Daily Archives

15 Ottobre 2020

Comunicati

Cosa è il saldo e stralcio?

  • By
  • 15 Ottobre 2020


Quando un contribuente versa in difficoltà economiche e non è dunque nelle condizioni di poter ottemperare del tutto a determinate pendenze che ha in atto, è possibile ricorrere allo strumento del “saldo e stralcio”. Per saldo e stralcio si intende dunque una diminuzione dell’importo dovuto: si tratta di una eventualità a disposizione esclusiva delle persone fisiche, ma è fruibile solo per alcune tipologie di debiti ben precisi così come previsto dalla legge 145/2018.

In particolar modo stiamo parlando di una procedura per la quale il debitore può estinguere il proprio debito saldando comunque meno di quel che doveva inizialmente, chiaramente in accordo con il creditore. Quindi vi è sicuramente un vantaggio per il debitore, il quale estingue appunto il proprio debito pagando meno di quanto previsto originariamente, delle volte pagando l’80% in meno (anche a rate), ma vi sono vantaggi anche per il creditore. Questi infatti, grazie al saldo e stralcio, ha comunque la possibilità di vedersi restituire quantomeno una parte dell’importo dovuto e in tempi certi, evitando così delle lungaggini burocratiche e azioni legali che sicuramente comportano tempi più lunghi e che hanno comunque anche dei costi da considerare.

È possibile ricorrere a un’operazione di saldo e stralcio nel caso in cui vi sia una controversia tra aziende e privati o direttamente tra privati, oppure nei rapporti con la pubblica amministrazione. L’importante è che ci sia comunque una certa comunità di intenti tra il creditore e il debitore, dunque un accordo tra di loro.

Outliers srl è un’agenzia che offre aiuto in questo senso e va a proporre operazioni di saldo e stralcio che sono vantaggiose per entrambi i soggetti. Questo studio di consulenza fornisce anche supporto tecnico e burocratico, il che è molto comodo per chi non ha dimestichezza con l’utilizzo di questi strumenti e non sa come muoversi.

No Comments
Comunicati

I materassi in poliuretano si confermano i più sicuri per il sonno in tenera età. I neonati vi trascorrono fino a 16 ore al giorno: corretto sostegno della colonna vertebrale,…


Lo provano due importanti certificazioni, la Oeko-Tex® standard 100 e la CertiPUR® che garantiscono le caratteristiche uniche anche in termini di sicurezza, salute e sostenibilità ambientale.

Sostegno della colonna vertebrale che non deve essere compressa, traspirabilità del materasso antisoffoco per eccellenza, flessibilità degli strati per prevenire la sindrome della testa piatta e adattarsi perfettamente a tutte le posizioni, materiale antiallergico e anti-acaro per evitare di irritare il sistema respiratorio e provocare degli attacchi di tosse, che potrebbero costringere il bambino a svegliarsi. I materassi in poliuretano si confermano i più sicuri fin dalla tenera età, le certificazioni Oeko-Tex® standard 100 e CertiPUR®, che garantiscono le caratteristiche uniche anche in termini di sicurezza, salute e sostenibilità ambientale, assicurano che il prodotto è atossico e anallergico e può essere utilizzato, a pelle, anche per bambini sotto i 3 anni di età.

Recenti studi della Società Italiana di Pediatria evidenziano che nel mondo industrializzato il 25% dei bambini al di sotto dei 5 anni soffra di disturbi del sonno. Le cause principali? I ritmi frenetici, l’aumento delle luci artificiali e anche l’utilizzo sempre più precoce degli strumenti elettronici. Il buon riposo di un bambino dipende da diversi fattori dall’alimentazione agli stili di vita, ma fondamentale risulta anche la qualità del materasso, in particolare negli anni della crescita. Sappiamo che i neonati dormono in media 16 ore al giorno, mentre i bambini dai 3 ai 5 anni circa 11-13 ore, un materasso dalla giusta consistenza rappresenta un valido supporto per conciliare un riposo notturno regolare e continuo fin dai primi giorni di vita.

Un materasso per bambini deve adattarsi al peso e alla forma del corpo, in costante mutamento durante la fase di crescita, dando un sostegno alla colonna vertebrale, che è ancora in fase di sviluppo e non deve essere compressa. Il giusto spessore dovrebbe essere compreso tra i 10 e i 13 cm. Inoltre, il materasso deve avere un rivestimento sfoderabile e lavabile, in quanto i batteri che potrebbero formarsi sarebbero pericolosi soprattutto per un neonato.

“È importante creare un ambiente favorevole con la giusta temperatura, sufficiente oscurità e silenzio così da aiutare il piccolo a rilassarsi e a dormire meglio –  ha commentato Sara Sainaghi, Piscologa e Psicoterapeuta – Un letto confortevole rientra tra le importanti scelte per una corretta igiene del sonno, che risulta essere indispensabile per il benessere dei bambini, inoltre bisogna cercare di mantenere durante il corso del sonno e nella fase di risveglio le stesse condizioni che il piccolo ha vissuto prima di addormentarsi”.

