Daily Archives

13 Gennaio 2021

Comunicati

Stefano Donnarumma (Terna) porta al Quirinale il nuovo progetto del Consorzio Elis

Stefano Donnarumma, manager alla guida di Terna, è stato ricevuto al Quirinale per parlare di formazione giovanile.

Stefano Donnarumma

"Sistema scuola impresa": il commento di Stefano Donnarumma

Venerdì 2 ottobre, l’Amministratore Delegato e Direttore Generale di Terna Stefano Donnarumma ha avuto un colloquio con il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Il tema dell’incontro, tenutosi al Quirinale, è stato il progetto "Sistema scuola impresa", promosso dal Consorzio ELIS. La società non profit, che riunisce più di cento grandi imprese italiane, università e centri di ricerca, collabora con la realtà educativa ELIS per facilitare l’inserimento nel mondo del lavoro e diffondere a livello nazionale una cultura professionale attenta alla persona e al bene comune. Il nuovo progetto si rivolge alle scuole italiane con lo scopo di coadiuvarle nella formazione degli studenti, fornendo il supporto di aziende e partner aderenti con un’attenzione specifica alle ragazze e il loro accesso alle professioni nei settori a prevalenza maschile. L’obiettivo principale, come si legge sul sito ufficiale, è quello di "contribuire a ricondurre la Scuola Italiana alla sua originaria vocazione di centro educativo, un ambiente cioè in cui i giovani si divertano, scoprano le loro passioni e vengano preparati a prendersi cura del Paese". Grazie al progetto, le professioniste di aziende e istituti aderenti al Consorzio offriranno a docenti e studenti la loro esperienza attraverso incontri di orientamento ed eventi ispirational. "La scuola italiana è già un’istituzione molto importante e forte e a tratti anche invidiata a livello internazionale. Noi di Terna – ha dichiarato Stefano Donnarummapossiamo dare un contributo soprattutto per la modernizzazione di alcuni aspetti e concetti che possono essere trasferiti con la scuola, alla scuola per gli studenti".

Stefano Donnarumma: il profilo del nuovo AD e DG di Terna

Dopo 3 anni alla guida della multiservizi romana Acea, lo scorso 18 maggio Stefano Donnarumma è stato nominato all’unanimità Amministratore Delegato e Direttore Generale di Terna. Milanese, classe 1967, il manager è laureato con il massimo dei voti in Ingegneria Meccanica ed è un esperto di gestione industriale in ambito produttivo e infrastrutturale. Le prime esperienze professionali rientrano nell’ambito della produzione componentistica autoveicoli/ferroviaria: dal 1994 collabora con diverse aziende di livello internazionale (Ruetgers Automotive, Alstom), arrivando anche a dirigere numerosi stabilimenti italiani. È il 2007 quando si affaccia nel settore dei servizi pubblici: il suo primo incarico è in Acea come Presidente Esecutivo di Acea Distribuzione. Passa poi 5 anni più tardi al Gruppo Aeroporti di Roma, dove ricopre l’incarico di Direttore Airport Management e Accountable Manager degli Aeroporti di Fiumicino e Ciampino. Prima di operare in qualità di Amministratore Delegato di Acea, dal 2015 al 2017 Stefano Donnarumma è in A2A come Direttore delle Reti del Gruppo, oltre ad essere nominato Presidente delle società Unareti, A2A Calore e Servizi e A2A Ciclo Idrico.

No Comments
Comunicati

21 Invest, rilevata Aussafer Due. Alessandro Benetton: “Azienda forte e sana”

L’obiettivo di 21 Invest, realtà operativa nel Private Equity guidata da Alessandro Benetton, è la creazione di un polo industriale nel Nord Est.

Alessandro Benetton

Alessandro Benetton, il commento alle recenti operazioni di 21 Invest

21 Invest chiude l’anno con due importanti operazioni concluse a pochi giorni di distanza. La società di Private Equity fondata da Alessandro Benetton ha infatti comunicato lo scorso 11 dicembre l’acquisizione di Aussafer Due, leader friulano attivo nella lavorazione della lamiera e specializzato in taglio laser. L’operazione giunge a termine 48 ore dopo la cessione di Poligof Holding, azienda italiana di produzione e commercializzazione di prodotti per il settore igienico-sanitario, passata da 21 Invest alla spagnola Portobello Capital con un ritorno di quasi 3 volte l’investito. Grazie alla gestione da parte del Fondo, iniziata nel 2015, Poligof ha subito un forte processo di internazionalizzazione, entrando nel mercato russo e in quello indiano, arrivando nel 2020 a contare 450 dipendenti e 120 milioni di fatturato. “Questa operazione conferma l’attitudine di 21 Invest nell’avere a cuore la crescita industriale di lungo-periodo delle società partecipate, reagendo proattivamente anche nel pieno di una pandemia – ha dichiarato all’Ansa Alessandro BenettonPoligof è oggi un gruppo industriale che continuerà a crescere affermandosi in nuovi mercati internazionali”.

