Home » Comunicati » “Unire e decidere, basta con liti e divisioni” fare!

“Unire e decidere, basta con liti e divisioni” fare!

Basta promesse, basta litigi, basta corse alle poltrone! Marsala ha bisogno di essere governata e no distrutta da scellerate politiche di partito o di protagonismo personale.  “Unire e decidere”. “Il momento che stiamo attraversando ci impone senso di responsabilità e spirito servizio e ora più che mai dalla politica deve arrivare un messaggio di coesione e unione: basta litigi, basta divisioni. Marsala ha bisogno di  un governo  che sia  un espressione di un gran lavoro di squadra, “. Questa deve essere la  “ricetta” che bisogna portare tra la gente , tra le contrade, tra i cittadini. “Serviranno decisione e fermezza nell’affrontare una ripartenza difficile da gestire senza rimandare il cambiamento necessario per poter guardare al futuro in maniera diversa”. In questa campagna elettorale sto notando che ci sono poche parole di risoluzioni dei problemi della citta’ e dei cittadini, ma molti attacchi  al  “nemico  “ , questa e’ la classica tecnica che porta a non far comprendere cosa si vuole fare per risolvere i problemi, quindi si attacca l’avversario per poi coinvolgere, rassicurare e convincere  gli elettori che  e’ colui che attacca sia il migliore di tutti per la guida della citta’. Oggi vedo molti candidati che promettono di fare cose importanti per la citta’ , si  battono il petto dicendo io per voi farei qualsiasi cosa, parole belle che portano a pensare che quello che dicono sia vero. Ora vi chiedo voi ci credete? Io NO!  Sento molti cittadini che si lamentano di questa classe politica, che dicono sempre le stesse facce, non si cambia sono i soliti a candidarsi, queste sono le solite frasi che si sentono ogni volta che inizia una campagna elettorale. Ora io mi chiedo bhe cari signori vogliamo Cambiare,  non  dobbiamo farlo solo se lo decidono “le forze politiche che ci rappresentano” ma bisogna farlo orientandole noi al meglio, perché  questi candidati siano la voce delle nostre istanze. E se non crediamo in questi candidati  e nel loro sistema di cambiare, allora entriamo in politica in prima persona, lì dove si può cambiare, per diventare forza di cambiamento e non vaghi aspiranti al cambiamento. Questo vuol dire esserci, altrimenti saremo sempre  l’ombra del nostro  passato. Ora tocca voi se cambiare veramente o continuare ad essere non considerati come cittadini? Marsalesi tocca voi CAMBIARE SI PUÒ BASTA CREDERCI!

Domenico Marigliano

  1. Referente Movimento Spontaneo Genitori Siciliani

About the author

Il servizio gratuito di pubblicazione dei comunicati stampa è offerto dall'Associazione link UP Europe! di Roma