Daily Archives

8 Agosto 2020

Comunicati

Basta piangersi addosso il Mago Letterius ha la soluzione ai tuoi problemi

SE PENSI CHE TUTTO SIA PERDUTO…SE STAI ATTRAVERSANDO UNA CRISI ECONOMICA…SE ULTIMAMENTE TUTTO TI VA MALE…SE HAI PROBLEMI DI LAVORO…BASTA PIANGERSI ADDOSSO, QUESTO È IL MOMENTO GIUSTO PER RICOMINCIARE A VIVERE!

Ogni tunnel ha una fine, ogni situazione può essere risolta, la magia può aiutarti a percorrere il cammino della rinascita.
“Ho visto molte persone nella tua condizione: imprenditori la cui attività era caduta in disgrazia, persone afflitte da problemi familiari, uomini e donne con difficoltà lavorative o personali, tutti si erano lasciati prendere dallo sconforto…
Pensavano che niente avrebbe potuto aiutarli e si abbandonavano alla disperazione, ma poi con il mio aiuto e quello degli antichi rituali a me tramandati hanno risolto ogni negatività.”

BENESSERE – FAMIGLIA – AMORE – FEDELTÀ – TRADIMENTO – STUDIO – SPORT – LAVORO – AFFARI – LITI GIUDIZIARIE – NEMICI

Mago Letterius, dotato di particolari facoltà extrasensoriali maturate nel corso di più di trenta anni di studio e di pratica aiuta, consiglia e risolve qualsiasi tipo di problema ti affligga.* Prepara per te amuleti personalizzati, effettua rituali che allontanano le negatività, propiziano e attirano la fortuna ed il successo.
Chiamalo ora, senza impegno, riceve in tutta Italia

“FAI TORNARE LA FORTUNA. CHIAMAMI!” TEL. 335 6592908

La riuscita delle prestazioni è legata all’assorbimento che varia a seconda della persona.
(I risultati non possono essere garantiti né provati scientificamente)
Per chi vuole approfondire www.sensitivo.biz

No Comments
Comunicati

Beni Rifugio Oro e Argento Aumenti Record

I beni rifugio in questo momento di recessione mondiale stanno facendo la loro parte, sono tantissimi gli investitori che avendo creduto in oro e argento stanno ora raccogliendo i frutti della propria scelta protezionistica.
La recessione è talmente profonda che in questo momento chi ha puntato su oro e argento come beni rifugio per difendere il valore dei propri soldi sta addirittura guadagnando cifre di non poco conto in tutti quei casi che decidesse di monetizzare adesso il proprio investimento.
Anche molti risparmiatori non dediti ai classici investimenti sui mercati azionari hanno acquistato lingotti e monete in oro, impauriti dall’arrivo di una crisi economica senza precedenti.
Chi ha acquistato oro fisico piuttosto che finanziario ha il vantaggio di poter detenere direttamente il proprio investimento e di poterlo monetizzare alla bisogna anche recandosi in un compro oro Firenze o nei pressi di dove abita senza dover avere intermediazioni di sorta.
Questo metodo di creare riserve finanziarie era molto utilizzato in passato e soprattutto quando si temevano eventi economici, politici o sociali che facessero presagire a crisi molto profonde dove venivano considerate a rischio le banche stesse e la tenuta sociale in generale.
Chi non ha mai sentito parlare di lingotti murati addirittura dentro le mura di casa, nonostante oggi vi siano molte più possibilità per nascondere in modo sicuro i propri beni preziosi, il concetto è identico a quello che veniva attuato in passato.
Oro e argento dal canto loro non sono investimenti che producono utili ma l’attuale situazione dove sono sempre di più i titoli di stato sicuri ad interessi zero se non negativi, questi metalli preziosi sono ancora più appetibili che in passato anche per chi desidera ottenere dei ricavi.
Con gli ultimi record dell’oro oltre i 2000 dollari oncia e nonostante la domanda sembra non voler diminuire nemmeno a prezzi elevati, anche la quotazione argento sta volando in quanto in momenti di crisi economica risulta una ottima alternativa all’investimento in oro.
Si deve tenere in considerazione che l’argento è attualmente sostenuto anche dalla domanda industriale in quanto è considerato green essendo molto utilizzato in ambiti strategici per l’ambiente come il fotovoltaico, i pannelli solari e molte tecnologia indispensabili alla smartworking.

