Daily Archives

12 Gennaio 2021

Comunicati Salute e medicina

Saturimetri, partita la distribuzione gratuita di 30 mila dispositivi in 1200 farmacie

Saturimetro o Pulsossimetro

Saturimetri, partita la distribuzione gratuita di 30 mila dispositivi in 1200 farmacie

Roma, 12 gennaio – Con l’avvio della distribuzione gratuita dei primi 30 mila saturimetri acquistati grazie alle donazioni fatte alla Società italiana di pneumologia (Sip). è partita ieri la campagna promossa dalla stessa società scientifica per “far conoscere questo dispositivo, che serve a misurare il grado di ossigenazione del sangue e che può essere un alleato prezioso per prevenire le complicanze gravi da Covid”.

I saturimetri rappresentano uno strumento fondamentale per monitorare le condizioni dei pazienti con Covid-19 e per prevenire le gravi complicanze respiratorie legate a questa patologia: da qui la decisione della Sip, presieduta da Luca Richeldi (nella foto a sinistra), che è anche componente del Comitato tecnico scientifico (Cts), di dare vita a una campagna, in collaborazione con Federfarma, per dare impulso alla loro conoscenza e al loro uso (RIFday ne ha ampiamente riferito il mese scorso in questo articolo).

Dopo la prima fase, svoltasi nello scorso mese di dicembre e consistita nella misurazione gratuita in farmacia della saturazione dell’ossigeno nel sangue, raccogliendo dati preziosi che saranno la base per uno studio a cura della stessa Sip, ieri è cominciata la fase 2, con la distribuzione gratuita dei dispositivi sul territorio, nelle farmacie che hanno aderito all’iniziativa. Si punta a distribuire i primi 30 mila saturimetri nell’arco di uno-due mesi. Proprio i farmacisti, chiarisce Richeldi, “saranno preziosi, grazie ai loro contatti e la conoscenza del territorio, per individuare i soggetti o le famiglie che potranno ricevere il dispositivo gratuitamente”.

I dispositivi, infatti, andranno ovviamente affidati a soggetti con malattie respiratorie,  più esposti al rischio di complicanze gravi se infettati da SarsCov2. “Proprio il ridotto livello di ossigeno nel sangue, causato da disturbi respiratori e che il saturimetro è in grado di rilevare” spiega Richeldi  “è indice infatti del rischio di polmonite interstiziale che rappresenta una complicanza grave del Covid. Questi pazienti possono andarvi incontro se infettati e il saturimetro migliora il loro monitoraggio”.

In caso di Covid, disporre di questo dispositivo è fondamentale anche per identificare i pazienti per i quali è necessario il ricovero in ospedale. “Se il valore segnalato è sotto il 92%”  afferma Richeldi “va avvertito subito il medico e si può rendere necessario il ricovero”. In questo modo, aggiunge, “anche per il medico è più facile monitorare i pazienti. Inoltre, consigliamo ai pazienti Covid di monitorare le proprie condizioni con il saturimetro anche in assenza di problemi respiratori. Può infatti verificarsi una condizione di ipossia silente in cui l’ossigeno diminuisce nel sangue ma il paziente non se ne rende conto e quindi ritarda l’andata in ospedale. Il monitoraggio può evitare che ciò accada”.

Al contrario, rileva lo pneumologo, “il controllo tramite il dispositivo può anche evitare ricoveri inutili. Insomma, riuscire a dare una maggiore tranquillità ai pazienti rispetto al rischio di sviluppare la polmonite grave è importante e ciò è cruciale anche per il medico che deve monitorare a distanza il malato”.

Questa iniziativa, aggiunge il presidente di Federfarma Marco Cossolo (nella foto a destra), “punta ad educare i cittadini sull’importanza dell’utilizzo del saturimetro, ancora poco conosciuto. La dotazione che abbiamo è di 30mila apparecchi, circa 22 per ognuna delle 1.200 farmacie impegnate nella campagna, ma speriamo di poterne avere ancora in seguito”.

Il saturimetro verrà distribuito in questa fase principalmente a pazienti con asma e Bpco, “maggiormente a rischio e che in Italia – conclude Cossolo – in totale rappresentano circa un milione di persone”.