Anche i cuscini anti soffoco per neonati in poliuretano favoriscono la posizione supina e garantiscono un comfort davvero eccellente. La schiuma poliuretanica offre alla testa del bambino un sostegno ottimale, permettendo di avere una posizione che favorisce la corretta respirazione. I guanciali sono confortevoli, ma non morbidi in modo eccessivo, per evitare che possano finire nella bocca del bambino. I cuscini antisoffoco hanno una struttura a celle aperte che permette la massima circolazione possibile dell’aria. Così anche se il bambino, che tende a muoversi molto e a girarsi durante il riposo, dovesse restare con la bocca e il naso schiacciati sopra al cuscino, riuscirebbe a respirare comunque alla perfezione.

I modelli di cuscino anti soffoco in poliuretano sono la scelta ideale anche nel caso di bambini che soffrono di reflusso gastroesofageo. Questo è un problema davvero molto diffuso che comporta una cattiva digestione, nausea, dolore alla pancia e anche vomito. Purtroppo un conato di vomito, anche se molto piccolo, potrebbe restare intrappolato nelle vie aeree del bambino, facendolo soffocare.

“Fin dalla tenera età è importante dormire su un materasso che oltre a garantire un buon riposo, rispetti alti livelli di sicurezza e di ecosostenibilità – dichiara Marco Pelucchi, presidente di AIPEF, l’Associazione delle Aziende Italiane di Poliuretano Espanso Flessibile – Il poliuretano, si adatta perfettamente al corpo e alle sue posizioni, è leggero e molto pratico quando si devono cambiare le lenzuola, è un materiale sicuro al 100%, antibatterico e antiacaro.

No Comments
Comunicati

Mercato energetico, il regno del petrolio vacilla. Ormai è solo questione di tempo

  • By
  • 15 Ottobre 2020


La pandemia ha probabilmente accelerato un processo che era comunque già in corso. Non c’è dubbio che la transizione del mercato energetico sia in crescita, e la spinta verso le energie rinnovabili sta rendendo sempre più vacillante il trono del petrolio.

Il cambio di leadership nel mercato energetico

mercato energeticoL’oro nero durante il periodo del Covid ha subito dei contraccolpi pesantissimi. Ad aprile addirittura il prezzo del WTI è sceso in territorio negativo, a quota -37 dollari circa. Roba mai vista. Il fatto è che i lockdown hanno depresso la produzione, e di conseguenza la domanda di carburante. Il legame indissolubile tra industria e petrolio s’è manifestato nel modo peggiore per il mercato energetico.

Il picco ormai è alle spalle

Tuttavia anche dopo l’avvio della ripresa economica, il prezzo del greggio non è che abbia brillato. Al momento le quotazioni continuano a muoversi in prossimità dei 40 dollari al barile. Giusto la metà di quello che si vedeva nella primavera del 2019. La buona stella del mattino (moring star), adesso si sta spegnendo (evening star). Certo, la ripresa non ha ancora portato l’attività produttiva ai livelli pre-pandemia. Ma secondo molti anche quando questo avverrà (e chissà quando) il prezzo del petrolio non toccherà più i livelli di un tempo.

La spinta verso le rinnovabili

L’accelerazione del mercato energetico verso le rinnovabili, in sostanza, ridurrà drasticamente gli ultimi anni di regno del petrolio. Solare ed eolico avanzano, anche per la presenza di altri fattori. Il cambiamento climatico ovviamente, ma anche motivazioni economiche, con i costi di produzione di energia pulita ormai in allineamento con quelli dei combustibili fossili. Oltre a questo c’è una spinta forte che arriva proprio dai consumatori, che esigono un cambiamento (come evidenzia la crescita di richiesta di veicoli elettrici). Lo stesso dicasi per i mercati, con una sempre maggiore attenzione verso gli investimenti sostenibili.

Quello che resta da chiedersi è quando durerà ancora il predominio energetico del petrolio. Secondo British Petroleum, a seconda dell’accelerazione del processo di transizione energetica, il calo potrebbe oscillare tra il 10% e il 55% entro il 2050. Se questo sprint dovesse andare anche oltre le previsioni, lo scenario più aggressivo sarebbe di un calo addirittura dell’80%.

No Comments
Comunicati

Come risolvere una errata segnalazione alla centrale dei rischi

  • By
  • 15 Ottobre 2020


Per gli istituti bancari o enti finanziari di ogni tipo è molto importante conoscere quella che è l’affidabilità finanziaria di un soggetto nel momento in cui questo fa una richiesta di accesso al credito. A tale scopo la centrale dei rischi della Banca d’Italia ha lo scopo di ottenere tutte le informazioni che riguardano le posizioni debitorie degli utenti che richiedono ad esempio un prestito o un finanziamento, e di fornire tali informazioni alle istituzioni bancarie nel momento in cui queste lo richiedono.

