spotify e tutte le principali piattaforme digitali, ed altrettanti video pubblicati su Youtube che hanno ottenuto oltre 30.000 visualizzazioni, Mauro presenta ora il suo quarto singolo, che vede la collaborazione della talentuosa cantautrice e compositrice salernitana Federica Matera, classe 1996, voce promettente del panorama cantautorale italiano (al suo attivo un disco ed un singolo su Spotify).

La canzone ha uno stile pop/rock e le voci dei due cantautori, con la loro netta diversità, creano un contrasto armonioso.

Da una parte c’è la visione di Mauro, che ci descrive una donna combattiva, che non teme le difficoltà che la vita inevitabilmente, le mette di fronte. Una donna che sorride nonostante la fatica e senza la quale, citando il testo della canzone, “la festa non c’è”. Mauro ne esprime la sua profonda ammirazione e crede che, dopotutto, il destino degli uomini sia proprio nelle mani delle donne: “noi facciamo i gradassi, siamo tra le due dita”.

Dall’altra, troviamo il punto di vista femminile di Federica che descrive una donna che ha bisogno di affermarsi, esprime la sua volontà a sfidare i molti tabù, che ancora oggi, purtoppo, esistono. La giovane cantautrice esorta la donna ad affidarsi solo a chi la lascia libera di scegliere e di decidere e a chi condivide i suoi valori e pensieri: “Cerca bocche che accarezzino il tuo modo di pensare”.

Il brano è disponibile dal 26 febbraio su Spotify, YouTube e tutti i principali digital stores.

Mauro Beltrami contatti social

https://www.facebook.com/Mauro-Beltrami-171970890071034

https://www.instagram.com/mauro_beltrami_official/

https://www.youtube.com/channel/UCjtx_M1lt1ym9q3p0zAXQiA

Federica Matera contatti social

https://www.facebook.com/laragazzaconlachitarra

 https://www.instagram.com/laragazzaconlachitarra96/

https://www.youtube.com/channel/UCQhR55Ks_TrMO6YWDnQa2sQda

 

 

 

 

 

No Comments
Comunicati

“Parcheggio”: pop italiano vecchia scuola

Si chiama Francesco Massidda e il suo ultimo brano “Parcheggio” racchiude tutta la passione e l’energia che solo un talentuoso cantautore come lui ha da offrire. “Parcheggio” è il primo brano di un progetto musicale ben più ampio e basta un verso per entrare subito nello spirito della canzone:

«Parto e subito c’è coda, e intanto il tempo passa chissà quando arriverò»

Francesco Massidda

 

Non è una canzone che si scrive quando si è pienamente felici – commenta Francesco Massiddanel senso più alto di tutto ciò che la felicità può intendere. Talmente si raggiunge il benessere, cioè “lo stare bene” per davvero, che l’unica cosa che ti fotte è la paura di perderlo. Il Parcheggio ne è la mia metafora

 

Accompagnato da sonorità decise ma armoniose, curate e movimentate, nonché da ritmiche coinvolgenti ed accattivanti, questo artista “popular” – che avevamo lasciato qualche mese fa alle prese con “Aria” – partorisce un singolo che vale la pena di ascoltare, grazie anche agli arrangiamenti del produttore Alessandro Bentivoglio, per Susy Music, e al mixaggio/mastering di Lorenzo Guerrieri, per My Records Studios. Il sound fresco e le liriche energiche, che creano il giusto contrasto con un testo ricco di sentimento, fanno di questo brano un perfetto jolly radiofonico che potrebbe essere tranquillamente collocato tra le nuove uscite del mercato italiano. Insomma, un’ottima scelta per riscaldare gli ascoltatori in attesa delle sorprese musicali che l’artista sta preparando!

Il video è stato ideato e curato da Alessandro Bentivoglio e TripodPhoto.

No Comments
Comunicati

Medicina estetica e criolipolisi

La medicina estetica avrà un giro d’affari pari a 26 miliardi di dollari entro il 2024 e sempre più persone ricorrono oggi alla medicina estetica rivolgendosi a centri specializzati come MEA. Tuttavia, rispetto al passato, la parola chiave della medicina estetica è la naturalezza e gli interventi più richiesti sono la Criolipolisi Roma e la rimozione tatuaggi Roma, oltre al lifting e alla rimozione delle rughe.