All’interno della categoria non sono però mancate le polemiche nei confronti delle modalità di realizzazione e comunicazione dell’iniziativa, che è stata ampiamente ripresa dai mezzi di informazione, generando in molti cittadini l’erronea convinzione che i saturimetri (30 mila per l’intero territorio nazionale, come già riferito) fossero disponibili gratuitamente in tutte le farmacie e, addirittura, per tutti. Inevitabilmente, le richieste sono state moltissime e la stragrande maggioranza dei farmacisti si è ovviamente trovata nella condizione di dover dire no e di spiegare il motivo del diniego.

Su chat e piattaforme di discussione di categoria, al riguardo, si è abbattuto un diluvio di critiche: tra le osservazioni prevalenti, quella relativa a presunti deficit di comunicazione dell’iniziativa all’interno della stessa categoria. In realtà, le circolari di Federfarma sul tema non sono mancate ed è ragionevole ritenere che le associazioni provinciali abbiano poi provveduto a inoltrarle ai loro associati. Può essere, dunque, che le comunicazioni (come accade) non siano state molto lette. Era chiaro fin da novembre, ad esempio (circolare Federfarma n. 16207 del 27 novembre ai presidenti dei sindacati provinciali),  che la fase 2 dell’iniziativa avrebbe riguardato un numero necessariamente ridotto di farmacie: la nota conteneva infatti l’invito esplicito al presidente provinciale di indicare  “n. 10 farmacie della tua provincia, al fine di coinvolgerle nella seconda fase del progetto”, alle quali far pervenire circa 20 saturimetri (consegnati “dalla rete delle aziende di distribuzione aderenti a Federfarma Servizi”).  Qui, semmai, si è innescato un altro motivo di polemica, relativo ai criteri (non resi noti) utilizzati per scegliere le dieci farmacie da ammettere alla fase 2.

Sia come sia, dai molti commenti pubblicati in rete emerge una scarsa conoscenza dell’iniziativa e molta irritazione per aver esposto ancora una volta la grande maggioranza delle farmacie a una figura che avrebbe certamente potuto essere evitata. “Un’iniziativa che poteva essere valida si è trasformata in un boomerang” sintetizza al riguardo un farmacista in una chat associativa, restituendo fedelmente un pensiero largamente condiviso  nel gurgite vasto ambito dei “malpancisti”.

FONTE:  rifday.it
FOTO:  amazon.it

No Comments
Comunicati

Terna, credito da 200 milioni legato agli aspetti ESG

Nuova linea di credito legata alla sostenibilità sottoscritta con Intesa Sanpaolo: il tasso è parametrato alle prestazioni di Terna nei prossimi due anni.

Terna

Terna, ufficiale il nuovo ESG linked Term Loan

In un comunicato stampa pubblicato sul sito lo scorso 28 ottobre, Terna ha confermato ufficialmente un nuovo prestito erogato da Intesa Sanpaolo. Si tratta di una linea di credito da 200 milioni di euro connessa alle strategie aziendali in termini di sostenibilità. Nello specifico, il finanziamento di Intesa, che in questa operazione svolge il ruolo di Original Lender e Sustainability Coordinator, durerà due anni: trattandosi di un "ESG linked term loan bilaterale", il tasso di interesse dipenderà da specifici indici ambientali, sociali e di governance raggiunti dall’azienda energetica. Terna può contare ora su una liquidità adeguata all’attuale livello di rating, consolidando il proprio ruolo di leadership nella finanza sostenibile: "Questa nuova operazione rafforza l’integrazione degli obiettivi di sostenibilità nella strategia di business dell’azienda e conferma il forte impegno del Gruppo nell’introduzione di un modello finalizzato a consolidare sempre di più la sostenibilità come leva strategica per la creazione di valore per tutti i suoi stakeholder".

Terna, l’impegno nella sostenibilità

Terna non è nuova a questo tipo di operazioni legate all’ambito della finanza green. L’ultima proprio l’estate scorsa, a metà luglio, quando la società è riuscita a collocare il suo Terzo green bond da 500 milioni di euro, ottenendo una domanda 4 volte superiore. Con il ricavato dell’emissione, l’azienda ha intenzione di finanziare i cosiddetti "Eligible Green Projects", ossia progetti tesi ad aumentare la produzione di energia da fonti rinnovabili, a ridurre le emissioni di anidride carbonica a causa delle perdite di rete o a diminuire il consumo di suolo e l’impatto sulla biodiversità terrestre. La sostenibilità è uno dei pilastri nelle strategie dell’operatore energetico: secondo il Piano Strategico 2020-2024 la missione principale di Terna è infatti quella di rafforzare il ruolo guida verso una transizione energetica sostenibile, favorendo la piena integrazione in rete di energia da fonti rinnovabili. Un obiettivo in linea con il Green New Deal della Commissione Europea e con il processo di decarbonizzazione attuato a livello nazionale.