Tali informazioni rappresentano una attendibile fotografia di quella che è la capacità di solvenza del soggetto interessato di riuscire ad estinguere il proprio debito, e tali dati sono davvero importanti in quanto vengono considerati prima di prendere una decisione finale sulla concessione del credito o meno.

Esiste però l’ipotesi, poi non così remota, che possa verificarsi una segnalazione errata relativamente ad una posizione debitoria inesistente. I problemi per il soggetto interessato in questo caso non sono indifferenti, in quanto questo viene segnalato come in sofferenza nonostante sia sempre stato in grado di soddisfare i propri debiti nei modi nei tempi previsti.

La conseguenza è che questi avrà, da lì in poi, molte più difficoltà ad accedere al credito o finanziamento proprio a causa di questa segnalazione errata. Certamente questo è un errore grave da parte degli intermediari e rappresenta una violazione del dovere di attenzione. È la Banca d’Italia stessa a prevedere che gli intermediari debbano prestare grande attenzione a queste pratiche e quando si verifica tale circostanza la responsabilità dell’Istituto di credito segnalante è facile da dimostrare.

Il soggetto interessato a risolvere questo tipo di posizione e a far sì che questo errore possa essere corretto può usufruire dei servizi che è possibile trovare all’interno di questo sito web, che sono esattamente mirati a fornire assistenza e trovare la via più rapida per superare questo problema.

No Comments
Comunicati

Fratelli Marmo azienda esperta nel settore del… marmo!


Se state cercando il sito web di un’azienda affidabile e con elevata esperienza nel settore del marmo, FRATELLI MARMO, è l’azienda per voi.

Con la sua esperienza nel campo dell’arredo su misura, si occupa di offrire a tutti i propri clienti servizi di arredamenti in marmo di altissima qualità. 

Questa azienda è da sempre sinonimo di qualità ed affidabilità, riconosciute dalle collaborazioni con privati e con i più noti studi di architettura internazionali. 

Il cliente che si rivolge a FRATELLI MARMO  scegliere tra un prodotto artigianale già completato oppure ha la possibilità di scegliere un materiale dalla variegata selezione di lastre di pietra di altissima qualità, per la realizzazione di una creazione unica ed esclusiva, basata sul progetto presentato dal cliente.

 

TRADIZIONE e INNOVAZIONE

 

FRATELLI MARMO è una delle poche aziende che operano nel settore a vantare oltre 40 anni di storia, in tutto ciò che riguarda gli arredamenti in marmo, facendo uso di macchinari di alto livello tecnologico.

Oggi il laboratorio di Fratelli Marmo vanta Macchine CNC a 4 e 5 assi, Waterjet, frese, torni e pantografo laser sotto l’attento controllo di personale con ampia esperienza professionale, curando nei minimi particolari la rifinitura artigianale per savere sempre un lavoro di altissima qualità.

Esperienza antica e tecnologia moderna al servizio della creatività del cliente.

L’azienda Fratelli Marmo è specializzata nella lavorazione di Marmi, Onici e graniti

 

Da diversi anni ormai, FRATELLI MARMO rappresenta molto più di una semplice azienda, ma può essere considerata come un vero e proprio punto di riferimento per i clienti che cercano sicurezza e affidabilità per i loro progetti più raffinati e di qualità.

 

I Materiali 

 

Fratelli Marmo dedica da oltre 40 anni la sua attenzione alla lavorazione e finitura di Marmi, Graniti e Onici provenienti da tutte le parti del mondo.

Presso la sede principale di Montefiascone è sempre disponibile un’ampia selezione di pietre naturali, da personalizzare grazie alla varietà di soluzioni di taglio, finiture e assemblaggi realizzabili.

Fratelli Marmo è concessionaria dell’Azienda Antolini Luigi & C. Spa, leader mondiale per l’estrazione e lavorazione di pietra naturale.

 

No Comments
Comunicati

Jump Group: creatività e tecnologia

Jump attraverso creatività e tecnologia ti accompagna progettando esperienze digitali su misura per le tue esigenze e per la tua azienda.

Chi siamo?

Jump è una Digital Creative Company
Accompagniamo le aziende progettando esperienze digitali fuori dall’ordinario, guidate da una forte creatività e radicate nella tecnologia, nei dati e nella strategia orientata ad impatti reali e misurabili. Combiniamo queste skills in un’unica soluzione, innovando le brand experience e promuovendo relazioni significative con gli utenti.