No Comments
Comunicati

Utilizzo delle bande di resistenza

Queste bande di resistenza lunghe e ad anello forniscono uno spessore sorprendente e una resistenza resistente che alla fine le separa dal tubo relativamente debole che comunemente pensi quando senti il ​​termine “bande di resistenza”. Sono progettati per atleti e seri frequentatori di palestra che cercano nuovi modi per guadagnare forza attraverso l’ allenamento di resistenza .

Vantaggi degli esercizi della banda di resistenza

Sia che tu stia usando le bande elastiche o tubi di resistenza della vecchia scuola, i vantaggi di eseguire esercizi con la fascia di resistenza sono sostanzialmente gli stessi.

Trasporto

Le bande sono leggere e facili da trasportare. Basta arrotolarne alcuni e gettarli in una valigia o in una borsa da palestra e avrai a disposizione attrezzature per l’allenamento di resistenza ovunque tu vada.

Efficacia

La resistenza di una band aumenta mentre continua ad allungarsi, con la massima resistenza all’apice di ogni esercizio. Quando sollevi un manubrio, sai che stai sollevando una determinata quantità di peso attraverso una gamma completa di movimenti. Ciò che potresti non capire è che all’apice di ogni movimento hai una piccola pausa.

Prendi, ad esempio, una pressa per le spalle. Mentre sollevi i manubri, premendoli sopra la testa, stai lavorando contro la gravità per aumentare il peso. Quando i gomiti si estendono completamente, le ossa ben allineate aiutano a sostenere il peso prima di invertire il movimento e lavorare con la gravità per abbassare i pesi (in modo controllato) alle spalle.

Fit women performing stretching exercise with resistance band

Quando si esegue una pressa per spalla a fascia di resistenza, il livello di resistenza è relativamente leggero all’inizio del movimento. Aumenta gradualmente quando si preme la banda verso l’alto, raggiungendo la sua massima resistenza quando i gomiti sono completamente estesi. Per mantenere la forma, i muscoli stabilizzatori devono rimanere impegnati nella parte superiore del movimento, contribuendo ad aumentare la stabilizzazione articolare, che, nel tempo, può ridurre la possibilità di lesioni.

Mobilità

Le bande possono essere spostate in direzioni e modelli in cui i pesi non possono essere spostati. La gravità è un fattore intrinseco che non si può ignorare quando si sollevano pesi. Quando esegui uno squat con bilanciere, carichi il peso prima di usare la gravità per agire su quel peso per rendere lo squat più impegnativo. Pertanto, alcuni schemi di movimento ed esercizi sono difficili, se non impossibili, da eseguire con pesi standard.

Ad esempio, avrai difficoltà a eseguire un manubrio pesante o una pressa al petto con bilanciere mentre sei in piedi. La gravità tirerà il peso del bilanciere o del manubrio verso il pavimento mentre estendi i gomiti davanti al petto e semplicemente non sarai in grado di sollevare tanto peso (o lavorare per i gruppi muscolari desiderati) a causa della fisica del cambio di esercizio.

Le bande di resistenza sono diverse. Poiché anche le bande di resistenza per impieghi gravosi sono leggere, purché un lato della banda sia ancorato, è possibile eseguire facilmente una pressione sul torace in piedi, estendendo la banda per creare resistenza, piuttosto che fare affidamento sulla gravità per agire su un peso predeterminato. Ciò significa che i modelli di movimento e gli esercizi che puoi eseguire con le bande di resistenza sono praticamente infiniti.

Versatilità

Le fasce possono essere utilizzate durante l’allenamento di potenza e mobilità. Le bande di resistenza non sono solo buone per l’allenamento della forza. Le bande possono anche aggiungere resistenza agli esercizi di potenza anaerobica, come lo sprint e il salto, e gli esercizi di agilità, come scivoli laterali e viti. Ancora una volta, le possibilità sono praticamente infinite.