No Comments
Comunicati

Platino un Metallo Prezioso Decaduto che Potrebbe Tornare a Splendere

Il platino è uno dei metalli considerati più preziosi in realtà fino al 2015 era uno dei più costosi addirittura più dell’oro.

Dopo quella data si è verificato una diminuzione del prezzo del platino che lo ha portato ad essere meno costoso del prezioso metallo giallo.
Complice di questo cambio di tendenza è stata anche la grande ascesa del prezzo oro che negli ultimi 20 anni è passato da un valore inferiore ai trecento dollari al valore attuali che si aggira poco al di sotto i 1900 dollari oncia.
Una performance quella del prezioso metallo giallo che ha finito per incidere non solo sul prezzo del platino ma anche sull’economia reale con l’apertura di molte attività che riciclano come i compro oro Firenze, ecc.
Il valore del platino è in parte dovuto al suo utilizzo nell’industria automobilistica, in particolare quella riferita ai veicoli a diesel, oltre che al suo impiego nel settore della gioielleria.
Nel settore automobilistico ha inciso in modo negativo le leggi Usa che hanno finito per penalizzare il settore del diesel a tal punto da accusare una importante casa automobilistica europea in merito alla veridicità dei test effettuati sulle emissioni dei motori a gasolio.
In entrambi i settori dopo il 2015 si è verificato un calo della domanda di platino, una congiuntura che ha inevitabilmente portato ad una diminuzione del prezzo di questo metallo nobile.
Attualmente la situazione della domanda e dell’offerta rischia di rovesciarsi, il calo di richiesta sul mercato del platino ha portato alla chiusura di diversi impianti, motivo per cui gli approvvigionamenti di tale metallo sono finiti per divenire fin troppo scarsi rispetto alla richiesta.
Ad alimentare le aspettative di una ripresa del prezzo del platino c’è anche la ripresa dei consumi del comparto della gioielleria nel continente asiatico che al contrario dell’occidente sembra essere tornato a viaggiare a pieno ritmo.
Queste previsione sul prezzo del platino potrebbero favorire gli investimenti su questo metallo almeno nel breve e medio periodo, in quanto l’offerta potrebbe non essere sufficiente a soddisfare le richieste nei prossimi mesi.

No Comments
Comunicati

Informarsi bene per viaggiare bene


Viaggiare è per molte persone non solo una passione oppure un modo per staccare la spina dalla routine quotidiana, ma un vero e proprio stile di vita, in quanto permette di vivere delle esperienze indimenticabili, apre la mente e arricchisce il proprio bagaglio culturale.

Ma per far sì che il viaggio non abbia dei risvolti spiacevoli, è bene informarsi bene ancora prima della partenza, basti pensare alla documentazione necessaria, alle eventuali vaccinazioni e via discorrendo.

Come informarsi bene per viaggiare bene

I blog di viaggi sono le migliori fonti per informarsi al meglio in merito a qualunque viaggio tu voglia fare, dal semplice week end romantico in Italia alle mete più avventurose.

I contenuti che troverai all’interno di queste piattaforme provengono dalle esperienze dirette dei titolari e in caso di dubbi hai dunque la possibilità di contattarli facilmente tramite commenti, email o social network.

Perché è importante informarsi bene per viaggiare bene

Qualunque sia la destinazione del tuo prossimo viaggio, è importante prendere informazioni non solo per ragioni di sicurezza, ma anche per rendere il tuo soggiorno quanto più piacevole possibile.

I blogger di viaggi sono infatti ben felici di condividere con i lettori i migliori ristoranti, i negozi dove acquistare manufatti artigianali, i musei più interessanti da visitare e molto altro ancora.

La loro esperienza diretta non ha nulla da invidiare a molte guide turistiche patinate, visto che si conosce a fondo le esigenze delle persone.