Cosa offriamo?
Digital experience unificata
Il nostro work flow si svolge in team snelli e interdisciplinari, lavorando in stretta collaborazione con i clienti, aiutandoli ad innovare i propri processi aziendali ed a risolvere i problemi più sostanziali per i loro utenti.
Il nostro approccio, incentrato sull’utente e basato sui dati, si concentra sulla creazione di un’esperienza equilibrata su tutti i touchpoint digitali, coordinata con quelli fisici e di comunicazione aziendale. Questa digital experience unificata si traduce in un rapporto molto più coerente, di grande impatto e incentrato sull’utente.

No Comments
Comunicati

Quaderni della Sicurezza AiFOS: invio gratuito ai dipendenti pubblici

Comunicato Stampa

Quaderni della Sicurezza AiFOS: invio gratuito ai dipendenti pubblici

Per favorire la prevenzione di infortuni e malattie professionali l’Associazione AiFOS invierà gratuitamente la rivista scientifica “I Quaderni della Sicurezza” ai dipendenti pubblici interessati ai temi della salute e sicurezza sul lavoro.

 

Nei luoghi di lavoro non ci può essere una reale prevenzione senza un’adeguata conoscenza, ad esempio dei rischi, delle misure di protezione e degli obblighi normativi. La conoscenza e la conseguente consapevolezza sono dunque elementi necessari per rendere efficace qualunque strategia di tutela della salute e sicurezza.

 

Proprio per migliorare la conoscenza in materia di salute, sicurezza e formazione nel 2010 è stata prodotta, edita dall’Associazione Italiana Formatori ed Operatori della Sicurezza sul Lavoro (AiFOS), la rivista “Quaderni della Sicurezza AiFOS”, una rivista scientifica trimestrale a carattere monografico diretta dall’Avvocato Lorenzo Fantini.

 

A partire dal 2020 la pubblicazione non è più in formato cartaceo, ma esclusivamente online. Lo scopo è quello di ridurre l’impatto ambientale delle attività associative nell’ambito dei progetti di sostenibilità AiFOS: ciò consente di risparmiare 1720 kg di carta, 26 alberi, 757.000 litri di acqua, nonché 13.072 kWh di energia elettrica all’anno.

 

L’invio dei Quaderni della Sicurezza ai dipendenti pubblici

In considerazione del fatto che questa rivista è diventata un punto di riferimento e uno strumento importante in materia di salute e sicurezza, l’Associazione AiFOS ha deciso di cominciare a diffonderla gratuitamente tra i lavoratori del settore pubblico.

 

Con l’obiettivo di aumentare conoscenza, consapevolezza e prevenzione nel settore pubblico l’Associazione ha dunque previsto l’invio gratuito della rivista a tutti i dipendenti di enti pubblici interessati al tema.

 

Per ricevere la rivista è sufficiente registrarsi utilizzando il seguente link:

http://bit.ly/Iscrizione-gratuita-Quaderni-AiFOS

 

Quaderni della Sicurezza n. 3/2020: il ruolo degli HSE Manager

L’ultimo numero pubblicato dei Quaderni della Sicurezza, il n. 3/2020, non affronta un tema, ma una figura specifica. l’HSE Manager.

 

In questo anno particolare di sfide per la salute e la sicurezza sono necessari continui cambiamenti e adeguate modifiche nelle organizzazioni. E per operare queste variazioni servono, tuttavia, anche persone e competenze adeguate.

 

In quest’ottica si ritiene che quella dell’HSE Manager possa rappresentare una delle funzioni che, nell’immediato futuro, saranno fondamentali per la valorizzazione e crescita della tutela della prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali nel nostro Paese.

 

Questa figura costituisce un elemento d’unione indispensabile per le aziende e soprattutto per creare quello scambio necessario tra le diverse aree aziendali e anche tra top management e lavoratori. Anche attraverso questa figura sarà possibile un approccio ragionevole e proporzionato alla gestione del rischio: un approccio equilibrato capace di garantire che le pratiche burocratiche siano armonizzate, non ostacolino lo svolgimento del lavoro e siano finalizzate a un obiettivo unitario di garanzia del bene fondamentale dell’individuo alla salute.

 

Quaderni della Sicurezza n. 4/2020: la ricerca ai tempi del coronavirus

Nel 2020 il mondo è stato sconvolto dall’emergenza sanitaria COVID-19 che ha cambiato radicalmente i rischi e la prospettiva del mondo del lavoro, sia nel breve termine che nel prossimo futuro.

Proprio a partire da questa constatazione l’Associazione AiFOS ha svolto una ricerca per comprendere come le aziende e gli operatori hanno fronteggiato e stanno fronteggiando l’emergenza. Quali strumenti sono stati utilizzati? Quali criticità sono state riscontrate? Quali sono le impressioni generali dei vari attori della sicurezza aziendale?

 

I risultati di questa ricerca, dal titolo “Lavoro, Sicurezza e Formazione ai tempi del Coronavirus – Rapporto AiFOS 2020” – nata su impulso del Comitato Scientifico presieduto dall’Ing. Marco Masi – sarà pubblicata sul prossimo numero dei Quaderni della Sicurezza, il n. 4/2020.