Chi ricorre alla medicina estetica oggi lo fa per ringiovanimenti e ritocchi e l’obiettivo è essere i più naturali possibili, grazie a nuove formulazioni, tecniche e tecnologie innovative. Si va dal medico estetico per sentirsi a proprio agio nella propria pelle e il 30% delle italiane è ben disposta a sperimentare uno o più trattamenti estetici. Emerge, quindi, un’attitudine positiva nei confronti dei segni del tempo e della forma fisica: la parola d’ordine non è più stravolgere l’aspetto di corpo e viso, ma rimodellare e rivitalizzare.

Come detto, per rimettere in forma il corpo l’invasività lascia spazio alla dolcezza e all’efficacia. In questo senso è comparsa tra i trattamenti di medicina estetica la criolipolisi che usa il potere del freddo con un manipolo che raffredda – con temperature e modalità controllate – le cellule di grasso sottocutaneo. Grazie alla criolipolisi queste vengono cristallizzate ed eliminate per via linfatica dall’organismo.

In questo modo la donna e l’uomo possono eliminare il grasso da addome, fianchi, interno ed esterno coscia, braccia e ginocchia con risultati visibili già dal primo trattamento nel 72% dei casi. Il successo del trattamento è dimostrato anche dai 7 milioni di interventi già effettuati in tutto il mondo contro gli accumuli adiposi.

Medicina estetica per il viso

Dopo aver parlato del corpo, vediamo che per il viso domina la volontà di ricevere un trattamento estetico che si basa su armonia ed efficacia. La maggior parte delle italiane concorda sul desiderio di ricorrere alla medicina estetica per avere un viso naturale e l’età media dei primi interventi è intorno ai 40 anni. Il 65% delle donne si rivolge a centri estetici come MEA a Roma per sentirsi a suo agio e il 40% si preoccupa in modo particolare delle rughe.

Allo stesso tempo il 38% delle persone si affida solo a centri e medici specializzati, a testimonianza della crescente consapevolezza nei confronti della medicina estetica e dell’importanza del ruolo del medico specializzato in questo campo. Infine, chi si rivolge a un medico estetico lo fa anche per eliminare macchie e tatuaggi e riportare la pelle alla bellezza originaria.

Ci occupiamo anche di :

 

 

 

.

.

 

No Comments
Comunicati

Tradimenti : A chi affidarsi

Da sempre le donne e gli uomini che hanno dubbi sulla fedeltà del partner si rivolgano all’ Investigatore privato Roma per acquisire prove dell’infedeltà coniugale. Questo comportamento presenta risvolti non solo psicologici, ma anche legali e per questo sono molto diffuse le indagini per infedeltà svolte da un Investigatore privato Roma.

Come si svolge l’indagine

Un’indagine investigativa per infedeltà coniugale si svolge in circa 10-15 giorni e nel 100% dei casi porta a un buon esito dell’investigazione. Anche l’investimento richiesto per dare l’incarico a un investigatore è alla portata di tutti e oggi gli investigatori privati Roma lavorano a prezzi competitivi.

Il primo contatto con il cliente prevede la consulenza gratuita per verificare la fattibilità dell’indagine dal punto di vista giuridico e la presenza di elementi utili ad attivare l’indagine. A questo punto l’investigatore, sulla base della risposta ad alcune domande, definisce la strategia investigativa più adatta a portare risultati concreti per il cliente in tempi rapidi, accertando la presenza o meno di una situazione di infedeltà coniugale.

La presa in carico dell’indagine investigativa

Una volta che il cliente accetta il preventivo dell’Investigatore Privato Roma questo accetta l’incarico per iscritto, sulla base di quanto previsto dalla normativa in materia di investigazione privata. L’indagine investigativa per infedeltà coniugale dura in media 2 settimane in cui il sospettato viene controllato tramite pedinamenti e appostamenti da parte di personale qualificato e specializzato.

L’obiettivo è vedere quando il sospettato incontra la persona con cui ha la relazione extra-coniugale e documentare il fatto con fotografie. In una seconda fase si procede all’identificazione del partner e nel corso di tutta l’indagine il cliente è aggiornato sugli sviluppi.

Al termine dell’attività investigativa il cliente riceve una relazione scritta, che contiene tutti i dettagli dell’attività svolta dall’Investigatore Privato Roma comprese le prove acquisite ovvero foto, video e altri materiali. Consegnare la relazione finale è un aspetto fondamentale in quanto, dato che l’indagine è affidata a un’agenzia autorizzata, le prove raccolte hanno valore legale per le cause di divorzio.