Consigli utili per viaggiare bene

Nelle prossime righe potrai leggere una serie di consigli utili per viaggiare bene in qualsiasi luogo, grazie ai quali potrai vivere la tua vacanza con il massimo della serenità, anche in caso di imprevisti.

Scegliere e prenotare le vacanze con dovuto anticipo, specie se decidi di partire insieme a una o più persone ti permetterà sia di risparmiare consistenti somme di denaro, sia di trovare soluzioni in grado di soddisfare le esigenze e i gusti di ogni partecipante.

Prenotare tempestivamente eventuali vaccinazioni questo perché se vuoi recarti in un Paese che richiede delle vaccinazioni obbligatorie devi necessariamente prenotarle con un certo anticipo, in modo da essere perfettamente in regola. Puoi prendere appuntamento negli appositi uffici delle vaccinazioni internazionali.

Qualunque sia la tua meta, cerca più informazioni possibili riguardo gli itinerari e le attrazioni che intendi visitare, in modo da evitare brutte sorprese all’arrivo. Inoltre per evitare spiacevoli discussioni con i titolari degli alloggi, è sempre bene leggere con attenzione i termini e le condizioni prima di effettuare la prenotazione.

È infatti importante che siano ben specificati fin da subito non solo i prezzi, ma anche i servizi inclusi più eventuali assicurazioni.

Evitare luoghi e situazioni pericolose. Quando parti non devi mai dimenticare a casa il buonsenso; evita dunque le zone malfamate e attieniti alle regole del luogo, basti pensare ai Paesi islamici, i quali mal vedono gli abiti troppo succinti.

No Comments
Comunicati

Nasce Myfoodog.it, l’ecommerce di cibo per cani che stavi aspettando!

My Foodog annuncia la pubblicazione del nuovo e-commerce myfoodog.it per la vendita online di cibo per cani disidratato, prodotto artigianalmente e con le migliori materie prime.

My Foodog è ricerca, studio, passione. Nasce dalla forte volontà di garantire un cibo per cani salutare, totalmente primo di conservanti e additivi chimici, comodo da somministrare e conservabile a lungo. Com’è possibile ottenere queste caratteristiche?

Semplice …privando l’alimento della sua acqua, ovvero disidratandolo.

La preparazione dei prodotti di myfoodog.it avviene in un piccolo laboratorio artigianale nel centro di Rieti, partendo da materie prime fresche e di qualità, principalmente a km zero e destinate al consumo umano. Ogni taglio di carne, ogni tipologia di verdura e gli integratori da inserire in ogni singola ricetta sono attentamente selezionati per garantire la massima qualità del prodotto.

Le materie prime vengono innanzitutto cotte al vapore, così da ostacolare i batteri potenzialmente patogeni, presenti naturalmente nella carne. Ogni alimento viene lavorato e cucinato separatamente, essicato un lento processo di disidratazione a basse temperature in appositi spazi e poi assemblato, senza l’aggiunta di conservanti e additivi chimici.

Essiccare” significa rendere asciutto, seccare: è uno dei metodi di conservazione più antichi che ci siano, perché privando gli alimenti della propria acqua si eliminano i rischi di proliferazione di muffe e batteri, veicolati dalla presenza di liquidi.

Il vantaggio di questo processo produttivo è che i valori nutrizionali e le vitamine presenti nei cibi non ne risentono e il sapore e l’aroma vengono amplificati, elemento fondamentale per i nostri amici cani! Tutto ciò permette di ottenere un prodotto ricco di gusto, sano, bilanciato, comodo da portare in viaggio ma anche da conservare.

Una volta acquistato il prodotto su myfoodog.it e ricevuto a casa, basteranno pochi semplici passi per preparare il pasto al proprio cane: prendere la dose adeguata per il fabbisogno del proprio amico a 4 zampe, aggiungere la stessa parte di acqua e attendere 10/15 minuti.

I cibi per cani di My Foodog giocano su consistenze diverse e il prodotto non si presenterà mai come una polvere. Questa scelta deriva dal fatto che i cani hanno bisogno di qualcosa da masticare, sia per l’azione meccanica che il pezzettino un pò più duro ha sui denti sia per stimolare la loro curiosità del cane nel provare consistenze diverse.