 

La rivista conterrà i dati relativi alle risposte ai questionari diffusi a RSPP, consulenti, formatori, HSE manager, coordinatori di cantiere e medici competenti.

 

Proprio in relazione all’importanza dei contenuti di questa rivista e alla rilevanza del monitoraggio che potrà servire a migliorare le strategie di tutela, invitiamo ancora tutti i dipendenti di enti pubblici a registrarsi e a condividere questo messaggio con tutti i colleghi.

 

Il link per registrarsi (e ricevere la rivista): http://bit.ly/Iscrizione-gratuita-Quaderni-AiFOS

 

Per informazioni:

Direzione nazionale AiFOS: via Branze, 45 – 25123 Brescia c/o CSMT, Università degli Studi di Brescia tel.030.6595037 – www.aifos.it[email protected]

 

 

15 ottobre 2020

 

 

Ufficio Stampa di AiFOS

[email protected]

http://www.aifos.it/

No Comments
Comunicati

Agriturismo Somaia a San Giustino

  • By
  • 15 Ottobre 2020


L’agriturismo Somaia è una bellissima struttura che si trova nel cuore della campagna umbra, non distante dal confine con le Marche e la Toscana. Qui sono presenti due meravigliosi casali del 14° e 17° secolo, che arricchiscono l’intera zona donando al contesto un aspetto ancora più piacevole e ricercato. La struttura è interamente immersa nel verde grazie agli oltre 20 ettari di terreno che la circondano e all’interno dei quali spiccano dei bellissimi oliveti e frutteti.

È veramente il luogo ideale per concedersi una vacanza che possa regalare il relax ed il benessere desiderato vivendo un contatto con la natura che sarà veramente intimo e riservato. L’intera area inoltre, siamo in località San Giustino, è famosa per le sue bellezze paesaggistiche nonché per alcuni luoghi di grande interesse storico e turistico quale ad esempio il Castello Bufalini.

 

Una splendida vacanza anche per i bambini

Questo è il luogo perfetto per trascorrere una vacanza in famiglia considerando che i bambini avranno la possibilità di giocare in tranquillità all’aperto e di scoprire la natura assieme ai genitori. Tra l’altro vengono svolte delle attività molto interessanti dal punto di vista sensoriale e didattico quali ad esempio quelle di produzione di olio e vino, attività di apicoltura, coltivazione di ortaggi e la splendida possibilità di poter seguire gli appositi sentieri naturalistici che sono adatti anche  ai bambini.

 

Attività sportive all’aperto

Il paesaggio circostante è veramente in grado di incantare il visitatore, ed in particolare la valle sottostante (scavata nel corso dei secoli dal Tevere) oggi rappresenta un patrimonio naturalistico davvero dal valore inestimabile.

Chi lo preferisce può dedicarsi all’esplorazione della zona e mountain bike o praticando il trekking, il che rappresenta un’occasione ghiotta per quanti desiderano comunque fare della pratica sportiva anche in vacanza, avendo la possibilità di allenarsi circondati dalla natura. Qui è possibile trovare il sito web ufficiale e prenotare una camera.

No Comments
Comunicati

Il Famoso Leader Mondiale nel campo delle Riproduzioni di Dipinti ad Olio Lancia un Museo Virtuale in 3D

  • By
  • 15 Ottobre 2020


Image
( Parigi , 12° Ottobre ) La rinomata compagnia di riproduzione di dipinti a olio Wahooart.com è pronta a lanciare un museo virtuale in 3D per le riproduzioni di celebri dipinti di 13.203 artisti famosi.

WahooArt è un team di artisti di talento e professionisti che mirano a sconvolgere il settore facendo leva sui progressi tecnologici. Il museo online, che vanta la più grande collezione al mondo di 367.000 dipinti ad olio, fa nuovamente notizia con il lancio di musei virtuali in 3D dedicati a diversi artisti famosi. Si tratta di un’iniziativa in linea con l’obiettivo della piattaforma di rendere le arti facilmente accessibili al maggior numero possibile di persone in diverse parti del mondo..

Con il lancio dei musei virtuali in 3D, WahooArt.com fa un salto di qualità. Descritto come il museo online con la più grande collezione di dipinti ad olio del mondo, WahooArt cerca di sfruttare le ultime tecnologie, in questo caso il 3D, per offrire la possibilità a chi non può recarsi in un vero museo di scoprire tutti i dipinti e gli artisti più famosi al mondo.

“La pandemia ha senza dubbio costituito un vero e proprio ammortizzatore. Tuttavia, in questo periodo abbiamo avuto modo di lavorare ad alcuni nuovi e interessanti progetti. Il museo 3D è uno di questi.  Sono sicuro che il prossimo museo 3D sarà stimolante per tutti. Vi promettiamo un’esperienza nuova che difficilmente avrete mai avuto prima”, ha dichiarato Laurent Bruyere, fondatore di Wahooart.com.