L’importanza di affidarsi a un’agenzia investigativa

Come detto, è fondamentale per il cliente affidarsi ad un’agenzia investigativa che potrà produrre prove concrete relative all’infedeltà coniugale per ottenere separazioni, divorzi e affidamento di minori. Una valida agenzia investigativa lavora nel pieno rispetto della privacy e supporta il cliente con professionalità, umanità e discrezione. Gli investigatori privati nel loro lavoro sono garanti delle informazioni raccolte e possono essere presenti in Tribunale come testimoni, oltre a produrre nella loro attività materiale che ha valore legale.

Per questo, se pensi che il marito o la moglie ti tradisca, affidarsi ad un’agenzia investigativa autorizzata è il miglior modo per risolvere la situazione e far valere i propri diritti.

Ci occupiamo anche di :

  • Investigazioni Private Roma
  • Agenzie Investigative Roma
  • Investigazioni per Infedeltà Coniugale
  • Indagini Investigative Roma per assenteismo

 

 

No Comments
Comunicati

Avere un sito Internet oggi è fondamentale

Sempre più aziende decidono di rivolgersi a una Web Agency Roma per richiedere un Preventivo Siti Web, dal momento che è cresciuta la consapevolezza sull’importanza di avere un sito web. Internet ha cambiato profondamente il modo di vivere e acquistare ed è diventato una fonte di informazione primaria per i clienti. Per questo avere un sito web è oggi parte integrante di una strategia di marketing di successo.

Perché non si può più fare a meno di avere un sito web

A chi si rivolge a una web agency viene spiegato come il sito web possa portare importanti vantaggi all’azienda in termini di:

  • Visibilità: solo chi è visibile online può trovare sempre nuovi clienti, nella consapevolezza che le persone usano il web per trovare informazioni su prodotti e servizi da acquistare. Oggi il 93% delle decisioni di acquisto avviene dopo una ricerca online e il 97% delle ricerche sono fatte tramite Google. Per questo è importante avere un sito web accattivante, completo e ben posizionato, ma soprattutto contenente tutte le informazioni su prodotti e servizi e i dati di contatto.
  • Accessibilità: rispetto al negozio fisico il sito web è online 24 ore al giorno e tutti i giorni dell’anno, per cui i clienti possono accedere ogni volta che hanno bisogno di informazioni su un prodotto e servizio.
  • Vendite: ogni azienda per crescere e raggiungere il successo deve essere conosciuta e chi non è presente online sta perdendo importanti opportunità di raggiungere nuovi clienti, a vantaggio della concorrenza. La maggior parte delle persone che navigano online ha intenzione di acquistare un prodotto o servizio e per questo si informa grazie a Google. Se non si è online come fare in modo che i clienti vedano cosa avete da offrire loro? Il sito web vende in ogni momento e per questo va studiato con attenzione e inserito in una strategia di marketing completa.
  • Credibilità: i consumatori che non riescono a trovare un’azienda online provano un senso di smarrimento e scarsa fiducia e si chiedono se l’azienda esista davvero. Un’azienda non presente online dà la sensazione di essere una truffa, mentre un buon sito web regala in senso di tranquillità ai potenziali clienti. Non importa se si sta vendendo un prodotto o servizio o si sta semplicemente fornendo informazioni, l’azienda – indipendentemente dalle dimensioni e dal settore di business – deve essere presente online.

Come vedi i vantaggi di creare un sito web sono tanti e diversi e riguardano non solo la possibilità di aumentare clienti, vendite e fatturato, ma anche la percezione del brand e la sua reputazione. In ogni caso, quando si crea un sito web è fondamentale rivolgersi a una web agency Roma specializzata e competente, che possa mettere a disposizione dei clienti web designer, web developer, grafici ed esperti di SEO e contenuti capaci di assicurare il successo del progetto online.

Ci occupiamo anche di :

  • Siti Web Ecommerce
  • Preventivi Siti Web Vetrina
  • Agenzia Web
  • Ottimizzazione Seo

 

 

No Comments
Comunicati

Safari Fotografico in Africa, quante emozioni!

Un viaggio in Africa non è qualcosa che può lasciare indifferenti. Il continente africano, quando lo visiti, ti entra dentro, è un ricordo che rimane sempre conte. Ancora di più rimane nel cuore la selvaggia Tanzania, dopo un soggiorno di 15 giorni.

Un safari fotografico che lascia emozionati, travolti da ciò che si vede e sente intorno a sé. Ben quindici giorni in Tanzania, un resoconto di un viaggio bellissimo nella regione africana, attraversata con una jeep, in mezzo a zone naturalistiche meravigliose e tanti animali selvatici.