Bande di resistenza per allenamento pesante o “Superbands”

CrossFit ha reso popolare il concetto di superbands, introducendoli nelle scatole come modo per gli atleti di eseguire i pull-up assistiti. Ma rapidamente, gli usi per le bande pesanti si sono espansi e il mercato è esploso. Quando acquisti superbands, considera quanto segue:

  • Colori e pesi non sono standardizzati tra i marchi . Ogni marchio ha un diverso sistema di codice colore per identificare diversi livelli di resistenza. E da marchio a marchio, i livelli di resistenza variano tra le fasce. Quando effettui un acquisto, presta attenzione a quali sono i colori e i livelli di resistenza per le fasce che stai acquistando.
  • È necessario acquistare diverse fasce . Poiché diversi gruppi muscolari tendono ad essere più forti di altri (ad esempio, i quadricipiti sono in genere più forti dei bicipiti), avere diverse fasce a portata di mano è utile per l’allenamento di tutto il corpo. In generale, è una buona idea acquistare una fascia leggera, media e pesante per godersi una routine a tutto tondo.
  • I lunghi anelli possono essere ancorati a montanti verticali o orizzontali per lavorare in modo più simile ai sistemi di cavi. Avvolgi semplicemente la fascia su un palo orizzontale (come una barra per trazioni) o attorno a un palo verticale (come un segnale stradale robusto o un palo per palestra nella giungla), quindi tira un lato dall’altro lato fino a quando non è sicuro. Una volta sul posto, puoi usare la banda per fare degli esercizi che normalmente richiedono un sistema di cavi come riccioli per bicipiti, flessioni dei tricipiti e file sedute.

https://bellezzamix.it/utilizzo-delle-bande-di-resistenza/

No Comments
Comunicati

Come fai a sapere quando è il momento di lasciarsi?

Molti di noi non rompono con un altro significativo quando dovremmo, per molte ragioni diverse. Alcuni di noi hanno paura di essere soli; altri cadono vittime dell’errore sommerso dei costi (“Ho già investito così tanto tempo e fatica in questa relazione, non posso rinunciare ora”). Ma la maggior parte di noi ignora solo i segni che una relazione sta andando in pezzi perché è più facile credere che tutto vada bene … fino a quando non lo è.

Sapere esattamente quando terminare una relazione è un compito difficile. Dipende dalle persone coinvolte e dalla situazione in cui vivono. Ma ci sono prove abbastanza coerenti sui segni di rottura delle relazioni.

I quattro cavalieri dell’Apocalisse

Ci sono quattro stili di comunicazione negativa che compongono il disastro per qualsiasi relazione. È soprannominato “I quattro cavalieri dell’Apocalisse”.

Critica

Il primo cavaliere della comunicazione è la critica. Criticare è diverso da criticare o lamentarsi. La critica riguarda il carattere della persona, piuttosto che il loro comportamento.

Ecco la differenza tra un reclamo e una critica:

  • Reclamo: “Vorrei davvero che mi aiutassi con i piatti. C’è molto lavoro da fare da sola e mentre ti rilassi sul divano a guardare la TV, devo stare fino a tardi a pulire”.
  • Critica: “Sei solo un *** egoista. Non pensi mai a come mi sento o a tutto il lavoro che faccio per te.”

La differenza è che il primo riguarda un comportamento specifico e il secondo riguarda il partner come persona.

Quando la critica è presente in una relazione, non significa che sia destinata a finire. Di tanto in tanto, quando siamo arrabbiati, possiamo ricorrere alle critiche. Ma quando diventa pervasivo e quando è l’unico modo per sollevare problemi l’uno con l’altro, c’è un grosso problema.

Se critichi costantemente il tuo partner o ritieni che il tuo partner ti critichi costantemente, è solo una questione di tempo prima che si trasformi in qualcosa di più cattivo: il disprezzo. La relazione può essere recuperabile a questo punto, ma è un brutto segno e dovrebbe farti considerare se partire potrebbe essere un’opzione migliore.

Difensiva

Il secondo cavaliere è la difesa, ed è in genere in risposta alle critiche (o alle critiche percepite ). La difesa è un tentativo di difendersi da un attacco percepito con una controproposta. Possiamo essere difensivi spostando la colpa su situazioni esterne, ma il più delle volte siamo difensivi spostando la colpa sul partner che richiede responsabilità.