L’arte è stata descritta da molti come una forma di auto-espressione. Nel corso degli anni, l’industria delle arti e della creatività ha subito un’evoluzione che ha visto l’ingresso sul mercato di diverse categorie di soggetti interessati. Nonostante ciò, un team di appassionati d’arte sta cercando di aiutare milioni di persone a rivivere il ricordo delle opere d’arte di alta qualità vendendo riproduzioni di dipinti ad olio di quadri famosi, rimanendo fedele a questa sua missione dal 2004.

Operando nel settore da 16 anni, Wahooart.com vanta una clientela affezionata in tutto il mondo alla quale fornisce dipinti ad olio che riproducono gli originali in ogni singolo dettaglio, eccetto il loro prezzo elevato. WahooArt è riuscita a rendere le opere d’arte accessibili alle persone con lo stile e il tocco raffinato di un artista di fama mondiale.

A Proposito Di WahooArt.com

WahooArt.com è un team di specialisti in pittura ad olio che creano dipinti ad olio di diverse tipologie e dimensioni di tela con oltre 16 anni di esperienza. Fondato da Laurent Bruyere, WahooArt offre dipinti ad olio 100% eseguiti a mano su diversi soggetti ed eseguiti con stili differenti. Le competenze degli esperti pittori, preparati sia formalmente che tecnicamente, garantiscono l’esecuzione di qualsivoglia tipologia di progetto, rendendo WahooArt la scelta ideale per l’arte, sia che si tratti di una stampa Giclee, di una riproduzione dipinta a mano di qualsiasi genere artistico (dal Rinascimento alla Pop Art), di un capolavoro specifico, o anche solo di una fotografia trasformata in un’opera d’arte indimenticabile..

ALCUNI DEI MUSEI PIU’ FAMOSI :

https://wahooart.com/Art.nsf/Diaporama?Open&A=Leonardo%20Da%20Vinci
https://wahooart.com/Art.nsf/Diaporama?Open&A=Gustav%20Klimt
https://wahooart.com/Art.nsf/Diaporama?Open&A=Vincent%20Van%20Gogh
https://wahooart.com/Art.nsf/Diaporama?Open&A=Wassily%20Kandinsky

INFORMAZIONI DI CONTATTO:

Indirizzo Email: [email protected]