Il periodo, molto favorevole per avvistare e fotografare gli animali selvatici, è stato quello del termine del periodo delle piogge, che va a coincidere con il periodo in cui nascono i cuccioli degli animali erbivori ma anche dei carnivori.

E’ stato possibile visitare verso marzo la Tanzania, in tre zone, il Ngorongoro, la Ndudu conservation area e il Serengeti National Park. Come ripetiamo, i periodo sicuramente migliore per un safari fotografico in Tanzania, dove è possibile avvistare leoni e ghepardi, con le loro cucciolate, ed in più eventi molto particolari come la migrazione degli gnu.

Il viaggio di gruppo è stato gestito interamente con l’accompagnamento e la supervisione di un fotografo che si è appoggiato a guide locali.

La giornata tipica nel safari

Normalmente la sveglia era alle 5 in punto di mattina, per poi passare per i parchi fino alle 19.00, momenti ideali per gli avvistamenti, e cioè le albe e i tramonti. Le guide locali usano le radiotrasmittenti per segnalarsi situazioni molto interessanti come possono essere gli avvistamenti di mamme con i loro cuccioli, o quelle degli animali come i leoni in caccia di prede.

Le persone erano divise in automobili in gruppi più piccoli di massimo 4 persone.

Si dormiva in un campo dotato di tende, insieme ad un cuoco. Il pranzo era al sacco, preparato prima dal cuoco già citato mentre la sera era molto suggestiva la cena sotto il cielo che brillava di stelle, chiacchierando, tra il rumore del fuoco che scoppiettava e i maestosi ruggiti dei leoni in lontananza.

Gli animali fotografati dal gruppo

Ogni giorno un’emozione, e spesso avvistamenti che toglievano il fiato: il primo giorno, per esempio, a Ngorongoro, un gruppo di iene ha cacciato e divorato uno gnu. Sono avvistamenti difficili, quelli delle iene che cacciano, perciò è stato ancora più emozionante fotografare questo gruppo di animali. Nei cinque giorni al Ndutu Conservation area si è potuto fotografare i leoni e i loro cuccioli, i piccoli di gru coronate e la caccia portata avanti dai ghepardi.

I 5 giorni al Serengeti

Avvistati nel Serengeti National Park un ghepardo femmina con cuccioli, un parto eccezionale, una femmina di leone con i suoi 5 cuccioli molto piccoli, di pochissimi mesi.

Cosa consigliare per partecipare ad un safari fotografico?

Per partecipare ad un viaggio ed un soggiorno del genere, serve spirito di adattamento, bisogna rinunciare ad ogni comodità, ed evitare di uscire la notte. Di prassi i prodotti antizanzare, ed il vaccino antimalarico.

Le emozioni provate in Tanzania

Le cose più emozionanti dal vivo e per le fotografie sono stati i cuccioli di leone visti giocare, i piccoli dei ghepardi per la loro tenerezza e lo splendore della bellezza del leopardo.

No Comments
Comunicati

Come migliorare l’ergonomia e il benessere organizzativo

Comunicato Stampa

Come migliorare l’ergonomia e il benessere organizzativo

 

Il 18 marzo 2021 si terrà un nuovo corso in videoconferenza per migliorare l’ergonomia dalla progettazione del posto di lavoro alla gestione della risorsa umana e strumentale.

 

In relazione alle malattie professionali che colpiscono il sistema neuro-muscolare e scheletrico e all’esigenza di individuare il grado di esposizione al sovraccarico biomeccanico sono state sviluppate tecniche di analisi del rischio ergonomico per individuare il legame tra i diversi fattori (forza, frequenza, postura, ecc.) e l’insorgere di un episodio di malattia professionale.

 

La necessità di individuare questi fattori e considerare i rischi ergonomici nasce dal fatto che le aziende, soprattutto quelle caratterizzate da processi manuali ripetitivi, hanno la necessità di mantenere livelli di eccellenza operativa con l’obiettivo di essere efficienti e produttive, rispettando i vincoli imposti dalle norme e riducendo al massimo i rischi per la salute del lavoratore.

In questo senso l’obiettivo centrale dell’ergonomia non è solo la creazione di postazioni lavorative in grado di favorire l’utilizzo delle apparecchiature, attrezzi ed utensili di lavoro in condizioni sicure, adeguate e confortevoli, ma anche quello di favorire il benessere organizzativo all’interno dell’azienda.

 

Esiste un corso in videoconferenza per gestire e migliorare l’ergonomia aziendale? Ci sono percorsi formativi che affrontano le metodologie per adattare il lavoro al lavoratore?

