Home » Salute e Benessere » Riflessologia plantare. L’antica arte del benessere attraverso il piede

Riflessologia plantare. L’antica arte del benessere attraverso il piede

La teoria alla base della riflessologia plantare è che ci sono alcuni punti o “aree riflesse” sui piedi e sulle mani che sono connessi energeticamente a specifici organi e parti del corpo attraverso i canali energetici del corpo.

Applicando una pressione sulle aree riflesse, si dice che un riflessologo rimuova i blocchi di energia e promuova la salute nell’area del corpo correlata. Ecco alcuni esempi di aree riflesse e delle relative parti del corpo:

  • Le punte delle dita dei piedi riflettono la testa
  • Il cuore e il torace sono attorno alla palla del piede
  • Il fegato, il pancreas e il rene sono nell’arco del piede
  • La parte bassa della schiena e l’intestino sono verso il tallone
Sebbene le radici della riflessologia risalgano all’antico Egitto e alla Cina, William H. Fitzgerald, un medico di orecchio, naso e gola, introdusse questo concetto di “terapia di zona” nel 1915. Il fisioterapista americano Eunice Ingram sviluppò ulteriormente la teoria delle zone negli anni ’30 in quella che è conosciuta come la riflessologia moderna.
Se vuoi imparare queste tecniche ti consiglio questo corso di Riflessologia plantare.

riflessologia plantare

Come funziona la riflessologia plantare?

la riflessologia plantare è una pratica di vecchia scuola di toccare determinati punti del piede che corrispondono ad altri punti del corpo per tutti i tipi di benefici. “La riflessologia è punti di pressione sul piede che sono energicamente collegati ad altre aree del corpo”, spiega Juhi Singh , erborista cinese, agopuntore e fondatore del Juhi Center. “Diversi punti sui piedi possono aiutare a stimolare e trasmettere energia agli organi in tutto il resto del corpo. Ad esempio, i punti sulla punta delle dita dei piedi possono stimolare la testa, mentre la palla del piede può riflettersi nel cuore e nel petto.”

Tutto quello che devi fare è stimolare questi punti e funziona come una sorta di altoterapia per una moltitudine di benefici per la salute. “La riflessologia, nota anche come terapia di zona, è una terapia alternativa che prevede l’applicazione della pressione ai piedi con l’aiuto di pollice, dita e puntelli senza l’uso di olio o lozione”, afferma Naveen Sharma, consulente di naturopatia presso il Centro benessere YO1 nel Catskills di New York. I vantaggi di farlo? “Puoi migliorare la circolazione sanguigna, migliora la risposta nervosa nel tuo corpo e ti dà livelli di energia equilibrati.”

In sostanza, è un po’ come i tuoi riflessi ma è legato dal tuo piede agli organi, che sono tutti divisi in diverse zone. “La riflessologia lavora con il sistema nervoso centrale attraverso le terminazioni nervose del nervo periferico”, afferma Sharma. “Applicando una pressione sulle terminazioni nervose periferiche, stimoliamo il centro nervoso correlato a specifici organi del corpo. Il piede, generalmente, è diviso in diverse zone e parti specifiche di esso rappresentano diversi organi nel tuo corpo.”

Perché dovresti aver bisogno della riflessologia?

  • Condizioni di stress e correlate allo stress
  • Tensione mal di testa ed emicrania
  • Disturbi digestivi
  • Artrite
  • Insonnia
  • Squilibri ormonali
  • Lesioni sportive
  • Disturbi mestruali, come  la sindrome premestruale
  • Problemi digestivi, come costipazione
  • Sclerosi multipla
  • Mal di schiena
La riflessologia è anche usata per cure post-operatorie o palliative. Una recensione del 2015 pubblicata su Integrative Cancer Therapies ha scoperto che il massaggio di riflessologia era più efficace per alleviare il dolore da cancro e il dolore correlato alla chirurgia rispetto al massaggio del corpo o al massaggio con aromaterapia.

Com’è una sessione tipica?

Un trattamento tipico dura dai 30 ai 60 minuti e inizia con una forma di anamnesi e una consultazione sulla tua salute e stile di vita. Il riflessologo utilizzerà le informazioni per personalizzare la terapia.

È possibile che ti venga chiesto di rimuovere le scarpe e le calze e di sederti comodamente su una sedia reclinabile o su un lettino da massaggio. Il riflessologo valuterà i piedi e stimolerà vari punti per identificare le aree di tenerezza o tensione.
Movimenti rapidi e massaggio possono essere usati per riscaldare mani e piedi. La pressione delle dita o del pollice viene quindi applicata al piede utilizzando tecniche di riflessologia. Lozione o olio possono essere usati e il riflessologo può anche usare strumenti come palline, spazzole e tasselli.

Riflessologia plantare vs. massaggio ai piedi

Mentre un massaggio ai piedi può sembrare lo stesso di un trattamento di riflessologia, un riflessologo lavorerà sulle aree per promuovere una risposta di guarigione negli organi corrispondenti.

Un massaggiatore che fa un massaggio ai piedi manipolerà i muscoli e altri tessuti molli per migliorare la circolazione, alleviare il dolore e guarire le lesioni nella zona o per indurre il rilassamento generale.

Come si sente la riflessologia?

Molte persone trovano la riflessologia, per la maggior parte, molto rilassante.

La riflessologia non dovrebbe essere dolorosa. Se ti senti a disagio, assicurati di dirlo al riflessologo. Lui o lei dovrebbe lavorare nella tua zona di comfort. Alcune aree possono essere dolenti o dolenti e il riflessologo può dedicare più tempo a questi punti. Il dolore dovrebbe diminuire con la pressione.

Se soffri il solletico, non preoccuparti. Il riflessologo applica una forte pressione ai piedi che non stimolerà il solletico.

Come mi sentirò dopo?

Molte persone si sentono calme e rilassate dopo una sessione di riflessologia. Occasionalmente, alcune persone avvertono nausea, sonnolenza e sbalzi d’umore.

Possibili effetti collaterali e sicurezza

Se hai ulcere del piede, lesioni recenti, ferite al piede o alla caviglia, gotta o una condizione cardiovascolare, la riflessologia potrebbe non essere appropriata o sicura.

La riflessologia può anche non essere adatta a persone con diabete, osteoartrite (che colpisce la caviglia o il piede), problemi circolatori, infezioni attive, calcoli biliari, calcoli renali o alcuni tipi di cancro. Le donne in gravidanza dovrebbero evitare la riflessologia.

Potrebbe interessarti anche: Il benessere viene dall’oriente

About the author

Il servizio gratuito di pubblicazione dei comunicati stampa è offerto dall'Associazione link UP Europe! di Roma