Sito web: https://wahooart.com/

No Comments
Comunicati

Intervista al Mago Letterius


Intervista al Mago Letterius
Dopo esserci salutati con il Mago Letterius iniziamo la nostra intervista.
G: Buon Giorno Mago Letterius. La ringrazio per aver accettato la nostra intervista.
Mago Letterius: ringrazio a voi per l’invito ricevuto.
G: Oggi iniziamo a parlare dei suoi anni trascorsi qui in Molise. Cosa ricorda di quei anni?
Mago Letterius: io ho frequentato il Molise nella metà degli anni 90.All’epoca la politica del tempo permetteva alla gente di vivere dignitosamente. Furono anni che ricordo con gioia. Amavo e amo la cultura molisana in tutte le sue sfaccettature. La gente è umile soprattutto in molti luoghi sono rimasti incontaminati dalla globalizzazione.
G: So’ che in quei anni lei ha lavorato per molte reti televisive molisane tra cui tele Isernia e Tnt etc..In quei anni come era percepita la televisione? Il rapporto con il pubblico come era?
Mago Letterius:La televisione mi ha aiutato a creare il mio personaggio. All’epoca non esistevano i social. Quindi l’unico modo per costruirsi un personaggio era la tv. Che veniva usata un po’da tutti dalle piccole aziende al politico di turno. Diciamo che era l’unico mezzo per affermarsi.
G: come e ‘ cambiato il rapporto con il pubblico in relazione con oggi?
Mago Letterius:Secondo la mia esperienza personale ripeto la tv mi ha creato mentre con l’avvento d’internet ha potenziato il mio personaggio. Il rapporto è cambiato moltissimo cioè la gente l’unico mezzo come passatempo (diffuso) era la televisione. L’utenza era circoscritta in base a dove veniva trasmessa la diretta televisiva ad esempio se veniva trasmessa su’ base regionale l’utenza era circoscritta al livello regionale rispetto a quella nazionale.
G: I clienti sono cambiati? Se si come sono cambiati?
Mago Letterius: Per alcuni versi si sono cambiati. Più che altro è cambiato l’approccio. Adesso se fai una diretta ad esempio su’ base regionale attraverso internet viene diffusa in maniera globale. Gli utenti sono variegati grazie all’avvento d’internet. Non esistono più barriere di comunicazione . Un altro aspetto che volevo sottolineare era quello che quando mi chiamavano in diretta la gente usava il telefono di casa e molti si ponevano dei limiti di comunicazione. Mentre adesso comunico con i miei utenti oltre con il telefono tramite internet cioè skype, whats app, twitter, facebook ma anche la versione più classica che è tramite e-mail. In questa cornice di tempo non ho avuto e ne’ho problemi con la giustizia e neanche con i miei clienti che mi trasmettono ogni giorno tanto affetto.
G:Ricorda qualcuno con cui ha lavorato?
Mago Letterius: Ricordo il Mago Lorenzo e il figlio del Mago Arcella.
G: ha notizie di loro? Vi sentite ancora?
Mago Letterius: io non ho più notizie del Mago Lorenzo. Mentre del figlio del Mago Arcella ho avuto notizie tramite i mass media ma non mi pronuncio in merito poiché io non conosco i fatti.
G: a parte questi contatti lavorativi. Cosa ricorda di quei anni?
Mago Letterius? In quei anni ero molto giovane. Come ogni giovane volevo conoscere quindi quando finivo le dirette me ne andavo in giro in macchina facendo vere e proprie gite turistiche. Ho visitato Termoli, Campobasso,diciamo un po’ tutta la zona dell’alto Molise e anche la zona del basso Molise. Amavo e tuttora amo frequentare i sentieri in cui la natura s’intreccia all’architettura di certi borghi. Soprattutto adoro i borghi medievali molisani come quello di Fornelli,Sepino,Tufara,Palata etc.. infatti frequentavo le sacre e i cortei medievali in cui gli usi,costumi e tradizioni non sono stati contaminati dalla modernità.
G.:Adesso lei si reca in Molise?
Mago Letterius: Mi reco spesso in Molise oltre per lavoro amo conoscere le culture del territorio. Infatti è la mia seconda passione dopo la Filosofia poiché amo esiliarmi nello studio della scienza filosofica ma a sua volta amo stare nel mondo. Ritornando al discorso che amo conoscere le culture del territorio molisano, il Molise è un bacino di risorse oltre culturali e folkloristiche ma anche agro-gastronomiche e artigianali.
Infatti molte volte capitava di fermarmi nei caseifici per comprarmi qualche prodotto mentre mi fermo amo guardare la lavorazione dalla materia prima al prodotto finito. Esistono imprese familiari che privilegiano il lavoro manuale mantenendo le tradizioni vive. Spero tanto che queste aziende vengono tutelate per il loro grande contributo dato al livello nazionale.
G. : Che luoghi preferisce del Molise?
Mago Letterius: non ho un luogo preferito poiché ogni luogo ha la sua bellezza con la propria flora,fauna,architettura, storia,mitologia etc..infatti spazio dal borgo di Agnone con i suoi sentieri e paesaggi bucolici all’area più marittima come ad esempio quella di Termoli. Amo i prodotti molisani come quelli agro gastronomici per esempio: il caciocavallo di Agnone, Fusilli,Le cuccette,il capofreddo e i cavatelli etc..
G: vuole lanciare un messaggio in merito?
Mago Letterius: si voglio lanciare un messaggio al pubblico di valutare di più i prodotti territoriali per mantenere viva la cultura agropastorale, gastronomica, culinaria e anche artigianale etc.
G: infine chiudiamo intervista qui. Vuole salutare qualcuno?
Mago Letterius: Si voglio salutare tutte le persone che mi seguono e mi vogliono bene ma anche tutte le imprese molisane che conosco ma non faccio il nome per motivi di pubblicità. Un abbraccio a tutti.

No Comments
Comunicati

7 vantaggi delle app mobile per la tua azienda

  • By
  • 15 Ottobre 2020


Un’app può guidare rapidamente il tuo business verso la crescita. Se non disponi ancora di un’app mobile per la tua attività, significa che stai perdendo l’opportunità di capitalizzare un numero crescente di utenti e generare profitti. Ecco di seguito alcuni dei vantaggi delle applicazioni per mobile in un business:

Disponibilità:

Il servizio clienti non riguarda più solo l’interazione faccia a faccia tra clienti e venditori. Ci sono più di 2,6 miliardi di utenti al mondo che hanno sempre in mano lo smartphone.

La maggior parte delle aziende vede oggi le app come un mezzo per migliorare il servizio clienti, che in questo caso è sempre disponibile. Se un utente scopre i tuoi prodotti o servizi nel cuore della notte e desidera ottenere alcune informazioni immediatamente, gli basta scaricare la tua applicazione mobile.

Marketing:

Le app per mobile offrono molteplici risorse come informazioni, moduli di prenotazione, prezzi, funzioni di ricerca, notizie, messenger, account utente, etc. Con l’aiuto delle notifiche push, puoi avvicinarti ancora di più alla comunicazione diretta e ricordare ai clienti i tuoi servizi e prodotti ogni volta che questo ha senso.