Ho capito quanto l’alimentazione sia alla base di un corretto stile di vita e quanto sia gratificante trovare un alimento che faccia stare bene il proprio amico a 4 zampe.”, dice Elisa Fasciolo di My Foodog. “Ho fatto tante sperimentazioni e ho finalmente raggiunto il prodotto che volevo, quello che comprerei per i miei 3 amati bracchi italiani.

Per poter garantire un prodotto di eccellenza, myfoodog.it si avvale della consulenza di un medico veterinario esperto in nutrizione, la dott.ssa Francesca Gabriele. La percentuale di proteine, carboidrati, grassi, vitamine e minerali presenti nei cibi per cani di My Foodog è opportunamente formulata con la sua consulenza.

Navigando il sito myfoodog.it sarà possibile acquistare diverse tipologie di menù e snack disidratati per cani, tutti confezionati in sacchetti salva-freschezza di diverse grammature.

Gli utenti potranno navigare su un sito semplice ed intuitivo, ricco di foto, informazioni testuali e consigli utili per l’acquisto online. I cibi per cani di myfoodog.it sono acquistabili senza limiti minimi ne massimi di spesa e gli ordini superiori a 55€ prevedono la spedizione gratuita.

Inoltre è presente un blog che affronta molteplici tematiche inerenti il mondo animale, in particolar modo quello dei cani.

Chi è My Foodog

My Foodog è un laboratorio artigianale di cibo e snack disidratat per cani. Nasce nel 2020 dall’idea di Elisa Fasciolo, tecnico veterinario il cui obbiettivo è quello di creare un’cibo per cani il più naturale possibile, privo di conservanti, coloranti e appetizzanti artificiali, con materie prime di alta qualità, destinate al consumo umano, km 0 e lavorate con metodi di cottura che mirano a preservare le proprietà organolettiche e nutritive del singolo alimento. Ogni componente di My Foodog è lavorato nel rispetto delle materia prima e formulato e bilanciato da un medico veterinario esperto in nutrizione animale.

My Foodog di Fasciolo Elisa
Via Donatello, 35 Rieti (RI)
Telefono: +39 328 000 60 43
Email: [email protected]

No Comments
Comunicati

Pubblica annunci gratuiti su grandiannunci.com!

  • By
  • 12 Gennaio 2021


Grandi Annunci è uno dei più importanti siti di annunci gratuiti in Italia. Il sito consente infatti ogni giorno a migliaia di utenti, in maniera assolutamente gratuita, di poter acquistare e vendere in maniera proficua prodotti e servizi di ogni tipo. Dagli arredi per casa o giardino agli accessori per la moto, dalle attrezzature sportive ai servizi professionali di ogni tipo, dagli annunci di lavoro all’antiquariato, su https://grandiannunci.com/ puoi trovare tutto quel di cui hai bisogno e risparmiare sui prezzi che solitamente puoi trovare in negozio.

È sufficiente navigare tra le tantissime categorie merceologiche presenti, o utilizzare gli appositi campi di ricerca posti in alto, per individuare esattamente il prodotto di cui hai bisogno. Ogni inserzione è corredata da una esauriente galleria descrittiva e fotografica che consente di capire molto di più sulle caratteristiche e condizioni di ciascun oggetto, così che il potenziale acquirente possa usufruire di un quadro molto preciso ed avere così tutti gli strumenti per decidere se proseguire contattando il venditore o meno.

Ogni giorno sono migliaia i contatti e le compravendite che avvengono grazie a questo importante sito di annunci gratuiti, e la veridicità di ogni singola inserzione è garantita per regalare sempre la massima sicurezza ed un’ottima esperienza a tutti gli utenti. Prima di essere pubblicato infatti, ogni annuncio viene scrupolosamente controllato e verificato dallo staff, e ciò è sinonimo di grande affidabilità per gli utenti, i quali possono concludere ogni affare in maniera assolutamente sicura.

Reperire il prodotto o servizio di cui si ha bisogno su grandiannunci.com è davvero semplice, così come pubblicare il proprio annuncio gratuito: è sufficiente inserire un titolo, una descrizione accattivante e alcune immagini per poter trovare rapidamente utenti interessati ad acquistare i prodotti o servizi che si è deciso di mettere in vendita, niente di più semplice ed immediato.

No Comments