 

Il corso su ergonomia e benessere organizzativo

Per favorire la creazione di postazioni lavorative e l’utilizzo delle risorse strumentali in condizioni sicure, adeguate e confortevoli, l’Associazione Italiana Formatori ed Operatori della Sicurezza sul Lavoro (AiFOS) organizza il 18 marzo 2021 il corso, in videoconferenza, dal titolo “L’ergonomia e il benessere organizzativo: dalla progettazione del posto di lavoro alla gestione della risorsa umana e strumentale”.

 

Considerando che gli effetti di una postura non ergonomica possono favorire danni sia sulla salute dei lavoratori che sulla loro produttività, una postazione di lavoro ergonomica si rivela un ottimo investimento per il datore di lavoro in quanto è in grado di ridurre la comparsa di patologie di origine professionali incrementando sia le prestazioni dei collaboratori sia il benessere organizzativo aziendale.

 

Il percorso formativo ha l’obiettivo di fornire gli strumenti per migliorare l’ergonomia, dalla progettazione del posto di lavoro alla gestione della risorsa umana e strumentale. E durante il corso, suddiviso e strutturato per fasi, verrà presentato un percorso metodologico che consente di saper valutare e gestire la compliance nell’adattare il “lavoro al lavoratore”.

 

L’ergonomia e i rapporti fra i sistemi

L’ergonomia si può definire come quella disciplina scientifica che affronta i numerosi e complessi problemi che dipendono dai rapporti tra l’uomo e l’ambiente in cui egli vive e lavora, allo scopo di realizzare condizioni di vita e di lavoro che meglio si armonizzino con le capacità e i limiti dell’uomo.

Se facciamo riferimento alle macchine e al posto di lavoro (sistema uomo – macchina – ambiente), e secondo la definizione dell’Organizzazione Internazionale del Lavoro (OIL), l’ergonomia “è l’applicazione congiunta di scienze biologiche e tecniche per assicurare tra l’uomo e il lavoro il massimo adattamento reciproco“.

 

In questo senso le caratteristiche fondamentali dell’ergonomia sono:

  • l’interdisciplinarità, cioè la collaborazione tra varie discipline con apporti di diversa derivazione;
  • la globalità, cioè la considerazione globale e non settoriale di tutti gli aspetti del complesso sistema uomo – macchina – ambiente.

 

Le informazioni e il programma del corso in videoconferenza

Per promuovere nelle aziende un approccio ergonomico il 18 marzo 2021, dalle ore 9:00 alle 13.00, si terrà dunque il corso in videoconferenza “L’ergonomia e il benessere organizzativo: dalla progettazione del posto di lavoro alla gestione della risorsa umana e strumentale”.

 

Durante il corso verranno affrontati i seguenti argomenti:

  • I principi generali dell’ergonomia
  • Il sistema azienda, uomo – macchina – ambiente
  • L’ergonomia: dalla individuazione delle mansioni alla progettazione dei posti di lavoro, alla valutazione delle attività, prodotti, ambienti e sistemi
  • L’ergonomia: la compatibilità con i bisogni, le competenze e le limitazioni dei lavoratori
  • Il benessere organizzativo
  • La progettazione della postazione di lavoro: aspetti metodologici e contenutistici

 

La partecipazione al corso vale come 4 ore di aggiornamento per RSPP/ASPP, Coordinatori alla sicurezza e per Formatori qualificati area 1. Il corso è valido anche ai fini della formazione specifica prevista per il Manager HSE (UNI 11720:2018 – area organizzativa e gestionale) e per Consulenti ambito organizzazione e gestione delle risorse umane.

 

Per avere ulteriori dettagli sul corso e iscriversi, è possibile utilizzare questo link:

https://aifos.org/home/formazione/corsi/corsi-in-programma/corsi-in-programma/l_ergonomia_e_il_benessere_organizzativo_dalla_progettazione_del_posto_di_lavoro_alla_gestione_della_risorsa_umana_e_strumentale

 

Il docente della videoconferenza – erogata tramite piattaforma informatica ed equiparata alla formazione in presenza – è Carlo Zamponi, Formatore qualificato AiFOS, esperto nei processi organizzativi.

 

Per informazioni:

Sede nazionale AiFOS – via Branze, 45 – 25123 Brescia c/o CSMT, Università degli Studi di Brescia – tel. 030.6595035 – fax 030.6595040 www.aifos.it[email protected][email protected]

 

 

25 febbraio 2021

 

 

Ufficio Stampa di AiFOS

[email protected]

http://www.aifos.it/

No Comments