Fidelizzazione:

Se vuoi migliorare il livello di interazione degli utenti con la tua azienda, devi dare loro qualcosa che li spinga a farlo. Quindi la domanda è: come puoi dare valore ai tuoi utenti? Puoi mettere a punto un programma fedeltà, ad esempio. Diverse aziende utilizzano le loro app per mobile per offrire ricompense agli utenti iscritti. In sintesi, questo motiva gli utenti ad acquistare i tuoi servizi o prodotti.

Visibilità:

Le app possono persino contribuire a migliorare la consapevolezza del tuo marchio.  Più ti concentri sul coinvolgimento dei clienti infatti, prima questi saranno convinti ad acquistare i tuoi servizi o prodotti.

Interazione:

Indipendentemente da ciò che vendi, gli utenti necessitano di un canale di comunicazione efficace con te. Con l’aiuto di un help desk, la tua app può fare la differenza nel modo in cui interagisci con i tuoi clienti.

Avrai notato che la maggior parte dei clienti preferisce contattarti per mail o tramite SMS. Tutto questo perché al giorno d’oggi tutti sono impegnati e con un’app mobile puoi dare loro l’opportunità di farlo.

Unicità:

La tecnologia riguarda quasi ogni aspetto della nostra vita e le aziende o attività commerciali non fanno eccezione. Quasi tutti oggi adoperano app per mobile. Tuttavia, nonostante questa consapevolezza, non tutti decidono si farne sviluppare una, soprattutto a livello di piccola impresa.

Pertanto, creare un’app e offrirla ai tuoi clienti può far risaltare la tua organizzazione. I tuoi concorrenti, così come gli utenti stessi, saranno sicuramente sorpresi dalla tua iniziativa.

Fedeltà:

Il motivo più importante per il quale dovresti considerare di creare una app per la tua azienda è la fedeltà del cliente nei tuoi confronti. Con tutte le promozioni che è possibile trovare sul web,  su Facebook, cartellonistica stradale, pubblicità, annunci sui quotidiani, brochure, siti web, coupon ed e-mail marketing, la fidelizzazione fa sempre meno effetto sui clienti. Questa è invece un’ottima opportunità per stringere una partnership genuina e autentica con i tuoi clienti.

Se non sai in che modo realizzare la tua app, puoi rivolgerti ad una agenzia di creazione app Puglia che può mettere a punto per te lo strumento perfetto per rendere il tuo business ancora più potente.

No Comments
Comunicati

Coltelli Wusthof o Zwilling?


Chi ha esperienza nel mondo dei coltelli da cucina, sa bene come non sia affatto facile distinguere quali siano i migliori coltelli da cucina tedeschi oggi in commercio, soprattutto se si ha a che fare con marchi top del settore, come ad esempio i Coltelli Wusthof o Zwilling.

A differenza delle altre aziende di coltelli da cucina meno note infatti, queste due aziende, si caratterizzano per essere due big del settore della coltelleria, note anche per la loro importante storia nel settore.

Ad occhi inesperti, queste due case possono sembrare addirittura uguali o difficilmente distinguibili, ma in realtà sebbene abbiano numerosi aspetti in comune, le differenze sono notevoli e chiaramente non necessariamente attinenti al loro nome.

Prima di soffermarci sulle differenze, è bene notare come entrambe queste case trovano la propria origine nella città di Solingen in Germania, la patria della migliore coltelleria tedesca. In pochi sanno che i prodotti realizzati in questa località, godono di uno speciale marchio di fabbrica, volto proprio ad attestarne l’autenticità come in quanto questi prodotti, vengono considerati come sottoposti ad una vera e propria denominazione di origine controllata.

Il motivo di così tante similitudini in questo senso è proprio da ricercare nelle origini condivise di queste due aziende, sebbene Zwilling sia notevolmente più antica rispetto a Wusthof.

Detto ciò quali sono le differenze da ricercare tra i coltelli Wusthof o Zwilling?

Le differenze che riguardano le due tipologie di prodotti, per molti come si accennava potranno sembrare quasi impercettibili, ma sono di fatto espressione di due correnti di pensiero molto differenti.

Una delle più rilevanti è sicuramente legata al grado di affilatura dei Coltelli Wusthof generalmente affilati con un’angolatura di 14 gradi rispetto ai Zwilling che al contrario hanno un’affilatura più amplia 15 gradi circa.

In questo senso anche la durezza dell’acciaio svolge un ruolo di rilievo. I coltelli Zwilling in questo senso vengono forgiati in maniera tale da ottenere una durezza leggermente inferiore parti a 57 HRC rispetto ai coltelli Wusthof, che più comunemente vengono realizzati con una durezza di 58 HRC

In conclusione:

Pare chiaro come tali differenze, possano sembrare puramente minimali ad un neofita del settore, ma sono espressione di una profonda differenza culturale che da sempre è stata fonte del grande distanziamento tra queste due aziende oggi fortemente note ed apprezzate nel campo dei coltelli da cucina.

No Comments