Ecco un esempio di risposta difensiva:

  • Reclamo: “Sento che la nostra vita sessuale è stata un po’ spenta ultimamente, e sento che non stai davvero prestando attenzione ai miei bisogni e desideri a letto”.
  • Risposta difensiva: “Beh, se non mi prendessi in giro per i piatti tutto il tempo, forse avrei voluto fare sesso con te.”

In generale, agli umani non piace sentirsi dire che stanno facendo qualcosa di sbagliato o ferendo altre persone. Abbiamo la tendenza a voler pensare bene a noi stessi e conversazioni come questa minacciano la nostra autostima.

La difesa è davvero solo un modo per riportare la colpa sul tuo partner. Stai dicendo che il problema non sei tu, è lui. Rifiutarsi di assumersi anche una piccola quantità di responsabilità per il proprio ruolo nella situazione può far sì che il proprio partner si senta invisibile e inascoltato.

Essere costantemente difensivi in ​​una relazione è un brutto segno. Significa che il partner difensivo non è disposto a guardare il proprio comportamento e adattarlo per fermare qualunque cosa danneggi l’altro partner. Significa che il partner difensivo sta trattando l’altro come un semplice oggetto per soddisfare i suoi bisogni e non come una persona intera con bisogni, sentimenti e idee proprie.

Se il tuo partner reagisce costantemente in modo difensivo nei tuoi confronti (e nei tuoi confronti), potrebbe essere il momento di dare una buona occhiata alla tua relazione. Potrebbe essere il momento di porre fine alle cose.

Disprezzo

Il terzo cavaliere è disprezzo. Mostriamo disprezzo quando trattiamo gli altri con mancanza di rispetto. Il disprezzo può essere espresso in molti modi diversi. Quando insultiamo gli altri, usiamo il sarcasmo, li imitiamo, alziamo gli occhi o li deridiamo. Li chiamiamo nomi o li ridicolizziamo. Lo scopo di questo comportamento è di diminuire l’altro, di farli sentire inutili.

Se sei mai stato trattato con disprezzo, sai quanto fa male. E trattare un partner con disprezzo dimostra che non hai rispetto per loro, i loro sentimenti o i loro bisogni.

Quando il disprezzo è presente in una relazione, è una grande bandiera rossa. Significa che i partner hanno smesso di rispettarsi come partner e ora stanno solo cercando di affermare il dominio. C’è ancora poco amore o rispetto, e l’animosità e il risentimento cresceranno.

Se vieni trattato in questo modo, ci sono ottime possibilità che il tuo partner non si occupi più di te. Se stai trattando il tuo partner con disprezzo, chiediti perché stai ancora con loro. Se non c’è rispetto tra i partner, ci sono poche possibilità che la relazione possa essere recuperata.

Ostruzionismo

L’ultimo cavaliere è il muro di pietra ed è il comportamento più dannoso da affrontare. Proprio come la difesa è una risposta alle critiche, il muro di pietra è di solito una risposta al disprezzo.

Quando il muro di pietra appare in una relazione, la comunicazione si è sostanzialmente interrotta. Il muro si verifica quando l’ascoltatore evita il contatto visivo, si ritira, si spegne o semplicemente smette di rispondere al proprio partner.

Quando una relazione ha raggiunto lo stadio di muro di pietra, è molto difficile (anche se non impossibile) recuperarla. Ma dovrebbe essere un segnale molto forte che forse è arrivato il tempo di andare avanti con la tua vita.

Questa è la sensazione quando preferisci fare qualsiasi altra cosa che avere una conversazione. Parli solo quando è assolutamente necessario e ogni incursione in un territorio più vulnerabile incontra una rapida fuga o silenzio.

Dovresti rompere?

La cosa importante da ricordare è che tutte le coppie si impegnano a volte in critiche, difesa, disprezzo e il muro di pietra. Ma usare costantemente uno o più di questi comportamenti è un chiaro segno che qualcosa non va bene nella tua relazione.

Naturalmente, se siete entrambi disposti a mettervi al lavoro, un terapista di coppia potrebbe essere in grado di aiutarvi a smettere di usare queste strategie di comunicazione e darvi gli strumenti per comunicare efficacemente le vostre emozioni. In definitiva, sei il miglior giudice della tua relazione e situazione.

https://youarestrongernow.com/come-fai-a-sapere-quando-e-il-momento-di-lasciarsi/

No Comments