Alessandro Benetton: 21 Invest pronta a condividere know-how

La decisione di rilevare 48 ore dopo Aussafer Due, fondata negli anni ’60 dalla famiglia Citossi, nasce dalla volontà di 21 Invest di diversificare il proprio portafoglio di investimenti. Con la maggioranza delle quote, il Gruppo di Alessandro Benetton fa il suo ingresso nel settore dei metalli. La realtà manifatturiera, con sede in provincia di Udine, ha registrato nel 2019 un fatturato di 30 milioni di euro: “Aussafer è un’azienda industriale locale che rispecchia le caratteristiche di un business forte e sano del nostro Paese – ha spiegato il Managing partner di 21 Invest – l’attenzione dimostrata dalla famiglia Citossi e dal suo attuale management attraverso la costante innovazione, la cura dei propri clienti e fornitori e soprattutto, non trascurando mai la sostenibilità ambientale, rappresentano un punto di partenza fondamentale”. Diversi gli ambiti strategici sui quali agirà il Fondo: in primis rafforzamento della leadership nel mercato italiano e potenziamento dell’export. L’obiettivo di Alessandro Benetton è la creazione di un polo industriale di precisione nella lavorazione dei metalli: per raggiungerlo, 21 Invest si è dichiarata pronta a condividere le proprie competenze.

No Comments
Comunicati

Inclusione e diversità, Gianfranco Battisti racconta le iniziative di Ferrovie dello Stato Italiane

Gianfranco Battisti: inclusione driver fondamentale per una crescita sostenibile.

Gianfranco Battisti
FS Italiane, Gianfranco Battisti: “Costruire una società inclusiva”

“La diversità è una vera ricchezza, un’opportunità di crescita personale, professionale e collettiva, per poter costruire una società inclusiva, in ogni ambito della vita”: le parole di Gianfranco Battisti, Amministratore Delegato e Direttore generale di Ferrovie dello Stato Italiane, riassumono le politiche di Diversity & Inclusion messe in campo negli ultimi due anni dal Gruppo. Un percorso riconosciuto già nel novembre 2019 dall’allora Commissaria Europea ai Trasporti Violeta Bulc, che nominò proprio il manager come Ambasciatore europeo per la diversità. “Il nostro obiettivo è quello di promuovere una strategia dell’inclusione nel settore dei trasporti, per una mobilità accessibile a tutti e un mondo del lavoro sempre più inclusivo e sostenibile, che si arricchisce di competenze e professionalità specifiche con un miglioramento del clima organizzativo”, ha dichiarato Gianfranco Battisti. Al centro della strategia di FS Italiane, nello specifico, i diritti e la dignità delle persone con disabilità e il ruolo delle donne in un settore ancora oggi prevalentemente maschile.

FS Italiane, le iniziative per l’inclusione promosse da Gianfranco Battisti

In tema di disabilità, Ferrovie dello Stato Italiane si muove su due fronti. Il primo, più concreto, riguarda l’abbattimento delle barriere architettoniche nelle stazioni e la nascita e il rafforzamento di prestazioni ad hoc: “Sono in continuo aumento i servizi, gestiti dalle 14 Sale Blu, di accoglienza e accompagnamento delle persone con disabilità in stazione e a bordo treno – ha spiegato Gianfranco Battistiinoltre tutte le nostre Frecce dispongono di aree attrezzate per il trasporto di persone a ridotta mobilità o con disabilità motoria e il personale di Trenitalia è formato per garantire massima assistenza”. Per quanto riguarda il secondo fronte è recente la nascita del progetto di change management “InclusivaMENTE”, ideato per accompagnare i dipendenti in un percorso di valorizzazione e inclusione della diversità con lo scopo di eliminare stereotipi e pregiudizi. È invece del 2016 il progetto “Women in Motion”, una campagna di sensibilizzazione nelle scuole nata con l’obiettivo di promuovere la carriera delle donne nei settori tecnico-scientifici e ancora oggi attiva grazie ai numerosi webinar dedicati. Infine, più recentemente, il Gruppo guidato da Gianfranco Battisti ha sottoscritto i “Women’s Empowerment Principles”. Definiti da UN Women e Global Compact delle Nazioni Unite, i sette principi rappresentano per FS Italiane un’ulteriore importante tappa per promuovere la parità di genere a tutti i livelli dell’organizzazione.

No Comments